Nota Integrativa al Bilancio

Commenti

Transcript

Nota Integrativa al Bilancio
C AMERA DI C OMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA
ISERNIA
Sede in Isernia – C.so Risorgimento, 302
NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO AL 31/12/2009
Attività svolte
La C.C.I.A.A. svolge le attività previste dalla legge 29 dicembre 1993, n. 580, tenendo
distinta l’attività istituzionale da quella commerciale, identificata dall’osservanza della
normativa fiscale vigente per gli enti non commerciali.
CRITERI DI FORMAZIONE
Il seguente bilancio è conforme al dettato degli articoli 20 e seguenti del Titolo III - capo I
del D.P.R. 254 del 02 novembre 2005, e rispetta i principi normativi in essi sanciti per la sua
formazione, che rispecchiano i principi previsti dalla normativa civilistica in materia di
Bilancio, come risulta dettagliatamente dalla presente Nota integrativa, che costituisce parte
integrante del bilancio d’esercizio.
CRITERI DI VALUTAZIONE
La valutazione delle voci di bilancio è stata fatta ispirandosi a criteri generali di prudenza e
competenza nella prospettiva della continuazione dell’attività richiamati dall’art. 1, comma
1, del D.P.R. n. 254/2005. Essa tiene conto delle indicazioni fornite dal Ministero dello
Sviluppo Economico con circolare n. 3622/C del 05/02/2009 e riguardanti l’applicazioni dei
nuovi principi contabili. La predetta circolare prevede l’applicazione dei nuovi principi
contabili a regime dal 01/01/2009.
L’applicazione del principio di prudenza ha comportato la valutazione individuale degli
elementi componenti le singole poste o voci dell’attività o passività, per evitare compensi tra
perdite che dovevano essere riconosciute e profitti da non riconoscere in quanto non
realizzati.
In ottemperanza al principio di competenza, l’effetto delle operazioni e degli altri eventi è
stato rilevato contabilmente ed attribuito all’esercizio al quale tali operazioni ed eventi si
riferiscono, e non a quello in cui si concretizzano i relativi movimenti finanziari (incassi e
pagamenti).
La continuità di applicazione dei criteri di valutazione nel tempo rappresenta elemento
necessario ai fini della comparabilità dei bilanci dell’Ente nei vari esercizi futuri.
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
1
In particolare, i criteri di valutazione adottati nella formazione del bilancio sono stati i
seguenti.
IMMOBILIZZAZIONI
Per quel che concerne le altre immobilizzazioni tecniche, i mobili, gli automezzi, le attrezzature, la
biblioteca e le immobilizzazioni immateriali, l'iscrizione in bilancio è avvenuta sulla base dei costi
effettivamente sostenuti ai sensi dell'art. 26 comma 2 del D.P.R. 254/2005.
Invece per i beni immobili è stato considerato l'effettivo prezzo di acquisto, compresi tutti gli
oneri di diretta imputazione (in particolare le manutenzioni straordinarie) dal 1992 in avanti.
Le immobilizzazioni sono esposte al netto degli ammortamenti effettuati nel corso degli esercizi
ed imputate direttamente alle singole voci.
Per il 2009 le quote d'ammortamento relative ai beni istituzionali sono state calcolate in base ai
seguenti coefficienti, determinati in base alla residua possibilità di utilizzazione del bene.
DESCRIZIONE
IMMOBILI
QUOTA
AMMORTAMENTO
2%
ALTRE IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE
Macchine d'uff. elettromeccaniche ed elettroniche
20%
MOBILI
Mobili
10%
Arredamento
10%
Mobili e macchine d'ufficio
10%
MACCHINARI E ATTREZZATURE VARIE
Macch., Apparecchi, Attrezzatura varia
10%
Il software è ammortizzato con un'aliquota del 20% in relazione alla residua possibilità di
utilizzazione.
La biblioteca e le opere d'arte non vengono ammortizzate poiché trattasi di beni la cui
possibilità di utilizzazione è protratta nel tempo.
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
2
Crediti
Sono esposti al presumibile valore di realizzo, al netto del fondo svalutazione
appositamente creato. In particolare, il credito per diritto annuale è stato specificamente
trattato nei documenti allegati alla circolare n.3622/C del 05/02/2009.
Debiti
Sono rilevati al loro valore nominale.
Ratei e risconti
Sono stati determinati secondo il criterio dell'effettiva competenza temporale dell'esercizio.
Rimanenze magazzino
Le rimanenze di magazzino sono valutate con il metodo FIFO.
Partecipazioni
Il D.P.R. 254/2005 introduce una differenza tra le partecipazioni in imprese controllate o
collegate di cui all’articolo 2359, primo comma numero 1), e terzo comma, del codice civile
e le altre partecipazioni. Per le prime è prevista la valutazione al patrimonio netto, per le
altre il criterio da seguire è il costo di acquisto o di sottoscrizione. La Camera di Commercio
non possiede partecipazioni di controllo in società del sistema camerale o in altre società;
pertanto la valutazione di quelle esistenti deve essere fatta al costo di acquisto o di
sottoscrizione. La circolare n.3622/C del 05/02/2009 ha chiarito la portata innovativa del
disposto del D.P.R. 254/2005, limitando gli effetti negativi che una valutazione al costo di
acquisto avrebbe causato nei patrimoni delle camere di commercio. Infatti, per le
partecipazioni acquisite prima dell’esercizio 2007 e valutate ai sensi dell’art.25 del D.M.
287/97 con il metodo del patrimonio netto, il Regolamento non detta un criterio di diritto
intertemporale. E’ necessario, pertanto, considerare per le stesse il valore dell’ultima
valutazione, effettuata applicando il metodo del patrimonio netto, come primo valore di
costo alla data di entrata in vigore del D.P.R. 254/2005. Il valore così determinato ed iscritto
al 31/12/2007 è quello da congelare per gli esercizi successivi come previsto dal D.P.R.
254/2005.
Il metodo del patrimonio netto consiste nell'assunzione, nel bilancio della società
partecipante, del risultato d'esercizio della partecipata, rettificato, in accordo con quanto
prescritto dal principio contabile n.21.
Le partecipazioni iscritte nelle immobilizzazioni rappresentano un investimento duraturo e
strategico da parte dell'Ente.
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
3
Fondo TFR
Rappresenta l'effettivo debito maturato verso i dipendenti in conformità di legge e dei
contratti di lavoro vigenti, considerando ogni forma di remunerazione avente carattere
continuativo.
Il fondo corrisponde al totale delle singole indennità maturate a favore dei dipendenti alla
data di chiusura del bilancio, al netto delle eventuali erogazioni effettuate a dipendenti
cessati nel corso dell'anno 2009, ed è pari a quanto si sarebbe dovuto corrispondere ai
dipendenti nell'ipotesi di cessazione del rapporto di lavoro in tale data.
Le anticipazioni su indennità di fine rapporto sono evidenziate nella voce "Prestiti e
anticipazioni al personale" tra le attività dello Stato Patrimoniale.
Imposte sul reddito
Le imposte sono calcolate secondo le aliquote e le norme vigenti ed iscritte nei debiti
tributari.
Riconoscimento ricavi
I ricavi per vendite di beni sono riconosciuti al momento del trasferimento della proprietà,
che normalmente si identifica con la consegna o la spedizione dei beni.
I ricavi derivanti da prestazioni di servizi vengono riconosciuti in base alla competenza
temporale.
CONTI D’ORDINE
Rappresentano nel nuovo sistema contabile i provvedimenti di spesa che presentano una
disponibilità residua alla fine dell’esercizio. In realtà, i conti d'ordine non influenzano
assolutamente il risultato economico d'esercizio; sono conti di memoria che esauriscono la
loro funzione in sede di conto consuntivo, poiché i provvedimenti che li originano sono
destinati ad essere stornati all’inizio dell’esercizio successivo.
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
4
ATTIVITÀ
A) IMMOBILIZZAZIONI
a) Immobilizzazioni materiali ed immateriali
Immobilizzazioni immateriali
Saldo al
31/12/08
Saldo al
31/12/09
Variazioni
0,00
0,00
- 0,00
Istituzionali
Le immobilizzazioni immateriali sono costituite dal software, acquistato ed utilizzato dalla
Camera e risultano totalmente ammortizzate.
b) Immobilizzazioni materiali
Istituzionali
Saldo al
31/12/08
Saldo al
31/12/09
Variazioni
415.356,30
416.031,49
+ 675,19
Le immobilizzazioni materiali sono costituite da:
FABBRICATI ISTITUZIONALI
DESCRIZIONE
Saldo al 01/01/09
Costi di manutenzione straordinaria dell'esercizio e di
progettazione capitalizzati
Oneri finanziari capitalizzati
Cessioni dell'esercizio
Ammortamenti dell'esercizio
Saldo al 31/12/09
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
IMPORTO
345.474,06
0,00
734,33
0
12.565,02
333.643,37
5
ALTRE IMMOBILIZ.NI TECNICHE ATTIVITA’ ISTITUZ.LE
(conto 111300)
DESCRIZIONE
IMPORTO
Saldo al 01/01/09
26.031,57
Acquisizione dell'esercizio e rettifiche per riconciliazione
29.398,80
Cessioni dell'esercizio
0,00
Ammortamenti dell'esercizio
15.623,93
Saldo al 31/12/09
39.806,44
MOBILI ATTIVITÀ ISTITUZIONALE
(conto 111400/111410/111440)
DESCRIZIONE
IMPORTO
26.745,94
Saldo al 01/01/09
Acquisizione dell'esercizio e rettifiche per riconciliazione
Cessioni dell'esercizio
Ammortamenti dell'esercizio
5.900,00
0,19
5.409,82
27.235,93
Saldo al 31/12/09
ATTREZZATURA ATTIVITA’ ISTITUZIONALE
(conto 111200/111216)
DESCRIZIONE
Saldo al 01/01/09
Acquisizione dell'esercizio e rettifiche per riconciliazione
Cessioni dell’esercizio
Ammortamenti dell'esercizio
Saldo al 31/12/09
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
IMPORTO
12.329,75
0,00
29,97
1.729,01
10.570,77
6
BIBLIOTECA
DESCRIZIONE
IMPORTO
Saldo al 01/01/09
4.774,98
Acquisizione dell'esercizio
0,00
4.774,98
Saldo al 31/12/09
I fabbricati istituzionali sono costituiti dalla sede della Camera di Commercio valutata al
costo d’acquisto di €. 516.931,69, che risulta superiore al valore catastale, e da un garage
adibito ad archivio valutato anch’esso al costo di acquisto di € 23.240,56, che risulta
superiore al valore catastale. A tali importi si sommano i costi per manutenzione
straordinaria capitalizzati negli esercizi precedenti, nonché gli oneri finanziari dell’anno
relativi al mutuo passivo contratto nel 2007 per i lavori di manutenzione straordinaria della
sede. La sede camerale è ubicata in C.so Risorgimento, il garage in Via Giovanni XXIII.
Le altre immobilizzazioni tecniche sono costituite da macchine d’ufficio elettromeccaniche
ed elettroniche.
Nel corso dell’esercizio 2009 si è provveduto alla cancellazione dall’inventario di 31 beni,
di cui 28 già totalmente ammortizzati, di seguito specificati:
N. INV. DESCRIZIONE
- 104
- 711
- 883
- 904
- 929
- 1036
- 1153
- 1207
- 1218
- 1231
- 1240
- 1360
- 1374
- 1383
- 1384
- 1391
- 1427
ANNO DI ACQUISTO
Macchina calcolatrice logos olivetti 262 pd
Macchina da scrivere olivetti studio 45
Calcoltarice underwood 400
Lettore pioneer changer multidisk
Stampante per telefono facit e440 80 col.
Iomega zip-dispositivo backup
Stampante seikosca sp 1900 plus
Stampante lexmark optra s 1255 matr. 9801755
Stampante lexmark optra s 1255 matr. 9801751
Telefax cx 400 itatel telematica
Stampante hp laserjet 5 plus matr. 9701112
Stampante marca hp deskjet 720c
Modem us robotica modello flash
Cd rom installato su pc num.inv. 1053
Espansione di memoria installata su pc num. Inv. 1053
Implementazione Hd 4.3 gb su pc num. Inv. 1229
Computer completo di cd-rom/scheda ethernet
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
1993
1993
1993
1997
1993
1998
1997
1998
1998
1993
1997
1998
1998
1999
1998
1998
1999
7
- 1456
- 1457
- 1459
- 1464
- 1466
- 1476
- 1483
- 1485
- 1589
- 1610
- 1613
- 1737
- 1820
- 1923
stampante mannesmann mt 350 matr. Infoc. 9400377
Stampante Hp laserjet 4 matr. Infoc. 9401517
Stampante canon LBP 660
Scanner HP scan 6100C
Cd rom drivers 40x
Stampante laser optra T612 matr. Inf. 2000726
Stampante laser optra m410 matr. Infoc. 2000607
Stampante laser optra T612 matr. Inf. 2000538
Calcolatrice ex inv. Uff. metrico n.42
Pc hp Vl 400 PIII 866 MHZ 128 mb matr. Inf. 2100574
Stampante laser optra E 312 matr. Inf. 2100571
Stampante Optra T 522 matr. Infoc. 2200318
Pc atx Intel pentium 34 Ghz
Hdd matrox 80GB
1999
1999
1999
1998
1999
2000
2000
2000
2000
2001
2001
2002
2005
2006
c) Immobilizzazioni finanziarie
Partecipazioni azionarie
La rilevazione della consistenza delle immobilizzazioni finanziarie ha comportato la
rideterminazione dei valori tenuto conto delle considerazioni esposte in premessa
sull’argomento; la situazione è la seguente:
Saldo al 31/12/09
Saldo al 31/12/08
Variazioni
489.028,67
488.508,67
+ 520,00
DENOMINAZ.
SOCIALE
TECNOHOLDING
SpA
MOLISE
SVILUPPO SCPA
TECNOCAMERE
SCPA
MATESE PER
L’OCCUPAZIONE
SpA
INFOCAMERE
SCPA
A.SVI.R. MOLIGAL
IS.NA.R.T. SpA
AZ./
VALORE
QUOTE NOM.LE
59.598
0,52
50
294,50
CAPITALE
SOCIALE
PATRIMONIO
NETTO
AZIONI
EM.
15.297.139,00 196.900.529,00 29.417.576
403.170,50
404.398,00
1.369
VALORE
CONT.
UNIT.
VALORE
CONT.
PARTEC.
6,69
390.563,31
295,40
14.769,83
1
2.011,67
1
516,46
515.934,00
8.514
3,10
17.670.000,00
1
520,00
200
5,16
TOTALE
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
448.891,00
999
449,35
449,35
53.282.289,00 5.700.000
9,35
79.586,91
520,00
897.035,00
979.263,00
173.690
5,64
1.127,60
489.028,67
8
La valutazione delle partecipazioni tiene conto dei nuovi principi contabili e delle relative
note di commento inserite nella circolare 3622/c del 05/02/2009 emanata dal Ministero dello
Sviluppo economico. Pertanto si è provveduto a verificare la congruità dell’importo delle
partecipazioni iscritte in bilancio, attraverso l’analisi dei dati di bilancio delle società
partecipate al 31/12/2008. Dall’analisi risulta che il valore attuale delle partecipazioni è
notevolmente superiore a quello iscritto in bilancio; pertanto vengono confermati i valori
iscritti al 31/12/2008 non procedendo ad alcuna svalutazione prudenziale. L’incremento è
determinato dalla sottoscrizione di una nuova partecipazione per euro 520,00.
Conferimenti di capitale ed altre Partecipazioni
Saldo al 31/12/09
Saldo al 31/12/08
Variazioni
61.824,79
61.824,79
+ 0,00
DENOMINAZ.
SOCIALE
CONSORZIO
MOLISE
INNOVAZIONE
S.C.A.R.L.
TECNOCAMERE
SCPA
REGIONE
MOLISE
CENTRO
ESTERO MOLISE
S.F.I.D.E. SCARL
RETECAMERE
SOC. CONS. A
R.L.
BANCA DELLE
PROVINCE
MOLISANE
I.C.
OUTSOURCING
S.R.L.
AZ./
VALORE
QUOTE NOM.LE
CAPITALE
SOCIALE
PATRIMONIO
NETTO
AZIONI EM.
6.076
1,00
222.796,00
706.677,00
222.796
VALORE
CONT.
UNIT.
3,17
2.000
0,52
1.300.000,00
2.159.574,00
2.500.001
0,86
VALORE
CONT.
PARTEC.
19.272,20
1.727,66
3.736,80
11.407,34
1
2.030,02
2.030,02
1
1.738,96
20
1.000,00
20.000,00
1
538,00
538,00
TOTALE
900.000,00
1.611.018,00
518
3.112,77
3.112,77
61.824,79
Prestiti ed anticipazioni attive
Sono rappresentati dai prestiti al personale dipendente nella forma di anticipazioni
sull’indennità di anzianità ammontante al 31/12/2009 a euro 339.905,33.
La possibilità di concedere anticipazioni è prevista dall’art. 85 del regolamento tipo per il
personale delle Camere di Commercio approvato con D.I. 12/07/1982 e successive
modificazioni. Il tasso di interesse applicato è pari al 1,5%.
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
9
Viene contabilizzato in questa voce il credito immobilizzato per la sede del laboratorio
chimico-merceologico per euro 91.326,79.
B) ATTIVO CIRCOLANTE
d) Rimanenze di magazzino e contabili
DESCRIZIONE
31/12/09
Rimanenze iniziali
01/01/09
VARIAZIONI
19.254,32
-19.254,32
Rimanenze finali
19.803,42
0
+19.803,42
TOTALE VARIAZIONE
19.803,42
19.254,32
+549,10
Rappresentano le rimanenze dell’Ente, valutate al costo di acquisto o al valore di mercato in
base all’art. 12 D.P.R. 254/2005; sono costituite da:
RIMANENZE FINALI
DESCRIZIONE
Oggetti di rappresentanza ist.le e
cancelleria
Materiale comm.le
31/12/09
VARIAZIONI
18.792,49
17.954,39
+838,10
1.010,93
1.299,93
- 289,00
0,00
0,00
0,00
19.803,42
19.254,32
+ 549,10
Progetti in corso
TOTALE VARIAZIONE
31/12/08
e) Crediti di funzionamento
DESCRIZIONE
31/12/09
31/12/08
DIFFERENZA
Verso operatori economici
210.791,95
177.588,96
33.202,99
Verso organismi e istituzioni
nazionali e comunitarie
Verso organismi del sistema
camerale
Verso clienti
239.440,36
158.391,30
81.049,06
815.000,00
815.000,00
0,00
29.467,57
77.095,29
-47.627,72
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
10
Servizi c/terzi
Altri crediti diversi
Verso Erario per IVA
Anticipi a fornitori
TOTALE
2.904,21
68.679,53
-65.775,32
18.606,02
32.325,58
-13.719,56
-834,24
-408,62
-425,62
195,84
2.343,52
-2.147,68
1.315.571,71
1.331.015,56
-15.443,85
Nel dettaglio si specifica:
Crediti v/operatori economici relativi al diritto annuale anno corrente per euro 382.571,46
ed anni precedenti per euro 1.640.833,84 al netto del fondo di svalutazione per euro
1.800.220,76; si riporta di seguito una tabella dei predetti crediti per anno di formazione,
specificando che nel corso dell’esercizio 2009 sono state apportate modifiche alla
consistenza dei crediti per un totale di euro 6.695,46 in ragione di accadimenti
gestionali/amministrativi riscontrati dall’Ente nel corso delle attività di accertamento ed
irrogazione delle sanzioni per omesso/tardato pagamento del diritto annuale. Tali modifiche
sono riportate in un elenco allegato alla presente nota integrativa e di essa parte integrante.
I criteri di determinazione del credito da diritto annuale sono stati modificati dalla circolare
del Ministero dello Sviluppo Economico n. 3622/C del 05/02/2009, che ha individuato una
modalità di calcolo da applicare nel periodo transitorio (consuntivo 2008), ed un criterio a
regime (dal 2009). In entrambi i casi il credito risulta sensibilmente più elevato, dovendo
iscrivere nel bilancio di competenza sia le sanzioni per omesso pagamento del diritto
annuale sia i relativi interessi che, negli esercizi pregressi, venivano iscritti con il criterio di
cassa, nel rispetto del principio di prudenza. Gli effetti positivi sul risultato economico
vengono parzialmente attenuati dall’incremento dell’accantonamento al fondo svalutazione
crediti, il cui criterio di determinazione è stato modificato dalla predetta circolare. Si è
proceduto, contestualmente, alla ricognizione dei crediti relativi agli anni pregressi;
prudenzialmente è stata applicata l’aliquota di svalutazione determinata secondo i nuovi
principi contabili anche ai crediti di bilancio relativi agli esercizi 2006/2007. Nel corso
dell’esercizio 2009 si è provveduto ad emettere un ruolo di secondo livello per il mancato
pagamento degli atti di accertamento ed irrogazione di sanzioni relativi agli anni 2002/2005.
I maggiori crediti derivanti dalla differenza tra le somme iscritte a ruolo (diritto, sanzioni ed
interessi) ed il credito di bilancio (comprendente il solo diritto), sono stati appostati nella
gestione straordinaria del bilancio ed opportunamente svalutati secondo le diposizioni della
circolare n.3622/C del 05/02/2009.
ANNO DI
PROVENIENZA DIRITTO
DEL CREDITO ANNUALE FONDO SVALUTAZIONE
173.979,11
1991/1995
128.336,84
128.336,84
1996
26.279,36
26.279,36
1997
16.403,99
16.403,99
1998
65.581,26
65.581,26
1999
65.394,72
65.394,72
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
11
2000
2001
2002/2005
2002/2005 int.
2002/2005 sanz.
2006
2007
2008
2008 int.
2008 sanz.
2009
2009 int.
2009 sanz.
TOTALE
33.347,23
44.368,73
438.070,64
61.149,19
193.208,47
182.747,93
203.358,98
242.682,39
3.808,63
82.283,51
322.475,57
4.789,26
97.668,57
2.211.955,27
33.347,23
44.368,73
346.075,81
48.307,86
152.634,69
144.370,86
160.653,59
191.719,09
3.008,82
65.003,97
254.755,70
3.783,52
77.158,17
2.001.163,32
Crediti v/organismi e istituzioni nazionali e comunitari rappresentati da crediti verso:
- la Regione Molise per il rimborso forfetario delle spese di funzionamento della C.P.A.
anno 2006/2007/2008/2009 per euro 239.440,36;
Crediti v/organismi del sistema camerale rappresentati da crediti verso:
- l’Unione Italiana delle Camere di Commercio per il contributo a valere sul fondo
perequativo per rigidità di bilancio anno 2009 per euro 815.000,00.
I crediti v/clienti riscuotibili nel breve periodo sono costituiti da:
- diritti di segreteria accertati nel 2009 ed il cui avviso emissione reversale d’incasso
perverrà nel 2010.
Crediti per servizi c/terzi
In questa categoria sono compresi gli oneri anticipati per conto di:
- Unione Regionale delle CCIAA del Molise per euro 2.333,30;
- Centro Estero delle CCIAA del Molise per missioni all’estero per euro 4.670,54 ed
oneri anticipati con il fondo economato 2009 per euro € 78,10, per un totale di euro
4.748,64;
- Azienda S.E.I. per euro 119,00 relativi agli oneri anticipati con il fondo economato
2009;
- Unione Nazionale delle Camere di commercio per la gestione delle riscossioni del diritto
annuale con il modello F24 per euro 3.977,77.
Crediti diversi:
In questa categoria sono contabilizzati:
- il credito per il contributo relativo progetto Spif per delega dell’unione Regionale delle
CCIAA del Molise per € 2.800,19;
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
12
-
-
il credito per il compenso al Dott. Spensieri relativo all’esercizio 2003, rientrante nel
trattamento omnicomprensivo della retribuzione, per la direzione del Laboratorio
Chimico merceologico per € 848,34;
la quota IFR dell’anno 2009, relativa al dipendente in aspettativa sig. Angelo Iapaolo,
dall’Amministrazione provinciale di Isernia per € 1.592,92;
il recupero delle spese postali sostenute nel 2009 per conto dell’Azienda Speciale S.E.I.
per € 434,40 ed degli oneri telefonici anticipati per euro 432,55;
il recupero delle spese postali sostenute nel 2009 per conto del Centro Estero Molise per
€ 185,10 ed degli oneri telefonici anticipati per euro 820,37;
l’acconto IRES per € 10.436,00;
per nota di credito da Telecom per cessazione contratto per € 25,00;
le somme anticipate per conto di altri enti € 31,57;
le somme da recuperare, pari ad euro 1.127,10 a seguito della circolare n. 32 del
17/12/2009 del MEF che ha chiarito in maniera definitiva che l’importo degli
emolumenti da corrispondere agli organi istituzionali non può essere superiore a quello
fissato al 30/9/2005, e che, quindi, pur essendo trascorso il triennio di applicazione della
norma, gli importi si intendono cristallizzati e non più adeguabili essendo intervenute
successivamente altre manovre di contenimento della spesa pubblica dirette a ridurre la
stessa tipologia di costi.
Crediti verso l’Erario, relativi alla liquidazione IVA del quarto trimestre 2009 a debito per
euro 3.136,00 al netto dell’acconto versato pari ad euro 2.301,76;
f) Disponibilità liquide
Saldo al 31/12/09
Saldo al 31/12/08
Variazioni
1.378,75
4.064,83
- 2.686,08
DESCRIZIONE
C/C Tesoreria fruttifero
Depositi postali
TOTALE
31/12/09
31/12/2008
0,00
0,00
1.378,75
1.378,75
4.064,83
4.064,83
Il saldo del conto corrente postale non coincide con quanto esposto nell’estratto conto al
31/12/2009, pari ad euro 3.258,11; la differenza pari ad euro 1.879,36 è determinata da ruoli su
diritto annuale per euro 1.449,72 e fatture attive per euro 472,56 emesse negli ultimi mesi
dell’anno, che sono state contabilizzate direttamente nel conto crediti v/clienti (al netto delle
commissioni per accredito bollettini e tenuta conto per euro 42,92).
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
13
b) R ATEI E RISCONTI ATTIVI
Saldo al 31/12/09
Saldo al 31/12/08
Variazioni
6.529,69
0,00
0,00
Misurano proventi e oneri la cui competenza è anticipata o posticipata rispetto alla
manifestazione numeraria e/o documentale; essi prescindono dalla data di pagamento e
riscossione dei relativi proventi ed oneri, comuni a due o più esercizi e ripartibili in ragione
del tempo.
PASSIVITA’
A) PATRIMONIO NETTO
Saldo al 31/12/09
Saldo al 31/12/08
Variazioni
-473.353,33
-206.966,30
- 266.387,03
Nel dettaglio il patrimonio netto risulta formato dalle seguenti poste:
DESCRIZIONE
Avanzo patrimoniale esercizi
precedenti
Riserva di partecipazioni
Avanzo/Disavanzo economico
dell’esercizio
TOTALE
31/12/09
31/12/08
VARIAZIONI
254.135,09
+127.801,81
+126.333,28
-47.168,79
-47.168,79
0,00
+266.387,03
+126.333,28
+140.053,75
473.353,33
206.966,3
+266.387,03
La variazione nel patrimonio netto è determinata esclusivamente dal risultato positivo di esercizio
(euro 266.387,03). Poiché la Camera di commercio di Isernia non possiede partecipazioni in
società controllate e collegate, l’applicazione della circolare del Ministero dello Sviluppo
Economico n. 3622/C del 05/02/2009 sui nuovi principi contabili non ha determinato effetti di
carattere patrimoniale, derivanti dalla valutazione delle partecipazioni al patrimonio netto, che
negli anni precedenti aveva consentito una consistente rivalutazione patrimoniale. Sono stati
comunque monitorati i bilanci delle società partecipate, dato che la circolare in parola stabilisce la
necessità di svalutare in caso di perdita durevole o comunque di variazione dei valori in misura
significativa. Dalla valutazione effettuata non sono emerse cause per svalutare il patrimonio.
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
14
B) DEBITI DI FINANZIAMENTO
MUTUI PASSIVI - € 21.810,63
Rappresenta il finanziamento contratto per la realizzazione dei lavori di ristrutturazione dei
locali camerali, per il residuo debito della quota capitale.
PRESTITI ED ANTICIPAZIONI RICEVUTE € 294.984,69
E’ la misura dell’anticipazione di cassa utilizzata al 31/12/2009 e non ancora restituita
all’istituto cassiere, ed è determinata dallo sfasamento temporale tra la fase di riscossione
delle entrate e quella di pagamento delle spese.
H) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO
DESCRIZIONE
31/12/09
31/12/08
Incrementi
Decrementi
Attività istituzionale
1.366.176,25
1.254.047,76
172.953,47
60.824,98
TOTALE
1.366.176,25
1.254.047,76
172.953,47
60.824,98
Il fondo accantonato rappresenta l’effettivo debito della Camera verso i dipendenti, a tempo
indeterminato, per le quote di indennità di anzianità e di trattamento di fine rapporto
quantificate, in conformità alle norme di legge e dei contratti di lavoro vigenti, considerando
ogni forma di remunerazione avente carattere continuativo.
Esso, dunque, è costituito dalla sommatoria delle singole quote, più le relative rivalutazioni,
maturate al 31/12/2009 a favore di tutti i dipendenti in servizio a tale data o comunque
ancora da liquidare. Il decremento del fondo è determinato dalla corretta imputazione del
trattamento di fine rapporto al sig. Luciano De Martino, cessato dal servizio in data
01/05/2008, che aveva usufruito di un’anticipazione sull’I.F.R. ed il cui saldo determinato
in fase di estinzione del rapporto di lavoro era stato contabilizzato al netto, omettendo il giro
contabile sulle poste di bilancio corrette.
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
15
D) DEBITI DI FUNZIONAMENTO
DESCRIZIONE
Verso fornitori
31/12/09
31/12/08
Differenza
109.896,91
153.043,82
43.146,91
38.384,58
23.502,37
-14.882,21
0,00
0,00
0,00
2.259,10
12.671,51
10.412,41
127.170,53
80.543,45
-46.627,08
Verso Organi istituzionali
14.413,17
32.087,74
17.674,57
Diversi
31.714,39
53.034,45
21.320,06
165.225,82
165.066,98
-158,84
0,00
0,00
0,00
489.064,50
519.950,32
30.885,82
Verso società e organismi del
sistema camerale
Verso organismi e istituzioni
nazionali e comunitari
Tributari e previdenziali
Verso dipendenti
Debiti per servizi c/terzi
Clienti c/anticipi
TOTALE
Nel dettaglio si specifica che:
Debiti verso fornitori riguardano fatture d’acquisto che verranno liquidate nell’esercizio
2009;
Debiti v/società ed organismi del sistema camerale riguardano:
- la seconda rata della quota di partecipazione al fondo di perequazione 2009 per euro
19.864,64 dovuta all’Unioncamere di Roma;
- gli oneri anticipati dall’Unioncamere di Roma per il personale in distacco per motivi
sindacali anno 2008 per euro 1.241,81;
- le attività svolte dalla società Infocamere relative all’ultimo trimestre 2009 pari ad euro
17.278,13.
Debiti tributari e prev.li riguardano i contributi di legge dovuti sulle liquidazioni di
competenze di dicembre nonché saldi di imposte 2009.
Debiti verso dipendenti riguardano:
- le indennità di missione, il rimborso spese e lo straordinario del mese di dicembre 2009
per euro 934,29;
- il trattamento accessorio per produttività e progetti finalizzati del personale dipendente
per euro 63.568,75;
- la retribuzione di risultato del personale dirigenziale 2008/2009 per euro 42.283,71.
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
16
Debiti v/Organi istituzionali riguardano gli emolumenti relativi al II semestre 2009 da
corrispondere agli Amministratori ed i gettoni di presenza per la partecipazione alle
commissioni istituzionali.
Debiti diversi:
- Interessi, competenze e regolarizzazione carte di credito per € 655,43 a favore della
Banca popolare di Lanciano e Sulmona, cassiere dell’Ente;
- al contributo progetto Spif delegato all’Azienda Speciale SEI per € 5.480,80.
- per conferimenti, azioni da sottoscrivere e versare riguardano la sottoscrizione di:
n. 01 quota della società Isernia-Venafro Sviluppo a r.l. per euro 903,81;
n. 01 quota della società Consortile Alto Molise Sviluppo a r.l. per euro 903,81.
- nella voce è incluso il contributo deliberato dalla Regione Molise per euro 3.736,80 per
l’acquisto di attrezzature per la C.P.A;
- deposito cauzionale su contratto di sanificazione ambientale della Ditta Issan per €
1.180,00;
- per euro 13.169,65 per contributi e trasferimenti a favore dell’Università del Molise.
Debiti per servizi c/terzi:
-
-
afferiscono per euro 152.000,00 ad un erroneo versamento del diritto annuale effettuato
dall’Ufficio Postale di Agnone da restituire non appena verrà perfezionata la relativa
istanza (l’importo esatto ammontava a LIRE 152.000);
dall’anticipo a seguito della convenzione per il distretto biologico sottoscritta con
l’Amministrazione provinciale di Isernia per euro 12.500,00 oltre IVA.
CONTI D’ORDINE
Rappresentano nel nuovo sistema contabile i provvedimenti di spesa che presentano una
disponibilità residua alla fine dell’esercizio.
DESCRIZIONE
Debitori c/accertamenti
31/12/09
31/12/08
0,00
0,00
4.735,26
4.735,26
Investimenti c/impegni
0,00
0,00
Accertamenti a scadere
0,00
-0,00
-4.735,26
-4.735,26
0
0
Impegni da liquidare
Creditori c/impegni
TOTALE
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
17
CONTO ECONOMICO
A) PROVENTI GESTIONE CORRENTE
Saldo al 31/12/08
Saldo al 31/12/09
3.006.997,50
DESCRIZIONE
1) Diritto annuale
Variazioni
3.255.008,59
+ 248.011,09
31/12/09
31/12/08
1.433.855,04
1.445.302,80
2) Diritti di segreteria e oblazioni
385.386,53
386.771,13
3) Proventi da gestione di servizi
30.375,81
37.570,23
1.404.842,11
1.138.694,63
+ 549,10
-1.341,29
3.255.008,59
3.006.997,50
4) Contributi e trasferimenti
5) Variazione delle rimanenze
TOTALE PROVENTI GESTIONE CORRENTE
Il diritto annuale esposto in bilancio rappresenta la quota di diritto annuale di competenza
dell’esercizio 2009 determinato sulla base delle indicazioni fornite nel documento 3 allegato
alla circolare n.3622/C del 05/02/2009 del Ministero dello Sviluppo Economico e delle
informazioni fornite da Infocamere – società consortile delle camere di Commercio. Il
principio contabile, da applicare a regime nell’esercizio 2009, prevede la determinazione del
provento diritto annuale tenendo conto delle somme già riscosse (dato di cassa 2009) e delle
somme da riscuotere calcolate stimando i versamenti omessi.
Tale stima è attendibile per quanto riguarda le imprese individuali che pagano il diritto in
misura fissa; è presunta per le società commerciali che pagano in ragione dei valori attivi
dichiarati ai fini IRAP (in questo caso l’importo viene calcolato tenendo conto delle ultime
dichiarazioni dei redditi disponibili, supponendo che l’impresa si trovi nella stessa fascia,
applicando l’aliquota più bassa nella fascia di appartenenza).
Altra innovazione introdotta dall’applicazione dei nuovi principi contabili è che vengono
iscritti sul bilancio di competenza le somme relative alle sanzioni per omesso/tardivo
pagamento del diritto annuale nella misura del 30% del diritto stimato come sopra, ed
interessi calcolati sull’importo omesso per il periodo 16/06/09 – 31/12/2009.
-
I diritti di segreteria e oblazioni rappresentano i diritti sugli atti e sui certificati e le oblazioni
extragiudiziali.
I contributi e le altre entrate esposti in bilancio si riferiscono:
alla convenzione stipulata con la Regione Molise per la realizzazione di uno studio di
fattibilità per un sistema di certificazione DOP e IGP, per euro 100.000,00;
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
18
-
-
ai contributi del fondo perequativo L. 580/93 sia per progetti (EURO 374.518,84 relativo al
saldo dei progetti f.p. 2005 ed all’acconto f.p.2006) che per rigidità di bilancio (EURO
815.000,00) per un totale di euro 1.189.518,84;
al trasferimento dalla Regione Molise di euro 85.000,00 in attuazione della convenzione in
essere per il funzionamento della C.P.A prorogata e scaduta in data 30/09/2008;
ai rimborsi per costi anticipati per gli organismi del sistema camerale, per il trattamento
omnicomprensivo della retribuzione dei dirigenti, e per il recupero delle spese di notifica sugli
atti di accertamento ed irrogazione di sanzioni previste dal Regolamento approvato con
deliberazione del Consiglio Camerale n.19 del 19/12/2005 in attuazione del D.M. n. 54 del
27/01/2005 (Ministero dello Sviluppo Economico) per omesso/tardivo pagamento del diritto
annuale relativo alle annualità 2002/2005, per un totale di euro 30.323,27;
I proventi per la gestione di servizi, pari ad euro 30.375,81, afferiscono al rinnovo di
certificati smart card, alla vendita di carnet ATA ed ai diritti di richiesta del servizio di
conciliazione, all’applicazione delle tariffe per le verifiche degli impianti/attrezzature
effettuate dall’ufficio metrico, nonché all’accordo di sponsorizzazione previsto dalla
convenzione per il servizio di cassa in essere con l’Istituto cassiere.
B) ONERI
CORRENTI
Saldo al 31/12/08
Saldo al 31/12/09
Variazioni
2.868.619,72
3.065.151,86
+ 196.532,14
Gli oneri della gestione corrente sono così suddivisi:
DESCRIZIONE
31/12/09
attività Istit.le
1.330.758,93
31/12/08
attività Istit.le
1.242.509,55
7) Funzionamento
789.276,81
779.358,40
8) Interventi Economici
470.179,71
308.377,07
9) Ammortamenti ed accantonamenti
474.936,41
538.374,70
3.065.151,86
2.868.619,72
6) Personale
TOTALE
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
19
6) Personale € 1.330.758,93
DESCRIZIONE
31/12/09
attività Istit.le
935.456,96
31/12/08
attività Istit.le
899.203,62
b) Oneri sociali
212.506,08
210.460,70
c) Accantonamento TFR
172.953,47
123.705,83
9.842,42
9.139,40
1.330.758,93
1.242.509,55
a) Competenze al personale
d) Altri costi
TOTALE
a) Competenze al personale € 935.456,96
La voce comprende l’intera spesa per il personale dipendente, compresi i miglioramenti di
merito, passaggi di categoria, scatti di contingenza, costo delle ferie non godute e
accantonamenti di legge e contratti collettivi. L’incremento rispetto all’esercizio precedente
è determinato:
1) dall’assunzione del Segretario Generale (imputato nel 2008 per 4 mensilità);
2) dall’approvazione del nuovo contratto di lavoro che ha dato luogo alla corresponsione
degli arretrati per il biennio economico 2008/2009;
b) Oneri sociali - € 212.506,08
La voce comprende gli oneri sociali previdenziali e assistenziali sostenuti dall’Ente a favore
del personale dipendente nell’anno 2009.
c) Accantonamento T.F.R. - € 172.953,47
La voce comprende l’accantonamento dell’anno per tfr rideterminato sulla base delle
retribuzioni aggiornate secondo l’ultimo contratto approvato.
d) Altri costi del personale - € 9.842,42
La voce comprende la spesa sostenuta dall’Ente relativamente a costi non direttamente
imputabili alle competenze del personale (cassa mutua interna, rimborso spese personale
comandato).
7) Funzionamento - € 789.276,81
Le spese varie di funzionamento dell’Ente vengono così ripartite:
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
20
a) Prestazione di servizi € 286.781,05
SPESE VARIE FUNZIONAMENTO
ATTIVITA’ ISTITUZIONALE E COMM.LE
Oneri telefonici
ANNO 2009
IMPORTO
ANNO 2008
IMPORTO
26.381,75
17.597,20
Consumo acqua ed energia elettrica
8.426,40
9.495,30
Oneri riscaldamento e condizionamento
9.321,98
8.270,41
Oneri pulizie locali
12.399,24
12.399,24
Oneri per servizi di vigilanza
10.577,16
10.898,21
Oneri per manutenzioni ordinarie
11.849,67
12.123,62
1.652,26
0,00
Oneri per assicurazioni
12.983,00
13.870,33
Oneri per consulenti ed esperti
14.094,00
25.415,60
Oneri legali
28.414,84
5.508,00
Spese per l’automazione dei servizi
67.386,30
67.368,94
521,50
2.095,42
Oneri postali e di recapito
12.949,26
10.373,02
Oneri per la riscossione di entrate
19.088,98
21.484,66
3.559,50
3.744,01
14,62
681,42
1.759,35
2.581,82
12.936,85
17.443,03
Oneri per manutenzioni ordinarie immobili
Oneri di rappresentanza
Oneri per mezzi di trasporto
Oneri di pubblicità
Compenso agenzia di lavoro interinale
Oneri vari di funzionamento dell’Ente
Indennità/rimborsi spese per missioni al
personale
Buoni pasto
7.839,18
3.852,58
19.500,00
18.715,26
Spese per la formazione del personale
2.995,00
1.540,00
Verifiche metriche in convenzione
2.130,21
2.915,51
286.781,05
268.373,58
TOTALE
Le spese per prestazioni di servizi rilevano un incremento del 7% circa rispetto all’esercizio
precedente, imputabili principalmente alle voci oneri telefonici ed oneri legali. Quanto ai
primi, detti oneri sono gravati da canoni di leasing per € 7.932,18, per la dismissione del
vecchio centralino con apparecchiature di nuova generazione in grado di supportare il
sistema di telefonia VOIP, che come è noto consente notevoli risparmi.
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
21
-
Quanto alle spese legali, esse afferiscono al pagamento di parcelle a professionisti incaricati
dall’Ente per la propria difesa in giudizio, a seguito di controversie da parte di diversi
dipendenti, conclusesi tutte con la dichiarazione di perenzione del giudicato.
Sostanziali riduzioni, invece, si rilevano sugli oneri per consulenti ed esperti e sugli oneri
vari di funzionamento.
Negli oneri di consulenza sono contabilizzati:
i compensi corrisposti per l’attività di conciliazione che si svolge presso la camera per euro
6.054,00 cui sono correlati ricavi commerciali per euro 8.349,61;
l’incarico per il responsabile sulla sicurezza nei luoghi di lavoro affidato alla società
Tecnocamere società consortile per azioni per euro 8.040,00.
b) Godimento di beni di terzi
SPESE VARIE FUNZIONAMENTO
ATTIVITA’ ISTITUZIONALE E COMM.LE
ANNO 2009
IMPORTO
ANNO 2008
IMPORTO
Affitti passivi
8.037,68
8.037,68
TOTALE
8.037,68
8.037,68
c) Oneri diversi di gestione
SPESE VARIE FUNZIONAMENTO
ATTIVITA’ ISTITUZIONALE E COMM.LE
Spese per acquisto libri, pubblicazioni,
giornali , riviste e stampati uso ufficio
Spese per acquisto cancelleria
ANNO 2009
IMPORTO
ANNO 2008
IMPORTO
3.931,68
4.170,71
3.642,46
3.557,50
0,00
380,00
Imposte e tasse
13.358,42
15.962,06
Irap anno in corso
79.771,47
75.407,30
4.006,86
10.896,73
104.710,89
110.374,30
Acquisto carnet tit/ata
Oneri da provvedimenti di legge
TOTALE
La riduzione è determinata dal venir meno dell’obbligo di riversamento di somme derivanti dalla
riduzione dei compensi agli organi istituzionali al bilancio dello Stato. Tale obbligo, previsto dalla
legge finanziaria 2005, era da applicarsi per un triennio.
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
22
d) Quote associative
SPESE VARIE FUNZIONAMENTO
ATTIVITA’ ISTITUZIONALE E COMM.LE
Quota di partecipazione al fondo perequativo
Quote associative
Quota associativa al Centro Estero
TOTALE
ANNO 2009
IMPORTO
ANNO 2008
IMPORTO
39.729,28
37.893,83
154.155,27
156.018,09
81.817,21
74.152,60
275.701,76
268.064,52
L’incremento deriva dalla quota di partecipazione al Cer Molise determinata in ragione
percentuale sui proventi correnti.
e) Organi istituzionali
SPESE VARIE FUNZIONAMENTO
ATTIVITA’ ISTITUZIONALE E COMM.LE
Compensi indennità e rimborsi spese
Consiglio Camerale
Compensi indennità e rimborsi spese Giunta
Camerale
Compensi indennità e rimborsi spese
Presidente
Compensi indennità e rimborsi spese
Collegio dei Revisori
Compensi indennità e rimborsi spese
Commissioni
Compensi indennità e rimborsi spese Nucleo
di valutazione
Contributi previdenziali organi ist.li
Irap organi ist.li
TOTALE
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
ANNO 2009
IMPORTO
ANNO 2008
IMPORTO
14.388,76
11.274,30
36.325,54
40.606,88
24.223,56
23.843,00
13.171,80
13.866,40
4.928,38
12.872,29
4.474,83
4.507,77
9.567,37
10.089,32
6.965,19
7.448,36
114.045,43
124.508,32
23
8) Interventi economici - € 470.179,71
La voce, pari a euro 470.179,71, si riferisce alle spese sostenute nel corso dell’esercizio per
le iniziative promosse a vario titolo dall’Ente sia in forma di interventi diretti per euro
86.987,26, sia attraverso la partecipazione ad interventi e manifestazioni organizzate da
terzi. In particolare:
1) evento scientifico oculistico di Larino euro 2.430,00;
2) Studio di fattibilità per un sistema di certificazione Dop e Igp (delega all’Unione
Regionale) euro 84.000,00;
3) Allestimento desk informativo in occasione della settimana della conciliazione euro
400,00;
4) Compenso al relatore per la VII giornata dell’economia euro 157,26.
Sono altresì contabilizzate in detta somma le spese sostenute per la realizzazione dei
progetti finanziati con il fondo di perequazione per euro 304.053,32 nonché le erogazioni di
contributi, elargiti a favore dell’Azienda Speciale Sviluppo Economico Isernia per euro
77.806,61.
9) Ammortamenti ed accantonamenti
Per quanto concerne gli ammortamenti si specifica che gli stessi sono stati calcolati sulla
base della durata utile del cespite e della residua possibilità di utilizzazione del bene da
ammortizzare.
L’accantonamento al fondo svalutazione crediti è stato determinato in applicazione dei
nuovi principi contabili che prevedono l’applicazione della percentuale media di diritto non
riscosso con riferimento agli ultimi due ruoli emessi sull’importo omesso stimato tra i
proventi. Il calcolo della percentuale deve essere fatto nell’anno successivo a quello di
emissione degli stessi ruoli. L’ultimo ruolo emesso dalla camera di commercio di Isernia
risale all’annualità 2001; per le annualità 2002/2005 l’Ente ha proceduto all’emissione di atti
di accertamento ed irrogazione di sanzioni che vengono presi in considerazione per il
calcolo della predetta percentuale; il diritto non riscosso è pari al 79% del dovuto. La
predetta percentuale è stata applicata anche alle annualità 2006/2007, rideterminando il
relativo fondo come specificato nella presente nota integrativa parlando dei crediti da diritto
annuale.
Nel fondo rischi ed oneri sono state accantonate le risorse per il rinnovo del contratto dei
dirigenti per euro 24.310,02 e per il ripiano della perdita di esercizio 2008 dell’unione
regionale delle camere di commercio del Molise per euro 71.701,22.
Le quote di ammortamento ed accantonamento sono così ripartite:
DESCRIZIONE AMMORTAMENTO E
ACCANTONAMENTO
a) Immobilizzazioni immateriali
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
ANNO 2009
ATTIVITA’
ISTITUZIONALE
ANNO 2008
ATTIVITA’
ISTITUZIONALE
0,00
436,40
24
b) Immobilizzazioni materiali
c) Svalutazione crediti
d) Fondi rischi ed oneri
TOTALE
35.327,78
34.938,65
343.597,39
472.726,15
96.011,24
30.273,50
474.936,41
538.374,70
RISULTATO DELLA GESTIONE CORRENTE
DESCRIZIONE
31/12/09
31/12/08
A) PROVENTI CORRENTI
3.255.008,59
3.006.997,50
B) ONERI CORRENTI
3.065.151,86
2.868.619,72
189.856,73
138.377,78
RISULTATO DELLA GESTIONE CORRENTE
C) GESTIONE FINANZIARIA
Gestione finanziaria
10) Proventi finanziari
11) Oneri finanziari
Risultato gestione finanziaria
ANNO 2009
ATTIVITA’
ISTITUZIONALE
ANNO 2008
ATTIVITA’
ISTITUZIONALE
10.585,63
11.393,87
-12.412,30
-32.839,84
-1.827,67
-21.445,97
10) Proventi finanziari
La voce afferisce a dividendi della società Tecno Holding s.p.a. ed agli interessi attivi su
prestiti al personale.
11) Oneri finanziari
Nella voce sono contabilizzati gli interessi passivi sull’anticipazione di cassa.
D) GESTIONE STRAORDINARIA
Gestione finanziaria
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
ANNO 2009
ATTIVITA’
ISTITUZIONALE
ANNO 2008
ATTIVITA’
ISTITUZIONALE
25
12) Proventi straordinari
11) Oneri straordinari
286.379,79
43.152,71
-208.021,82
-4.975,27
78.357,97
38.177,44
Risultato gestione straordinaria
Le somme più significative afferiscono all’iscrizione di ricavi derivanti dall’emissione di un
ruolo esattoriale di secondo livello riferito ad atti di accertamento ed irrogazione di sanzioni
sul diritto annuale per gli anni 2002/2005. Tali ricavi derivano dalla differenza riscontrata
tra il carico totale del ruolo (comprensivo di diritti, sanzioni ed interessi) e la parte iscritta in
bilancio negli anni pregressi, afferente al solo diritto di competenza. In presenza di atti
ufficiali, si è ritenuto opportuno iscrivere l’importo relativo al carico del ruolo,
opportunamente rettificato dalla percentuale media di non riscossione dei verbali che si
attesta al 79%. In ottemperanza alle disposizioni della circolare 3259/c, i ricavi riguardanti
anni pregressi vengono appostati nella gestione straordinaria.
E) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA’ FINANZIARIE
Le rettifiche di valore afferiscono alle seguenti voci dello stato patrimoniale.
ANNO 2009
IMPORTO
0,00
ANNO 2008
IMPORTO
0,00
15) Svalutazioni di attivo patrimoniale
-0,00
-28.775,97
DIFFERENZA RETTIFICHE ATTIVITA’
FINANZIARIA
-0,00
-28.775,97
ANNO 2009
IMPORTO
189.856,73
ANNO 2008
IMPORTO
138.377,78
Risultato della gestione finanziaria
- 1.827,67
-21.445,97
Risultato della gestione straordinaria
78.357,97
38.177,44
0,00
-28.775,97
266.387,03
126.333,28
RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA’
FINANZIARIA
14) Rivalutazione attivo patrimoniale
Non sono state apportate rettifiche.
AVANZO ECONOMICO DELL’ESERCIZIO
AVANZO ECONOMICO DELL’ESERCIZIO
Risultato della gestione corrente
Differenze da rettifiche attività finanziaria
AVANZO ECONOMICO DELL’ESERCIZIO
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
26
Il presente bilancio, composto da Stato patrimoniale, Conto economico e Nota integrativa,
rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria nonché il risultato
economico dell’esercizio e corrisponde alle risultanze delle scritture contabili.
Isernia,
IL PRESIDENTE
(Dott. Luigi Brasiello)
Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009
27

Documenti analoghi