Sustainable tourism as driving force for

Commenti

Transcript

Sustainable tourism as driving force for
TITOLO
Sustainable tourism as driving force for
promotion of local products
12 maggio 2014
LUOGO E DATA
Rue de vieux marché aux grains 5
1000 Bruxelles
ORGANIZZATORE
Camera di Commercio Belgo-Italiana
Relazione
La conferenza è stata organizzata come evento d’apertura del progetto “TATRA – Tastes of
Trappists: a slow tourism experience”. Il progetto TATRA è un piano della durata di 15 mesi
realizzato da un consorzio internazionale di 7 partner e co-finanziato dalla Commissione Europea.
Esso si prefigge l’obiettivo di promuovere l’identificazione e lo sviluppo di una strategia di turismo
sostenibile nell’area contigua ai monasteri trappisti.
Ha introdotto la conferenza Lucia Sinigaglia (Belgian-Italian Chamber of Commerce – TATRA
Project Manager), descrivendo nel dettaglio il progetto. Il budget previsto è di 322 mila euro, di cui
241 mila finanziati dalla Commissione Europea tramite il CIP, Competitiveness and Innovation
Programme. I partner del progetto, appartenenti a quattro diversi paesi dell’Unione, sono:
•
Belgian-Italian Chamber of Commerce (BEL)
•
Toerisme Vlaanderen (BEL)
•
Toerisme Provincie Antwerpen (BEL)
•
Regio Hart van Brabant (NED)
•
Bierevents (NED)
•
Italienische Handelskammer für Deutschland (GER)
•
Fondazione per le Scienze religiose Giovanni XXIII (ITA)
Gli obiettivi specifici sono, oltre allo sviluppo del turismo sostenibile, la creazione di un ambiente
favorevole alla cooperazione transnazionale tra gli stakeholder del settore turistico; la promozione
dei percorsi ciclabili e di trekking nell’area trappista; la preparazione di pacchetti vacanze integrati
e personalizzabili; la connessione tra i vari partner dal Belgio, dall’Olanda, dalla Germania e
dall’Italia.
Gli attori interessati dal progetto non saranno soltanto le imprese legate all’ambito turistico, ma si
cercherà di coinvolgere tutte le autorità sia a livello locale che regionale nella zona geografica del
progetto, oltre i monasteri e alle abbazie trappisti. Esso, inoltre, porterà grandi vantaggi agli
operatori del settore Horeca, dagli albergatori alle agenzie turistiche. Ad affiancare il piano, è
prevista la creazione di una piattaforma web dove promuovere i pacchetti vacanze attraverso
gallerie virtuali con foto e video delle abbazie trappiste. Tali luoghi diventeranno i centri
d’attrazione principale: la loro storia insieme al tradizionale processo di produzione della birra
1
trappista saranno oggetto di richiamo per i visitatori di tutto il mondo. Verranno infine predisposti
workshop a supporto del capacity building delle Piccole e Medie Imprese.
A seguire, Griet Geudens (Visit Flanders, Belgio) ha esposto quali sono, grazie al progetto TATRA,
le opportunità per le PMI. La promozione di prodotti locali e il turismo sostenibile, secondo
Geudens, sono due facce della stessa medaglia. Il progetto TATRA darà un forte impulso a tutta
l’economia legata al settore Horeca, dando al contempo risalto ai prodotti locali di qualità, stimolo
al mercato delle PMI ed indirettamente a quello del lavoro. Esponendo il caso delle Fiandre,
Geudens ha descritto come che si possa creare un circolo virtuoso tra produttori ed imprenditori
locali, basato sulla vendita diretta a chilometri zero, elemento fondamentale per un turismo
sostenibile, sempre più sinonimo di qualità ed autenticità.
A chiudere la conferenza, Cinzia De Marzo (Unit Tourism Policy, DG Enterprise and Industry –
European Commission) ha fornito un quadro d’insieme sulla nuova politica sul turismo 2014-2020
da parte della Commissione Europea, finanziatrice del progetto TATRA. Il turismo, entrato a far
parte delle competenze cosiddette “di sostegno” dell’Unione Europea dal Trattato di Lisbona del
2009, si prefigge di incoraggiare la creazione di un ambiente propizio allo sviluppo delle imprese
nel settore del turismo e favorire una migliore cooperazione tra gli Stati membri, in particolare
attraverso lo scambio delle buone pratiche. Sfortunatamente, i fondi previsti dalla Commissione
sono ancora molto contenuti per quanto riguarda il settore turistico nello specifico, nonostante
l’Europa sia, secondo le statistiche, l’area col maggiore flusso di visitatori di tutto il pianeta. De
Marzo ha precisato che altri programmi, come Horizon 2020, possono fornire indirettamente fondi
a sostegno delle piccole e medie imprese nell’ambito turistico.
Infine, secondo il documento della Commissione Europe 2020: a strategy for European Union
growth anche la crescita dell’industria turistica dovrà rispettare i concetti di sostenibilità ed
inclusività. Temi quali l’ambiente e il lavoro sono pertanto estremamente connessi, proprio come
nel caso del progetto TATRA, che combina infatti lo sviluppo locale con il turismo eco-sostenibile.
LINK
CCITABEL - Tastes of Trappistes: a slow tourism experience
Eseguito da:
Marco Manca
UNIONCAMERE DEL VENETO
Delegazione di Bruxelles
Av. de Tervueren 67 - B - 1040 Bruxelles
Tel. +32 2 5510490
Fax +32 2 5510499
e-mail: [email protected]
2

Documenti analoghi