WORKSHOP CANTIERE MUSICA – LUCIANO TROJA

Commenti

Transcript

WORKSHOP CANTIERE MUSICA – LUCIANO TROJA
WORKSHOP CANTIERE MUSICA – LUCIANO TROJA
Autodidatta sin dall’infanzia, si è laureato in jazz con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio
Corelli di Messina. Ha svolto un lungo percorso di studio con Salvatore Bonafede.
E’ stato il pianista del quartetto Mahanada, con il quale ha pubblicato tre CD e tenuto concerti in
Europa e Stati Uniti, ottenendo importanti riconoscimenti («Top Ten CDs» Cadence, USA, «I
Migliori CD dell’anno» All About Jazz).
In duo, insieme al chitarrista Giancarlo Mazzù ha disegnato un originale, apprezzato percorso sulla
canzone americana, con gli album Seven Tales About Standards Vol.1 e Vol.2 (SplascH 2006, 2008)
e Live at the Metropolitan Room NYC (Slam, 2013) presentati con concerti anche a Londra e New
York.
Da circa un decennio svolge la sua attività tra Italia e Stati Uniti. A New York ha formato il trio
D’istante3 con il sassofonista Blaise Siwula e lo stesso Mazzù, e fa parte anche di altre formazioni,
fra cui il duo con Rocco John Iacovone. Si è esibito al Metropolitan Room, Shapeshifter Lab,
Spectrum, ABC No-Rio, Rockwood Music Hall, Chris Jazz Cafè, e presso prestigiose istituzioni come
la New York University.
Ha ottenuto due nominations all'Independent Music Awards (USA), e i suoi album sono stati
inseriti nelle scelte della critica specializzata dei migliori dischi dell’anno nei magazine Cadence, All
About Jazz, Musica Jazz.
Il suo album per pianoforte solo “At Home With Zindars” ha ottenuto il “Record To Die For 2011”,
della prestigiosa rivista americana Stereophile, assegnato a quelli che sono considerati i migliori
album di tutti i tempi e di tutte le musiche.
Si è esibito, fra gli altri, anche con Barre Phillips, Michael Wimberly, Globe Unity Orchestra.
Nel 2015 ha pubblicato negli Stati Uniti il cd “Beneath the Ritual” (NoFrillsMusic) in trio con Blaise
Siwula e John Murchison, e il cd in duo con l’inseparabile Giancarlo Mazzù dal titolo “Tasting
Beauty” per la etichetta inglese Slam.
Da circa 10 anni coordina a Messina, insieme al batterista Filippo Bonaccorso, il Pannonica Jazz
Workshop, laboratorio per il jazz e la musica creativa.
Dal 2013 è direttore artistico della Filarmonica Laudamo di Messina, la più antica associazione
concertistica della Sicilia.