lettera d`invito

Commenti

Transcript

lettera d`invito
MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA
UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO
ISTITUTO COMPRENSIVO TIVOLI IV - Vincenzo PACIFICI
Strada della Leonina,8 - 00010 Villa Adriana (RM) Tel/fax 0774530295
 [email protected][email protected] - www.tivoli4pacifici.it
________________________________________________________________________________________
Prot. n.0003195/A7 B6
Villa Adriana 25/10/2013
AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE E RECLUTAMENTO DI ESPERTI ESTERNI
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
VISTO
il D.I. 44 del 01/02/2001, concernente il regolamento e le istruzioni generali sulla
gestione amministrativa contabile delle Istituzioni Scolastiche;
VISTE
le delibere 54 e 55 del CdD del 23.10.2013 riguardanti l'approvazione del POF per
l'a.s. 2013/2014 ed i progetti di ampliamento dell'O.F.;
VISTE
le delibere 53 e 54 del CdI del 25.09.2013 inerenti le attività ed i progetti con la
presenza di esperti esterni ed i criteri generali per la loro individuazione;
RITENUTO
che presso l’Istituto non è possibile reperire personale per mancanza delle
specifiche professionalità richieste e/o non disponibilità dei docenti interni a
svolgere incarichi di cui al presente avviso;
TENUTO CONTO delle offerte già pervenute a questa Istituzione per le quali si rende necessaria una
valutazione comparativa;
CONSIDERATA
l’urgenza di dare avvio ai progetti per l’ampliamento dell’offerta formativa nelle
more dell’adozione del POF da parte del CdI;
EMANA
il seguente avviso per la selezione ed il reclutamento di esperti esterni, mediante contratti di
prestazione d’opera sia in forma individuale sia tramite Associazioni, cui affidare compiti di
insegnamento e/o di collaborazione per i seguenti progetti curriculari:
a) MUSICA E MOVIMENTO - scuola dell'infanzia
b) SUL PALCO DEL MONDO - scuola primaria
c) SPORTELLO DI ASCOLTO - ogni ordine di scuola
d) ORIENTAMENTO SCOLASTICO - scuola secondaria di I grado
Art. 1 – DESCRIZIONE DEI PROGETTI
A) MUSICA E MOVIMENTO
Il nostro corpo rappresenta la prima fonte di sonorità ed è anche il mezzo attraverso cui la
sonorità assume forma. il progetto propone un percorso in cui la musica è strettamente legata a
movimento e parola, una musica cioè che ciascun bambino fa da sé, nella quale ognuno è
coinvolto come co-esecutore. il lavoro proposto muove dall'operatività diretta del bambino che
pag. 1/7
AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE E RECLUTAMENTO DI ESPERTI ESTERNI
____________________________________________________________________________________________________
viene coinvolto nella sua globalità, in cui il corpo ed il movimento sono il mezzo principale
attraverso il quale viene stimolato a sperimentare, percepire, comprendere, rielaborare il
linguaggio sonoro e musicale. la musica proposta è intesa come mezzo di espressione e di
comunicazione, un linguaggio che appartiene a ciascun bambino, attraverso il quale attiva e
amplia conoscenze poiché gli elementi della musica pervadono tutto il mondo intorno a lui.
FINALITÀ
DESTINATARI
ATTIVITÀ
ORARIO/DURATA
Tra le finalità ci sono:
SCUOLE
Attività di ascolto: esplorazione
n°1 ora settimanale
1. Educazione al
INFANZIA:
(riconoscere, classificare sulla base
per ciascuna sezione
suono e stimolazione
MONTESSORI
di parametri musicali:
acustica
SEZ. A- B
accelerazione-diminuizione,
Periodo da novembre
2. Sviluppare il senso
ADRIANELLA
variazione e velocità, pause e
a maggio
ritmico del bambino
SEZ. C- D
silenzi) comprensione; produzione;
abbinando musica e
rielaborazione (verbale e motoria).
movimento corporeo
Attività di suono-ritmo e
3. Rafforzare
movimento: movimenti del corpo,
l'identità e la
movimenti nello spazio, giochi di
consapevolezza di sé
reazione a segnali sonori, danze
4. Stimolare maggior
spontanee, danze collettive, giochi
sicurezza affettiva
cantati.
5. Sollecitare la
Giochi vocali e canti: Suoni vocali,
padronanza di diverse
canti per cantare e canti per
modalità di
giocare.
espressione e
Attività con strumenti: Utilizzo
comunicazione
strumentario a percussione
intonata e non; costruzione
materiale sonoro utilizzando
materiale naturale e/o materiale di
recupero.
B) SUL PALCO DEL MONDO
Il progetto consiste nella costruzione di situazioni comunicative diverse, sia autentiche che
simulate, in un contesto prettamente ludico che guiderà i bambini alla realizzazione e messa in
scena di rappresentazioni teatrali. Si tratta della realizzazione di un laboratorio teatrale in cui
corpo, gesti, voce, emozioni e sentimenti vengono accompagnati e fatti emergere vincendo
timidezze, mitigando prepotenze, ed imparando a stare con gli altri.
Il teatro diventa il luogo e lo strumento attraverso cui conoscersi e farsi conoscere, imparare a
gestirsi e responsabilizzarsi verso un obiettivo comune.
FINALITÀ
DESTINATARI
ATTIVITÀ
ORARIO/DURATA
Il progetto mira a sviluppare
SCUOLA
Le attività presenteranno i
n°1 ora settimanale
nell’allievo
per ciascuna classe
PRIMARIA
seguenti moduli:
osservazione, analisi e sintesi
IQBAL
MASIH
-
e
classi
1-2-3-
ampliare
le
le
capacità
sue
di
abilità,
conoscenze e competenze in
4-5 sez.A
-
letture ed analisi di
racconti;
Periodo da novembre
giochi di espressione e
a maggio
pag. 2/6
AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE E RECLUTAMENTO DI ESPERTI ESTERNI
____________________________________________________________________________________________________
campo linguistico, creativo ed
riconoscimento di
espressivo. In particolare gli
emozioni,
obiettivi tenderanno a:
atteggiamenti e



Aumentare la sicurezza
movimenti
espositiva
-
giochi fonatori;
Accrescere il grado di
-
movimento scenico,
autonomia e fiducia in se
improvvisazione,
stessi;
recitazione.
Ampliare le capacità
espressive

Rafforzare le capacità di
cooperazione rispettando i
tempi altrui
C) SPORTELLO DI ASCOLTO
la presenza di uno sportello di ascolto all’interno della scuola è una grande opportunità per
affrontare e risolvere problematiche inerenti la crescita, oppure legate all’insuccesso, alla
dispersione scolastica, al bullismo, o ancora tipicamente connesse al processo di crescita che
dall'infanzia porta all'età adulta. Lo sportello di ascolto è uno spazio dedicato prioritariamente
agli alunni, ai loro problemi, alle loro difficoltà con il mondo della scuola, la famiglia, i pari,
ecc., ma è anche uno spazio di incontro e confronto per i genitori e per gli insegnanti per capire
e contribuire a risolvere le difficoltà ed i disagi dei bambini/ragazzi o della classe.
Lo psicologo, dunque, è a disposizione degli studenti, dei genitori, degli insegnanti che
desiderino un confronto con un esperto di relazioni e comunicazione tenuto al segreto
professionale. Il colloquio non ha fini terapeutici ma di counseling, per aiutare il ragazzo e la
famiglia a individuare i problemi e le possibili soluzioni, collaborando con gli insegnanti in
un’area psicopedagogia di intervento integrato.
FINALITÀ
DESTINATARI
ATTIVITÀ
ORARIO/DURATA
Lo sportello di ascolto si pone
Alunni,
Lo sportello di ascolto è
n°1 ora e 30 minuti
i seguenti obiettivi:
genitori
situato in un' aula
settimanale.


promozione del benessere
insegnanti
all'interno dell'Istituto.
30minuti di colloquio
nella comunità scolastica
nella
Allo sportello si accede
per ogni utente.
aiutare
dell'infanzia,
previa sottoscrizione di
Priorità agli alunni.
lo
difficoltà
studente
a
in
focalizzare
scuola
primaria
e
consenso informato da
l'area del problema e a
SECONDARIA
parte dei genitori e dopo
Periodo da novembre
trovare possibili opzioni
di I GRADO
prenotazione osservando
a maggio
per il suo superamento;

ed
collaborare
con
le seguenti regole:
gli
- la prenotazione si
insegnanti per individuare
effettua tramite
strategie
inserimento di un foglio in
efficaci
per
risolvere nodi problematici
una cassetta chiusa;
nei
- ogni alunno può
ragazzi
gruppo-classe;
e/o
nel
usufruire di massimo 4
pag. 3/6
AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE E RECLUTAMENTO DI ESPERTI ESTERNI
____________________________________________________________________________________________________



prevenire disagio, dipen-
colloqui;
denze o comportamenti a
- possibilità di interventi
rischio;
specifici con il gruppo
promuovere lo sviluppo di
classe;
atteggiamenti di rispetto, di
- possibilità di incontri
autonomia e responsabilità;
tematici.
supportare
la
funzione
genitoriale.
D) ORIENTAMENTO
Il rapporto cultura-sviluppo, per le specifiche modalità nelle quali si realizza, determina i
caratteri della struttura sociale e la sua evoluzione. In questo senso la concezione stessa della
educazione include tra i suoi caratteri fondamentali quello dell'orientamento.
Orientarsi, infatti in quest'ottica, significa individuare il percorso per il proprio inserimento
sociale, cioè le caratteristiche del proprio ruolo nella società e nella realtà produttiva. Di
conseguenza la proposta curricolare dovrà fornire gli strumenti conoscitivi e metodologici che
aiutino i ragazzi ad individuare e potenziare le proprie caratteristiche (attitudini, preferenze,
valori) e a qualificarsi in una data specializzazione, con un atteggiamento di apertura, che
permetta loro di collocarsi nel mutevole quadro della realtà socio-economica, nella quale
vivono. Ciò si ottiene sviluppando un duplice processo di crescita riguardante la conoscenza di
sé e la capacità di lettura della realtà economico-produttiva. Finalità dell'azione educativoformativa è quindi fare acquisire agli allievi gli strumenti di analisi su se stessi, sul mondo
sociale ed economico, piuttosto che fornire modelli ideali a cui aspirare le scelte. Infine il
processo educativo si conclude nel condurre i ragazzi a maturare la capacità di decidere il
progetto ottimale e i comportamenti necessari per realizzarlo o modificarlo nel caso in cui non
si dimostrasse adatto alla realtà.
FINALITÀ
DESTINATARI
Il progetto di orientamento si
Alunni,
pone i seguenti obiettivi:
genitori


favorire
la

- Realizzare
ed
un'indagine
conoscitiva
degli
allievi
(screening
integrale degli alunni dal
nella
somministrazione TEST).
punto di vista cognitivo,
SECONDARIA
emotivo, relazionale;
di I GRADO
un
specifico
alla
apporto
continuità
educativa ed all'orienta
ORARIO/DURATA
insegnanti
offrire
crescita
ATTIVITÀ
scuola
- Consulenza
inizialeorientativa
tematiche
l'apprendimento
Lo
specialista
individuerà
necessario
su
riguardanti
la matura-
comunque
inferiore alle 50
ore complessive.
zione affettiva e relazionale.
- Incontri con le famiglie per
illustrare le attività svolte e da
Periodo
promuovere la comunica-
svolgere, e fornire stimoli per
novembre
zione tra scuola genitori e
incentivare
la
ricerca
di
maggio
docenti;
autonomia
ed
identità
da
supportare la realizzazione
parte dei ragazzi.
Certificazione
delle
che
non dovrà essere
mento scolastico;
della
il
pacchetto orario
da
a
- Stesura del profilo orientativo
Competenze.
pag. 4/6
AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE E RECLUTAMENTO DI ESPERTI ESTERNI
____________________________________________________________________________________________________
Art. 2 – REQUISITI RICHIESTI
Può presentare domanda di partecipazione chiunque potrà dimostrare di possedere significative
competenze professionali, scientifiche e/o artistiche nell’ambito dell’area richiesta, comprovate da:
- Titoli professionale di accesso specifici per quanto attinente al progetto;
- Curriculum personale e professionale;
- Esperienze pregresse nello stesso campo o in campi affini, con particolare riferimento alle
istituzioni scolastiche.
ART. 3 - MODALITA’ E TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda di ammissione alla selezione, redatta in carta semplice, indirizzata al Dirigente Scolastico
dovrà pervenire entro le ore 12.00 del 04/11/2013, all’ufficio di segreteria di Via della Leonina 8,
anche per e_mail indicando la dicitura “Progetto di …………………”.
La domanda dovrà riportare i seguenti dati:

dichiarazione in autocertificazione della veridicità delle informazioni contenute nella domanda;

generalità; recapiti; codice fiscale;

il possesso delle cittadinanza italiana ovvero la cittadinanza di uno dei paesi della Comunità
Europea il godimento dei diritti civili e politici; le eventuali condanne penali riportate e gli
eventuali procedimenti penali in corso;

titoli professionali (laurea, specializzazione o altro);

il progetto a cui si intende partecipare;

quota mensile per alunno e n. di gratuità previste per ogni classe per i progetti A e B;

quota complessiva per il servizio offerto per i progetti C e D;

dichiarazione di essere in possesso dei requisiti per l’accesso al pubblico impiego.
Quanto dichiarato potrà essere successivamente verificato mediante l’acquisizione dei relativi
certificati/documenti.
La presentazione della domanda non vincola l’Amministrazione appaltante che avrà facoltà, a proprio
insindacabile giudizio, di non procedere all’aggiudicazione senza che ciò comporti pretesa alcuna da
parte dei concorrenti. L’amministrazione procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola
offerta ritenuta valida a insindacabile giudizio dell’Amministrazione. Le domande pervenute oltre il
termine saranno escluse. Nessuno compenso è riconosciuto ai concorrenti per le spese sostenute per
la compilazione dell’offerta.
Coloro
che
hanno
già
presentato
Offerte
dovranno
confermare
per
e_mail
all’indirizzo
[email protected], di voler partecipare al presente avviso e le condizioni specificate nella
documentazione già consegnata, integrando eventualmente con le informazioni richieste al
precedente art.3.
ART. 4 - PROCEDURE DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DEGLI ELENCHI
Il dirigente Scolastico con la Commissione Tecnica provvederà alla valutazione comparativa delle
domande presentate con il criterio di apprezzamenti oggettivi desunti dal curriculum professionale e
titoli culturali idonei a soddisfare le esigenze didattiche secondo i seguenti criteri e punteggi:

maggiore convenienza economica (massimo 30 punti);

esperienze lavorative prestate nelle istituzioni scolastiche (massimo 10 punti);

titoli di studio e professionali (massimo 10 punti).
pag. 5/6
AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE E RECLUTAMENTO DI ESPERTI ESTERNI
____________________________________________________________________________________________________
ART. 5 – NORME FINALI
Il compenso spettante sarà erogato al termine della prestazione previa presentazione della relazione
finale, della dichiarazione con la calendarizzazione delle ore prestate, della presentazione della
fattura, della dichiarazione del c/c dedicato e se soggetto del DURC.
Il presente AVVISO ed i successivi atti saranno affissi all’albo e pubblicati sul sito istituzionale dell’Istituto
Scolastico.
Cordiali saluti
IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof.ssa Virginia BELLI
pag. 6/6