Merck Serono investe in Puglia: 43 milioni per un nuovo impianto a

Commenti

Transcript

Merck Serono investe in Puglia: 43 milioni per un nuovo impianto a
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei
cookie. OK Privacy policy
Merck Serono investe in Puglia: 43 milioni per
un nuovo impianto a Modugno
L'investimento dell'azienda farmaceutica sarà sostenuto dalla Regione attraverso i contratti di
programma: previsto l'ampliamento dello stabilimento, con un nuovo edificio nel quale sarà
installata una linea di produzione per i prodotti liofilizzati e liquidi
Redazione · 27 Dicembre 2015
Consiglia
597
43,5 milioni di euro per ampliare lo stabilimento Merck Serono di Modugno, con la
realizzazione di un nuovo edificio che ospiterà una nuova liena di produzione. L'investimento
dell'azienda farmaceutica sarà supportato dall'incentivo regionale dei Contratti di
Programma, con circa 10,5 milioni. Il progetto definitivo presentato dalla Merck Serono ­ che
opera in Italia con due stabilimenti, a Guidonia Montecelio, in provincia di Roma, e nella zona
industriale di Modugno ­ ha ottenuto il via libera della giunta regionale nei giorni scorsi.
Ad annunciarlo l’assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone, che spiega:
“Stiamo sostenendo un investimento che rafforzerà moltissimo l’industria farmaceutica made in
Puglia. Oggi lo stabilimento di Modugno garantisce l’intero processo produttivo del farmaco
biotecnologico, dalla preparazione alla spedizione in più di 100 Paesi del mondo. Con l’approvazione del nuovo progetto
sorgerà un nuovo edificio nel quale sarà installata una linea di produzione per i prodotti liofilizzati e liquidi che potranno
avvalersi delle tecnologie più innovative per la produzione di farmaci sterili. Il nuovo impianto sarà anche dotato di
macchine di liofilizzazione che permetteranno di trasformare le soluzioni liquide in polveri. Sarà inoltre ampliata l’area logistica e
di confezionamento, migliorata la sicurezza e innovate le tecnologie di produzione. Quando il progetto sarà a regime ci sarà
anche un incremento di personale di 10 unità”.
“Così – ha concluso l’assessore – i Contratti di Programma regionali si confermano uno strumento di incentivazione strategico
che in questi anni ha sostenuto le grandi imprese stimolandole ad investire e a restare in Puglia. Il gradimento per lo strumento è
stato davvero rilevante. Le imprese hanno dimostrato di voler migliorare processi e prodotti non solo attraverso nuovi spazi e
strumenti ma con la ricerca industriale, l’innovazione e l’internazionalizzazione. E non solo: l’incentivo ha dimostrato una grande
efficacia come attrattore di investimenti. Le imprese estere hanno investito in Puglia per quasi 428 milioni di euro”.
Nel periodo 2007­2013 ­ spiega una nota della Regione ­ i Contratti di programma hanno favorito investimenti industriali per 960,8
milioni, per un’occupazione totale a regime di 15,194 unità lavorative. Per la nuova programmazione sono già arrivate domande
per 12 nuove iniziative e per quasi 302 milioni di investimenti, di cui 86 milioni in ricerca e un’occupazione a regime pari a 3.898
unità. I Contratti di Programma della Regione Puglia sono gestiti dalla Società regionale Puglia Sviluppo Spa in qualità di
organismo intermedio.
CANALI
PRESENTAZIONE
REGISTRATI
PRIVACY
INVIA CONTENUTI
HELP
CONDIZIONI GENERALI
LA TUA PUBBLICITÀ SU BARITODAY
HOME
CRONACA
SPORT
POLITICA
ECONOMIA
LAVORO
ALTRI SITI
EVENTI
RECENSIONI
SEGNALAZIONI
FOTO
VIDEO
PERSONE
FOGGIATODAY
LECCEPRIMA
CHIETITODAY
NAPOLITODAY
ILPESCARA
TUTTE »
SEGUICI SU
SEGUICI VIA MOBILE
CHI SIAMO
PRESS
CONTATTI
© Copyright 2010­2015 ­ BariToday supplemento al plurisettimanale telematico RomaToday reg. tribunale di Roma n. 93/2010 P.iva
10786801000