Clicca per scaricare la scheda tecnica

Commenti

Transcript

Clicca per scaricare la scheda tecnica
DESCRIZIONE TECNICA FABBRICATO
DENOMINATO “RESIDENCE DUE VIE”
1. OPERE MURARIE ED AFFINI.
Le fondazioni saranno del tipo continue per tutti i muri perimetrali e di plinti per i
pilastri interni, calcolate per terreno avente portata adeguata.
La struttura portante dei piani superiori sarà formata a telaio da pilastri, solai e travi
che saranno eseguiti secondo i disegni di calcolo appositi, tenendo già in
considerazione le nuove norme antisismiche.
Il solaio di copertura del piano interrato adibito a garage e terrazze esterne sarà
formato da pannelli preconfezionati con fondo in c.l.s., mentre tutti gli altri saranno in
latero-cemento, idonei a sopportare un carico utile netto di 250 kg/mq.
Le murature perimetrali di tamponamento dei piani fuori terra saranno eseguite con
mattoni in cotto tipo POROTHON da cm 30, rivestite con isolamento termico a
cappotto formato da pannelli di polistirene espanso con idonea rasatura di spessore
complessivo non inferiore a cm 10. Finitura di rivestimento colorato scelta dalla Dr.
Lavori.
Tutto ciò sarà idoneo a garantire i coefficienti minimi di isolamento termico previsti
dalla legge n° 10 del 09/01/1991.
L’orditura di tetto sarà eseguita da tramezze e tavelloni con sovrastante manto di
copertura di tegola in cotto, una guaina bituminosa ardesiata da mm 4 posta
sottotegola e isolamento termico in lana di roccia spessore cm. 10 posto sopra al
solaio di soffittatura. Il tetto sarà completo di attacco TV-SAT, lucernario e
comignoli.
La copertura sarà corredata dei vari comignoli per l’esalazione dei fumi, antenne TVSAT e lucernario.
Le pareti che dividono gli appartamenti saranno formate da due murature in mattoni
porizzati da cm 12 e cm 8. Sarà inoltre interposto un isolamento acustico formato da
un pannello idoneo a garantire i coefficienti minimi previsti per legge.
Le pareti divisorie all’interno delle singole unità abitative saranno formate da
tramezze di mattoni forati da cm.8, mentre tutte le divisorie tra le autorimesse al
piano interrato saranno eseguite con blocchi in cemento spessore cm 8 lavorati a
vista.
Le finestre avranno solo il bancale di spessore cm. 8, mentre le portefinestre saranno
dotate di soglia di spessore cm. 4 entrambe in pietra o marmo.
La scala condominiale per accedere ai vari piani sarà rivestita con pedate ed alzate
in pietra o marmo con relativo rampante e battiscopa.
Le pareti interne dei piani di abitazione saranno intonacate al civile e trattate
successivamente con pittura a due mani con tempera semilavabile bianca.
Tutte le pareti perimetrali in c.l.s. e divisorie in blocchi di cemento del piano
interrato, saranno trattate con una mano di tempera semilavabile colore bianco.
Il pavimento del piano interrato per le autorimesse e corsia carrabile sarà in battuto di
cemento e spolvero al quarzo grigio elicoidato.
I pavimenti delle abitazioni saranno in mattonelle di ceramica di prima scelta con
prezzo di listino di € 30,00, con posa diritta per la zona giorno composta da cucina,
soggiorno e per tutti i bagni.
Per la zona notte composta da camere e corridoio sarà posato un parquet prefinito in
listoni di rovere spazzolato da mm 15. Per altri tipi di pavimenti sarà conteggiata a
parte la differenza del loro eventuale sovraprezzo di acquisto e posa.
Le pareti dei bagni delle abitazioni saranno rivestite con mattonelle di ceramica di 1°
scelta , per un’altezza di ml 2.20 circa, mentre per la cucina saranno rivestite due
pareti per un’altezza di circa ml 1.60, il tutto con prezzo di listino di € 30,00 al mq.
I poggioli/terrazze saranno pavimentati con mattonella tipo monocottura antigeliva.
Sotto al pavimento dei piani di abitazione sarà eseguito un massetto di cemento
espanso di spessore cm 6 circa, a copertura delle canne d’impianto e sovrastante
guaina acustica, il tutto a garantire un ottimo isolamento tra i piani stessi rispettando
le normative vigenti in materia.
Lo smaltimento delle acque meteoriche avverrà mediante la raccolta in canali e
pluviali in lamiera preverniciata testa di moro spessore 6/10.
Le colonne di smaltimento delle acque bianche e nere saranno di plastica pesante dei
diametri opportuni fino ai pozzi perdenti posti in proprietà per le prime e al sifone
Firenze le seconde. Quest’ultime saranno collegate alla rete fognaria comunale come
previsto dalle disposizioni vigenti.
Lungo il percorso delle tubazioni saranno predisposti dove necessario, dei pozzetti in
c.l.s. prefabbricati di ispezione. Il fabbricato sarà completo di canne fumarie in
acciaio inox per l’esalazione dei fumi delle caldaie, secondo le norme vigenti.
Tubi in plastica di opportuni diametri saranno disposti per sfiati dei servizi e cucine
fino alle coperture del fabbricato.
2. OPERE IN FERRO E ALLUMINIO.
Le principali opere in ferro sono le cancellate esterne con relativa portina di accesso
pedonale ed il portone di accesso per le auto, griglie per bocche da lupo e ringhiere
poggioli.
In alluminio saranno la porta d’ingresso e le finestre del vano scale.
Le autorimesse saranno chiuse da serrande basculanti in lamiera zincata verniciata
RAL. Porte REI-120 saranno montate a chiusura del vano scala al piano interrato,
come da prescrizioni di legge.
3. OPERE DA FALEGNAME.
Serramenti in legno
Serramenti monoblocco costituiti da:
1)
Telai e porte-finestre in legno di pino di Svezia spessore mm. 65x85 tinta
noce, completi di:
a) gocciolatoio di tenuta con guarnizioni in gomma neoprene;
b) cerniere anuba in acciaio zincato, diametro 14 in numero 3 per anta;
c) chiusura a scomparsa su tre punti per telai e su quattro per porte-finestre;
d) maniglie in cromo satinato del tipo a martellina;
e) fascette fermavetro riportate all’interno per vetro-camera;
f) cornici laterali corpi falso stipite;
g) mano di vernice isolante antifungo e due mani di vernice poliuretanica
semilucida;
h) guarnizioni di tenuta in gomma neoprene sulla battuta;
i) vetro-camera 4/15/4 bassoemissivo e antinfortunistico nella parte bassa,
siliconato all’esterno;
2)
3)
4)
tapparelle di chiusura in alluminio complete di controcassa, cassonetto
alloggio rullo e complete di accessori e motorizzazione;
falsi stipiti per telai in legno o lamiera metallica;
porte interne in laminatino collezione futura MOD. 500/BI cieche lisce con
con anta tamburata spess. mm 44 finitura bianco, complete di stipiti raggio
200, cornici coprifilo piane da 65x10 sia sulle spalle che sui traversi,
serratura magnetica Q.8 interasse 90 mm., tre cerniere anuba e maniglia
finitura cromo-satinata MOD: BETTY.
5)
portoncini blindati per l’ingresso con pennellatura in noce Tanganika
naturale, in cromo satinato e serratura a cilindro europeo, con forte potere
fonoisolante;
6)
7)
tutti i telai di finestre e porte-finestre saranno completi di zanzariera;
è prevista per tutte le unità abitative due aperture a scomparsa, una che
divide il reparto giorno dal reparto notte e l’altra per il bagno padronale.
4. IMPIANTO IGIENCO SANITARIO.
Ciascuna unità abitativa sarà fornita dei seguenti apparecchi sanitari:
bagno padronale:
n. 1 vaso igienici, n. 1 bidet, n. 1 lavabo e n. 1 vasca.
Servizio lavanderia:
n. 1 vaso igienico, n. 1 lavabo/lavatoio, n. 1 attacco lavatrice e n. 1 doccia.
I sopracitati apparecchi sanitari saranno SOSPESI della marca POZZI GINORI serie
FANTASIA DUE o con apparecchi sanitari di altra marca di uguale valore, gli
accessori di complemento e gruppo miscelatore saranno di serie GROHE
EUROSTYLE o altra rubinetteria di altra marca di uguale valore .
La cucina sarà corredata da un attacco per lavello e di un attacco per lavastoviglie
La distribuzione dell’acqua calda sarà data a vasca, doccia, bidet e lavabi e all’attacco
lavello della cucina, mentre l’acqua fredda verrà data a tutti gli apparecchi sanitari e
agli attacchi per lavatrice e lavastoviglie.
Ogni unità sarà corredata di contatori per gas, acqua e ENEL posti in batteria nel
luogo più idoneo.
Saranno predisposti n. 1 rubinetto esterno posto nel luogo più idoneo per le unità
abitative al piano terra con giardino esclusivo, mentre uno sarà posto ad uso
condominiale.
Sarà posto inoltre, n. 1 rubinetto nel garage di proprietà.
5. IMPIANTO RISCALDAMENTO.
Nel fabbricato in questione é previsto un impianto di riscaldamento con centrale
termica condominiale ad esclusione dell’unita’ n. 1 che avra’ l’ impianto
indipendente con le stesse caratteristiche. Le altre unita avranno la gestione autonoma
dei consumi per ogni singola unità immobiliare, ad uso riscaldamento ambienti e
produzione di acqua calda sanitaria.
L'impianto di riscaldamento sarà del tipo a pannelli radianti a pavimento, alimentati
con acqua calda, fornita dalla caldaia, alla temperatura massima di 33°C.
Nei locali ad uso bagno, oltre all’impianto di riscaldamento a pavimento, è prevista
una integrazione termica mediante l’installazione di un radiatore in acciaio, modello
termoarredo, al fine di garantire una temperatura più elevata, se richiesta, rispetto ai
rimanenti locali, ed un eventuale funzionamento dell’impianto per la sola zona
servizi nella media stagione.
Il generatore di calore, sarà certificato a quattro stelle, secondo la direttiva europea
92/42/CE che ne testimonia l’appartenenza alla più elevata classe di efficienza
energetica per i generatori di calore.
Produzione di acqua calda sanitaria
La produzione di acqua calda sanitaria potrà avvenire o direttamente dalle caldaie o
dall'accumulo solare previsto dall’impianto.
Collettori Solari
Per la captazione dell’energia solare il sistema progettato prevede l’utilizzo di
collettori solari del tipo piano, sottovuoto, con superficie captante in rame ad alta
selettività trattata al Nero/Cromo, ideale per un utilizzo annuale nella produzione di
riscaldamento e di acqua calda sanitaria.
La copertura del pannello in particolare, realizzata con un’unica lastra in vetro
temperato antiriflesso da 3,2 mm, assicura un’alta resistenza alla grandine.
TIPOLOGIA DI COSTRUZIONE EDILIZIA
La realizzazione del fabbricato sarà studiata nel rispetto della normativa
energetica esistente con raggiungimento finale di una classe energetica “B”
dell’edificio; EPH = 50,3 KWh/mqa.
6. IMPIANTO ELETTRICO.
L’impianto è in demotica per il pacchetto luci e tapparelle
Tutti i materiali e gli apparecchi impiegati negli impianti elettrici saranno rispondenti
alle relative norme CEI e tabelle di unificazione CEI-UNEL, ove queste esistano e
saranno muniti preferibilmente di marchio di qualità.
I conduttori saranno di primaria marca e dotati di marchio IMQ con le seguenti
sezioni minime:
1,5 mmq
Circuiti luce
2,5 mmq
Circuiti F.M.
6 mmq
Montante da contatore ENEL
Gli apparecchi di comando e prese tipo BTICINO linea LIVING-LIGHTa scelta della
DD.LL, sono completi di placca di finitura di colore bianco. Sul balcone la placca
avrà grado di protezione IP55.
Impianto TV
L’impianto di ricezione TV sarà centralizzato ed adatto alla ricezione dei canali
nazionali principali.
Detto impianto sarà completo di antenna satellitare con una presa per ogni unità
abitativa.
Corsia garage.
Nella corsia di manovra saranno posizionati adeguati punti luce e punti comando
temporizzati luminosi. I punti luce saranno completi di corpo illuminante 1x36W con
grado di protezione IP55 e l’intero impianto dovrà rispettare la normativa vigente.
Vano scala ed ingressi pedonali.
Nel vano scala saranno posizionati adeguati punti luce completi di plafoniere a scelta
della DD.LL. e punti di comando temporizzati luminosi.
Negli ingressi pedonali sono previsti i videocitofoni, mentre l’ingresso del vano scala
avrà il solo citofono; lungo il vialetto di ingresso sono previste due plafoniere con
piantone da terra a scelta della DD.LL.
DOTAZIONE (per ogni unità immobiliare)
Linea di alimentazione dal quadro sottocontatore dell’Ente fornitore di energia
(ENEL).
Quadro sottocontatore con interruttore magnetotermico 2x16A munito di bobina di
sgancio.
Quadro sottoscala con sezionatore 2x25A e interruttore magnetotermico differenziale
2x10A per alimentazione autorimessa.
Quadro appartamento munito di:
1 interruttore differenziale 2x25A Idn 0,03;
1 interruttore magnetotermico 2x10A (luce);
1 interruttore magnetotermico 2x16A (F.M.).
camera matrimoniale:
2
1
1
1
3
1
Punto luce
Punto comando deviato
Punto comando invertito
Presa TV
Predisposizione telefonica
Prese 10 A
eventuale camera secondaria o locale nel sottotetto:
1
2
1
1
3
soggiorno/ingresso:
2
3
1
1
1
1
1
1
1
1
cucina/angolo cottura:
corridoio/disimpegno:
2
2
3
2
1
Punto luce
Punto comando deviato
Predisposizione telefonica
Predisposizione TV
Prese 10A
1
Punto luce
Punto comando deviato
Prese 10A
Presa bivalente 2x10/16A
Presa TV
Presa telefono
Suoneria Din-Don
Pulsante dal pianerottolo per comando suoneria
Video-citofono con comando apriporta
Termostato ambiente
Comando luce scale
1
Punto luce
Punto comando interrotto
Prese 16 A
Prese 10 A
Punto alimentazione caldaia murale con sezionatore
di comando bipolare
Suoneria ronzatore per chiamate interne
1
2
Punto luce
Punto comando deviato
bagno principale e/o secondario:
2
Punto luce
2
Punto comando interrotto
1
1
1
balcone principale:
scelta della
autorimessa:
Presa 10 A
Presa 16 A comandata da interruttore bipolare
Pulsante a tirante (chiamata allarme)
1
Punto luce a parete completo di plafoniera a
1
DD.LL.
Punto presa 10 A con placca IP55
1
1
Punto luce
Punto comando interrotto
7. OPERE ESTERNE.
Tutto il perimetro di proprietà sarà recintato:
l’ingresso costituito dalla portina di accesso pedonale e dal portone per l’accesso
carraio sarà completato nella parte rimanente da muretto in c.l.s. h.50 cm con
sovrastante ringhiera in ferro accompagnata agli accessi sopracitati.
I lavori di sistemazione esterna riguarderanno la pavimentazione comune di pietra e
mattonelle di ceramica antigeliva per l’accesso al vano scala e la formazione
dell’impianto di illuminazione lungo i percorsi pedonali.
Per i terreni esclusivi di proprietà si provvederà alla sola sistemazione con
spianamento del terreno ed alla delimitazione delle parti esclusive con muretti bassi e
sovrastante ringhiera zincata del tipo leggero.
Tale descrizione tecnica può essere modificata a discrezione della Direzione Lavori
senza alterare le caratteristiche fondamentali.

Documenti analoghi