Untitled - Associazione Nazionale della Polizia di Stato

Commenti

Transcript

Untitled - Associazione Nazionale della Polizia di Stato
Hotel "San Marco,,
di
CANSIGLIO
( B L ) Alt.
1057
CELLETTI
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
LUIGI
ORGANO D'INFORMAZIONE DELL'ASSOCIAZIONE NAZIONALE
DELLA POLIZIA DI STATO
s . l zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
. m . - Tel. (0438) 58.53.50 - 32010 T A M B R E (BL)
TEL.
00185 ROMA - VIA STATILIA, 30
775.596 - 75.92.751/2/3 - INT. 613
Situato al centro della foresta del Cansiglio l'Hotel San Marco dispone di 45 camere tutte con servizi,
ampi saloni per incontri, seminari, banchetti.
S.
Offre una cucina raffinata e genuina: il pane, il burro, la pasta, i dolci sono fatti freschi ogni giorno in casa.
N A T A L E
1 9 9 2
Data la particolare posizione geografica dell'albergo, durante il soggiorno si possono effettuare - nell'arco della giornata - gite a Venezia, Trieste, Redipuglia, Marmolada, l'itinerario dei punti fondamentali
Caro
a
della 1 guerra mondiale, ecc.
Impianti di risalita, piste da fondo, scuola sci e possibilità di affittare in loco tutta l'attrezzatura da sci.
Presepe in terracotta policroma. Opera dello
scultore Giuseppe Criscione - Ragusa.
a b b on a to,
a b b ia m o tr a s c o r s o u n a l t r o a n n o in s ie m e a l l a n o s t r a r i v i s t a
"FIAM M E
SPECIALE
FINE ANNO (compreso cenone)
Dal 27/12 al 3/1
F IA M M E
L. 500.000
D 'ORO
Organo d'informazione mensile dell'ANPS
pensione completa - sistemazione in camera doppia o matrimoniale - supplemento singola L. 100.000.
Direttore Responsabile
Remo Zambonini
SPECIALE
Dal 3/1
BEFANA
al 10/1
pensione completa - sistemazione in camera doppia o matrimoniale - supplemento singola L. 70.000.
SCONTI P A R T I C O L A R I P E R FAMIGLIE - C O N T A T T A T E C I
- Amministrazione
Redazione
00185 Roma - Via Statilia, 30
Tel. 775596-70492751/2/3 - Int. 613
Fax 775596
F O T O GR A F I E
A V V I SO A I S I GG.
P R E S I DE N T I D E L L E
SEZI ONI A.N.P.S.
TELEFAX
Registrazione del Trib. di Roma
n. 15906 in data 19-5-1975
A V V I SO
A GL I A BBONA T I
VER SA MENT O
QUOT A ANNUALE
c u r a n d o l' a s p etto
tecn ico, m i g l i o r a n d o l ' i m p a g i n a zi o n e
e a u men -
ta n d o l'a ttività d i i n f o r m a zi o n e .
n o s tr e r u b r i c h e d i v i t a "s ocia le":
itin er a r i, a r ticoli
va r i,
n o ti zi e liete e v i t a d elle S ezion i, a b b ia m o a g g iu n to e a m p l i a t o le
Comitato d i Redazione
Francesco Paolo Bruni - Francesco Dierna Ameglio De Vecchi - Alberto Fiaschetti - Ugo
Nigro - Vittorio Volpe - Antonio Squarcione
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Direzione
a l l a n o s t r a p u b b l ica zio n e u n n u o v o s l a n cio i n t e r m i n i d i qu a lità
Alle
Redattore Capo
Gerolamo Lercari
L. 420.000
D 'ORO". C ome L e i a vr à n o ta to a b b ia m o cer ca to d i d a r e
Consulenza Grafica - Fotocomposizione
Impaginazione - Stampa
PUBBLIPRINT SERVICE s.n.c. - 00133 Roma
Via Salemi, 7 - Tel. 20.31.165
Finito di stampare nel mese di dicembre 1992
r u b r ich e
P en s ion is tica ,
Ris p os te
a i l e tto r i , Sanità e C o n c o r s i ed
es a m i.
C om'è n o to " F I A M M E
p og g io
D 'O RO " p u ò c o n ta r e u n i c a m e n t e s u l l ' a p -
d e i s u o i a b b o n a ti, a i q u a l i
m a n c a r e i l l o r o s os tegn o
r a ccoma n d ia mo
d i n o n fa r ci
e d i d iffon d er e l a n o s t r a r i v i s t a .
L a r i n g r a z i a m o p e r r a m i c i z i a e l a fid u c ia ch e f i n q u i c i h a d i m o s t r a t o e c o n fid ia m o d i p o te r fa r e a s s eg n a m en to
p er i l p r os s imo
s u d i L e i a n ch e
a n n o.
S i pre gano i Si g g . P re si de nt i
C og l ia m o l'occa s ion e p e r i n v i a r e i n o s t r i m i g l i o r i a u g u r i d i
C o n c e s s i o n a r i a p e r la P u b b l i c i t à
de l l e Se z i o n i A N P S ,
al l o rB u o n N a ta l e e B u o n A n n o a L e i e a l l a S u a F a m ig l ia .
APS
D i se g ui t o a q uant o pubquando i nv i ano fot ografie pe r l a
Advertising - press - system s r l . - 00192 Roma
pubbl i c az i o ne s u " F i a m m e d'Obl i c at o a pag i na 3 de l n. 9/10
Piazza della Libertà, 13/A - Tel. 32.15.857
ro " , c h e q ue st e si an o c o m p l e t e
se t t e m bre /o t t o bre 1 9 9 2 d i
S
pedizione tramite
I n q ue st o num e ro è st at o
de l l a d i d asc al i a, c o n l ' i n d i c aL A R E D A Z IO N E
" F i a m m e d ' O r o " s i pre gano
MESSAGGERIE EDITORIALI D'ITALIA
z i o ne de l l a dat a e d e l l uo g o o v e
i
nse
ri
t
o
un
bo
l
l
e
t
t
i
no
d
i
le Se z i o n i A N P S , c h e si an o
Via Annone, 2/A - 00199 Roma - Tel. 860.51.92
l a fot ografia è st at a fat t a e, se v i
c o nt o c o rre nt e po st al e i nt e in po sse sso de l T E L E F A X , di
Per il 1992 - Una copia L. 1.000
so no ri t rat t e pe rso ne , d e i n o m i st
at o a " F I A M M E D ' O R O "
Quote di abbonamento annuale Ordinario L.
c o m un i c ar n e i l num e ro al l a
nat i v i d i autorità e alt ri pe rso 10.000 - Sostenitore L. 20.000 - Benemerito
11/ 12
Novembre/Dicembre 1 9 9 2
pe r i l v e rsam e nt o de l l a q uo t a
P r e si d e n z a Naz i o nal e , al f i ne
naggi di ri l i e v o . zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
L. 50.000 Estero il d o p p i o
di
abbo
nam
e
nt
o
1
9
9
3
.
S
i
che le foto nel
di ac c e l e r ar e l 'i nv i o d i c o rri Si fa presente
Spedizione in abb. postale Gruppo III (70%) zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
p r e c i sa c h e c i ò è st at o fat t o
cui retro non saranno
annotate
sp o n d e n z a urge nt e . Gr az i e . zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Mont. Terme - Intitolazione Sottosez.zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVU
A
Al vostro servizio
non
le
suddette
notizie
/ versamenti possono
n o n pe r o bbl i g are l 'abbo nat o
essere
effettuati
all'App. di P.S. Bruno Lucchesi
T"
tramite le Sezioni A.N.P.S. o a mezzo del
potranno
essere
pubblicate,
ad ut i l i z z are t al e m e z z o , m a
C.C.P. n. 70957006 intestato a "Fiamme
an c h e pe r l a e st r e m a difficoltà
Susa - Gita a Moena, Campeglio
H
pe r age v o lare c o l o r o c h e
d'Oro" organo d'informazione
dell'ANPS
Pensionistica zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZ
de i c o nt at t i v i a filo e d e l l a i n d i - Via Statilia, 30 - 00185 Roma, oppure
di Faedis e RedipugliazyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPO
kJ
ri si e do no
l o nt ano
dal l e
v i duaz i o ne c o n t al e s i s t e m a
sul conto corrente bancario n. 001317
S e z i o n i A N P S o c h e so no
La Banda della Polizia
de l l e no t i z i e o c c o r r e n t i .
della Banca
Nazionale
del Lavoro Sanità
c o rre nt i st i p o st al i .
L a
R e d a z i o n e
Sportello
Statilia.
S i pre gano , i no l t re l e Se z i o n i
in concerto a Pereto
A NP S, pe r e si g e nz e t i po graf i Og
n
i
abbo
nat
o
è
q
ui
ndi
d i " F i a m m e
d 'O r© '
c he , di no n spi l l are le fot o, s i a
l i be ro d i pagare l a q uo t a
Itinerari
Vita delle Sezioni
a
i
i
!
»
i
n
<
i
re daz i o nal i c h e de i S o c i s c o m annual e al l e Se z i o n i o c o m e
parsi , al l e le t t e re di t r asm i ssi o Andria - Inaugurazione della
m e g l i o c re de .
Associato all'Unione
ne .
Foto in vetrina
Stampa Periodica
Sezione ANPS
SOMMARIO n
CLONE
PESTE
Italiana (USPI)
Cariche sociali
7
8
13
14
Soci... amici scomparsi
17
18
26
28
37
39
moven te,
con la presenza
della
V ed ova Lu cches i, S ignora N a tiva B ertocchini, che è stata accolta da l PrezyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
fetto e d a l Q u es tore d i Pistoia, d a l D ir igente il C om p a r tim en to Polstrada d i
Firenze, d a l D irigente la S ezione d i
Polizia S tra da le d i Pistoia e da l Presidente della S ezione A N P S .
MzyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
P O L I Z I A
D I
S T A T O
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Alla cer imon ia h a n n o pa rtecipa to
a nche le Associazioni d ' A r m a e r a p P O L IZ IA
S TRA D A L E
I I S O TTO S E Z IO N E
presentanze d i tu tte le S ezioni A N P S
I
M O N TE C A TIN I
TE R M E
della Tos ca na , con le rispettive B a n diere.
U n p icch etto a r ma to ha reso gli
B RU N O
LU C C H E S IO n or i M ilita ri, a ccomp a gn a to dalla
E M P IM E N TO D E L D O V E RE
C A D U T O N E LL
B a n d a M u s ica le della Polizia d i S ta to.
PRESSIONE
V ITTIM
A l ter min e della S. Messa al ca mp o,
1976
D
il Prefetto ha s coperto la la pide che
ricorda la vittima B r u n o Lu cches i e vi
ha pos to u n a cor on a d i a lloro, men tre
la B a n d a esegu iva l' In n o del Pia ve e
l'In n o N a ziona le.
N ella circostanza la S ezione ha
d on a to alla V ed ova Lu cches i u n a
meda glia d ' or o a ricord o d i B r u n o,
cons egna ta da l S egreta rio G enera le
Susa -19/21 settembre 1992 - Gita a Campeglio di Faedis. Un gruppo di Soci e familiari sulla
C a v. U ff. A lb er to Fiaschetti, men tre il
scalinata della Chiesa di Campeglio.
Presidente
G a d d i ha
consegna to
all'Assistente C a p o B ia gio Aliperta ,
tu tt'or a in servizio, u n a Perga men a in
n p r ima ver a il C ons iglio d i S ezione
a gordine fino al Friu li (C a mp eglio d i
s egno d i solidarietà per l'aggressione
decideva d i organizzare u n p elFaedis), d ove il 2 0 si sareb b e celeb rata
su b ita q u el tra gico 2 3 ottob re 1976, in
legrina ggio alla chiesa dedica ta a
u n a cerimon ia religiosa in m em or ia d i
cu i rimase gra vemen te ferito.
S. M ichele Arca ngelo a C a mp eglio d i
tu tti i C a d u ti della Polizia, in pa rticola re
L a cer imon ia si è conclu sa con gli
Faedis e al S a cra rio d i Redipu glia , da
degli agenti della scorta del giu dice FalO n or i alle Autorità ed il commia to dei
effettu arsi nei giorn i 19, 2 0 e 2 l giu cone, ca du ti a Pa lermo s otto il p io m b o
con ven u ti, men tr e la B a n d a Mu sicale
gn o.
mafioso. Il p r og r a mma del via ggio p redella Polizia d i S ta to esegu iva la M a rcia
C
o
n
l'occasione
si
sareb
b
e
transitati
ved
eva p oi, per il gior n o 2 1 , la visita
d 'ord in a n za "G iocondità ".
per
M
oen
a
per
visitare
la
S
cu
ola
alla
città d i Trieste e la depos izione d i
Alle ore 17, presso il N u o vo Tea tro
A lp in a della Polizia, p ros egu en d o p oi
u n a corona d i a lloro in on or e d ei
V er d i d i M on teca tin i Terme, la B a n d a
C a d u ti della gra nde gu erra al S a cra rio
a ttra verso lo scenario delle D olom iti
Mu sicale della Polizia d i S tato, diretta
da l M° M a u rizio B illi, alla presenza
Montecatini Terme - 27 settembre 1992
delle Autorità, ha ten u to u n C on cer to
Una corona di alloro deposta sulla
gra tu ito per il piacere della cittadinanza
lapide scoperta a ricordo del
Caduto, vittima del dovere,
M onteca tines e e d ei s u oi ospiti. U n
App. Bruno Lucchesi, a cui è stata
C on cer to m ol to gra dito dalla gente,
intitolata la Sottosezione della
specie da n u mer os i illu stri mu sicisti che
Polizia Stradale di Montecatini. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
si tr ova va n o in Tea tro.
L a S ezione A N P S , grata per le con cessioni otten u te, ringrazia viva men te
il M inis tero, con preghiera d i ra ppresentare al S ign or C a p o della Polizia i
s entimenti d i gra titu din e per la squ isita
sensibilità d imos tra ta vers o l'AN PS .
U n pa rticola re
ringraziamento
al
Prefetto d i Pistoia e al Q u es tore per il
sostegno e la fattiva disponibilità, al
I 2 7 settemb re, promos s a dalla
D irigente il C om p a r tim en to della PoliS ezione A N P S , ha a vu to lu ogo
zia S tra da le d i Firenze per il fa vorevole
presso la S ottosezione della Polizia
a ppoggio, al D irigente la Sezione d i
S tra da le d i M on teca tin i Ter me, l'in titoPolizia S tra da le d i Pistoia per la s cru lazione della stessa a ll' A p p u n ta to d i
polosa prepa ra zione e la squ isita direP.S. B r u n o Lu cches i, ivi ca d u to vittima
zione della cerimon ia , al M° M a u rizio
d i p r od itor ia aggressione della crimin a B illi e a tu tti i com p on en ti la B a n d a
lità il 2 3 ottob re 1976.
della Polizia d i S ta to per la ma gnifica
Montecatini Terme - 27 settembre 1992 - Intitolazione della Sottosezione Polizia Stradale al
Susa -19/21 settembre 1992 - Gita a Moena, Campeglio di Faedis e Redipuglia. Sacrario di
Caduto App. Bruno Lucchesi. Le Autorità intervenute alla cerimonia.
È stata u n a cerimon ia seria e com esecu zione in C on certo. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Redipuglia. Corteo per la deposizione di una Corona di alloro in onore dei Caduti.
M o n t e c at i n i T e r m e - I n t i t o l az i o n e d e l l a So t t o se z i o n e
P o l i z i a S t r a d a l e al l ' A p p un t at o di P . S . B r u n o L u c c h e s i
S u s a - Gi t a a M o e n a, Cam p e g l i o
e R e d i p ug l i a
di F ae di s
I
I
4
5
di Redipu glia .
Il C ons iglio p r en d eva q u in d i con ta tto con le S ezioni A N P S d i M oen a e
di U d in e, la cu i disponibilità ven n e
immed ia ta , p r emu r os a e va lidissima ,
cosicché in b reve tem p o si p oteva con ferma re il p r og r a m m a e p or ta r lo a
conoscenza degli associati.
Alla gita a d eriva n o a nche i S oci
G a eta n o
C u tr on a ,
segretario- econ o m o della S ezione d i Tor in o, e
Fasciana, a n ch 'egli d i Tor in o, con le
lor o cons orti.
Il tem p o n on p r ometteva nu lla d i
b u on o fin da ll'inizio d el via ggio, ma
oltre B rescia cominciò a dilu via re ed il
resto d el viaggio prosegu ì s otto u n a
incessante pioggia b a ttente, a d a n n o
della visu ale, n o n p er metten d o ai S oci
di a mmir a r e le ta n to deca nta te bellezze
del Tr en tin o. Il Presidente G illi, m a n
m a n o che si p roced eva su lle strade
della V a l d i Fiemme, illu stra va il paesaggio, risalendo a ricordi d i oltre qu a r a n t'a n n i a ddietro, m em or e d ei ridenti
colori che qu ei lu ogh i a vr eb b er o
d ovu to presentare alla metà d i giu gno.
Poco oltre Predazzo i gita nti a m m ir a va n o du e s p len d id i tr a mp olin i da salto
per sciatori.
C o n d u e ore d i ritardo per il traffico,
la comitiva giu ngeva infine all'ingresso
della S cu ola d i M oen a . A d a ttendere i
S oci per u n b reve sa lu to c'era l'Ispettore Fra nco F a n ton e il Presidente
della S ezione, a ccomp a gn a to da ll'a mico C a r lo B a rb a cetto, ai qu a li va tu tta
la riconoscenza d ei S oci p er q u a n to
h a n n o fatto perché l'in con tr o si verificasse.
D o p o il p ra n zo il b r a vo Ispettore
Fa n ton , a ccomp a gn a to d a l Presidente
la S ezione A N P S D u ilio D or igon , illu strava le finalità della S cu ola , fa cendo
visitare ai S oci i loca li, compres a la
palestra, d ove a veva n o m o d o d i assistere a d a lcu ni esercizi d i a rra mp ica ta
su parete artificiale, sotto la gu id a dell'Ispettore Nizzi. A l b a r della S cu ola
a vveniva lo s ca mb io dei d on i tra la
S cu ola Alp in a , la S ezione d i M oen a e
qu ella d i Su sa.
S emp re s otto u n a pioggia torrenzia le, i gitanti la scia va no M oen a e raggiu n geva n o l'h otel nella vicina località
di Soraga. Q u i in con tr a va n o gli a mici
D in o Tomma s in i, Fra nces chetti e N in o
Petta vino, con i qu a li r icor d a va n o a n n i
or ma i lonta ni. D o p o cena si u n iva n o ai
gitanti gli olimp ion ici O tta vio C om p a gn on i, Arrigo D ella dio e Vincenzo
C h a tria n , con le loro S ignore.
Il 2 0 ma ttin a la comp a gn ia lasciava
la graziosa e fatata M oen a , con il rimp ia n to d i n o n a verla p otu ta a mmir a r e
alla lu ce del sole. D u r a n te il viaggio, al
Passo S a n Pellegrino, il Presidente
faceva n ota re il cip p o su l qu a le s ono
segnati la da ta e il lu ogo ra ggiu nto d a l
3° Reggimen to Alp in i, del qu a le faceva
pa rte a n ch e su o pa dre, ragazzo d el
'99. D o p o a ver attraversato Falcade e
V ittorio V en eto, i S oci giu n geva n o a
U d in e, d ove tr ova va n o a d a ttenderli il
s egreta rio- economo
C h iu ch ed u n
a ltro S ocio, che li gu id a va n o fino a
C a mp eglio, d ove a rriva va n o con oltre
d u e ore d i ritardo su l previsto.
L i a ccoglieva no u n ca ldo sole, u n
s u on o d i ca mp a n e e ta n to calore u m a n o. Sceso d a ll'a u tob u s il Presidente
G illi trova va gli a mici E u gen io D ia co,
Ferraris e il " v e d o " B ertossi, che n o n
ved eva da gli a n n i ' 5 0 , e il Presidente
della S ezione d i U d in e A d on e C ecu tti.
D o p o a ver preso pos to in chiesa, il
p a rroco D o n Lu igi Cozzi, nel corso d i
u n b reve sa lu to, p or ta va a conoscenza
dei S oci che il loro era il p r im o g r u p p o
di associati A N P S ven u ti in pellegrinaggio a C a mp eglio di Faedis d a l
gior n o d ell'in a u gu ra zion e della chiesa
( d op o la la b orios a
ristrutturazione
resasi necessaria per riparare i gravissimi d a n n i d el ter r emoto del 1976).
D o p o la S. Messa i S oci ven iva n o
invitati nella vicina Azienda Agricola
Accord in i, p er degu stare i vini dei colli
orienta li d el Friu li. S u b ito d op o ra ggiu n geva n o il ristorante per il pra nzo.
A d on e C ecu tti, tra u n a porta ta e l'a ltra, in for ma va i S oci che, per l'occasione, era n o in terven u ti a C a mp eglio n o n
solo ra p p res en ta n ti della S ezione d i
U d in e, m a a n ch e S oci delle S ezioni d i
Por d en on e, Ta rvisio, G orizia e Trieste.
A l ter min e d el pra nzo, d op o i salu ti,
la S ezione d i Su sa d on a va ai ra p p re-
senta nti delle S ezioni presenti le su e
dra ppelle, ricevendo in ca mb io preziose med a glie- ricord o e targhe. L ' i m prevedib ile C ecu tti si tra s forma va
q u in d i in validissima gu ida tu ristica,
p or ta n d o i S oci p r ima a C ivida le e p oi
per le vie d i U d in e.
Il ma ttin o su ccessivo l'Ispettore B r iga dini, C ons igliere della S ezione d i
Trieste, p or ta va i S oci a visitare p r ima
Trieste (Castello d i S. G iu s to e altri
m o n u m en ti principa li, la Risiera d i S.
S a b a , u n ico ca mp o d i s termin io nazista a ttiva to in Italia) e p oi il C astello d i
M ira ma re.
L a comitiva si recava q u in d i al
S a cra rio d i Redipu glia , d ove, con u n a
s emplice e commoven te cerimon ia ,
ven iva depos ta u n a coron a d i a lloro.
Q u i, d a va n ti alle frasi dedicate d a l
poeta
a ll'a rma azzurra, il S ocio
C u tr on a in con tra va il S ignor Ad olfo
S a vin o e p a r la n d o s copriva no d i
essere stati en tr a mb i avieri, d i aver p restato servizio nello stesso repa rto
presso l'a er op or to d i O rvieto. L a loro
separazione era a vven u ta , in circostanze d r a mma tich e, nei giorn i che
s egu iron o l'8 s ettemb re 1943. Il lu n go
e com m oven te a b b ra ccio tra i d u e vecchi com m iliton i con clu d eva nel m o d o
migliore il pellegrina ggio dei S oci d i
Su sa.
G
ra n d e a vven imen to a Pereto,
il 2 3 s ettemb re: su p r omozione della Sez. A N P S "S ettimio
Pa s s a mon ti" si è ten u to u n concerto
b a ndis tico esegu ito da lla B a n d a M u s icale della Polizia d i S ta to.
Alla presenza d i u n n u mer os o p u b b lico e d i gra ditis s imi ospiti, fra cu i il
D ott. C a loger o C osenza , Prefetto d ell'Aqu ila ; il G en . D ott. Pa lma ; il D ott. D i
Rocco, Vice Q u es tore Vica rio della
Q u es tu ra d ell'Aqu ila ; il D ott. D i An geloa n ton io, C olon n ello C om a n d a n te il
C om p a r tim en to della Polizia S tradale
d ell'Aqu ila ; il C a p . V a gn on i, C o m a n da nte la tenenza dei C C . di Tagliacozzo; il Prof. C a r lo Ia nnola , S in d a co d i
Pereto; autorità civili e milita ri, la
B a n d a Mu sica le della Polizia d i S ta to
ha offerto u n a dimos tra zione dell'altiss imo livello della su a mu s ica e della sua
arte.
L a D irezione d el concerto era affidata al ma es tro M a u rizio B illi, giova ne
e già a fferma to pers ona ggio
d el
m o n d o della M u s ica C oncertistica , con
il qu a le il Prefetto d ell'Aqu ila si è com p limen ta to.
I n u mer os i a ppla u s i dei con ven u ti
con fer ma va n o l'eccellente esecu zione.
L a C er im on ia iniziava alle ore
17.00. D o p o u n a b .ve M a rcia d i
a p ertu ra e il sa lu to da pa rte d el Presiden te della Sez. A N P S C a v. G ior gio
Ia n n ola , il S in d a co Prof. C a r lo Ia n n ola, a n o m e della citta dina nza , d a va il
b en ven u to a tu tti i presenti.
L a S ezione A N P S d i Su sa desidera
ringraziare
a ncora le consorelle d i
M oen a , U d in e, Pord en on e, Ta rvisio,
G orizia e Trieste, per qu a n to da esse
fatto per rendere piacevole, interessante ed istru ttivo qu es to via ggio, con
l'a u gu rio che altre S ezioni e altri S oci,
nel ripetere viaggi del genere, pos s a no
QUOT E DI A BBONA MENT O A "FI AMME D ' O R O "
god ere le stesse gioie e le stesse emoI NCI DENZA D E L L E S P E S E P O S T A L I
zioni. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
La Presidenza Nazionale, mentre ricorda
con commossa reverenza i Caduti della
Polizia ed i colleghi defunti, rivolge a tutti
i Soci e familiari un fervido augurio di
Buon Natale e Buon Anno
6 zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
L a Ban d a de lla Poliz ia
i n c o n c e r t o a P e r e t o zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
A V V I SO AI SI GNOR I P R E S I DE N T I
D E L L E SEZI ONI A NP S E A GL I A BBONA T I
I l Co m i t at o di R e daz i o ne di " F I A M M E D ' O R O " ha fatto pre se nt e c h e le spe se po st al i pe r i l re c api t o de l pe ri o di c o agli abbo nat i ne l l 'anno 1 9 9 3 raggiungeranno g l o bal m e nt e l a so m m a di li re
2 3 . 0 0 0 . 0 0 0 c o nt ro le at t ual i li re 1 5 . 0 0 0 . 0 0 0 (al l '1 -1 2 -1 9 9 2 ).
Di c o nse g ue nz a i l Co n si g l i o Naz i o nal e , ne l l a se dut a de l 2 9
o t t o bre 1 9 9 2 , è st at o c o st re t t o ad e le v are le quo t e di abbo nam e nt o a " F I A M M E D ' O R O " pe r i l 1 9 9 3 c o m e se gue : O R D I N A R I O
li re 1 5 .0 0 0 , S O S T E N I T O R E li re 2 5 . 0 0 0 ; m e nt re l a quo t a B E N E M E R I T O rimane i nv ari at a a li re 5 0 . 0 0 0 .
I l Co n si g l i o e l a R e daz i o ne so no si c ur i c h e i S o c i v o rranno
c o m pre nde re q ue st a necessità e so st e ne re anc o ra i l pe ri o di c o
" F I A M M E D ' O R O " , c he è l 'uni c o po rt av o c e de l l a no st ra c at e go ri a
e c he , no n ricevendo al c un f i nanz i am e nt o , può c o nt are so l o sul l'appo ggi o de gli abbo nat i .
A t ut t i i l no st ro affet t uoso ri ng raz i am e nt o .
A metà concerto il Prefetto D ott.
C osenza cons egna va al M a es tro B illi
u n a targa
ricordo a n om e della
S ezione e u n a cop p a ricordo da pa rte
d el Presidente Ia nnola .
L ' a vven imen to si con clu d eva con
l'esecu zione della ma rcia d 'ord in a n za
della Polizia d i S ta to "G iocon dità " d i
M a rches ini e d ell'In n o N a ziona le.
S u b ito d op o il Prefetto
ringraziava
pers ona lmente la B a n d a , il S in d a co, il
Presidente della S ezione e tu tti i S oci.
S t ud i o c ul t ur al e
C l ub Gi o e m i s
L
o S tu d io artistico cu ltu ra le
G ioemis organizza per l' a n n o
1993 il 5° C on cor s o N a ziona le
di Poesia per gli a p p a rten en ti alle
Forze d ell'O r d in e e loro familiari.
Il tema è " L a mia Ter r a " ; le poesie
d ovr a n n o essere in lin gu a italiana e
dattiloscritte, p en a l'esclu sione; n o n vi
è limite d i lu nghezza. G li ela b ora ti
d ovr a n n o pervenire en tr o il 2 0 feb b ra io 1993 allo S tu d io cu ltu ra le G ioemis, V ia D es erto d i G o b i 13, 0 0 1 4 4
Roma . L a qu ota d i pa rtecipa zione è d i
L. 2 5 . 0 0 0 da versare su l con to corrente postale n. 6 2 7 8 7 0 0 7 intestato a
M a rgherita Ap p el, Via D es erto d i G o b i
13.
L a commis s ione giu dica trice sarà
comp os ta da letterati a p p a rten en ti alle
Forze d ell'O rd in e. Tu tti s a ra nno a vvisati della da ta , ora e lu ogo della p remia zione, che si terrà a Roma .
Per in forma zion i telefonare al n. 06/
5 2 0 2 7 3 5 tu tti i venerdì dalle ore 9 alle
13.
7
ITINERARI zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
ITINERARI
d ' im p r on ta ligu re, cen tro commercia le
Pa squ a le Pa oli nel 1 7 5 8 in con tr a p p oed indu s tria le, a B astia si vis ita no la
sizione a G en ova ; il p or to è chiu s o d a lpiazza d i St. N icolas, vasta ed elegante
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
l'isola della Pietra (isolotto u n ito d a u n
con la statu a d i N a p oleon e, la chiesa d i
p on te e cos titu ito da scogli e rocce rosSt. Jea n B aptiste del 1 6 3 0 (b a rocco
a C orsica, isola del M ed iterra sastre che h a n n o d a to il n om e alla
genoves e) immer s a in u n qu a rtiere
neo, che a p p a re com e u n a
località).
intersecato d a viu zze ripide, ra mp e,
mon ta gn a sorta d a l ma re, ha
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
D a q u i a C a lvi, citta dina con u n a
a rchi e sottopassaggi. Interessante la
u n territorio d i 9 . 0 0 0 k m q . ed è con torfis ionomia severa, difesa dalla C itta ved u ta d el p or to vecchio con la d o m inata da circa 9 0 isolotti. L a su a storia è
della costru ita da i genoves i a p r otena nte posizione della C itta della (colegata alla presenza genoves e sin da l
zione del vecchio nu cleo citta d in o e
stru zione genoves e del 1 5 0 0 con
1452, con u n a b reve pa rentes i d i
con il s u o p or to colmo d i pa nfili b a tp od eros e m u r a b a stiona te).
d om in io degli Sforza d i M ila n o. N el
tenti b a n diere d 'ogn i paese. In qu es ta
1769, p on en d o fine alle ins u rrezioni
D a B astia ci si immette nella strada
zona, s emb ra a b b ia lasciato tracce d i
pa triottiche dirette d a Pa s qu a le Pa oli,
che si a r r a mp ica a mezza costa su i
sé a nche C ris toforo C olom b o. Pare
G en ova la cedette d efin itiva men te alla
d ir u p i che s civola no su l ma re per u n o
anzi vi sia n a to nel 1 4 5 1 . N o n esistono
Francia, della qu a le d iven n e dipa rtis gu a rdo al " d i to n e " , geogra fica mente
tes timonia nze scritte ma le a r gomen ta men to nel 1790.
ch ia ma to C a p C ors o, territorio con
zioni, s op ra ttu tto s econdo gli storici
a b ita ti silenziosi e strade solitarie, vilÈ in qu es to territorio che i S oci d i
francesi, s on o valide. C a lvi, fonda ta
laggi con le case in pietra che, q u a e là,
C o m o h a n n o decis o d i effettu are u n a
da i ligu ri nel 1268, rimase fedele a
a ccomp a gn a n o u n ca m m in o segu ito
delle loro gite sociali: il 18 s ettemb re,
G en ova per cin qu e secoli e gli stessi
d a u n lato da lla con forma zion e cor r u d op o a lcu ne ore d i na viga zione da
a b ita nti si defin iva n o "cors i e gen ovegata della costa e da ll'a ltro d a ll' imG en ova , si giu nge a B astia e la p r ima
s i". Figlio d i u n ca rda tore d i lana, C r imens a massa increspata del ma re. I vilcosa che colpisce metten d o p ied e in
s toforo pa re abitasse in ru e d u Ril e che
laggi e le torri genoves i si n ota n o
i dis cendenti vi a b b ia n o d imor a to sino
C orsica è qu el p r ofu m o intens o d i
disposti a d interva lli regola ri come
a r omi selvatici, d i qu elle spezie spesso
al sec. XV III. U n 'a ltr a tesi sottolinea il
pos ta zioni strategiche. S egu en d o u n a
usate dalle nostre n on n e p er condire
fatto che C o l o m b o scriveva in la tino o
ripetuta s equ enza d i distese e colli ci
s pa gnolo e che l'u n ica nota sottoscritta
piatti sa poriti; a rb u s ti dalle fragranze d i
tr ovia m o a St. Florent, frequ entatisp ers on a lmen te è redatta in dia letto
siepi forti s emp reverd i cres cono d a p sima località b a lnea re con la sua cattep ertu tto a dis petto d i u n a n a tu ra aspra
corso.
drale d i N eb b io del 1 1 4 0 (magnifico
ed affascinante.
S olo su ccessivamente
C ol om b o,
edificio r om a n o in stile pis a no). ProseU n o s gu a rdo alla città d i B astia,
per qu es tion i d'orgoglio,
a vreb b e
gu en d o ra ggiu n gia mo l'Ile de Rou sse,
p r ima d'inoltra rs i p er il giro dell'isola.
nascosto la su a origine corsa, va n citta dina
b ellissima
fonda ta
da
C en tr o m od er n o con 5 2 mila a b ita nti,
ta n d o a vi illu stri e cerca ndo d'evita re
Co m o
Gi r o d e l l a C o r s i c a
Br e sc i a
So g g i o r n o i n R o m a n i a
L
continua a pag. 10
D
al 4 al 19 a gos to u n gr u p p o d i
S oci con fa milia ri ed a mici
simpatizzanti, ha effettu ato u n
s oggiorno in Roma n ia , in località E forie N or d , vicin o C ostanza, sulle rive del
M a r N ero.
Il s oggiorno, oltre che per m otivi
tu ristici è s ervito ai gita nti a nche per
Brescia - 14/19 agosto 1992 - Gita sociale in Romania. Un gruppo di Soci e familiari. In
effettu are cu re terma li in attrezzatissimi
ginocchio: il Pres. della Sez. ANPS Cav. D'Amato e il V. Pres. Cav. Cornoldi.
complessi fisio e fa ngotera pici.
H a a nche effettu ato, su d i u n b a ttelvivon o — a llo stato b r a d o — u ccelli d i
Il g r u p p o, a lloggia to in u n H otel
lo, u n a gita su l D elta del D a n u b io ed ha
facente pa rte d i u n comples s o d i tre
stra ordina ria bellezza.
p otu to a mmir a r e la rigogliosa vegeta a lb erghi, h a a vu to m o d o d i effettu are
L a Roma n ia , situ ata fra i C a rpa zi e le
zione e la fa u na , ra ppres enta ta da
varie escu rsioni e trascorrere a lcu ne
A lp i Tra ns ilva niche, confina nte con la
ta nte specie d i pesci e d i u ccelli stanziali
serate, organizzate con molta accortezRussia, l'U n gh eria , la Ju gos la via e la
e migr a tor i, gra nde spetta colo della
za, in loca li caratteristici ove si svolgeB u lga ria , etnica mente
derivereb b e
n a tu ra forse n ell'u n ico lu ogo in cu i
va n o spetta coli del folclore r u men o. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
da gli a ntichi colon i r om a n i insediati da
continua a pag. 11
Pi sa
Gi t a a S . Gi o v a n n i
R o t o ndo e ne l
Ga r g a n o
L
a S ezione A N P S ha organizzato, d a l 15 al 19 settemb re, u n a
gita tu ristico- sociale a S. G iova n n i Roton d o e negli altri centri del
G a rga n o, alla qu a le h a n n o preso pa rte
5 0 S oci e fa milia ri, a ccomp a gn a ti da l
Presidente D 'An d r ea , da l S egretario
A n gion i e d a i C ons iglieri B on gior n o,
G rasso e Paglia.
N el via ggio d i a n da ta i pa rtecipa nti
h a n n o visita to la citta dina d i Pop oli in
p rovin cia d i Pescara e, per in com in ciare a d assaggiare le bellezze na tu ra li
del G a rga n o, si s on o soffermati al L id o
di Lesina , forma zion e la gu na re costiera, ove è tra diziona le e a mb ienta tis sima la pesca delle a ngu ille; in serata
h a n n o ra ggiu n to S. G iova n n i Roton do.
Mercoledì 16 la comitiva , accolta
dalla affettu osa e viva amicizia del Presidente della S ezione A N P S d i Foggia
Pisa -15/19 settembre 1992 - Gita sociale a San Giovanni Rotondo e al Gargano. Un gruppo
di gitanti nei pressi del lago della Foresta Umbra.
9
e C onsigliere N a ziona le C a v. Lu igi
Ru sso e dalla sua gentile cons orte, si è
porta ta nella B asilica d i S. M a ria delle
G razie ed ha reso oma ggio al S er vo d i
D io Pa dre Pio d a Pietrelcina, d ep on en d o u n fascio d i fiori su lla tomb a ,
presso la qu a le ha ascoltato la S a nta
Messa.
S u ccessivamente, con l'a u s ilio d i
u n a gu ida interna , ha visita to il gra n dios o O s peda le " L a C asa S ollievo
della S offerenza ", op era volu ta d a
Pa dre Pio, che è in con tin u a espansione, sofferma ndosi in a lcu n i rep a rti
attrezzati mod er n a men te, nella cu cin a
e nella la va nderia .
N el p omeriggio, i gitanti, s empre
gu ida ti d a l C av. Ru sso, d op o a ver visita to il S a n tu a rio d i S. M a tteo, nella
vicina S. M a r co in La mis , si s on o riuniti
nella sala con vegn i dell'a lb ergo, ove,
alla presenza a nche del D ott. A n gelo
B r u n o, dirigente della D igos d i Foggia,
in rappresentanza del Q u es tore, ha
a vu to lu ogo la cer imon ia d i gemella ggio fra le d u e S ezioni e lo s ca mb io d i
ta rghe e d i gu id on cin i; nell'occa s ione il
Presidente D ' A n d r ea ha cons egna to il
gu id on cin o della S ezione a n ch e a l
S ovrin d en ten te
C a r m in e
G u erra ,
D elega to del G r u p p o A N P S d i M a n fredon ia .
Il terzo gior n o è stato dedica to al
verd e e al ma re: i pa rtecipa nti, nella
ma ttina ta , h a n n o a m m ir a to i mer a vigliosi b oschi della Foresta U m b r a , a
7 9 4 metri d i altezza su l livello del ma re,
con a lb eri secolari che h a n n o u n tale
rigoglio d i vegeta zione d a n o n trova re
con fron to, i ca prioli e il la go, ove è
stata scattata la foto ricordo.
H a n n o, qu in d i, ra ggiu n to la città d i
Vieste, situ ata al cen tro d i u n a ma gn ifica zona litora nea che si es tende per
oltre 3 0 k m . in u n fantastico susseguirsi
d i scorci tra i più su ggestivi d i tu tto il
M editerra neo.
D op o il con vivio, cu i h a n n o preso
pa rte a nche il D irigente della S ezione
della Polizia S tra da le d i Foggia dott.
Pa olo D i Fons o, il responsa b ile della
S ottosezione Polstra da d i Vieste Ispettore Polis eno ed altri Fu n zion a ri della
stessa specialità, i gita nti h a n n o visitato
il b or go a ntico d i Vieste, che si estende
nel ma re su d i u n'a gu zza penis ola , per
vicoli stretti e ripide scalinate tra case
b ia nche e scorci p a n or a mici s tu p en d i.
Effettu ata u n a sosta d 'ob b ligo su l lu n goma re d a va n ti a
" P izzom u n n o" ,
gigantesco mon olito, a lto circa 2 0
metri, staccatosi, per l'eros ione del
ma re e dei ven ti, da lla massa rocciosa
costiera, il rientro in sede è a vven u to
attraverso le in ca n tevoli B a ie d i S.
Felice e delle Z a ga re ed il Por to d i M a t-
IO
tinata.
N ella ma ttin a ta del qu a r to giorn o, a
M on te S. An gelo, nel S a n tu a rio, è
stato reso oma ggio al Pa tron o della
Polizia d i S ta to con u n fascio di fiori ed
è stata ascoltata la S a nta Messa, con clusasi con la preghiera a S. M ichele
Arca ngelo, che è stata letta d a l C a v.
Ru sso; q u in d i è stato visitato il b orgo
medieva le con la tom b a d i Rota ri ed il
castello n orma n n o- a ra gon es e.
N el p omeriggio, in M a n fred on ia , il
D elega to d el G r u p p o A N P S G u erra ha
gu id a to i gita nti nella visita al Porto
Indu striale e al cen tro citta dino, offrend o, p oi, u n rinfresco nella sede del
G r u p p o stesso. Alle pa role d i salu to del
C a v. Ru sso, il D r. D ' A n d r ea ha for m u lato gli a u gu r i più sentiti e si è comp ia ciu to con il D elega to G u er r a e i S oci d i
M a n fred on ia , che con sforzi econ omici
n o n indifferenti e con tin u i h a n n o realizzato la sede del g r u p p o b ene attrezzata e fornita a nche d i u n m od er n o
b ilia rdo, sede che è distaccata da l
C ommis s a ria to ed è costitu ita da u n
a p p a r ta men to a p ia n terren o in locazione. S i tra tta d i u n a dimos tra zione d i
u n forte s pirito d i cor p o e d i u n affratella men to n o n com u n e che difficilmente
si trova in altre S ezioni e G r u p p i.
Fu ori p r og r a m m a ha a vu to lu ogo
u n a b reve visita alla città d i Foggia, ove
il C a v. Ru sso ha gu id a to i pa rtecipa nti
negli elega nti ed a m p i locali della
S ezione A N P S , riunendosi d op o nella
vicina sala con vegn i per i salu ti finali e
lo s ca mb io dei gu id on cin i fra il Presidente D ' A n d r ea e il D irigente della
S ezione della Polizia S tra da le D ott. D i
Fonso.
D u r a n te il via ggio d i ritorno i gitanti
h a n n o effettu ato u n a sosta a Caserta
per visitare la Reggia e il ma gnifico Parco, rientrando a Pisa alle ore 2 4 del 19
settemb re.
I pa rtecipa nti, allietati a nche da cin qu e giorna te d i s p len d id o sole, s ono
rimasti m ol to soddisfatti ed entu siasti
della gita e d ell'ottima organizzazione;
attraverso " F ia m m e d ' O r o " desider a n o rinnovare al Presidente Ru sso i
più cordia li ed affettu osi ringra zia menti, con i sensi della più sentita gra titu dine e riconoscenza per la calorosa
assistenza ed ospitalità offerta loro
d u ra n te il b reve s oggiorno in terra d i
C a pita na ta .
Como
- G ita
in
C ors ica
strade, piazze, scu ole, etc. L o si in con 180 k m .
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
continua da pag. 8
s contri p r op r io in S pa gna , casa degli
aragonesi, d op o il massacro che qu esti
s u b ir on o nel 1 4 2 1 a d opera degli a b ita nti d i C a lvi.
A C or te, d op o a ver assistito alla
S a nta Messa nella cattedrale de l ' A n n on cia tion , vi è stato u n cordia le
in con tr o con il V es covo d i C orsica
M on s . S a u veu r C a s a nova , che ha
rivolto ai S oci pa role d i salu to e d i
a u gu rio.
D a C a lvi u n a p u n ta ta a ll'in tern o dell'isola. A l cen tro d i qu esta zona m o n tu os a tr ovia mo la storica C orte, che
Pa squ a le Pa oli fece diventa re la ca pitale della lib era repu b b lica d i C orsica
(1755/ 1769). C orte è u n p o' come la
stanza del tesoro a cu i si a rriva d op o
pericolose p rove, che s ono d i or d in e
na tu ra le, fatte d i p r ofon d i b a ra tri e gole
solitarie, paesaggi preistorici variegati
da a rb u sti. L a città bassa è or m a i con qu istata d a l cemen to delle n u ove
costru zioni, men tre qu ella alta è rimasta fedele al tracciato u r b a n o origina rio
del 1420. Tra dizione storica della città
è il Palazzo della N a zione, che fu sede
del g over n o dei Paoli e dell'università
corsa, nonché la casa ab itata d a N a p oleone.
M a il ver o cu ore della C orsica è il
gra nde pa rco na tu ra le regionale, u n
gra nde p ol m on e verde che su ggerisce
idee d i escu rsionismo, d i pasti fru gali
con i m on ta n a r i a base d i latte e forma ggi. L e foreste si su ssegu ono, da
qu ella d i Aiton e ricca d i a b eti a qu ella
d i V a ld o N iello comp os ta d i conifere, a
cu i s 'in ter p on gon o gole scoscese qu a li
qu elle d i Scala d i S a nta Regina e rocce
che s 'a ddolcis cono via via la scia ndo il
pos to alla più verde ma cchia mediterra nea .
Attra vers a to l'in tern o, con cu rve e
saliscendi, si giu nge in vista del ma re a
Pia na (celeb ri le su e en or mi "ca la n ches ", che destano molta a mmira zione) s ino a ra ggiu ngere p oi Ajaccio (52
mila a b .), ca p olu ogo della regione,
adagiata ai p ied i d i verd i colline che la
recin gon o a d anfiteatro, m od er n o cen tro che si ricorda nei testi d i storia p er
a ver d a to i natali a N a p oleon e (15- 81769). Il cen tro citta dino è Place D e
G a u lle con u n gra nde m o n u m e n to a
N a p oleon e, a cavallo in veste d i im p era tore r oma n o. M a l'imma gin e tu tta
della C ors ica si riconduce a qu ell' u om o: in tu tta l'isola n u mer os i b u sti, la pid i, m o n u m en ti, ricordano lo storico
pers ona ggio che ha d a to n om e a vie,
tra, infatti, d ovu n q u e: a d Ajaccio le
tes timonia nze della su a esistenza si
sprecano.
A l M u s eo N a p oleon ico, os pita to nel
Palazzo comu n a le, s on o conservati
come preziosa reliqu ia gli atti b attesima li ed u n a fila d i ritratti d i famiglia,
men tre in ru e St. C ha rles è visib ile la
sua casa natale, modes ta ma sob ria. In
qu esta casa, d u r a n te l'occu pa zione
inglese nel 1 7 9 4 , vi dormì H u d s on
L ow e, su o fu tu ro carceriere a S a n t'E lena.
An cor a tracce d i N a p oleon e nel
mu s eo in ru e Fesh che raccoglie u n a
collezione d i op er e che B on a p a rte
lasciò alla città — tra cu i u n Tiziano, u n
B otticelli e u n V eron es e — ed u n a ca ppella imperia le, eretta da N a p oleon e
III, cu stodisce d on n a Letizia, ma d re d i
N a p oleon e, d i G iu s ep p e (re d i N a p oli
e d i S pa gn a ), Lu igi (re d 'O la n d a ) e
G ir ola mo (re d i W estfalia). M a l' in con tro più im p on en te con il fiero con d ottiero si pu ò a vere in place Au sterlitz,
stesa ai p ied i d ' u n a effige n a poleon ica
è circon da ta da u n a gra dina ta , il cu i
n u m er o dei gra d in i corris pon de a
qu ello delle b attaglie vinte.
U n fatto cu rios o è com u n q u e lega to
alla su a nazionalità: che fosse corso d i
nascita, dis cendente d i u n a casata italiana (a lcu ni a vi pa re risiedessero a
Sarzana) e francese per istinto è u n
da to d i fatto ma n o n forse anagraficamen te esatto. N a to nel 1769, per gli
storiografi era ma teria lmen te francese,
essendo stata la C ors ica cedu ta al
gover n o d i Parigi da lla repu b b lica d i
G en ova il 15- 3- 1768. M a l'annessione
u fficiale dell'is ola alla Francia ven n e
sancita 2 0 a n n i d op o, d u ra n te l'Assemb lea C os titu en te del 3 0 - 1 1 - 1 7 8 9 ,
per cu i N a p oleon e p otreb b e pers ino
risu ltare genoves e.
per comp leta re il tou r della
C ors ica e far ritorno a B astia. U n a
com od a strada ci p orta a Porto Vecchio, u n o dei centri più n oti, con il
p or to s empre p ien o d i imb a rca zioni,
sito alle falde d ' u n a altu ra su cu i si erge
il paese, a cu i si accede, dalla p orta
G en oves e, tes timonia nza u nica delle
sue origin i.
S i p ros egu e lu n go u n a p a n or a mica
strada della costa orienta le, a p p en a
a ll'in tern o del litorale, tocca n d o S olen zara ed altri tipici paesi e zone d'intens a
coltu ra d i vigneti, per B astia, d ove ci
a ttende la moton a ve che d op o u n a
s ettima na d i s va go ci riporterà in Italia
con la soddisfazione d i a ver fatto u n
via ggio interessantissimo.
B res cia
S oggiorno
in
Roma nia
continua da pag. 9
Tra ia n o nell'a ntica D acia. Su ccessivamen te, u n a fu sione con elemen ti locali
e p oi Slavi s opra ggiu nti n el territorio,
n o n ha cancellato la colonizzazione
che è manifesta nella lingu a , m a n ten u tasi viva e vitale in mezzo a d u n ma re
S la vo e M a gia ro, nonché d a va rie testimon ia n ze fra cu i città chia ma te con
n o m i d i persona ggi dell'a ntica Roma ,
com e O vid io, poeta la tino, che ivi morì
in esilio.
Poch i giorn i d i vacanza s on o insu fficienti per visitare ed a p p r ofon d ir e
conoscenze. Così, per es empio, è
ma n ca to il tem p o per visitare B u carest,
la capitale, con i s u oi m on u m en ti.
C irca le cu re, esattamente 12 giorn i,
è d overos o precisare che esse cos ta no
s olo L. 125. 000 e com p or ta n o tantissimi tra tta men ti, dalla fa ngotera pia
a ll'idroma s s a ggio in vasche con a cqu a
salata, da l massaggio a ll'a eros ol; d a ll'elettrotera pia alla ginnastica ed alla
piscina.
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFE
E per qu esto, i gitanti si s ono dati
a p p u n ta m en to per il pros s imo a n n o
qu a n d o, oltre alle visite cu ltu ra li, rinn over a n n o il ciclo d i cu re essenziali per
ma nteners i nelle d ovu te forme psicofisiche. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVU
La Redazione di
"Fiamme d'Or©"
augura
CICNE fE$TE
10 GENNA I O
1993
A S S E M BL E A GE N E R A L E OR DI NA R I A
L a P re si de nz a Naz i o nal e ha c o nv o c at o l 'A sse m bl e a Ge ne ral e
Ordi nari a pe r do m e ni c a 10 ge nnai o 1 9 9 3 ne i l o c al i de l l a S c uo l a
T e c n i c a di P o l i z i a, V i a Cast r o Pre t o ri o n. 5, R o m a, alle ore 9, i n
pri m a c o nv o c az i o ne , e al l e ore 10 i n se c o nda, pe r di sc ut e re i l
se gue nt e o rdi ne de l gi o rno :
M a lasciata Ajaccio e la sua storia, il
via ggio p ros egu e vers o s u d, d ove
in con tr ia mo s plendide citta dine come
— R e l az i o n e de l P re si de nt e ;
Prop ria n o, C a rgese e S a rtene ed insena tu re e spiagge d i sab b ia fine, sino a
— Appro v az i o ne bi l anc i o pre v e nt i v o anno 1 9 9 3 ;
ra ggiu ngere B onifa cio, la p u n ta mer i— Appro v az i o ne di al c une m o di f i c he st at ut ari e agli art t . 13diona le dell'isola . Alta , erosa da i ven ti,
2 1 -2 5 -2 6 e i nt e graz i o ne art . 2 2 le t t e ra a) de llo St at ut o ai
la comp a tta costa calcarea è scavata a
se n si de ll'art . 4 8 , già ac c o l t e dal Mi ni st e ro ;
B onifa cio d a u n p r ofon d o fiordo,
d om in a to d a l fortin o M o n t L a mou r ,
— Attività so st e gno e si g e nz e pe nsi o ni st i c he ;
u n o degli u ltimi dis ta cca menti della
— Vari e .
Legion e S tra niera . Città da i b a s tioni
L e spe se de l v iaggio e so ggi o rno a R o m a so no a t o t ale c ar i c o
a ncora visib ili, B on ifa cio s'inerpica su
de i S o c i c he i nt e rv e rranno al l ' A sse m bl e a.
per la zona alta, dalle cu i terrazze n a tu rali si god e lo scenario su l ma re, limiS i r ac c o m an d a i l m assi m o c o nc o rso di S o c i di pre se nz a o pe r
ta to d a l p rofilo della S a rdegna (12
de le ga i n quant o do v e ndo si appro v are de lle , pur m o de st e , m o di km. ) . Visib ili s on o le case che ospitaf i c he st at ut ari e si dovrà raggi unge re una pe rc e nt ual e di pre se nz e ,
r on o C a r lo V e s op ra ttu tto N a p oleon e.
a m e z z o de le ghe di 1/3 de gli i sc ri t t i , cioè di c i r c a 8/9000 v o t ant i .
D a ll'a ntica piazzaforte genoves e d i
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
B onifa cio,
rimangono
a ncora circa
1I
Susa
Un po nt e i nt i t o l at o
al l ' A g e n t e S c e l t o
Gui d o C a m b u r s a n o
I
Andria
I n aug ur az i o n e
de lla Se z i o ne A NP S
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
l 2 0 s ettemb re il n u ovo p on te, d a
p oco u ltima to, su lla D or a Ripa ria ,
che collega la S S 2 5 d el M on cen izyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
sio con V ia W . Fon ta n , è stato intitola to
a ll'Agente S celto G u id o C a mb u r s a n o,
M eda glia d i Ar gen to al V a lor C ivile alla
M emor ia .
Figlio d i B u s s oleno, d ove ha a b ita to
per u n a ven tin a d ' a n n i p r ima d i
entrare nei qu a d r i della Polizia d i Stato, G u id o C a m b u r s a n o è ca d u to qu a ttro a n n i fa, d u r a n te lo s volgimen to d el
su o servizio d i p a ttu glia men to s u ll'a u tostrada, vicin o a d Alessa ndria , d ove
risiedeva. M a la su a figu ra è a ncora
b en presente in B u s s olen o e lo ha testimon ia to la gra n de folla d i citta dini che
ha pa rtecipa to alla cer imon ia d i in a u gu ra zione ed intitola zione d el n u ovo
p on te.
L a chiesa pa rrocchia le era gremita
per la Messa, officiata da ll'a rciprete
M on s . Pierlu igi C or d ola , che n ell'omelia ha ricordato a nche l' im p eg n o p r ofu so d a G u id o d u r a n te la su a gioventù
negli scou t e si è a u gu r a to che il n u o vo
p on te a lu i intitola to serva a d u nire d i
più la città, in cu i molti ved on o u n a
realtà difficile.
Poi la cer imon ia è pros egu ita con la
forma zione del corteo, a p er to dalla
B a n d a mu sicale d i B u s s oleno, p oi il
gonfa lone del C o m u n e , in d i b a ndiere,
lab ari, ga glia rdetti delle associazioni
comb a ttentis tiche e d ' a r m a d i B u ssolen o e degli altri centri della Va lle d i
Su sa. S egu iva n o le va rie e n u meros e
ra ppresenta nze della Polizia d i S ta to in
servizio ed in con ged o. E p oi le a u torità: gli O n . S artoris e Ra tto, il vicepresid en te del cons iglio regiona le M on ta b on e, il consigliere regiona le Va glio, i
consiglieri p r ovin cia li d i S u sa Fra n co
B otta e Tessati, il pres idente della
Comunità M on ta n a Bassa Va lle Frigieri, il s inda co d i B u s s olen o M a r io S ola ra, il sinda co d i Su sa B ellica rdi, il sinda co d i M a ttie V ern etto, il Vice Q u estore Vica rio d i Tor in o D r. Francesco
C erb a s i e il Presidente della S ezione
A N P S d i Su sa G u id o G illi. E ra p resente a nche, con i genitori, la M eda glia
d 'Ar gen to C la u d io S a n d r on e, ven u to
a ppos ita men te da Ales s a ndria , d ove
presta servizio presso il C o m a n d o
S ezione Polizia S tra da le, per ricordare
il su o C a p o Pa ttu glia .
12
I
l 7 giu gn o è stata ina u gu ra ta la
S ezione A N P S d i An d r ia . La ma nifestazione ha a vu to inizio presso
il Tea tro As tra gremito d i S oci, con le
rispettive famiglie, d i p u b b lico, d i
Autorità e Pres identi d i altre associaAndria - 7 giugno 1992 - Inaugurazione della Sezione ANPS. La Madrina Signora Sinisi
zioni d ' A r m a . L a sede della S ezione
taglia il nastro inaugurale.
A N P S , p oco lon ta n a da l tea tro Astra, è
sita nella G a lleria C a vou r.
S ezione, fornita d i lu min os i e accofetto C ota , che ha ricordato gli a n n i in
Susa - 20 settembre 1992 - La figlia della M.A. al V.C. alla memoria Ag. Se. Guido CambursaL a S ezione è stata intitolata alla
glienti locali. L a M a d r in a S ign ora Sinisi
no, mentre taglia il nastro tricolore. Da sinistra: il papà, la moglie, la figlia, la mamma di
cu i diresse il C ommis s a ria to andriese e
M eda glia d ' O r o Ma rescia llo S a vin o
Cambursano e il Sindaco di Bussoleno assistono all'inaugurazione del nuovo ponte. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
ha p r oced u to al taglio d el na s tro e
d u r a n te i qu a li eb b e occasione d i
Sinisi, n a tivo d i A n d r ia , C a d u to vittima
immed ia ta men te d op o il V es covo ha
conos cere la M eda glia d ' O r o Sinisi.
d el d overe nella città d i Venezia.
b en ed etto i locali.
S u b ito d op o i con ven u ti si s on o
C a m b u r s a n o e le sue b enemerenze ed
È stata la figlia d i G u id o, a ccomp a S on o in terven u ti il V es covo d i
È segu ito u n rinfresco.
recati a d in a u gu ra re la sede della
ha cons egna to ai s u oi genitori la perga gnata da lla ma d r e e d a i n on n i e aiu tata
An d r ia M on s . C a la b r o, il D irigente d el
m en a d i S oci on or a r i d ell'AN PS . Infine
da l s inda co d i B u s s oleno, a tagliare il
C ommis s a r ia to
Vicequ es tore
D r.
CANSIGLIO
l' A N P I Va lle d i Su sa ha cons egna to al
nastro, men tr e la targa che intitola il
M ichele Prencipe, il Presidente della
Vice Q u es tore u n a targa, in d ica n d o
n u ovo p on te a G u id o C a mb u r s a n o è
S ezione Ispettrice D r. ssa
Loren za
nella Polizia d i S ta to la continuità d ei
stata s coperta d a l p a d re dello s comTu m u l o , il Prefetto D r. G a eta n o C ota e
va lori della Resistenza.
parso. S u l p on te era tu tto u n o s ventola moglie S ign or a B ia nca For n a n i, la
Per lo stesso giorn o la S ezione
lare d i b a n d iere tricolori. Il C av. C a r lo
ved ova d el M .llo Sinisi con il figlio e i
G ior d a n o, ins ta nca b ile organizzatore e
A N P S a veva in d etto la celeb razione
n ip oti, il V. Presidente della S ezione
gra n cerimon iere della giorna ta , ha
della Festa della Polizia, con depos iC a v. G . D i N oia con il tesoriere C av.
ricordato b r evemen te la richiesta d elzione d i u n a cor on a d i a lloro alla croce
G iova n n i S a lva rolo e, in ra ppres enl'Associazione della Polizia per la in ticentrale d el locale cimitero, in on or e
tanza del Presidente N azionale, il
tola zione ed ha ringraziato il C o m u n e
dei C a d u ti. E segu ito p oi il pra nzo
C o m m . A n ton io S qu a rcion e.
d i B u s s oleno che h a a ccolto l'invito.
sociale, al qu a le h a n n o pa rtecipa to i
H a n n o pres o la p a rola il V. Pres.
familiari d i G u id o C a mb u r s a n o e l'AIl Presidente G illi ha p oi ricorda to
C av. D i N oia , il Presidente D r. ssa
gente C la u d io S a n d r on e.
u fficia lmente il sacrificio dell'a gente
Tu m u l o,
il C ons igliere
N azionale
A n ton io S qu a r cion e e, infine, il Pre-
MONTECATINI
TERME
Il Questore di Pistoia Dott. Pasquale Rella consegna una targa raffigurante Montecatini
Terme antica, donata dalla Sezione, alla Dottoressa Sportelli, intervenuta al Concerto della
Banda della Polizia di Stato, in rappresentanza del Dipartimento della P.S., Direzione
AA.GG.
Il Vice Presidente Nazionale Alberico Tranquillin, il Segretario Generale Alberto Fiaschetti
e il Presidente della Sezione di Udine Adone Cecutti con alcuni amici a Cansiglio, presso
l'albergo "San Marco" del Socio Luigi Celletti.
A BBONA T I BENEMER I T I , S O S T E N I T O R I
E OF F ER T E A "FIAMME D'OR O"
S ezione A N P S
G a lli
Andria - 7 giugno 1992 - Inaugurazione
della Sezione ANPS. Il Cons. Naz. Rag.
Antonio Squarcione mentre pronunzia il
suo discorso.
An gelo
M icu la n i G iu lietta
(in m em or ia del ma rito S ilvio
Su sa
L.
20.000
M ila n o
L.
25.000
G orizia
L.
100.000
zyxwvut
Perencin)
13
Cari c he so c i al i
supplenti:
Riportiamo
le cariche elette per il
rinnovo dei Consigli di Sezione
approvate dal Consiglio Nazionale il 29 ottobre 1992.
Agli eletti il Consiglio formula
auguri
di buon lavoro e
successo.
Anc o na
Presidente:
Stanzione
Ciro;
Vice
Presidente:
Peresano Luciano;
Consiglieri: Pileggi Pasquale,
Fiore
Vincenzo, Scuro Antonio,
Arcangeli
Mario,
Valente
Giacomo;
Sindaci
effettivi:
D'Amore
Pasquale, Zama Dante;
Sindaci supplenti:
Amorino
Giuseppe,
Maranini
Silvano.
F i de nz a
Presidente:
Giglio
Gabriele;
Vice
Presidente:
Di Silvio Clemente;
Segretario Economo:
Ascani
Armando;
Consiglieri:
Burdo Giuseppe,
Catanzaro Luigi, Flammia
Mario,
Gattucci
Donato,
Mazzarelli
Eraldo,
Paparelli
Natale, TanariNando,
Venuto
Giuseppe; Sindaci
effettivi:
Paolini
Rocco,
Ferrante Salvatore;
Sindaci
supplenti:
Maranci Giuseppe,
Ruffini
Pierino.
Presidente:
Abati Paride; Vice PresidentePetrelli
Antonio;
Segretario
Economo:
Facchinetti Renato;
Consiglieri:
Dell'Acqua
Carmelo,
Roma
Angelo,
Pasquetti
Pietro,
Fattore
Umberto,
Robuschi Massimo;
Sindaci
effettivi:
De Caprio
Gennaro,
Randazzo Ignazio; Sindaci supplenti:
Dioni
Massimo, Fieni
Davide.
Br e sc i a
F o l i g no
Presidente:
D'Amato
Giovanni;
Vice
Presidente:
Comoldi
Alceste;
Consiglieri:
Piccinali
Enzo,
Pace
Domenico,
Di
Cugno
Giuseppe,
Bonito
Umberto,
Albanese
Aldo,
Giannetti Ivana, Belotti Gino,
Novara
Giancarlo,
Boccalini
Luigi;
Sindaci
effettivi:
Mulliri
Armando,
Grillo
Costante;
Sindaci
supplenti:
Lo
Monaco Calogero,
Cornetti
Renato.
Presidente:
Properzi Enio; Vice Presidente: Di Carlo Giovanni;
Segretario
Economo:
Pierotti
Giuliano;
Consiglieri: Di Nicola Giovanni,
Governatori
Narcisio, Paliotta Franco, Fasano Vincenzo,
Salvi Mario,
Placidi
Antonio
Tullio;
Sindaci
effettivi:
Carboni
Armando,
Ferri Vito; Sindaci
supplenMario.
ti: Fede Egidio, Lucenti
Go r i z i a
Cam p o basso
Leso Luigi; Vice
PresiPresidente:
dente:
Cassero
Raffaele;
Segretario
Economo:
Pagnotta
Antonio;
Consiglieri: Conte Raffaele, Di Maio
Pasquale, Di Lillo Giambattista,
Iavagnilio
Giuseppe,
Marcacelo
Vincenzo,
MonSintagna Giacomo,
Tosti Edoardo;
daci effettivi: Abate Serafino,
Tagliaferri Mario; Sindaci supplenti:
Iandolo
Amerigo,
Saotta
Gabriele.
Presidente:
Bumbaca Antonio;
Vice
Presidente:
Belardinelli
Tommaso;
Segretario Economo:
De Vito
Pasquale; Consiglieri:
Autolitano
Alfredo,
Visintin
Luigi,
Farruggia
Giuseppe,
Celin Nevio, Ciotti Giglio, Panizzi LuiSingi, Zola Tarcisio, TraniJob Loreto;
daci effettivi: Nadalutti Dino,
Marotta
Alfonso;
Sindaci
supplenti:
Rodaro
Giovanni, Monanni
Gino.
I m pe ri a
Ci v i t ano v a Marc he
Presidente:
Mainelli
Michelangelo;
Vice Presidente:
Cittadini
Vincenzo;
Consiglieri:
Collina Claudio,
Canzoni
Vittorio,
Demowsky
George,
Gigli
SinGiuliano, D'Alessandro
Roberto;
daci effettivi: Bascelli Giovanni,
Piunti
Gino;
Sindaci
supplenti:
Borzacchi
Francesco,
Dattilo
Giuseppe.
F abr i c a di R o m a
Presidente:
Capparucci
Quinto
Nicola;
Vice
Presidente:
Mariani
Mariano;
Segretario
Economo:
Fochetti Augusto;
Consiglieri:
Bedini
Sergio, Del Bianco Antonio,
Marcelli
Giuseppe,
Sciosci Marcello,
Monfeli
Augusto; Sindaci effettivi: Cilli Vincenzo, Crescenzi Luigi; Sindaci
supplenti:
Mariani Roberto,
Mastrantoni
Franco.
14
Rossi Pasqualino,
F ae nz a
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Biagio.
Presidente:
Manti Mario; Vice Presidente:
Dettoti
Giovanni;
Segretario
Economo:
Gallo Vito Stefano;
Consiglieri: Di Luccio Giulio, Monastra
Luigi, Cellerino
Giovanni,
Ferrari
Mario,
Ganzaroli Albano,
De Persio
Giuseppe, Lombardi Antonio,
Fiorini
Vincenzo; Sindaci effettivi: Raniolo
Salvatore,
Pavini
Rocco;
Sindaci
supplenti:
Damino Graziano, Sturloni
Athos.
L at i n a
Presidente:
Cacciapuoti
Michele;
Vice Presidente:
Di Scala
Francesco;
Consiglieri:
Battaglia Daniele,
Trovalusci Pio,
Montesanti
Comunaldo,
Antobenedetto
Ennio, Lodi Anna Grazia,
Zicarelli
Emesto,
Mantovani
Orlando; Sindaci effettivi: Dalla Libera
Benito,
Sannino
Giuseppe;
Sindaci
Schettino
Mant o v a
Presidente:
Telimi
Antonio;
Vice
Presidente:
Cangelosi Antonio;
Segretario Economo:
Savino Alberto;
Consiglieri: Caneo Carlo, Castagna
Carlo,
Marani Maggiorino,
Binaschi
Giulio,
Vitone Stanislao,
Cabrelli Aldo,
Tassotti Raffaello,
Ghisi Sergio;
Sindaci
Franeffettivi: Zilocchi Andrea, Berna
cesco; Sindaci supplenti:
Ferron
Florindo, Cristini
Angelo.
Mo de na
Presidente:
Morselli Vincenzo;
Vice
Presidente:
Zanotti Paolo;
Segretario
Economo:
Durello Alfonso;
Consiglieri: Vecchi Emer, Abate Vito,
Lunghi
Luciano,
Spadoni Gino, Corvino
Salvatore,
Rubini
Franco,
Santerano
Tommaso,
Sanna Giovanni;
Sindaci
effettivi: Aloisi Francesco, Delia
Grazio
Nicola; Sindaci supplenti: Fomiti
Marino, Massa
Igino.
Pado v a
Presidente:
Fucelli Mario; Vice Presidente: Di Stasio Romano;
Segretario
Economo:
Di Terl'tzzi Pietro;
Consiglieri: Londei Francesco,
Goti
Giovanni,
Livio Pietro,
Toldo
Renato,
Paviotti
Guerrino,
Casonato
Dino,
Cornacchine
Giovannino,
Tagliaferri
Giuseppe; Sindaci effettivi: Zanotto
Vittosuprio, Cantiello
Salvatore;
Sindaci
plenti: Turlon Guido, Todaro
Filippo.
P i ac e n z a
Presidente:
Angelillo
Francesco;
Vice
Presidente:
Guarino
Catello;
Segretario
Economo:
Gatti
Carlo;
Consiglieri:
Oropallo
Giuseppe,
LanBocci
cellotta Nicola, Quartieri Luigi,
Valerio,
Stivale
Antonio,
Giordano
Roberto;
Sindaci
effettivi:
Colagiovanni Carmine,
Gramigni
Lorenzo;
Sindaci supplenti:
Silvestri
Gennaro,
Di Masi
Giuseppe.
Prat o
Presidente:
D'Orsi Armando;
Vice
Segretario
Presidente:
Vito Ottorino;
Economo:
Di Simone Salvatore;
Consiglieri: Vettori Marcello,
Renda
Vincenzo,
Cascino
Serafino,
Tortora
Giorgio,
Vitello
Salvatore;
Sindaci
effettivi: La Porta Agostino,
Gallistru
Napoleone;
Sindaci supplenti:
Mulargia Antonio,
Bosco
Gaetano.
Rieti
Presidente:
Venditti Enea;
sidente:
Rocci
Ernesto;
Vice PreSegretario
Economo:
Ragghianti
Danilo;
Consiglieri: Lombardo
Paolo, Adriani
Francesco, Panitti Giulio, Felici
Mariano,
Formichetti
Vincenzino,
Urbani
Olindo; Sindaci
effettivi:
Orsini
Marino,
Rainaldi Antonio;
Sindaci
supplenti:
Ianni Quinto, Crisostomi
Felice.
Si e n a
Presidente:
Illuminati Angelo;
Vice
Presidente:
Pianigiani Elio;
Segretario
Economo:
Licinio Francesco;
Consiglieri: Ruffo Spartaco,
loppi
Roggero,
Fazzini Francesco,
Spaziani
Domenico, Leo Umberto,
Tognazzi Dino;
Sindaci effettivi: Più Giovanni,
Di Domenico Antonio;
Sindaci supplenti:
Palmisano Angelo, Loi
Pietro.
Si r ac usa
Presidente:
Bonario
Corradino;
Scala
Antonino;
Vice
Presidente:
Segretario
Economo:
Gennaro
Nunzio; Consiglieri:
Pollaci Michele,
Carnemolla Salvatore, Mirabella
Sebastiano, Avola Filippo, Finocchiaro
Salvatore,
Arena
Giovanni,
Pappalardo
Antonino;
Sindaci
effettivi:
Morrea
Ludovico,
Battaglia Rosario;
Sindaci
supplenti:
Zerillo
Graziano,
Abela
Gaetano.
So ndri o
Presidente:
Bettinelli
Guido;
Vice
Presidente:
Parisi Candido;
Segretario
Economo:
Paolucci
Alfonso;
ConsiLino,
glieri: Esposito Antonio, Semeria
Gambetta
Lario, Maurutto
Ferruccio,
Gullo Pietro, Vidoni Roberto;
Sindaci
effettivi: Morelli Alessandro,
Vitali Bruno; Sindaci supplenti: Pacco Giona, Di
Domenico.
Zinno
Vare se
Presidente:
Merlo Mario; Vice PresiEcodente: Ponza Mario; Segretario
nomo: Pucciarelli
Francesco;
Consiglieri: Brazzini Giulio, Billero
Salvatore, Vesentini
Gianni,
Riberti
Pietro,
Grandinetti
Francesco,
Rizzo
Salvatore, Cappelli Antonio,
Arca
Giovanni,
Cicchine
Tarcisio,
Tenconi
Franco;
Sindaci
effettivi:
Punzo
Umberto,
Minazzi
Renato;
Sindaci
supplenti:
D'Alessandro
Ettorino, Previti
Giuseppe.
Ve rc e lli
berto,
Bellin
plenti: Gentile
Rodolfo;
Umberto,
Sindaci
Guerra
supAldo.
Vi c e nz a
Presidente:
Fortunato
Raimondo;
Vice
Presidente:
Zanella
Roberto;
Consiglieri:
Doria Osvaldo,
Andriani
Cosimo,
Tavano
Michele,
Zambella
Sabino,
Bragoli Ugo, Romano
Giovanni, Del Zoppo
Mario,
Gnesotto
SinGiovanni,
Giovannini
Giuliano;
daci effettivi:
Secondino
Umberto,
Guarente Antonino;
Sindaci
supplenti:
Guarenti Tiziana, Sciliberto
Giovanni.
C a r i c h e si n g o l e
Approvate
29 ottobre
dal Consiglio
1992:
nomina presso la Sezione
del Socio Palazzo Salvatore
rio Economo
in luogo del
rio Zinzi
Meiziade;
Nazionale
il
di Brindisi
a Segretadimissiona-
nomina presso la Sezione di Firenze
del Socio Venditti Tommaso
a Segretario Economo
e del Socio
Basilico
Gennaro
a Sindaco
supplente;
nomina presso la Sezione
Socio
Angioni
Virgilio a
Economo;
di Pisa del
Segretario
nomina presso la Sezione di Salerno
del Socio Tagliaferri Remo a Segretario Economo
in luogo del Socio
Rocco
Vincenzo
deceduto;
BUONFIGLIO
Antonino
CAVALLO
Pasquale
CECCANESE
Pasquale
COCO
Giovanni
CORDA
Duilio
DE ROSA Pietro
DI GIOIA Domenico
DI NARDO
Salvatore
DITTA Salvatore
DONATI
Isidoro
FASULO
Benito
S. Dona
LA FRANCESCA
Paolo
LENZI Elio
MAZZARETTO
Ubaldo
MELLI
Oronzo
MINISSALE
Giuseppe
MURRAI
Antonio
PETRONE
Michele
PIERRO
Antonio
PINTAUDI
Vincenzo
PISANO
Giovanni
ROSSI
Moris
ROSSINO
Rosario
SANNA
Giovanni
SPIGA
Giuseppe
TOLOMEO
Giorgio
VACCA Nicolangelo
ZERILLO
Graziano
Roma
Lecce
Roma
Roma
Sassari
Oristano
Latina
Vicenza
Novara
Pesaro
di Piave
Brescia
Modena
Vicenza
Vicenza
Roma
Sanremo
Taranto
Piombino
Mantova
Venezia
Modena
Siracusa
Modena
Roma
Piacenza
Roma
Siracusa
Il Socio Sebastiano
ROLLI,
Consigliere della Sezione
di La Spezia,
è
stato
insignito
dell'onorificenza
di
Commendatore
dell'ordine
"Al Merito
della Repubblica
Italiana".
Al Socio
Mario
PAPPALARDO,
della Sezione
di Trieste, è stato
concesso il Diploma
d'onore
al combattente per la libertà d'Italia
1943-45.
nomina presso la Sezione di Teramo
A tutti gli insigniti vivissime
congradel Socio Scandurra Alfio a Vice Presitulazioni ed auguri da tutti i Soci e da
dente in luogo del dimissionario
De
"Fiamme
d'Oro".
Sanctis Giuseppe
e nomina del Socio
Pacifici Filiberto a Sindaco effettivo in
luogo
del Socio
Scandurra
Alfio,
nominato
Vice
Presidente.
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLK
Pro m o z i o ni
O n o r i f i c e n z e
Per interessamento
della
Presidenza
Nazionale
sono
state concesse
ai
seguenti
Soci
le
onorificenze
di
Grande Ufficiale, Ufficiale e
Cavaliere
dell'Ordine
"Al Merito della
Repubblica
Italiana":
UFFICIALE
GRANDE
Presidente:
Garaboni
Cesare;
Vice
SETAJOLO
Enrico
Sanremo
Presidente:
Fracella Vincenzo;
Segretario Economo:
Fogliano
Domenico;
UFFICIALE
Consiglieri:
Campese
Silvio,
GemelDI BARI Vito
Napoli
lerà Giuseppe,
Clemente
Michele,
CAVALIERE
Carubba Carmelo,
Celoria Nilo, SaliADDESSO
Francesco
Roma
nardu Vito, Salvadot
Mario,
Veroni
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
BERNARDO
Giuseppe
Roma
Giuseppe;
Sindaci effettivi: Zerbi Adal-
P arm a
/ / Socio
Antonio
CIANFANO,
Agente della Polizia Stradale in forza
alla Sezione di Massa Carrara,
dopo
aver superato
brillantemente
il concorso per Ispettore
e frequentato
il
relativo corso presso la Scuola
Ispettori
della Polizia di Stato a Nettuno,
promosso V. Ispettore
è stato
assegnato
alla Sottosezione
della Polizia
Stradale
di Berceto quale
Comandante.
Egli, già iscritto come Socio presso la
Sezione di Massa Carrara, ha chiesto
l'iscrizione alla Sezione di Parma.
Al V. Ispettore Cianfano i Soci della
Sezione
di Parma porgono
il benvenuto ed augurano
un "buon
lavoro"
ed una ottima
carriera.
zyxwvutsrqponmlkjih
15
A l v o st r o
M o n t e c at i n i T e r m e - 1° T r o f e o
I
l 2 9 agosto è stata dis pu ta ta la l
edizione d i u n a gara d i tiro al pia ttello - percors o d i caccia, riservata
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
alle Forze d i Polizia, ai S oci A N P S e
loro familiari.
È stata u n a comp etizion e s portiva
m olto a vvincente, che ha registrato
(come p r ima gara d el genere) larga
pa rtecipa zione d i va lid i tira tori, ra p p resenta nti delle varie A r m i, che c o m p o n gon o le Forze d ell'O r d in e, alle qu a li
era riservata la gara.
D irettore d i gara è stato il S ovr in ten dente della Polizia S tra da le M a r co
Falaschi, con la speciale assistenza
della Soc. Tir o al V olo.
In pa lio u n ma gnifico Trofeo, offerto
dalla S ezione A N P S , la C o p p a " C or dialità" della Presidenza
N a ziona le,
nu meros is s imi altri p r em i offerti d a Istitu ti d i credito, E n ti e impres e commer ciali. In pa rticola re: la Cassa Artigia na
della V a ldin ievole, che ha s os tenu to
fa ttiva mente la gara, la Cassa d i
Ris pa rmio d i Firenze, il locale C o m u ne, l'Azienda d i Pr omozion e Tu ristica
V a ld in ievole e diversi commer cia n ti,
tra cu i l'Ar mer ia L u p er in i e l'Ar mer ia
G ra zia no.
R e g i o n al e
Se z i o ne
ANPS
D a l S ocio V irgilio Ta va n ti della
S ezione d i L ivo r n o riceviamo e p u b b lich ia mo:
a
T i t o l ari di due pe nsi o ni
L a C or te d ei C on ti ha sollevato la
qu es tione d i legittimità C os titu ziona le
dell'art. 17 legge 2 1 - 1 2 - 1 9 7 8 n. 8 4 3 ,
la cu i n or m a dis pone che: "l'indennità
integra tiva speciale n o n è cu mu la b ile
con
la retrib u zione percepita in
costanza d i la vor o d ip en d en te da terzi.
D eve c o m u n q u e essere fatto salvo
l' imp or to corris p on d en te al trattam en to m in im o d i pens ione previs to
per il F on d o p en s ion i la vora tori d ip en d en ti" . N e deriva che al pens iona to
che |avori è s empre s a lva gu a rda to u n
tra tta men to m in im o. Per con tro, da
tale tr a tta men to è esclu so, per diversa
e n o n con temp la ta ipotes i, il pens ion a to titola re d i d u e pens ioni.
TORONTO
L a C or te C os titu ziona le, con sentenza 172 d ell'8- 22 a prile 1 9 9 1 , ha
dichia ra to l'illegittimità C ostitu ziona le
d i detto a rticolo, in qu ella pa rte in cu i la
detta indennità è sa lva gu a rda ta al p en s iona to che la vori, e per ma n ca ta m en zione, è preclu sa al titola re d i d u e p en sioni.
C on s id era to che detta C or te ha elimin a to l'irra gionevole e dis crimin a toria n or m a riscontrata nella legge in
qu es tione, i titola ri d i d u e p en s ion i
gestite d a l Tes or o p os s on o avanzare
d i qu ella n o n indifferente
richiesta
s om m a d i lire 5 7 7 . 5 5 0 lord e mensili.
p u b b lica to sulla G azzetta U fficiale - 4
serie speciale "C on cor s i ed es a mi", n.
8 9 del 10 n ovemb r e 1992.
Le d oma n d e d i pa rtecipa zione al
concors o, esenti da imp os ta d i b ollo
s econ d o l'art. 1 della legge 2 3 a gos to
1988, n. 3 7 0 , da redigersi
esclusivamente sugli appositi moduli Mod. 3
S.C. P.S. reperib ili presso le Q u es tu re
d ovr a n n o essere presentate alla Q u estu ra della p rovin cia in cu i il ca n d id a to
ha la p r op r ia residenza en tro il 9
d icemb re 1992.
N ella G azzetta U fficiale - 4 serie
speciale "C on cor s i ed es a m i" del 19
feb b ra io 1993 verrà data comu n ica zione del giorn o, d ell'ora e della sede
in cu i i ca ndida ti d ovr a n n o presentarsi
per sostenere la p r ova scritta.
a
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Il Tr ofeo è stato con qu is ta to d a l
M.Uo d ei C a ra b in ieri Fa u sto Piazza,
che ha totalizzato il ma ggior p u n teggio
singolo e a s qu a dra . Il 2° p r em io è stato
assegnato al Finanziere G iu s ep p e Italia n o d i L ivor n o, men tr e il terzo p r emio
è a n d a to a l S ocio b en emer ito A N P S
Fiorenzo Piera ttini, che ha a n ch e con qu is ta to la " C o p p a Cordialità" offerta
dalla Presidenza N a ziona le. Il terzetto
si è a ggiu dica to il 1° p r em io a S qu a d re.
Alla p r ima d on n a classificata, l'Agente della Polizia S tra da le S ocio
S a b rin a Rossi, è stata assegnata la
cop p a " L a e d is " e u n b ellissimo e s impa tico p r emio della Cassa d i Ris p a rmio
di Firenze.
I p r imi tre classificati, categoria s impatizzanti A N P S , s ono stati i Sigg.
O r la n d o M a ccion i, D a r io Pa cini e
M a r io B on a vita , men tr e la s qu a dra
simpatizzanti vincente era comp os ta
da: M a r io B on a vita , G ia n fra n co B izzieri e W a lter B orselli.
Alla premia zione era n o pres enti il
Toronto (Canada) -12 settembre 1992 - Da sinistra: V. Brig. Giuseppe Foti, il Socio Quirino
Presidente
della
S ezione
AN PS ,
La Vita, il Segr. Giuseppe Palombi, il Capo Polizia città di London (Ontario) Julian Fantino,
il Presidente della Sez. ANPS di Toronto Frank Padula, il Socio Giovanni Aiello alla "Notte
n u meros i S oci B en emer iti e illustri
dell'amicizia internazionale".
ospiti, tra cu i l'Assessore Tosi.
E segu ito u n cockta il, offerto dalla
S ezione A N P S . zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
16
se r v i z i o
a cura
di A.
Fiaschetti
Art. 1
1) L'a rt. 3, p r im o com m a , del
decreto del Presidente del C ons iglio
dei M inis tri 2 2 lu glio 1987, n. 4 1 1 , è
sostitu ito da l segu ente: " A r t. 3 ( M in istero d ell'In tern o: Polizia d i S ta to e
C o r p o N a ziona le dei vigili del fu oco).
Per l'accesso ai ru oli del pers ona le
della Polizia d i S ta to che espleta fu n zioni d i polizia e per l'a mmis s ione a l
corso qu a d rien n a le presso l'Istitu to
s u periore d i Polizia d i S ta to è richiesta
u n a sta tu ra n o n inferiore a m. 1,65 per
gli u o m in i e a m. 1,61 per le d o n n e " .
omissis
a
B o r s e d i s t ud i o p r e s s o l ' E N PAS
(Gazz. U ff. - 4 serie speciale n. 9 0 del
13- 11- 1992)
a
Co nc o rsi ed e sam i
Il M in is tero d ell'In tern o ha b a n d ito i
segu enti concors i:
C on cors o a complessive tredicimila cinqu ecentosessanta b orse d i s tu d io
per l'a n n o scolastico e a cca demico
1992/93 a favore degli orfa n i e dei figli
dei d ip en d en ti statali iscritti al F on d o d i
previdenza e credito.
C on cor s o p u b b lico, per titoli ed esaomissis
m i, a 13 pos ti d i a llievo vice p erito tecn ico caposala, 3 posti d i a llievo vice
L e d om a n d e d i pa rtecipa zione a l
p erito tecnico d i ra diologia medica e 6
concors o va n n o redatte esclu sivapos ti d i a llievo vice perito tecnico della
men te su i mod elli PS 1 p e r i figli e P S 1 riabilitazione
motoria , della Polizia d i
b is per gli orfa ni, da ritirarsi presso gli
S ta to, in d etto con D . M . 2 2 - 9 - 1 9 9 2 , e
uffici provin cia li d ell'E N PAS , e va n n o
p u b b lica to su lla G azzetta U fficiale - 4
presentate ai med es imi u ffici en tro i
serie speciale "C on cor s i ed es a m i" n.
segu enti ter min i inderoga b ili:
8 8 del 6 n ovem b r e 1992.
- 3 1 d icemb re 1992: per gli s tu denti
L e d om a n d e d i pa rtecipa zione al
che n ell'a n n o scolastico 1991/92
concors o, esenti d a imp os ta d i b ollo
a b b ia n o frequ enta to le scu ole eles econ d o l'art. 1 della legge 2 3 a gosto
men ta ri, le scu ole med ie inferiori e
1988, n . 3 7 0 , da redigersi
esclusivas u periori, i cons erva tori d i mu sica
mente sugli appositi moduli Mod. 3
nonché per qu elli che, a ven d o con S.C. P.S. reperib ili presso le Q u es tu re,
Leggi e decret i
segu ito n ell'a n n o scolastico 1991/92
d ovr a n n o essere presentate alla Q u eil d ip loma d i scu ola med ia s u periore,
stu ra della p rovin cia in cu i il ca n d id a to
De c re t o de l P re si de nt e de l C o n s i si iscrivano al p r im o a n n o d ell' U n iha la p r op r ia residenza en tr o il 5
gli o de i Mi ni st ri 3 0 se t t e m bre
versità o d i istitu to d i istru zione s u ped icemb r e 1992.
1 9 9 2 , n. 4 3 2 (Gaz z . Uff. n. 2 6 7 de l
riore per l'a n n o a cca demico 1992/
N ella G azzetta U fficiale - 4 serie
12 no v e m bre 1 9 9 2 )
93;
speciale " C on cor s i ed es a m i" del 19
- 3 1 ma ggio 1993: per gli s tu denti u n ifeb b ra io 1 9 9 3 verrà da ta comu n ica Regola men to recante modifica zioni
versitari che n ell'a n n o a cca demico
zione del giorn o, d ell'ora e della sede
al decreto del Presidente del C ons iglio
1991/ 1992 a b b ia n o già frequ en ta to
in cu i i ca n d id a ti d ovr a n n o presentarsi
d ei M inis tri 2 2 lu glio 1987, n. 4 1 1 ,
corsi u nivers ita ri, ovver o che n elper sostenere la p r ova scritta. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFE
con cern en te specifici limiti d i altezza
l'a n n o a cca demico 1992/ 93 si iscriper la pa rtecipa zione ai concors i p u b * * *
va n o al p r im o a n n o o a d a n n i su cb lici, rela tiva mente al limite ma s s imo
cessivi al p r im o d i corsi d i perfeziodi statu ra delle ca ndida te ai concors i
n a men to o specializzazione
postC on cor s o p u b b lico, per titoli ed esaper l'accesso ai r u oli della Polizia d i
u niversitari.
S ta to. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
m i, a 2 0 0 pos ti d i a llievo op era tore teca
a
omissis
n ico d i assistenza sanitaria della Polizia
d iS ta to, in d etto con D . M . 2 6 - 9 - 1 9 9 2 e
omissis
17
P e n s i o n i s t i c a zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
di Antonio
Squarcione
zione stipendiale, che discende da lla
L e t t e r a ap e r t a ag l i a m i c i
ecc. stabilisce la disciplina e la cos titu contra tta zione trienna le.
zione d ei sinda ca ti d i Polizia; tu tti i
che
hanno
ad e r i t o
al l a
Fin a lmen te a b b ia mo la sentenza n.
ven ti sinda ca ti s ono nati nell'a rco d i
c o s t i t uz i o n e d e l S i n d a c a t o
501/ 1988 che sanziona, per i M a gitem p o d i u n d ici a n n i e cioè da ll'entra ta
de l pe rso nal e de l l a P . S. i n
strati e gli Avvoca ti dello S tato, la perein vigore della legge 1- 4- 1981, n. 1 2 1 ,
c o n g e d o e " a c h i v orrà
qu a zione a l 1 0 0 % della retrib u zione
che ha ca mb ia to lo status della Pu b stipendia le; cioè, u n a lira d i s tipendio,
i n t e n d e r e " . zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
b lica Sicu rezza d a milita re a civile; n o n
Vers o la fine del mes e d i lu glio
scorso h o ricevuto d a u n m io ca ro
a mico residente in Sicilia la copia d i
u n o statu to edito da l S AP, che in ten d e
costitu ire u n s inda ca to delle forze d i
polizia in con ged o.
L a repentina decisione del S AP, p u r
n o n a ven d on e a vu ta notizia diretta ,
l'a ttrib u is co alla pu b b lica zion e del mio
a rticolo "Id ee per la costitu zione d i u n
sindacato del pers ona le della P.S. in
con ged o", a ppa rs o su " F ia m m e d ' O r o " alla pag. 14 del mese d i ma ggio
1992.
È ovvio che u n'orga nizza zione sindacale come il S A P n on pu ò lasciare
siffatte iniziative a d altri.
L'id ea e l'inizia tiva d i chia ma re a
raccolta i pens iona ti della P.S. discend on o da motivi diversi, il p r im o dei
qu a li è qu ello della C O N F U S IO N E ,
che fa da specchietto per le a llodole
per i pens iona ti della P S . , che ign ora n o che i sindacati C G IL , C IS L e U I L
lotta n o per i pens iona ti d ip en d en ti d a ll'IN PS , cioè i la vora tori a u ton om i p r iva ti, n o n per i d ip en d en ti dello Stato.
M en tre si d is tin gu on o dalle s u ddette
organizzazioni
orga n is mi com e il
C N IP P o il s inda ca to dei cin qu e C or p i
di Polizia. M a a n ch e qu es t'u ltimo s inda ca to, n on es s endo om og en eo, per
la sua genericità finisce p er n o n dare
cor p o alle rivendicazioni dei diritti che
il personale della P.S. a ttende.
I sindacati d i polizia, na ti per difendere i diritti del pers ona le in servizio,
h a n n o s empre tra s cu ra to l'esistenza
dei pens iona ti della P.S., delle loro
ved ove e dei lor o orfa ni.
C on fer ma qu es to con cetto il m en sile O r d in e Pu b b lico n. 4 del mese d i
aprile 1992, rivista destina ta al personale dei cin qu e cor p i d i polizia in a ttività d i servizio, che s otto il titolo
" q u a n ti s o n o !" p u b b lica va l'esistenza
di circa V E N TI organizzazioni sindacali
di Polizia protese, ovvia men te, alla
difesa dei diritti econ omici, d i organizzazione, d i p r omozion i ecc. del personale in servizio.
L a legge 1 2 1 con i D D . del Presidente della Rep u b b lica n. 3 3 5 , 3 3 6
18
solta nto da a llora s ono comin cia ti i
contra tti trienna li, d a n d o lu ogo alla
nascita dei pens iona ti d 'a n n a ta .
Infatti le s u ddette organizzazioni s indacali h a n n o s empre
pa rtecipa to,
presso il M in is tero della Fu nzione Pu b b lica, alla stipu la dei contra tti trienna li
in favore del pers ona le in servizio e m a i
h a n n o chiesto o b riga to per far concedere u n a m in im a percentu a le d i
a u m en to al pers ona le in con ged o.
E p p u re s on o V en ti orga n is mi sindacali.
C o n il D P R n. 69/ 1983, p r im o con tra tto, in iqu o, i sinda ca ti n on s eppero
difendere a p p ien o i diritti del personale in servizio che andò in pens ione
nell'a rco della vigenza contra ttu a le
1 9 8 3 - 1 9 8 5 . A qu es ti ven iva liqu ida ta
la pens ione con l'a liqu ota d i a u men to
vigente n ell' a n n o del con ged a men to.
C o n il s econ d o con tra tto ci si
accorse dell'errore. Sicché l'a liqu ota al
1 0 0 % ven iva liqu id a ta a nche se si
a n da va in con ged o n el 1986, vigenza
del con tra tto 1 9 8 5 - 1 9 8 8 . C o n il
s econ d o con tra tto si verificò che l'a p p u n ta to con ged a to n el 1988, riscuoteva u n a pens ione s u periore al ma resciallo con ged a to nel 1 9 8 3 o 1984.
L a s perequ a zione cominciò a d iven tare insostenib ile, se si pensa al gra do
del colon n ello licenziato nel 1 9 8 8 con
u n genera le licenziato n el 1985, e così
per i qu es tori, la d d ove la s perequ a zione d iven n e a ddirittu ra d i 8 0 0 mila
lire al mese... in men o.
N egli a n n i che s egu irono, da qu este
pagine, fa cemmo n ota re la discrasia
esistente; l'indigna zione, lo s conforto
mora le, la ribellione dei pens iona ti, i
ricorsi; il contenzios o cresceva e cresce
a dis mis u ra ; ci fu r on o manifestazioni d i
piazza, la s ta mp a e la T V d a va n o risalto
agli a vven imen ti roven ti, ma i pens iona ti d 'a n n a ta rimanevano nel loro statu s qu o. E p p u r e ci s on o ven ti organizzazioni sindacali d i polizia.
Tu ttor a giu n gon o alla Presidenza
A N P S sollecitazioni al fine d i intervenire presso gli orga n i comp eten ti, da
pa rte d ei p en s ion a ti che la ncia no
disperati a ppelli affinché la pens ione
d 'a n n a ta sia agganciata alla retrib u -
u n a lira d i pens ione. Le speranze si
a ccen d on o negli a n imi dei pens iona ti
nella
considera zione
che,
se
il
G over n o tace, a lmen o c'è u n a giustizia
che, a n ch e se comin cia da ll'a lto della
gera rchia dello S tato, m a n o m a n o,
arriverà a nche ai gra di e alle qu alifiche
più basse. M a insieme alle speranze si
riaccende la lotta, d a n d o lu ogo a mille
ricorsi,
e il contensioso a u men ta .
E p p u r e, ci s on o ven ti organizzazioni
sindacali.
A distanza d i tre a n n i viene p u b b licata la sentenza della C orte C os titu zionale n. 1/1991 con la qu ale si p erequ a
la pen s ion e in favore dei dirigenti dello
S ta to licenziati a nte 1979.
Le d u e sentenze s ca va no u n solco
più p r ofon d o tra i dirigenti e i n o n d irigenti, cioè d a l gra do d i Ten en te
C olon n ello in giù, i qu a li rimangono i
più econ omica men te tartassati fra la
pletora degli impiega ti dello S ta to.
E p p u re, ci s on o ven ti organizzazioni
sindacali d i Polizia.
L a C or te C os titu ziona le, nell'emettere le d u e sentenze, nella prefazione
del dis pos itivo, invita il gover n o a
p r ovved er e a nche per il personale in
qu iescenza non dirigente; più che il
gover n o la sentenza invita il legislatore
a d emettere n or m e perequ a tive, e il
gover n o fa a ncora orecchie da mercante. In ta n to si va al ta volo delle trattative del con tra tto trienna le 19881 9 9 1 e le organizzazioni sindacali, in
n u m er o d i ven ti, ign ora n o a ncora l'esistenza delle lotte dei pens iona ti d a n nata.
E inu tile dire qu a n to, invece, le
Associazioni N a ziona li dei C or p i d i
Polizia s crivon o su i lor o mens ili,
q u a n to si d a n n o da fare presso i d ep u tati e sena tori d i tu tti i pa rtiti italiani che
s iedono in Pa rla men to per ottenere
giustizia econ omica e mora le, m a il
gover n o tace!
S ia mo n el 1988: per i con tin u i e
ricorrenti
recla mi, su qu este stesse
pa gine, p r op on g o la costitu zione d i u n
p a rtito d ei pens iona ti della P.S. D a più
pa rti m i giu n gon o "os s er va zion i" d i
dis grega mento delle forze politiche
costitu itesi ed esistenti. U n a sola voce,
come qu ella lanciata nel deserto,
giu nge fa vorevole al p rogetto da me
indica to ed è p u b b lica ta su "Polizia
O ggi", edito d a l S in da ca to dei cin qu e
C or p i d i Polizia.
S emp r e s u qu este pa gine, a p r op osito d i un'etichetta
appiccicata su l
dors o d i ogn i p en s ion a to d'a n n a ta , da
pa rte d i u n 'a u tor evole voce politica ,
che i "p en s ion a ti s on o foglie mor te", ' io
r is p on d o che i p en s ion a ti s on o ritenuti
u om in i vivi q u a n d o da pa rte d i tu tti i
ca ndida ti alle elezioni e d i tu tti i partiti,
s ono invita ti a da re i lor o voti... In
tem p o elettorale essi s on o vivi; m a
s ono foglie mor te q u a n d o
rivendicano
i loro diritti e rimangono inascoltati.
Passa u n a n n o circa, vien e costitu ito il
pa rtito dei p en s ion a ti " U o m i n i vivi" . Il
lettore si renderà con to che l'idea
ven n e la ncia ta n el 1 9 8 8 , epoca n o n
sospetta per le elezioni che si s ono
svolte nell'a prile del 1992. Il risultato,
per la disgregazione, anziché del rafforza men to dei pa rtiti tra diziona li che
mi fu rinfacciato, è stato il sorgere d i
leghe n or d , s u d e merid ion a li... che
fa nno politica a ttiva ; il gover n o si è forma to lo stesso... e i va r i pens iona ti con fluiti in u n a miria d e d i pa rtitini n o n
h a n n o a vu to u n s olo ra ppres enta nte
che potesse leva re la su a voce, per loro
con to, in Pa rla men to.
An zi, in Pa r la men to siede u n colon nello dei ca ra b inieri. I ca ra b inieri in
servizio h a n n o eletto u n loro ra ppresentante... che li difende. Trattasi s emp re d i pers ona le in servizio che fa le
cose serie, che è comp a tto, che va
diritto per la su a strada, p en s a n d o p u re
a ll'a vvenire!
N el 1 9 9 0 il Pa rla men to, sollecitato
da i pen s ion a ti, a segu ito d ei molteplici
interessa menti svolti da singoli pens ionati e dagli scritti e dalle sentenze della
C orte C os titu ziona le, dedica finalmen te d u e sedu te al p r ob lema dei
pens iona ti d 'a n n a ta , nelle qu a li tu tti i
partiti nes s u no esclu so, a nche per
accaparrarsi i voti dei pens iona ti, inca rica no il gover n o d i ema na re n or me
per la perequ a zione delle pens ioni. N el
1 9 9 1 il g over n o partorisce u n a legge
iniqu a , che stabilisce gra d a men te u n a
min ip erequ a zion e nell'a rco d i cin qu e
a n n i: art. 3 della legge n. 5 9 / 1 9 9 1 .
In presenza d i ta nte vicende, d i ta nti
scritti, d i fiu mi d 'in ch ios tro speso, d i
ra b b ia , d i demoralizzazione, d i necessità econ omica , vis to fallito il p rogetto
del p a rtito dei pens iona ti della P.S.,
che s p era vo d i vedere comp a tti nella
difesa d ei loro diritti b istrattati, h o ten ta to d i lanciare "l' id ea della cos titu zione del s inda ca to del personale della
Polizia in con g ed o", ed ecco insorgere
u n a p oten te organizzazione com e il
S A P a fra p p orre il b a stone fra le ru ote,
a n o n lasciare iniziative del genere a
nessu no.
Io n o n h o nu lla né con tro il S A P né
con tr o i ven ti sindacati d i P.S. che esis ton o, m a m i p r en d o la libertà d i
d oma n d a r e:
nelle
vicende
s opra
descritte d ov' er a n o i S inda ca ti, che
n o n h a n n o m a i speso u n a p a rola in
fa vore d ei pens iona ti? Essi con os con o
l'esistenza della Associazione N a zionale della Polizia in congedo, perché
alle lor o assisi n o n h a n n o ma i in vita to il
Presidente d ell'AN PS ? Perché il loro
s ta tu to è qu ello della difesa d ei diritti
del pers ona le in servizio, n on s olta nto
diritti econ omici, m a d i p r omozion i, d i
organizzazione, ecc. I pens iona ti n o n
esistono né esistevano q u a n d o si tratta va d i stipu la re i contra tti; tu tti e ven ti
i s inda ca ti, a d ogn i stipu la contra ttu a le,
gr id a va n o alla vittoria d imen tica n d o gli
sconfitti pens iona ti.
A stretto giro d i posta dalla p u b b lica zione su " F ia m m e d ' O r o " della costitu zione del s inda ca to del persona le in
con ged o della Polizia d i S ta to, m i s ono
giu n te moltis s ime a desioni, dalla Sicilia
a Va res e, d a Tr en to alla Pu glia.
D o m a n d o a ncora , cosa rispondo a
qu es ti a mici e colleghi? C h e il S in d a ca to n on lo cos titu ia mo più n oi, ma lo
costitu isce il S AP? C erto m i ch ia mer a n n o b u ffone, ma b u ffon e n o n s ono!
Per me la vita è seria e tu tte le cose che
faccio s ono serie.
N o n posso tira rmi in d ietr o s olta nto
perché u n a organizzazione sindacale,
che ha u n a stru ttu ra salda alle spalle,
p on e ostacolo alla realizzazione con creta del sinda ca to del pers ona le della
P.S. in con ged o, per la qu a le m i s on o
p erven u te le a desioni di tanti che cred on o in u n serio orga n is mo, capace d i
poterli difendere.
C erto, n on h o alle spalle u n a stru ttu ra organizzativa come il S A P o come
le altre d icia n n ove organizzazioni esistenti, m i occorre temp o, in ta n to lo statu to è stato da m e ab b ozzato, sto p r oced en d o alla stesura del regola men to
e m i a u gu ro d i indire la p r ima assemb lea costitu ente, per la fine d ell'a n n o o
s u b ito d op o l'E pifa nia .
Le ra gioni perché il s inda ca to sorga,
specie con l'entra ta in vigore del
decreto 384/92 sulla m a n ovr a fina nziaria del governo, s ono più che gu stificate! An cora u n a volta i diritti dei p en sionati s ono stati calpestati. E l'ora che
u n a voce p oten te e forte faccia sentire
l'esistenza d i u n a categoria che n on
s op p orta più d i essere strapazzata
mor a lmen te ed econ omica n te.
In qu esto difficile comp ito d i stesu ra
dei d ocu men ti b asilari h o chiesto
l'a iu to a d u n a mico capace, che d i sinda ca to ne capisce e m i a u gu r o che egli
m i porga u n a m a n o per a ddiven ire alla
conclu s ione.
Antonio
Squarcione
F A C S I M I L E DI A D E S I O N E A L S I N D A C A T O D E L P E R S O N A L E
D E L L A P O L I Z I A DI S T A T O
C a r o A n ton io S qu a rcion e,
e a b b on a to a ll'orga n o
s on o socio d ell'A N PS S ezione d i
d 'in forma zion e " F I A M M E D ' O R O " .
C o n m olto piacere ed a ttenzione h o letto il tu o a rticolo p u b b lica to su l
n . 5 d i ma ggio u ltimo scorso del nos tro giorna le.
C on d ivid o p ien a men te la tu a tesi s u ll'immob ilis mo in cu i sta ziona no
molti p en s ion a ti ed in pa rticola re qu elli usciti da i Ministeri statali.
V e d o b en e la tu a idea d i costitu ire u n sindacato Italiano del persona le
della Polizia d i S ta to in con ged o.
M i ch ia mo
s ono n a to a
risiedo in V ia
con il nr. telefonico
S on o in pens ione da l
ed h o prestato servizio a
O ltre alla mia a des ione ti s egna lo i n omin a tivi dei segu enti colleghi, tu tti
S oci A N P S d i
, che ved on o b ene la tu a iniziativa.
An ch e su qu este pa gine a b b ia mo
fatto sentire la nos tra critica, soprattu tto per la ma n ca ta corres pons ione
del 1 8 % sull'anzianità pregressa, p er la
1)
qu a le tu ttora giu n gon o alla Presidenza
A N P S recla mi e sollecitazioni. E p p u re,
2)
esistono ven ti organizzazioni sindacali
di Polizia... che n o n h a n n o ma i speso
3)
u n a sola sillab a in favore dei pens iona ti
4)
della Polizia d i S ta to.
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
na to a
residente a
V ia
Tel.
na to a
residente a
Via
Tel.
na to a
residente a
V ia
Tel.
na to a
residente a
Via
Tel.
zyxw
19
1992, n. 3 8 4 , c o nv e rt i t o ne l l a
a d u n n u o vo r a p p or to d i la voro con il
D i s p o s i z i o n i s u l l a p e r e q ua Le gge 1 4 -1 1 -1 9 9 2 , n. 4 3 8
tra
tta
men
to
pens
ionis
tico,
nella
ipotesi
z i o n e L e g g e 5 9 /1 9 9 1 zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Le gge F i n an z i ar i a 1992/1993
in cu i il med es imo avesse ra ggiu n to la
d ecen n i d i irrazionale gestione delle
risorse finanziarie statali. D eficit che
n on a b b ia m o crea to n oi, né che i cittad in i che oggi s on o ch ia ma ti a pa ga re le
tasse h a n n o volu to!
L e cons egu enze d i tu tto ciò per i citta din i (s empre qu elli b u on i) s ono le
segu enti:
- nel mes e d i giu gn o 19921'a u tota ssa zione;
- nel mes e d i lu glio il prelievo forzato
su l risparmio b a n ca rio d ei citta dini d i
sei mila lire per ogn i milion e depos ita to com e risparmio s u da to;
- nel mes e d i s ettemb re TIS I;
- nel mes e d i ottob r e la tassa su lla
salu te e l'integra zione delle ma rch e
della pa tente;
- nel mese d i n ovem b r e l'a cconto del
9 8 % qu a le a n ticip o su lle tasse per
l'a n n o 1992.
A fronte d i tu tto qu es to, a n d ia mo
b r evemen te a d es a mina re l'art. 6 della
Legge 1 4 - 1 1 - 9 2 , n. 4 3 8 , che così si
esprime:
1. E n tr o il 3 0 n ovem b r e 1992 il
G over n o, d'intes a con la C onferenza
p er ma n en te p er i r a p p or ti tra lo S tato,
le region i e le p r ovin ce a u ton om e d i
Tr en to e d i B olza n o, definisce i livelli
u n ifor mi d i assistenza sanitaria d a
ga ra ntire a tu tti citta dini a decorrere d a l
1° gen n a io 1993. O ve tale intesa n o n
intervenga , il G over n o p r ovved e diretta men te en tr o il 15 d icemb re 1992.
2. I livelli d i assistenza d evon o p reved ere che sia no ten u ti al vers a men to
di u n a q u ota fissa in d ivid u a le a n n u a
nella mis u ra d i lire 8 5 . 0 0 0 per l'assistenza med ica d i b ase:
del r ed d ito d eter min a to s intetica mente
su lla b ase degli indici d i capacità con trib u tiva d i cu i a ll'a rticolo 2, s econ d o
com m a , del decreto del Presidente
della Rep u b b lica 2 9 settemb re 1 9 7 3 ,
n. 6 0 0 , e su ccessive modifica zioni. L e
modalità per l'a ccerta mento delle con dizioni d i r ed d ito d ei soggetti d i cu i a i
c o m m i 2 e 3 d el presente a rticolo e per
il ver s a men to della qu ota fissa p er l'assistenza med ica d i b ase s on o d eter mina te con decreto del M in is tro della
sanità, d i con certo con i M inis tri delle
finanze e del tesoro. I citati livelli d i assistenza d evon o altresì p reved ere u n
tetto ma s s imo d i spesa per la fru izione
dell'assistenza fa rma ceu tica in regime
di esenzione da lla qu ota d i pa rtecipa zione alla spesa sanitaria per i soggetti
esenti ai sensi dell'a rticolo 3 del
decreto- legge 2 5 n ovemb r e 1 9 8 9 , n.
382,
con vertito, con modifica zioni,
dalla legge 2 5 genna io 1990, n. 8, e
su ccessive modifica zioni.
massima anzianità pens iona b ile.
Il M inis tero del Tes oro - Ra gioneria
D a diversi a n n i i partiti d i op p os iPerta nto, il persona le civile e miliG enera le dello S ta to - I.G .O .P. - con
zione in occa s ione della m a n ovr a
tare
che
si
tr
ova
nella
condizione
d
i
circolare n. 4 2 del 6 ma ggio 1992, ha
finanziaria
a n n u a le, d en u n cia n o la
a ver cessato il servizio per limiti d i età o
ema n a to istru zioni esplicative su lla
incapacità del G over n o d i a dotta re
infermità,
n
o
n
rientra
tra
i
destinatari
applicazione della legge 2 7 feb b ra io
politiche d i b ila ncio in gra do d i a vvia re
del d ivieto d i cu m u lo previs to dalla
1 9 9 1 , n. 5 9 con cern en te la p erequ a a solu zione la contra ddizione tra "ecolegge 79/ 1983, fa cendo salva l'interzione dei tra tta men ti d i pens ione.
n om ia e s p er p er o" per con trib u ire al
l'indennità
integra
tiva
preta
zione
che
A segu ito d i tale circolare, il M in irisanamento delle finanze dello S ta to.
speciale va corrisposta s econ do le
stero d ell'In tern o D ip a r timen to della
D a tu tti vien e riconosciuto che gli
disposizioni
vigen
ti
in
ma
teria
.
P.S. - Servizio Tr a tta men to d i Pens ioni
in terven ti riparatori che i va ri G over n i
e d i Previdenza, ha già predis pos to gli
h a n n o a dotta to, ob b liga n o i citta dini
s tru men ti a mmin is tra tivi necessari per i
italiani a d esb orsi finanziari crescenti e
L i q ui d az i o n e E N P A S c o n l a
la vori d i riliquidazione genera le delle
assai ma ggiori d i qu elli richiesti d a p olipens ioni disposta da lla legge n. 59/
v a l ut a z i o n e d e i s e r v i z i r e s i
tiche d i prevenzione e d i riordina1991.
p r e s s o l a s t e s s a o d i v e r se
m en to della p r od u zion e e dei con s u mi.
Il Servizio Tr a tta men to d i Pens ioni e
Se la politica fosse realizzata attraam m i n i st r az i o n i st at al i
di Previdenza, nel far presente che il
vers o s tr u men ti fiscali che coinvolges la voro d i riliquidazione è già iniziato,
sero tu tti i citta dini, si p otreb b e increS emp r e il M in is tero della Difesa ha
ren de n oto che le pra tiche d i pens ione
men ta re il gettito fiscale e si con tr ib u idivu lga to la circolare n. 6 7 del 10- 8da riliquidare in favore del pers ona le
reb b e al risanamento dei con ti dello
1992, con la qu a le il M inis tero del
della P.S. colloca to in con ged o a nteS ta to.
Tes oro - IG O P, ha imp a r tito le istru 5. I soggetti d i cu i ai c o m m i 2 e 3,
numeroriormente a ll' 1 - 1 - 1 9 7 8 s onozyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Le p rop os te d i ris a na mento del
zioni del caso in ord in e alla valu taziocon esclu sione d i qu elli esentati da lla
sissime e che il la vor o che n e deriva è
b ila ncio dello S ta to presentate al Parne, ai fini della liqu ida zione d ell'in d en pa rtecipa zione alla spesa sanitaria,
comples s o e n o n sarà d i b r eve du ra ta .
la men to d a l G over n o per l'a n n o 1992/
nità d i b u on u s cita , dei p eriod i d i servis on o tenu ti, a decorrere da l 1° ma rzo
In tale considera zione il M in is tero
1993 a ccen tu a n o s emma i il ma lcon zio prestati presso la stessa o diverse
1993, al p a ga men to del costo d ei fardel Tes oro ha d ir a ma to la circolare n.
ten to d ei citta dini. An ch e se il gover n o
Ammin is tra zion i
dello
S tato,
resi
ma ci prescritti in ciascu na ricetta, con
4 1 d ell' 1 1 - 5 - 1 9 9 1 , con la qu a le s on o
ha p r oced u to a tagli d i sta nzia menti d i
a nche nell'ipotes i in cu i il n u ovo serviesclu sione d ei fa rma ci salvavita, sino
state impa rtite alle D irezion i Provin cia li
b ila n cio d i ta lu n i ministeri, la ma n ovr a
zio n o n costitu isca " C O N T I N U A a ll' imp or to d i lire 4 0 . 0 0 0 , oltre al 1 0 %
del Tes oro, che h a n n o in ca rico le s inecon omica esercitata da l gover n o ha
Z IO N E
O
D E RIV A Z IO N E
DI
degli im p or ti eccedenti tale limite, n o n gole pa rtite d i pens ione, is tru zioni per
ch ia ma to i citta dini a più d u r i sacrifici
Q U E L L O P R E C E D E N TE " .
ché al p a ga men to delle prestazioni d i
la corres pons ione degli a ccon ti previsti
econ omici.
dia gnostica s tru menta le e d i la b or a toPer fare u n es empio, a ch ia rimen to
dalla legge, d a congu a glia re allorG li ob iettivi d a realizzare con il tratrio e delle altre prestazioni specialistidei nostri lettori, nel caso s opra specifiq u a n d o potrà essere corrisposta la
ta to d i M a a s tricht com p or ta n o che l ' I che, ivi comp res e le prestazioni d i fisiocato rientra qu el d ip en d en te che, cesn u ova pens ione d efin itiva men te rilitalia si metta alla pa ri cori gli altri S ta ti,
kinesitera pia e le cu re terma li, sino
sato da l servizio, sia stato " r ic h ia m a to "
qu ida ta .
che, a d on or del vero, n o n h a n n o però
a ll' imp or to d i lire 100. 000, oltre a l
in servizio temp or a n eo d i polizia con
E inoltre da precisare che tali a ccon u na situ azione finanziaria più florida d i
1 0 % degli imp or ti eccedenti tale limite.
u n interva llo d i tem p o tra la data del
ti, così corrisposti, nella ma ggiora nza
qu ella ita lia na (vedi Inghilterra e la
licenzia mento e qu ella del richiamo, e
6. F er mo res ta ndo il vigente regime
dei casi cop r on o l'in tera valenza ecostessa G er ma n ia ).
a) i soggetti a p p a rten en ti a d u n
al qu a le l' E N P A S n o n ha corrisposto
delle esenzioni, i soggetti a p p a rten en ti
n omica della
riliquidazione.
n u cleo fa milia re cos titu ito d a u n u n ico
Però in Italia su ccede che ogn i a n n o,
l'indennità d i b u on u s cita anche per il
a n u clei fa milia ri n o n riconducibili ai
com p on en te ed a vente u n r ed d ito
se il g over n o n o n chiede a iu to — che
p er iod o d i richiamo, ritenendo detto
casi d i cu i ai c o m m i 2 e 3, i qu a li n o n
comples s ivo p er l' a n n o precedente
ch ia merei stangata - ai citta dini, n o n
costituente
continuap er iod o "non
s ia no già m u n iti dell'attestazione d i
s u periore a lire 3 0 . 0 0 0 . 0 0 0 ;
riesce con le a u ton om e risorse a reaiiz
zione o derivazione
di quello
preceesenzione, d ovr a n n o dotarsi d i a p p oSe rv i z i o da r i c h i am at o zare gli ob iettivi prefissati. Proced e
(art. 4 D .P.R.
b ) i soggetti a p p a rten en ti a d u n
dentemente
prestato"
sita certificazione, s econ do modalità
i nde nni t à d i b u o n u s c i t a q u in d i a d impos izioni che s on o n o n
1032/ 1973).
n u cleo fa milia re cos titu ito da du e com che s a ra n n o stab ilite con decreto del
i nde nni t à- I n t . S p e c .
più tollera b ili né sostenib ili d a pa rte d ei
p on en ti ed a vente u n red d ito comples M in is tro della sanità, d i concerto con il
Il p en s ion a to che si trova in tali con con trib u en ti, perché il deficit p u b b lico
sivo per l' a n n o preceden te s u periore a
M in is tro delle finanze.
dizioni pu ò avanzare istanza a ll'E N Il C ons iglio d i S ta to, con pa rere n.
n on si elimin a con le solite impos izioni
lire 4 2 . 0 0 0 . 0 0 0 ;
PAS cita n d o la circolare n. 6 7 del 107. L a q u ota fissa sulle singole p re2 7 2 d el l ' 1 1 - 1 1 - 1 9 9 1 , stab ilisce che il
a ca rico d ei soliti citta dini a red d ito fisc) i soggetti a p p a rten en ti a d u n
8- 1992 del M in is tero del Tes oro e
scrizioni fa rma ceu tiche è d etermin a ta
divieto d i cu m u lo, previs to da ll'a rt. 10
so: la vora tori d ip en d en ti e pens iona ti.
nu cleo fa milia re cos titu ito da tre com in lire 4 . 0 0 0 e in lire 2 . 0 0 0 per le confech ied en d o la riliquidazione d ell'in d en della legge 79/83, n o n è op era n te nei
p on en ti ed a vente u n r ed d ito comples L'esigenza d i contenere la spesa
nità d i b u on u s cita per il p er iod o reso in
zioni a b ase d i a ntib iotici e per i p r origuardi dei d ip en d en ti civili e milita ri
sivo per l' a n n o precedente s u periore a
dello S ta to, d ovu ta al crescente deficit
d otti in fleb oclisi e in confezione m o n o servizio temp or a n eo d i polizia e n o n
dello S ta to cessati d a l servizio a
lire 5 0 . 0 0 0 . 0 0 0 .
p u b b lico, n o n ra ppres enta d'a ltra
dose; la q u ota fissa per ciascu na ricetta
corrispostogli a ta l fine.
d om a n d a ma con u n a anzianità maspa rte m otivo convincente per imp os i3. A i fini d ell'ob b ligo d i vers a men to
relativa a prestazioni sanitarie, esclusi i
sima d i servizio u tile a pens ione.
zioni fiscali che p os s on o rispondere a d
della q u ota fissa a n n u a le d i cu i al
ricoveri, diverse d a qu elle fa rma ceu tiIn b u on a sostanza, ribadisce il M in iu na strategia complessiva d i risanacom m a 2 il limite d i r ed d ito d i cu i alla
che è d etermin a ta in lire 4. 000.
stero della D ifesa, D irezione G en era le
m en to del b ila ncio dello S tato, poiché,
lettera c) del med es imo com m a 2 è
U n a b reve riflessione su l tetto d i 4 0
L a m an o v r a f i nanz i ari a de l
delle Pensioni, è stato recepito il critese si d eve credere alla s ta mpa b ene
a u men ta to d i lire 5 . 0 0 0 . 0 0 0 per ciamilion i per u n n u cleo familiare d i d u e
rio interpreta tivo a u s pica to d a llo stesso
Go v e r n o
in forma ta , i sacrifici per i citta dini n o n
scu n com p on en te
a ggiu n tivo
del
pers one. U n in d ivid u o che ha la vora to
M inis tero, s econ d o il qu a le il d ip en s on o a ncora finiti.
n u cleo familiare.
per tu tta la vita ed a mmes s o che a b b ia
den te cessato volon ta r ia men te d a l serDe c re t o Le gge 11 lugli o 1 9 9 2 , n.
4. Per la d etermin a zion e del r ed d ito
N o n sb aglio se a ffermo che la spesa
ra ggiu n to il ma s s imo della su a carriera,
vizio può cu mu la r e la retrib u zione d i
333
comples s ivo d i cu i ai c o m m i 2 e 3 del
è p reva len temen te destinata a frontegcerta men te percepisce il r ed d ito d i 4 0
attività (stipendio o pa ga ) cons egu ente
De c re t o Le gge 19 se t t e m bre
presente a rticolo si tiene con to a nche
giare i d a n n i econ omici a ccu mu la ti in zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
milion i. M a ch i s on o qu este d u e perso-
20
ne? S on o 2 pers one che h a n n o 6 5 - 7 0 7 5 a n n i: q u in d i pens iona ti... che n o n
a vr a n n o più il b eneficio del ticket, delle
cu re terma li, ecc.
P e n si o n i d'annat a
L a Co rt e Co st i t uz i o n al e
s o l l e c i t a i l Go v e r n o
La C orte C ostitu ziona le, in da ta 2 1
ma ggio 1992, ha emesso u n a " O r d i nanza Is tru ttoria " depos ita ta in C a n celleria il 2 7 - 5 - 1 9 9 2 , con la qu a le si
ch ied on o al Presidente del C ons iglio
d ei M inis tri elemen ti p r ob a tor i " s u l l'a n d a men to pa ra llelo delle p en s ion i e
delle r etr ib u zion i" corrisposte al personale statale n on dirigente d a l 1 9 5 0 a d
oggi.
L'O r d in a n za dis pone che il Presiden te del C ons iglio possa
rispondere
a nche a vva lendos i del M in is tr o del
Tes oro e del M in is tro della Fu nzione
Pu b b lica ed en tro 120 giorn i da lla da ta
di emissione della predetta O rd in a n za .
L'O r d in a n za discende d a l giu dizio d i
legittimità costitu zionale dell'a rt. 5
della legge 2 8 d icemb re 1 9 8 8 , n. 5 4 4
che p reved e la "eleva zion e dei livelli
d ei tra tta men ti sociali e i miglior a men ti
delle p en s ion i" e dell'art. 3 del decreto
legge 2 2 d icemb re 1990, n. 4 0 9 che
p reved e "D is pos izioni u r gen ti in tema
di perequ a zione d ei tra tta men ti d i p en sione nei settori priva to e p u b b l ico" ;
decreto che è stato con vertito, con
modifica zioni, nella legge 2 7 feb b ra io
1 9 9 1 , n. 59.
Il lettore ricorderà che a b b ia m o d a to
notizia della legge n. 5 9 d el 1 9 9 1 su
" F ia m m e d ' O r o " n. 3 - M a rzo 1 9 9 1 ,
s piega ndo che l'art. 3 stabilisce la perequ a zione nell'a rco d i cin qu e a n n i, da l
1 9 9 0 al 1994.
In sostanza l'O rd in a n za istru ttoria
della C orte C os titu ziona le chiede:
1) la descrizione, da gli a n n i 1 9 5 0 a d
oggi, su ddivisa per singoli comp a r ti del
p u b b lico imp iego,
d ell'a n d a men to
pa ra llelo dei tra tta men ti retrib u tivi e d i
qu iescenza;
2) la mis u ra degli s cos ta menti verificatisi n el tem p o tra retrib u zione del
persona le in servizio e p en s ion i;
3) i costi, per singoli comp a r ti, even tu a li p r ovved imen ti d i
riliquidazione
nonché d i mecca nis mi p er ma n en ti d i
a d egu a men to
volti a d
assicu rare
rispettivamente
per il passato e per il
fu tu ro u n r a p p or to costa nte tra stip en d i e pens ioni.
C os ti da specificare s econ d o distinte
ipotesi conta b ili, formu la te, q u a n to
alle riliquidazioni, con scadenze dife-
21
renziate corris p on d en ti alla entra ta in
vigore dei p r ovved imen ti migliora tivi
su ccedu tisi nel tem p o e q u a n to a ll'a d egu a men to, s econ do i criteri espressi
dall'art. 2 p r im o c o m m a della legge
2 9 - 4 - 1 9 7 6 , n. 177 (la qu a le riguarda
" i l collega mento delle p en s ion i del settore p u b b lico alla d in a mica delle retrib u zioni, legge che è stata comp leta men te disattesa);
4) per qu a li categorie del p u b b lico
imp iego ed attraverso qu a li mecca nismi d i ristrutturazione dei livelli con trib u tivi sia in a tto u n proces s o d i allineamen to delle pen s ion i alla d in a mica stipendia le.
L a C orte C os titu ziona le ha emesso
" L ' O r d in a n za " a segu ito dei ricorsi
propos ti da i pens iona ti e dalle or d inanze della C orte dei C on ti.
11 lettore avrà letto a pag. 2 4 del n. 5
- M a ggio 1992 d i " F ia m m e d ' O r o " , su l
ricorso p rop os to da B oi G iova n n i,
a p p u n ta to della G u a r d ia d i Finanza in
con ged o da l 4 s ettemb re 1953, che ha
imp u gn a to tu tti i decreti d i pen s ion e da
tale epoca a d oggi. D a qu es to ricorso e
da altri, discende, a p p u n to, l'or d inanza Istru ttoria della C or te C os titu zionale, rich ia ma n d os i alla O rd in a n za
emessa il 10 lu glio 1 9 9 1 da lla C orte
dei C on ti - S ezione giu risdizionale per
la S a rdegna , il cu i ricorso è iscritto al n.
4 9 del registro delle ord in a n ze 1992.
V oglio ricordare al lettore che su
qu este stesse pa gine e sin d a l 1988, ci
s ia mo occu pa ti delle p en s ion i d 'a n n a ta, e qu i giova ricorda re che su
" F ia m m e d ' O r o " n. 9/10 - s ettemb reottob re 1990, pag. 1 1 , mis i in evidenza
che la C a mer a dei D a p u ta ti nella 3 4 5
e 3 4 6 sedu ta dei giorn i 11 e 12 ottob re 1989, espresse la volontà d i p r ovvedere alla ema n a zion e d i u n p r ovved im en to p erequ a tivo. Q u ella volontà
politica costrinse il G over n o d i a llora a
stanziare nella legge finanziaria 1 9 8 9
sei mila milia rdi per con ced ere ai p en sionati u n a u men to in percentu a le, fiss a ndo la decorrenza al 1° genna io
1990, che volse alla fine senza concedere nu lla ai pens iona ti... e così
a vven n e anche n el 1 9 9 1 . In qu es t'a n n o però il M in is tro della Fu nzione
Pu b b lica dichiarò che i sei mila milia rdi
n o n b a s ta va no a s s olu ta mente a con cedere n ep p u r e tre mila lire a fa vore
dei pens iona ti.
a
vamento,
di cui alla domanda
avansia della n. 1/1991, invitò il G over n o
stato trasmesso alla Direzione
ProvinzyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
a d a pplica re " i l costante a d egu a men to
zata
dal
Litrenta.
ciale del Tesoro di Milano con
elenco
delle p en s ion i alle retrib u zion i contra tn. 14 del 7-10-1991 per il pagamento.
a cura di A.
Squarcione
tu a li", ma il G over n o ha s empre disatM E D I C I Au gu s to
teso gli inviti rivoltigli dalla C ons u lta . zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
/ / Ministero
ha acquisito il prescritto
F A N F O N I Fer n a n d o
A L E S S I G a eta n o
parere
dal
Comitato
per le
pensioni
* * *
Non risulta che abbia
presentato
E stato emesso il D.M. concessivo di
privilegiate
ordinarie
in
ordine
alla
istanza per ottenere
la
concessione
pensione
privilegiata di 6° categoria a
ascrivibilità
alla
2"
categoria
di
pendella pensione
privilegiata.
Q u esta è la notizia imp or ta n te per il
decorrere
dall'1-9-1987
e da durare a
sione a vita dal congedo,
ed è in attesa
lettore. M a b is ogna fare qu a lche cons ivita.
dera zione in p r im o lu ogo b isognedi
ricevere
dalla
Prefettura
di Pisa il
F IL IC E Raffaele
reb b e che tu tti i pens iona ti si u nissero
decreto
di
pensione
ordinaria
regi/ / Ministero è in attesa che la PrefetA L I V in cen zo
d a n d o m a n d a to a d u n a vvoca to perstrato
dalla
delegazione
della
Corte
dei
tura di Matera trasmetta tutta la docuÈ stato emesso decreto
concessivo
ché la C or te C os titu ziona le, allorché
Conti.
mentazione
contabile
ed
amministradi pensione privilegiata di 8° categoria
emetterà la sentenza, possa far in clu tiva per la determinazione
del trattadere, nella riliquidazione, a nche l' in dall'I -2-1983 al 31 -1 -1987 e dall'I -2M O N T I N A R O A n ton io
mento di liquidarsi. Comunque
è stata
dennità integra tiva speciale nel com 1987
avita.
/ / Ministero
ha dovuto chiedere
un
inviata la relazione per acquisire il prep u to dell'indennità d i b u onu s cita e
l'indennità pens iona b ile nel com p u to
supplemento
di
istruttoria
per
l'accerscritto parere dal Comitato per le penA N G R I S A N I V ito
della
determin a zion e
d ell'imp or to
tamento della sussistenza dei requisiti
sioni privilegiate
ordinarie in data 4-9È stato emesso decreto
concessivo
della pens ione. S on o qu esti du e ob ietprevisti
dalla legge per il
conferimento
1992.
di pensione privilegiata di 6" categoria
tivi importa ntis s imi: l'a d egu a men to d i
del provvedimento
di legge.
a decorrere dal 5-10-1985
e da durare
tali voci p ermettereb b e d a solo (specie
G A E T A N O D on a to
l'indennità pens iona b ile) d i ra ggiu n a vita.
N O T O G iu s ep p e
La pratica di equo indennizzo è tutgere nel tem p o u n a vera perequ a zio/ / Ministero,
per poter
provvedere
tora all'esame del Comitato perle
penne. L ' u n ico orga n is mo, per nostra forB A R G H I Rob er to
tu n a , nel qu a le riporre ogn i fidu cia è la
all'applicazione
della
legge
336/
1970,
sioni privilegiate
ordinarie,
colà traLa pratica di pensione privilegiata è
C orte
C os titu ziona le,
che,
qu a le
è
in
attesa
di
acquisire
dalla
Prefettura
smessa in data
21-7-1992.
stata definita
con la emissione
del
or ga n o s u p r emo cu s tode del diritto, ha
di Milano il foglio matricolare
dell'Eserdecreto di pensione
datato
1-7-1992
s empre d imos tra to che la legge è
cito
integrato
ed
aggiornato
con le
G U A S T A L L A E ma n u ele
ed inviato alla Corte dei Conti per la
u gu a le per tu tti. Perciò b is ogna far preannotazioni
delle
campagne
di
guerra.
È stata concessa la pensione
privilesente che la rata d i pens ione d eve
registrazione.
giata di 7" categoria a vita. Il D.M. è
essere comp ren s iva della qu ota delN U Z Z O G iu s ep p e
stato inviato alla Direzione
provinciale
l'indennità pens iona b ile. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
C O V A S S I Aris tide
/ / Ministero,
per poter emettere
il
del tesoro per il
pagamento.
È stato emesso decreto
concessivo
decreto di pensione privilegiata a vita
di pensione privilegiata di 1" categoria
di 5 categoria, è in attesa di ricevere
I M P A L A V ittor io
più assegni di superinvalidità a decordalla Corte
dei Conti il decreto
del
In data 5-12-1990
è stato emesso il
rere dall'I-10-1988
e da durare a vita.
1990 di prima concessione
della penprovvedimento
di pensione
privile-
R i s p o s t e ai l e t t o ri
a
P e n si o n e ai c i t t ad i n i
handi c appat i
C I A L D E A C la u d io
/ / Ministero
a
M a n o n fu r on o s olta nto il S en a to e
la C a mer a dei D ep u ta ti a stab ilire la
volontà politica e a spingere il G over n o
a d emettere u n p r ovved im en to econ omico in favore dei pens iona ti, ma
a nche la stessa C or te C os titu ziona le,
nelle premesse delle motiva zion i delle
su e sentenze, sia della n. 5 0 1 del 1988,
22
Le modalità d i riscossione delle
p rovvid en ze da pa rte dei min or a ti civili
s on o regola te dalla legge 18 d icemb re
1973 n. 8 5 4 , la qu a le, tra l'a ltro, prevede che l'Ammin is tra zion e
delle
Poste e Telegra fi a nticipi i fon d i occorrenti per il p a ga men to delle stesse (art.
1).
C o n la successiva legge 2 9 - 5 - 1 9 8 9 ,
n. 2 1 1 , si è ven u ti in con tr o alle esigenze più volte manifestate dalle categorie interessate dis ciplina ndo la possibilità d i riscuotere pen s ion i, assegni e
le varie indennità, med ia n te l'a p ertu ra
di u n con to corrente postale.
L a possibilità d i p reved ere la riscossione dei b enefici econ omici attraverso
il vers a men to in con to corrente b a nca rio trova ob iettive difficoltà d ovu te al
fatto che il M inis tero, a llo stato attu ale
della legislazione in ma teria , n on è in
gra do d i a nticipa re agli istitu ti b a n ca ri
le s omme destinate a d essere accreditate nei con ti correnti degli interessati.
è in attesa di
dalla Prefettura
pensione
ordinaria
delegazione
Conti
di Temi
ricorso
di
dalla
della Corte
emettere
di pensione
atti non
il decreto
registrato
regionale
per poter
mento
ricevere
il
provvedi-
privilegiata.
risulta
che
abbia
alla Corte
dei
Conti.
dei
Dagli
proposto
L.
con
indennizzo
16.691.110.
la
decreto
liquidazione
della somma
Il provvedimento
stato trasmesso
per la notifica
alla questura
il
di
di
è
Nuoro
20-8-1992.
cessivo
decreto
privilegiata,
delle infermità
in data 14-6-1991.
Conti,
registrato
sarà emesso
a vita, essendo
dalla Corte
il decreto
definitivo
stato acquisito
mod. B della C.M.O.
di
sione
di 5" categoria.
to, sarà provveduto
il p.v.
indennizzo
22-5-1992
zione
1992,
indennizzo
al Collegio
di parere
e il Comitato
privilegiate,
circa
della dipendenza
Sarà dato
Legale
della Difesa in data
per discordanza
C.M.O.
è stata
Medico
per le
il
ulteriore
atti saranno
pensioni
riconoscimento
da causa di
corso
e la conseguente
trasmessa
tramite
1915
di
del
liquida-
di L.
per la notifica
la questura
di
8.738.980,
servizio.
appena
gli
conper
sofferte,
Il provvedimento
è
questura
di Cosenza,
sata la C.M.O.
del decreto
decreto
5-5-1992
concessivo
giata di 7" categoria
da durare
ne, di 2" categoria
11-1983
è stato
emesso
di pensione
privile-
dal 31-5-1986
e
a vita.
La pratica di equo
pel tramite
è stata
affinché siano
della
interes-
espletati
1918
con
liquidazione
della
emesso
registrazio-
a decorrere
dal 3-
e da durare a vita. È in
di emissione
ulteriore
per l'aggiornamento
corso
provvedimento
dell'indennità
d'i-
stituto.
V ITA L E E r m a n n o
11 Ministero
Salerno
ha invitato la questura
a sollecitare
ché sottoponga
tamenti
affin-
il Vitale a nuovi
accer-
sanitari.
C. M.O.
Non
appena
restituirà il relativo
emesso
di
la C.M.O.
il provvedimento
p.v.,
la
sarà
di cui trattasi.
V IC IN A N Z A G en n a r o
// M in is tero ha provveduto
sione di un nuovo
l'attribuzione
con
del trattamento
giato più favorevole
9-1981
all'emis-
provvedimento
e fino
privile-
a decorrere
dall'I
al 30-10-1986,
dato dall'I-11-1986
in virtù dell'art.
-
riliqui-
e da durare a vita,
30 della
legge
6681
1966.
Ministero
D. M.
n. 2377
liquidazione
per
ha
alla
liquidato
vedova
l'equo
Villani
del 19-6-1992,
di L. 39.342.375,
la notifica
tramite
con
con
la
inviato
la questura
di
Bologna.
ha emesso
di pensione
8° categoria
a decorrere
e, per constatato
categoria
il
per il
indennizzo
di 7"
e da durare
del tesoro
di
a
alla DireVicenza
zyxwvutsrqponmlkjihgfedc
è stata
del D.M.
e la
pagamento.
di
dall'1-7-1983
aggravamento,
dell'1-6-1989
decreto
privilegiata
vita. 11 D.M. è stato trasmesso
la emissione
del 22-5-1992
è stato
in corso di
zione provinciale
definita
concessivo.
In data 17-1-1991
provvedimento,
/ / Ministero
data
la
l'e-
S P O R TE L L A C o n o
concessivo
restituiti.
In data 16-5-1992,
missione
con
Z A N E L L A Rob erto
Q U A G L I A O ra zio
In
è stata definita
privilegiata
all'interessato
Temi.
15-4tra la
In data 23-4-1991
pratica di pensione
V I L L A N I A n ton io
la pratica
con D.M.
della somma
que-
all'inte-
RIC C IA RI G iu s eppe
indennizzo
ha definito
alla
per la notifica
ressato.
II
Il Ministero
è stato trasmesso
acquisi-
merito.
P A O L I L od ovico
equo
Brescia.
L A G R A S T A Fra ncesco
La pratica di equo
Appena
in
dei
L ITR E N TA S a n to
ha emesso
di pensione
aggravamento
sarà restituito
dall'1-
provvedimento
R U S C I O G iova n n i
D I L E O Francesco
Il Ministero
il
appena
del Ministero
è stato emesso
in data 2-7-1992
dell'equo
per anni 4
10-1984;
trasmessa
C H I R R A G iova n n i
In suo favore
giata di 6° categoria
vedimento
stura di Arezzo
n.
conseguente
somma
3.357.665.
In data 20-7-1992
nuovi accertamenti
sanitari per aggrazyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
di
L.
il prov-
23
Il 9 ottobre, presso l'Università degli
Studi "La Sapienza" di Roma, si è brillantemente
laureata in
Giurisprudenza
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
con 110 e lode, la signorina
Antonella
Cargnelutti, figlia del Consigliere
Igino,
discutendo
la tesi in Diritto
Costituzionale "La delega legislativa nella costituzione e nella
prassi".
Alla neo dottoressa
congratulazioni
ed auguri dal Consiglio
di
Sezione,
dalle autorità cittadine e da
"Fiamme
d'Oro".
No t i z i e l i e t e
Br e sc i a
Mant o v a
Mi lano
Autorità e del D irigente il C om p a r tiVi bo V al e n t i a zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFE
L ui no
Palberti
La famiglia del Socio Oscar
dalla
è stata allietata, il 23 marzo,
nascita di una bella bimba cui è stato
imposto il nome di Laura.
Alla piccola Laura tantissimi
auguri
da tutti i Soci e da "Fiamme
d'Oro".
Ce rv i gnano de l F r i ul i
La Signora
Simona
Vaghi,
moglie
del Socio Assistente Capo Gaspare
Lo
Porto, in servizio presso il Settore
Poiterra Luino - Posto Controllo
di Ponte
Tresa, il 29 agosto 1992 ha dato alla
luce la sua primogenita,
alla quale è
stato imposto il nome di Valentina.
I componenti
la Sezione
ANPS
e
"Fiamme
d'Oro" formulano
vivissimi
auguri e congratulazioni
alla neonata e
ai familiari.
Milano - Il piccolo Marco Chisari, nato a
Milano il 16 aprile 1991, nipotino del Socio
Nicola Bonanno.
Roma
La giovane
Rosanna
Crudo,
figlia
del Socio Cav. Uff. Luigi, il 16 ottobre
si è brillantemente
laureata in legge
presso l'Università "La Sapienza"
di
Roma.
Alla neo dottoressa
vivissime
congratulazioni
da tutti i Soci
e da
"Fiamme
d'Oro".
La signorina Laura Cantusci,
figlia
del Socio Fernando,
il 21 giugno si è
unita in matrimonio
col signor
Roby
De Paulis nella Chiesa di S. Giusta a
Sasso
(AQ).
Alla giovane coppia i migliori
auguri
di felicità da tutti i Soci e da
"Fiamme
d'Oro".
P arm a
insieme,
i piccoli
Sara,
Alessandro,
Giorgio, Lorenzo e Giacomo.
Al Consigliere Ippolito ed alla gentile
Signora
Maria Luisa i migliori auguri dei colleghi della Sezione di Parma per la bella
nidiata. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Il 24 settembre,
per festeggiare
i
nonni, i figli ed i nipotini del Consigliere Salvatore
Ippolito
si sono dati
convegno
a Parma.
Nella foto, per la prima volta tutti
P arm a
Il 30 agosto si sono uniti in matrimonio la signorina Maria Carmela
Feria,
figlia del Presidente
della
Sezione
ANPS, ed il signor Francesco
Giovanni
De
Monte.
Alla Cerimonia
hanno
partecipato
anche molti Soci dell'ANPS.
Il Cappellano della Scuola
di Polizia di Vibo
Valentia e Socio benemerito
per titoli
di particolare
merito, Mons.
Onofrio
Brindisi, ha avuto parole di lode per il
padre della sposa ed ha formulato
voti
augurali per la neonata
famiglia.
m en to della Polizia S tra da le d i Pa d ova.
Il p r emio è u n o speciale
riconoscim en to che il C omita to " I l S a m a r ita n o"
di Petrigna no d'Assisi ha istitu ito qu a le
p r emio eu rop eo della solidarietà stradale, d a conferire a coloro che si dis ting u on o in opera zioni d i soccorso stradale.
L'Agen te G enoves e, in forza a l 2°
Repa rto M ob ile d i Pa dova , il 5 giu gn o
1 9 9 1 , men tre si trova va fu ori servizio,
n ota va che u n a a u tovettu ra era precipita ta nel corso d'a cqu a lu n go l'a rgine
del canale C eresolo. Senza esitazione
a lcu na l'Agente si tu ffava p r on ta men te
nel canale e, d op o aver in fra n to il
lu n otto posteriore della ma cch in a
or ma i comp leta men te s ommers a , riusciva a trarre in salvo la gu ida trice, p orta n d ola a riva.
A qu es to p u n to l'Agente ven iva a iu tato da a lcu ne persone s opra ggiu nge
nel fra ttempo, che p r ovved eva n o
a nche al ricovero in O s peda le della
d on n a e dello stesso G en oves e,
a n ch 'egli colto da ma lore. L a con d u cente della ma cch in a ven iva p oi id en tificata per C la ra C a n a to, moglie del
S ovrin ten d en te della P.S.
V in cen zo
C on ti, in servizio presso la locale S qu a d ra M ob ile.
Go r i z i a
No z z e d ' o r o
San r e m o
/ / 20 settembre la famiglia del Presidente Nunzio Savino è stata allietata
dalla nascita della prima
nipotino,
Eleonora.
Ai genitori Gianluigi
e Tiziana, al
nonno Presidente
e alla piccola
Eleonora le felicitazioni e le
congratulazioni
dei Soci delle Sezioni del
Friuli-Venezia Giulia e di "Fiamme
d'Oro".
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
*
24
*
*
/ / 26 settembre, nella Chiesa
Parrocchiale di S. Uldarico, il Socio Luca Di
Giovanni,
figlio
del Consigliere
e
Segretario
della Sezione
Carlo,
si
univa in matrimonio
con la signorina
Giusy
Quarantelli.
La cerimonia
religiosa è stata officiata
dal Reverendo
Don
Sergio
Nadotti.
Al Socio
Luca ed alla sua sposa
Giusy i colleghi della Sezione di Parma
e
"Fiamme
d'Oro"
formulano
i
migliori auguri di felicità.
Il 15 ottobre il Socio Giorgio
Alberti
e la signora Ada Mantegazza
hanno
festeggiato
il 50° anniversario
del loro
matrimonio,
circondati da familiari ed
amici.
La Sezione di Sanremo ha fatto loro
pervenire
una targa ricordo con le felicitazioni e gli auguri più cari.
Il 2 5 ottob re è a nda ta in pens ione la
Socia Simpatizzante M a ria Pia B u m b aca, moglie del Presidente la S ezione
A N P S , che da l 1960 ricopriva l'inca rico d i segretaria del Prefetto. L a
S ignora B u mb a ca , che a veva frequ en ta to i corsi per p u b b lich e rela zioni del
M inis tero dell'In tern o, è stata il " f i l tr o "
d i b en 12 Prefetti.
N ella sua lu n ga attività ha s empre
otten u to la stima e la s impa tia d i tu tti
qu egli a mb ien ti d ell'Is on tin o
che
h a n n o relazioni con la Prefettu ra, n o n R o v i go zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
ché d i tanti S oci che a lei si s on o rivolti
per consiglio e a ppoggio.
Per le su e qualità le è stata a nche
Il 17 ottob r e il S ocio Agen te M ichele
conferita l'onorificenza d i C a va liere
G en oves e ha ricevu to il p r emio "S a d ell'O .M .R.I. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWV
m a r ita n o" , alla presenza d i n u mer os e
S o c i c h e s i di st i ng uo no
25
viceversa nella discesa.
C iò riduce lo spessore delle m e m offrite u n a b ottiglia da su cchiare o da te
A l tem p o d ei p ion ier i d ell'a eron a u tib ra ne con s en ten d o alle tu b e d i aprirsi
loro d a ma n gia re perché com p ia n o
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
ca, gli aerei era n o senza ca b ina o carpiù facilmente. C olor o però che sofmolti atti d i deglu tizione; n on p ermetlinga e gli sbalzi d i pressione atmosfefron o d i dis tu rb i cardiaci, nervos i o
tete
che
d
o
r
m
a
n
o
al
decollo
o
a
ll'a
tterBrenna
a cura del Dott. Pasquale
rica si fa ceva no sentire con tu tta la loro
tiroidei, ipertensione o altre ma la ttie
raggio.
Otorinolaringoiatra
e
Microbiologo
intensità cos titu en do, come è facile
ca rdiova scola ri, d evon o evitare d i
intu ire, u n o d ei ma ggiori p r ob lem i per
assu mere qu esti fa rma ci senza il perV i so no pre c auz i o ni da pre nde re ?
l'integrità u ditiva degli a via tori. O ggimesso del loro med ico, a ltretta nto
giorn o gli aerei s on o pressu rizzati tal
dicasi per le d on n e in gra vida nza .
N o n a nda te in a ereo q u a n d o siete
che le differenze d i pressione che si
M olte delle spiegazioni q u i date,
ra
ffredda
ti.
Se
a
vete
a
vu
to
degli
interzyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
verifica no s on o m in im e, per q u a n to
forse s emb rera n n o scontate, acqu isite,
ven ti chiru rgici a u ricola ri, consu lta te il
inevita b ili a n ch e nei migliori e più
conos ciu te, qu a s i lapalissiane, ricorvos tro ch iru rgo. Se avete b is ogno d ' in m od er n i aerei. In effetti, in ogn i situ ada rle tu tta via pu ò giovare.
sufflare gli orecchi con la m a n ovr a d i
zione in cu i si verifica u n'a s cens ione
Per finire, a qu esto p rop os ito, percompens a zione,
n o n a dopera te la
i siete m a i chiesti perché le
pu ò essere equ alizzata con qu ella
ra pida o u n a a ltretta nto ra pida ed
mettete d i ricordare u n cu rios o persoforza d el torace o d ell'a d d ome, p otr evostre orecchie
s chiocca no
esterna, l'aria si assorbe crea n d o u n a
imp rovvis a discesa, il p r ob lema , s emna ggio che si ch ia ma va L a Palisse, da
ste genera re u n a pressione tr op p o
q u a n d o siete in a ereo o a nda te
con d izion e d i va cu u m che fa retrarre,
pre in a ggu a to, si pu ò presentare. L o si
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
cu i l'a ggettivo "la p a lis s ia n o" per in d iforte che pu ò da nneggia re le vostre
in mon ta gn a ?
s u cch ia n d o a ll'in tern o, la m em b r a n a
pu ò p rova re in u n ascensore d i u n edicare cose ovvie e b en risapute.
m em b r a n e timp a n ich e.
E q u a n d o n on s chiocca no vi è ca pitimp a n ica , im p ed en d o che essa vib ri
ficio d i molti p ia n i o tu ffa ndos i fino al
Egli era u n maresciallo d i Francia del
ta to d i a vere m a l d'orecchi?
regola rmente. I s u oni d iven gon o a ttu fon d o d i u n a piscina.
tem p o d i Francesco I; ripeteva spesso
E ut i l e l 'uso di de c o ng e st i o nant i e
E sapete perché i b a m b in i che viagtiti o qu a s i assenti. L o s tira mento della
C h i si dedica alle immer s ion i in p r ocose che i s u oi soldati già s a peva no.
de l l e g o c c e n asal i ?
gia no con voi a volte d iven gon o irrem em b r a n a
timp a n ica può
a nche
fondità, p er n o n a vere d ei d a n n i, deve
Morì nel 1525 nella b attaglia d i Pavia.
qu ieti e p ia n gon o?
essere d olor os o e se il b locco della
impa ra re a d equ alizzare la pressione
In su o on ore i soldati ca n ta va n o u n a
M olti via ggia tori che h a n n o espeI più com u n i in con ven ien ti d 'or d in e
tu b a dovesse du ra re per u n certo temmed ia n te la m a n ovr a d i compens a ziocanzone che diceva: " U n qu a r to d 'or a
rienza d'a erei u s a no pillole decongemed ico, tra i via ggia tori che u s a no l'aep o, per effetto del va cu u m , del siero d i
ne, la stessa cosa fa n n o i piloti. An ch e
p r ima della sua mor te egli era a ncora
s tiona nti e gocce nasali u n ' or a circa
reo o si a ccin gon o a ra ggiu ngere certe
sangu e filtrerà da i vasi della mu cos a ,
per og n u n o d i n oi è piu ttos to facile
in vita ".
p r ima d i decolla re e atterrare. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIH
a ltitu dini, per fortu n a , in genere s ono
riempendo
l'orecchio med io, fa cendo
impa ra re tale ma n ovr a .
lievi, spesso s olta nto u n a noia . O ccar a mmollir e ed estroflettere la m em s iona lmente, però, p os s on o p rovoca re
b ra n a che da l con d otto u d itivo si vedrà
C o m e si sbl o c c an o gli o re c c hi ?
come rigonfia e n on più ritratta. S i avrà
dolore, perdita d ' u d ito e p r ob lem i fisici
In m e m o r i a del
così u n ' otite sierosa con notevole defidi u n a certa imp orta n za , com p r om etL' a tto d i deglu tire attiva i mu s coli
M
a g g . G e n e r a l e di P. S.
cit u d itivo.
ten d o così il piacere d i viaggiare o d i
che a p r on o le tu b e. S i deglu tisce più
Antonio G R E G G I O
godere le delizie d i u n b el p a n or a ma ,
rale del naso, pa s s a ndo attraverso la
L a cau sa più com u n e d el b locco
spesso q u a n d o si ma s tica no g om m e o
d op o aver ra ggiu n to la vetta .
tr omb a o tu b a d i E u stachio, forma ta
della tu b a è il comu n e ra ffreddore che
si s ciolgono ca ra melle in b occa, per la
C er ch ia mo
d i comp r en d er e
le
da u n canale lu n go 3 5 - 4 5 m m . tappezci fa perciò sentire men o, ed intontiti.
ma ggiore p r od u zion e d i saliva. Q u este
ra gioni di qu esti dis tu rb i, com e evita rli
zato d i mu cos a , che con giu n ge la pa rte
Le cau se più frequ enti s ono le sinu siti e
s ono senz'altro delle pra tiche da raccoed even tu a lmen te com e cu ra rli.
posteriore d el naso con l'orecchio
le allergie nasali, in qu a n to la m e m ma n d a re, p r im a e d u r a n te il decollo,
b ra n a alterata della mu cos a nasale è
med io. L'a ria dell'orecchio med io è
p r ima e d u r a n te l'a tterra ggio. L o sb aA nat o m i a de gli o r e c c h i
simile ed in continuità con la mu cos a
len ta men te m a cos ta ntemente assordiglio è q u a n to d i meglio si può su ggeb ita da lla mu cos a , ma viene rifornita
della tu b a . In altri termin i, u n naso
rire essendo esso il più va lid o a ttiva tore
G li a n a tomici d ivid on o gli orecchi in
attraverso la tu b a d u ra n te i nostri atti di
chiu s o e secernente fa chiu dere facildei mu s coli d 'a p er tu r a delle tu b e.
tre pa rti:
deglu tizione. Infatti, a nche q u a n d o
men te a nche le orecchie. D a ricordare
Atten ti però a n o n a d d ormen ta rs i
È scomparso a Roma il 22 settem1) O recch io esterno: è qu ella pa rte
n on
ma n gia mo,
cons cia mente
o
che i b a m b in i s ono pa rticola rmente
d u ra n te i tem p i d i decollo e d i discesa.
bre 1992 il Magg. Generale di P.S.
dell'orecchio visib ile ai lati della
incons cia mente, n oi in gh iottia mo le
vu ln era b ili e su scettib ili al b locco delle
D u ra n te il s on n o difficilmente si com Antonio Greggio.
testa più il con d otto u d itivo che finisecrezioni che p r oven gon o da l naso,
tu b e a n d a n d o in con tr o più spesso
p ion o atti d i deglu tizione a u toma tici.
Era nato a Mirano (Venezia) il 5 setsce con la m em b r a n a timp a n ica .
dalla faringe e da lla b occa, d oven d o
degli a du lti alle otiti sierose o p u r u len Se even tu a lmen te si è s ta nchi e si teme
tembre 1921.
esse rinnovarsi e sterilizzarsi, q u a n d o
te.
2) O recch io med io: comp r en d e la
di a d d or men ta r s i, s 'in formi il persoEntrato nel Corpo delle Guardie di
a rriva n o nello s toma co, a mezzo delP.S. e nominato Sottotenente Ausiliam em b r a n a timp a n ica , gli ossicini e
nale via ggia nte per essere svegliati a
rio il 16 novembre 1945.
l'a cido cloridrico. In ta l m o d o la presgli spazi pien i d'a ria d ietro la m em tem p o op p or tu n o.
Promosso Maggiore Generale il 30
sione si ristabilisce ai du e lati della
b ra n a timp a n ica e le cavità delC o m e può l 'ari a degli ae re i c auSe lo s b a diglio ed il deglu tire n o n
settembre 1977, il 1° ottobre dello
m em b r a n a timp a n ica , in egu al mis u ra ,
l'osso ma s toideo.
sare pro bl e m i ?
fossero su fficienti a sb loccare gli orecstesso anno cessò dal servizio a
e tu tto va b ene. Se, e q u a n d o la pres3) O recch io in tern o: comp r en d e le
chi, esegu ire le segu enti ma n ovr e:
domanda e passò nella posizione di
sione dovesse divenire disu gu ale tra
termina zioni nervos e degli orga n i
C o n il r a p id o variare della pressione
1) Soffiarsi il naso perché siano
ausiliaria.
l'in tern o e l'es terno della m em b r a n a
d ell'u d ito e d ell'equ ilib rio.
C ome
a b b ia mo
già
atmosferica.
rimosse even tu a li secrezioni p reAveva prestato servizio nelle sedi di
timpa n ica , comin cia n o
gl'in con vea ccenna to, le tu b e, per n on creare
L'orecch io med io è il lu ogo d ove
senti.
Venezia, Gorizia, Ravenna e Roma.
Era decorato di due croci al Merito
nienti: a b b ia m o s u b ito la sensazione
dis tu rb i, d evon o fu nziona re regolara vven gon o tu tti i fatti ed i misfatti
2) C h iu d er e comp leta men te le narici
Partecipò alle operazioni di guerra
di Guerra ed insignito della medaglia
che
l'orecchio
o
gli
orecchi
siano
b
locmen te, d evon o cioè aprirsi frequ ented u ra n te i viaggi, perché è costitu ito,
con d u e dita.
sul fronte russo come secondo pilota
d'oro per anzianità di servizio, della
cati.
men te e su fficientemente per p ermetcome a b b ia mo detto, da u n ta schino
3) Riemp ire la b occa d'a ria .
di velivolo dal dicembre 1942 al genmedaglia d'argento al merito di lungo
tere l'entra ta o l'u scita dell'a ria on d e
p ien o d'a ria , vu ln era b ile ai ca mb ia 4) C o n i mu s coli delle gu a nce e della
naio 1943 e per il Suo valoroso comcomando e dell'onorificenza di Cavaequ alizzare i ca mb i d i pressione, p a rtimen ti della pressione atmosferica.
Qual è l a c ausa de l bl o c c o de gli
portamento fu decorato della Medagola forzare l'a ria dietro al naso
liere dell'Ordine "Al Merito della
cola rmen te q u a n d o l'a ereo è in fase d i
N or ma lmen te, d op o a ver deglu tito
glia di Bronzo al Valor Militare sul
o re c c hi e de l l e t ube di Eust ac h i o ?
Repubblica Italiana".
perché entri nelle tu b e.
campo. Fu prigioniero dei tedeschi dal
decollo o atterraggio. M om en ti in cu i si
d u e o tre volte, gli orecchi fa n n o u n
Alla Vedova Signora Livia i Soci
Se si sente u n o schiocco a u ricola re,
9-9-1943 al 2-9-1945.
passa d a u n a pressione ma ssima su lla
della Sezione ANPS di Gorizia e di
piccolo click d i cu i in genere n on ci
Le tu b e pos s ono essere b loccate o
la m a n ovr a che a volte occorre ripetere
Campagne di guerra 1942-1943Roma, il Sodalizio e "Fiamme d'Oro"
terra a d u n calo s empre ma ggiore, in
a ccorgia mo. N ello stesso tem p o u n a
ostru ite per u n a varietà d i ra gioni.
più volte, è riu scita. A i b a m b in i, specie
1944-1945.
rinnovano le più sentite condoglianze.
p och i min u ti o secondi, finché l'a ereo
piccola b olla d'a ria entra o esce d a ll'oQ u a n d o u n a o più d i esse si verificano,
qu elli più piccoli, che n o n riescono o
n o n ra ggiu nge l'altezza d i crociera, zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
recchio med io da lla pa rte pos tero- la tela pressione dell'orecch io med io n on
n on p os s on o fare qu esta ma n ovr a ,
Sanit à
Q UA N D O V I A G G I A T E I N A E R E O
PENSAT E A L L E VOST R E OR ECCHI E?
V
26
27
leb rata d a l p a r r oco D o n C rotti e d a ll'assistente s piritu a le D o n Saia, alla
qu a le h a n n o pa rtecipa to le più alte
autorità citta dine in s ieme a pers ona le
della Polizia in servizio ed u n a folta
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
ra ppres enta nza della S ezione AN PS
con la B a ndiera .
I a Re da zione
d i "Fia m m e d 'O r e "
au& ura
CL ONE
T EST E
A NCONA zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Il 19 e 2 0 s ettemb re u n g r u p p o d i
Soci, con le rispettive fa miglie, h a n n o
pres o pa rte a u n a gita s u l G a rga no,
con meta conclu s iva S a n G iova n n i
Roton d o.
D op o aver a m m ir a to i su ggestivi
p a n or a m i d i Rod i G a rga nico, S a n
M ena io, Lesina e Vieste, h a n n o reso
oma ggio in M on te S a nt'Angelo al Santu a rio d i San M ichele Arca ngelo e,
a ttra verso la Fores ta U m b r a , s on o
rientrati in Peschici, d ove h a n n o pern otta to in u n c o m o d o e accogliente
a lb ergo.
Raggiu nto il gior n o 2 0 il cen tro d i
S a n G iova n n i Roton d o, h a n n o pa rtecip a to alle s olen n i fu n zion i religiose in
on or e d i Padre Pio, a m m i r a n d o altresì
le gra ndios e op ere s orte in d etto C entro.
N el p omeriggio, d op o u n a b reve
sosta in San M a r co i n La mis , la com itiva h a fatto ritomo in An con a , lieta d i
a ver trascorso u n s ingola re ed ecceziona le w eek en d .
BOL OGNA
Il 3 0 giu gno, nella ricorrenza del
156° An n ivers a rio della Fon d a zion e
28
C UN E O
S u in vito del Q u es tore la Sezione,
con la B a n d iera scortata d a l Presidente, d a a lcu n i C onsiglieri in u n ifor m e
sociale ed u n folto gr u p p o d i Soci, è
stata pres ente alla celeb razione della
S. M es s a in on or e d i S. M ichele Ar ca n -
a u tista delle gite) per far ritorno a Città
d i Castello. N el tra gitto il n u ovo Presiden te G u elfo Picozzi h a ricordato l'am ico Presidente s comp a r s o G iorgio
G a b u rri con pa role s emp lici m a d en s e
d i significato, che h a n n o a ncora u n a
volta esaltato le n o n c o m u n i d oti d ell'a mico e m a i d imen tica to G iorgio.
gelo, svoltasi il 2 9 s ettemb re.
Alla fu nzione, officiata d a l V es covo
d i C u neo Carlo Alip ra n d i, era no pres enti il Prefetto D ott. Scialò, il Q u es tore
D ott. M olon , Fu n zion a ri, C ommis s a r i,
il C oma n d a n te della S ezione Polstra da
Is pettore C a po A r tu r o D a n i, Autorità
civili e milita ri ed u n a ra ppres enta nza
d i Agen ti della Polizia d i Stato.
Ancona -19/20 settembre 1992 - Gita sociale nelle Puglie. Un gruppo di Soci e familiari a
San Giovanni Rotondo.
CALT ANI SSET T A
A R EZZO
Il 17 s ettemb re la S ezione h a effettu a to u n a gita n el C a s entino (AR), con
m eta Poppi, B a dia Prataglia e C a rna idoli, alla qu a le h a n n o pa rtecipa to 50
pers one fra Soci e fa milia ri, capeggiati
da l Presidente A w . G u id o Chessa.
A Poppi, oltre al fa mos o castello d ei
C onti G u idi, è stato vis ita to l'imp or ta nte zoo sito n ei d in tor n i.
Il p ra n zo è stato con s u m a to pres s o
lo s tu p en d o C entro d i Rip os o della
Polizia d i Stato d i B a dia Prataglia, frater n a men te a ccolti d a l D irettore Ispettore C a po Filippo Velli.
Il p omer iggio è stato riservato a d
es cu rs ioni nella fiorente foresta ed alla
visita d ell'E remo d i C a ma ld oli, p os to
al centro della foresta casentinese, u n a
delle più va s te e b elle d'Italia.
Il 10 ottob re, nella sala delle riunioni
della Q u es tu ra , si è riunita l'As s emb lea
Sezionale d ei Soci per il rinnovo delle
cariche sociali per il qu a d r ien n io 19921996.
Pr ima d i a prire la s edu ta , il Q u es tore
D ott. Fa ra n d a h a volu to p orgere il s u o
salu to agli in ter ven u ti ricordando loro
che l'Associazione è la con tin u a zion e
dei p rin cip i b a s ila ri s u cu i p oggia n o le
s tru ttu re della n os tra Is titu zione.
Il Presidente u s cente D 'Ama to h a
rivolto u n affettu oso s a lu to ai pres enti
e u n ringraziamento ai com p on en ti del
C onsiglio u s cente ed h a riassunto b revem en te l'attività s volta n ell'u ltimo
qu a d r ien n io, che d eve cons idera rs i
p os itivo per i risultati cons egu iti, com e
a d es emp io il sensib ile a u m en to d ei
Soci.
S on o segu ite le vota zion i e il Cav.
U ff. D A m a to è stato rieletto Presidente
della S ezione con circa il 9 0 % d ei voti.
C apri. S b a rco a M a r in a G ra nde per p oi
effettu are u n a es cu rs ione in tor n o all'isola per visita re la G rotta M era viglios a ,
la G rotta d i M a tr om a n ia e i fa mos i
Fa ra glioni. E s cu rs ione qu in d i a d An a ca pri e alla Villa S a n M ichele.
N el p omer iggio ritorno a S orrento
per salire s u ll'a u tob u s s a p ien temen te
con d otto d a ll'a mico M a u tir io (n os tro
Arezzo -17 settembre 1992 - Gita a Badia Prataglia. Un gruppo di Soci e familiari dinanzi al
Centro di riposo.
del C orp o del 10° B a tta glione B ersaBR ESCI A
glieri "B ezzecca " e il 16 s ettemb re, alla
forma lizza zione della C os titu zione del
Il 2 9 s ettemb re è stata festeggiata la
6° Reggimen to B ersaglieri, presso la
festa d i S. M ichele Arca ngelo.
C a s erma " M a m e l i " u n a ra ppres enIn ma ttin a ta , nella chiesa delle
ta nza della S ezione ha pa rtecipa to alle
Sante C a pita nio e G erosa, è stata celecerimon ie. La pres enza della B a ndiera
b ra ta la M es s a officiata da l ves covo d i
è stata p a rticola rmen te gradita.
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
B rescia M on s . B r u n o Foresti e conce-
Il 19 a gos to il Presidente della
S ezione AN PS , Cav. A n ton io Cioffi,
tr ova n d os i a M on teca tin i Ter m e per
cu re ter ma li, h a s entito il d overe d i
recarsi alla S ezione AN PS , pres s o qu el
C ommis s a r ia to d i P.S., per porta re i
salu ti d ei co m p o n en ti il soda lizio nis s eno e s ca mb ia re i ga glia rdetti tra le
d u e S ezioni.
Presenti alla s emp lice e significativa
cer imon ia , oltre a l D irigente dell'U fficio
d i P.S., op er a tor i della Polizia d i Stato e
Soci.
Il 17 s ettemb re, con l'inizio d ell'a n n o scolastico 1992/93, a nche il
servizio d i vigila nza n ei pres s i delle
d u e S cu ole elemen ta ri d i C ervigna no
CIT T À DI C A S T E L L O
Cervignano del Friuli -17 settembre 1992 - Inizio anno scolastico. Il Cons. della Sez. ANPS
Sovr. Capo (c) Bernardino Bonato regola il traffico all'uscita dei bambini dalle scuole elementari.
N ei gior n i 19 e 2 0 s ettemb re 50 soci
e fa milia ri h a n n o pa rtecipa to a ll'a nn u a le gita sociale a Caserta, S orrento e
C apri.
Prima ta p p a a Caserta con l ' im m a n cab ile vis ita alla Reggia e al Parco,
q u in d i S orrento. D op o la s is tema zione
in a lb ergo vis ita ai p u n ti più caratteristici della città, con vis ta d i s p len d id i
scorci p a n or a m ici dell'intera penis ola
S orrentina .
La m a ttin a s egu ente imb a r co per
Cuneo - 29 settembre 1992 - Festa di S. Michele Arcangelo. Una rappresentanza della Sez.
ANPS con Bandiera alla cerimonia religiosa.
C E R V I GN A N O D E L F R I UL I
h a ripreso regola rmente.
Parole d i lode, in cita men to ed a u gu rio s on o state espresse d a pa rte del
D irettore D ida ttico e del S inda co, n o n ché da citta dini che ved on o i n tale servizio u n a s a lva gu a rdia per i lor o figlioli.
FI R ENZE
COM O zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Il C onsiglio d i Sezione, a n o m e d i
tu tti i Soci, es p r ime a l S ocio C elestanton io A m a d e o sentite es pres s ioni d i
cordoglio per la s comp a r s a d el fratello
Salvatore.
F A BR I C A DI R O M A
Il C onsiglio d i S ezione rivolge vivis s imi a u gu ri al S ocio Alb er to Fochetti,
recen temen te colloca to in p en s ion e.
N a tivo d i Fa b rica d i Rom a , l'Ass.
C a po Fochetti pres ta va servizio alla
Polstrada d i Piacenza d a l 1 9 6 1 . Proprio a Piacenza è stato festeggiato d a i
colleghi e d a l C om a n d a n te della Polstrada pia centina , D r. G iu s eppe Ferra ra, che, d op o a vern e s ottolinea to la
capacità profes s iona le, l'affidabilità e
la cortesia, gli h a cons egna to u n a targa
in ricordo degli a n n i tra s cors i al servizio della collettività.
F I DE N Z A
Il 2 9 s ettemb re, festa d el Pa trono
della Polizia, la S ezione h a fatto celeb ra re u n a S. M es s a nella C hiesa d i S.
M ichele in su ffragio d ei C a d u ti e d ei
Soci s comp a rs i, in pa rticola re d ei Soci
Ponzia no Treggiari e G iova n n i Vaselli,
ven u ti a ma n ca r e d i recente.
Era pres ente u n a ra ppres en ta n za in
u n ifor me della Polstrada e della Polfer.
D a ll' 11 al 14 s ettemb r e i Soci, con le
loro con s orti (52 pers on e), h a n n o partecipa to a d u n giro tu ristico su lle D olomiti.
Partita d a Firenze nelle p r im e ore d i
venerdì 1 1 , la comitiva , gu ida ta d a l
Presidente è giu n ta a Riva del G a rda
alle ore 12.
N el p omer iggio u n a pa rte d el
gr u p p o h a effettu ato u n giro tu ristico
d el lago, i n tra ghetto, men tr e l'altra
pa rte h a ra ggiu n to il Vittoria le, vis ita n d o il M u s eo e la casa dell'illu stre
poeta G ab riele D 'An n u n zio.
S ab ato d i b u o n m a ttin o i gita nti
h a n n o ripreso il via ggio per M oen a .
N el p omer iggio, fes tos a mente accolti
da l Segretario E con om o D a nilo M a zzu cco e d a ll'a mico Federico Avico,
fon d a tore e Presidente per d od ici a n n i
della S ezione AN PS d i M oen a , i Soci
h a n n o vis ita to la S cu ola Alp in a , riman en d ovi per oltre u n 'or a , per assistere
a d a lcu ne esercita zioni ed alla proiezione d i u n filma to riguardante a lcu ne
op ere d i s occors o nelle mon ta gn e
effettu ate d a Agen ti della Polizia d i Stato.
II 13 la comitiva h a percors o gra n
pa rte delle D olom iti, con soste a B r u n ico - D ob b ia co - C anazei - C ortina La go d i M is u r in a - Falzarego e Passo
S a n Pellegrino. La sosta più lu n ga è
stata a D ob b ia co, d ove è stato con s u m a to il p r a n zo.
Lunedì, lasciata M oen a , i Soci
h a n n o s os ta to a Fiera d i Primiero per il
p ra n zo e a B a s s a no d el G ra ppa per
visitare i va r i cimeli della p r im a gu erra
mon d ia le.
Il Presidente M inigrilli ringrazia sentita men te gli a mici d i M oen a per la cortese accoglienza ed i pa rtecipa nti per
l'en tu s ia s mo d imos tr a to.
GO R I Z I A
D u r a n te l'As s emb lea per il rinnovo
delle cariche sociali, svolta si il 19 settemb r e, è stato festeggiato l'App. d i
P.S. P omp ilio M a s tr omon a co, che il
gior n o 8 dello stesso mes e h a ra ggiu n to il b el tra gu a rd o dei 9 0 a n n i d i
età.
La S ezione gli h a offerto u n a targa
ricordo in s egno d i a u gu rio e d i affetto,
che gli è stata cons egna ta d a l C a po d i
G a b inetto Vice Q u es tore
Federico
Ru stja.
M a s tr om on a co è u n o dei fon d a tor i
della S ezione d i G orizia, è u n o dei
s u pers titi d i qu ella genera zione d i p oliziotti che h a n n o con trib u ito a fare la
storia della Polizia italiana. Ricorda con
orgoglio i te m p i lon ta n i tra s cors i alla
s qu a d ra m ob il e della Q u es tu ra d i
G orizia, q u a n d o il territorio della p r ovincia si es ten d eva per altri d u e terzi
oltre l'a ttu a le confine d i Stato. "E ra n o
altri te m p i " — dice con u n a p u n ta d i
nos ta lgia — "ed ero con ten to d i essere
u n a p p u n ta to d i P S . t o m e ora s on o
fiero d i a ppa rtenere all'AN PS!".
V a s to cord oglio h a su scitato fra i
Soci della S ezione AN PS e fra il pers onale in servizio pres s o la Q u es tu ra , la
s comp a r s a
d el S ocio
S eb astiano
Todes co, a vven u ta il 7 lu glio.
N a to a S ola gna (Vicenza ) il 14 m a g gio 1923, era giu n to a G orizia, p roveniente da lla Q u es tu r a d i Tren to, n el
1971 e si era s u b ito d is tin to per le su e
d oti profes s ion a li ed u m a n e.
Era s tima to ed a m a to d a s u p eriori e
colleghi per la s u a cordialità ed apertu ra vers o gli altri, per il s u o alto s ens o
d el d over e ed a tta cca men to al servizio.
Lascia la moglie, S ignora Silvana e
d u e figli, d i cu i u n o Vice Is pettore della
Polizia d i Stato, i n servizio alla S qu a dra
M ob ile d i G orizia.
AI rito fu neb re h a n n o pres o pa rte
u n a ra p p res en ta n za della S ezione
AN PS con B a n d iera e u n a for ma zion e
d i a genti in u n ifor m e.
Alla ved ova , S ignora S ilva na Tod esco, che h a volu to is crivers i all'ANPS,
la Sezione r in n ova i s en timen ti d i p r ofon da solidarietà ed affetto.
Il 4 ottob re, in u n ris tora nte d i
G a glia no d i C ivida le d el Friu li, si s on o
riu n iti oltre u n centina io d i Soci e fa miliari per u n p ra n zo sociale. G ra diti
os piti il Vice Q u es tore Vica rio D ott.
Ros a rio S a n n in o e cons orte.
H a n n o p res o pa rte al con vito a nche
Soci e fa milia ri delle consorelle d i
U d in e e Trieste.
GO R I Z I A
Il 19 s ettemb re, a ll'Aerop orto d i
Il 10 ottob r e è s comp a r s o il S ocio
Ron ch i d ei Legiona ri, si è ten u ta u n a
A p p . d i P.S. G iova n n i Schepisi.
tocca nte cer imon ia per rendere om a g gio ai resti m or ta li d i 1568 S olda ti itaSi era iscritto all'AN PS n el 1985 perlia ni ca d u ti in Ru ssia nella epica C a mché, d o p o il s u o colloca men to in p en pa gn a d ell'Ar mir o rimpatriati da lla
s ione, volle sentirsi s emp r e a ppa rteG erma n ia , alla pres enza d el Presin en te alla gra nde fa miglia della Polizia
A l ca ro collega M a s tr om on a co i Soci
dente della Rep u b b lica Oscar Lu igi
che a veva s ervito con fedeltà, d ed itu tti r in n ova n o i miglior i a u gu ri. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
zione e alto s ens o d el dovere. E per
Scalfaro, d el M in is tr o della D ifesa e d i
Autorità civili e milita ri.
d imos tr a r e il s u o a tta cca mento alla
As s ocia zione
fece
iscrivere
alla
L'AN PS era ra ppres en ta ta da l Vice
S ezione d i G orizia, qu a li Socie S imp a Presidente della S ezione d i G orizia
tizzanti, a n ch e le su e d u e figlie, p u r se
Tor qu a to B ela rdin elli e d a i C onsiglieri
res identi fu ori da lla Provincia d i G oriC elin, V is in tin , Z oia , C iotti e Panizzi,
con la B a ndiera .
Pu rtrop p o, G iova n n i S chepis i ven n e
colpito da gra ve ma la ttia in va lid a n te
che lo costrinse a tra scorrere i s u oi
giorn i a letto e, spesso, in os peda le.
S entiva viva e p r ofon d a n el s u o
a n im o la gioia d i sostenere le va rie a ttività sociali della Sezione AN PS con
fequ en ti con trib u ti per inizia tive b en efiche a favore d i colleghi a m m a la ti,
ved ove ed orfa n i d i com m il iton i s com pa rs i. U n a rara sensibilità ed u n a m m i revole a tta cca mento alla Associa zione.
Il C onsiglio d i S ezione ed i Soci tu tti
es p r im on o alla ved ova S ignora A l m a
Fratti e alle figlie, C a rmela e G ia nna ,
nonché al figlio G ia mp iero, p oliziotto a
V en timiglia , s inceri s en timen ti d i s olidarietà e p r ofon d e condoglia nze, assicu ra n d oli che il caro collega G iova n n i
sarà ricordato con p r ofon d o
rimpianto.
Per i fu nera li il Presidente della
S ezione ha orga nizza to le on or a n ze
fu neb ri, con la pa rtecipa zione d i Soci,
la B a ndiera e u n a ra ppres enta nza d i
Agen ti in servizio.
Per on ora re la m e m o r ia d el m a r ito
la S ignora Fratti h a offerto L. 7 0 . 0 0 0 a
s os tegno delle attività della Sezione.
La Redazione
di "Fiamme d'Oro"
augura
ELICNE EESTE
A V V I SO A I S I GG.
P R ESI DENT I D E L L E
SEZI ONI A.N.P.S.
Firenze -11/14 settembre 1992 - Gita turistica nelle Dolomiti. Un
gruppo di Soci e familiari in visita alla Scuola Alpina di Moena. Al
centro, in ginocchio: il Pres. Minigrilli, il Cav. Avico ed il Segr. Ec.
della Sez. ANPS di Moena Mazzucco.
30
Gorizia - 19 settembre 1992 - Festeggiato il Socio più anziano.
L'App. P.S. Pompilio Mastromonaco con la targa ricordo offertagli
dalla Sez. ANPS. Alla sua sinistra il V. Questore Dr. Rustja, alla sua
destra il Pres. Bumbaca.
Gorizia - 19 settembre 1992 - Onori ai Caduti in Russia. Una rappresentanza della Sez.
ANPS e di altre Associazioni d'Arma con Bandiere e Labari.
S i c o m un i c a c he dal 7 ot t obre
1 9 9 2 pre sso la P re si de nz a
Naz i o nal e è i n f unz i o ne i l t e l e fax n. 06/775596.
Quant o so pra affinché le
Se z i o n i po ssano i nv i are c o rri spo nde nz a urgent e si a al l a
P re si de nz a Naz i o nal e c h e al l a
R e daz i o ne di " F i a m m e d'Oro " .
31
II C ons iglio d i S ezione ed
GOR I ZI A zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Il 5 n ovem b r e 1992 ricorreva il
s econ d o a nnivers a rio della m o r te del
Socio A p p . d i P.S. V in cen zo Rustja.
Tu tti i Soci m a n ten g on o vivo il
ricord o del collega Ru stja per le su e
d oti elevate d i umanità, d i bontà, d i
es empla re a tta cca men to a l d over e e
per i s en timen ti d i vera a micizia con
cu i si era con qu is ta to l'affetto d i tu tti.
A m a va p r ofon d a men te il s u o la voro,
ta nto d a tra s mettere la pa s s ione d i
poliziotto al figlio Federico che, a r r u ola tos i giova n is s imo, frequentò l'Accad em ia della P.S. e oggi è Vice Q u es tore, C a po d i G a b inetto della Q u es tu ra d i
G orizia.
La ved ova S ignora A n ton ia h a
offerto L. 100. 000 a s os tegn o delle
attività sociali della S ezione e per on orare la m e m o r ia d el ma r ito.
Il 22 n ovem b r e 1992 ricorreva il
p r im o a nnivers a rio della m o r te della
Socia S impa tizza nte G iova n n a Stocco,
ved ova del ma res cia llo A n ton io M a n ca.
i Soci tu tti
ringra zia no la S ignora Iva n a per il s u o
gen eros o ges to ed a s s icu ra no che
en tr a m b i i gen itori s a ra n n o s emp r e
ricordati con p r ofon d o rimpianto e
ta nto affetto.
I Soci della S ezione d i G orizia Io
ricordano
con p r ofon d o r im p ia n to e
r in n ova n o alla ved ova , Signora M a ria
M a rega , la loro affettu osa solidarietà.
La S ignora Castiglione, per on ora re
la m e m o r i a del ma r ito, h a offerto L.
5 0 . 0 0 0 a s os tegno delle attività sociali
della S ezione.
II C ons iglio d i Sezione la ringra zia
per la sensibilità e la generosità d im o strate.
GO R I Z I A
Il 27 d icemb r e ricorre il qu a rto a n n ivers a rio della m or te del Socio A p p . d i
P.S. A ld in o C osatto.
Il 2 4 n ovem b r e ricorreva il p r im o
a nnivers a rio della m o r te del M a resciallo d i P.S. A n ton io Castiglione, va lid is s imo sottu fficiale, che, d u ra n te il
s u o lu n go servizio alla Q u es tu ra d i
G orizia, a veva riscosso l'a mmir a zion e
e la s tima d i s u p eriori e colleghi per la
su a
alta professionalità,
im p eg n o
a ppa s s iona to, s ens o del d overe e
dedizione, qualità che si era no fuse
con le s u e d oti d i umanità e d i affabilità
vers o il pers ona le.
I Soci ed i colleghi tu tti della S ezione
AN PS d i G orizia lo ricordano con s incero affetto e p r ofon d o r imp ia n to e
r in n ova n o alla fa miglia tu tta la loro
solidarietà.
La S ezione AN PS , il 3 0 a gos to nella
C attedrale d i S a n M a r tin o, affollata d i
Autorità, Ra ppres enta nze e Associazion i con B a ndiera , h a c o m m e m o r a to
le tredici vittim e delle recenti stragi
della ma fia .
È segu ita, a l ter min e, la S. M es s a d i
su ffragio celeb ra ta d a l b en emer ito
M on s . D ott. M a r io Fazzi.
La ma n ifes ta zion e, p rea n n u n cia ta
dai ma s s - med ia , è stata com m en ta ta
m ol to fa vor evolmen te. Le Autorità ed i
pres enti h a n n o a vu to pa role d i com p ia cimen to sia per l'inizia tiva che per
l'orga nizza zione ed il con ten u to com m em or a tivo.
MA NT OVA
Il 2 0 s ettemb re la Sezione h a orga nizza to u n a gita in m oton a ve s u l La go
di G a rda .
I n u m e r o s i pa rtecipa nti, a ccomp a gna ti d a i C ons iglieri C arlo C a neo e Raffaello Ta s s otti e d a l Presidente Cav.
A n ton io Tellini, h a n n o es pres s o vivo
a p p r ezza men to per la riuscita della
gita.
Il 19 s ettemb re, a segu ito d i u n
gra ve in cid en te motociclis tico, è deced u to il giova n e B a r tolomeo Felice,
figlio d i S alvatore, S ocio AN PS , a l
qu a le la S ezione es p r ime u m a n a s olidarietà.
Mantova - 8 settembre 1992 - Torneo di calcio "Memorial G. Luca Beltrami". La consegna
di una targa premio ad una delegazione della Sez. ANPS.
MI L A NO
La S ezione AN PS h a effettu ato, n ei
giorn i 2 6 e 27 s ettemb re, u n a gita alla
S cu ola Alp in a della Polizia d i Stato d i
M oen a . La visita, organizzata d'intesa
con la locale S ezione AN PS e la D irezione del C entro, h a vis to la pa rtecipa zion e d i 150 Soci e fa milia ri.
Accolto d a l D irettore del C entro,
G enera le M a r n a n te D 'Inca l, d op o lo
s ca mb io d ei salu ti, il g r u p p o è stato
affidato per la visita al settore dida ttico
e logistico a l Vice D irettore D ott.
An d r ea In n ocen ti.
Q u alificati Is tru ttori, n el p omer iggio
d el 26, h a n n o s volto p r ove d imos tr a tive d i scalate su lla pa rete artificiale
cos tru ita in palestra, con le divers e tecniche in relazione alle difficoltà d i
ascensione, s u s cita ndo vivo interesse
e a mmir a zion e.
Particolare a ttenzione è stata riserva ta ai mezzi d i assistenza in d ota zion e alle s qu a dre d i s occors o a ddette
alla sicu rezza delle piste.
D omen ica 27, al m a ttin o, h a n n o
a vu to lu ogo la visita al C entro S tu di e la
celeb ra zione della Santa M es s a nella
palestra,
officiata
da
M on s ign or
Alb erto Rozzoni, dell'Arcives cova do d i
M ila n o, che d a a n n i cu ra le inizia tive
della S ezione finalizzate al ricordo d ei
C a du ti e dei Soci D efu nti.
Particolare
ringraziamento,
per la
ca lorosa accoglienza, vien e rivolto: al
D ott. In n ocen ti, per la felice p r og r a m ma zion e della visita; al pers ona le della
Scu ola, per il gen eros o im p eg n o; al
Presidente della S ezione AN PS d i
M oen a D u ilio D u r igon ed al Segretario
MA NT OVA
L'8 s ettemb re, a B a gn olo S. V ito,
E ra no p res en ti il Prefetto D r. V in co m u n e della p r ovin cia d i M a n tova ,
cen zo Pellegrini, il Q u es tore D r. M a r io
nel cors o della p r emia zion e dei vin ciM a n zieri, il Segretario N a ziona le Cav.
tori del tor n eo d i calcio " M em or ia l G.
Uff. Alb er to Fiaschetti, n u m er os i F u n Il 29 s ettemb re è stata celeb rata la
Lu ca B eltr a m i" gli orga nizza tori del
zion a ri e D irigenti con le
rispettive
ricorrenza d i S. M ich ele Arca ngelo con
p r em io h a n n o con s egn a to a d u n a
S ignore. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
u n a S. M es s a e il p ra n zo sociale.
delega zione della S ezione, comp os ta
Livorno - 29 settembre 1992 - Festa di S. Michele Arcangelo. Pranzo sociale.
da l Presidente Cav. A n ton io Tellini,
da ll'ex Presidente Cav. Lin o Peretti e
da l Segretario Alb er to S a vino, u n a
targa a ricordo del com p ia n to Presidente Cav. U ff. G u id o Zanca, che per
a lcu ni a n n i h a diretto con a b nega zione
e comp eten za la S ezione AN PS .
L I VOR NO
La figlia Iva n a M a n ca , a nch'essa
Socia S impa tizza nte, h a offerto alla
Sezione L. 5 0 . 0 0 0 per on ora re la
m e m o r ia della m a m m a . zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
32
L UC C A
Pr omotor e d i tale inizia tiva è stato il
signor Ila rio B eltra mi, S ocio b en emer ito, p a d re d el giova n e Lu ca, tragicamen te s comp a r s o. N ell'occa s ione la
S ezione es p r ime a ncora u n a volta al
Socio B eltr a mi la s u a solidarietà ed il
s u o grazie.
Milano 26/28 settembre 1992 - Visita alla Scuola Alpina di Moena. Un momento della cerimonia.
33
D a niele M a s u cco per la pa rtecipa zione
e colla b ora zione.
L'assistenza della Pols tra da lu n go il
percors o è stata lod evole; u n pa rticolare ringraziamento vien e rivolto alla
pa ttu glia d el Repa rto d i Cavalese,
com p os ta d a l S ovrin ten d en te M a u r izio D e Ville e da ll'As s is tente C a po
C la u dio O r la n d o, per la gu id a sicu ra
della colon n a su lle tor tu os e stra de
d olomitich e. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
M ODENA
Il 20 s ettemb re è stata realizzata la
p r og r a m m a ta gita s ocio- cu ltu ra le a
B rescia, alla qu a le h a n n o p res o pa rte
n u m er os i Soci e lor o fa milia ri (54 in
tu tto).
L'iniziativa h a a vu to p ien o su ccesso
ed h a cons entito a i gita nti d i a m m ir a r e
i più imp or ta n ti m o n u m e n t i storici dell'antica città ed u n m u s eo delle a r m i
med ieva li, grazie a n ch e a ll'a u s ilio d i
d u e gu ide ed alla va lid a colla b ora zion e
di qu ella S ezione AN PS , cu i va n n o i
ringraziamenti.
più sentiti
L'ottimo p ra n zo, a b a s e d i specialità
locali, orga nizza to dalla S ezione b resciana, è stato con s u m a to i n u n accogliente locale d i Salò, in riva al lago,
con p ien a s oddis fa zione d i tu tti.
N el p omeriggio, la comitiva h a vis ita to il S a ntu a rio della M a d o n n a d el
Fra s s ino in Peschiera.
MONT ECA T I NI T E R M E
Gli a p p a rten en ti al C ommis s a r ia to
ed alla Sezione AN PS d i M on teca tin i
Ter me h a n n o a p p res o con p r ofon d o
dolore, la s comp a r s a d ell'a mico e collega M a rcello G assarti, Is pettore C a po
in congedo, m o l to con os ciu to in città
ed in p rovin cia s emp licemen te com e
34
Lina era u n p ers on a ggio m o l to n oto
in città, a ven d o in s egn a to nelle scu ole
cittadine per b en 4 0 a n n i ed era stata
per qu es to p r emia ta .
Alla su a b ella età era rimasta lu cidis s ima e giova n e d en tr o; lo si ca piva
dalle su e n u m er os e e b ellis s ime p oesie, per le qu a li a veva otten u to n u m e ros i p r e m i e
riconoscimenti.
Il 14 d icemb r e 1 9 9 1 , n el cors o d el
con vivio sociale in occa s ione della
"Festa d el S ocio", le era stato consegna to l'attestato d i S ocio O n or a r io dell'ANPS, al qu a le ten eva m oltis s im o. In
qu ella circosta nza , allorché il Segretario G enerale Cav. U ff. Alb erto Fiaschetti le consegnò il titolo, disse d i
essere ver a m en te on or a ta d i a ppa rtenere alla gr a n d e fa miglia dell'ANPS,
a nche per on or a r e la m e m o r i a d el s u o
caro Rosario.
ren d ere s icu ra la m on ta g n a con tra s ta n d o il b riga nta ggio, ven n e cos tru ito
vers o la metà d ell'u n d ices imo secolo,
m en tr e la Chiesa, u n b ell'es emp io d i
B a rocco p iemon tes e, fu eretta alla fine
del XV III secolo. L'altare ma ggior e è
dedica to a ll'As s u nzione della Vergine
M a ria . La sera, d op o cena, pa sseggiata a Saint V in cen t e visita al Casinò.
Il 2 6 pa rtenza per C ou r ma yeu r , d a
d ove si a m m i r a la s tu p en d a catena d el
M on te B ia nco. N el p omeriggio, partenza per il rientro a Pa dova .
Si è con clu s a così felicemente la
b ella gita, co n la p ien a s oddis fa zione
d i tu tti i p a rtecip a n ti.
PALER MO
Il
19 a gos to,
n el triges imo della
strage d i Via D 'Amelio, d ove h a n n o
pers o la vita il G iu dice Pa olo B ors ellin o
e gli Agen ti d i scorta Agos tin o Catalan o, W a lter C u sina , V in cen zo Li M u li,
E ma n u ela Loi e C la u dio Tra ina , è stata
effettu ata, nella Chiesa della M a d o n n a
dei Rimed i, la com m em or a zion e u fficiale delle vittime. La cer imon ia è stata
celeb rata da p a d re C la u dio Ferretti,
C a ppella no della Scu ola d i Polizia e da
Padre V in cen zo N oti, con la pa rtecipa zione d el Prefetto, del Q u es tore e delle
m a s s im e autorità civili e milita ri.
S u cces s iva mente le Autorità si s on o
recate s u l lu ogo della strage per
d ep orre coron e d i fiori.
La Sezione AN PS vi h a pa rtecipa to
con u n a ra ppres enta nza e la B a n diera
a ccomp a gn a ta da l Presidente Cav.
M ichele Vella no.
P A DOV A
N ei giorn i 24, 2 5 e 2 6 s ettemb re si è
s volta u n a gita in Va lle D 'Aosta, cu i
h a n n o p a rtecip a to 50 p ers on e tra Soci
e fa milia ri.
Il p omer iggio d el 24 è stato dedica to
alla vis ita della città d i Aos ta , a ntica
capitale delle Alp i, fon d a ta d a i Rom a n i
con il n o m e d i Au gu s ta Pretoria. E videnzia m o l ti resti d el s u o passato:
l'Arco d i Au gu s to; la Porta Pretoria; il
Ponte Rom a n o; la Colleggiata S ant'O rs o e il Tea tro Rom a n o.
Il gior n o su ccessivo, nella ma ttin a ta, vis ita a l Castello d i Fénis.
Su lla s tra da d el ritorno, visita a d u n a
distilleria con a ssa ggio d el "G enepy",
fa mos o liqu or e d i erb e va ldos ta ne.
N el p omer iggio, pa rtenza per il
Passo d el G ra n S a n B er n a r d o con vis ta
del la go e vis ita al M on a s ter o. Il M on a stero, fon d a to d a S a n B ern a rd o per
* * *
"M a rcello".
Palermo -19 agosto 1992 - Cerimonia religiosa nel trigesimo della strage di via d'Amelio.
Una rappresentanza della Sez. ANPS con Bandiera.
Egli d a te m p o era
gra vemen te
L
'
I
1
s
ettemb
re
si
è
s
penta
serenaa m m a l a to e la n otte d el 3 1 a gos to ci
m en te la ca ris s ima s ignora Lina An geha lasciati.
PAR MA
lini, S ocio O n or a r io dell'ANPS, ved ova
Il 1° s ettemb r e n u mer os is s ime perdel C om m is s a r io d i P.S. Rosario Ardizs one si s on o strette a ttorn o alla
Il 2 9 s ettemb re la cer imon ia per la
zone, b a r b a r a men te u cciso in Prato
S ignora Elsa, alle figlie Stefania e
festa d i S. M ichele Arca ngelo si è s volta
nel 1944, a ll'epoca C ommis s a r io preS imon a , alle es equ ie d el loro caro.
nella n u ova ca s erma , che è stata in a u fettizio. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
E ra no p res en ti Autorità civili e m iligu ra ta in occa sione della Festa della
tari, n u m er os i colleghi in u n ifor m e dei
Polizia.
C ommis s a r ia ti d i M on teca tin i e d i
Il comp les s o edilizio è stato b en ePescia e ta n tis s imi Soci della S ezione
d etto d a l Reveren d o D o n Rob erto,
AN PS con la B a ndiera . M a rcello era
p a rroco della Chiesa d i S. M a rco.
Socio da lla fon d a zion e ed era stato
S u cces s iva mente lo stesso sacera nche C onsigliere d i Sezione.
d ote ha celeb ra to la S. M es s a .
E ra no p res en ti a n ch e n u m er os i colE ra no pres en ti il Q u es tore D ott.
leghi e Soci della S ezione d i Pistoia con
E n n io G a u dio, fu n zion a ri e pers ona le
il Presidente.
della Q u es tu ra . La S ezione h a pa rteciLa S ezione AN PS porge n u ova p a to con il gru p p o- b a n d iera , cos titu ito
m en te alla Fa miglia G assani le più
dall'Alfiere G iu lio Lu cchese e d a i Soci
sentite con d oglia n ze per la s comp a r s a
A n ton io Pa pa ru sso e A u gu s to Pizzin.
del loro caro, alle qu a li si u nis ce
E ra no pres enti il Presidente G iova n n i
" F ia m m e d 'O ro". zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Padova - 24/26 settembre 1992 - Gita sociale in Valle d'Aosta. Un gruppo di Soci e familiari.
Ab b ra ccia vento, il V. Pres idente Ita lo
r
3>
V ers o le ore 10.50, si for ma va u n
s u on o d el comp les s o " I l Penta gra mG offi, il C onsigliere S a lva tore Ip p olito,
N el p omer iggio i gita nti h a n n o vis iAlle cerimon ie era no p res en ti il
ove il g r u p p o d ei gita nti ha effettu ato
corteo che, s corta to d a u n a pa ttu glia
m a " , si da n za va fino a ta rda sera.
il Segretario Carlo D i G iova n n i, n u m e ta to Villa C a rlotta , m u s e o d i arte neoQ u es tore, il Prefetto, l'In ten den te d i
u n a b r eve sosta a l M o n u m e n to ai
della Polizia Stradale del D istaccarosi Soci e fa milia ri.
classica e cen tro d i ma n ifes ta zion i cu lFina nza , i C oma n d a n ti dei G r u p p i d ei
C a d u ti ed a ll'a ttigu o M o n u m e n to d ed im e n to d i C a rs oli e a ccomp a gn a to d a l
D op o la cer imon ia i S oci si s on o
tu ra li, e la citta dina d i Tremezzo, pos ta
C a ra b inieri e delle G u a rdie d i Fina nza .
ca to a V olta ; p oi, con la Fu nicola re, i
R I ET I
s u on o d i ma r ce esegu ite dalla B a n d a
ritrova ti per il p ra n zo in u n caratterial centro del La go d i C om o, d i fronte a
La S ezione AN PS è in terven u ta con
Soci h a n n o vis ita to B ru n a te ed a m m i M u s ica le d i Pereto, ra ggiu ngeva la
stico ristorante citta dino. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
B ellagio, in s p len d id a pos izion e solegra to da ll'a lto lo s p len d id o p a n or a m a
la B a ndiera e n u m er os i Soci.
chiesa pa rrocchia le d i San G iorgio,
N ei giorn i 2 2 e 2 3 ottob re Soci e
giata.
della città d i C om o.
d ove pa dre Renzo celeb ra va la Santa
fa milia ri si s on o recati a S orrento,
PER ET O
Il 2 0 pa rten za per Lu ga n o e C a mIl Presidente C a r melo C a lvo ringraM es s a .
d ove si s on o in con tra ti con i Soci d i
p ion e d'Italia, con b r eve visita alla citzia i s u oi colla b ora tori per l'ottima
T R EVI SO
qu ella Sezione. S on o stati trattati va r i
S u b ito d op o il corteo si p orta va al
Il 27 s ettemb re è s ta to s olenneta dina con s os ta a l fa mos o Casinò. Il
orga nizza zione e i pa rtecipa nti per la
p r ob l em i tra cu i qu elli riguardanti il
M o n u m e n to dei C a du ti, d ove ven iva
men te festeggiato S a n M ichele Ar ca n gr u p p o dei gita nti h a p otu to visitare
b u o n a a r m on ia e il rispetto reciproco.
La S ezione AN PS ha orga nizza to
tes s era men to e le iniziative d i p r o m o depos ta u n a cor on a d'a lloro; il S ingelo, Pa trono della Polizia d i Stato.
p oi il cen tro s torico d i Lu ga n o e la
u n a gita tu ristica in Francia e S pa gna
zion e cu ltu ra le e professiona le.
d a co p r on u n cia va u n dis cors o d i
La cer imon ia è inizia ta alle ore
Piazza C entrale, d ove la B a n d a M u s ida l 22 al 3 0 ma ggio.
salu to ed evidenzia va l'opera che la
A l ter min e della riunione il V. Presicale della città h a es egu ito a lcu n i b r a n i
10.00 nei loca li della S ezione, a d d ob SI ENA
D op o ta ppe a V en timiglia , Aix- en Polizia d i Stato s volge n ei p r op r i c o m d en te della S ezione reatina, Cav. E meb a ta per l'occasione con le B a n diere e
mu s ica li.
Provence, N a r b on n e, è stata ra ggiu nta
piti per la sicu rezza d i tu tti i cittadini.
sto Rocci, ha cons egna to il gagliaru n gra nde striscione che evidenzia va i
N el p omer iggio i Soci h a n n o effetB a rcellona . D u ra n te la p er ma n en za
Il 2 8 s ettemb re, nella Chiesa della
detto a l Presidente della S ezione d i
I pa rtecipa n ti si ritrovavano p oi in u n
s imb oli della Polizia.
tu a to il giro del La go d i C o m o attravernella città s on o stati vis ita ti i n u ovis Vis ita zione, a nnes s a alla C a s erma
S orrento, Cav. U ff. M a r io D elfi Fra nci, il
ristorante della zona , d ove ven iva con D op o u n b reve dis cors o d i s a lu to
s a n d o G ra ved on a , C olico, B ella no con
s im i imp ia n ti s p ortivi per le O lim p ia d i
"Piave", è stata celeb ra ta u n a S. M es s a
qu a le, a s u a volta , h a cons egna to alla
s u ma to il p r a n zo.
del Presidente G iorgio Ia n n ola ai preb reve sosta a Lecco ed E rb a.
1992, il Palazzo reale, l'arena, i m u s ei
in on or e d i S. M ichele Arca ngelo. Su cS ezione d i Rieti u n artistico q u a d r o rafN ella circostanza il D ott. N igro s a lu senti, fra cu i il D ott. N igro, V ice PresiIl 2 1 vis ita d i B ellagio, mera viglios a
ed altri lu ogh i d i interesse tu ris tico. La
ces s iva mente, nella stessa C a s erma , è
u n a su ggestiva ved u ta d i
figurante
ta va i p res en ti con significative pa role
dente N a ziona le, il D ott. B a rtoli, ra pcitta dina tu ristica pos ta s u l p r o m o n to pa rtenza da B a rcellona è a vven u ta il
stata in a u gu r a ta u n a palestra per il
S orrento.
che ven iva n o accolte con en or m e
pres enta nte della Q u es tu ra d ell'Aqu irio fra i d u e r a m i del La go, e d i C omo,
p omer iggio del giorno 26, qu in d i,
pers ona le d i P.S. della sede.
en tu s ia s mo e u n lu n go a ppla u s o.
I S oci d i Rieti h a n n o colto l'occala, il S inda co Prof. C a rlo Ia n n ola ,
La giorn a ta si con clu d eva nei loca li
sione per visita re la Reggia d i Caserta
ven iva offerto ai pres enti u n gra dito
della Pro Loco d i Pereto, dove, a l zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
con il p a rco e s u cces s iva mente h a n n o
rinfresco.
effettu ato u n a interessa nte es cu rs ione
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
gu ida ta s u ll'is ola d i C a pri.
L'iniziativa è stata pos s ib ile grazie
a nche a l con tr ib u to conces s o da ll'Assessorato alla C u ltu ra della Regione
Lazio.
Fot o i n v e t r i n a
* zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
R O V I GO
Pereto - 27 settembre 1992 - Festa di S. Michele Arcangelo. La rappresentanza della Sez.
ANPS e la Banda Musicale in corteo verso la chiesa parrocchiale per assistere alla S. Messa.
N ei giorn i 19, 20 e 2 1 s ettemb re la
S ezione h a effettu ato u n a gita sociocu ltu ra le a LLa go d i C omo, Lu ga n o e
C a mp ion e d'Italia, con la pa rtecipa zione d i 4 1 p ers on e tra Soci e fa milia ri.
D u r a n te il percors o s on o state effettu a te d u e soste in termed ie, d i cu i u n a
d i 4 0 m in u ti per visitare Villa O l m o d i
C om o. Si è pros egu ito p oi per Trem ezzo per la s is tema zione in H otel.
Montecatini
Rieti - 22/23 settembre 1992 - Gita sociale a Sorrento e Caserta. Un
gruppo di Soci e familiari in visita al parco della Reggia di Caserta.
36
l'ANPS
Terme
- 27 settembre
Cav. Uff. Alberto
Rovigo -19/21 settembre 1992 - Gita sociale al Lago di Como. Un
Sezione ANPS al Comune
gruppo di Soci e familiari presso Villa Olmo. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
1992 - Nella sala del nuovo
Fiaschetti
consegna
di Montecatini
per
all'Assessore
Teatro Verdi il Segretario
Sig. Raffaele
Generale
del-
Tosi la Targa donata
dalla
riconoscenza.
37
S O C I . . . AMICI S C O M P A R S I zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
VENEZI A
ALOISE SILIO
BALLAR IO ROSA
BASILIO ANGELO
BENINCASA UGO
BICCIATO BRUNO
BISOGNI GERARDO
CAF0RI0 VINCENZO
CALÒ LUIGI
CARINI RENATO
CINTURA TONIO
CITRINITI GIUSEPPE
CONVERSANO VITO
DELLA VENTURA SALVATORE
DE SANTIS FRANCESCO
DIONISIO ALFREDO
FELICIONE ALBERTO
FESTA MARIO
FORTE ODERÒ
FRANZESE VINCENZO
GAETANI LISCO MICHELE
GIOVANNELLI ZITO
GUGLIELMI COSIMO
KOSIR CLAUDIO
LABONIA DOMENICO
LACAGNINA GIUSEPPE
LAURO FERRUCCIO
LAVENA SALVATORE
LETICO LUIGI
LUCIANO MARIO
MACCARELLO IVO
MALAGOLI RENATO
MAUTONE PASQUALE
MIANO SANTO
MONTANARI DINO
NUARA GIUSEPPE
PARIGI ILDO
PERFETTI MARIO
PICCARO GUIDO
POLI ERMELINDO
PREGARZ MARIO
RONI GIUSEPPE
SABATELLI ANGELO
SALVATORE MAURIZIO
SANTOSTEFANO GIACOMO
SCHEPISI GIOVANNI
SERAFINO GIOVANNI
SILERI SILERO
STRATI DOMENICO
VALLEROTONDO LORENZO
VELASIO GIUSEPPE
ZANABONI EMILIO
Venezia - 20 giugno 1992 - Festa della Guardia di Finanza. Le rapTreviso - 22/30 maggio 1992 - Gita sociale in Francia e Spagna. Un
presentanze della Sez. ANPS e di altre Associazioni d'Arma con
gruppo di Soci e familiari. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
Bandiere e Medaglieri. zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
attraversata la s tu p en d a ca tena Pirenaica, i Soci s on o giu n ti i n Fra ncia , a
Lou rdes , d ove h a n n o s os ta to fino a l
giorn o 3 0 . D u ra n te la in d imen tica b ile
p er ma n en za i n detta località è stato
reso oma ggio a l S a ntu a rio della
M a d on n a , p a rtecip a n d o a sentite e
su ggestive cer imon ie religiose.
I pa rtecipa nti alla gita s on o rima s ti
entu sia sti sia dell'orga nizza zione che
delle felici e interes s a nti giorna te tra scorse e a nche d el cortese tr a tta men to
ricevuto nelle va rie città, a ccolti ottim a m e n te a nche d a i va r i p os ti d i Polizia, sia i n Francia ch e i n S pagna.
T R I EST E
È ma n ca ta il 12 n ovem b r e 1992 la
S ignora B r u n a V a rin i Righini, m a d r e d i
Cristina Righini, C onsigliere N a ziona le
dell'AN PS .
La S ignora Righini, Socia e C ons igliere della S ezione, era Assistente d i
l CI. (c) della Polizia F emmin ile.
Ap p a s s ion a ta s portiva , negli a n n i
scorsi a veva pa rtecipa to ai C a mp ion a ti
Fida i A m a to r i s u Pista a Cesenatico
otten en d o d u e med a glie d'oro nelle
specialità
dis co
e gia vellotto,
e
a s s ieme a l m a r ito a i C a mp ion a ti E u rop ei V etera n i a B u da pes t.
D on n a d i eccezionali qualità era
a lta men te s tima ta e b en volu ta d a tu tti.
Al m a r ito e alla n os tra Cristina giu n a
ga n o i s en timen ti d el più p r ofon d o
cord oglio d a pa rte della Presidenza
N a ziona le, d i " F ia m m e d ' O r o" e d i tu tti
i Soci.
6/ 9/1992
11/10/1992
9/10/1992
22/ 9/1992
30/ 8/1992
14/ 9/1992
10/ 9/1992
25/10/1992
24/ 9/1992
1/ 9/1992
10/ 9/1992
12/10/1992
5/ 9/1992
20/ 9/1992
14/ 6/1992
30/ 7/1992
14/ 8/1992
3 1 / 8/1992
8/ 9/1992
17/ 9/1992
25/ 9/1992
29/ 8/1992
25/ 9/1992
3/ 7/1992
5/ 9/1992
15/ 9/1992
20/ 8/1992
6/ 9/1992
10/10/1992
1/ 7/1992
10/ 9/1992
19/10/1992
2 1 / 8/1992
9/ 7/1992
22/ 9/1992
23/ 9/1992
12/ 9/1992
14/ 9/1992
4/ 8/1992
7/10/1992
5/ 8/1992
16/ 7/1992
15/ 8/1992
16/ 8/1992
10/10/1992
3 1 / 7/1992
23/ 9/1992
3/ 8/1992
11 8/1992
6/ 8/1992
25/ 8/1992
VARESE
ASTI
SANREMO
COMO
UDINE
RAGUSA
SASSARI
ANCONA
GENOVA
SASSARI
BOLOGNA
BRINDISI
GORIZIA
PESARO
CAMPOBASSO
BERGAMO
UDINE
COMO
GENOVA
VERCELLI
PISA
BRINDISI
TRIESTE
CREMONA
BOLOGNA
TRIESTE
GENOVA
BELLUNO
GENOVA
CESENA
CESENA
COMO
RAGUSA
CREMONA
ANCONA
COMO
BRINDISI
UDINE
RAVENNA
TRIESTE
TREVISO
EMPOLI
TERAMO
LUINO
GORIZIA
BRINDISI
NETTUNO
CATANZARO
RAVENNA
FOGGIA
CUNEO
IL
MACCARELLO IVO
VELASIO GIUSEPPE
CESENA - 1/7/1992
FOGGIA • 6/8/1992
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCB
ALOISE SILIO
DE SANTIS FRANCESCO
MALAGOLI RENATO
VARESE - 6/9/1992
PESARO - 20/9/1992
CESENA - 10/9/1992
POLI ERMELINDO
PICCARO GUIDO
GAETANI LISCO MICHELE
RAVENNA - 4/8/1992
UDINE - 14/9/1992
VERCELLI - 17/9/1992
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFEDCBA
V I BO V A L E N T I A
D al 9 a l 13 s ettemb re u n g r u p p o d i
Soci e fa milia ri h a effettu ato u n a gita
con itinera rio: Caserta - Firenze - Trieste - G ra do (G O ) - D u in o (TS) - V enezia
- U dine.
La gita, organizzata da lla S ezione
s otto l'egida d el D irettore della S cu ola
Allievi Agen ti d i V ib o Va lentia , V. Q u estore Ciro N ob ile, è p erfetta men te riuscita.
L'accoglienza d ei colleghi in servizio
e i n con ged o delle località visitate è
stata calorosa, m a si ritiene d over os o
segnalare l'ospitalità ver a men te fratema d el D irettore della S cu ola Allievi
Agen ti d i Trieste D r. Fa gia no e d el V.
C ommis s a r io B elmon te della S cu ola
di D u in o, a i qu a li è stata cons egna ta
u n a targa ricordo. La disponibilità d ei
Soci della S ezione AN PS d i Trieste è
stata tota le s otto ogn i p u n to d i vista .
38
Vibo Valentia - 9/13 settembre 1992 - Gita sociale. Un gruppo di Soci e familiari nella Scuola
Ali. Agenti della Polizia di Stato di Trieste. Al centro: il Direttore della Scuola Dr. Fagiano.
PREGARZ MARIO
MONTANARI DINO.
RONI GIUSEPPE
TRIESTE - 7/10/1992
CREMONA - 9/7/1992
TREVISO - 5/8/1992
PARIGI ILDO
ZANABONI EMILIO
BICCIATO BRUNO
FORTE ODERÒ
STRATI DOMENICO
LAURO FERRUCCIO
COMO - 23/9/1992
CUNEO - 25/8/1992
UDINE • 30/8/1992
COMO - 31/8/1992
CATANZARO - 3/8/1992
TRIESTE - 15/9/1992
KOSIR CLAUDIO
LUCIANO MARIO
LABONIA DOMENICO
VALLEROTONDO LORENZO
DELLA VENTURA SALVATORE
DIONISIO ALFREDO
TRIESTE • 25/9/1992
GENOVA - 10/10/1992
CREMONA - 3/7/1992
RAVENNA - 7/8/1992
GORIZIA - 5/9/1992
CAMPOBASSO - 14/6/1992
Acqua, detersivo,
ammorbidente.
Ora aggiungete al vostro bucato
un pizzico di buon senso.
zyxwvutsrqponmlk
Svaniscono senza lasciare traccia. Ogni anno, migliaia d i kilowa tt- ora e molti soldi finiscono in polvere a causa dell'uso imp r op r io dei più comu ni elettrodomestici, come la lavatrice e la la va pia tti.
Ridu rre questo spreco non è solo opportu no e conveniente, ma anche facilissimo. Basta, ad esempio,
u tilizzare lavatrice e la va pia tti i l più possibile a pieno carico, oppu re servendosi del tasto economizzatore, per ottenere u na sensibile
diminu zione dei consumi energetici,
A l tr i piccoli accorgimenti— come usare
sempre i l programma più adatto sen-
za esagerare con le alte temperatu re e
scegliere i detersivi più efficaci— consen-
tono u n u lteriore ris pa rmio d i energia
e d i denaro. Risparmio che cresce an-
cora nel caso d i una corretta manutenzione degli apparecchi, che ne mantenga perfetto i l funzionamento e ne prolu nghi la du rata nel tempo. Questi sono solo alcuni dei consigli che possono aiu tarvi ad
utilizzare correttamente l'energia elettrica, senza errori e senza sprechi. Per saperne d i più, basta spedire
il coupon in basso. L'ENEL sta investendo molte risorse in centrali più efficienti e pulite e nella ricerca
di fonti rinnovab ili. E da sempre offre ai suoi
- j ^ ^ " - Ton7in7rezyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPON
«ato7ric^ zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUT
P
'
P ponto riguarda Illuminazione Domestico.
i i i r r i izyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONMLKJIHGFE
iirrurr
INTELLIGENTE
a r , i c o
i n
....
.
.
.
u tenti ìntormazioni e consulenze attraverso
o r e
e r
N n M F
COGNOME.
VIA
gli oltre 600 uffici aperti al pubblico in tutto il
-N°.
CAP
territorio nazionale. U niamo le nostre ener-
.
UNA NUOVA
SESSO
H
H
ETÀ I I I
„.,„„,
.- ,„• ,,„,„,u.,„„
Ktogliore, compilare e inviare in busta cniuso a:
zyxwvutsrqponmlkjihgfedcbaZYXWVUTSRQPONM
lìm
mi m
|
C A U T E
DI E N E R G I A
gie. I l consumo intelligente comincia da qu i.
.CITTA.
1
E N E L
"
C 0 N S U M 0
intelligente"
**A U. 1 i00198ROMA_
R
N
3

Documenti analoghi