Canobbio - Energiestadt

Commenti

Transcript

Canobbio - Energiestadt
Canobbio
Orizzonte sostenibile
Canobbio viene chiamato il “balcone su Lugano”, per la sua esposizione al sole e la
vista sulla città. La qualità dei servizi offerti rende il comune attrattivo per le famiglie, che qui trovano, anche grazie alle numerose associazioni, una comunità viva.
Uno studio dalla Weltwoche lo colloca tra i comuni più attrattivi a livello nazionale e
al secondo posto a livello cantonale.
In questi ultimi anni il Municipio si è orientato verso una politica ambientale innovativa, basata sull’efficienza energetica e la promozione delle energie rinnovabili. Un
obiettivo che è sinonimo di qualità di vita soprattutto per le future generazioni, in
quanto basato su un uso sostenibile delle risorse e dell’energia. La realizzazione di
misure di moderazione e di arredo urbano lungo le strade di penetrazione al nucleo
ha permesso di valorizzare alcune aree pubbliche; una riqualifica che è valsa una
menzione al concorso Flâneur d’Or 2014. Il Nuovo Quartiere Cornaredo merita una
citazione per quanto attiene gli innovativi concetti pianificatori che tendono a premiare le costruzioni progettate in modo ecologico. È allo studio la realizzazione di
una rete di teleriscaldamento che sfrutti il calore residuo del Centro Svizzero di
Calcolo. Di recente il Municipio ha intrapreso un nuovo percorso di risanamento
energetico degli stabili comunali e posato due nuovi impianti fotovoltaici.
Anche in futuro Canobbio vuole rimanere un comune vivo, efficiente e a misura
d’uomo accrescendo ulteriormente la responsabilità e consapevolezza dei singoli
cittadini.
I progetti esemplari
di politica energetica
„„
„„
„„
„„
„„
„„
Elaborazione di un bilancio energetico comunale con obiettivi conformi alla Società a 2000 Watt.
Allestimento dello Sportello energia che offre ai cittadini informazioni sui temi energie rinnovabili,
efficienza energetica, incentivi a
disposizione e norme in vigore.
Elaborazione e realizzazione di un
concetto globale di moderazione e
arredo urbano della zona nucleo e
strade di penetrazione (con menzione della giuria del Flâneur d’Or
2014).
Elaborazione di un piano di quartiere per il Nuovo Quartiere Cornaredo con esigenze per la mobilità, deroghe e bonus per edifici
efficienti ed ecologici e gestione
coordinata dei parcheggi.
Edifici comunali: contabilità energetica e adozione dello Standard
Edifici 2015.
Azioni di distribuzione acquaclic e
lampadine a LED per la popolazione.
Cifre e fatti
Comune: ....................................... Canobbio
Cantone: ............................................. Ticino
Abitanti: ................................................ 2065
Superficie: ........................................ 1,3 km2
Internet: ......................... www.canobbio.ch
Membro di Città dell’energia dal: ...... 2010
1a certificazione: .................................. 2016
Roberto Lurati
Profilo della politica energetica, stato 2016
Sviluppo e Pianificazione
100%
75%
Comunicazione, cooperazione
50%
Edifici ed impianti comunali
25%
0%
Essere d’esempio alla popolazione
«Canobbio è da anni particolarmente
sensibile e impegnato nel promuovere
progetti e azioni innovativi dal punto
di vista energetico e ambientale, anche a livello intercomunale. Nel 2010
il Municipio ha deciso di attuare una
politica sempre più in linea con quella
federale, finalizzata all’efficienza
energetica, alla promozione di una
mobilità sostenibile ed all’impiego di
energie rinnovabili, con l’obiettivo di
essere d’esempio alla nostra popolazione e portare il nostro contributo
per la salvaguardia dell’ambiente e
del clima.
La certificazione con il marchio Città
dell’energia è stata la naturale conseguenza del cammino intrapreso e il
traguardo raggiunto è anche uno stimolo a pianificare ulteriori misure a
favore di un uso più razionale delle
nostre risorse.»
Roberto Lurati
Sindaco di Canobbio
Organizzazione interna
Approvvigionamento, smaltimento
Mobilità
Il diagramma illustra quale parte del proprio margine di manovra è già stata realizzata da Canobbio
nei settori della politica energetica di sua competenza. Per ottenere il Label Città dell’energia è necessario dimostrare di avere valorizzato almeno il 50% del potenziale (media globale), mentre per ottenere
il marchio European Energy Award Gold (oro) bisogna superare il 75%. Nel 2016 Canobbio ha raggiunto
il 54% dei punti possibili.
I prossimi passi
Nei prossimi anni Canobbio intende continuare a realizzare ulteriori progetti:
„„
„„
„„
„„
„„
Realizzare la rete di teleriscaldamento alimentata con il calore residuo del Centro Svizzero di calcolo
scientifico nell’ambito dello sviluppo
del Nuovo Quartiere di Cornaredo.
Edifici comunali: promuovere l’ottimizzazione continua dell’utilizzo
di acqua, installazione di apparecchi efficienti e regolari attività di
sensibilizzazione degli utenti degli
edifici.
Introduzione di misure in favore di
una mobilità sostenibile per i dipendenti comunali in base ai risultati del sondaggio.
Attività con le scuole legate ai temi
energia, rifiuti e mobilità regolari e
istituzionalizzate.
Elaborare un piano di risanamento
dell’illuminazione stradale con
lampade a basso consumo.
Persona di contatto
Città dell’energia Canobbio
Fiorenzo Ghielmini, Tel 091 936 30 60
[email protected]
Consulente Città dell’energia
Michela Sormani, Tel 091 224 64 71
[email protected]
Ulteriori informazioni
www.cittadellenergia.ch/canobbio
Cos’è il Label Città dell’energia?
Città dell’energia è un sistema di certificazione sviluppato
in Svizzera ed applicato a livello europeo con il nome European
Energy Award. Il Label distingue i Comuni e le città che applicano il sistema di gestione della qualità per l’impostazione e
l’implementazione della loro politica energetica e climatica. Il
marchio è stato concepito nell’ambito del programma federale
SvizzeraEnergia. L’Ufficio federale dell’energia (UFE) promuove in tal modo l’applicazione a livello locale degli obiettivi
nazionali di politica energetica nei settori dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili. SvizzeraEnergia per i Comuni
è il programma dell’UFE dedicato in modo specifico ai Comuni.
Il Label è di proprietà dell’associazione Città dell’energia.
Scheda informativa redatta il: 09.05.2016