luglio 2009 - Comune di Campi Bisenzio

Commenti

Transcript

luglio 2009 - Comune di Campi Bisenzio
diSegnoComune
MENSILE a cura dell’Amministrazione comunale di Campi Bisenzio
Luglio 2009
Luglio
Bambi
n
o
d
a
l
17 lug 3 al
l
i
centro o nel
storico
in allegato
l’intervento del presidente americano
Barack Hussein Obama all’Università
del Cairo il 4 giugno 2009
2 diSegnoComune
Luglio 2009
diSegnoComune
Mensile a cura
dell’Amministrazione
comunale di Campi
Bisenzio registrazione
Tribunale di Firenze n.
2605 del 29 settembre
1977
direttore Adriano Chini
direttore responsabile
Marcello Bucci
redazione David
Innocenti
Silvia Niccoli
Rossella Zara
A questo numero hanno
collaborato
Ada Sci club Lanciotto
Michele Arena
Sandra Ballerini
Laura Bellacci
Silvio Betti
Andrea Bichler
Compagnia Santo
Stefano
Barbara Confortini
Nadia Conti
Pietro Corlianò
Gianluca Cosi
Silvia Cosimi
Giovanna Donnini
Estra
Lia Firetto
Daniela Fontana
Emiliano Fossi
Marta Galietta
Alessandro Giorni
Rosalba Gramigna
Giovanni Grossi
Alessandro Guarducci
Anna Maria Mancini
Antonio Mannori
Eleonora Marchionni
Ornella Mercuri
Santa Murgia
Gianna Pancani
Emanuele Pellicanò
Monica Pieraccini
Serena Pillozzi
Don Andrea Puccu
Damara Quinti
Luigi Ricci
Maria Loredana
Sabatini
Don Michele Scudiero
testata
videoimpaginazione e
grafica Alessandro
Innocenti
foto archivio comunale
tiratura 16.000 copie
distribuzione gratuita
numero chiuso in
redazione il 24 giugno
2009
sede ufficio stampa e
pubbliche relazioni del
Comune di Campi
Bisenzio piazza Matteotti,
23 (50013)
telefono 055 8959571,
055 8959574
sito internet
www.comune.campibisenzio.fi.it
e-mail
[email protected]
proprietà dei diritti
Comune di Campi
Bisenzio
stampa Tipografia
Nuova Cesat Coop arl
via Buozzi, 21/23 Firenze
stampato su carta
riciclata
distribuzione a cura di
New Post srl via
Stagnaccio Basso, 46
Scandicci
telefono 055 7221105
fax 055 7311229
Per quanto riguarda
i diritti di riproduzione,
l’editore si dichiara
pienamente disponibile
a regolare eventuali
spettanze per quelle
immagini di cui non
sia stato possibile
reperire la fonte
Visitaall’impianto
al plasma
di Utashinai
el dicembre 2008 si è concluso lo studio
commissionato dall’Amministrazione comunale di Campi Bisenzio in accordo con
il Comitato NO inceneritori e per le alternative.
Quattro tecnici, Simone Bonari e Giovanni Lippo indicati dall’Amministrazione e Giuseppe Banchi e Rossano Ercolini indicati dal Comitato hanno visitato nei primi mesi del 2008 impianti nazionali e internazionali che adottano tecnologie
alternative alla termovalorizzazione ed hanno verificato le “migliori pratiche” di gestione dei rifiuti, attuate in città italiane, in termini di prevenzione, di riduzione, di recupero, di riciclo, di
tariffazione. I quattro tecnici hanno studiato molte realtà: per le tecnologie impiantistiche hanno
visitato l’impianto di Husavik in Islanda, di Tudela in Spagna, di Tel Aviv in Israele, di Pittsburgh
negli USA. Per “le migliori pratiche” hanno visionato esperienze in Toscana, in Piemonte, in
Lombardia ed in Veneto. Le loro relazioni conclusive rappresentano uno studio davvero interessante che è stato pubblicato sul sito internet del
Comune www.comune.campi-bisenzio.fi.it.
Tra le tecnologie impiantistiche esaminate in tale studio l’Amministrazione comunale ha trovato elementi positivi nella tecnologia al plasma
come valida alternativa alla termovalorizzazione capace di chiudere in modo corretto ed efficace
il ciclo dei rifiuti. Incoraggianti indicazioni erano
emerse dalla visita all’impianto visitato presso il
centro ricerche della Westinghouse Plasma Corporation (WPC) a Madison (Pennsylvania), nel
nord - est degli Stati Uniti, condizionate però dal
fatto che si tratta di una struttura di ricerca.
L’Amministrazione comunale ha deciso quindi,
viste le promettenti premesse, di approfondire
questo aspetto e di visitare un impianto su scala
industriale per poter raffrontare in modo adeguato tale tipologia impiantistica con la termovalorizzazione. La visita si è svolta nel mese di
aprile presso l’impianto situato a Utashinai nell’isola di Hokkaido, nel nord del Giappone.
La delegazione che si è recata a visitare l’impianto
era composta dalla sottoscritta, dagli ingegneri
Giovanni Lippo e Simone Bonari e dal consigliere comunale Paolo Federighi, presidente della Commissione Ambiente del Comune.
L’impianto di Utashinai è in esercizio continuativo dal 2003 ed è gestito da una società di scopo, di natura pubblico-privata costituita dalla
municipalità di Utashinai e dalla azienda Hitachi
Metals. La visita alla quale abbiamo partecipato
è stata coordinata del responsabile tecnico della
società che gestisce l’impianto, il dottor Osada
e dal vice presidente della Westinghouse Plasma
N
Una tecnologia
che rappresenta
una reale
alternativa alla
termovalorizzazione
Corporation. In tale occasione i tecnici hanno potuto approfondire sia gli aspetti energetici, che gli
aspetti gestionali e ambientali. E’ importante sottolineare che ci è stato fornito il rapporto redatto
da Golder&Associates, azienda di consulting leader a livello internazionale nel settore dell’ingegneria ambientale, denominato Consolidation of
Mihama-Mikata and Utashinai environmental test
data contenente i dati complessivi sulle emissioni
e sul funzionamento di tale impianto degli ultimi
quattro anni.
Il report conclusivo ha evidenziato aspetti importanti dal punto di vista dell’impatto sanitario.
Infatti i dati raccolti evidenziano che il processo di
gassificazione al plasma presenta sia dal punto di
vista quantitativo che qualitativo elementi migliorativi significativi rispetto alla termovalorizzazione: a parità di rifiuto trattato si producono circa 1/3 delle emissioni e tale emissioni hanno un
contenuto di diossine di almeno dieci volte inferiori. Altro aspetto da sottolineare è l’elevato potenziale di questo impianto di sottrarre rifiuti alla discarica, dato che lo scarto finale del processo
è compreso nel range del 3-6 per cento in peso rispetto al rifiuto in entrata, contro il 20-25 per cento di un impianto di termovalorizzazione. Il residuo finale dal trattamento di gassificazione oltre
ad essere in quantità assolutamente ridotta è un rifiuto inerte, riutilizzabile nella produzione di materiali per l’edilizia.
L’ultima considerazione è relativa agli aspetti energetici, sottolineando che l’impianto di Utashinai
oltre ad essere autosufficiente per consumi elettrici e termici produce energia elettrica netta a livelli superiori a quelli che è in grado di produrre
un termovalorizzatore.
La visita on site in Giappone ci ha permesso di
acquisire nuovi elementi di valutazione e di approfondire molti aspetti, alcuni dei quali erano
già emersi dalla prima fase dello studio. L’Amministrazione comunale alla luce di queste evidenze
che hanno importanti ricadute sull’impatto sanitario e ambientale, ritiene doveroso sollecitare una
riflessione e una discussione con gli organi preposti al governo di tali problematiche, quali la Regione e la Provincia prima d tutto, volti all’approfondimento ulteriore di questa tecnologia che
rappresenta dai dati raccolti fino ad oggi una reale alternativa alla termovalorizzazione.
Principio di funzionamento della tecnologia al plasma
Il plasma è un gas ad alta temperatura e ionizzato generato da una
apposita torcia mediante interazioni fra il gas impiegato ed un arco elettrico di idonea intensità: queste interazioni determinano la
dissociazione del gas in ioni ed elettroni, rendendolo fortemente conduttivo sia dal punto di vista termico che elettrico. Questo stato
della materia, denominato plasma, è confinato in un intorno molto circoscritto della torcia per modo che il gas, appena lasciata la
regione ove è presente l’arco elettrico, tende a ricombinarsi e ad assume le forma usuale (neutra - non ionizzata), mantenendo però le
proprietà di mezzo sovrariscaldato e potendo, di conseguenza, essere efficacemente impiegato per trasferire energia termica al processo di gassificazione. Nel caso specifico del trattamento dei RU
la torcia rappresenta il vettore termico per promuovere il processo
di piro - gassificazione del rifiuto in campi di temperatura variabili da circa 2000 °C, nella zona di melting a circa 1100 - 1300°C
nella sezione di uscita del syngas. Il rifiuto viene alimentato in miscela con coke metallurgico e carbonati di calcio in ragione, rispettivamente di circa il 4 e il 3 per cento in peso rispetto al RU.
Le torce non operano, infatti, direttamente sul rifiuto essendo immerse in un letto di coke che viene progressivamente consumato
per il sostegno e la stabilizzazione del regime di produzione del syngas: il coke alimentato va a ricostituire il letto originario per modo che il battente di coke al di sopra del plasma si mantiene sostanzialmente
costante al progredire della reazione. Il calcare viene impiegato come agente per la fluidificazione degli ossidi e la formazione della scoria. Il processo avviene in difetto di ossigeno rispetto allo stechiometrico e le
principali reazioni coinvolte nel sostentamento termico della processo e nella produzione di gas di sintesi
sono: reazioni di cracking termico e cinetico (riduzione di molecole complesse a idrocarburi gassosi ed
idrogeno); reazioni di ossidazione parziale della matrice carboniosa con formazione di CO e calore; reazioni di reforming, con formazione di CO, H2 e CH4.
(tratto dal Report di Giovanni Lippo e Simone Bonari dal titolo Analisi delle esperienze più virtuose di raccolta differenziata, recupero e riduzione di rifiuti in Italia, individuazione e verifica funzionale di tecnologie alternative alla termovalorizzazione consultabile sul sito www.comune.campi-bisenzio.fi.it)
Serena Pillozzi
Assessore all’Ambiente
diSegnoComune
Luglio 2009
Un po’di chiarezza
sulla situazione delle
scuole di Campi
Intervista ad Emiliano
Fossi, assessore alle
Politiche educative
Assessore è ormai quasi una tradizione incontrarla in questo periodo. Un primo bilancio sull’anno scolastico che si è concluso?
Direi un bilancio con un saldo positivo per
Campi Bisenzio, perché l’anno che si chiude
è stato un anno faticoso e denso di impegno
ma anche di soddisfazioni. Penso alle nuove
disposizioni del ministero che hanno toccato
tutto il mondo della scuola e hanno creato
non poche polemiche ed evidenti difficoltà
alle famiglie - basti pensare alla questione dei
moduli nella scuola primaria e delle complicazioni che questo provoca nell’organizzazione della vita di molte famiglie italiane. Ma
anche in un momento di criticità a Campi
siamo riusciti a creare tra i vari soggetti che lavorano nel mondo della scuola un clima di
grande collaborazione e
A CAMPI BISENZIO
questo è l’aspetto che
mi ha dato più soddirisultati importantissimi.
Anno scolastico 2008/2009
sfazione. Tutti, nella diInfatti, e di questo sono
Asili nido - richieste 267
stinzione dei ruoli e delorgoglioso, per il seconaccolte 224 pari all’84 per cento
le conseguenti naturali
do anno consecutivo,
Scuole materne - richieste 368
diverse rivendicazioni,
grazie al lavoro fatto, nelaccolte il 100 per cento
hanno lavorato in uno
la scuola materna risforzo comune volto ad
usciamo ad abbattere la
Anno scolastico 2009/2010
affrontare le questioni e
lista di attesa dando una
Asili nido - richieste 265
a risolvere le difficoltà:
risposta di fatto al 100
accolte ad oggi 153 e contiamo
Comune, scuole pubper cento delle domande
di raggiungere entro settembre la
bliche, istituti privati, didi iscrizione. Questo è
stessa percentuale di
rigenti, corpo insegnansuccesso sia nell’anno
soddisfacimento dell’anno
ti, famiglie, studenti e
scolastico 2008/2009 e
scolastico 2008/09
varie associazioni prequesto succederà anche
Scuole materne - richieste 386
senti nella nostra comuper il 2009/2010. Risulaccolte il 100 per cento
nità. Questo è il patritato ottenuto grazie alla
monio più importante
programmazione e allo
da preservare e perpetuare.
spirito di collaborazione a cui facevo riferiAssessore in questi giorni sono usciti dati almento poco fa. Quest’anno infatti attiviamo
larmanti sulle “liste di attesa” alla materna e
una nuova sezione statale presso il plesso de
ai nidi. Qual è la situazione?
Il Palagio e ribadiamo la collaborazione in
Su questo fronte siamo riusciti a raggiungere
convenzione con l’Istituto Sacro Cuore di Ca-
L’intervento di
ampliamento alla
Pablo Neruda
E’ in corso di affidamento l’appalto del primo lotto dei lavori di ampliamento della
scuola elementare Pablo Neruda, che verranno eseguiti durante la stagione estiva per
concludersi entro l’inizio del nuovo anno
scolastico. L’importo complessivo è di
350.000 euro. Si tratta di un intervento di
ristrutturazione dell’edificio esistente, attraverso il quale si realizza un nuovo livello
alla quota del primo piano, dove ubicare due
nuove aule e relativi spazi comuni.
E’ previsto inoltre l’ampliamento della mensa e la riorganizzazione funzionale degli spazi esistenti, fino a raggiungere la dotazione
di n. 11 aule per il nuovo anno scolastico
2009/2010.
Il progetto è nato e si è sviluppato attraverso una serie di incontri con la direzione didattica, da cui sono emerse le esigenze prioritarie rispetto alla crescita prevista della
popolazione scolastica, nonché le esigenze
organizzative e gestionali degli spazi esistenti.
Dagli incontri è emerso un programma di interventi molto più vasto, che comprende anche la realizzazione, in un secondo tempo,
di un fabbricato in collegamento con quello esistente, destinato a palestra e spazi
complementari, nel quale si prevede di realizzare anche ulteriori nuove aule. Il progetto
complessivo ha l’obbiettivo di riequilibrare
gli spazi della scuola elementare agli stan-
palle che ringrazio per la grande disponibilità.
E per i nidi?
Parlando di numeri approfitto di questo spazio per fare chiarezza su dei dati assurdi e
completamente non veri che sono usciti in
questi giorni sul quotidiano La Nazione a
proposito dei nidi (cioè i servizi 0-3 anni) in
cui si parlava di più di trecento bambini in
lista di attesa! A Campi Bisenzio abbiamo
una rete integrata dei servizi alla prima infanzia formata dai due nidi comunali e da
sette asili privati/convenzionati col Comune.
Ebbene nell’anno passato le domande di iscrizione totali sono state 267 e noi siamo riusciti a dare risposta all’84 per cento delle
domande. Per l’anno nuovo le domande sono state 265 e tutto lascia prevedere che a
settembre i dati definitivi si attesteranno su
quelli dell’anno passato visto che ad oggi siamo al soddisfacimento del 58 per cento delle domande. Quindi come è possibile avere
3
avuto più di trecento bambini in lista di attesa
sia l’anno scorso che quest’anno se il totale
delle domande di iscrizione l’anno passato
era di 267 e quest’anno è di 265? Impossibile, la matematica non è un’opinione! La
verità è che abbiamo un’importante capacità
di risposta dei servizi del Comune di Campi
che ci fa essere una eccezione sul panorama
nazionale. Infatti quello dei servizi alla prima infanzia è un settore dove tutto è demandato all’impegno dei Comuni, lo Stato
non eroga un euro e allora troviamo realtà
positive come la nostra, mentre la stragrande maggioranza del paese vive situazioni tutt’altro che rosee. Quest’anno abbiamo aumentato la retta dei nidi del 5 per cento, erano tre anni che le rette non venivano toccate
e quindi c’era la necessità di un adeguamento che abbiamo scelto di fare in forma contenuta. Un aumento adottato dopo un confronto partecipato e aperto con i gestori dei
servizi e presentato in incontri con i Consigli
di nido e nelle assemblee, che l’Assessorato ha
promosso per la prima volta con i genitori
dei bambini frequentanti.Voglio sottolineare
che nonostante questo adeguamento le rette
del Comune di Campi rimangono tra le più
basse a livello provinciale”.
Assessore, oltre alla manutenzione, sono previsti interventi importanti sul patrimonio scolastico?
Si. Proseguiremo i lavori di manutenzione
dei vari plessi scolastici che avevamo avviato
con forza e decisione l’estate scorsa e abbiamo programmando una serie di interventi
importanti su vari edifici: nel periodo estivo
realizzeremo l’adeguamento della scuola Pablo Neruda de La Villa dove realizzeremo
nuove aule e cominceranno poi i lavori di ampliamento alla scuola dell’infanzia Andersen
di via Prunaia che ci porteranno ad avere per
l’anno educativo 2010/2011 due nuove aule e uno spazio mensa più ampio. Il metodo
che abbiamo adottato nella realizzazione dei
lavori nelle scuole è quello che dicevo prima,
cioè programmare su più anni, individuare i
trend di crescita della popolazione scolastica e realizzare gli interventi conseguenti.
Assessore Fossi può già anticiparci i progetti
educativi che l’Amministrazione realizzerà in
collaborazione con le scuole?
Per quanto i progetti che il Comune proporrà nel prossimo anno in collaborazione con
le scuole, oltre a quelli esistenti che confermeremo, proporremo il rafforzamento del lavoro sulle tematiche dell’intercultura e due
filoni nuovi. Il primo sarà un progetto sulla cittadinanza attiva, per cercare di far conoscere
ai ragazzi le istituzioni, gli “spazi comuni”, in
un momento storico che registra una decadenza del senso delle istituzioni. L’altro avrà
come elemento di fondo il tema della memoria e farà leva sui progetti che già esistono
cercando di dargli maggiore omogeneità e
più forza.
dard previsti dalla normativa e di studiare
soluzioni che tengano conto anche delle esigenze della scuola materna, collocata attualmente in spazi dello stesso plesso.
I lavori che verranno realizzati quest’anno
riguardano, quindi, il primo lotto di un progetto più vasto il cui completamento è previsto nel Piano Comunale degli Investimenti per il 2010, con un importo presunto di ulteriori 1.000.000 euro.
In coordinamento con i lavori di ampliamento in fase di affidamento verranno effettuati anche i lavori di adeguamento antincendio dell’intero edificio, il cui progetto
è in corso di presentazione al competente
comando dei Vigili del Fuoco; questi ultimi
fanno parte di un progetto di adeguamento
antincendio che riguarda cinque edifici scolastici e che
verrà affidato anch’esso a breve, per poter realizzare gli interventi entro l’estate o al
massimo entro il periodo di
chiusura delle scuole per le
vacanze natalizie. L’intervento di adeguamento antincendio dal costo complessivo di
euro 270.000 è stato finanziato per il 75 per cento dalla Regione Toscana.
Architetto
Maria Loredana Sabatini
4 diSegnoComune
Luglio 2009
Nuove modalità per il rilascio delle certificazioni di idoneità alloggiativa
Si comunica che a partire dal 15 giugno e fino al 30 settembre 2009 sarà sospeso il rilascio delle certificazioni da parte del Comune, i cittadini che ne hanno necessità potranno rivolgersi alla Asl 10 la quale è competente al rilascio di dette certificazioni. L’ufficio della Asl Igiene e Sanità Pubblica si trova a Sesto Fiorentino in via Righi n.4 (località Osmannoro) ed osserva il seguente orario di apertura al pubblico:
dalle ore 9 alle ore 12 dal lunedì al venerdì. La modulistica ed il bollettino per effettuare il pagamento della prestazione è disponibile anche presso lo sportello Nuove Radici presso la Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio via Orly n. 35, dove è anche possibile avere assistenza per lo svolgimento delle pratiche che interessano i cittadini extracomunitari.
Per maggiori informazioni www.comune.campi-bisenzio.fi.it accoglienza migranti Nuove Radici.
De 15 del Junio hasta 30 septiembre 2009 està suspendido el servicio de presentaciòn de la solicitud para obtener la certificaciòn
de “Idoneità alloggiativa” por parte del Comune de Campi Bisenzio.
Quienes necesita de este documento debe dirigirse directamente
a el Departamento (Ufficio) de Igiene e Sanità Pubblica de la
A.S.L n. 10 - Via Righi 4 (Osmannoro) - Sesto Fiorentino, de Lunes a Viernes horas 9-13.
Las solicitudes para pedir la certificaciòn de “Idoneità alloggiativa”
son disponible tambièn a la ventanilla “Accoglienza Migranti - Nuove Radici” de Campi Bisenzio Via Orly 35, Tel. 055.8949950 de Lunes a Viernes (no Jueves) 9-13 y el Jueves a la tarde de 14-18.
A la ventanilla “Accoglienza Migranti - Nuove Radici” se puede acudir para la compilacion gratuita de la solicitud.
From on June 15 to September 30 th 2009 the service “certificate of
Idoneità alloggiativa” is suspended from the Comune di Campi Bisenzio.
Who needs this document you must directly address to: Ufficio di
Igiene e Sanità Pubblica - A.S.L n. 10 - Via Righi 4 (Osmannoro)
- Sesto Fiorentino, from the Monday to the Friday from the hours
9 to 12.
The forms are available to the dekstop “Accoglienza Migranti - Nuove Radici” - Campi Bisenzio Via Orly 35, Tel. 055.8949950, from the
Monday to the Friday (no Thursday) from 9 to 13, and Thursday P.M. from
14 to 18.
To the dekstop “Accoglienza Migranti - Nuove Radici” it is possible to receive free assistance for the compilation forms.
Du 15 Juin au 30 Septembre 2009 le service de “Certificato di idoneità alloggiativa” auprès de la Mairie de Campi Bisenzio sera suspendu .
Qui a nécessité du certificat peut s’adresser directement au service: Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica - A.S.L n. 10 - Via Righi
4 (Osmannoro) - Sesto Fiorentino, du Lundi au Vendredi Horaires: 9-12.
Les formulaires sont disponibles au bureau “Accoglienza Migranti Nuove Radici” - Campi Bisenzio Via Orly 35, Tel. 055.8949950, du Lundi au Vendredi 9-13, et Jeudi après-midi heures 14-18.
Au bureau “Accoglienza Migranti - Nuove Radici” il est possible
de recevoir une assistance gratuite pour remplir les formulaires.
Objektiv: Tekst komunikimi per menyrat e reja per dhenien e certifikatave te kushteve te vendbanimit (idoneita alloggiativa),per publikimin ne sito te Bashkise e ne Revisten e Bashkise
Menyra te reja per dhenien e certifikatave te kushteve te vendbanimit
(idoneita alloggiativa).
(D.lgs.286/1998 e modifikimet me pas, L.R.T.96/1996)
Komunikojme qe duke filluar nga 15 Qershor e deri ne 30 Shtator
2009 do jete e pezulluar dhenia e certifikatave nga ana e Bashkise. Per te marre kete certificate qytetaret mund te drejtohen tek
A.S.L.10.
Zyra e A.S.L Higjene e Shendetesi Publike ndodhet ne Sesto Fiorentino, ne via Righi n°4. (zona Osmannoro) dhe ka kete orar: nga
ora 9.00 deri ne 12.00 nga e hena deri te premten. Modularet e faturat per te bere pagesen e sherbimit i gjeni edhe tek zyra “Nuove
Radici” qe ndodhet tek Asistenca Publike e Campi Bisenzio, via Orly
ku qytetaret e huaj do te ndihmohen per ndjekjen e procedurave.
Per informazione te tjera:
www.comune.campi-bisenzio.it , accoglienza migranti Nuove Radici.
Per te ndihmuar qytetaret e huaj do te perkthejme tekstin e lajmerimit
trazione del 55 per cento, per gli interventi di
riqualificazione energetica realizzati a cavallo
di più anni d’imposta. Il modello è disponibile sul sito Internet www.agenziaentrate.gov.it.
I contribuenti dovranno inviare entro il 31 dicembre 2010, le prime comunicazioni all’Agenzia delle Entrate, esclusivamente in via telematica, indicando le spese sostenute nel
2009, qualora i lavori non siano già terminati
entro il 31 dicembre 2009. Per ulteriori informazioni: www.news-impianti.com/modulo-detrazione.pdf
All’interno del settore Sviluppo Economico del
Comune di Campi Bisenzio è presente l’Ufficio
Europa che fornisce informazioni relative a:
- norme comunitarie e su quelle degli Stati
membri;
- appalti, programmi comunitari e degli altri
settori di intervento dell’UE;
- finanziamenti nazionali e comunitari;
- assistenza per la ricerca partner.
Tutti coloro che desiderano avere informazioni
specifiche (schede tecniche, normativa e modulistica) e chiarimenti relativi alle notizie indicate di seguito oppure che sono interessati a
conoscere altre possibilità di contributo per investimenti da realizzare, possono rivolgersi su
appuntamento alla responsabile dell’Ufficio
Europa dott.ssa Barbara Santicioli, Comune di
Campi Bisenzio, via Pier Paolo Pasolini, 18 50013 Campi Bisenzio tel. 055 8959236 - fax
055 8959229, e-mail: [email protected]
I dettagli e gli aggiornamenti sulle notizie indicate di seguito possono essere reperiti presso l’Ufficio Europa oppure tramite il sito web Ufficio Europa on line del Comune di Campi Bisenzio a cui si accede da www.comune.campibisenzio.fi.it/ cliccando sul logo “Ufficio Europa”.
Pubblicato il modulo per la detrazione fiscale
per opere di riqualificazione energetica
L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modello di comunicazione per godere della de-
Dalla Regione in arrivo nuove misure per
il risparmio energetico e le energie rinnovabili
Entro il mese di giugno la Regione Toscana
emetterà un bando rivolto ad imprese, enti locali e Asl per assegnare 29,2 milioni di euro,
destinati a finanziare progetti che prevedano
la produzione di energia da fonti rinnovabili, il
risparmio energetico, la cogenerazione o il teleriscaldamento, che saranno erogati in due
fasi. Nella prima fase ci sarà tempo fino al 30
settembre prossimo per presentare le domande per accedere a 21,7 milioni di euro; nella seconda fase, le domande per ottenere gli altri
7,5 milioni, potranno essere presentate nel periodo 1-31 gennaio 2010. Fino al 2013 la Regione metterà a disposizione di imprese, enti locali e Asl altri 23,5 milioni di euro, per un totale di 52,7 milioni provenienti dai fondi strutturali, a valere per il periodo 2007-2013. Si
calcola che i contributi concessi dalla Regione
copriranno una percentuale variabile dal 15 al
40 per cento dell’intero investimento. Ulteriori informazioni possono essere ottenute collegandosi al sito: www.ueonline.it/networking/upload/52321.pdf
Progetto Italia Turismo: 500 milioni alle Pmi
Cinquecento milioni di euro per favorire l’accesso al credito da parte delle pmi italiane che
operano nel settore del turismo: questo l’impegno di UniCredit Group nell’ambito del protocollo di intesa firmato dal Ministero del Turismo con le Associazioni Nazionali di Categoria del settore e con le banche.
I finanziamenti verranno erogati grazie alla garanzia dei Confidi delle Associazioni di Categoria Per ulteriori informazioni visitare il sito:
www.incentivionline.mcc.it/
Sempre più famiglie scelgono di pagare
a rate mensili sempre uguali i consumi
del gas. Anche tenere sotto controllo le
spese per le utenze è diventata una delle priorità per i clienti. Lo dimostrano i
dati relativi alle richieste di attivazione
della [email protected], l’iniziativa di Estra
che permette ai clienti di pagare il gas a
rate mensili sempre uguali, stabilite sui
consumi dell’anno precedente. Nel primo trimestre del 2009 le richieste di attivazione della [email protected] sono state
781, oltre il 50 per cento in più di quelle registrate nell’intero 2008 (502). Attualmente sono più di 5.700 i clienti
che hanno scelto la [email protected], distribuiti nel territorio in cui opera la società
e soprattutto nelle province di Prato, Pistoia, Firenze e Siena. Un aumento che
si può in parte ricondurre alla crisi economica che ha spinto più clienti a preferire, adesso, questa modalità, considerata, fin dall’inizio, una delle offerte
più innovative a livello nazionale. Con
questa opzione, che ha un minimo costo mensile di 1 euro e 20 centesimi più
Iva e ideata per agevolare le famiglie nel
pagamento delle fatture dei consumi, la
bolletta ha un importo costante e si evitano i “picchi” di costo invernale. Alla
fine dell’anno termico (1 ottobre - 30
settembre), con il controllo dei consumi effettivi, si calcola quanto il cliente ha
pagato rispetto a quanto ha realmente
consumato e si regolarizza subito sia il
credito che il debito risultante. Uno
sconto in più (di 12 euro “una tantum”)
viene applicato anche a chi decide di ricevere la bolletta solo via email.
Per informazioni basta chiamare i numeri verdi (area fiorentina-pratese 800
532 932, area senese 800 072 977,
area aretina 800 128 128), o rivolgersi
a uno dei 22 uffici al pubblico distribuiti
nelle province di Firenze, Prato, Pistoia,
Siena e Arezzo. L’elenco completo su sito www.estraspa.it.
Estra
Bando comunitario per incoraggiare la creatività
e l’innovazione nel settore della gioventù
In linea con la decisione del Parlamento europeo e del Consiglio riguardante l’anno europeo
della creatività e l’innovazione (2009), il bando mira a fornire sostegno ai progetti che incoraggiano la creatività e l’innovazione nel settore della gioventù. Nel 2009, nell’ambito del
presente invito a presentare proposte verrà attribuita priorità ai progetti che si concentrino su
alfabetizzazione mediatica dei giovani e e-youth
work (lavoro online per i giovani). Le proposte
devono essere presentate da organizzazioni a
scopo non lucrativo tra cui reti e organizzazioni non governative (ONG) ed enti pubblici.
Il contributo finanziario dell’Agenzia non può superare il 65% del totale delle spese ammissibili del progetto.
La sovvenzione massima sarà di 100.000 Euro. Le domande possono essere presentate entro il 30 settembre 2009. Ulteriori informazioni al seguente link: www.ueonline.it/networking/upload/52555.pdf
Bando comunitario per azioni preparatorie
nel settore dello sport
Il bando mira a favorire progetti transnazionali proposti da organismi pubblici o da organizzazioni della società civile al fine di individuare e testare adeguate reti e pratiche ottimali
nel settore dello sport riguardo a: promozione
dell’attività fisica a vantaggio della salute; promozione dell’istruzione e della formazione nel
settore dello sport; promozione dei valori fondamentali dell’Europa favorendo lo sport per
le persone disabili; promozione della parità dei
sessi nello sport. Nell’ambito del presente invito a presentare proposte possono partecipare enti pubblici; organizzazioni della società
civile. Le domande possono essere presentate
entro il 31 agosto 2009. Ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link: www.ueonline.it/networking/upload/51748.pdf
Al via il primo stanziamento 2009 per
la non autosufficienza
In arrivo i primi 70 milioni di euro per il 2009
relativi al Fondo regionale per la non autosufficienza. La Giunta regionale ha approvato la delibera che stanzia circa il 90 per cento delle
risorse aggiuntive previste per quest’anno per
dare assistenza alle persone anziane non autosufficienti. Oltre 45 milioni di euro serviranno per potenziare gli interventi domiciliari e
semi-domiciliari; i restanti 25 milioni verranno
invece impiegati per finanziare le 1305 quote
sanitarie aggiuntive per l’inserimento nelle
RSA. Quasi due terzi dello stanziamento sono
destinati agli interventi per il potenziamento
dell’assistenza domiciliare. Una parte verrà impiegata anche per i ricoveri temporanei e di
sollievo nelle RSA. Un terzo delle risorse, 25 milioni di euro, serviranno per aumentare ulteriormente i posti nelle RSA. Per il 2009 restano ancora da assegnare circa 10 milioni di euro che saranno impiegati per l’assistenza all’interno degli Hospice. Ulteriori informazioni
possono essere ottenute collegandosi al sito
della Regione Toscana nella parte dedicata alle politiche sociali: www.regione.toscana.it/sociale/disabilita/index.html
diSegnoComune
Luglio 2009
pagina a cura di Monica Pieraccini
Al centro
del dibattito rifiuti e
alternative alla
termovalorizzazione
ltre 250 persone hanno assistito alla seduta pubblica del Consiglio comunale,
che si è svolta mercoledì 10 giugno a Villa Montalvo. Al centro un tema particolarmente
sentito dai cittadini di Campi Bisenzio: il ciclo
dei rifiuti e le alternative alla termovalorizzazione. Dopo l’apertura dei lavori da parte del presidente del Consiglio Alessandro Tesi, la vicesindaco Serena Pillozzi ha fatto un breve riepilogo
dell’attività promossa dall’Amministrazione, cui
è seguito l’intervento di Franco Galli, presidente
dell’ex Comitato Referendario.Tanti gli interventi
da parte di associazioni, comitati e singoli residenti, che hanno voluto esprimere la propria opinione riguardo all’ipotesi della realizzazione del
termovalorizzatore a Case Passerini. Ad animare
il dibattito le relazioni presentate dai tecnici, due
designati dall’ex comitato referendario No inceneritore e due dall’Amministrazione comunale,
che, a dicembre 2008, dopo
un anno di lavoro, hanno
concluso la loro indagine,
che aveva l’obiettivo di confrontare le buone pratiche
per la riduzione e il recupero dei rifiuti e individuare in
Italia e nel mondo impianti
alternativi alla termovalorizzazione. I risultati del report
sono stati illustrati da Rossano Ercolini, tecnico designato dal comitato referendario No inceneritore, e dall’ingegnere Giovanni Lippo.
I tecnici si sono soffermati,
in particolare, sull’impianto a
hidropulper di Tel Aviv. Secondo Ercolini, è uno dei più
efficaci in quanto, tra le altre
cose, è in grado di riciclare
tutte le plastiche eterogenee.
Per l’ingegnere Lippo esistono, però, delle criticità, a partire dai costi. Oltre all’investimento dell’impianto, ha
fatto presente Lippo, è necessario costruire anche
una discarica, in quanto lì va a finire circa il 40 per
cento del residuo. Ma senza andare troppo lontano, esistono esempi virtuosi da seguire. L’intervento in Consiglio dell’assessore all’Ambiente
di Capannori, Alessio Ciacci, ha messo in evidenza come si possano effettuare passi da gigante nella gestione del ciclo dei rifiuti mediante il
porta a porta, che oggi raggiunge 43 dei 46mila
abitanti di quel Comune. Dal prossimo anno, ha
annunciato l’assessore, sarà introdotta a Capannori anche la tariffa puntuale, ovvero proporzionale alla produzione effettiva di rifiuti da parte
O
rappresentanza dell’Istituto Superiore della Sanità, Paolo Lombardi, del Comitato No inceneritore, Francesco Grasso, segretario di Intesa onlus,
Gianluca Garretti, del Coordinamento nazionale medici per l’ambiente e la salute, Marco Paganini, di Medicina Democratica, Gianfranco Ciulli, del Comitato socio-ambientale di San Giorgio
a Colonica, e Claudio Tamburini, del Coordinamento dei Comitati della Piana contro l’Inceneritore.
Le relazioni dei tecnici, illustrate nel corso del
Consiglio, sono scaricabili dal sito del Comune
all’indirizzo www.comune.campi-bisenzio.fi.it
sotto la voce Il ciclo dei rifiuti.
di ciascuna famiglia. Ad oggi sono 11 i progetti
attivi a Capannori per la riduzione dei rifiuti: dall’eliminazione dell’acqua minerale dalle mense
scolastiche, che hanno tolto dal mercato 65mila
bottiglie di plastica ogni anno, all’erogazione di
detersivi e latte alla spina, dai kit di pannolini riutilizzabili forniti alle famiglie interessate, alla
messa al bando dalle sagre del materiale usa-egetta. Nel corso del Consiglio comunale alcuni
interventi del pubblico hanno espresso le preoccupazioni per la salute dei cittadini nell’eventualità che venga costruito il termovalorizzatore. Sono intervenuti, tra gli altri, Giuseppe Viviano, in
Prossima seduta
Lunedì 29 giugno, alle ore 21, presso i locali della Limonaia di Villa Montalvo, si terrà
una seconda seduta monotematica sul tema ciclo dei rifiuti e le alternative alla termovalorizzazione. In questa seduta il pubblico potrà solamente assistere, non essendo previsti
interventi esterni. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare.
d
alla Presidenza del Consiglio Comunale
Il Consiglio comunale
del 10 giugno a
Villa Montalvo
5
GLI INTERVENTI DEI CONSIGLIERI
Erano 28 i consiglieri presenti alla seduta Consiglio comunale del 10 giugno scorso. Dopo
l’introduzione del presidente Alessandro Tesi
e gli interventi esterni, hanno preso la parola
quattro consiglieri. Nell’ordine, Roberto Viti,
Brunella Bresci, Sandro Targetti e Riccardo
Nucciotti, che hanno dato il loro contributo alla discussione. Il consigliere Viti ha ribadito la
sua contrarietà alla realizzazione del termovalorizzatore di Case Passerini, mentre il consigliere Bresci ha sottolineato come la questio-
ne non dipenda esclusivamente dal Comune
di Campi Bisenzio, ma che esista, invece, una
subalternità alla Regione Toscana e alla Provincia di Firenze. Sandro Targetti ha evidenziato l’importanza in questo ambito del nuovo
piano interprovinciale sui rifiuti di Firenze, Prato e Pistoia e Riccardo Nucciotti, interrotto a più
riprese da alcuni dei cittadini che hanno assistito al Consiglio comunale, ha dichiarato che
il sindaco Adriano Chini e l’Amministrazione
comunale hanno dato spazio al confronto con
la popolazione, cosa che non si è verificata altrove. Date le ripetute interruzioni, Nucciotti
non ha concluso il suo intervento e il presidente Tesi ha ribadito come si debbano rispettare le posizioni di tutti, ancor più quando
ad esprimerle sono membri del Consiglio comunale, organo che rappresenta tutti i cittadini. Hanno chiuso il Consiglio comunale gli
interventi della vicesindaco Serena Pillozzi e
del sindaco Adriano Chini.
Per informazioni o
appuntamenti con il
presidente del Consiglio
comunale Alessandro Tesi
e la vicepresidente
Monica Roso rivolgersi
all’Ufficio Presidenza
del Consiglio comunale
Villa Rucellai 1° piano
tel. 055 8959575/576
fax 055 8959570
e-mail [email protected]
6 diSegnoComune
Luglio 2009
ai gruppi consiliari
d
PARTITO DEMOCRATICO
Un anno dopo, fiducia confermata
A un anno dalla vittoria del centro-sinistra, a sostegno della candidatura di Adriano Chini, la coalizione conferma di avere la maggioranza assoluta a Campi, nonostante le difficoltà di amministrare una realtà che veniva da anni difficili e gli
attacchi incrociati giunti da realtà rumorose come il leghismo (la cui ascesa è avvenuta a danno
del Pdl) o le liste del No a tutto, che ancora una
volta escono ridimensionate dalla prova delle urne. Il candidato democratico di Campi al Consiglio provinciale, Antonio Iocca, non ce l’ha fatta
per una manciata di voti, solo perché in altri collegi del circondario fiorentino, il PD ha ottenuto
percentuali ancora maggiori del nostro 40 per
cento. Le proposte che abbiamo articolato in campagna elettorale per la nuova Giunta Barducci restano però valide, a cominciare dal Parco della
Piana e dal miglioramento della viabilità nell’area
Osmannoro. La vittoria del centro-sinistra testimonia soprattutto fiducia per il nuovo corso politico. Se Chini ha colto infatti lo scorso anno,
una vittoria al primo turno niente affatto scontata con il 51,22 per cento, Barducci ha avuto a
Campi il 52,17 per cento dei consensi, segno che
i cittadini hanno creduto nel programma per la
Provincia e nei risultati dell’ultimo anno di governo locale. Il risanamento del bilancio pubblico resta lungo, ma mostra segni di miglioramento. Sono già stati affrontati i problemi legati al
Regolamento Urbanistico e alle potenzialità edificatorie del Piano Strutturale, in attesa che riparta
un mercato ancora in apnea per gli effetti della
crisi. Da non dimenticare che a tempo record sono entrati in vigore nuovi tragitti del mezzo pubblico e si stanno approfondendo le proposte del
PD Campi ad Ataf, per l’istituzione di un autobus che serva il cittadino che paga e “lasci a piedi” chi sfrutta i mezzi in maniera abusiva. I temi
dell’ecologia stanno trovando in questa legislatura uno spazio veramente rilevante. Introduzione della Differenziata a Capalle e Gorinello, Ispettore Ecologico, Eco-Furgone, un tavolo con la
grande distribuzione per intervenire sulla produzione a monte del rifiuto, completamento delle
analisi tecniche sugli impianti di smaltimento.
Punto quest’ultimo, che fa di Campi l’unico Comune a non aver azzerato il dibattito sul tema,
per individuare tecnologie più innovative della
termovalorizzazione e portare all’attenzione di
Regione, Provincia, Arpat, Cnr, Istituto Superiore di Sanità e Università, lo smaltimento tramite
gas plasma. Non aggiungiamo altro, credendo di
dare così la miglior risposta possibile a qualche
santone e furbetto che cerca di vendere sull’ambiente ricette miracolistiche. Ed è un peccato, perché certi atteggiamenti pregiudicano la voglia di
portare un contributo di idee ed esperienze che
tanti hanno dimostrato, attraverso la partecipazione al referendum e ai convegni e raduni pubblici
degli ultimi anni. Poco male. Al momento di scegliere, i campigiani si sono confermati una popolazione attenta alle realtà delle cose, nonostante
altri episodi spiacevoli, come i numeri completamente sbagliati sull’accoglienza alle materne, che
tanto hanno fatto discutere a causa di un articolo realizzato da un noto quotidiano. La bella stagione ci ha mostrato infine il volto più bello e animato di Campi. Il Giro d’Italia ha segnato una
partecipazione popolare straordinaria che rimarrà a lungo nella nostra storia. L’estate sta portando con sé iniziative di qualità che animano il
centro storico come LuglioBambino e la festa alla Rocca Strozzi, diventata un punto d’incontro
speciale per tanti campigiani.
Alessio Colzi
POPOLO DELLA LIBERTÀ
Crisi economica:
dalla paura alla speranza
Finalmente la lunga crisi che ha attanagliato tutto il mondo sembra aver esaurito la sua spinta
propulsiva, almeno per quanto riguarda l’Italia. Sono molti gli osservatori che iniziano ad esprimere un timido ottimismo sulla situazione dell’economia e qualcuno addirittura indica una data per
la ripresa: l’inizio dell’estate. Anche perché il crollo dell’import ed export a livello mondiale starebbe rallentando e, in Italia, ordini e fatturato
mostrano i primi segnali di tenuta dopo i crolli
dei mesi scorsi. È veramente il momento di passare
dalla paura alla speranza. Grazie al Governo Berlusconi l’Italia ha affrontato la crisi di petto, senza farsi schiacciare. Chiunque venga nel nostro
paese, soprattutto dagli Stati Uniti o dall’Inghilterra, non vede una nazione in ginocchio. Non
vi è stato nessun allarme sociale come in gran
parte dell’Europa. La botta è stata dura anche per
noi, e per giunta accompagnata dall’emergenza
terremoto, ma il governo ne sta uscendo senza
mettere le mani nelle tasche dei contribuenti. L’Italia ha finora erogato 45 miliardi di euro, e con
i fondi europei già impegnati si raggiunge, nel
triennio 2008-10, gli 80 miliardi. Si collocano dietro il nostro paese per risorse impiegate la Spagna
con 61 miliardi, la Francia con 29 miliardi e la
Gran Bretagna con 23 miliardi. Meglio di noi solo la Germania che ha stanziato 81 miliardi di
euro. Parte di quanto speso dai nostri partner, però, comprende anche i fondi serviti al salvataggio delle banche. L’Italia, insomma, sta uscendo
dalla crisi come chi ha avuto una forte influenza
ma è stato curato con i farmaci giusti. Una diagnosi giusta ha come conseguenza la giusta terapia che il governo ha attuato aiutando in primo
luogo i redditi più bassi, i risparmiatori e chi ha
un mutuo-casa. L’Italia, insomma, sta per uscire
dalla crisi, ma non è mai stata in ginocchio né la
coesione sociale è mai stata in discussione. Smaltiremo invece solo gli effetti, appunto, di una forte influenza, che non è dipesa da noi, e poi ci troveremo più in salute di prima. La formula dell’economia sociale di mercato, annunciata dall’esecutivo italiano, ha trovato subito pratica attuazione. È in definitiva quella che la gente ha imparato a conoscere come politica del fare. Quella politica che a Campi Bisenzio sembra ancora
sconosciuta. Al momento non c’è da parte dell’Amministrazione comunale nessuna strategia
per risollevare l’economia cittadina dalla crisi. Le
richieste del PdL di aiutare famiglie e imprese sono rimaste sorde e inascoltate. A Campi la Giunta ha preferito inondare di soldi enti e associazioni, costruire piste ciclabili e ristrutturate vari edifici. Tutte misure che non sono piaciute ai cittadini
campigiani che nelle recenti consultazioni elettorali hanno severamente bocciato il PD (calato
di 4 mila voti rispetto alle politiche 2008) e negandogli un rappresentate in Provincia, promuovendo invece il PdL che, grazie alla sua azione propositiva, ha guadagnato il 5 per cento. È arrivato il momento che la Giunta Chini si svegli.
Quello che chiediamo, in definitiva, è di non lasciare soli i cittadini campigiani.
Matteo Biagiotti
COMITATO CIVICO
CAMPIGIANO
NO INCENERITORE
Meglio tardi che mai
Era tutta roba già vista. Quando abbiamo avuto
in mano il volantino del PD di Campi Bisenzio su
un ciclo dei rifiuti credibile, corretto, completo,
virtuoso, ci sembravano parole già viste prima.
Estensione della raccolta differenziata porta a
porta; impiego nelle mense e negli asili comunali di utensili riutilizzabili e non usa e getta; riduzione degli imballaggi di plastica; insomma tutti gli accorgimenti che il volantino chiamava, pomposamente, “un’operazione coraggiosa che ci veda protagonisti nell’intera filiera dei rifiuti”, e che
noi ed il resto d’Italia citiamo, in modo un po’
più umile, buone pratiche. Nei volantini delle prime manifestazioni del nostro movimento ambientalista e antiinceneritorista a Campi già c’erano: la raccolta porta a porta, la riduzione dei rifiuti alla produzione, la differenziata e il riciclo.
Tutta roba della Rete Rifiuti Zero, del Coordinamento dei Comitati della Piana, dei movimenti
e dei cittadini che allora cominciavano a organizzarsi e che queste buone pratiche invocavano,
si era tutta roba nostra! Solo che gli amministratori di allora quando le chiedevamo, ci trattavano,
per dirla con un eufemismo, da parenti poveri,
scriteriati che pretendevano di mettere in discussione le scelte che, i sagaci amministratori avevano già ideato per la soluzione del problema dei
rifiuti. Era tutta roba nostra! E adesso, per incanto è anche roba loro. Fa un po’ effetto ritrovare
quelle che erano allora le nostre parole d’ordine,
per le quali abbiamo lottato cinque anni pagando anche di persona, ritrovarle su un volantino delle forze che allora quelle parole ce le gettavano
in faccia, quasi fossimo dei grulli illusi che volevano mettere bocca su cose che non potevano capire. Ma fa anche un bell’effetto, perché vuole dire che cinque anni di battaglia e un referendum tosto e stravinto non sono passati invano; quello
che allora sembrava l’irreale fantasticheria dei parenti poveri ha contagiato anche i congiunti ric-
chi che ora, zitti zitti, fanno finta d’averle inventate
loro queste cose. La mamma però ci ha insegnato che il diavolo sta nei dettagli; e infatti, ad un esame più attento del volantino di cui sopra, una differenza emerge; che lì le buone pratiche sono sposate sempre alla scelta finale inceneritorista, il che
rende le loro pratiche non buone, ma inutili e malvagie. L’inceneritore, non ci stancheremo mai di
ripeterlo, funziona su una quantità fissa di rifiuti, in mancanza della quale i rifiuti bisogna importarli, perché la quantità non può scendere. In
presenza di una priorità del genere, che vuoi diminuire? Anzi bisogna sbrigarsi a produrre rifiuti e a colmare la quota, sennò te li importano da
chissà dove. Conclusioni: non ne traiamo, anzi
no, ne traiamo una sola, o, per meglio dire, una sòla, sinonimo di fregatura, perché qui con l’inceneritore non solo le buone pratiche non raggiungono il loro scopo, un ambiente più sano e migliore, ma anzi diventano l’alibi con il quale chi dell’ambiente si è sempre disinteressato, riempiendo questa disgraziata piana di aeroporti, di centri
commerciali, di autostrade, e poi di raddoppi delle piste aereoportuali, di terze corsie autostradali
e poi ancora di autostrade regionali e di ancora
più centri commerciali, ora si rifà la verginità perduta e ciancia di buone pratiche. Per fortuna che
la nostra vecchia mamma ci ha messi in guardia da
tempo!
Roberto Viti
ITALIA DEI VALORI
Osmannoro, tutti avanti
in ordine sparso
Negli ultimi tempi sugli interventi veri o ipotetici
da realizzare nell’area piana (Osmannoro) che si
estende fra i comuni di Firenze, Sesto, Campi e
Signa ne abbiamo sentito di tutto e di più: termovalorizzatore,(con relativa torre) pista dell’aeroporto parallela alla A11 !!!!! (esiste un’oasi
Wwf) mega outlet, stadio, cittadella viola, nuova
uscita A1, etc etc, molti dei quali in assoluta contraddizione fra di loro, per motivi sanitari, ambientali e di sicurezza, senza che gli enti amministrativi superiori (Regione e Provincia) facciano un
po’ di chiarezza spiegando alla popolazione il
quadro che hanno in mente relativo allo sviluppo
futuro di questa area, per tutti territorio di vitale
importanza per l’espansione, mobilità e vivibilità
dei comuni interessati. Noi dell’Italia dei Valori
di Campi Bisenzio riteniamo che su tale area si
debba porre un limite al carico ambientale “saldo” fra l’altro già previsto dalla vecchia Vis sul termovalorizzatore (a nostro parere oggi inadeguata) e che ogni realizzazione di grande entità debba essere valutata dagli organi superiori, all’interno di un piano d’insieme generale di sviluppo,
nonché sottoposta oltre alla Via anche alla Vis.
Proseguire senza indugi alla realizzazione del parco della piana e costruire un sistema di mobilità
efficiente e non inquinante e sviluppare una rete
di piste ciclabili per connettere le zone verdi dei vari comuni. Il futuro davanti a noi è pieno di opportunità per fare in modo che il nostro territorio
diventi sempre più un posto dove far crescere i
nostri figli.
Quindi non sprechiamole!
Cogliamo l’occasione per ringraziare per il consenso straordinario che abbiamo avuto nelle elezioni del 6/7 giugno 2009 noi ci impegneremo
con tutto noi stessi per fare una politica sempre dalla parte dei cittadini
Gruppo Italia dei Valori
SINISTRA ARCOBALENO
No inceneritore: cambiamento
e partecipazione!
La partecipazione di oltre trecento persone al Consiglio comunale aperto del 10 giugno scorso sulle alternative agli inceneritori testimonia la vitalità
e la forza di un movimento che nella consultazione del dicembre 2007 bocciò decisamente l’incenerimento e la costruzione dell’impianto di Case Passerini. Insieme alla richiesta di cambiare la
gestione dei rifiuti, c’è anche un problema di democrazia e voglia di contare nelle scelte. Se qualcuno pensava che questo movimento fosse scomparso, dovrà sicuramente ricredersi! Dai numerosi interventi esterni di esperti e cittadini impegnati in associazioni e comitati, sono emerse espe-
diSegnoComune
Luglio 2009
rienze e alternative concrete per diminuire la
produzione rifiuti, ottenere il massimo recupero di materiali, ridurre e gestire la parte residua senza ricorrere alla combustione (trattamento a freddo) e dunque evitare i pericolosi impatti sulla salute delle popolazioni e
sull’ambiente. La soluzione del gassificatore
al plasma, indicata dai tecnici del Comune e
dalla Giunta comunale come possibile alternativa da approfondire, pur avendo alcune
caratteristiche diverse dall’incenerimento, è
stata nettamente contestata dai tecnici dei
Comitati trattandosi comunque di un processo ad alta temperatura (con costi molto
alti) che non elimina il problema delle emissioni e del forte spreco di risorse. Insomma un
diversivo rispetto alla necessità di un vero
cambiamento, rappresentato dalle buone pratiche e dal trattamento a freddo. Ritengo comunque che questo interesse per la “torcia al
plasma” è un segno della crescente impopolarità del sistema inceneritore e della volontà della Giunta campigiana di recuperare un
ruolo autonomo nel rapporto con le altre istituzioni (Comuni, Province e Regione). Adesso è importante che tutto il lavoro di ricerca,
le soluzioni indicate, i nuovi obiettivi di riduzione e differenziazione rifiuti, il movimento dei cittadini e di esperienze consolidate contino davvero nella rielaborazione del
nuovo Piano Interprovinciale Rifiuti (previsto dalla apposita legge regionale entro il
2009) e che questo non sia la fotocopia dei
vecchi Piani Rifiuti: occorre subito fermare
le procedure dei Progetti Esecutivi per la costruzione degli inceneritori, già avviate da
Quadrifoglio, proporre soluzioni e strategie diverse.
In questo senso il Comune di Campi, tutti i
Comuni devono far sentire la loro voce presso la Provincia, la Regione e la Assemblea di
Ambito, i movimenti ed i Comitati rilanciare
la propria iniziativa a tutti i livelli: diversamente ci troveremo di fronte all’ennesima
presa in giro, nonostante tutti i discorsi sulla
democrazia e la partecipazione. Come Sinistra
porteremo le nostre proposte in Consiglio
comunale e verificheremo puntualmente le
scelte della Giunta affinché l’importante serata
del 10 giugno non vada sprecata.
No inceneritori è possibile!!
le. A testimoniare l’apprezzamento per il lavoro svolto, in occasione del suo saluto, tutti i colleghi presenti nell’aula Sandro Pertini,
gli hanno tributato un lungo e caloroso applauso. Anch’io, assieme a tutti i dirigenti dell’Udc campigiano, desidero da queste pagine
rivolgergli un sincero ringraziamento per
quanto ha fatto e per quanto sicuramente
continuerà a fare per Campi dai banchi del
Consiglio regionale. Viste le sue qualità e la
sua esperienza politico-istituzionale, non sarà facile sostituirlo. Lo faremo comunque, io
assieme a tutti gli amici, con il massimo impegno, nel segno della continuità, coerentemente con il programma a suo tempo presentato agli elettori ed in assoluta fedeltà al
mandato ricevuto dagli stessi. A partire dai
prossimi numeri di DiSegno Comune, utilizzeremo lo spazio a nostra disposizione per
far conoscere tutte le principali iniziative assunte in Consiglio comunale. Per adesso vogliamo ribadire un principio che per noi riveste la massima importanza: nel segno della tradizione democratico cristiana, cui ancor oggi ci ispiriamo, vogliamo restare un
partito popolare, aperto al contributo di tutti i cittadini. Non abbiamo la presunzione, o
l’arroganza di stabilire da noi quali sono i bisogni della gente, per poi proporre soluzioni
precostituite, che nascondono spesso interessi di parte o di partito. Vogliamo invece
che i problemi emergano dalle istanze dei
cittadini, per poi confrontarci con gli stessi e
trovare assieme le risposte ritenute più adeguate.
Ed è per questo che abbiamo inteso attivare
dei canali di comunicazione, oltre a quelli tradizionali, che permettano, a chi lo desidera,
di poterci contattare, segnalare problemi che
possono sfuggire alla nostra attenzione, fornire suggerimenti e magari muoverci critiche
che saranno in ogni caso sempre accolte con
attenzione e serenità. Potete contattarci attraverso la casella di posta elettronica presso
la sede del Gruppo consiliare a Villa Rucellai,
ed anche attraverso il sito internet appositamente creato (www. udc-campi.it). Siamo presenti anche su facebook e, con spirito di servizio e nel segno della massima trasparenza,
siamo sempre pronti ad ascoltarvi.
Piero Fedi
Sandro Targetti
UNIONE DI CENTRO
Dopo un anno di intensa attività, caratterizzato da numerose iniziative, molte delle quali hanno riscontrato il consenso unanime di
tutti i gruppi consiliari, Marco Carraresi ha
dovuto lasciare il nostro Consiglio comuna-
P
Brunella Bresci
Recapiti telefonici ed indirizzi di posta elettronica
dei Gruppi consiliari
P.D. tel. 055 8959588
[email protected]
Per un Buon Futuro tel. 055 8959648
[email protected]
P.D.L. tel. 055 8959579
[email protected]
U.D.C. tel. 055 8959519
[email protected]
Partito Socialista tel. 055 8959518
[email protected]
Campi come Orly
Italia dei Valori tel. 055 8959584
[email protected]
La cittadina francese di Orly, con noi gemellata, ci è modello di multirazzialità ed accoglienza agli immigrati, più o meno regolari.
Voglio a tal proposito narrare quanto ivi da
me vissuto nel 2006 con un’amica libanese
(che aveva pagato il suo viaggio), quando ho
partecipato alla cena di gemellaggio con il
La Sinistra, L’Arcobaleno tel. 055 8959581
[email protected]
Uniti per Campi tel. 055 8959582
[email protected]
Agevolazioni tariffarie
mensa scolastica
ossono partecipare alla richiesta di
agevolazione tariffaria per la mensa scolastica le famiglie degli alunni frequentanti le scuole dell’infanzia,
primaria e secondaria di primo grado
del territorio comunale, e quelle degli
alunni residenti nel Comune di Campi
Bisenzio che frequentano la scuola d’infanzia Sant’Angelo a Lecore e la scuola
primaria Collodi.
Le richieste di agevolazione per l’anno
scolastico 2009/10, con allegata l’attestazione Isee (redditi 2008), si ricevono
dal 24 agosto al 24 settembre. Le domande dovranno pervenire entro e
non oltre il 24 settembre 2009 presso
l’Ufficio Educazione e Istruzione, Villa
Montalvo, il lunedì e il mercoledì dalle
8.30 alle 13 e il giovedì dalle 15.30 alle 18.15.
Per la compilazione della dichiarazione
sostitutiva unica e dell’attestazione Isee
il cittadino deve rivolgersi ad un Caaf
gole, se la regione Toscana concede gli stessi
nostri diritti come a quelli che entrano senza
documenti e senza storia? Non finirò mai di
ripetere che noi italiani non siamo assolutamente razzisti, ma presto saremmo istigati a
diventarlo per le ingiustizie che, specialmente le fasce più deboli, vivono. Non siamo in
grado di rispondere alle più urgenti necessità degli italiani, come alloggi, contributi affitto,
buoni mensa ed asili, mentre nel più assoluto delirio di onnipotenza ci illudiamo di
poterci far carico di tutti i cittadini del mondo! Non abbiamo capito che la nostra economia non aumenta anche perché i risparmi
delle badanti e degli immigrati regolari, volano
nelle loro terre ed all’Italia resta solo il pesante onere di tutti i problemi che l’immigrazione comporta? L’esito delle ultime votazioni hanno dimostrato finalmente la presa di coscienza degli italiano che sembrano
rendersi conto che è l’ora di smettere di rinunciare ai nostri valori ed ai nostri segni e
simboli di fede, in nome del buonismo. Ciò
che è incomprensibile è quello dei cattolici
che del Vangelo ricordano solo le opere di
misericordia corporali dimenticando quelle
spirituali, che invito a riconsiderare!
Comitato Civico Campigiano No Inceneritore tel. 055 8959577
[email protected]
UNITI PER CAMPI
Al servizio della gente,
nel segno della trasparenza
Sindaco di Orly, seduta per terra senza scarpe, dinanzi ad una tavola sporca, in una loro
tenda in ascolto di musica. Devo dire che mi
sono sentita più in Marocco che in Francia, ma
ciò che è grave è quanto accaduto durante la
cena. Alcuni loro discorsi, intrecciati sottovoce in arabo fra due chitarristi che fingevano di suonare ed un terzo, che confidava loro preoccupazioni per un servizio, che avrebbe dovuto svolgere! Infatti i primi due lo incoraggiavano dicendogli: “Vai, non aver paura, Allah è con te e ti aiuta, vai e fallo!” Noi
stupite ci chiedemmo, mentre l’amico si allontanava dalla tenda, che cosa mai dovesse
fare! Ce ne accorgemmo però il mattino seguente quando, scendendo in strada, dall’appartamento che il Comune di Orly aveva messo a disposizione di noi ospiti italiani,
trovammo due cassonetti rovesciati e bruciati ed accanto una macchina con i vetri frantumati! Pensammo allora: “Non sarà stato
questo compito, che avrà dato al ragazzo
qualche perplessità?” Forse nessuno di noi si
è mai chiesto il perché del terrorismo nazionale ed internazionale che dilaga intorno, da
parte dei fondamentalisti islamici che si uccidono anche fra loro, come sta accadendo
oggi in Iran? Noi non sapremo mai che cosa
dicono o tramano, quelli addestrati e scelti
all’uopo, talvolta proprio nei Centri islamici… che potrebbero programmare ciò che vogliono senza che nessuno di noi sia in grado
di capire? Loro parlano italiano, ma noi non
parliamo le loro lingue e questo ci svantaggia,
preoccupa e desta qualche, più che giustificato sospetto. Come potremo garantirci la sicurezza, che ogni giorno viene meno? Come
sperare nella legalità e nel rispetto delle re-
(Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale). Per quest’anno i criteri per la concessione delle agevolazioni tariffarie sono i seguenti:
Scuole dell’Infanzia (ex materne)
e scuole primarie (ex elementari)
• Pagamento di un contributo di 45 euro annuali per gli utenti le cui famiglie
abbiano un valore Isee (redditi 2008) fino a 5700 euro;
• pagamento del 50 per cento della quota spettante per gli utenti le cui famiglie
abbiano un valore Isee (redditi 2008)
compreso tra 5700,01 e 6700 euro;
Scuole secondarie di primo grado
(ex medie)
• Pagamento di un contributo di 15 euro annuali per gli utenti le cui famiglie
abbiano un valore Isee (redditi 2008) fino a 5700 euro;
• pagamento del 50 per cento della quota spettante per gli utenti le cui famiglie
abbiano un valore Isee (redditi 2008)
compreso tra 5700,01 e 6700 euro.
Il pagamento del contributo, per le famiglie con Isee fino a 5700 euro, deve
essere effettuato entro 30 giorni dalla lettera raccomandata di attribuzione formale della suddetta agevolazione tariffaria.
Il costo intero del buono mensa per l’anno scolastico 2009/10 è di 3,70 euro,
per coloro che ottengono la riduzione
tariffaria del 50 per cento, il costo del
buono è di 1,85 euro.
I buoni mensa sono generalmente venduti a blocchetti da 10.
L’acquisto dei buoni mensa con tariffa
ridotta dovrà essere effettuato presso
l’Ufficio Educazione e Istruzione, Villa
Montalvo, il lunedì e il mercoledì dalle
8.30 alle 13 e il giovedì dalle 15.30 alle 18.15, tramite preventivo pagamento
del bollettino postale.
7
Varianti al
regolamento urbanistico
Approvato il piano di recupero
area in via San Giusto
Nella seduta del Consiglio comunale del 18 maggio 2009, con deliberazione n. 101, è stato approvato definitivamente il piano di recupero a destinazione residenziale previa demolizione di edificio produttivo in via San Giusto 40/42 e contestuale variante al Ruc, a suo tempo adottato con
deliberazione del Consiglio comunale n. 21 del
29 gennaio 2009.
Variante al Regolamento urbanistico finalizzata
all’inserimenti di uno svincolo tra viale Primaldo
Paolieri e via di Limite
Eventuali osservazioni potranno essere presentate al Comune entro l’11 luglio 2009.
La variante, adottata con deliberazione del Consiglio comunale n. 85 del 20 aprile 2009 è finalizzata alla realizzazione di una corsia di decelerazione su viale Primaldo Paolieri, con svincolo di
raccordo con via di Limite, verso il centro abitato
del capoluogo.
La documentazione può essere consultata sul sito internet del Comune www.comune.campi-bisenzio.fi.it, oppure, in forma cartacea, presso l’Ufficio Urbanistica - piazza Dante 36, 2° Piano - nei
giorni di apertura al pubblico: lunedì e mercoledì
dalle 8.30 alle 13.30 e il giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30.
8 diSegnoComune
Luglio 2009
ondoScuola
m temaUndella
incontro sul
legalità
ercoledì 1 aprile 2009,
alla terza ora, abbiamo
partecipato alla lezione
sulla legalità tenuta dal maresciallo dei Carabinieri di Campi
Bisenzio, Giovanni Rodi.
Sono stati affrontati alcuni argomenti importanti e di particolare
interesse per noi ragazzi, quali:
Le funzioni dei Carabinieri
Il motorino e tutto quello che lo
riguarda
Le droghe
Il bullismo
M
Motorino e tutto quello che lo
riguarda:
Il maresciallo Rodi ci ha spiegato
come va usato e tenuto il motorino. Intanto, per prendere il patentino, bisogna studiare approfonditamente, in modo da imparare tutto quello che riguarda la
strada e la segnaletica.
Dopo aver superato l’esame e
aver preso il motorino (ciclomotore), quest’ultimo deve rimanere
in regola. Il ciclomotore appena
acquistato ha una velocità di 45
km/h e il sistema di frenata è
adatto alla normale velocità del
motorino. Perciò quest’ultimo
non deve essere truccato, altrimenti…
• si possono provocare incidenti
a causa dell’eccessiva velocità; il
sistema di frenata non riesce ad
arrestare immediatamente il ciclomotore truccato, perciò si possono verificare incidenti,
• in caso di incidenti, anche gravi, l’assicurazione non paga i danni causati o subiti da un motorino truccato; se colui che guida il
ciclomotore è minorenne e causa
un incidente, i suoi familiari devono pagare i danni, perché essendo il motorino fuori norma,
l’assicurazione non paga,
• se una pattuglia trova un motorino truccato c’è il sequestro del
ciclomotore.
Inoltre il maresciallo ci ha spiegato che per guidare un ciclomotore bisogna portare il casco, che
ci protegge da eventuali incidenti causati da altre vetture o dal ciclomotore stesso.
Droghe e varie:
Il maresciallo Rodi ci ha parlato
Circolo didattico Campi
Bisenzio via Prunaia, 5
50013 Campi Bisenzio
tel/fax 055 8962201
Segreteria didattica
e-mail: [email protected]
Mauro Tinacci
Istituto Comprensivo
La Pira viuzzo
della Costituzione
50010 San Donnino
Campi Bisenzio
tel. 055 8999307
fax 055 8962376
e-mail: [email protected]
Lucia Gensini
Scuola media statale
Garibaldi - Matteucci
via Bruno Buozzi, 65
50013 Campi Bisenzio
tel. 055 890780
fax 055 890810
e-mail: [email protected]
Daniela Betti
Antonella Carangelo
di un argomento molto importante: la droga. Ci ha detto che
queste sostanze fanno molto male alla nostra salute e non bisogna assumerle.
Una “droga” assai diffusa è anche
il fumo. Quest’ultimo fa molto
male ai polmoni e all’apparato
circolatorio ed è molto difficile
smettere di fumare.
Alcuni ragazzi, già all’età di 12
anni, cominciano a fumare e ad
assumere sostanze come:
- Pastiglie di ecstasy
- Marijuana
- Hashish
- Altre droghe meno frequenti
Smettere di drogarsi è ancora più
difficile che smettere di fumare.
Dietro questi comportamenti
sbagliati c’è il fatto che, nel 99
per cento dei casi, le famiglie non
seguono i figli come si dovrebbe.
Un esempio che il maresciallo
Rodi ci ha fatto risale a quattro
anni fa. Si trattava di due ragazzi
di 13 anni che verso le 3:30 di
mattina si trovavano nel Parco di
Villa Montalvo con un ciclomotore e dello stupefacente. I Carabinieri di Campi Bisenzio, inviando una pattuglia, portarono
i giovani presso la caserma e da
qui chiamarono i genitori dei due
ragazzi, spiegando loro l’accaduto. Ma i genitori, con una grande faccia tosta, risposero: “E ci
chiamate per dirci questo?!”.
I Carabinieri presero comunque
dei provvedimenti per i ragazzi,
i quali furono mandati in un istituto, dove vengono ancora oggi
seguiti dal personale dei servizi
sociali.
Bullismo
Il bullismo è stato l’argomento
principale della lezione. Il maresciallo ci ha spiegato le varie forme di bullismo e chi sono i bulli.
Il bullismo può comprendere
azioni di:
- rapina
- furto o scippo
- estorsione
La rapina è molto diffusa in tutti
i luoghi, anche nelle scuole secondarie di primo e secondo grado. La rapina può avvenire tra
compagni o fra gruppi di ragazzi
che “rapiscono” le borse, ad esem-
pio, degli insegnanti. Rapinare
vuol dire prendere cose altrui senza che la vittima si accorga del
furto. Il furto o scippo assomiglia
alla rapina, ma non è uguale.
Scippare o commettere furto vuol
dire prendere cose altrui, facendo accorgere la vittima dello scippo. Un esempio che ci ha riportato il maresciallo è accaduto un
anno fa, quando un gruppo di ragazzi, uno di 17 anni, due di 15,
altri due di 14 e uno di 13, organizzarono degli scippi ai danni di
persone che passeggiavano tranquillamente, scappando poi con
i ciclomotori. L’estorsione è la
peggiore forma di bullismo. Estorsione vuol dire minacciare una
persona più debole. L’estorsione
avviene anche nelle scuole, e il
maresciallo ci ha spiegato come
succede. Un ragazzo (bullo) va
da un altro ragazzo più debole e
gli dice: “mi porti tutti i giorni la
merenda altrimenti ti picchio”.
La funzione dei Carabinieri
Il maresciallo Rodi ci ha spiegato
molto semplicemente la funzione dei Carabinieri. Il Carabiniere
non ha soltanto il compito di raccogliere denunce o cose simili, ma
ha anche il compito di fare documenti, come i passaporti, oppure di pattugliare le zone, o anche
di effettuare servizi in abiti civili.
Inoltre, ci ha spiegato che il Comandante di Stazione ha un ruolo importante: quello di dirigere
il personale in modo adeguato e
portare avanti tutta l’attività operativa e burocratica.
I Carabinieri sono presenti in tutti i comuni e i cittadini possono rivolgersi ad essi in qualsiasi momento.
Simone Rodi, Samuele Salvi,
Diletta Cecchi
classe IID scuola Garibaldi
Matteucci
Lezione sulla
legalità
Mercoledì 11 marzo, noi ragazzi della Garibaldi abbiamo assistito ad una
lezione sulla legalità. Ci siamo recati
nell’auditorium Rodari dove ci stava
aspettando il maresciallo Rodi. Ha
iniziato il suo discorso spiegandoci il
significato della parola “legalità”. Ci
ha spiegato che la legalità comprende il divieto di punire ingiustamente
un reato e anche l’obbligo che ogni
provvedimento che viene preso sia basato sulle leggi. E’ poi passato a parlare della sicurezza stradale, facendoci capire che le leggi stabilite dal
codice della strada non devono essere rispettate solamente per non essere sanzionati, ma anche per il nostro
bene. Abbiamo discusso poi sui vari
provvedimenti che vengono presi se
qualche ragazzo della nostra età commette un reato. La pena viene “inflitta” tenendo conto sia della gravità,
sia dell’età del “colpevole”. I ragazzi
fino a quattordici anni non possono
andare in carcere, ma i loro genitori
devono pagare una certa quantità di
denaro; quelli invece dai quattordici
ai diciotto anni, se hanno fatto azioni molto gravi, rischiano invece la pena di reclusione per un determinato
tempo. Alcuni comportamenti sbagliati da non ripetere, sono quelli della fine della scuola. Gli alunni infatti
si divertono tirandosi a vicenda uova
e farina. Spesso i presidi sono costretti a chiamare vigili o carabinieri
che intervengono per evitare tragedie.
Un altro problema importante che abbiamo affrontato è il bullismo. Ci sono dei ragazzi che hanno dei problemi in famiglia, e sfogano la loro rabbia utilizzando comportamenti sbagliati con gli altri. Pensano infatti che
incutere paura li possa servire a farli
sembrare più grandi, più coraggiosi.
Dietro questo aspetto c’è invece un
ragazzo debole che riesce a farsi rispettare solo comandando. Successivamente alcuni alunni hanno fatto
delle domande e siamo poi arrivati a
parlare di YouTube. Il maresciallo ci ha
rivelato che questo sito è molto importante per la risoluzione dei casi.
Grazie al filmato infatti, si vede il reato, chi l’ha commesso e chi ha assistito. Queste persone praticamente si
condannano da sole. Quando ha finito di parlare gli abbiamo fatto un applauso e siamo rientrati in classe.
Elisa Abeti
Classe 2N scuola Garibaldi
DALLA NECROPOLI ALL’ACROPOLI:
il nostro viaggio studio di fine anno a Populonia / Baratti
Il 22 maggio noi ragazzi delle classi quinte della Fra Ristoro ci siamo recati, per concludere il nostro ciclo alla scuola primaria, in visita alla zona etrusca di Populonia, dove, percorrendo un sentiero fatto di terra e pietruzze brillanti, siamo arrivati prima ad una capanna ricostruita fatta di legno e paglia e poi in un bosco: qui abbiamo visto gli accessi alle tombe sotterranee (erano bellissime, peccato però che non le abbiamo potute visitare all’interno!!), siamo quindi giunti alla cava, dalla quale gli etruschi estraevano la pietra panchina. Continuando la nostra lunga camminata, durante la quale abbiamo continuamente cercato di individuare pietruzze brillanti con resti di ematite che brillavano sotto i raggi del sole, siamo arrivati nella zona delle tombe a edicola e a tumulo. Qui molti di noi sono stati affascinati dalla Tomba dei carri, con un ingresso basso simile a quello di un igloo:
percorrendo, piegati al massimo un corridoio lungo e stretto di circa dodici metri, ai lati del quale si trovavano delle cellette dove furono trovati i resti dei carri, siamo finalmente arrivati in una camera funeraria molto grande, suddivisa da muretti. Abbiamo avuto quindi il tempo di mangiare i nostri panini e di giocare un po’, prima di
arrivare trasportati, per fortuna, da un bus navetta all’Acropoli: dove c’erano resti di templi e scavi più vicini all’epoca romana e da
dove si poteva dominare il golfo di Baratti. L’unico grande rimpianto che ci trova tutti d’accordo è che, per mancanza di tempo, il mare e la spiaggia l’abbiamo visto dall’alto o percorrendo la strada lungo costa.
Dai testi di Ilaria, Daniele, Giulia I., Mattia, Veronica,
Giulia G. VB Fra Ristoro
diSegnoComune
Luglio 2009
apita, a volte di trascorrere un pomeriggio piacevolmente diverso, magari
ascoltando romantiche storie e soavi
poesie. Questo è ciò che è successo al pubblico che, numeroso, sabato 28 marzo, presso la Sala Nesti di Villa Montalvo, ha partecipato al momento conclusivo del premio di
narrativa e poesia organizzato dal Circolo
Culturale Larocca.
Il premio, giunto quest’anno all’ottava edizione, vanta iscritti da tutte le regioni d’Italia
ed offre a novelli scrittori e poeti la possibilità
di far conoscere le loro creazioni, che vengono lette e analizzate accuratamente da una
preparatissima giuria.
Quest’anno, tra gli iscritti al concorso, c’erano anche gli alunni della classe VB della scuola primaria Aurora Gelli di San Martino. I ragazzi hanno inviato le loro poesie e, alcuni
di loro, sono stati premiati: Daniele Oliarca
si è classificato III con la poesia L’amore, mentre Niccolò Di Gioia e Roberto Zheng sono
stati segnalati rispettivamente per L’arcobaleno e L’albero.
Grande è stata la gioia dei giovani poeti per
il riconoscimento ottenuto e grande è stata
l’ emozione del pubblico per i versi ascoltati. I ragazzi, infatti, con rime talvolta semplici, ma spontanee, hanno saputo trasmettere
sensazioni e immagini davvero speciali. Complimenti, dunque, agli alunni della VB i quali, insieme alle loro insegnanti Lia Firetto e
Rosalba Gramigna, già nello scorso anno
avevano lavorato sulla poesia (sia leggendo
che creando liriche
personali), nell’ambito del progetto di
Circolo sulla lettura.
Essi hanno dunque
dimostrato che non
occorre essere grandi poeti per creare
una bella poesia, ma
pur avendo poche
nozioni di italiano
(come il piccolo Roberto Zheng), è possibile tradurre in versi le vibrazioni del
proprio cuore; questo, a volte, si rivela
un modo efficace per
esprimere emozioni
e sentimenti che altrimenti rimarrebbero muti e inascoltati.
Ecco qui di seguito le
poesie in oggetto:
C
L’amore
L’amore è un grande pensiero
che ti parte dal profondo del cuore
e si dirama in tutta l’anima.
E’ forte e vince sempre.
La tristezza è folle a sfidare l’amore
e soccombe davanti alle grandi emozioni.
La felicità non si può comprare,
l’amore può essere cercato e trovato,
l’uomo che non prova questi sentimenti
non capirà mai il senso della vita.
Daniele Oliarca
Emozioni
in versi
L’albero
L’albero era bello, più alto di tutti.
La luna guardò le stelle,
tutte le persone stavano dormendo,
il fiume era pieno di pesci che giocavano nell’acqua.
La musica, che bella quella voce!
La nuvola è come un cavallo che sta correndo sopra l’acqua del mare.
Roberto Zheng
E’ stato premiato con la seguente motivazione: “l’amore, cosa poter dire ancora dell’amore che già non sia stato detto? Forse questa ardua impresa poteva riuscire solo ad un
fanciullo. Sentimenti immediati e sinceri emergono da questi versi che parlano di cuore,
anima, tristezza e felicità. La genuina fiducia
che l’amore e la felicità non si possono comprare, ma si possono cercare e trovare, ci riconcilia con la vita.”
L’arcobaleno
L’arcobaleno, si forma con la pioggia e col
sole, ma l’arcobaleno vero è nel nostro cuore esso oltre a essere formato da tanti colori
è formato soprattutto da amore.
Niccolò Di Gioia
a cura di
Lia Firetto
Antonella Marzocchi
Il progetto Leggo, scopro e riciclo alla scuola dell’infanzia Collodi
I bambini e il mondo delle fiabe
per scoprire e riciclare
Si dice spesso che le competenze basilari per
la vita adulta si apprendono alla scuola dell’infanzia: quest’anno nella scuola Collodi
di Campi Bisenzio si è cercato di imparare
l’arte di vivere in armonia con il pianeta Terra. Rispettare l‘ambiente, essere consapevoli
che i nostri stili di vita possono influire considerevolmente nell’equilibrio naturale della terra sono diventate le tematiche prioritarie
dell’attività didattica extracurricolare. Il progetto Leggo, scopro e riciclo ha visto impegnati tutti i bambini del plesso divisi in quattro gruppi eterogenei per età seguiti da una
coppia di insegnanti (diversa da quella curricolare). Ogni gruppo ha affrontato una tematica diversa: compost, vetro, carta e plastica.
L’argomento trattato ha suscitato l’interesse e la partecipazione delle famiglie; a dicembre hanno allestito e gestito la mostra
mercato del libro, contribuendo così ad arricchire la biblioteca scolastica. Gli enti e
le associazioni del territorio non sono stati
da meno: a febbraio abbiamo potuto visita-
re il capannone della cartapesta di San
Mauro a Signa, apprendendo l’arte della
manipolazione della carta, a marzo l’Istituto di Agraria a Firenze dove abbiamo potuto vedere come nella natura tutto sia riciclabile e riutilizzabile. La cornice, predisposta e strutturata dalle insegnanti in cui
si è snodato il lavoro didattico-educativo, è
risultata ricca di eventi comunicativi fra
adulto e bambino poiché il libro era la fonte iniziale, ma anche attenta alle risorse del
territorio circostante. La funzione guida dei
docenti si è manifestata attraverso la costruzione di situazioni stimolo in cui si è
predisposto spazi e ricercato materiali idonei alle caratteristiche del progetto. Sono
nate così le attività di laboratorio vera linfa
del progetto che hanno soddisfatto i bisogni esplorativi dei bambini innescando processi di ricerca e sistematizzazione della conoscenza della realtà naturale, hanno fatto
conoscere l’importante funzione del riciclaggio. La fantasia e la creatività sono state stimolate dalla manipolazione diretta dei
materiali da riciclare, così i bambini hanno
appreso che niente deve essere sprecato ma
tutto deve essere utilizzato e riutilizzato con
parsimonia e cura. Dal 26 al 27 maggio a
conclusione del progetto é stata allestita
una mostra mercato dei lavori realizzati il
cui ricavato sarà devoluto alle zone terremotate dell’Abruzzo. Il 27 maggio un momento di sintesi del progetto, alla presenza dei genitori,nel giardino della scuola dell’infanzia Collodi al grido Riciclare è bello.
Le insegnanti della
scuola dell’Infanzia Collodi
Sul palco
del Saschall
Lunedì 27 aprile si è tenuta al
teatro Saschall di Firenze la
Rassegna Interculturale organizzata
dall’Ufficio Scolastico Regionale.
La nostra scuola, scuola secondaria
di primo grado Garibaldi Matteucci,
ha partecipato con la lettura di due
poesie, tratte dal libro Poesie e
filastrocche cinesi a cura di Yang
Xiaping, Edizioni Idest.
I lettori delle suddette poesie sono
stati: Francesca Buti, classe IIIA,
Viviana delle Monache, classe IIA,
Ling Ping Jue, classe IIID, Zhang
Ziwu, classe IIB che le hanno lette
sia in italiano che in cinese.
Queste due poesie erano già state
lette al teatro Dante di Campi
Bisenzio in occasione del
Capodanno cinese.
Le poesie erano intitolate Dove è
la primavera?, letta da Viviana e
da Lin Ping Jue, e La primavera
è venuta così!, letta da Francesca
e da Zhang Ziwu.
La manifestazione era iniziata dalla
mattina, ma noi abbiamo letto solo
nel primo pomeriggio. Prima di noi
si sono esibiti altri gruppi molto
bravi di Firenze e dintorni. Dietro
le quinte l’ansia e l’agitazione
crescevano di minuto in minuto.
La prima a leggere la poesia è stata
Viviana insieme a Lin Ping Jue.
“In quel momento ero
emozionatissima anche perché su
quel palco si sono esibiti molti
personaggi famosi come Nek,
Fiorello, i Sonohra e tanti altri e
il solo pensiero di leggere davanti
a tutte quelle persone mi faceva
sentir già male. Io avevo già letto
la mia poesia davanti a un pubblico
ma questa volta era diverso perché
era a livello regionale e c’erano
scuole di tutta la Toscana.” dice
Viviana.
Poi è stato il turno di Francesca
con Zhang Ziwu.
“Per me è stata un’esperienza
bellissima! In occasione del
Capodanno cinese non ho potuto
leggere la poesia a causa
dell’influenza, e mi è dispiaciuto.
Trovarmi lì davanti a quel pubblico
numeroso, nuovo e soprattutto
giovanissimo mi ha un po’
spaventata, e avevo paura di
sbagliare per l’emozione, ma
quando ho finito di leggere ed
hanno incominciato ad applaudire
ho capito che era andato tutto
bene.” dice Francesca.
“Ci sentiamo molto felici,
valorizzati, stimati e realizzati.
Speriamo che gli altri studenti
possano avere la stessa emozione
e sensazione. Speriamo anche che
gli altri possano comprendere e
capire la poesia cinese.”
dicono Lin e Zhang.
Questo spettacolo aiuterà i ragazzi
cinesi a integrarsi meglio nel
tessuto sociale di Campi Bisenzio.
Dopo la nostra esibizione, meritato
riposo in platea per assistere agli
altri numeri.
Altre esibizioni che ci sono piaciute
molto sono state il balletto di break
dance di una scuola superiore, la
musica offerta da un’orchestra di
giovanissimi e il racconto di un
episodio di intolleranza avvenuto
in una scuola di Firenze e discusso
e condannato da tutta la classe.
Si sono esibiti anche tre ragazzi
del CTP di Campi, Centro
Territoriale Permanente, cantando
una canzone cinese dal titolo
Melody. Anche per loro un
successone!
Finito lo spettacolo siamo uscite,
ancora un po’ emozionate ma
soddisfatte.
Francesca e Viviana
9
10 diSegnoComune
Luglio 2009
Ad ogni scuola il proprio nome
no dei momenti più belli e intensi di
quest’anno è stata la giornata del 29
maggio dove abbiamo intitolato tre
scuole del nostro territorio a tre persone che
in questa comunità hanno vissuto: Aurora
Gelli, Riccardo Valerio, Diego Cianti.
L’intitolazione di una scuola è un momento
U
Intitolazione della scuola primaria
di San martino ad Aurora Gelli
er la scuola a Campi Bisenzio il 29 maggio è stata una giornata particolare in
cui l’emozione ha coinvolto tutti i partecipanti ai festeggiamenti per la intitolazione delle tre scuole del circolo che mai avevano avuto un nome proprio: Villa, San Martino, Palagio.
E’ stato un giorno in cui tutta la comunità si
è stretta intorno alla sua scuola, i bambini
con i loro insegnanti, i cittadini comuni, le
autorità. I nomi scelti per le tre scuole non
sono altisonanti e famosi, ma ricordano tre cittadini campigiani la cui vita ha avuto un valore speciale per la comunità. Aurora Gelli,
maestra la cui professionalità era riconosciuta da tutti tanto da spronare molti cittadini
a raccogliere le firme per l’intitolazione a lei
della scuola primaria di San Martino. L’alunno Riccardo Valerio che pur lottando contro la sua malattia ha continuato ad impegnarsi nello studio. Diego Cianti vittima della strada che un cavalcavia senza rete si è portato via.
Scoprire le targhe, semplici, trasparenti con
quei nomi segnati in blu, è stato rivivere il
dolore dei familiari presenti e coraggiosi tanto da acconsentire alla comunità di ricordare per sempre i loro cari. Un ricordo che proseguirà nel tempo perché tutti i bambini che
frequenteranno quelle tre scuole, conosceranno la storia di quei loro tre concittadini e
sapranno che la vita di tutti è preziosa, tanto
che una scuola può essere intitolata a comuni cittadini, comuni cittadini che rappresentano tre diritti fondamentali garantiti dalla
Costituzione, ma ancora purtroppo non per
P
importante per una comunità. Un atto simbolico, un atto della memoria, un insegnamento per chi verrà. Ancor di più se la scuola viene intitolata a persone che in quel territorio sono cresciute, hanno lavorato, hanno
vissuto. Il legame è ancora più significativo, diventa un modo per non dimenticare le storie,
Intitolazione della scuola dell’infanzia
de La Villa a Riccardo Valerio
le vite, le esperienze di chi è stato. Un atto
per rinsaldare questo rapporto e renderlo presente.
E’ stato un momento in cui il senso di comunità si è evidenziato in tutta la sua intensità. Un modo per legare e rendere presente
il ricordo, un grande dono delle famiglie e un
Emiliano Fossi
Assessore alle Politiche educative e culturali
Intitolazione della scuola dell’infanzia
Il Palagio a Diego Cianti
Una giornata
particolare
tutti praticabili. Il diritto ad avere una maestra
che ogni giorno ti ascolta, ti segue, ti conduce ad esplorare le vie del sapere con gioia,
curiosità ed impegno per diventare cittadini
consapevoli delle proprie scelte. Il diritto al-
impegno costante della dirigente e del consiglio di circolo del Circolo centro che per primi hanno avuto l’idea dell’intitolazione e la
forza di portarla avanti.
la cura e alla difesa dalle malattie, perché non
dovrebbe mai accadere che il male si porti
via una vita prima che sia sbocciata lasciando un vuoto incolmabile, tremendo. Il diritto ad avere strade sicure che non ti tradisco-
no. Insegnamenti importanti che la comunità vuol dare ai suoi bambini, al proprio futuro. L’emozione è stata tanta e le parole non
riescono ad esprimere quell’atmosfera magica che ha fatto venire a tutti il batticuore. Il silenzio della famiglia di Aurora, silenzio carico di ricordi, silenzio che non è riuscito a trattenere le lacrime che hanno impedito alle parole di prendere forma. Il coraggio di mamma
Cristina e babbo Roberto che con struggente amore si sono soffermati a lungo con lo
sguardo incredulo a guardare e leggere il nome del loro figlio su quella targa quasi potesse succedere un miracolo. La compostezza
della famiglia Cianti con quegli occhi troppo lucidi nel sapere che Riccardo avrà un fratellino che si chiamerà Diego. Proprio così,
Riccardo voleva un fratellino e ne aveva scelto il nome, Diego.
Un grazie particolare a tutti i presenti alla festa, a coloro che hanno contribuito alla sua
riuscita, alle autorità che con la loro presenza ne hanno sottolineato il valore, al Comune che ha finanziato la pubblicazione contenente le testimonianze di vita dei tre concittadini. 29 maggio 2009, una giornata particolare in cui tutta la comunità di Campi Bisenzio si è presa cura del proprio futuro.
Ornella Mercuri
Dirigente Circolo didattico
di Campi Bisenzio
EUROPEAN SME WEEK 2009: gli studenti incontrano le PMI
In occasione della prima edizione della European SME Week, l’Enterprise Europe Network di Eurosportello Confesercenti, insieme agli Assessorati allo Sviluppo Economico,
alle Politiche Giovanili e alle Politiche Educative del Comune di Campi Bisenzio e al
Dipartimento di Scienze Aziendali dell’Università degli Studi di Firenze, hanno organizzato l’evento Gli studenti incontrano le
PMI.
La prima settimana europea delle PMI, che
si è svolta dal 6 al 14 maggio 2009, è una
campagna per promuovere lo spirito imprenditoriale in tutta l’Europa e per informare gli imprenditori sul supporto a loro favore a livello europeo, nazionale e locale.
Il 12 maggio, nell’iniziativa Giornata porte
aperte in azienda 72 studenti di quattro classi del Liceo scientifico A.M.E. Agnoletti di
Campi Bisenzio e di Sesto Fiorentino hanno
incontrato l’amministratore unico dell’azienda Jacky and Celine, Sara Lin, la Responsabile Comunicazione & PR Sandra Paoli e Patrizia Bambi titolare dell’azienda Patrizia Pepe, che hanno parlato delle loro esperienze e le opportunità che i giovani possono
avere sullo scenario imprenditoriale. All’incontro presso l’azienda Jacky and Celine ha
partecipato Serena Pillozzi, assessore alle Politiche Giovanili mentre all’incontro presso
l’azienda Patrizia Pepe è intervenuto Emiliano Fossi, assessore alle Politiche educative.
Durante la giornata del 13 maggio dedicata
a Impresa, Università e Scuola: insieme per
far fronte alla crisi economica, 80 studenti
sempre dell’Agnoletti hanno partecipato ad
una conferenza presso l’Università degli Studi di Firenze. Il professor Aiello del Dipartimento di Scienze Aziendali, l’assessore allo
Sviluppo Economico Stefano Salvi, e la dottoressa Aceto, Direttrice dell’Agenzia Nazionale LLP - Programma Erasmus, insieme a
rappresentanti delle imprese Brain Technology Spa, Cermavetro Gold Srl e Florence
Town, hanno tenuto una lezione aperta con
gli studenti per illustrare le opportunità dell’attuale situazione economica nonostante la
crisi finanziaria, le opportunità a livello europeo per gli studenti e i casi di successo di
giovani modelli imprenditoriali.
diSegnoComune
Luglio 2009
Riflessione sul
senso civico
ittadini, Istituzioni e regole è il titolo della prima giornata seminariale sul senso civico, che si è
svolta a Campi Bisenzio, presso la Limonaia di Villa Montalvo nel pomeriggio di venerdì 3 aprile 2009 e che è
poi proseguita la sera a Calenzano, presso il Centro Giovani Spazio polivalente. L’idea di organizzare una giornata seminariale di riflessione sulla costruzione del senso civico è nata proprio dall’esperienza quotidiana di lavoro dell’Ufficio della difesa
civica. Nel corso di questi anni, le segnalazioni dei cittadini ci hanno fornito molti
spunti in tal senso, sia sul piano strettamente tecnico, ma
anche e soprattutto con riferimento alla percezione che la
cittadinanza ha delle Istituzioni e della res publica. I soggetti promotori di questa iniziativa sono stati, oltre all’Ufficio del Difensore civico
associato della Piana fiorentina in collaborazione con quello del Difensore civico della
Regione Toscana, le Presidenze dei Consigli comunali
dei quattro Comuni della Piana, le quali si sono dimostrate molto disponibili e attive sia nell’ideazione che nella realizzazione della giornata. Spunti di riflessione sono stati presi anche da alcuni testi di recente pubblicazione su questi temi, tra i quali quello di Gherardo Colombo, Sulle Regole
(ed in particolare sul tema del senso delle regole) e quello di Raffaele Simone L’Italia del
pressappoco - illazioni sull’Italia che non va.
Si è scelto infine di prendere come punto di
riferimento per una riflessione comune L’Italia dei doveri di Maurizio Viroli, un testo molto interessante e “vivace” sul tema del “senso
del dovere” e del rapporto tra doveri e diritti.
L’obiettivo della giornata è stato quello di riflettere sulle ragioni della separazione e della distanza che nel corso di questi ultimi decenni si è creata tra l’amministrazione e la
cittadinanza.
La condivisione di un sistema di regole è, a nostro giudizio, elemento fondamentale per la
civile convivenza di una comunità territoriale. Perché ciò accada è necessario che le norme siano semplici, chiare e costruite mediante
processi partecipati; allo stesso tempo è importante che la comunità comprenda le ragioni che stanno alla base delle regole di convivenza. Ma cosa accade quando le norme
non sono condivise perché ritenute ingiuste,
o quando la comunità non le conosce, o ancora quando “la burocrazia” le fa apparire incomprensibili? La giornata seminariale sul
“senso civico” ha voluto affrontare queste e
altre domande, e ha tentato di comprendere
perché, in un sistema dove i diritti hanno trovato finalmente la loro massima attuazione,
è difficile poter parlare anche dei doveri, dai
quali quegli stessi diritti traggono origine. La
sede scelta per la giornata seminariale è stata, come accennato, quella di Villa Montalvo, presso Campi Bisenzio, sede dell’importante biblioteca comunale oltre che degli uffici servizi alla persona (cultura, sociale, casa).
Il convegno, che ha visto la partecipazione
di circa 60 persone, in buona parte addetti
ai lavori, è stato coordinato e presieduto da
Alessandro Tesi, presidente del Consiglio di
Campi Bisenzio, ed era articolato in due parti. Nella prima, dedicata al tema Le Istituzioni e la cittadinanza si sono susseguite le relazioni di quest’ufficio, del collega Giorgio
Morales, Difensore civico della Regione Toscana, di Monica Squilloni, presidente del
Consiglio comunale di Calenzano e di Gianni Gianassi, sindaco del Comune di Sesto
Fiorentino. Gli interventi hanno evidenziato
la grande difficoltà che ha il nostro paese nella costruzione di un comune senso civico. Il
rispetto delle regole, delle Istituzioni e del loro funzionamento sembra sempre molto faticoso e la cultura dei favori e delle scorciatoie
ancora dura da sconfiggere. In tal senso è sta-
C
to evidenziato anche che l’Italia è l’unico paese dell’Unione Europea a non avere un Difensore civico nazionale e, al contempo, ancora in cima alla classifica dei paesi dove persistono fenomeni diffusi di corruzione. Le regole non piacciono, è stato detto, o per lo
meno non quando riguardano noi; è stata
anche messo in evidenza d’altra parte la eccessiva nebulosità delle norme, spesso contraddittorie tra loro, poco chiare e ancora legate, per certi versi, alla logica del cittadinosuddito. Si è auspicato la possibilità di tornare a diffondere l’educazione civica nelle
scuole, nella società. Le Istituzioni inoltre concordano nella necessità di dover rappresentare un esempio per la propria comunità. Nella seconda parte, dedicata alla condivisione di
un sistema di regole, è intervenuto Tommaso Greco, professore associato di Filosofia e
sociologia del diritto presso la facoltà di Giurisprudenza di Pisa, che ha sostituito il professor Maurizio Viroli, impossibilitato a partecipare, invitato a parlare del già citato volume L’Italia dei doveri. Tommaso Greco ha
incentrato la sua relazione sui temi della partecipazione, del senso delle regole e del rapporto tra doveri e diritti. Ha evidenziato le
difficoltà che a suo giudizio oggi esistono nei
modi della partecipazione, sopraffatti da una
politica leaderistica e molto condizionata dai
massmedia. Greco ha ricordato anche che
probabilmente vi è una regola fondamentale
sulla quale tutti concordano, vale a dire quella secondo cui le regole valgono sempre per
gli altri e non per noi. Si è soffermato sul tema da lui sviluppato (con riferimento al rapporto doveri-diritti) anche in un interessante
scritto, al quale facciamo riferimento nel paragrafo successivo, per ricordarci che l’uomo è
un animale sociale che vive di relazioni; per
questo motivo è necessario a suo giudizio
scoprire modalità di convivenza nuove, basate sul rispetto dell’altro, della sua libertà.
Ha anche sottolineato l’importanza dei luoghi, che dovrebbero essere a misura di uomo, come un tempo lo erano le piazze, per poter tornare a essere spazi di aggregazione, di
incontro, di relazione appunto. L’evento serale
è stato curato, su proposta del nostro ufficio
e dei presidenti dei consigli, dal Consiglio dei
Giovani di Calenzano in collaborazione con
il Centro Giovani Spazio Polivante di quel
Comune. La serata, intitolata Regoliamoci:
Giovani e senso civico, è stata un bella occasione di confronto e di scambio tra le istituzioni ed i giovani. I ragazzi avevano preparato per questa occasione un video, basato
su alcune intelligenti interviste fatte a loro coetanei su cosa sia il senso civico e il rapporto con le regole. Il video è stato proiettato a
inizio serata. Ne è scaturito un documento
molto interessante e divertente, con risposte
La ripresa di un
linguaggio dei
doveri appare
oggi urgente e
necessaria visto
il difficile e
complesso
rapporto con il
sistema delle
regole
diversificate che hanno dato il senso di una
nuova generazione non standardizzabile, in
movimento e oscillante tra una (forse apparente) tendenza all’individualismo e una rigorosa (ma forse non troppo) attenzione ai diritti degli altri. Dopo la proiezione, i ragazzi
hanno voluto replicare le stesse domande al
sindaco di Calenzano, al sottoscritto e ai tre
presidenti del Consiglio presenti; è nato un bel
dibattito stimolante nel quale tutti gli intervistati hanno potuto esprimere la propria opinione su questi argomenti. Complessivamente, la giornata del 3 aprile è stata una
buona occasione di riflessione e di confronto. Ci ha permesso di creare un contatto, che
speriamo possa portare a future collaborazioni, con le nuove generazioni. È stato inoltre un importante precedente per i rapporti
tra gli uffici di difesa civica e quello della Presidenza del Consiglio comunale, con l’augurio che possa diventare un appuntamento annuale stabile. Ma c’è veramente democrazia in
una società che ha solo diritti e nessun dovere? Le riflessioni sollevate in occasione della giornata seminariale si portano dietro molti interrogativi di questo tenore. In particolare, quel che certamente emerge è la necessità di trovare spunti per una maggiore e più
convinta condivisione delle regole. La riscoperta, o forse meglio la ripresa di un linguaggio dei doveri appare oggi urgente e necessaria proprio per le ragioni che abbiamo sin
qui messo in evidenza circa il difficile e complesso rapporto con il sistema di regole. Ricominciare a parlare per doveri e non per diritti infatti, non significa svalutare il valore di
quest’ultimi, quanto piuttosto - come è stato
detto - salvaguardare almeno un minimo di
quella dimensione sociale di cui ogni individuo ha bisogno per poter vivere una vita decente. Non c’è alcun dubbio sul fatto che il riconoscimento e il consolidamento dei diritti
sia sempre stato e sia tuttora un obiettivo fondamentale di una moderna e civile società.
Eppure è altrettanto evidente che se chi ha i
diritti non sente il dovere di limitarli con una
norma, i diritti svaniscono nel nulla. Forse
allora, seguendo questa prospettiva relazionale potremmo tentare di sconfiggere (o per
lo meno di combattere) quell’individualismo
“egoista” che ignora i doveri e che ha creato
e continua a creare conflitti e paure tra i cittadini, oltre a essere la prima miccia di quella costante insoddisfazione verso la cosa pubblica, talvolta giustificata da atavici ritardi e
inefficienza, ma altre volte specchio anche
delle insoddisfazioni “private”.
Emanuele Pellicanò
Difensore civico associato
della Piana
11
Le gite del
gruppo sportivo
Il Gruppo Sportivo Gsr Polizia Municipale di Prato organizza un ricco programma di gite per le prossime settimane. Ecco nel dettaglio date e destinazioni:
5/12 luglio, 12/19 luglio, 19/26 luglio
Isola d’Ischia soggiorno termale
11/18 luglio Lipari otto giorni al sole
delle isole Eolie
25 luglio/1 agosto Palinuro
2/9 agosto Lavarone Trentino montagna
con amore
2/9 agosto Isola di Losinj settimana in
Croazia
9/22 agosto Cina gran tour della Cina
di ieri, oggi e domani
9/16 agosto Lavarone ferragosto in Trentino sul fresco altopiano
13/18 agosto Londra
16/22 agosto Lavarone Trentino montagna con amore
22/29 agosto Arbatax Telis Village
22/29 agosto Noto Marina soggiorno al
mare di Sicilia
23/30 agosto Cefalù soggiorno al mare
di Sicilia
Per informazioni rivolgersi ogni martedì e giovedì dalle ore 15 alle 18 presso
la sede del Gruppo Sportivo Gsr Polizia
Municipale di Prato, piazza Macelli 8,
telefono 0574 1836718; www.associazione.prato.it/gsrpm; email [email protected]; oppure presso il punto informativo del lago Paradiso, via Pantano 2 a Campi Bisenzio il mercoledì dalle ore 15 alle 17,
telefono 331 3151384.
Avventura Trekking
11/12 luglio
Parco delle Dolomiti d’Ampezzo
L’escursione si sviluppa intorno al Passo del Falzarego, una delle più suggestive della Dolomiti. Camminare in
ambiente incontaminato, dormire una
notte in rifugio, assistere allo straordinario tramonto e alla delicata alba che
questo luogo può offrire sono emozioni
sicuramente da non perdere. Il rifugio
si può raggiungere anche in funivia. Escursioni facili e medie.
(Primo giorno tempo di percorrenza 3
ore, dislivello 500 metri. Escursione
facile)
(Secondo giorno tempo di percorrenza
6 ore, dislivello 400 metri. Escursione
media)
26 luglio
Anello dell’Orrido di Botri
Anello che costeggia il famoso Orrido
di Botri che passa dal rifugio Casentini, punto di partenza ideale per le calate in corda doppia all’interno della
gola. (Tempo di percorrenza 6 ore e
mezza, dislivello 900 metri. Escursione media).
Per informazioni rivolgersi il mercoledì
e il venerdì, dalle ore 21.30 presso la
sede di piazza Matteucci 11 a Campi
Bisenzio (primo piano) o telefonare ai
numeri 055 8960971, 339 5337379
o visitare il sito all’indirizzo
www.avventuratrekking.it,
e-mail [email protected]
12 diSegnoComune
Luglio 2009
La Cit
ee
l
i
b
i
s
i
V
sion
dell’Inclu
g
n
ti
e
e
à
t M
uando il 20 novembre 2006, l’Assemblea Generale dell’Onu proclamò il 2009 Anno Internazionale della Riconciliazione, sicuramente si propose di
affermare la sua ferma determinazione a portare avanti i processi di riconciliazione nelle
società divise e dilaniate dai conflitti.Tali processi sono necessari per conseguire una pace
duratura. La creazione di una diffusa cultura
di pace si realizza attraverso la costruzione
di azioni visibili di relazioni, dialogo e pratiche di non violenza. Superare la paura del diverso e della diversità, avere coscienza dei
propri diritti come dei doveri, dare esempio
di dignità, rispettare e insegnare la legalità,
ispirare le proprie azioni all’accoglienza, ai
valori religiosi, etici, spirituali e non ultimi ai
principi della nostra Costituzione e della Dichiarazione universale dei diritti umani sono
gli strumenti che la nostra Amministrazione
ha scelto per l’inclusione, la sicurezza e la convivenza.
Le svariate cittadinanze presenti nel
nostro territorio sono fonte di relazioni, culture, scambi e
amicizia. La loro costituzione in Associazioni, la nostra
attivazione di politiche partecipative e
azioni interculturali
aiuta a costruire coesione tra tutte le
plurali identità che
oggi coabitano nel
nostro territorio comunale. La Città Visibile è un insieme e
una serie di eventi costruiti e organizzati con
la collaborazione delle associazioni, dei circoli,
del volontariato, delle parrocchie e di tutti
voi. Un meeting che accompagnerà la nostra
città alla partecipazione alla Marcia Mondiale
per la Pace e la non Violenza e alla conoscenza delle tradizioni culturali, delle musiche, delle cucine del mondo che oggi vivono
a Campi Bisenzio ma anche alla condivisione delle celebrazioni, Feste nazionali e Giornate internazionali.
Conosceremo esperienze di viaggio, potremo assistere a proiezioni di video, di foto che
ci faranno conoscere luoghi e paesaggi, i volti, la sofferenza e la gioia dei popoli. Potremo
farlo con il vostro contributo se vorrete aiutarci ad allestire la nostra che organizzeremo
presso la Sala Caponnetto il 1° gennaio
2010, per stare insieme il primo giorno di un
nuovo anno. Una marcia tutta campigiana
che anticipa la marcia mondiale che partirà
dalla Nuova Zelanda il 2 ottobre 2009 an-
La Città Visibile
Meeting dell’inclusione
17 maggio 2009
Auditorium Gianni
Rodari
Festa del Camerun
Q
La mia storia
di immigrata
Sono Ngo Ndjock Lingock vengo da Yaounde la
capitale del Camerun, un paese dell’Africa centrale. Lì ho frequentato fino al liceo, poi ho fatto l’Università a Sfax in Tunisia dove mi sono
laureata in chimica. Lì è nata anche la mia prima figlia. Tornando nel 1999 in Camerun, ho
insegnato la stessa materia fino al 2003. Nel
luglio del 2003 ho raggiunto mio marito in Italia. Venuto qui per studiare, aveva trovato un lavoro. Per la stabilità della nostra copia era meglio che lo raggiungessi, quindi non sono venuta
perché avevo un’estrema necessità di lavoro. Il
primo anno sono rimasta incinta del mio secondo figlio perciò non ho sentito troppo il
cambiamento, ma è cresciuto e lì che sono iniziate le difficoltà, prima la lingua, era penoso
uscire senza mio marito allora ero sempre a
casa. La lingua, l’ho imparata con mia figlia
quando l’aiutavo à fare i compiti. La difficoltà
maggiore rimane il riconoscimento dei miei diplomi, senza questo non sarò mai a mio agio.
Penso che la chimica sia unica per tutti paese del mondo. Nel 2006 nasce il mio terzo figlio e viene con lui il problema dell’inserimento
del fratello al nido, fu una battaglia difficile
perché dicevano: “tu non lavori”, allora non
2 giugno 2009
Campo Sportivo la Villa
Marocco nella Piana
19 giugno 2009
Circolo Adelindo Bacci
Gara di calcio-balilla
Italia/Romania
I PROSSIMI EVENTI
Sabato 27 giugno
ore 16-24 Circoliadi giornata dedicata
all’incontro con la comunità albanese,
circolo ricreativo Rinascita di San Piero
a Ponti, Piazza del Popolo n. 11
ore 20,00 Circolo MCL di Santa Maria,
via Spartaco Lavagnini, 28
Cena di solidarietà a favore della costruzione di una Chiesa in Costa d’Avorio.
Dal 14 al 21 Luglio
Io, noi e i Saharawi - Comitato pro-Saharawi
Dal 2 al 5 luglio
No Gap Festival - Il Festival della nessuna distanza, a cura del circolo Arci Dino
Manetti, via Baracca n. 2/a, San Piero a
Ponti, una serata sarà dedicata alla presentazione della Marcia Mondiale per la
Pace e per la Non Violenza
Sabato 18 luglio
ore 10-24 Festa del Senegal, Parco di
Villa Montalvo, dedicata al finanziamento di una scuola in Senegal a cura dell’Associazione per l’Assistenza ai Bambini Diseredati A.E.D. Italia Onlus
niversario della nascita di Gandhi, Giornata
internazionale dell’Onu dedicata alla non
violenza, per concludersi sulla Cordigliera
delle Ande, in Argentina, il 2 gennaio 2010.
E’ la prima marcia mondiale che percorrerà
tutto il pianeta chiedendo la fine delle guerre, delle armi nucleari e di ogni forma di violenza, di razzismo e di discriminazione.
Sarà a Firenze l’11 novembre 2009 e ognuno di noi si deve sentire impegnato a riflettere che la fame nel mondo si può risolvere
con il 10 per cento di quanto le Nazioni spendono negli armamenti, che le guerre che hanno conosciuto migliaia di generazioni hanno portato solo distruzione, povertà, umiliazione e morte e che il dialogo e la non violenza sono le uniche armi per una convivenza civile. Abbiamo aderito alla Marcia Mondiale e la non Violenza anche con l’impegno
di sensibilizzare la comunità internazionale
verso la causa Saharawi, un popolo gemellato con la nostra città che è stato costretto ad
mi potevano prendere il bambino. Questo è un
fatto, considero che dovrà entrare nelle graduatorie perché noi la famiglia non l’abbiamo
qui, ma di fronte a tutte le difficoltà c’è sempre qualcuno che ti da una mano, ti fa un sorriso, ti aiuta. Ho avuto la fortuna di incontrare
una donna straordinaria che mi ha aiutato a
trovare il lavoro che faccio ora. Questo lavoro
mi ha permesso di incontrare altre persone,
approfondire la lingua italiana, integrarmi di
più nella società ed essere autonoma. La battaglia più dura rimane l’integrazione dei nostri figli a scuola e nella vita attiva, sopratutto
per noi africani perché la nostra pelle fa sempre paura alla gente. Per questo, con i miei
connazionali abbiamo creato un associazione
per poter aiutare i più deboli sia in Italia che nel
nostro paese, che si chiama A.C.S (Associazione Camerunese Per La Solidarietà). Questa
esperienza mi ha fatto crescere e maturare,
mettendomi di fronte alle mie responsabilità di
mamma, ma anche di una componente del comune di Campi Bisenzio. Nel nostro comune
ho trovato tante persone di buon cuore che mi
hanno aiutato ad integrarmi e sapere i miei diritti ma anche i miei doveri, perciò, ringrazio
l’assessore all’immigrazione e tutte le associazioni che si prendono cura delle donne. Mi
auguro che la nostra presenza (immigrati) non
sia un danno per l’Italia ma una risorsa.
abbandonare il proprio territorio, il Sahara
Occidentale nel 1975, ed ha trovato rifugio
nel deserto algerino continuando a lottare
per la propria sopravvivenza. Con la ferma
intenzione di arrivare all’effettuazione di un
referendum di autodeterminazione che però
stenta a concretizzarsi, costringendo la popolazione a vivere in uno stato d’insicurezza
e continua sofferenza. Con il Comitato promotore della marcia, a Campi rappresentato
da Claudia Caruso dell’Associazione Comunità, per lo sviluppo umano abbiamo incontrato i Circoli, le Associazioni e incontreremo in questo percorso altri circoli e altre associazioni ma se cittadini e cittadine desiderano parlare con noi, proporci idee, aiutarci
nell’allestimento delle mostre fotografiche e
video, ne saremo felici. Potrete contattarci
tramite l’ufficio pace a Villa Montalvo e-mail:
[email protected] - tel.
055 8959330.
Nadia Conti
Assessore alla Solidarietà e Cooperazione
Internazionale, Pace,
Gemellaggi e Immigrazione
Sabato 25 luglio 2009
ore 10-24 Incontriamoci
Circolo Risorgimento di Capalle, mercatino multietnico, buffet, incontro con le
comunità del Marocco, Albania, Romania
e Cina)
Da luglio ad agosto
Solidarietà e cooperazione internazionale:
- Viaggio di solidarietà in Bosnia a cura
della cooperativa Macramè, per iscrizioni [email protected], entro il
10.6.2009.
- Campi di lavoro in Perù a cura della
Parrocchia di San Lorenzo,
- Bottega del Sole, Un autobus per il Cile: riempiamolo di materiale scolastico
Domenica 2 agosto
ore 20 Festa del Perù all’interno dell’Estate Campigiana per far conoscere le
tradizioni culturali e la cucina del popolo peruviano a cura dell’associazione Viva il Perù
Dal 22 agosto al 2 settembre
Tandem di Pace: Campi Bisenzio/Berlino,
20 anni dal crollo del muro
Una bambina
immigrata a scuola
Io mi chiamo Ekani Effa Myriam Bernadette,
nata in Tunisia nel 1999, dopo la mia nascita siamo tornate in Camerun io e la mia mamma, dove ho vissuto per cinque anni. Poi nel 2004 sono venuta a vivere con mio padre. I miei primi
giorni a scuola furono difficili, tutti i compagni
di classe erano bianchi, per me fu una cosa strana non avevo mai visto così tanti bianchi nella
mia vita e non sapevo neanche una parola d’italiano quindi gli altri mi prendevano in giro, mi
picchiavano e la maestra non si occupava mai
di me diceva “tu non sai parlare la lingua”. Spesso mi veniva voglia di tornare in Camerun, ma per
non preoccupare i miei genitori mi sono impegnata a imparare la lingua, dopo tre mesi sapevo già parlare perfettamente la lingua e potevo
finalmente integrarmi fra gli altri così ho fatto
amicizie. Quando sono arrivata alla scuola primaria, le maestre e i compagni di classe erano
ancora più gentili. Ora, mi sento a mio agio e
felice ma comunque mi manca la mia famiglia
rimasta in Camerun, soprattutto il mio cane con
cui mi divertivo. Penso che prima di respingere
gli altri bisogna conoscerli perché la differenza
non è una barriera, anzi una ricchezza e dobbiamo approfittarne.
diSegnoComune
Luglio 2009
Accoglienza
dei bambini saharawi
piccoli ambasciatori di pace
’accoglienza dei bambini del popolo Saharawi è promossa ogni anno dal Gruppo
di coordinamento Saharawi del nostro Comune, dalla Rappresentanza del Fronte Polisario (ovvero del Fronte di liberazione del Sahara
Occidentale) in Italia, dall’Associazione Ban
Slout Larbi e dall’Amministrazione comunale.
Quest’azione riveste allora un duplice profilo, politico e umanitario. Il primo, la solidarietà con
la causa Saharawi, sta a significare il nostro impegno all’affermazione e al riconoscimento del
diritto all’autodeterminazione del Sahara occidentale, sancito da numerose risoluzioni delle
Nazioni Unite, e per promuovere la pace e il
dialogo, tra i due popoli marocchino e saharawi. Il secondo è il sostegno umanitario a una
popolazione che sta sopravvivendo esclusivamente grazie alle reti di solidarietà al livello internazionale, nazionale, regionale e locale. Di
questo, durante la festa Marocco nella Piana ne
abbiamo parlato con il viceconsole del Marocco, signor Jamaleddine Imane e abbiamo con
lui un appuntamento per settembre, nella settimana dedicata ai gemellaggi nel programma di
La Città Visibile - Meeting per l’inclusione, nella
convinzione che il dialogo, la conoscenza e il
rispetto possa partire anche da persone semplici come noi, innamorate però della giustizia,
dell’equità, della politica. Campi, in questi anni ha dato il suo contributo ai progetti di aiuto
umanitario e di solidarietà con i saharawi. Interventi di vario tipo nelle tendopoli del deserto, come la fornitura di medicinali e generi alimentari e in gemellaggi ed ospitalità, rivolta soprattutto ai bambini, ma potremo pensare anche
all’accoglienza agli adolescenti, che per motivi
di studio potrebbero venire in Italia, frequentare il nostro liceo e le nostre Università.
Il programma per il 2009 prevede l’accoglienza al livello nazionale di 430 bambini (di cui
192 in Toscana) e dei loro accompagnatori. Il
soggiorno di alcuni di loro (10) nella nostra città, rappresenta una liberazione se pur breve dal
deserto; ed è anche un aiuto sanitario, perché i
bambini potranno essere visitati da medici nelle nostre strutture, dove vivranno per tre mesi un
sogno, attori di una fiaba che racconteranno e
che si ricorderanno per tutta la vita. Fino a che
punto questo, però possa continuare, onestamente non lo so, ma ritengo che non si possa vivere senza sogni e senza la speranza di realizzarli.
Martin Luther King aveva un sogno per i suoi figli. Oggi è una realtà. I bambini saharawi saranno ospitati a Campi Bisenzio da:
L
Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio, Circolo Anpas Gni Gni, Circolo Mcl e parrocchia di
Santa Maria, associazione Pallavolo Bacci, associazione Gemellaggi, ditta Fildrop e altre
aziende della zona industriale San Lorenzo, Macramè, Cit, circolo Rinascita San Piero a Ponti,
parrocchia San Cresci di San Piero a Ponti, circolo Arci Rinascita di Campi Bisenzio, sezione
Soci Coop di Campi Bisenzio, associazione volontari Fratellanza Popolare di San Donnino,
circolo Il Rosi, circolo Arci Dino Manetti, associazione Concausa, associazione Operarte,
circolo Sandro Pertini, circolo Arci San Martino, circolo Arci San Donnino (casa del popolo). Un grande ringraziamento al Comitato proSaharawi di Campi Bisenzio che ha seguito la rete di solidarietà campigiana, alla Pubblica Assistenza che ha coordinato il programma di accoglienza, a tutti i volontari e le associazioni
per la grande sempre sorprendente e generosa
disponibilità. Alla nostra comunità ricordo che
chi desidera contribuire con doni ai bambini
può donare: abbigliamento, scarpe, saponi, zaini, accappatoi, dentifrici, spazzolini e ogni altro materiale utile alla loro permanenza nella
Città. Grazie
Nadia Conti
Assessore alla Solidarietà e Cooperazione
Internazionale, Pace,
Gemellaggi e Immigrazione
PROGRAMMA
martedì, 14 luglio 2009
ore 10 arrivo dei bambini saharawi alla Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio
ore 12.30 pranzo presso il Circolo Gni Gni
della Pubblica Assistenza
ore 17.30 animazione e giochi presso la Parrocchia di Santa Maria con la collaborazione
della Pallavolo Bacci
ore 20.30 cena di solidarietà presso il Circolo Mcl Santa Maria. Interverrà la Filarmonica
Michelangiolo Paoli. Per prenorazioni, entro
il 16 luglio
telefonare alla parrocchia di Santama 055
8954109 o al circolo Mcl 3292464833
mercoledì, 15 luglio 2009
dalle ore 9.30 alle ore 17
i bambini saranno ospiti giochi alla Macramè Cooperativa Sociale Onlus
ore 19 iniziativa di solidarietà degli artigiani
di San Lorenzo, presso l’azienda Fildrop
giovedì, 16 luglio 2009
LuglioBambino per il Saharawi
ore 20.30 cena di solidarietà in piazza del
Popolo, Circolo Rinascita di San Piero a Ponti in collaborazione con la Parrocchia di San
Cresci
venerdì, 17 luglio 2009
ore 9.30 gita con la Pubblica
ore 20.30 cena di solidarietà in piazza Mat-
13
teucci, Circolo Arci Rinascita di Campi Bisenzio
sabato, 18 luglio 2009
ore 9.30 visita al Parco Chico Mendez di San
Donnino con i volontari della Pubblica Assistenza
ore 12.30 pranzo presso il Circolo Gni Gni
della Pubblica Assistenza
ore 17.30 incontro pubblico Impariamo a conoscere il popolo Saharawi, sezione soci Coop di Campi Bisenzio - presso la saletta sezione soci Coop. Partecipano Adriano Chini,
sindaco di Campi Bisenzio, Dan Daddi, rappresentante in Toscana del popolo Saharawi
e Angelo Cerrato, presidente Sezione Soci Coop Campi Bisenzio.
ore 20 cena di solidarietà nel piazzale Coop
a cura della sezione soci Coop di Campi Bisenzio
Il ricavato sarà interamente devoluto a sostegno delle spese per il viaggio dei bambini
Saharawi.
Info e prenotazioni: alla Sezione Soci dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19 o telefonando ai numeri 055 8964223 oppure 339
3207292.
domenica, 19 luglio 2009
ore 9.30 disegna e colora con l’associazione
Operarte presso gli spazi della Pubblica Assistenza
ore 12.30 pranzo presso il Circolo Gni Gni
della Pubblica Assistenza
ore 18 incontriamo i bambini in sala consiliare
ore 19 parco giochi presso la Fratellanza Popolare di San Donnino
ore 20.30 cena di solidarietà nel piazzale della Fratellanza Popolare di San Donnino
lunedì, 20 luglio 2009
ore 9.30 biblioteca di Villa Montalvo
ore 12.30 pranzo presso il Circolo Gni Gni
della Pubblica Assistenza
ore 20.30 cena di solidarietà alla Pubblica
Assistenza di Campi Bisenzio
martedì, 21 luglio 2009
dalle 9.30 i bambini saranno ospiti del circolo
Vivere Il Rosi - Il Rosi-Capalle
ore 20.30 cena di solidarietà al Circolo Vivere Il Rosi a seguire spettacolo
mercoledì, 22 luglio 2009
ore 9.30 saluto e partenza dei bambini verso l’accoglienza di Montespertoli
Per le iscrizioni alle cene di solidarietà rivolgersi direttamente ai Circoli e alle Parrocchie
che le organizzano oppure confermare la partecipazione all’ufficio pace tel. 055 8959330
email: [email protected], entro il 10 luglio 2009.
No Gap Festival IV edizione
Siamo tutti diversi e ci piace avere cose in comune
Dal 2 al 5 luglio prossimi presso il Circolo Arci
Dino Manetti di San Piero a Ponti (Campi Bisenzio) si terrà la quarta edizione del No Gap
Festival. Caratterizzato per l’impegno nella promozione di una cultura di pari opportunità il
festival vede quest’anno la presenza della cooperativa sociale Macramè Onlus di Campi Bisenzio assieme allo storico gruppo di promotori:
cooperativa sociale Matrix Onlus, circolo Arci
Dino Manetti di San Piero a Ponti e Controradio. Il Festival, patrocinato dalla Regione Toscana e dal Comune di Campi Bisenzio, avrà un
ricco calendario di eventi ed attività: osteria
sociale con i ragazzi del Nessun Dorma, birreria all’aperto, mercatini, sport, seminari, momenti di impegno arte e cultura. Saranno presenti artisti e gruppi sia del panorama artistico fiorentino che nazionale. Nella serata di
apertura del 2 luglio, dopo un breve spettacolo proposto dal centro di socializzazione Il Mosaico di Campi Bisenzio saranno presenti Paolo Migone di Zelig con il suo celebre occhio
nero e gli attori della Lega Improvvisazione Firenze. Per i giorni successivi confermata la presenza dei The Road House, dei Plebs - Passo
Gigante, dei vincitori del Rock Contest 2008
Bad Apple Sons, del cantautore Stefano Cascio e del poeta Paolo Pratesi. Chiuderanno la
programmazione artistica i Gatti Mézzi con un
concerto nella serata di domenica 5 luglio a
termine di una giornata speciale che vedrà la
presenza, tra gli altri, dell’associazione Pega-
so Onlus - centro riabilitazione equestre Anire
di Sesto Fiorentino che proporrà esperienze di
avvicinamento equestre per grandi e piccini
(prove di monta e brevi percorsi a cavallo anche per persone diversamente abili) e dalla sezione soci Coop di Campi Bisenzio che dalle
ore 12.30 proporrà un pranzo di solidarietà a
vantaggio della campagna di adozioni a distanza Il cuore si scioglie.
Il ricavato del No Gap Festival sarà quest’anno
interamente destinato allo sviluppo di un progetto di inclusione lavorativa e sociale per persone con svantaggio promosso dalle cooperative sociali Matrix e Macramè, dal circolo Arci
Dino Manetti e sostenuto dal Comune di Campi Bisenzio e dalla Società della Salute zona
Nord Ovest Fiorentina.
Alessandro Guarducci
PROGRAMMA
Spettacoli dal vivo ad ingresso gratuito ogni
sera dalle ore 21.30
2 luglio
Dall’udito al tatto, dalla fuga al contatto spettacolo teatrale del centro di socializzazione Il
Mosaico di Campi Bisenzio
Match di improvvisazione teatrale con Paolo
Migone di Zelig e gli attori della Lega Improvvisazione Firenze
3 luglio
Concerti live di The Roadhouse e Passogigante
4 luglio
Poesia e musica d’autore con Paolo Pratesi e
Stefano Cascio
Concerto live di Bad Apple Sons vincitori del
Rock Contest 2008
5 luglio
Concerto live di Gatti Mézzi
Eventi speciali
Domenica 5 luglio
in collaborazione con la Sezione Soci Coop di
Campi Bisenzio e l’Associazione Onlus Pegaso
centro riabilitazione equestre Anire di Sesto
Fiorentino a sostegno dell’iniziativa di solidarietà Il Cuore si Scioglie: dalle ore 10 alle 17
Siamo a Cavallo esperienze di avvicinamento
equestre per grandi e piccini, prove di monta
e brevi percorsi a cavallo anche per persone
con disabilità, dalle ore 12.30 La Gran Grigliata e a seguire relax nel pratone, giocoleria
e sport per tutti
Osteria sociale con i Ragazzi del Nessun Dorma ogni sera dalle 19.30 specialità campigiane, pizzeria, pesce fresco, piatti biologici,
senza glutine, vegetariani
Seminari aperti (iscrizioni gratuite via mail [email protected]) dalle ore 14 alle 18
2 luglio Ristorazione sociale e cucinare per la
salute
3 luglio Offerta ristorativa e sostenibilità am-
bientale
4 luglio Buone prassi di
inserimento lavorativo per persone
con svantaggio
Sport
2 luglio ore 18.30 partita di calcio a 5 tra i ragazzi del gruppo calcio della coop Matrix e i
ragazzi della coop Macramè sotto la guida del
mister Renzo Ulivieri
Tutti i giorni dalle 18 alle 21 Vieni a provare lo
sport spazi sportivi aperti a tutti.
14 diSegnoComune
Luglio 2009
terza
20
09
teatroartidistradalaboratoricinema
arte
scienza
rendere visibile
l’invisibile
dal 3 al 17 luglio
nel centro storico
di Campi Bisenzio
Giunto alla sedicesima edizione,
il Festival conferma il suo
trasferimento nel centro storico e
rinnova il suo impegno a fare della
città, per 15 giorni, un teatro di
eventi unici e irripetibili, chiamando
tutti ad esserci non tanto per vedere,
ma per partecipare. Questo che
rischiava di essere solo un cambio
di residenza, nell’edizione passata ha
determinato la forza rinnovata della
manifestazione che, con la complicità
di tutti, ha invaso poeticamente la
città stringendola in un abbraccio.
Risultato di quindici anni di un
lavoro di cui è solo la punta
emergente dell’ “iceberg”,
LuglioBambino è il frutto
di un progetto fatto di opere, di
azioni e di storie, cioè di produzioni
di spettacoli, ospitalità di compagnie
ed artisti, incontri culturali, mostre,
installazioni, laboratori. L’arte, si sa,
è superflua e perciò indispensabile
come l’amore. E nasce dovunque,
anche nei luoghi più impervi e
malgrado tutto; ma tenerla in vita e
farla crescere, sviluppare, è faticoso.
Richiede attenzione costante e
continua tensione, dedizione e
quotidiana costruzione di una
traiettoria. In questi anni sono stati
tanti gli episodi che hanno segnato
l’evoluzione di questo percorso e
tutti questi momenti sono vivi nella
memoria: essi rappresentano un
teatro degli affetti.
Ma ciò che ne ha reso possibile la
realizzazione è la città, una città
amica che ha consentito la presenza,
il movimento e il gioco anche dei più
piccoli; che ha favorito l’esplorazione
di nuovi territori, la conoscenza e lo
scambio e che è pronta ancora una
volta ad aprire a tutti le sue porte.
Nell’anno galileiano LuglioBambino
incontra la scienza e ne provoca
il dialogo con l’arte.
La città diventa così testimone di
questa “singolare tenzone” che vede
arte e scienza, attraverso percorsi
diversi, perseguire lo stesso obiettivo:
rendere visibile l’invisibile.
Direzione artistica
Manola Nifosì
Sergio Aguirre
Centro Iniziative Teatrali
passaparola
la libreria di LuglioBambino
punto info
foyer del Teatro Dante
a cura del Centro Iniziative Teatrali
e della libreria Rinascita di Sesto
Fiorentino
Presentazione delle novità
dell’editoria per bambini
Incontro con autori ed illustratori
Narrazioni-Letture
Venerdì 3 luglio ore 18.30
Contamela tutta...
Laboratorio sulla bugia con i bambini
Raccontiamo balle in cerchio e facciamo la
gara a chi la dice più grossa! Quanti tipi di
balle ci sono? E perché quelle dei grandi sono a fin di bene e quelle dei piccoli fanno
venire il naso lungo? Le persone e gli animali muoiono o spariscono? Esiste Babbo
Natale? E che differenza c’è tra una bugia e
una fiaba? E per fare una fiaba bisogna inventare bugie? Raccontiamocele tutte e dipingiamo insieme! Laboratorio a cura di
Arianna Papini, direttore artistico della casa editrice Fatatrac di Firenze ed illustratrice
di libri per l’infanzia
Domenica 5 luglio ore 18
Consegna del premio Il libro di LuglioBambino
Saranno presenti gli autori Vanna Cercenà
per il libro Diario allo specchio (EL, 2005)
ed Ermanno Detti per il libro Vado a stare
con i nonni (Fatatrac, 2008) e la giuria dei
bambini delle scuole di Campi Bisenzio
Venerdì 10 luglio ore 18.30
Lettura animata
Presentazione del libro Alfredo l’imbranato
(Ibiskos, 2007)
Incontro con l’autrice Francesca Lombardi
spettacoli
in corso
il programma si articola in spazi
e in momenti diversi
Venerdi 3 luglio
Centro Storico ore 21.30
Giornata d’inaugurazione
La compagnia francese Karnavires
“Les Illumineurs” domatori di fuoco
presenta
La notte illuminata
Spettacolo itinerante.
Improvvisamente la città si
infiamma trascinando il pubblico in
un viaggio che trasforma in un
istante lo spazio e il tempo.
Strutture luminose, come
costellazioni, sorgono ad ogni
angolo di strada, vie e marciapiedi
bruciano dell’energia che li invade.
Ascolta... ascolta e guarda
l’incredibile storia de
“Les Illumineurs”,
domatori di fuoco, personaggi
straordinari che orchestrano questa
apoteosi di scintille
Premio LuglioBambino
al miglior spettacolo teatrale
Teatro Dante
Novità presentate dalle più importanti
compagnie italiane
Premio
“Giuria della critica”
Premio
“Giuria dei bambini”
Gli spettacoli saranno visionati da una giuria di giornalisti e da una giuria di bambini delle scuole di Campi Bisenzio
Tutti gli spettacoli inizieranno alle ore 21.30
Biglietto 1 euro
L’incasso verrà devoluto all’Associazione di
Solidarietà con il Popolo Saharawi Ban Slout
Larbi
Sabato 4 luglio
Villa Rucellai ore 17.30
Un albero per ogni neonato
Consegna dei certificati alle bambine e ai bambini nati nel 2005
ore 18
La compagnia Erewhon presenta lo spettacolo
Un’onda chiamata marina
Con la collaborazione di Slow Food e la Sezione soci Coop di Campi Bisenzio
Teatro Dante ore 21.30
Premio teatrale LuglioBambino 2009
Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani (Torino)
Aquarium
Teatro d’attore e oggetti
Piazza Fra Ristoro ore 19 - 21 - 22
Caravankermesse
(Spettacolo dentro il camper magico)
Prenotazione obbligatoria:
tel. 329 8628437 oppure 055 8964519
Cappella Villa Rucellai ore 19 - 21 - 22
Stefano Vercelli (Modena)
Only for your eyes
Venticinque minuti nella stanza degli specchi
e una storia piccola piccola tutta per te
Spettacolo per solo 6 spettatori alla volta
Prenotazione obbligatoria:
tel. 329 8628437 055 8964519
Itinerante nel centro Storico ore 21
I Sonati della Pirandello
La Banda suona in movimento
Banda itinerante a cura del maestro Leonardo Brizzi
Domenica 5 luglio
Piazza Fra Ristoro ore 19 - 21 - 22
Caravankermesse
(Spettacolo dentro il camper magico)
Prenotazione obbligatoria:
tel. 329 8628437 oppure 055 8964519
Teatro Dante ore 21.30
Premio teatrale LuglioBambino 2009
Crest (Taranto)
La storia di Hansel e Gretel
Teatro d’attore
Cappella Villa Rucellai ore 19 - 21 - 22
Stefano Vercelli (Modena)
Only for your eyes
Venticinque minuti nella stanza degli specchi
e una storia piccola piccola tutta per te
Spettacolo per solo 6 spettatori alla volta
Prenotazione obbligatoria:
tel. 329 8628437 055 8964519
Piazza Matteotti ore 21.30
La Leggera (Firenze)
La ruota dell’acqua
Un racconto sull’acqua guidato dagli attorisuonatori
Lunedì 6 luglio
Piazza Matteotti ore 18.30 e 21.30
Erewhon (Monza)
Suoni in gioco
Strane costruzioni, oggetti in movimento, meccanismi sonori, macchine in gioco
Teatro Dante ore 21.30
Premio teatrale LuglioBambino 2009
Teatro Le Nuvole (Napoli)
L’acqua e la noce
Teatro d’attore
Cappella Villa Rucellai ore 19 - 21 - 22
Stefano Vercelli (Modena)
Only for your eyes
Venticinque minuti nella stanza degli specchi
e una storia piccola piccola tutta per te
Spettacolo per solo 6 spettatori alla volta
Prenotazione obbligatoria:
tel. 329 8628437 055 8964519
Piazza Fra Ristoro ore 21.30
Il Teatro Viaggiante (Milano)
Cip e Ciop: Panem et Circenses
Monocicli, giocoleria, magia comica e tanto
di più…
Martedì 7 luglio
Piazza Matteotti ore 18.30 e 21.30
Erewhon (Monza)
Suoni in gioco
Strane costruzioni, oggetti in movimento, meccanismi sonori, macchine in gioco
Teatro Dante ore 21.30
Premio teatrale LuglioBambino 2009
Teatro Gioco-vita (Piacenza)
Babar
Teatro d’ombra
Itinerante nel centro storico ore 21.30
La Leggera (Firenze)
Giro in giro
Una carovana di migranti suonatori coinvolge chi incontra e facendolo suonare lo porta
con sé
Mercoledì 8 luglio ore 21.30
Mercoledì in centro: mercatino ed eventi a cura del Consorzio Fare Centro Insieme
Teatro Dante ore 21.30
Premio teatrale LuglioBambino 2009
Porte Girevoli-Claudio Cinelli (Vinci)
Heartbeat - Batticuore
Teatro d’attore, pupazzi a tecnica bunrako
Giovedì 9 luglio
Laboratorio di Cinema ore 18
Prenotazioni allo spazio Passaparola
Piazza Matteotti ore 18.30 e 21.30
Accademia del gioco dimenticato (Milano)
GiocaMondo
Animazione di piazza con vecchi giochi
Villa Rucellai ore 21.15
Brujerias de papel (Messico)
Quadri di una esposizione
Pupazzi e marionette
Rocca Strozzi ore 21.30
Teatrombria
Mignon- Micro teatro
Micro spettacolo di teatro d’ombre
Da piazza Dante
a piazza Fra Ristoro ore 22
Il Teatro Viaggiante (Milano)
Flyer - La vera storia dei Fratelli Wright
Nella vostra città, solo per oggi, sfilerà Flyer.
L’aereo che fu dei fratelli Wright effettuerà diversi tentativi di volo, per la meraviglia di tutti
Venerdì 10 luglio
Laboratorio di Cinema ore 18
Prenotazioni allo spazio Passaparola
Piazza Matteotti ore 18.30 e 21.30
Accademia del gioco dimenticato (Milano)
GiocaMondo
Animazione di piazza con vecchi giochi
Villa Rucellai ore 21.30
Mini Dlin (Russia)
Surprise
Marionette a filo
diSegnoComune 15
Luglio 2009
pagina
20
09
teatroartidistradalaboratoricinema
Piazza Fra Ristoro ore 21 e 22.30
Fool’s Paradise (Inghilterra)
Conedancers
Il sogno del volo raccontato in una spettacolare performance aerea di teatro verticale a sette metri da terra
Piazza Gramsci ore 21.30
Il Pianeta di Tifiret
Tifiret
Una carezza sulle note di Vivaldi
Sabato 11 luglio
Laboratorio di Cinema ore 18
Prenotazioni allo spazio Passaparola
Piazza Matteotti ore 21.30
Terzo Studio - Alessandro Gigli (Pisa)
Il Contastorie
Con l’aiuto di teli illustrati, entra nel magico
mondo della fiaba e del racconto
Piazza Matteotti ore 18.30 e 21.30
Accademia del gioco dimenticato (Milano)
GiocaMondo
Animazione di piazza con vecchi giochi
Martedì 14 luglio
Rocca Strozzi dalle ore 18.30
Laboratorio del Gusto
Prenotazioni allo spazio Passaparola
Piazza Fra Ristoro ore 18 - 19 - 21.30 22.30
Risorius (Francia)
Il lupo e Luigi
Spettacolo di marionette, di blues e film d’animazione all’interno del magico autobus-teatro
Piazza Dante ore 18.30 e 21.30
Associazione Giocolieri e dintorni (Roma)
CaroCircoBus
Giochi ed animazioni circensi
Museo Manzi ore 19 - 21 - 22
Compagnia StultiferaNavis (L’Aquila)
Visioni contemporanee della marionetta
Le marionette, come apparizioni magiche,
emergono dal buio e...
Spettacolo per 30 spettatori alla volta
Prenotazione obbligatoria: tel. 329 8628437
055 8964519
Villa Rucellai ore 21.30
La Corte dei miracoli (Livorno)
Alberto Giorgi e Laura
Magic Show
Spettacolo di magia e grandi illusioni
Piazza Gramsci ore 21.30
Federico Pieri
Ombre
Ombre cinesi e giochi di prestigio
Domenica 12 luglio
Laboratorio di Cinema ore 18
Prenotazioni allo spazio Passaparola
Parco della Rocca Strozzi ore 18.30 e 21
Diamanti
Volo in Mongolfiera
Piazza Dante ore 18.30 e 21.30
Associazione Giocolieri e dintorni (Roma)
CaroCircoBus
Giochi ed animazioni circensi
Piazza Fra Ristoro ore 18 - 19 - 21.30 22.30
Risorius (Francia)
Il lupo e Luigi
Spettacolo di marionette, di blues e film d’animazione all’interno del magico autobus-teatro
Museo Manzi ore 19 - 21 - 22
Compagnia teatro di animazione
StultiferaNavis (L’Aquila)
Visioni contemporanee della marionetta
Le marionette, come apparizioni magiche,
emergono dal buio...
Spettacolo per 30 spettatori alla volta
Prenotazione obbligatoria:
tel. 329 8628437 055 8964519
Villa Rucellai ore 21.30
Spring Onion Puppet Theatre - John Wilson
(Irlanda)
Androcle ed il leone
Spettacolo di burattini
Lunedì 13 luglio
Rocca Strozzi dalle ore 18.30
Laboratorio del Gusto
Prenotazioni allo spazio Passaparola
Piazza Fra Ristoro ore 18 - 19 - 21.30 22.30
Risorius (Francia)
Il lupo e Luigi
Spettacolo di marionette, di blues e film d’animazione all’interno del magico autobus-teatro
Piazza Dante ore 18.30 e 21.30
Associazione Giocolieri e dintorni (Roma)
CaroCircoBus
Giochi ed animazioni circensi
Piazza Gramsci ore 21.30
Il Pianeta di Tifiret
Tifiret
Una carezza sulle note di Vivaldi
Cortile di Villa Rucellai ore 21.30
Progetto Favole Filosofiche (Torino)
Costruttori di bellezza
Festa teatrale sul tema della bellezza
Un cantiere festoso di giochi, favole e canzoni su cosa è bello e cosa non lo è.
Piazza Fra Ristoro ore 22
Solomanolo (Spagna)
Locomotivo-circo teatro
Manolo Alcantara, domatore di cavi, inventore di sogni, generatore di sorprese...
Villa Rucellai ore 21
Psiquadro - la scienza intorno (Perugia)
Superscienza - La Scienza dei Supereroi
Una divertente dimostrazione/spettacolo per
entrare nel mondo della scienza attraverso i
personaggi e le atmosfere dei più famosi cartoons e fumetti. Superman, Batman, Spiderman e Gli Incredibili saranno le guide d’eccezione alla scoperta di gravità, dinamica ed
elettromagnetismo
Venerdi 17 luglio
Parco della Rocca Strozzi ore 22
Serata conclusiva
La Compagnia dei Folli
(Ascoli Piceno)
presenta
Inferno
Lo spettacolo è l’avventuroso
viaggio, condiviso con il pubblico,
nell’inferno dantesco creato da
suoni, luci, fuoco, musica e parole
che daranno vita ai personaggi di
questa grande opera con tutta la
loro carica di umanità e
passionalità. Come in un grande
concerto, l’incontro con Lucifero
provocherà uno scatenamento di
fuochi, da cui Dante riprenderà
il viaggio nell’ascesa
verso il paradiso
Piazza Fra Ristoro ore 21.30
Diecimenodieci - Progetto Bagliori
Angeli e Demoni
Una scatola di meraviglie per avvicinarsi al
fuoco, lasciarsi trasportare dalla forza evocativa inconscia della fiamma.
Cortile di Villa Rucellai ore 21.30
Progetto Favole Filosofiche (Torino)
Costruttori di bellezza
Festa teatrale sul tema della bellezza
Un cantiere festoso di giochi, favole e canzoni su cosa è bello e cosa non lo è.
Venerdì 17 luglio
Piazza Fra Ristoro ore 18 - 23
Psiquadro - la scienza intorno (Perugia)
Scienza in strada
Spazio Interattivo Scientifico per giocare, perdersi, provare, cercare strategie, inventarsi percorsi alternativi, provare di nuovo, confrontarsi con altri e divertirsi. Installazioni interattive che possono essere fruite da tutti i bambini in maniera libera
grandi visioni per piccoli
spettatori
Inauguriamo, in questa edizione di LuglioBambino, una nuova rassegna di film
che arrivano direttamente dal festival cinematografico per ragazzi più importante
in Italia: il Giffoni Film Festival.
Una rassegna per grandi spettatori in erba. Buona visione!
Giacomo De Bastiani
ARENA CINEMA
via Primo maggio centro storico
inizio proiezioni ore 21.15
Lunedì 6 luglio
Fia!
di Elsa Kvamme
(Norvegia 2003, 103’)
direfare
tagliare
Spazio laboratori
piazza Matteotti tutti i giorni
delle ore 18 alle 19.30
L’ho fatta grossa!
Laboratorio di manipolazione per bambini
dai 6 ai 10 anni
a cura di Spazio Arte
Balocchiamoci
Laboratorio per bambini dai 2 ai 5 anni
a cura del Centro Iniziative Teatrali
LaboratoriSpeciali
Dalle ore 18 alle ore 19.30
Itinerante nel centro storico ore 21.30
Adrian Schvarzstein (Spagna)
Kamchatka
Un sogno che cattura, che attraversa il pubblico e lo spazio urbano
tutti al
buio
Domenica 5 luglio
Il castello di Rá-tim-bum
di Cao Hamburger
(Brasile 1999, 108’)
Teatro Dante ore 21.30
Laboratorio Nove - Centro Iniziative Teatrali
Homo sapiens. Dialogo tra un pezzo
di ghiaccio e uno scienziato
Teatro d’attore
Giovedì 16 luglio
Piazza Gramsci e parco della Rocca Strozzi ore 18
Giocolieri e dintorno
Festa degli Aquiloni
Laboratorio di costruzione e volo di aquiloni
Laboratorio di costruzione
e volo di aquiloni
A cura dell’Associazione Giocolieri e dintorni
16 luglio
Piazza Gramsci e parco della Rocca Strozzi
ore 18 Festa degli Aquiloni
Sabato 4 luglio
Viva Cuba
di Juan Carlos Cremata Malberti
(Francia-Cuba 2005, 80’)
Mercoledì 15 luglio
Rocca Strozzi dalle ore 18.30
Laboratorio del Gusto
Prenotazioni allo spazio Passaparola
Cortile di Villa Rucellai ore 21.30
Progetto Favole Filosofiche (Torino)
Costruttori di bellezza
Festa teatrale sul tema della bellezza
Un cantiere festoso di giochi, favole e canzoni su cosa è bello e cosa non lo è.
Prenotazioni e info:
tel. 329 8628437- 055 8964519
Laboratorio di Cinema
A cura di Giacomo De Bastiani e Centro Audiovisivo del Comune di Pontassieve
Dal 9 al 12 luglio
FastFilmFestival - cotto e mangiato - take way
Ricreiamo tutte le fasi di realizzazione di un
film, da un vero e proprio micro set alla diffusione in sala, in sole due ore!
Presentarsi nello spazio Passaparola
Prenotazioni e info:
tel. 329 8628437- 055 8964519
Laboratorio di Giornalismo
Piccole Penne
In collaborazione con Metropoli
Dal 10 al 12 luglio
Laboratorio del Gusto
A cura di Slow Food piana Fiorentina e Sezione Soci Coop di Campi Bisenzio
13 - 14 e 15 luglio Rocca Strozzi ore 18.30
Oggi cucino io: frutta e verdura
Con lo chef Matteo Andreoli
Presentarsi nello spazio Passaparola
Martedì 7 luglio
Il gigante di ferro
di Brad Bird
(Usa 1999, 86’, animazione)
Mercoledì 8 luglio
Un lupo per amico
di Peder Norlund
(Svezia-Finlandia 2002, 85’)
Giovedì 9 luglio
Genitori dell’altro mondo
di Dany Deprez
(Belgio 2002, 90’)
Venerdì 10 luglio
La fortezza nascosta
di Roger Cantin
(Canada 2001, 90’)
Sabato 11 luglio
Azur e Asmar
di Michel Ocelot
(Francia 2004, 90’, animazione)
Domenica 12 luglio
Un’estate con i fantasmi
di Bernd Neuburger
(Austria-Canada 2003, 85’)
Lunedì 13 luglio
Aiuto, sono un ragazzo!
di Oliver Dommenget
(Germania 2002, 95’)
Martedì 14 luglio
La storia di Leo
di Mario Cambi
(Italia 2005, 75’, animazione)
Mercoledì 15 luglio
L’esercito degli angeli
di Stein Leikanger
(Norvegia 2000, 88’)
Giovedi 16 luglio
FastFilmFestival
cotto e mangiato - take way
Proiezioni dei video realizzati dai ragazzi
partecipanti al laboratorio di cinema
16 diSegnoComune
Luglio 2009
Il valore
inestimabile
della memoria
Il ricordo di quello che è passato
perché non riaccada più. La lezione
che la storia ci consegna. Gli errori,
le tragedie, le efferatezze dell’uomo
sull’uomo, la piccolezza dell’essere
umano. Questi e altri i temi, i
sentimenti, le riflessioni che muovono
Il viaggio della memoria, l’iniziativa
promossa dall’Amministrazione
comunale con alcune associazioni del
territorio e le scuole. Quest’anno si è
svolto dall’8 al 12 maggio.
Quest’esperienza presenta importanti
novità rispetto alle edizioni passate.
Intanto sono stati toccati tre campi di
sterminio: Ebensee (dove 12 campigiani
furono vittime della barbarie
nazifascista), Mauthausen e Auschwitz.
Luoghi tristemente noti, luoghi
fondamentali per non dimenticare,
perché l’umanità sia sottoposta alla
perenne lezione della memoria. La
seconda bella novità è che quest’anno
i ragazzi delle scuole del nostro
territorio (scuola media Verga, scuola
media Garibaldi, scuola media
Matteucci, liceo Agnoletti) che hanno
partecipato gratuitamente al viaggio,
sono stati sedici cioè il doppio rispetto
all’anno passato. Questo perché accanto
all’impegno dell’Amministrazione
comunale, quest’anno abbiamo un
maggiore e decisivo contributo
economico di alcune associazioni, che
con questo atto confermano il loro
legame profondo con il nostro territorio
e la nostra comunità e ribadiscono
quanto sia fondamentale la loro
presenza nella definizione di una
cultura civica. Un percorso questo del
Viaggio della memoria che sta
assumendo sempre
più centralità e continuità, con la
giornata della memoria che diventa un
po’ il momento culmine in cui tutto il
lavoro assume maggior visibilità e con
il progetto portato avanti dalle scuole
con alcuni bravissimi docenti Un
pregiudizio tira l’altro. Il valore della
testimonianza e dell’esperienza del
viaggio fatto l’anno passato è stato
riportato in un volume che il Comune
ha pubblicato in cui venivano riportati
commenti e testimonianze dei ragazzi e
delle persone che avevano partecipato.
Quest’anno proveremo a fare qualcosa
di simile, il viaggio infatti è stato
seguito da Simone Matteucci un
bravissimo fotografo che
volontariamente ha immortalato
tutti i momenti di queste giornate.
I ragazzi hanno depositato le corone e
sono stati protagonisti di un continuo
confronto e scambio di idee, di
riflessioni con gli insegnanti che li
hanno accompagnatinel viaggio.
A tutti loro va il ringraziamento
dell’Amministrazione comunale, alle
scuole e ai loro dirigenti e a tutte le
associazioni protagoniste di questa
bella esperienza: l’Auser (vero motore
organizzativo), la sezione soci Coop
(presenza fondamentale), lo Spi Cgil,
Acav, Circolo ricreativo Sant’Angelo,
Circolo Dino Manetti, Circolo Sportivo
Campi Bisenzio, Associazione Scarabeo,
Pubblica Assistenza, Circolo Rinascita
Campi Bisenzio, Associazione Blue
Note, Società Filarmonica
Michelangiolo Paoli, Associazione
Vivere il Rosi, Associazione Circolo
Risorgimento di Capalle, Associazione
Sportiva Sandonninese e alle aziende
Della Valle Collini, Bitumstrade
(Gruppo Mazzuoli).
Credo che il legame e la collaborazione
tra queste realtà, queste istituzioni siano
un esempio importante e un antidoto
vero e proprio alle pulsioni
antidemocratiche, all’intolleranza e
all’ignoranza.
Emiliano Fossi
Assessore alle Politiche educative
La memoria come
antidoto all’indifferenza
“
Allora per la prima volta ci siamo accorti che la nostra lingua manca di parole per esprimere quest’offesa, la demolizione di un uomo.
In un attimo, con intuizione quasi profetica,
la realtà ci si è rivelata: siamo arrivati in fondo. Più giù di così non si può andare: condizione umana più misera non c’è, e non è pensabile. Nulla è più nostro: ci hanno tolto gli
abiti, le scarpe, anche i capelli; se parleremo,
non ci ascolteranno, e se ci ascoltassero, non
ci capirebbero. Ci toglieranno anche il nome:
e se vorremo conservarlo, dovremo trovare
in noi la forza di farlo, di fare sì che dietro al
nome, qualcosa ancora di noi, di noi quali
eravamo, rimanga.
”
Primo Levi, Se questo è un uomo ,
Einaudi Editore.
Damiano, Lorenzo, Niccolò, Giacomo, Gabriele, Alberto, Elisa, Valeria, Giulia, Silvia,
Giulia, Alice, Benedetta, Sofia, Irene,Veronica, Elisa, Valentina.
Giuseppe, Santa,Tina, Giovanni, Carla, Rita,
Giovanni, Loriano, Simone, Mauro, Tamara,
Piero, Marcello, Giuseppina,Tommaso, Carlo, Tea, Sara, Dario, Paola.
E ancora Elio, Luigi, Giuliano, Pietro, Silvia,
Damara, Alessandro, Marta.
E’ difficile scrivere di un viaggio della memoria, nella memoria. Si arranca un po’, si
bloccano le mani e i pensieri volano alle tante cose viste e ascoltate, in silenzio. Proviamo a mettere in ordine alcune suggestioni e
la prima cosa che emerge sono i nomi. I nomi dei partecipanti al viaggio della memoria.
Li rileggiamo ad uno ad uno, così come scritti all’inizio di questo articolo, cercando attraverso la ripetizione di questo rosario laico di riempire di vita chi quel nome se lo è visto negare e sostituire con un numero. Se avete letto di corsa questi nomi, i nomi dei partecipanti al viaggio della memoria organizzato dall’Auser in questo maggio 2009, vi
chiediamo di fermarvi e rileggerli. Lentamente, uno ad uno. Dietro ad ognuno di
questi ci sono persone con le loro emozioni:
ragazzi, insegnanti, nonni, persone che hanno deciso di partire per vedere e cercare di
capire.
Luglio 1995: massacro di Srebrenica, Bosnia
Herzergovina. 8000 uomini, tanti ragazzi,
vengono barbaramente uccisi dalle milizie
serbe nonostante la presenza dei caschi blu
dell’Onu che avrebbero dovuto proteggere
la popolazioni per conto della Comunità Internazionale. Fermiamoci e riflettiamo. Auschwitz. Srebrenica. Europa. Sono passati quaranta anni. Era il 27 gennaio 1945 il giorno in cui l’esercito dell’Armata Rossa entrava nel campo di concentramento di Ausch-
witz. L’umanità vide ciò che nessuno avrebbe mai potuto immaginare. Sono passati solo quarant’anni…
Potremmo stare ore a discutere sui perché.
Mai più! Avevano detto all’indomani della
Seconda Guerra Mondiale i capi di stato riuniti per decidere un nuovo ordine mondiale. Mai più… Mai più… quante volte tradito
dal nostro silenzio, dalla nostra indifferenza…
L’indifferenza. Più andiamo avanti e più ci
convinciamo che la risposta ai tanti perché
sta proprio in questa parola. Prendendo in
prestito una poesia di Elie Wiesel: “Sono molte le atrocità nel mondo e moltissimi i pericoli.
Ma di una cosa sono certo: il male peggiore
è l’indifferenza. Il contrario dell’amore non è
l’odio, ma l’indifferenza; il contrario della vita non è la morte, ma l’indifferenza; il contrario dell’intelligenza non è la stupidità, ma
l’indifferenza. E’ contro di essa che bisogna
combattere con tutte le proprie forze. E per
farlo un’arma esiste: l’educazione. Bisogna
praticarla, diffonderla, condividerla, esercitarla sempre e dovunque. Non arrendersi
mai.” E’ di fronte a questo rischio dell’indifferenza, che oggi più che mai diventa doveroso, necessario educare. E nell’educazione
una parte privilegiata deve essere dedicata
all’Educazione alla memoria. Ricordare ciò
che è stato non può essere solo (se qualcuno avesse inteso questo) un gesto di conforto verso chi ha perso i proprio cari. Ricordare diventa atto politico che trasforma. La coscienza di un popolo è la memoria. Solo un
popolo che ricorda e che ha ben chiari gli errori commessi può scegliere un futuro di Pace. “Meditino che questo è stato” ci ricorda
ancora Primo Levi. Dobbiamo avere la consapevolezza che quanto successo può nuovamente accadere. E la comunità si deve far
carico di questo. Inizia allora un percorso difficile, faticoso. Non semplice. Lotta all’indifferenza. Educazione alla memoria. Ricordare, che nel suo senso profondo vuol dire riportare al cuore. Far conoscere alle nuove generazioni quel che è successo, chiedere loro di
ascoltare e agli adulti di raccontare ciò che
hanno visto e ascoltato. Riportare al cuore
come antidoto contro l’indifferenza. Da tutto questo non possiamo chiamarci fuori. E’
una esigenza, proprio oggi dove è sempre più
difficile lo scambio intergenerazionale. Cinquanta anni fa intorno al focolare di una famiglia contadina si raccontavano storie che coinvolgevano più generazioni. Oggi tutto questo non avviene più. I momenti di incontro fra
nonni e nipoti si riducono a poche ore nella
settimana. La televisione e gli impegni extrascolastici dei ragazzi occupano gran parte
dello spazio che un tempo era lasciato ai racconti. Diventa quindi essenziale che la scuola e la comunità educhino alla memoria. Raccontando si renderà presente allora quello
che è stato e si avrà modo di avvicinare generazioni che oggi percepiamo molto distanti.
Raccontando si rileggeranno i propri percorsi
e si tornerà a dare valore alle cose importanti. Così come nel viaggio che abbiamo fatto,
ragazzi, insegnanti, adulti insieme: ognuno
di loro ha riportato al cuore e adesso è pronto per raccontare.
Luigi Ricci
Santa Murgia
Consiglieri comunali di Campi Bisenzio
Un grazie sentito
Con queste poche righe vorremmo esprimere il nostro ringraziamento per la profonda e coinvolgente esperienza che è stato possibile realizzare nel viaggio
ad Ebensee - Mauthausen Auschwitz nell’anno scolastico
2008/09. Sarà difficile rimanere nello stile formale che pure
sarebbe adatto ad una comunicazione ufficiale, proprio perché
questo viaggio nella e della memoria non ha avuto uno stile formale, ha avuto invece uno stile
umano e partecipativo, che era
nell’anima e nel desiderio di chi
da tempo ci ha creduto ed ha
operato per realizzarlo.
Dunque ringraziare, in modo
semplice ma chiaro, è doveroso
ed essenziale: l’Amministrazione comunale, che ha creduto
nella proposta educativa, aprendosi al confronto con la scuola,
supportando i docenti con tutti
i mezzi a propria disposizione;
l’Auser, che per prima ha ritenuto fondamentale la collaborazione con il corpo docente per
poter coinvolgere appieno i giovani; tutte le associazioni e imprese del territorio, che con il
loro fattivo contributo hanno reso possibile la partecipazione
di un numero doppio di alunni
rispetto agli anni precedenti;
l’organizzazione che tecnicamente ha gestito il percorso del
viaggio, sempre presente dietro
le quinte nei momenti cruciali e
in prima linea con personale
professionalmente impeccabile alla guida del mezzo di trasporto; la società civile, che ha
concretamente partecipato al
viaggio in modo attivo e con coinvolgimento; Elio Pattume, che
con la sua inesauribile energia
e incomparabile capacità organizzativa, oltre che con la sua
fiducia nell’idea di fondo del
progetto, ha reso possibile la
realizzazione dell’esperienza.
L’ultimo ringraziamento in ordine cronologico non è il meno
importante, ed è quello diretto
alle ragazze e ai ragazzi.
Ragazze e ragazzi che hanno
partecipato ad un percorso in
classe e nelle scuole sul tema
dell’olocausto e del pregiudizio;
ragazze e ragazzi che hanno dimostrato, sia nel percorso didattico sia durante le occasioni
di riflessione create nel viaggio
della memoria, una profondità
ed una maturità di riflessione
che hanno aperto il cuore a tutti noi “adulti” che, a vario titolo, siamo loro vicini.
Per tutti questi motivi pensiamo che si possa, con ragionevole fiducia, guardare al futuro
del progetto didattico e culturale, nonché al futuro di Campi
Bisenzio, tenendo a mente un
motto: “Se vuoi conoscere le
cause poste nel passato, guarda agli effetti nel presente; se
vuoi conoscere gli effetti che ci
saranno nel futuro, guarda alle
cause che stia ponendo nel presente”.
I docenti
Silvia Cosimi
(I.C.G. La Pira, San Donnino)
Marta Galietta
(Liceo Agnoletti
Campi Bisenzio)
Damara Quinti
Alessandro Giorni
(Scuola Secondaria di Primo
Grado Garibaldi-Matteucci)
diSegnoComune 17
Luglio 2009
La Bretellina
di San Piero
a Ponti
’asse viario Collegamento stradale fra la
S.R. 66 Pistoiese in loc. Ponte alla Baccellina e la S.P. Lucchese n°5, conosciuto comunemente come Bretellina di San Piero a Ponti costituirà una delle più importanti arterie stradali del nostro Comune, in quanto insieme alle esistenti Circonvallazione nord
e Sud ed alla prevista Circonvallazione est,
consentirà di realizzare l’anello stradale, il
cosiddetto Ring intorno al Capoluogo.
In questo articolo tratteremo del 1° lotto del
collegamento stradale, che si sviluppa tra la
rotatoria in località Ponte alla Baccellina, con
la rotatoria posta all’intersezione fra via Palagetta e la Circonvallazione sud.
Questo 1° lotto consentirà quindi un collegamento diretto tra la Pistoiese con via Palagetta e quindi con via Buozzi, oltre che con la
Circonvallazione sud e permetterà quindi
una maggiore facilità negli spostamenti e una
sensibile riduzione del traffico all’interno del
centro abitato, con conseguente significativo
miglioramento della qualità dell’aria.
In considerazione di quest’ultimo aspetto il
Comune ha già ottenuto per la sua realizza-
L
zione un finanziamento della Unione Europea con i fondi destinati appunto a perseguire questo obbiettivo.
Lo sviluppo complessivo della strada, comprensivo delle rotatorie e dei bracci di raccordo è di circa 1750 metri; la sua larghezza
è di 10,50 metri ed è costituita da due corsie
di 3,75 metri ciascuna oltre a due banchine
laterali pavimentate di 1,50 metri.
Una parte importante dell’opera è rappresentata dal ponte per l’attraversamento del
fosso Reale e dei due colatori per le acque
basse posti ai suoi lati, che ha una lunghezza
complessiva di ml. 104, distribuita su tre campate.
Un altro ponte è previsto per l’attraversamento del fosso Prunaia.
Inoltre sarà realizzata una pista ciclabile che
correrà in adiacenza alla strada per quasi tutto il suo sviluppo, per poi discostarsene, poco prima dell’inizio del ponte sul fosso Reale, per raggiungere, dopo aver costeggiato il
colatore destro del Reale, gli insediamenti
posti lungo la strada provinciale.
È stato previsto un impianto di illuminazio-
I lavori, dopo
un periodo di
interruzione, sono
ripresi da circa
due mesi, e la loro
ultimazione è
prevista avvenire
entro l’anno
ne lungo tutto lo sviluppo della strada, e separatamente anche per la pista ciclabile, lungo il tratto in cui questa si separa dalla strada.
In prossimità del viadotto, nell’area compresa tra la strada ed il colatore in destra del fosso Reale sono stati previste due aree depresse rispetto all’originario piano di campagna.
La loro funzione è quella di compensare, nel
caso di esondazione del fiume Arno, il volume che è stato sottratto alla libera espansione delle acque dal rilevato stradale.
Tali aree saranno sistemate a verde, come a
verde saranno sistemate le rotatorie e le zone
contigue alla strada.
I lavori, dopo un periodo di interruzione, sono ripresi da circa due mesi, ed è da ritenere
che la loro ultimazione possa avvenire entro
la fine dell’anno.
A tutt’oggi è stato realizzato quasi tutto il rilevato stradale, buona parte della fondazione
stradale e delle opere d’arte. Sono già state realizzate anche varie opere di finitura, compreso l’impianto di pubblica illuminazione.
Resta da eseguire il varo delle travi della campata centrale del ponte sul fosso Reale, la sistemazione della rotatoria sulla Pistoiese, il
completamento della fondazione stradale e
la realizzazione della pavimentazione in conglomerato bituminoso.
A proposito di quest’ultima lavorazione è attualmente allo studio la fattibilità, tecnica ed
economica, di impiegarne un nuovo tipo, già
sperimentato dalla Provincia di Firenze nella
realizzazione di alcune opere stradali. Questo
nuovo tipo di conglomerato, oltre ad avere
una maggiore durata, presenta un doppio
vantaggio: per l’ambiente perché la sua produzione richiede un minor consumo energetico, per la salute delle maestranze, in quanto la sua posa in opera avviene ad una temperatura molto inferiore a quella richiesta dai
conglomerati tradizionali e quindi con un minor rilascio di componenti volatili.
Silvio Betti
Assessore ai Lavori pubblici
Andrea Bichler
Dirigente del VI Settore
Sono trascorsi 15 anni dalla prima volta in
cui i bambini e le bambine (nati nel 1992)
furono invitati dal sindaco a festeggiare un
evento nuovo: un albero per ogni neonato.
Era da poco entrata in vigore la legge 113
del 1992, allora nota come legge Rutelli. Il
Comune di Campi Bisenzio l’adottò subito, non solo perché legge dello Stato, ma
perché ne condivideva lo spirito. Oltre a
piantare gli alberi si decise anche di consegnare ai nuovi nati un certificato, su carta pergamenata, dove viene indicato il nome, cognome, data di nascita del bambino
e il luogo dove è stato piantato il suo albero. Certo è che negli ultimi 15 anni la nostra piana si è trasformata, anche dal punto di vista paesaggistico ed anche la nostra
città. Sono stati creati tanti nuovi spazi verdi e piantati circa 13.000 alberi tra platani, tigli, cipressi, magnolie, bagolari, querce, di cui 7.500 per ogni bambino registrato all’Ufficio di Stato Civile di Campi
Bisenzio... Com’è consuetudine da ormai
15 anni anche quest’anno l’Amministrazione comunale dà il benvenuto ai nuovi
nati di Campi Bisenzio non solo mettendo
a dimora un albero, ma invitandoli a festeggiare l’avvenimento. Quest’anno l’evento avrà luogo a Villa Rucellai il giorno 4
luglio 2009 alle ore 17.30 e sono inviati a
partecipare le bambine ed i bambini nati
nel 2005. Grande festa, con la consegna
del certificato di nascita, disegnato da Sergio Staino, un libro intitolato Gli Alberi di
Campi Bisenzio, merenda e spettacolo teatrale per i piccoli ospiti, Un’onda chiamata Marina della compagnia teatrale Erehwon. Chi pianta un albero, si sa, pensa al futuro!
Sandra Ballerini
Acquisto dell’area lungo il Bisenzio tra via
Fornello e la Circonvallazione Nord
Nella seduta del Consiglio comunale del 18 maggio è stato
approvato a maggioranza, con deliberazione n. 102, l’acquisto
dall’Immobiliare Centro Nord sas di Campi Bisenzio, di una
vasta area compresa fra via Fornello, viale Primaldo Paolieri,
via di Limite e le abitazioni di via Tipitapa. Il costo del terreno è di 50.000 euro.
In parte di questa area sarà realizzato lo svincolo che consentirà l’accesso a Campi Bisenzio dei mezzi pubblici provenienti da Capalle, un parcheggio pubblico in via Fornello e il rimanente (circa 10.000 metri quadri) sarà utilizzato per realizzare un bel parco pubblico lungo il Bisenzio.
Renderig dello svincolo per l’accesso a Campi Bisenzio dei mezzi
pubblici provenienti da Capalle
L’area acquistata dal Comune di Campi Bisenzio
18 diSegnoComune
Luglio 2009
Mabuse Cineclub e Comune di Campi Bisenzio
presentano
CINESTATE 2009
la rassegna di cinema sotto le stelle
che anche quest’anno si terrà presso
la Villa Montalvo di Campi Bisenzio
Biglietti: intero 5 euro; ridotto 4 euro
Spettacolo unico ore 21.30
Mercoledì: riposo
Martedì: serata d’essai con i film più premiati ai principali festival internazionali
Bar interno
Programma per il mese di luglio
Giovedì 2 Sette anime (Usa) di Gabriele Muccino, con Will Smith e Rosario Dawson, 125’
Ben Thomas ha un segreto che lo divora;
deve fare assolutamente qualcosa per redimersi e pensa di poterlo fare cambiando
drasticamente le vite di sette estranei. Una
volta che il suo piano è partito, nulla può
modificarlo. O almeno è quello che pensa
lui.
Venerdì 3 Questione di cuore (Ita) di Francesca Arcibugi; con Kim Rossi Stuart e Antonio Albanese; 102’
I cuori di Alberto e di Angelo ingrippano nella stessa notte. Così dice Angelo, giovane
carrozziere di ex borgata, ex sottoproletario,
un ex tutto diventato qualcosa che Alberto,
sceneggiatore di successo, bravo e matto,
rumoroso e squilibrato come un rinoceronte, non capisce. Diventano amici in sala rianimazione.
Sabato 4 Diverso da chi? (Ita) di Umberto
Carteni; con Luca Argenero e Claudia Gerini; 102’
Piero, brillante trentacinquenne gay, è “fidanzato in casa” con Remo e vive in una
città del nord-est. Per testimoniare il “diritto alla diversità” partecipa alle primarie del
centrosinistra ma, per una serie di eventi
imponderabili, le vince e si trova ad essere
candidato sindaco, tra i pregiudizi degli avversari e lo sgomento del suo partito.
Domenica 5 Gran Torino (Usa) di Clint Eastwood; con Clint Eastwood; 116’
Un veterano della guerra in Korea, Walt Kowalski, vive in un quartiere popolato proprio
da koreani. Il suo carattere difficile, lo ha
portato, negli anni, ad allontanarsi dai suoi
famigliari, ed ora che nel suo quartiere si
sta scatenando una banda tra bande rivali,
si ritrova sempre più solo.
Lunedì 6 Gran Torino (Usa) di Clint Eastwood; con Clint Eastwood; 116’
Martedì 7 L’ospite inatteso (Usa) di Thomas
McCarthy; con, Hiam Abbass e Amir Arison;
103’
Un professore universitario, va a New York
per partecipare ad un convegno, ma quando entra nel suo appartamento, scopre che
una giovane coppia l’ho utilizza come abitazione.
Giovedì 9 The Reader (Usa) di Stephen
Daldry; con Kate Winslet, Ralph Fiennes e
Bruno Ganz; 123’
Michael Berg è un ragazzo in piena età adolescenziale e quindi in preda ai primi turbamenti e alle prime voglie sessuali tipiche
di quell’età. Un giorno, mentre cammina
per strada, è vittima di un malore, e viene
soccorso da Hannah, una donna matura,
più grande di lui.
Venerdì 10 Si può fare (Ita) di Giulio Manfredonia; con Claudio Bisio e Giuseppe Battiston; 111’
Un imprenditore milanese che ha perso la
propria posizione, si ritrova a dirigere una cooperativa di ex pazienti di ospedali psichiatrici inventando per ciascuno un ruolo
adatto alle sue capacità.
Sabato 11 Italians (Ita) di Giovanni Veronesi; con Carlo Verdone, Sergio Castellitto e
Riccardo Scamarcio; 116’
Un camionista, disincantato e un po’ cialtrone, che da molti anni trasporta Ferrari
rubate negli Emirati Arabi per conto di una
ditta romana ma quello che sta per compiere sarà il suo ultimo viaggio...
Domenica 12 The Millionaire (Gbr) di Danny
Boyle; con Mia Drake, Imran Hasnee e Anil
Kapoor; 120’
E’ il momento della verità negli studi dello
show televisivo in India “Chi vuol esser milionario?”. Davanti ad un pubblico sbalordito, e sotto le abbaglianti luci dello studio, il giovane Jamal Malik, che viene dagli
slum di Mumbai (Bombay), affronta l’ultima domanda, quella che potrebbe fargli
vincere la somma di 20 milioni di rupie.
Lunedì 13 The Millionaire (Gbr) di Danny
Boyle; con Mia Drake, Imran Hasnee e Anil
Kapoor; 120’
Martedì 14 Il giardino dei limoni (Isr) di Eran
Riklis; con Hiam Abbass, Doron Tavory e
Ali Suliman; 106’
Una vedova palestinese che vive in un villaggio della Cisgiordania, scopre che il suo
nuovo vicino di casa è il Ministro della Difesa israeliano. Vincitore del premio del
pubblico all’ultimo Festival di Berlino.
Giovedì 16 Il curioso caso di Benjamin Button (Usa) di David Fincher; con Brad Pitt e
Cate Blanchett; 163’
Adattato da un racconto degli anni ‘20 di
F. Scott Fitzgerald su un uomo che nasce
ottantenne e la cui età scorre al contrario: un
uomo come tutti noi, incapace di fermare
il tempo. Da New Orleans alla fine della Prima Guerra mondiale nel 1918, fino al XXI
secolo.
Venerdì 17 Il bambino col pigiama a righe
(Usa) di Mark Herman; con David Thewlis,
Vera Farmiga, Rupert Friend; 100’
Un tranquillo ragazzo di otto anni figlio di un
ufficiale nazista, incontra Shmuel, un coetaneo che vive un’esistenza parallela e differente dall’altra parte del filo spinato. L’amicizia col ragazzo dal pigiama a strisce lo
porta dall’innocenza alla consapevolezza
del mondo degli adulti.
Sabato 18 Uomini che odiano le donne (SveDan) di Niels Arden Oplev; con Peter Haber, Noomi Rapace e Michael Nyqvist; 152’
Dopo aver perso una causa per diffamazione, il giornalista economico Mikael Blomqvist, si trova ad attraversare un periodo difficile, ed accetta l’offerta dell’ottantenne
Henrik Vanger, patron di una grossa industria svedese, che lo ingaggia per investigare sulla scomparsa dell’adorata nipote...
Domenica 19 Angeli e demoni (Usa) di Ron
Howard; con Tom Hanks, Ayelet Zurer, Ewan McGregor; 138’
Langdon scopre le prove della rinascita di
un’antica confraternita segreta conosciuta
come gli Illuminati, la più potente organizzazione sotto copertura della Storia, e deve anche fronteggiare un pericolo mortale
per la sopravvivenza del nemico più disprezzato da questa confraternita: la Chiesa
cattolica... Lunedì 20 Angeli e demoni (Usa)
di Ron Howard; con Tom Hanks, Ayelet Zurer, Ewan McGregor; 138’
Martedì 21 Two Lovers (Usa) di James Gray;
con Gwyneth Paltrow e Joaquin Phoenix;
110’
Leonard non sa se seguire il proprio destino
e sposare la donna che i suoi genitori hanno scelto per lui, o ribellarsi e ascoltare i
sentimenti che prova per la sua nuova vicina di casa. Combattuto tra ragione e istinto, dovrà compiere la scelta più difficile...
Giovedì 23 Che l’argentino (Usa) di Steven
Soderbergh; con Benicio Del Toro, Franka
Potente e Carlos Bardem; 131’
Il 26 novembre 1956, Fidel Castro viaggia
alla volta di Cuba con un manipolo di ribelli; tra questi anche il giovane Ernesto “Che”
Guevara. Ben presto farà vedere tutto il suo
coraggio, accompagnato dai suoi ideali, che
lo faranno diventare un eroe e un simbolo
delle rivoluzioni latino-americane.
Venerdì 24 Ex (Ita) di Fausto Brizzi; con Alessandro Gassman, Claudia Gerini, Nancy
Brilli, Massimo Ghini, Silvio Orlando, Cristiana Capotondi, Elena Sofia Ricci, Gianmarco Tognazzi, Vincenzo Salemme, Claudio Bisio, Fabio De Luigi, Enrico Montesa-
no; 120’
Ex è una commedia corale con episodi intrecciati che ruotano tutti intorno all’argomento degli amori finiti. Gli ex sono come
l’Araba Fenice che rinasce dalle ceneri, non
muoiono mai, sono lì in agguato, pronti a
cambiare la tua vita. Con alcuni il rapporto
si è trasformato in odio, con altri in amicizia, con altri, invece, l’amore è ancora vivo.
Sabato 25 Due partite (Ita) di Enzo Monteleone; con Margherita Buy, Isabella Ferrari, Marina Massironi, Paola Cortellesi, Carolina Crescentini, Valeria Melillo, Gabriella
Pession, Claudia Pandolfi, Vittoria Puccini;
94
Davanti ad un tavolo da gioco, scorrono i ricordi e le esperienze passate, gli anni ‘60 vissuti da quattro donne... ma anche, in contrapposizione, le stesse esperienze vissute
dalle figlie quarant’anni dopo... due mondi
femminili a confronto.
Domenica 26 Vincere (Ita) di Marco Belloccio; con Vittoria Mezzogiorno e Filippo Timi; 128’
Benito Mussolini è alla direzione dell’Avanti quando incontra Ida Dalser a Milano. Allo scoppio della guerra si arruola e scompare dalla vita della donna. Ida lo rivedrà in
un ospedale militare, immobilizzato e accudito da Rachele, appena sposata con rito
civile. Furente si scaglia contro la rivale rivendicando di essere lei la vera moglie, di
avergli dato un figlio, ma viene allontanata
a forza...
Lunedì 27 Vincere (Ita) di Marco Belloccio;
con Vittoria Mezzogiorno e Filippo Timi; 128’
Martedì 28 Milk (Usa) di Gus Van Sant; con
Sean Penn, Josh Brolin e James Franco;
128’
Nel 1977, Harvey Milk è stato eletto consigliere comunale a San Francisco, divenendo il primo omosessuale dichiarato ad
avere accesso a una importante carica pubblica in America. La sua vittoria non è stata solo una vittoria per i diritti dei gay, ma ha
aperto la strada a coalizioni trasversali nello schieramento politico. Oscar 2009 a Sean
Penn come Miglior Attore Protagonista.
Giovedì 30 Si può fare (Ita) di Giulio Manfredonia; con Claudio Bisio e Giuseppe Battiston; 111’
Venerdì 31 Il Dubbio (Usa) di John Patrick
Shanley; con Meryl Streep e Philip Seymour
Hoffman; 104’
New York City, 1964. In una rigorosa scuola cattolica del Bronx, una suora sospetta
che Padre Flynn abusi della sua autorità nei
confronti degli studenti; è convinta, infatti, che il sacerdote nutra degli interessi nei
confronti di uno studente di colore.
Note sotto le Stelle è il titolo della
manifestazione che la Scuola di Musica di
Campi Bisenzio, via Vittorio Veneto 111, in
collaborazione con l’Assessorato alle Politiche
Culturali propone a partire dal 29 giugno al
31 luglio 2009. Nel giardino della Scuola di
Musica di Campi Bisenzio dalle ore 21.15 le
sere di lunedì, martedì, giovedì e venerdì.
Musica dal vivo spaziando per i vari generi.
Proiezione di film musicali e musical.
Ingresso gratuito. Servizio bar.
diSegnoComune
Luglio 2009
Estate
Sandonninese
Serate all’insegna dello stare assieme divertendosi dal 6 al 31 luglio con inizio alle ore 21.15. Tornei di calcetto durante
tutto il periodo.
Lunedì 6 luglio
Palestra sotto le stelle
Martedì 7 luglio
Serata musicale
Mercoledì 8 luglio
Ballo liscio con Marcellino Group
Giovedì 9 luglio
Cabarettiamo a cura della Compagnia Attori per Caso
Venerdì 10 luglio
Musica dal vivo
Sabato 11 luglio
Palestra sotto le stelle
Domenica 12 luglio
Cinema sotto le stelle Amore, bugie e calcetto
Lunedì 13 luglio
Sandonniniadi giochi per grandi e piccini
Martedì 14 luglio
Serata musicale
Mercoledì 15 luglio
Ballo liscio con Quadrifoglio Band
Giovedì 16 luglio
La Corrida
Festa democratica
Alla Rocca Strozzi fino al 6 luglio,
tutte le sere alla festa organizzata dal
partito Democratico Campi Bisenzio
dibattiti, concerti, gastronomia, pub,
caffetteria, interviste e spettacoli.
Ecco i prossimi appuntamenti:
Lunedì 29 giugno
ore 21.15 Invasioni Campigiane
Lunedì a Luci Rosse o quasi, ovvero
Sesso/Ossesso
Parliamone con l’assessore Pier
Natale Mengozzi, Laura Panerai
pornostar, D. Saglietti (vicepresidente
Psicologia del Territorio), A. Calotta
(giornalista Metropoli)
ore 22.15 Palco Centrale
Mastro Band in concerto
Martedì 30 giugno
Ore 21.30 Palco Centrale
Prospettive del Partito Democratico
Dibattito politico con l’Onorevole Rosy
Bindi
Mercoledì 1 luglio
Ore 21.15 Invasioni Campigiane
Diabolik alla Festa
con G. Di Bernardo e M. Bianchini
(Direttore Artistico Scuola
Internazionale di Comics) e A. Bacci
ore 22.15 Palco Centrale
Banana Split in concerto, cartoni
cover band
Giovedì 2 luglio
Ore 21.30 Palco Centrale
Dibattito I temi della Sinistra
Venerdì 3 luglio
Ore 21.15 Invasioni Campigiane
Presentazione del libro Lettera a una
professoressa tradotto
in cinese, parliamo di scuola e
integrazione con l’assessore Hongyu
Lin detta Giada
ore 22.15 Pub Karaoke
Sabato 4 luglio
Ore 21.15 Invasioni Campigiane
Dopo cena con l’Arte
Col Maestro Antonio Manzi e New
PostArt
Ore 22.15 Palco Centrale
Teatro emergente: la Compagnia
Il Punto in A Prescindere da
Giulietta, prima assoluta
Domenica 5 luglio
Ore 21.30 Palco Centrale
The Big Concert con Germano
Bonaveri e i Resto Mancha in
concerto tributo a Fabrizio De Andrè
Lunedì 6 luglio
Ore 21.15 Invasioni Campigiane
Ciak si gira la comicità toscana!
presentazione in anteprima del film
MuchoMacho con G. Gennai e
L. Scucchi e D. Calieri
ore 22.15 Palco Centrale
Gaetano Gennai A tutto Cabaret
Venerdì 17 luglio
Serata con Alessandro Masti
Trenta anni di radio
Sabato 18 luglio
Palestra sotto le stelle
Domenica 19 luglio
Cinema sotto le stelle
Lezioni di cioccolato
Lunedì 20 luglio
Palestra sotto le stelle
Martedì 21 luglio
Serata musicale
Mercoledì 22 luglio
Ballo liscio con Marcello
Bianchi
Giovedì 23 luglio
Serata a cura dei ragazzi
dell’Oratorio estivo
Venerdì 24 luglio
Mostra di pittori locali e
dimostrazione di pittura
Sabato 25 luglio
Palestra sotto le stelle
Domenica 26 luglio
Cinema sotto le stelle
In amore niente regole
Lunedì 27 luglio
Serata insieme
Martedì 28 luglio
Serata musicale
Mercoledì 29 luglio
Ballo liscio con Ex Novo
Giovedì 30 luglio
Il Musichiere
Venerdì 31 luglio
Palestra sotto le stelle
Shopping
sotto le stelle
A Campi Bisenzio è arrivata un’estate di shopping sotto le stelle. Dal 10 giugno al 22 luglio ogni mercoledì sera i negozi rimangono aperti fino a mezzanotte e le piazze del centro storico si animano con musica, sport e spettacoli.
I prossimi appuntamenti prevedono: mercoledì 1 luglio Festa dello sport e Festival della
poesia emergente, mercoledì 8 e mercoledì 15 luglio mercatini dell’arte e dell’ingegno, mercoledì 22 luglio Sbaracco... i negozi del centro “sbaraccano” tutto in strada.
Estate
a Il Rosi
L’associazione Vivere Il Rosi con il
patrocinio del Comune di Campi
Bisenzio invita tutti a Estate a Il
Rosi 2009, manifestazione
musicale e non solo, iniziata
martedì 16 giugno. Ecco il
calendario dei prossimi
appuntamenti che si tengono al
giardino di via Cellerese con inizio
alle ore 21.
Martedì 30 giugno
Karaoke con il dj Filippo
Giovedì 2 luglio
Spettacolo per bambini con
burattini e marionette
Sabato 4 luglio
III festival canoro Il Rosi, condotto
da Filippo Giangreco, con ospiti
d’eccezione
Martedì 7 luglio
Ballo liscio con il dj Dany
Giovedì 9 luglio
La Corrida spettacolo con il
pubblico, condotta dal dj Filippo
Venerdì 10 luglio
Imitazioni di cantanti e personaggi
famosi con Leonardo Fiaschi e
Antonio
Martedì 14 luglio
Spettacolo per bambini micromagia
ed animazione
Venerdì 17 luglio
Gianni Trudi e la sua band con
ballerini brasiliane e serata
danzante
Martedì 21 luglio
Erimo e Tina Super classifica show
in questa giornata sono ospiti i
bambini del Saharawi
Giovedì 23 luglio
Karaoke con il dj Filippo
Venerdì 24 luglio
Serata di animazione con Jo-Rajo
latino americano
Sabato 25 luglio
III festa della Sangria musica, ballo
e sballo
Martedì 28 luglio
Serata con Alberto Giorgi Magic
Show
Giovedì 30 luglio
Serata di ballo per tutti con il dj
Dany
Venerdì 31 luglio
Musica anni Settanta e Ottanta con
il complesso I Delfini
Sabato 1 agosto
Karaoke con il dj Filippo
Martedì 4 agosto
Serata di ballo per tutti con il dj
Dany.
Una stagione di successi
i è chiusa una stagione ricca di soddisfazioni per la
compagnia Santo Stefano di Campi, che ha registrato
una grande affluenza di pubblico da ottobre a maggio, presentando oltre alle repliche di commedie degli anni precedenti, anche due novità assolute. La compagnia ha
partecipato a tre rassegne teatrali con tre diversi lavori. Con
la collaudata commedia Tango Monsieur?.. di Aldo Lo Castro, ha vinto come miglior compagnia alla Rassegna nazionale Premio Angizia Dei Marsi di Avezzano. Alla Rassegna teatrale Coopersigne Premio Luigi Fossi, con la commedia Il buffo caso del Dottor Rossi e della Signorina Bianchi di Rinaldo Matteini (autore campigiano) ha conquistato i premi come miglior attrice non protagonista (Sara Guasti), miglior attore non protagonista (Francesco Buttitta) e
migliori costumi (Giuliana Panerai). Infine al II Concorso
Teatro Vernacolo Premio Mauro Mariotti organizzato dal
Teatro Il Gorinello, con la commedia Sorelle Materassi di
Oreste Pelagatti (dal romanzo di Palazzeschi), ha vinto il
primo premio come miglior compagnia, miglior regia (Filippo Faggi), miglior attrice protagonista (Giuliana Panerai) e migliori costumi (Giuliana Panerai). La compagnia
ringrazia tutto il pubblico che da sempre la segue con grande entusiasmo e fedeltà, e augurando a tutti delle piacevoli e felici vacanze, dà appuntamento al prossimo ottobre
con nuove commedie.
S
Compagnia Santo Stefano
19
20 diSegnoComune
Luglio 2009
biblioteca
in
Le proposte di lettura di
giugno/luglio 2009
LUGLIO
SPAZIO ACCOGLIENZA
Il cammino dei migranti
Negli ultimi tempi, anche alla luce dei recenti avvenimenti registrati dalla cronaca del nostro Paese, si
è parlato a lungo di emigrazione e immigrazione:
un argomento complesso, in cui si intrecciano storie passate e presenti, politiche non sempre adeguate, nuove e spesso controverse configurazioni
sociali. Il futuro ci vede abitanti in società multietniche, e per affrontare queste tematiche, da sempre
al centro di accesi dibattiti, proponiamo ai nostri
utenti una selezione di opere che possono arricchire la loro conoscenza in materia. Troverete quindi
nella bibliografia saggi storici, indagini demografiche e reportage giornalistici, ma anche vera e propria
narrativa scritta da chi, migrante o emigrante, ha affrontato un lungo cammino alla ricerca di una nuova dimensione di vita.
GIUGNO
SPAZIO ACCOGLIENZA
In prima persona... Autobiografie, diari, lettere
e altre pagine di sé
Il racconto di sé, legato sin dall’antichità classica
prevalentemente al genere epistolare, assume nel
corso dei secoli una maggior caratterizzazione, fino a diventare nel corso del Novecento una vera e
propria pratica letteraria.
Fra diari e autobiografie, lettere e romanzi in prima
persona, la selezione propone testi in cui la narrazione diventa indagine interiore e scoperta degli stati d’animo più intimi.
La bibliografia si propone anche come strumento
di riflessione per il lettore sul proprio vissuto attraverso lo specchio delle vite degli altri: dalle Lettere
a Lucilio di Seneca, al Secretum di Francesco Petrarca, dai classici della letteratura ottocentesca come Le ultime lettere di Jacopo Ortis di Ugo Foscolo,
alla narrativa contemporanea di autori italiani e stranieri.
Biblioteca comunale
Biblioteca Gianni Rodari
Archivio storico
Via di Limite 15 - 50013
Campi Bisenzio (FI)
tel. 055 8959600
fax 055 8959601
e-mail:
[email protected]
sito web:
www.comune.campi-bisenzio.fi.it/biblioteca
Orario:
dal lunedì al venerdì 9-19
sabato 9-12.30
SALOTTO LIBRARIO
Detectivess
Lo Spazio Adulti della biblioteca nel mese di luglio
vi invita alla conoscenza degli investigatori più famosi: un pantheon che in un secolo di storie ha visto nascere figure leggendarie. Dal francese Maigret,
nato nel 1929, all’americano Nero Wolfe, la cui prima apparizione risale al 1934, per arrivare al londinese Sherlock Holmes e ai conterranei Montalbano e Antonio Sarti. Ma questi sono solo alcuni
degli investigatori che troverete proposti. Conoscerete il loro modo di lavorare, le loro “spalle”, le peculiarità caratteriali che li contraddistinguono (c’è il
lupo solitario, il misogino, il cinico, le buone forchette...), e quelle fisiche che con gli strumenti del mestiere (pipa, lente, cappello) sono diventati simboli
del genere poliziesco.
SALOTTO LIBRARIO
In giro per il mondo
Nel mese di giugno invitiamo i nostri utenti a “varcare i confini” con una selezione di guide turistiche,
ma anche di romanzi, racconti e reportage di viaggi nei quali è possibile trovare consigli, idee e suggerimenti su paesi da visitare e itinerari da percorrere. Tra storia, arte e natura, soggiogati dall’irresistibile fascino dei paesi orientali, immersi nelle atmosfere culturali delle capitali europee o anche semplicemente rilassati camminando su un sentiero sconosciuto proprio vicino a casa vostra: in qualunque
modo pensiate di spingervi oltre i vostri confini abituali, i libri possono aiutarvi ad ampliare anche i
vostri orizzonti... di viaggio!
BAMBINI E RAGAZZI
Vecchi ma Nuovi
Fare i nonni non è l’unica occupazione prevista dalla letteratura infantile e giovanile (e, per fortuna,
neppure dalla vita!) per l’età anziana: le opzioni
possono essere le più imprevedibili e contemplano
a volte attività eccentriche o l’amore e i sogni finalmente realizzabili, con o senza l’appoggio della famiglia, da soli o insieme ad altri, spesso con una
buona dose d’intraprendenza. Ci sono però anche
storie su dolori insopportabili che conducono alla
depressione e altre che raccontano la morte, talora
filtrata attraverso le emozioni dei nipoti. Un percorso libresco tra misteri, incubi e meraviglie della
Terza Età, luogo cronologico le cui sfaccettature sono ancora in gran parte da scoprire.
Una scelta operata sulle pubblicazioni degli ultimi
anni; anni, a nostro giudizio, particolarmente fecondi in questo settore editoriale.
BAMBINI E RAGAZZI
Gulp e Sob: fumetti, graphic novel, strisce a volontà!
La scuola è in chiusura, le giornate sono più lunghe
e calde e cosa si sposa meglio con l’idea del relax più
totale che un buon vecchio (o nuovo!) albo a fumetti da leggere in un pigro pomeriggio estivo... E
allora per il mese di giugno ecco qualche proposta
che speriamo allettante dalla nostra sezione fumetti, spaziando dalle vignette senza testo, adatte ai più
piccoli ma esilaranti anche per i grandi, ai classici di
Topolino, al sempreverde avventuroso Tintin ai manga, alle graphic novel più raffinate.
Le proposte di lettura
Le proposte di lettura della biblioteca comprendono selezioni di pubblicazioni presenti in biblioteca
e disponibili per il prestito e la consultazione. Le relative bibliografie sono consultabili nel sito web della biblioteca alla pagina “Cataloghi e proposte di
lettura”.
Altre proposte di lettura relative ai libri per ragazzi
sono disponibili nella sezione “Argomenti” del portale <http://www.liberweb.it> promosso dalla rivista LiBeR.
La lettura, nonostante
Gli atti del convegno svoltosi
a Villa Montalvo nel 2008
È uscito il volume La lettura, nonostante. Libri e ragazzi, tra promozione e rimozione
(Idest, 2009), che raccoglie i testi delle relazioni presentate al Quinto convegno nazionale delle biblioteche per ragazzi “Segnali di
lettura”, svoltosi il 31 gennaio e il 1 febbraio
2008 a Villa Montalvo, promosso dal Comune di Campi Bisenzio e dalla Regione Toscana. Leggere (e far leggere) sembra essere diventata una specie di “missione impossibile”. Nonostante i cambiamenti “antropologici” che hanno interessato i lettori negli ultimi
anni, situando l’atto di lettura nel cuore di un
fecondo universo multimediale; nonostante i
generosi sforzi spesi nel tentativo di rendere
familiare il libro nella scuola; nonostante che
lettura e libri siano ultimamente assurti al
rango di divi, diventando protagonisti di talk
show e festival di ogni tipo, e che la lettura sia
stata, talvolta, (fra)intesa e proposta come atto taumaturgico, ancora non cresce il suo impatto nella società e stenta ad affermarsi la necessità della sua penetrazione tra le fasce sociali più deboli.
Ma, della lettura non si può fare a meno, l’avventura non può finire qui… Se si vogliono
costruire percorsi e occasioni di promozione
della lettura non possiamo d’altronde prescindere dalla conoscenza del panorama editoriale attuale e dalla nuova configurazione
del mercato e della produzione usciti dalla fine degli anni ’90, da quella fitta rete di dicotomie - quali ad es.: formazione vs intrattenimento, ricerca di qualità vs omologazione
e serialità spinta, politica delle novità vs cura del catalogo… - di cui si sostanzia questa
fase dell’editoria per ragazzi.Ecco allora la
necessità di non fermarsi solo alla denuncia
delle storiche carenze che in Italia hanno frenato l’accesso al libro e di avanzare proposte
e progetti rivolti al suo rilancio, attraverso la
scuola e la biblioteca ad esempio, e di individuare gli strumenti necessari alle nuove professionalità richieste da questi compiti.
Perciò, nonostante la difficoltà di far leggere
nell’epoca del “divertimentificio”, nonostante... tutto, possiamo ancora trovare lettori ostinati e ostinati costruttori di lettori. E ci sono
ancora scrittori che continuano, ostinatamente, a intrattenerci piacevolmente, ma anche ad aiutarci attraverso le storie a vivere
meglio quella battaglia impegnativa e complessa che è la vita, a regalarci la materia prima per la lettura e a convincerci che attraverso un libro è ancora possibile avvicinarsi alla “semplice complessità delle cose”. Sì…
la lettura, è un’ipotesi ancora percorribile.
Letture in giardino
C’era una volta…. un grande giardino incantato:il giardino dei libri.
Un giardino il cui incanto è visibile però solo agli occhi dei bambini: solo loro riescono
a vedere la tana del coniglio Doppiotto e scoprire che ha lasciato un pezzo di carota, qualcuno anzi lo ha visto; c’è chi dice che è tutto bianco, un altro dice che non è tutto bianco ma pezzato di marrone e un altro ancora
dice che Doppiotto è tutto nero!
Solo loro riescono a scoprire le impronte lasciate dalle minuscole scarpe dei folletti intorno al grande albero, riescono anche a raccogliere frammenti di polvere magica caduta dalle ali delle fate che circondano alberi
e cespugli del grande giardino.
E poi che dire quando si avvicinano alla casa abitata da un orco vorace dall’appetito insaziabile di… libri e storie?
Un piccolo segreto: se c’è del fumo l’orco è
in casa e quindi bisogna far silenzio… ma
che impronta grande ha lasciato, ma che piede ha!?
E sempre e solo i bambini riescono a chiamare la piccola strega del pozzo che salva i
libri dall’appetito dell’orco vorace e per darli poi ai bambini perché qualcuno glieli legga.
Ecco tutto ciò che è successo in giugno nel
giardino della biblioteca di Villa Montalvo
quando alcune classi di bambini delle scuole d’infanzia sono venute in biblioteca: è
estate, fa caldo e il giardino della biblioteca
si trasforma magicamente: da luogo reale a
spazio d’avventura, si trasforma in un nascondiglio di storie di fate, folletti, di coniglietti golosi, orchi spaventosi e di una strega che abita il vecchio pozzo dove nasconde
i libri.
Abbiamo scelto di fare delle letture in giardino per provocare un’avventura interiore
perché i più piccini possano appropriarsi di
uno spazio attraverso le parole cercate, scelte utilizzate, un luogo di scoperta della propria passione per le parole, un luogo di crescita. Ecco che il giardino della biblioteca è
divenuto un luogo particolare, ricco di significati magici e misteriosi. Con la lettura i
bambini sono stati trasportati in un sogno,
perché il potere delle storie è quello di farci
sognare e pensare.
Accade ai lettori di ogni età, ed è successo
anche ai nostri lettori più piccoli.
Barbara Confortini
Freschi d’estate:
letture per le vacanze
estive 2009
Vacanze, storie un po’ strane, bande di amici,
misteri da scoprire, guai a non finire, storie di
grandi e piccole difficoltà, confidenze, affetti,
emozioni, qualche tinta di horror e giallo, qualche pennellata di rosa una nota di umorismo
e tante altre storie divertenti nelle nostre proposte estive per bambini/e e ragazze/i.
Letture per le vacanze per la scuola elementare
Letture per le vacanze per la scuola media
Storie strane: nuotare in un mare di libri
(dai 6 ai 8 anni)
In vacanza in un mare di... guai
(dai 9 agli 11 anni)
Riemergerò da questo mare di... emozioni
(dai 10 ai 12 anni)
Finalmente 13!
(dai 13 anni in poi).
diSegnoComune 21
Luglio 2009
Il Parco urbano
di Villa Montalvo
Cenni storici sulla Villa e il suo Parco
Nel 1200 la famiglia fiorentina dei Tornaquinci aveva
possedimenti a San Donnino e a Campi, di cui sono rimaste a testimonianza la splendida torre di via Trento e
la villa che oggi si chiama Montalvo o alla Marina. Le
guerre tra Guelfi e Ghibellini non risparmiarono certo
i possedimenti dei perdenti e purtroppo i Tornaquinci erano schierati dalla parte perdente e le torri di villa alla
Marina furono distrutte. I Tornaquinci vendettero la villa ai Del Sodo e questi ai Medici. Si dice che qui, lontano dagli intrighi dei palazzi fiorentini sia stato stipulato il contratto di nozze tra il figlio del Re di Francia e Caterina dei Medici. Nel corso del XVI secolo, a causa delle continue inondazioni da parte del Marina dei poderi di Fornello, in risposta alle suppliche dei contadini, i
Capitani di parte iniziarono lavori di protezione e regimazione del Marina, spostando, tra l’altro, il muro di
contenimento a ridosso della villa.
Alla fine del ‘500 i Medici cedettero la villa ai Ramirez
di Montalvo e si deve a loro la ristrutturazione e l’attuale conformazione. Ovviamente le proprietà dei Montalvo non erano limitate all’edificio padronale, ma includevano vasti poderi. Lungo la Gora dei Montalvo vi
era anche un mulino di cui oggi non si riconoscono più
le tracce. Insomma la Villa alla Marina con i suoi poderi era il granaio dei Montalvo che avevano Palazzo a Firenze, ma venivano a Campi a rifornirsi e a passare la villeggiatura. I Montalvo, evidentemente, amavano questa loro proprietà, tanto da abbellirla con la costruzione della Cappella dedicata a Sant’Andrea di Avellino - loro patrono - della limonaia e di due giardini. Nel 1700
nel giardino anteriore, quello che guarda verso l’abitato di Campi furono piantate quattro magnolie, di cui
una sola, ancora, seppur stentatamente sopravvive. Nel
periodo napoleonico entrò in uso il mettere a dimora
piante rare, moda che continuò anche nei primi decenni del 1900, come il taxodium che svetta altissimo oltre
il filare di tigli dell’ingresso della Villa, la catalpa e i due
alberi del caffè, che si possono ammirare nel giardino laterale, subito dopo la statua del leone del mazzocco fiorentino, di fronte all’ingresso della biblioteca comunale. Si deve a Fernando Ramirez de Montalvo la realizzazione, sul finire del 1700, della Ragnaia lungo il muro a retta del Marina, a scopi venatori, cioè di caccia. Le
piante della ragnaia venivano potate e sagomate in modo tale da creare degli spazi tra fronda e fronda, così
che gli uccelli fossero invitati a trovarvi riparo. In questi
passaggi, fatti di luce ed ombra, venivano stese reti sottilissime, come la tela di un ragno, da questo il nome
“ragnaia”, e nella quale gli uccelli rimanevano imprigionati. Era questo un sistema per assicurarsi la provvista di cacciagione per i banchetti dei signori. Oggi, fortunatamente, il modo di vivere è cambiato. Di quella
orribile pratica di caccia, ci è rimasta la bellissima Ragnaia, costituita da un filare di lecci, uno più interno di
alloro, che rende il bosco più scuro e uno di bellissime
farnie. La Villa fu acquistata dall’Amministrazione comunale nel 1984. Anche la Ragnaia stata oggetto di varie compravendite, fino a che il Comune di Campi Bisenzio l’ha acquistata, nel 1995, insieme ai 25 ettari di
terreno che si estendono tra Villa stessa, l’autostrada
A11, il torrente Marina e via di Limite per farne un parco. Un parco che inizia subito dopo la recinzione lato
nord della villa, dove il primo albero che si incontra è un
superbo platano alto 32 metri con un tronco di circa
5,00 mt di circonferenza e dell’età di oltre 200 anni. La
Ragnaia è oggetto, costante, di lavori per mantenere in
vita le farnie e i lecci secolari, con pulizia del sottobosco,
messa a dimora di nuove piante, manutenzione e regimazione del fosso che scorre all’interno della Ragnaia.
Nel parco, sono stati piantati, per le bambine e i bambini
nati dal 1995 in poi, tantissimi alberi di diverse specie:
ornielli, cipressi, pini, ontani, platani, aceri campestri,
bagolari, ginko biloba, lecci e vari tipi di querce. Sono
stati installati percorsi vita per la pratica di attività sportive, oltre agli spazi gioco per bambini. Tutti questi interventi hanno dato vita al Parco Urbano di Villa Montalvo, luogo del tempo libero, di incontri culturali, di
socialità.
Nel 1988 in tutta quest’area, allora di proprietà privata,
si svolse la Festa Nazionale dell’Unità e in quell’occasione
era stata installata, tra l’altro anche una tensostruttura,
che, dopo l’acquisto di tutta l’area da parte del Comune, era utilizzata per manifestazioni, spettacoli, concerti e come sala da ballo all’aperto. Nonostante i lavori
di manutenzione che venivano effettuati ad ogni inizio
della bella stagione, questa struttura si era talmente logorata che non era più conveniente, dal punto di vista economico ripararla. Oltretutto non era più neanche possibile adattare la struttura alle norme di sicurezza oggi
in vigore,cosicché l’Amministrazione comunale, avvalendosi della competenze dell’Ufficio Tecnico, ha deciso
di sostituire il padiglione in tensostruttura con una struttura staticamente più efficiente, ma ugualmente fruibile,
funzionale che ben si integrasse con il paesaggio e le peculiarità del parco.
Sandra Ballerini
Scheda tecnica del
nuovo padiglione
L’importanza che questo spazio riveste per
la cittadinanza di Campi Bisenzio ha indirizzato la ricerca progettuale verso un’opera che potesse coniugare i requisiti di solidità
e durata nel tempo con quelli offerti da una
struttura aperta su quattro lati, quindi estremamente leggera, aerea quasi, di poco impatto nell’ambiente circostante, che tenesse
conto della grande visibilità dall’Autostrada
Firenze-Mare e nel rispetto delle architetture esistenti nelle vicinanze (Villa Montalvo,
la Chiesa del Michelucci, Villa Permoli) e
della storia stessa di questa parte del territorio.
Tra le varie soluzioni proposte dall’Ufficio
Tecnico si è optato per quella che tra il prossimo mese verrà inaugurata e che utilizza
una struttura ad arco di grandi dimensioni
che si collega a terra in soli quattro punti.
Questi archi si originano geometricamente
dalla composizione di due cilindri (porzione di cilindri) a direttrice circolare di raggio
diverso con asse delle rette generatrici orizzontali; di fatto questi elementi di copertura richiamano le volte a crociera note nell’architettura delle costruzioni medioevali,
naturalmente su dimensioni decisamente
fuori scala rispetto a quelle citate. Infatti
questa copertura si estende su una superficie complessiva di circa 1200 metri quadri.
I due cilindri di raggio diverso si intersecano in una crociera sulla quale vengono ordite le travi principali portanti ad arco con
spinta eliminata che, a loro volta, accolgono le travi ad arco delle centine portanti la
copertura. Le dimensioni della struttura così ideata non sono tipiche dell’edilizia corrente in quanto gli archi principali hanno
un corda a terra di 47 metri e una freccia di
8,90 metri; le centine secondarie hanno di-
mensioni scalate con una luce massima di
36,20 metri. Pertanto per tendere a quella
leggerezza offerta dalla struttura esistente
e assicurare una solidità e durabilità imposta dai requisiti economici dell’importante
progetto di investimento pubblico, si è optato per una soluzione che preveda ampio
uso delle strutture in legno lamellare, elemento questo di alta integrazione con l’ambiente. L’Amministrazione comunale ha ricevuto tra l’altro, assicurazioni che per ogni
albero tagliato, necessario alla realizzazione della struttura, ne vengono piantati altri due.
La struttura è formata da due archi principali di luce 47.30 metri. realizzate con travi ad arco a geometria costante di sezione
pari a180 centimetri. di altezza e 20 centimetri. di larghezza attestati su quattro appoggi in c.c.a per mezzo di cerniere metalliche. Questi quattro appoggi sono strutture portanti che mediano tra copertura e terreno in modo da avere le strutture lignee
tutte al di sopra della quota di quattro metri dal piano di campagna. La peculiarità
di questi quattro appoggi è quella di trasferire le notevoli azioni trasmesse dalla
struttura al terreno di fondazione e al contempo supportare la parte impiantistica e
gli scarichi dell’acqua piovana che si raccoglie nei compluvi formati dall’intersezioni
dei cilindri di copertura. Le fondazioni di
questa opera sono state realizzate con fondazioni dirette che scaricano a terra il cari-
Il “polmone verde”
di Campi dal 19 luglio
disporrà di un
padiglione di quasi
1.200 metri quadri
pronto ad ospitare
le manifestazioni
della città
co derivante dal peso dell’intera copertura
e delle eventuali azioni dinamiche su un zatterone nervato di fondazione dal quale spicca il setto che regge la intera struttura lignea.
La struttura, data la sua importanza in relazione all’uso, è stata studiata per essere resistente alle azioni sismiche secondo la nuova normativa vigente ed agli agenti atmosferici. I compluvi sono stati realizzati in modo tale da convogliare una grande quantità
di acqua e conferire questa acqua
ad un canale posto sulla sommità
delle costole portanti in cemento armato Questi a loro volta scaricano
a pelo libero mediante un salto di
due metri circa in una vasca posta al
piede delle costole portanti e raccolta da un sistema fognario. La sagoma un po’ insolita delle costole
portanti in calcestruzzo di sostegno
della struttura in legno lamellare risponde fondamentalmente al requisito di impedire che queste siano
scalate impropriamente dal pubblico con intenzioni vandaliche e al
contempo, grazie al forma, scaricare le ingenti forze della copertura
alle fondazioni. Al fine di schermare ulteriormente le costole in cemento armato sono messe in opera fioriere con piante ornamenti. Alcune parti delle fondazioni preesistenti sono state demolite, altre invece sono
state utilizzate per rafforzare la nuova struttura e riconvertite in pachine e/o elementi
di arredo. Il tutto è stato completato da una
nuova pavimentazione idonea alle manifestazioni che vi si andranno a svolgere:attività sportive, artistiche, ballo, ecc... L’investimento sostenuto dall’Amministrazione
comunale è ampiamente compensato dall’utilizzo da parte della cittadinanza, con
particolare riferimento ai periodo estivi, diventando sempre più punto di aggregazione
e di socialità.
Pietro Corlianò
Il progetto, la Direzione Lavori, il Coordinamento della Sicurezza, sono a
cura dell’ufficio Tecnico LL.PP./Tutela Ambientale: Arch. Pietro Corlianò;
Coordinatore progettuale: Ing. Carlo
Ferrante. L’Ing. Francesco Giliberti e
Ing. Valerio Bolognini hanno effettuato i calcoli strutturali. Al geologo dott.
Roberto Neroni è stato affidato l’incarico per le indagini geologiche. I lavori sono stati realizzati dalla ditta Biffi Spa di Villa D’Adda, Bergamo.
Dal 19 luglio al 2 settembre Estate nel Parco
L’ Amministrazione comunale ha mantenuto l’impegno assunto con i cittadini
e sono ultimati i lavori per la messa in opera della nuova copertura della pista nel Parco di Villa Montalvo. Chiunque sia andato nel Parco, ha potuto
vedere, anche da lontano, che si tratta di un’opera davvero imponente, degna di un Parco Urbano che tutti ci invidiano. Anche quest’anno la Pubblica
Assistenza di Campi Bisenzio ha accettato di collaborare con il Comune
per realizzare un programma ricco di eccezionali eventi nella realizzazione
della Festa nel Parco, e nel contesto dell’estate campigiana. Sicuramente
lo scorso anno fu un grande successo, di cui tutti i volontari della Pubblica Assistenza che hanno lavorato sia al chiosco-bar che agli spettacoli, ne
sono fieri, e sono certi che la nuova struttura aiuterà ad aumentarlo notevolmente. La Pubblica Assistenza ha sempre cercato di creare opportunità di socializzazione fra i soggetti più deboli come lo sono gli anziani, ed è
un compito che cerca di assolvere durante tutto l’anno, ma che sicuramente ha la punta più alta nel collaborare con il Comune a questa manifestazione dove tanti anziani si ritrovano la sera sia per godere il fresco che
offre il Parco che per ascoltare della buona musica. Le serate danzanti inizieranno il 19 luglio e termineranno il 2 settembre, giorno importante nella memoria campigiana, con gli immancabili fuochi artificiali che l’Amministrazione comunale offrirà in occasione del 65° anniversario della Liberazione di Campi dalle forze nazifasciste. Il buonumore nasce anche dalla
musica e come tutti sappiamo, aiuta a vivere meglio e più a lungo!
Daniela Fontana
Domenica 19 luglio ore 21
Inaugurazione padiglione
e grande evento musicale
Nei prossimi giorni sarà realizzato un opuscolo con
il programma giornaliero dell’Estate nel Parco che
sarà distribuito a tutte le famiglie
22 diSegnoComune
Luglio 2009
rande partecipazione, il 10 giugno
scorso, all’inaugurazione del negozio
Coop di via Buozzi dopo i lavori di
ristrutturazione che hanno interessato il punto vendita per circa quattro mesi: autorità cittadine, vertici Unicoop Firenze e soprattutto
tantissimi soci. I lavori, per una spesa complessiva di circa 3 milioni di euro, hanno ridisegnato lo spazio vendita con nuovi scaffali più capienti che offrono una maggiore varietà
di prodotti, riorganizzazione della macelleria
e della pescheria, ecc. Abbiamo intervistato
Angelo Cerrato presidente della Sezione Soci
Coop di Campi Bisenzio.
Presidente la grande partecipazione all’inaugurazione è un segno evidente del legame della comunità campigiana con questo punto Coop che per la sua collocazione ha una doppia
valenza, di supermercato ma anche di negozio di vicinato. Se l’aspettava?
Ci contavo e voglio ringraziare tutti i clienti
che in questi mesi hanno sopportato il disagio di una ristrutturazione così importante,
ma credo ne valesse la pena. Oggi la Coop di
via Buozzi è più funzionale e riapre all’insegna
del risparmio. Quello energetico, prima di tutto: il progetto di ristrutturazione ha previsto
la installazione di
attrezzature e sistemi di illuminazione che consentono un notevole
risparmio e si sta
studiando la fattibilità d’installazione di pannelli
fotovoltaici. Ma
soprattutto riapre
all’insegna del risparmio economico per i soci e consumatori. Non si
scopre l’acqua calda se si dice che la
crisi economica che stiamo vivendo dal 2008
non ha pari nella storia d’Italia e nel mondo.
L’Unicoop Firenze, per aiutare le famiglie di
soci e clienti a difendersi dalla crisi, dal 2 marzo fino a tutto dicembre 2009 ha ridotto i
margini sui prodotti in vendita nelle proprie
strutture ed ha operato un taglio del 20 per
cento sui prezzi di oltre 700 prodotti a marchio
Coop.
Quali sono i prodotti interessati a questo taglio prezzi?
Prodotti per neonati come latte, omogeneizzati, pastina, pannolini ecc. e di larghissimo
uso come olio, latte, tonno, mozzarella, caffè, pasta, burro, yogurt, pelati, detersivi, igiene personale. Ma non solo: anche alcuni prodotti dell’ortofrutta e delle carni avranno scon-
G
La Coop riapre
all’insegna del
risparmio
ti minimi del 30 per
cento. Secondo i calcoli dell’Osservatorio interno di Unicoop Firenze, una
famiglia media di
tre persone, che
comprerà i prodotti a marchio Coop, può risparmiare oltre 500 euro nell’arco dei dieci
mesi. Questo risparmio difficilmente verrà speso alla Coop ma servirà alle famiglie per fare
altri acquisti o coprire altre spese. La politica
di prezzi di Unicoop Firenze non è una questione di marketing ma è una scelta legata alla missione della cooperativa. È una società
senza scopo di lucro. Fare utile è importante
per un’impresa ma per una cooperativa basta
il minimo necessario per mantenere la propria solidità. Anche le ultime rilevazioni del
mese di gennaio 2009, eseguite da un autorevole istituto di ricerca, attribuiscono ad Unicoop Firenze la leadership sia nel confronto
con i migliori competitors nazionali che con
quelli toscani. La convenienza dei supermer-
cati toscani inoltre, sempre e ovunque riconosciuta, è fortemente condizionata dalla presenza di Unicoop Firenze che persegue da anni una politica di bassi prezzi non solo attraverso la massima efficienza gestionale ma anche, se necessario e funzionale all’interesse
dei consumatori, comprimendo i propri margini di redditività.
Presidente in questi giorni abbiamo sentito parlare di una nuova regolamentazione del parcheggio della Coop. Ce la può spiegare?
Da anni stiamo cercando una soluzione a questo problema del parcheggio. È piccolo e non
è sufficiente, soprattutto se ne lascia il libero
uso. I soci e clienti hanno scritto, negli anni,
centinaia di lettere di protesta perché non trovavano un posto macchina. Dopo un primo
esperimento di parcheggio a tempo (2 ore),
che è durato diversi anni senza nessun risultato
apprezzabile, siamo giunti alla conclusione
che per dare un minimo di garanzia ai consumatori che vengono a fare la spesa, bisognava chiuderlo. In accordo con l’Amministrazione comunale è stato garantito l’uso gra-
Iniziative in parrocchia
Ecco le iniziative promosse dalla Parrocchia di Santa Maria a Campi nel mese di luglio:
Mercoledì 1 ore 21.15 riunione del Comitato pro Saharawi Campi Bisenzio e dei volontari della parrocchia per preparare l’accoglienza dei bambini Saharawi.
Mercoledì 8 intera giornata dedicata al Burkina - Faso con resoconto dei progetti realizzati nel 2008 e presentazione dei progetti
da realizzare nel 2009 - 2010. Orari 10 12; 16.30 - 17.30; 18.30 - 19.30; 21.15
- 23.
1928/2009 - dal 22 al 29 luglio 81° del Crocifisso Redentore di San Jacopo il Maggiore e Festa di San Paolo Apostolo a 2000
anni dalla sua nascita. Nei locali parrocchiali mostra su San Paolo Apostolo ed
esposizione di libri sulla famiglia.
Venerdì 24 serata di presentazione del ciclo pittorico di San Jacopo abbinato all’attualità di San Paolo con la presenza di
Religiosi Paolini, ordine fondato da Giacomo Alberione.
Mercoledì 22 serata dedicata al Crocifisso
Miracoloso, abbinata ad una conferenza
sulla morte e la cultura della donazione del
sangue e degli organi: sarà presente il Teologo Marco Cerruti, professore di Bioetica
all’Istituto di Scienze religiose di Firenze.
Domenica 26 uscita a Pistoia per onorare
la Reliquia di San Jacopo e visita ad alcune chiese di Prato. Partenza dalla chiesa di
Santa Maria alle ore 15 e rientro per cena; segnarsi da don Andrea.
Domenica 26 giornata agrituristica con visita all’Azienda Agricola Pignano località
Poggio Marino a Dicomano. Pranzo presso l’azienda. Per i bambini più piccoli possibilità di escursione a cavallo. Visita dell’agriturismo, merenda e poi rientro a Cam-
pi. Iscrizioni aperte fino al 20 luglio 2009
presso il circolo Mcl di Santa Maria.
Info: Parrocchia di Santa Maria telefono
055 8954109.
Progetto Burkina - Faso
Mercoledì 8 luglio la parrocchia di Santa
Maria dedicherà l’intera giornata al progetto di solidarietà internazionale in Burkina - Faso. Colgo l’occasione per ringraziare tutta la comunità campigiana che in
questi anni ci ha affiancato e ha sostenuto il progetto. Ecco il resoconto delle entrate
e delle uscite dei fondi raccolti nel 2008
e del materiale donato.
Entrate:
Mercatino di Natale euro 2.500; Direzione didattica Campi Bisenzio 2.997,50;
donazioni in occasione delle Cresime
1.310; pesca di beneficenza 934; raccolta nella giornata dedicata ai lebbrosi 437;
AUSER Campi 200; donazione da sei persone per carrozzine handicap 900; Banchino della solidarietà 800; raccolta iniziative La Villa 745; donazione in ricordo
di un defunto 400; donazione in occasione di un Battesimo 520; Scuola elementare S. Martino 261,50; donazioni intenzioni S.Messe 500; S.Messe defunti
1.515; donazioni varie da molte persone
2.840.
Totali entrate euro 16.860,00
Uscite:
Realizzazioni di 9 pozzi domestici 5.600;
acquisto sei carrozzine handicap 900; acquisto 10.000 temperamatite, 3.000 gomme e 1.080 quaderni piccoli a quadretti
1.290; acquisto saponette 350; supporto a Fra Vincenzo per lebbrosi 600; supporto al volontario Matthie per progetti verso i bambini 160; supporto al volontario
André per progetti verso i bambini 150;
aiuto per un bambino malato 300; aiuto
ad una ragazza madre 60; aiuto per alcuni
casi 50; aiuto alla scuola di Ouenga 160;
aiuto alla scuola La Speranza 200; aiuto a
Suor Noeli Camilliana per i bambini e la
Maternità di Koupela 1.050; aiuto alle suore Camilliane di Juvenath di Ounga per i
bambini e il dispensario 1.070; aiuto per la
costruzione della nuova casa canonica di
Ouenga 1.800; acquisto oggetti di artigianato 2.265; acquisto gasolio 255; donazioni intenzioni S. Messe 500; stampa lettere adozioni a distanza 100.
Totali uscite euro 16.860,00
Oggetti donati e inviati in Burkina Faso
Zucchero a quadretti kg 3; sciarpe 265;
bottoni 2.000; cappelli 1.000; guanti in
lattice per ospedali 800; spagnolette cotone 540; ditali 40; spille da balia 100; spilli 100; aghi 1.100; giocattolini 560; temperamatite 220; matite 2.400; gessetti da
sarta 40; ferri da maglia 7; matite colorate 7.500; biro 2.700; lenzuola 100; copertine 70 x 100 700; pastelli a cera 500;
portarullini 500; gessetti 130; quaderni a
quadretti (piccoli) 610; flaconi di acqua
ossigenata 50; bende 45; pacchi garze sterili 20 scatoline; siringhe 14 scatole; cerotti 18 scatoline; cotone idrofilo 17 pacchi;
magliette 100; gomme 850; palloni 7;
mappamondo 1; flauti 3; saponette 1.240;
secchi 3; carrucole 2; occhiali da vista 30
e ... tanto vestiario da bambini e ragazzi.
Ancora un grazie sincero e sentito, anche a
nome dei Burkinabé e dei missionari, a tutti coloro che ci hanno sostenuto: persone,
parrocchie, associazioni, scuole, circoli,
istituzioni, gruppi e all’Amministrazione comunale di Campi Bisenzio.
Don Andrea Pucci
tuito a tutti i cittadini per 1 ora e 30 minuti circa, indipendentemente dal fatto che facciano
o no la spesa alla Coop; tutte le volte che verrà richiesto, oltre che in periodi specifici espressamente indicati. Il parcheggio della Coop verrà chiuso e protetto con sbarre. Per entrare bisognerà prendere un biglietto che dovrà essere conservato e usato per uscire dal parcheggio. Se il cittadino, socio o cliente esce entro
1 ora e 30 minuti, il parcheggio è gratuito, se
si supera questo tempo dovrà pagare il ticket.
I proventi del parcheggio saranno usati per la
sua manutenzione. La Coop non pensa affatto di trovare una fonte di guadagno dalla gestione del parcheggio, anzi, la speranza è che
nessuno lasci l’automobile oltre il tempo gratuito. Auspichiamo davvero che questo accada. Significherebbe aver ottenuto il risultato
che vogliamo: un uso razionale del parcheggio
con una sosta limitata (fare la spesa, andare
in banca o al bar) in modo che ci sia una forte rotazione. Soci e cittadini ne avrebbero sicuramente un vantaggio.
A proposito dei soci, ci sono iniziative riservate a loro?
Certamente, proprio a loro Unicoop riserverà
offerte sotto costo su un ampio paniere di prodotti per tutto il 2009. Ma con questi lavori sono stati potenziati anche i loro spazi. Finalmente, anche alla Coop di Campi Bisenzio ci
sarà una saletta esclusiva per le operazioni del
Prestito Sociale che garantirà riservatezza e
maggior sicurezza a tutti. Come Sezione Soci,
abbiamo ridotto il nostro spazio nel Punto
Soci per permettere la realizzazione della saletta.
Diamo una mano
all’ambiente
Dal 29 maggio via gli shoppers in plastica da tutti i 98 punti vendita di Unicoop
Firenze. I nuovi sacchetti sono completamente biodegradabili e possono essere
utilizzati per la raccolta differenziata dei rifiuti organici e diventare compost, un terriccio utile in agricoltura e giardinaggio.
Per incentivare comportamenti “virtuosi”
da parte di soci e clienti, a partire da questo mese chi farà la spesa nei punti vendita di Unicoop Firenze con le borse riuso
riceverà 2 punti in omaggio. Il progetto
Diamo una mano all’ambiente è stato presentato a Terra Futura, mostra evento sugli stili di vita e consumo sostenibili.
Il gemellaggio tra
San Cresci e Paraibano
E’ con grande gioia che il 26 maggio scorso, in occasione della visita nella nostra Parrocchia di San
Cresci del nuovo vescovo di Balsas in Brasile S.E.
Monsignor Enemesio Lazzaris che si è potuto rinnovare il gemellaggio con la Parrocchia di Para-
ibano in Brasile risalente a 40 anni fa, quando il parroco era don Renzo Paoli che con l’allora vescovo
di Balsas S.E. Monsignor Rino Carlesi siglarono l’inizio di questo legame spirituale di bene e carità fra
le due Comunità parrocchiali. Ricordo in questa
lieta circostanza il carissimo vescovo S.E. Monsignor Franco Masserdotti di venerata memoria deceduto due anni fa in un tragico incidente stradale, che fra le sue visite fatte a San Cresci il 16
maggio 2004 siglò il 35° anno di gemellaggio fra
le due parrocchie. Alla presenza di tutti i rappresentanti della Parrocchia, del sindaco Adriano Chini, di S.E. Monsignor Enemesio Lazzaris ed del
sottoscritto sono state poste le firme nei due diplomi che ricordano il 40° anno di gemellaggio tra
San Cresci e Paraibano. Che il Signore ed i Santi
Patroni proteggano le due Parrocchie per proseguire in questo cammino spirituale e di bene.
Don Michele Scudiero
Parroco di San Cresci
diSegnoComune
Luglio 2009
Diario del primo viaggio
Il 6 aprile 2009 alle 3.32 la vita delle popolazioni aquilane è cambiata radicalmente. Tra
questa gente ci sono anche gli abitanti del mio
paese, Coppito, un luogo dove sono vissuta per
25 anni e che sento ancora mio, dove vivono
i miei familiari, i fratelli, gli zii e tanti tanti amici! Non potevo rimanere a guardare e mi sono
subito attivata. Coppito è un paese tristemente famoso perché sul suo territorio c’è l’ospedale regionale, quello venuto giù come un castello di sabbia, e la caserma della Guardia di
Finanza da dove Berlusconi coordina tutti i
soccorsi. La Tendopoli Coppito è situata nel
campo da calcio, occupa 60 tende, circa 600
persone che si trovano a vivere tra 1000 difficoltà, la prima è il freddo, l’umidità. Le temperature in Abruzzo ai primi di aprile sono nettamente inferiori a quelle di Firenze, ma in questi giorni lo sono state ancora di più perché è
piovuto tantissimo ed una tenda da campeggio
non è certo adatta per vivere a 800metri!
Lo Sci Club Lanciotto di Campi Bisenzio di
cui faccio parte da pochi mesi, ha raccolto il
mio appello per portare un aiuto diretto a queste persone così duramente colpite e ci siamo
subito messi al lavoro per organizzare il primo viaggio. Sono state inviate mail a tutti i soci dello sci club e del gruppo Sci Club Fiorentini, sono stati contattati i maestri di sci dei nostri ragazzi e così via...
Abbiamo subito promosso una raccolta fondi
mirata ad aiutare questa popolazione ed in
breve tempo sono arrivati allo sci club i fondi
necessari per la spedizione. In una settimana sono stati raccolti circa 2.800 euro a cui vanno
poi sommati i materiali (accappatoi, asciugamani,vestiti,rotoloni di carta, carta igienica,
fazzoletti, e tante altre cose che alcune ditte ci
hanno gentilmente donato. I soldi non sono
molti e ci siamo subito preoccupati di pensare ad un eventuale secondo viaggi, e così per acquistare il materiale ne spendiamo solo la metà il resto servirà in seguito.
Il nostro aiuto è mirato, abbiamo cercato di
portar giù tutto ciò che la segreteria della tendopoli ci ha segnalato nella lista che quasi
giornalmente viene aggiornata sul sito Facebook, abbiamo fatto un viaggio mirato e devo
dire che siamo stati ripagati dalla soddisfazione di vedere che tutti i nostri aiuti sono stati
apprezzati in modo incredibile. La maggior
parte dei magazzini e dei centri commerciali
all’Aquila sono chiusi e semplici cose come
scope e palette sono state ben gradite! Lo sci
club ha messo a disposizione il furgone e noi
lo abbiamo riempito con: accappatoi, asciugamani, carta scottex, rotoloni di carta, saponi per l’igiene personale, detersivi, disinfettanti,
vestiti, biancheria, piatti, bicchieri e forchette di
plastica, shampoo contro i pidocchi. Il furgone del Lanciotto sci è partito la mattina del 27
aprile 2009 per raggiungere la Tendopoli di
Coppito. A bordo ci sono io, Antonella e Giampiero dello sci club di Lastra a Signa. Il viaggio
è stato lungo e lento, il carico è pesante e la
salita verso L‘Aquila si fa sentire, pian piano
che ci avviciniamo a L‘Aquila Ovest cominciamo a vedere le tende blu!!! Arriviamo a
metà mattina e troviamo ad accoglierci gli striscioni che le mie nipotine hanno appeso sulla
strada. Sul primo c’è scritto Coppito barcolla
ma non crolla!!! sul secondo: torneremo a volare!! Un messaggio chiaro e forte che ci arriva dritto al cuore!Un saluto veloce alla mia famiglia che con grande forza ha messo su una
mini tendopoli, 2 camper ed una roulotte sono diventati la loro casa e poi si riparte... Il
tempo passa e dobbiamo andare alla tendopoli di Coppito, all’entrata ci accolgono le ragazze della segreteria, Marta, Arianna, Chiara
e poi ci sono gli scout, le persone della protezione civile ed i militari. In questo accampamento ci sono tutti gli abitanti del paese vecchio, quelle persone che mi hanno visto crescere... ora sono sotto queste tende blu della
protezione civile e mi salutano con entusiasmo! Abbiamo scaricato il nostro furgone e ci
siamo subito resi conto che la tendopoli è gestita da persone responsabili e corrette, non è
facile mandar avanti un campo di 600 persone, ma qui ci riescono discretamente, il responsabile, un ragazzo di nome Fiore, ha preso in carico il nostro materiale ringraziandoci
per aver dato un grosso respiro alla Tendopoli. Ma noi abbiamo pensato anche ai bambini
presenti nel campo, ed i nostri pacchettini con
dentro vestiti e biancheria con tanto di nome
ed età proprio per non sbagliare, hanno fatto
la felicità dei più piccoli che con grandissimi
sorrisi le hanno aperte come fosse arrivato Babbo Natale! E’ stato bello vedere le persone serene, felici seppur in un momento di grande
difficoltà. Nella tendopoli nessuno si lamenta,
anzi abbiamo trovato persone pronte ad elogiare il lavoro degli scout, dei volontari della
protezione civile e dei ragazzi dell’esercito.
Hanno tanta carica gli abruzzesi, sono convinti che presto si inizierà con la ricostruzione
e... sicuramente Coppito tornerà a volare... Il
La tendopoli di
Coppito
nostro primo viaggio si è concluso e nel pomeriggio torniamo a Firenze. Nel nostro cuore c’è una certezza: torneremo in Abruzzo a fine maggio, ci torneremo perché queste persone ci hanno trasmesso una grande forza e non
possiamo deluderli. Cosa porteremo? Sicuramente ci adopereremo per far si che le necessità
della tendopoli vengano soddisfatte, ci penserà poi la segreteria ad aggiornarci con la nuova lista.
Diario del secondo viaggio
30 maggio 2009. La sveglia suona molto presto e alle 5.00 siamo già sul furgone per il nostro secondo viaggio. Oggi siamo partiti in 5,
c’è il presidente dello Sci Club Lanciotto Paolo Palloni, c’è Antonella,ci sono io con il mio
bambino che non vede l’ora di riabbracciare i
nonni e c’è Marco dello Sci Club Lastra a Signa.
Il mio bambino Mattia non si rende conto con
i suoi 7 anni del grande dramma che questa
popolazione sta vivendo, ma vuole vedere, vuo-
le venire con noi a
portare nel suo piccolo il suo grande
contributo!
Ancora una volta
andiamo in Abruzzo per portare il nostro aiuto alla tendopoli che abbiamo adottato con il nostro sci
club. I nostri fondi non sono molti, ci eravamo
lasciati metà dei soldi raccolti e devo dire che
abbiamo fatto un’ottima scelta. Il tempo passa e il terremoto in Abruzzo sta diventando
solo un ricordo. Ma è proprio da ora in poi
che questa gente ha bisogno del nostro aiuto.
La richiesta del materiale ce l’hanno suggerita
ancora una volta via Facebook, la segreteria
ci segnala carenza di integratori alimentari che
con il caldo dei giorni scorsi si sono resi necessari per aiutare anziani e bambini. Ma hanno bisogno anche di fogli per plastificare, ormai la disperazione delle persone porta a fal-
23
sificare tutto e l’unico modo per rendere i documenti sicuri è plastificarli, di stoviglie di plastica, di rotoloni di carta, di detersivi, di bicchieri, di scottex, di carta igienica e di tanta
forza!!!
E noi siamo stati tempestivi, abbiamo rimesso
in moto il tam-tam tra i nostri associati, abbiamo reperito tutto i l materiale e abbiamo
caricato il nostro furgone... In 4 ore siamo arrivati a Coppito. Notiamo subito che ogni tenda è dotata del condizionatore e questo è un bel
sollievo visto le temperature tropicali dei giorni scorsi, questa volta le persone della tendopoli
hanno i visi un po’ più tirati, più stanchi... Dopo quasi 2 mesi la vita nelle tende comincia
ad esser pesante, le persone anziane si vedono spaesate ed i bambini sono un po’ tristi.
Nei giorni scorsi è piovuto molto e nei vialetti del campo ci sono i letti, le coperte, le lenzuola tesi ad asciugare... Ma per fortuna notiamo subito un gruppo di clown! Troviamo
un gruppo di splendidi ragazzi che hanno uno
slogan bellissimo: Ciridiamosù!!! Li abbiamo
incontrati in uno dei vialetti, sono volontari
che arrivano dalla Sicilia, girano tra le tende,
scambiano 4 chiacchiere e giocano con i bambini.! Uno spettacolo!!! Resteranno
qui a Coppito per
una settimana, poi
si sposteranno in
un’altra tendopoli...
e così per tutta l’estate!! Restiamo ancora qualche minuto tra le tende, siamo consapevoli di
lasciare queste persone ad affrontare
nuove difficoltà
ma... E’ ora di andar via, risaliamo
sul furgone con in
mente il prossimo viaggio...
Non sarà facile ma sono sicura che ancora una
volta ce la faremo! Tendopoli Coppito ci aspetta e noi non possiamo deluderli!
Pranziamo insieme alla mia famiglia, oggi gli
abbiamo regalato 10 minuti di spensieratezza,
non è poco visto che il mio papà dovrà veder
buttar giù la sua casa costruita con 15 anni di
sacrifici! Ma gli Abruzzesi sono forti, sono abituati a scalare le montagne e torneranno a volare!!!
Ada
Sci Club Lanciotto
Metropoli a Campi Bisenzio
Una storia lunga 14 anni quella del settimanale Metropoli che da poco più di un mese si
è ritrasferito a Campi Bisenzio. Una storia lunga e tutta in salita quella di questo settimanale
che ha lanciato la sua prima e difficilissima sfida nel lontano 1995. Fu quello l’anno che vide i suoi natali. Frutto di un coraggio da leoni dei soci di allora: Massimo Parisi, Riccardo Corsi e Paolo Vannini che decisero di cimentarsi in questa avventura. Il primo format,
a ripensarci oggi, era veramente sui generis:
la cronaca di due comuni, Campi Bisenzio e
Signa spalmata su pochissime pagine. Questa
fu la nascita di Metropoli che aveva la propria
sede nella centralissima piazza della Pieve.
Una vera e propria impresa che non era per
niente facile portare avanti Era tutto difficile
a partire dal lavoro dei giornalisti che prima di
avere qualche notizia dovevano fare un lungo
preambolo per rispondere alla solita domanda: “Metro che?” Ma la determinazione e la
voglia di portare avanti un progetto nel quale
i soci hanno sempre creduto era tanta e il giornale è andato avanti, riuscendo ad entrare e
far conoscere quelle realtà di paese, spesso po-
co considerate dai grandi giornali. Lo spirito
di Metropoli era quello di far parlare i protagonisti della vita locale di una comunità: amministratori, ma qui stava la vera novità, anche la gente comune che ha contribuito con
il suo lavoro a far crescere il paese. Ecco quindi che personaggi che tutti vedevano passeggiare per il centro di Campi o di Signa,
che magari ripetevano frasi sconclusionate
contro i passanti, finivano sul giornale con la
loro storia che pochi conoscevano. Perché
questo era uno degli obiettivi di Metropoli.
Un’impresa non facile perché un tipo di giornale come Metropoli ripropone la figura di un
giornalista d’altri tempi, che si deve abituare
a consumare la suola della scarpe per tirare
fuori le notizie. Pur fra le tante difficoltà il
giornale ha superato tanti ostacoli ed è riuscito ad andare avanti. Con il tempo, grazie
al riscontro dei nostri tanti lettori, Metropoli
ha “colonizzato” altro comuni della Piana Fiorentina: Lastra a Signa, Calenzano, Sesto Fiorentino, Poggio a Caiano, Carmignano e Scandicci. Non solo, da qualche anno Metropoli
ha un’edizione molto seguita nel Chianti fio-
rentino e adesso si appresta a sbarcare anche
a Prato con un’edizione tutta nuova che dovrebbe arrivare in edicola fin dal prossimo autunno. “Abbiamo scelto di abbandonare la nostra sede di Firenze e tornare a Campi Bisenzio per due motivi - spiega il direttore Fabrizio
Nucci - il primo dei quali è la volontà di essere
anche fisicamente parte delle città che raccontiamo ogni settimana, il secondo indubbiamente per un valore simbolico e affettivo:
il nostro giornale è nato e deve molta della
sua fortuna a Campi Bisenzio, per cui ci è
sembrato giusto tornare e progettare qui la sede definitiva della nostra redazione”. La nuova sede si sviluppa su oltre quattrocento metri quadri proprio nel cuore di Campi Bisenzio,
in viale Buozzi 24, a due passi da piazza Dante: “La nostra redazione è composta da otto
giornalisti - prosegue ancora il direttore Nucci - e l’organico è completato da un grafico e
da un segretario di redazione; una parte della sede è stata poi destinata alla nostra casa
editrice Nte, dove lavorano altri tre professionisti della comunicazione”. Caratteristica che
accomuna il gruppo di Metropoli è la giovane
età (quasi tutta la redazione è composta da
under 40) e l’alto livello di professionalizzazione (uno ad uno i giornalisti di Metropoli
stanno diventando tutti professionisti). La nuova sede del giornale si presta molto bene anche allo svolgimento di manifestazioni pubbliche, vista la presenza di un’ampia sala riunioni che può ospitare cinquanta persone e
la possibilità di allestire mostre nei locali attigui alla redazione: “Abbiamo già cominciato - conclude il direttore - ospitando una bella mostra di pittura degli amici campigiani di
Operarte con i quali continueremo a collaborare anche in futuro: l’idea è quella di fare
della nostra redazione uno spazio aperto anche al pubblico, a sottolineare simbolicamente
che il nostro è davvero il giornale di tutti”. I
nuovi recapiti telefonici della redazione sono
055 8970787, fax 055 8970551; l’indirizzo mail è [email protected]
24 diSegnoComune
Luglio 2009
Servizio di raccolta
rifiuti porta a porta
Nuove modalità
per le ditte
delle aree
produttive
IN BREVE
Donare sangue
La Pubblica Assistenza organizza una
raccolta straordinaria di sangue con autoemoteca nel piazzale della Coop, in
via Bruno Buozzi a Campi Bisenzio domenica 5 luglio dalle ore 8 alle ore 11.
Ogni anno durante l’estate la carenza
di sangue diventa drammatica. Per questo l’associazione invita tutti i cittadini
dai 18 ai 65 anni a questo appuntamento
Info: tel. 055 8949926, e mail [email protected]
Andar per boschi
l Comune di Campi Bisenzio e Quadrifoglio S.p.A., in collaborazione con le associazioni di categoria, hanno concordato un’importante sperimentazione di raccolta selettiva dei rifiuti provenienti dalle attività produttive con modalità innovative rispetto
a quelle attualmente utilizzate. La trasformazione del servizio di raccolta interesserà
in questa prima fase sperimentale tutte le
utenze non domestiche nei tratti di via Einstein tra il civico 24 e il 34 e tutte quelle nell’interno del civico 35, per un totale di 45
utenze non domestiche coinvolte.
Per illustrare questo progetto si è svolta lo
scorso 8 giugno una assemblea pubblica presso la ditta Kick Off S.p.A., via Einstein 24 alla quale hanno partecipato, oltre all’Amministrazione comunale e ai tecnici di Quadrifoglio, l’ingegner Scamardella e Andrea Cavaciocchi, gli imprenditori coinvolti in questa
sperimentazione e le associazioni di categoria. Alla base di questo intervento ci sono
due evidenze: la prima è la constatazione che
le aree industriali sono spesso soggette allo
scarico indiscriminato di rifiuti, provenienti anche da fuori dal nostro territorio comunale
che vanno ad incidere notevolmente sulle
quantità di rifiuti intercettati e, conseguentemente, sul calcolo della tariffa. Inoltre, i cassonetti su strada sono punto di riferimento
per gli scarichi abusivi, soprattutto nelle ore
notturne determinando condizioni di degrado urbano.
Nell’area interessata a questa prima trasformazione del sistema di raccolta dei rifiuti, ad
oggi, sono presenti 32 cassonetti side-loader
per la frazione indifferenziata e 25 cassonetti side-loader per la carta.
Nel corso del 2008 sono state raccolte solo
in questa area 655 tonnellate di rifiuti di cui
266 tonnellate di rifiuto differenziato pari al
31,25 per cento. Tuttavia le raccolte differenziate effettuate, come quella della carta ad
esempio, presentano, come è evidenziato dalle analisi merceologiche fatte, una percentuale di frazione estranea oltre i limiti imposti dagli accordi COMIECO (10 per cento).
Proprio per poter migliorare la qualità e la
specificità del rifiuto differenziato Quadrifoglio provvederà a ritirare il materiale direttamente presso le utenze, suddiviso per merceologia: carta e cartone, imballaggi in plastica, imballaggi in materiali misti, avviabili
a recupero, organico,imballaggi in legno.
Per quanto riguarda invece la frazione resi-
I
UTENZE INTERESSATE
Uffici, agenzie studi Professionali
Attività artigianali tipo botteghe
Attività industriali con capannoni di produzione
Attività artigianali con capannoni di produzione
Autorimesse, magazzini senza alcuna vendita diretta
Esposizioni, autosaloni
1
1
19
5
18
1
Totale complessivo
45
dua dei rifiuti, quella non più differenziabile, sarà conferibile utilizzando bidoncini di
piccola taglia che verranno consegnati alle
utenze e che saranno svuotati sempre con il
servizio porta a porta. Con questa trasformazione del servizio, saranno eliminate tutte le multipostazioni di cassonetti della zona interessata.
I tecnici di Quadrifoglio prima dell’avvio del
servizio, previsto per i primi giorni del mese
di luglio, effettueranno un sopralluogo in ogni
azienda per verificare l’effettiva produzione
di rifiuti e per individuare sulla aree private zone da destinare allo stoccaggio dei diversi
materiali; sarà inoltre distribuito il calendario
con giorni e fasce orarie di raccolta e illustrate
in dettaglio le modalità del servizio. Siamo
certi che questo sistema migliorerà da una
parte le condizioni di lavoro delle aziende
coinvolte e grazie alla loro collaborazione e
partecipazione miglioreranno anche la quantità e la qualità della raccolta differenziata.
Gli obiettivi primari che ci poniamo quindi
con questo nuovo progetto di raccolta dei rifiuti sono in primo luogo di facilitare le utenze interessate nel differenziare i rifiuti e di au-
mentare la quantità e qualità della raccolta
differenziata. Un ulteriore obiettivo, probabilmente quello più costruttivo, è di responsabilizzare l’utente che determinerà l’instaurarsi di un meccanismo virtuoso, evitando
così il conferimento improprio di rifiuti speciali non assimilati e ottenendo la conseguente diminuzione del rifiuto indifferenziato. L’attivazione del nuovo servizio porterà
come prima conseguenza, sin dai prossimi
giorni, l’eliminazione di tutte le multipostazioni di cassonetti situate nella sede stradale
e nei piazzali privati. Siamo convinti che ciò
contribuirà in modo significativo a migliorare il decoro urbano e la pulizia delle strade, riqualificando le aree industriali.
La Regione Toscana (legge regionale n.
56 del 6 aprile 2000) ha emanato una
serie di norme per evitare che, a seguito di un prelievo eccessivo si possa compromettere lo stato e la capacità produttiva delle popolazioni naturali, della
flora e della fauna.
Il limite di raccolta giornaliero, per uso
personale e per persona, dei prodotti
secondari del bosco è il seguente: fragole, 2 chili, lamponi, 2 chili, mirtilli, 2
chili, more di rovo, 3 chili, bacche di
ginepro, 500 grammi, muschi, 500
grammi, asparagi, senza limitazioni,
dalla ripresa vegetativa fino al 31 maggio di ogni anno. La raccolta dei prodotti, deve essere effettuata senza l’ausilio di strumenti. È comunque vietato
il taglio e lo sradicamento dell’intera
pianta e l’uso, per la raccolta dei frutti,
di rastrelli e pettini. Le chiocciole non
possono essere raccolte dal 15 agosto al
15 ottobre. Mentre le rane non possono
essere raccolte dal 1 aprile al 30 giugno e non devono avere una dimensione inferiore a 6 centimetri (zampe
escluse). Si ricorda inoltre che per la
raccolta dei funghi occorre munirsi di
autorizzazione. E che il limite di raccolta è di 3 chili, elevato a 6 se la raccolta viene effettuata nel comune di residenza, se classificato comune montano. Sui fondi di proprietà la raccolta
può essere effettuata senza limiti di
quantità.
Serena Pillozzi
Assessore all’Ambiente
Lotta alle zanzare
Associazioni e Comune: comunicare oggi
Sono cambiate le modalità di comunicazione fra il Comune e le associazioni iscritte all’albo comunale.
I tradizionali canali di comunicazione finora usati, fra i quali le lettere cartacee ed il telefono, sono stati sostituiti con nuove soluzioni, che il Comune ha presentato il 29 maggio 2009 in una riunione specifica con le associazioni.
Sul sito www.comune.campi-bisenzio.fi.it è stata creata una sezione specifica, accessibile con utente e password, chiamata Area
associazioni, che contiene fra gli altri:
• Comunica un evento è la pagina utilizzata da presidenti e/o referenti per informare il Comune di una propria iniziativa, evento, manifestazione;
• Eventi delle associazioni, sotto forma di calendario è il risultato
della rielaborazione di contenuti fatta dal Comune e che consente
fra l’altro di conoscere in anticipo le reciproche iniziative degli associati; questi stessi eventi, nella loro veste definitiva, vanno ad
alimentare anche il calendario generale a disposizione di tutti i navigatori web;
• Newsletter Associazioni Web è un bollettino settimanale che il
Comune invia tramite e-mail per le diverse notizie (avvisi, scadenze, eventi rilevanti, novità);
• accesso alla Rassegna stampa;
• Forum non moderato come luogo virtuale di discussione.
Inoltre il Comune utilizza l’invio di Sms ai presidenti/referenti delle associazioni, come promemoria immediati.
I benefici di queste nuove modalità di gestione dei rapporti fra le associazioni ed il Comune sono molteplici: circolarità delle informazioni fra le associazioni, risparmi per l’Amministrazione comunale,
introdotti dall’utilizzo delle nuove tecnologie, tempestività nel raggiungimento di tutti gli associati e semplificazione della gestione interna fra i diversi uffici comunali interessati.
La messa a punto del sistema è stata curata dall’Ufficio Stampa, Informazione e Partecipazione e dal Sistema Informatico Comunale,
utilizzando le funzionalità messe a disposizione dal sistema di gestione del sito istituzionale dell’Ente.
Giovanna Donnini
Responsabile servizio informatico comunale
Per favorire il processo di lotta alle zanzare che il Comune ha intrapreso anche
quest’anno, nell’ambito del quale operatori di Quadrifoglio spa stanno eseguendo interventi di disinfestazione
nel territorio comunale, sono stati acquistati appositi kit di prodotto larvicida. I cittadini potranno ritirare gratuitamente tale prodotto (un kit per
nucleo familiare) presentandosi all’Ufficio Ambiente via Pier Paolo Pasolini, 18 negli orari di apertura al pubblico (lunedì e mercoledì dalle 8.30
alle 13 e giovedì dalle 15.30 alle 18).
diSegnoComune
Luglio 2009
I principi
costituzionali in classe
er il secondo anno consecutivo, l’Anpi
di Campi Bisenzio, in collaborazione con
i due Circoli didattici della città, ha attuato in alcune classi quinte e in una terza media di San Donnino, un progetto didattico finalizzato alla conoscenza della Costituzione
italiana e degli eventi storici che l’hanno preceduta e resa possibile, sia a livello nazionale
che locale. Una valutazione negativa che considerasse prematura la presentazione dei principi costituzionali nella scuola primaria, sottovaluterebbe sia le capacità cognitive degli
alunni di questa fascia di età, sia la qualità del
lavoro preparatorio svolto dai docenti che ha
reso possibile ai bambini la comprensione dei
contenuti e l’interazione attenta e intelligente
con gli operatori culturali che si sono avvicendati nelle classi.
Di questo lavoro preparatorio ha fatto parte
anche la visione del film Aronne,fornito dalla
Mediateca regionale, che rievoca l’eccidio di
Pian d’Albero, alla cui realizzazione ha partecipato Luigi Remaschi, uno degli operatori.
L’opportunità di effettuare questo progetto nelle classi elementari trova conferma nelle numerose iniziative analoghe attuate in varie
scuole d’Italia, non ultima quella dell’ex magistrato Gherardo Colombo e nella pubblicazione di testi didatticamente adeguati. Il lavoro nelle classi, condotto da esperti- testimoni,
quali il professor Salvatore Tassinari, Luciano
Senatori e il vice presidente dell’Anpi provinciale Luigi Remaschi, si è incentrato soprattutto su alcuni principi fondanti della nostra Costituzione, quello relativo alla uguaglianza, al
diritto al lavoro, alla separazione dei poteri,
alla solidarietà, alla pace. La chiarezza espositiva, la capacità di esemplificare e di narrare
le vicende personali inquadrandole nel contesto storico, in modo appassionato e al tempo
stesso pacato, hanno reso possibile un autentico coinvolgimento degli alunni e accessibili
i contenuti trattati. Un discorso a parte merita l’interessante intervento della scrittrice per
l’infanzia Vanna Cercenà che, nella classe V di
Capalle (dove l’insegnante Maria Rosa Bernardini aveva svolto un lavoro di lettura e approfondimento dei suoi testi) si è intrattenuta
per più di due ore narrando la propria vita di
bambina in tempo d guerra, tra il generale,
ammutolito stupore. Al progetto hanno partecipato 4 scuole (San Martino, Capalle, La
Villa, San Donnino): 4 quinte e una terza media interamente composta da alunni cinesi che,
nei limiti del possibile, hanno potuto seguire
gli interventi, grazie all’ottimo lavoro svolto
dall’insegnante Alidina Marchettini, coadiuvata dalla mediatrice culturale.Veramente preziosa si è rivelata la collaborazione degli insegnanti delle altre classi. Per San Martino le in-
P
25
segnanti Gianna Pancani ed Eleonora Marchionni, Lia Firetto e Rosalba Gramigna, per
La Villa Michele Fanelli e Cinzia D’Angelo,
per Capalle Maria Rosa Bernardini e Stefania
Fortino. Complessivamente gli incontri per
ogni classe sono stati tre, compresa l’uscita,
cioè la visita guidata ai luoghi della memoria
della resistenza campigiana: piazza Fra Ristoro, piazza Ballerini, San Piero a Ponti (via XIII
Martiri), piazza della Resistenza presso la lapide
che ricorda i caduti, e infine, nell’atrio del Palazzo comunale, la visita ai sei grandi pannelli artistici, dei quali tre rievocano il triste passato della deportazione dei campigiani nei
campi di sterminio austriaci, uno simboleggia
la pace e porta l’elenco di tutte le vittime del regime nazifascista di questa città, gli altri prefigurano una Campi Bisenzio città futura dove
prevalgono l’accoglienza, l’integrazione, la civile convivenza tra diversi.
Il lavoro svolto costituirà materia di riflessione e di elaborazione scritta che in varie forme
le classi realizzeranno e che avrà un valore documentario. Il buon esito dell’esperienza ci incoraggia a riproporla per il prossimo anno
scolastico. Per questo progetto l’Anpi si è avvalsa della collaborazione di varie associazioni culturali fiorentine, dell’Istituto Storico della Resistenza Toscana e della Mediateca Regionale Toscana.
Anna Maria Mancini
Presidente Anpi sezione Campi Bisenzio
Conoscere la Costituzione
Anche quest’anno l’Anpi (Associazione Nazionale dei Partigiani Italiani) di Campi Bisenzio ha promosso un progetto didattico
rivolto alle scuole del territorio, finalizzato
ad una conoscenza più approfondita della
Costituzione della Repubblica Italiana. Così le classi VA e VB della Scuola Primaria
Aurora Gelli, avendo già iniziato un percorso analogo, hanno accolto le tematiche proposte con vivo interesse. Gli alunni hanno ricevuto ciascuno un libretto della Costituzione, che ha dato loro l’opportunità di “sentirla” come una cosa concreta che appartiene a tutti.
Le attività si sono rivelate particolarmente
coinvolgenti quando sono intervenuti, in
classe, due storici di grande statura, nonché testimoni della Resistenza a Firenze
(prof. Tassinari e Remaschi): i ragazzi hanno seguito i loro racconti con curiosità e
partecipazione, immedesimandosi nei loro
ricordi e condividendo le stesse emozioni. In
seguito a questi incontri, in modo quasi del
tutto spontaneo, i bambini hanno iniziato a
raccogliere testimonianze dai nonni, dai genitori, dai vicini… Il progetto si è concluso
con la visita (guidata da Anna Maria Guideri ed Anna Maria Mancini) ai luoghi della memoria a Campi, luoghi che sono stati
significativi per la Resistenza, per la nostra
lotta per la libertà, la giustizia e l’uguaglianza: piazza Matteotti, piazza Fra Risto-
ro, piazza Lanciotto Ballerini, piazza della
Resistenza, via XIII Martiri a San Piero a
Ponti.
E’ stata veramente una bellissima esperienza che ha arricchito sicuramente tutti
e che speriamo serva a far ricordare il sacrificio di quanti hanno donato la loro vita
per un così alto valore e, soprattutto, a far
sì che nessuno ce lo tolga mai più.
Grazie a tutti quelli che ci hanno permesso
di intraprendere questo percorso.
Gli alunni e le insegnanti
Gianna Pancani, Eleonora Marchionni,
Lia Firetto, Rosalba Gramigna
Viaggio nel Sahara Algerino
Le cose che esistono già non
c’è bisogno di disegnarle.
Io ne disegno di nuove e mi
diverto a guardarle.
Gianni Rodari
Mi capita spesso di vedere in tv o nelle foto
dei nostri giornali i saluti e lo scambio dei doni che avviene negli incontri fra i Capi di
Stato. Nei saluti istituzionali emerge frequentemente una freddezza, una formalità
ed un disinteresse che in tanti casi trasforma un momento bello e unico, come l’incontro fra due persone, in un atto dovuto.
Viene da domandarsi perché tutto questo
succede, perché mai non si percepisce il
senso profondo ed il valore che c’è dietro
ogni incontro…
Ogni popolo ha usanze proprie e diverse tradizioni. Il nostro saluto è figlio di abitudini
tramandate nel tempo ed è legato ai contesti. C’è chi si saluta con una stretta di mano, chi con un abbraccio o con una semplice parola, chi in silenzio, con sguardo. Il saluto fra due persone che si incontrano e i
doni che si scambiano permette di rivelare
qualcosa di sé, della propria storia, del proprio popolo. Il saluto e il dono sono il nostro
vero biglietto da visita. Nel marzo scorso, in
rappresentanza del Comune di Campi Bisenzio, ho fatto parte della delegazione che
ha partecipato al viaggio nel Sahara Algerino, ove è esiliato il popolo saharawi. Gli impegni di solidarietà internazionale profusi
negli anni dalla comunità campigiana, che
si traducono ancora oggi con gesti semplici
ma di alto valore, sono uno strumento significativo di incontro fra i popoli che arricchiscono le nostra comunità. Tanto sono le
azioni intraprese come la raccolta di beni di
prima necessità, la partecipazione del tessuto
associativo nelle varie iniziative, l’accoglienza durante l’estate dei bambini saharawi, i dibattiti culturali per tenere alto l’interesse della comunità sui conflitti dimenticati nel mondo. Alle tante iniziative quest’anno si è aggiunto il viaggio, esperienza
unica di incontro fra persone, conoscenza
di luoghi, ascolto, condivisione, che ci permettono di instaurare una relazione vera ed
assumersi impegni concreti che non svaniscono una volta rientrati nel nostro tran tran
quotidiano. Quest’anno nel nostro viaggio,
che ha coinvolto oltre me rappresentanti di
associazioni campigiane, siamo stati accompagnati da un biglietto da visita unico.
Negli incontri istituzionali che si sono svolti, la delegazione ufficiale campigiana si è
presentata donando alle autorità locali i disegni che alcuni bambini delle scuole elementari del nostro Comune avevano realizzato. Nessun regalo altisonante, bensì un
pensiero frutto della ricerca e dell’impegno
che i bambini avevano messo nella loro attività scolastica. Non vi è infatti modo migliore che raccontare ai più piccoli, con il
linguaggio dei più piccoli, ciò che accade
nel mondo utilizzando i loro strumenti; e
non vi è messaggio più forte di una immagine
che nasce dalla ricerca, dalla fantasia e dalla creatività dei bambini e delle bambine
che proprio perché considerata fragile e degna di poca considerazione, entra dirompente nella vita dei grandi e dei potenti. Donare i disegni dei bambini e delle bambine
campigiane e i loro desideri di Pace al Sindaco di Bir Lelhu, città gemellata con Campi Bisenzio, e al Ministro della Istruzione
della Rasd (Repubblica Autonoma Sahara
Democratico) è stato il miglior modo per far
abbracciare due comunità. Dietro alla stretta di mano di un rappresentante istituzionale c’è una intera comunità. Dietro alla
stretta di mano e alla consegna di un regalo semplice come un disegno di un bambino c’è la volontà concreta di mettere al primo posto il sogno di una società che metta
al centro i più piccoli, che accolga tutti e
che orienti le proprie politiche partendo proprio dai più piccoli. In questo viaggio ho ri-
scoperto il valore di un messaggio semplice
e forte racchiuso in un disegno e del dono
inteso come sistema di relazioni sociali che
forma alleanze, solidarietà e comunità e
crea legami che uniscono le collettività. Abbiamo lasciato in Africa un biglietto da visita
scritto da chi guarda la nostra città da una
prospettiva diversa, di debolezza, di apparente insignificanza. Questo messaggio è
stato donato ad un popolo che ha messo i più
piccoli, bene prezioso già oggi nel presente,
al primo posto. Un insegnamento che arriva da comunità che vivono a chilometri di distanza, che fanno fatica ad avere il minimo
necessario, ma che investono nei più piccoli. Stupisce vedere un popolo che vive in
esilio da più di trent’anni nel cuore del deserto dell’Hammada, destinare le poche risorse che ha ai più deboli (ospedali, luoghi
di primo soccorso e spazi educativi per chi
è portatore di una disabilità) e ai più piccoli (scuole, luoghi aggregativi).
Grazie allora a tutti i bambini campigiani e
ai loro insegnanti che attraverso il loro impegno e la loro creatività hanno contribuito
a rafforzare il patto fra le due comunità gemellate, sperando di vedere un giorno popoli
in pace, come troviamo nei disegni dei nostri bambini!
Luigi Ricci
Consigliere comunale
26 diSegnoComune
Luglio 2009
pagine
Campi Bisenzio
e il Giro d’Italia
el presentare l’evento del Giro d’Italia
del Centenario a Campi Bisenzio per
la partenza della tappa poi conclusasi
al Santuario di San Luca a Bologna, quel grande personaggio del ciclismo che è Alfredo Martini, nel portare il suo saluto definiva l’arrivo
della corsa rosa in Toscana, prima in Versilia,
poi a Firenze e quindi a Campi Bisenzio, una
“prova d’amore”. E’ andata proprio così e crediamo che Campi Bisenzio questa prova d’amore l’abbia davvero data. Il direttore del Giro, Angelo Zomegnan, Mauro Vegni, Stefano
Allocchio, ovvero il vertice dell’organizzazione e della direzione corsa, il collega dell’Ufficio Stampa, Sergio Meda, Giuseppe Ficini, altro punto di riferimento della macchina organizzativa della RCS, hanno espresso la loro
soddisfazione per come Campi Bisenzio ha
accolto il Giro d’Italia ed organizzato la partenza di tappa. Con entusiasmo, con passione,
tutti si sono stretti attorno ai corridori e alla corsa, tanto da rendere “piccolo” lo spazio nel centro di Campi per poter ospitare
tutte le persone che volevano assistere alla partenza della tappa.
Una vera “prova d’amore” verso
il ciclismo ed i suoi protagonisti,
proprio come prevedeva il grande Martini. Ma Campi Bisenzio
ha saputo anche preparare bene
quella giornata di sabato 23
maggio attraverso le iniziative
che erano state predisposte. La
presentazione del libro Campi
Bisenzio e il Giro d’Italia. Cento
anni di storia (1909-2009) che
Fabrizio Nucci assieme a chi scrive ha realizzato. La mostra delle
biciclette storiche dei grande
campioni aperta nel Foyer del
Teatro Dante assieme alle mostre fotografiche di Roberto Vicario, Anna Maria Romoli e Marcello Ballerini, a cura dell’Associazione Incontri. Ed ancora in questo clima di pre-Giro, il concerto
della banda della Filarmonica Michelangiolo
Paoli, la mostra di radio d’epoca nella Sala
dell’Affresco del Palazzo comunale, lo spettacolo Aspettando il Giro con la presenza in piazza Dante e nel centro storico la sera prima della partenza del Giro d’Italia, di tantissima gente, un vero e autentico pienone. E nello stesso
momento la cena di gala con tante autorità e
personalità. Altri due momenti che vogliamo
N
dedicare al ricordo di quei giorni, sono stati
la consegna del premio La vetrina rosa offerta da Confesercenti e Confcommercio per l’addobbo più bello realizzato in occasione del
Giro, e lo spettacolo Maggiolata Rosa del sabato sera con la partecipazione del Coro Cantantutticantanchio, Le Campigianine, di Massimo Antichi e del cantante Mal dei Primitives. Abbiamo voluto ricordare questi momenti
della Settimana Rosa per ringraziare tutti coloro che hanno lavorato all’organizzazione, il
Comitato sotto la spinta e l’entusiasmo di Sal-
vatore Gaziano responsabile dell’Ufficio Sport del Comune di Campi, del presidente della Società Ciclistica Campi Bisenzio, Sergio Pillozzi, che hanno coordinato il lavoro e la varie iniziative soprattutto nel
giorno della partenza della tappa,
con una menzione particolare anche
per le forze dell’ordine, carabinieri,
polizia municipale, polizia di stato
e per i tanti volontari delle associazioni. Campi Bisenzio in una mattinata di sole radioso, si mostrava di colore rosa, dai negozi addobbati, ai tanti palloncini, dagli striscioni ai drappi, alle bandierine che sventolavano un po’ dappertutto. Piazza Matteotti, piazza Fra Ristoro, piazza Lanciotto Ballerini, via Santo Stefano; troppe piccole per contenere l’immensa folla che sciamava dalla Rocca Strozzi e dal ponte sul fiume Bisenzio, fino
a piazza Dante. Il villaggio si animava, come
gli altri momenti, sempre più intensi. Era il
momento della premiazione dei ragazzi delle
scuole secondarie inferiori con la presenza an-
L’estate a Hidron
’impianto si sviluppa su una superficie
di 35.000 metri quadri e dispone di varie piscine. All’esterno una piscina olimpionica ad 8 corsie e una piscina ludica. All’interno si va da quella semi-olimpionica ad
otto corsie a quella per l’apprendimento dei
bambini, da quella per acquagym con percorsi di idromassaggio a quella ludica con
vortice d’acqua, dalla piscina gioco coperta
per neonati da 0 a 3 anni a quella esterna “4
stagioni”. Ma al parco acquatico si affianca
anche l’area wellness, la beauty farm, locali
per il fitness, un centro di recupero funzionale e di training personalizzato che dispone
di operatori qualificati.
Ecco le proposte di Hidron per l’estate 2009:
Parco acquatico estivo
Un vero villaggio vacanze per una domenica
speciale!
Tutte le domeniche va in scena Hidron Village, con uno staff di animatori che dalle ore 12
fino alle 18 vivacizzano la giornata con lezioni di acquagym, giochi per i bambini e fino al 5 luglio degustazioni gratuite del nuovo prodotto Mukki Smuthie
Eventi
Dal lunedì al sabato l’area esterna di Hidron
si anima con appuntamenti ed eventi a bordo piscina, illuminati con candele e le suggestive luci della grande vasca esterna. Tutti
i giorni una proposta nuova
Lunedì - Giro pizza. Tra tovaglie colorate,
L
quadretti e decorazioni tipiche della pizzeria
napoletana, un flusso continuo di pizze per
tutti i gusti, senza limiti ad un costo assolutamente accessibile
Martedì - Musica dal vivo e cena alla carta.
Si può entrare anche alle 22 solo per ascoltare
la musica che ogni settimana cambia genere: pop, rock, jazz, soul, bossa nova...
Mercoledì - Piano bar soft e cena alla carta. Si può entrare anche alle 22 solo per ascoltare la musica
Giovedì - Serata latino americana con l’organizzazione di Latin Florence. Apricena e a
seguire scuola di salsa. Dalle 23 ingresso li-
bero parte Franceskino dj in consolle. Per chi
vuole è possibile cenare sulla terrazza alla
carta
Venerdì - Musica e cena. Si può entrare anche alle 22 solo per ascoltare la musica
Sabato - Serata relax. E’ il sabato olistico
dalle 20.30 a mezzanotte da trascorrere in
accappatoio e costume (senza l’obbligo della cuffia!) tra idromassaggi, bagno sotto le
stelle, cena, massaggi, musica dal vivo. La serata è su prenotazione (max 150 persone).
Per informazioni e prenotazioni eventi il numero da chiamare è 055 892500 int. 3 oppure 339 6508858
che del sindaco Adriano Chini e l’intervento di
altri rappresentanti dell’Amministrazione comunale, mentre la musica scandiva il ritmo
degli interventi e delle premiazioni. In piazza
Matteotti, proprio all’angolo con via Santo
Stefano, il gazebo gestito dall’Ufficio Stampa
e pubbliche relazioni del Comune di Campi
e preso d’assalto da grandi e piccini con la
consegna di gadget, dai cappellini, alle bandierine, dal libro sul Giro ad altre pubblicazioni, con un pensiero per chi lo ha voluto alle popolazioni d’Abruzzo attraverso una libera offerta. Tre ore di attesa prima del passaggio dei corridori, dei campioni e dei comprimari, che si recavano al ritrovo di partenza
in piazza Fra Ristoro. Poi il momento della
partenza ufficiosa e della sfilata per le vie di
Campi per raggiungere nella zona di Villa
Montalvo o meglio della circonvallazione
nord, il chilometro zero quello del via ufficiale. Avremmo potuto continuare a raccontare la
“mattinata rosa” di Campi con altri racconti,
con i bambini ed i grandi a caccia degli autografi, i momenti di allegria vissuti al Villaggio
Rosa del Giro, l’ammirazione per le splendide ragazze della carovana. Un vero spettacolo di colori, folclore, animazione, un entusiasmo che ti coinvolge, anche se non sei uno
sportivo e soprattutto un appassionato di ciclismo. Campi Bisenzio ha vissuto quei giorni riferiti all’attesa per la corsa ed il giorno
stesso della gara in maniera composta, festosa e straordinaria e questo successo ha coronato una lunga attesa. Un’esperienza bellissima con una grazie all’Amministrazione comunale che si è lungamente battuta per avere
il Giro d’Italia del Centenario. Un grazie che
deve essere esteso agli sponsor, ai commercianti, agli artigiani, ai volontari, a tutti coloro che hanno lavorato affinché questo avvenimento riuscisse e fosse ricordato da tutti con
grande soddisfazione. Che dire ancora. Ci sono voluti 100 anni perché la corsa rosa si fermasse a Campi Bisenzio. Arrivederci caro Giro, con la speranza di non dovere aspettare
ancora un secolo per la prossima fermata...
Antonio Mannori
Grazie
L’Amministrazione comunale ringrazia
i volontari delle associazioni, i dipendenti
comunali, le Forze dell’ordine di Campi
Bisenzio che hanno garantito con la loro
disponibilità e professionalità la perfetta riuscita della tappa campigiana del
Giro d’Italia. Un ringraziamento particolare a tutti i cittadini che con pazienza
hanno affrontato gli inevitabili disagi legati ad un evento così complesso e con la
loro partecipazione ed il loro entusiasmo
hanno reso la partenza di tappa una festa
per tutta la città.
Per chi rimane
in città relax e
divertimento,
piscine, centro
benessere e tutti
i giorni fino a
settembre un
evento
Campi estivi
Sono partiti alla grande i campi estivi di Hidron con il fortunato format “americano” dei
campus a tema: calcio con gli allenamenti
nello stadio Zatopek, pallanuoto, nuoto sincronizzato, danza.
I ragazzi sono seguiti da un team di assoluta
professionalità: uno gruppo di animatori dedicato esclusivamente ai bambini dai 4 ai 14
anni che li seguono dagli spogliatoi, ai giochi,
al pranzo, agli allenamenti, al gioco merenda,
fino alla fine della giornata alle ore 17.
Il centro Hidron si trova in via Gramignano
e nel periodo estivo è aperto il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 8.15 alle 23; martedì e giovedì dalle 7.15 alle 23; il sabato e la
domenica dalle 9 alle 20. La piscina esterna
è aperta tutti i giorni dalle ore 10 alle 20. I costi variano secondo i servizi richiesti. L’ingresso al parco acquatico, senza servizio spogliatoio, costa 12 euro per gli adulti, 7 per i
ragazzi 4-14 anni, gratuito per i bambini 0-3
anni. Info: www.hidron.it
diSegnoComune
Luglio 2009
dello sport
Perché abbiamo
scelto, tra i tanti e
possibili strumenti di
pace, la bicicletta?
a bicicletta perché ha con sé tutti quei significati che la rendono davvero un segno tangibile di pace in quanto mezzo
di trasporto democratico che non inquina, che
permette di percorrere grandi distanze, riappropriandosi, contemporaneamente, di un
punto di osservazione a misura di essere umano, nel rispetto della necessaria lentezza. A seconda della gamba un ciclista viaggia a 20-30
chilometri orari. Una velocità che ti permette
di andare lontano ed in città anche più veloce
delle auto. Nel girare di ruota che accompagna la fatica cerchiamo di annullare il mare
che divide il dire dal fare, di dare fiato a parole come tempo, pazienza, fatica, mediazione,
ascolto, lungimiranza, sobrietà, facendole pedalare in tandem con fatti conseguenti e coerenti.
Su queste idee semplici abbiamo costruito un
percorso che ci porterà sempre più lontano. Il
lontano che vogliamo raggiungere, non è però un indistinto lontano dalla realtà, ma è strettamente legato ad essa, strettamente legato al
punto di partenza, alle nostre radici. E le nostre
radici partono da un luogo preciso, da Campi
Bisenzio, da Firenze, dalla Toscana. Siamo un
gruppo di persone che negli anni hanno lavorato insieme a Campi Bisenzio nell’ambito della solidarietà, dei diritti, della cooperazione.
In questo gruppo ci sono persone delle istituzioni, del mondo dell’associazionismo, del volontariato, della cooperazione sociale e internazionale, della scuola. Insieme e con questo
spirito quest’anno andiamo a Berlino.
L’immagine della fine del 1989, del crollo del
Muro di Berlino, delle centinaia di migliaia di
tedeschi che passano festanti dall’est all’ovest
gustando quella libertà che i regimi dell’Europa orientale avevano impedito, ha un significato storico enorme: è la fine di un’epoca e,
al contempo, è percepita come l’avvio di una
stagione “nuova”, piena di speranza. Al di là
della forza delle suggestioni immediate, questo
evento, come tutti quelli che segnano la storia, è assai più complesso e difficile. Il “nuovo
mondo” che si è modellato non ha certamente avuto solo sorti “magnifiche e progressive”.
A venti anni di distanza, al di là della portata
storica, il senso della caduta del muro si è affievolito, ci sembra un’immagine sgranata della quale, sempre meno, riusciamo a focalizzare le figure ed i contorni. La percezione di quel
ricordo può essere ben definita dal titolo di
un film di Wenders Così lontano, così vicino!
La vita frenetica, la diversa concezione del tem-
Il Tandem
sopra Berlino
L
po che diventa sempre più veloce fa dimenticare
le emozioni forti che noi abbiamo vissuto in
quei giorni. La cura della memoria è l’unico
antidoto alla banalizzazione della storia, al
conformismo delle idee, dei giudizi: è l’unica
possibilità di costruire cittadini consapevoli
del valore della legalità, della giustizia, della
democrazia e della pace. E’ certo che in questi
venti anni la “bestia” della conflitto, del sopruso, della guerra etnica non è stata debellata: anzi! Come non ricordare la tragedia dei
Balcani o tutto quello che succede nei cosiddetti
paesi in via di sviluppo? E qui ci fermiamo.
Dei sentimenti esplosi in quella fine dell’89
vogliamo raccogliere la convinzione che le idee
di libertà non possono essere arrestate da nessun muro: nessun ostacolo sarà così alto da
impedire la circolazione dei sogni che disegnano un futuro migliore.
Questo messaggio può avere un veicolo migliore di una bicicletta, meglio, di un tandem?
Il viaggio
Sabato 22 agosto
Partenza in bici da Campi Bisenzio destinazione alle sedi della Regione Toscana, della
Provincia di Firenze, del Comune di Firenze e
del quartiere dell’Isolotto in omaggio a Giorgio La Pira - partenza in pulmino per Malles Venosta
Domenica 23 agosto
Malles Venosta/Landeck, in bicicletta (salita
del Passo Resia e pista ciclabile austriaca)
Lunedì 24 agosto
Landeck/Fussen, in pullmino Fussen/Augusta, bici più pullmino (pista ciclabile Via Claudia Augusta e Romantische Strasse)
Martedì 25 agosto
Augusta/Norimberga, bici più pullmino (pista ciclabile Via Claudia Augusta e Romantische
Strasse) Visita al Museo per la Pace
Mercoledì 26 agosto
Norimberga/Naumburg, in pulmino. Naumburg/Bernburg, in bicicletta (pista ciclabile
Saale Radwanderweg) Bernburg: sede di un
ospedale psichiatrico utilizzata per il progetto di eutanasia dal 1940
Giovedì 27 agosto
Bernburg/Wittenbergs, in bicicletta (pista ciclabile Euroroute1)
Venerdì 28 agosto
Wittenbergs/Berlino, in bicicletta (pista ciclabile Euroroute1)
Sabato 29 agosto
Ciclabile lungo il Muro di Berlino
Domenica 30 agosto
Visita della città in bicicletta con particolare
attenzione ai luoghi significativi della città. Visita al Museo anti guerra/ Anti krieg museum
Lunedì 31 agosto
Visita della città in bicicletta. Visita al Museo
del muro di Berlino/Mauer museum
Martedì 1° settembre
Visita della città in bicicletta
Mercoledì 2 settembre
Ritorno in Italia e partecipazione alla Festa
27
della Liberazione di Campi Bisenzio
Abbattere ovunque i muri e costruire
ovunque i ponti
Nel 1967 La Pira viene eletto presidente della Federazione Mondiale delle Città Unite. Il
suo slogan è Unire le città per unire le nazioni. Dopo la guerra dei sei giorni visita Hebron,
Gerusalemme, l’Egitto. Ha lunghi colloqui con
il ministro degli esteri di Israele Abba Eban,
con il Presidente egiziano Nasser e con i sindaci
di Hebron, di Betlemme e i rappresentanti palestinesi di Gerusalemme est nella Cisgiordania occupata. Dal ritorno di quel viaggio in
un articolo scrive: “Abbattere ovunque i muri
e costruire ovunque i ponti”. Queste parole,
scritte su una pergamena, saranno il dono che
porteremo nei comuni dove ci fermeremo.
Il progetto prevede anche….
Prologo Campi/Orsigna in memoria di Tiziano Terzani, 11 luglio viaggio in bici nel paese dell’appennino pistoiese dove ha vissuto Tiziano Terzani per ricordare e conoscere un uomo di pace
Marcia mondiale della pace
1-2 ottobre: nell’occasione della nascita di
Ghandi e della partenza della Marcia della Pace e della non violenza adesione alle iniziative
con l’Amministrazione comunale di Campi
Bisenzio ed il Liceo Scientifico Agnoletti.
11 novembre: nell’occasione del passaggio a
Firenze della Marcia della pace e della non violenza (http://www.marciamondiale.org), biciclettata da Campi Bisenzio a Firenze
Cinemuro ottobre 2009 rassegna cinematografica dei film che negli hanno rappresentato
il Muro di Berlino e la sua caduta rendendola
un simbolo di Libertà non solo per il popolo
tedesco, tra i titoli proposti: Goodbye Lenin,
Un due tre, Il Cielo sopra Berlino, Le vite degli
altri, Così vicino, così lontano, Lola corre, Germania anno zero
Memorie recenti tre incontri in classe alla
presenza di un testimone, realizzati con strumenti didattici innovativi. Le attività verranno
realizzate da operatori esperti con tecniche di
animazione e attività laboratoriali. Il percorso ha l’obiettivo di operare per una corretta e
approfondita educazione alla cittadinanza attiva e partecipazione democratica della comunità in termini di sensibilizzazione, consapevolezza e attenzione nei confronti della storia. Il progetto si concluderà con un evento finale con lo scopo di rendere pubblica l’esperienza e i risultati del progetto, l’evento avrà
la forma di una festa e riunirà i partner e i soggetti che al progetto hanno partecipato e contribuito.Si ringrazia il Comune di Campi Bisenzio, la Provincia di Firenze, il Liceo Agnoletti, il Centro Canapè, il circolo Arci Il Progresso, la Fratellanza Popolare di San Donnino, il negozio Decathlon
Giovanni Grossi
Michele Arena
La Pallavolo Campi Gruppo Mazzuoli raggiunge la tanto sognata promozione
Nell’anno meno inatteso, dopo due tentativi
falliti nei campionati scorsi, la Pallavolo Campi Gruppo Mazzuoli, riesce nell’impresa di
passare di categoria, quella B2 tanto sognata. Dopo 27 anni di storia quindi la pallavolo
campigiana abbandona il palcoscenico regionale, per farsi conoscere in un campionato
nazionale. Tanta soddisfazione in casa campigiana per un’impresa storica dopo un anno
da protagonisti. Infatti i ragazzi del presidente Alberto Falcini, dopo aver concluso la stagione regolare al primo posto in classifica,
hanno dovuto affrontare lo spareggio con il
Cus Siena per la promozione. Dopo 3 combattutissime gare i ragazzi allenati da Paolo
Tofanari escono sconfitti, ma essendo arrivati primi nel girone, hanno un’altra possibilità, questa volta l’avversario di turno è la Pallavolo Arno Castelfranco, che a sua volta è riuscita a vincere i play off. Si gioca al meglio
delle 3 partite, con due vittorie è promozione. Prima sfida a Campi il 3 giugno 3 a 0 netto da parte dei ragazzi campigiani, che annientano l’avversario, non dandogli modo di
reagire. Il ritorno sabato 6 giugno a Castelfranco, partita totalmente differente, i padroni di casa partono subito forte e si portano sul
2 a 0, reazione campigiana, si va sul 2 a 1, ma
per i padroni di casa e l’ultima occasione per
rimanere aggrappati alla promozione, e riescono ad imporsi per 3 a 1.
Ed arriviamo alla sfida finale, mercoledì 10
giugno, palestra Garibaldi di Campi Bisenzio
gremita in ogni ordine di posto, veramente
tantissima gente presente sugli spalti e tifo
incessante. La partita è di quelle da dentro o
fuori, non ci sono appelli, partita bella vibrante, giocata a viso aperto da entrambe le
formazioni. Primo set a favore dei campigiani, in una frazione dove la tensione e la paura di perdere da entrambi le parti ha condizionato il gioco. Dal secondo set in poi è puro spettacolo, belli e combattuti sia il secondo che il terzo. Nel quarto non c’è storia, gli
avversari vedono sfuggire la partita di sotto
mano, la Pallavolo Campi prende coraggio,
forza, è consapevole di poter vincere, e il palleggiatore Emanuele Rugi con l’ultimo punto
regala la tanto sognata promozione in B2 ai ragazzi di Paolo Tofanari. Inizia la festa, la gioia
fra i ragazzi è immensa, una rivincita su gli
esperti di volley che non credevano in questi
ragazzi, grande entusiasmo anche fra i dirigenti. Commosso il presidente Alberto Falcini: “Abbiamo dei ragazzi splendidi, hanno disputato un’annata straordinaria, in queste finali hanno dato veramente anima e cuore su
ogni punto, veramente 12 ragazzi encomiabili per impegno e dedizione, una vittoria del
gruppo e dell’allenatore Paolo Tofanari, che
con calma e tranquillità ha saputo traghettare questi ragazzi fino alla B2. Era l’anno dove meno ce l’aspettavamo, e invece questi ragazzi ci hanno sorpreso. Sono ancora più contento per quei giocatori che, sono cresciuti da
noi, hanno cominciato con il minivolley, e do-
po quasi 20 hanno coronato questo sogno. Ed
è stato proprio il gruppo l’arma vincente, un
gruppo solido, affiatato”. Ed ora è B2!
“Dopo 27 anni, continua il presidente Falcini, siamo riusciti ad arrivare in un campionato nazionale, siamo veramente orgogliosi di
questo risultato, permettetemi però di fare
una dedica a nome mio e dei ragazzi, vogliamo regalare questa promozione al nostro compianto presidente Carlo Ristori Tomberli, che
purtroppo ci ha lasciato due anni fa, storico
presidente dal 1982, anno di fondazione, siamo sicuri che da lassù mercoledì sera anche
lui avrà festeggiato insieme ai ragazzi questa
splendida promozione!”. Anche l’allenatore
Paolo Tofanari e il capitano Manuele Mannini sono al settimo cielo: “E’ stata una vittoria
del gruppo, commentano, abbiamo iniziato
l’anno in sordina, poi siamo cresciuti partita
dopo partita, tutti uniti siamo arrivati a questo
splendido traguardo, per due anni ci è sfuggito
all’ultimo istante, quest’anno no, nell’anno
meno atteso siamo riusciti a compiere qualcosa
di fantastico!”. Ecco i giocatori agli ordine di
mister Paolo Tofanari: Manuele Mannini, Emanuele Rugi, Gianluca Cosi, Andrea Livi, Franco Baroncelli, Simone Fantaccini, Matteo Vannoni, Paolo Nesi, Alessandro Nesi, Andrea Benes, Bolognesi Marco, Nicola Razzi, dirigenti Alessandro Fantaccini, Sandro Bolognesi,
Giovanni Rugi.
Gianluca Cosi
diSegnoComune 28
Luglio 2009
paginautile
Modifica al Ruc per cambio di
destinazione di aree attualmente
edificabili ad aree non edificabili
[email protected]
Le eventuali richieste dovranno essere presentate al Comune entro il 31 luglio
2009.
A seguito dell’ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale con atto n.
27 del 9 febbraio 2009 l’Amministrazione comunale ha predisposto un avviso pubblico con il quale informa i proprietari che ne abbiano interesse circa la
possibilità di richiedere la variazione di destinazione urbanistica dell’area di
proprietà attualmente a destinazione edificabile nel regolamento urbanistico
ad una destinazione urbanistica non edificabile (ad esempio a verde privato,
verde pubblico, agricolo, viabilità ecc.).
Le richieste pervenute al Comune saranno esaminate sulla base della loro
coerenza con gli obiettivi della pianificazione del territorio; quelle accolte
saranno oggetto di variante al regolamento urbanistico comunale.
Successivamente all’approvazione della variante urbanistica il Comune rimborserà ai proprietari delle aree, (divenute non edificabili), le somme versate
dagli stessi a titolo di pagamento dell’Imposta Comunale sugli Immobili (Ici),
per gli anni 2005, 2006, 2007 e 2008.
Il fac-simile della domanda da presentare è disponibile sul sito del
Comune. www.comune.campi-bisenzio.fi.it.
I proprietari interessati dovranno presentare la richiesta, in carta libera e in triplice copia entro il 31 luglio 2009 direttamente all’Ufficio Protocollo del
Comune - Palazzo comunale piazza Dante - negli orari di apertura o inviandola tramite servizio postale, indirizzata a: Sindaco del Comune di Campi
Bisenzio -ufficio urbanistica - Piazza Dante n. 36 - 50013 Campi Bisenzio
Documenti da allegare alla domanda
- estratto della planimetria catastale aggiornato sul quale devono essere evidenziate in rosso le aree oggetto di richiesta di variante
- estratto del regolamento urbanistico dell’area interessata perimetrata.
Per eventuali informazioni: Ufficio Urbanistica - Palazzo comunale - Piazza
Dante n. 36 - 2° piano negli orari di apertura al pubblico: lunedì e mercoledì
dalle 8.30 alle 13.30 e il giovedì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30 Tel. 055 8959638 - 055 8959639 e-mail: [email protected]
Dall’ufficio servizi
sociali e casa
Bando contributi affitto 2009
Le domande potevano essere presentate
entro il 26 giugno 2009
Prossime scadenze da ricordare:
•Il 28 luglio 2009 verrà pubblicata la graduatoria provvisoria presso Albo Pretorio
del Comune (Piazza Dante). La graduatoria è disponibile anche sul sito del Comune all’indirizzo www.comune. campibisenzio.fi.it e presso Villa Montalvo, via
Limite n. 15 piano terra;
• dal 28 luglio al 12 agosto 2009 incluso
è possibile proporre ricorso (reclamo). I
moduli per i ricorsi possono essere scaricati dal sito www.comune.campi-bisenzio.fi.it oppure ritirati direttamente presso la sede di Villa Montalvo negli orari di
apertura al pubblico;
• entro il 3 agosto 2009 i soggetti tenuti
alla dichiarazione fiscale tramite presentazione del Modello Unico, devono
presentare all’Ufficio Casa la certificazione Isee aggiornata con i redditi 2008
altrimenti saranno esclusi dalla graduatoria definitiva.
• il 10 settembre 2009 verrà pubblicata la
graduatoria definitiva.
• dal 4 gennaio al 1 febbraio 2010 devono essere portate le fotocopie delle ricevute di affitto 2009 e la fotocopia del
versamento dell’imposta di registro (modello F23) relativo all’anno 2009. Coloro che hanno già consegnato le ricevute
dei primi sei mesi entro la scadenza del
bando dovranno portare soltanto le ricevute dei mesi da luglio 2009 a dicembre 2009.
Bando di concorso generale per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica - anno 2009
Si rende noto che la graduatoria provvisoria è pubblicata all’Albo Pretorio del
Comune, piazza Dante n. 36, dal 17 giugno e fino al 17 luglio 2009, sul sito del
Comune all’indirizzo www.comune.campibisenzio.fi.it e altresì consultabile presso la sede di Villa Montalvo via di Limite
n. 15; e sempre fino al 17 luglio 2009 è
possibile presentare ricorso contro l’esclusione dalla graduatoria provvisoria o
contro la mancata attribuzione di punteggi di priorità richiesti.
Laura Bellacci
Responsabile dell’Area
Servizi Sociali e Casa
Ferie estive
delle farmacie
Farmacia comunale centrale non usufruisce di chiusura per ferie
Farmacia comunale I Gigli non usufruisce di chiusura per ferie
Farmacia comunale di Capalle: dal 10
al 30 agosto compresi
Farmacia comunale di San Donnino: dal
9 al 16 agosto compresi
Farmacia Giglioli dr. A. Rossi: dal 7 al
17 agosto compresi
Farmacia dr. Rossi E.: dal 14 al 21 agosto compresi e dal 24 al 31 agosto compresi
Farmacia San Martino: dal 1 al 15 agosto compresi
Farmacia dr.ssa M.L. Masi: dal 10 al 30
agosto compresi
Farmacia Sant’Angelo dr. M. Rossi non
usufruisce di chiusura per ferie (nei mesi di luglio e agosto, è prevista l’apertura il sabato pomeriggio e nel solo mese di luglio aperto anche la domenica
mattina)
Cambia l’orario per
il mercato in centro
Da sabato 4 luglio a sabato 29 agosto il
mercato settimanale del capoluogo cambia orario. In sostituzione del consueto
orario pomeridiano, il mercato si svolgerà il sabato mattina dalle ore 7.30 alle 13.
Guardia
farmaceutica
Il turno diurno pomeridiano dalle ore 13 alle ore 16 è assicurato dal lunedì al sabato
dalla Farmacia comunale centrale, ad
eccezione del sabato pomeriggio di chiusura della stessa successivo al suo turno domenicale, nel quale l’apertura pomeridiana è assicurata dalla Farmacia
San Martino.
Il turno notturno settimanale è assicurato
dalla Farmacia comunale centrale, con
inizio dalle ore 20 del lunedì e termine
alle ore 9 della domenica; la Farmacia effettua anche la normale apertura diurna (ore 9-20) e notturna nelle eventuali festività infrasettimanali, riconosciute
agli effetti civili o religiosi.
Il turno domenicale diurno e notturno inizia dalle ore 9 della domenica e termina
alle ore 9 del lunedì seguente ed è assicurato secondo la rotazione ed il calendario riportati.
Oltre alla Farmacia di turno domenicale,
nella giornata di sabato (tranne i mesi
di giugno, luglio e agosto) è stabilita l’apertura di una o più Farmacie in appoggio, secondo la rotazione riportata nel
medesimo prospetto allegato. La Farmacia di turno domenicale chiude per
l’intera giornata del sabato successivo.
Turni di guardia:
sabato 4 luglio Farmacia Giglioli, via
Buozzi 38 e Farmacia comunale centrale, via Botticelli 50; domenica 5 Farmacia Giglioli, via Buozzi 38; sabato 11
Farmacia comunale centrale, via Botticelli 50; domenica 12 Farmacia comunale centrale, via Botticelli 50; sabato 18
Farmacia San Martino, via Magenta 30,
Farmacia Giglioli, via Buozzi 38 e Farmacia comunale centrale, via Botticelli 50; domenica 19 Farmacia San Martino, via Magenta 30; sabato 25 Farmacia dr. E. Rossi, via Santo Stefano 2 e
Farmacia comunale centrale, via Botticelli 50; domenica 26 luglio Farmacia
dr. E. Rossi, via Santo Stefano 2; sabato 1 agosto Farmacia Giglioli, via Buozzi 38; domenica 2 Farmacia Giglioli, via
Buozzi 38; sabato 8 Farmacia comunale centrale, via Botticelli 50; domenica
9 agosto Farmacia comunale centrale,
via Botticelli 50.
Il Museo Antonio Manzi fino a giovedì 31 luglio è aperto al pubblico
tutte le sere, dalle ore 21 fino alle
23.30, con ingresso gratuito. Nel
mese di agosto il museo resterà
chiuso.
LA FARMACIA CENTRALE
SI RINNOVA COMPLETAMENTE
Informiamo tutti i cittadini che la farmacia centrale ha riaperto il 18 maggio
completamente rinnovata e dotata di un nuovo magazzino meccanizzato e ad
elevata automazione; già dai primi giorni di lavoro si rilevano i seguenti benefici per i clienti:
maggiore privacy con angoli dedicati al consiglio e a nuovi servizi
reperibilità del 97 per cento dei farmaci in commercio
un maggiore assortimento di prodotti
un sistema meccanizzato che automatizza il prelievo dei farmaci garantendo
una maggiore sicurezza e qualità per la vostra salute
tempi di attesa ridottissimi grazie al nuovo sistema meccanizzato (tempo medio di attesa 7 minuti)
maggiore tempo per i consigli e le informazioni da parte del farmacista
maggiore specializzazione con zone della farmacia completamente dedicate ad
alcuni settori merceologici
Nelle farmacie comunali Farmapiana il mese di luglio è dedicato alla campagna T’ami o non t’ami; tale campagna mira a fornire consigli e suggerimenti ai
clienti per star bene con se stessi e per un benessere naturale .
I clienti pertanto potranno chiedere consigli completamente gratuiti e ricevere campioni completamente gratuiti sulle seguenti esigenze/problematiche:
stanchezza
riposto notturno – insonnia
stomaco e intestino
sovrappeso e dimagrimento
gambe pesanti
cellulite
Nelle farmacie Farmapiana:
Nelle farmacie Farmapiana
- bonus di acquisto 25 euro con
la carta fedeltà Farmapiana
- sconti per soci Coop e per gli
associati al volontoriato
- sconto effettivi su latti, farmaci
di automedicazione e cosmetici
Si ricorda che le strutture di Farmapiana a Campi Bisenzio sono solo le seguenti:
Farmacia San Donnino, Farmacia di Capalle,
Farmacia comunale Centrale e studi medici
adiacenti, Farmacia de I Gigli
Nel mese di giugno-luglio un farmacista sarà a
vostra disposizione per il test gratuito del fototipo con una consulenza sul tema Il primo sole. In tale giornata sconto del 15 per cento sui
prodotti specifici delle marche Vichy, Roche Posay, Angstrom, Avène Calendario degli eventi:
farmacia di Lastra a Signa 26 giugno, farmacia
di San Donnino 29 giugno; farmacia di Capalle
30 giugno, farmacia de I Gigli 1 luglio, farmacia
Comunale centrale 2 luglio, farmacia di Settimello 3 luglio.
www.farmapiana.it

Documenti analoghi

DiSegno Comune gennaio 2007

DiSegno Comune gennaio 2007 Fallah Alessandro Fedeli Emiliano Fossi Gruppo Avventura Trekking Samanta Mus don Andrea Pucci Stefano Salvi Roberto Tazioli Renzo Tesi testata videoimpaginazione e grafica Alessandro Innocenti fot...

Dettagli

Febbraio 2011 - Comune di Campi Bisenzio

Febbraio 2011 - Comune di Campi Bisenzio Dante Mastrostefano don Giovanni Momigli Santa Murgia Rigoletto Nesti Letizia Nieri Dario Panetta Monica Pieraccini Pubblica Assistenza di Campi Bisenzio don Andrea Pucci Quadrifoglio spa Ufficio S...

Dettagli