FRANKLIN TEMPLETON ITALIA SIM SpA BILANCIO DI ESERCIZIO

Commenti

Transcript

FRANKLIN TEMPLETON ITALIA SIM SpA BILANCIO DI ESERCIZIO
F RAN 1CL! N TE M P LIETO N
I N VESTPv4 E NTS
FrankIin Templeton Italia SIM S.pA
65459 222
wAv.franklint&rnp!oton.in
FRANKLIN TEMPLETON ITALIA SIM S.p.A.
Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Franklin Resources Inc.
con sede in One Franklin Parkway, San Mateo, California (USA)
Sede Legale: Milano, Corso Italia i
Capitale Sociale: EUR 2.000.000
BILANCIO DI ESERCIZIO AL
30 SETTEMBRE 2013
Cap. soc. Euro 2.000000 nt Vers. P.Iva e Cod. Fino. 11500370157— REA 1471452— iscritta è n. 243 delfAlbo delle 501 con Delibora Consob 16385 dell 1/03/2008
La società è soagetta èJntdeità di diredore e crdi,an,ento di Franklin Resources Inc. no’ sede in Cnn Franklin Pasway, San Maleo. California {USA}
Aderente è Fondo Nazionale è Grarsa
—
k
F RAN K1_ IN TEM P 1_ETO N
I N VE ST&1 E NTS
Franklin Temploton talìo SIM SpA.
TeL’39a285459iFx.39O2 65459 222
lrankIintenpIotonit
Consiglio dl Amministrazione
Dott.
Doti.
Dott.
Jed Andrew Plafker
Presidente
Sergio Albarelli
Amministratore delegato
Hans Joachim Wisser Amministratore
Collegio Sindacale
Dottssa
Doll.ssa
Dott.
Doti.
Doti
Renata Maria Ricotti
Daniela Frusone
Paolo Baruffi
Paolo Pippo Fatrizio
Fabio Fusco
Presidente
Sindaco effettivo
Sindaco effettivo
Sindaco supplente
Sindaco supplente
Società dl Revisione
Deloitte & Touche SpA.
Via Tortona, 25
20144 Milano, Italia
Bilancio dl esercizio al 30Settembre2013
-2-
I
F,enkhn Tempoton Italia SIM S.p.A.
sl2irnn
F PAN KI. I N TE M P 1_ETO N
I N VESTM E NTS
w Irankiintempleton,it
RELAZIONE SULLA GESTIONE PER L’ESERCIZIO CHIUSO IL 30 SETTEMBRE 2013
Egregi Signori.
il bilancio d’esercizio di Franklin Templeton Italia SIM S.p.A. (la ‘Società°) al 30 Settembre 2013, sottoposto
alla Vostra approvazione, evidenzia un utile di esercizio pari a Euro 460.440 al netto delle imposte (pari a
Euro 561.650).
Le spese amministrative ammontano a Euro 14,602.734 dei quali Euro 5.542.715 sono riferibili a costi del
personale e i relativi accantonamenti effettuati nel corso dell’esercizio. Tali costi per l’esercizio al 30
Settembre 2012 ammontavano, rispettivamente, a Euro 11.248.972 e Euro 4.483.794.
Nel corso dell’esercizio chiuso al 30 Settembre 2013, la Società ha continuato le principali attività di supporto
al Gruppo Franklin Resources Inc. (‘FRI”) in termini di servizi di intermediazione e supporto
tecnicofconsulenziale. I saldi patrimoniali ed economici della Società al 30Settembre2013 relativi ai rapporti
intercorsi con le società del Gruppo sono di seguito riportati:
Socatì dii Gruppo F,.nkI., T.npu.tun
Conio onum)c0
2003
mito p.1,—on
30 5.tli.,.06s 2413
R4c.W
AW.o
AtiI.,1à 0 Smr.id
:
F,,ràli, 1,nd.iur Grntkll0 LLC
Coo,x.). P71 6,)
678.46
T.rclian 3105.1484.0161,111)04
Com,c.I, fF7500)
75032 600
Tolsi.
15.731.548
codi
COnffO))ifll. (67000)
FriroJrT.rrp.iosrcnniitr.,LLC
Can.oc.).(FTl)4)
140 Sory,ziris(i5,onto dii uoos.ilo p..tsSou,ir,,z)
341 500 S.0otdireo(slroni. del co,4,.5I d,.u07060 5.0 700’edàlrtuzbr,i
1.104.805
P.oo
(30 009)
#r.nkli, P8605508160
678
(20 4567
535230)
(43 683]
14051)
4621)
14 Z23
Attività o 0.,61z1
13.300) .nI di rveosrvinro per dlpertdieU
(1817037 P844’ rv.o)nroo per (noreser
(I 082287) 58105(rSiIsSrosbd,Icoot.00 6.rd’dii1li’.2(
(26 846) Spesi Rorrvobn.(
C.rer.rforn)co
‘
‘
.
‘
Ptv.nc,e2u.
So... In
C,.ia.. Trpdo. Wn87’.,* %.gw4 L
Cr,m’&. 7t400)
Freni)., Terp.tdn 3560 60.5)or. Ltd
Crasc’&. (P1453)
peno, T.np.t,n 6,6,07w, Siono.. Ct
330330.1. 6746)5
30;
(34: Gr,L So.,., tassi
Fr.nhJb, T.,.1on b,,.*566 Sassa LLÒ
Consr..I. 675 55)
(I 12)
i TOSI GO) ds.rsi,c.rc.)(
Fr.ni)ii Tr,.ios 500507*07 Sroi).i SA.
Coo,ocr.I. 674 54)
710 720
F,.nlJà, Thrqs.)on 5o.sirr.nS Cap.
Con*od.I. 67250)
325)
FroniSo t.,,pMon 0v0c.o. LLC
Coo,os.i. (61620)
(4.759)
Tatui,
Bilanc(o di
eserciziD
al 30 Sellembro 2013
2 303]
‘2.677)
(&17L300(
Gru) fl,i,c..c.1
72 011) Cossp., ibbs,.00r* .5,5gb’) rtttit
.
3505 .000c04,,.
5325) 5’oSI wlIorn.1c(
(4.709) Ge)) rr.rk.iosg
0.312A31J
-3-
/
Franklin Templatan Italia SIM SpA.
F RAN 1CL I N TEMPI ETO N
IN VESTiVI E NTS
Tel 35 02 S53591 ‘Fax .3902 85455 222
lronklintempleton it
I principali eventi occorsi durante l’esercizio 2013 sono stati i seguenti:
L’anno solare 2013 può essere quasi nettamente diviso in due parti (Gennaio-Maggio, MaggioDicembre) dominate dalle aspettative degli operatori di mercato relative al venir meno del supporto
monetario della FED (“Federal Reserve”) (Quantitative Easing). Nella prima parte, sia i mercati
azionari che quelli obbligazionari hanno dato origine a buone performance, ed i mercati della
distribuzione, sia Retail che Istituzionale, hanno continuato a premiare i nostri prodotti di punta,
obbligazionari globali e mercati emergenti azionari. Nella seconda parte, subito a cavallo dell’inizio
estate, i primi timori di rallentamento dell’espansione monetaria hanno portato a drastici cali sui
mercati azionari e obbligazionari emergenti e sulle relative valute, I nostri prodotti di punta,
particolarmente investiti in queste asset class, hanno subito un drastico ridimensionamento delle
proprie performance ed hanno interrotto una serie di dati di raccolta netta positiva che durava da
quasi due anni. La clientela privata ha ridimensionato la propria esposizione alle aree suddette,
privilegiando prodotti bilanciati ed income-oriented, quest’ultimi parzialmente presenti nella nostra
offerta,
Tuttavia la raccolta netta sulla Sicav di Gruppo, Franklin Templeton lnvestment Funds (‘FTIfl, per
quanto abbia subito un rallentamento marcato nel corso dell’ultimo trimestre dell’anno fiscale,
nonostante il recupero di performance dei prodotti più colpiti, ha superato i $7,5 miliardi in fondi, Il
Gruppo ha raggiunto a fine settembre 2013 il massimo storico di patrimonio gestito per clientela
italiana, con poco meno di $40 miliardi in gestione ($39 miliardi dei quali in fondi di investimento),
rispetto ai quasi $30 miliardi di inizio anno fiscale, posizionando Franklin Templeton al primo posto in
Italia tra gli operatori esteri ed al quinto posto considerando anche i colossi locali (Generali, Banca
Intesa, UniCredìt, Anima). La crescita dì patrìmonio, quasi $10 miliardi nell’anno fiscale 2013, è
quindi attribuibile per ben il 77% alla raccolta netta, e solo per il 23% all’apprezzamento di mercato,
un risultato assolutamente lusinghiero se confrontato tanto con dati all’interno di Franklin Templeton
(rispettivamente 62% e 38%) quanto con la media di mercato, L’italia è diventata il secondo mercato
più importante per il Gruppo Franklin Templeton dopo gli USA e prima di Canada, Germania, Taiwan
e Svizzera, contribuendo a generare più del 30% della raccolta netta mondiale (USA esclusi).
Il patrimonio ad oggi è rappresentato per ben ‘81% da prodotti obbligazionari, a conferma della
validità dell’offerta prodotto e della sua adattabilità al mercato italiano, ma ciò detto già ad inizio
2013 la Società ha intrapreso azioni commerciali volte a convincere la clientela, sia Retail che
Istituzionale, a sovrappesare progressivamente gli investimenti bilanciati ed azionari. Tali azioni,
inizialmente dedicate a singole reti con la presentazione di prodotti e soluzioni di investimento
dedicate, hanno raggiunto un massimo tra maggio e giugno con la realizzazione di un Roadshow,
“E’ tempo di entrare in aziOne”, di 17 date in altrettante città italiane al quale hanno partecipato oltre
3200 promotori finanziari e private bankers, dei quali oltre 2.000 sono risultati nuovi contatti per il
Gruppo in Italia. Tra le soluzioni proposte, a fianco di alcuni prodotti bilanciati ed azionari, la
possibilità di investire direttamente in fondi azionari le cedole pagate dai fondi obbligazionari così da
costruire piani di risparmio a lungo termine senza l’assillo della scelta dei momento quando
modificare l’asset allocation del portafoglio. li Roadshow, ma soprattutto i temi trattati e le soluzioni
proposte, hanno riscosso un grande successo che tuttavia non si è ancora tradotto in un marcato
aumento della raccolta nei prodotti azionari.
•
La raccolta lorda a fine anno, pari ad oltre $20 miliardi, è stata generata per il 71% dal canale Retail,
che sale alr8o% sulla raccolta netta, a conferma delle azioni strategiche intraprese lo scorso
esercizio per riposizionare la nostra offerta. Ad oggi, lo stesso canale rappresenta ben ‘80% delle
masse in gestione, con quasi 20,000 promotori finanziari che distribuiscono la nostra Sicav FTIF.
Per poter meglio supportare i nostri distributori, la Società ha aperto tre unità locali, a Roma, Firenze
Bilando dl esercizio aI 30Settembre2013
-4-
F RAM KI. I N TEMPI. ETO N
I N’VE 51’/4 E 1”I ‘TS
FranktinTomplaton ltaha SIM SpA.
Corsoltaha,I.20122 Milano
85459 222
trankttnIenpIetonft
e Padova, assumendo personale specializzato nella supporto alla clientela, ed al quale delegare le
attività day-by-day richieste dal supporto locale (organizzazione eventi, incontri dedicati,
presentazioni di prodotti) che sarebbe stato costoso e complicato continuare a gestire direttamente
dalla sede principale di Milano. Le reti di Promozione Finanziaria e di Private Banking che
collaborano con noi hanno oltre 500,000 clienti privati investiti in prodotti Franklin Templeton, e
troveranno in questi tre uffici un validissimo supporto per lo sviluppo della loro attività.
•
Alla data di questa relazione, i mercati, soprattutto azionari, sono in una prolungata fase di buone
performance ma di accresciuta volatilità: lo scorso anno eravamo propensi a pensare che la fine
fosse ancora lontana per quanto il punto di svolta fosse già alle nostre spalle. Oggettivamente l’anno
2013 chiude con ottime performance dei mercati più solidi, mentre i mercati espressione di
economie più instabili e meno solide sono quelli che hanno più corretto nel corso degli ultimi mesi.
La nostra offerta di prodotto non richiede particolari aggiustamenti (alcuni bilanciati sono stati
lanciati, altri autorizzati alla distribuzione, i nostri fondi obbligazionari sono ‘flessibili’ e quindi ben
adatti all’attuale fase di mercato), tuttavia pesa l’incertezza sull’andamento dei mercati
obbligazionari: la raccolta netta nei primi due mesi dell’esercizio è leggermente negativa (circa $200
milioni di riscatti netti) ma siamo certi che nel corso dell’anno le azioni commerciali poste in essere
su tutta la clientela (nuove campagne dedicate a fondi bilanciati e azionari, riposizionamento dei
fondi obbligazionari a cedola) daranno i loro frutti,
•
Particolare attenzione in questo contesto verrà dedicata alla gestione delle spese, sebbene la
struttura economica sia solida. L’organic growth rate della raccolta netta è pari al 23%, le spese
operative sono pari solo allo 0,03% delle masse gestite (a fronte di un valore delrlnternational
Advisory Services (“IAS”) pari allo 0,06%) e solo allo 0,13% della raccolta netta (IAS: 0.68%). Nel
corso dell’anno verranno attuate riduzioni di costi pari al 4% sui budget di spesa, che sono
comunque stati aumentati rispetto al 2012 per venire incontri all’accresciuta dimensione e
complessità del business gestito in Italia.
•
La struttura organizzativa della Società, oltre all’apertura delle tre unità locali e l’assunzione del
relativo personale (3 Sales Executives), ha visto l’ingresso (previsto) nella Direzione Commerciale
Istituzionale di una risorsa di supporto (Sales Assistant) e di una risorsa senior (Sales Executive) per
potenziare la nostra presenza sui grandi operatori di Gestioni Patrimoniali in Fondi, Fondi di Fondi e
Unit-link. Inoltre, come previsto, nel corso dei primi mesi det 2013 è stato completato il progetto di
ristrutturazione e di ampliamento (lSOmq) degli uffici di Corso Italia 1.
Evidenziamo inoltre quanto segue:
•
•
•
•
•
•
La Società non svolge attività di ricerca e sviluppo.
Secondo quanto richiesto dall’art. 2497bis del codice civile si segnala che la Società è soggetta
all’attività di direzione e coordinamento di Franklin Resources Inc..
La Società non detiene, nè ha acquistato nè alienato azioni proprie o azioni o quote di capitale di
Società controllanti, direttamente o per il tramite di Società fiduciarie.
Al 30 Settembre 2013 azionista unico della Società è Franklin Templeton Luxemburg Holding SA,
(con sede nel Gran Ducato di Lussemburgo), che in data 1 Luglio 2013 ha acquisito il 100% del
capitale sociale precedentemente detenuto da Franklin Templeton Services Limited, con sede a
Dublino (Irlanda).
La sede legale della Società è sita in Milano, Corso Italia 1.
Non vi sono sedi secondarie. Nel corso dell’esercizio 2013 sono state aperte unità locali presso le
città di Padova, Firenze e Roma.
Buancio di esercizio al 30Settembre2013
‘5-
I
E PAN KLI N TEM P LETO N
I N VESTM E NTS
•
•
•
•
•
FranklinTemptaton Italia SIM S.p,A.
65459 222
.lranklinlempletoniz
Durante l’anno finanziario concluso in data 30 Settembre 2013, la Società ha proseguito nell’attività
di rafforzamento della propria organizzazione e della propria struttura contabile e di controllo alfine
di assicurare la continua conformità alle direttive di Banca d’ltaha.
Nel corso dell’esercizio 2013, la SIM ha proseguito l’attività di implementazione delle migliorie al
sistema di governance e al sistema dei controlli a seguito delle indicazioni ricevute da parte
dell’Autorità di Vigilanza in sede di verifica da parte di Banca d’Italia effettuate nel 2012, nell’ambito
dell’ordinaria attività ispettiva condotta dall’organo di vigilanza.
La Società ha implementato un modello di controllo dei rischi potenziali di commissione dei reati
previsti dalla Legge 231/2001 e successive modifiche, che periodicamente viene sottoposto ad
integrazioni e aggiornamenti.
Informazioni sui rischi finanziari: In questo panorama internazionale, ancora dominato dagli effetti di
una crisi economica e finanziaria senza precedenti, gli Amministratori si sono soffermati su
un’approfondita valutazione dei rischi e delle incertezze cui la Società è esposta. Sul fronte dei rischi
finanziaria, sono stati individuati i rischi di credito e di liquidità, che stante la peculiarità dell’attività
svolta, non presentano rilievi problematici poiché le attività e passività sono prevalentemente
regolate alla data della redazione del bilancio e comunque non oltre i sei mesi dalla data di chiusura
dell’esercizio,
In conformità al Documento Banca d’Itali&CONSOB/ISVAP n.4 del 3 marzo 2010, si riportano di
seguito le seguenti informazioni:
o la Società ha adottato la policy per la valutazione degli strumenti finanziari classificati come
‘Disponibili per la vendita”. In particolare, come più ampiamente richiamato nella parte A della
Nota Integrativa, al fine di rilevare l’eventuale evidenza di impairment, la Società prende in
considerazione tutte le informazioni qualitative sull’emittente che possono indurre ad eventi di
perdita e le informazioni quantitative in merito al decremento del fafr valuo dello strumento
finanziario rispetto al costo di acquisto. A tal proposito, la Società ha definito una poìicy interna
finalizzata ad individuare i casi in cui un decremento di fair value debba essere considerato
significativo o durevole. Tale pollcy è descritta in dettaglio nella parte A della Nota Integrativa.
Alla data del 30 settembre 2013 si sono registrate minime perdite di valore sui titoli di proprietà
della Società che sono considerate di natura non significativa e non durevole.
o la Società ha proceduto ad un attento esame degli eventi che potrebbero far sorgere dubbi
significativi riguardo al presupposto della continuità aziendale. In particolare si fa riferimento agli
indicatori finanziari, a quelli gestionali e agli altri indicatori che possono segnalare criticità
e che, se non tenuti in debita considerazione, possono pregiudicare la stabilità e continuità
aziendale. La Società mostra indicatori positivi, e pertanto tali considerazioni, anche a motivo
della consistente capacità patrimoniale, nonché della capacità aziendale a produrre reddito,
portano a concludere che il bilancio viene redatto nella prospettiva della continuità aziendale.
B!ancio di esercizio al 30Settembre2013
.6
-
*
F RAN 1CL 1 P1 TEM I’ LETO N
I NVESTM ENTS
Franklin Tenpl&an Italia SIM S.pA.
222
ww..s.tranklir.templetonit
Signori Azionisti,
Siete pertanto invitati ad approvare il bilancio della Società, e di destinare l’utile di esercizio, Euro 460.440 al
netto delle imposte (pari a Euro 561.650) come segue:
-
-
Riserva legale il 5%, pari ad Euro 23.022 che pertanto passa da Euro 94.406 a Euro 117.428;
Utili portati a nuovo la restante differenza tra l’utile d’esercizio e la riserva legale, pari ad Euro
437.418.
Milano, 18Dicembre2013
Il
siglio di Amministrazione
BilancIa dl esercizio a) 30Settembre2013
-7-
1k
FRANKLIN TEMIIETON
I NVESTM ENTS
Franklin Tempieton Italia S1M Sp.A.
Corso Italia, I 20122 Milano
Tel, 39 02 85459.1 Fak.30Z8S4S9.222
wwn.ira nk!inlem pleton .h
-
-
STATO PATRIMONIALE
(dati espressi in unità diEiro)
Voci dell’AttIvo
3010912013
3010912012
Attivo
10.
40.
60.
100.
110.
120.
Cassa e disponibilità liquide
Attività finanziarie disponibili per la vendita
Crediti
AttIvità materiali
Attività immateriali
Attività fiscali
a) ca7enti
140. Altre attività
TOTALEATTIVO
Voci dei Passivo e dei Patrimonio Netto
3.649
549.501
6.618.994
490.115
222
244.441
244.441
1.405.916
9,313.044
3010912013
2.453
549.734
5.245.582
102.563
942
334.782
334.782
842.549
7.078,685
3010912012
Passivo
IO. Debiti
70. PassMtàfiscali
a) correnti
b) difterite
90. Altre passività
100. Trattamento di fine rapporto del personale
4.104.559
1.154.106
148
2.819.399
954.362
120.
160.
170.
no.
Capitale
Riserve
Riserve di valutazione
Utile (perdita) d’esercIzio
2.000.000
1.187.254
82,678
460.440
2.000.000
1.032.865
101.248
154.389
TOTALE PASSIVO E PATRiMONIO NETTO
9.313.044
7.078.605
12,440
311,367
311.367
-
16.194
148
I dati dell’esercizio 2012 sono stati rideterminati rispetto a quanto originariamente pubblicato per effetto
dell’applicazione retrospettiva del principio IAS19R.
S2t
Biiancio di esercizio ai 30Settembre 2013
-8-
Frankhn Templeton Italia SIM Sp.&
Corso Italia, 1-20122 Milano
Tel. —3902 65459.1 Fax .3902 65459222
w-.tranklintempIeton.it
F R.A.N KLI N TEM PJ_.ETON
IN VESTM. E NTS
unità
-
CONTO ECONOMICO
(dati espressi in
di Ejro)
Voci
2813
10. Risultato netto dell’attività di negoziazione
(24.400)
SO. Commissioni attive
70. interessi attivi e proventi assimilati
80. interessi passivi e oneri assimilati
a) spese
Spese am ministretive
peri! personale
b) altre spese amministrative
120.
Rettifiche di valore notte su attività materiali
130.
Rettifiche di valore nette su attività immateriali
160. Altri proventi e oneri di gestione
UtilI (perdite) da cessione investimenti
imposte sui reddito dell’esercizio deiioperatlvità corrente
utili (perdite) dei gruppi di attività in via dl dismissione ai netto delle impo
UTILE (PITA) D’ESSWIZIO
13.870
(1169)
I 5.719867
11.968.855
(14.602.735)
(11.248.973)
(5542. 715)
(4483795)
(9060020)
(6.765.178)
(91.281)
(81.641)
(720)
(322)
-
637.919
1.291
-
UTiLE(PTA) oaLATT1V1TA CORRBqTEAL NETTO DaLEiMPOSTE
zoo.
36.171
1.022.090
UTILE (P1TA) DaLATTIVITA COR4TEAL LO DaLE IMPOSTE
190.
12.010.412
(3.041)
RISULTATO DLA G6TIONEOPBATIVA
180.
(54.258)
15.708.946
(850)
MARGINE 0iNTSMBDiAZiONE
110.
2012
1.021090
639.210
(561.650)
(484.821)
460.440
154.389
-
-
460.440
154.389
I dati dell’esercizio 2012 sono stati rideterminati rispetto a quanto originariamente pubblicato per effetto
dell’applicazione retrospettiva del principio IAS19R.
,&
Bilancio di esercizio ai 30 Settembre 2013
-9-
FRANKLIN TEMPIETON
i NVESTM ENTS
Frankiin Templetan Italia Lit.1 S.p.k
Corso Italia, 20122 Milaro
Tel. 39 0285459)- Fax .3902 85459222
w ira nktinlem platon.it
-
Prospefto della redditività complessiva della SIM
(dati espressi in unità diEtro)
IO.
20.
90.
110.
120.
VocI
Utile (Perdita) d’esercIzio
Altre componentI reddituali al netto delle Imposte
AWvilà finanziarie disponibili per la vendita
Udi (rdte) aftuaria su piani a benefisi deI hiti
Totale altre componentI reddltuall al netto dello Imposte
Roddltlvità complessiva (Voce 10+110)
3010912013
3010912012
460.440
154.369
(227)
(18.143)
(18.370)
442.070
1845
(121.364)
(119.519)
34.070
I dati dell’esercizio 2012 sono stati rideterminati rispetto a quanto originariamente pubblicato per effetto
dell’applicazione retrospettiva del principio IAS1 9R.
Bilanclo dl esercizio al 30 Settembre 2013
lo
-
a
E
—
-
-
154.389
3.288.502
-
-
154.389
3.288402
-
1.142.939
(110.075)
101.249
1.142.939
(110.075)
101249
979.840
3.253.632
153.099
(110.075)
220768
2.09O.
E
a
cE
v a
-
217.880
(217,880)
E
2.009.009
:
e
979.640
3253802
-
-
380.979
(110075)
2.888
e
—
Bilancio di esercizio aI 30 Settembre 2013
Stwnanhidicaale
Azioni proprie
I (Frdta) desetccc
Patrimonio netto
Capitale
Sovrapprezzo ennsiorm
ISa erv e:
a) tM
ti) atte
Riserve da vatjaznie
e) L4*
b)atre
Riaenvedava&flazeno
St’saTenbdicapilale
Azioni ptc9he
Inc (FWdta) aesetcg’o
Patrimonio nello
Capaala
&vrappreno ennscon
s civ e:
(dati esrtessi ri uMà di airot
.
.
deibiazioni
-
(154.369)
154.389
dtalnazni
Dviiete
AIIocn’onerlsultato
esercizio precedente
-
(979.840)
970640
reseve
Dvde1e
Allocazione risultato
esercizio precedente
Prospetto di variazione del Patrimonio Nello
FRANKLIN TEMflETON
I NVESTMENTS
-
-
.
.
-
Va(azule
dirserve
-
vacazae
diro&ve
Bsssmne
nuove
azvi
enssmne
nuove
azioni
-
-
.
-
Acqisslo
azcn
propre
-
-
-
—11—
-
-
Daflanane Vanazme
Ae
awaadnMa aionntdi
vaiazccu
dv.Jendi
catate
Operazioni sul patrimonio netto
Variazioni dell’esercizio
-
az&ù
propria
ustretnmne vartazm’a
sùaordnaxiz sflltidi
v.i
divdandi
cdale
Operazioni sul patrimonio netto
Variazioni dell’esercizio
-
Frankn Templeton Italia SIM S.p.A.
Corso Italia, 1 -20122 Milano
Tel. *3902 85459.) Fax .3902 85459.222
www.franklìntempleton.it
460.440
442.070
(18.370)
o
EnUat
,,5e
154.389
34.870
(119.519)
§
460.440
3.730.573
1.297.328
(110.0751
62.670
2.009.0
Zg
°S
o
E ‘5
154.389
3.288.502
1.142.939
1110.0751
101249
z
e
i;.
Franklin Templeton Italia SIM S.p.A.
Corso Italia,! -20122 Milano
Tel. 539 0285459.1 Fax .3902 85459222
wwwira nklintampleton.it
FRAN K1..I P4 TEMPI..ETON
I NVESTMENTS
-
Rendiconto finanziario (Metodo diretto)
(dati espressi i,, unità di aro)
Importo
AnIVITA’ OPmATWA
3009.2013
I. GTIONt
30.09.2012
460.448
154.389
36.171
(850)
15.708.946
(5.542.715)
(9.179.462)
(561.650)
I 3.870
(1.169)
12.010.412
(4.483.795)
(6.901.400)
1 .291
(484,820)
(1.494.485)
(391.875)
227
(1.021.687)
(473.025)
(175.000)
(216.875)
1.773.999
(618.292)
(3.754)
1,777.753
16.194
(634.486)
739.954
(855.778)
I. LIQUIDITA’ G94ATA OA
720
47.471
vendite di attività rmteriah
vendite di auMtà irrrmteria!i
720
47.214
257
.
-
-
-
-
.
.
interessi attivi incassati
interessi passivi pagati
cornyissioni nette
spese per it personate
altri costi
altri ricavi
ìrrposte e tasse
-
2. LIOLIDITA’ ATAIASSOITA DALLEATTIVITR RNAF&JARJe
-
-
-
attività finanziarie disporbili per a vendita
crediti verso cl’enteb
altre attivtà
3. LIQUDITA’ GelATPJASSORarA DALLEPASSIVITA’ RkMQIAE
-
-
debiti verso clientela
altre passività
LIQUIDITA’ NETTA GENERATA /ASSORBITA DALL’A TTIWTA OPERATIVA
-
ATTtVITA’ DI tW6TIMEffO
-
-
2. LIQIJ DITA’ ASSORBITA DA:
-
(387.553)
acquisti dì attvà ,mteriari
(387.553)
LIQUIDITA’ NETTA GENERATA/ASSORBITA DALL’A TTIWTA D’IN VESTIMENTO
‘
(386.833)
47.471
353.121
(808.307)
ATTIVITA’ DI PROVVISTA
LIQUIDITA’ NETTA GENERATA /ASSORBITA DALL’A TTIWTA’ DI FINANZIAMENTO
LIQUIDITN NETTA GaaajNASSORalTA NaL’6scIzIO
Bilanclo dl esercizio at 30Settembre2013
-12-
F RAN KLI N TEPA PI..ETON
IN VEST&I. ENTS
Franklin Tompieton Italia SIM SpA.
Corso Italia, 1.20122 Milano
Tel. +390285459.1 . Fax .3902 85459.222
w.IrankIintenpleIon.it
Riconciliazione liquidftà
(dati espressi in untà di Biro)
Importo
30.09.2013
30.09.2012
Cassa e disponibilità liquide ailInIzIo delreserclzio
5242.035
6.056.342
Liquidtà totale netta generataiassorbìta nelresercizio
Cassa e disponibilità liquide alla chiusura deileserclzio
353.121
5.601.156
(808.307)
5.248.035
Silancio di esercizio al 30 Settembre 2013
-13-
-I
Franklin Templetcn Itelia SIM S.pA.
E RAN KL I N T EM P LETO NT
IN V ESTM EN TS
T& .39 02 854591-Fax t39 02 85459222
wrn franklintempleton
NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO IL 30 SETTEMBRE 2013
PARTE A
POLITICHE CONTABILI
—
A.1 Parte generale
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
1
2
3
4
Dichiarazione di conformità ai principi contabili internazionali
Principi generali di redazione
Eventi successivi alla data di riferimento del bilancio
Altri aspetti
-
-
-
-
A.2 Parte relativa al principali aggregati di blIancio
A.3 Informatlva sul falr value
PARTE 5- INFORMAZIONI SULLO STATO PATRIMONIALE
ATTIVO
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
1
Cassa e disponibilità liquide
Attività finanziarie disponibili per la vendita
4
Crediti
6
10- Attività materiali
11 -Attività immateriali
12- Attività fiscali e passività fiscali
14- Altre attività
-
-
-
PASSIVO
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
1
7
9
1012
-
-
PARTE C
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
INFORMAZIONI SUL CONTO ECONOMICO
—
1
5
6
9
1011
141617-
PARTE D
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Sezione
Debiti
Passività fiscali
Altre passività
Trattamento di fine rapporto del personale
Patrimonio
-
-
1
2
3
4
5
Sezione 6
-
-
-
-
-
—
-
-
-
-
-
-
Risultato netto dell’attività di negoziazione
Commissioni
Interessi
Spese amministrative
Rettifiche di valore nette su attività materiali
Rettifiche di valore nette su attività immateriali
Altri proventi e oneri di gestione
Utili (perdite) da cessione di investimenti
Imposte sul reddito dell’esercizio delroperatività corrente
ALTRE INFORMAZIONI
Riferimenti specifici sulle attività svolte
Informazioni sui rischi e sulle relative politiche di copertura
Informazioni sul patrimonio
Prospetto analitico della redditività complessiva dell’impresa
Operazioni con parti correlate
Altri dettagli informabvi
Bilancio dl esercizio al 30Settembre2013
-14-
-
F RAN KLI N TEM P L ETO N
I NVESTM ENTS
PARTE A
-
Franklin Thmplelon Italia SIM SpA.
esiss 222
vnswlrankUntempleton.it
POLITICHE CONTABILI
A.1 Pane generale
Sezione I
-
Dichiarazione di conformità al principi contabili internazionali
Il bilancio d’esercizio chiuso al 30 settembre 2013 è stato predisposto adottando i principi contabili
internazionali IAS/IFRS emanati dall’International Accounting Standards Soard (IASB), casi come omologati
al 30 Settembre 2013 dalla Commissione Europea ai sensi del Regolamento Comunitario n. 1606 del 19
luglio 2002, applicabili nella fattispecie.
Sezione 2 Principi generali di redazione
-
Il bilancio d’esercizio è stato redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione
patrimoniale, la situazione finanziaria, il risultato economico dell’esercizio, la redditività complessiva, le
variazioni del patrimonio netto e i flussi di cassa.
Il bilancio d’esercizio trova corrispondenza nella contabilità aziendale, che rispecchia integralmente le
operazioni poste in essere nell’esercizio, ed è stato redatto applicando i principi fondamentali previsti dai
principi contabili di riferimento ed in particotare:
il principio della competenza: l’effetto degli eventi e operazioni è contabilinato quando essi si
verificano e non quando si manifestano i correlati incassi e pagamenti;
il principio della continuità aziendale: il bilancio è preparato nel presupposto della continuità
operativa per il prossimo futuro;
il principio detta rilevanza: nel rilevare i fatti di gestione nelle scritture contabili si è data rìlevanza at
principio della sostanza economica rispetto a quello della forma;
il principio della comparabilità: nel bilancio vengono fornite le informazioni comparative per il periodo
precedente. I prospetti di Stato Patrimoniale. Conto Economico, Rendiconto finanziario, della
redditività complessiva e delle variazioni di patrimonio netto, e tutti i dettagli di Nota Integrativa che
presentano una comparazione con l’esercizio 2012 sono stati classificati secondo le Istruzioni perla
redazione del bilancio delle 51M emanate da Banca d’italia in data 13 Marzo 2012.
In particolare, per esercizio chiuso al 30Settembre2013, rileviamo quanto segue:
L’introduzione, con decorrenza 1 gennaio 2013, del principio contabile IAS19R avente a
riferimento il trattamento dei Thenefici successivi alla fine del rapporto di lavora” (incluso quindi il
trattamento di fine rapporto), ha comportato ‘esposizione in stato patrimoniale delle Defined
Benefit Obligations in ragione della relativa valutazione attuariale e l’iscrizione degli utili/perdite
attuariali connessi in contropartita di riserve da valutazione. Le modifiche introdotte dal nuovo
IAS 19R sono state applicate retroattivamente come richiesto dallo IAS 8: sono stati pertanto
riesposti i prospetti contabili relativi all’esercizio precedente posto a confronto. Pertanto, ai fini
dellinformativa comparativa dell’esercizio precedente, gli utili e e perdite contabilizzati nella
voce di conto economico “110 a) Spese per il personale” sono stati riesposti nella voce
patrimoniale “170 riserva da valutazione”. In particolare, al 30 settembre 2012 la differente
rilevazione delle perdite attuariali ha comportato un maggior risultato di conto economico rispetto
a quanto originariamente pubblicato per Euro 121.365 e contestuaimente un aumento, di pari
importo, delle riserve di valutazione. Tale operazione ha comportato un aumento del risultato
economico dell’esercizio 2012, che passa da Euro 33.024 a Euro 154.390.
La Società ha accordi relativi alla allocazione di costi e ricavi in base ai quali alcuni ricavi e costi
sono allocati dai suoi affiliati all’interno del Gruppo. A seguito di una quantificazione più precisa
dei ricavi per servizi prestati ad altre società del Gruppo connessi al Global Service Agreement
in essere con la società Franklin Templeton Companies LLC la Società, con riferimento ai saldi
dei dati comparativi dell’esercizio 2012, ha provveduto ad effettuare la riclassifica Euro 673.412,
-
-
Bilancia di esercizio aI 30 Settombre 2013
.
15-
-
n
-
FRAN KL1 N TEMP LETON
I NV ESTM EN TS
Franklin temploton Italia SIM SpA.
Corso Italia. 1-20122 Milano
02 85459.222
dalla voce Altre spese amministrative” alla voce “Commissioni attive”. Tale riclassifica non ha
comportato alcun effetto sul risultato dell’esercizio 2012.
La valutazione degli elementi dell’attivo e del passivo è stata effettuata facendo ricorso, laddove necessario,
a stime basate su elementi attendibili e a tutte le informazioni disponibili alla data di redazione.
Il bilancio d’esercizio è costituito da: Stato Patrimoniale, Conto Economico, Prospetto della Redditività
Complessiva, prospetto delle variazioni di Patrimonio Netto, Rendiconto Finanziario e Nota lntegrativa. E’
inoltre corredato dalla Relazione sulla gestione.
In linea con la normativa di riferimento, se non diversamente specificato, gli schemi contabili sono stati
redatti in unità di Euro, senza cifre decimali; si segnala che anche la Nota Integrativa è stata redatta in unità
di Euro per assicurare la significatività e la chiarezza dell’informazione in essa contenuta. Gli arrotondamenti
sono stati effettuati tenendo conto delle disposizioni di Banca d’italia. Le voci e le sezioni che non riportano
valori per l’esercizio corrente e precedente sono omesse.
Nella Relazione sulla gestione e nella Nota Integrativa sono fornite le informazioni richieste dalle Leggi, dalla
Banca d’italia e dalla Consob.
Il presente documento è stato infine opportunamente integrato con informazioni addizionali, anche in forma
tabellare, per garantire una più completa e significativa comprensione della situazione patrimoniale,
economica e finanziaria della società.
SezIone 3 Eventi successivi alla data di riferimento del bilancio
-
Ai sensi dello IAS 10 si segnala che il bilancio è stato autorizzato alla pubblicazione dal Consiglio di
Amministrazione della Società il 18Dicembre2013.
Sezione 4 Altri aspetti
-
La redazione del bilancio la Società richiede l’utilizzo di stime ed assunzioni nella determinazione di poste
patrimoniali ed economiche. E’ inoltre richiesto che il Management esercitare il suo giudizio nel processo di
applicazione dei principi contabili della Società. Le aree che comportano un più alto grado di giudizio o di
complessità o le aree dove le ipotesi e le stime sono importanti per le dichiarazioni sono:
a.
b.
la valutazione del valore recuperabile dei crediti e delle altre attività;
la quantificazione dei fondi del personale.
Bilancio dl esercizio aI 30Settembre2013
-16-
F RAN KL I N TEM P LETO N
I NV ESTM. E NTS
Franklin Templelon Italia SIM SpA.
Corsoftaha.i•1Ol22Miiano
(ranklintenplelon
il
A.2 Parte relativa ai principali aggregati di bilancio
Si illustrano qui di seguito per i principali aggregati patrimoniali ed economici i criteri di iscrizione,
classificazione, valutazione e cancellazione adottati,
Aftività finanziarie disponibili per la vendita
Le attività finanziarie disponibili per la vendita sono principalmente composte da fondi comuni di
investimento, e sono rilevate al fair valuo. Gli utili e le perdite non realizzate sono registrati nella redditività
complessiva. Il fai valve che usualmente corrisponde al corrispettivo pagato per la loro acquisizione, a cui
sono aggiunti gli eventuali costi di transazione, se direttamente attribuibili agli stessi, Il fair value delle attività
finanziarie disponibili per la vendita é determinato sulla base delle quotazioni di mercato su operazioni
comparabili o modelli interni. Per gli strumenti finanziari per i quali non sia possibile determinare il fair value
in maniera attendibile sono mantenuti al costo. Le attività finanziarie vengono cancellate dal bilancio
solamente se la cessione ha comportato il trasferimento di tutti i rischi e benefici connessi alle attività stesse.
Ad ogni chiusura di bilancio le attività finanziarie disponibili per la vendita sono soggette a test d’impairment
al fine di determinare se il costo dell’investimento ecceda il fair value. In particolare, una variazione negativa
di fair valve al di sotto del costo d’acquisto dello strumento finanziario è da considerarsi oggettiva evidenza
di riduzione di valore nel caso sia significativa o prolungata: in tale situazione, eventuali perdite cumulate
nell’esercizio o riserve negative di patrimonio devono essere contabilizzate a conto economico.
Qualora in esercizi successivi sì ravvisino presupposti per riprese di valore, quelle relative a titoli di capitale
e 01CR sono iscritte a riserva di patrimonio netto, mentre quelle relative a titoli di debito sono iscritte a conto
economico. Al fine di rilevare l’eventuale evidenza di impafrment, vengono prese in considerazione tutte le
informazioni qualitative sull’emittente che possono indurre ad eventi di perdita cosi come sottolineati dallo
IAS 39 § 59-60 e le informazioni quantitative in merito al decremento del fair value dello strumento
finanziario rispetto al valore del costo di acquisto. A tal proposito la Società ha adottato una policy finalizzata
ad individuare i casi in cui un decremento di fair value debba essere considerato significativo o prolungato.
Tale policy prevede che:
per gli strumenti di capitale una riduzione di fair valve superiore al 30% del valore di acquisto, o
che perduri da oltre 24 mesi, costituisca oggettiva evidenza di impairment,
per gli strumenti di debito una riduzione dì tali- valve superiore al 20% del valore dì acquisto o
che perduri da oltre 15 mesi costituisca oggettiva evidenza di impafrment. Gli stwmenti
finanziari di debito selezionati in tale fase quantitativa sono successivamente sottoposti ad una
fase di valutazione qualitativa.
-
-
Crediti
I crediti comprendono le attività finanziarie non derivate, e non quotate in un mercato attivo, con pagamenti
fissi o determinabili, inclusi i crediti commerciali e i depositi presso banche.
Alla data di prima iscrizione i crediti sono rilevati al loro (ali- valve, corrispondente di norma all’ammontare
erogato o al corrispettivo pagato, a cui sono aggiunti gli eventuali costi/proventi di transazione di diretta
imputazione, se materiali e determinabili.
Dopo la rilevazione iniziale, i crediti sono valutati al costo ammortinato, pari al valore di prima iscrizione
diminuito/aumentato dei rimborsi di capitale, delle rettifich&riprese di valore e dell’ammortamento, calcolato
con il metodo del tasso di interesse effettivo.
Bilanclo di esercizio aI 30 Settembre 2013
-17-
I
Franklin Templeton Italia SIM Sp.A.
F RAN K1 I N TE M P L ETO N
I NV’ E STNI E P1TS
Tel. .33 02 85453.I’Fax .39 02 85459222
vn’v iranwìniempioton
e
Il valore di bilando dei crediti è assoggettato alla verifica della sussistenza di eventuali perdite di valore che
potrebbero conseguentemente determinare una riduzione del loro presumibile valore di realizzo.
I crediti sono cancellati dal bilancio se scadono i diritti contrattuali sui flussi finanziari derivanti dai crediti
stessi o quando i crediti vengono ceduti trasferendo sostanzialmente tutti i rischi e benefici ad essi connessi.
Attività materiali e immateriali
Le attività materiali sono iscritte al costo e sono ammortizzate in base alla residua vita utile, determinata
sulla base delle seguenti aliquote di ammortamento:
•
•
•
•
•
Mobili e arredi
Attrezzature elettroniche
Macchine e attrezzature d’ufficio
Migliorie su beni di terzi
Beni inferiori a Euro 516,46
12%
20%
15%
20%
100%
I costi di riparazione e manutenzione sono spesati nell’esercizio in cui si realizzano.
Le immobilizzazjoni materiali sono sottoposte ad impairment test quando vi è un’indicazione che il valore
contabile di un’attività non possa essere recuperato. Valori contabili non sono recuperabili quando i flussi di
cassa non attualizzati stimati che saranno generati dalle attività sono inferiori al valore di carico. Quando un
bene è ritenuto non essere recuperabile, la perdita di valore viene misurato in base all’eccesso, se del caso,
del valore contabile del bene sul rispettivo fair value. Il fair value è determinato sui futuri flussi di cassa
scontato modelli, valutazioni o altri metodi applicabili.
Le attività immateriali sono attività non monetarie, identificabili e prive di consistenza fisica, possedute per
essere utilizzate in un periodo pluriennale e sono iscritte fra le attività se è probabile che generino benefici
economici futuri ed il costo può essere attendibilmente stimato. Le immobilizzazioni immateriali sono
ammortizzate sulla base delle seguenti aliquote:
-
Software
20%
Le attivìtà materiali ed immateriali sono iscritte al costo di acquisto, comprensivo degli oneri accessori al
netto degli ammortamenti accumulati e, ove esistente, di qualsiasi perdita per riduzione di valore,
Sono inoltre iscritti in questa voce i beni utilizzati nell’ambito di contratti di leasing finanziario, ancorchò la
titolarità giuridica degli stessi rimanga alla società locatrice.
Le attività materiali ed immateriali sono sistematicamente ammortizzate a partire dall’anno in cui ne inizia
l’utilizzo lungo la loro vita utile, adottando come criterio di ammortamento il metodo a quote costanti.
Le attività materiali ed immateriali sono eliminate dallo stato patrimoniale al momento della dismissione o
quando il bene è permanentemente ritirato dall’uso e dalla sua dismissione non sono attesi benefici
economici futuri.
Imposte correnti e difterite
Le imposte sul reddito, determinate in conformità alla vigente normativa nazionale, sono contabilizzate in
base al criterio della competenza economica e pertanto rappresentano il saldo della fiscalità corrente e
differita relativa al reddito dell’esercizio.
Bilancia di esercizio aI 30 Sellembre 2013
-
ia
-
/
-
F JtkN KL I N TEM P I. ETO N
I NV ESTM E NTS
Frankkn Templelon Italia SIM SpA.
Tel. +39 02 854591-Fax :39 02 85459 UZ
varankunzempleton t
Le attività e passività fiscali anticipate e difterite sono determinate sulla base delle differenze temporanee tra
il valore contabile attribuito ad un’attività o ad una passività ed i corrispondenti valori assunti ai fini fiscali.
Qualora la componente da cui origina la differenza abbia interessato il conto economico, la contropartita
della fìscalità differita è la voce imposte sul reddito, mentre se la componente ha interessato direttamente il
patrimonio netto anche la contropartita dell’effetto fiscale differito interessa direttamente il patrimonio netto”.
Le attività per imposte correnti e anticipate vengono iscritte in bilancio nella misura in cui esiste la probabilità
del loro recupero, valutata sulla base della capacità della società interessata di generare con continuità
redditi imponibili positivi.
Le attività e le passività iscritte per imposte anticipate e differite sono sistematicamente valutate per tenere
conto di eventuali modifiche intervenute nelle norme o nelle aliquote.
Le attività e passività fiscali correnti sono esposte al netto dei crediti versati nell’esercizio dalla Società.
Debiti e altre passività
I debiti si riferiscono a debiti iscritti dalla società in qualità di locatario nell’ambito di operazioni di leasing
finanziario nonché alle passività derivanti dai rapporti intrattenuti con le società del Gruppo per servizi
prestati.
Alla data di prima iscrizione i debiti sono rilevati al loro fair value, corrispondente di norma al corrispettivo
incassato, al quale sono aggiunti gli eventuali costilproventi di transazione di diretta imputazione, se
materiali e determinabili.
I debiti sono successivamente valutati al costo ammortizzato, tenuto presente che i flussi finanziari relativi ai
debiti a breve termine non sono attualizzati se l’effetto dell’attualizzazione è irrilevante.
Trattamento dl fine rapporto
La passività relativa al trattamento di fine rapporto del personale è iscritta in bilancio in base al valore
attuariale della stessa in quanto qualificabile quale beneficio ai dipendenti dovuto in base ad un piano a
prestazioni definite.
Ai fini dell’attualizzazione, si utilizza il metodo della proiezione unitaria del credito (Projected Unit Credit
Method) che prevede la proiezione degli esborsi futuri sulla base di analisi storiche statistiche e della curva
demografica e l’attualizzazione finanziaria di tali flussi sulla base di un tasso di interesse di mercato. I
contributi versati in ciascun esercizio sono considerati come unità separate, rilevate e valutate singolarmente
ai fini della determinazione dell’obbligazione finale. Gli utili e le perdite attuariali sono rilevate a riserva di
valutazione a seguito dell’adozione anticipata del principio contabile IAS1YR.
Il trattamento di fine rapporto deve essere considerato come un beneficio a prestazione definita che si
sostanzia in una passività complessa per il calcolo della quale l’azienda è tenuta a stimare la data prevista di
interruzione del rapporto di lavoro, tenendo inoltre conto del peso di variabili demografiche (ad esempio tassi
di mortalità, età e sesso dei dipendenti, turnover aziendale) e finanziarie (ad esempio il livello delle
retribuzioni future, in termini di rivalutazione di legge e di incrementi retributivi attesi) che influenzeranno il
valore dell’obbligazione assunta dall’azienda.
Bilancio di
osercizio
aI 30 Sedembre 2013
-
19-
k
-
F RAN KLI N TEM 1’ LETO N
I P1 VE STt4 E P T S
Fronklin Templelco Italia SIM Sp.A.
esm
WA%VJ
frankI:ntempetonit
Piani di fldellnazlone del personale
La Società partecipa ad un piano di fidelizzazione del personale di Frankhn Resources Inc..
I premi al personale sono contabilizzati in accordo con il principio contabile internazionale IFRS 2 e
linterpretazione fornita dall’IFRIC 11. lI piano prevede un periodo di maturazione delle azioni (vesting period)
generalmente pan a tre anni.
Il costo complessivo dei premi ai dipendenti basati su azioni (equity-settled awards) è rilevato nel conto
economico sulla base del fair value (prezzo di chiusura del NVSE) delle azioni sottostanti alla data di
assegnazione. Questi premi sono rilevati come costi del personale a conto economico nel periodo di
maturazione, con un corrispondente debito verso FRI in bilancio.
Il piano di fidelizzazione del personale consente ai dipendenti di scegliere per ropzione “withhold Io coveC (o
“WTC”, che consiste nel far trattenere alla Società un certo numero di azioni al momento della maturazione
delle azioni, al fine di pagare le imposte dovute dal dipendente). LIFRS 2 prevede che la quota di azioni
relative ad unopziane WTC sia misurata utilizzando il criterio contabile dei premi regolati per cassa. Per tali
premi il costo complessivo dei premi regolati per cassa (cash-settlo award) è rilevato nel conto economico
sulla base del fair value (prezzo di chiusura del NYSE) delle azioni sottostanti ad ogni data di chiusura del
bilancio e fino alta data di maturazione delle azioni (vestThgperiod).
Rilevazione dei costi e del ricavi
I casti e i ricavi sono rilevati in conto economico secondo il principio della competenza economica.
I ricavi per la prestazione di servizi sono rilevati in bilancio al [sir value del corrispettivo ricevuto e sono
cantabilinati nel periodo in cui i servizi sano stati prestati.
I ricavi per la vendita di beni sono rilevati al fair value del corrispettivo ricevuto nel casa in cui siano stati
trasferiti allacquirente i rischi e benefici connessi alla proprietà.
Gli interessi e i proventi ed oneri assimilati sono rilevati applicando I metodo del tasso dinteresse effettivo.
Bilancio di esercizio al 30Settembre2013
-20-
/
Franklìn Thmploton italia SIM S,p.A.
F RAN 1(11 N TE M P L ETO N
I NVESTM. ENTS
Tel. +39 02 554591-Fax .39 02 85459222
v.lranklintempleton.it
A.3 Informativa sul fair value
A 3.2 GerarchIa del fair value
A 3.2.1 Portafogli contabili: ripartizione per livelli del fair value
Attlvlt&Pa,slvltà finanzIarIe misurate al fai, value
1. Attività finanziarie detenute per la negcziazicne
2. Attività finanziarie detenute al fai, valuo
3. Attività finanziarie disponibili per la vendita
Livello I
Livello 2
Livello 3
Totale
549.507
549.507
549.507
549.507
4. rìvaU dì copertura
Totale
1. Passività finanziarie detenute per b negoziazbne
2. Passività firanziarie detenute al fai, value
3. Passività finanziarie dponVi per la vendita
Totale
-
-
-
-
Il principio contabile IFRS 7 definisce tre livelli di fair value:
-
-
-
Livello 1: se lo strumento finanziario è quotato in un mercato attivo;
Livello 2: se il fair value è misurato sulla base di tecniche di valutazione che prendono a
riferimento parametri osservabili sul mercato, diversi dalle quotazioni dello strumento finanziario;
Livello 3: se il fair value è calcolato sulla base di tecniche di valutazione che prendono a
riferimento parametri non osservabili sul mercato.
L’investimento nel compafto della SICAV di diritto Lussemburghese Franklin Templeton lnvestment Funds
denominato Templeton Euro Short Term Money Market Fund”, effettuato dalla Società, è del tipo di 1°
livello, in quanto trattasi di SICAV quotata in un mercato attivo.
Bllancio dl esercIzio al 30 Settembre 2013
21-
/‘-
Frankiin Tempieton Italia SiM SpA.
-
F RAN KL IN TEM P L ETO N
I NV ESTIVI EN TS
Parte B
-
TeL +39 02 854591-Fax .39 02 85459.222
twm.frankiintempleton.it
INFORMAZIONI SULLO STATO PATRIMONIALE
ATTIVO
Sezione i
-
Cassa e disponibilità liquide Voce 10
-
1.1 Composizione della voce 10 “Cassa e disponibilità liquide”
La voce include la giacenza della cassa contanti pari a Euro 3.849 (Euro 2.453 al 30Settembre2012).
Sezione 4 Attività finanziarie disponibili per la vendita
-
—
Voce 40
4.1 Composizione della voce 40 “Attività finanziarie disponibili per la vendita”
Totale 2013
Totale 2012
vociNalori
Livello 1
1. Tltot dl debito
Utoi sfrutturati
albi ttoli dì debito
2. Titoli di capitale
3. Quote di Ql
4. Faianzlanenil
Livello 2
Livello 3
Livello I
LIvello 2
Livello 3
-
.
Totale
549.507
549,734
549.507
549.734
La società detiene n°541.338 azioni del comparto della SICAV Franklin Templeton lnvestment Funds
Templeton “Euro Short Term Money Market Fund°.
4.2 Attività finanziarie disponibili per la vendita: composizione per debitori/emittenti
VocINalori
Totale 2013
1.
a)
b)
c)
Titoli di debito
Governi e Banche Centrali
Albienùpubbici
Banche
d)
e)
Bili finanziari
Atri erittenti
2.
a)
b)
c)
TitolI di capitale
Banche
Bili finanziari
Atri enittenii
3.
4.
a)
b)
Quote di 01CR
TitolI dl capitale
Banche
Bili finanziari
e)
Oieniela
549.507
Totale
Bilancio dl esercizio al 30 Settembre 2013
549.507
Totale 2012
549.734
549.734
-22-
Franklin Templeton Italia SIM S.0A
F RAN KL I N T EM P LETO N
I NVESTNI ENTS
Tel +3902 B5459i-Fsx t3902 B5459222
vw.frankIintempleron it
4.3 ‘Attività finanziarie disponibili per la vendita: variazioni annue
Variazioni/tipoiogle
A.
Titoli di
debito
Titoli di
capitale
Quote di
01CR
Rn,,amen1U
Totale
aistenze iniziali
8. Aumenti
8.1 AcquIi
B.2 Varìabi positive di fai vahse
8.3
Riprese di valore
tioutate ai conto econonto
irpUtate ai potrurflnlo netto
-
-
8.4 Trasferu,wiit da alzi poflafog
8.5 Atre variazioni
C. Diminuzloni
ti Vendite
C.2 Rimborsi
C.3 Variazioni negative di f&r value
C.4 Rettifiche di valore
C4 Trasferinenu ad atri portafogh
CS Atre variazioni
D.
Rimanenze finali
-
Sezione 6 Crediti
-
—
.
(227)
(227)
(227)
(227)
549.507
.
549507
Voce 60
6.1 Crediti
Totaie 2013
Composizione
I.
2,
3.
positl e conti correnti
Qediti per servIzi
Ronti contro terni’,e
di cui su titoli di Slato
di cui su atri titoli di debito
di cui su titoli di capitale
Thdididebito
titoli sutturaii
altri tuoi di detto
Fnanziarenti
Totale 2012
Verso
Verso enti
Verso
Verso
banche
finanziari
clientel,
banche
5.597.307
Verso enti
finanziari
Verso
clientela
5 245 582
1.021.687
.
.
.
‘
.
.
5.
Totale valore dl b(ianclo
5.597307
Totale FeIr veli,,
5,597.307
.
.
1021.687
5145.582
1.021.687
5,245582
I crediti verso banche sono interamente costituiti da disponibilità di conto corrente depositate presso un solo
istituto di credito.
I crediti per servizi si riferiscono ai crediti verso società del Gruppo a fronte di servizi di intermediazione e
supporto tecnico verso la consociata Templeton Global Advisors Limited, nonché servizi amministrativi.
servizi informatici e tecnologici e altri servizi di governance verso la Consociata Franklin Templeton
Companies LLC.
Biiancio di esercizio ai 30Settembre2013
23
Franklin Tempietan italia SIM S.p.A.
E RAN KI. I N TEM P L ETO N
I NVESTM ENTS
Sezione 10— AttIvità materiali
—
Tel .3902854591-Fax :3902 65459222
vfrankIìntemplelon.a
Voce 100
10.1 Composizione della voce 100 “Attività materiali”
Totale 2912
Totale 2013
AttivItà valutato al
costo
1. Dl proprietà
a) terreni
b) fabbricati
o) nobili
d) strurrentaii
e) atri
2. AcquisIte in leasing flnan.tsrlo
a) terreni
b) fabbricati
Attività valutate al
Attività
Attività valutate al
falr value o
rivalutate
valutato al
costo
tal, value o
rivalutato
474.389
135.745
57.999
250.644
15.726
o) nobili
d) strunntali
e) atri
80.545
-
18.225
40,155
22,165
22.018
-
15.725
Totale (attività ai costo o rlvalutats)
22.018
490.115
-
102.563
10.2 “Attività materiali”: variazioni annue
Terreni
Fabbricati
Mobili
A. istonzo inIziali
B. Aumenti
B.1 Acq.nt,
8.2 Rpreso ci valore
8.3 vaniazia-i ccs’live da) calrwino netto
b) conio econo—ico
8.4 Arte v&ezb,i
.
far
‘
Altri
Totale
18225
40.156
44.182
102.563
135.020
‘35.020
37.954
37 95C
305.863
305.883
478.833
478.833
(17.540)
(20.106)
(53.674)
(91.281)
I 1.824)
(23.858)
(53.355)
(89.037)
va’ue ‘..:ate a:
C. Dtnlnuzionl
-
CI ve-cIa
C.2 A,nxortanenti
C.3 Ratifiche di valore da dolerioranttto inutate a:
a) patrinonio netto
b) conto econonico
C4 Variazioni negative di
sarumentali
fui, value
inputate a:
a) patrintnio nello
b) conto econonico
CS Altre variazioni
0. Rimanenze finali
-
-
15.676)
3.752
319)
(2.244)
135.744
SLOGO
296.371
490.115
La voce ‘Altri’ si riferisce a migliorie su beni di terzi e automobili.
Gli acquisti dell’esercizio si riferiscono ai costi sostenuti per la ristrutturazione degli uffici di Corso Italia, 1
(avvenuta tra Febbraio e Aprile 2013).
Inoltre, a seguito della ristrutturazione è stato effettuato un inventano fisico in base al quale le
immobilinazioni materiali nette sono state svalutate per €2.244.
Le aliquote di ammortamento adottate sono riportate nella Parte C Sezione IO delle Informazioni sul Conto
Economico.
-
Bilancio di esercizio aI 30 Settembre 2013
-24-
Sf
Franklin Templeton Italia SIM S.p.A.
Corsokaa.l2O122Mifano
85459222
w.franklintampleton.ìt
F ltkN KI.. I N TEM P LETO N
I NVESTMENTS
Sezione 11 —Attività immaterialI—Voce 110
11.1 Composizione della voce 110 “Attività immateriali
Totale 2013
Attività
valutato ai
costo
1.
Avviamento
2.
Altro attività immateriali
2.1 Generate internannte
2.2 Altre
Rodotti softw are
Totale 2012
Attività valutato
al falr value
Attività
valutate al
costo
-
222
-
942
-
222
-
Totale
Attività
valutate al fair
value
-
-
942
222
942
-
-
11.2 Attività immateriali: variazioni annue
A. istenze iniziali
8. Aumenti
8.1 Acquisti
Prodotti
software
942
Totale
942
-
8.2 Rprese di valore
8.3 Variazioni positive di fair va!ue
a patrintnio netto
a conto econonico
8.4 Altre variazioni
-
-
C. Diminuzionl
ci Vendite
C.2 Armtrtarrenti
c.3 Rettifiche di valore
a patrintnio netto
a conto econorrico
C.4 Variazioni negative di fair value
a patrirronio netto
a conto econorrico
C,5 Altre variazioni
(720)
(720)
(258)
(258)
(462)
(462)
222
222
.
.
.
0.
RImanenza finali
A seguito della ristrutturazione degli uffici di Corso Italia, i (avvenuta tra Febbraio e Aprile 2013) è stato
effettuato un inventano fisico in base al quale le immobilizzazioni immateriali nette sono state svalutate per €
462.
Le aliquote di ammortamento adottate sono riportate nella Parte A
Bilancio dl esercizio al 30Settembre2013
—
Politiche contabili.
-25-
Frankl’n Thmpieton italia S1M SpA.
F RAN 1(1 I N TEM P L ETO N
i NV E STM EN TS
Sezione 12— Attività fiscali e passività fiscali
TeL .39 02 a5459iFax +39 02 85459122
vhvfrankIin1emp!etonit
—
Voce 120
Di seguito viene illustrata la composizione di attività e passività fiscali.
12.1 Composizione della voce 120 “Attività fiscali: correnti e anticipate”
Totale 2013
Totale 2012
334.782
303.826
30956
244.441
244441
a. Attività fiscali correnti
Attività correnti fros
Attività correnti tap
-
b. Attività fiscali anticipate
Geditì per riposto anticipate iR
Oedti per riposto anticipato IRAP
-
-
-
-
-
Totale attività fiscali
334.782
244.441
Le attività fiscali correnti IRES si riferiscono all’ammontare dei crediti IRES ancora in essere alla data di
chiusura dei presente bilancio, di cui:
Euro 212.490 corrispondente al credito sorto a seguito della presentazione delristanza di rimborso della
maggiore IRES versata negli anni 2006-2010 a fronte della mancata deduzione dail’iRES dell’IRAP relativa
al costo del personale ai sensi dell’articolo 2, comma 1-quater. D.L. n.201/201 1 e
-
Euro 31.951 corrispondente al credito, già in essere nei precedente esercizio, sorto a seguito della
presentazione dell’istanza di rimborso della maggiore IRES versata negli anni 2004-2007 a fronte del
riconoscimento della parziale deducibflità dell’IRAP dall’IRES.
-
12.2 Composizione della voce 70 “Passività fiscali: correnti e differite”
Totale 2013
Totale 2012
311.367
227942
83.425
a Passività fiscali correnti
Passività crenf fres
Passività corrervi frap
b. Passività fiscali difterite
Debt per riposto difterite S
bà per iriposie difterite RP
.
Totale passività fiscali
311.367
-
148
148
148
Le passività fiscali correnti IRES si riferiscono al debito IRES di competenza dell’esercizio diminuito del
credito IRES risultante dall’ultima dichiarazione dei redditi presentata e non ancora compensaio con altre
imposte.
Le passività fiscali correnti IRAP si riferiscono all’ammontare del debito IRAP di competenza dell’esercizio
diminuito del credito IRAP per acconti versati e del credito IRAP risultante dall’ultima dichiarazione dei redditi
presentata.
I debiti per imposte differite si riferiscono alle differenze temporanee sorte in applicazione del nuovo IAS 19
“benefici per i dipendenti” revised. I dati relativi all’esercizio 2012 sono stati riesposti, sulla base di quanto
richiesto dal principio stesso (paragrafo 173) che stabilisce l’applicazione retroattiva del medesimo, secondo
quanto previsto dallo IAS 8 “Principi contabili, cambiamenti nelle stime contabili ed errori”.
BLlancio di esercizio ai 30 Settembre 2013
-26-
t
Fnniin Tciipletcn Italia SIM S.p.A.
E RAN KL. I N TEM P L ETO N
I NVESTM ENTS
85459 222
swrrankIintempeionit
12.3 Variazioni delle imposte anticipate (in contropartita del conto economico)
Totale 2013
Ielenze iniziali
3.
Totale 2012
-
AumentI
14211
-
21 tIraste antcpate reva:e r&eserDzio
a) relaive a rececenfl esacizi
b) dovi1e al nttantnlo dei criteri coteabii
o) riprese di valore
dl atte
2.2 tejove irrpaste o incrennti dì aliquote fiscali
2.3 Altri aunnhi
3.
Dimlnuzionl
-
(14211)
3.’ tIposte anticipate annullate nelrosercizio
al tigrI
(14.211)
bi svaluiazioni per sopravenula Irrecuperabilità
4.
e) dovute al naitanento di criteri contabili
3.2 Rduzione di aliquote fiscali
3 3 Altre dininuzioni
Importo finale
-
12.4 Variazioni delle imposte differite (in contropartita del conto economico)
Totale
iatenze inIziali
2.
Aumenti
2013
Totalo 2012
148
-
2.1 ttposte difterite nlevata nelresercizio
148
148
a) relative a precedenti esercizi
b) dovute al nutannto del criteri contabìl
o) rorese
veiae
d) alte
22 tejove nrosie o increnert ci a qucte facai.
2 3 Alti atxyevii
3.
Duninuzioni
(148)
3.1 htosle atfite amiate nsresmtizc
a)rqwi
(148)
b) svab4azcni p sopravotta ireuoerabàtà
o) dovute al rnjiarrento di criteri contabili
3.2 azr.e d auote facai
3 3 ACre daytzicn;
4.
Importo finale
Bitancio dl asarcizio al 30 Sottombre 2013
27
-
7
Franklin Templelon Italia SIM S.p.A.
Corso Italia, 1-20122 Milano
Tel. .3902 85459.1 Fax .3902 85459.222
Iranklintemplelon in
-
F R_AN KLI N TEPkP LETON
I NV EST’P4 E P1 TS
SezIone 14— Altre attività
—
-
Voce 140
14.1 Composizione della voce 140 Altre attività’
Le altre attività si riferiscono a:
VocINaIorI
Totale 2013
Cred:tiv/erarìo
Costi di conpeteiua futura
CoposWcauzionafl
Crediti v/fornftori per antici
Crediti v/istituti prevenzli
Albi crediti
Totale
Totale 2012
1.093.684
130.968
61.891
10.348
1.804
107.221
583.094
88.243
58.131
1.405.916
842550
-
4.349
108.731
I crediti verso erario includono il credito IVA per Euro 1.086.450 (Euro 579.536 al 30Settembre2012).
L’incremento rispetto all’esercizio precedente è dovuto al fatto che, oltre al credito sorto nell’esercizio, solo
parte del credito VA dell’esercizio precedente è stato utilizzato a compensazione con altri debiti tributari
(Euro 161.253).
I costi di competenza futura si riferiscono principalmente a compensi per consulenze professionali (Euro
69.473), a costi per sottoscnizioni e abbonamenti (Euro 39.908), costi assicurativi anticipati (Euro 10.189).
I depositi cauzionali sono correlati principalmente al deposito per l’affitto degli uffici di Milano, Corso Italia 1.
Gli altri crediti si riferiscono principalmente a crediti verso società del Gruppo, come dettagliato nella Parte D
Altre Informazioni Sezione 5 Rapporti con partì correlat&.
-
-
Bilancio dl esercizio al 30Settembre2013
-28-
Franklin Templeton Italia SIM S.p.A.
Corso Italia. I 20122 Milano
Tel. t3 0285459.1 Fa t35 02 85459222
VAVW lranklintemptelon.it
FRANKLINTEMPLETON
INVESTMENTS
PASSIVO
Sezione I
—
Debiti
—
Voce IO
1.1 Debiti
Totale 2013
composIzione
Verso
banche
Totale 2012
verso enti
finanziari
verso
clientela
verso
banche
verso enti
fInanzieri
verso
clIentela
Rnanzia,mntl
1.1 Pronlì contro lernine
di cui: su Itoli di Stato
.
.
-
dl cuI: su altrI ltoli di debto
dl cut su tttoll di captale
1.2 Fir.anzerrordl
lti siri4h#ab
Alfridebl
-
2.
12440
Totale
-
Fairvalue
.
12.440
12.440
16 194
-
.
.
.
16.194
16.194
I debiti si riferiscono al debito residuo per un Ieasing finanziario acceso nel 2012 a fronte dell’acquisto di
un’automobile.
Sezione i
—
Passività fiscali
—
Voce 70
Si rinvia alla Parte B Sezione 12
-
SezIone 9—Altre passività
—
-
Informazioni sullo Stato Patrimoniale Attivo.
-
Voce 90
9.1 Composizione della voce 90 “Altre passività
Il dettaglio delle altre passività è evidenziato nel seguente prospetto:
voclNalorl
Totale 2013
bì1I v(porsonale
bi1i infragruppo
1 895.004
1.312 227
bdi vlfomtori
tilivì&ario
630 390
163605
b4i viTh,ti prevenzia
Albi debti
Totale
Totale 2012
1726086
484. 118
402 949
40.486
62 847
123.718
38 666
41.862
4.104.559
2.819.399
I debiti verso personale si riferiscono principalmente a debiti per bonus ai dipendenti e relativi contributi per
Euro 1.415.350 (Euro 1.296.583 nel 2012). a debiti per ferie e permessi, per tredicesima e quattordicesima
nensilità e per i relativi contributi Euro 473.630 (Euro 425.676 nel 2012).
I debiti infragruppo sono dovuti ai daddebili da parte di società del gruppo di costi sostenuti per conto della
Società. Uno specifico dettaglio delle operazioni con società del Gruppo Franklin Templeton lnvestments è
riportato nella Relazione sulla Gestione e nella Sezione 5 della Nota Integrativa.
Bilancia di esercizio al 30 Settembre 2013
29-
Frankl,n Templetan Italia SIM SP A.
FRAN 1Cl N TEMPLETON
I NVESTM E NTS
TeL ,3902854591’Fax .39 02 85459.22Z
wjw franklintemplo;on.t
I debiti verso fornitori sono principalmente rappresentati da stanziamenti per fatture da ricevere per attività di
promozione e marketing per Euro 318293 (Euro 59.313 nel 2012) connesse con l’attività della società,
nonché per consulenze per Euro 99,741 (Euro 74.400 nel 2012) e per spese generali ed amministrative per
Euro 55.627 (Euro 28.262 nel 2012), nonché da debiti correnti a breve,
I debiti verso l’Erario rappresentano gli importi da versare per ritenute effettuate in qualità di sostituto
d’imposta.
Seziono 10
—
Trattamento di fine rapporto del personale
—
Voce 100
Il Trattamento di fine rapporto corrisponde all’intera passività maturata a fine esercizio nei confronti dei
dipendenti in conformità alle vigenti leggi, al netto delle anticipazioni e dei versamenti già corrisposti. Il debito
cosi definito a fine esercizio viene esposto in bilancio al suo valore attuariale.
10.1 “Trattamento di fine rapporto del personal&: variazioni annue
Totale 2013
A.
aistonze IniziatI
B Aumenti
81. Accantarnontadetese,cla
82 Atte varìazìcrj h autmnto
c. Dtmtnuzlonl
Ci. Liquidazioni effettuate
2. Altro variazioni
O,
ai
dininuzone
lstenze finali
954.362
Totale 2012
829.259
462,618
421.601
61.017
311.053
247.997
63 058
(282.875)
(6.760)
(185.950)
(11 2281)
(276.106)
(73.669)
1.154,106
954.362
La significativa variazione del TFR è dovuta all’incremento del numero dei dipendenti e delle retribuzioni
imponibili ai tini del calcolo del TFR,
La voce “altre variazioni in diminuzione” è principalmente costituita da trasferimenti verso fondi pensione per
Euro 210.601 (Euro 69.895 nel 2012).
10.2 Altre informazioni
Lo scenario economico-finanziario utilizzato per la valutazione attuariale viene descMto dalla seguente
tabella:
30.92013
Tasso annuo
Tasso annuo
Tasso annuo
Tasso annuo
tecnco di attuazzazione
di Inflazione
aunnlo retrtilzioni con,Iessivo
,xre’ìro TNI
3,00%
2,00%
3.50°/o
3.00%
30.9.2012
3,00%
2,00%
3,50%
3.00%
Il tasso di attualinazione preso a riferimento per la valorizzazione attuariale l’indice iBoxx Eurozone
Corporates M 10+ all’ultima data utile.
L’ammontare del TFR ai sensi dell’art. 2120 del Codice Civile al 30 Settembre 2013 è pari ad Euro
1.006.969 (Euro 871.071 al 30.9.2012),
Bilancia dl esercizio ai 30 Settembre 2013
-30-
Franklin Templeton Italia SIM S.p.A.
F PAN KL I N TEM P LETO N
I NVESTML ENTS
TeL +3902 654591-Fwi .3 02 85459,222
viiranklintempEeton.it
SezIone 12— PatrimonIo Voce 120, 1600170
-
12.1 Composizione della voce 120 1Capitale”
Tipologie
Importo
I Capitale
1.1 Azniordinar
1.2 Atre azbni
2.000.000
-
Il capitale sociale al 30 settembre 2013 non è variato rispetto allesercizio precedente: risulta interamente
sottoscritto e versato ed è costituito unicamente da 2.000.000 azioni ordinarie del valore nominale di Euro 1
per un controvalore complessivo di Euro 2.000.000.
Le azioni sono interamente possedute da Franklin Templeton Luxemburg Holding SA, (con sede nel Gran
Ducato di Lussemburgo), che in data I Luglio 2013 ha acquisito il 100% del capitale sociale
precedentemente detenuto da Franklin Templeton Services Limited, con sede a Dublino (Irlanda).
12.5 Altre informazioni
In adempimento a quanto dettato dalla Riforma del Diritto Socìetario, espletata nei principi contabili emessi
dalrOlC (Organismo Italiano di Contabilità), riportiamo di seguito il prospetto di dettaglio delle Riserve di
Patrimonio Netto ari 2427 n. 7 bis:
—
voci componenti Il patrimonio netto
Capitale
Importo
totale
Po ..ibiiiii
utlIIn.zlone
Quoti
disponibile
DI cui distribulbile
dell, quota
dispo niblie
otal. d.gii utilizzi
eifeituatln.gil ultimi tre
esercizi
per copertura
dl perdite
per altri
motivi
2.000.000
Riserve dl capitale
serve di utili
1297.329
Riserva legale
utili da riportare a nuovo
Al tre rise ne
94406
1.202.023
1.202.923
1202.923
1202.923
1.302.923
1.203.133
8
1201 923
A. 8.
40.749)
RIserva dl FTA (PinI TimeAdoplu t)
Riserva da valutaone A PS
RiaervatrR-iAs’m
(IO 075i
4507
5660
otsia complessiva
3.341.580
oieie quota non distrlbulbils
2.045,857
Residua quota diitrlbulblle
1.202,023
Possibilità di utiiizzszlone:
A pe a.mieMo
capprale
Bilancio di esercizio al 30Settembre2013
E. perccpmlua
dl
pzr4e
C: prc oliburm a’ soci
-al
-
4
Franklin Thmpleton italia SIM S.p.A.
F RAN 1(1 I N TEM P LETON
I NVESTM ENTS
Parte C
-
85459222
vv.vw.tranklintempleton.it
INFORMAZIONI SUL CONTO ECONOMICO
Sezione 1—Risultato netto dell’attività di negoziazione Voce 10
-
1.1 Composizione della voce 10 vRisultato netto dell’attività di negoziazione”
.
au da
flusv&snza
Voci,camp onanUr addilusil
n.gozlszlana
Mlnusvalenza
Psrdtla
da
na9oiiszione
Rsuitmo
netto
I. Attività finanziaria
1.1 rtot di debito
1.2 maO di capitale e quote di OCR
1.3 AIn attvità
2. Passività finanziarie
2.1 litoil di debito
2,2 DebW
2 3 AlUe_pastlvità
3. AttivItà e passività finanziarie:
differenze di cambio
4. Derivati finanziari
tu ttoll di debito e tatti d’bieresse
tu titoli dl capitale e hdti azionari
tu valute
91.926
(116.328)
j24.400(
ti 16.3251
(24400)
.
-
-
-
diffi
5. Derivati
su crediti
Totale
-
91.925
.
Gli utili e perdite di negoziazione si riferiscono a perdite su cambi principalmente a fronte di debiti e crediti in
Dollari USA.
Sezione 5—Commissioni
—
Voci 50 e 60
5.1 Composizione deNa voce 50 tommissioni attive”
Detta9lio
1.
2.
3.
Totale 2013
Negoziaziono conto proprio
ecuzione ordini per conto dl clienti
coliocamonto e distribuzione
di servizi dl terzi:
albI
Gestione dl portafogli
RIcezione o trasmissione ordini
Consulenza in materia di investimenti
consulonza in materia di struttura finanziaria
Geatione di sistemi muitliatsrali di negoziaziono
custodia e amministrazione
Nogoziaziono di valute
Altri servizi
-
.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
il.
Totale
Totale 2012
10.498.900
10.498.900
10.496.900
7.453.400
7.453.400
7.453.400
5.210.046
4.557.012
15.708.946
12.010.412
Le commissioni attive si riferiscono al fatturato della società correlato a due contratti sottoscritti nell’Aprile
2009 con la società Templeton Global Advisors Limited (con sede a Nassau, Bahamas) per le attività di
intermediazione e supporto tecnico-consulenziale, nonché ricavi per servizi prestati ad altre società del
Gruppo connessi al Global Service Agreement in essere con la società Franklin Templeton Companies LLC.
Biancio di esercizio ai 30Settembre2013
-32-
Frankhn Tempieton Italia SIM SP A
F RAN 1(11 N TEMPI ETO N
I NVESTM ENTS
Sezione 6
—
Interessi
—
.39 02 85459 222
Tel
vwwfrankIintempioton
Voci 70 e 80
6 1 Composizione della voce 70 Interessi attivi e proventi assimilati”
Titoli di
voci, Formo tocniche
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
debito
ouui
contro
te rmtn e
Attività finanziarie detonute per la nogoziaziono
Attività finanziarie valutate ai fa?, vaiuo
Attività finanziario disponibiii por la vondita
Attività finanziarie detenute sino aMa scadenza
Croditi
5.ICreditLvemo banche
5.2 Crediti vorsoentlfinanziad
5.3 Creditiverto clionteia
Altre attività
Derivati dl copertura
Totalo
.
.
Altro
Totale
rotaie
2013
2012
36.171
36.171
36.111
36.171
13.810
13.670
36.171
36.171
13.870
I proventi per interessi trovano origine nella giacenza delle disponibilità liquide in conti correnti bancari.
6.2 Composizione della voce 80 “Interessi passivi e oneri assimilati”
Voci! Forma tecniche
1.
Debitiverso banche
2.
Debiti verso enti fInanziari
3.
DebitI verso clientela
4.
Titoli in circolazione
5.
Passivita fine nziarie dl negozlazione
6.
Passlvita fina nziarie valutato al fair valuo
7.
Aitre passività
a.
Dorivatidlcopodura
Totale
Pronti
contro
termino
Altri
finanziamo riti
Totale
2013
Titoli
850
-
a50
.
Totaie
2012
850
1.169
850
1.169
Gli oneri per interessi trovano origine nel contratto di leasing finanziario sottoscritto nell’esercizio precedente
per l’acquisto di un’automobile.
Biiancio di esercizio ai 30Settembre2013
-33-
Franklin Templetan Italia SIM Sp A.
Corsoitahaj-2Ol22Mdana
65459 Ui
wv,vj [ranklintempeonit
-
E PAN K1.. I N TE M P L ETO NT
I NI V’E STtvt E I%1 TS
Sezione 9-Spese amministrative
—
Voce 110
Le spese amministrative includono le spese per il personale e le altre spese amministrative di
funzionamento.
9.1 Composizione della voce 110.a “Spese per il personale”
Totale
Totale
Voci I Settori
I. Personale dIpendente
a) salari e stipendi
b) oneri sociali
c) indenndà dl fine rapporto
d) spese previdenziali
e) accantonannto al trattaimnto di fine rapporto del personale
f) accantonanEnto al trattanento di quiescenza e altri obblighi sinili:
- a contribuzione definita
e benefici definiti
9) versagenti ai fondi di previdenza coirplermntare esterni:
a contribuzione definita
a benefici definiti
h) altre spese
2. Altro personale in attIvità
3. AmministratorI e slndacl
4. Personale collocato a riposo
5. RecuperI di sposa per dIpendenti distaccati presso altro azIende
6. RimborsI dl sposa per dipendenti dIstaccati presso la società
2013
(5.461.566)
(3.939.486)
(972.136)
2012
(4.434.915)
(3.295.762)
(820.124)
(186.067)
(119.793)
-
-
-
(210.602)
(69.895)
(210.602)
(153.275)
(20.269)
(60.080)
(69.895)
(129.341)
(5.542.715)
(4.483.795)
-
-
Totale
-
(48.880)
La sotto voce “1. Personale dipendente” include costi per bonus e relativi oneri sociali, di natura variabile.
pari ad Euro 2.128.976 (Euro 1.660.513 nel 2012),
9.2 Numero medio dei dipendenti ripartiti per categoria
CategorIa
Drigenti
Quadri
frrpiegati
Totale
*amero
medIo
2013
5
10
14
Numero
medio
2012
4
9
13
29
26
Bilancio dì esercizio al 30 Settembre 2013
34
-
Franklin Templeton Italia SiM 8 PA
F RAN 1(1.1 N TEM P L ETO N
I NVESTtVI ENTS
85459 222
vtwslrankiintempieton t
93 Composizione della voce 110 b “Altre spese amministrative”
Di seguito si forniscono
compongono l’aggregato
i
dettagli delle principali voci di costo, al netto di eventuali naddebiti, che
Totaio 2013
VociNaiori
Totaio 2012
Restazioni di servizi intragruppo
(5.135230)
(4546957)
trketing e pubbhcità
(2566143)
(1.253721)
Consuienze e onorari
(312.355)
(202.043)
Affitti
(269.079)
(238.448)
Viaggi
(194.288)
(114.192)
Contrtuti associadvi e di vig)anza
(180.376)
(142,126)
Rospetti, starrpati o cancojeria
(123.156)
(69.348)
t.rkot data services
(78 242)
(34.831)
kbnutenzioni
(56.896)
(46.999)
Spese postah
(7.286)
(3.593)
Spese e Corrrrissioni Bancarie
(7.449)
(7.593)
(129.520)
(105.326)
(9,060.020)
(6.765.178)
Atte spese
Totaio
La voce “prestazioni di servizi intragruppo” di competenza dell’esercizio si riferisce a servizi prestati dalla
società collegata Franklin Templeton Companies LLC in tema di: tochnology, corporate services e functional
services così come previsto dal contratto di servizi in essere.
Sezione 10
—
Rettiflcheirlprese di valore nette su attività materiali
—
Voce 120
10.1 Composizione della voce 120 “Rettifiche di valore nette su attività materiali”
vocwRattlfiche e riprese di vaiore
Ammortamento
1. Dl proprietà
ad uso fur.zì’mie
per mvesltrwio
a Acquisite in Ieasing finanziario
ad USO funzciaie
per nvtnwto
(79.167)
(79.167)
Totale
(89.037)
.
Rettifiche di
vaiore per
de te rtorn e nio
(2244)
(2.244)
Riprese di
valore
F8suitato
netto
(81.411)
(81.411)
.
.
(9.870)
(9.870)
(9.870)
(9.670)
.
(2244)
(91.281)
Le rettifiche di valore sono costituite principalmente dall’ammortamento di competenza dell’esercizio
determinato in base alle aliquote riportate nella Parte A Politiche contabili.
—
Bilancio di esercizio ai 30 Setlembre 2013
35-
4
Franklin Templeton Italia SIM SpA.
corso ltaa, 1-20122 Milano
Tel. +390285459.1 Fa +3902 85459.222
vw.rankIintempIotonit
F RAN KJ..1 N TEMPLETON
I NVESTM ENTS
Sezione 11
—
-
Rettiflchelriprese dl valore nette su attività immateriali
—
Voce 130
11.1 Composizione della voce 130 “Rettifiche di valore nette su attività immateriali”
VociiRettificho e riprese di valore
Ammortamento
I. Avviamento
2. Altro attività immatoriail
2.1 di proprietà
generate internarmnte
-attre
2.2 acquisite in Ieasing finanziario
Rettifiche di
valore per
deterioramento
Ripreso di
valore
Risultato
netto
(258)
(462)
(720)
(258)
(462)
(720)
(258)
(462)
(720)
-
Totale
Le rettifiche di valore sono costituite dall’ammortamento di competenza dell’esercizio determinato in base
alle aliquote che sono ritenute rappresentative della vita utile dei beni immateriali, definite nella Parte A
politiche contabili.
—
Le rettifiche di valore per deterioramento si riferiscono alla svalutazione a seguito dell’inventano fisico
effettuato a fronte della ristrutturazione degli uffici della sede di Milano (avvenuta tra Febbraio e Aprile 2013).
Sezione 14— Altri proventI e oneri dl gestione Voce 160
-
14.1 Composizione della voce 160 Altri proventi e oneri digestione”
Gli altri proventi e oneri di gestione sono dettagliati nella tabella sottostante:
vociNalori
Totale 2013
Altri Proventi
Ricavi per prestazioni di servizio
Altri
Altri Oneri
canoni Ieasing auto
Oneri diversi
Totale altri proventi e oneri netto
-
Totale 2012
-
(3.041)
-
(3.041)
(3,041)
-
Gli altri oneri si riferiscono allo storno di crediti fiscali per ritenute su interessi bancari relativi a esercizi
precedenti non recuperabili.
BIlancia dl esercizio aI 30 Settembre 2013
-36-
Franklin Tempieton Italia SIM S.p.A.
F PAN KL I N TEM P LETO N
I NVESTMENTS
Tel. .39 02854591-Fax .3902 85459222
ranklintempleton.it
Sezione 16— UtilI (Perdite) da cessione di investimenti
-
Voce 180
16.1 Composizione della voce 180 ‘Utili (perdite) da cessione di investimenti’
Voci
I.
2.
Totale 2013
Immobili
1.1 UiIi da cessione
1.2 rdite da cessione
Altre attivItà
2.1 LhiIi da cessione
2.2 rdite da cessione
Risultato netto
-
-
-
Totale 2012
-
1.291
1.291
1.291
Sezione 17- Imposte sul reddito dell’esercizio dell’operati vità corrente Voce 190
-
La voce rappresenta l’onere tributario a carico dell’esercizio quale risultante dalla definizione della fiscalità
corrente e differita.
17.1 Composizione della voce 190 ‘Imposte sul reddito dell’esercizio dell’operatività corrente”
Totale 2013
I.
2.
3.
4.
5.
hpostecorrenti
Variazioni delle inposte correnti dei precedenti esercizi
Rduzione delle iitposte correnti dell’esercizio
Variazione delle inposte anticipate
Variazione delle inposte difterite
Imposte dl competenza dell’esercIzIo
Totale 2012
(567.060)
5.262
(472.681)
2.218
-
-
148
(561.650)
(14.210)
(148)
(484.821)
Le imposte correnti includono lIRE5 e IRA? di competenza dell’esercizio chiuso al 30 settembre 2013 e il
credito sorto a seguito della presentazione dell’istanza di rimborso della maggiore IRES versata negli anni
2006-2010 a fronte della mancata deduzione dall’IRES dell’IRAP relativa al costo del personale ai sensi
dell’articolo 2, comma 1-quater, DL. n.201/2011 (Euro 212.490).
Bilanclo dl esercizio al 30 Settembre 2013
-37-
Frankiin Templetan Italia SIM S.p.A.
F RAN KU N TEM P LETO N
I NV E STM EN TS
Tel .39 02 85459j-Fax .39 92 85459.222
Iranklintemptetan.it
17.2 Riconciliazione tra onere fiscale teorico e onere fiscale effettivo di bilancio
In accordo con quanto definito dallo IAS 12 § 81 lettera c) presentiamo una riconciliazione numerica e
percentuale fra onere fiscale teorico e onere fiscale effettivo di bilancio:
Base imponibile
utile dell’esercizio ante imposte
1.021090
Base imponibile lR
1.022.090
Valore onere fIscale teorico lRES
Variazioni pernnnenti P6
Sopravvenienze passive
Costo del personale
Auto e telefonia
Spese di rappresentanza
Altre
6% TFRa fondi pensione
duzione 1R4Panalitica
ACE
Altre
Totale onere fIscale effettivo IRS
5.044
125.954
31.163
404.484
179.562
(13.042)
(186.094)
(30.386)
(694)
Valore onere fiscale teorico IRAP
Variazioni pernnenti lRP
costo del lavoro al netto del cuneo fiscale
Spese anniniskative non deducibili (10%)
Anrtrtaimnti non deducibili (10%)
Altri cononenti non rilevanti
4.361.951
1.011.317
11.635
(7.881)
Totale onere fiscale effettivo IRAP
Totale onere fiscale effettivo 1R6 ed IRAP
Rr±orso IR$ per deducibilità IRAP relativa al ccsto del personale
Variazione inpcste esercizi precedenti
imposte dell’esercizio
Bilancia dl esercizio at 30Settembre2013
Imposte Percentuale
281.015
21,5%
1.387
34.637
8.570
111.234
49.380
(3.587)
(51.176)
(8.357)
(192)
422.971
0%
3%
1%
11%
5%
0%
-5%
-1%
0%
414%
56.930
5,57%
242.961
56.330
648
(439)
24%
6%
0%
0%
356.431
35%
779.402
76%
(212.490)
(5.262)
561.650
-38-
Franklin Templeton Italia S1M S.p.A.
-
Corso halia.l-2OI22Mdano
F RAN 1CL 1 N TEM P LETO N
I NVESTtVI ENTS
PARTE O
Sezione i
—
-
wAvIranklinremplolon it
ALTRE INFORMAZIONI
Riferimenti Specifici Sulle Attività Svolte
A. Attività di negoziazione per conto proprio
Nel corso dell’esercizio 2013 non vi è stata alcuna attività di negoziazione per conto proprio.
B. Attività di esecuzione ordini per conto di clienti
Nel corso dell’esercizio 2013 non vi è stata alcuna attività di esecuzione ordini per conto di clienti.
C. Attività di gestione di portafogli
Nel corso dell’esercizio 2013 non vi è stata alcuna attività digestione di portafogli.
I). Attività di collocamento
La Società agisce come sub-distributore verso clientela istituzionale del Gruppo Franklin Templeton
lnvestments in Italia, sulla base di un contratto di intermediazione con la Società del Gruppo Templeton
GlobaI Advisors Limited (7GAL9.
Nel corso dell’esercizio 2013, vi è stata attività di collocamento diretto nei confronti di investitori istituzionali, i
cui dettagli sono di seguito riportati, a fronte della quale la Società non ha percepito alcuna commissione
diretta, poiché tutte le commissioni sono riconosciute da TGAL.
D.1 Collocamento con e senza garanzia
Totale 2013
Totale 2012
1. TItoli collocati con garanzia:
1.1 Vt oli stnsffuraol
.
-
a valere su operadoni curate da società del gruppo
a valere su ai?re operazionI
1.2 Altri titoli
-
-
a valere su operadoni curate da socIetà del gruppo
a valere su alire_operazionI
Totale tItolI collocati con garanzia (A)
I 80.21 7.571
5.532.847
188.217.571
5.532847
181217.571
5.532.847
2. TItolI collocati lenca garanzIe;
I I TItoli ssuttnal
e valere su operadonl curate da società del gruppo
a valere Su 3156 coera2onl
.
-
Il tu1 eti
-avaera su o,eraoor; curate da socetà de; grupoo
a vaera ad a.t’e operazioni
.
Totale 111cl collocatI tenia garanzIa (9)
Totale titoli collocati(A+B)
Tutti i titoli collocati sono emessi da società del Gruppo.
L’incremento rispetto all’anno precedente è dovuta al fatto che nell’ultimo anno fiscale oltre alla normale
attività operativa con i clienti vi sono stati due sottoscrizioni significative pari rispettivamente a Euro 50
milioni nel Templeton Global Bond Fund ed una successiva di Euro 106 milioni relativa al passaggio dalla
classe a cambio aperto alla classe a cambio coperto del Templeton Global Sond Eund.
Bilancio dl esercIzIo ai 30Settembre2013
39
Franklin Templetcn Italia SIIA SpA.
F RAN KL I N TEM P LETO N
i NVESTN4 ENTS
Tel. .39 02 B545WiFax .39 02 65459222
www.franklintempietonit
D.2 Collocamento e distribuzione: prodotti e servizi collocati in sede (controvalore)
TotabZOla
Prodotti e
senti di
Imprese dl
gruppo
Totaie2Ol2
Prodotti e
senti I
imprese dl
gruppo
Prodotti e
senti di altri
Prodotti e
serMzl di altri
1.Tltdidldebfto
.
-
titoli sb,jwjrall
altri titoli
188.217.571
3.01CR.
5.532.647
4. MIrI strumenti finanziari
5. Prodotti assicurativi
6. Rnanziamentl
-d[cul:leasing
.
di cui: factorlng
-
dl cui: credIto al consumo
-di cui: alt
7. GestionI di portafogli
8. MIro (da specificare)
Totale
188217.571
.
5.532.847
E.
Attività di ricezione e trasmissione ordini
Nel corso del Vesercizio 2013 non vi è stata alcuna attività di ricezione e trasmissione ordini.
F.
Consulenza in materia di investimenti
Nel corso dell’esercizio 2013 non è stato concluso alcun contratto di consulenza in materia di investimenti.
in essere, già dai precedenti esercizi, un contratto con il Gruppo, per il quale la SIM fornisce supporto
servizi generici di consulenza/formazione ai Distributori già clienti.
Gestione di sistemi multilaterali di negoziazione
Nel corso dell’esercizio 2013 non vi è stata alcuna attività digestione
E’
di
G.
di
sistemi multilaterali di negoziazione.
H.
Custodia e amministrazione di strumenti finanziari
Nel corso dell’esercizio 2013 non vi è stata alcuna attività di custodia e amministrazione
finanziari.
di
strumenti
I.
Altre attività
Nel corso dell’esercizio
2013
L. Impegni
Nel corso dell’esercizio 2013
non vi sono state altre attività.
non vi sono stati impegni.
Bflancio di esercizio ai 30 Settembre 2013
-
40
-
/C
Frankiin Templeton Italia SIM S.p.A.
F RAN KLJ N T EM P L ETO N
i NV ESTtvt EN TS
mLo2as5:.i-Faz.aoo2 85459222
vv.lranklintemplelon.it
Sezione 2- informazIoni sul rischi e sulle relative politiche dl copertura
2.1 RIschi di mercato
2.1,1 Rischio di tasso d’interesse
In considerazione della attività svolta, della natura degli investimenti e dell’assenza di indebitamento, il
rischio di tasso di interesse è principalmente connesso con l’investimento in 01CR.
L’investimento presenta un grado di rischio molto basso e pertanto si reputa che la società non sia esposta
in misura significativa a rischi di tasso d’interesse,
2.1,2 Rischio di prezzo
Informazioni di natura qualitativa
L’investimento nella SICAV del Gruppo, e nello specifico, nel comparto Templeton Euro Short Term Money
Market Fund, effettuato nel 2010 per un importo di Euro 370.000 ed incrementato di Euro 175.000 nel corso
dell’esercizio 2012, ha un valore di mercato al 30Settembre2013 pari a Euro 549.507.
Informazioni di natura quantitativa
Patafogflo dl nogoziaziono
Mro
valore dl bilancia
vae dl bilancio
moli di capltaleloi.c.R.
Uvallol
WoIIoZ
uvello3
LkeUol
LN,Ilo2
LNtIb3
1. Titoli di capitale
2. oi.CR
2.1 di dinto Italiano
12 di aIe sat uE
.
549.507
am,or.ìt
13 di 5bt non uE
Totale
-
-
-
549.507
In considerazione del limitato rischio della tipologia di investimento effettuato, la Società non ha ritenuto
necessario adottare modelli di misurazione del rischio di prezzo.
2.1.3 Rischio di cambio
In considerazione della limitata attività svolta, della natura degli investimenti e dell’assenza di indebitamento,
si reputa che la società non sia esposta in misura significativa a rischi di cambio.
2.1.4 Operatività in strumenti finanziari derivati
In relazione all’attività svolta dalla Società, si segnala che nel corso dell’esercizio non vi è stata alcuna
operatività in strumenti finanziari derivati.
Bilancia dl esercizio al 30 Settembre 2013
41
6
Franklin Templetan Italia SIM Sp.A.
F RAN KL IN TEM P L ETO N
I NVESTM ENTS
Tel. .3902 854591-Fax .3902 85459222
wwitranklìntenipletonit
2.2 RIschi operativi
Il rischio operativo è definito come il rischio di subire perdite derivanti dall’inadeguatezza o dalla disfunzione
di procedure, risorse umane e sistemi interni, oppure da eventi esogeni. Rientrano in tale tipologia, tra l’altro,
le perdite derivanti da frodi, errori umani, interruzioni dell’operatività, indisponibilità dei sistemi, inadempienze
contrattuali, catastrofi naturali. Nel rischio operativo è compreso il rischio legale.
Da tale definizione restano invece esclusi il rischio strategico (perdite subite per effetto di valutazioni
strategiche errate da parte del management) e il ri5chio reputazionale (perdite di quote di mercato, perché il
nome del Gruppo viene associato ad eventi negativi).
La definizione include solo gli eventi che producono perdite monetarie o tali da produrre l’iscrizione di
componenti negative sul conto economico (es. accantonamenti per rischi), direttamente riconducibili al
manifestarsi di eventi esterni o di eventi verificatisi nel corso dello svolgimento di attività interne. Pertanto la
definizione considera una nozione contabile e non gestionale di costo. Infine nella definizione adottata sono
incluse le perdite collegate ai rischi di mercato.
In teoria il rischio operativo potrebbe avere un impatto significativo sul capitale. In realtà la struttura
remunerativa in essere con la Società del Gruppo Templeton Global Advisors Limited, annulla qualsiasi
impatto negativo sulle possibili perdite operative.
2.3 Rischio dl credito
Informazioni di natura qualitativa
1. Aspetti generali
Relativamente al rischio di credito si ritiene che non esistano particolari elementi da segnalare, in
considerazione della bassa rischiosità che caratterizza l’esposizione creditizia esistente. Infatti i principali
crediti esposti in bilando si riferiscono:
a impieghi di liquidità depositati presso principali istituti di credito
all’investimento in 01CR illustrato al precedente punto 2.1.2.6
a crediti per servizi prestati a società del Gruppo, che vengono solitamente incassati entro breve termine,
-
-
-
Informazioni di natura quantitativa
1. Grandi rischi
In data 18 Febbraio 2011 Banca d’italia ha emanato un provvedimento di modifica del Regolamento in
materia di vigilanza prudenziale per le SIM del 24/10/2007. In particolare l’art. i punto 4 deI provvedimento
esclude il rischio di concentrazione dal calcolo del requisito patrimoniale complessivo, modificando il Titolo I,
Capitolo 1, paragrafo 4, sesto capoverso del Regolamento. A partire dalla segnalazione di vigilanza relativa
al 31 Marzo 2011 il rischio di concentrazione non è più stato segnalato.
Vi è comunque una verifica costante dell’esistenza di ‘grandi rischi’, intesi come l’esposizione verso una
sola controparte pari o superiore al 10 per cento del patrimonio di vigilanza, a fronte della già menzionata
struttura di remunerazione dal Gruppo. Da sempre la Società incassa i crediti verso il Gruppo entro pochi
giorni dall’emissione delle fatture. e pertanto si rìtiene che il rischio di credito sia minimo.
Bilancio di osorcizio aI 30Settembre2013
-42-
6
Franklin Temploton Italia SIM S
F RAN KL i N TEM P LETO N
i NVESTà4 ENTS
A
Tel .39O285459i-Fa .3992 85459 222
wtrankiintompieton
2.3 RIschia dl liquidità
Informazioni di natura qualitativa
La gestione del rischio liquidità, improntata per tener conio delle specificita operative della societa prevede
che i pnncipali elementi di rischio nguardino la possibilità che la societa stessa non sia in grado di adempiere
alle propne obbligazioni inerenti al pagamento degli stipendi al personale e delle fatture ricevute, con
specifico riferimento agli impegni di cassa Tale nschio e comunque valutato con scarsa rilevanza perche la
societa detiene il propno patrimonio in liquidità e in attività finanziane prontamente liquidabili
i Aspetti generali
lnfarma2ioni di natura quantitativa
i Distribuzione temporale per durata residua contrattuale delle attivita e passivita finanziarie
denominazione Euro
VocllSc.gllonlt.mpo,all
Anih,18*
Al TIoidiolalo
A 2 ArrI 1108 d! dIsco
A, Fnnzn.nu
Avl.i.
oinr.1
glorno.7
olIr.7
9lornlIlZ
giorni
giorni
o10.1S oItr.1
o0r.3
D.oilr.8 0.olnr.1
glornial ml.. Fino ml.. Fino m...lino annorino
m....3m..i.en,..i.1.nno.3.nn i
oiIr.3
.nnnlno.
3.nnl
-
°‘•
Valuta di
3
°“
S40 507
A 4 A Fs..no Fì
5 507.307
1.021.687
Pnio okflr alla
01 Dobrivergo.
• Eqiiin.nzarl
352
710
I 078
2211
8088
8.2 molI dl debon
8 3 A Or. pa nonO
Dpltnl001 toorl bil.ncio
e
Do noI0
i
osozari con oca ntb dl cspO
• Il1ln! 000.
-
PooLzcniAongA.
C2 DonollIfnsn.
.
nz..o.ntodic.pt&.
DlI.r.no.I,po,rnzl
Wid ranzaIrragaIn I
C3 FiMrzalrroldancdolrl
• Pn.oocni ccc.
Pniozcnr_lungo.
-
-
Guancia di esercizio ai 30 Settembre 2013
-43-
Ranklin Templetcn Italia SIM S.p.A.
E RAN 1(1.1 P4 TEMI’ L ETO P4
I NVESTM ENTS
Sezione 3
—
TeL .3902 654591-Fax .3902 85459222
wwwfranklintempleton.it
Informazioni sul patrimonio
3.111 patrimonio dell’impresa
3.1.1 informazioni di natura qualitativa
il patrimonio netto della Società è composto dal capitale sociale, interamente sottoscoitto e versato, dalla
riserva legale e da altre riserve, relative agli utili e perdite portate a nuovo e dalle riserve iscritte a seguito
dell’adozione dei principi contabili internazionali (riserva FTA e riserva delta utili IAS portati a nuovo).
3.1.2 Informazioni di natura quantitativa
3.1.2.1 Patrimonio dell’impresa: composizione
La composizione del Patrimonio della Società è illustrata nella seguente tabella:
voci I Valori
importo 2012
Im porto 2013
2.000.000
I. Capitale
2. Sovrapprezzi dl emissione
3. RIserve
dì tali
-
1.187.254
1.297.329
.
-altre
4. (AzIoni proprio)
5. RIservo da valutazione
AttMtà I hanzrie disponib4 per la vendita
utirVperdite attuariali relativi a piani previdenziali a benefici definiti
6. StrumentI dl capitale
7. Utile (perdita) d’esercIzIo
-
1.202923
(110.075)
1.032.865
1.142,940
92755
1.055.185
(110.075)
82.578
4.507
78.371
101.248
4.734
96.514
94.406
a) legale
d) a/Ve
2.000.000
.
.
-
Totale
460.440
154.390
3.730.572
3,288.503
3.1.2.2 Riserve da valutazione delle attività finanziarie disponibili per la vendita: composizione
Totale
2013
Totale 201Z
AttlvltWvalorl
Riser,a osiflva Rlse,a nogat. Risana posiva R:ser-a regata
i Tasti di debi
.
2. ‘flto. di capi tale
3 Quote di O.LC.R.
507
4.734
4.507
4.734
4. flrana,nent
Totale
Bilanclo di osercizio al 30 Settombro 2013
-44-
/
Franklin Templeton Italia SIM S PA
F RAN KL I N TEM P L ETO N
IN V ESTM E NTS
Tel
.39 02 85459 222
lranki,ntemplaton t
3 1 2.3 Riserva da valutazione delle attivita finanziarie disponibili per la vendita variazioni annuo
Titoli di
debito
I.
lstenze iniziali
2.
Variazioni positive
hcrennti di fair value
giro a conto econonico di riserve negative
2.1
2.2
Titoli di
capitale
Quote di
OiCR
Flnanziam enti
4.734
-
da deteriorarmnto
da reatzo
2.3
3.
Atre variazioni
3.1
3.2
3.3
Variazioni negative di falr vaiue
Rduzioni di fair vaiue
Rettifiche da deteriorarrento
flgiro a conto econonico di riserve positive: da realizzo
3,4
4.
Atre variazioni
RImanenze flnaii
(227)
(227)
-
-
4.507
3.2 lI patrimonio e i coefficienti di vigilanza
3.2.1 Patrimonio di vigilanza
3.2.1.1 Informazioni di natura qualitativa
Il patrimonio di base è costituito dal capitale sociale sottoscritto e dalle riserve (di cui allo voci 1200160 del
Passivo o Patrimonio Netto), al netto dello attività immateriali.
li patrimonio supplementare è costituito dal 50% della riserva di valutazione degli 0.1CR. di cui alla voce
170 deI Passivo e Patrimonio Netto.
Dal totale del patrimonio di base e del patrimonio supplementare sono dedotti, ai sensi della circolare della
Banca d’italia n.148/1991 i’”componenti non negoziabili delrattivo e altri elementi da dedurre” ossia le
immobilinazioni materiali di cui alla voce 100 dell’Attivo e gli altri crediti verso qualsiasi controparte con vita
residua superiore a90 gg.
Non sono presenti altri strumenti che concorrano alla formazione del patrimonio di terzo livello.
Bilanclo dl osercizio ai 30 Settembre 2013
45.
/V
Franklin Templaton Italia SIM SpA
F il_AN KLI N TEM.P LETON
INVESTM ENTS
Corso lialia, 1•20122 Milano
Tel. .3902 85459.1 - Fax t39 0285459222
w.Frankhniemptatonit
3.11.2 Informazioni di natura quantitativa
Totale 2013
A. Patrimonio di baso prima doirappilcazlone dol filtri prudonzlali
Totale 2012
3.283.288
3.249.802
3283.288
3.249.802
3283.288
3.249.802
2.253
2.367
2.253
2.367
5. Altri pmdenali del patrimonIo base:
5.1 FiltrI pwdenall I4SIIFR5 posltki (+)
5.2 FiltrI pwdenatl IAS/IFRS negatKi
(-)
C. Patrimonio di base al lordo degli olemontl da dedurre (At 5)
O. Elementi da dedurre dal patrimonio di base
E Totale patrimonio di base (TIER 1) (C — D)
F. Patrimonio supplementare prima dell’applicazione dei filtri prudenziali
& Filtri pwdonaii del patrimonio supplementare:
G.1 Filtri prudenali IAS4FRS positài (+)
0.2 Filtri prudenall IASflFRS negathl
(-)
14. PatrImonio supplementare al lordo degli elementi da dedurre (F+ G)
I. Elementi da dedurre dal patrimonio supplementare
L Totale patrimonio supplementare (TIER2) (H— I)
M. Elementi da dedurre dal totale patrimonio dl baso e supplementare
N. Patrimonio di vigilanza (E+ L — M)
2.253
2.367
641.044
242.336
2.644.497
3.009.833
2.644.497
3.009.833
0. Patrimonio dl teizo lkeilo (TIER 3)
P. Patrimonio di vigilanza incluso TIER 3 (N+0)
3.2.2 Adeguatezza patrimoniale
3.2.2.1 Informazioni di natura qualitativa
Data la natura dell’attività esercitata da Franklin Templeton Italia SIM, l’approccio adottato per valutare
l’adeguatezza del proprio patrimonio di vigilanza considera le seguenti attività di rischio (ai sensi della
circolare 148/1 991 e del Regolamento della Banca d’Italia in materia di vigilanza prudenziale delle SIM del
24/10/2007):
- rischio di credito: l’esposizione al rischio di credito è valutata utilizzando la metodologia “standardizzata
semplificata” di cui al Regolamento del 24/1 0/2007 capitolo 7 par. 2; il requisito patrimoniale richiesto è
pari al 8% del totale delle attività ponderate secondo la metodologia indicata;
- rischio di cambio: il requisito patrimoniale richiesto è pari al 8% della posizione netta aperta in cambi
calcolata ai sensi del Regolamento del 24/10/2007 capitolo 6 par. 2;
altri rischi: la copertura patrimoniale è pari al 25% del totale dei costi operativi fissi risultanti da bilancio
alle voci 110 e 160 del Conto Economico e dettagliati nella Nota Integrativa.
Il requisito patrimoniale complessivo richiesto dalla normativa prudenziale è pari al maggiore tra la somma
delle coperture patrimoniali richieste per il rispetto dei requisiti di rischio di credito e di cambio e la copertura
patrimoniale richiesta per il rispetto del coefficiente “altri rischi” (Regolamento del 24/10/2007 capitolo i par.
4).
Bilancio di esercizio al 30Settembre2013
-46-
Franklin Tempieton Italia SIM S.pÀ.
F RAN KL. I N TEM P L ETO N
I NV ESTM. ENTS
85459222
wswlrankhntempietonit
3.2.2.2 Informazioni di natura quantitativa
REQUISITI PATRIMONIAU
Totale 2012
Totale 2013
Requisito paffimoniaie per rischi dì mercato
Requisito paffimoniaie per rischio di contmpede odi credito
201.619
163.390
2,259.103
I 870.168
2.460.762
2.031.556
Requisito paffimonisie aggiunt’sa per rischio di concantraono
Requisito psffimonìeie per gerana su fondi pensione gosiiU
Requisito paffimonìaie per siffi rischi
Requisito paùlmonisie per rischio operaUv
RequisIti patrimonisii compiessM richiesti dalis normativa prudonaiale
Casi paflicoiari:Roquisilo patrimoniaiecce,plessivo
Sezione 4— Prospetto analitico della redditività complessiva dell’impresa
Importo
lordo
1.022.090
110.
Utile (Perdita) d’esercizio
Altre componenti reddltuali al lordo delle imposte
AttIvità finanziaria disponibili per la vendita:
a) variazioni di fair vaiuo
Attività materiali
Attività immateriali
Copertura di investimenti esteri:
Copertura di flussi finanziari:
Differenze dl cambio
Attività non correnti in via di dism lesione
.31111 (Perdite) attuariali su piani a benefici definiti
Quota dono riserve da valutazione delle partecipazioni
valutate a patrimonio netto
Totale altro componenti reddituali
120.
Redditlvità complessiva (voce 10+110)
1.003.720
IO.
20.
30.
40.
50.
60.
70.
80.
90.
100.
Imposta sui
reddito
(561.650)
(227)
(227)
-
Importo netto
460.440
(227)
(227)
(18.143)
-
(18.143)
(18.370)
-
(18.370)
(561.650)
442.070
I dati dell’esercizio 2012 sono stati rideterminati rispetto a quanto originariamente pubblicato per effetto
dell’applicazione retrospettiva del principio IAS1 9R.
Sezione 5— Operazioni con parti correlate
5.1 Informazioni sui compensi dei dirigenti con responsabilità strategica
I compensi dei dirigenti con responsabilità strategica ammontano ad Euro 3.105.561,
I compensi del Collegio Sindacale ammontano a complessivi Euro 48.880.
I compensi a componenti del Consiglio di Amministrazione ammontano a Euro 12.000.
Biiancio di esercizio ai 30 Settembre 2013
.47
-
Franliq Temploton Italia SIM 5 pA.
-
F RAN KL IN TEM P L ETO N
I NV E STM E NTS
TeL .39O28S45ii-Fa .3902 85459 222
vnwfranklirnomp!eoon.it
5.2 Crediti e garanzie rilasciate a favore di amministratori e sindaci
Al 30 settembre 2013 non esistevano crediti o garanzie rilasciate a favore di componenti del Consiglio di
Amministrazione o del Collegio Sindacale.
5.3 Informazioni sulle transazioni con parti correlate
La Società non intrattiene rapporti con altre parti correlato diverse da società del Gruppo Franklin Resources
Inc., e in particolare:
ricavi a fronte di servizi di intermediazione, supporto tecnico, management, contabilità, sistemi informativi e
tecnologid e altri servizi amministrativi
costi per il management, la contabilità, i sistemi informativi e tecnologici e altri servizi amministrativi. Le
spese sono attribuite sulla base di stime e assunzioni che vengono periodicamente valutati e adeguati dal
management.
-
-
I rapporti con le società del Gruppo sono dettagliati anche nella relazione sulla gestione che correda il
bilancio.
Riportiamo di seguito la tabella di sintesi con dati espressi in unità di Euro:
SucI.lA dii Gruppo FrantOio TinI pia an
Fri.ri*0, Pan dorola brio
Co,toll.nt. (FTIX)
FLn Irnrio Cc’ys.. LC
Ccnocaa (P7114)
Terc.Ior Cosa A d,nn ..on548
Ca,.ocrte FT2
TotaLi
Conto onom vo
2012
Stato P.trlmonl.I.
30 fltt.m tr. 2013
Ricevi
AttIao
87 AstrI dl hv..tnnt p.r I di00Cflhl
51257 flarIdIrIv.10nrrtp.nln.M4e0
,
578 148
171 148 Sera ‘ii..f lila )eicO.-,irn 1r..ia ,t.nn
IS 232
341 520 Senùr rio. l’osi. de co-o,n dr.Lvlor.z i.nco’i’inr-Ouzu’
170LI44
Caiti
Fr.r,hjn, Reo DuIt.t Inc
Covt’oil,nta (P7110)
Fr.nkjo,Te nrlria(cn COIT.rn LLC
Cov.oc)sl. (P7114)
o
I lOS 400
P.y.
A0Iv4*oS.nosi
(30040)
(13305) Pin ir nynlr.rto SIi
(25 450)
52 753) RenI di rv1ltmnbo p.r
(5.130 230)
(43 503)
(14 OSI)
(4.827)
(4.123)
)I
002 287) S.rvi risi. fronte Osi coniano gn.ra iaoui servo i
(00 044) S7en. Ronvzon.lI
Canora inlorrraico
Cotti p.r connubno. Ligai e fio.t
Sp... vare
-
-
Fr.rkje,T. niatcn brsi.t,mnl luiarigerr.n) Ud
Ccnoacrale (P7405)
(2 423)
FravWn Tln1*10n Gessi Owssion Ud
Con.on).te (P7403)
(12 817
r,1-,00, Thnpes,n nrnol.nn S.ruc.. 0-e’
Co,,oc;.c. (F74)5)
IX:
20) 0-4) 5’,a’s, ‘vi-nO
°re-n’.,vi’ nviiron S.ncn
C00000-w.(P7’tO)
112)
(lOS) Cosncvs’,.rcs’cai
Pra*i Tenpbvir 00.405.-I 0.-von 5 A
C05OOC.Sri (P7414)
I il 717
Fr.nkmn T’spiano, biv.o)nrt. Corp
Coosoorol. (P725))
(325)
Fr.ntOr T.nphlon Servo.,, LLC
Con,oci.l. (P7120)
(4 750)
Totale
Bilancia dl esercizio aI 30 Settembre 2013
(0.171.300(
vlreRir
-
Conti dw.rsI 1001cl))
(2 Il I) Co.iiper ,bbor.aun. r.nctsioni ,ce,rceii
-
Ocra fl00I
1325) Serva) nforn48iol
(4 750) CottI n.rLisnq
(1,312.4351
-48-
Franklìn Templetan Italia SIM S.pA.
F RAN KL I N TEM P LETO N
IN V ESTM. E NTS
Thl
‘Fax:
w’s &oinklineemplotonit
2 85459222
Informazioni sull’impresa Capogruppo
La Società è controllata al 100% da Franklin Templeton Luxemburg Holding SA, (con sede nel Gran Ducato
di Lussemburgo), che in data 1 Luglio 2013 ha acquisito il 100% del capitale sociale precedentemente
detenuto da Franklin Templeton Services Limited, con sede a Dublino (Irlanda).
La controllante di F Franklin Templeton Luxemburg Holding SA è Templeton International Inc., interamente
controllata da Templeton Worldwide Inc., a sua volta controllata interamente da Franklin Resources Inc. con
sede presso One Franklin Parkway San Mateo CA, 94404-1906, U.S.A. Pertanto Franklin Resources
Inc., società quotata al NYSE, esercita l’attività di direzione e coordinamento e provvede alla redazione del
bilancio consolidato.
—
—
I dati principali deI bilancio individuale chiuso al 30 Settembre 2012 di Franklin Resources Inc. sono
riepilogati nella successiva tabella;
Prb’clpd 6.11W Fn.ikI., R..oiirt.. W,.
nrSDl.c;flprir..n.!oci7arP
30 5.o.nb,. 0012
ci.&, vaso s’il Tr.a,la,l
l.cpaz
1631
48
Tola nwo
FordI Ins
14752
763
Mon ,wto (s’ckn vÉk)
o *1
O Tel
NVVs’.1
95,1004
595,. s’mw
UI. apr.INo
USo n.ts
61
{ta.. 595,5
•
105
fsss’Jiì
2515
1031
n dipondenll
5550
SEZIONE 6
—
Altri dettaglI Informatlvi
6.1 Numero medio dei promotori finanziari
Nell’esercizio in esame non vi sono stati promotori finanziari.
6.2 Altro
-
Pubblicità dei corrispettivi di revisione contabile e dei servizi diversi dalla revisione
Riportiamo nella seguente tabella un dettaglio dei corsispettivi riconosciuti alla società di revìsione cui è stato
conferito l’incarico di revisione contabile ai sensi delI’art.155. comma 1, del D. Lgs. 58/1 998 (ora art 13 deI
D.Lgs. 39/2010).
TipologladI ,.rvW
Soggotto cha ha orogato Il servizio compensi (Bwo)
Reisione contabile
controllo contabile
Sottoscrlone dichiaraoni fiscali
Deloitte & Touche S.pA
Deloite & rauche S.p.A
Deloitte & Touche S.p.A
Totale
Milano, 18Dicembre
30.105
9.165
5,937
45.207
13
Il Consiglio di 2aZjzione
Bilancia di esercizio al 30 Sono
re 2013
4g:’: ’2_
.49
-

Documenti analoghi