10 Distorsioni nelle tecniche di scaling

Commenti

Transcript

10 Distorsioni nelle tecniche di scaling
DISTORSIONI NELLE
TECNICHE DI SCALING
Metodi ricerca
comunicazione
ria
mo
e
o-m
Pr
X - Scaling: distorsioni
1
Scale auto-ancoranti
• Non è il ricercatore che – sulla base delle
risposte – colloca R lungo la scala (cfr.
Thurstone, Likert, Guttman);
MA R stesso si colloca, si “auto-ancora” ad una
delle categorie della scala.
• Poche categorie (di solito quelle estreme,
talvolta anche quella centrale) sono indicate con
etichette verbali; tutte le altre sono
rappresentate da caselle o cifre.
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
2
1
ria
mo
e
o-m
Pr
Metodi ricerca
comunicazione
ria
mo
e
o-m
Pr
differenziale semantico
X - Scaling: distorsioni
3
Scala Cantril (1962)
• R deve attribuire punteggi
da 1(min favore) a 10 (max
favore) rispetto ad un
oggetto cognitivo, un
personaggio o una frase
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
4
2
ria
mo
e
o-m
Pr
Altre scale auto-ancoranti
Esempio: scala di autocollocazione politica
1
sinistra
2
3
4
5
6
7
8
9
10
destra
Scale autografiche
L’intervistato traccia una tacca su un segmento già disegnato
VALUTAZIONE DEL PROPRIO STATO DI SALUTE
ottimo
Metodi ricerca
comunicazione
ria
mo
e
o-m
Pr
pessimo
X - Scaling: distorsioni
5
Fra le scale auto-ancoranti vi è il Termometro dei sentimenti
L’intervistato deve distribuire una serie di oggetti in una scala da 0° (massima
ostilità) a 100° (massimo favore)
Metodi ricerca
comunicazione
100°
favore
95
90
85
80
75
70
65
60
55
50°
indiffer
45
40
35
30
25
20
15
10
5
0°
ostilità
X - Scaling: distorsioni
6
3
SCALE AUTO-ANCORANTI (differenziale semantico, sc. Cantril, termometro dei
sentimenti, scale di autocollocazione…) E AUTOGRAFICHE.
=
Non c’è unità di misura intersoggettiva e replicabile
Occorre la collaborazione di R che valuta il suo stato sulla proprietà, con
tecniche lontane dalle operazioni a lui abituali
↓
a) Può capire male il suo funzionamento;
b) Ciascun soggetto può concepire in maniera diversa min, max e categ.
intermedie.
Es.: scala di autocollocazione politica: 0 = sinistra; 10 = destra
R1 e R2 si collocano entrambi a 3, ma R1 è PD e R2 è dei Verdi.
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
7
Esempio: scala di autocollocazione politica
1
sinistra
2
3
4
5
6
7
8
9
10
destra
Oggi: crisi del continuum sinistra-destra:
Per molti elettori in Italia: vi sono 2 destre (una
ex-fascista ed una berlusconiana), 3 destre
(idem + Lega), 2 sinistre; il centro non è su
posizioni intermedie ma è su una dimensione
diversa; esistono 2 centri (quello erede della DC
e la Lega), etc.
(cfr. Gangemi in Cannavò-Frudà 2007, 277)
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
8
4
Una distorsione frequente nel “termometro dei
sentimenti” (e in altre scale autoancoranti)
Tendenza psicologica
generalizzata
Molti intervistati non considerano l’intera scala (da 0-100), ma solo i punteggi bassi,
oppure intermedi, oppure alti MALGRADO la differenza semantica degli
oggetti/soggetti da valutare:
es:
- destra / sinistra
- tradizionalisti / moderni
religiosi / secolarizzati
- pubblici / privati
- centrali / periferici
- vecchi /nuovi
etc
•
•
NON FEDELTA’ DEI DATI
(p. es. il singolo intervistato attribuisce tutti punteggi alti a oggetti
cognitivi sia tradizionalisti sia moderni si appiattiscono le proprie
differenze di valutazione
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
9
Rimedio:
La deflazione
In termini semantici:
• Quella tendenza causa l’infedeltà dei dati
• a ciascuna valutazione espressa dall’intervistato va tolta quella sua
tendenza psicologica generalizzata
In termini matematici:
• La tendenza dell’intervistato è assimilata alla media dei suoi punteggi;
• Ad ogni punteggio dato dall’intervistato (punteggio facciale) si sottrae la
media dei punteggi dati dallo stesso intervistato
PUNTEGGIO FACCIALE - MEDIA
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
10
5
PUNTEGGI DI BELGIOIOSO
facciali
scarti media
Parrocchie, movimenti religiosi cristiani
Imprenditori
Commercianti
Volontariato
Scuola
Magistratura
Militari
Ecologisti
Pacifisti, “no global”
Extra-comunitari
Omosessuali
Sindacati
Islamici
Cooperative sociali
Partiti
RAI
Mediaset
Polizia
Organizzazioni politiche studentesche
Pro-loco
Gruppi che praticano sport
Collettivi autogestiti
Metodi ricerca
comunicazione
90
100
95
95
100
100
100
100
100
85
85
90
80
100
90
95
95
100
-4
6
1
1
6
6
6
6
6
-9
-9
-4
-14
6
-4
1
1
6
90
90
100
95
-4
-4
6
1
X - Scaling: distorsioni
Media = 94
11
Le distribuzioni di casi diversi hanno variabilità diverse scarti-tipo diversi.
Poiché dobbiamo confrontare tutti i casi, occorre neutralizzare la diversità degli
scarti-tipo = gli scarti dalla media vanno normalizzati per lo scarto-tipo
(PUNTEGGIO FACCIALE – MEDIA) / SCARTO TIPO
0
0
0
Metodi ricerca
comunicazione
Belgioioso
100
Equilibrino
100
Achille
Valuta la
dispersione intorno
alla media (v.
variabili cardinali in
analisi
monovariata).
È detto anche
‘scarto quadratico
medio’ o
‘deviazione
standard’
100
X - Scaling: distorsioni
12
6
PUNTEGGI DI BELGIOIOSO
facciali
scarti media scarti normaliz
Parrocchie, movimenti religiosi cristiani
Imprenditori
Commercianti
Volontariato
Scuola
Magistratura
Militari
Ecologisti
Pacifisti, “no global”
Extra-comunitari
Omosessuali
Sindacati
Islamici
Cooperative sociali
Partiti
RAI
Mediaset
Polizia
Organizzazioni politiche studentesche
Pro-loco
Gruppi che praticano sport
Collettivi autogestiti
Metodi ricerca
comunicazione
media
scarto-tipo
90
100
95
95
100
100
100
100
100
85
85
90
80
100
90
95
95
100
-4
6
1
1
6
6
6
6
6
-9
-9
-4
-14
6
-4
1
1
6
-0,7
1,0
0,2
0,2
1,0
1,0
1,0
1,0
1,0
-1,5
-1,5
-0,7
-2,3
1,0
-0,7
0,2
0,2
1,0
90
90
100
95
-4
-4
6
1
-0,7
-0,7
1,0
0,2
NB:
La procedura per il
sig. Belgioioso va
applicata anche a
tutti i punteggi sul
termometro di tutti
gli altri casi;
94
6,0
X - Scaling: distorsioni
13
DEFLAZIONE: calcoli per riga
Rai
Belgioioso
Equilibrino
Achille
Metodi ricerca
comunicazione
95
50
90
Mediaset Etc
95
45
10
…
…
…
Media
94
50
50
Scartotipo
6
10
15
X - Scaling: distorsioni
14
7
Scale con categorie ordinate
(= senza considerare la distanza di una categoria dalle
altre):
es. Scale Likert
«Le industrie danno
lavoro e ricchezza: non
ci si deve lamentare per
un po’ di polvere nera
sui balconi».
completamente abbastanza
d’accordo
d’accordo
Metodi ricerca
comunicazione
Incerto
abbastanza completamente
in
in disaccordo
disaccordo
X - Scaling: distorsioni
15
ESTRAZIONE SOCIALE DELL’INTERVISTATO
CONDIZIONI SOCIALI
Basse
Medie
Alte
Non comprendere le frasi e/o non saperle
intrecciare con le categorie di risposta
SPESSO: non corrispondenza fra schemi di
riferimento,
linguaggio
del
ricercatore/intervistatore
e
quelli
dell’intervistato adesione passiva ai quadri
di riferimento del ricercatore
Comprensione “a sprazzi” (il controllo
intellettuale non è costante)
Comprensione ma fretta o superficialità
RAGIONI LESSICALI
Es. In alcune culture sono sinonimi “Molto d’accordo” e “Abbastanza
d’accordo”.
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
16
8
SCALE CON CATEGORIE ORDINATE
IN GENERALE
La riduzione in categorie spesso semplifica “la realtà” stati
significativamente diversi nella stessa categoria.
Distorsioni = somma delle distanze di ciascun caso dalla categoria a lui più
vicina.
Molto
Metodi ricerca
comunicazione
Abbastanza
Poco
Per nulla
X - Scaling: distorsioni
17
Interpretazione, attenzione, etc. non tutti i casi scelgono la categ. più
vicina
Molto
Metodi ricerca
comunicazione
Abbastanza
Poco
X - Scaling: distorsioni
Per nulla
18
9
Distorsione massima nelle dicotomie.
sì
no
INFATTI:
a) le distanze sono più lunghe;
b) Errore materiale attribuzione dello stato opposto;
c) Molte “non risposte”;
d) Problemi di analisi dei dati: perdita/distorsione di informazioni relative
all’associazione fra 2 proprietà continue registrate come dicotomie.
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
19
CLASSIFICAZIONE CURVILINEA
«Il voto è il solo modo in cui la gente come me può avere qualche
influenza sulle decisioni politiche»
Gelsomino ritiene che
ci sono molti altri modi
per essere
politicamente efficaci
«Per nulla
d’accordo»
Margherita ritiene
che neppure il voto
possa essere
efficace
Il ricercatore attribuendo la stessa classe alla risposta di Gelsomino e a
quella di Margherita li considera collocati nella stessa posizione, mentre
invece si trovano su collocazioni semanticamente opposte.
Gelsomino
Margherita
Gelsomino
Margherita
RIMEDIO: frase su posizioni estreme è difficile trovare soggetti che la
considerino troppo moderata:
Es.: «La gente come me non avrà mai alcuna
influenza sulle decisioni politiche».
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
20
10
Altro esempio di curvilinearità:
«Le cerimonie e i riti sono da considerarsi il fondamento
della vita religiosa»
Possono dichiararsi “Molto d’accordo” sia il credente
ritualista sia il miscredente anti-clericale
RIMEDIO:
Frase estrema: «Vi è una realtà soprannaturale al di là
della vita terrena»
Il credente risponde “Molto d’accordo”, il miscredente “Per
nulla d’accordo”
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
21
Un altro modo per prevenire la curvilinearità:
2 Frasi contrapposte a scelta forzata
Se riesci ad andare avanti, il
lavoro diventa più gratificante
Metodi ricerca
comunicazione
Questi pian piano ci spremono
come limoni e quando saremo ben
spremuti ci manderanno via.
X - Scaling: distorsioni
22
11
RESPONSE SET
ORGANIZZAZIONE DELLE SCALE
Vantaggi sc. Likert:
• risparmio di tempo
• molte informazioni
• forma di chiusura che consente ad R un minimo di articolazione del
suo punto di vista, rispetto alla cruda dicotomia sì/no,
d’accordo/contrario.
Le risposte alle sc. Likert in genere sono facili e rapide vengono
sottoposte molte scale molte informazioni in poco tempo. MA lunghe
“batterie” di sc. Likert fretta di I, noia di R, etc. Routinizzazione, R
risponde meccanicamente, senza fare attenzione al contenuti delle frasi
(“RESPONSE-SET” = risposte identiche, indipendentemente dal
contenuto delle domande).
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
23
RIMEDI:
a) Frasi contro-scalate:
Molto
d’accordo
Abbastanza
d’accordo
Poco
d’accordo
Per nulla
d’accordo
Lavorare il minimo e portare a casa lo
stipendio è la sola cosa che conta
La FIAT è organizzata affinché tutti facciano
il proprio dovere
Se fai l’operaio, fai sempre le stesse cose. Ma
se riesci ad andare avanti, il lavoro poi diventa
più gratificante
A lungo andare i turni sono pesanti, però è
questione di volontà e voglia di lavorare
Questi pian piano ci spremono come limoni e
quando saremo ben spremuti ci manderanno
via.
I capi qui usano gli operai come pedine, li
spostano da una parte all’altra senza rispettare
i bisogni degli operai, li stressano.
Nell’UTE ti riconoscono i meriti quando lavori
bene.
Quando lavoro nello stabilimento faccio il mio
lavoro e basta, non mi interesso di niente altro.
All’inizio lavoravo di più, però poi ho visto
che si può andare avanti anche senza fare il
proprio dovere
“Scala F” di Adorno utilizza scale non contro-scalate
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
24
12
CONCLUSIONI:
L’obiettivo fondamentale è ottenere informazioni
fedeli (= corrispondenti alla “realtà” e non
distorte).
la fedeltà riguarda la relazione fra uno stato su
una proprietà (= collocazione reale di R su una
proprietà) ed un dato (come R viene
classificato in quella ricerca).
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
25
Garantire la fedeltà è sempre
altamente problematico:
1) Perché possono verificarsi molte distorsioni in tutte le fasi della
ricerca (v. slides precedenti);
2) Non è quasi mai possibile stabilire con certezza quali siano gli “stati
effettivi” (mondo 1) e quindi il grado di corrispondenza fra ogni
singolo stato effettivo ed il relativo dato (mondo 3) .
LA FEDELTA
Mj
' DI
MjUN
DATO Mj
REFERENTI Mj
(esMj
. stato
MjMj Mj
effettivo diMj
un
Mj Mj
caso sulla
Mj Mj
proprietà) Mj
Mj
Metodi ricerca
comunicazione
Mj
PENSIERO Mj
(classe
Mj
Mj
assegnata a MjMj
quel caso
Mj ) Mj
Mj
X - Scaling: distorsioni
LINGUAGGIO Mj
(dato
Mj inMj
matric
Mj , nella
MjMj Mj
riga relativa
Mj
aMj
quel
Mj Mj
caso ) MjMj
26
13
IL CONTROLLO DI FEDELTA’
a) esplorando la matrice:
•
Controllare ogni singola distribuzione: alcuni dati sono manifestamente non plausibili
•
Controllo (bivariato) di congruenza: preti-donna, casalinghe-uomini, professori-non
laureati…
b) Confrontando dati in matrice e informazioni esterne
•
Ricorso a documenti ufficiali; ma non sempre è possibile: mancano tempo,
informazioni…
•
Intervista sull’intervista
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
27
Controllare la fedeltà è molto raro
a) la fedeltà è difficilmente dimostrabile
(soprattutto per opinioni, valori,
atteggiamenti …);
b) la fedeltà riguarda ogni singolo dato il controllo di fedeltà si deve svolgere a
livello cellulare viene considerato
troppo oneroso
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
28
14
CONCEZIONI DIFFUSE
MA SVIANTI :
• Un dato è fedele perché è stato elaborato con tecniche
statistiche sofisticate
Ma “garbage in - garbage out”
• Un dato è fedele perché in una seconda rilevazione
abbiamo ottenuto lo stesso risultato. MA ciò riguarda il
rapporto fra 2 dati non è fedeltà (= rapporto fra uno
stato e un dato) MA ATTENDIBILITA’
Metodi ricerca
comunicazione
X - Scaling: distorsioni
29
15

Documenti analoghi