Documento tecnico: PRoVA coLoRe A ViDeo

Commenti

Transcript

Documento tecnico: PRoVA coLoRe A ViDeo
Documento tecnico:
PROVA COLORE A VIDEO
Introduzione, vantaggi e confronto
con i sistemi di prova del colore tradizionali
Questo documento tecnico tratta della “prova colore a video” e ne dimostra la validità
in termini di fedeltà e concordanza dei colori lungo l’intero processo di stampa. Riporta
inoltre i requisiti hardware e software necessari per eseguire un’efficace prova del
colore a video e descrive come questa può ottimizzare il flusso di lavoro in vari settori
di applicazione.
Documento tecnico LaCie: Prova colore a video
Che cos’è la “Prova colore a video”?
Nel flusso di lavoro dell’imaging digitale, dal momento della cattura di un’immagine fino alla stampa,
i documenti vengono normalmente elaborati da varie periferiche collegate al computer e gestiti da vari
operatori. Poiché esistono differenze nel modo in cui le varie unità hardware visualizzano, elaborano e
riproducono i colori, i colori del documento stampato potrebbero risultare diversi dai colori del documento
originale. Il fattore umano esercita un ulteriore impatto in quanto anche una minima modifica apportata
da un operatore può dar luogo a discrepanze di colore significative alla fine del processo.
Ne deriva quindi che un ambiente senza una rigorosa gestione del colore ha poche probabilità di produrre
un documento stampato corrispondente al documento iniziale. Tutti gli errori o le discrepanze introdotti nelle
prime fasi del flusso di lavoro verranno infatti riprodotti nell’ultima fase di importanza cruciale: la stampa.
Questo può condurre a successive correzioni molto laboriose e a ulteriori stampati, a dimostrazione di
un processo non efficiente sia in termini di costi che di tempi. In questo tipo di processo, la responsabilità
della qualità di stampa è nelle mani dello stampatore e fortemente condizionata dalla sua capacità di
osservazione e dalle sue conoscenze tecniche.
Originale
Monitor LaCie
724 LCD
Fotocamera
Monitor
Dispositivo per
prova di stampa
Macchine
da stampa
Risultato di stampa
Pagina 2
Camera
Pr
P
Prova (colore) di stampa:
Corrispondenza del colore lungo
l’intero processo di stampa
In termini generali, la prova (colore) di stampa rappresenta un accordo tra il cliente e lo stampatore
i quali stabiliscono di procedere con la stampa soltanto dopo che un documento condiviso, chiamato
prova di stampa, è stato creato ed approvato. La prova di stampa rappresenta il risultato finale desiderato
e può quindi venire usata come riferimento per valutare il prodotto finale stampato.
Se il prodotto stampato è sufficientemente simile alla prova di stampa, viene giudicato accettabile in
termini contrattuali. Se, d’altro canto, esistono discrepanze significative tra il prodotto stampato e la prova
di stampa, la responsabilità delle correzioni ricade sullo stampatore.
Questo è il metodo tradizionale della prova di stampa, chiamata anche prova di stampa su carta o prova
di stampa contrattuale, in quanto la prova verrà usata come riferimento contrattuale e anche perché
normalmente è costituita da un documento laminato tangibile di buona qualità che consente di predire
con accuratezza il colore che verrà riprodotto dalle macchine di stampa.
Pagina 3
Documento tecnico LaCie: Prova colore a video
Prova colore a video e prova colore su carta
Il metodo descritto sopra comporta purtroppo degli inconvenienti che si verificano di frequente: gli stampatori
potrebbero risiedere in una o in più località remote, il costo della prova del colore su carta potrebbe essere toppo
elevato, o i tempi di produzione troppo ridotti per consentire una prova stampata.
Esiste tuttavia un metodo alternativo alla prova colore su carta, ossia la prova colore a video, un metodo
di recente diffusione che costituisce un’alternativa vantaggiosa rispetto alla prova del colore su carta, sia in
termini di costi che di tempi.
La differenze principale tra la prova colore a video e la prova colore su carta è che nel primo caso, il documento di
riferimento non viene mai stampato, viene solo visualizzato sul monitor di un computer. In questo caso, l’accuratezza
del prodotto stampato viene determinata confrontandolo con il documento visualizzato sul monitor. Poiché il
documento di riferimento non è costituito da una prova stampata e tangibile ma al contrario da un documento
elettronico virtuale, questo metodo viene definito come prova colore a video, soft proof o prova colore virtuale.
Vantaggi della prova colore a video
Questo metodo comporta una maggiore prevedibilità e uniformità di risultati con una conseguente
maggiore soddisfazione del cliente.
Tempi di esecuzione ridotti
L’uniformità, prevedibilità e affidabilità dei monitor di fascia alta, integrati ai sistemi di prova del colore
a video, richiedono un numero inferiore di prove del colore con una riduzione dei tempi di produzione.
Alto ritorno sugli investimenti
La profilazione del monitor può venire implementata a un costo relativamente basso in quanto i prezzi dei
relativi software sono scesi. Anche eventuali costi di stampa risultano drasticamente ridotti.
Facilità d’uso
Grazie alla crescente diffusione e alla facilità d’uso dei sistemi di gestione del colore e di calibrazione,
non è ora più necessario affidarsi a uno specialista del colore per la loro implementazione.
Prova colore in remoto
Grazie alla possibilità di installare monitor e sistemi di gestione del colore ovunque, i sistemi di prova
del colore a video in remoto si stanno diffondendo sempre più rapidamente. La flessibilità di poter usare
varie località consente di collaborare con numerose aziende che svolgono attività editoriale e numerosi
account e contribuisce a ridurre i costi. Inoltre, l’eliminazione della necessità di spedire prove cartacee
e la possibilità di una profilazione remota comportano un ulteriore risparmio di tempo e di costi.
Altri vantaggi
I sistemi per la prova colore a video possono includere anche i commenti e l’approvazione dei clienti e possono
quindi essere usati per la fatturazione o per analisi retrospettive. Inoltre, poiché un documento destinato alla
stampa rimane digitale fino alle ultime fasi del processo di produzione, i clienti possono lavorare simultaneamente
con altri utenti sulle prove colore ed applicare modifiche anche nelle fasi più avanzate del processo.
Pagina 4
Chi trae vantaggio dalla prova del colore
A VIDEO?
Gli avanzamenti avvenuti di recente nel campo dei flussi di lavoro digitali incideranno su tutti i partecipanti
al processo produttivo che utilizzano le prove colore, dalle agenzie di pubblicità ai fornitori di prodotti,
dall’editoria agli stampatori.
Professionisti creativi
Designer, fotografi e grafici creano documenti (quali fotografie, grafica, disegni, documenti, ecc.) che
vanno elaborati in funzione del loro mezzo di destinazione. I creativi hanno bisogno di mantenere il
completo controllo sui documenti che producono. Devono inoltre essere certi che i loro progetti rispettino
le linee guida del flusso di lavoro aziendale e che i colori definiti all’origine del processo verranno
mantenuti nelle fasi di pre-stampa e stampa. Per acquisire questi obiettivi, è necessario disporre di un
sistema che sia facile da usare e che abbia costi contenuti.
Agenzie
Le agenzie pubblicitarie e fotografiche utilizzano sistemi di gestione del colore da diversi anni. Ogni fase del
flusso di lavoro include quindi processi di gestione del colore che garantiscono un ambiente sicuro con un’alta
prevediblità e accuratezza del colore. La sostituzione di stampanti a getto di inchiostro o delle prove del colore
su carta con le prove colore a video è un passaggio relativamente semplice per le agenzie.
Stampatori
In parallelo con gli ambienti completamente digitalizzati e privi di supporti cartacei, gli stampatori hanno
iniziato a dotare le macchine da stampa con i monitor per la prova colore a video. I giornali quotidiani,
ad esempio, hanno adottato il sistema della prova colore a video per un risparmio di tempo e una
riduzione di costi.
Pagina 5
Documento tecnico LaCie: Prova colore a video
Requisiti: Software, Hardware e condizioni di
visualizzazione
Sistemi di prova colore a video
Sono disponibili vari sistemi per le prove colore a video a fini contrattuali: DALiM DiALOGUE, ICS Remote
Director, Kodak MATCHPRINT Virtual Proofing System e altri ancora. Ciascuno di questi sistemi è basato
su una certificazione del documento.
Per gli utenti dei sistemi di prova colore a video a fini contrattuali, il software deve essere semplice da
usare. Tutti i sistemi utilizzano una tecnologia streaming per la distribuzione e la visualizzazione efficace
della prova colore a video.
Questo riduce i requisiti di larghezza di banda necessari per il “trasferimento” della prova colore a video.
Dal punto di vista del cliente, ciò significa che la rete disporrà di una larghezza di banda sufficiente per
una visualizzazione e navigazione efficace all’interno della prova del colore.
Profili dell’output
Se si usano sistemi di prova colore a video a fini contrattuali è essenziale disporre di un buon profilo.
Questo viene utilizzato per il rendering del colore usato dalla periferica di destinazione (normalmente
la macchina da stampa) sullo schermo LCD. Si può creare il profilo per la prova colore a video da
un dispositivo digitale di prova del colore o da una macchina di stampa. Il metodo più accurato
è una profilatura della macchina da stampa ma poiché le variabili di questo processo sono maggiori,
è necessario definire procedure di controllo qualità più rigorose.
Misurazioni e calibrazione vengono utilizzate per acquisire un processo ripetibile e standardizzato e garantire
l’accuratezza di un profilo applicato ad una determinata tiratura. Questo richiede la calibrazione di tutti gli elementi.
Richiede inoltre la misurazione delle lastre, l’uso degli stessi inchiostri e l’adozione di linee guida per la stampa
(come ad esempio SWOP o GRACoL) da parte dello stampatore.
Monitor di fascia alta
È essenziale disporre di un monitor di ottima qualità. Si consiglia di tenere presente le funzionalità
descritte di seguito nella selezione di un monitor da usare per le prove colore a video.
Pagina 6
Gamut o range di
colori
La maggioranza dei monitor non può di fatto
visualizzare tutti i colori che una macchina da
stampa di alta qualità è in grado di stampare.
Tuttavia un monitor con un ampio gamut di colori,
quali LaCie Serie 500/700, dispone del range di
colori necessario alla maggior parte dei profili
stampante, come ad esempio ISO Coated.
y
0.8
0.6
Gamut
Compression
0.4
0.2
0
0.2
0.4
0.6
0.8
x
0.2
0.4
0.6
0.8
x
y
0.8
Dettagli SULLE OMBRE
La tabella LUT determina il numero di livelli di
colore disponibili per ogni pixel. Con 14 bit per
canale, i monitor LaCie 724 e 730 offrono il più
ampio range disponibile.
0.6
0.4
0.2
0
Le sbavature possono essere
causate da larghe fasce nelle
curve di risposta tonale del
monitor (curve gamma).
La correzione gamma a
14 bit elimina virtualmente
le sbavature mediante una
regolazione precisa delle
transizioni dei colori.
Angoli di visualizzazione Luminosità
Il colore e il contrasto possono variare
considerevolmente su alcuni monitor a seconda
dell’angolo di visualizzazione. Questi sono effetti
collaterali dovuti al tipo di tecnologia monitor
utilizzata nel pannello LCD. I monitor LaCie offrono
ampi angoli di visualizzazione fino a 178° in tutte le
direzioni, i più avanzati del settore.
Per un ottimo supporto delle prove colore a video,
il monitor LCD deve essere in grado di visualizzare
livelli di luminanza relativamente alti (120 cd/m²
o superiore). Tutti i monitor LaCie offrono questi
livelli senza alcun limite.
Pagina 7
Documento tecnico LaCie: Prova colore a video
Una soluzione di calibrazione del monitor
(Periferica + Software)
I requisiti hardware, oltre al monitor, richiedono anche un colorimetro. Per poter eseguire le prove colore
a video, il monitor deve essere calibrato. I monitor professionali, quali i monitor LaCie, supportano la
calibrazione hardware. Per ottenere risultati accurati, il monitor viene calibrato automaticamente dal
software di calibrazione e dal colorimetro in base alle impostazioni desiderate. Viene creato un ICC
Profile per garantire compatibilità con qualsiasi sistema di gestione del colore.
Il software LaCie blue eye pro PE, usato insieme a LaCie blue eye, consente di definire una profilatura di
alta qualità con l’integrazione di UGRA Soft Proofing Certification Test Tools.
Pagina 8
Condizioni di visualizzazione CONTROLLATE
L’ambiente in cui vengono valutate le prove colore a video contrattuali deve essere un ambiente controllato
in quanto svolge la stessa funzione di una cabina di visualizzazione dei colori usata per valutare le prove
colore su carta. Le stazioni di lavoro adibite a questo scopo devono quindi essere installate in una stanza
che offra condizioni di luce stabili e controllate, in conformità con gli standard ISO.
Conclusione
In un ambiente di budget sempre più ridotti e scadenze sempre più pressanti, la prova colore a video
è divenuta il sistema di prova del colore più efficace in un settore caratterizzato da ritmi incalzanti
come quello della stampa. Si è imposto come un’alternativa decisamente vantaggiosa rispetto al ciclo di
approvazione di una prova colore cartacea in quanto è molto più rapido, più facile da implementare e più
accurato, purché naturalmente, tutte le unità hardware in uso, in particolare il monitor, siano affidabili.
I monitor LaCie sono la scelta ideale per flussi di lavoro complessi in quanto integrano un’ottima
visualizzazione basata sulla tecnologia dei pannelli ad alta risoluzione e una retroilluminazione con dei
gamut di colori insuperabili. I monitor LaCie offrono ai designer e alle agenzie di pubblicità la più alta
flessibilità ed efficienza ad un prezzo contenuto.
Pagina 9