Repubblica Centrafricana - Dipartimento di Scienze sociali e politiche

Commenti

Transcript

Repubblica Centrafricana - Dipartimento di Scienze sociali e politiche
Repubblica Centrafricana
la nuova dimensione religiosa del conflitto
Approfondimento per il corso di Politica, istituzioni e sviluppo
Juan Carlos Bianchi – 25 Gennaio 2016
Gli ultimi 60 anni della CAR
Dal 1958 al 1964
- David Dacko presiede alla guida del MESAN, riformando la
costituzione e creando un regime a partito politico unico ma gestisce
in maniera pessima lo stato neonato.
z
Dal 1965 al 1981
- Jean-Bedel Bokassa, capo dell esercito della CAR, sale al potere con
un colpo di stato e in seguito si proclama imperatore.
La francia supporta Dacko nella destituzione di Bokassa a causa di
interessi economici ma getta il paese in una nuova ondata di caos.
z
Dal 1981 al 2001
- dopo il regno militare di Kolingba si tengono regolari elezioni
nel 1992, nelle quali prevale Ange-Felix Patasse, il quale però
investe grandi energie e risorse nella persecuzione dei militari
affiliati a Kolingba, viene così contestato dall'esercito, la cui
gran parte si ammutina
Dal 2001 a Novembre 2012
-Patasse viene deposto da un leader ribelle, Francois Bozize,
parlamento viene dissolto e seguono anni di guerra civile
con ribelli nel nord del paese, Bozize fatica a tenere il
controllo del paese.
il
Dal 2013 ad oggi
La coalizione ribelle Séléka, dichiaratamente musulmana, prende
rapidamente il controllo della Repubblica, facendo fuggire Bozize, il
loro leader, Michel Djotodia diventa presidente ma non ha reale
potere sul paese a prevalenza cristiana, ne sulla coalizione, che viene
dissolta solo apparentemente – I séléka iniziano la loro razzia sul
territorio Centrafricano, spingendo ad una controffensiva popolare.
L'aggressione del gruppo Séléka
Chi sono I Séléka?
La coalizione ribelle séléka è un gruppo di
combattenti che si premisero lo scopo di un
dialogo politico più aperto rispetto alle
minoranze musulmane presenti nel paese.
Dietro questa facciata si nascondevano gli
interessi dei mercanti di diamanti e uranio, che
armarono combattenti africani per rovesciare il
governo di controllo di Bozize
La coalizione musulmana Séléka promette un nuovo
inizio per la CAR, invece muove un attacco di larga
scala contro i civili, con massacri e razzie.
Si forma una milizia cristiana chiamata anti-balaka
in funzione di fermare la violenza nei villaggi e di
riportare il paese in una condizione di equilibrio
per arrivare a delle elezioni.
La guerra civile nella CAR è un conflitto
tra gruppi musulmani e gruppi cristiani.
Ma è così semplice?
Il fattore religioso viene presto strumentalizzato,
utilizzato come catalizzatore per l'odio e per fomentare
la guerra civile, la quale porta ad un alto numero di
vittime civili (ca. 5000) a causa di dimostrazioni di
forza dei due macro gruppi in causa nella guerra.
La guerra e la rappresaglia sono un modo di
esprimere l'esasperazione sociale e la storia di
violenze della CAR.
Dopo le elezioni del 31 gennaio 2016 si dovrà
lavorare duramente sul disarmo dei gruppi ribelli e
sull'instaurazione della pace.
Fonti
Informazioni sulla CAR:
http://www.bbc.com/news/world-africa-13150044
http://www.crisisgroup.org/en/regions/africa/central-africa/central-africanrepublic.aspx
http://www.ispionline.it/sites/default/files/pubblicazioni/commentary_bianchi_
25.11.2015.pdf
z
z
z
Cartina dell'invasione seleka
https://en.wikipedia.org/wiki/Central_African_Republic_Civil_War_(2012–
present)#December_2012_rebel_offensive
Informazioni sulla guerra civile
http://tonyblairfaithfoundation.org/religiongeopolitics/commentaries/backgrounder/what-seleka