Ministero della GiustiziaTribunale di Perugia

Commenti

Transcript

Ministero della GiustiziaTribunale di Perugia
-MSGR - 06 UMBRIA - 44 - 12/12/08-N:
PERUGIA
e-mail: [email protected]
Allarme
maltempo
Mobilitati
tecnici e pompieri
di CLAUDIO BIANCIARDI
Il rombo del fiume e il colpo
sordodeitronchi che sischiantano sui piloni dei ponti. Il Tevere
ruggisce, i rumori e i suoni della
piena fanno paura, gli argini
reggono un po’ dappertutto, ma
un po’ dappertutto filtra acqua.
Campi allagati da Ponte Pattoli
a Pontevalleceppi fino a Todi,
gente evacuata, centinaia di interventi dei vigili del fuoco. Che
hanno lavorato saltando i turni
e portando aiuto anche a Roma
edintorni.E, in mezzo, laPrefettura ha dovuto anche gestire un
volo della speranza per un cinquantenne di Santa Maria degli
Angeli che è decollato ieri sera
con un volo dell’Areonautica
per poter essere sottoposto a un
trapianto di fegato a Milano.
Una notte col cuore in gola e
ieri mattina la Protezione civile
dei vari comuni guardava al
pomeriggio con grande apprensione. Poi, in serata, il passo
indietro dell’onda di piena. «La
situazione - spiega all’ora di
cena il vicesindaco con delega
alla Protezione civile, Nilo Arcudi - viene monitorata dalla
Prociv, che la considera, al momento, stabile e comunque non
tale da destare allarmi. Le previsioni meteo prevedono ancora
fenomeni sparsi ma in attenuazione rispetto ai giorni precedenti». Insomma a palazzo dei
Priori si tira un sospiro di sollievo dopo una giornata col cuore
in gola. Passata ad inseguire
frane e smottamenti e guardare
il Tevere che ruggiva e usciva
nei campi: da Ponte Pattoli a
Ponte San Giovanni e poi giù
fino a Torgiano, Deruta e Todi.
A Ponte San Giovanni finisce
sott’acqua il percorso verde, le
squadre del Comune hanno distribuito sacchetti di sabbia alle
circoscrizioni per difendere le
case.Nel pomeriggioviene chiuso un tratto di strada vicino al
Relais San Clemente e a San
Martino in campo. Vigili urbani e protezione civile si muovono sul campo, dal Comune si
fanno i conti. Ancora Arcudi:
«Credo che abbiamo danni per
più di 500mila euro. Lo Stato di
calamità? Sentiremo la Regione». Tra i soldi anche quelli
degli straordinari del personale
impegnato nell’emergenza: l’assessore Ornella Bellini ha chiesto di sbloccare fondi per 50mila euro per pagare le ore di
lavoro in più. Ieri pomeriggio,
dopo la giunta, ha visitato gli
impianti sportivi sfiorati dal Tevere: «E’ tutto a posto». Ma ieri
mattina alle 4 e mezza per 40
centimetri l’acqua del fiume
non ha sfondato all’altezza del
camposportivo di Pretola. Danni, invece, alle strutture della
sagra a Pontenuovo di Torgiano. Lì, però, hanno retto gli
argini nati dopo l’alluvione del
2005. Hanno difeso lo svincolo
fax: 075 5730282
L’EMERGENZA
LUNGO IL FIUME
UMBERTIDE, VA KO
L’ACQUEDOTTO
Umbertide, a secco. E' il paradosso
dell'ondata di maltempo che ha colpito la
regione ed ingrossato il Tevere. La piena
ha spazzato via la tubatura provvisoria
dell'acquedotto di Montedoglio che passa
da una sponda all'altra del fiume a Santa
Lucia, alle porte di Città di Castello.
Nonostante il pronto intervento dei
tecnici, forti disagi in città, rimasta senza
acqua potabile fino a ieri sera, quando,
invece, sono saltate diverse utenze
telefoniche. Ieri mattina sono iniziati i
lavori per il nuovo allaccio. Operazione
complessa, resa difficile dalla pioggia
pressochè incessante che ha provocato
tracimazioni a Banchetti e Montecastelli,
dove risultano allagati gli scantinati di
alcune abitazioni. Sommerso parte del
“Lido Tevere”. Non si contano le
infiltrazioni negli edifici: evidenti i segni
sulla facciata dell'antico “Palazzo delle
poste” in piazza Matteotti.
Sopra il Tevere uscito dagli argini a Pontevalleceppi . A destra la situazione a Pontenuovo di Torgiano
(Fotoservizio Marco Giugliarelli)
Il Tevere straripa, danni e paura
Frane e famiglie evacuate. Sos dall’agricoltura. Volo della speranza per un trapianto
della E45 e le fabbrichette che 3
anni fa erano andate sott’acqua. A proposito di danni: la
Cia ne conteggia per milioni di
euro, tra campi allagati, vigneti
e orti sott’acqua. Difficile pure
la situazione della zootecnia.
Anche nel tuderte il sorvegliato speciale è il Tevere. Due
le abitazioni fatte sgomberare
prudenzialmente, una a Pantalla (con gli abitanti salvati dai
carabinieri) e una a Porchiano.
Itecnici della Provincia di Peru-
gia hanno chiuso la strada provinciale 377-1 di Deruta al
“Ponte delle barche”. Ancora
frane e allagamenti dovuti allo
straripamento dei corsi d’acqua
hanno interessato la provinciale 344 di Pila (frane e piccoli
allagamenti peri fossi che straripano) e la 315 di Pilonico. A
Marsciano bucta la E 45 e auto
coinvolte in un tampoenamento per schivare lo strappo profonod 40 centimetri.
Smottamentoanche nell’Eu-
gubino (sott’acqua la galleria
delle Contessa) lungo la vecchia
provinciale di Casacastalda a
Colpalombo e, per lo stesso motivo, senso unico alternato a
Ferratella vicino al canile. Sempre a Gubbio mercoledì sera,
per le infiltrazioni al palasport, sospesa
la partita di
C1 tra Gubbio e Ciampino.
Ad Assisi
l’Ose è straripatoaTordandrea, argini a
rischio per il
Topino a Passaggio di Bettona. Tiene, invece, il Chiascio.
Ieri a Citerna scuole chiuse,
oggi riaprono.
Solo a Perugia
“affondati”
con l’ondata di piena
500 mila euro
A sinistra il
Tevere staripato
a Pontenuovo
A fianco Ponte
San Giovanni
MOBILITA’
Ztl,permessibuonipertuttoil2009
Ilbigliettounicofinoagiugno
di EGLE PRIOLO
La mobilità a Perugia si prepara ad una
rivoluzione gattopardesca. Parafrasando Tomasi di Lampedusa, tutto cambia perché tutto resti com’è. Ieri, infatti, l’assessore comunale alla Mobilità,
AntonelloChianella, ha portato in giunta due novità, che in praticacristallizzano la situazione allo stato attuale.
Si parte dai permessi per la zona a
traffico limitato: l’annunciata rivolu-
zione dei tagliandi per l’accesso al centro storico di Perugia fa un passo indietro, compiendo un balzo in avanti di un
anno. I permessi, in base a un regolamento già approvato, avrebbero dovuto subire tagli e restrizioni, nell’ottica
della diminuzione dei veicoli in giro
per l’acropoli. Invece Chianella ha annunciato una proroga della validità dei
permessi Ztl fino al 31 dicembre dell’anno prossimo. In altre parole, la
patata bollente dei tagli e dei possessori
di tagliandi da scontentare passa alla
prossima giunta comunale, quella che
sarà eletta in primavera.
Situazione di stasi, la seconda novità di Chianella, anche per il biglietto
unico “Up Perugia”, quello, per intendersi, che permette la mobilità all’interno del capoluogo usufruendo sia del
minimetrò che dei mezzi dell’Fcu, dell’Apm e di Trenitalia. E proprio Treni-
talia qualche tempo fa aveva annunciato,così come successo a livello nazionale per altri accordi simili, la sua disdetta dal sistema del biglietto unico. Problemi di costi, si era detto. Ma anche
Trenitalia ha fatto il suo “ritorno al
futuro”, facendo saltare la scadenza del
rapporto prevista a dicembre fino alla
fine del prossimo giugno. Una mano
niente male anche per il minimetrò che
si avvia alla prima candelina.
LA POLEMICA
Per la pista di atletica non solo Pian di Massiano. Niente soldi ma c’è chi pensa a coinvolgere l’Università
metrò, non si sarebbe ampliata
la discarica di Pietarmelina. E’
indubbio che è iniziata la corsa
per arrivare ad avere un consigliere comunale. Vorrò vedere
se ce la faranno».
Locchi schiera la fetta di
giunta che mette le mani sul
Santa Giuliana dall’Urbanistica (Boccali), alla Cultura (Cernicchi), allo Sport (Bellini). La
giunta fa la all’operazione chiarezza, dal progetto che assa per
il Puc, ai conti da un milione e
400mila euro.
Quanto alle attività sportive che al momento si svolgono
al Santa Giuliana, Locchi ha
assicurato che «restano tutte».
«Il progetto - ha detto l’assessore all’urbanistica. Wladimiro
Boccali - parla chiaro: il palco è
mobile e temporaneo e utilizza-
Uno scorcio dello stadio di Santa
Giuliana
bile, insieme ad altre strutture,
anche per altre manifestazioni;
verrà costruito un tunnel sotterraneo per collegare il palco agli
spogliatoi che, a loro volta, saranno ristrutturati. Nel frattem-
La diga di Montedoglio, costruita sul Tevere dalle parti di
Pieve Santo Stefano, poco oltre il confine regionale, non è
motivo di alcun timore. Garantisce Diego Zurli, direttore
generale dell'Ente irriguo umbro-toscano, responsabile dell'
invaso da cui può dipendere la
portata del fiume. «Tutto sotto controllo, nessuna preoccupazione, la diga è chiusa, nel
senso che rilascia tre metri
cubi d'acqua al secondo come
neiperiodi dinormalità», tranquillizza Zurli. «In caso di
precipitazioni torrenziali - avverte - può riceve acqua ancora per una decina di giorni».
Tanto ci vuole perchè il livello
salga dai 388 metri sul livello
del mare, rilevati ieri, ai
394,60 metri, considerata misura di guardia. «In tale evenienza - anticipa Zurli - lo
sbarramento diventerebbe
per così dire permeabile nel
senso che rilascerebbe l'acqua
piovuta dal cielo». Non è diversa la situazione dell'invaso
di Valfabbrica, gestito dalla
medesima struttura. «L'onda
di piena sul Chiascio è in calo», rassicura Zurli a consuntivo di una giornata comunque
difficile.
W.Rond.
POLIZIA STRADALE
Santa Giuliana, la rabbia di Locchi: «Solo bugie»
«In questi ultimi mesi molto si
è parlato del progetto Santa
Giulianaedi una sua trasformazione da luogo dell'atletica a
spazio esclusivo per la musica.
Se ne è parlato, però, in modo
del tutto sbagliato e fuorviante.
È prevalso il politicismo, il fattore campagna elettorale, sul
merito. E nel merito il progetto
non prevede alcuna trasformazione del Santa Giuliana in
arena permanente per la musica a discapito dell’atletica». Il
sindaco Renato Locchi picchia
in maniera chirurgia sul caso
Santa Giuliana, fischiano le
orecchie a Italia Nostra. Il sindacodifendeil progetto,racconta la verità carte alla mano e
affonda: «E’ attivo un gruppo
di interessi che se lo avessimo
ascolatonon avrenmmoil mini-
L’esperto
Zurli: «Montedoglio
può resistere
per altri 10 giorni»
po abbiamo previsto nel Piano
regolatore un'area a Pian di
Massianoda destinare all'atletica e, successivamente, si procederà al reperimento delle risorse. Ma anche su questo conti-
nueremo a confrontarci con il
mondo sportivo». Ultima sui
soldi: il palco nuovo farà risparmiare 400 mila euro all’anno al
montaggio-smontaggio per Uj
(conti di Cernicchi). C’è una
pista per la pista, che batte
l’assessore Bellini: quella di
mettere intorno al tavolo anche
l’Università che varebbe terreni dopo far nascere la nuova
pista. Ma, a Palazzo dei Priori,
l’assessora è tifosa di un’idea di
fondo molto più tosta: una sinergia tra i Comuni del comprensorio per un impianto baricentrico, con la Regione che
torna al suo ruolo di guida e
indirizzzo rispetto alla programmazioone impiantistica.
Al volante sotto l’effetto di alcol o droga? I controlli nel territorio regionale
per qualche giorno si fanno ancora più stretti e incalzanti. Fino a domenica
prossima, infatti, la polizia stradale dell’Umbria ha organizzato la
campagna “Alcohol drink & driving”, finalizzata al controllo degli utenti
della strada che si mettono alla guida dei propri mezzi dopo aver bevuto o
aver fatto uso di sostanze stupefacenti. Su tutte le strade della regione,
intensificando la normale attività della polizia stradale volta alla sicurezza e
alla tutela di chi viaggia, verranno compiuti mirati servizi di controllo che
interesseranno, senza distinzione, conducenti di auto e moto o di mezzi
pesanti e commerciali. L’iniziativa si svolge nell’ambito delle iniziative
intraprese dal ministero dell’Interno, in collaborazione con le forze di polizia
di tutta Europa. Obiettivo è chiaramente quello di diminuire il numero degli
incidenti stradali.
DI PERUGIA
Comune di Torgiano (PG) – Fraz. Miralduolo 75 – Diritti di piena
proprietà per la quota di 1/3 su di un fabbricato di civile abitazione
composto da appartamento a piano 1° di vani 6,5; magazzino a p.
terra di mq. 53; rimessa a p. terra di mq. 34: Prezzo base Euro
43.500,00. Vendita senza incanto del 30/01/2009 ore 10,30. In caso
di esito negativo della prima vendita il Giudice Istruttore dispone la
vendita con incanto dei medesimi beni per l’udienza del 24/04/2009
alle ore 9,30. Rif. RGAC 2408/2008. Informazioni c/o Cancelleria e
su sito internet www.tribunale.perugia.it - www.asteimmobili.it
- www.publicomonline.it - www.annunci.paginegialle.it www.portaleaste.it (a cura di Asteimmobili Servizi tel. 075/5005080)
-TRX IL:11/12/08
TRIBUNALE
21.52-NOTE: