- Istituto Internazionale Edoardo Agnelli

Commenti

Transcript

- Istituto Internazionale Edoardo Agnelli
ISTITUTO INTERNAZIONALE “EDOARDO AGNELLI”
Istituto Tecnico Industriale - Liceo Scientifico
Scuole Paritarie (DD. 2789 e 4301 del 15/01/02 e 26/05/03)
Sito: www.istitutoagnelli.it
e-mail: [email protected]
Il Direttore, Lunedì 20 Febbraio 2017
LA SOLITUDINE
Una delle esperienze sgradevoli che si possono fare quando si stabiliscono relazioni è quella
dell’isolamento: quando io mi isolo o quando vengo isolato. E’ una situazione brutta perché siamo fatti
per la relazione: nasciamo da una relazione, cresciamo grazie alle relazioni, ci espandiamo in umanità
vivendo molteplici relazioni.
L’isolamento sa di morte e proprio per questo è penoso: basti pensare a certi anziani isolati in strutture
protette, tagliati fuori dalle relazioni abituali... quando dicono che sarebbe meglio morire, dicono il vero.
Isolarsi... perché mi ritrovo questo carattere timido, perché non conosco e non affronto le mie paure,
perché non ho una immagine positiva di me stesso e penso che nessuno mi debba considerare ed
apprezzare, perché non sono brillante come altri, perché le circostanze mi portano a ripiegarmi,
rinchiudermi, imboscarmi...
E’ un male: per me anzitutto; ma anche per gli altri perché sottraggo agli altri una opportunità di vita e
di maturazione. E’ una specie di furto che faccio a me stesso e agli altri. A volte, il bene che voglio a
me stesso e agli altri mi deve portare a fare uno sforzo, a tentare di uscire fuori dalla zona d’ombra
nella quale mi sono cacciato.
Essere isolato: può succedere: di fatto mi si mette da parte, mi si evita, si fa finta che non ci sia, non si
considera il mio parere, si rifiuta la mia collaborazione.
Qui occorre un po’ di esame di coscienza: dipende da me, dal mio modo di essere e di fare? Se la
risposta è positiva devo prendermi in mano e tentare di modificare quel qualcosa che fa di ostacolo a
relazioni appaganti (e può essere molto utile il confronto con un educatore!).
Se non dipende da me devo lottare, non darmi per rassegnato... e se in quell’ambito di relazioni penso
di essere bruciato, creare nuovi circuiti...
Se le relazioni sono un valore, un valore è tale dal prezzo che sei disposto a pagare! Un valore che
non costa niente non è un valore!
Diversa è la solitudine.
Solitudine significa stare con se stessi, ritrovarsi in se stessi, dialogare con se stessi. Diceva il filosofo
Paul Ricoeur: “Per avere davanti un tu con cui dialogare deve esserci un io”. Se non c’è l’ “io” non c’è
possibilità di relazione con un tu. Possiedi un “io”? La risposta è scontata: tutti possediamo un io; ma
di che “io” si tratta? E’ un io senza profondità, costruito dal di fuori anziché dal di dentro, ingombro di
cose inutili sciocche? Conosci il tuo proprio io? Chi sono, cosa posso, cosa voglio, cosa sogno, in cosa
credo, ciò per cui sono deciso ad impegnarmi...
ISTITUTO INTERNAZIONALE “EDOARDO AGNELLI”
Istituto Tecnico Industriale - Liceo Scientifico
Scuole Paritarie (DD. 2789 e 4301 del 15/01/02 e 26/05/03)
Sito: www.istitutoagnelli.it
e-mail: [email protected]
Sul frontone del tempio di Delfi gli antichi Greci avevano scritto la frase: “Conosci te stesso”.
Mi conosco? Coltivo la conoscenza di me stesso?
Per fare questo devo imparare a stare con me stesso, a frequentarmi, ad ascoltarmi, a capirmi. Se
vivo solo proiettato all’esterno, sarà un ben povero “io” quello che offrirò alla relazione, sarò una
personalità del tutto banale, sarò incapace di stabilire relazioni vere e profonde.
Il poeta Rilke ha lasciato scritto: “Una cosa sola è necessaria: la solitudine. La grande solitudine
interiore. Andare in se stessi e non incontrarvi, per ore, nessuno; a questo bisogna arrivare”.
C’è gente che ha paura di questo esercizio e lo evita; sono le persone che vivono abitualmente nel
rumore, si nutrono di chiasso, affondano nel banale. Avvertono il silenzio come il peggiore nemico;
mentre è la condizione indispensabile per rientrare in se stessi e ritrovarsi con se stessi! La mania del
chiasso, in tanti giovani, sta a dire la fatica di affrontare il proprio “io” e di stabilire un buon rapporto
se stessi.
con
Ci sono persone che collezionano tante (troppe!), frettolose, superficiali amicizie; e lo fanno perché
costrette dalla paura di dover stare con se stessi: ci deve essere sempre qualcuno che distrae, che
ingombra, che occupa; qualunque amicizia va bene pur di non ritrovarmi con me stesso! E’ facile
immaginare di che natura siano tali relazioni!
Ma è anche vero che questo esercizio genera un po’ di timore: cosa trovo dentro di me? cose belle e
cose brutte, cose piacevoli e cose sgradevoli, cose che fanno onore e cose che fanno arrossire... E’
vero, ma “questo sono io”! è l’atto più grande di verità, quella che consente ogni altra verità, anche la
verità delle relazioni.
E poi... nel fondo di te stesso non sei mai solo. Dove credi che abiti Dio? Tra le nuvole o nel profondo
degli abissi? Dio abita nel fondo di te stesso; è lì che lo trovi, ma se hai il coraggio di calarti in quel
fondo. E... se trovi Dio sentirai che la solitudine, in senso proprio, non esiste; scoprirai una solitudine
sempre abitata. E ti accorgerai di quale compagnia sia Dio!
ISTITUTO INTERNAZIONALE “EDOARDO AGNELLI”
Istituto Tecnico Industriale - Liceo Scientifico
Scuole Paritarie (DD. 2789 e 4301 del 15/01/02 e 26/05/03)
Sito: www.istitutoagnelli.it
e-mail: [email protected]
Vi segnalo gli appuntamenti di questa settimana:
Questa settimana le classi di IV Liceo faranno un’uscita didattica nella città di Barcellona (Spagna).
Martedì 21 febbraio: gara provinciale di matematica al Politecnico. Saranno icoinvolti alcuni studenti.
Giovedì 23 febbraio: opportunità di un momento di revisione e di eventuale confronto con un sacerdote
secondo l’orario pubblicato sul registro elettronico.
Lunedì 27 e Martedì 28 febbraio: ponte di Carnevale.
Le attività scolastiche (lezioni – pomeriggi di studio e potenziamenti) riprenderanno il Mercoledì delle
Ceneri, 1° marzo 2017. In preparazione alla Quaresima faremo un momento di preghiera in Parrocchia: il
triennio alla 4 ora – il biennio alla 5 ora
 Lunedì 20 febbraio
ore 12.00 – 13.40
ore 14.30 – 15.40
ore 14.30 – 16.00
per la 2 Lic A continua l’attività di sperimentazione guidata da una
ricercatrice in didattica della Facoltà di Matematica.
recupero di inglese
quarto incontro di Matematica per il progetto di Orientamento Formativo del
Politecnico di Torino
 Martedì 21 febbraio
ore 8.00 – 8.15
Momento di formazione comune in Salone cappella per il Triennio ITI e Liceo
ore 10.00 – 12.00
Corso CLIL per la classe 3 Lic B
ore 8.00 – 16.30
ore 14.30 – 17.00
Uscita formativa a Pinerolo per le 2 ITI A/B
Alternanza Scuola e Lavoro: progetto “ patentino della robotica –
COMAU” per i ragazzi della 3 Lic B e 4/5 ITI mec iscritti.
 Mercoledì 22 febbraio
ore 8.00 – 16.30
ore 10.00 – 12.00
ore 8.00 – 11.00
ore 14.40 – 16.00
Uscita formativa a Pinerolo per le 2 Liceo A/B
modulo CLIL per la 3 Lic A
Alternanza Scuola e Lavoro: progetto “ patentino della robotica –
COMAU” per i ragazzi della 3 Lic B e 4/5 ITI mec iscritti.
MGS triennio – ritrovo in cortile
 Giovedì 23 febbraio
ore 8.00 – 8.15
Momento di formazione comune in Salone cappella per il Biennio ITI e Liceo
ore 13.30 – 15.00
TEST di ammissione al Ingegneria e Architettura per gli studenti iscritti. NON
c’è il rientro pomeridiano per le classi di 5 ITI mec ed eln.
ore 14.30 – 16.30
Alternanza Scuola e Lavoro: progetto “ patentino della robotica –
COMAU” per i ragazzi della 3 eln iscritti, con i loro compagni di 4.
prosegue il corso di potenziamento di matematica
prosegue il corso di approfondimento di chimica in preparazione dei test
universitari
ore 14.30 – 16.30
ore 14.30 – 16.00
 Venerdì 24 febbraio
ore 13.45 – 16.00
torneo di Carnevale nei campi dell’Oratorio
Buona settimana a tutti.

Documenti analoghi