Esempi installativi

Commenti

Transcript

Esempi installativi
Esempi installativi
Automazione, antintrusione e videocitofonia per il residenziale
Casa a schiera
L’esempio di figura illustra l’integrazione tra il sistema di
automazione e antintrusione con il sistema videocitofonico Due
Fili di Elvox, totalmente gestiti dalla centrale da incasso con
monitor LCD (ovviamente le caratteristiche della corrispondente
versione da parete sono analoghe e consentono le medesime
funzioni). Attraverso la centrale è possibile visualizzare e
comunicare con colui che ha effettuato la chiamata mediante
la targa esterna e quindi aprire l’elettroserratura; dalla centrale
è inoltre possibile effettuare l’accensione della telecamera
da incasso e visualizzare l’ambiente dove essa è installata
(applicazione utile, ad esempio, per controllare la camera dei
bambini).
Il citofono vivavoce da incasso (installato nella cucina) consente
la comunicazione e l’apertura dell’elettroserratura senza dover
andare in centrale (applicazione utile nel caso di locazioni
ampie) e la chiamata intercomunicante con quest’ultima (grazie
al pulsante NO). Il sistema gestisce tutte le funzioni legate al
20486
comando delle luci e delle tapparelle; la centrale, attraverso
i menù autoguidati visualizzati sul monitor LCD, consente la
gestione della temperatura, e di tutti gli scenari e le automazioni
programmate. Quest’ultima inoltre gestisce anche tutto il
sistema antintrusione e quindi i rivelatori volumetrici e quelli
perimetrali (attraverso l’interfaccia contatti); l’inseritore posto
all’esterno consente di attivare/disattivare il sistema nella
modalità programmata (totale o parzializzata) mediante le
chiavi a transponder. Il comunicatore telefonico GSM, oltre
che inviare le segnalazioni di allarme ai numeri programmati,
consente anche di attivare, da remoto, gli scenari impostati,
di gestire la temperatura, di verificare il corretto funzionamento
dei dispositivi, ecc. Il touch screen 3 moduli da incasso, infine,
permette di controllare le luci e la tapparella in salotto e di
attuare gli scenari associati a quest’ultimo.
(Esempio con serie Eikon)
20557 + 20008
20490
20565
20495
(2) 01801; 01942; 01808;
01809; 01845; 01851.1;
(2) Alimentatore Elvox 6922,
Separatore Elvox 692S;
Distributore Elvox 692D;
Interfaccia Elvox
audio/video 69AM;
Alimentatore supplementare
Elvox 6582
20512
20547+20532.21+20531.20
20486
20550 + 01960 + 01963
01806
20514
Targa esterna Elvox
­­­564
20482
Schema di collegamento
Antintrusione
BUS + -
01808
01809 + batterie
+29V
+-
20485
20485
20490
OUT
V+V-
20495
20482
01806
BUS1
01815
01821
01820
01942
V+V-
AUX + -
20550 +
01960 +
01963
2
2
BY-ME
01801
20557
20008.0
+ 20031
2
Alimentatore
supplementare
Elvox 6582
COAX
2
Interfaccia
audio/video
Elvox 69AM
20565
2
2
2
2
BUS 1
+-
2
Distributore
Elvox 692D
Targa esterna Elvox
2
2
2
Alimentatore
Elvox 6922
Elettroserratura
Separatore
Elvox 692S
Alimentatore
Elvox 6922
01845
BUS 2
+-
Automazione
BUS2
BUS + -
01801
L
N
20514
230 V~
20512
20547+20532.21
+20531.20
20547+20532.21
+20531.20
M
M
Tapparella
cucina
Tapparella
Salotto
01851.1
EV
Luci
Termoregolazione
­­­565
Esempi installativi
Automazione, antintrusione e videocitofonia per il residenziale
Villa
L’esempio di figura illustra l’integrazione tra il sistema di automazione
e antintrusione con il sistema videocitofonico Due Fili di Elvox
totalmente gestiti dalla centrale da incasso con monitor LCD
(le caratteristiche della corrispondente versione da parete sono
analoghe e consentono le medesime funzioni). Quest’ultima è
installata nei pressi dell’ingresso dell’abitazione e consente di
visualizzare e comunicare con colui che ha effettuato la chiamata
e quindi di aprire l’elettroserratura.
Nella sala da pranzo e nella taverna è installato un citofono
vivavoce che permette la comunicazione tra le due stanze nonché
la chiamata intercomunicante in centrale; il citofono consente
ovviamente anche di rispondere alla chiamate da targa esterna e
di aprire l’elettroserratura della porta d’ingresso.
In sala da pranzo è installato il touch screen che, attraverso il tocco
in corrispondenza delle icone visualizzate sul display, gestisce
tutte le funzioni della casa legate al controllo e comando di luci,
tapparelle, clima, scenari e impianto antintrusione.
Quest’ultimo viene gestito attraverso la centrale, il touch screen e il
tastierino digitale installato all’ingresso dell’abitazione; il comunicatore
telefonico GSM infine effettua l’invio delle segnalazioni di allarme
ai numeri programmati, attiva da remoto gli scenari impostati,
effettua il controllo e l’impostazione della temperatura nelle diverse
zone della casa e verifica, con operazioni di diagnostica, il corretto
funzionamento di tutti i dispositivi dell’impianto.
(Esempio con apparecchi serie Eikon)
20487
20487
20547 +
(2) 20531.20
+ 20532.20
•
•
•
20557 + 20066
••
20547 + 20531.20 + 20532.20
01776
•
20514
20483
•
20540 + (3) 20531.1T
•
01806
•
01775
•
•
20492
­­­566
20550 + 01960
+ 01963
•
•
•
(2) 01801, 01851.1, 01845,
01803.14, 01804.14, 01830, 01942,
Alimentatori Elvox 6922,
Separatore Elvox 6923,
Distributore Elvox 692D
20557 + 20066
• •
•
•
20511
01832
20490
Schema di collegamento
01806
BUS + -
01803.14
01803.14
BUS1
20490
CENTR + -
20487
01942
20492
20483
01775
01832
BY-ME
01820
20487
AUX + -
20511
01803.14
01830
Separatore
Elvox 6923
2
Alimentatore
Elvox 6922
2
Alimentatore
Elvox 6922
2
V+ V-
2
Distributore
Elvox 692D
2
2
2
2
2
20550.N
+ 01960
+ 01963
20066
20557
BUS 1
+-
20066
20557
Targa esterna
Elvox 1 posto
01845
2
BUS 2
+-
Elettroserratura
BUS2
01801
20514
20547+20531.20
+20532.21
20540+
(3) 20531.1T
M
N
230 V~
Tapparella
sala da pranzo
Tapparella
salotto
M
01851.1
EV
Termoregolazione
L
­­­567
Esempi installativi
Automazione, antintrusione e videocitofonia per il residenziale
Scenari controllati dal sistema antintrusione
L’esempio di figura illustra l’integrazione tra il sistema di automazione
e antintrusione con il sistema videocitofonico Sound System di
Elvox totalmente gestiti dalla centrale da incasso Plana.
L’interazione tra l'impianto d'allarme e quello di automazione
consente che sia il sistema antintrusione, sempre attraverso la
centrale, a controllare l’attivazione di uno scenario. Inserendo
l’antifurto sarà così possibile chiudere tutte le tapparelle e le luci
di casa, nonché abbassare la temperatura al livello desiderato.
Al rientro, disattivando il sistema d’allarme, sarà possibile
accendere la luce nella stanza d’ingresso. Durante l’assenza
inoltre, la centrale attiverà e disattiverà l’illuminazione delle
scale, della piantana e della scrivania ad orari diversi in modo da
effettuare la simulazione di presenza all’interno della casa.
Gli scenari impostati saranno poi gestibili da remoto attraverso
il comunicatore che segnalerà, tramite messaggio vocale o
sms, anche eventuali situazioni di allarme (intrusione, ecc.).
Le luci e le tapparelle inoltre, potranno essere comandate
dai relativi pulsanti o dal telecomando ad infrarossi; lo stesso
dicasi per gli scenari lettura e TV che, associati ad un tasto
distinto del telecomando, potranno essere attivati stando
seduti comodamente in poltrona.
Attraverso la centrale è possibile visualizzare e comunicare
con colui che ha effettuato la chiamata mediante la targa
esterna; il citofono vivavoce installato in cucina consentirà
la comunicazione con il posto esterno e l’apertura
dell’elettroserratura della porta d’ingresso.
(Esempio con apparecchi serie Plana)
14555
14516
•
•
•
•
•
•
•
01845; (2) 01801; 01852;
01851.1; 01941; 01848;
Alimentatore Elvox 6680;
Modulo vivavoce Elvox 6560.
01806
•
•
•
01803.01 + 01804.01
­­­568
01828
•
14514
•
14541 + (2) 14531.21 + 14531.20
14541 + (2) 14531.21
+ 14531.20
14550 + 01960 + 01961
Targa esterna Elvox
14483
Si crea lo scenario che abbassa le tapparelle, spegne tutte le
luci e abbassa la temperatura al livello impostato (disattivazione impianto termoregolazione - riduzione). Si creano quindi
cinque programmi:
il programma 1 che all’attivazione del sistema antintrusione
richiama lo scenario sopra descritto (menù Eventi, programma1: In1 SAI ON ----> Out1 SCENARIO);
il programma 2 che alla disattivazione del sistema antintrusione, accenda la luce della piantana (menù Eventi,
programma2: ingresso In1 OFF ----> Out1 GRUPPO luce
piantana ON);
il programma 3 che attiva e disattiva, ad intervalli di tempo
diversi, la luce delle scale (menù Eventi: programma3 ---->
Out1 GRUPPO luce scale ON-OFF);
il programma 4 che attiva e disattiva, ad intervalli di tempo
diversi dal programma 3, la luce della piantana (menù Eventi:
programma4 ----> Out1 GRUPPO luce piantana ON-OFF);
il programma 5 che attiva e disattiva, ad intervalli di tempo
diversi dai programmi 3 e 4, la luce della scrivania (menù
Eventi: programma5 ----> Out1 GRUPPO luce scrivania
ON-OFF).
I programmi 3, 4 e 5 saranno attivati/disattivati dall’utente
attraverso la centrale ed avranno durata pari al periodo di
assenza degli utenti stessi (ore, giorni, ecc.).
Schema di collegamento
BUS1
BUS + -
BUS 1
+-
CENTR + -
01803.01
01828
01806
01848
14550
+ 01960
+ 01961
14483
V+ V-
01845
BUS 2
+-
10
5
AUX + -
14555
8
01801
16
Alimentatore
Elvox 6680
01941
L
Modulo
vivavoce
Elvox 6560
9
230 V~
N
Targa esterna Elvox
BUS + -
01801
BUS2
14514
14541
+ (2) 14531.21
+ 14531.20
01852
M
14541
+ (2) 14531.21
+ 14531.20
01851.1
14516
M
EV
Tapparella 1 Tapparella 2
Luce
Luce
Piantana scale
Luce
Termoregolazione
Applique
01849
­­­569
BY-ME
01804.01
Esempi installativi
Automazione, antintrusione e TVCC per il residenziale
Gestione carichi e allarmi tecnici
L’esempio di figura illustra il caso di un’abitazione nella quale,
sono integrate le funzioni di automazione, antintrusione e
videosorveglianza. Attraverso l’impianto di automazione si
vuole effettuare il controllo dei carichi a fascie orarie e gestire
gli allarmi tecnici quali gas ed acqua mentre, con l’impianto
di TVCC è possibile, attraverso le telecamere da incasso,
visualizzare gli ambienti sorvegliati ed effettuare l’ascolto
ambientale. La funzione Controllo carichi del sistema By-me
consente di impostare in quali periodi della giornata uno o
più degli 8 gruppi dedicati al controllo carichi verranno attivati
o spenti. Per fare questo è necessario creare un apposito
programma orario settimanale che indichi in quali momenti dei
vari giorni della settimana i carichi dovranno essere in modalità
ON oppure OFF. La programmazione oraria non compromette in
alcun modo la funzione principale del controllo carichi. È inoltre
possibile programmare dei pulsanti per la forzatura in modalità
ON oppure OFF di carichi a prescindere dall’impostazione
predefinita. Il comunicatore telefonico, connesso direttamente
al BUS, permette di ricevere la segnalazione di allarme sia di
tipo intrusione che di tipo tecnico (fuga di gas, allagamento,
ecc.) con una chiamata vocale oppure con un sms. I sensori
adibiti al controllo ambientale che gestiscono gli allarmi tecnici
possono essere connessi al BUS mediante interfaccia contatti
e/o radiofrequenza.
In fase di programmazione (menù Carichi) vengono impostate
le priorità con cui i carichi devono essere staccati in caso di
sovraccarico. Il comando a pulsante è abbinato ad ogni singolo
carico per forzarne il distacco indipendentemente dalla priorità
impostata. Si crea quindi un programma orario settimanale nel
quale si impostano i giorni e le fasce orarie in cui la funzione di
controllo carichi deve essere attiva (menù Eventi: Programma
----> Out1 - gruppi relè utenze da controllare ON-OFF).
(Esempio con apparecchi serie Eikon Next)
20487.N
20420.N
20490.N
•
20535.N
20547+20531.21.N
+ (2) 20531.20.N
20514.N
•
20565.N
•
•
01806
20550.N + 01960 + 01964
20482.N
01855; (2) 01801; 01804.N;
01942; 01845; 01851.1;
Alimentatore 12 Vcc;
Alimentatore 24 Vcc
20492.N
01775
•
20565.N
01823
­­­570
Schema di collegamento
01806
BUS1
BUS + -
2
01804.N
CENTR + -
20490.N
20487.N
20482.N
01942
20492.N
V+ V-
Alimentatore
24Vcc
01815
20550.N
+ 01960
+ 01964
01755
BUS 1
+-
2 + COAX
2
2 + COAX
2
01845
BUS 2
+-
20420.N
AUX + -
20565.N
20565.N
Alimentatore
12Vcc
01801
L
230 V~
N
BUS2
BUS + -
Teleruttore
01801
20514.N
20527 +
20531.21.N
+ (2) 20531.20.N
M
Tapparella
salotto
01855
01851.1
Teleruttore
Teleruttore
Lavastoviglie
Forno
Idromassaggio
EV
Termoregolazione
­­­571
BY-ME
01755
01823
Esempi installativi
Automazione, antintrusione, videocitofonia e Media Center
®
Casa singola con controllo dell’impianto attraverso
l’applicativo Vimar per Microsoft Media Center
®
L’esempio di figura illustra l’integrazione tra il sistema di
automazione e antintrusione con il sistema videocitofonico
Sound System di Elvox i quali vengono completamente gestiti
dall’utente attraverso la TV per mezzo dell’applicativo Vimar per
Microsoft Media Center®. Il sistema di automazione consente la
gestione dei comandi e degli scenari ad essi associati mentre
il sistema antifurto segnala gli allarmi intrusione attraverso i
rivelatori a doppia tecnologia da incasso e i rivelatori perimetrali
a radiofrequenza.
Il comunicatore telefonico GSM consente di inviare ai numeri
programmati le segnalazioni di allarme attraverso una chiamata
vocale oppure con un SMS; il comunicatore inoltre, permette
l’attivazione da remoto di scenari preimpostati, la gestione
della temperatura (attivazione/disattivazione/ programmazione),
diagnostica dispositivi, ecc.. Il sistema By-me viene gestito
attraverso il televisore in salotto grazie all’applicativo Microsoft
Media Center® installato nel PC dedicato; quest’ultimo è
connesso al BUS attraverso la presa RJ speciale e l’interfaccia
01847 (fornita a corredo dell’art. 01997.2) mentre il sistema
videocitofonico è collegato direttamente al PC attraverso la
presa di tipo F e il cavo RCA. Affinché l’impianto possa essere
gestito attraverso l’applicativo Media Center® è necessario
che l’installatore, dopo avere scaricato il database della
centrale mediante il software EasyTool e averlo configurato
con il software MCConfig, proceda alla registrazione dei dati
anagrafici per ottenere il codice di attivazione.
(Esempio con apparecchi serie Eikon Bianca)
20487.B
20521;
20531.20.B;
20531.21.B.
PC Media Center ®;
01997.2; 20329.B;
20318.B.
20555.B
01951
20528;
20532.22.B;
20536.B.
20514.B
(2) 01801; 01845; 01851.1; 01850.1;
01808; 01809; Alimentatore Elvox 6680;
Modulo vivavoce Elvox 6560;
Distributore Elvox 6554.
Targa esterna Elvox
20482.B
20521;
(2) 20531.20.B.
01765
01764
­­­572
20495.B
20492.B
Schema di collegamento
BUS + OUT V+ V-
01808
20487.B
29V + -
20492.B
20487.B
20482.B
01806
01942
20495.B
01815
BUS1
01809 + batterie
01764
01765
BY-ME
01801
8+n
01951
5
Modulo
vivavoce
Elvox 6560
Alimentatore
Elvox 6680
16
9
8
8
20555.B
10
8
RJ11
Distributore
Elvox 6554
20329.B
COAX
TV
BUS 1
+-
F
Targa
esterna Elvox
RCA
PC
Media Center®
USB
01997.2
20318.B
01845
Automazione
BUS 2
+-
BUS2
BUS + -
01801
20514.B
01850.1
01851.1
EV
L
N
Luce 1
Zona 1
20521;
20521 +
(2) 20531.20.B 20531.20.B +
20531.21.B
EV
Luce 2
Zona 2
20528 +
20536.B
20532.22.B +
M
Luce 3
Tapparella salotto
Luce salotto
230 V~
­­­573
Esempi installativi
Automazione, videocitofonia e TVCC per il residenziale
Eventi atmosferici e videocontrollo
L’applicazione di figura illustra l’integrazione tra il sistema di automazione ed il sistema videocitofonico Due Fili di Elvox, totalmente
gestiti dalla centrale da incasso. È inoltre presente un secondo
monitor da incasso al quale è stato abbinato il modulo TVCC per
realizzare il sistema di videosorveglianza all’interno e all’esterno
della casa. In questo esempio il sistema di automazione è stato
configurato, tra le altre funzioni disponibili, in modo tale da prevenire eventuali danni che i temporali improvvisi possono causare
alle tende da sole lasciate aperte o anche infiltrazioni d’acqua
dai lucernari anch’essi aperti. L’utilizzo di un anemometro e di un
igrometro abbinati al sistema By-me sono una sicura protezione da questi eventi. Il loro intervento può essere programmato
in modo da escludere ogni tipo di comando derivante da uno
scenario, già attivato o in fase di attivazione, sino al termine
dell’evento atmosferico. Come già detto sopra, la centrale integra
l’impianto di automazione con quello di videocitofonia nel quale
sono presenti due citofoni vivavoce per rispondere alle chiamate
direttamente dal 2° piano e dalla cucina (quando cioè non ci si
trova in prossimità della centrale) ai quali sono collegati due pulsanti NO per effettuare chiamate intercomunicanti tra citofono e
citofono e tra citofono e centrale. Il sistema TVCC è composto
da tre telecamere da incasso per visualizzare le camere da letto
(applicazione utile, ad esempio, per la sorveglianza dei bambini) e
due telecamere da esterno per la sorveglianza dell’ambiente circostante; queste attraverso il multiplexer, consentono al monitor
di visualizzare le immagini trasmesse da ognuna di esse.
Per la programmazione del sistema i automazione si creano due
scenari:
 scenario 1 che apre i lucernari e abbassa le tende;
 scenario 2 che chiude i lucernari e alza le tende.
Si creano quindi due programmi orari settimanali:
 il programma 1 che richiama lo scenario1 tutti i giorni all’orario
prefissato solamente se l’anemometro o l’igrometro non trasmettono alcuna segnalazione all’interfaccia comandi (menù
Eventi: programma1: In 1 OFF, In 2 OFF, Logica OR ----> Out
SCENARIO 1);
 il programma 2 che richiama lo scenario2 tutti i giorni all’orario
prefissato qualora l’anemometro o l’igrometro trasmettano una
segnalazione all’interfaccia comandi (menù Eventi: programma2: In 1 ON, In 2 ON, Logica OR ----> Out SCENARIO 2).
(Esempio con serie Eikon)
20515
20565
•
•
01801; (2) 01852; 01851.1;
Distributore Elvox;
(2) Alimentatori Elvox;
Separatore Elvox;
Alimentatore 24 Vcc;
Alimentatore 12 Vcc.
•
•
•
•
•
•
20541 + 20531.21
+ (2) 20531.20
•
•
20565
•
• •
•
20557 + 20066
­­­574
20541 + (3) 20531.21
20565
20550+01960+01963
Targa Elvox 1 posto
20550 + 01964
Telecamera esterna
20557 + 20066
Telecamera esterna
Schema di collegamento
2
2
2
Distributore
Elvox 692D
2
20557
Separatore
Elvox 6923
2
Alimentatore
Elvox 6922
Targa esterna Elvox
2
20066
2
Alimentatore
Elvox 6922
Elettroserratura
2
2
20557
2
20066
20541
+ (3) 20531.21
20541+ 20531.21
+ (2) 20531.20
20514
BY-ME
BUS
BUS + -
01801
AUX + -
20550+
01960+
01963
230 V~
V+ V-
20515
01852
01852
M M
M M
Lucernaio 1 Lucernaio 2
Tenda
parasole 1
01851.1
EV
Anemometro
Tenda
parasole 2
Igrometro
L
Termoregolazione
Luci
N
2
COAX
Alimentatore
24 Vcc
2
COAX
20565
Multiplexer
2
COAX
20550 + 01964
20565
2
2
COAX
Alimentatore
12 Vcc
20565
2
COAX
telecamere esterne
COAX
2
­­­575
Esempi installativi
Videocitofonia per il residenziale
Condominio con impianto videocitofonico Due Fili di Elvox
L’esempio di figura riporta un’applicazione videocitofonica in
ambito condominale nella quale viene utilizzato il sistema Due
Fili di Elvox.
Attraverso il videocitofono, l’utente potrà visualizzare e
comunicare con colui che ha effettuato la chiamata dalla
targa esterna e, una volta avvenuta l’identificazione, l’utente
stesso potrà quindi effettuare l’apertura dell’elettroserratura
dell’ingresso principale del condominio nonchè l’accensione
della luce. Ognuna delle abitazioni inoltre è provvista di un
citofono vivavoce per la comunicazione con la targa esterna,
la chiamata intercomunicante con il videocitofono (grazie alla
presenza del pulsante NO), l’apertura dell’elettroserratura e
l’accensione luci scale; questo tipo di installazione consente
di comunicare più agevolmente sia all’interno dell’abitazione
che con l’interlocutore esterno che si trova nei pressi della
targa. All’ingresso di ogni abitazione infine, è presente un
pulsante di chiamata e una telecamera con illuminatore
che consentono anch’essi di visualizzare e di comunicare,
attraverso il videocitofono o il citofono interno, con colui che
effettua la chiamata dal pianerottolo del condominio; questo
è utile nel caso in cui la porta dell’ingresso principale rimanga
accidentalmente aperta e tutti ne abbiano accesso e nel caso
in cui ad effettuare la chiamata siano altri inquilini che risiedono
nello stesso condominio.
(Esempio con serie Eikon)
20557 + 20008
Separatore Elvox 692S;
Alimentatore Elvox 6922;
Interfaccia audio/video 69AM;
Alimentatore supplementare 6582;
Distributore Elvox 692D.
Fam.
MILANI
20560 + 20570
Fam.
BRESCIANI
INGRESSO
Fam.
VINCENZI
Separatore Elvox 692S;
Alimentatore Elvox 6922;
Interfaccia audio/video 69AM;
Alimentatore supplementare 6582;
Distributore Elvox 692D.
01955.14
20557 + 20008
Targa esterna Elvox
Alimentatore Elvox 6922;
Alimentatore supplementare 6582;
­­­576
Separatore Elvox 692S;
Alimentatore Elvox 6922;
Interfaccia audio/video 69AM;
Alimentatore supplementare 6582;
Distributore Elvox 692D.
Schema di collegamento
2
2
2
2
2
2
2
Distributore
Elvox 692D
20577
2
01955.14
20557
Alimentatore
supplementare
Elvox 6582
2
2
Interfaccia A/V
Elvox 69AM
2
Alimentatore
Elvox 6922
Separatore
Elvox 692S
COAX
2
2
2
20565
2
2
2
2
2
Distributore
Elvox 692D
20577
2
01955.14
20557
Alimentatore
supplementare
Elvox 6582
2
2
Interfaccia A/V
Elvox 69AM
2
Alimentatore
Elvox 6922
Separatore
Elvox 692S
COAX
2
2
20570
20008.0
+20031
2
20565
2
2
2
2
2
Distributore
Elvox 692D
20577
2
01955.14
20557
2
Alimentatore
supplementare
Elvox 6582
2
Interfaccia A/V
Elvox 69AM
Alimentatore
Elvox 6922
Separatore
Elvox 692S
2
2
COAX
2
Alimentatore
Elvox 6922
2
20008.0
+20031
20570
20565
MILANI
Targa esterna
Elvox
BRESCIANI
VINCENZI
2
Elettroserratura
­­­577
BY-ME
20570
20008.0
+20031
Esempi installativi
Videocitofonia per il residenziale
Condominio con impianto videocitofonico
DigiBus di Elvox
L’esempio di figura riporta una tipica applicazione videocitofonica in ambito condominale nella quale viene utilizzato il sistema
DigiBus. Attraverso il videocitofono, l’utente potrà visualizzare e
comunicare con colui che ha effettuato la chiamata dalla targa
esterna e, una volta avvenuta l’identificazione, l’utente stesso
potrà quindi effettuare l’apertura dell’elettroserratura dell’ingresso principale del condominio nonchè l’accensione della
luce. Ognuna delle abitazioni inoltre è provvista di un citofono
vivavoce per la comunicazione con la targa esterna, l’apertura
dell’elettroserratura e l’accensione luci scale; questo tipo di
installazione consente all’utente di rispondere alle chiamate che
sopraggiungono quando esso non è nelle immediate vicinanze
del videocitofono, ma in un punto più lontano della casa.
All’ingresso di ogni abitazione infine, è presente un pulsante di
chiamata e una telecamera con illuminatore che consentono
anch’essi di visualizzare e di comunicare, attraverso il videocitofono o il citofono interno, con colui che effettua la chiamata
dal pianerottolo del condominio; questo è utile nel caso in cui la
porta dell’ingresso principale rimanga accidentalmente aperta e
tutti ne abbiano accesso e nel caso in cui ad effettuare la chiamata siano altri inquilini che risiedono nello stesso condominio.Il
sistema consente inoltre, collegando all’alimentatore un contatto
NO posto sulla serratura, di ricevere una segnalazione di “porta
aperta” tramite l’accensione del LED verde del videocitofono.
(Esempio con serie Plana Silver)
14556.SL
14576.SL; 14560.SL + 14570.SL
14550.SL + 01962
Fam.
VERDI
Fam.
BIANCHI
Relè Elvox
Relè Elvox
INGRESSO
Fam.
ROSSI
14556.SL
Relè Elvox
Alimentatori Elvox
Distributori Elvox
­­­578
Targa esterna Elvox
Schema di collegamento
6
8
8
10
10
6
6
Relè
Elvox
170 F
6
14556.SL
10
14550.SL + 01962
Relè
Elvox
170/052
8
14556.SL
14550.SL + 01962
14550.SL + 01962
Relè
Elvox
170/052
Relè
Elvox
170/052
6
4
6
Relè
Elvox
170 F
6
4
6
4
4
4
14560.SL
4
14560.SL
2
14560.SL
2
14570.SL
4
8
8
14576.SL
Distributore
Elvox 5556/004
14570.SL
4
14576.SL
Distributore
Elvox 6554
8
2
14570.SL
4
14576.SL
8
Distributore
Elvox 6554
2
11
Alimentatore
Elvox 6582
Relè
Elvox
170 F
BY-ME
14556.SL
6
Distributore
Elvox 6554
9
Alimentatore
Elvox 6948
COAX
Targa esterna Elvox
­­­579
Esempi installativi
Automazione per il residenziale
Appartamento con gestione luci e tapparelle,
termoregolazione e controllo carichi
Nell’esempio in figura, utilizzando la centrale da incasso
2 moduli del sistema By-me, si effettua il controllo della
temperatura, delle luci e delle tapparelle, della diffusione
sonora e la gestione dei carichi. L’impianto di termoregolazione
è stato suddiviso in tre zone: zona giorno, zona notte, bagni,
comandate ciascuna da una elettrovalvola. Nella zona giorno
il controllo della temperatura è effettuato dalla centrale, che
controlla anche il funzionamento dei due termostati. Ad ogni
zona è associato uno dei relè presenti sull’attuatore che
provvede al comando dell’elettrovalvola.
I programmi di cronotermostatazione sono memorizzati nella
centrale; qualora fosse necessario, la temperatura può essere
modificata localmente agendo sui termostati. In fase di
configurazione (menù controllo carichi) vengono impostate
le priorità con cui i carichi devono essere staccati in caso di
sovraccarico. Il comando a pulsante è abbinato ad ogni singolo
16954
carico per forzare il distacco indipendentemente dalla priorità
impostata. Nell’appartamento qui considerato sarà possibile,
ad esempio creare uno scenario che chiameremo “risveglio”
che, grazie ad un programma appositamente configurato
accenderà la luce della camera e la diffusione musicale di
sottofondo ad un determinato orario. Si crea cioé:
scenario 1 che attiva la diffusione sonora e l’illuminazione
nella camera
programma 1 che ad un orario prefissato, attiva lo scenario
di cui sopra (menù Programmatore: programma1 ---->
uscita scenario 1).
Nel salotto sarà possibile effettuare la regolazione
dell’illuminazione e attivare gli scenari TV e lettura mediante il
rispettivo comando a pulsante.
(Esempio con serie Idea)
01801, (2) 01851.1, 01855
16975
(2) 16975
16981 + (3) 16971.20
16961 +
(2) 16971.20
16954
16987 + (2)16971.20
+ 16971.21
16950
16988 + 16972.22 + 16971.2T
­­­580
Schema di collegamento
Alimentatore e Centrale
Zona 1
Zona 2
Zona 3
BUS
BUS + -
01801
16950
16987 + (2)16971.20
+ 16971.21
16954
16954
16961 +
(2) 16971.20
M
L
Tapparella
camera
230 V~
Luce
camera
01851.1
EV1
EV2
EV3
Zona 1
Zona 2
Zona 3
BY-ME
N
01851.1
01855
16981 +
(3) 16971.20
16975
16975
16975
Diffusione
sonora
Luce
Abat Jour Luce
salotto camera
bagno
Carico 1
Carico 2
16988 + 16972.22 + 16971.2T
Piantana salotto
­­­581
Esempi installativi
Automazione, antintrusione e videocitofonia per il residenziale
Villa con controllo dell’impianto attraverso l’applicativo
Vimar per Microsoft Media Center®.
L’esempio di figura rappresenta una villa a due piani nella
quale è realizzata l’integrazione tra il sistema di automazione
e antintrusione con il sistema videocitofonico Due Fili di
Elvox i quali, oltre ad essere gestiti dalla centrale da incasso
con monitor LCD, possono essere comandati e controllati
direttamente dalla TV grazie all’applicativo Vimar per Microsoft
Media Center®. Mediante il touch screen installato al secondo
piano, si effettua la supervisione e il comando delle funzioni (luci,
tapparelle, clima, scenari, controllo carichi e antintrusione) di
tutto l’impianto domotico della casa. Il sistema di automazione
gestisce i comandi, gli scenari e i programmi automatici impostati
mentre il sistema antifurto segnala gli allarmi antintrusione e, in
caso di allarme, attiva il dispositivo di chiamata all’unità di
vigilanza attraverso l’attuatore a relè. Il comunicatore telefonico
GSM consente di inviare ai numeri programmati le segnalazioni
di allarme (chiamata vocale e SMS), di gestire da remoto gli
scenari programmati e di effettuare le operazioni di diagnostica
(2) 20514.N
(Esempio con apparecchi serie Eikon)
20550.B + 01960 + 01963
•
20565.N
dei dispositivi. Il sistema By-me viene gestito attraverso il
televisore in salotto grazie all’applicativo Microsoft Media Center®
installato nel PC dedicato; quest’ultimo è connesso al BUS
attraverso la presa RJ speciale e l’interfaccia 01847 (fornita a
corredo dell’art. 01997) mentre il sistema videocitofonico Due Fili è collegato al PC tramite la presa RJ11 e l’interfaccia 01996.
Mediante Media Center® è inoltre possibile visualizzare sulla TV
le immagini trasmesse dalla telecamera 20565.N installata nella
camera dei bambini. Affinché l’impianto possa essere gestito
con l’applicativo Vimar per Media Center® è necessario che
l’installatore, dopo aver scaricato il database della centrale
mediante il software EasyTool ed averlo configurato con
MCConfig (software fornito con l’art. 01997), proceda alla
registrazione dei dati anagrafici (installatore e cliente finale)
ottenendo così il codice di attivazione.
•
20511.N
•
20541 + 20531.21.N + (2) 20531.20.N
•
•
•
•
•
20541 + 20531.21.N
+ (2) 20531.20.N
20548 + 20531.22.N
+ (2) 20531.20.N
•
• •
20547.N + 20008.0 + 20031.N
•
• •
20487.N
Targa Elvox
•
•
20483.N
20547 + (2) 20531.20 + 20531.21
•
•
•
•
01820
•
20490.N
•
01806
PC Media Center®
01997, 01996,
20329.N, 20320.N
•
20541 + 20532.20.N + 20531.20.N
20545 + 20532.20.N + 20531.20
•
Alimentatori Elvox 6922, Distributore
Elvox 692D, Separatore Elvox 692S,
01804.N, (2) 01851.1, 01850.1, 01852,
(2) 01801, 01942, 01845
Interfaccia Elvox audio\video 69AM
­­­582
20489.N
20487.N
01823
Schema di collegamento
BUS1
BUS
+-
01804.N
20487.N
CENTR
+-
20487.N
20490.N
20483.N
20489.N
01806
01942
Centrale unità
di vigilanza
01823
20511.N
01820
AUX + -
V+ V-
2
COAX
20565.N
Interfaccia
audio\video
69AM
2
2
2
Distributore
Elvox 692D
20008.0
+ 20031.N
2
20557.N
2
20550.N + 01960
+ 01963
2
2
2
Separatore
Elvox 692S
20320.N
Alimentatore
Elvox 6922
20329.N
TV
BUS 1
+-
RJ11
2
2
RCA
Alimentatore
Elvox 6922
BY-ME
01801
2
PC
Media Center®
USB
RJ11
01997.2
Targa esterna Elvox
2
01845
01996
BUS 2
+-
Elettroserratura
AUX + -
01852
01851.1
M M
Tapparelle
camere 1 e 2
20514.N
01850.1
20541
+ (2)20531.20.N
+ 20531.21.N
EV
Luce Luce
cam. 1 cam. 2
Luce Termorebagno golazione
20541
+ (2)20531.20.N
+ 20531.21.N
Luce
corridoio
2° piano
20541
+ 20532.20.N
+ 20531.20.N
1° piano
L
N
AUX + -
01801
20514.N
01851.1
piano terra
20547
+ (2) 20531.20.N
+ 20531.21.N
EV
Luce 2 Luce Luce
Termoresalotto cucina corridio golazione
230 V~
20548
+ 20531.22.N
+ (2) 20531.20.N
20545
+ 20532.20.N
+ 20531.20.N
M
Tapparella
salotto
Luce salotto
Luce bagno
L
N
I disegni delle viste laterali riportano l’ingombro totale e la profondità d’incasso in mm
­­­583
Esempi installativi
Automazione e videosorveglianza (TVCC) per il terziario
Negozio con automazione, antintrusione
e videosorveglianza
L’esempio di figura illustra il caso di un negozio nel quale le
funzioni di automazione, antintrusione e videosorveglianza
vengono gestite attraverso la centrale By-me. Nell’applicazione
considerata, il sistema consentirà l’apertura e la chiusura delle
serrande sulle vetrine ad orari programmati e coincidenti con
quelli di normale esercizio del negozio; anche il controllo della
temperatura interna viene effettuato dal sistema By-me che ne
permetterà la regolazione durante gli orari lavorativi e provvederà allo spegnimento nei giorni di chiusura. Il sistema antintrusione è costituito da rilevatori ad infrarossi a doppia tecnologia
e da sensori sismici per le vetrate mentre il sistema di TVCC è
connesso ad un multiplexer e ad un DVD-R per la visualizzazione e registrazione di immagini allo scopo di prevenire eventuali
furti o rapine. Le due serrande sono gestite dal comando a due
pulsanti basculanti e l’impianto di termoregolazione è controllato direttamente dal termostato.
Si crea uno scenario che chiude le serrande (comandate
dall’attuatore art. 01852), disattiva la caldaia (mediante il relè
associato all’elettrovalvola) e spegne le lampade d’illuminazione
del negozio.
Si creano quindi 2 programmi orari settimanali:
il programma 1, impostato per i giorni lavorativi, che poco
prima dell’orario di apertura del negozio, attivi l’impianto di
termoregolazione (menù Eventi: programma1 ----> OUT 1
GRUPPO relè elettrovalvola ON) e all’orario di chiusura lo
disattivi (OUT 1 GRUPPO relè elettrovalvola OFF);
il programma 2, impostato per i giorni lavorativi, che all’orario
di chiusura richiami lo scenario 2 (menù Eventi: programma 2
----> OUT 1 SCENARIO 2).
Lo scenario 1 (OFF generale) viene richiamato mediante comando a pulsante; questo è utile in tutti quei casi in cui il titolare o
i commessi del negozio abbiano la necessità di trattenersi oltre
l’orario di chiusura o in giorni non lavorativi.
(Esempio con serie Plana)
14560
01829
14560
14521 + (2) 14531.21 + 14531.1T
14514
01958
01804.01
Multiplexer
DVD-R
14560
01829
(2) 01801; 01852; 01851.1;
01845; 01942;
Alimentatore 24 Vcc;
Alimentatore 12 Vcc
01806
01826
14560
14541 + (3) 14531.20
14482
14490
01826
01821
­­­584
Schema di collegamento
BUS1
BUS + -
01829
01808
01829
14482
01806
01942
14490
CENTR + -
+29V
+-
01815
01821
01826
01826
V+ V-
COAX
14560
2
Multiplexer
01958
COAX
BUS 1
+-
2
01809 + batterie
BY-ME
2
COAX
2
Alimentatore
12Vcc
Alimentatore
24Vcc
14560
DVD-R
2
01845
COAX
BUS 2
+-
AUX + -
2
14560
COAX
14560
01801
BUS2
BUS + -
01801
14514
14541 + (2) 14531.21
+ 14531.1T
14541 + (3)14531.20
01852
01851.1
M M
L
230 V~
Serranda
vetrina sx
Serranda
vetrina dx
EV
Luce 1
Luce 2
Luce 3
Termoregolazione
N
­­­585
Esempi installativi
Automazione per il terziario
Sala conferenze
In una sala adibita a corsi e/o conferenze, sempre più spesso
si utilizzano sistemi multimediali; in questo caso il sistema
By-me permetterà di accendere spegnere o regolare le luci,
abbassare o alzare le tapparelle e far scendere o salire lo
schermo di proiezione. Tutto ciò viene effettuato con l’ausilio del
telecomando ad infrarossi che consente ad una sola persona di
gestire tutto l’impianto con estrema semplicità e versatilità.
All’interno della sala conferenze le tapparelle possono essere
gestite singolarmente in modo locale; il gruppo lampade
centrali e il gruppo lampade palco-lampade laterali possono
anch’esse essere gestite in modo locale effettuando accensione/
spegnimento e regolazione. Si creano quindi quattro scenari:
lo scenario “conferenza” che attiva al 100% le lampade sul
palco e quelle laterali, alza le tapparelle, abbassa lo schermo
e regola le lampade centrali al 30% dell’intensità massima;
lo scenario “proiezione” che regola le lampade sul palco e
quelle laterali al 20%, abbassa le tapparelle, attiva le lampade
centrali al 30% e abbassa lo schermo;
lo scenario “riunione” che alza le tapparelle e lo schermo,
attiva le lampade centrali al 100% e regola le lampade sul
palco e quelle laterali al 20%;
lo scenario “OFF generale” che spegne tutte le luci, alza lo
schermo e abbassa le tapparelle.
I quattro scenari vengono abbinati a quattro tasti distinti del
telecomando per mezzo del quale è possibile richiamarli grazie
al ricevitore ad infrarossi.
Il comando delle tapparelle e la regolazione delle luci potranno
inoltre essere effettuati anche attraverso gli apparecchi a
pulsante mentre il termostato consentirà la gestione del fan coil
per la regolazione della temperatura ambiente.
(Esempio con serie Idea)
16987 + 16972.21 + 16971.22
16987 + 16972.21 + 16971.22
(4) 01856; 01853; 01851.1;
(3) 01854; 01801
16956
01950.14
16953
­­­586
16981 + (3) 16971.22
Schema di collegamento
BUS
BUS + -
01801
01950.14
16987 + 16972.21
+ 16971.22
V+ V-
16987 + 16972.21
+ 16971.22
M
16953
M
Tapparelle
Schermo
proiezioni
BY-ME
230 V~
Luce
Relatori
01856
Luce
Relatori
01856
BALLAST
L N
Luce
Centrale
01856
BALLAST
0 - 10 V
Luce
Centrale
0 - 10 V
01856
BALLAST
L N
0 - 10 V
01851.1
BALLAST
L N
0 - 10 V
L N
M
Termoregolazione
sala conferenze
L
N
01854
01854
01854
01853
Luce
laterale
Luce
laterale
Luce
laterale
Luce
laterale
16956
16981 + (3) 16971.22
01849
­­­587
Esempi installativi
Automazione, antintrusione e controllo accessi per il terziario
Palazzina uffici
Nell’esempio di figura si illustra come le funzioni di automazione
e antintrusione del sistema By-me siano facilmente integrabili
con il controllo accessi via bus. In questo modo la sicurezza
viene garantita dividendo in zone/piani gli spazi dedicati ai
diversi uffici; ognuno di questi inoltre, è dotato di un rivelatore
di fumo. Ogni dipendente ha una propria chiave a transponder
che gli consente l’accesso dall’ingresso principale e nell’ufficio
di sua competenza; ogni ufficio è provvisto di termostato per il
controllo della temperatura e di un comando per l’illuminazione
e per le tapparelle. Nelle finestre di ogni ufficio sono installati dei
contatti magnetici da incasso collegati all’interfaccia comandi;
nel caso in cui una finestra rimanga aperta infatti, l’interfaccia
lo segnalerà alla centrale la quale provvederà a spegnere il
riscaldamento (ottimizzazione dei consumi). L’inserimento
dell’impianto antintrusione dalla guardiola mediante comando
a pulsante, prevede la contemporanea chiusura delle tapparelle,
lo spegnimento delle luci e dell’impianto di termoregolazione
(riduzione).
Nell’ascensore è presente un pulsante che, in caso di guasto,
consente di inviare la segnalazione di allarme al comunicatore
per prevenire il rischio che le persone rimangano bloccate a
lungo (quando cioè l’allarme acustico non può essere udito
perché, ad esempio, nello stabilimento non è presente più
nessuno). Nella reception inoltre, è presente un pulsante che
consente l’accensione e lo spegnimento della diffusione sonora
nella sala di attesa.
(Esempio con serie apparecchi Plana Silver)
01950.20
•
14515.SL
SALA RIUNIONI
•
(2) 01801; 01845; 01850.1;
01942; 01851.1
••
14484.SL
14472.SL
••
UFFICIO 2
14470.SL
14526 + 14532.20.SL
•
UFFICIO 1
•
•
14492.SL
01803.SL
01804.SL
LOC. CONTROLLO
•
•
14515.SL
•
14521 + 14532.20.SL + 14531.SL
•
14515.SL
14257 +
14532.21.SL
•
01777
•
14521 +
(2) 14531.20.SL
•
RECEPTION
•
ASCENSORE
•
•
14490.SL
­­­588
14515.SL
14472.SL
14470.SL
OUT 1 GRUPPO relè elettrovalvola ON). Si crea poi un secondo
programma che, qualora sopraggiunga un segnale dall’interfaccia comandi (cioè una finestra è aperta), disattivi il gruppo che
controlla l’impianto di termoregolazione dell’ufficio dove quest’ultima è rimasta aperta (menù Eventi: programma 2: IN 1 gruppo
interfaccia comandi ON ----> OUT 1 gruppo relé elettrovalvola
OFF). Il pulsante installato nell’ascensore, di tipo NC, viene connesso ad uno degli ingressi I1 o I2 (configurato come allarme
tecnico) dell’interfaccia contatti del sistema antintrusione.
Si crea uno scenario che spegne le luci di tutti gli uffici, chiude le
tapparelle e porta nella modalità riduzione l’impianto di termoregolazione (OFF generale).
Si crea quindi un primo programma che, quando viene richiamato lo scenario di OFF generale, attivi l’impianto antintrusione
(menù Eventi: programma: IN 1 SCENARIO ----> OUT 1 SAI ON).
Tramite la centrale viene effettuato il disinserimento dell’impianto
d’allarme (che eventualmente attiva, ad esempio, l’impianto di
termoregolazione; menù Eventi: programma: IN 1 SAI OFF ---->
Schema di collegamento
Ufficio 1
Controllo accessi via BUS
14485.SL
14470.SL
14472.SL
Ufficio 1
14492.SL
14527 +
14532.21.SL
14526 +
14532.20.SL
01850.1 14515.SL
14514.SL
M
Sala riunioni
(come sopra)
L
Ufficio 2
(come sopra)
EV
01777
01820
Tapparelle
ufficio 1
230 V~
Luce
ufficio 1
Sala riunioni
(come sopra)
Clima
ufficio 1
N
BUS 2
+-
01845
Controllo accessi via BUS
BUS 1
+-
BUS1
BUS + -
01804.SL
CENTR
+-
01803.SL
01950.20
V+ V-
01942
14470.SL
14472.SL
14490.SL
E
Reception
AUX + -
01801
Pulsante su
ascensore
BUS + -
01801
14514.SL
14521
+ 14531.20.SL
+ 14531.SL
01851.1
14521
+ (2)14531.20.SL
EV
Luce
Luce
Clima
Diffusione
reception locale di locale di sonora
controllo controllo
­­­589
BY-ME
BUS2
Ufficio 2
(come sopra)
Esempi installativi
Automazione, antintrusione e videocitofonia per il terziario
Palazzina uffici condivisa
All’interno di un centro servizi, può succedere che più aziende condividano la stessa palazzina e di conseguenza la
stessa portineria. In questo caso si avranno sistemi By-me
indipendenti per la gestione di luci, temperatura, tapparelle
e antintrusione delle due aziende che, con qualche piccolo
accorgimento installativo, potranno essere controllati entrambi
dalla portineria per effettuare lo spegnimento generale dell’illuminazione, dell’impianto di termoregolazione e la chiusura
delle tapparelle.
L’impianto è provvisto di comunicatore che, mediante messaggi vocali o sms, consente di ricevere eventuali segnalazioni
di allarme, di targa esterna (in comune con l’impianto video-
20557 + 20066
(Esempio con apparecchi serie Eikon)
20489
•
20485
citofonico delle altre aziende) per la visualizzazione e risposta
chiamate in centrale e di citofoni vivavoce per le chiamate
intercomunicanti tra gli uffici della stessa azienda.
All’ingresso di ogni azienda vi è un tastierino digitale che
consente l’inserimento/disinserimento dell’impianto d’allarme
da parte del responsabile; ogni inserimento corrisponderà
con lo spegnimento di tutte le utenze degli uffici, mentre ogni
disinserimento corrisponderà con l’attivazione dell’impianto di
termoregolazione.
•
20547
+ 20532.21
+ 20531.20
•
20485
•
•
20514
•
•
20547
+ 20532.21
+ 20531.20
•
20557 + 20066
AZIENDA "A"
20547
+ 20532.21
+ 20531.20
01803.14 +
01804.14 +
•
•
•
20514
•
AZIENDA "B"
•
20483
•
• •
20485
•
20541 + 20532.1T
+ 20531.20
•
PORTINERIA
(2) 01801; 01845; (2) 01851.1; 01850.1;
(2) Alimentatore Elvox 6922;
01942; Separatore Elvox 6923;
Distributore Elvox 692D
­­­590
01806
20550 +
01960 +
01963
Targa esterna Elvox
In portineria è presente un comando a pulsante derivato
da ognuno degli impianti in modo tale da consentire la
chiusura delle tapparelle, lo spegnimento dell’illuminazione e
dell’impianto di termoregolazione all’orario prefissato da ogni
azienda.
Per ognuna delle aziende si crea uno scenario che spegne
tutte le luci, chiude tutte le tapparelle e disattiva l’impianto di
termoregolazione (scenario di OFF generale).
Si creano quindi due programmi:
 il programma 1 che, quando viene inserito il sistema
antintrusione, richiama lo scenario di OFF generale (menù
Eventi, programma1: In1 SAI ON ----> Out1 SCENARIO);
il programma 2 che, quando viene disinserito il sistema
antintrusione, attiva il gruppo che controlla l’impianto di
termoregolazione (menù Eventi, programma2: In SAI OFF
----> Out GRUPPO relè elettrovalvola ON).
Attraverso il pulsante NO collegato ai citofoni vivavoce, potranno essere effettuate/ricevute chiamate intercomunicanti dalla/
alla reception, dall’/all’ufficio del responsabile e dalla/alla sala
conferenze.
Schema di collegamento
AZIENDA A
20485
20485
20485
BUS1
01803.14
01804.14
20483
CENTR + -
BY-ME
BUS + -
01942
20550 +
01960 +
01963
01806
V+ VBUS 1
+-
2
AUX + -
2
20066
01801
20557
20066
2
2
BUS + -
01801
2
Alimentatore
Elvox 6922
Targa esterna
Elvox (2 posti)
(Azienda A e B)
20557
2
Distributore
Elvox 692D
01845
2
BUS 2
+-
2
Separatore
Elvox 6923
Alimentatore
Elvox 6922
BUS2
2
Elettroserratura
20514
20514
20547
+ 20532.21
+ 20531.20
M
L
N
Tapparelle
entrata
230 V~
20547
+ 20532.21
+ 20531.20
M
Tapparelle
ufficio
20547
+ 20532.21
+ 20531.20
M
Tapparelle
sala riunioni
01851.1
01850.1
01851.1
EV EV EV EV
Termoregolazione Azienda “A” Luce
reception
20541 + 20532.1T
+ 20531.20
Comando
OFF generale
(Portineria)
Luci Azienda “A”
Stessi collegamenti
per AZIENDA B
­­­591

Documenti analoghi