oculistica - CLETAMEDICA

Commenti

Transcript

oculistica - CLETAMEDICA
Quando rivolgersi
Per saperne di più su patologie
all’ Oculista
e sintomi visita il sito:
OCULISTICA
www.mydoctorplus.it
Dott.ssa Alessia Gariazzo
La salute dell'occhio é fondamentale per
conservare la propria capacità visiva, essenziale per la qualità della vita e l’autonomia personale. Per mantenerla, é necessario sottoporsi a controlli medici periodici
mirati a prevenire e diagnosticare l'insorgere di eventuali problemi.
In età adulta i pazienti dovrebbero sottoporsi a visite oculistiche:
Dott. Ugo Balcet
ogni 5 anni fino ai 39 anni, in caso di familiarità per patologie oculari
in ogni caso ogni 4 anni a partire dai 40
anni, ogni 2 anni a partire dai 60 anni, ed
ogni anno dopo il 65 anno di età
ogni 1-2 anni, a seconda delle esigenze
visive e delle condizioni di salute generale
(ipertensione arteriosa sistemica, diabete
mellito, malattie reumatiche, terapia con
farmaci sistemici che condizionano la salute degli occhi)
È in ogni caso raccomandata una visita
intorno ai 40 - 45 anni per valutare i primi
problemi di presbiopia (difficoltà alla lettura
da vicino) e dopo i 50 anni come prevenzione per il glaucoma (danno progressivo
del campo visivo e del nervo ottico spesso
associato a pressione alta degli occhi).
Oltre 3100 patologie e 830
sintomi descritti in modo chiaro e
semplice
Via della Repubblica 6 Biella
Telefono 015-22011
www.cletamedica.it
e-mail: [email protected]
Patologie comuni
Miopia, congiuntivite, orzaiolo, sono malattie
molto frequenti a tutte le età. Ma con l’aumento della vita media, cataratta, glaucoma,
retinopatie, diventano le malattie oculari più
frequenti. La cura degli occhi si fonda su
principi di prevenzione di facile intuizione,
come le regole di igiene elementare (evitare
di trasportare particelle virali da una lesione erpetica dalle labbra agli occhi, servirsi
di garza sterile se si deve rimuovere un corpo estraneo, proteggersi dai raggi solari diretti o dall’esposizione a scintille in ambiente
lavorativo, non forzare eccessivamente la
vista). Nel caso delle patologie croniche come il glaucoma e le retinopatie è necessario
che il paziente rispetti i controlli programmati
e si attenga alla terapia e alle norme
di prevenzione prescritte. In caso di sintomi importanti come la comparsa di foschia o
di lampi di luce nel campo visivo, possibili
segnali di retinopatia , la perdita saltuaria del
campo visivo e la comparsa di arrossamento
persistente, sintomo di glaucoma, è d’obbligo consultare il medico con sollecitudine.
Chirurgia
Visite ai bambini
Nella sala chirurgica di Cleta Medica, dotata di filtro assoluto di sterilità dell’aria, si
eseguono interventi chirurgici in anestesia
locale di blefaroplastica superiore, correzione di malposizionamenti della palpebra
(ectropion, entropion), asportazione di calazi e neoformazioni palpebrali con esecuzione di esame istologico.
La diagnosi precoce di un problema oculistico migliora la prognosi e rende più efficace la riabilitazione visiva. Ad esempio: la
presenza di una cataratta congenita ha
buone possibilità di riabilitazione visiva se
trattata più precocemente possibile.
Uno strabismo (occhio deviato) può essere
segno di patologie gravissime (tumore retinico, patologie neurologiche), ma molto più
frequentemente essere espressione di un
deficit visivo. La sua precoce correzione
sicuramente favorisce il trattamento, spesso scongiurando un intervento chirurgico.
Bisogna tenere conto che è spesso difficile
per il genitore capire se è presente un difetto visivo.
Nei bambini, in assenza di sintomatologia,
é consigliabile una visita oculistica:
prima dei 3 anni (ingresso alla scuola materna)
prima dei 6 anni (ingresso alla scuola elementare)
ogni 1-2 anni, secondo il parere del pediatra e/o oculista curante fino ai 14 anni

Documenti analoghi