L`Huffington Post

Commenti

Transcript

L`Huffington Post
Libreria di Kabbalah
http://www.kabbalah.it/libreria/michael-laitman/lhuffington-post/
The Huffington Post (noto anche come HuffPost) è un blog e aggregatore statunitense fondato nel 2005 da Arianna
Huffington, Kenneth Lerer e Jonah Peretti, e in breve tempo diventato uno dei siti più seguiti del mondo, numero uno della
classifica Technorati, che vanta una media di interventi pari a circa un milione al mese e tremila blogger permanenti
reclutati tra personaggi politici e dell’informazione.
Tra le varie versioni locali figura anche quella in lingua italiana, con il nome L’Huffington Post, edita in collaborazione
con il gruppo l’Espresso e diretta da Lucia Annunziata.
(Da Wikipedia, l’enciclopedia libera)
La pace è un sogno o una realtà da sogno?
Lettera a un amico Sufi
Siamo cresciuti, ma siamo diventati adulti?
Cosa possono fare gli umani (che le altre creature non possono fare)
Brexit, la Gran Bretagna ha fatto un favore a se stessa e al mondo
L’inutilità della politica (e come possiamo realmente migliorare le cose)
Il mondo non migliorerà (da solo)
Cosa dovrebbe aspettarsi Israele dopo le elezioni negli Stati Uniti d’America?
Consumismo, terrorismo e natura umana
Perché esistono ebrei antisionisti?
Non importa a nessuno della brava gente
Joy Karega e il mito della libertà di parola
I lamenti del Muro del Pianto
Ha ragione il capo della Conferenza dei presidenti in America, il problema è l’unione interna tra gli ebrei
Gli Ebrei in Francia non hanno futuro
Dalle parole al Genocidio: l’Unesco si interroga sul potere della propaganda antisemita
Le aggressioni sessuali a Colonia, un campanello d’allarme per l’Europa
A chi importa se l’Isis minaccia Israele?
10 cose da sapere sull’antisemitismo, se vogliamo fermarlo
Finalmente unione?
La guerra al terrorismo non si vincerà con le armi ma con lo Spirito
La ricerca di un senso per la insensata situazione israeliana
Vincere una guerra spirituale richiede spirito
Mahmoud Abbas accresce l’isolamento d’Israele. Dove e quando finirà?
Tra le notizie esplosive di Abbas e le bombe incendiarie palestinesi
Nessun leader mondiale ci comanda, solo noi decidiamo il nostro futuro
Emergenza profughi in tutta Europa: una crisi e un’opportunità
Che questo Rosh Hashanah sia l’inizio del cambiamento
Cosa ci rivela la dichiarazione del Movimento Ebraico Riformista sull’accordo con l’Iran.
Il vostro bambino è irrequieto? Dategli il Cannabicetamol!
L’omicidio di Michael Brown continua a far riflettere, abbiamo bisogno di educarci all’integrazione
Crimini di odio in Israele. Dovremmo vivere dicendo: “Ama il prossimo tuo come te stesso”
Combattere l’antisemitismo: l’unione come unico mezzo per il successo
Siamo a un passo dalla giusta direzione per vincere l’antisemitismo
Il Paradosso dell’unione
Tra due bandiere. L’integrazione, in qualsiasi Paese, si basa sulla fiducia reciproca
Uniti per sconfiggere il nuovo antisemitismo
Il fascino (e l’inutilità) delle statistiche sull’antisemitismo
Non possiamo distruggere l’Isis, quindi dovremmo costruire noi stessi
Il movimento che boicotta Israele e il “fenomeno della centesima scimmia”
Kabbalah, religione, cultura. L’impatto del popolo ebraico sull’umanità
Il dono di Abramo. La saggezza dedicata alla nostra generazione
Il professor Wistrich e la sua grande visione per combattere l’antisemitismo
Gerusalemme nel cuore. Ricostruiamo la città dentro di noi
Il colore della pelle è solo un’altra ragione per odiare
“Uccidere gli ebrei è un rito”. La risposta di un ebreo all’annuncio antisemita nella metropolitana di New York
Riflessioni sulla libertà e sulla felicità
1/2
Libreria di Kabbalah
http://www.kabbalah.it/libreria/michael-laitman/lhuffington-post/
Perché gli ebrei esistono ancora?
Israele: Niente Indipendenza senza unione
Alziamo il livello del dibattito sull’Olocausto
Giornata della Memoria. Ricordare i defunti, preservare i vivi
Mosè, il leader perfetto, riluttante e improbabile
Una lettera a Michael Douglas dopo l’esperienza antisemitica del figlio
Il Likud, l’Unione Sionista, ed il presidente (di Israele)
Cosa ha a che fare il vincere le elezioni con la Pasqua
2/2