Cronaca... - Scuderia Modena Historica

Commenti

Transcript

Cronaca... - Scuderia Modena Historica
Regolarità autostoriche
IL CAMPIONE CRISTIAN MONTANARI “STAR” DEL
GIRO DEI CASTELLI DI SAN MARINO
La Vittoria và all’equipaggio femminile Agnoletti - Maroni
È stata una edizione bagnata la terza del Giro dei Castelli di San Marino disputatasi domenica
ventotto settembre sui tornanti del Monte Titano ma anche la più apprezzata delle tre grazie ad un
percorso molto vario che ha condotto gli equipaggi in luoghi sempre diversi.
Alle otto e quarantacinque scattava dalla pedana di partenza di Faetano la vettura apripista numero
zero, una splendida Renault cinque turbo uno del 1983 messa a disposizione dell’organizzazione dai
proprietari i coniugi Stefano Pezzi e Diana Gualtieri e affidata alle mani esperte del pilota Cristian
Montanari il quale, navigato dall’amico Luciano Scarponi, ha verificato per primo il percorso
bagnato della manifestazione.
Alle nove scattava il primo equipaggio in gara composto dai locali Fiorenzo Rivelli e Carlo Amodio
su una splendida Singer Le Mans del 1934 per i colori della Squadra Corse dell’Acs l’Automobile
Club San Marino; a seguire i coniugi Andrea Rivelli e Elisa Montanari su triump tr2 del 1955; con
il numero tre partiva solitario il riminese Giorgio Barvas su una Alfa Romeo Giulietta 1300 del
1957, una vettura che negli anni d’oro delle corse disputò la mille miglia; con il numero quattro
erano presenti Ginafranco Grossi ed Silvia Angelini su una triump tr3 del 1958; a seguire
Alessandro e Andrea Malossi, padre e figlio da Cesena alla guida di una stupenda Austin healey del
1960; bellissima la simca mille coupè del 1967 con il numero otto portata in gara dai simpaticissimi
bolognesi Pier Luigi e Riccardo Mainoldi padre e figlio; a seguire la scuderia Modena Historica
con Mike Hoefer e Claudio Orlandini su una stupenda Saab del 1978 e Pietro Fantazzini e Cristina
La Bombarda su Autobianchi A112 del 1973; da Bologna il solitario Paolo Osti veniva navigato
dalla simpaticissima sammarinese Gigliola Gasperoni su Lancia Fulvia; a seguire una schiera di
equipaggi locali della Squadra Corse dell’ACS organizzatrice dell’evento, ben dieci le vetture al via
della locale scuderia Prc corse, cinque le vetture del Racing Team Le Fonti di Meldola, presenti
anche l’Errani Team di Faenza e L’old car Racing di Caprino Veronese, il Chimera Classic di
Arezzo con i simpatici Maurizio Fanetti e Mirko Poponcini.
La prima prova denominata “Corianino in” veniva vinta ex equo da Minghetti, Agnoletti e Rivelli
Fiorenzo; sulla pr2 “corianino out” ancora vittoria di Minghetti ex equo con Liverani e Salvetti;
acuto di Werter Stella che nella pr3 spaccava lo zero, ma Franca Agnoletti era immediatamente
dietro ad appena un centesimo e faceva intendere che questa era la sua giornata; vittoria di Pirli
nella quarta prova; Liverani non demorde e spacca lo zero della quinta prova; vittoria ex equo nella
sesta prova per Agnoletti, Minghetti e Rivelli Fiorenzo; nella settima prova vince Liverani per un
centesimo su Agnoletti e tre centesimi sul “maestro” Silvagni; Fiorenzo Rivelli e Simone Corelli
vincono la prova numero otto; a Silvagni e Agnoletti la nove; novità sulla decima prova dove si
impongono Luca Zonzini, Grossi, Mainoldi e Hoefer; sull’undicesima prova Cenni vince ex equo
con l’Agnoletti; vittoria di Masi sulla prova numero dodici disputata alle terme di Montegrimano;
Franca Agnoletti vince la prova tredici per un centesimo su Barvas Hoefer Casadei e Pelliccioni;
acuto di Andrea Rivelli sulla prova numero 14 dove stacca uno zero; Salvetti vince la quindici;
Pazzaglia e Zonzini ex equo sulla sedici; a Casadei la diciassette e all’arretino Fanetti la
diciottesima ed ultima prova.
Terminate le prove di regolarità le vetture sono state parcheggiate alla Cava antica per essere
ammirate dai numerosi turisti sempre presenti a San Marino, mentre equipaggi, ospiti e addetti ai
lavori si recavano presso il ristorante dell’Hotel Titano per il pranzo e, dinanzi all’imponente
immagine del Palazzo Pubblico, e sotto lo sguardo attento di Cristian Montanari si effettuava la
premiazione.
La classifica finale, tenuta segreta sino all’ultimo momento per mantenere ancora alto il grado di
attenzione degli equipaggi, vedeva la vittoria con ampio merito dell’equipaggio femminile
composto da Franca Agnoletti e Meris Maroni per i colori del Racing Team Le Fonti di Meldola
con la fantastica media di 5.44 centesimi a passaggio! Secondo posto per Silvagni e Camporesi,
terzo posto per Lucio e Adriano Casadei; buoni quarti Liverani e Guarniero; molto bravo Giorgio
Barvas solitario quinto; sesto posto per i modenesi Hoefer e Orlandini , chiudono i primi dieci
Minghetti, Cristian Biordi, Adriano Biordi e Stefano Pezzi.
Tra le vetture moderne vittoria dei veronesi Salvetti e Pisani su Lancia Delta 16v, secondo posto per
i sammarinesi Luca Zonzini e Sophia Tamagnini, terzo posto per Corelli e Nicolini, a seguire Pirli e
Fanetti.
Sono stati premiati Andrea Rivelli, Gianfranco Grossi e Fiorenzo Rivelli per avere condotto in gara
vetture particolarmente interessanti per la storia dell’automobilismo.
L’evento rappresentava il quarto di cinque appuntamenti del Trofeo Bollini per il quale sono stati
premiati Alen Burgagni al suo esordio come conduttore al fianco del padre Antonio, Milva
Vannucci e Diana Gualtieri, Francesca Fantini e Vanessa Venturini, Paolo Suzzi Valli e Filippo
Guidi.
L’organizzazione composta da Massimo Tosi, Roberto Valentini, Claudio Costa, Lucilla Casadei e
Pier Luigi Beccari ringraziano tutti coloro che hanno contribuito al successo della manifestazione:
la Giunta di Castello di Faetano e in particolare Roberta Beccari, gli ufficiali di gara della Fams
guidati dal direttore di gara Floriano Broccoli, il giudice di gara Valentino Muccini, la Federazione
Cronometristi Sammarinese del presidente Luigi Zafferani, Renata Ugolini di Zurigo assicurazioni
Media srl, i Montanari fans club capeggiati dalla Lella Bedetti, il giornalista Giorgio Betti spiker
ufficiale, Anna de Thomas, Emanuele Costa, Aldino Benedettini, il fotografo Massimo Taddei, la
giunta di Castello di Città, ;
un ringraziamento particolare a Cristian Montanari per la sua presenza la sua disponibilità e la
grande simpatia.
Arrivederci alla prossima edizione con tante novità!