L`Organizzazione Il Problema

Commenti

Transcript

L`Organizzazione Il Problema
L’Organizzazione Sampark è stata fondata come una ONG di beneficenza nel Luglio 1991, sotto al Karnataka Societies Registrations Act (1960). La missione di Sampark è rivolta alle persone povere e vulnerabili a livello economico, specialmente alle donne, per cercare di migliorare le loro vite incrementando le loro abilità reddituali. Sampark ha operato come agenzia-­‐risorsa per altre ONG, agenzie governative e di donatori, e segue anche un progetto sul campo, dove si impegna nella riduzione della povertà in 40 villaggi attraverso strategie autosufficienti. Le attività di Sampark riflettono la sua visione istituzionale, che può essere rappresentata come due pilastri: quello dell’apprendimento e della diffusione, e quello dell’azione. Il Problema Sampark ha condotto una ricerca sui bisogni dei figli dei lavoratori edili a Bangalore. Questa ricerca è stata condotta attraverso l’incontro con i lavoratori edili, i costruttori, e lo staff delle ONG locali. Le scoperte principali della ricerca sono state le seguenti: a. Ci sono circa 250,000 figli di lavoratori edili presso i siti di costruzione a Bangalore che hanno meno di 10 anni. b. Il 90% dei lavoratori edili sono immigrati dal Nord Karnataka (Gulberga, Raichure e Bijapur), Tamil Nadu e Andhra Pradesh, gli stati confinanti. c. Nonostante alcuni lavoratori edili abbiano lasciato i loro figli nei paesi nativi, la maggiorparte li ha portati con sé poiché l’intera famiglia è migrata nel nuovo posto di lavoro. Questi bambini non sono mai stati mandati in scuole (formali o informali), in quanto erano nuovi nel posto e le scuole non ammettevano nuovi studenti che probabilmente sarebbero partiti per una nuova meta in poco tempo. Inoltre, la lingua è un problema per fargli continuare l’educazione nel posto, poiché le scuole governative insegnano Kannada al livello Medio. I bambini provenienti dal Tamil Nadu e Andhra Pradesh non capiscono la lingua del Karnataka (Kannada). Inoltre la situazione economica famigliare non arriva a coprire le spese di scuole private. d. Le lavoratrici edili donne hanno affermato che quando lavorano, nessuno si prende cura dei loro figli minori, di età tra 2 e 4 anni. Le donne lasciano questi bambini insieme a quelli più grandi (dai 6 agli 8 anni), che però non sono in grado di gestire quelli giovani. Per questa ragione ci sono spesso incidenti, come cadute dai muri o dentro cisterne d’acqua, ecc. e. I lavoratori edili hanno affermato che c’è il bisogno di organizzare le strutture dove i bambini possono rimanere a imparare a leggere e scrivere nelle loro lingue native, con qualcuno che si prenda cura di loro. f. I ricercatori hanno incontrato anche alcuni costruttori come Sobha, Mantri, Paras, ecc., a Bangalore (Koramangala, H.S.R. Layout). I costruttori hanno detto che i bambini sono causa di grande disturbo per i lavoratori durante le ore di lavoro. Hanno inoltre affermato che poiché i bambini non hanno nessuna attività da eseguire durante il giorno, corrono nei cantieri con scuse diverse ogni volta per vedere i genitori. I costruttori erano anche dell’idea che c’è il bisogno di attività organizzative per i bambini, e che sarebbero disponibili a contribuire fornendo un posto dove lasciarli vicino al cantiere. 1 g. Sampark ha contattato una ONG che stava lavorando con i figli dei lavoratori. Uno dei problemi maggiori della ONG nella gestione delle scuole è il tasso di abbandono degli studenti. Hanno affermato che vi è la necessità di sviluppare una strategia che potrebbe motivare i bambini a frequentare queste scuole; inoltre c’è il bisogno di sviluppare un programma scolastico speciale in cui vengono insegnate diverse lingue, ma anche usando molte fotografie o immagini in modo tale che i bambini possano essere attratti alla scuola e motivati ad imparare. Oltre a questi risultati della ricerca, è stato rilevato che i bambini sono esposti a un ambiente pericoloso mentre sono senza sorveglianza, e questo può portare a incidenti che possono essere fatali (come le costruzioni difettose o i cani randagi). Questa ricerca ha dimostrato chiaramente che persiste la necessità di organizzare la vita dei figli dei lavoratori edili nella zona di cantiere. Obiettivi Principali Creare un ambiente in cui 50 figli di costruttori edili possono ricevere un’educazione informale, con qualcuno che si prende cura di loro quando i genitori sono a lavoro tranquilli. Questo è un’iniziativa pilota e il nostro obiettivo è di estenderla a un numero maggiore di bambini (circa 1,000). Dovremo comunque perfezionare il nostro approccio sulla base delle scoperte che si avranno grazie alla prima iniziativa, la quale appunto servirà come punto di inizio. Il progetto pilota è stato progettato sulla base delle esigenze individuate dal personale Sampark attorno alle aree a Bangalore in cui si trovano i lavoratori edili. Sulla base di questi risultati, si cercherà di: a. Creare un ambiente in cui i figli dei lavoratori edili possano frequentare regolarmente le lezioni e imparare divertendosi attraverso un programma di educazione non formale. b. Organizzare i bambini dai 3 ai 6 anni come nelle Balwadi (asili per fasce economiche molto basse). I figli dei lavoratori edili sarebbero i beneficiari immediati di questo progetto. Il progetto preso in considerazione è a Bangalore, India. 2 Metodologia di Realizzazione •
Sampark creerà asili nido che saranno aperti tutto il giorno, lasciando le madri libere di andare a lavorare senza preoccupazioni: le crèche. Esse avranno buone strutture di gioco, forniranno cibo nutritivo e insegneranno ai bambini le filastrocche, l’alfabeto e i numeri. I bambini all’interno di queste strutture saranno di età compresa tra i 3 e 6 anni •
Ogni classe sarà vicina al luogo del cantiere dove lavorano i genitori. Se ci sarà la possibilità di avere strutture con serrature, verranno create librerie dentro la classe stessa, dove i bambini potranno imparare ad usare i computer (donati da Phillips). Ciò motiverebbe a creare interesse nei bambini per l’istruzione. •
L’identificazione del luogo per il progetto sarà deciso dopo l’incontro con i costruttori a Bangalore, perché la decisione dipende dal luogo in cui i costruttori hanno siti edili in uso. •
Sampark svilupperà un rapporto con aziende, organizzazioni e aziende IT (come School Net), al fine di fornire un supporto educativo basato sulle nuove tecnologie per lo sviluppo del materiale didattico. Per formare gli insegnanti delle crèches, invece, sono usati i metodi delle scuole Montessori. •
Ogni crèche avrà un comitato di genitori. Lo scopo di questo comitato sarà quello di coinvolgere attivamente i genitori in tutto il processo del progetto. Ci aspettiamo che il loro contributo possa essere sotto forma di tempo trascorso nei centri, nella gestione, e nel pagamento del trasporto dei bambini al centro. Risultati finali ricercati Ø Qualitativi a. Ridurre il numero di incidenti infantili nei cantieri, provvedendo ai bambini un posto sicuro dove crescere e imparare. b. Migliorare l’alfabetizzazione tra i figli dei lavoratori edili. c. Dare ai bambini le competenze e le conoscenze che permetteranno loro di frequentare le lezioni formali al loro ritorno ai luoghi d’origine. Se i genitori scelgono di rimanere a Bangalore, i bambini saranno adeguatamente preparati per l’integrazione alle scuole locali. d. Migliorare il contenuto e la qualità d’apprendimento dei bambini, generando interesse e motivandoli allo stesso tempo tramite l’uso di nuove tecnologie. L’uso della tecnologia sarà particolarmente utile ai bambini più grandi in quanto li aiuterà a imparare più velocemente, pur mantenendo il contenuto interessante e divertente. 3 Ø Quantitativo I seguenti targets verranno monitorati durante tutta la durata del progetto: a. Tassi di frequenza nelle crèches – maggiori di 75% in media. b. Abilità di lettura della lingua locale (conoscenza dell’alfabeto, numeri, ecc) – 90% dei bambini che frequentano regolarmente la crèche. c. Conoscenza dell’igiene personale – 100% dei bambini che frequentano regolarmente la crèche. Se uno di questi tassi rientra sotto i livelli previsti, saranno avviate ulteriori indagini con i comitati dei genitori per garantire che il programma stia soddisfacendo le esigenze dei figli. Risorse Sampark è alla ricerca di finanziatori che possano contribuire a espandere il nostro impatto al di fuori delle due crèches già esistenti. Stiamo cercando 160.000 INR, cioè € 1.876,48, per creare 4 crèches con 50 bambini ciascuna per un anno: 675 INR (7,92 €) al mese per bambino, che comprende affitto, stipendio dell’insegnante, colazione e pranzo, cancelleria. 4 

Documenti analoghi