Circuit n°1 - Les Pénitents - Syndicat d`Initiative Les Mées

Commenti

Transcript

Circuit n°1 - Les Pénitents - Syndicat d`Initiative Les Mées
P e r c o r s o della Colle
Escursione in un querceto, che si estende fino ad arrivare ai campi di lavanda
e termina con gli uliveti di Les Mées
Partenza : Place de la République
Durata : 5 h / 15 km / 380 m di dislivello
Balisage : gialla
Questo circuito, senza difficoltà, permette di scoprire alcune particolarità geografiche del comune
di Les Mées con le “Plaines” (della Durance) e le “Plaines Hautes” (dell’Altipiano di Valensole), la
sua flora, le sue attività agricole e interessanti viste panoramiche sui diversi massicci montuosi
circostanti (Ecrins, Monges, Estrop, Verdon, Ste. Victoire, Luberon, Ventoux e Montagna di Lure…).
Da ricordare che la “plaine” in Alta Provenza è sempre un luogo piatto ma sopraelevato. La
cosiddetta Plaine, vicina al Canale EDF, è a strapiombo su “le Plan”, dove si trovano “les
Bourelles”. Quello appena descritto è un possibile itinerario, qundi siete liberi di percorrerlo anche
solo in parte. Buona passeggiata a tutti!
1. (31T : 738,466 - 4879,388) Partendo dalla Place des Mées, scendere lungo via della
Liberté per raggiungere 350 m più lontano il CD4 (Les Mées-Oraison). Seguire quest’ultimo per 100
m, poi prendere la strada asfaltata che sale a sinistra per raggiungere il canale di alimentazione della
centrale EDF di Oraison. Questa centrale, definita “ a livello costante” attinge la sua acqua dalla diga
di L’Escale, un canale orizzontale la trasporta fino ad Oraison dove è convogliata in una turbina per
produrre elettricità. Questo canale attraversa le rocce di Les Mées da una parte all’altra per 2770 m,
dove si trova l’uscita del tunnel. Restare sulla via asfaltata che sale fino quasi a raggiungere un
pilone elettrico.
2. (31T : 737,982 - 4878,873) Poco prima del pilone e a sinistra della strada, troverete un
sentiero segnalato in giallo che sale e serpeggia un sottobosco di querce verdi ad una pendenza di
Km 3, 3 circa, dove raggiunge un sentiero più largo che potrete imboccare a sinistra.
A cura del “Syndicat d’Initiative des Mées”. Si prega di non gettare l’opuscolo. Grazie.
3. (31T : 739,607 - 4877,933) Il sentiero lascia la foresta e sbocca su una vasta area dalla
quale si può godere di una splendida vista panoramica sulla valle della Durance e la montagna di
Lure. 550 m dopo, a destra, un sentiero permette di raggiungere le rovine della “ferme de
Chamoye” (in questo luogo, ad inizio secolo, si faceva scuola ai bambini delle campagne circostanti).
Non imboccare questo sentiero ma proseguire tutto dritto fino alla strada asfaltata un centinaio di
metri più lontano. Poi risalire sulla destra fino all’oratorio St Antoine (s’innalza al posto di una
cappella ivi costruita nell’XI secolo) che è possibile scorgere dal colle. Quest’ultimo sfocia
sull’altopiano di Puimichel, che è il prolungamento dell’altopiano di Valensole. A seconda della
stagione, il panorama vi sorprenderà: nel mese di luglio, a perdita d’occhio, i campi di grano e di
lavanda mostrano appieno i loro colori e profumi.
4. (32T : 259,570 - 4877,558) Prendere il sentiero che sale tutto a sud. In cima al monte si
raggiunge il punto più alto del percorso (783 m). Potrete guardare il panorama a 360° e individuare
tutti i massicci circostanti. Questo tratto di sentiero è comune a quello della Colle e della Haute
Montagne. Proseguire il percorso e 900 m dopo, prendere, a destra, la direzione degli Apollinaires
(una cascina in rovina). Attenzione, il cartello non è ben in vista...
5. (31T : 740,283 - 4876,585) A destra del sentiero, a Km 1,6, la cascina in rovina è ormai
ricoperta dalla vegetazione. Il sentiero inizia la discesa tra i giovani cedri del rimboscamento e le
verdi querce, vestigia delle antiche carbonaie. Il sentiero scende sempre più e 400 m dopo gli
Apollinaires, un sentiero segnato da una croce gira brutalmente a sinistra.
6. (31T : 738,953 - 4876,156). Poco dopo, due cartelli indicano la separazione del percorso
della Colle da quello della Haute Montagne. Lasciare il sentiero e imboccare il sentiero che scende a
sinistra. Dopo una discesa abbastanza ripida, si biforca in angolo retto sulla sinistra e la pendenza
diminuisce.
7. Il sentiero raggiunge un altro sentiero, prendere il sentiero che parte a destra e scende
nella valle di l’Aubrespin, strada facendo, avrete il piacere di vedere i primi uliveti.
8. (31T : 737,146 - 4876,132) Arrivati alla strada asfaltata, prendere, a destra, direzione
nord. Gli uliveti aumentano sempre più, testimonianza dell’importanza di questa attività nel
comune di Les Mées. Km 2 dopo, la strada raggiunge il Canale EDF e poco dopo, costeggia delle
rovine: i resti della cappella St Pierre.
9. (31T : 737,295 - 4878,229) Attraversare il ponte numero 7 e costeggiare l’argine destro
del canale fino all’uscita dal tunnel. Raggiungere, quindi, il paese di Les Mées seguendo lo stesso
percorso dell’andata.
Per l’uso del GPS :
Attrezzatura: abbigliamento e scarpe da trekking, acqua, bussola, carta topografica TOP 25 – 3341
OT. Si consiglia l’uso di una carta geografica in scala 1:100.000 per facilitare l’individuazione delle
montagne e dei paesi in lontananza. In via accessoria, ricevitore GPS. Sistema geodetico: WGS 84;
tipo di coordinate geografiche: UTM; unità display: chilometri.
Nota: il comune di Les Mées è a cavallo tra i fusi 31 e 32.
NB: I dati GPS sono puramente indicativi.
Syndicat d’Initiative des Mées
Boulevard de la République - 04190 Les Mées
Alpes de Haute Provence - FRANCE
 04.92.34.36.38 www.lesmees04.com

Documenti analoghi