Caccia al cinghiale in battuta distretto 6 area di

Commenti

Transcript

Caccia al cinghiale in battuta distretto 6 area di
___________________________________________________________________________________________
DELIBERA n. 63 del 05.08.2013
OGGETTO: CACCIA AL CINGHIALE IN BATTUTA: DISTRETTO N. 6, AREA DI BATTUTA
DENOMINATA “LA CALIFORNIA”. DETERMINAZIONI
L’anno DUEMILATREDICI il giorno CINQUE del mese di AGOSTO, alle ore 21.30, in Lucca,
nella sede dell’ATC LUCCA 12, Via dello Stadio n. 64, nella sala delle adunanze, si è
riunito il Comitato di Gestione, nominato con Deliberazione della G.P. n. 174 del
02.10.2012, per trattare gli affari posti all’ordine del giorno trasmesso dal Presidente.
Presiede l’adunanza il Presidente Avv. Riccardo Carloni.
Sono presenti n. 10 membri.
Sono assenti n. 0 membri.
PRESENTI
Riccardo CARLONI
Sisto DATI
Luciano BRACCIALI
Giovanni BETTINI
Norberto DALPIAZ
Paolo GIOVANNETTI
Pasquino LUCHINI
Libano NERI
Frediano QUARRATESI
Domenico VERDUCCI
Presidente
Vice Presidente
Segretario
Consigliere
Consigliere
Consigliere
Consigliere
Consigliere
Consigliere
Consigliere
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
SI
Il Presidente, riconosciuto il numero legale degli intervenuti, dichiara aperta la seduta.
Via dello Stadio, 64 – 55100 LUCCA
_______________________________________________________________________________________________________
Prot. n. 63
Lucca, 05.08.2013
OGGETTO: CACCIA AL CINGHIALE IN BATTUTA: DISTRETTO N. 6, AREA DI BATTUTA
DENOMINATA “LA CALIFORNIA”. DETERMINAZIONI.
PREMESSO che nei programmi dell’ATC LUCCA 12 è compresa, per attribuzione di legge,
l’attività di gestione del cinghiale, attuata attraverso un programma che ne imposta gli aspetti
generali, le finalità, le condizioni essenziali, il corretto prelievo venatorio attraverso una
conduzione pianificata, il mantenimento di densità accettabili per la riduzione dell’impatto
sulle coltivazioni agricole e forestali e il conseguimento di livelli di popolazioni sostenibili dal
territorio;
CHE la gestione faunistico venatoria del cinghiale interessa l'intero territorio provinciale,
anche se soggetto a regime di protezione o di vincolo, persegue gli obiettivi indicati nel Piano
Faunistico Venatorio ed è finalizzata al mantenimento delle densità sostenibili determinate
dalla Provincia di Lucca;
CHE l’ATC LUCCA 12 è attualmente dotato di un Regolamento per la caccia al cinghiale,
approvato dal Comitato di Gestione con provvedimento n. 34 adottato nella seduta del
04.04.2013;
CHE nel Distretto di caccia n. 6, operano n. 7 squadre di caccia al cinghiale, a fronte della
disponibilità di n. 8 zone di caccia tra cui quella denominata “La California”;
CHE il responsabile del Distretto n. 6 ha chiesto di assegnare tale zona di battuta alle squadre
del Distretto denominate “La Baita” (n. 28) e “Guamo” (n. 54 La squadra di Tito);
PRESO ATTO che i capo squadra delle suddette squadre concordano sulla proposta del
responsabile del Distretto;
RITENUTO pertanto di assegnare in parti uguali l'area del Distretto n. 6 denominata “La
California” alle squadre di caccia “La Baita” (n. 28) e “Guamo” (n. 54 La squadra di Tito) per
la stagione venatoria 2013/2014 a condizione che le stesse si impegnino ad effettuare
almeno sei battute ciascuna in detta area;
PRECISATO che in caso di calamità naturali può essere riassegnata tale area ad altra
squadra;
DATO ATTO che il presente provvedimento non comporta spesa né adempimenti contabili;
VALUTATA la necessità di procedere;
VISTA la Legge Regionale Toscana 12.01.1994, n. 3 e successive modifiche e integrazioni;
VISTO il Regolamento di attuazione DPGR 26 luglio 2011 n. 33/R;
VISTO lo Statuto dell'ATC LUCCA 12;
VISTO il vigente regolamento per la caccia al cinghiale ;
con voti UNANIMI, espressi in forma palese
1. di assegnare in parti uguali l'area del Distretto n. 6 denominata “La California” alle squadre
di caccia “La Baita” (n. 28) e “Guamo” (n. 54 La squadra di Tito) per la stagione venatoria
2013/2014;
2. di condizionare l'assegnazione di cui al precedente punto 1, all'obbligo che le suddette
squadre di caccia si impegnino ad effettuare almeno sei battute ciascuna in detta area;
3. di precisare che in caso di calamità naturali può essere riassegnata tale area ad altra
squadra;
4. di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa né adempimenti contabili;
5. di dichiarare, per volontà espressa dall’intero Collegio deliberante, il presente atto
immediatamente eseguibile.