alex e` diventato papa`!

Commenti

Transcript

alex e` diventato papa`!
La Gazzetta di Brancon
(ORGANO NON UFFICIALE DI STAMPA DELL’A.C. BRANCON)
Edizione dell’11 Luglio 2008
Nuovo fiocco rosa in casa gialloblu: dopo Giulia Montemezzi arriva Dea Tardiani
ALEX E’ DIVENTATO PAPA’ !
La compagna Elena ha dato alla luce la primogenita lunedì 7 luglio
EDITORIALE
Non potevamo non aprire la Gazzetta di Brancon con
questa lieta notizia: Alex è diventato papà.
Lo scorso venerdì si era presentato immancabile alla
partitella in famiglia, nonostante il parto della
compagna Elena fosse già fissato per lunedì 7. Elena
ha dato alla luce la figlia Dea, cui tutti i branconiani
danno un caloroso abbraccio di benvenuto!
Congratulazioni ovviamente ai genitori della piccola.
La nascita di Dea va ad aggiungersi a quella di
Giada, primogenita di Salvatore “Luce” Lucente,
elemento del calcio a 5, e sposta l’attenzione del
mondo branconiano da alcuni episodi cronaca
certamente meno edificanti, come il vergognoso rutto
di Moreno in pubblico di una settimana fa, che ha
lasciato profondi strascichi. Moreno era in odore di
un ruolo di prestigio all’interno della dirigenza
barboscudata, ma quest’ultima scivolata lo ha messo
in cattiva luce.
Per definire il futuro branconiano ci sarà tempo: per
ora in alto i calici per BARBAPAPA’ ALEX !!
Non solo calcio e sport: la Gazzetta si amplia
NOTIZIE DAL MONDO
I nostri fedeli lettori ci hanno scritto numerosi,
manifestando la necessità di avere un giornale più
aperto a quello che succede fuori da Brancon. Noi
siamo per definizione autarchici, ma abbiamo deciso
lo stesso, a partire dal numero odierno, di dare spazio
anche alle notizie dal mondo.
Ampio spazio a due casi al centro dell’attualità: la
sentenza del Tribunale di Casteldario che legittima i
cannoni dei rasta e l’allarme clima, con lo
scioglimento del Perito Moreno e la strana malattia
del Geometra Moreno.
Cronache dal mondo a pagina 2
Torna a grande richiesta lo spazio dedicato al
Cinema Multisala Brancon
I FILM DELL’ESTATE
Le recensioni a pag. 4
Andiamo a vedere tutti i gol gialloblu
Tano e Isacco:
la sfida continua
Classifica marcatori a pag. 6
1
UN “EX” BRANCONIANO AL CENTRO DELLA CRONACA IN SETTIMANA
“Rasta” Dusi assolto: la dose non è uguale per tutti
La Cassazione certa: chi professa la fede “RASTA” può farsi cannoni a volontà
DAL NOSTRO INVIATO A CASTELDARIO
Sentenza scandalo alla Sesta Sezione Penale (da non confondere con la Sesta Misura Penale, che è la
taglia di boxer del Fred…) di Casteldario. Non si tratta esattamente di legalizzazione dell'erba, ma ci va
molto vicino. E d’altronde si sa, l’erba del vicino (ma soprattutto della vicina) è sempre più buona da
fumare. Di fatto, con la sentenza numero 28720, il giudice ha stabilito il diritto, per chi professa la fede
rasta, a farsi canne a tutta randa senza incorrere in sanzioni. Il giudice ha stabilito che chi crede in Jah e
nella sua reincarnazione nel negus di Casaleone, Haile Peroni Morenassiè I, può liberamente circolare
con qualche dose di "maria" in più del normale, in quanto, citiamo alla lettera la sentenza, "secondo le
notizie relative alle caratteristiche comportamentali degli adepti di tale religione di origine ebraica, la
marijuana non è utilizzata solo come erba medicinale, ma anche come erba meditativa".
La Corte di Cassazione è stata chiamata a pronunciarsi sul ricorso di un
individuo ben noto alle cronache branconiane: trattasi dell’ex difensore Nicola
“Paperdusi” Dusi, eterna meteora del calcio gialloblu. Dusi, mentre
vagabondava per Casteldario a bordo della sua auto, è stato fermato da un
posto di blocco dei Carabinieri che gli hanno sospeso la patente per aver
trovato un sacchetto da 300 chili di marijuana nel baule della macchina.
Sempre nel baule, i Carabinieri gli hanno trovato una bicicletta rubata e una
collezione impressionante di film porno tutti appiccicosi.
Dusi, dopo inutili tentativi di rifilare la bici rubata ai militari, si è difeso
sostenendo di essere un adepto alla religione rastafariana, e che quindi è
tenuto spiritualmente a farsi dei cannoni da paura.
La giustificazione non ha convinto i militari dell’Arma che lo hanno condotto
in ospedale per l’esame delle urine di rito (nella foto Dusi mentre esce
soddisfatto dal bagno con il campione, che però si presenterà a prima analisi
un po’ più solido e gelatinoso del previsto…).
Dusi ha tuttavia continuato a sostenere la giustificazione
"spirituale" adducendo ad esempio gli innumerevoli cannoni che si
sarebbe fumato prima della gloriosa doppietta da lui realizzata due
anni orsono contro il Correggioli. Il tribunale di Barbasso non ha
ritenuto di prendere in considerazione questa scusante, dichiarando
Dusi colpevole per illecita detenzione, doping sportivo, onanismo
sfrenato e vilipendio alla corte, e condannandolo quindi a un anno
e quattro mesi di lavoro presso un bar di Bagnolo S. Vito. Verdetto
confermato anche dalla Corte d'appello di Bigarello, con una
sentenza nella quale si specificava che con 300 chili si fanno circa
1000 cannoni e che questi non sono propriamente per esclusivo uso
personale. Dusi ha fatto ricorso in Cassazione, ottenendo
soddisfazione dalla Corte Suprema di Casteldario che ha rinviato la
pratica alla Corte d'Appello di Roverbella, affinché riconsideri il
caso, tenendo presente che i rasta sono obbligati a fare uso di
marijuana come “erba meditativa e autoerotica”.
Di fronte a tali motivazioni, anche il Tribunale di Roverbella non
potrà più condannare Dusi: se qualche dubbio sulle sue capacità
meditative c’è, su quelle autoerotiche non si discute.
2
I CAMBIAMENTI CLIMATICI INVESTONO ANCHE LA TRANQUILLA BRANCON
E’ allarme: il “Geometra Moreno” si sta sciogliendo
Sarebbe questo il motivo delle sue inappetenze a tavola e delle magre figure in società
Nei giorni scorsi è arrivata la sconfortante notizia diramata dai ricercatori argentini sul Perito Moreno, il
famoso ghiacciaio della Cordigliera delle Ande. Dalle ultime osservazioni si è potuto appurare che il
Perito Moreno si sta sciogliendo a ritmi vertiginosi, perdendo quantità d’acqua valutabili nell’ordine dei
milioni di metri cubi. Jorge Rabassa Cruz Crespo, un ricercatore argentino, ha dichiarato: "Come gli altri
ghiacciai della zona, il Perito Moreno risente del riscaldamento climatico e nella sola estate appena
conclusa ha perso 14 metri di spessore".
Piove sul bagnato. A pochi giorni di distanza da questa notizia allarmante, i sismologhi italiani hanno
diramato la notizia che anche il Geometra Moreno si sta sciogliendo, perdendo una quantità di gas
valutabile nell’ordine dei milioni di rutti al giorno. Che Moreno non stesse bene, se ne erano avute
avvisaglie già nelle scorse settimane quando, durante una cena con il gotha dell’intellighenzia veronese,
il nostro capo ultrà aveva lasciato nel piatto ben due risotti sui tre proposti dal menu.
Abbiamo raggiunto telefonicamente il Dottor Sassaroli, che ha recentemente operato Moreno per
un’ernia rettale, il quale ha dichiarato : "Fino a due anni fa il Geometra Moreno era in controtendenza
rispetto agli altri individui morenozoici della zona, e il suo bradisismo naturale si stava assopendo
facendolo quasi sembrare un essere umano. Questo gli ha permesso nientemeno che di trovare una
fidanzata. La cosa ci è sembrata però molto strana, conoscendo bene le origini di Moreno. Abbiamo
voluto controllare i suoi gas interni e qui abbiamo accertato con orrore che ci sono preoccupanti sacche
di gas primari sconosciuti che sono pronti ad esplodere come bombe. Il fatto è che Moreno, per ben
figurare in società, ha per troppo tempo represso i rutti, e questo ha causato il classico effetto “vulcano”:
più energia si accumula, più pericolosa e violenta sarà la prossima eruzione”.
Preoccupati anche gli amici di Moreno. Bocchi ha avuto la sventura
di giocarci insieme venerdì scorso e di cenare con lui a La Pila di
Concamarise con altri compagni di squadra. “Ricordo come fosse
ora: stavamo discutendo armoniosamente di classici della
letteratura. Andreoli aveva appena finito di declamare un sonetto
stilnovista di Guinizzelli, ed era il turno del Fred che stava
raccontando un classico della letteratura russa, la scena di Guerra e
Pace in cui Yelena Vigorovna e Aleksei Fredlischenko, durante una
lite furibonda, rompono la vasca da bagno, quando… quando
Moreno erompe in un rutto disumano. Siamo ovviamente stati
cacciati dal ristorante, e mentre ci allontanavano Moreno tentava un
approccio disgustoso con una povera cameriera che non sapeva più
Gonfio. L’orrendo stato in cui
come toglierselo di dosso. Non ci voglio più pensare.”
versa Moreno.
Il Collegio dei Geometri non ha tardato a dire la sua sulla notizia trapelata:
”Siamo dispiaciuti. Per anni ci siamo lasciati ingannare dall’apparenza,
tanto che Moreno era stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell'Umanità
dall'Unesco perché rappresenta un esempio di come era la Terra all'inizio
dell'era Morenozoica. Poi abbiamo saputo che Moreno ha partecipato al
RuttoSound di Reggiolo con il nome di Rutt Moreno. E’ uno scandalo e
un’umiliazione per l’intero Collegio. A settembre ci riuniremo in seduta
plenaria per decidere se Moreno potrà ancora rimanere iscritto all’Albo o
se dovrà andarsene.”
Il Presidente Muraroli ha contattato anche un luminare americano esperto
in ruttoscopie. Il futuro di Moreno è nelle sue mani.
Trionfo. Rutt Moreno è il
vincitore del RuttosSound.
3
L’ANGOLO DEGLI SPETTACOLI / TORNA “APPUNTAMENTO AL CINEMA”
I film dell’estate al Multisala di Brancon
Le recensioni dei film in proiezione a Brancon durante il mese di luglio
Continua anche durante il periodo estivo il grande successo del Cinema Multisala di Brancon.
Il Multisala branconiano, che propone percorsi tematici con pellicole meno note dei soliti vecchi e
melensi Indiana Jones o filmettini d’amore, è stata premiata dal pubblico. I percorsi d’autore, come
quello su Claude Chabrol, hanno segnato il tutto esaurito. Alla redazione della Gazzetta siamo stati
tempestati di chiamate dei lettori che ci hanno chiesto di riproporre le valide recensioni del nostro
critico. Buona lettura !!
SALA 1.
MA QUANDO ARRIVANO LE RAGAZZE ?
Con Vittoria Puccini e Fred Holmes
Film della nuova stagione cinematografica italiana, con
protagonista l’interprete femminile di Elisa di Rivombrosa,
Vittoria Puccini.
Il forte giocatore di calcio Luca, durante una serata alla Mucca
della Zia, conosce un manipolo di ragazze bresciane che creano
all’istante un Luca Fan Club. Alla partita d’esordio casalingo
contro il Formigosa, le bresciane sono attese al campo per
festeggiarlo, ma qualcosa stranamente va storto… Intrighi e
passioni a non finire.
SALA 2.
BABE – UN SUINEZ A COVERCIANO
Con Mister Suinez
Film per i più piccoli, ma adatto anche ai giovani di ogni età
che vogliono passare un paio d’ore fra buoni sentimenti e storie
di amicizia. Suinez è un ruspante allenatore di campagna che
non ha il patentino di prima categoria. Vincendo la paura che lo
attanaglia, convinto dall’inseparabile amica oca, si trasferisce a
Coverciano per studiare con Costacurta, ma lo metteranno in
camera con la Colombari. Tranquilli, è un film per bambini…
SALA 3.
GRANDE GROSSO E… FREDONE
Con Carlo Verdone, Claudia Gerini e Fred Holmes
Ancora il genio di Verdone che cura la regia di questo remake
alla branconiana del capolavoro comico “Bianco rosso e
verdone”.
In questo caso, nell’episodio centrale, Verdone lascia il ruolo di
attore protagonista all’emergente attore italiano Fred Holmes,
che qui interpreta la parte di un playboy che conquista la Gerini e
la possiede ripetutamente. Risate a non finire (tranne per la
Gerini).
4
SALA 4.
IL RITORNO DEL GHIDOZ
Con Luca Ghidotti
Film ispirato alla celebre saga del Commissario Monnezza
interpretato negli anni 80 da Thomas Millian. Il Ghidoz è un
commissario con la licenza di uccidere, che all’improvviso
sparisce senza lasciare tracce, lasciando tra l’altr ola squadra di
calcetto della Polizia proprio sul più bello nel torneo fra forze
armate. Ma la sorpresa è dietro l’angolo: il Ghidoz era solo
impegnato in un sofisticato travestimento per infiltrarsi in una
gang di criminali. Battute in mantovano e scazzottate facili.
SALA 5.
IL CIONCIO PIU’ BELLO
Con Ciulla e Violante Placido
Grandissima interpretazione orale della figlia di Michele Placido,
insieme a un emergente attore di Casteldario. Il Ciulla è un
ragazzone mantovano con una passione sfrenata per il sesso
facile, il classico scapolone del paese. Alla fine anche lui dovrà
capitolare e finire sull’altare con Violante. Ma la sera prima delle
nozze si lascia tentare dalla proposta oscena di una ragazza che
lo invita a casa sua per un “chinotto”. Il Ciulla fraintende la cosa
e pensa che la tipa voglia davvero offrirgli solo da bere. Finale a
sorpresa.
SALA 6.
MORENO TORNA A SCUOLA
Con Nadia Bengala e Moreno
Ennesimo episodio della saga di Moreno, lo studente più
scapestrato del pianeta. Cosa combinerà stavolta lo sfaticato
paraculo? Dopo aver letto tutti gli strafalcioni grammaticali che
commette nel postare messaggi sul muretto del Brancon, la
Ministro Gelmini decide di rimandarlo a studiare. A scuola
Moreno incontrerà una supplente gnocca, brava anche nell’arte
dell’uncinetto.
SALA 7.
FRED & THE CITY
Con Sarah Jessica Parker e Fred Holmes
E’ l’attore italiano del momento, che sta spopolando con 3-4 film
contemporaneamente in uscita nelle sale. Anche Hollywood non
poteva non accorgersi del nuovo stallone italiano Fred, per il
quale viene creato appositamente un nuovo sequel di Sex & The
City. In questo episodio le quattro amiche newyorkesi si
contendono a suon di seduzione il ruolo di preferita del Fred, che
nel film compare come “Mr. Big Bamboo”.
5
Classifica cannonieri di tutti i tempi
Continua la sfida testa a testa Tano - Isacco
Il Pec difende il sesto posto fra i cannonieri dall’assalto del Ciulla
Con il campionato fermo, diamo un’occhiata alle statistiche e riportiamo la classifica generale dei
marcatori branconiani. Il Tano, con i due gol in stagione, ha rallentato la sua corsa in cima alla classifica,
e Isacco, che è andato a segno nell’ultima partita con l’Oratorio Castello Viadana dopo una lunga assenza
dai campi, si è rifatto sotto a un solo gol di distacco.
Nelle posizioni appena giù dal podio, il Ciulla, cannoniere di stagione con la cifra record di 32 reti, punta
decisamente in alto. Per il momento però Roberto si deve accontentare del settimo posto, visto che il Pec,
con il buon bottino stagionale di 15 reti, ha rintuzzato il suo attacco.
In totale sono 84 i gol stagionali.
CLASSIFICA MARCATORI DEL BRANCON
Giocatore
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
14
15
18
19
20
21
22
25
27
30
36
Cristiano Rodegher (Tano)
Isacco Mariotto
Cristian Ferrari
Luca Ghidotti (Ghido)
Rudy Tognoli
Andrea Perini (Pec)
Roberto Tommasi (Ciulla)
Gregory Zamboni (Greg)
Federico Reani
Saverio Trentin
Nicolas Menghini
Cristian Franchini
Marco Cerato
Nicola Dusi
Simone Martini
Enrico Menozzi (Meno)
Paolo Bocchi
Luca Morelato (Fred)
Raffaele Marino
Andrea Raffaelli (Pontel)
Gianluca Montemezzi (Teme)
Martino Chinellato
Simone Danieli
Paolo Visentini
Davide Olivieri
Emanuele Laganà
Guido Rodegher
Davide Bellini (Gambo)
Marco Damiazzi
Diego Vecchini
Alex Tardiani
Jones Chinellato
Gianluca Marcomini
Matteo Santoni (Teo)
Fausto Turati
Andrea Vincenzi
Tudor Tanasuca (Doru)
Giacomo Merlin
Mirko Moretti (Moro)
Matteo Pasini
Pietro Ferro
Autogol e gol a tavolino
Totale
Progressivo
19992000
26
TC
2
2
20002001
5
6
12
18
11
10
3
3
4
2
6
3
15
2
5
11
27
20022003
7
2
20
8
31
1
TB
2
20012002
1
5
4
9
3
TM
3
1
2
3
1
13
2
20042005
28
13
20052006
11
5
20062007
9
4
20072008
2
2
21
16
11
7
11
19
12
4
15
32
5
7
4
8
1
5
5
3
7
4
2
2
6
2
1
11
20032004
15
7
6
9
7
1
13
3
3
2
1
6
3
3
1
6
2
3
2
1
3
3
1
3
5
1
1
3
6
8
4
2
5
1
1
1
1
4
1
2
1
3
2
1
1
1
1
2
2
2
1
1
1
1
1
1
1
78
78
3
11
89
81
170
22
192
3
2
89
281
65
346
17
363
1
1
4
2
3
68
431
96
527
81
608
86
694
84
778
tot
82
81
72
64
58
45
44
39
35
26
22
17
17
16
13
13
13
12
11
10
8
7
7
7
6
6
3
3
3
2
2
2
2
2
2
1
1
1
1
1
1
20
778
6

Documenti analoghi