hi-endmagazine

Commenti

Transcript

hi-endmagazine
FDS 137 hi-end magazine:04 FDS N.119-2005 p.52-69.qxd
02/04/2007
17.24
Pagina 1
HI-ENDMAGAZINE
LETTORE SUPER AUDIO CD
EMM LABS CDSA SE
Un prodotto sensazionale capace di far letteralmente riconsiderare la lettura della musica in digitale nel suo complesso.
Suono allo stato dell’arte ad un prezzo alto in
assoluto, ma accessibile ad un più ampio
numero di persone rispetto ai suoi fratelli
maggiori.
L’HI-END DEL MESE
di Andrea Della Sala
LETTORE SUPER AUDIO CD
EMM LABS CDSA SE
IL FLUIDO MAGICO
Nell’ultima Guida di Fedeltà del Suono dedicata alle sorgenti digitali mi sono precipitato a scrivere qualcosa su questo
fantastico apparecchio perché, obbiettivamente, non se ne poteva fare proprio a meno. Chi di voi avrà avuto la bontà
di leggersi quella piccola anteprima avrà notato una certa dose di malcelato entusiasmo da parte dell’umile recensore. Un motivo c’è. Si, un motivo c’è.
uesta macchina, ultima nata in casa
Emm Labs, è qualcosa che sfracellerà il mercato.
Il sogno che alberga nel cuore di ogni
recensore audio che si trovi spesso a
maneggiare oggetti costosissimi è sempre
quello.
Si spera, spesso senza alcuna speranza di
vedere realizzate le proprie aspettative, di
vedere un giorno che la tecnologia -quasi
Q
nelle grandi occasioni.
Giudizi unanimi, ammirati, rilasciati a
braccia aperte come a dire che, si insomma, non si poteva fare a meno di constatare prestazioni talmente evidenti da non
consentire quasi nessuna mediazione critica tra noi che ascoltavamo e il pubblico
dei lettori.
È troppo difficile descrivere i suoni quando questi riescono ad incarnare perfetta-
Costando tanto, ma non così tanto.
Mi spiego meglio e senza giri di parole.
Il CDSA è capace di riprodurre musica in
maniera tanto autorevole, piacevole,
armonicamente ricca da rischiare di produrre un morto in casa.
Già, perché è opinione comune nella
nostra redazione che, certamente, questo
integrato si lasci preferire al pur incredibilmente bensuonante fratello due telai
sempre sofisticata e costosissima sia in
termini materiali che di progettazioneposta alla base di certe realizzazioni capaci di suscitare ondate emozionali da coccolone nervoso, possa avere ricadute su
prodotti via via meno costosi per lasciare
godere a più persone possibili quello che,
in quel momento, solo alcuni danarosi
possono permettersi.
Certamente questo ad un determinato
livello di approssimazione accade, ma c’è
sempre un parallelo rialzo dell’asticella a
cui si pongono i nuovi apparecchi di vertice.
Ebbene, questa volta il miracolo è accaduto.Ricordo ancora in maniera precisa la
sorpresa che generò nella nostra redazione l’ascolto della prima macchina Emm
Labs che avemmo la ventura di provare.
Nella nostra sala d’ascolto c’era un via vai
di collaboratori come accade soltanto
mente quello che da sempre ti aspetti da
una macchina realmente High End.
In quel caso gli ascolti andarono perfino
più in alto di quanto ci si aspettasse.
Ora che tocca alla prima macchina integrata di questo marchio, anche sapendo
quello che ci si poteva ragionevolmente
attendere da un prodotto Emm Labs, si
sono ripetute le stesse scene di incredulità
ed entusiasmo. Ma veniamo al dunque.
Il suo aspetto estetico non fa proprio
sbiancare di stupore, molto vicino a sembrare un prodotto professionale (e d’altronde il mondo del professionale rappresenta ancora il core business di Emm
Labs) e anche il suo telaio è molto meno
solido di moltissimi suoi colleghi di pari
prezzo, ma il nuovo lettore di Emm Labs,
grazie a quanto spiegato più indietro nelle
rivista a firma dell’Ing. Fulvio Chiappetta,
riesce a suonare in maniera celestiale.
CDSD e DCC2 provati sul numero 123 di
Fedeltà del Suono da un sorpreso ed emozionato Andio Morotti.
Almeno nella sua versione per così dire
liscia che, in quella SE l’aspetto dinamico
e di risoluzione del dettaglio risultano,
sensibilmente, superiori.
Ma, insomma, anche se non mi pare poca
cosa poter affermare quanto sopra, procediamo con ordine.
Il lettore CDSA SE è stato inserito in più
di una catena audio e tutte di livello elevato.
Dapprima nell’impianto personale di
Fulvio Chiappetta, poi in quello del sottoscritto e, infine, nella nostra sala s’ascolto
redazionale e in quella che avevamo al
Top Audio di Roma.
Nella prima di queste, in particolare, la
sinergia trovata giocando fra i vari,
numerosi, componenti presenti ha giocato
Fedeltà del Suono N.137 Aprile 2007 55
L’HI-END DEL MESE
un ruolo determinante nel poter esprime- fratelli maggiori, in rapporto alla versione ascoltando questo lettore integrato devo
re un giudizio assennato e sicuro sul SE di questi c’è un filo di ossigeno in scrivere solo e soltanto di un mare di
suono di questa fantastica macchina.
meno e un dettaglio meno inciso, meno emozioni. Tutti i dischi ingoiati dalla
Nella sala dell’Ing. Chiappetta erano pre- plastico, ma per il resto siamo sul pianeta macchina in questione godono come di un
senti i seguenti apparecchi:
Papalla. Rispetto al Naim CD555 forse, ringiovamento, anche quelle registrazioni
- Convertitore e meccanica Emm Labs sottolineo il forse, noto una minore con- poste sulla mensola più alta, quella dei
DCC2 + CDSD
dischi incisi così
Signature e Classè
così, i dischi capaci
Omega;
di fare dubitare
- Amplificatori S.I.
della propria cateaudio VA 509/100i ;
na. Ebbene qualsia- Pre e finale
si asprezza, qualtop di gamma,
siasi sibilante data
McIntosh MA2275,
da microfoni mal
Jeff Rowland
disposti, da eccessiConcentra;
vi
passaggi
al
- Diffusori Dynaubanco mixer, da
dio Special Twentyscarso manico delFive, Thiel 2.4,
l’ingegnere
del
Rogers LS 3/5a,
suono, trovano una
Triangle Magellan
nuova ragione di
Gran
Concerto
vita.
SW2;
L’incredibile opera- Cavi di segnale
zione svolta dal
Cardas
Golden
CDSA SE è quella di
Reference
riuscire a penetrare
- Cavi di potenza
talmente a fondo
Chord Signature;
nei solchi (nei
- Cavi di rete Kimber
buchetti delle spiraKable PK 14.
li a dire il vero) in
Nella mia personale
maniera di separare
sala d’ascolto, al
la musica dalle dissolito:
torsioni contenute
- Lettore CD Naim
nel disco. Come
CD 555;
questo sia possibile
- Preamplificatore
mi sfugge compleKlimo Merlin LS+;
tamente, ma accade
- Finali mono a
e anche in maniera
triodo Klimo
molto evidente.
Beltaine;
È come se gli altri
- Sistema di altolettori, esclusi solparlanti
Kharma
tanto i super camCeramique 3.2;
pioni, non riuscis- Cavi White Gold
sero a leggere in
Infinito FII, Kimber
maniera corretta
Kable KS 3038,
quanto inciso. Deve
Cableless The Right
essere così perché
Way.
se una macchina ci
Nella
sala
di
rivela un contenuto
Fedeltà del Suono il
del disco di qualità
lettore Emm Labs è
superiore rispetto a
stato collegato ad
quanto finora speuna catena comporimentato e se fa
sta da pre Jeff
questo senza edulRowland Synergy
corare minimamenII, ampli finale Jeff
te il suono, il proRowland
Model
blema è sicuramen312, sistema di
te una minore
altoparlanti B& W
capacità di risolu800D
Nautilus, Vista interna dell’integrato Emm Labs: nonostante la notevole mole di componenti, tutti zione di tutte le
cablaggio globale di elevata qualità, l’ordine regna sovrano. E’ possibile notare la netta separazione tra la altre. A voler insisezione analogica, posta nella parte alta del cabinet a ridosso delle prese di uscita ad au- stere nel descrivere
Cableless.
dio frequenza, e quella digitale, collocata sul fondo, di fianco alla meccanica. Sulla destra questa sensazione
guardando la foto, l’ampia schermatura nasconde alla vista una complessa sezione di ali- di ripulitura posso
IL SUONO
azzardare un’ipotesi
Non riesco a scrive- mentazione a commutazione di alta classe.
re di altro che non sia un’infinita dose di cretezza e solidità. Ma sto cercando di e cioè che questo lettore a differenza di
ariosità, di una fluidità sconcertante, tota- rimanere mentalmente stabile e dunque moltissimi altri non produce alcuna distorsione, non crea nessun velo al passaglizzante, avvolgente, densa e calda come sono iper critico, anche se non sembra.
l’abbraccio della mamma.
Se posso sbottare e dire senza peli sulla gio delle informazioni, cosa che evidenteNon c’è la dinamica, spaventosa, dei suoi lingua quello che realmente si prova mente gli altri in qualche modo fanno.
56 Fedeltà del Suono N.137 Aprile 2007
L’HI-END DEL MESE
Spero di essere riuscito a spiegare, ma non Qui siamo ad un livello prestazionale tale ralmente riconoscibile. Il medio basso e
ne sono affatto sicuro. Il suono dell’Emm che anche se dovessero sopravvivere sol- la gamma grave, pur essendo più leggere
Labs è, come già riferito, dotato di un’os- tanto i cd per i prossimi vent’anni, non del mio riferimento, descrivono abilmensigenazione che lascia esterrefatti. Le code importerebbe niente a nessuno. Poi, è te e con sconcertante controllo la più
armoniche di alcuni strumenti persistono chiaro, se si potessero ascoltare sempre minuta vibrazione, il più smorzato e pronell’aria una quantità di tempo sensibil- SACD la cosa migliorerebbe ancora. Ma, fondo dei suoni. E anche in questa regiomente supene, così difriore a quanficile
da
to è possibile
ascoltare ad
ascoltare
alti livelli
comuneprestaziomente.
nali, non
I piatti della
m a n c a
batteria
quella dose
rimangono
di ariosità,
in vita anche
di luce, di
se sopraffatti
freschezza
da
altri
e di plastisuoni genecità
che
ratisi dopo la
rendono
percussione
l’ascolto
di quelli.
privo
di
Questo
è
qualsiasi
indice di una
incertezza
attenzione ai
didascalica,
più minuti
di qualsiasi
dettagli che Look molto professionale anche per il pannello posteriore, uscite analogiche bilanciate e RCA, è tra l’al- forma
di
letteralmen- tro anche settare il livello di uscita, in basso a sinistra l’uscita digitale AES/EBU, al centro in basso le fatica d’ate sconvolge connessioni per gli aggiornamenti software.
scolto.
l’ascoltatore.
Le voci, anche se meno precise sia del mio ripeto, il punto di partenza è già ad un CONCLUSIONI
riferimento che della coppia CDSD + tale livello qualitativo che nessuno potrà C’è poco da concludere giunti a questo
DCC2 sempre di Emm Labs, sono tornite mai protestare se i SACD entrassero a fare punto. Un articolo sconclusionato scritto
pur essendo perfettamente scandite, la definitivamente parte delle grandi pro- cercando di trasmettere principalmente la
loro presenza in sala d’ascolto è parago- messe non mantenute, credetemi. In sorpresa e l’emozione generate da questo
nabile ad un’esperienza paranormale gamma media la stessa quantità d’aria prodotto. Un oggetto che ridefinisce la
tanto sono nitide, scontornate, stentoree, porta a considerare il lavoro svolto in storia dei lettori digitali, che consentirà a
vive. Dal punto di vista della loro godibi- questo range di frequenze come appena molte più persone di prima, quando esilità posso comunque tranquillamente meno solido di quanto si desidererebbe.
stevano solo macchine separate di costo
affermare di non aver ascoltato mai nulla Ma questa sensazione potrebbe semplice- praticamente doppio, di godere del suono
del genere. Dunque gamma alta in gran- mente essere dettata dalla disabitudine ad Emm Labs. Il migliore apparecchio digitadissima evidenza ma non in quantità, e ascoltare suoni cosi torniti, così cesellati le in commercio? No, certamente, ultimaqui sta il bello: esclusivamente in qualità. eppure cosi definiti, separati, scolpiti.
mente sono uscite delle vere e proprie
I tweeter delle mie Kharma si sciolgono, si Un controsenso e un paradosso che per la macchine da guerra. Il livello si è alzato
liquefanno come non ho mai sospettato prima volta riesco a cogliere perfettamen- un po’ dappertutto. Ma questo è uno dei
potessero fare. Neanche il Super Naim te nella sua disinibita esistenza. Che dire pochissimi apparecchi che si può permetriesce a fare tanto in gamma alta e altis- dei vari colori strumentali che sostenuti tere di non essere scelto solo in virtù di
sima e questo è un dato di fatto di porta- da una dinamica incessante e da una una sua (improbabile ma possibile) minota mondiale. Mi congratulo emozionato velocità generale disarmante, dipingono re sinergia con il resto dell’impianto e non
con l’Ing. Meitner e spero di incontrarlo scenari variegatissimi, dove i timbri di certo perché presenti dei lati meno riusciun giorno per poterlo fare di persona.
ogni strumento sono così fedelmente ti di altri. Un prodotto sensazionale.
Questo signore sta spostando la riprodu- riportati da apparire molto più diversi tra Ricordando che il crimine non paga,
zione musicale verso livelli tali da far loro rispetto a quanto abitualmente ascol- avverto che trattasi di prodotto da provacompiere un balzo avanti a tutta l’alta tabile in lettori di fascia economica simile re con cautela se non si riesce poi a metfedeltà che dovrà per forza di cose tenta- al CDSA. Ogni singola nota si staglia nel- tere insieme il denaro necessario per porre di colmare un gap del genere.
l’aria, perfettamente localizzabile e natu- tarselo a casa. Viva la Musica!!!
Quindi il futuro mi appare roseo come
non mai quale che sia, tra l’altro, il futuro dello standard digitale. Non menziono
CARATTERISTICHE TECNICHE
neanche le differenze ascoltabili tra Cd e
Uscite digitali:
AES/EBU PCM
SACD, perché, francamente, non esistono.
Uscite analogiche:
XLR – RCA
Certo, i Manhattan Transfer ascoltati
Comandi:
telecomando
prima sullo strato SACD e poi su quello
CD, vedono diminuire la loro magnificenDimensioni (hxlxp):
435 x140 x 400 mm
za e la loro spettacolarità, ma vi posso
Peso (kg):
11
garantire che anche soltanto lo strato cd
Note:
sovracampionamento DSD a 56.448 MHz,
produce delle sensazioni, delle emozioni,
compatibile MP3, porte USB /RS-232 per aggiornamento
tali da considerare ormai obsoleto lo stare
Distributore: DNAUDIO – Tel. 0124 65.75.33 – Web: www.dnaudio.it
a pensare a quale macchina comprare in
Prezzo IVA inclusa:
euro 13.500,00
funzione di quale standard sopravviverà.
Fedeltà del Suono N.137 Aprile 2007 57