per approfondimenti clicca qui

Commenti

Transcript

per approfondimenti clicca qui
Documento Programmatico Previsionale 2015
Settore
Volontariato, Filantropia
Beneficenza
FATTORIE SOCIALI – LINEA 3)
LA
QUALE
FINALITÀ
QUALI
CONTENUTI
LINEA DI
INTERVENTO
Limitate (la Fondazione affiancherà un numero
ristretto
di
progetti)
iniziative
dedicate
all’attivazione o allo sviluppo di “fattorie sociali”:
sia start-up che potenziamento di attività già
avviate (no il solo mantenimento di attività già
avviate).
Si sostengono iniziative volte a garantire
l’attivazione di nuovi inserimenti lavorativi di
persone svantaggiate.
NON è previsto il
sostegno
all’ordinaria
attività
dell’ente
richiedente, né l’affiancamento a progetti di
semplice acquisto di dotazioni strumentali che
non siano funzionali all’avvio di nuovi percorsi
occupazionali
LA
QUALI
PRIORITÀ
QUALI
IMPORTI
LINEA DI
INTERVENTO
Progettualità presentate da Enti di comprovata
esperienza nel campo degli inserimenti
lavorativi di persone svantaggiate. Trattandosi di
avvio/potenziamento di attività di impresa,
seppur con finalità sociali, è richiesta la
presentazione di un business plan (piano
dettagliato costi-ricavi) con riferimento ad un arco
temporale di 3 anni.
€70.000 è l’importo massimo concedibile dalla
Fondazione per tali iniziative. A tale importo va
aggiunto il co-finanziamento (min 30%).
LA
LINEA DI
INTERVENTO
COME DESCRIVERE IL PROGETTO
Ente
proponente
con
descrizione
esperienza
maturata
Descrizione
dei percorsi
di
inserimento
lavorativo
Business
plan
dell’attività
su un arco
temporale
di 3 anni
FATTORIA
SOCIALE
Coinvolgimen
to delle
realtà locali
(volontariato,
servizi
sociali, …)
Contesto e
mercato di
riferimento
Personale
dedicato al
progetto:
numero
operatori,
qualifica,
ecc
Tipologia
utenti presi
in carico
…….
QUALI
PROGETTI
NON si tratta di sostegno all’attività ordinaria o di progetti
di semplice incremento della dotazione strumentale
Si tratta di progettualità prioritariamente dedicate
all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Le
azioni progettuali, le dotazioni strumentali e i contenuti
interventi strutturali, qualora presenti nel progetto, devono
essere STRETTAMENTE funzionali al potenziamento della
capacità ricettiva in termini di inserimento occupazionale
delle iniziative presentate.
La descrizione progettuale DEVE pertanto concentrarsi
prioritariamente sull’impatto sociale dell’attività proposta,
sull’analisi del contesto di riferimento e della sostenibilità
gestionale futura del progetto
QUALI
PROGETTI
Nel
Nel caso
caso in
in cui
cui si
si tratti
tratti di
di un
un progetto
progetto in
in partenariato
partenariato va
va
descritto
descritto nel
nel dettaglio
dettaglio il
il ruolo
ruolo svolto
svolto da
da ciascun
ciascun partner
partner
distinguendo
distinguendo tra
tra partner
partner operativi
operativi (soggetti
(soggetti che
che concorrono
concorrono
alla
alla realizzazione
realizzazione delle
delle azioni
azioni con
con apporto
apporto di
di risorse
risorse
economiche
economiche e/o
e/o umane)
umane) ee partner
partner di
di rete
rete (patrocinio
(patrocinio al
al
progetto
progetto // adesione
adesione alle
alle finalità
finalità ee agli
agli obiettivi
obiettivi // ecc..)
ecc..)
Qualora
Qualora siano
siano presenti
presenti anche
anche interventi
interventi di
di tipo
tipo strutturale,
strutturale, èè
necessario
necessario presentare
presentare un
un progetto
progetto allo
allo stato
stato di
di definitivo
definitivo oo
ad
ad esso
esso assimilabile
assimilabile ee si
si consiglia
consiglia l’attenta
l’attenta lettura
lettura di
di quanto
quanto
riportato
riportato alla
alla sezione
sezione “criteri
“criteri generali
generali del
del DPP”
DPP”
Verranno affiancate un numero limitato di progettualità
dando priorità alle iniziative di pronta realizzazione
DA
NON
D I M E N T I C A R E !!
Il formulario on-line di presentazione delle istanze a bando
permette solo una descrizione sintetica del progetto. Per
consentire un’adeguata valutazione del progetto è
INDISPENSABILE allegare al progetto una «Relazione
narrativa» che descriva il contesto di riferimento, le azioni
progettuali previste, gli obiettivi e gli esiti attesi, il
cronoprogramma di realizzazione dell’iniziativa, ecc..
In tale Relazione va inoltre dettagliato in maniera analitica,
sia sotto il profilo qualitativo che quantitativo, il budget
dei costi fornendo chiarimenti sugli importi attribuiti alle macro
voci di spesa indicate nello schema sintetico del formulario.
Per progetti in partenariato nella Relazione va inserita una
descrizione sintetica dell’esperienza e del ruolo di
ciascun partner operativo. Si consiglia di definire i rapporti tra
i diversi soggetti coinvolti nella realizzazione del progetto in uno
specifico Accordo di partenariato
CRITERI
DI
AMMISSIBILITÀ
Progetti presentati entro i termini definiti dal bando e
solo attraverso modulo on-line. È prevista una
scadenza
anche
per
la
presentazione
della
documentazione
cartacea
sottoscritta
dal
Legale
Rappresentante (va rigorosamente rispettata anche
questa scadenza).
www.fondazionecariverona.org
Indicazione dei soli costi direttamente riferiti alla
realizzazione del progetto descritto.
Non sono ammessi progetti già realizzati. La
Fondazione coprirà eventualmente solo costi successivi
alla data di pubblicazione del DPP 2015 (Documento
Programmatico Previsionale).
IN
S I N T E S I: A T T E N Z I O N E
A..
Scadenza del bando: siamo fiscali!
Un solo progetto per ente proponente per settore di intervento
Il sostegno della Fondazione è di affiancamento: attenzione al
cofinanziamento!
Stretta coerenza con le linee programmatiche in termini di
contenuti/obiettivi, di enti proponenti e di massimali laddove
siano previste specifiche indicazioni
Le risorse sono limitate: budget rigorosi e completi di
idonea documentazione che dia conto dei valori inseriti
(preventivi, stime, contratti,..)
Progetti chiari nell’esposizione, completi nella
documentazione, dettagliati negli obiettivi da raggiungere,
nella tipologia di utenza da servire, nelle azioni da
implementare

Documenti analoghi