Gli effetti terapeutici della luce del sole

Commenti

Transcript

Gli effetti terapeutici della luce del sole
Il Sole: nostro amico
Gli effetti terapeutici della luce del sole
Nonostante i suoi numerosi effetti dannosi, una corretta
esposizione al sole fa anche bene. Diversi sono infatti i suoi
benefici sia sul corpo che sulla psiche : il sole fa bene all’umore
e migliora alcune malattie di pelle.
Controllo positivo sul tono dell’ umore
I raggi solari agiscono come un potente antidepressivo, aiutando a
conservare le nostre capacità cognitive che sono certamente danneggiate
dalla depressione. Sembra che gli impulsi luminosi determinino a livello
dell’epifisi
una riduzione della produzione di melatonina, correlata alla
sintomatologia depressiva, aumentando così
endorfine
l’efficacia di serotonina,
e di altri neurotrasmettitori dell’ ipotalamo, responsabili del
buon umore. Si crea pertanto un equilibrio tra gli ormoni del ciclo luce-buio a
favore di tutta una serie di processi metabolici che portano al buon umore.
Grazie alla luce del sole abbiamo più energia e quindi più voglia di fare,
siamo più entusiasti nell’ affrontare le varie attività quotidiane e più carichi
emotivamente. Ovviamente,
il sole può alleviare i casi più lievi di
stanchezza e depressione, i cosiddetti disturbi dell’ umore che insorgono
nella stagione autunnale in rapporto ad una minore disponibilità di luce. Può,
del resto, aiutare le tradizionali terapie a funzionare. Fermo restando che le
forme depressive più gravi necessitano pur sempre di terapie vere e proprie e
non possono essere curate con l’ elioterapia.
Altri effetti benefici
E’ anche documentato che il sole riduce i livelli di stress, incrementa le
difese del sistema immunitario, influenza positivamente l’ attività del
sistema endocrino e i ritmi biologici, aumenta libido e fertilità, migliora
il metabolismo dello scheletro osseo per la formazione endogena di
vitamina D.
Non è del resto una novità che i bambini esposti alla luce solare crescono
meglio, presentando un accrescimento più idoneo dello scheletro osseo .
Un alleato nelle malattie reumatiche
Il sole è anche una preziosa cura per tutte le malattie reumatiche che
necessitano di calore sulle articolazioni, come l’ artrosi. Quindi il sole è utile
per favorire il movimento che tanto aiuta in questi casi a ridurre il dolore
articolare, anche grazie all’ effetto positivo sull'umore. Inoltre, grazie ai raggi
solari l'attivazione della vitamina D contribuisce alla mineralizzazione ossea
combattendo lo sviluppo dell' osteoporosi.
Sole e malattie di pelle
I raggi ultravioletti svolgono anche alcune
attività terapeutiche migliorando lo stato di
determinate malattie di pelle, come psoriasi,
vitiligine, dermatite atopica ed eczemi in genere, disidrosi, dermatite
seborroica e pelle tendenzialmente grassa, talvolta l’ acne.
Psoriasi
La psoriasi migliora decisamente esponendosi ai raggi solari che, insieme
allo stato di relax associato alla vacanza, rallentano le reazioni eccessive del
sistema immunitario, regolarizzando così
il ricambio troppo veloce delle
cellule epidermiche alla base della genesi della malattia. Un’ altra azione
sarebbe dovuta al potere disinfettante del sole. Nel caso della psoriasi,
infatti, sulla pelle si sviluppano spesso infezioni sostenute da microrganismi,
come lo stafilococco: l'azione antibatterica riduce pertanto l'infiammazione
delle chiazze psoriasiche che diventano così meno infiltrate e squamose.
Vitiligine
Il sole rappresenta anche per la vitiligine una terapia importante in grado di
provocare la ripigmentazione delle zone colpite con la ripopolazione dei
melanociti inattivati dalla malattia. Va però precisato che i risultati richiedono
tempo e non sempre rispondono alle aspettative del paziente. Solo alcune
forme di vitiligine risentono, infatti, positivamente dell’ esposizione solare che
potrebbe migliorare il delicato equilibrio tra psiche, sistema nervoso, sistema
immunitario e cute, alterato in questa malattia cutanea come in tante altre.
Dermatite atopica- eczema- disidrosi
In tutte queste patologie della pelle assistiamo generalmente ad un netto
miglioramento del quadro clinico per l’ effetto antinfiammatorio della luce del
sole. E’ necessario però proteggere la pelle con creme solari, adatte per
bambini e contenenti alti filtri solari di protezione.
Dermatite seborroica
I soggetti con
dermatite seborroica, ma anche solo tendenzialmente con
pelle grassa, migliorano al sole. Infatti, l’azione antibatterica e antifungina,
insieme a quella anti-stress, dei raggi solari disinfetta e asciuga la pelle
rendendola più sana. A questa loro azione purificante si deve allora la
remissione, sia pure temporanea, della dermatite seborroica dopo una
vacanza al sole.
Acne
Molti adolescenti associano all’ irraggiamento solare un miglioramento dello
stato della propria pelle oltre che dell’ umore. Questi effetti possono essere
dovuti sia all’ abbronzatura che maschera le lesioni acneiche normalmente
infiammate, sia al minor livello di stress legato alla vacanza estiva. L’azione
del sole sull’ acne è tuttavia controversa. In genere però il sole migliora le
forme più lievi, mentre per quelle più gravi, con lesioni comedoniche, si
è notato solo un apparente e transitorio beneficio, con riacutizzazione a
breve distanza al ritorno dalle vacanze.