Scaling e CSR-DU all`interno della procedura di

Commenti

Transcript

Scaling e CSR-DU all`interno della procedura di
SCALING E CSR-DU ALL’INTERNO
DELLA PROCEDURA DI VERIFICA
DELLO SCENARIO DI ESPOSIZIONE
DA PARTE DELL’UTILIZZATORE A
VALLE
Roberto Carletti
Laboratorio Valorizzazione delle risorse nei sistemi
ENEA
produttivi e territoriali
UTILIZZATORI A VALLE E SCENARI DI
ESPOSIZIONE
Riferimenti normativi
VERIFICA USI/CU
Articolo 37.5
Ogni utilizzatore a valle identifica e, se opportuno, raccomanda misure appropriate
che consentono di controllare adeguatamente i rischi identificati:
a) nella scheda di dati di sicurezza loro fornite
b) nella propria valutazione della sicurezza chimica
c) Nelle informazioni sulle misure di gestione rischi che gli sono state fornite a norma
dell’articolo 32.
CSR-DU
Articolo 37.4
L’utilizzatore a valle di una sostanza in quanto tale o in quanto componente di una
miscela predispone una relazione sulla sicurezza chimica a norma dell’allegato XII per
qualsiasi uso che si discosti dalle condizioni descritte nello scenario di esposizione, o
se del caso, nella categoria di uso o di esposizione, comunicategli in una scheda di dati
di sicurezza o per qualsiasi uso sconsigliato dal suo fornitore
TERMINI USATI E ABBREVIAZIONI
SE: SCENARIO DI ESPOSIZIONE
SDS: SCHEDA DI SICUREZZA
SDS EXT: SCHEDA DI SICUREZZA ESTESA
CU: CONDIZIONI D’USO
RMM: MISURE DI GESTIONE DEL RISCHIO
CO: CONDIZIONI OPERATIVE
DU: UTILIZZATORE A VALLE
CSR: RAPPORTO DI SICUREZZA CHIMICO
CSR-DU: RAPPORTO DI SICUREZZA CHIMICO
PREPARATO DALL’UTILIZZATORE A VALLE
VERIFICA SUGLI USI ALL’INTERNO DELLO SE
NO
USI INCLUSI
1. Contattare il fornitore
2. Cambiare il fornitore
3. Sostituire la sostanza
4. CSR-DU
SI
USI
SCONSIGLIATI
NO
SI
CU INCLUSE
CU
NO
IMPLEMENTATE
SI
NESSUNA ULTERIORE AZIONE
USO DELLA SOSTANZA
PERMESSO
SI
NO
PROCEDURA
SCALING
VERIFICA DELLE CU (SCALING)
PROCEDURA SCALING
NO
Scaling possibile
SI
ESEGUIRE SCALING
USO DELLA
SOSTANZA
PERMESSO
SI
RISCHIO
CONTROLLATO
1. Contattare il fornitore
2. Cambiare il fornitore
3. Sostituire la sostanza
4. CSR-DU
(*)
NO
MODIFICA DELLE CU (RMM, CO)
ESEGUIRE SCALING
SI
RISCHIO
CONTROLLATO(*)
NO
(*) RCRDU<RCR FORNITORE
VERIFICA DEGLI USI DEL DU
1) Verifica degli usi identificati
a) SDS Sezione 1.2
b) SE sezione 1
2) Verifica dei processi/attività usando i codici PROC/ERC e la sezione 1 dello SE
VERIFICA DELLE CU (RMM, CO)
CO Fornitore
sezione 2 dello SE
CO proprie
Personale tecnico in loco
DIRETTIVA AGENTI
CHIMICI (CAD)
DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE
AMBIENTALE
sezione 2 dello SE
CONFRONTO DELLE RMM (TIPOLOGIA ED EFFICACIA)
Efficacia: misura della
riduzione
dell’esposizione ottenuta
con la data RMM
Tipologia: tipo differente
di misura di gestione del
rischio
SCALING: QUANDO SI PUO’ OPERARE
LE CONDIZIONI NECESSARIE CHE IL FORNITORE DEVE COMUNICARE
SONO PRESENTI ALL’INTERNO DELLO SE E IN PARTICOLARE NELLA
SEZIONE 4
METODO MATEMATICO CHE DEVE ESSERE UTILIZZATO
(FORMULA, SITO WEB, TOOL, MODELLO STESSO)
PARAMETRI CHE POSSONO ESSERE USATI NEL PROCESSO
LIMITI DELLO SCALING
SCALING ENEA
L’ENEA IN COLLABORAZIONE CON IL MISE, ALL’INTERNO DELL’HELP DESK DEL MINISTERO, METTE A
DISPOSIZIONE DELLE IMPRESE ITALIANE E SOPRATTUTTO DELLE PMI UN SERVIZIO DI SCALING
http://reach.sviluppoeconomico.gov.it/helpdesk
Informazioni
necessario
per lo Scaling
1. la Scheda Dati di Sicurezza (SDS) della sostanza per la quale si chiede di effettuare lo scaling, comprensiva
degli Scenari di Esposizione (SE)
2. una descrizione sommaria del ciclo di lavoro che ha luogo in azienda, comprensiva delle condizioni
operative e delle misure di gestione del rischio.
3. i dettagli di contatto (e-mail e telefono) del referente cui richiedere eventuali informazioni aggiuntive.
In assenza dei dati sopra richiesti il servizio non può essere fornito
USI E CU CONTROLLATI: COSA FARE
IN QUESTO CASO NON SONO PREVISTE ULTERIORI AZIONI, IL DU
PUO’ USARE LA SOSTANZA PER QUEL DATO USO A QUELLE CU
ELENCATE
RIMANE IL DOVERE DI DOCUMENTARE IN FORMA SCRITTA IL
CONTROLLO E LE AZIONI CHE IL DU PUO’ AVER MESSO IN ATTO PER
ADERIRE ALLO SE RICEVUTO
SE IL DU PREPARA SDS PER I PROPRI CLIENTI ALLORA DEVE
INSERIRE TUTTE LE INFORMAZIONI NECESSARIE PER LA SICUREZZA.
USI SCONSIGLIATI: COSA FARE
Se nella sezione 1.2 della scheda di dati di sicurezza si specifica che il vostro uso è
sconsigliato, comunicate con il vostro fornitore.
Dopo aver confermato che l'uso è sconsigliato, prendete in considerazione le
seguenti possibilità:
interrompere l'uso della sostanza in quanto tale
o in quanto componente di una miscela
passare a un fornitore che ha contemplato il
vostro uso con le necessarie misure di gestione
dei rischi
intraprendere una relazione sulla sicurezza
chimica dell'utilizzatore a valle per verificare che
l'uso sia sicuro (CSR-DU)
USI NON CONTEMPLATI: CSR-DU
Prima va effettuato il controllo sulle possibili esenzioni
(articolo 37,4)
4 OPZIONI POSSIBILI PER IL DU
1. notificare il vostro uso al fornitore al fine di renderlo un "uso identificato" e
incluso nella sua valutazione della sicurezza chimica
2. sostituire la sostanza con una sostanza differente per la quale non è richiesto uno
scenario d'esposizione o per la quale sono disponibili uno o più scenari
d'esposizione che contemplano i vostri usi. In alternativa, sostituire il processo
con un processo che non richiede l'impiego della sostanza
3. trovare un altro fornitore, che fornisca una scheda di dati sicurezza per la
sostanza e uno scenario d’esposizione che contempla il vostro uso
4. preparare una relazione della sicurezza chimica dell'utilizzatore a valle (CSR-DU)
USI NON CONTEMPLATI: CSR-DU
OBBLIGO DI INFORMAZIONE ALL’ECHA NEI SEGUENTI CASI:
• PREPARAZIONE DI UNA CSR-DU
• ESENZIONE DELLA CSR-DU PER TON < 1 T. O PER USO IN ATTIVITA’ DI
RICERCA (PPORD).
COSA E’ UNA CSR-DU
E’ UNA VALUTAZIONE DELLA SICUREZZA CHIMICA PER UN DATO USO
VANTAGGI DI UN CSR-DU VS CSR
• NON DEVONO ESSERE CONDOTTE VALUTAZIONE DEI
PERICOLI (GIA’ PREVISTE NELLA SEZIONE 1-8 DI UN CSR)
• SONO INSERITI SOLO GLI USI NON PREVISTI DALLO SE DEL
FORNITORE
• NON DEVE ESSERE UTILIZZATO IL SOFTWARE IUCLID
• NON DEVE ESSERE TRASMESSA ALL’ECHA (MA SOLO TENUTA
A DISPOSIZIONE PER EVENTUALI CONTROLLI)
CSR-DU
Uso dei modelli (TRA, STOFFEN, CONSEXPO, etc)
RCR = ESPOSIZIONE/ DNEL (PNEC)
RCR < 1
COMUNICAZIONE VERSO ECHA
1. MODULO WEB ATTRAVERSO LE PAGINE DEDICATE AI DU DEL
SITO WEB DELL’ECHA: MODALITA’ RACCOMANDATA SE NON SI
HA DIMESTICHEZZA CON IUCLID
2. ATTRAVERSO REACH-IT/IUCLID: MODALITA’ CONSIGLIATA AI DU
CHE SONO GIA’ UTENTI DI IUCLID CHE VOGLIONO MANTENERE
TRACCIABILITA’ DELLA LORO REGISTRAZIONE
INFORMAZIONI DA FORNIRE
• DATI IDENTIFICATIVI E DI CONTATTO
• NUMERO DI REGISTRAZIONE DELLA SOSTANZA
• IDENTITA’ DEL FORNITORE
• BREVE DESCRIZIONE DELL’USO E DELLE CU
RIFERIMENTI
Practical Guide for DU CSR , ECHA, 21 May 2015
http://echa.europa.eu/documents/10162/21878363/enes_8_practical_guide_du_en.pdf
Guidance for downstream users, Version 2.1 ,October 2014
http://echa.europa.eu/guidance-documents/guidance-on-reach
ECHA - Industry Follow up discussion on Scaling Exchange Network on
Exposure Scenarios (ENES8)
http://echa.europa.eu/view-article/-/journal_content/title/eighthmeeting-of-the-echa-stakeholder-enes-8
GRAZIE PER
L’ATTENZIONE

Documenti analoghi