Prospetto Informativo Gruppo Ceramiche Ricchetti | 890.67 KB

Commenti

Transcript

Prospetto Informativo Gruppo Ceramiche Ricchetti | 890.67 KB
GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A.
Prospetto Informativo
sull’Offerta Pubblica di Vendita e di Sottoscrizione
di azioni ordinarie
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Proponenti:
GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A.
ALTAIR SERVIZI FINANZIARI S.R.L.
CERAMICHE ARENA S.R.L.
I.C.C.C.- INDUSTRIE CERAMICHE CISA CERDISA S.P.A.
MARIMAX S.R.L.
Offerta Pubblica di minime n. 8.500.000. azioni ordinarie
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
L’Offerta Pubblica è parte di un’Offerta Globale di n. 34.000.000 di azioni ordinarie
che comprende:
-
-
un’ Offerta Pubblica di Vendita e di Sottoscrizione in Italia di un minimo di n.
8.500.000 azioni ordinarie, di cui fino ad un massimo di n. 1.000.000 di azioni
ordinarie riservate ai dipendenti, amministratori e sindaci della Gruppo Ceramiche
Ricchetti S.p.A.
un Collocamento Privato ad Investitori Professionali italiani ed Istituzionali esteri.
Coordinatore Globale
AKROS ATTIMO SIM S.p.A.
Co - Coordinatore Globale
DRESDNER KLEINWORT BENSON
Coordinatori dell’Offerta Pubblica
ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO S.P.A.
AKROS SIM S.p.A.
Coordinatori del Collocamento Privato
DRESDNER KLEINWORT BENSON
AKROS ATTIMO SIM S.p.A.
Prospetto Informativo pubblicato mediante deposito presso l’Archivio Prospetti
della CONSOB in data 9 agosto 1996 al n. 3701
SOMMARIO
PROSPETTO INFORMATIVO
?
?
Pagina n. 1
Avvertenze e rischi dell’operazione
Premessa
Pagina n. 2
SEZIONE PRIMA
INFORMAZIONI RELATIVE ALL’EMITTENTE GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A.
?
I NOTIZIE SULLA GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S .P.A.
1.
Denominazione e forma giuridica
Pagina n. 3
2.
Sede sociale e sede amministrativa
Pagina n. 3
3.
Estremi dell’atto costitutivo
Pagina n. 3
4.
Durata della Società
Pagina n. 3
5.
Legislazione e foro competente
Pagina n. 3
6.
Estremi di iscrizione nel Registro delle Imprese e negli altri Registri aventi rilevanza per
Legge
Pagina n. 3
7
Oggetto sociale
Pagina n. 3
8.
Luoghi in cui possono essere consultati i documenti che l’emittente nel prospetto
dichiara di mettere a disposizione del pubblico
Pagina n. 4
?
II INFORMAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLA GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S .P.A.
1.
Ammontare attuale del capitale sociale sottoscritto
Pagina n. 4
2.
Evoluzione del capitale sociale negli ultimi tre anni
Pagina n. 4
3.
Disciplina concernente l’acquisto ed il trasferimento dei titoli oggetto dell’Offerta
Pagina n. 4
4.
Capitale deliberato ma non sottoscritto e delega agli Amministratori attributiva del potere
di deliberare aumenti di capitale
Pagina n. 4
5.
Obbligazioni convertibili
Pagina n. 5
6.
Azioni o quote non rappresentative del capitale sociale
Pagina n. 5
7.
Partecipazione dei dipendenti al capitale o agli utili
Pagina n. 5
8.
Condizioni previste dallo statuto per la modifica del capitale sociale e dei diritti delle
azioni
Pagina n. 5
9.
Titoli propri in portafoglio
Pagina n. 5
10. Autorizzazione all’acquisto di propri titoli
Pagina n. 5
11. Indicazione dell’esistenza di sindacati di voto o di blocco
Pagina n. 5
12. Persone fisiche o giuridiche che esercitano il controllo della Gruppo Ceramiche Ricchetti
S.p.A.
Pagina n. 5
13. Indicazione dei Soci che possiedono partecipazioni superiori al 2% del capitale sociale
Pagina n. 5
14
Pagina n. 6
Variazione della compagine sociale a seguito dell’Offerta
I
?
III INFORMAZIONI CONCERNENTI GLI ORGANI S OCIALI
1.
Consiglio di Amministrazione
Pagina n. 6
2.
Collegio Sindacale
Pagina n. 7
3.
Direzione
Pagina n. 7
4.
Principali attività svolte dai componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio
Sindacale al di fuori della Società, allorché abbiano rilievo nei confronti della Gruppo
Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Pagina n. 7
Compensi destinati a qualsiasi titolo e sotto qualsiasi forma, per l’ultimo esercizio chiuso
dall’emittente, dalle Società direttamente o indirettamente controllate ai componenti del
Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale
Pagina n. 9
6.
Azioni della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. detenute dai componenti del Consiglio di
Amministrazione e del Collegio Sindacale
Pagina n. 9
7.
Interessi dei componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale in
operazioni straordinarie effettuate dalla Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
5.
Pagina n. 9
8.
Interessi dei dirigenti nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Pagina n. 9
9.
Prestiti o garanzie rilasciate a favore di Amministratori e Sindaci
Pagina n. 9
?
IV CONTROLLO ESTERNO SUI CONTI
1.
Società di Revisione
Pagina n. 9
2.
Durata dell’incarico
Pagina n. 10
3.
Certificazione dei bilanci civilistici
Pagina n. 10
4.
Certificazione dei bilanci consolidati
Pagina n. 10
5.
Organo di controllo esterno diverso dalla Società di Revisione
Pagina n. 10
6.
Parti del Prospetto nelle quali sono riportati dati che non sono stati certificati dalla Società
di Revisione
Pagina n. 10
7.
Rilievi espressi dalla Società di Revisione
Pagina n. 10
?
V INFORMAZIONI CONCERNENTI L’ATTIVITÀ DELLA GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A.
1.
Introduzione
Pagina n. 10
2.
Cenni storici
Pagina n. 11
3.
Informazioni concernenti l’attività della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e del gruppo
Ricchetti
Pagina n. 13
3.a Il settore delle ceramiche per pavimenti e rivestimenti
Pagina n. 13
3.b Mercati di vendita
Pagina n. 14
3.c Posizionamento e caratteristiche dei prodotti del gruppo Ricchetti
Pagina n. 15
3.d La struttura e l’attività produttiva
Pagina n. 15
3.e La distribuzione dei prodotti
Pagina n. 16
3.f Nuovi prodotti e strategie
Pagina n. 17
4.
Il patrimonio immobiliare del gruppo Ricchetti
Pagina n. 17
5.
Beni in uso
Pagina n. 19
6.
Marchi, brevetti e licenze
Pagina n. 20
7.
Beni gratuitamente devolvibili
Pagina n. 21
E DEL GRUPPO RICCHETTI
II
8.
Ripartizione del volume d’affari
Pagina n. 21
9.
Eventi eccezionali
Pagina n. 22
10. Personale
Pagina n. 22
11. Ricerca e sviluppo
Pagina n. 23
12. Investimenti
Pagina n. 23
13. Procedimenti giudiziari e arbitrali
Pagina n. 24
14. Interruzioni di attività
Pagina n. 25
15. Posizione fiscale
Pagina n. 25
16. Descrizione del gruppo Fincisa S.p.A. e del relativo settore di attività nonché dei rapporti
con la Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e con il gruppo ad essa facente capo
?
Pagina n. 26
VI INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL PATRIMONIO , LA SITUAZIONE FINANZIARIA ED I
RISULTATI ECONOMICI DELLA GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S .P.A. E
DEL GRUPPO RICCHETTI
1.
Indicazione dei dividendi per azione, dei risultati economici derivanti dall’attività ordinaria
dopo la tassazione per azione e dei risultati economici consolidati per azione
Pagina n. 27
2.
Bilanci della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. degli ultimi tre esercizi riclassificati
secondo i criteri dell’analisi finanziaria
Pagina n. 28
3.
Rendiconti finanziari della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. relativi agli ultimi tre esercizi
4.
Prospetti delle variazioni nelle voci di patrimonio netto della Gruppo Ceramiche Ricchetti
S.p.A. relativi agli ultimi tre esercizi
Pagina n. 31
5.
Note esplicative al bilancio d’esercizio della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. chiuso al
31-12-1995 comparato con gli esercizi chiusi al 31-12-1994 e al 31-12-1993
Pagina n. 31
5.a Illustrazione dei criteri di valutazione
Pagina n. 31
5.b Informazioni sullo stato patrimoniale
Pagina n. 32
5.c Informazioni sul conto economico
Pagina n. 33
Il gruppo Ricchetti
Pagina n. 34
6.
6.a).1
Bilanci consolidati del gruppo Ricchetti relativi agli esercizi 1993, 1994 e 1995
riclassificati secondo i criteri dell’analisi finanziaria
6.a).2 Rendiconti finanziari consolidati relativi agli ultimi tre esercizi
6.a).3 Prospetto delle variazioni nelle voci del patrimonio netto consolidato relativo agli
ultimi tre esercizi
6.b. Prospetti di riconciliazione tra patrimonio netto e utile di esercizio della Capogruppo
ed i corrispondenti valori del bilancio consolidato relativi agli ultimi tre esercizi
6.c.
Note esplicative al bilancio consolidato del gruppo Ricchetti chiuso al 31-12-1995,
comparato con gli esercizi chiusi al 31-12-1994 e 31-12-1993
Pagina n. 30
Pagina n. 34
Pagina n. 37
Pagina n. 38
Pagina n. 39
Pagina n. 40
6.c).1 Criteri e tecniche di consolidamento
Pagina n. 41
6.c).2 Criteri di valutazione
Pagina n. 42
6.c).3 Informazioni sullo stato patrimoniale consolidato
Pagina n. 44
6.c).4 Informazioni sul conto economico consolidato
Pagina n. 50
6.d.
Pagina n. 52
Bilancio consolidato pro-forma del gruppo Ricchetti relativo all’esercizio 1995
III
6.d).1 Principi adottati per la predisposizione del bilancio consolidato pro-forma al 31-121995
Pagina n. 52
6.d).2 Bilancio consolidato pro-forma al 31-12-1995
Pagina n. 55
Informazioni riguardanti singolarmente le Società del gruppo Ricchetti
Pagina n. 58
7.a) CC Höganäs Byggkeramik AB - Svezia
Pagina n. 58
7.b) OY Pukkila AB - Finlandia
Pagina n. 60
7.c) Höganäs Byggkeramikk AS - Norvegia
Pagina n. 62
7.d) Klingenberg Dekoramik Gmbh - Germania
Pagina n. 64
7.e) Partek Evers AS - Danimarca
Pagina n. 66
7.f) Partek Höganäs Céramiques S.a.r.l. - Francia
Pagina n. 68
7.g) Techimex NV - Belgio
Pagina n. 70
7.h) Klingenberg Italia S.r.l.
Pagina n. 72
7.i) Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. (ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti
S.p.A.)
Pagina n. 74
7.j) Ricchetti Ceramic Inc. - Florida (Usa)
Pagina n. 76
8.
Rapporti intercompany
Pagina n. 78
?
VII INFORMAZIONI RELATIVE ALL’ANDAMENTO RECENTE ED ALLE PROSPETTIVE
DELLA GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S .P.A. E DEL GRUPPO RICCHETTI
1.
Fatti di rilievo verificatisi successivamente al 31-12-1995
Pagina n. 84
2.
Stato patrimoniale e conto economico della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. per il
periodo Gennaio-Maggio 1996
Pagina n. 84
3.
Stato patrimoniale e conto economico consolidato del gruppo Ricchetti per il periodo
Gennaio-Maggio 1996
Pagina n. 88
3.a Note esplicative alla situazione economica e patrimoniale consolidata del gruppo
Ricchetti per il periodo gennaio-maggio 1996
Pagina n. 91
3.b Commento alla situazione economica e patrimoniale consolidata del gruppo Ricchetti
per il periodo gennaio-maggio 1996
Pagina n. 92
Evoluzione prevedibile della gestione
Pagina n. 93
7.
4.
SEZIONE SECONDA
NOTIZIE SUI PROPONENTI L’OFFERTA PUBBLICA E SUI COLLOCATORI
?
VIII
?
VIIIbis
NOTIZIE SUI PROPONENTI L’OFFERTA
NOTIZIE SUI COLLOCATORI
SEZIONE
Pagina n.
94
Pagina n.
98
TERZA
INFORMAZIONI RIGUARDANTI LE
L’AMMISSIONE ALLA QUOTAZIONE
AZIONI
OGGETTO
DELL’OFFERTA
?
IX INFORMAZIONI RIGUARDANTI LE AZIONI OGGETTO DELL’OFFERTA
1.
Descrizione delle Azioni offerte
E
Pagina n. 99
IV
2.
Descrizione dei diritti connessi alle Azioni
Pagina n. 99
3.
Decorrenza del godimento
Pagina n. 99
4.
Regime fiscale
Pagina n. 99
5.
Regime di circolazione
Pagina n. 100
6.
Limitazioni alla libera disponibilità delle Azioni
Pagina n. 100
7.
Quotazione
Pagina n. 100
8.
Mercati in cui vengono già trattate le Azioni
Pagina n. 100
9.
Servizio titoli
Pagina n. 100
?
IX.Bis
?
X INFORMAZIONI RELATIVE ALL’OPERAZIONE OGGETTO DEL PROSPETTO INFORMATIVO
1.
Ammontare dell’Offerta Pubblica
Pagina n. 100
2.
Titolarità e disponibilità delle Azioni
Pagina n. 101
3.
Modalità dell’ Offerta Pubblica
Pagina n. 101
4.
Deliberazioni, autorizzazioni e omologazioni
Pagina n. 101
5.
Destinatari dell’Offerta Pubblica
Pagina n. 101
6.
Limitazione od esclusione del diritto di opzione
Pagina n. 101
7.
Mercati di Offerta
Pagina n. 102
8.
Periodo dell’ Offerta Pubblica
Pagina n. 102
9.
Prezzo di Offerta
Pagina n. 102
INFORMAZIONI RELATIVE RECENTI OPERAZIONI
AZIONI GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S .P.A.
AVENTI
AD OGGETTO
Pagina n. 100
10. Modalità di adesione e quantitativi prenotabili nell’ambito dell’Offerta Pubblica
Pagina n. 103
11. Criteri di riparto
Pagina n. 103
12. Modalità e termini di comunicazione dell’avvenuta assegnazione delle Azioni
Pagina n. 104
13. Modalità , termini di pagamento e consegna delle Azioni
Pagina n. 104
14. Negoziabilità delle Azioni
Pagina n. 104
15. Garanzie dell’operazione
Pagina n. 104
16. Stabilizzazione
Pagina n. 105
17. Impegni temporanei alla inalienabilità delle Azioni
Pagina n. 105
18. Accordi di riacquisto
Pagina n. 105
19. Commissioni e spese relative all’operazione
Pagina n. 105
20. Destinazione del ricavato dell’Offerta Pubblica di Sottoscrizione
Pagina n. 105
?
XI INFORMAZIONI RELATIVE AI RESPONSABILI DEL PROSPETTO
Pagina n. 106
?
XII APPENDICI
Pagina n. 107
1.
Bilanci civilistici , in forma comparativa, della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. degli
esercizi 1993,1994 e 1995
Pagina n. 108
2.
3.
Relazioni del Collegio Sindacale relative ai bilanci della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
degli ultimi tre esercizi
2.1 Relazione del Collegio Sindacale relativa al bilancio 1993
Pagina n. 118
2.2 Relazione del Collegio Sindacale relativa al bilancio 1994
Pagina n. 120
2.3 Relazione del Collegio Sindacale relativa al bilancio 1995
Pagina n. 122
Relazione di certificazione del bilancio al 31-12-1995
Pagina n. 124
V
4.
Relazioni del Consiglio di Amministrazione sulla gestione relative ai bilanci della Gruppo
Ceramiche Ricchetti S.p.A degli ultimi tre esercizi
4.1 Relazione sulla gestione relativa al bilancio 1993
Pagina n. 126
4.2 Relazione sulla gestione relativa al bilancio 1994
Pagina n. 128
4.3 Relazione sulla gestione relativa al bilancio 1995
Pagina n. 129
5.
Bilanci consolidati , in forma comparativa, del gruppo Ricchetti degli esercizi 1993,1994 e
1995
Pagina n. 134
6.
Relazione del Collegio Sindacale relativa al bilancio consolidato del gruppo Ricchetti al
31-12-1995.
Pagina n. 149
7.
Relazione di certificazione relativa al bilancio consolidato del gruppo Ricchetti chiuso al
31-12-1995
Pagina n. 150
8.
Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla gestione relativa al bilancio consolidato
del gruppo Ricchetti al 31-12-1995
Pagina n. 152
9.
Comfort letter sul bilancio consolidato pro-forma del gruppo Ricchetti al 31-12-1995
Pagina n. 159
10. Comfort letter sulla situazione economica patrimoniale consolidata del gruppo Ricchetti al
31-05-1996
Pagina n. 160
11. Statuto Sociale
Pagina n. 162
?
XIII ALLEGATI
Pagina n. 166
1.
Certificato peritale del Consiglio di Borsa
Pagina n. 167
VI
AVVERTENZE
Il presente prospetto informativo è conforme al modello pubblicato mediante deposito
presso l’Archivio Prospetti della CONSOB in data 9 Agosto 1996 al nr. 3701.
L’adempimento di pubblicazione del prospetto informativo non comporta alcun giudizio
della CONSOB sull’opportunità dell’investimento proposto e sul merito dei dati e delle notizie allo stesso
relativi.
Ciascuno dei redattori del prospetto informativo si assume la responsabilità della
completezza e della veridicità dei dati e delle notizie in esso contenuti per le parti di rispettiva pertinenza.
Ciascuno dei redattori del prospetto informativo si assume altresì la responsabilità in
ordine a ogni dato e notizia che fosse tenuto a conoscere e verificare.
La CONSOB con delibera n. 10177 del 8 Agosto 1996 ha disposto l’ammissione alla
quotazione sul sistema telematico delle Borse Valori Italiane delle azioni della GRUPPO CERAMICHE
RICCHETTI S.p.A..
L’emittente ha assunto i seguenti impegni:
1. Comunicare alla CONSOB , unitamente alla direzione del Consorzio di Collocamento , i risultati
dell’offerta pubblica entro dieci giorni dalla data fissata per il pagamento delle azioni da parte dei
sottoscrittori e degli acquirenti.
2. Consegnare le azioni agli aventi diritto mediante deposito presso la Monte Titoli S.p.A. entro 10
giorni dalla data del pagamento.
L’inizio delle negoziazioni sarà disposto dalla CONSOB anche con provvedimento urgente ai sensi
dell’art. 19 bis della delibera CONSOB n. 4088/89 subordinatamente all’esito dell’Offerta Pubblica di
vendita e del Collocamento Privato, come definiti alla successiva premessa.
RISCHI DELL’OPERAZIONE
La presente Offerta comporta i rischi tipici di un investimento in titoli azionari.
PREMESSA
L’operazione consiste in una offerta globale di vendita e di sottoscrizione (di seguito la “Offerta Globale”)
di n. 34.000.000= (trentaquattromilioni) di azioni ordinarie Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., del valore
nominale di Lit. 500 (cinquecento) cadauna, aventi godimento 01-01-1996 (le “Azioni”), che comprende:
?? nr. 10.000.000 Azioni rinvenienti da un apposito aumento di capitale della Gruppo Ceramiche Ricchetti
S.p.A. con esclusione del diritto di opzione ai sensi delll’art. 2441 5° comma c.c., deliberato dal
Consiglio di Amministrazione del 28-06-1996 a valere sulla delega conferitagli dalla Assemblea
Straordinaria del 10-06-1996.
?? nr. 24.000.000 di Azioni attualmente possedute da alcuni azionisti, meglio identificati nella Sezione
Prima, Capitolo II, Punti 13 e 14, nonché nella Sezione Seconda, Capitolo VIII “Notizie sui Proponenti”
del presente Prospetto.
La vendita e la sottoscrizione delle Azioni avviene mediante:
??
un’offerta pubblica di vendita e sottoscrizione (di seguito la “Offerta Pubblica”) rivolta ai residenti in
Italia, con esclusione degli Investitori Professionali così come definiti dalla delibera Consob n. 6430 del
26-8-1992, ad eccezione delle società fiduciarie, di un minimo di n. 8.500.000 Azioni , di cui sino ad un
massimo di n. 1.000.000 di Azioni riservate ai dipendenti, agli amministratori ed ai sindaci residenti in
Italia della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., così come definiti nella Sezione Terza, Capitolo X, Punto
5. del presente Prospetto (di seguito la “Offerta agli Esponenti Aziendali).
??
un contestuale collocamento privato (di seguito il “Collocamento Privato”) rivolto ad Investitori
Professionali italiani ed Istituzionali esteri.
Il prezzo delle azioni sarà determinato in prossimità dell’inizio dell’operazione. Sarà reso noto mediante
pubblicazione, entro il giorno precedente l’inizio dell’Offerta Pubblica, di un avviso sui quotidiani “Il Sole
24 Ore” , il “Corriere della Sera” ed “Il Resto del Carlino”.
SEZIONE PRIMA
INFORMAZIONI RELATIVE ALL’EMITTENTE GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI SPA
I. NOTIZIE SULLA GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A.
1. Denominazione e forma giuridica
a) La Società è corrente sotto la denominazione :
“ Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.”
b) La Società è costituita in forma di “Società per Azioni”.
2. Sede sociale e sede amministrativa
La sede sociale della Società è stabilita in 41100 Modena, Corso Canalgrande n.23, telefono 059/218218 telefax 059 /238011.
La sede amministrativa è stabilita in 41049 Sassuolo (Modena), Via Radici in Piano n.428, telefono
0536/800050 - telefax 0536/807355.
3. Estremi dell’atto costitutivo
La Società è stata costituita sotto forma di Società per Azioni il 30-11-1968 per atto Notaio Innocenzo
Tassinari Imola (BO) Rep. 3113/1965.
4. Durata della Società
La durata della Società è fissata al 31-12-2050 e può essere prorogata.
5. Legislazione e foro competente
La Società è costituita e regolata in base alla legislazione della Repubblica Italiana. In caso di controversia
il foro competente è quello di Modena.
6. Estremi di iscrizione nel Registro delle Imprese e negli altri Registri aventi rilevanza per Legge
La Società :
a) - è iscritta al nr. 13708 Registro delle Imprese di Modena;
b)- è iscritta al nr. 156546 del 09-05-1973 Registro Ditte presso la C.C.I.A.A. di Modena;
c) - ha Codice Fiscale : 00327740379;
d) - ha Partita I.V.A. : 01252010366.
7. Oggetto sociale
L’oggetto sociale previsto dall’art. 2 dello statuto sociale è il seguente:
“ ART. 2 : La Società ha per oggetto la produzione ed il commercio, in proprio e per conto di terzi, di
materiali ceramici e greificati, da rivestimento e da pavimentazione, di prodotti e apparecchi igienici e
sanitari e di materiali per l’edilizia in genere e l’esecuzione di lavorazioni. La Società può esercitare qualsiasi
impresa industriale e commerciale, avente carattere affine alla precedente e atta ad agevolarne o a
svilupparne l’esercizio ed in particolare potrà procedere all’approntamento di impianti e processi produttivi
di materiali ceramici in Italia ed all’estero, nonché alla prestazione di consulenze e servizi in genere relativi
ad impianti e processi produttivi di materiali ceramici. La Società può assumere o cedere in affitto aziende
e/o rami di aziende. La Società può assumere rappresentanze e svolgere la funzione di commissionaria di
altre Società, che producono materiali per l’edilizia in genere. La Società può acquistare, permutare e
vendere beni mobili e immobili, e compiere tutte quelle operazioni mobiliari e immobiliari ritenute necessarie
o utili per il raggiungimento dello scopo sociale. La Società potrà esercitare non nei confronti del pubblico
e nel rispetto della normativa vigente, le attività finanziarie di cui all’art. 106 comma 1 D.Lgs. 1 Settembre
1993 n.385 ed in particolare potrà assumere partecipazioni aventi oggetto analogo o affine e complementare
al proprio. La Società può rilasciare avvalli, fidejussioni e garanzie reali inerenti all’attività sociale, il tutto
sia in Italia che all’estero.”
8. Luoghi in cui possono essere consultati i documenti che l’emittente nel prospetto dichiara di mettere
a disposizione del pubblico
a) La Società dichiara di porre a disposizione di chiunque ne faccia richiesta i seguenti documenti:
?? Statuto sociale vigente , come allegato al verbale di Assemblea straordinaria del 10-06-1996 n.
87288/15331 Rep./Racc. Dott. Giuseppe Malaguti Notaio in Sassuolo (Mo).
?? Ultimi tre bilanci di esercizio ( rispettivamente chiusi al 31 dicembre degli anni 1993, 1994, 1995) e
correlative relazioni degli Organi Sociali.
?? Bilanci consolidati di gruppo per gli esercizi 1993, 1994 e 1995, bilancio consolidato pro-forma per
l’esercizio 1995.
?? Relazioni di certificazione della Società di Revisione relative al bilancio d’esercizio ed al bilancio
consolidato di gruppo (limitatamente all’esercizio chiuso al 31-12-1995).
?? Stato patrimoniale e conto economico civilistico e consolidato di gruppo per il periodo 1 gennaio - 31
maggio 1996.
b) I documenti in parola possono:
?? essere consultati ed acquisiti presso la sede amministrativa della Società, indicata al precedente Punto
2 del presente Capitolo I;
?? essere consultati presso la sede del Consiglio di Borsa e sue sedi secondarie.
II. INFORMAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLA GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A.
1. Ammontare attuale del capitale sociale sottoscritto
Il capitale sociale sottoscritto ed interamente versato ammonta attualmente, dopo l’aumento deliberato
dall’Assemblea Straordinaria del 10-06-1996 ed omologato in data 12-06-1996, a Lire 35.000.000.000.
(trentacinquemiliardi), ed è rappresentato da nr. 70.000.000. (settantamilioni) di azioni ordinarie, ciascuna
del valore nominale di Lire 500 (cinquecento).
Le azioni sono nominative, liberamente trasferibili, con diritto di voto nelle Assemblee Ordinarie e
Straordinarie ed attribuiscono il diritto di percezione dei dividendi.
2. Evoluzione del capitale sociale negli ultimi tre anni
A far data dal 28-04-1983 e sino al 10-06-1996, la Società è stata dotata di un capitale sociale pari a Lire
10.000.000.000., rappresentato da nr. 10.000.000. di azioni da nominali Lire 1.000. cadauna.
L’Assemblea Straordinaria degli Azionisti del 10-06-1996, risultante dal verbale a Rep. 87288 Racc.15331
Dr. Giuseppe Malaguti Notaio ed omologato in data 12-06-1996, ha deliberato:
a) di frazionare il capitale sociale mediante sostituzione di n. 1 azione da nominali Lire 1.000. con n. 2 azioni
da nominali Lire 500 cadauna;
b) di aumentare gratuitamente il capitale sociale da Lire 10.000.000.000. a Lire 10.503.600.000. con
imputazione a capitale della riserva di rivalutazione monetaria di cui alla L. 576/1975 così come risultante
dal bilancio al 31-12-1995, mediante emissione di n. 1.007.200. azioni da nominali Lire 500 assegnate agli
azionisti in proporzione alle azioni possedute;
c) di aumentare il capitale sociale a pagamento da Lire 10.503.600.000. a Lire 35.000.000.000. mediante
emissione a pagamento alla pari di nr. 48.992.800. azioni da nominali Lire 500 offerte in opzione agli
azionisti.
3. Disciplina concernente l’acquisto ed il trasferimento dei titoli oggetto dell’Offerta
L’acquisto e il trasferimento dei titoli oggetto della presente Offerta non sono soggetti ad alcuna
restrizione.
4. Capitale deliberato ma non sottoscritto e delega agli Amministratori attributiva del potere di
deliberare aumenti di capitale
L’Assemblea Straordinaria degli Azionisti in data 10-06-1996 ha deliberato, oltre a quanto già descritto al
Punto 2., di attribuire al Consiglio d’Amministrazione, per il periodo massimo di due anni dal 10-06-1996, la
facoltà di aumentare, in una o più volte, il capitale sociale per l’ammontare massimo di Lire 35.000.000.000.
mediante emissione di azioni da nominali Lire 500 cad. con sovrapprezzo, che sarà determinato dal
Consiglio d’Amministrazione tra il minimo da calcolarsi in base al patrimonio netto della Società ed il
massimo di Lire 3.500. per azione, tenendo conto del prezzo previsto per l’Offerta Pubblica in Italia di
vendita delle azioni della Società. L’aumento di capitale sarà con esclusione del diritto di opzione ai sensi
dell’art. 2441, 5° comma c.c. e potranno essere emessi warrant azionari. L’Assemblea ha altresì delegato al
Consiglio di stabilire termini e modalità dell’operazione.
Il Consiglio d’Amministrazione del 28-06-1996, ha deliberato di aumentare a pagamento il capitale sociale , a
valere sulla delega conferitagli dall’Assemblea del 10-06-1996, da Lire 35.000.000.000. a Lire 40.000.000.000.
(quarantamiliardi), mediante emissione di nr. 10.000.000. (diecimilioni) di azioni da nominali Lire 500
cadauna, ad un prezzo corrispondente al valore nominale maggiorato di un sovrapprezzo da determinarsi
con successiva delibera del Consiglio stesso, compreso tra un minimo da calcolarsi in base al patrimonio
netto della Società ed un massimo di Lire 3.500. per azione, con esclusione del diritto di opzione e da
offrirsi nell’ambito di una Offerta Globale finalizzata alla quotazione in Borsa Valori.
Il Consiglio di Amministrazione del 26-07-96 ha determinato il sovrapprezzo per le nr. 10.000.000. di azioni,
da nominali Lire 500, tra un minimo di Lire 1.785 ed un massimo di Lire 2.300.
5. Obbligazioni convertibili
Non esistono prestiti obbligazionari della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. , né esiste delega alla loro
emissione conferita al Consiglio di Amministrazione.
6. Azioni o quote non rappresentative del capitale sociale
Non esistono azioni o quote non rappresentative del capitale sociale.
7. Partecipazione dei dipendenti al capitale o agli utili
Non esistono partecipazioni o diritti di partecipazione dei dipendenti al capitale o agli utili.
8. Condizioni previste dallo statuto per la modifica del capitale sociale e dei diritti delle azioni
Lo Statuto della Società prevede che possano essere emesse azioni aventi diritti diversi da quelle ordinarie,
nell’ambito di quanto consentito dalla legge.
9. Titoli propri in portafoglio
La Società non possiede né direttamente né indirettamente azioni proprie.
10. Autorizzazione all’acquisto di propri titoli
Non sussiste autorizzazione dell’Assemblea all’acquisto di azioni proprie.
11. Indicazione dell’esistenza di sindacati di voto o di blocco
Non esistono pattuizioni o accordi tra gli Azionisti in merito all’esercizio dei diritti inerenti ai titoli
rappresentativi del capitale ed al trasferimento degli stessi, comunemente definiti come sindacati di voto o
di blocco.
12 . Persone fisiche o giuridiche che esercitano il controllo della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Il capitale sociale della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. è posseduto per il 77,5%, e cioè per nr.
54.250.000. (cinquantaquattromilioniduecentocinquantamila) azioni per complessive nominali Lire
27.125.000.000. (ventisettemiliardicentoventicinquemilioni), da Fincisa S.p.A. con sede in Sassuolo
(Modena) Via Mazzini nr. 340, capitale sociale Lire 9.129.987.500 int.vers., direttamente per il 50,1% ed
indirettamente, tramite le Società controllate I.C.C.C. Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A., Ceramiche
Arena S.r.l. e Marimax S.r.l., per il restante 27,4%.
Fincisa S.p.A. è a sua volta controllata indirettamente dal Sig. Oscar Zannoni, per il tramite di Immobiliare
Edilreggio S.p.A.
13. Indicazione dei Soci che possiedono partecipazioni superiori al 2% del capitale sociale
Di seguito si riporta l’elenco degli Azionisti che, sulla base delle risultanze del libro soci, possiedono azioni
con diritto di voto in misura superiore o uguale al 2% del capitale sociale.
? ? Fincisa S.p.A. con sede in Sassuolo (Modena) Via Mazzini nr. 340, capitale sociale Lire 9.129.987.500
int.vers., che possiede nr. 35.070.000 (trentacinquemilionisettantamila) azioni, pari al 50,1% del capitale
sociale,
per
complessive
nominali
Lire
17.535.000.000
(diciassettemiliardicinquecentotrentacinquemilioni);
? ? Altair Servizi Finanziari S.r.l. con sede in Milano Corso Italia nr. 3, capitale sociale Lire 3.000.000.000
int.vers., che possiede n. 15.750.000 (quindicimilionisettecentocinquantamila) azioni, pari al 22,5% del
capitale
sociale,
per
complessive
ottocentosettantacinquemilioni);
nominali
Lire
7.875.000.000
(settemiliardi-
? ? I.C.C.C. -Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. con sede in Modena Corso Canalgrande nr. 23,
capitale sociale Lire 69.815.000.000 int.vers., che possiede n. 10.780.000 (diecimilionisettecentoottantamila) azioni, pari al 15,4% del capitale sociale, per complessive nominali Lire 5.390.000.000
(cinquemiliarditrecentonovantamilioni);
? ? Ceramiche Arena S.r.l. con sede in Mirandola (Modena) Via C.Battisti nr. 3, capitale sociale Lire
20.000.000 int.vers., che possiede n. 4.200.000 (quattromilioniduecentomila) azioni, pari al 6% del
capitale sociale, per complessive nominali Lire 2.100.000.000 (duemiliardicentomilioni);
? ? Marimax S.r.l. con sede in Viano (Reggio Emilia) Via Feleghetti nr. 14/16, capitale sociale Lire
300.000.000 int.vers., che possiede n. 4.200.000 (quattromilioniduecentomila) azioni, pari al 6% del
capitale sociale , per complessive nominali Lire 2.100.000.000 (duemiliardicentomilioni).
14. Variazioni della compagine sociale a seguito dell’Offerta
In caso di integrale collocamento dei nr. 34.000.000 di Azioni oggetto dell’Offerta Globale, la struttura
della compagine sociale della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. risulterà la seguente:
Situazione ante Aumento di Capitale
e Offerta Globale
Azionisti
Fincisa S.p.A.
I.C.C.C. - Industrie Ceramiche Cisa
Cerdisa S.p.A.
Altair Servizi Finanziari S.r.l.
Ceramiche Arena S.r.l.
Marimax S.r.l.
Mercato
Totale
N.Azioni
% C.S.
35.070.000
50,1
10.780.000
15,4
15.750.000
4.200.000
4.200.000
0
70.000.000
22,5
6,0
6,0
0,0
100,0
Aumento
di
capitale
N.Azioni
Azioni in
vendita
0
Situazione post aumento
di Capitale
e Offerta Globale
N.Azioni
N.Azioni
% C.S.
0 35.070.000
43,837
0
(1.850.000)
8.930.000
11,163
0 (13.750.000)
0 (4.200.000)
0 (4.200.000)
10.000.000 24.000.000
10.000.000
0
2.000.000
0
0
34.000.000
80.000.000
2,500
0
0
42,500
100,000
La tabella non tiene conto dell’eventuale esercizio da parte dei membri del Consorzio di Collocamento
dell’opzione concessa da I.C.C.C. -Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.a. e da Altair Servizi Finanziari
S.r.l. per l’acquisto di ulteriori massime n. 2.500.000. azioni ordinarie Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. (cfr.
Sezione Terza, Capitolo X, Punto 16).
Ove l’opzione venisse integralmente esercitata I.C.C.C.- Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
deterrebbe n. 7.430.000. azioni, pari al 9,2875% del capitale sociale, mentre Altair Servizi Finanziari S.r.l.
deterrebbe n. 1.000.000 di azioni, pari al 1,25% del capitale sociale.
III. INFORMAZIONI CONCERNENTI GLI ORGANI SOCIALI
1. Consiglio di Amministrazione
Il Consiglio di Amministrazione della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. è composto da sette membri
nominati nelle persone dei Signori:
?? Dott. Renzo Arletti, nato a Bolzano il 04-01-1955 , domiciliato a 41049 Sassuolo (Modena) Via Fenuzzi,
nr. 6 - Presidente del Consiglio di Amministrazione ed Amministratore Delegato;
?? Dott. Giuliano Panizzi, nato a Parma il 01-11-1959 , domiciliato a Boretto (Re) Viale della Libertà , nr. 9 Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione;
?? Dott. Giancarlo Pellati, nato a Sassuolo (Mo) il 17-08-1952 , domiciliato a Sassuolo (Mo) Via Pia, nr. 70
- Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione;
?? Sig. Nedo Brogi, nato a Empoli (Fi) il 30-07-1949, domiciliato a Sassuolo (Mo) Piazza Fabb. Rubbiani, nr.
17 - Consigliere;
?? Sig. Antonio Camellini, nato a Sassuolo (Mo) il 01-10-1933, domiciliato a Fiorano (Mo) Via Sandi , nr. 2
- Consigliere;
?? Sig. Gaetano Zaccarelli, nato a Mirandola (Mo) il 14-08-1943 , domiciliato a Fiorano (Mo) Via Mincio,
nr. 3 - Consigliere;
?? Sig. Oscar Zannoni, nato a San Polo D’Enza il 21-11-1942 , domiciliato a Reggio Emilia Via F.Ferrari, nr.
5 - Consigliere;
Il mandato del Consiglio verrà a scadenza in data 7-12-98, come da delibera assembleare del 7-12-95.
L’azionista di maggioranza della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. , Fincisa S.p.A., si è impegnato a far sì
che, per tutto il periodo in cui possiederà direttamente o indirettamente una partecipazione di maggioranza,
ci sia almeno un membro del Consiglio di Amministrazione che sia indipendente dal socio stesso di
maggioranza.
2. Collegio Sindacale
Il Collegio Sindacale è composto da:
Sindaci Effettivi:
??Dott. Clodomiro Zanasi, nato a Modena il 10-09-1938, domiciliato a Sassuolo (Mo) Viale Agnini , nr. 1 ,
Dottore Commercialista , Revisore Ufficiale dei Conti - Presidente del Collegio Sindacale;
??Rag. Armando Gatti, nato a Modena il 27-04-1925 , domiciliato a Bologna Via Pizzardi, nr 47, - Sindaco
effettivo;
??D.ssa Maddalena Morandi, nata a Sassuolo (Modena) il 14-06-1963 , domiciliata a Sassuolo (Mo) Via
A.Costa , nr. 6, Dottore Commercialista - Sindaco Effettivo.
Sindaci Supplenti:
??Dott. Vittorio Pincelli, nato a Frassinoro (Mo) il 03-08-1943, domiciliato a Sassuolo (Mo) Viale Roma, nr.
21, Dottore Commercialista, Revisore Ufficiale dei Conti ;
??Rag. Flavia Giovanardi, nata a Sassuolo (Mo) il 12-12-1961, domiciliata a Maranello (Mo) Via Garibaldi ,
23.
Il mandato del Collegio Sindacale scadrà con l’approvazione del bilancio dell’esercizio chiuso al 31-121996, come da delibera assembleare del 26-04-1994.
3. Direzione
Non esiste un organo di Direzione.
4. Principali attività svolte dai componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale al
di fuori della Società, allorché abbiano rilievo nei confronti della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Il Presidente e Amministratore Delegato Dott. Renzo Arletti ricopre altresì le seguenti cariche:
Amministratore Unico
Presidente Consiglio Amministrazione :
Consigliere d’Amministrazione
Membro Consiglio direttivo
Klingenberg Italia S.r.l.
CC Höganäs Byggkeramik AB
OY Pukkila AB
Höganäs Byggkeramikk AS
Partek Höganäs Ceramiques SARL
Partek Evers AS
Techimex NV
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Ricchetti Ceramic Inc.
I.C.C.C. -Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
Assopiastrelle - Associazione Nazionale dei produttori di
piastrelle di ceramica e di materiali refrattari con delega al
settore statistiche e attività editoriali
Il Vice Presidente Dott. Giuliano Panizzi ricopre altresì le seguenti cariche:
Presidente ed Amm.re Delegato
Socio accomandatario
Consigliere d’Amministrazione
Altair Servizi Finanziari S.r.l.
Giuliano Panizzi & C., a.s.
Officine Slanzi S.a.s.
I.C.C.C.-Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
Parmalat S.p.A.
Giglio S.p.A.
Riva Finanziaria S.p.A.
Calze Gallo S.p.A.
Bonatti S.p.A.
Multiservice International S.p.A.
Amministratore Unico
Sindaco effettivo
Genco S.r.l.
Abax S.r.l.
Previass.
Il Vice Presidente Dott. Giancarlo Pellati ricopre inoltre le seguenti cariche :
Amministratore Delegato
Vice Presidente
Consigliere d’Amministrazione
I.C.C.C. -Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
Monoceram S.p.A.
Ceramica di Gorzano S.p.A.
Vanguard Engineering S.r.l.
Mythos S.r.l.
Gres 2000 S.r.l.
Marimax S.r.l.
Il Consigliere Sig. Nedo Brogi svolge nell’ambito della Società funzioni di Direttore Generale in qualità di
Dirigente e ricopre inoltre le seguenti cariche :
Consigliere d’Amministrazione
Ricchetti Ceramic Inc.
Partek Höganäs Ceramiques SARL
Techimex NV
Il Consigliere Sig. Antonio Camellini ricopre altresì le seguenti cariche :
Presidente
Amministratore Delegato
Vice Presidente
Consigliere d’Amministrazione
Membro Consiglio direttivo
Camera Commercio Industria Artigianato Agricoltura Modena
FUTURE S.p.A. - Fiorano (Mo)
Immobiliare C.B.G- Sassuolo
Ceramica Savoia Italia S.p.A.
Autostrada del Brennero S.p.A. - Trento
Fondazione Cassa di Risparmio di Modena
Centro Ceramico di Bologna - Consorzio Universitario per la
gestione del Centro di ricerca e sperimentazione per l’industria
ceramica - Bologna
Assopiastrelle - Associazione Nazionale dei produttori di
piastrelle di ceramica e di materiali refrattari con la delega al
settore ambiente
Il Consigliere Sig. Gaetano Zaccarelli ricopre inoltre la carica di Consigliere d’Amministrazione nella
Monoceram S.p.A. e nella Marimax S.r.l.
Il Consigliere Sig. Oscar Zannoni ricopre altresì le seguenti cariche :
Presidente
Presidente Consiglio Amministrazione
Amministratore Unico
Socio Accomandatario
Consigliere d’Amministrazione
Consigliere d’Amministrazione
Assopiastrelle - Associazione Nazionale dei produttori di
piastrelle di ceramica e di materiali refrattari
Akros Finanziaria S.p.A.-Compagnia Mercantile e Finanziaria
Fincisa S.p.A.
I.C.C.C. -Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
Ceramiche di Gorzano S.p.A.
Sic S.p.A.
Edi.cer S.p.A.
Promos S.r.l.
Fin.Anz. S.p.A.
Azienda Agricola Ca-Nova S.r.l.
Vallechiara S.r.l.
Azienda Agricola Valverde S.a.s.
Monoforte Industria Ceramica S.r.l.
Vanguard Engineering S.r.l.
Vanguard Ceramiche S.r.l.
Mythos S.r.l.
Gres 2000 S.r.l.
Finanziaria Nordica S.p.A.
Adesital S.p.A.
Ravenna Mill S.p.A.
Ceramite S.r.l.
Alleanza Immobiliare S.p.A.
FinMill S.r.l..
Il Presidente del Collegio Sindacale Dott. Clodomiro Zanasi svolge attività di Dottore Commercialista
iscritto presso l’Ordine dei Dottori Commercialisti di Modena ed all’Albo dei Revisori Contabili.
Il Sindaco effettivo Rag. Armando Gatti iscritto presso l’Albo dei Revisori contabili ricopre cariche
sindacali.
Il Sindaco effettivo Dott.ssa Maddalena Morandi svolge attività di Dottore Commercialista iscritto presso
l’Ordine dei Dottori Commercialisti di Modena ed all’Albo dei Revisori Contabili.
5. Compensi destinati a qualsiasi titolo e sotto qualsiasi forma, per l’ultimo esercizio chiuso ,
dall’emittente, dalle Società direttamente o indirettamente controllate, ai componenti del Consiglio di
Amministrazione e del Collegio Sindacale
Per l’esercizio chiuso al 31-12-1995 i compensi destinati a qualsiasi titolo ai componenti del Consiglio di
Amministrazione e del Collegio Sindacale da parte della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e delle sue
controllate sono i seguenti :
Lire
da Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Consiglio di Amministrazione
Collegio Sindacale
Lire
da società controllate
-30.530.000
736.608.292
47.144.000
I compensi ai componenti del Consiglio di Amministrazione sono comprensivi della retribuzione al
consigliere Nedo Brogi , corrisposta in forza di contratto di lavoro subordinato con Nuove Ceramiche
Ricchetti S.p.A., ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
6. Azioni della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. detenute dai componenti del Consiglio di
Amministrazione e del Collegio Sindacale
Nessun membro del Consiglio di Amministrazione, ad eccezione del Sig. Oscar Zannoni per il quale si
rinvia a quanto riportato al Capitolo II Punto 12, e del Collegio Sindacale detiene direttamente od
indirettamente azioni della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. alla data del presente prospetto informativo.
Esiste peraltro un accordo tra l’azionista di maggioranza ed un membro del Consiglio di Amministrazione
con il quale è stata concessa a quest’ultimo l’opzione di acquistare una percentuale inferiore al 1%
dell’attuale capitale sociale della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. nell’anno 1999 subordinatamente alla
sua permanenza nella carica attualmente ricoperta fino a quella data.
7. Interessi dei componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale in operazioni
straordinarie effettuate dalla Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Amministratori e Sindaci della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. non hanno avuto né hanno interessi in
operazioni straordinarie effettuate dalla Società.
8. Interessi dei dirigenti nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Non esistono interessi dei dirigenti della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. nella Società.
9. Prestiti o garanzie rilasciate a favore di Amministratori e Sindaci
Non sono in corso prestiti o garanzie concessi dalla Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. o dalle sue
controllate a favore dei componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale.
IV. CONTROLLO ESTERNO SUI CONTI
1. Società di Revisione
Conformemente alla deliberazione assembleare del 19-04-1996, il bilancio d’esercizio della Gruppo
Ceramiche Ricchetti S.p.A. ed il bilancio consolidato del gruppo saranno sottoposti a revisione e
certificazione ai sensi dell’art. 2 del D.P.R. 31 Marzo 1975 nr. 136, da parte della PRICE WATERHOUSE
S.a.s. di Renzo Latini & Co., con sede legale ed amministrativa in 20122 Milano, Corso Europa nr. 2.
2. Durata dell’incarico
L’incarico è stato conferito per la certificazione del bilancio d’esercizio e del bilancio consolidato per il
triennio 1996, 1997 e 1998.
3. Certificazione dei bilanci civilistici
I bilanci civilistici relativi agli esercizi chiusi al 31-12-1993 ed al 31-12-1994 non sono stati oggetto di
revisione e certificazione.
Il bilancio dell’esercizio chiuso al 31-12-1995 è stato certificato dalla Price Waterhouse S.a.s. di Renzo
Latini & Co., con sede legale ed amministrativa in 20122 Milano, Corso Europa 2; la relazione di
certificazione è riportata in Appendice nr. 3.
4. Certificazione dei bilanci consolidati
I bilanci consolidati relativi agli esercizi 1993 e 1994 non sono stati oggetto di revisione e certificazione.
Il bilancio consolidato del gruppo Ricchetti chiuso al 31-12-1995 è stato certificato dalla Price Waterhouse
S.a.s. di Renzo Latini & Co., con sede legale ed amministrativa in 20122 Milano, Corso Europa 2; la
relazione di certificazione è riportata in Appendice nr. 7.
5. Organo di controllo esterno diverso dalla Società di Revisione
Nessun organo esterno di controllo, diverso dalla Società di Revisione, ha verificato i conti annuali degli
ultimi tre esercizi.
6. Parti del Prospetto nelle quali sono riportati dati che non sono stati certificati dalla Società di
Revisione
La Società di Revisione ha certificato unicamente il bilancio della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
dell’esercizio chiuso al 31-12-1995 nonché il bilancio consolidato chiuso al 31-12-1995.
Per quanto attiene al bilancio consolidato pro-forma chiuso al 31-12-1995 ed alla situazione economica e
patrimoniale consolidata al 31-05-1996 la Società di Revisione ha rilasciato “Comfort letter”, riportate
rispettivamente in Appendice nr. 9 e nr 10.
Ad eccezione di quanto sopra tutti gli altri dati riportati nel presente Prospetto Informativo non sono stati
certificati dalla Società di Revisione.
7. Rilievi espressi dalla Società di Revisione
La Società di Revisione non ha espresso rilievi né ha rifiutato l’attestazione relativamente ai bilanci 1995 (
civilistico e consolidato) oggetto di certificazione.
La Società di Revisione ha espresso i seguenti richiami di informativa:
a) la controllata Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. ha acquisito nel corso del 1995 dall’allora controllante
United Tiles AB il 100 per cento del capitale sociale di società produttive e commerciali operanti nei
mercati del Nord Europa;
b) L’Assemblea straordinaria della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. in data 13 Febbraio 1996 ha
deliberato la fusione per incorporazione della controllata Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.;
c) il Consiglio di amministrazione della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. in data 8 Marzo 1996 ha
deliberato l’acquisto del residuo 24,76 per cento del capitale sociale della controllata Nuove Ceramiche
Ricchetti S.p.A.
V. INFORMAZIONI CONCERNENTI L’ATTIVITA’ DELLA GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A.
E DEL GRUPPO RICCHETTI
1. Introduzione
Il gruppo Ricchetti è uno dei principali produttori di piastrelle in monocottura di pasta rossa e bianca per
pavimenti e rivestimenti.
Il gruppo si articola come segue:
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. - capogruppo operativa
Società controllate
Klingenberg Dekoramik Gmbh - Germania
CC Höganäs Byggkeramik AB - Svezia
OY Pukkila AB - Finlandia
Höganäs Byggkeramikk AS - Norvegia
Partek Evers AS - Danimarca
Partek Höganäs Ceramiques Sarl - Francia
Techimex NV - Belgio
Ricchetti Ceramic Inc. - Florida Usa
Percentuale di controllo
100%
100%
100%
100%
100%
100%
100%
100%
Le suddette Società operano nei seguenti settori :
In Svezia, la Società CC Höganäs Byggkeramik AB, con sede in Stoccolma, è leader locale nella
produzione del klinker e commercializza un'ampia gamma di prodotti ceramici ed accessori (materiale di
posa) con un marchio conosciuto da oltre un secolo e con un quota di mercato di circa il 25%. (1)
In Finlandia, la Società OY Pukkila AB, con sede a Turku, produce e distribuisce una gamma di prodotti
ceramici smaltati di elevato livello qualitativo in tutti i paesi nordici (rivestimenti esterni di facciate, piscine,
con caratteristiche specificatamente antigelive) con una quota di mercato di circa il 27%. (1)
In Norvegia, la Società commerciale Höganäs Byggkeramikk AS, con sede a Oslo, distribuisce prodotti
ceramici del gruppo, oltre ad accessori per la posa, con una quota di mercato di circa il 25%. (1)
In Danimarca, la Società commerciale Partek Evers AS, con sede a Copenhagen, rappresenta, per volume e
immagine, il primo importatore di piastrelle ceramiche e accessori per la posa ed è punto di riferimento per
architetti e costruttori nell'alta fascia di mercato, con una quota di circa il 28%. (1)
In Francia, la Società commerciale Partek Höganäs Céramiques Sarl, con sede a Rochetoirin, integra la
distribuzione dei prodotti della consociata svedese con l'attività di produzione di materiale collante e
fornisce un servizio completo di posa ad una speciale fascia di clienti del settore alimentare, della quale
detiene una quota di mercato superiore al 50%. (1)
In Belgio, la Società commerciale Techimex NV, con sede a Bruxelles, distribuisce i prodotti delle Società
finlandese e svedese e rappresenta, con mandato di agenzia, la Capogruppo Gruppo Ceramiche Ricchetti
S.p.A.
In America, la Società commerciale Ricchetti Ceramic Inc., con sede a Melbourne, Florida, rappresenta, con
mandato di agenzia, la Capogruppo Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Il gruppo ha infine consolidato la propria presenza nel più importante mercato europeo attraverso l’azienda
produttiva tedesca, Klingenberg Dekoramik Gmbh, con sede a Klingenberg, presente da oltre un secolo
con materiali che per immagine e qualità rappresentano un veicolo fondamentale di penetrazione anche per
il prodotto italiano distribuito dalla stessa rete commerciale.
La nuova struttura di gruppo consente di completare la gamma dei prodotti ed offre la possibilità di
avvalersi delle consolidate presenze commerciali estere per la distribuzione del prodotto Ricchetti nei paesi
nord europei.
Per la Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., il
mercato interno assorbe direttamente circa il 32% (1) delle vendite, mentre le vendite estere si
concentrano principalmente nei mercati europei.
Le vendite consolidate dell’esercizio 1995 sono state pari a circa 12 milioni di metri quadri e collocano il
gruppo Ricchetti tra i primi del settore.
2. Cenni storici
La Società Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. è stata costituita con atto Notaio Innocenzo Tassinari a
Imola (Bologna) il 30 Novembre 1968 Rep. 3113/1965, con originaria denominazione Ceramo - Ceramiche di
Mordano S.p.A., con sede legale in Imola (Bologna) e stabilimento in Bubano di Mordano (Bologna), per la
produzione di piastrelle in ceramica per pavimenti e rivestimenti.
(1) Elaborazioni della Società su fonti interne , di mercato e Assopiastrelle
In data 2 Febbraio 1971 la sede legale della Società è stata trasferita da Imola (Bologna) a Bubano di
Mordano (Bologna) Via Fluno nr. 10/A.
In data 7 Settembre 1971, con atto Notaio Senni Buratti Rep. 41432/3246, la Società ha modificato la propria
ragione sociale in Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., con sede amministrativa in Sassuolo (Modena) Via
Radici in Piano nr. 428.
Dopo aver incorporato nel 1972 la Società Ceramica Walter Ricchetti S.p.A., Società fondata il 14 Ottobre
1959 con sede legale e stabilimento in Sassuolo (Modena) Via Radici in Piano nr. 428, nel 1980 ha iniziato
l’attività produttiva nel nuovo stabilimento in Sassuolo , località dove viene trasferita la sede legale. Alla
fine di tale anno vengono conferiti gli stabilimento di Sassuolo e di Bubano di Mordano alla Nuove
Ceramiche Ricchetti S.p.A., società di nuova costituzione, posseduta dopo l’operazione al 99%, e viene
ricevuto in conferimento dalla società Lurano Mosaico S.r.l. uno stabilimento in Lonato (Brescia),
successivamente ceduto nel 1988.
Nel 1981 la famiglia Ricchetti ha ceduto alla Pegulan Werke AG (Germania) il 56,25% del capitale della
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., quota incrementata nel 1982 al 66,43% a seguito di un aumento di
capitale sociale e nel 1988 al 100%, acquistando dalla famiglia Ricchetti la società Fin-Lurano S.r.l.
proprietaria del restante 33,57%.
Nel 1988 Gruppo Ceramiche Ricchetti e Nuove Ceramiche Ricchetti sono state trasformate in società a
responsabilità limitata.
Nel 1991 l’intero capitale della Gruppo Ceramiche Ricchetti è stato acquistato da United Tiles AB (Svezia)
sia direttamente sia tramite l’acquisto di Fin-Lurano S.r.l., società quest’ultima successivamente
incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti; sempre nel corso del 1991 la Gruppo Ceramiche Ricchetti ha
conferito a Nuove Ceramiche Ricchetti un ramo d’azienda denominato “Stabilimento di Fiorano” a fronte di
un aumento di capitale sociale.
Nell’Aprile 1995 la Nuove Ceramiche Ricchetti è stata trasformata in società per azioni.
Nel Maggio 1995 è stato attuato un piano di riorganizzazione delle partecipazioni aventi ad oggetto attività
analoghe ed affini del gruppo United Tiles AB. L’operazione in sintesi può essere così descritta:
- cessione da parte di United Tiles AB a Nuove Ceramiche Ricchetti delle partecipazioni detenute nelle
società elencate di seguito, dopo aver proceduto alla loro ricapitalizzazione mediante rinuncia parziale ai
crediti finanziari in essere;
- cessione da parte di United Tiles AB a Nuove Ceramiche Ricchetti dei residui crediti finanziari vantati
nei confronti delle società oggetto della cessione, pari a 65 milioni di SEK, per un controvalore di 15
miliardi di lire;
- contestuale aumento di capitale sociale di Nuove Ceramiche Ricchetti, completamente sottoscritto da
United Tiles AB per un importo pari all’ammontare dei crediti ceduti e corrispondente ad una quota del
24,76% del capitale sociale dopo il suddetto aumento.
La vendita delle partecipazioni è avvenuta sulla base di una stima del valore operata da Coopers &
Lybrand. Tale stima portava un’indicazione di valore compresa tra 260 e 290 milioni di Sek. Il Consiglio
d’Amministrazione di Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., nel recepire tale stima di valore, ha approvato un
investimento complessivo di 275milioni di SEK, pari a 63 miliardi circa, così ripartito per società:
Società
CC Höganäs Byggkeramik AB
OY Pukkila AB
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Höganäs Byggkeramikk AS
Partek Evers AS
Techimex Nv
Partek Höganäs Céramiques SARL
Nazione
Svezia
Finlandia
Germania
Norvegia
Danimarca
Belgio
Francia
Totale
Milioni di Sek
90
55
55
37
17
6
15
275
Il pagamento è stato concordato in contanti.
Il fabbisogno finanziario, di 63 miliardi di lire, è stato in gran parte reperito tramite l’erogazione di un
finanziamento di 45 Miliardi di Lire, a tasso variabile, pari al prime rate ABI maggiorato dello 0,25% e
rimborsabile per la quota capitale in 46 rate costanti mensili di 980 milioni di lire a partire dal 31-08-1996 e
fino al 31-05-2000 (1). Tale finanziamento è attualmente garantito da un pegno su azioni di società
controllate estere (1). Il residuo è stato finanziato tramite l’accensione di un finanziamento a breve.
(1) cfr. Sezione I, Capitolo VI Punto 6.c)3 pag. 48 e ss.
Nel mese di Dicembre 1995 la totalità del capitale sociale della Gruppo Ceramiche Ricchetti nonché le azioni
di Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. detenute direttamente da United Tiles AB sono state acquistate da
Società dei gruppi Fincisa ed Akros.
Sempre nel mese di Dicembre 1995, la Gruppo Ceramiche Ricchetti ha deliberato la trasformazione in
Società per Azioni ed in data 13 Febbraio 1996 la fusione per incorporazione della controllata Nuove
Ceramiche Ricchetti S.p.A. Funzionalmente all’operazione di fusione, in data 8 Marzo 1996, il Consiglio di
Amministrazione della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., ha deliberato l’acquisto dai soci delle azioni
della controllata Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., pari al 24,76 % del capitale sociale, per un costo
complessivo di 24.496 milioni lire. Tale costo è stato sostenuto mediante un finanziamento
successivamente convertito in aumento di capitale sociale della società.
Con atto del notaio Giuseppe Malaguti Rep. n.87287/15330, in data 10 giugno 1996, è stato stipulato il
relativo atto di fusione i cui effetti decorrono, ai fini civilistici e delle imposte sui redditi dal 01-01-1996.
3. Informazioni concernenti l’attività della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e del gruppo Ricchetti
3.a Il settore delle ceramiche per pavimenti e rivestimenti (1)
La piastrella di ceramica, come ogni altro prodotto ceramico, é un impasto di argilla, sabbia e altri materiali
inorganici, pressati e cotti ad alte temperature.
Il "biscotto" risultante da questo processo può essere smaltato o decorato, o rimanere non smaltato.
In Italia, la maggior parte delle piastrelle prodotte viene smaltata ed é usata sia per rivestimenti sia per
pavimenti.
La tecnologia produttiva più recente per il prodotto smaltato é quella della monocottura, nella quale smalto
e supporto sono sottoposti contemporaneamente ad una sola cottura in forni ad altissime temperature per
ottenere un prodotto con caratteristiche di elevata resistenza meccanica e all'abrasione. Le piastrelle in
monocottura rappresentano il 69% della produzione totale .
Le tipologie di piastrelle "non smaltate" si identificano nelle seguenti definizioni: cotto, klinker, grès
porcellanato. L'aspetto estetico di questi prodotti é differente da quello dei prodotti smaltati come pure la
destinazione di utilizzo, che privilegia le aree ad alto calpestio in ambienti interni ed esterni.
Solitamente le piastrelle non smaltate mantengono in superficie il colore del supporto pressato e possono
essere levigate assumendo la lucentezza tipica del marmo. La tecnologia più recente é quella del grès
porcellanato, un prodotto estremamente compatto, ottenuto per pressatura ad alta pressione. Si tratta di un
prodotto in forte crescita e rappresenta già il 14% della produzione totale.
Mentre il termine cotto si riferisce a piastrelle non smaltate, a supporto rosso, ottenute per pressatura, il
prodotto klinker viene ottenuto per estrusione, procedimento attraverso il quale le piastrelle sono
prodotte a partire dalle materie prime sotto forma di una pasta e la struttura della piastrella viene conferita
facendo passare questa pasta attraverso uno speciale orifizio.
In Italia 345 aziende con oltre 30.000 addetti producono piastrelle di ceramica per pavimenti e rivestimenti
nelle più moderne tecnologie produttive. La più alta concentrazione di stabilimenti é nelle provincie di
Modena e Reggio Emilia nel cosiddetto "comprensorio della ceramica" , del quale fanno parte circa 200
aziende e dal quale proviene l'80% della produzione nazionale.
In trent'anni l'Italia é diventata il più importante produttore mondiale di ceramica per l'edilizia con il 50%
della produzione europea e il 20% della produzione mondiale.
Gli altri principali paesi produttivi sono Spagna, Turchia, Messico, Brasile.
Le esportazioni di piastrelle, che costituiscono più del 65% del totale delle vendite del settore,
rappresentano globalmente l'1,6% del valore totale delle esportazioni italiane.
Nel 1995 la produzione complessiva italiana del settore ha superato i 560 milioni di metri quadrati, con un
incremento rispetto al 1994 del 10%. Di questa, il prodotto per pavimenti rappresenta il 73% del totale
mentre il restante 27% é destinato al prodotto da rivestimenti.
(1) I dati riportati nel presente Punto sono di fonte Assopiastrelle
Le vendite nazionali si sono assestate sui valori del 1994, mentre le esportazioni sono aumentate del 11%
in quantità, per un totale di 362 milioni di metri quadrati, e del 18% in valore, per 5.887 miliardi di lire.
Il fatturato complessivo del settore ha superato nel 1995 gli 8.000 miliardi di lire, mentre gli investimenti
sono stati di circa 600 miliardi di lire.
Le piastrelle italiane vengono vendute in tutto il mondo, ed i principali mercati si confermano la Germania
con 102 milioni di metri quadrati (+ 9% rispetto al 1994), la Francia con 45 milioni di metri quadrati (+ 6%
rispetto al 1994) e gli Stati Uniti con 26 milioni di metri quadrati (+ 6% rispetto al 1994). Incrementi
importanti si sono registrati nel 1995 anche in Grecia, Belgio e Lussemburgo e segnali positivi giungono
anche da alcuni paesi dell'Est Europeo come la Polonia e l'Ungheria.
3.b Mercati di vendita
I prodotti del gruppo Ricchetti sono venduti in tutto il mondo.
La quota di prodotti venduti all'estero risulta pari all' 86% del fatturato complessivo del 1995 ed é
prevalentemente destinata ai paesi europei (75%).
Le vendite consolidate 1995 , pari a 274.4 Mdi. di lire , sono state realizzate nei seguenti mercati:
Mercato di vendita
Italia
Svezia
Germania
Finlandia
Norvegia
Francia
Danimarca
Belgio
Austria
Grecia
Svizzera
Gran Bretagna
Olanda
Est Europeo e Altri
Nord America
Asia + Estremo Oriente
Australia
Africa e Altri
Totale vendite consolidate
Miliardi di Lire
38,4
45.7
36.6
27.4
26.5
23.2
15.7
8.3
4.6
3.8
2.9
2.5
2.5
5.7
12.1
9.9
5.8
2.8
38.4
205,4
30.6
274.4
Le importanti acquisizioni realizzate nel 1995 sui mercati del Nord Europa hanno consentito il
consolidamento della presenza produttiva e commerciale del gruppo Ricchetti in paesi quali la Svezia, la
Finlandia, la Norvegia, la Danimarca, con quote di mercato varianti dal 25 al 30%.
Nei suddetti mercati, i marchi Partek Höganäs (ora sostituito con il nuovo marchio CC Höganäs
Byggkeramik) e Pukkila, conosciuti da oltre un secolo, favoriscono la commercializzazione degli altri marchi
del gruppo quali Ricchetti e Klingenberg.
Il gruppo ha infine consolidato la propria presenza nel più importante mercato europeo attraverso
l'acquisizione di un'azienda produttiva tedesca di grès porcellanato, Klingenberg Dekoramik, presente da
oltre un secolo con materiali che per immagine e qualità rappresentano un veicolo straordinario di
penetrazione anche per le piastrelle Ricchetti prodotte in Italia e distribuite dalla stessa rete commerciale.
Nessuno dei principali produttori italiani beneficia di quote di mercato significative a livello mondiale.
3.c Posizionamento e caratteristiche dei prodotti del gruppo Ricchetti
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. - Italia: La gamma di piastrelle ceramiche prodotte nei due stabilimenti
italiani si colloca all'interno della fascia medio-alta di mercato e beneficia di una posizione consolidata
presso una selezionata fascia di clienti in Italia e all'estero.
“Monobianca” é il nome con cui il marchio Ricchetti contraddistingue le piastrelle da pavimento per uso
interno ed esterno in pasta bianca ottenute con il processo della monocottura rapida.
L'impiego di un impasto atomizzato composto da materie prime pregiate e l'elevata temperatura di cottura
(1.200°c.) conferiscono al prodotto ottime caratteristiche meccaniche e precisione dimensionale,
consentendone l'uso per applicazioni senza il giunto di posa.
L'impiego di smalti pregiati e l'avanzato processo tecnologico permettono di realizzare prodotti di elevato
contenuto qualitativo ed estetico.
“Monoroc” é il nome con cui il marchio Ricchetti contraddistingue le piastrelle per pavimenti ad alta
resistenza ottenute con il processo di monocottura rapida di un impasto di argilla rossa atomizzata.
L'elevata temperatura di cottura conferisce al prodotto un modesto livello di assorbimento d'acqua che
garantisce la rispondenza delle norme di resistenza al gelo, estendendo l'utilizzo di questa tipologia di
prodotto ad applicazioni esterne.
“Rivesto” é il nome con cui il marchio Ricchetti contraddistingue le ceramiche da rivestimento smaltate,
con supporto atomizzato.
Una completa offerta di formati, colori e decori permette la realizzazione di ambienti raffinati, idonei a
soddisfare le esigenze di architettura d' interni.
Klingenberg Dekoramik Gmbh - Germania: La gamma di piastrelle prodotte in Germania rientra nella
categoria grès porcellanato. Forte di una completa tipologia di colori e formati il prodotto Klingenberg si
posiziona nella fascia alta del mercato grazie anche ad una forte riconoscibilità di marchio, presente da più
di 100 anni nel paese presso gli architetti più qualificati.
A completamento della gamma, la società detiene una posizione predominante, nel mercato tedesco , nella
produzione e nella distribuzione di piastrelle da rivestimento di tavoli da lavoro per laboratorio con
caratteristiche di resistenza agli acidi e all'abrasione che ne hanno fatto negli anni un prodotto
insostituibile per questo utilizzo specializzato.
OY Pukkila AB - Finlandia: Le due tipologie produttive che contraddistinguono questo marchio presente
in Finlandia da 120 anni sono la monocottura porosa a impasto chiaro per rivestimento e le piastrelle
greificate smaltate con porosità inferiore all' 1% per pavimenti, rivestimenti di piscina, e rivestimenti esterni
di facciate nella più estesa gamma di monocolori esistente.
Le ceramiche Pukkila sono rinomate in tutti i paesi Scandinavi per la loro qualità. Circa il 40% viene
esportato in Svezia e Norvegia.
CC Höganäs Byggkeramik AB - Svezia: Anche qui un'attività industriale ultra centenaria caratterizza le
piastrelle klinker con caratteristiche particolari. Sono infatti pressate e estruse, in vari formati, spessori,
superfici e pezzi speciali.
Ci sono linee di prodotto per uso tecnico (dalle industrie alimentari a quelle zootecniche, alle centrali
nucleari), per il consumo pubblico e privato, luoghi di altissimo calpestio, speciali progetti architettonici e
restauri, piscine e impianti sportivi, rivestimenti esterni di facciate.
Tutto il materiale Höganäs supera abbondantemente gli elevati parametri delle norme EN 159 (con
assorbimento inferiore allo 0,5%).
Tutti i prodotti a marchio Ricchetti, Klingenberg, Pukkila, Partek Höganäs (ora sostituito con il nuovo
marchio CC Höganäs Byggkeramik) sono inoltre distribuiti dalle aziende commerciali del gruppo in
Norvegia, Danimarca, Belgio e Francia.
3.d La struttura e l’attività produttiva
La produzione della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. si concentra in Italia nei due stabilimenti di
Fiorano (MO) e Mordano (BO). La strategia degli investimenti tecnologici sviluppata negli ultimi tre anni
ha consentito la specializzazione delle due unità produttive in termini di tipologie merceologiche prodotte;
5 milioni di metri quadrati di piastrelle (1) per pavimento a Fiorano, nelle tecnologie di monocottura bianca e
rossa, e 3 milioni di metri quadrati di piastrelle (1) per rivestimenti a Mordano, nella tecnologia di
monocottura porosa in pasta rossa.
(1) produzione effettiva
Entrambi gli stabilimenti presentano una situazione impiantistica evoluta alle più moderne innovazioni di
processo produttivo, beneficiando di una elevata produttività per addetto e di eccellenti rese qualitative.
La caratteristica più importante per la configurazione tipologica della gamma Ricchetti e per il grado di
servizio garantito alla clientela é quella di potere disporre di una elevata flessibilità degli impianti, tanto in
termini di formato che di tipologie merceologiche.
Lo stabilimento della Klingenberg Dekoramik Gmbh in Germania, situato a sud di Francoforte, é stato
oggetto di una importante razionalizzazione impiantistica che ha portato ad ottimizzare il numero degli
addetti in produzione.
La forte caratterizzazione del marchio, l'immagine di qualità costruita negli anni consentono ricavi medi per
unità di prodotto più elevati e tali da coprire costi industriali molto superiori alla media dei costi della
produzione italiana nella stessa tipologia.
E' all'esame l'ipotesi di un importante investimento produttivo che, con impiantistica e strategia industriale
tutta italiana, permetta di sfruttare appieno quel differenziale di prezzo ottenibile dal marchio Klingenberg
nel mercato tedesco.
La OY Pukkila AB , a Turku in Finlandia, é diventata entità legale nel 1874 e deve la sua fama nelle regioni
baltiche alla produzione di piastrelle e pezzi smaltati da stufa.
Dai prodotti trafilati inseriti in seguito nella gamma, si é giunti alla sofisticata produzione attuale di
monoporosa a impasto chiaro per rivestimento e greificato smaltato per esterni e piscine, con porosità
inferiore all' 1%.
A seguito di una profonda ristrutturazione industriale operata nel finire del 1995, la moderna impiantistica
tutta italiana consente oggi la produzione di 1 milione di metri quadrati di prodotto utilizzando circa 100
operai.
Lo stabilimentodella CC Höganäs Byggkeramik AB, all'estremo sud della Svezia, ha cominciato nel 1886 a
produrre piastrelle klinker utilizzando la straordinaria argilla locale e da allora il marchio Partek Höganäs
(ora sostituito con il nuovo marchio CC Höganäs Byggkeramik) é stato sinonimo di ceramica per l'edilizia
sul mercato Svedese e nei paesi nordici.
Oggi i nuovi forni a tunnel che operano in atmosfera riducente e ossidante, secondo le valenze estetiche
del prodotto, cuociono piastrelle con caratteristiche artigianali.
Un ciclo di cottura di oltre 98 ore alla temperatura massima di oltre 1.200°c. spiega una produzione annua di
350.000 metri quadrati, relativamente piccola se paragonata a grandi numeri delle aziende maggiori, ma
ovviamente di diversa caratura.
3.e La distribuzione dei prodotti
I prodotti del gruppo Ricchetti sono distribuiti nei cinque continenti e presenti in oltre 5000 sale mostra dei
più qualificati rivenditori in tutto il mondo.
I primi 10 clienti di ognuna delle Società del gruppo assorbono poco più del 25% dei singoli fatturati.
La produzione Ricchetti é destinata per il 90% ai rivenditori tradizionali di materiale ceramico, che viene
normalmente abbinato alle vendite di altri prodotti di arredo bagno e cucina.
Nei paesi del Nord Europa, nei quali le Società del gruppo Ricchetti detengono quote di mercato
consistenti, la vendita delle piastrelle di ceramica viene integrata con quella di materiali per la posa
(collanti) e con altri prodotti per l'edilizia, acquistati da terzi.
Il rapporto con la clientela é, nella maggior parte dei casi, consolidato da anni e caratterizzato da una
elevata stabilità, dovuta principalmente alla qualità del servizio offerto dalle aziende del gruppo.
La struttura commerciale in Italia così come in ognuna delle Società estere del gruppo é articolata
attraverso:
?? Una direzione commerciale e di coordinamento dei vari mercati, che si identifica nella funzione di
direzione operativa delle singole società.
?? Una struttura di capi area che sovrintendono all'attività della rete di agenti che promuovono le vendite
locali nei singoli paesi e le vendite all'esportazione.
?? Una rete di agenti, per la maggior parte monomandatari, residenti nei singoli paesi, che garantiscono
copertura commerciale nelle aree di competenza.
In Finlandia, Svezia e Norvegia, alle descritte attività di vendita ai distributori si affianca l'attività di vendita
diretta ai posatori e clienti privati, curata dalle singole società attraverso proprie sale mostra e negozi: tre in
Svezia, nelle città di Stoccolma, Göteborg, Malmö; tre in Finlandia, a Helsinki, Tampere, Turku; due in
Norvegia, a Oslo e Trondheim.
In questi punti di vendita e assistenza clienti diretti si integra la vendita delle piastrelle di ceramica con
quella di collanti per la posa delle stesse acquistati da terzi.
In Svezia, Norvegia e Danimarca questi prodotti complementari costituiscono il 25% circa del fatturato
delle singole società, garantendo un ottimo margine di contribuzione.
In Danimarca, a Copenhagen, presso la sede della Partek Evers AS, si sviluppa una sala mostra su due
livelli, che offre un servizio di consulenza e di vendita agli architetti e ai costruttori, oltre che alla fascia più
elevata della clientela privata.
In Belgio, a Bruxelles, presso la sede della Techimex NV, una vasta sala mostra promuove i prodotti del
gruppo e funge da punto di riferimento per i clienti della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. della quale
Techimex promuove le vendite con mandato di agenzia.
Negli Stati Uniti d’America a Melbourne (Miami) in Florida , ha sede la Ricchetti Ceramic Inc., che è
rappresentante, con mandato di agenzia, della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. per gli Stati Uniti
d’America. Non svolge attività di compravendita e non ha quindi depositi né rimanenze di magazzino.
Svolge la sua attività con l’ausilio di n. 3 dipendenti e una rete di sub-agenti residenti nelle quattro aree
principali americane.
In Francia, a sud di Lione, la Partek Höganäs Ceramiques SARL distribuisce gli speciali materiali ceramici
della svedese Partek Höganäs AB, offrendo un completo servizio di assistenza e di posa alla specifica
categoria di clienti alla quale si rivolge: industrie alimentari, industrie chimiche e farmaceutiche. Da ormai
quindici anni la società vanta nel paese una quota di mercato superiore al 50% in questa particolare nicchia
.
3.f Nuovi prodotti e strategie
Mentre per la fascia di prodotto definito residenziale, proprio delle aziende italiane, il ricambio delle
tipologie é dovutamente rapido per la necessità di seguire ed anticipare le tendenze di gusto della clientela,
per il prodotto definito commerciale o tecnico, la destinazione di uso ai progetti pubblici e agli edifici
commerciali, consente una vita più lunga al prodotto stesso e impone quindi una diversa strategia di
marketing per le società produttive tedesca, svedese e in parte finlandese.
Le collezioni ceramiche della linea residenziale prevedono una presentazione di nuovi prodotti con cadenza
annuale, in occasione della più importante manifestazione fieristica internazionale della piastrella di
ceramica che si svolge annualmente in ottobre a Bologna: CERSAIE.
La fascia di prodotto delle linee tecnico-commerciali mantiene un più alto grado di riconoscibilità e di
affezione d'uso da parte degli addetti alla costruzione e all'arredo urbano civile. Una struttura di promotori
commerciali segue costantemente, attraverso il contatto con un elevato numero di architetti lo sviluppo di
progetti nei quali il materiale Ricchetti può trovare applicazione.
In questi ultimi anni si é evidenziata una decisa crescita nell'utilizzo di un tipico prodotto tecnico, il grès
porcellanato, anche per uso residenziale.
La strategia del gruppo Ricchetti, che oggi produce questa tipologia in Germania presso la Klingenberg
Dekoramik Gmbh, é quella di espandersi attraverso una completa gamma che abbini al superiore grado di
resistenza all'usura una vasta gamma di colori e decori, con caratteristiche estetiche di lucentezza e
controllo delle tonalità superiori alla pietra naturale.
4. Il Patrimonio immobiliare del gruppo Ricchetti
La Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e le altre Società del gruppo possiedono i seguenti immobili in
proprietà:
a) Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
E’ proprietaria dei seguenti beni immobili che costituiscono i suoi stabilimenti industriali:
1. Stabilimento industriale ceramico con aree annesse, posto in Comune di Sassuolo Strada Statale di
Montefiorino, confinante con la detta strada, Via Col di Lana , Ferrovia Modena - Sassuolo, Ceramica
Guglia, salvo altri.
Identificato al Catasto di Sassuolo come segue :
Catasto Urbano : Partita 1006122 Foglio 18 mappali:
23 sub.2, 47 sub.5, 48, tra loro graffati Via Radici in Piano ;
23 sub. 1 bene non censibile area cortiliva di metri quadrati 243 di pertinenza dello stabilimento
ceramico;
47 sub.4 Bene non censibile area cortiliva di metri quadrati 9.422 di pertinenza dello stabilimento
ceramico; secondo le risultanze della denuncia di variazione Mod 44 presentata all’U.T.E. N.C.E.U. il 19
Luglio 1986 protocollo n. 8353.
Catasto Terreni :
Partita
1
1
1
1
Foglio
18
18
18
18
Mappale
169
47
48
23
Totale
Metri quadrati
655
35.601
22
8.900
45.178
di cui coperti metri quadrati 34.540.
2. Stabilimento industriale ceramico con accessori ed aree annesse, posto in Comune di Mordano
(Bologna) località Bubano, Via Fluno, confinante con Strada Provinciale Bivio Selice - Mordano, Via
Fluno, Scolo Consorziale Fossa Maestà, ragioni Folli, Scalini o aventi causa, salvo altri.
Catasto Urbano : Partita 1000093 Foglio 11 mappale 76 Via Fluno 10/AB Piani T-1 Cat D/1.
Catasto Terreni :
Partita
1
2372
Foglio
11
11
Mappale
76
158
Totale
Metri quadrati
49.177
28.986
78.163
di cui coperti metri quadrati 23.389.
3. Stabilimento industriale ceramico con servizi e area pertinenziale attrezzata per depositi, parcheggi e area
di manovra, posto in parte in Comune di Fiorano Modenese (Mo) e in parte in Comune di Sassuolo
(Modena) a cavaliere del confine fra i comuni stessi.
La parte posta in Comune di Fiorano Modenese è identificata al Catasto come segue:
Catasto Urbano :
Partita 1005377 Foglio 2 mappale 12 :
sub.1 Bene non censibile
sub.2 Strada Pedemontana Piani T-1,
Catasto Terreni :
Partita
9008
1
Foglio
2
2
Mappale
127
12
Totale
Metri quadrati
3.619
6.723
10.342
di cui coperti metri quadrati 3.828.
La parte posta in Comune di Sassuolo (Modena) è identificata al Catasto come segue:
Catasto Urbano : Partita 1012948 Foglio 18 mappali:
37 sub.2 (bene non censibile) 37 sub.3, 148 sub.1 (bene non censibile) 148 sub.2 , 211 tra loro graffati
Strada Pedemontana n. 400 Piani T-1.
Catasto Terreni :
Partita
12015
12015
12015
1
1
1
Foglio
18
18
18
18
18
18
Mappale
40
41
222
148
37
211
Metri quadrati
1.960
3.328
3.615 * area di cessione per
8.589 urbanizzazione primaria
56.338
55
Totale
73.885
di cui coperti metri quadrati 24.795.
b) Klingenberg Dekoramik Gmbh - Germania
E’ proprietaria del seguente bene immobile:
1. Stabilimento industriale ceramico con aree annesse situato nella città di Klingenberg.
Terreno 42.500 mq di cui coperti mq 35.000.
c) CC Höganäs Byggkeramik AB -Svezia
E’ proprietaria dei seguenti beni immobili:
1. Stabilimento industriale ceramico con aree annesse situato nella città di Skromb erga.
Terreno 1.349.240 mq di cui coperti mq 71.604.
2. Cava di argilla nella città di Lundom.
Terreno di mq 220.060.
d) Höganäs Byggkeramikk AS- Norvegia
E’ proprietaria dei seguenti beni immobili :
1. Magazzino e sala mostra nella città di Trondheim.
Terreno 9.166 mq di cui coperti mq 2.110.
2. Terreno di mq 1.766 nella città di Brumunddal .
e) Partek Höganäs Céramiques S.a.r.l.-Francia
E’ proprietaria del seguente bene immobile :
1. Stabilimento e magazzino nella città di La Tour du Pin.
Terreno 2.000 mq di cui coperti mq 882.
5. Beni in uso
La Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. non ha immobili in locazione mentre le altre Società del gruppo
hanno i seguenti immobili in locazione:
a) OY Pukkila AB -Finlandia
1) Stabilimento di produzione, uffici e sala mostra a Turku
2) Sala mostra a Helsinki
3) Sala mostra a Tampere
di mq. 38.816
di mq. 1.150
di mq.
860
b) Klingenberg Dekoramik Gmbh - Germania
1) Uffici in Klingenberg
di mq.
880
di mq.
di mq.
di mq.
di mq.
2.960
1.603
1.090
300
di mq.
672
di mq.
2.993
di mq.
116
c) CC Höganäs Byggkeramik AB -Svezia
1) Sala mostra a Stoccolma
2) Sala mostra a Göteborg
3) Sala mostra a Malmö
4) Uffici a Ekeby
d) Höganäs Byggkeramikk AS- Norvegia
1) Sala mostra e magazzino a Oslo
2) Sala mostra a Forus
3) Sala mostra a Tromsø
di mq.
75
e) Partek Höganäs Céramiques S.a.r.l. - Francia
1) Uffici a Nantes
f) Partek Evers AS- Danimarca
1) Magazzino ,sala mostra e uffici a Copenhagen -Ejby
2) Sala Mostra a Tilst
di mq. 2.612
di mq.
526
g) Techimex NV - Belgio
1) Sala mostra , magazzino e uffici a Bruxe lles
di mq. 3.600
h) Ricchetti Ceramic Inc. - Florida (Usa)
1) Uffici a Melbourne (Miami)
di mq.
150
La Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e le altre Società del gruppo hanno i seguenti beni in leasing:
a) Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Automezzi, mezzi di trasporto interno, e macchine elettroniche, per un costo annuale di circa 1.000
milioni di lire.
b) OY Pukkila AB -Finlandia
Automezzi e mezzi di trasporto interno, per un costo annuale di circa 100 milioni di lire
c) Klingenberg Dekoramik Gmbh - Germania
Automezzi, mezzi di trasporto interno, e macchine elettroniche, per un costo annuale di circa 300 milioni
di lire.
d) CC Höganäs Byggkeramik AB -Svezia
Automezzi, mezzi di trasporto interno, e macchine elettroniche, per un costo annuale di circa 600 milioni
di lire.
e) Höganäs Byggkeramikk AS- Norvegia
Automezzi, mezzi di trasporto interno, e macchine elettroniche, per un costo annuale di circa 500 milioni
di lire.
f) Partek Höganäs Céramiques S.a.r.l. - Francia
Automezzi, mezzi di trasporto interno, e macchine elettroniche, per un costo annuale di circa 50 milioni
di lire.
g) Partek Evers AS- Danimarca
Automezzi, mezzi di trasporto interno, e macchine elettroniche, per un costo annuale di circa 300 milioni
di lire.
h) Techimex NV - Belgio
Automezzi, mezzi di trasporto interno, e macchine elettroniche, per un costo annuale di circa 100 milioni
di lire.
i) Ricchetti Ceramic Inc. - Florida (Usa)
Macchine elettroniche, per un costo annuale di circa 2 milioni di lire.
6. Marchi, brevetti e licenze
La Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. è titolare dei seguenti marchi utilizzati per la commercializzazione dei
propri prodotti in Italia:
RICCHETTI , depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato di
Reggio Emilia in data 28.10.1987;
CERAMICHE RICCHETTI , depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e
dell’Artigianato di Milano in data 08-07-1982;
WR , depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato di Milano in
data 07-07-1982;
RICCHETTI PROJECTS , depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e
dell’Artigianato di Reggio Emilia in data 12.07.1985, rinnovato il 11-07-1995;
PEGASUS , depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato di
Reggio Emilia in data 28.10.1987;
BICOCER , depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato di
Reggio Emilia in data 28.10.1987;
MONOCASA , depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato di
Reggio Emilia in data 28.10.1987;
MONOROC , depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato di
Reggio Emilia in data 28.10.1987.
MIKROSTONE , depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato di
Reggio Emilia in data 06-06-1996.
MAKROSTONE , depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato
di Reggio Emilia in data 06-06-1996.
Inoltre il marchio RICCHETTI è utilizzato per la commercializzazione dei prodotti nei seguenti mercati
internazionali:
Paese
Data di Deposito
Australia
27-11-87
Stati Uniti d’America
03-12-87
Algeria, Germania, Austria, Benelux, Bulgaria, Spagna, Francia, Ungheria, Marocco,
Monaco, Portogallo, Romania, Rep.S.Marino, Sudan, Svizzera, ex Cecoslovacchia, ex
29-02-88
Unione Sovietica, Tunisia, ex Jugoslavia
Canada
28-04-88
Norvegia, Svezia
10-04-95
Finlandia, Danimarca
11-04-95
Infine i marchi MIKROSTONE e MAKROSTONE sono utilizzati per la commercializzazione dei prodotti nei
seguenti mercati internazionali:
Paese
Data di Deposito
06-06-96
Benelux, Spagna, Francia, Portogallo.
Le Società controllate estere sono titolari dei seguenti marchi utilizzati per la commercializzazione dei propri
prodotti:
a) OY Pukkila AB - Finlandia
1 ) PUKKILA
2) KAAKELITORI
b) Klingenberg Dekoramik Gmbh - Germania
1 ) TECHNICA
c) CC Höganäs Byggkeramik AB -Svezia
1 ) CC HÖGANÄS BYGGKERAMIK
La Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. è infine titolare dei seguenti brevetti:
?? Brevetto nr 43854 depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e
dell’Artigianato di Reggio Emilia in data 06-05-85 per piastrella tipo “Pietra di Trani serpeggiante”;
?? Brevetto nr 43855 depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e
dell’Artigianato di Reggio Emilia in data 06-05-85 per piastrella tipo “Alabastro”;
?? Brevetto nr 46291 depositato presso l’Ufficio Provinciale dell’Industria, del Commercio e
dell’Artigianato di Reggio Emilia in data 30-09-85 per piastrella tipo “Porfido”.
7. Beni gratuitamente devolvibili
Non sussistono concessioni di beni gratuitamente devolvibili.
8. Ripartizione del volume d’affari
La ripartizione per area geografica dei ricavi degli ultimi tre esercizi è la seguente:
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
1993
Miliardi lire
Paesi Cee
Paesi Extra Cee
Totale Esportazioni
Italia
Totale ricavi
gruppo Ricchetti
1994
%
------
1995
%
Miliardi lire
%
Miliardi lire
------
1993
Miliardi lire
Miliardi lire
1994
%
Miliardi lire
%
1,6 100,0
-1,6 100,0
-1,6 100,0
1995
%
Paesi Cee
Paesi Extra Cee
Totale Esportazioni
Italia
Totale ricavi
32,1 28,9
42,3 38,1
74,4 67,0
36,7 33,0
111,1 100,0
36,2 30,6
43,8 37,0
80,0 67,6
38,4 32,4
118,4 100,0
170,3 62,1
65,7 23,9
236,0 86,0
38,4 14,0
274,4 100,0
La ripartizione per tipologia di prodotto dei ricavi degli ultimi tre esercizi è la seguente:
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
1993
Miliardi lire
Bicottura
Monocottura Pasta Rossa
Monocottura Pasta Bianca
Porcellanato
Klinker
Altri materiali
Totale ricavi
-------
gruppo Ricchetti
Miliardi lire
1995
Miliardi lire
%
-------
1993
Miliardi lire
Bicottura
Monocottura Pasta Rossa
Monocottura Pasta Bianca
Porcellanato
Klinker
Altri materiali
Totale ricavi
1994
%
-----1,6 100,0
1,6 100,0
1994
%
14,4 13,0
72,0 64,8
23,5 21,1
1,1
1,2
111,1 100,0
Miliardi lire
%
1995
Miliardi lire
%
5,2
6,2
84,6 71,5
26,1 22,0
0,2
0,2
1,1
1,3
100,0
118,4
%
0,8
2,0
92,0 33,5
70,0 25,5
30,0 10,9
45,0 16,4
35,4 12,9
274,4 100,0
9. Eventi eccezionali
Non si sono verificati negli ultimi tre esercizi eventi eccezionali che abbiano potuto influire sulle
informazioni concernenti l’attività del gruppo Ricchetti.
10. Personale
Nessun dipendente in forza alla Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. nel triennio 1993-1994-1995.
Il numero dei dipendenti della controllata Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., ora incorporata nella Gruppo
Ceramiche Ricchetti S.p.A., suddiviso per categorie, nel triennio 1993-1994-1995 era il seguente:
Anno 1993
Numero medio dell’esercizio
Totale
294
48
92
12
446
Anno 1994
Numero medio dell’esercizio
Totale
267
46
89
13
415
Anno 1995
Numero medio dell’esercizio
Operai
Intermedi
Impiegati
Dirigenti
Operai
Intermedi
Impiegati
Dirigenti
Operai
278
Numero al
31-12-1993
275
46
91
12
424
Numero al
31-12-1994
270
43
91
11
415
Numero al
31-12-1995
279
Intermedi
Impiegati
Dirigenti
40
92
12
422
Totale
33
99
13
424
La Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. ha effettuato ricorso alla C.I.G. nel 1993 per nr. 21.031 ore.
La controllata estera Ricchetti Ceramic Inc. disponeva di nr.3 impiegati negli anni 1993 e 1994.
Il numero dei dipendenti delle controllate estere al 31-12-1995 era il seguente :
Operai
Klingenberg Dekoramik Gmbh
CC Höganäs Byggkeramik AB
OY Pukkila AB
Höganäs Byggkeramikk AS
Partek Evers AS
Partek Höganäs Céramiques Sarl
Techimex NV
Ricchetti Ceramic Inc.
Totale
Germania
Svezia
Finlandia
Norvegia
Danimarca
Francia
Belgio
Florida-Usa
Impiegati
102
99
112
7
12
2
334
Dirigenti
44
70
49
32
31
11
8
3
248
Totale
3
6
4
2
3
1
2
149
175
165
41
34
24
12
3
603
21
11. Ricerca e sviluppo
La funzione di ricerca e sviluppo è volta alla continua innovazione dei processi produttivi, al fine di
adeguarli alle nuove tecnologie e di ottimizzarne i cicli, nonché al monitoraggio del mercato ed al
conseguente sviluppo di nuovi prodotti al fine di arricchire e rinnovare la gamma merceologica aziendale.
A questo scopo la Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti
S.p.A., che si avvale saltuariamente dell’apporto di professionalità di organismi esterni, utilizza strutture
interne che comprendono, fra l’altro, un moderno laboratorio chimico dotato di tutte le apparecchiature
necessarie. Quest’ultimo dispone anche di un impianto pilota nel quale è possibile riprodurre, su scala
ridotta, le lavorazioni industriali delle varie linee.
Le spese di ricerca e sviluppo sostenute dalla controllata Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., ora
incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., e interamente spesate nei relativi esercizi sono
ammontate a Lit. 1.000 milioni ca. nel 1993, Lit. 1.100 milioni ca. nel 1994 e 1.200 milioni ca. nel 1995. Esse
hanno riguardato prevalentemente il costo del personale interno.
Nessuna spesa per ricerca e sviluppo nelle società controllate estere.
12. Investimenti
a) Ammontare dei principali investimenti effettuati negli ultimi tre esercizi
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Si riportano i dati degli investimenti effettuati nel triennio 1993, 1994 e 1995, al netto delle dismissioni, della
controllata Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Valori in Milioni di lire
Terreni e Fabbricati
Impianti e Macchinari
Attrezzature Ind.li e Comm.li
Altri Beni
Totale Investimenti materiali
Partecipazioni
Totale Investimenti
Investimenti Società estere controllate anno 1993 e 1994
1993
1994
201
7.215
13
231
7.660
5
7.665
1995
213
2.061
77
308
2.659
25
2.684
424
7.321
416
199
8.360
74.391
82.751
Ricchetti Ceramic Inc. ha effettuato investimenti nella categoria “Altri beni” nell’esercizio 1993 per 10
milioni di lire e nell’esercizio 1994 per 5 milioni di lire
Investimenti Società estere controllate anno 1995
Si riportano i dati degli investimenti effettuati nell’anno 1995, al netto delle dismissioni, delle controllate
estere.
Società
Paese
Klingenberg Dekoramik Gmbh
CC Höganäs Byggkeramik AB
OY Pukkila AB
Höganäs Byggkeramikk AS
Partek Evers AS
Partek Höganäs Céramiques Sarl
Techimex NV
Ricchetti Ceramic Inc.
Totale
Terreni e
Fabbricati
Germania
Svezia
Finlandia
Norvegia
Danimarca
Francia
Belgio
Florida-usa
Impianti e
Attr.Ind.le e Altri beni
Totale
macchinari
comm.le
Inv.Materiali
-531
28
24
-479
-17
25
60
4
25
-467
11
-147
57
-22
1
19
-68
-164
57
63
5
19
-499
b) Ammontare degli investimenti effettuati nei mesi già trascorsi dell’esercizio in corso.
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
A tutto il 31-05-1996 la Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. ha effettuato i seguenti investimenti :
01-01-1996
Terreni e Fabbricati
Impianti e Macchinari
Attrezzature Ind.li e Comm.li
Altri Beni
Totale Investimenti materiali
31-05-1996
milioni di lire
50
954
75
7
1.086
Investimenti Società estere controllate
A tutto il 31-05-1996 le controllate estere hanno effettuato i seguenti investimenti :
Società
Paese
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Germania
CC Höganäs Byggkeramik AB Svezia
OY Pukkila AB
Finlandia
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Partek Evers AS
Danimarca
Partek Höganäs Céramiques Sarl Francia
Techimex NV
Belgio
Ricchetti Ceramic Inc.
Florida-Usa
Totale
Terreni e
Fabbricati
15
Impianti e
macchinari
104
553
68
58
Attr.Ind.le e
comm.le
129
7
15
790
129
Altri beni
230
5
260
70
24
7
596
Totale
Inv.Materiali
119
783
73
447
70
24
14
1.530
Tutti gli investimenti effettuati sono stati finanziati con risorse interne.
c) Principali investimenti in corso di attuazione
Non sono in corso di attuazione nuovi investimenti, oltre alle normali manutenzioni.
d) Principali investimenti previsti
Non sono previsti nuovi investimenti, oltre alle normali manutenzioni. Con riferimento alla Legge 626/94 i
lavori di adeguamento delle unità produttive italiane ai dettami di legge non esulano dalla normale
manutenzione.
13. Procedimenti giudiziari e arbitrali
La società controllata OY Pukkila AB-Finlandia ha in essere un procedimento giudiziario nei confronti di
Ritva Luode- Helsinki per Fim 2.573.000, pari a circa 900 milioni di lire , importo per il quale esiste un fondo
rischi di pari valore nel bilancio chiuso al 31-12-1995.
La Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e le altre Società controllate non hanno in essere procedimenti
giudiziari o arbitrali tali da incidere negativamente in maniera significativa sulla loro attività e sulla loro
situazione economico finanziaria.
14. Interruzioni di attività
Non si sono verificate interruzioni dell’attività della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e delle Società del
gruppo Ricchetti.
15. Posizione fiscale
a) Ultimo esercizio definito
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.:
L’ultimo esercizio definito con l’Amministrazione Tributaria è quello chiuso al 31-12-1989. Inoltre risultano
definiti gli esercizi 1992 e 1993 a seguito di adesione alla proposta di accertamento di cui alla Legge 656/94.
Per la Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., l’ultimo
esercizio definito con l’Amministrazione Tributaria è quello chiuso al 31-12-1989.
Società controllate estere :
Klingenberg Dekoramik Gmbh - Germania :
Techimex NV - Belgio
Partek Hoganas Ceramiques Sarl - Francia
Ricchetti Ceramic Inc. - Usa
esercizio chiuso al 31-12-1992
: esercizio chiuso al 31-12-1989
: esercizio chiuso al 31-12-1994
: esercizio chiuso al 31-12-1988
Per le controllate estere del Nord Europa CC Hoganas Byggkeramik Ab - Svezia, OY Pukkila AB Finlandia, Hoganas Byggkeramikk AS - Norvegia e Partek Evers AS - Danimarca le dichiarazioni ai fini
delle imposte vengono approvate ogni anno e quindi fino all’esercizio chiuso al 31-12-1994.
b) Valutazione dell’eventuale contenzioso in essere alla data di compilazione del bilancio d’esercizio
Nel corso del 1995 è stato notificato alla Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. un avviso di accertamento
relativo all’operazione di conferimento del ramo d’azienda dello stabilimento di Fiorano, effettuata nel 1991,
a fronte del quale sono state accertate maggiori imposte per 2.106 milioni di lire, oltre a pene pecuniarie di
pari importo.
Nel presente bilancio non è stato effettuato alcun accantonamento a fronte di tale passività potenziale in
quanto, sulla base delle motivazioni addotte nel ricorso presentato, si ha motivo di ritenere che tali
passività non saranno sostenute.
E’ inoltre da sottolineare che i soci hanno trasferito alla società i benefici derivanti dalle garanzie di natura
fiscale ricevute nel contratto di compravendita dalla United Tiles AB, ex controllante della Gruppo
Ceramiche Ricchetti S.p.A.
c) Ammontare delle perdite riportabili a nuovo ai fini fiscali, con ripartizione dell’importo per ciascun
anno di formazione
La Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. non ha perdite fiscalmente riportabili a nuovo.
La situazione delle società controllate è invece la seguente: (Valori in Milioni nelle varie valute locali) :
Società
CC Hoganas Byggkeramik AB
OY Pukkila AB
Partek Evers AS
Hoganas Byggkeramikk AS
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Techimex NV
Partek Hoganas Ceramiques Sarl
Paese
Svezia
Finlandia
Danimarca
Norvegia
Germania
Belgio
Francia
Divisa
Sek
Fim
Dkr
Nok
Dem
F.B.
F.F.
1991 1992 1993 1994 1995 Totale Scadenza
(0,3) (13,-)
2,2
(6,9)
- (18,-) No limite
(3,7)
(3,9)
1,1 (24,9) (22,5) (53,9) 5 anni
(10,2) (10,-) (5,9)
(4,5)
-- (30,6) 5 anni
(19,-) (20,1) (10,6)
(4,7)
0,7 (53,7) 10 anni
(3,8)
1,1
(2,7) No limite
(13,4) (8,7) (22,1) No limite
0
Ricchetti Ceramic Inc
Florida-Usa Usa$
(0,9)
(0,9) No limite
d) Indicazione delle eventuali esenzioni o riduzioni d’imposta di cui la Società fruisca o abbia goduto
nell’ultimo triennio.
Né la Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. né le altre Società del gruppo Ricchetti hanno goduto di esenzioni
o riduzioni d’imposta.
La controllata Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.,
ha detratto dal proprio reddito imponibile ai fini delle II.DD. del periodo di imposta 1995 la somma di Lire
1.445.555.000 ai sensi dell’art. 3, D.L. 10 Giugno 1994 nr. 357 (agevolazione per reddito reinvestito, c.d.
“Legge Tremonti”).
16. Descrizione del gruppo Fincisa S.p.A. e del relativo settore di attività nonché dei rapporti con la
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e con il gruppo ad essa facente capo
La Società Fincisa S.p.A. ha sede legale ed amministrativa in Sassuolo (Modena) Via Mazzini nr. 340 ed è
dotata di un capitale sociale di Lire 9.129.987.500 interamente versato.
La Società :
?? è stata costituita in data 06-02-1954;
?? è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto dai seguenti sigg.:
1.
2.
3.
4.
5.
6.
Oscar Zannoni
Loredana Panzani
Vittorio Ortalli
Alfonso Panzani
Elvino Roncaglia
Giuseppe Zannoni
Presidente
Vice Presidente
Consigliere
Consigliere
Consigliere
Consigliere
L’oggetto sociale contempla :
“Assunzione di partecipazioni in altre società e imprese, qualunque ne sia l’oggetto, assistenza e
coordinamento della loro attività, acquisto, vendita, gestione e collocamento di azioni, obbligazioni e titoli
in genere, quotati e non quotati, tipici e atipici, esercizio del leasing mobiliare e immobiliare in ogni sua
forma, recupero di credito, anche mediante cessione pro soluto e pro solvendo, acquisto, vendita e
gestione di immobili di qualsiasi genere”.
Le partecipazioni di controllo direttamente possedute da Fincisa S.p.A. sono le seguenti:
1.
2.
3.
4.
5.
6.
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
I.C.C.C. - Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
Mythos S.r.l.
Vanguard Ceramiche S.r.l.
Vanguard Engineering S.r.l.
Studio Extra S.r.l.
Le suddette società operano nello stesso settore di attività del gruppo Ricchetti ovvero in settori
complementari.
Non sussistono rapporti finanziari, commerciali o di prestazioni accentrate di servizi tra la Fincisa S.p.A. e
la Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Esistono i seguenti rapporti , di natura commerciale, con società controllate da Fincisa S.p.A.
Periodo 1-1 31-05-1996:
Valori in milioni di lire
I.C.C.C. Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Ricavi per vendite
3.088
Costi per acquisti
3.006
82
Si precisa che i suddetti rapporti avvengono alle normali condizioni di mercato e che il gruppo Ricchetti è
gestito ed opera indipendentemente da I.C.C.C. Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. I Consiglieri di
I.C.C.C. Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. presenti nel Consiglio di Amministrazione della Gruppo
Ceramiche Ricchetti S.p.A. non sono coinvolti nella gestione operativa dell’Azienda. Renzo Arletti è
presente nel Consiglio di Amministrazione della I.C.C.C. Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. ma non è
coinvolto nella gestione operativa della stessa.
VI. INFORMAZIONI RIGUARDANTI IL PATRIMONIO, LA SITUAZIONE FINANZIARIA ED I
RISULTATI ECONOMICI DELLA GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A. E DEL GRUPPO
RICCHETTI
In questo Capitolo, dopo l’indicazione per gli ultimi tre esercizi dei dividendi per azione, dei risultati
economici derivanti dall’attività ordinaria dopo la tassazione e dei risultati economici consolidati per
azione, vengono presentati i dati di bilancio, integrati dalle relative note esplicative, sia della Gruppo
Ceramiche Ricchetti S.p.A. sia del gruppo Ricchetti nel suo complesso.
Per quanto riguarda quest’ultimo, vengono forniti i bilanci consolidati al 31 dicembre 1993,1994 e 1995.
Il bilancio consolidato al 31-12-1993 corrisponde integralmente al bilancio consolidato di gruppo alla stessa
data nel caso in cui la sua redazione fosse stata obbligatoria ai sensi di legge.
Viene inoltre presentato il bilancio consolidato pro-forma al 31-12-1995, redatto seguendo lo schema
previsto dal D.Lgs. 127/1991 nell’ipotesi che l’acquisizione di tutte le Società estere facenti parte il gruppo
fosse già avvenuta il 1-1-1995 anzichè nel mese di maggio 1995. Tale ipotesi ha comportato una
ridefinizione del patrimonio netto di consolidamento iniziale e del conseguente valore di avviamento. In
particolare è stato consolidato l’intero conto economico delle suddette Società senza operare lo storno del
risultato conseguito dalle stesse alla data di acquisizione, che nel bilancio redatto ai sensi di legge
costituisce parte delle riserve iniziali. Coerentemente con tale impostazione contabile l’ammortamento
dell’avviamento, previsto su di un periodo di 10 esercizi, è stato imputato a conto economico per l’intera
quota a carico dell’esercizio e non più pro quota dalla data di acquisizione; inoltre l’avviamento emergente
dal consolidamento della Techimex NV- Belgio è stato integralmente svalutato utilizzando in contropartita
la riserva di consolidamento come nel bilancio consolidato redatto ai sensi di legge.
Con riferimento agli esercizi 1993 e 1994 sono state fornite le situazioni economico patrimoniali delle
controllate estere corredate di appositi commenti nonché tabelle concernenti i rapporti intercompany tra la
società Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. , ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e le
medesime società.
1. Indicazione dei dividendi per azione, dei risultati economici derivanti dall’attività ordinaria dopo la
tassazione per azione e dei risultati economici consolidati per azione
I dati sono espressi con riferimento all’attuale valore nominale di Lire 500. per azione.
1993
1994
1995
20 Mil.
20 Mil.
20 Mil.
--
--
--
Risultato economico derivante dall’attività ordinaria dopo la tassazione
(0,08)
(7,6)
3,40
Risultato economico derivante dal bilancio consolidato
104,18
300,72
207,77
Nr. azioni
Dividendi per azione
2. Bilanci della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. degli ultimi tre esercizi riclassificati secondo i
criteri dell’analisi finanziaria.
GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A.
BILANCI RICLASSIFICATI
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
(L./Mil.)
31-12-94
(%)
(L./Mil.)
31-12-95
(%)
Cassa e Banche
-
28
0,1
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
-
28
0,1
Clienti
-
-
Crediti Diversi a Breve Termine
705
Ratei e risconti attivi
LIQUIDITA’ DIFFERITE
2,4
703
-
2,5
(L./Mil.)
611
2,1
50
0,2
-
705
2,4
703
2,4
731
27.509
94,4
915
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
TOTALE IMPIEGHI
(%)
2,5
661
2,6
661
27.509
96,1
27.635
96,5
3,2
368
1,3
337
1,2
28.424
97,6
27.877
97,4
27.972
97,7
29.129
100,0
28.608
100,0
28.633
100,0
Banche
4
0
-
2
0
Altri debiti finanziari a Breve
-
-
-
MAGAZZINO
-
ATTIVO CORRENTE
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
Partecipazioni
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
-
705
-
2,3
-
-
2,3
-
Oneri Pluriennali
Fornitori
Debiti diversi a breve termine
50
0,2
81
0,3
36
0,2
604
2,1
236
0,8
264
0,9
658
2,3
317
1,1
302
1,1
Ratei e risconti passivi
PASSIVO A BREVE TERMINE
Fondo T.F.R.
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
Debiti diversi a medio/ lungo termine
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
-
-
-
Capitale Sociale
10.000
34,3
10.000
34,9
10.000
34,9
Riserve
18.473
63,4
18.443
64,5
18.263
63,8
Redditi esercizi precedenti
Reddito di esercizio
-2
0
-152
(0,5)
68
0,2
CAPITALE NETTO
28.471
97,7
28.291
98,9
28.331
98,9
TOTALE FONTI
29.129
100,0
28.608
100,0
28.633
100,0
CONTI D’ORDINE
31-12-93
(L./Mil.)
Garanzie prestate
Pegno su Azioni
TOTALE CONTI D’ORDINE
31-12-94
(L./Mil.)
31-12-95
(L./Mil.)
10.000
20.250
69.250
-
-
28.600
10.000
20.250
97.850
CONTO ECONOMICO
31-12-93
(L./Mil.)
(%)
31-12-94
(L./Mil.)
Ricavi di vendita e delle prestazioni
(%)
31-12-95
(L./Mil.)
(%)
1.585
100,0
Variazioni delle rimanenze di semilav. e finiti
Altri ricavi e proventi
-
142
6
0,4
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
-
142
1591
100,4
(1.330)
(83,9)
Acquisto mat. prime, sussid. , di consumo e merci
Variazione delle rimanenze delle materie prime,
sussidiarie, di consumo e di merci
Prestazioni di servizi
(77)
(56)
(82)
(5,2)
(77)
86
179
11,3
(77)
86
179
11,3
(3)
(0,2)
(29)
(45)
(14)
(0,9)
(106)
41
162
10,2
90
30
9
0,6
Interessi passivi
(2)
(1)
(1)
(0,1)
Altri oneri finanziari
(3)
(3)
(1)
0
(21)
67
169
10,7
(4)
(0,3)
Costi per godimento beni di terzi
B - VALORE AGGIUNTO
Costo per il personale
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Ammortamento immobilizzazioni materiali
Accantonamento ai fondi
Accantonamento per rischi su cambi
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
Oneri diversi di gestione
D - RISULTATO OPERATIVO
Interessi attivi
Altri proventi finanziari
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
STRAORDINARIA E DELLE IMPOSTE
Proventi straordinari
32
Oneri straordinari
(1)
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
10
67
165
10,4
(12)
(219)
(97)
(6,1)
(2)
(152)
68
4,3
Imposte sul reddito d’esercizio
G - RISULTATO NETTO
In Appendice nr. 1 sono allegati i bilanci civilistici, redatti in forma comparativa , degli esercizi 1993, 1994
e 1995
3. Rendiconti finanziari della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. relativi agli ultimi tre esercizi
Nel prospetto che segue sono riepilogati i rendiconti finanziari della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. del
triennio 1993, 1994 e 1995:
1993
(L./Mil.)
Utile d’esercizio
1994
(L./Mil.)
1995
(L./Mil.)
(2)
(152)
68
(69)
26
(45)
Incremento /Riduzione deb. verso controllate
59
(570)
198
Incremento/Riduzione crediti verso clienti
89
8
(601)
Riduzione/Incremento crediti verso imprese
controllate
50
(698)
698
(111)
1239
(24)
(4)
206
(170)
12
59
124
0
0
(126)
4
(3)
2
Riduzione riserve per imposta patrimoniale
(28)
(28)
(28)
Flusso di cassa complessivo
(12)
28
(28)
Cassa e banche iniziali
12
0
28
Cassa e banche finali
0
28
0
Riduzione/incremento debiti fornitori
Incremento/Riduzione altri crediti
Riduzione /Incremento debiti tributari
ATTIVITA’ D’INVESTIMENTO
Acquisto di partecipazioni
ATTIVITA’ DI FINANZIAMENTO
Incremento/Riduzione debiti a breve verso banche
4. Prospetti delle variazioni nelle voci di patrimonio netto della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
relativi agli ultimi tre esercizi.
Nella tabella che segue sono riepilogate le variazioni nelle voci del patrimonio netto della Gruppo
Ceramiche Ricchetti S.p.A. relative agli esercizi 1993, 1994 e 1995:
Capitale
Riserva
Riserva
Sociale sovr.azioni rivalutaz
Saldo al 1-1-93
10.000
1.356
670
Riserva
Legale
287
Copertura perdita
esercizio 1992
Riserva
Fondi
Avanzo Risultato
Totale
straordin. Plusvalenze Fusione esercizio Patrimonio
3.376
12.720
99
(8)
Utilizzo per imposta patrimoniale esercizio 1993
10.000
1.356
670
287
Copertura perdita
esercizio 1993
3.340
12.720
99
0
(2)
(2)
(2)
28.471
2
0
(28)
(28)
Risultato esercizio 1994
10.000
1.356
670
287
3.310
Copertura perdita
esercizio 1994
(152)
Utilizzo per imposta patrimoniale esercizio 1995
(28)
12.720
99
10.000
1.356
670
287
3.130
(152)
(152)
(152)
28.291
152
0
(28)
Risultato esercizio 1995
Saldo al 31-12-95
8
(28)
(2)
Utilizzo per imposta patrimoniale esercizio 1994
Saldo al 31-12-94
28.501
(28)
Risultato esercizio 1993
Saldo al 31-12-93
(8)
12.720
99
68
68
68
28.331
5. Note esplicative al bilancio d’esercizio della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. chiuso al 31-12-1995
comparato con gli esercizi chiusi al 31-12-1994 e al 31-12-1993
Il bilancio della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. è stato redatto in forma riclassificata per lo stato
patrimoniale ed il conto economico ed è stato corredato dal rendiconto finanziario nonché dal prospetto
delle variazioni nei conti del patrimonio netto.
I dati contenuti nel bilancio e nelle note esplicative sono espressi in milioni di lire.
5.a Illustrazione dei criteri di valutazione
I principi di redazione del bilancio sono stati applicati in conformità a quanto previsto dall’art. 2423 bis del
Codice Civile.
I principi contabili ed i criteri di valutazione utilizzati nella formazione del bilancio chiuso al 31-12-1995 non
si discostano dai medesimi utilizzati per la formazione del bilancio del precedente esercizio, in particolare
nelle valutazioni e nella continuità dei medesimi principi, sono stati determinati nell’osservanza dell’art.
2426 del Codice Civile e sono in linea con quelli enunciati dal Consiglio Nazionale dei Dottori
Commercialisti e dei Ragionieri.
La valutazione delle voci di bilancio è stata fatta ispirandosi a criteri generali di prudenza e competenza
nella prospettiva della continuazione dell'attività.
Non si sono verificati casi eccezionali che abbiano resa necessaria la deroga prevista dal comma 4 dell’art.
2423 e dal comma 2 dell’art. 2423 bis del Codice Civile.
In dettaglio, i criteri di valutazione adottati nella formazione del bilancio sono stati i seguenti.
Immobilizzazioni finanziarie
Le partecipazioni in società controllate sono iscritte al costo di acquisto, di
sottoscrizione o al valore di conferimento e vengono svalutate nel caso le
stesse risultino durevolmente di valore inferiore al valore di carico.
Le partecipazioni in altre imprese e gli altri titoli sono iscritti al costo di
acquisto o di sottoscrizione.
Crediti
I crediti sono esposti al presumibile valore di realizzo.
Debiti
I debiti sono rilevati al loro valore nominale.
Ratei e risconti
I ratei e i risconti sono iscritti sulla base del principio della competenza
temporale dei costi e dei proventi comuni a più esercizi.
Imposte sul reddito
Le imposte correnti sono state accantonate in base ad una ragionevole
previsione dell’onere di imposta calcolato sul reddito fiscalmente imponibile
della Società.
L’imposta sul patrimonio relativa all’esercizio dovuta ai sensi della Legge 26
Novembre 1992 n. 461, è stata imputata alla Riserva straordinaria.
Conto economico
I ricavi derivanti dalla vendita di beni ed i ricavi di natura finanziaria sono
contabilizzati secondo il criterio della competenza; in particolare la cessione
dei beni si identifica normalmente con la consegna o la spedizione delle
merci.
I costi sono contabilizzati secondo il criterio della competenza.
Impegni, garanzie, rischi
Gli impegni e le garanzie sono indicati nei Conti d'ordine al loro valore
contrattuale.
5.b Informazioni sullo stato patrimoniale
Nelle tabelle che seguono sono analizzate le voci che compongono gli stati patrimoniali riclassificati 1993
1994 e 1995.
Liquidità immediate
Cassa
Banche
Totale
31-12-1993
31-12-1994
----
31-12-1995
----
28
28
La liquidità rappresenta la disponibilità di cassa e di conti correnti bancari alla fine dell’esercizio in
commento.
Liquidità differite
Clienti
Crediti diversi a breve termine
Ratei e risconti attivi
Totale
31-12-1993
31-12-1994
-705
-705
31-12-1995
-703
-703
611
50
-661
I crediti verso Clienti sono indicati al netto del corrispondente fondo rischi su crediti che negli esercizi in
commento risultava stanziato, congruamente, nei seguenti ammontari:
Fondo rischi su crediti
Fondo svalutazione crediti fiscale
Fondo svalutazione crediti tassato
31-12-1993
31-12-1994
---
31-12-1995
---
3
--
Totale
--
--
3
Il fondo rischi su crediti fiscale è quello stanziato secondo le regole ed entro i limiti di deducibilità fiscale ai
sensi dell’art. 71 DPR 21.12.1986 n.917 (TUIR).
Partecipazioni
In società controllate:
Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Altre società
Totale
31-12-1993
Crediti diversi a medio termine
Crediti verso clienti morosi
Crediti verso I.V.A. c/ Erario
Crediti verso Erario per Irpeg Ilor
Obbligazioni Edi.cer
Altri
Totale
31-12-1993
Debiti v. Banche
Banche c/c
Totale
31-12-1993
31-12-1994
27.504
-5
27.509
31-12-1995
27.504
-5
27.509
31-12-1994
18
669
132
15
81
915
27.504
126
5
27.635
31-12-1995
10
206
135
15
2
368
31-12-1994
4
4
-179
143
15
337
31-12-1995
---
2
2
Trattasi di debito contratto verso Istituto di credito per la normale gestione societaria.
Debiti diversi a breve termine
Debiti v. imprese controllate :
Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Debiti tributari
Altri
Totale
31-12-1993
31-12-1994
575
29
-604
31-12-1995
-236
-236
198
66
-264
Capitale netto :
Il capitale sociale della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. al 31-12-1995 ammontava a Lire 10.000.000.000
ed era interamente sottoscritto e versato.
La movimentazione e l’entità del capitale sociale e delle riserve degli ultimi tre esercizi è esposta al
precedente Punto 4.
Conti d’ordine:
Le “ garanzie prestate “ riguardano fidejussioni a favore delle seguenti società controllate:
Lire 69.000.000.000 ( Lire 10.000.000.000 per l’esercizio 1993 e 20.000.000.000 per l’esercizio 1994)
relativi a fidejussioni bancarie per conto Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
? Lire
250.000.000, invariato rispetto al 1994, relativi a fidejussioni bancarie per conto Klingenberg
Italia srl
Il pegno su azioni riguarda la totalità delle azioni della Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. di proprietà del
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., a garanzia dei finanziamenti bancari ricevuti dalla controllata.
Alla data odierna tale garanzia è stata cancellata , e sostituita da un pegno sulle azioni delle seguenti
Società controllate estere: CC Höganäs Byggkeramik AB - Svezia, OY Pukkila AB - Finlandia, Höganäs
Byggkeramikk AS - Norvegia e Partek Evers AS - Danimarca.
5.c Informazioni sul conto economico
Negli anni 1993 e 1994 la Società si è limitata , nella sua funzione di holding , a detenere la partecipazione
di controllo nella Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Inoltre, a partire dal 1995, la Società ha svolto una attività di commercializzazione di materie prime e prodotti
ceramici, connessa con l’attività delle partecipate.
Nelle tabelle che seguono sono analizzate e commentate le voci che compongono i conti economici
riclassificati degli esercizi 1993, 1994 e 1995.
Ricavi di vendita
Vendite Estero
Altri ricavi e proventi
Totale
31-12-1993
31-12-1994
----
-142
142
31-12-1995
1.585
6
1.591
La variazione è strettamente correlata allo sviluppo dell’attività di commercializzazione di materie prime e
prodotti ceramici, iniziato nel corso del 1995.
Acquisti
Acquisti materie prime e merci
Totale
31-12-1993
31-12-1994
---
---
31-12-1995
1.330
1.330
Gli acquisti di materie prime sono relativi ai prodotti commercializzati e forniti da Società del gruppo.
Prestazioni di servizi
Prestazioni di servizi
Totale
31-12-1993
31-12-1994
77
77
31-12-1995
56
56
82
82
La voce include i compensi agli amministratori e sindaci , costi per consulenze legali e amministrative
oltre alle spese per il funzionamento della Società.
Accantonamento ai fondi
Per svalutazione crediti
Totale
31-12-1993
Altri costi di gestione
Oneri diversi di gestione
Totale
31-12-1993
31-12-1994
---
31-12-1995
---
31-12-1994
29
29
3
3
31-12-1995
45
45
14
14
Categoria residuale che comprende le perdite su crediti non coperte da specifico fondo e le imposte e tasse
non relative al reddito
Proventi finanziari
Interessi su obbligazioni Edi.cer
Interessi su crediti I.V.A. e Imposte
Totale
31-12-1993
Oneri finanziari
Interessi passivi banche
Altri oneri finanziari
Totale
31-12-1993
31-12-1994
1
89
90
31-12-1995
1
29
30
31-12-1994
2
3
5
1
8
9
31-12-1995
1
3
4
1
1
2
6. Il gruppo Ricchetti
6. a).1 Bilanci consolidati del gruppo Ricchetti relativi agli esercizi 1993 , 1994 e 1995 riclassificati
secondo i criteri dell’analisi finanziaria
In Appendice nr. 5 sono allegati i bilanci consolidati , in forma comparativa, degli esercizi 1993, 1994 e
1995.
Nelle tabelle che seguono sono riportati i bilanci consolidati riclassificati del gruppo Ricchetti relativi agli
esercizi 1993, 1994 e 1995.
In considerazione del fatto che , ai sensi del D.Lgs. 127/1991, l’obbligo di redigere il bilancio consolidato è
entrato in vigore a partire dall’esercizio 1994, al fine di facilitare la comprensione dell’evoluzione del
Gruppo nel corso del triennio in esame è stato predisposto il bilancio consolidato dell’esercizio 1993
appositamente per la redazione del presente Prospetto Informativo.
GRUPPO RICCHETTI
BILANCI CONSOLIDATI RICLASSIFICATI
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
(L./Mil.)
31-12-94
(%)
(L./Mil.)
31-12-95
(%)
(L./Mil.)
(%)
Cassa e Banche
7.149
6,4
5.474
5,3
6.957
3,1
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
7.149
6,4
5.474
5,3
6.957
3,1
41.475
37,1
42.293
40,9
59.537
26,9
3.282
2,9
1.041
1,0
6.584
3,0
101
0,1
217
0,2
906
0,4
LIQUIDITA’ DIFFERITE
44.858
40,1
43.551
42,1
67.027
30,3
MAGAZZINO
17.712
15,8
18.161
17,6
54.389
24,6
ATTIVO CORRENTE
69.719
62,3
67.186
65,0
128.373
58,0
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
39.216
35,0
34.960
33,8
66.847
30,2
75
0,1
75
0,1
303
0,1
2.537
2,3
895
0,9
1.080
0,5
381
0,3
271
0,2
24.879
11,2
2.993
2,7
1.241
1,2
26.262
11,8
111.928
100,0
103.387
100,0
221.482
100,0
Banche
10.509
9,4
20.507
19,8
43.960
19,8
Fornitori
23.644
21,1
23.465
22,7
37.003
16,7
6.149
5,5
12.161
11,8
20.726
9,4
98
0,1
82
0,1
1.603
0,7
40.400
36,1
56.215
54,4
103.292
46,6
Clienti
Crediti Diversi a Breve Termine
Ratei e risconti attivi
Partecipazioni
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
Oneri Pluriennali
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
TOTALE IMPIEGHI
Debiti diversi a breve termine
Ratei e risconti passivi
PASSIVO A BREVE TERMINE
Fondo T.F.R.
6.679
6,0
6.914
6,7
7.683
3,5
25.103
22,4
-
-
44.273
20,0
8.204
7,3
2.768
2,7
13.977
6,3
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
39.986
35,7
9.682
9,4
65.933
29,8
Capitale Sociale
10.000
8,9
10.000
9,7
10.000
4,5
Riserve
19.458
17,4
21.476
20,7
38.102
17,2
2.084
1,9
6.014
5,8
4.155
1,9
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
Debiti diversi a medio/ lungo termine
Reddito di esercizio
CAPITALE NETTO
TOTALE FONTI
CONTI D’ORDINE
31.542
28,2
37.490
36,2
52.257
23,6
111.928
100,0
103.387
100,0
221.482
100,0
31-12-93
(L./Mil.)
31-12-94
(L./Mil.)
31-12-95
(L./Mil.)
Garanzie prestate
-
-
-
Pegno su Azioni
-
-
-
TOTALE CONTI D’ORDINE
-
-
-
CONTO ECONOMICO
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(%)
(L./Mil.)
(%)
(L./Mil.)
(%)
111.095
100,0
118.376
100,0
274.448
100,0
(4.600)
(4,2)
1.262
1,0
(4.497)
(1,6)
311
0,3
955
0,8
2.544
0,9
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
106.806
96,1
120.593
101,8
272.495
99,3
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
(30.289)
(27,3)
(32.657)
(27,6)
(87.386)
(31,8)
Prestazioni di servizi
(31.591)
(28,4)
(35.778)
(30,2)
(62.767)
(22,9)
(610)
(0,5)
(610)
(0,5)
(7.901)
(2,9)
264
0,2
(813)
(0,7)
(1.535)
(0,6)
(564)
(0,5)
(1.557)
(1,3)
(3.685)
(1,3)
44.016
39,6
49.178
41,5
109.221
39,8
(27.581)
(24,8)
(27.822)
(23,5)
(75.651)
(27,6)
16.435
14,8
21.356
18,0
33.570
12,2
(480)
(0,4)
(212)
(0,2)
(1.831)
(0,7)
(4.690)
(4,2)
(6.909)
(5,8)
(13.850)
(5,0)
(2.533)
(2,3)
(233)
(0,2)
(689)
(0,2)
(558)
(0,5)
(725)
(0,6)
(1.080)
(0,4)
(71)
(0,1)
--
-
--
-
8.103
7,3
13.277
11,2
16.120
5,9
Diversi
416
0,4
156
0,2
251
0,1
Da clienti
434
0,4
279
0,2
334
0,1
1.512
1,3
627
0,5
3.291
1,2
48
-
33
-
Ricavi di vendita e delle prestazioni
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
Altri ricavi e proventi
Costi per godimento beni di terzi
Variazione delle rimanenze delle materie prime
sussidiarie, di consumo e di merci
Oneri diversi di gestione
B - VALORE AGGIUNTO
Costo per il personale
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Ammortamento immobilizzazioni materiali
Accantonamento ai fondi
Accantonamento per rischi
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
Altri accantonamenti
D - RISULTATO OPERATIVO
Interessi attivi :
Utili su cambi
Altri proventi finanziari
--
Interessi passivi
(4.118)
(3,7)
(1.987)
(1,7)
(8.707)
(3,2)
Differenze passive cambio
(1.585)
(1,4)
(670)
(0,5)
(2.028)
(0,7)
Altri oneri finanziari
(224)
(0,2)
(230)
(0,2)
(107)
(0,1)
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
STRAORDINARIA E DELLE IMPOSTE
4.538
4,1
11.500
9,7
9.187
3,3
134
0,1
--
--
2.237
2,0
--
2.218
Minusvalenze da alienazioni
(2.236)
(2,0)
--
--
Sopravvenienze passive e altri oneri
(2.577)
(2,3)
--
(4.475)
(1,6)
2.096
1,9
11.500
9,7
6.930
2,5
(12)
0,0
(5.486)
4,6
(2.149)
(0,8)
2.084
1,9
6.014
5,1
4.781
1,7
Proventi straordinari:
Plusvalenze da alienazioni
Sopravvenienze attive e altri proventi
0,8
Oneri straordinari :
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
Imposte sul reddito d’esercizio
G - RISULTATO NETTO
Utile di pertinenza dei terzi
--
H - RISULTATO NETTO DEL GRUPPO
2.084
-1,9
6.014
5,1
(626)
(0,2)
4.155
1,5
6.a).2 Rendiconti finanziari consolidati relativi agli ultimi tre esercizi
Nel prospetto che segue sono riepilogati i rendiconti finanziari consolidati, espressi in milioni di lire, del
gruppo Ricchetti relativi agli esercizi 1993, 1994 e 1995.
1993
(L./Mil.)
Fonti
Utile d’esercizio di pertinenza del Gruppo
Utile di pertinenza dei terzi
Rettifiche di valore che non determinano movimenti di
capitale circolante netto
Ammortamento e svalutazione immob. immateriali
Ammortamento e svalutazione immob. materiali
Accantonamenti a fondi rischi
Accantonamento al fondo TFR
Capitale circolante netto generato dalla gestione
reddituale
Valore netto dei cespiti venduti
Finanziamenti ricevuti nell’esercizio
Incremento (Decremento) dei debiti oltre 12 mesi
Variazione del capitale e riserve di terzi
Totale fonti
Impieghi
Incremento di attività nette immobilizzate per variazione area
di consolidamento
Acquisto di immobilizzazioni immateriali
Acquisto di immobilizzazioni materiali
Acquisto di immobilizzazioni finanziarie
Incremento (Decremento) dei crediti oltre i 12 mesi
Utilizzo dei fondi rischi
Utilizzo del fondo TFR
Quota a breve dei finanziamenti
Differenza di conversione e altri minori a P.N.
Totale impieghi
Variazione di capitale circolante netto
1994
(L./Mil.)
1995
(L./Mil.)
2.084
-2.084
6.014
-6.014
4.155
626
4.781
480
4.690
2.604
1.546
212
6.909
233
1.535
2.083
14.857
1.117
1.710
11.404
14.903
24.548
2.698
-5
-14.107
28
-2
-14.933
1.412
45.000
2.705
12.289
85.954
--
--
49.231
180
7.660
5
147
5
1461
-244
9.702
4.405
101
2.681
-(1.643)
5.671
1.300
-66
8.176
6.757
1.601
11.435
8
186
-942
6.915
1.528
71.846
14.108
Capitale circolante generato dalla gestione
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Variazione attività correnti
Aumento (Diminuzione) delle rimanenze di magazzino
Aumento (Diminuzione)dei crediti
Aumento (Diminuzione) delle disponibilità liquide
Aumento dei ratei e risconti attivi
Totale
(4.337)
1.361
7.174
(85)
4.113
449
(28)
(3.070)
116
(2.533)
36.228
22.786
1.483
689
61.186
Variazione Passività correnti
Aumento (Diminuzione) dei debiti verso banche
Aumento (Diminuzione) dei debiti verso fornitori
Aumento del debito verso controllanti
Aumento (Diminuzione) dei debiti tributari
Aumento (Diminuzione) dei debiti v. istituti previdenza
Aumento (Diminuzione) degli altri debiti
Aumento (Diminuzione) dei ratei e risconti passivi
(1.072)
631
-(334)
105
288
90
(15.106)
(179)
-5.459
60
492
(16)
23.453
13.539
1.562
(1.431)
1.380
7.054
1.521
Totale
Variazione del capitale circolante netto
(292)
4.405
(9.290)
6.757
47.078
14.108
L’incremento delle attività nette immobilizzate per effetto della variazione dell’area di consolidamento
dell’anno 1995 è così dettagliato (in milioni di lire):
Aumento delle immobilizzazioni immateriali nette
Aumento delle immobilizzazioni materiali nette
Aumento delle immobilizzazioni finanziarie
Aumento dei fondi per rischi e oneri
Aumento dei debiti verso banche oltre i 12 mesi
Totale
25.864
36. 721
220
(7.386)
(6.188)
49.231
6.a).3 Prospetto delle variazioni nelle voci del patrimonio netto consolidato relativo agli ulti-mi
tre esercizi
Esercizio 1993 - dati espressi in milioni di lire
Capitale
sociale
Saldo al 31 dicembre 1992
Attribuzione alle riserve
10.000
Riserva
sovrappr.
azioni
1.356
Riserve
di
rivalut.
670
Riserva
Altre
Riserva di
Utile
legale
riserve
consolid.
esercizio
287
Totale
16.196
661
531
29.701
(8)
539
(531)
-
(28)
(215)
del risultato dell'esercizio
Utilizzo delle riserve per
imposta patrimoniale
Risultato dell'esercizio
Saldo al 31-12-1993
10.000
1.356
670
287
16.160
985
(243)
2.084
2.084
2.084
31.542
Esercizio 1994 - dati espressi in milioni di lire
Capitale
sociale
Saldo al 31 dicembre 1993
Attribuzione alle riserve
10.000
Riserva
sovrappr.
azioni
1.356
Riserve
di
rivalut.
670
Riserva
Altre
Riserva di
Utile
legale
riserve
consolid.
esercizio
287
del risultato dell'esercizio
16.160
985
2.084
31.542
(2)
2.086
(2.084)
-
Incremento riserve per
rav-vedimento operoso
Nuove
Ceramiche Ricchetti
S.p.A
Utilizzo delle riserve per
imposta patrimoniale
(29)
193
193
(231)
(260)
Risultato dell'esercizio
Saldo al 31-12-1994
10.000
1.356
670
287
Totale
16.129
3.033
6.014
6.014
6.014
37.489
Esercizio 1995 - dati espressi in milioni di lire
Capitale Ris.sovra
prezzo
sociale azioni
Saldo al 31 dicembre 1994
Attribuzione alle riserve
10.000
1.356
Riserve
di
rivalut.
670
Riserva
legale
287
del risultato dell'esercizio
Variazione
Altre
Riserva Riserva Utile
Cap. e
di
di
riserve
riserve consolid convers. esercizio di terzi
.
Totale
16.129
6.014
37.489
(6.014)
-
3.033
6.014
percentuale
controllo della Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Variazione area di conso-
12.686 12.686
lidamento
(193)
(301)
(494)
(189)
(774)
(96)
(415)
Utilizzo della riserva di
consolidamento a
copertura della differenza da consolidamento della società
Techimex NV
(585)
Utilizzo delle riserve per
imposta patrimoniale
(319)
Effetto della variazione
dei
cambi sul
consolidamento
delle società estere
(1.016)
(1.016)
Risultato dell'esercizio
Saldo al 31-12-1995
4.155
10.000
670
1.356
287
2.448 (1.016)
4.155
626
4.781
12.726 52.257
21.631
6.b Prospetti di riconciliazione tra patrimonio netto e utile di esercizio della Capogruppo ed i
corrispondenti valori del bilancio consolidato relativi agli ultimi tre esercizi
Dai tre prospetti che seguono si rileva la riconciliazione tra il patrimonio netto e l’utile netto dell’esercizio
della Capogruppo ed i corrispondenti valori del bilancio consolidato relativamente agli esercizi chiusi al 31
dicembre 1993, 1994 e 1995.
PROSPETTO DI RICONCILIAZIONE TRA PATRIMONIO NETTO AL 31 DICEMBRE 1993 E UTILE
DELL’ESERCIZIO DELLA CAPOGRUPPO ED I CORRISPONDENTI VALORI DEL BILANCIO CONSOLIDATO
Patrimonio netto civilistico della Capogruppo
Differenza tra i patrimoni netti delle partecipazioni
consolidate ed il loro valore nel bilancio della
Capogruppo
Patrimonio netto consolidato di gruppo
Cap.sociale e
riserve
28.473
Risultato
dell’esercizio
(2)
Patrimonio netto
totale
28.471
985
2.086
3.071
29.458
2.084
31.542
PROSPETTO DI RICONCILIAZIONE TRA PATRIMONIO NETTO AL 31 DICEMBRE 1994 E UTILE
DELL’ESERCIZIO DELLA CAPOGRUPPO ED I CORRISPONDENTI VALORI DEL BILANCIO CONSOLIDATO
Patrimonio netto civilistico della Capogruppo
Differenza tra i patrimoni netti delle partecipazioni
consolidate ed il loro valore nel bilancio della
Capogruppo
Patrimonio netto consolidato di gruppo
Cap.sociale e
riserve
28.443
Risultato
dell’esercizio
(152)
Patrimonio netto
totale
28.291
3.032
6.166
9.198
31.475
6.014
37.489
PROSPETTO DI RICONCILIAZIONE TRA PATRIMONIO NETTO AL 31 DICEMBRE 1995 E UTILE
DELL’ESERCIZIO DELLA CAPOGRUPPO ED I CORRISPONDENTI VALORI DEL BILANCIO CONSOLIDATO
Patrimonio netto civilistico della Capogruppo
Cap.sociale e
riserve
28.263
Risultato
dell’esercizio
68
Patrimonio netto
totale
28.331
Differenza tra i patrimoni netti delle partecipazioni
consolidate ed il loro valore nel bilancio della
Capogruppo
Adeguamento degli ammortamenti e dei relativi fondi,
al netto degli effetti fiscali
7.420
3.370
10.790
-
673
673
Eliminazione plusvalenze infragruppo
(307)
(21)
(328)
-
65
65
35.376
4.155
39.531
12.100
626
12.726
47.476
4.781
52.257
Altri minori
Patrimonio netto consolidato di gruppo
Quote del patrimonio netto e del risultato
dell’esercizio attribuibili agli azionisti di minoranza
Patrimonio netto totale
6.c Note esplicative al bilancio consolidato del gruppo Ricchetti chiuso al 31-12-1995 comparato con gli
esercizi chiusi al 31-12-1994 e al 31-12-1993
Il bilancio consolidato degli esercizi 1994 e 1995 è stato redatto seguendo lo schema previsto dal DLgs n°
127/91.
I bilanci consolidati sono predisposti sulla base dei bilanci della Capogruppo e delle Società controllate
approvati dalle Assemblee dei Soci delle stesse con riferimento alla data del 31 dicembre. Tali bilanci sono
stati riclassificati e, se necessario modificati e rettificati per uniformarli ai principi contabili del gruppo e per
depurarli dalle poste di natura fiscale.
Nel caso in cui i bilanci non siano stati ancora approvati dalle rispettive Assemblee al momento della
formazione del bilancio consolidato, vengono consolidati i progetti di bilancio predisposti per
l’approvazione dai Consigli di Amministrazione.
Il bilancio consolidato al 31-12-1993 corrisponde integralmente al bilancio consolidato di gruppo alla
stessa data nel caso in cui la sua redazione fosse stata obbligatoria ai sensi di legge.
Tutti gli importi sono espressi in milioni di lire.
Il bilancio consolidato include il bilancio della Capogruppo Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e quello
delle Società nelle quali la Capogruppo detiene, direttamente o indirettamente, la maggioranza dei diritti di
voto.
Le Società consolidate al 31-12-1993 e 31-12-1994 sono:
Denominazione sociale
Sede
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Modena - Italia
Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Modena - Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
Melbourne Florida - USA
Capitale sociale
10.000.000.000
38.000.000.000
900.000 USD
% di controllo
capogruppo
100,0
100,0
Le Società consolidate al 31-12-1995 sono:
Denominazione sociale
Sede
Capitale sociale
% controllo % controllo
1995
1993-1994
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Modena - Italia
10.000.000.000 Capogruppo Capogruppo
Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Modena - Italia
38.000.000.000
75,26
100,0
Ricchetti Ceramic Inc.
Melbourne Florida - USA
900.000 USD
75,26
100,0
Klingenberg Italia S.r.l.
Sassuolo (MO) -Italia
20.000.000
75,51
-
Klingenberg Dekoramik GMBH
Germania
7.973.000 DM
75,51
-
OY Pukkila AB
Finlandia
30.000.000 FIM
75,26
-
CC Höganäs Byggkeramik AB
Svezia
15.600.000 SEK
75,26
-
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
6.000.000 NOK
75,26
-
Partek Evers AB
Danimarca
3.300.000 DKR
75,26
-
Partek Höganäs Céramiques SARL
Francia
1.000.000 FF
75,26
-
Techimex NV
Belgio
20.000.000 F.B.
75,32
-
Le variazioni rispetto all’anno precedente riguardano:
a) l’entrata nell’area di consolidamento delle Società acquisite direttamente o indirettamente nel corso
dell’esercizio 1995 dalla controllata Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., ora incorporata nella Gruppo
Ceramiche Ricchetti S.p.A.
b) la diminuzione della percentuale di controllo nella Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., ora incorporata
nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., in conseguenza di un aumento di capitale con sovrapprezzo
interamente sottoscritto dall’ex socio di riferimento del gruppo, United Tiles AB.
Relativamente alle Società entrate nell’area di consolidamento si è provveduto a consolidare l’intero conto
economico dell’esercizio 1995 come consentito dai principi contabili di riferimento nel caso l’acquisizione
avvenga nella prima parte dell’esercizio e vi siano difficoltà ad ottenere precisi elementi per effettuare il
consolidamento pro-quota. Peraltro il risultato economico di tali Società alla data di acquisizione è stato
portato nelle riserve iniziali tramite l’appostazione di una voce straordinaria nel conto economico.
6.c).1 Criteri e tecniche di consolidamento
Per i bilanci delle Società consolidate è stato utilizzato il metodo dell'integrazione globale, che consiste nel
recepire tutte le poste dell'attivo e del passivo nella loro interezza, evidenziando la quota di competenza dei
soci di minoranza in apposite voci del patrimonio netto e del conto economico consolidati.
I principali criteri di consolidamento adottati sono i seguenti:
?? Il valore di carico delle partecipazioni consolidate è stato eliminato contro il relativo patrimonio netto al
momento del primo consolidamento e le risultanti differenze, se negative, sono state imputate ad una
specifica voce del patrimonio netto denominata "riserva di consolidamento". Le differenze positive
esistenti all'atto dell'acquisto rispetto al valore corrente dell’attivo e del passivo sono state portate, nel
caso non sia stato attribuito alle stesse il carattere della pluriennalità, in detrazione della riserva di
consolidamento, oppure sono state attribuite in un'apposita voce nell'attivo denominata "differenza da
consolidamento" che viene ammortizzata a quote costanti in un periodo di dieci anni, che si ritiene
possa essere ragionevolmente considerato il periodo di utilità futura.
?? I ris ultati conseguiti successivamente al primo consolidamento sono poi stati imputati ad apposita
voce del patrimonio netto consolidato denominata "Utili Portati a nuovo".
?? I bilanci delle Società estere sono convertiti in lire, applicando per tutte le attività e passività il cambio
in essere a fine esercizio e per le poste di conto economico il cambio medio dell'esercizio. Le differenze
di conversione emergenti , sia dalla conversione delle voci del patrimonio netto iniziale ai cambi
convenuti di fine anno rispetto a quelli in vigore alla fine dell’esercizio precedente, sia tra i cambi medi e
quelli di fine anno per il conto economico, sono state imputate ad una apposita voce del patrimonio
netto consolidato denominata "Riserva di conversione".
?? I reciproci rapporti di debito e credito, di costi e ricavi, fra Società consolidate e gli effetti di tutte le
operazioni di rilevanza significativa intercorse fra le stesse sono stati eliminati.
?? Le quote di patrimonio netto e gli utili di pertinenza degli Azionisti di minoranza sono stati dedotti dal
patrimonio netto e dal risultato consolidato e sono stati esposti separatamente nel patrimonio netto
consolidato e nel conto economico consolidato.
Data di riferimento del bilancio consolidato.
?? La data di riferimento del bilancio consolidato non differisce da quella di chiusura dei bilanci delle
Società incluse nel consolidamento e viene indicata nel 31 dicembre.
6.c).2 Criteri di valutazione
I criteri utilizzati nella formazione del bilancio chiuso al 31-12-1995 non si discostano dai medesimi utilizzati
per la formazione del bilancio del precedente esercizio, in particolare nelle valutazioni e nella continuità dei
medesimi principi.
La valutazione delle voci di bilancio è stata fatta ispirandosi a criteri generali di prudenza e competenza
nella prospettiva della continuità dell'attività.
I più significativi criteri di valutazione adottati dal gruppo per la redazione del bilancio consolidato ed in
base ai quali sono stati rettificati, ove necessario, i bilanci delle singole Società consolidate sono i
seguenti:
Immobilizzazioni immateriali
Le immobilizzazioni immateriali sono valutate con il criterio del costo storico ed assoggettate ad
ammortamento diretto per la quota ragionevolmente imputabile all'esercizio in relazione alla loro residua
possibilità di utilizzazione economica.
Esse si riferiscono a costi aventi comprovata utilità pluriennale e sono costituite principalmente dalla
differenza da consolidamento, che viene ammortizzata in dieci esercizi.
Immobilizzazioni materiali
Le immobilizzazioni materiali sono contabilizzate al costo di acquisto, di conferimento o di costruzione,
comprensivo dei relativi oneri accessori e sono esposte al netto dei relativi fondi di ammortamento.
Parte delle immobilizzazioni materiali sono state rivalutate in applicazione della legge di allineamento
monetario del 30-12-1991 n. 413 e per rivalutazione economica ai sensi dell'articolo 2425 del Codice Civile
effettuata nel 1992; i valori così rivalutati non eccedono, comunque, i presunti valori di realizzo.
L'ammortamento viene effettuato a quote costanti utilizzando aliquote rappresentative della residua
possibilità di utilizzo dei beni.
Il periodo di ammortamento decorre dall’esercizio in cui il bene è stato utilizzato e nel primo esercizio la
quota è rapportata alla metà di quella annuale avuto riguardo al periodo medio temporale di utilizzo.
Le aliquote di ammortamento che sono state utilizzate dalle Società del gruppo sono le seguenti:
Descrizione
Fabbricati
Impianti e macchinari
Attrezzature industriali e commerciali
Aliquota
4 - 6,5%
10 - 20%
20 - 40%
Altri beni
10 - 33%
Le immobilizzazioni in corso vengono assoggettate ad ammortamento dall'esercizio della loro entrata in
funzione.
Le spese di manutenzione e riparazione sono addebitate al conto economico dell'esercizio nel quale sono
sostenute.
Le spese per migliorie, ammodernamenti, modifiche che comportano un aumento significativo della
capacità produttiva o della vita utile dei cespiti, vengono capitalizzate.
Immobilizzazioni finanziarie
Le partecipazioni in altre Società sono valutate al costo eventualmente rettificato in caso di perdite certe e
permanenti di valore.
Rimanenze
Le rimanenze sono valutate al costo di acquisto o di produzione. Il costo, comp rensivo degli oneri
accessori, è determinato con il metodo del costo medio ponderato.
Il valore così determinato è stato rettificato per tener conto del valore di realizzo di materie prime e prodotti
finiti obsoleti od a lenta movimentazione.
Crediti
I crediti sono esposti al presumibile valore di realizzo che corrisponde al valore nominale, ridotto delle
perdite risultanti da elementi certi e precisi e da appositi fondi di svalutazione, accantonati per tener conto
del rischio di mancato incasso, prudenzialmente stimato considerando le singole posizioni ed avuto
riguardo all’esperienza del passato.
Disponibilità liquide
Le disponibilità liquide sono esposte al valore nominale.
Fondi per rischi ed oneri
I fondi per rischi ed oneri accolgono gli accantonamenti destinati a coprire perdite o debiti di natura
determinata, di esistenza certa o probabile, dei quali tuttavia alla chiusura dell'esercizio erano indeterminati
o l'ammontare o la data di sopravvenienza.
Il fondo pensioni riferito ad alcune Società estere rappresenta la passività a fronte di piani pensionistici
previsti da legislazioni locali.
Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato
Il fondo, interamente riferito a Società italiane, è costituito a fronte delle spettanze maturate da ciascun
dipendente a fine esercizio in base alle disposizioni delle leggi vigenti e dei contratti di lavoro. La maggior
parte di queste passività ha la natura di debito a lungo termine.
Debiti
I debiti sono esposti al valore nominale.
Ratei e risconti
I ratei attivi e passivi sono iscritti sulla base della competenza temporale e si riferiscono a quote di ricavi e
costi di competenza dell’esercizio e con manifestazione numeraria nell’esercizio successivo. I risconti attivi
e passivi sono relativi a quote di costi e ricavi manifestati nell’esercizio ma di competenza di esercizi futuri.
Contabilizzazione delle poste in valuta estera
I crediti e debiti in valuta sono convertiti in lire in base al cambio del giorno dell'operazione.
L'eventuale differenza netta negativa di cambio non realizzata alla data di bilancio, calcolata raffrontando i
valori contabili dei debiti e crediti correnti in valuta con i valori derivanti dalla conversione degli stessi ai
cambi di fine esercizio, è imputata al conto economico ed è accantonata ad apposito fondo oscillazione
cambi, incluso tra i fondi per rischi ed oneri.
Non vengono contabilizzate differenze nette positive non realizzate.
Riconoscimento dei ricavi
I ricavi delle vendite sono riconosciuti al momento del passaggio della proprietà, che generalmente avviene
con la spedizione; i ricavi dei servizi vengono rilevati in base al periodo di esecuzione della prestazione ed i
ricavi di natura finanziaria vengono riconosciuti in base alla competenza temporale.
Imposte
Le imposte sul reddito sono stanziate sulla base di una previsione dell’onere fiscale dell’esercizio, con
riferimento alla normativa in vigore e tenuto conto delle esenzioni applicabili. L’imposta sul patrimonio
relativa all’esercizio, dovuta ai sensi della legge 26-11-1992 n. 461, viene prelevata dalla riserve.
Le imposte differite sono state contabilizzate per tener conto degli effetti fiscali in relazione a elementi di
ricavi o di costi che concorrono a formare l’utile di bilancio in un esercizio diverso a quello in cui
concorrono a formare l’utile fiscale.
6.c).3 Informazioni sullo stato patrimoniale consolidato
Nelle tabelle che seguono, sono analizzate le voci che compongono gli stati patrimoniali riclassificati 1993,
1994 e 1995. I valori sono espressi in milioni di lire.
Liquidità immediate
Cassa
Banche
Totale
31-12-1993
33
7.116
7.149
31-12-1994
47
5.427
5.474
31-12-1995
524
6.433
6.957
La liquidità rappresenta la disponibilità di cassa e di conti correnti bancari alla fine dell’esercizio in
commento.
Liquidità differite
Clienti
Crediti diversi a breve termine
Ratei e risconti attivi
Totale
31-12-1993
41.475
3.282
101
44.858
31-12-1994
42.293
1.041
217
43.551
31-12-1995
59.537
6.584
906
67.027
I crediti verso Clienti sono indicati al netto del corrispondente fondo rischi su crediti che negli esercizi in
commento risultava stanziato, congruamente, nei seguenti ammontari:
Fondo rischi su crediti
Fondo svalutazione crediti
Totale
31-12-1993
560
560
31-12-1994
805
805
31-12-1995
2.128
2.128
Di seguito si evidenzia la movimentazione del fondo svalutazione crediti nell’anno 1995:
Movimenti
Saldo al 31/12/94
Variazione dell’area di consolidamento
Utilizzo dell’esercizio
Accantonamento dell’esercizio
Saldo al 31/12/95
Milioni di lire
805
1.459
(1.216)
1.080
2.128
I crediti verso altri sono così dettagliati :
Crediti diversi a breve termine
Crediti verso Erario per:
. I.V.A.
. IRPEG/ILOR
Accrediti da ricevere
Crediti verso il personale
31-12-1993
1.197
204
213
2
31-12-1994
749
-139
9
31-12-1995
1.746
3.307
706
183
Crediti verso Istituti previdenziali
Anticipi a fornitori
Titoli a Breve termine
Crediti diversi
Totale crediti verso altri
39
22
1.395
210
3.282
37
33
-74
1.041
179
259
-204
6.584
Il credito verso l’Erario al 31-12-95 è principalmente riferibile al versamento degli acconti di imposta
effettuati da Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
I ratei e risconti attivi sono così dettagliati :
Ratei e risconti attivi
Risconti su canoni di locazione
Risconti su spese promozionali e fiere
Risconti su spese assicurative
Altri minori
Totale
31-12-1993
16
28
-57
101
31-12-1994
13
47
60
97
217
31-12-1995
527
70
85
224
906
Magazzino
Materie prime, sussidiarie e di consumo
Prodotti in corso e semilavorati
Prodotti finiti e merci
Merci
Totale
31-12-1993
3.006
676
14.030
-17.712
31-12-1994
2.304
935
14.922
-18.161
31-12-1995
8.223
1.805
39.795
4.566
54.389
L’incremento delle giacenze finali di magazzino rispetto all’esercizio precedente è quasi esclusivamente da
imputare alla variazione dell’area di consolidamento.
I criteri di valutazione adottati sono invariati rispetto all'esercizio precedente; la valutazione adottata non
differisce in maniera significativa rispetto ad una valutazione effettuata a costi correnti.
I valori sono esposti al netto delle svalutazioni di materie prime e prodotti finiti obsoleti o a lenta
movimentazione.
Immobilizzazioni tecniche nette
Terreni e Fabbricati
Impianti e macchinario
Attrezzature Ind.li e Comm.li
Altri beni
Immobilizzazioni in corso e acconti
Totale
31-12-1993
18.863
19.450
903
--39.216
31-12-1994
17.979
16.183
798
--34.960
31-12-1995
26.207
36.060
959
3.475
146
66.847
I movimenti intervenuti nell'ambito delle immobilizzazioni tecniche nel corso dell'esercizio 1995 sono
evidenziati dal seguente prospetto :
Descrizione
Costo Storico
Terreni e fabbricati
Impianti e macchinari
Attrezzature ind.li e comm.li
Altri beni
Immobilizzazioni in corso
Totale Immobilizz. Materiali
Valore
Variazione Incrementi Decrementi
Altri
Valore Valore netto
iniziale al area conso movimenti
lordo al
al
31-12-1994 lidamento
31-12-1995 31-12-1995
27.486
36.443
4.038
--67.967
21.973
53.124
2.056
9.782
-86.935
549
9.116
739
885
146
11.435
(894)
(3.773)
(311)
(1.010)
-(5.988)
I movimenti intervenuti nell’ambito dei fondi di ammortamento
evidenziati nel seguente prospetto :
Descrizione
Valore
--(2.986)
2.986
---
49.114
94.910
3.536
12.643
146
160.349
26.207
36.060
959
3.475
146
66.847
nel corso dell’esercizio 1995 sono
Variaz. area Decremento Ammortam.
Altri
Valore
iniziale al consolida- per vendite
e
movimenti finale al
31-12-1994
mento
svalutazioni
31-12-1995
Fondi Ammortamento
Terreni e fabbricati
Impianti e macchinari
Attrezzature ind.li e comm.li
Altri beni
Totale Fondi Ammortamento
9.507
20.260
3.240
-33.007
11.327
31.359
1.363
6.265
50.314
(28)
(3.314)
(304)
(930)
(4.576)
2.087
10.652
524
1.594
14.857
14
(107)
(2.246)
2.239
( 100)
22.907
58.850
2.577
9.168
93.502
La colonna ammortamenti e svalutazioni include ammortamenti per 13.850 milioni di lire e svalutazioni per
1.007 milioni di lire relativi a beni materiali della OY Pukkila AB che, in virtù dei piani di ristrutturazione in
corso, sono stati dismessi dal ciclo produttivo.
Con riferimento alle rivalutazioni dei beni di impresa di seguito si espone il dettaglio delle rivalutazioni per i
beni tuttora in patrimonio al 31-12-1995 delle Società consolidate :
Rivalutazione
economica
Descrizione
Terreni e fabbricati
Rivalutazione
L. 413/91
5.650
Immobilizzazioni Finanziarie Nette
Partecipazioni
Crediti Diversi a medio/lungo termine
Oneri Pluriennali
Totale
31-12-1993
Totale
4.702
10.352
31-12-1994
75
2.537
381
2.993
31-12-1995
303
1.080
24.879
26.262
75
895
271
1.241
Di seguito si evidenziano sinteticamente le variazioni intervenute nel 1995 nelle partecipazioni :
Descrizione
Altre imprese
Saldo netto
al
31-12-1994
Effetto per
variazione
dell'area di
consolidamento
75
220
Incrementi
Decrementi
Saldo netto
al
31-12-1995
--
8
303
I crediti diversi a medio/lungo termine sono così dettagliati :
Crediti diversi a medio termine
Crediti verso I.V.A. c/ Erario
Crediti verso Erario x Irpeg Ilor
Crediti verso clienti
Depositi cauzionali
Obbligazioni Edi.cer
Altri
Totale
31-12-1993
Immobilizzazioni Immateriali
Costi di impianto e di ampliamento
Diritti di brevetto industriale e di utilizzo di opere
dell’ingegno
Differenza da consolidamento
Altre
Totale
31-12-1993
31-12-1994
1.752
132
421
112
15
105
2.537
31-12-1995
315
150
-105
15
310
895
31-12-1994
258
149
-450
15
208
1.080
63
42
31-12-1995
155
9
7
1.507
-309
381
-222
271
22.492
725
24.879
Di seguito si riportano le variazioni intervenute nel 1995 nelle immobilizzazioni immateriali :
Descrizione
Saldo
Variaz. area Incrementi
al
consolida31-12-1994
mento
Costi di impianto e di ampliamento
Diritti di utilizzazione delle opere
dell'ingegno
Differenza da consolidamento
Altre immobilizzazioni immateriali
Totali
Ammorta menti e
svalutaz.
Altri
movimenti
Saldo
al
31-12-1995
42
7
2
232
166
1.297
(55)
(154)
-125
155
1.507
-222
271
24.578
1.041
25.853
-138
1.601
(1.312)
(562)
(2.083)
(774)
(114)
(763)
22.492
725
24.879
La colonna “ammortamenti e svalutazioni” include ammortamenti per 1.832 milioni di lire e svalutazioni per
251 milioni di lire relative a beni immateriali della OY Pukkila AB per i quali, in virtù dei piani di
ristrutturazione in corso, è venuta meno la possibilità di utilizzazione futura.
La colonna “altri movimenti” include, oltre a riclassifiche ed effetti derivanti dalla variazione dei cambi, lo
storno integrale della differenza da consolidamento relativa alla società Techimex NV, come di seguito
dettagliato.
La differenza da consolidamento rappresenta l'eccedenza del costo sostenuto per l'acquisto delle
partecipazioni nelle Società consolidate sopra esposte rispetto al valore corrente dell'attivo e del passivo al
momento dell’acquisto, avvenuto nel corso dell’esercizio 1995 dalla precedente controllante United Tiles
AB (Svezia), tenuto conto, in particolare per la controllata svedese, degli oneri di ristrutturazione in corso.
Il dettaglio ripartito per Società consolidata è il seguente :
Società
Techimex NV - Belgio
Klingenberg Gmbh - Germania
Höganäs Byggkeramikk AS - Norvegia
Partek Evers AS - Danimarca
CC Höganäs Byggkeramik AB - Svezia
OY Pukkila AB - Finlandia
Partek Höganäs Cér. Sarl - Francia
Saldo al Incrementi
31-12-1994
-------0
Ammortamenti Svalutazioni
774
366
6.484
2.733
9.609
3.072
1.540
24.578
-(21)
(378)
(160)
(561)
(179)
(13)
(1.312)
(774)
------(774)
Saldo al
31-12-1995
-345
6.106
2.573
9.048
2.892
1.528
22.492
La differenza da consolidamento viene ammortizzata a quote costanti in un periodo di 10 esercizi in base
alle prospettive reddituali delle Società riferite agli investimenti effettuati.
Per l’esercizio 1995 l’ammortamento della differenza da consolidamento è stato effettuato pro quota dalla
data di acquisizione.
La svalutazione della differenza da consolidamento è stata effettuata utilizzando in contropartita la riserva
di consolidamento, come consentito dall’art. 33 del DL 127/91 e si è resa necessaria in conseguenza del
venir meno delle prospettive di sviluppo considerate alla data di acquisizione.
Passivo a breve termine
Banche
Fornitori
Debiti diversi a breve termine
Ratei e risconti passivi
Totale
31-12-1993
10.509
23.644
6.149
98
40.400
31-12-1994
20.507
23.465
12.161
82
56.215
31-12-1995
43.960
37.003
20.726
1.603
103.292
Debiti a breve verso banche
Conti correnti
Finanziamenti export
Quote a breve mutui
31-12-1993
31-12-1994
31-12-1995
Totale
350
10.159
--
8.990
11.517
--
27.817
9.228
6.915
10.509
20.507
43.960
Debiti diversi a breve termine
Debito verso controllante
Debiti Tributari
Debiti verso Istituti previdenziali
Altri debiti a breve
Totale
31-12-1993
31-12-1994
-1.233
1.332
3.584
6.149
-6.693
1.393
4.075
12.161
31-12-1995
1.563
5.262
2.772
11.129
20.726
La voce "Debiti tributari" rappresenta l'indebitamento complessivo delle Società consolidate verso l'Erario,
così definito :
Debiti Tributari
31-12-1993
31-12-1994
31-12-1995
Erario per imposte correnti
-5.293
730
Erario per Irpef
989
1.141
1.618
Imposta patrimoniale
244
259
325
Erario per I.V.A.
--2.546
Altri debiti verso l’Erario
--43
Totale
1.233
6.693
5.262
In particolare le principali voci hanno la seguente natura:
?? debito nei confronti delle Amministrazioni finanziarie a titolo di versamenti su retribuzioni dei
dipendenti e lavoratori autonomi;
?? accantonamento a titolo di Imposta sul Patrimonio Netto delle imprese così come previsto dal
DLgs 30-09-92 n. 394, convertito con modificazioni dalla legge 26-11-1992 n. 416;
?? debito per le imposte sul reddito di competenza dell'esercizio.
L'importo degli altri debiti è formato da :
Altri debiti
Debiti verso dipendenti per salari e stipendi
mese Dicembre
Debiti verso clienti per Note di accredito da
emettere ( premi su fatturato, differenze prezzo,
resi materiale, ecc.)
Altri minori
Totale altri debiti
31-12-1993
2.309
31-12-1994
2.386
31-12-1995
6.065
1.032
1.485
4.456
243
3.584
204
4.075
608
11.129
L’incremento dell’esercizio 1995 rispetto ai saldi dell’esercizio precedente deriva principalmente dalla
variazione dell’area di consolidamento.
Ratei e risconti passivi
Ratei per interessi su finanziamenti
Altri minori
Totale altri debiti
31-12-1993
-98
98
31-12-1994
-82
82
31-12-1995
1.145
458
1.603
Passivo a medio/lungo termine
Fondo T.F.R.
Debiti finanziari a m/l termine
Debiti diversi a m/l termine
Totale
31-12-1993
6.679
25.103
8.204
39.986
31-12-1994
6.914
-2.768
9.682
31-12-1995
7.683
44.273
13.977
65.933
A seguire sono esposti il dettaglio e la movimentazione relativa all'esercizio 1995 dei debiti finanziari a
medio /lungo termine:
Debiti finanziari a m/l termine
Saldo al 31 dicembre 1994
Variazione area di consolidamento
Incrementi
Giroconto per quota a breve termine
Totale
milioni di lire
-6.188
45.000
(6.915)
44.273
Gli incrementi si riferiscono ad un finanziamento ricevuto dalla Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., ora
incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. , rimborsabile in 46 rate costanti mensili di 980 milioni
di lire a partire dal 31 agosto 1996 fino al 31 maggio 2000, ad un tasso variabile pari al prime rate ABI
maggiorato dello 0,25 %, con facoltà per la banca di esigere l’immediata restituzione delle somme prestate
al verificarsi delle seguenti condizioni:
- inadempimento degli obblighi assunti dal mutuatario;
- mutamento delle condizioni patrimoniali della mutuataria che renda più difficile il soddisfacimento del
credito;
- diminuzione delle garanzie date ;
- altri eventi significativi dell’insolvenza della mutuataria o dei suoi garanti.
A fronte di tale finanziamento sono state costituite in pegno le azioni delle seguenti Società estere
acquisite nel 1995: CC Höganäs Byggkeramik AB - Svezia, OY Pukkila AB - Finlandia, Höganäs
Byggkeramikk AS - Norvegia e Partek Evers AS - Danimarca.
I debiti delle controllate estere, riferiti principalmente alle Società norvegese e svedese, sono assistiti da
garanzia reale concessa localmente.
I debiti verso banche includono quote rimborsabili oltre i cinque anni per 1.473 milioni di Lire.
31-12-1993
Debiti diversi a m/l termine
Debiti verso Fornitori per impianti
Debiti diversi
Fondo Pensioni
Fondo Ind. clientela agenti
Fondo per rischi e oneri
Fondo oscillazione cambi
Fondo imposte differite
Totale
31-12-1994
5
--593
-7.606
-8.204
31-12-1995
-7
-530
-2.231
-2.768
2.712
-4.824
535
4.863
62
981
13.977
La movimentazione dei fondi per rischi e oneri nell’anno 1995 è stata la seguente:
Descrizione
Fdo indennità clientela agenti
Fondo pensioni
Fondo di ristrutturazione
Fondo imposte differite
Fondo garanzie prodotti
Fondo oscillazione cambi
Fondo rischi per controversie
legali in corso
Altri minori
Totale
Saldo
al 31-121994
Effetto per
varia-zione
dell’area di
consolidamento
530
-----
4.550
1.430
(249)
435
2.231
Incrementi
Decrementi
Saldo
al 31-121995
--
87
397
1.386
1230
29
59
(60)
(2228)
535
4.824
2.635
981
404
62
--
497
681
(105)
1.073
--
723
7.386
82
3.951
(55)
(2.834)
750
11.264
2.761
(82)
(123)
(181)
--
Il fondo indennità clientela agenti accantonato in bilancio è stato determinato con riferimento ai soli agenti
operanti sul territorio italiano e rappresenta una ragionevole previsione degli oneri che risulterebbero a
carico delle Società in caso di interruzione del rapporto di agenzia. Tale fondo si ritiene sia
prudenzialmente accantonato anche a fronte di eventuali indennità da corrispondere ad agenti esteri,
anche in funzione dei trend storici della società.
Il fondo ristrutturazione include gli oneri relativi ai piani di riorganizzazione industriale delle Società
svedese e finlandese che si prevede saranno sostenuti nel prossimo esercizio.
Le imposte differite si riferiscono all'effetto fiscale di sfasamenti temporali fra risultato d'esercizio e reddito
imponibile. Tali sfasamenti derivano principalmente dalla contabilizzazione nei bilanci d'esercizio delle
Società consolidate degli ammortamenti anticipati che essendo poste di natura prettamente fiscale, sono
stati stornati nel bilancio consolidato come previsto dai principi contabili di gruppo.
Il fondo rischi per controversie legali in corso include principalmente la passività a fronte di una causa
riferita alla controllata finlandese.
Nel corso del 1995 la Capogruppo ha ricevuto avviso di accertamento relativo all’operazione di
conferimento del ramo d’azienda dello stabilimento di Fiorano, effettuata nel 1991, a fronte del quale sono
state accertate maggiori imposte per 2.106 milioni di lire, oltre a pene pecuniarie di pari importo.
Non è stato effettuato alcun accantonamento a fronte di tale passività potenziale in quanto, sulla base
delle motivazioni addotte nel ricorso presentato, si ha motivo di ritenere che tali passività non saranno
sostenute .
E’ inoltre da sottolineare che i Soci hanno trasferito alla Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. i benefici
derivanti dalle garanzie di natura fiscale ricevute nel contratto di compravendita dalla United Tiles AB, ex
controllante della stessa.
Il fondo oscillazione cambi rappresenta la differenza netta negativa di cambio non realizzata alla data di
bilancio, calcolata raffrontando i valori contabili dei debiti e dei crediti correnti in valuta , che sono
contabilizzati in base al cambio del giorno dell’operazione, con i valori derivanti dalla conversione degli
stessi ai cambi di fine esercizio. La strategia del gruppo Ricchetti , per quanto concerne il rischio di
cambio, è quella di garantire la copertura dei crediti in divisa estera tramite vendite di valuta a termine.
Capitale netto :
Il capitale sociale della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. al 31-12-1995 ammontava a Lire 10.000.000.000
ed era interamente sottoscritto e versato.
I patrimoni netti delle Società consolidate includono riserve in sospensione d'imposta per circa 18 miliardi
di lire; non sono state stanziate imposte a fronte delle stesse in quanto allo stato attuale si ritiene che non
verranno effettuate operazioni che ne determinino la tassazione.
La movimentazione e l’entità del capitale sociale e delle riserve degli ultimi tre esercizi è esposta al
precedente paragrafo 6.a).3.
6.c).4 Informazioni sul conto economico consolidato
Nelle tabelle che seguono sono analizzate le voci che compongono i conti economici riclassificati degli
esercizi 1993,1994 e 1995. I valori sono espressi in milioni di lire.
Ricavi di vendita
Ricavi di vendita e delle prestazioni
Altri ricavi e proventi
Totale
31-12-1993
111.095
311
111.406
31-12-1994
118.376
955
119.331
31-12-1995
274.448
2.544
276.992
La variazione tra l’esercizio 1995 e il 1994 è da imputarsi principalmente alla variazione dell’area di
consolidamento.
Il dettaglio dei costi per acquisti è il seguente :
Acquisti
Acquisti materie prime
Acquisti di merci e prodotti finiti
Trasporti su acquisti
Totale
31-12-1993
24.637
5.652
-30.289
31-12-1994
26.482
6.175
-32.657
31-12-1995
40.288
43.590
3.508
87.386
La variazione tra gli esercizi 1995 e 1994 è da imputarsi principalmente alla variazione dell’area di
consolidamento. In tale contesto l’incremento degli acquisti di merci e prodotti finiti include la
commercializzazione di materiali per costruzione e per posa effettuata da alcune Società entrate nel 1995
nell’area di consolidamento.
Il dettaglio dei costi per servizi è il seguente :
Prestazioni di servizi
Energie
Lavorazioni esterne
Provvigioni e oneri accessori
Manutenzioni e riparazioni
Trasporti su vendite
Spese assicurative
Fiere e mostre
Compensi amministratori
Compensi sindaci
Altri minori
31-12-1993
7.794
4.630
9.054
3.017
1.542
515
370
87
31
4.551
31-12-1994
8.074
5.824
8.811
4.671
1.751
547
398
138
41
5.523
31-12-1995
14.833
10.141
6.352
6.087
6.932
1.395
1.621
531
227
14.648
Totale
31.591
35.778
62.767
Le variazioni tra gli esercizi 1995 e 1994 sono da imputarsi principalmente alla variazione dell’area di
consolidamento. Con riferimento al decremento della voce “Provvigioni ed oneri accessori” si evidenzia
che la stessa è dovuta in parte all’esistenza anche nel 1994 di rapporti con Società entrate quest’anno
nell’area di consolidamento.
Il dettaglio dei costi per godimento beni di terzi è il seguente :
Costi per godimento beni di terzi
Affitti
Noleggi e leasing
Totale
31-12-1993
231
379
610
31-12-1994
209
401
610
31-12-1995
5.917
1.984
7.901
I costi per affitti, nell’esercizio 1995, sono riferibili principalmente all’immobile della controllata finlandese,
nonché alle sale mostra delle controllate estere.
Gli oneri diversi di gestione, che comprendono le perdite su crediti non coperte da specifico fondo e le
imposte e tasse non relative al reddito, sono composti dalle seguenti voci :
Oneri diversi di gestione
Perdite su crediti
Contributi e spese associative
Imposte e tasse
Altri diversi
Totale
31-12-1993
156
73
317
18
564
31-12-1994
8
77
312
1.160
1.557
31-12-1995
580
83
1.282
1.740
3.685
Costi per il personale
Salari e stipendi
Oneri sociali
T.F.R.
Trattamento di quiescenza e simili
Altri costi
Totale
31-12-1993
18.063
7.679
1.546
33
260
27.581
31-12-1994
18.431
7.573
1.535
46
237
27.822
31-12-1995
54.440
16.861
1.770
1.015
1.565
75.651
Le variazioni tra gli esercizi 1995 e 1994 sono da imputarsi principalmente alla variazione dell’area di
consolidamento.
Gli effetti sul conto economico indotti dalla gestione finanziaria e di tesoreria possono essere evidenziati
come di seguito :
Proventi finanziari
Interessi attivi verso clienti
Interessi attivi di c/c
Interessi su obbligazioni
Interessi su titoli
Differenze attive su cambi
Altri proventi finanziari
Totale proventi finanziari
31-12-1993
434
129
1
55
1.512
231
2.362
31-12-1994
279
83
1
72
627
48
1.110
31-12-1995
334
249
1
-3.291
34
3.909
Oneri finanziari
Interessi passivi mutui e finanziamenti
Interessi passivi di c/c
Differenze passive su cambi
Altri oneri finanziari
Totale oneri finanziari
31-12-1993
3.022
1.096
1.585
224
5.927
31-12-1994
1.339
878
670
-2.887
31-12-1995
4.428
4.279
2.028
107
10.842
Proventi ed oneri straordinari
Plusvalenze da alienazioni
31-12-1993
134
31-12-1994
31-12-1995
--
--
Altri proventi straordinari
Minusvalenze da alienazioni
Altri oneri straordinari
Totale oneri finanziari
2.237
(2.236)
(2.577)
(2.442)
-----
2.218
-4.475
(2.257)
I proventi straordinari 1995 si riferiscono integralmente alla plusvalenza originatasi per effetto della
diminuzione del 24,74 % della percentuale di controllo della Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. avvenuta nel
corso dell’esercizio per la sottoscrizione dell’aumento di capitale sociale deliberato dalla Nuove Ceramiche
Ricchetti S.p.A. da parte della ex controllante United Tiles AB.
Gli oneri straordinari sono riferibili per 1.243 milioni di lire all’imputazione a riserve dei risultati alla data di
acquisizione delle Società entrate nell’area di consolidamento nel corso dell’esercizio e per 3.232 milioni di
lire agli oneri di ristrutturazione connessi alla riorganizzazione industriale della controllata finlandese.
6.d.
Bilancio consolidato pro-forma del gruppo Ricchetti relativo all’esercizio 1995
6.d). 1 Principi adottati per la predisposizione del bilancio consolidato pro-forma al 31-12-1995
Note Esplicative :
Nota 1 - Struttura e contenuto del bilancio
Il bilancio consolidato pro-forma al 31-12-1995 è stato redatto seguendo lo schema previsto dal DLgs n. 127/91
nell’ipotesi che l’acquisizione di tutte le Società estere facenti parte il gruppo fosse già avvenuta il 1 gennaio 1995
anzichè nel mese di maggio 1995.
Tale ipotesi ha comportato una ridefinizione del patrimonio netto di consolidamento iniziale e del conseguente valore di
avviamento. In particolare è stato consolidato l’intero conto economico delle suddette Società senza operare lo storno
del risultato conseguito dalle stesse alla data di acquisizione, che nel bilancio redatto ai sensi di legge costituisce parte
delle riserve iniziali. Coerentemente con tale impostazione contabile l’ammortamento dell’avviamento, previsto su di un
periodo di 10 esercizi, è stato imputato a conto economico per l’intera quota a carico dell’esercizio e non più pro quota
dalla data di acquisizione; inoltre l’avviamento emergente dal consolidamento della Techimex NV - Belgio è stato
integralmente svalutato utilizzando in contropartita la riserva di consolidamento come nel bilancio consolidato redatto ai
sensi di legge.
Il bilancio consolidato è predisposto sulla base dei bilanci della Capogruppo e delle Società controllate approvati dalle
Assemblee dei Soci delle stesse con riferimento alla data del 31-12-1995. Tali bilanci sono stati riclassificati e, se
necessario modificati e rettificati per uniformarli ai principi contabili del gruppo e per depurarli dalle poste di natura
fiscale.
Nel caso in cui i bilanci non siano stati ancora approvati dalle rispettive Assemblee al momento della formazione del
bilancio consolidato, vengono consolidati i progetti di bilancio predisposti per l’approvazione dai Consigli di
Amministrazione.
In allegato alla Nota 5 sono riportati i raccordi del risultato e del patrimonio netto consolidati tra bilancio redatto ai sensi
di legge e bilancio pro-forma al 31-12-1995.
Nota 2- Struttura del gruppo
Le Società consolidate al 31-12-1995 sono:
Denominazione sociale
Sede
Capitale Sociale
Percentuale di
controllo 1995
Percentuale di
controllo 1994
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. Modena - Italia
10.000.000.000
Capogruppo
Capogruppo
Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Modena - Italia
38.000.000.000
75,26
100,0
Ricchetti Ceramic Inc.
Melbourne FloridaUSA
900.000 USD
75,26
100,0
Klingenberg Italia S.r.l
Sassuolo (MO) -Italia
20.000.000
75,51
-
Klingenberg Dekoramik GMBH
Germania
7.973.000 DM
75,51
-
OY Pukkila AB
Finlandia
30.000.000 FIM
75,26
-
CC Höganäs Byggkeramik AB
Svezia
15.600.000 SEK
75,26
-
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
6.000.000 NOK
75,26
-
Partek Evers AS
Danimarca
3.300.000 DKK
75,26
-
1.000.000 FF
75,26
-
20.000.000 BEF
75,32
-
Partek Höganäs Céramiques SARL Francia
Techimex NV
Belgio
Non vi sono variazioni rispetto al bilancio consolidato, redatto ai sensi di legge , al 31-12-1995.
Nota 3 - Criteri e tecniche di consolidamento
Per i bilanci delle Società consolidate è stato utilizzato il metodo dell'integrazione globale che consiste nel recepire tutte le
poste dell'attivo e del passivo nella loro interezza, evidenziando la quota di competenza dei soci di minoranza in apposite
voci del patrimonio netto e del conto economico consolidati.
I principali criteri di consolidamento adottati sono i seguenti:
?? Il valore di carico delle partecipazioni consolidate è stato eliminato contro il relativo patrimonio netto al momento del
primo consolidamento e le risultanti differenze, se negative, sono state imputate ad una specifica voce del patrimonio
netto denominata "riserva di consolidamento". Le differenze positive esistenti al 1 Gennaio 1995 ed interamente
riferibili alle Società estere per le quali l’ingresso nell’area di consolidamento è simulato a tale data, rispetto al valore
corrente dell’attivo e del passivo sono state portate, nel caso non sia stato attribuito alle stesse il carattere della
pluriennalità, in detrazione della riserva di consolidamento, oppure sono state attribuite in un'apposita voce
nell'attivo denominata "differenza da consolidamento" che viene ammortizzata a quote costanti in un periodo di dieci
anni, che si ritiene possa essere ragionevolmente considerato il periodo di utilità futura;
?? I risultati conseguiti successivamente al primo consolidamento sono poi stati imputati ad apposita voce del
patrimonio netto consolidato denominata "Utili Portati a nuovo".
?? I bilanci delle Società estere sono convertiti in lire applicando per tutte le attività e passività il cambio in essere a fine
esercizio, e per le poste di conto economico il camb io medio dell'esercizio. Le differenze di conversione emergenti , sia
dalla conversione delle voci del patrimonio netto iniziale ai cambi convenuti di fine anno rispetto a quelli in vigore alla
fine dell’esercizio precedente, sia tra i cambi medi e quelli di fine anno per il conto economico, sono state imputate ad
una apposita voce del patrimonio netto consolidato denominata "Riserva di conversione".
?? I reciproci rapporti di debito e credito, di costi e ricavi, fra Società consolidate e gli effetti di tutte le operazioni di
rilevanza significativa intercorse fra le stesse sono stati eliminati.
?? Le quote di patrimonio netto e gli utili di pertinenza degli azionisti di minoranza sono stati dedotti dal patrimonio netto
e dal risultato consolidato e sono stati esposti separatamente nel patrimonio netto consolidato e nel conto economico
consolidato.
Data di riferimento del bilancio consolidato.
La data di riferimento del bilancio consolidato non differisce da quella di chiusura dei bilanci delle Società incluse nel
consolidamento e viene indicata nel 31-12-1995.
Nota 4 - Criteri di valutazione
I criteri utilizzati nella formazione del bilancio pro-forma chiuso al 31-12-1995 sono i medesimi utilizzati per la formazione
del bilancio consolidato redatto ai sensi di legge al 31-12-1995.
Nota 5 - Allegati
? ? Raccordo del risultato tra bilancio redatto ai sensi di legge e bilancio pro-forma al 31-12-1995
Descrizione
Risultato al Quota di terzi Risultato di
lordo dei terzi
gruppo
Risultato del consolidato redatto ai sensi di legge
4.781
626
4.155
a. Risultati alla data di acquisizione delle controllate estere
1.244
305
939
b. Differenza ammortamenti avviamento
-1.198
-296
-902
Risultato da consolidato pro-forma
4.827
635
4.192
a. Dettaglio risultati alla data di acquisizione
Società
Risultato al
lordo dei terzi
Svezia
758
Germania
1.031
Norvegia
255
Danimarca
187
Francia
310
Finlandia
-1.248
Belgio
-49
Totale
1.244
CC Höganäs Byggkeramik AB
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Höganäs Byggkeramikk AS
Partek Evers AS
Partek Höganäs Céramiques SARL
OY Pukkila AB
Techimex NV
%
Quota terzi
24,74
24,49
24,74
24,74
24,74
24,74
24,68
188
252
63
46
77
-309
-12
305
b. Dettaglio Avviamento
Società
CC Höganäs Byggkeramik AB
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Höganäs Byggkeramikk AS
Partek Evers AS
Partek Höganäs Céramiques Sarl
OY Pukkila AB
Techimex NV
Avviamento
Svezia
Germania
Norvegia
Danimarca
Francia
Finlandia
Belgio
Totale
Ammortamento
10.366
1.396
6.740
2.919
1.851
1.823
725
25.820
A Riserva
Netto
-1.037
-139
-674
-292
-185
-182
9.329
1.257
6.066
2.627
1.666
1.641
-725
-725
-2.509
22.586
c. Dettaglio Ammortamenti Avviamento
Società
CC Höganäs Byggkeramik AB
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Höganäs Byggkeramikk AS
Partek Evers AS
Partek Höganäs Céramiques Sarl
OY Pukkila AB
Techimex NV
Pro-forma
Svezia
Germania
Norvegia
Danimarca
Francia
Finlandia
Belgio
Totale
Consolidato Differenza
ai sensi di
legge
-1.037
-139
-674
-292
-185
-182
-561
-21
-378
-159
-13
-179
-476
-118
-296
-133
-172
-3
-2.509
-1.311
-1.198
%
Quota terzi
24,74
24,49
24,74
24,74
24,74
24,74
24,68
-118
-29
-73
-33
-42
-1
-296
? ? Raccordo del patrimonio netto tra bilancio redatto ai sensi di legge e bilancio pro-forma al 31-12- 1995.
Descrizione
Patrimonio netto da bilancio consolidato redatto ai sensi di legge
Variazione per risultati alla data di
acquisizione
Differenza ammortamenti avviamento
Minor utilizzo riserve per nuovo avviamento Techimex NV
Patrimonio netto da bilancio consolidato pro-forma
Cap.social Risultato
e e riserve di gruppo
di gruppo
35.376
Cap.social
e e riserve
di terzi
4.155
39.531
939
939
-902
-902
37
12
39.605
12.112
37
35.413
Totale
4.192
12.100
Risultato
di terzi
Totale
Totale
626
12.726
52.257
305
305
1.244
-296
-296
12
-1.198
49
635
12.747
52.352
6.d). 2 Bilancio consolidato pro-forma al 31-12-1995
Stato patrimoniale attivo
Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti
Immobilizzazioni
Immateriali
Costi di impianto e di ampliamento
Diritti di brevetto industriale e di utilizzo di opere dell'ingegno
Differenza da consolidamento
Altre
Materiali
Terreni e fabbricati
Impianti e macchinario
Attrezzature industriali e commerciali
Altri beni
Immobilizzazioni in corso e acconti
Finanziarie
Partecipazioni in altre Società
Altri titoli
Azioni proprie
Totale immobilizzazioni
Attivo circolante
Rimanenze
Materie prime, sussidiarie e di consumo
Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati
Prodotti Finiti e merci
Crediti
Verso clienti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
31-12-95
154.656.480
1.507.328.589
22.586.478.704
724.627.621
24.973.091.394
26.207.629.896
36.059.641.008
958.839.280
3.474.815.263
146.374.614
66.847.300.062
302.576.008
302.576.008
15.000.000
0
317.576.008
92.137.967.465
8.223.443.402
1.804.868.380
44.360.843.749
54.389.155.531
59.536.707.486
59.536.707.486
Verso controllanti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
892.917
892.917
Verso altri
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni
Disponibilità liquide
Depositi bancari e postali
Assegni
Denaro e valori in cassa
Totale attivo circolante
Ratei e risconti
vari
Totale attivo
6.583.023.766
1.065.521.177
7.648.544.942
67.186.145.346
6.432.533.429
77.730.318
446.752.383
6.957.016.131
128.532.317.008
906.270.750
906.270.750
221.576.555.222
Stato patrimoniale passivo
Patrimonio netto
Capitale
Riserva da sovrapprezzo delle azioni
Riserva di rivalutazione
Riserva legale
Altre Riserve
Riserva Consolidamento
Riserva Conversione
Utile (perdita) dell'esercizio
Capitale e riserve di terzi
Totale
Fondi per rischi e oneri
Fondi di trattamento di quiescenza e obblighi simili
Fondi per imposte
Altri
Totale
Trattamento fine rapporto di lavoro subordinato
Debiti
Debiti verso banche
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
Acconti
Debiti verso fornitori
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
Debiti verso controllanti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
31-12-95
10.000.000.000
1.356.000.000
670.492.586
287.069.628
21.630.975.510
2.484.788.077
-1.016.543.158
4.191.764.169
12.746.935.620
52.351.482.432
5.358.986.578
981.342.889
4.924.680.760
11.265.010.226
7.682.721.116
43.959.592.358
44.272.880.047
88.232.472.405
2.691.000
37.000.569.506
2.711.666.670
39.712.236.176
1.562.624.853
1.562.624.853
Debiti tributari
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
5.261.679.697
5.261.679.697
Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
2.772.301.338
2.772.301.338
Altri debiti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
11.129.929.678
11.129.929.678
Totale
Ratei e risconti
vari
148.673.935.146
Totale passivo
221.576.555.222
1.603.406.302
1.603.406.302
Conto economico
Valore della produzione
Ricavi delle vendite e delle prestazioni
Variaz. delle rimanenze di prodotti in lavorazione, semilav.e finiti
Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni
Altri ricavi e proventi:
- vari
Totale valore della produzione
Costi della produzione
Per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci
Per servizi
Per godimento di beni di terzi
Per il personale
a) Salari e stipendi
b) Oneri sociali
c) Trattamento di fine rapporto
d) Trattamento di quiescenza e simili
e) Altri costi
Totale spese per il personale
Ammortamenti e svalutazioni
a) Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali
b) Ammortamento delle immobilizzazioni materiali
c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
d) Svalutazioni dei crediti compresi nell’attivo circolante e delle disponibilità
liquide
Variaz. delle rimanenze di mat. prime,sussidiarie, consumo e merci
Accantonamento per rischi
Altri accantonamenti
Oneri diversi di gestione
Totale costi della produzione
Differenza tra valore e costi di produzione
Proventi e oneri finanziari
Proventi da partecipazioni
Altri proventi finanziari:
a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni
c) da titoli iscritti nell’attivo circolante
d) proventi diversi dai precedenti:
- altri
Interessi e altri oneri finanziari:
- altri
Totale proventi e oneri finanziari
Rettifiche di valore di attività finanziarie
Proventi e oneri straordinari
Proventi vari
Oneri vari
Totale delle partite straordinarie
31-12-95
274.447.789.479
-4.497.339.899
180.768.871
2.364.012.328
2.364.012.328
272.495.230.779
87.386.264.352
62.766.929.569
7.901.007.453
54.440.043.509
16.860.613.952
1.770.124.423
1.015.345.582
1.564.601.204
75.650.728.670
3.029.210.589
13.849.607.730
0
1.080.369.330
17.959.187.649
1.534.978.753
689.081.453
3.684.736.295
257.572.914.193
14.922.316.586
1.297.565
900.000
3.906.892.270
10.841.721.609
-6.932.631.774
-2.217.810.275
-3.231.947.310
-1.014.136.831
Risultato prima delle imposte
6.975.547.980
Imposte sul reddito dell'esercizio
Risultato dell'esercizio inclusa quota di terzi
Risultato dell'esercizio di pertinenza dei terzi
2.148.733.605
4.826.814.375
635.050.206
Risultato dell'esercizio
4.191.764.169
In appendice n. 9 è riportata la “Comfort letter” rilasciata dalla Società di Revisione.
7. Informazioni riguardanti singolarmente le Società del gruppo Ricchetti
Si riportano di seguito l'andamento ed i principali avvenimenti che hanno caratterizzato le Società del gruppo Ricchetti,
nonché una sintesi delle principali informazioni economiche e patrimoniali delle Società nell’ultimo triennio. Per una più
facile lettura, tali informazioni sono state tradotte in lire utilizzando per il conto economico il cambio medio dell’esercizio e
per lo stato patrimoniale quello di fine anno.
Come esposto al precedente Punto 6.c) , solo le società Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. e Ricchetti Ceramic Inc.
rientrano nell’area di consolidamento per gli esercizi 1993 e 1994, mentre tutte le altre società vi sono entrate nel corso
dell’esercizio 1995.
7.a) CC Höganäs Byggkeramik AB - Svezia
Si riportano di seguito i bilanci della CC Höganäs Byggkeramik AB degli ultimi tre esercizi riclassificati secondo i criteri
dell’analisi finanziaria.
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
(L./Mil.)
31-12-94
(L./Mil.)
31-12-95
(L./Mil.)
Cassa e Banche
1.288
1.217
399
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
1.288
1.217
399
853
4.217
3.579
Clienti
7.835
7.456
6.312
Crediti Diversi a Breve Termine
2.704
346
439
Ratei e risconti attivi
1.695
1.986
902
LIQUIDITA’ DIFFERITE
13.087
14.005
11.232
MAGAZZINO
19.264
17.936
17.135
ATTIVO CORRENTE
33.639
33.158
28.766
9.947
10.450
7.534
57
3
6
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
777
293
14
Oneri Pluriennali
896
856
1.277
1.730
1.152
1.297
45.316
44.760
37.597
Banche
1.582
1.667
5.548
Debiti v. soc. controllate ,collegate e controllante
5.985
6.051
3.110
Fornitori
5.282
7.221
4.677
Debiti diversi a breve termine
3.857
3.724
4.406
Ratei e risconti passivi
1.070
867
343
17.776
19.530
18.084
-
-
-
13.335
14.221
2.395
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
4.689
3.886
1.825
Debiti diversi a medio/ lungo termine
1.571
1.923
4.175
19.595
20.030
8.395
3.200
3.413
3.736
Crediti v. società collegate,controllate e controllante
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
Partecipazioni
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
TOTALE IMPIEGHI
PASSIVO A BREVE TERMINE
Fondo T.F.R.
Debiti finanz. v. controllante a medio/lungo termine
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
Capitale Sociale
Riserve
Reddito di esercizio
CAPITALE NETTO
TOTALE FONTI
3.982
4.866
11.344
763
(3.079)
-3.962
7.945
5.200
11.118
45.316
44.760
37.597
CONTO ECONOMICO
Ricavi di vendita e delle prestazioni
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
Altri ricavi e proventi
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
62.108
61.017
64.160
2.279
(1.741)
(2.014)
538
201
1.050
64.925
59.477
63.196
(34.128)
(32.776)
(33.636)
Prestazioni di servizi
(9.746)
(8.734)
(10.183)
Costi per godimento beni di terzi
(1.701)
1.371)
(1.633)
718
(750)
(193)
(269)
(214)
(487)
B - VALORE AGGIUNTO
19.799
15.632
17.064
Costo per il personale
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
Variazione delle rimanenze delle materie prime
sussidiarie, di consumo e di merci
Oneri diversi di gestione
13.726
(13.663)
(13.035)
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
6.073
1.969
4.029
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
(121)
(125)
(69)
(1.680)
(1.759)
(1.723)
Accantonamento ai fondi
(473)
(336)
Accantonamento per rischi
(477)
(225)
Ammortamento immobilizzazioni materiali
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
D - RISULTATO OPERATIVO
Proventi finanziari
Oneri finanziari da controllante
Altri oneri finanziari
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
STRAORDINARIA E DELLE IMPOSTE
(140)
3.322
109
742
(1.712)
(134)
(882)
(749)
(2.015)
981
(2.828)
388
537
1.649
97
Oneri straordinari
G - RISULTATO NETTO
1.795
545
Proventi vari
Imposte sul reddito d’esercizio
(476)
(2.004)
Plusvalenze da alienazioni
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
(302)
981
(885)
5.995
(3.079)
(3.958)
(218)
763
(4)
(3.079)
(3.962)
La perdita dell’esercizio 1995 di circa 17 milioni di corone svedesi, pari a circa 3,9 miliardi di lire (al cambio medio
dell'esercizio), è dovuta in buona parte alla svalutazione di immobili e impianti dei quali, a seguito della ristrutturazione del
processo produttivo, è stata decisa la dismissione. Anche il magazzino prodotti finiti è stato svalutato per la parte relativa
alle produzioni cessate, allo scopo di adeguare la valutazione ai minori prezzi che inevitabilmente si dovranno praticare
per quei prodotti non più a listino.
La ristrutturazione industriale, che si andrà a concludere nei primi mesi del 1996, prevede la concentrazione della
produzione in un unico stabilimento e , a parità di volumi produttivi, consentirà di operare con un organico inferiore di
circa 40 unità.
Il fatturato lordo del 1995 è stato di circa 281 milioni di corone svedesi, pari a circa 64 miliardi di lire, ed è stato realizzato
per 212 milioni di corone svedesi a fronte di cessione di prodotti ceramici e per 69 milioni di corone svedesi a fronte di
materiale per costruzioni. E' inoltre da sottolineare che di tale fatturato circa il 23% è nei confronti di società del gruppo
(principalmente Norvegia per il 10%, Danimarca per il 7% e Finlandia per il 3%) e circa il 6% è realizzato al di fuori della
Svezia, e comunque principalmente in altri paesi europei.
La perdita di esercizio subita non è ritenuta espressione di una durevole diminuzione di valore della partecipata, in
quanto imputabile ai costi straordinari della ristrutturazione la cui finalità è quella di accrescere stabilmente la redditività
della società.
A ciò si deve infine, ma non da ultimo, aggiungere l'importanza sostanziale che la società riveste con il suo noto marchio
Partek Höganäs ora sostituito dal nuovo marchio CC Höganäs Byggkeramik e con il suo effetto trainante, per la
commercializzazione nel nord Europa di tutti i prodotti del gruppo Ricchetti.
7.b) OY Pukkila AB - Finlandia
Si riportano di seguito i bilanci della OY Pukkila AB degli ultimi tre esercizi riclassificati secondo i criteri dell’analisi
finanziaria.
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Cassa e Banche
460
1.099
1.953
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
460
1.099
1.953
Crediti v. società controllate,collegate e controllante
2.370
1.648
1.524
Clienti
2.653
2.613
2.349
-
-
81
Ratei e risconti attivi
2.096
1.673
286
LIQUIDITA’ DIFFERITE
7.119
5.934
4.240
MAGAZZINO
10.545
8.723
6.292
ATTIVO CORRENTE
18.124
15.756
12.485
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
12.363
12.511
9.419
3.695
1.901
47
-
-
15
364
368
40
4.059
2.269
102
34.546
30.536
22.006
-
66
65
765
804
316
1.996
2.214
1.135
314
300
2.700
Ratei e risconti passivi
3.766
5.876
408
PASSIVO A BREVE TERMINE
6.841
9.260
4.624
Crediti Diversi a Breve Termine
Partecipazioni
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
Oneri Pluriennali
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
TOTALE IMPIEGHI
Banche
Debiti v. soc. controllate, collegate e controllante
Fornitori
Debiti diversi a breve termine
Fondo T.F.R.
Debiti finanz. v. controllante a medio/lungo termine
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
Debiti diversi a medio/ lungo termine
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
Capitale Sociale
22.433
25.825
-
872
877
866
94
-
2.291
23.399
26.702
3.157
8.860
10.293
10.929
Riserve
(3.340)
(6.316)
10.738
Reddito di esercizio
(1.214)
(9.403)
-7.442
4.306
(5.426)
14.225
34.546
30.536
22.006
CAPITALE NETTO
TOTALE FONTI
CONTO ECONOMICO
Ricavi di vendita e delle prestazioni
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
36.862
36.149
39.604
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
(38)
(1.590)
(1.764)
Altri ricavi e proventi
117
144
708
36.941
34.703
38.548
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
(14.980)
(12.863)
(14.327)
Prestazioni di servizi
(6.427)
(7.560)
(6.942)
Costi per godimento beni di terzi
(1.888)
(2.414)
(2.811)
Variazione delle rimanenze delle materie prime
sussidiarie, di consumo e di merci
(38)
(1.591)
(1.270)
Oneri diversi di gestione
(60)
(1.593)
(16)
13.548
8.682
13.182
(10.248)
(13.185)
(12.005)
3.300
(4.503)
1.177
(79)
(182)
(87)
(2.097)
(2.390)
(3.180)
B - VALORE AGGIUNTO
Costo per il personale
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Ammortamento immobilizzazioni materiali
Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
-
(1.259)
Accantonamento per rischi
-
(1.973)
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
-
-
D - RISULTATO OPERATIVO
Proventi finanziari
1.124
(7.075)
(5.321)
585
412
316
Oneri finanziari da controllante
(491)
Altri oneri finanziari
(2.923)
(2.740)
(1.946)
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
STRAORDINARIA E DELLE IMPOSTE
(1.214)
(9.403)
(7.442)
(1.214)
(9.403)
(7.442)
(1.214)
(9.403)
(7.442)
Plusvalenze da alienazioni
Oneri straordinari
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
Imposte sul reddito d’esercizio
G - RISULTATO NETTO
Il bilancio d'esercizio 1995 della OY Pukkila AB si è chiuso con una perdita di circa 20 milioni di marchi finlandesi, pari a
circa 7,4 miliardi di lire (al cambio medio dell'esercizio).
Il fatturato lordo del 1995 è stato di circa 106 milioni di marchi finlandesi, pari a circa 40 miliardi di lire, ed è stato realizzato
per il 24% con vendite a società del gruppo (principalmente verso la collegata svedese) e per il rimanente sul mercato
finlandese.
Nel finire dell'esercizio, anche in conseguenza del cambiamento di strategia, è stata decisa una importante ristrutturazione
industriale che prevede la concentrazione della produzione in un'unica linea produttiva, con conseguente riduzione di
circa il 50% della forza lavoro a fronte di una diminuzione della capacità produttiva di circa il 30%.
La deliberata riduzione permanente della capacità produttiva è stata consigliata da una nuova valutazione delle
prospettive temporali di inversione di tendenza del mercato finlandese, almeno nel breve-medio periodo, in special modo
nel settore delle nuove costruzioni, nel quale la tipologia produttiva della società è particolarmente rappresentativa.
A fronte di un andamento della domanda che non consentiva un soddisfacente utilizzo di una delle due linee produttive
con conseguenti effetti negativi in termini di costi unitari, e della possibilità di fronteggiare una possibile ripresa tramite le
produzioni, che verranno appositamente introdotte, da altre Società del gruppo ed in special modo da Gruppo Ceramiche
Ricchetti S.p.A., la decisione di una stabile riduzione sia dei valori produttivi attuali sia della capacità assoluta, è apparsa
inevitabile.
7.c) Höganäs Byggkeramikk AS - Norvegia
Si riportano di seguito i bilanci della Höganäs Byggkeramikk AS degli ultimi tre esercizi riclassificati secondo i criteri
dell’analisi finanziaria.
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Cassa e Banche
179
229
149
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
179
229
149
Crediti v. società controllate,collegate e controllante
120
11
44
2.176
2.577
3.176
216
16
167
78
246
42
LIQUIDITA’ DIFFERITE
2.590
2.850
3.429
MAGAZZINO
2.683
1.755
2.089
ATTIVO CORRENTE
5.452
4.834
5.667
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
2.787
2.469
2.386
95
100
167
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
-
-
40
Oneri Pluriennali
-
-
-
95
100
207
8.334
7.403
8.260
91
96
901
662
1.716
2.309
1.118
1.178
1.413
Debiti diversi a breve termine
757
609
835
Ratei e risconti passivi
259
486
17
2.887
4.085
5.475
Clienti
Crediti Diversi a Breve Termine
Ratei e risconti attivi
Partecipazioni
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
TOTALE IMPIEGHI
Banche
Debiti v. soc. controllate, collegate e controllante
Fornitori
PASSIVO A BREVE TERMINE
Fondo T.F.R.
-
-
-
Debiti finanz. v. controllante a medio/lungo termine
1.956
1.370
-
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
2.319
1.936
1.052
-
-
-
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
4.275
3.306
1.052
Capitale Sociale
1.252
1.319
1.503
Riserve
2.148
(142)
46
(2.228)
(1.165)
184
CAPITALE NETTO
1.172
12
1.733
TOTALE FONTI
8.334
7.403
8.260
Debiti diversi a medio/ lungo termine
Reddito di esercizio
CONTO ECONOMICO
Ricavi di vendita e delle prestazioni
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
21.127
23.465
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
Altri ricavi e proventi
26.786
-
424
419
497
21.551
23.884
27.283
(16.267)
(17.061)
(19.504)
(1.456)
(2.121)
(2.771)
(939)
(785)
(892)
-
-
-
(1.209)
(1.188)
(210)
1.680
2.729
3.906
Costo per il personale
(2.856)
(3.319)
(3.109)
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
(1.176)
(590)
797
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
Prestazioni di servizi
Costi per godimento beni di terzi
Variazione delle rimanenze delle materie prime
sussidiarie, di consumo e di merci
Oneri diversi di gestione
B - VALORE AGGIUNTO
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Ammortamento immobilizzazioni materiali
-
-
(469)
(299)
(307)
Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
-
-
-
Accantonamento per rischi
-
-
-
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
-
-
-
(1.645)
(889)
490
157
141
215
D - RISULTATO OPERATIVO
Proventi finanziari
Oneri finanziari da controllante
Altri oneri finanziari
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
STRAORDINARIA E DELLE IMPOSTE
-
-
(740)
(417)
(521)
(2.228)
(1.165)
184
(2.228)
(1.165)
184
Plusvalenze da alienazioni
Oneri straordinari
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
Imposte sul reddito d’esercizio
G - RISULTATO NETTO
(2.228)
(1.165)
184
Il bilancio d'esercizio 1995 della Höganäs Byggkeramikk AS si è chiuso con un utile di 713 mila corone norvegesi, pari a
circa 184 milioni di lire (al cambio medio dell'esercizio).
Il fatturato lordo del 1995 è stato di circa 104 milioni di corone norvegesi, pari a circa 27 miliardi di lire, ed è
esclusivamente rivolto al mercato norvegese.
L'attività commerciale si sviluppa per circa il 60% nei materiali ceramici e per il restante 40% nei materiali da costruzione,
inclusi i collanti per la posa delle piastrelle, acquistati da terzi.
Dopo un lungo periodo di trend negativo per il settore edilizio, il mercato norvegese delle costruzioni si sta lentamente
risvegliando a beneficio di aziende che, come Höganäs, vantano da anni importanti quote di mercato.
La sede principale dell'attività è stata trasferita, tra gli ultimi mesi del 1995 ed i primi del 1996, in una sede più idonea alla
rappresentatività commerciale del marchio Höganäs in Norvegia. I vantaggi consistono nella migliore dislocazione
logistica nel centro commerciale della capitale norvegese, nonché in una più idonea organizzazione degli uffici e della
rinnovata sala mostra, che consentirà una più completa e migliore presentazione dei prodotti di tutto il gruppo Ricchetti.
Inoltre la Società è rappresentata nell'estremo nord del paese da una seconda sede di proprietà che funziona
autonomamente dal punto di vista distributivo, pur essendo amministrativamente collegata alla sede centrale.
7.d) Klingenberg Dekoramik Gmbh - Germania
Si riportano di seguito i bilanci della Klingenberg Dekoramik Gmbh degli ultimi tre esercizi riclassificati secondo i criteri
dell’analisi finanziaria.
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Cassa e Banche
503
148
200
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
503
148
200
Crediti v. società collegate e controllante
957
840
863
1.621
1.720
2.595
67
393
157
-
-
-
LIQUIDITA’ DIFFERITE
2.645
2.953
3.615
MAGAZZINO
7.118
8.707
7.484
ATTIVO CORRENTE
10.266
11.808
11.299
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
10.543
9.582
8.920
22
23
24
Clienti
Crediti Diversi a Breve Termine
Ratei e risconti attivi
Partecipazioni
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
-
-
Oneri Pluriennali
247
189
120
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
269
212
144
21.078
21.602
20.363
829
1.845
3.093
2.672
1.217
195
TOTALE IMPIEGHI
Banche
Debiti v. soc. controllante e collegate
Fornitori
2.154
2.246
730
Debiti diversi a breve termine
1.528
1.472
1.698
651
416
7.834
7.196
5.716
Fondo T.F.R.
-
-
-
Debiti finanz. v. controllante a medio/lungo termine
-
-
-
363
281
-
Debiti diversi a medio/ lungo termine
3.111
2.904
2.964
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
3.474
3.185
2.964
Capitale Sociale
7.860
8.354
8.814
Riserve
1.451
1.859
1.721
459
1.008
1.148
9.770
11.221
11.683
21.078
21.602
20.363
Ratei e risconti passivi
PASSIVO A BREVE TERMINE
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
Reddito di esercizio
CAPITALE NETTO
TOTALE FONTI
CONTO ECONOMICO
Ricavi di vendita e delle prestazioni
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
29.176
26.803
32.024
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
903
1.303
(1.451)
Altri ricavi e proventi
260
372
439
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
30.339
28.478
31.012
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
(6.459)
(5.783)
(5.892)
Prestazioni di servizi
(6.960)
(6.786)
(6.703)
Costi per godimento beni di terzi
(439)
(585)
(702)
Variazione delle rimanenze delle materie prime
sussidiarie, di consumo e di merci
(841)
(219)
(301)
Oneri diversi di gestione
(292)
(151)
(317)
15.348
14.954
17.097
(12.067)
(11.071)
(12.312)
3.281
3.883
4.785
(68)
(72)
(81)
(1.851)
(2.121)
(2.454)
B - VALORE AGGIUNTO
Costo per il personale
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Ammortamento immobilizzazioni materiali
Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
Accantonamento per rischi
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
D - RISULTATO OPERATIVO
Proventi finanziari
Oneri finanziari da controllante
-
-
(104)
(60)
(200)
-
(27)
(56)
1.258
1.603
1.994
230
181
609
-
Altri oneri finanziari
(1.204)
(1.072)
(1.238)
284
712
1.365
Proventi straordinari
222
496
Oneri straordinari
(47)
(118)
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
459
1.090
1.365
(82)
(217)
1.008
1.148
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
STRAORDINARIA E DELLE IMPOSTE
Plusvalenze da alienazioni
Imposte sul reddito d’esercizio
G - RISULTATO NETTO
459
Il bilancio d'esercizio 1995 della Klingenberg Dekoramik Gmbh si è chiuso con un utile di 1 milione di marchi tedeschi,
pari a circa 1.148 milioni di lire (al cambio medio dell'esercizio).
Il fatturato lordo del 1995 è stato di circa 28 milioni di marchi tedeschi, pari a circa 32 miliardi di lire, ed è rivolto per circa il
10% verso società del gruppo (soprattutto Svezia e Danimarca) e per il rimanente è principalmente rivolto verso il mercato
tedesco (70%).
Questa struttura produttiva è stata razionalizzata negli ultimi 3 anni con una riduzione di circa il 50% del personale
produttivo.
L'importanza del marchio consente alla struttura commerciale di realizzare ricavi unitari ampiamente superiori a quelli di
prodotti analoghi di diversa provenienza. Tuttavia le diseconomie produttive, dovute quasi esclusivamente alla
configurazione dello stabilimento e di conseguenza degli impianti, non consentono di realizzare interamente il margine
che da tale ricavo si potrebbe guadagnare.
La Società rappresenta inoltre con mandato di agenzia il prodotto Ricchetti in Germania con soddisfacenti risultati in
termini di volume e ricavo medio.
7.e) Partek Evers AS - Danimarca
Si riportano di seguito i bilanci della Partek Evers AS degli ultimi tre esercizi riclassificati secondo i criteri dell’analisi
finanziaria.
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.225)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Cassa e Banche
226
529
628
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
226
529
628
-
14
32
1.041
1.262
880
232
71
193
-
19
-
LIQUIDITA’ DIFFERITE
1.273
1.366
1.105
MAGAZZINO
2.296
1.345
1.394
ATTIVO CORRENTE
3.795
3.240
3.127
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
1.632
55
109
Crediti v. società collegate e controllante
Clienti
Crediti Diversi a Breve Termine
Ratei e risconti attivi
Partecipazioni
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
216
Oneri Pluriennali
837
790
556
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
837
790
772
6.264
4.085
4.008
9
696
-
Debiti v. soc. controllate , collegate e controllante
335
968
956
Fornitori
644
871
843
2.656
373
1.150
-
-
-
3.644
2.908
2.949
TOTALE IMPIEGHI
Banche
Debiti diversi a breve termine
Ratei e risconti passivi
PASSIVO A BREVE TERMINE
Fondo T.F.R.
-
Debiti finanz. v. controllante a medio/lungo termine
-
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
-
800
-
Debiti diversi a medio/ lungo termine
2.060
1.622
-
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
2.060
2.422
-
Capitale Sociale
2.527
591
942
Riserve
(3.635)
(89)
(65)
Reddito di esercizio
(1.668)
(1.747)
182
560
(1.245)
1.059
6.264
4.085
4.008
CAPITALE NETTO
TOTALE FONTI
CONTO ECONOMICO
Ricavi di vendita e delle prestazioni
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
10.947
13.736
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
Altri ricavi e proventi
15.861
-
16
83
15
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
10.963
13.819
15.876
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
(7.767)
(9.233)
(10.457)
Prestazioni di servizi
(1.264)
(1.957)
(1.702)
(790)
(678)
(644)
-
(191)
80
Costi per godimento beni di terzi
Variazione delle rimanenze delle materie prime
sussidiarie, di consumo e di merci
Oneri diversi di gestione
B - VALORE AGGIUNTO
Costo per il personale
-
-
1.142
1.760
3.153
(2.213)
(2.608)
(2.605)
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Ammortamento immobilizzazioni materiali
(1.071)
(848)
548
(132)
(89)
(103)
(67)
(23)
(27)
Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
-
Accantonamento per rischi
-
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
-
D - RISULTATO OPERATIVO
Proventi finanziari
Oneri finanziari da collegate
Altri oneri finanziari
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
(73)
(32)
(1.270)
(1.033)
386
100
144
141
(4)
-
(485)
(259)
(345)
(1.659)
(1.148)
182
(9)
(599)
(1.668)
(1.747)
182
(1.668)
(1.747)
182
STRAOR-DINARIA E DELLE IMPOSTE
Plusvalenze da alienazioni
Oneri straordinari
F- RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
Imposte sul reddito d’esercizio
G- RISULTATO NETTO
Il bilancio d'esercizio 1995 della Partek Evers AS si è chiuso con un utile di 627 mila corone danesi, pari a circa 182 milioni
di lire (al cambio medio dell'esercizio).
Il fatturato lordo del 1995 è stato di circa 54 milioni di corone danesi, pari a circa 16 miliardi di lire, ed è rivolto quasi
esclusivamente verso il mercato interno .
La Società nell’esercizio ha concentrato tutta la sua attività nella sede centrale di Copenhagen dove promuove in una
sala mostra di altissimo livello qualitativo e di immagine, tutti i prodotti del gruppo rivolgendosi alla miglior clientela del
mercato.
Anche questa Società commercializza, per il 15% del suo fatturato, prodotti accessori alla posa delle piastrelle acquistati
da terzi.
7.f) Partek Höganäs Céramiques S.a.r.l. - Francia
Si riportano di seguito i bilanci della Partek Höganäs Céramiques S.a.r.l. degli ultimi tre esercizi riclassificati secondo i
criteri dell’analisi finanziaria.
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Cassa e Banche
822
581
358
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
822
581
358
5
39
15
1.369
1.645
2.015
Crediti v. società controllate, collegate e controllante
Clienti
Crediti Diversi a Breve Termine
Ratei e risconti attivi
LIQUIDITA’ DIFFERITE
MAGAZZINO
ATTIVO CORRENTE
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
-
156
64
203
95
1.438
1.887
2.281
696
524
649
2.956
2.992
3.288
364
1.068
1.036
Partecipazioni
-
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
-
-
Oneri Pluriennali
-
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
-
TOTALE IMPIEGHI
3.320
Banche
4.060
4.324
74
84
Debiti v. soc. controllate , collegate e controllante
354
381
350
Fornitori
415
465
707
Debiti diversi a breve termine
Ratei e risconti passivi
PASSIVO A BREVE TERMINE
87
562
622
712
1
1.478
1.632
1.704
Fondo T.F.R.
-
Debiti finanz. v. controllante a medio/lungo termine
-
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
474
422
Debiti diversi a medio/ lungo termine
376
263
227
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
376
737
649
Capitale Sociale
290
303
323
Riserve
833
1220
1.502
Reddito di esercizio
343
168
146
CAPITALE NETTO
1.466
1.691
1.971
TOTALE FONTI
3.320
4.060
4.324
CONTO ECONOMICO
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Ricavi di vendita e delle prestazioni
6.620
6.366
6.651
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
(283)
(181)
111
74
171
185
6411
6.356
6.947
(3.144)
(2.964)
(3.299)
Prestazioni di servizi
(397)
(465)
(965)
Costi per godimento beni di terzi
(118)
(123)
(106)
Altri ricavi e proventi
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
Variazione delle rimanenze delle materie prime
(15)
(20)
sussidiarie, di consumo e di merci
Oneri diversi di gestione
(416)
(543)
(115)
B - VALORE AGGIUNTO
2.321
2.261
2.442
(1.471)
(1.766)
(1.905)
850
495
537
Costo per il personale
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Ammortamento immobilizzazioni materiali
(139)
(163)
Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
Accantonamento per rischi
(179)
-
(33)
(1)
(123)
(1)
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
(17)
(43)
(55)
D - RISULTATO OPERATIVO
538
287
297
47
23
7
Altri accantonamenti
Proventi finanziari
Oneri finanziari da controllante
(6)
-
Altri oneri finanziari
(72)
(62)
(46)
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
513
248
258
513
248
258
(170)
(80)
(112)
343
168
146
STRAORDINARIA E DELLE IMPOSTE
Plusvalenze da alienazioni
Oneri straordinari
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
Imposte sul reddito d’esercizio
G - RISULTATO NETTO
Il bilancio d'esercizio 1995 della Partek Höganäs Céramiques S.a.r.l. si è chiuso con un utile di 448 mila franchi francesi,
corrispondenti a circa 146 milioni di lire (al cambio medio dell'esercizio).
Il fatturato lordo del 1995 è stato di circa 20 milioni di franchi francesi, pari a circa 7 miliardi di lire, ed è rivolto quasi
esclusivamente al mercato interno .
La Società produce collanti che fornisce ad una clientela specifica (società alimentari) in combinazione con la posa delle
piastrelle prodotte dalla consociata svedese, in una forma contrattuale di servizio completo.
Il fatturato si sviluppa per circa il 50% sulla vendita di piastrelle e per il rimanente 50% su collanti e sulla posa delle
stesse.
7.g) Techimex NV - Belgio
Si riportano di seguito i bilanci della Techimex NV relativi agli esercizi 1994 (data inizio attività 1-9-94) e 1995 riclassificati
secondo i criteri dell’analisi finanziaria.
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Cassa e Banche
114
147
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
114
147
70
146
1.994
1.362
Crediti Diversi a Breve Termine
696
87
Ratei e risconti attivi
102
42
LIQUIDITA’ DIFFERITE
2.862
1.637
MAGAZZINO
1.061
866
ATTIVO CORRENTE
4.037
2.650
33
20
Crediti v. società controllate, collegate e controllante
Clienti
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
Partecipazioni
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
12
Oneri Pluriennali
-
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
TOTALE IMPIEGHI
12
4.070
Banche
2.682
34
Debiti v. soc. controllate , collegate e controllante
650
439
Fornitori
798
709
Debiti diversi a breve termine
296
246
7
-
1.751
1.428
Ratei e risconti passivi
PASSIVO A BREVE TERMINE
Fondo T.F.R.
Debiti finanz. v. controllante a medio/lungo termine
1.604
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
Debiti diversi a medio/ lungo termine
1.274
-
376
91
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
1.980
1.365
Capitale Sociale
1.019
1.076
(36)
(705)
(644)
(482)
Riserve
Reddito di esercizio
CAPITALE NETTO
(111)
4.070
2.682
TOTALE FONTI
339
CONTO ECONOMICO
Ricavi di vendita e delle prestazioni
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
2.133
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
Altri ricavi e proventi
5.908
23
22
26
2.155
5.957
(1.327)
(3.306)
Prestazioni di servizi
(300)
(773)
Costi per godimento beni di terzi
(122)
(403)
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
Variazione delle rimanenze delle materie prime
(285)
sussidiarie, di consumo e di merci
Oneri diversi di gestione
(52)
(139)
B - VALORE AGGIUNTO
354
1.051
Costo per il personale
(579)
(1.506)
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
(225)
(455)
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Ammortamento immobilizzazioni materiali
(9)
Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
-
Accantonamento per rischi
Altri accantonamenti
(94)
(327)
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
D - RISULTATO OPERATIVO
(22)
(120)
(561)
(691)
12
26
Oneri finanziari da controllante
(53)
(56)
Altri oneri finanziari
(42)
(151)
(644)
(872)
Proventi finanziari
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
STRAORDINARIA E DELLE IMPOSTE
Proventi straordinari
Oneri straordinari
390
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
(644)
(482)
Imposte sul reddito d’esercizio
G - RISULTATO NETTO
(644)
(482)
Il bilancio d'esercizio 1995 della Techimex NV si è chiuso con una perdita di circa 9 milioni di franchi belgi, pari a circa 482
milioni di lire (al cambio medio dell'esercizio).
Il fatturato lordo del 1995 è stato di circa 107 milioni di franchi belgi, pari a circa 6 miliardi di lire, ed è rivolto quasi
esclusivamente verso il mercato interno.
La Società, nei primi mesi del 1995, ha interrotto un contratto di agenzia con uno dei primari concorrenti che durava da 25
anni. Con l'acquisizione della Società si era inteso sostituire la promozione dei prodotti concorrenti con quella delle
ceramiche prodotte dal gruppo sfruttando l'introduzione decennale del marchio Techimex.
Il venir meno di persone chiave a livello commerciale ha impedito il tentativo di "sostituzione" presso quell'affezionata
clientela di architetti con i quali da tempo la Società aveva instaurato un rapporto di fiducia.
Di conseguenza le prospettive di sviluppo considerate nei primi mesi del 1995, all’atto dell’acquisizione, si sono
drasticamente ridimensionate al punto da rendere necessaria la svalutazione integrale della partecipazione detenuta dalla
Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
La partecipazione è destinata, qualora si raggiungano accordi soddisfacenti, ad essere ceduta a terzi affinché si
distribuiscano nel Paese i prodotti del gruppo Ricchetti.
7.h) Klingenberg Italia S.r.l . - Italia
Si riportano di seguito i bilanci della Klingenberg Italia S.r.l. degli ultimi tre esercizi riclassificati secondo i criteri
dell’analisi finanziaria.
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Cassa e Banche
-
-
-
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
-
-
-
37
56
30
7
-
-
98
30
5
-
-
-
LIQUIDITA’ DIFFERITE
142
86
35
MAGAZZINO
491
338
292
ATTIVO CORRENTE
633
424
327
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
-
-
-
Partecipazioni
-
-
-
110
52
54
2
2
1
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
112
54
55
TOTALE IMPIEGHI
745
478
382
31
236
165
-
138
603
189
35
1
10
2
-
-
635
435
340
Fondo T.F.R.
-
-
-
Debiti finanz. v. controllante a medio/lungo termine
-
-
-
79
-
-
-
-
-
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
79
-
-
Capitale Sociale
20
20
20
Riserve
9
11
23
Reddito di esercizio
2
12
-
Crediti v. società controllate, collegate e controllante
Clienti
Crediti Diversi a Breve Termine
Ratei e risconti attivi
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
Oneri Pluriennali
Banche
Debiti v. soc. controllate , collegate e controllante
Fornitori
Debiti diversi a breve termine
Ratei e risconti passivi
PASSIVO A BREVE TERMINE
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
Debiti diversi a medio/ lungo termine
CAPITALE NETTO
TOTALE FONTI
CONTO ECONOMICO
Ricavi di vendita e delle prestazioni
31
43
43
745
478
383
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
216
552
389
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
Altri ricavi e proventi
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
36
216
552
425
(534)
(292)
(290)
Prestazioni di servizi
(53)
(54)
(31)
Costi per godimento beni di terzi
(24)
(24)
(24)
Variazione delle rimanenze delle materie prime
391
(153)
(45)
Oneri diversi di gestione
(2)
(2)
(7)
B - VALORE AGGIUNTO
(6)
27
28
-
-
-
(6)
27
28
(1)
(1)
Ammortamento immobilizzazioni materiali
-
-
Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
-
-
Accantonamento per rischi
-
-
Altri accantonamenti
-
-
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
sussidiarie, di consumo e di merci
Costo per il personale
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
(1)
-
-
D - RISULTATO OPERATIVO
(7)
26
27
9
4
2
-
-
Proventi finanziari
Oneri finanziari da controllante
Altri oneri finanziari
(7)
(15)
(22)
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
(5)
15
7
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
10
(2)
3
10
(1)
24
7
Imposte sul reddito d’esercizio
G - RISULTATO NETTO
(1)
2
(12)
12
7
-
STRAORDINARIA E DELLE IMPOSTE
Proventi straordinari
Oneri straordinari
Il bilancio d'esercizio 1995 della Klingenberg Italia S.r.l. si è chiuso in sostanziale pareggio
Il fatturato del 1995 è stato di circa 389 milioni di lire ed è rivolto quasi esclusivamente verso la controllante Klingenberg
Dekoramik Gmbh- Germania .
7.i) Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. (ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.)
Si riportano di seguito i bilanci della Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. degli ultimi tre esercizi riclassificati secondo i
criteri dell’analisi finanziaria.
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Cassa e Banche
8.114
5.377
3.065
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
8.114
5.377
3.065
658
8
2.066
41.782
42.260
40.238
1.041
1.029
5.185
85
137
144
LIQUIDITA’ DIFFERITE
43.566
43.434
47.633
MAGAZZINO
17.712
18.162
19.030
ATTIVO CORRENTE
69.392
66.973
69.728
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
38.977
34.771
35.356
94
94
65.688
-
3.608
1.623
538
391
382
271
393
2.099
903
70.080
110.468
102.647
175.164
10.258
20.188
34.401
208
805
1.966
23.381
23.363
26.947
6.119
11.922
7.494
-
14
966
39.966
56.292
71.774
6.679
6.914
7.683
-
-
25.046
-
40.109
8.205
2.775
3.247
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
39.930
9.689
51.039
Capitale Sociale
28.600
28.600
38.000
(112)
1.935
13.278
Crediti v. società collegate e controllate e controllante
Clienti
Crediti Diversi a Breve Termine
Ratei e risconti attivi
Partecipazioni
Crediti a medio lungo termine v.controllate
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
Oneri Pluriennali
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
TOTALE IMPIEGHI
Banche
Debiti v. soc. controllante e collegate
Fornitori
Debiti diversi a breve termine
Ratei e risconti passivi
PASSIVO A BREVE TERMINE
Fondo T.F.R.
Debiti finanz. v. controllante a medio/lungo termine
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
Debiti diversi a medio/ lungo termine
Riserve
Reddito di esercizio
CAPITALE NETTO
TOTALE FONTI
CONTO ECONOMICO
Ricavi di vendita e delle prestazioni
2.084
6.131
1.073
30.572
36.666
52.351
110.468
102.647
175.164
31-12-93
(L./Mil.)
31-12-94
(L./Mil.)
31-12-95
(L./Mil.)
112.260
119.710
123.976
(4.601)
1.262
448
224
632
652
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
107.883
121.605
125.076
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
(30.289)
(32.714)
(33.047)
Prestazioni di servizi
(32.032)
(36.188)
(36.898)
(555)
(558)
(666)
264
(813)
420
(522)
(1.279)
(2.125)
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
Altri ricavi e proventi
Costi per godimento beni di terzi
Variazione delle rimanenze delle materie prime
sussidiarie, di consumo e di merci
Oneri diversi di gestione
B - VALORE AGGIUNTO
44.749
50.053
52.760
(27.196)
(27.341)
(28.619)
17.553
22.712
24.141
(480)
(212)
(179)
Ammortamento immobilizzazioni materiali
(4.648)
(6.865)
(7.739)
Accantonamenti per rischi
(2.533)
Costo per il personale
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Altri accantonamenti
-
(71)
(82)
(87)
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
(473)
(717)
(674)
D- RISULTATO OPERATIVO
9.348
14.836
15.462
Proventi finanziari
2.273
1.137
1.991
-
690
Proventi finanziari da controllate
Oneri finanziari da soc. controllate
Altri oneri finanziari
(169)
(6.895)
(4.576)
(7.791)
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
STRAOR-DINARIA E DELLE IMPOSTE
4.557
11.397
10.352
Proventi straordinari
2.339
Oneri straordinari
(3.358)
Svalutazioni di partecipazioni
(1.454)
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
Imposte sul reddito d’esercizio
G - RISULTATO NETTO
(8.798)
2.084
11.397
1.554
-
(5.266)
(491)
2.084
6.131
1.073
Il bilancio d'esercizio 1995 della Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. si è chiuso con un utile di circa 1.073 milioni di lire ,
rispetto ad un risultato positivo dell'esercizio precedente di 6.131 milioni di lire.
La Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. è storicamente la società operativa del gruppo ed opera nell'ambito della produzione
industriale e commercializzazione di pavimenti e rivestimenti in ceramica. L'attività di produzione viene svolta presso lo
stabilimento di Fiorano (Modena) per la monocottura in pasta rossa e bianca e quello di Mordano (Bologna) per la
monocottura porosa.
Nel corso dell'esercizio sono stati effettuati investimenti per oltre 8 miliardi di lire, che hanno riguardato principalmente la
sostituzione di una linea produttiva dello stabilimento di Mordano.
Le vendite lorde dell’esercizio , pari a circa 124 miliardi di lire , sono state effettuate per il 32% in Italia e per il 68%
all'estero.
L'acquisizione delle partecipazioni nelle già citate controllate estere ha comportato un aumento dell'indebitamento che si è
tradotto in un maggior costo, rispetto al precedente esercizio, del risultato della gestione finanziaria della società per circa
3 miliardi di lire.
Inoltre i costi straordinari decisi per le ristrutturazioni di alcune controllate hanno reso necessario procedere ad una
svalutazione nelle partecipate finlandese e belga per complessivi 8,8 miliardi di lire.
Tali svalutazioni corrispondono per la partecipata finlandese alla perdita sostenuta nel periodo e per la partecipata belga
all'azzeramento del valore complessivo di iscrizione, pari al costo sostenuto, tenuto conto che, per quest'ultima, le perdite
cumulate nell'esercizio 1995 sono risultate superiori al suo patrimonio netto, la cui ricostituzione è in corso di definizione.
7.j) Ricchetti Ceramic Inc. - Florida (Usa)
Si riportano di seguito i bilanci della Ricchetti Ceramic Inc. degli ultimi tre esercizi riclassificati secondo i criteri dell’analisi
finanziaria.
STATO PATRIMONIALE
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
Cassa e Banche
431
69
59
LIQUIDITA’ IMMEDIATE
431
69
59
-
112
92
Clienti
107
22
-
Crediti Diversi a Breve Termine
140
6
63
15
80
6
262
220
161
-
-
-
ATTIVO CORRENTE
693
289
220
IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE NETTE
240
189
155
Partecipazioni
-
-
-
Crediti a medio lungo termine v.controllate
-
-
-
Crediti Diversi a medio/lungo Termine
-
-
-
Oneri Pluriennali
-
-
-
IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE NETTE
-
-
-
TOTALE IMPIEGHI
933
478
375
Banche
247
45
233
Debiti v. soc. controllante e collegate
496
273
-
Fornitori
7
27
22
Debiti diversi a breve termine
1
4
6
98
68
11
849
417
272
Fondo T.F.R.
-
-
-
Debiti finanz. v. controllante a medio/lungo termine
-
-
-
57
-
-
-
-
57
-
-
1534
1534
1.426
(1508)
(1508)
(1368)
Crediti v. società collegate e controllate e controllante
Ratei e risconti attivi
LIQUIDITA’ DIFFERITE
MAGAZZINO
Ratei e risconti passivi
PASSIVO A BREVE TERMINE
Debiti Finanziari a medio/lungo termine
Debiti diversi a medio/ lungo termine
PASSIVO A MEDIO LUNGO TERMINE
Capitale Sociale
Riserve
Reddito di esercizio
CAPITALE NETTO
TOTALE FONTI
CONTO ECONOMICO
Ricavi di vendita e delle prestazioni
1
35
45
27
61
103
933
478
375
31-12-93
31-12-94
31-12-95
(L./Mil.)
(L./Mil.)
(L./Mil.)
1.698
1.675
1.443
88
186
3
1.786
1.861
1.446
-
-
-
(1.173)
(1.214)
(694
(55)
(51)
(43)
-
-
-
Oneri diversi di gestione
(12)
(4)
(38)
B - VALORE AGGIUNTO
546
592
671
(385)
(482)
(556)
161
110
115
Variazioni delle rimanenze di semilavorati e finiti
Altri ricavi e proventi
A - PRODUZIONE DELL’ESERCIZIO
Acquisto mat.prime, sussid., di consumo e merci
Prestazioni di servizi
Costi per godimento beni di terzi
Variazione delle rimanenze delle materie prime
sussidiarie, di consumo e di merci
Costo per il personale
C - MARGINE OPERATIVO LORDO
Ammortamento immobilizzazioni immateriali
Ammortamento immobilizzazioni materiali
(42)
(45)
(49)
Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
-
-
-
Accantonamento per rischi
-
-
-
(85)
(7)
-
D - RISULTATO OPERATIVO
34
58
66
Proventi finanziari da controllante
161
Svalutazioni crediti compr. nell’attivo circol.
Altri oneri finanziari
E - RISULTATO AL LORDO DELLA GESTIONE
-
(194)
(23)
(21)
1
35
45
1
35
45
1
35
45
STRAOR-DINARIA E DELLE IMPOSTE
Proventi straordinari
Svalutazioni di partecipazioni
F - RISULTATO AL LORDO DELLE IMPOSTE
Imposte sul reddito d’esercizio
G - RISULTATO NETTO
Il bilancio d'esercizio 1995 della Ricchetti Ceramic Inc. si è chiuso con un utile di circa 27 mila dollari Usa, pari a circa 45
milioni di lire (al cambio medio dell'esercizio).
Il fatturato lordo del 1995 è stato di circa 886 mila dollari Usa, pari a circa 1,4 miliardi di lire, e trattasi esclusivamente di
provvigioni sulle vendite del mercato americano della Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
8. Rapporti intercompany
Rapporti intercompany esercizio 1993
Società : Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Vendite
Prodotti
Gruppo Ceramiche Ricchetti Spa
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik AB
Svezia
OY Pukkila AB
Finlandia
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Acquisti
prodotti
Provvi- Altri costi Proventi
gioni
minori
e oneri
su vendite
finanziari
Crediti
Debiti
---
---
---
---
---
---
575
--
---
--
--
--
(1.582)
--
(169)
83
(208)
1.759
4
(26)
--
--
--
403
--
663
70
(136)
--
(32)
--
88
--
331
1
--
(2)
--
--
73
--
507
24
(41)
(1.044)
--
--
--
(155)
412
--
--
(5)
--
--
50
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
3.672
99
(203)
(2.633)
(32)
(169)
1.272
(363)
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV
Belgio
Totale
Altri
ricavi
Rapporti intercompany esercizio 1994
Società : Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Vendite
Prodotti
Gruppo Ceramiche Ricchetti Spa
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik AB
Svezia
OY Pukkila AB
Finlandia
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV
Belgio
Altri
ricavi
Acquisti
prodotti
Provvi- Altri costi Proventi
gioni
minori
e oneri
su vendite
finanziari
Crediti
Debiti
---
---
---
---
---
---
5
--
698
--
--
--
--
(1.481)
(289)
--
3
107
2.754
53
--
--
(10)
--
494
--
570
26
(226)
--
--
9
66
--
37
--
--
--
--
--
22
--
113
26
(132)
(1.284)
(98)
--
--
404
689
7
--
(5)
--
--
63
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
Totale
4.163
112
(358)
(2.770)
(397)
9
653
1.209
Rapporti intercompany esercizio 1995
Società : Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Valori in milioni di lire
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
Nuove Ceramiche Ricchetti
Spa
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik
AB - Svezia
--
-- (1.330)
--
(36)
--
--
-- C
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
OY Pukkila AB-Finlandia
--
--
--
--
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
- Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV
Belgio
--
--
--
--
--
--
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
198
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
Totale
-(1.330)
--
(36)
198
Società : Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. ora incorporata nella Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Valori in milioni di lire
Gruppo Ceramiche Ricchetti
Spa
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik
AB - Svezia
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
1.330
36
--
--
--
--
c
198
--
--
--
--
24
(5)
--
--
--
c
11
--
--
--
--
15
(1.463)
--
--
92
--
5.468
--
(4)
--
--
143
c
f
1.001
2.238
20
--
--
OY Pukkila AB-Finlandia
467
27
(180)
--
--
492
c
31
--
--
--
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
- Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV
Belgio
478
--
--
--
--
--
c
142
--
--
--
128
--
(24) (2.167)
(149)
--
c
4
-- C
453
--
379
--
--
(4)
--
--
c
38
-- C
1
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
268
--
--
230
--
55
145
--
8.518
102
(213) (3.864)
(149)
690
--
-c
f
72
1.371
-- C
6 C
-Totale
5.106
26
691
c = crediti commerciali a breve
f = crediti finanziari a lungo
C = debiti commerciali a breve
F = debiti finanziari a lungo
Società : CC Hoganas Byggkeramik AB - Svezia
Valori in milioni di lire
Nuove Ceramiche Ricchetti
Spa
Italia
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
--
4
(5.427)
--
--
(134)
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
OY Pukkila AB-Finlandia
2.136
194
(9.192)
--
(9)
--
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik
Gmbh - Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV
Belgio
6.334
522
(33)
--
(27)
--
8
--
(1.173)
(25)
--
--
4.665
277
(112)
--
(14)
--
1.415
--
(11)
--
--
456
--
(74)
--
997 (16.022)
(25)
Totale
15.014
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
C
F
988
2.395
20
--
--
--
--
--
--
--
c
255
158
C
1.481
378
c
1.981
68
C
43
--
--
--
C
158
--
c
707
85
C
42
--
--
c
335
--
--
--
--
--
c
302
--
--
--
(50)
(134)
3.580
311
5.107
398
Società : OY Pukkila AB - Finlandia
Valori in milioni di lire
Nuove Ceramiche Ricchetti
Spa
Italia
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik
AB - Svezia
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
- Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV
Belgio
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
182
--
(446)
--
--
--
--
--
9.167
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
(15)
(491)
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
(2.132)
--
(192)
--
56
--
--
--
--
--
--
--
(405)
(21)
--
--
--
--
--
51
--
--
329
--
--
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
30
--
--
--
--
--
--
--
--
c
1.402
273
251
143
c
55
--
--
--
--
--
--
(114)
--
--
--
--
2
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
69
--
--
--
c
C
C
C
36
Totale
9.785
c = crediti commerciali a breve
f = crediti finanziari a lungo
(2.983)
(21)
(321)
(491)
1.526
273
317
145
C = debiti commerciali a breve
F = debiti finanziari a lungo
Società : Hoganas Byggkeramikk AS - Norvegia
Valori in milioni di lire
Nuove Ceramiche Ricchetti
Spa
Italia
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik
AB - Svezia
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
--
--
(487)
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
(6.783)
34
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
44
--
C
2.031
--
c
C
143
OY Pukkila AB-Finlandia
--
--
(56)
--
--
--
--
--
C
55
--
Klingenberg Dekoramik Gmbh
- Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV
Belgio
--
--
(358)
--
--
--
--
--
C
77
--
--
--
(3)
--
(2)
--
--
--
C
3
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
34
--
(7.687)
--
(2)
--
44
--
2.309
--
Totale
Società : Klingenberg Dekoramik Gmbh - Germania
Valori in milioni di lire
Nuove Ceramiche Ricchetti
Spa
Italia
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik
AB - Svezia
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
8
2.331
(124)
--
--
--
1
--
(419)
--
--
--
--
--
--
1.179
25
--
--
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
c
439
--
--
--
--
--
--
--
--
--
158
c
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
--
--
33
--
--
--
--
--
--
--
C
OY Pukkila AB-Finlandia
394
28
--
--
--
--
c
36
--
--
--
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
- Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV
Belgio
354
7
--
--
--
--
c
77
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
736
13
--
--
--
--
c
138
--
--
--
133
1
--
--
--
--
c
15
--
--
--
38
--
--
--
--
--
--
--
--
--
2.843
2.405
(543)
--
--
--
863
--
33
--
Totale
c = crediti commerciali a breve
C = debiti commerciali a breve
Società : Partek Evers AS - Danimarca
Valori in milioni di lire
Nuove Ceramiche Ricchetti
Spa
Italia
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik
AB - Svezia
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
--
4
(437)
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
111
17
(4.664)
OY Pukkila AB-Finlandia
--
114
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
- Germania
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV
Belgio
4
Totale
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
c
1
--
--
--
--
--
--
(284)
--
--
--
--
2
--
--
--
--
(751)
--
--
--
115
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
C
41
--
--
--
--
--
--
--
--
c
26
--
776
--
--
c
2
--
--
--
--
--
c
3
--
--
--
--
--
--
--
--
139
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
137
(5.852)
--
(284)
--
32
--
956
--
C
C
Società : Partek Hoganas Ceramiques S.a.r.l. - Francia
Valori in milioni di lire
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
Nuove Ceramiche Ricchetti
Spa
Italia
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik
AB - Svezia
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
11
--
(1.394)
--
--
--
--
--
335
--
OY Pukkila AB-Finlandia
--
--
(50)
--
--
--
--
--
--
--
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
- Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Techimex NV
Belgio
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
(136)
--
--
--
--
15
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
79
--
--
--
--
--
15
--
--
--
--
--
--
Totale
90
c
C
--
(1.580)
c = crediti commerciali a breve
C
--
15
350
C = debiti commerciali a breve
Società : Techimex NV - Belgio
Valori in milioni di lire
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
Nuove Ceramiche Ricchetti
Spa
Italia
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik
AB - Svezia
--
235
(264)
--
--
(56)
--
--
--
--
--
--
--
--
--
5
--
(450)
OY Pukkila AB-Finlandia
--
--
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
- Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
--
Totale
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
c
146
--
--
--
--
--
--
--
(327)
--
--
--
--
--
--
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
C
F
78
1274
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
C
275
--
--
--
--
--
C
70
--
--
--
--
--
--
--
--
(37)
--
--
--
--
--
1
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
(78)
--
--
--
--
--
15
--
--
--
5
235
(1.156)
(56)
146
C
C
--
-1.713
Società : Klingenberg Italia S.r.l.- Italia
Valori in milioni di lire
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
Nuove Ceramiche Ricchetti
Spa
Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
USA
CC Höganäs Byggkeramik
AB - Svezia
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
OY Pukkila AB-Finlandia
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
- Germania
Partek Evers AS
Danimarca
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV
Belgio
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
385
--
(1)
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
Totale
5
(24)
390
c = crediti commerciali a breve
f = crediti finanziari a lungo
C
c
(1)
(24)
11
31
31
11
C = debiti commerciali a breve
F = debiti finanziari a lungo
Società : Ricchetti Ceramic Inc- USA
Valori in milioni di lire
Vendite Altri
Prodott ricavi
i
Acquisti Provvi- Altri Provent
prodotti gioni
costi
i
su
minori e oneri
vendite
finanziari
Crediti Ratei e
Commli risconti
e
attivi
finanz.
Debiti Ratei e
Commli risconti
e
passivi
finanz.
Nuove Ceramiche Ricchetti
Spa
Italia
Klingenberg Italia S.r.l.
Italia
CC Höganäs Byggkeramik
AB - Svezia
--
1.443
--
--
--
--
92
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
OY Pukkila AB-Finlandia
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Klingenberg Dekoramik Gmbh
- Germania
Partek Evers AS Danimarca
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
Partek Höganäs Cer. S.a.r.l.
Francia
Techimex NV Belgio
Totale
c = crediti commerciali a breve
VII.
--
--
--
--
--
--
--
--
--
--
---
-1.443
---
---
---
---
-92
---
---
---
C = debiti commerciali a breve
INFORMAZIONI RELATIVE ALL’ANDAMENTO RECENTE ED ALLE PROSPETTIVE DELLA GRUPPO
CERAMICHE RICCHETTI S.P.A. E DEL GRUPPO RICCHETTI
1. Fatti di rilievo verificatisi successivamente al 31-12-1995
Si riportano di seguito i principali fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell'esercizio:
?? in data 13 febbraio 1996 l'assemblea straordinaria della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. ha deliberato la fusione per
incorporazione della controllata Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A..
?? Funzionalmente all’operazione di cui al precedente punto, in data 8 marzo 1996 il Consiglio di Amministrazione della
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. ha deliberato l'acquisto dai Soci delle azioni della controllata Nuove Ceramiche
Ricchetti S.p.A., pari al 24,76 % del capitale sociale, per un costo complessivo di 24.496 milioni di lire. Tale costo è
stato sostenuto mediante un aumento di capitale sociale della società di Lire 25.000 milioni di lire avvenuto in data 10
Giugno 1996.
2. Stato patrimoniale e conto economico della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. per il periodo Gennaio-Maggio 1996
Di seguito viene riportato lo stato patrimoniale ed il conto economico della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.pA. al 31-51996 nel quale sono già state recepite le seguenti operazioni formalmente concluse nei primi giorni di giugno 1996:
?? Acquisizione della totalità delle azioni della Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.;
?? Aumento del capitale sociale da Lire 10.000.000.000. a Lire 35.000.000.000.
Stato patrimoniale attivo
Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti
Immobilizzazioni
Immateriali
Costi di impianto e di ampliamento
Diritti di brevetto industriale e di utilizzo di opere dell'ingegno
Differenza da consolidamento
Altre
1-1 31-05-1996
--
-Materiali
Terreni e fabbricati
Impianti e macchinario
Attrezzature industriali e commerciali
Altri beni
Immobilizzazioni in corso e acconti
-Finanziarie
Partecipazioni in imprese controllate
Partecipazioni in altre Società
52.144.853.310
5.000.000
52.149.853.310
Altri titoli
Azioni proprie
52.149.853.310
Totale immobilizzazioni
52.149.853.310
Attivo circolante
Rimanenze
Materie prime, sussidiarie e di consumo
Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati
Prodotti Finiti e merci
-Crediti
Verso clienti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
719.271.206
719.271.206
Verso controllanti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
-Verso altri
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
Attività finanziarie che non costituiscono immobi lizzazioni
Disponibilità liquide
Depositi bancari e postali
Assegni
Denaro e valori in cassa
Totale attivo circolante
Ratei e risconti
vari
Totale attivo
58.002.379
1.143.859.404
1.921.132.989
--
1.921.132.989
17.672
17.672
54.071.003.971
Stato patrimoniale passivo
Patrimonio netto
Capitale
Riserva da sovrapprezzo delle azioni
Riserva di rivalutazione
Riserva legale
Altre Riserve
Riserva Straordinaria
Riserva da conferimenti agevolati (L. 576/75)
Altre
Utile (perdita) dell'esercizio
Totale
Fondi per rischi e oneri
Fondi di trattamento di quiescenza e obblighi simili
Fondi per imposte
Altri
Totale
Trattamento fine rapporto di lavoro subordinato
Debiti
Debiti verso banche
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
1-1 31-05-1996
35.000.000.000
1.356.000.000
166.892.586
290.471.321
3.194.786.833
12.720.053.844
98.914.718
4.353.749
52.831.473.051
---
36.133.689
36.133.689
Acconti
Debiti verso fornitori
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
10.989.000
10.989.000
Debiti verso controllate
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
1.103.745.183
1.103.745.183
Debiti tributari
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
88.663.048
88.663.048
Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
-Altri debiti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
-Totale
Ratei e risconti
vari
1.239.530.920
-Totale passivo
54.071.003.971
Conto economico
Valore della produzione
Ricavi delle vendite e delle prestazioni
Variaz. delle rimanenze di prodotti in lavorazione, semilav.e finiti
Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni
Altri ricavi e proventi:
- vari
Totale valore della produzione
Costi della produzione
Per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci
Per servizi
Per godimento di beni di terzi
Per il personale
a) Salari e stipendi
b) Oneri sociali
c) Trattamento di fine rapporto
d) Trattamento di quiescenza e simili
e) Altri costi
Totale spese per il personale
Ammortamenti e svalutazioni
a) Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali
b) Ammortamento delle immobilizzazioni materiali
c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
d) Svalutazioni dei crediti compresi nell’attivo circolante e delle disponibilità
liquide
1-1 31-05-1996
723.850.440
723.850.440
624.009.000
51.852.373
--
1.508.022
1.508.022
Variaz. delle rimanenze di mat. prime,sussidiarie, consumo e merci
Accantonamento per rischi
Altri accantonamenti
Oneri diversi di gestione
Totale costi della produzione
Differenza tra valore e costi di produzione
Proventi e oneri finanziari
Proventi da partecipazioni
Altri proventi finanziari:
a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni
c) da titoli iscritti nell’attivo circolante
d) proventi diversi dai precedenti:
- altri
Interessi e altri oneri finanziari:
- altri
Totale proventi e oneri finanziari
36.380.440
713.749.835
10.100.605
846.856
-846.856
Rettifiche di valore di attività finanziarie
Proventi e oneri straordinari
Proventi vari
Oneri vari
--
Totale delle partite straordinarie
--
Risultato prima delle imposte
Imposte sul reddito dell'esercizio
Risultato dell'esercizio
9.253.749
4.900.000
4.353.749
3. Stato patrimoniale e conto economico consolidato del gruppo Ricchetti per il periodo Gennaio-Maggio 1996
Stato patrimoniale attivo
Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti
Immobilizzazioni
Immateriali
Costi di impianto e di ampliamento
Diritti di brevetto industriale e di utilizzo di opere dell'ingegno
Differenza da consolidamento
Altre
Materiali
Terreni e fabbricati
Impianti e macchinario
Attrezzature industriali e commerciali
Altri beni
Immobilizzazioni in corso e acconti
Finanziarie
Partecipazioni in altre Società
1-1 31-05-1996
--
837.643.380
1.399.480.437
23.677.149.859
807.794.750
26.722.068.426
31.980.032.116
32.538.407.545
1.164.312.315
2.815.073.879
225.105.120
68.722.930.975
277.350.040
277.350.040
Altri titoli
Azioni proprie
277.350.040
Totale immobilizzazioni
Attivo circolante
Rimanenze
Materie prime, sussidiarie e di consumo
Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati
Prodotti Finiti e merci
Crediti
Verso clienti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
95.722.349.441
7.269.741.975
2.431.705.762
42.885.595.575
54.217.574.691
63.326.966.645
63.326.966.645
Verso controllanti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
-Verso altri
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni
Disponibilità liquide
Depositi bancari e postali
Assegni
Denaro e valori in cassa
Totale attivo circolante
Ratei e risconti
vari
Totale attivo
3.406.989.730
1.516.128.091
4.923.117.821
8.729.694.732
35.286.792
682.475.280
9.447.456.804
131.915.115.959
2.509.391.400
230.146.856.800
Stato patrimoniale passivo
Patrimonio netto
Capitale
Riserva da sovrapprezzo delle azioni
Riserva di rivalutazione
Riserva legale
Altre Riserve
Riserva Consolidamento
Riserva Conversione
Utile (perdita) dell'esercizio
Capitale e riserve di terzi
Totale
Fondi per rischi e oneri
Fondi di trattamento di quiescenza e obblighi simili
Fondi per imposte
Altri
Totale
Trattamento fine rapporto di lavoro subordinato
Debiti
Debiti verso banche
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
Acconti
Debiti verso fornitori
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
Debiti verso controllanti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
1-1 31-05-1996
35.000.000.000
1.356.000.000
166.892.586
290.471.321
25.617.934.719
-4.444.183.283
3.449.992.711
61.437.108.054
5.164.127.861
883.372.923
835.805.093
6.883.305.877
7.846.784.360
58.425.510.106
40.475.539.034
98.901.049.140
338.719.590
31.839.499.557
2.711.666.670
34.551.166.227
3.005.002.282
3.005.002.282
Debiti tributari
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
1.896.277.290
1.896.277.290
Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
1.963.423.292
1.963.423.292
Altri debiti
- entro 12 mesi
- oltre 12 mesi
9.790.580.559
9.790.580.559
Totale
Ratei e risconti
vari
150.446.218.381
Totale passivo
230.146.856.800
Conti d’ordine
Impegni per acquisti di valuta a termine
Impegni per vendite di valuta a termine
3.533.440.128
3.533.440.128
1-1 31-05-1996
3.687.125.000
3.622.000.000
7.309.125.000
Conto economico
Valore della produzione
Ricavi delle vendite e delle prestazioni
Variaz. delle rimanenze di prodotti in lavorazione, semilav.e finiti
Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni
Altri ricavi e proventi:
- vari
Totale valore della produzione
Costi della produzione
Per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci
Per servizi
Per godimento di beni di terzi
Per il personale
a) Salari e stipendi
b) Oneri sociali
c) Trattamento di fine rapporto
d) Trattamento di quiescenza e simili
e) Altri costi
Totale spese per il personale
Ammortamenti e svalutazioni
a) Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali
b) Ammortamento delle immobilizzazioni materiali
c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni
d) Svalutazioni dei crediti compresi nell’attivo circolante e delle disponibilità
liquide
Variaz. delle rimanenze di mat. prime,sussidiarie, consumo e merci
Accantonamento per rischi
Altri accantonamenti
Oneri diversi di gestione
Totale costi della produzione
Differenza tra valore e costi di produzione
Proventi e oneri finanziari
Proventi da partecipazioni
Altri proventi finanziari:
a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni
c) da titoli iscritti nell’attivo circolante
d) proventi diversi dai precedenti:
- altri
Interessi e altri oneri finanziari:
- altri
Totale proventi e oneri finanziari
1-1 31-05-1996
105.907.432.909
1.369.982.835
23.206.040
977.886.466
977.886.466
108.278.508.251
33.934.064.579
24.559.754.318
2.857.289.147
20.621.371.097
6.460.163.264
701.211.957
1.057.575.782
541.736.651
29.382.058.751
1.297.614.643
5.560.907.098
244.414.696
7.102.936.437
-50.327.356
151.178.580
46.346.000
1.123.695.515
99.106.995.971
9.171.512.279
698.040.533
5.019.560.102
-4.321.519.568
Rettifiche di valore di attività finanziarie
Proventi e oneri straordinari
Proventi vari
Oneri vari
--
Totale delle partite straordinarie
--
Risultato prima delle imposte
4.849.992.711
Imposte sul reddito dell'esercizio
Risultato dell'esercizio inclusa quota di terzi
Risultato dell'esercizio di pertinenza dei terzi
Risultato dell'esercizio
1.400.000.000
3.449.992.711
-3.449.992.711
In appendice n. 10 è riportata la “Comfort letter” rilasciata dalla Società di Revisione.
3.a Note esplicative alla situazione economica e patrimoniale consolidata del gruppo Ricchetti per il periodo gennaiomaggio 1996
Nota 1 - Struttura e contenuto del bilancio
Il bilancio consolidato al 31-05-1996 è stato redatto seguendo lo schema previsto dal DLgs n. 127/91 recependo le
seguenti operazioni formalmente concluse nei primi giorni di giugno 1996:
?? Acquisizione della totalità delle azioni delleNuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.;
?? Aumento del capitale sociale da lire 10.000.000.000. a lire 35.000.000.000.
Il bilancio consolidato è predisposto sulla base dei bilanci infrannuali della Capogruppo e delle Società controllate con
riferimento alla data del 31-05-1996. Tali bilanci sono stati riclassificati e, se necessario modificati e rettificati per
uniformarli ai principi contabili del gruppo e per depurarli dalle poste di natura fiscale.
In allegato alla Nota 5 sono riportati inoltre il prospetto delle variazioni nei conti di patrimonio netto e la riconciliazione tra
il patrimonio netto ed il risultato del periodo del bilancio della Capogruppo e quelli risultanti dal bilancio consolidato
Nota 2- Struttura del gruppo
Le Società consolidate al 31-05-1996 sono:
Denominazione sociale
Sede
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. Modena - Italia
Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. Modena - Italia
Ricchetti Ceramic Inc.
Melbourne FloridaUSA
Klingenberg Italia S.r.l
Sassuolo (MO) -Italia
Klingenberg Dekoramik GMBH
Germania
OY Pukkila AB
Finlandia
Partek Höganäs AB
Svezia
Höganäs Byggkeramikk AS
Norvegia
Partek Evers AB
Danimarca
Partek Höganäs Céramiques SARL Francia
Techimex NV
Belgio
Capitale Sociale
35.000.000.000
38.000.000.000
900.000 USD
Percentuale di
controllo 1995
Capogruppo
75,26
75,26
Percentuale di
controllo 05-96
Capogruppo
100,0
100,0
20.000.000
7.973.000 DM
30.000.000 FIM
15.600.000 SEK
6.000.000 NOK
3.300.000 DKK
1.000.000 FF
20.000.000 BEF
75,51
75,51
75,26
75,26
75,26
75,26
75,26
75,32
100,0
100,0
100,0
100,0
100,0
100,0
100,0
100,0
Rispetto al bilancio consolidato al 31-12-1995 l’unica variazione dell’area di consolidamento è rappresentata
dall’avvenuta acquisizione dai soci , conclusasi formalmente nei primi giorni di giugno 1996 come ricordato in premessa,
della residua quota del 24,74% della Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. da parte della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
con un esborso di 24.496 milioni di lire. Tale acquisizione è stata effettuata in prospettiva dell’operazione di fusione per
incorporazione tra le due società formalizzatasi in data 10-06-96.
Nota 3 - Criteri e tecniche di consolidamento
Per i bilanci delle Società consolidate è stato utilizzato il metodo dell'integrazione globale che consiste nel recepire tutte le
poste dell'attivo e del passivo nella loro interezza.
I principali criteri di consolidamento adottati sono i seguenti:
?? Il valore di carico delle partecipazioni consolidate è stato eliminato contro il relativo patrimonio netto al momento del
primo consolidamento e le risultanti differenze sono state imputate, ove possibile, agli elementi dell’attivo e del
passivo delle imprese incluse nel consolidamento.Le eventuali ulteriori differenze, se negative, sono state imputate
ad una specifica voce del patrimonio netto denominata "riserva di consolidamento". Le differenze positive esistenti
al l’atto dell’acquisto rispetto al valore corrente dell’attivo e del passivo sono state portate, nel caso non sia stato
attribuito alle stesse il carattere della pluriennalità, in detrazione della riserva di consolidamento, oppure sono state
attribuite in un'apposita voce nell'attivo denominata "differenza da consolidamento" che viene ammortizzata a quote
costanti in un periodo di dieci anni, che si ritiene possa essere ragionevolmente considerato il periodo di utilità
futura;
?? I risultati conseguiti successivamente al primo consolidamento sono poi stati imputati ad apposita voce del
patrimonio netto consolidato denominata "Utili Portati a nuovo".
?? I bilanci delle Società estere sono convertiti in lire applicando per tutte le attività e passività il cambio in essere a fine
periodo, e per le poste di conto economico il cambio medio del periodo. Le differenze di conversione emergenti , sia
dalla conversione delle voci del patrimonio netto iniziale ai cambi convenuti di fine periodo rispetto a quelli in vigore
alla fine dell’esercizio precedente, sia tra i cambi medi e quelli di fine periodo per il conto economico, sono state
imputate ad una apposita voce del patrimonio netto consolidato denominata "Riserva di conversione".
?? I reciproci rapporti di debito e credito, di costi e ricavi, fra Società consolidate e gli effetti di tutte le operazioni di
rilevanza significativa intercorse fra le stesse sono stati eliminati.
Nota 4 - Criteri di valutazione
I criteri utilizzati nella formazione del bilancio chiuso al 31-05-1996 sono i medesimi utilizzati per la formazione del bilancio
consolidato al 31-12-1995.
Con riferimento ai conti d’ordine si segnala che gli impegni per acquisti e vendite di valuta a termine (currency option)
rappresentano operazioni di copertura dei crediti finanziari verso società controllate estere al fine di coprire il rischio di
cambio.
Nota 5 - Allegati
a. Dettaglio Avviamento
Società
Valore
originario
Svezia
Germania
Norvegia
Danimarc
a
Céramiques Francia
Amm.to Valore netto Incremento
accumulato
iniziale
Ammorta - Valore netto
mento
finale
Partek Höganäs AB
Klingenberg Dekoramik Gmbh
Höganäs Byggkeramikk AS
Partek Evers AS
9.609
366
6.484
2.733
(561)
(21)
(378)
(160)
9.048
345
6.106
2.573
(400)
(15)
(270)
(114)
8.648
330
5.836
2.459
Partek
Höganäs
SARL
OY Pukkila AB
Finlandia
Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A. Italia
1.540
(13)
1.527
(64)
1.463
3.072
0
23.804
(179)
0
(1312)
2.893
(128)
(95)
(1.086)
2.765
2.176
23.677
Totale
22.492
2.271
2.271
PROSPETTO DI RICONCILIAZIONE TRA PATRIMONIO NETTO AL 31 MAGGIO 1996 E UTILE DEL PERIODO DELLA
CAPOGRUPPO ED I CORRISPONDENTI VALORI DEL BILANCIO CONSOLIDATO
Patrimonio netto civilistico della Capogruppo
Differenza tra i patrimoni netti delle partecipazioni
consolidate ed il loro valore nel bilancio della
Capogruppo
Adeguamento degli ammortamenti e dei relativi fondi,
al netto degli effetti fiscali
Eliminazione plusvalenze infragruppo
Altri minori
Patrimonio netto consolidato di gruppo
Cap.sociale e
riserve
52.827
Risultato
dell’esercizio
4
Patrimonio netto
totale
52.831
4.750
3.562
8.312
673
0
673
(328)
65
57.987
(20)
(96)
3.450
(348)
(31)
61.437
3.b Commento alla situazione economica e patrimoniale consolidata del gruppo Ricchetti per il periodo gennaiomaggio 1996
Il nostro settore é stato caratterizzato nei primi mesi del 1996 da una sensibile decelerazione della domanda nei principali
mercati europei, che si protrarrà presumibilmente fino alla fine del corrente esercizio.
Il nostro gruppo ha risentito in misura marginale di tale fenomeno rispetto ai maggiori concorrenti di settore in quanto la
configurazione multinazionale della struttura produttiva e commerciale ci ha permesso di sfruttare al meglio le opportunità
di ogni paese.
L'evoluzione delle vendite del gruppo al 31 maggio 1996 risulta in linea con le previsioni di budget per l'esercizio 1996.
Il fatturato consolidato previsto per l'esercizio 1996, che prevede una riduzione rispetto al 1995 di circa 20 miliardi di lire,
tiene conto delle ristrutturazioni produttive completate nei primi mesi dell'esercizio, della riduzione dei volumi di vendita
dovuta alla contrazione della domanda, della variazione del rapporto di cambio tra le principali valute ed in particolar
modo tra lire italiane e marchi tedeschi per quanto riguarda le vendite di prodotto italiano in Germania.
Le ristrutturazioni produttive che hanno interessato gli stabilimenti finlandese e svedese hanno reso possibile una
importante riduzione dei costi della produzione che si riflette già nei primi mesi del 1996 nel margine operativo lordo
consolidato in linea con l'ipotesi di budget su base annua.
La ristrutturazione delle aziende del gruppo ha interessato tutti i centri di costo in maniera sostanziale, dai costi di
marketing ai costi amministrativi e di struttura, evidenziando già nei primi cinque mesi dell'esercizio 1996 un risparmio
percentuale rispetto allo stesso periodo del precedente esercizio di 12 punti pari a circa tre miliardi.
Gli oneri finanziari sono in linea con le stime effettuate in sede di budget. Il livello di indebitamento risentirà
positivamente delle misure messe in atto per il miglior controllo delle scorte di prodotto finito e del previsto aumento di
capitale concomitante con il processo di quotazione.
Si registra peraltro una tendenza al ribasso dei tassi passivi di interesse.
Il risultato netto consolidato alla fine del periodo considerato, pari a circa 3.5 miliardi di lire, tiene conto di ammortamenti
su valori di avviamento per la quota parte del periodo considerato, pari a circa 1.1 miliardi di lire.
In conclusione l'andamento gestionale dei primi cinque mesi dell'esercizio 1996 evidenzia rispetto allo stesso periodo
dello scorso esercizio:
-
una decisa inversione di tendenza da parte di tutte le società estere ristrutturate che presentano pertanto risultati netti
positivi in linea con le previsioni strategiche di periodo;
-
una sostanziale tenuta dei risultati della società italiana che ha saputo compensare minori ricavi dovuti,
prevalentemente al variato rapporto di cambio con le principali divise estere, con una sostanziale riduzione dei costi di
gestione: circa due miliardi nel periodo considerato rispetto allo scorso esercizio.
Con riferimento alla Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. l’andamento dei primi cinque mesi dell’esercizio mostrano un
sostanziale pareggio. E’ da sottolineare che nel mese di giugno 1996 è avvenuta la fusione per incorporazione della
controllata Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A., con effetti civilistici e fiscali al 01-01-1996; a tal fine si riporta l’andamento
economico e patrimoniale, in forma sintetica, di quest’ultima società al 31-05-1996, già inclusa nel consolidato
precedentemente riportato.
Conto Economico
Valore della produzione
Costi della produzione
Differenza tra valore e costi produzione
Proventi e oneri finanziari
Milioni di
lire
51.587
(45.089)
6.498
(3.176)
Proventi e oneri straordinari
Risultato prime delle imposte
Imposte
Risultato del periodo
-3.322
(1.235)
2.087
Stato patrimoniale
Attivo
Immobilizzazioni
Attivo Circolante
Ratei e risconti
Totale Attivo
Passivo
Patrimonio netto
Fondi rischi e oneri
T.F.R. dipendenti
Debiti
Ratei e Risconti
Totale Passivo
Conti d’Ordine
Impegni
Totale Conti d’Ordine
Milioni di
lire
104.170
78.075
986
183.231
54.274
527
7.847
120.567
16
183.231
7.309
7.309
4. Evoluzione prevedibile della gestione
Sulla base dei risultati economici di fine maggio 1996, considerato il risultato del mese di giugno 1996 ed il portafoglio
ordini in possesso a fine luglio 1996, pari a circa 18 miliardi di lire contro i 14 miliardi di lire circa di fine maggio 1996,
possiamo ragionevolmente confermare il trend positivo dell’esercizio in corso secondo la dinamica manifestata nei primi
mesi del 1996 sia a livello consolidato che a livello della società controllante italiana, tenuto conto per quest’ultima
dell’operazione di fusione per incorporazione della Nuove Ceramiche Ricchetti S.p.A.
La consistenza dello stock di magazzino risulta pressochè invariata rispetto ai valori di dicembre 1995 con una tendenza
al ribasso, specie sulle società estere, prevista per la fine dell’esercizio in corso.
L’andamento dei costi di produzione è in netto calo sulle società estere grazie all’effetto combinato della riduzione del
personale produttivo, come da ristrutturazione industriale ormai ultimata, e dalla tenuta dei costi dei principali fattori di
produzione in Italia e all’estero.
L’andamento dei prezzi medi di vendita, pur in presenza di una sostanziale rivalutazione della lira rispetto al marco
tedesco, si mantiene secondo le stime programmate per il raggiungimento degli obiettivi di fine esercizio.
SEZIONE SECONDA
NOTIZIE SUI PROPONENTI L’OFFERTA PUBBLICA E SUI COLLOCATORI
VIII. NOTIZIE SUI PROPONENTI L’OFFERTA
Le Azioni oggetto dell’Offerta Globale sono in parte offerte in sottoscrizione da Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. e in
parte offerte in vendita da I.C.C.C. - Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A., Altair Servizi Finanziari S.r.l., Ceramiche
Arena S.r.l. e Marimax S.r.l.
A) Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Le informazioni riguardanti la Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. sono riportate nella Sezione Prima del presente
Prospetto.
B) I.C.C.C. - Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
1. Denominazione e forma giuridica
I.C.C.C. Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
2. Sede Sociale e sede Amministrativa
Sede Sociale in Modena , Corso Canalgrande nr. 23;
Sede Amm.va in Fiorano Modenese (Modena) Strada Statale 467 nr. 42.
3. Capitale sociale
Il capitale sociale sottoscritto e interamente versato alla data di redazione del presente Prospetto è di Lire 69.815.000.000,
ripartito in 69.815.000 azioni ordinarie da nominali Lire 1.000 cadauna .
4. Soggetti che esercitano il controllo
Fincisa S.p.A. : sede sociale e amm.va in Fiorano Modenese (Modena) Via Mazzini , 340, capitale so-ciale
9.129.987.500, che detiene il 100% del capitale sociale.
Lire
5. Azionisti che detengono partecipazioni con diritto di voto in misura superiore al 2 % del capitale
Secondo le risultanze del Libro Soci gli azionisti che possiedono azioni con diritto di voto in percentuale superiore al 2%
del capitale sono i seguenti:
Fincisa S.p.A.
N° Azioni ordinarie
% sul capitale sociale
69.815.000
100%
6. Consiglio di Amministrazione ( in carica sino all’approvazione del bilancio chiuso al 31-12-1996).
Carica
Nome e Cognome
Presidente
Oscar Zannoni
Consigliere Delegato Giancarlo Pellati
Consiglieri
Renzo Arletti
Antonio Fontana
Giuliano Panizzi
Alfonso Panzani
Loredana Panzani
Luogo e data di nascita
San Polo d’Enza (Re) 21-11-42
Sassuolo (Mo) 17-08-1952
Bolzano 04-01-1955
Modena - 12-06-1928
Parma 01-11-1959
Domicilio
Via F. Ferrari 5 Reggio Emilia
Via Pia 70 Sassuolo (Mo)
Via Fenuzzi 6 Sassuolo (Mo)
Via G.D’Arezzo 7 Sassuolo (Mo)
V.le della Libertà 9 Boretto (Re)
Sassuolo (Mo) 14-04-1952
Modena 13-11-1946
Vle della Pace 166 Sassuolo -Mo
Via F. Ferrari 5 Reggio Emilia
7. Utile e patrimonio netto risultanti dall’ultimo bilancio
L’ultimo bilancio della I.C.C.C. Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. , chiuso al 31-12-1995 evidenzia un patrimonio
netto di Lire 182.194 milioni che include l’utile di esercizio pari a Lire 14.805 milioni.
8. Luogo di consultazione dei documenti
Il bilancio d’esercizio al 31-12-95 è disponibile presso la sede amministrativa della I.C.C.C. Industrie Ceramiche Cisa
Cerdisa S.p.A.
C) Altair Servizi Finanziari S.r.l.
1. Denominazione e forma giuridica
Altair Servizi Finanziari S.r.l.
2. Sede Sociale e sede Amministrativa principale
Sede sociale in Milano, Corso Italia nr. 3.
3. Capitale sociale
Il capitale sociale sottoscritto e interamente versato alla data di redazione del presente Prospetto è di Lire 3.000.000.000.
4. Soggetti che esercitano il controllo
Akros Finanziaria S.p.A.- Compagnia Mercantile e Finanziaria: sede legale in Milano, Corso Italia nr. 3, Capitale Sociale
Lit. 275.000.000.000. int. vers., che detiene il 100% del capitale sociale.
5. Azionisti che detengono partecipazioni con diritto di voto in misura superiore al 2 % del capitale
Secondo le risultanze del Libro Soci gli azionisti che possiedono azioni con diritto di voto in percentuale superiore al 2%
del capitale sono i seguenti:
Akros Finanziaria S.p.A.- Compagnia Mercantile e
Finanziaria
Quota
% sul capitale sociale
3.000.000.000
100%
6. Consiglio di Amministrazione ( in carica sino all’approvazione del bilancio al 30-06-1997 )
Carica
Presidente e Amm.re Delegato:
Consiglieri
Nome e Cognome
Giuliano Panizzi
Marco Honegger
Francesco Corbellini
Eugenio Cazzani
Luogo e data di nascita
Parma, 1-11-1959
Milano, 14-8-1961
Firenze, 23-2-1924
Milano, 13-5-1945
Tutti domiciliati per la carica presso la sede sociale della Altair Servizi Finanziari S.r.l.
7. Utile e patrimonio netto risultanti dall’ultimo bilancio
L’ultimo bilancio di Altair Servizi Finanziari S.r.l., chiuso al 30-6-1995, evidenzia un patrimonio netto di Lit. 3.164.806.750.
che include l’utile di esercizio pari a Lit. 99.552.750.
8. Luogo di consultazione dei documenti
Il bilancio d’esercizio al 30-6-1995 è disponibile presso la sede sociale di Altair Servizi Finanziari S.r.l..
D) Ceramiche Arena S.r.l.
1. Denominazione e forma giuridica
Ceramiche Arena S.r.l.
2. Sede Sociale e sede Amministrativa principale
Sede Sociale e Amministrativa in Mirandola (Modena) , Via C. Battisti nr. 3.
3. Capitale sociale
Il capitale sociale sottoscritto e interamente versato alla data di redazione del presente Prospetto è di Lire 20.000.000.
4. Soggetti che esercitano il controllo
I.C.C.C. - Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. : sede sociale in Modena Corso Canalgrande nr. 23 e sede
amministrativa in Fiorano Modenese (Modena) Strada Statale 467, nr. 42, capitale sociale 69.815.000.000 int. vers., che
detiene il 99,75% del capitale sociale.
5. Soggetti che detengono partecipazioni in misura superiore al 2 % del capitale
Secondo le risultanze del Libro Soci i soggetti che possiedono quote in percentuale superiore al 2% del capitale sono i
seguenti:
I.C.C.C.-Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
Quota
% sul capitale sociale
Lire 19.950.000
99,75%
6. Amministratore Unico ( in carica sino all’approvazione del bilancio al 31-12-1996 )
Carica
Amministratore
Unico
Nome e Cognome
Mario Notari
Luogo e data di nascita
Reggio Emilia 22-10-1945
Domicilio
Via Mattei 4 Reggio Emilia
7. Utile e patrimonio netto risultanti dall’ultimo bilancio
L’ultimo bilancio della Ceramiche Arena S.r.l., chiuso al 31-12-1995, evidenzia un patrimonio netto negativo di 50 milioni
di Lire che include la perdita di esercizio pari a 71 milioni di Lire.
8. Luogo di consultazione dei documenti
Il bilancio d’esercizio al 31-12-1995 è disponibile presso la sede sociale della Ceramiche Arena S.r.l.
E) Marimax S.r.l.
1. Denominazione e forma giuridica
Marimax S.r.l.
2. Sede Sociale e sede Amministrativa principale
Sede Sociale e Amministrativa in Viano (Reggio Emilia), Via Feleghetti nr.14-16.
3. Capitale sociale
Il capitale sociale sottoscritto e interamente versato alla data di redazione del presente Prospetto è di Lire 300.000.000.
4. Soggetti che esercitano il controllo
I.C.C.C. - Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. : sede sociale in Modena Corso Canalgrande, 23 e sede amministrativa
in Fiorano Modenese (Modena) Strada Statale 467, nr. 42, capitale sociale 69.815.000.000. int. vers. , che detiene il 99%
del capitale sociale.
5. Soggetti che detengono partecipazioni in misura superiore al 2 % del capitale
Secondo le risultanze del Libro Soci i soggetti che possiedono quote in percentuale superiore al 2% del capitale sono i
seguenti:
I.C.C.C.-Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A.
Quota
% sul capitale sociale
Lire 297.000.000
99,00%
6. Consiglio di Amministrazione ( in carica sino all’approvazione del bilancio al 31-12-1996 )
Carica
Presidente
Nome e Cognome
Claudio Franzelli
Luogo e data di nascita
Sassuolo (Modena) 09-01-1944
Domicilio
V.le Milano 68 Sassuolo (Mo)
Consiglieri
Gaetano Zaccarelli
Mirandola (Mo) 14-08-1943
Via Mincio 3 Fiorano (Mo)
Giancarlo Pellati
Sassuolo (Mo) 17-08-1952
Via Pia 70 Sassuolo (Mo)
7. Utile e patrimonio netto risultanti dall’ultimo bilancio
L’ultimo bilancio della Marimax S.r.l., chiuso al 31-12-1995, evidenzia un patrimonio netto negativo di 2 milioni di Lire
che include la perdita di esercizio pari a 302 milioni di Lire.
8. Luogo di consultazione dei documenti
Il bilancio d’esercizio al 31-12-1995 è disponibile presso la sede sociale della Marimax S.r.l.
VIII.Bis NOTIZIE SUI COLLOCATORI
L’Offerta Globale è coordinata da Akros Attimo SIM S.p.A, che agirà come Coordinatore Globale , e da Kleinwort Benson
Limited (“Dresdner Kleinwort Benson”) che agirà come Co-Coordinatore Globale.
a) Per l’Offerta al pubblico indistinto:
Le Azioni oggetto dell’Offerta al Pubblico in Italia, con esclusione della quota riservata agli Esponenti Aziendali,
vengono collocate indistintamente al pubblico tramite un consorzio di collocamento e garan-zia coordinato da Akros
SIM S.p.A. e dall’Istituto Bancario San Paolo di Torino S.p.A. e formato dai seguenti istituti (di seguito i “Collocatori”):
BANCHE
ISTITUTO BANCARIO SAN PAOLO DI TORINO S.p.A. - Coordinatore
CREDITO ITALIANO SPA
BANCA CRT S.P.A.
ROLO BANCA 1473
BANCA DI ROMA S.p.A.
BANCA NAZIONALE DEL LAVORO S.p.A.
BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA S.p.A.
BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA S.c.r.l.
BANCA POPOLARE DI VERONA - BANCO S. GEMINIANO E S. PROSPERO
CASSA DI RISPARMIO DI REGGIO EMILIA S.p.A.
BANCA POPOLARE DI MILANO SOC. COOP. A R.L.
SOCIETA’ D’INTERMEDIAZIONE MOBILIARE
AKROS SIM S.p.A. - Coordinatore
ALBERTINI & C. SIM S.p.A.
ALETTI & C. SIM S.P.A.
EUROMOBILIARE S.I.M. S.p.A.
PASFIN SECURITIES SIM SPA
RASFIN SIM S.p.A.
b) Per l’Offerta agli Esponenti Aziendali:
Le Azioni oggetto della quota riservata agli Esponenti Aziendali della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. sono collocate
esclusivamente per il tramite dei seguenti Collocatori:
ROLO BANCA 1473
BANCA POPOLARE DELL’EMILIA ROMAGNA S.c.r.l.
Ciascun Collocatore ha pubblicato il documento informativo di cui all’art. 6, comma 1 lettera b) della Legge 1/91, il quale,
ai sensi della medesima legge, deve essere consegnato alla clientela prima della sottoscrizione del contratto.
Ai sensi dell’art. 1/18 ter della Legge 216/74, l’efficacia dei contratti stipulati a seguito di sollecitazione a domicilio è
sospesa per la durata di 5 giorni decorrenti dalla data di sottoscrizione.
SEZIONE TERZA
INFORMAZIONI
RIGUARDANTI
LE
L’AMMISSIONE ALLA QUOTAZIONE
AZIONI
OGGETTO
DELL’OFFERTA
E
IX. INFORMAZIONI RIGUARDANTI LE AZIONI OGGETTO DELL’OFFERTA
1. Descrizione delle Azioni offerte
Formano oggetto dell’Offerta le azioni ordinarie della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. da nominali lire 500 cadauna.
I certificati rappresentativi delle Azioni sono muniti delle cedole 1 e seguenti.
2. Descrizione dei diritti connessi alle Azioni
Le Azioni sono nominative e indivisibili e hanno diritto di voto nelle assemblee ordinarie e straordinarie.
Dedotta la quota del 5% da destinare a riserva legale sino a quando questa non abbia raggiunto il quinto del capitale
sociale, il residuo dell’utile di esercizio è attribuito in conformità alle deliberazioni degli azionisti. I dividendi non riscossi
entro il quinquennio dal giorno in cui sono divenuti esigibili sono prescritti a favore della Società.
In caso di liquidazione, le Azioni hanno diritto di partecipare alla distribuzione del residuo attivo, ai sensi di legge.
3. Decorrenza del godimento
Le Azioni hanno godimento regolare a far data dal 1 Gennaio 1996.
4. Regime fiscale
In base alla legislazione vigente, gli utili attribuiti alle azioni ordinarie percepiti dai residenti sono soggetti ad una ritenuta
alla fonte del 10% con obbligo di rivalsa a titolo di acconto dell’imposta dovuta sul reddito delle persone fisiche e sul
reddito delle persone giuridiche.
Sugli utili attribuiti alle azioni detenute da non-residenti si applica una ritenuta a titolo definitivo nella misura del 32,40%
ai sensi della normativa vigente, fatto salvo quanto disposto dalle convenzioni internazionali per evitare le doppie
imposizioni.
Sugli utili distribuibili alle azioni compete ai percipienti residenti, in base alla normativa vigente, un credito d’imp osta
nella misura del 56,25% degli utili stessi. Alcune convenzioni internazionali prevedono, a certe condizioni, l’attribuzione
di una quota di credito d’imposta anche a non residenti.
L’art. 4 della legge 489/94 prevede la possibilità di derogare alla tassazione ordinaria delle azioni quotate in mercati
mobiliari italiani optando per l’applicazione di una ritenuta a titolo d’imposta nella misura del 12,50% (c.d. cedolare secca).
Possono usufruire dell’opzione esclusivamente le persone fisiche residenti in Italia. La norma si applica agli utili la cui
distribuzione sia stata deliberata dopo il 13 giugno 1994.
Affinché possa essere applicata la ritenuta a titolo d’imposta è necessario che il soggetto avente diritto eserciti l’opzione
in sede di percezione degli utili.
Le plusvalenze, diverse da quelle conseguite nell’esercizio di imprese commerciali, realizzate da soggetti residenti e le
plusvalenze realizzate nel territorio dello Stato da soggetti non residenti, mediante cessione a titolo oneroso di azioni,
sono soggette ad imposta sostitutiva delle imposte sui redditi secondo quanto disposto dal D.L. n. 27/91, convertito con
modificazioni nella Legge n.102/91, salva l’applicazione delle convenzioni internazionali per evitare le doppie imposizioni
per i soggetti non residenti .
In base alla Legge 429/92 ed alla Legge 458/94 fino alla data di entrata in vigore dei decreti legislativi di riordino delle
fiscalità sulle rendite finanziarie, previsti dalla Legge 408/90, l’imposta sostitutiva di cui alla Legge 102/91 e le imposte sui
redditi relative alle plusvalenze di cui all’art. 81, comma 1, lett. c)bis del D.P.R. 917/86 non sono dovute per le plusvalenze
realizzate mediante cessione a titolo oneroso di valori mobiliari quotati nei mercati regolamentati italiani.
5. Regime di circolazione
Le Azioni sono nominative e liberamente trasferibili e lo statuto non contiene clausole limitative della circolazione del
titolo (prelazioni, clausole di gradimento e/o altre).
6. Limitazioni alla libera disponibilità delle Azioni
Non esiste alcuna limitazione alla libera disponibilità delle Azioni
7. Quotazione
La CONSOB con delibera n. ........ del......... ha disposto l’ammissione alla contrattazione continua sul sistema telematico
delle Borse Valori Italiane delle azioni ordinarie della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A.
Il quantitativo minimo negoziabile in Borsa è stato fissato in n. 2.500 (duemilacinquecento) Azioni, pari al lotto minimo.
8. Mercati in cui vengono già trattate le azioni
Alla data della presente Offerta Pubblica non esistono altri titoli emessi dalla Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. già
negoziati sui mercati regolamentati.
9. Servizio titoli
Il servizio titoli viene svolto dall’Istituto Bancario San Paolo di Torino S.p.A., presso tutte le Borse Valori Italiane ai sensi
dell’art. 15 del R.D.L. 29 marzo 1942, nr. 239.
IX.Bis
INFORMAZIONI RELATIVE A RECENTI OPERAZIONI AVENTI AD OGGETTO AZIONI GRUPPO
CERAMICHE RICCHETTI S.P.A.
Nel corso dell’ultimo esercizio e dell’esercizio in corso non sono state effettuate da terzi offerte pubbliche di vendita,
acquisto o scambio su Azioni Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. né la Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. ha effettuato
alcuna offerta pubblica di scambio su azioni di altre società.
Salvo quanto diversamente indicato nel Presente Prospetto Informativo, prima della presente Offerta non sono stati
sottoscritti o collocati privatamente titoli della stessa categoria.
Esiste peraltro un accordo tra l’azionista di maggioranza ed un membro del Consiglio di Amministrazione con il quale è
stata concessa a quest’ultimo l’opzione di acquistare una percentuale inferiore al 1% dell’attuale capitale sociale della
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. nell’anno 1999 subordinatamente alla sua permanenza nella carica attualmente
ricoperta fino a quella data.
X. INFORMAZIONI RELATIVE ALL’OPERAZIONE OGGETTO DEL PROSPETTO INFORMATIVO
1. Ammontare dell’Offerta Pubblica
Formano oggetto dell’Offerta Pubblica di Vendita e Sottoscrizione in Italia rivolta indistintamente al pubblico, con
esclusione degli Investitori Professionali così come definiti dall’Articolo 4 della delibera Consob n. 6430 del 26-08-1992,
ad eccezione delle Società Fiduciarie, un minimo di n. 8.500.000. Azioni ordinarie Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., da
nominali lire 500 cadauna, aventi godimento 1-1-1996.
Di tali Azioni una quota fino ad un massimo di n. 1.000.000. di Azioni è riservata ai dipendenti, agli amministratori ed ai
sindaci della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. così come definiti al successivo Punto 5 del presente Capitolo (di
seguito complessivamente gli “Esponenti Aziendali”).
Come indicato in Premessa, l’Offerta Pubblica in Italia è parte di un’Offerta Globale di n. 34.000.000. di Azioni ordinarie.
Nell’ambito della Offerta Globale è previsto, oltre all’Offerta Pubblica, un Collocamento Privato destinato agli Investitori
Professionali italiani e Istituzionali esteri.
L’Offerta Pubblica, compresa la quota riservata agli Esponenti Aziendali, rappresenta almeno il 25% dell’Offerta Globale.
2. Titolarità e disponibilità delle Azioni
I Proponenti Venditori sono titolari ed hanno la piena disponibilità delle Azioni ordinarie oggetto dell’Offerta Pubblica; le
stesse sono depositate per tutto il periodo dell’Offerta presso la Monte Titoli S.p.A.
3. Modalità dell’Offerta Pubblica
Il collocamento delle Azioni oggetto dell’Offerta rivolta indistintamente al pubblico avverrà per il tramite dei soggetti
indicati alla Sezione Seconda, Capitolo VIII.bis, Punto a), mentre i soggetti di cui alla Sezione Seconda, Capitolo VIII.bis,
Punto b) raccoglieranno le adesioni degli Esponenti Aziendali nell’ambito della quota ad essi riservata.
4. Deliberazioni, autorizzazioni e omologazioni
La domanda di ammissione alla trattazione continua nel sistema telematico delle Borse valori italiane è stata deliberata
dall’Assemblea Ordinaria della Società del 19-04-1996.
La delibera di aumento di capitale della Società, posto a servizio dell’Offerta Globale, è stata assunta dal Consiglio
d’Amminis trazione del 28-06-1996 a valere sulla delega conferitagli dall’Assemblea Straordinaria del 10-06-1996.
La cessione delle Azioni di proprietà dei Proponenti-Venditori oggetto dell’Offerta Pubblica è stata deliberata come
segue:
?? l’offerta delle n. 1.850.000. Azioni di proprietà della I.C.C.C.- Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. è stata decisa
dalla Società in persona del Presidente del Consiglio di Amministrazione, munito dei necessari poteri ai sensi dello
Statuto sociale;
?? l’offerta delle n. 4.200.000. Azioni di proprietà della Ceramiche Arena S.r.l. è stata decisa dalla Società in persona
dell’Amministratore Unico, munito dei necessari poteri ai sensi dello Statuto sociale;
?? l’offerta delle n. 4.200.000. Azioni di proprietà della Marimax S.r.l. è stata decisa dalla Società in persona del Presidente
del Consiglio di Amministrazione, munito dei necessari poteri ai sensi dello Statuto sociale;
?? l’offerta delle n. 13.750.000. Azioni di proprietà della Altair Servizi Finanziari S.r.l. è stata decisa dalla Società in
persona del Presidente del Consiglio di Amministrazione, munito dei necessari poteri ai sensi dello Statuto sociale;
5. Destinatari dell’Offerta Pubblica
L’Offerta Pubblica in Italia, di un minimo di n. 8.500.000 Azioni, è indirizzata indistintamente al pubblico.
Una quota dell’Offerta Pubblica, pari ad un massimo di n. 1.000.000 di Azioni, è riservata agli Esponenti Aziendali della
Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A., come tali intendendosi i dipendenti della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. che
risultano iscritti a libro matricola alla data di pubblicazione del Prospetto Informativo, e gli amministratori e sindaci della
Società in carica alla data di pubblicazione del Prospetto Informativo.
Non possono aderire all’Offerta Pubblica gli Investitori Professionali così come definito dall’art. 4 della Delibera Consob
6430/1992, che potranno aderire al Collocamento Privato di cui al successivo Punto 7, fatta eccezione per le Società
Fiduciarie, che potranno aderire esclusivamente all’Offerta Pubblica compilando, per ciascun cliente, la relativa scheda di
adesione secondo le modalità indicate al successivo Punto 10.
6. Limitazione od esclusione del diritto di opzione
Le nr. 10.000.000 di Azioni ordinarie che la Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. emetterà a valere sulla delibera del
Consiglio di Amministrazione del 28-06-1996 saranno offerte con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, 5°
comma del codice civile. L’esclusione del diritto di opzione per gli azionisti della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. trova
giustificazione nell’interesse primario della Società di ampliare la compagine azionaria tramite una vasta e capillare
distribuzione delle Azioni presso gli investitori anche internazionali, principalmente al fine di ottenere la quotazione delle
Azioni stesse presso il sistema telematico delle Borse Valori italiane, nonché l’accesso ad un efficace canale di
finanziamento necessario per sostenere il programma di sviluppo delle attività sociali.
7. Mercati di Offerta
L’Offerta Pubblica, compresa la quota riservata agli Esponenti Aziendali, avrà luogo in Italia ed il collocamento sarà
diretto da Akros SIM S.p.A. congiuntamente all’Istituto Bancario San Paolo di Torino S.p.A.
Il Collocamento Privato, rivolto ad Investitori Professionali italiani ed Istituzionali esteri, avrà luogo, oltre che in Italia, in
altri Paesi esclusi gli Stati Uniti d’America. Tale Collocamento Privato verrà effettuato sulla base di un “Offering
Circular”, in lingua inglese, contenente dati ed informazioni sostanzialmente equivalenti a quelli contenuti nel presente
Prospetto Informativo, adottando la tecnica del book-building. Detto collocamento sarà realizzato da un consorzio di
Istituzioni italiane e internazionali diretto congiuntamente da Akros Attimo SIM S.p.A. e da Dresdner Kleinwort
Benson.
L’Offerta Globale è coordinata da Akros Attimo SIM S.p.A. che agirà come Coordinatore globale e da Dresdner Kleinwort
Benson che agirà come Co-Coordinatore Globale.
8. Periodo dell’Offerta Pubblica
L’Offerta Pubblica prenderà avvio alle ore 9 del 16-09-1996 e terminerà il 18-09-1996, salvo chiusura anticipata, senza
preavviso, non anteriore comunque al termine del secondo giorno di Offerta. La chiusura anticipata sarà immediatamente
comunicata alla CONSOB e successivamente al pubblico mediante avviso sui quotidiani di cui al successivo Punto 9.
Qualora tra la data di pubblicazione dell’avviso di avvenuto deposito del Prospetto Informativo ed il giorno antecedente
l’inizio dell’Offerta Pubblica dovessero verificarsi circostanze straordinarie e/o eventi eccezionali così come previsti nella
prassi internazionale, quali, inter alia, gravi mutamenti nella situazione finanziaria, economica, valutaria o di mercato tali da
rendere pregiudizievole o sconsigliabile il proseguimento dell’Offerta Globale, i Proponenti, di concerto con Akros
Attimo SIM S.p.A. , Dresdner Kleinwort Benson e Istituto Bancario San Paolo di Torino S.p.A., potranno non dare inizio
all’Offerta Pubblica e tale decisione verrà comunicata, entro il giorno antecedente la data di inizio dell’Offerta Pubblica,
mediante avviso sui quotidiani indicati al successivo Punto 9 e l’Offerta Pubblica dovrà ritenersi annullata.
I Proponenti si riservano inoltre la possibilità di ritirare l’Offerta Pubblica, previa comunicazione alla CONSOB con avviso
pubblicato sui quotidiani di cui al successivo Punto 9 nei cinque giorni non festivi decorrenti dalla scadenza dell’Offerta
Pubblica, qualora al termine di scadenza dell’Offerta Pubblica stessa le accettazioni risultassero inferiori al quantitativo
minimo offerto indistintamente al pubblico ovvero al 100% dell’Offerta Globale nel caso di revoca della garanzia di cui al
successivo Punto 15 e del conseguente venir meno del Collocamento Privato.
9. Prezzo di Offerta
Le Azioni destinate indistintamente al pubblico saranno collocate ad un prezzo stabilito dai Proponenti d’intesa con
Akros Attimo SIM S.p.A. e Dresdner Kleinwort Benson, sentito il parere dell’Istituto Bancario San Paolo di Torino
S.p.A., tenuto conto della qualità e quantità delle domande ricevute nell’ambito del Collocamento Privato nonché delle
condizioni del mercato domestico ed internazionale nelle settimane precedenti l’Offerta Pubblica. Il prezzo così
determinato sarà comu nque compreso tra un minimo di Lire 2.285 ed un massimo di Lire 2.800. Alla scelta di questo
intervallo di valori si è pervenuti applicando ai risultati consuntivi dell’esercizio in corso e previsti per quello successivo,
metodologie di valutazione universalmente riconosciute dalla dottrina e dalla pratica professionale internazionale e, in
particolare:
?? il metodo di attualizzazione dei flussi di cassa;
?? il metodo di comparazione con alcune aziende quotate di riferimento sulla base di indici e moltiplicatori significativi.
Tale prezzo sarà il medesimo di quello applicato per il Collocamento Privato.
Il prezzo di offerta delle Azioni riservate agli Esponenti Aziendali sarà pari al 95% del prezzo delle Azioni destinate
indistintamente al pubblico.
Il prezzo delle Azioni offerte indistintamente al pubblico e di quelle riservate agli Esponenti Aziendali sarà comunicato
entro il giorno antecedente l’inizio dell’Offerta Pubblica tramite avviso pubblicato sui quotidiani “Il Sole-24 Ore” , il
“Corriere della Sera” e “Il Resto del Carlino”
Con provvedimento del 18-07-1996 il Consiglio di Borsa ha stimato in Lire 2.700 sul nominale di Lire 500 il valore venale
unitario delle n. 70.000.000 azioni ordinarie di Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. Il certificato peritale è prodotto in
allegato.
Nessun onere o spesa aggiuntiva è a carico degli aderenti all’Offerta Pubblica.
10. Modalità di adesione e quantitativi prenotabili nell’ambito dell’Offerta Pubblica
a) Adesioni da parte del pubblico indistinto
Le domande di adesione all’Offerta Pubblica dovranno essere presentate per quantitativi minimi di n. 2.500 Azioni
(lotto minimo di negoziazione) o multipli, fatti salvi i criteri di riparto.
Le domande di adesione all’Offerta Pubblica, presentate dal pubblico indistinto, dovranno essere effettuate mediante
sottoscrizione della scheda “A”, che costituisce parte integrante e necessaria del presente Prospetto, debitamente
compilata e sottoscritta dal richiedente o dal suo mandatario speciale presso non più di uno dei Collocatori indicati al
Punto a) del Capitolo VIII bis, Sezione Seconda del Prospetto Informativo.
b) Adesioni da parte degli Esponenti Aziendali
Le domande di adesione presentate dagli Esponenti Aziendali a valere sulla quota ad essi riservata, dovranno essere
effettuate mediante sottoscrizione della scheda “B”, debitamente compilata e sottoscritta dal richiedente o dal suo
mandatario speciale presso non più di uno dei Collocatori indicati al Punto b), Capitolo VIII bis, Sezione Seconda del
Prospetto Informativo.
A ciascun Esponente Aziendale verrà garantita l’assegnazione di un lotto minimo, pari a n. 2.500 Azioni; eventuali
assegnazioni ulteriori saranno regolate secondo i criteri di riparto di cui al successivo Punto 11.b).
Gli Esponenti Aziendali potranno inoltre aderire all’Offerta Pubblica di cui al precedente Punto 10.a) alle medesime
condizioni previste per il pubblico indistinto.
Le domande di adesione potranno pervenire anche tramite soggetti autorizzati all’attività di gestione di patrimoni
mobiliari ai sensi della Legge n. 1/91 purché gli stessi sottoscrivano l’apposita scheda in nome e per conto del
richiedente; le Società Fiduciarie, abilitate alla gestione patrimoniale, dovranno indicare, nell’apposito spazio, il codice
fiscale del cliente lasciando in bianco il nome e cognome (denominazione o ragione sociale) dello stesso ed inserendo
nello spazio riservato all’intestazione delle azioni la denominazione ed il codice fiscale della Società Fiduciaria.
Non saranno ricevibili né valide le schede che perverranno ai Collocatori prima dell’inizio del periodo di offerta di cui al
precedente Punto 8.
Akros Attimo SIM S.p.A. si riserva di verificare la regolarità delle schede di adesione, avuto riguardo alle modalità e
condizioni stabilite per l’Offerta Pubblica, nonché di annullare le richieste che non venissero riscontrate regolari e si
impegna a comunicare alla CONSOB l’esito di tale verifica e i risultati dell’Offerta Globale.
11. Criteri di riparto
Una quota minima pari al 25% dell’ammontare complessivo delle Azioni oggetto dell’Offerta Globale, e cioè n. 8.500.000.
Azioni, sarà riservata all’Offerta Pubblica. La rimanente parte delle Azioni, e cioè n. 25.500.000., sarà ripartita di concerto
tra Akros Attimo SIM S.p.A., Dresdner Kleinwort Benson e Istituto Bancario San Paolo di Torino S.p.A. tra l’Offerta
Pubblica ed il Collocamento Privato, tenuto conto della quantità delle adesioni pervenute all’Offerta Pubblica e al
Collocamento Privato.
Nell’ambito della quota complessivamente assegnata all’Offerta Pubblica si procederà ad assegnare le Azioni ai
destinatari di cui al precedente Punto 5, separatamente nell’ambito delle quote ad essi destinate, secondo i criteri qui di
seguito indicati, con l’avvertenza che, qualora le adesioni complessivamente pervenute dagli Esponenti Aziendali
risultino inferiori alla quota ad essi riservata, le Azioni residue confluiranno nella quota destinata indistintamente al
pubblico.
a) Adesioni da parte del pubblico indistinto
Qualora le adesioni pervenute al Consorzio di Collocamento risultino superiori alla quota ad esso destinata nell’ambito
dell’Offerta Pubblica, a ciascun richiedente sarà assegnato un quantitativo di Azioni pari al lotto minimo. Nel caso in cui
dall’assegnazione del lotto minimo residuino Azioni, queste saranno assegnate secondo i seguenti criteri:
1.
2.
3.
le Azioni saranno attribuite a ciascun Collocatore proporzionalmente all’ammontare delle adesioni ad esso
complessivamente pervenute (inteso come numero di richiedenti) , purché per quantitativi pari al lotto minimo o a
suoi multipli; eventuali lotti minimi residui saranno attribuiti al Collocatore presso il quale l’ammontare delle Azioni
richieste sia risultato superiore.
ciascun Collocatore procederà all’assegnazione ai singoli delle Azioni ad esso attribuite in misura proporzionale
alle richieste, purché per quantitativi pari al lotto minimo o a suoi multipli;
ove residuino ulteriori lotti minimi, questi saranno singolarmente attribuiti da ciascun Collocatore ai richiedenti
non ancora soddisfatti che abbiano partecipato al riparto proporzionale di cui al precedente punto a)2., in base alla
priorità cronologica di presentazione della richiesta.
Ove il quantitativo offerto risulti insufficiente all’assegnazione di un lotto minimo a ciascun richiedente nell’ambito della
quota destinata indistintamente al pubblico, le Azioni saranno assegnate secondo i seguenti criteri:
1.
2.
le Azioni saranno attribuite a ciascun Collocatore proporzionalmente all’ammontare delle accettazioni ad esso
complessivamente pervenute (inteso come numero di richiedenti), purché per quantitativi pari al lotto minimo o a
suoi multipli; eventuali lotti minimi residui saranno attribuiti al Collocatore presso il quale l’ammontare delle Azioni
richieste sia risultato superiore;
i lotti minimi saranno singolarmente attribuiti da ciascun Collocatore ai richiedenti in base alla priorità cronologica
delle richieste.
b) Adesioni da parte degli Esponenti Aziendali
A ciascun Esponente Aziendale, che ne abbia fatto richiesta, verrà garantito in ogni caso almeno il lotto minimo. Qualora
gli Esponenti Aziendali aderenti richiedano complessivamente un quantitativo di Azioni superiore alla quota ad essi
riservata, si procederà al riparto di dette Azioni secondo i seguenti criteri:
1.
2.
3.
le Azioni saranno attribuite a ciascun Collocatore proporzionalmente all’ammontare delle adesioni ad esso
complessivamente pervenute (inteso come numero di richiedenti), purché per quantitativi pari al lotto minimo o a
suoi multipli; eventuali lotti minimi residui saranno attribuiti al Collocatore presso il quale l’ammontare delle Azioni
richieste sia risultato superiore;
ciascun Collocatore procederà all’assegnazione ai singoli delle Azioni ad esso attribuite in misura proporzionale
alle richieste, purché per quantitativi pari al lotto minimo o a suoi multipli;
ove residuino ulteriori lotti minimi, questi saranno singolarmente attribuiti da ciascun Collocatore ai richiedenti
non ancora soddisfatti che abbiano partecipato al riparto proporzionale di cui al precedente punto b)2., mediante
estrazione a sorte.
12. Modalità e termini di comunicazione dell’avvenuta assegnazione delle Azioni
Ciascun Collocatore provvederà a dare comunicazione ai richiedenti dei quantitativi loro assegnati entro 10 giorni dalla
chiusura, anche anticipata, dell’Offerta Pubblica.
13. Modalità, termini di pagamento e consegna delle Azioni
Il pagamento integrale del prezzo delle Azioni assegnate dovrà essere effettuato il 26-09-1996, con versamento al
Collocatore che ha ricevuto la prenotazione, senza aggravio di commissioni o spese a carico del richiedente.
Contestualmente i certificati azionari saranno trasferiti contabilmente dalla Monte Titoli S.p.A. sui conti di deposito
intrattenuti presso la stessa dai Collocatori.
14. Negoziabilità delle Azioni
La data di inizio delle negoziazioni sarà disposta dalla CONSOB, anche con provvedimento urgente, ai sensi dell’Articolo
19 bis del Regolamento CONSOB n. 4088/89 subordinatamente all’esito dell’Offerta Globale.
15. Garanzie dell’operazione
L’impegno di garanzia dei Collocatori sia nell’ambito dell’Offerta Pubblica sia nell’ambito del Collocamento Privato, è
relativo all’integrale Offerta di Azioni. I contratti che saranno stipulati prima dell’Offerta Globale tra i Proponenti ed i
Collocatori dell’Offerta Pubblica ed i membri del Consorzio Privato prevedono l’ipotesi di revoca delle garanzie al
verificarsi di circostanze straordinarie così come previste nella prassi internazionale. Tali circostanze straordinarie si
riferiscono, inter alia, a gravi mutamenti nella situazione finanziaria, economica, valutaria o di mercato tali da rendere
pregiudizievole o sconsigliabile il proseguimento dell’Offerta Globale. Nell’ipotesi di revoca delle garanzie il
Collocamento Privato non avrà luogo.
16. Stabilizzazione
In relazione alle Azioni collocate potrà essere effettuata attività di stabilizzazione nei 30 giorni successivi all’avvio delle
contrattazioni, in ottemperanza alle normative vigenti.
E’ prevista la concessione da parte dei soci I.C.C.C. - Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. e Altair Servizi Finanziari
S.r.l. ad Akros Attimo SIM S.p.A. e a Dresdner Kleinwort Benson di un’opzione per l’acquisto, al prezzo di offerta, di
ulteriori massime n. 2.500.000. azioni, di cui 1.500.000 di proprietà di I.C.C.C. Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. e n.
1.000.000 di proprietà di Altair Servizi Finanziari S.r.l., da collocare esclusivamente nei relativi mercati di offerta. Tale
opzione potrà essere esercitata entro i 30 giorni successivi alla data di assegnazione delle Azioni.
17. Impegni temporanei alla inalienabilità delle Azioni
Al fine di agevolare il regolare svolgimento dell’Offerta e di assicurare la necessaria stabilità societaria durante il periodo
immediatamente successivo all’Offerta, Fincisa S.p.A., I.C.C.C. - Industrie Ceramiche Cisa Cerdisa S.p.A. e Altair Servizi
Finanziari S.r.l., si sono impegnate irrevocabilmente a non cedere le Azioni di loro proprietà a integrale compimento
dell’Offerta per un periodo di sei mesi decorrente dalla data di inizio delle contrattazioni susseguenti all’Offerta Globale
(fatto salvo l’esercizio del diritto di opzione di cui al precedente Punto 16 su n. 2.500.000 Azioni).
18. Accordi di riacquisto
Non esistono accordi per il riacquisto dei titoli oggetto della presente Offerta.
19. Commissioni e spese relative all’operazione
Le commissioni corrisposte ai Collocatori ammonteranno fino ad un massimo del 5% del controvalore dell’Offerta
Globale. Nessuna commissione sarà applicata in relazione al collocamento delle Azioni riservate agli Esponenti Aziendali.
L’eventuale onere dei fissati bollati relativi alle Azioni vendute in Italia dai Proponenti sarà interamente a carico degli
stessi.
20. Destinazione del ricavato dell’Offerta Pubblica di Sottoscrizione
Il ricavato dell’Offerta Pubblica di sottoscrizione, tenuto conto delle commissioni indicate al punto precedente, sarà
compreso tra Lire 22.850.000.000. e Lire 28.000.000.000.
La Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. destinerà il ricavato netto dell’emissione delle Azioni al finanziamento dei
programmi di sviluppo sociale sia direttamente sia attraverso il correlato aumento della propria capacità di credito.
Nell’immediato verrà utilizzato per la riduzione dell’indebitamento finanziario attualmente in essere.
XI. INFORMAZIONI RELATIVE AI RESPONSABILI DEL PROSPETTO
Il presente prospetto informativo è conforme al modello pubblicato mediante deposito presso l’Archivio Prospetti della
CONSOB in data _________________al nr. ____________ e contiene tutte le informazioni che, a seconda delle
caratteristiche dei titoli e dei soggetti emittenti o proponenti, sono necessarie affinché gli investitori ed i consulenti
finanziari possano valutare con fondatezza la situazione patrimoniale e finanziaria, i risultati economici e l’evoluzione
dell’attività dei soggetti emittenti o proponenti, nonchè i diritti concessi con i titoli stessi.
Ciascuno dei redattori del prospetto informativo si assume la responsabilità della completezza e veridicità dei dati e delle
notizie in esse contenute per le parti di rispettiva pertinenza.
Ciascuno dei redattori del prospetto informativo si assume altresì la responsabilità in ordine ad ogni altro dato o notizia
che fosse tenuto a conoscere e verificare.
GRUPPO CERAMICHE RICCHETTI S.P.A.
Il Presidente del
Consiglio di Amministrazione
(Dr. Renzo Arletti)
Il Presidente del
Collegio Sindacale
(Dr.Clodomiro Zanasi)
ALTAIR SERVIZI FINANZIARI S.R.L.
(anche in nome e per conto dei Proponenti CERAMICHE ARENA S.R.L.,
I.C.C.C. INDUSTRIE CERAMICHE CISA CERDISA S.P.A. e MARIMAX S.R.L.)
Il Presidente del
Consiglio di Amministrazione
(Giuliano Panizzi)
Il Presidente del
Collegio Sindacale
(Carlo Ticozzi Valerio)
AKROS SIM S.P.A.
(anche in nome e per conto dei Collocatori)
Il Presidente del
Consiglio di Amministrazione
(Giovanni Pavese)
Il Presidente del
Collegio Sindacale
(Ezio Ferrari)
XII. APPENDICI
1.
Bilanci civilistici, in forma comparativa, della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. degli esercizi 1993,
1994 e 1995
2.
Relazioni del Collegio Sindacale relative ai bilanci della Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. degli ultimi
tre esercizi
2.1 Relazione del Collegio Sindacale relativa al bilancio 1993
2.2 Relazione del Collegio Sindacale relativa al bilancio 1994
2.3 Relazione del Collegio Sindacale relativa al bilancio 1995
3.
Relazione di certificazione del bilancio al 31-12-1995
4.
Relazioni del Consiglio di Amministrazione sulla gestione relative ai bilanci della Gruppo Ceramiche
Ricchetti S.p.A. degli ultimi tre esercizi
4.1 Relazione sulla gestione relativa al bilancio 1993
4.2 Relazione sulla gestione relativa al bilancio 1994
4.3 Relazione sulla gestione relativa al bilancio 1995
5.
Bilanci consolidati, in forma comparativa, del gruppo Ricchetti degli esercizi 1993, 1994 e 1995
6.
Relazione del Collegio Sindacale relativa al bilancio consolidato del gruppo Ricchetti al 31-12-1995.
7.
Relazione di certificazione relativa al bilancio consolidato del gruppo Ricchetti chiuso al 31-12-1995
8.
Relazione del Consiglio di Amministrazione sulla gestione relativa al bilancio consolidato del gruppo
Ricchetti al 31-12-1995
9.
Comfort Letter sul bilancio consolidato pro-forma del gruppo Ricchetti al 31-12-1995
10. Comfort Letter sulla situazione economica patrimoniale consolidata del gruppo Ricchetti al 31-05-1996
11. Statuto Sociale

Documenti analoghi

Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. Rinvio dell`approvazione della

Gruppo Ceramiche Ricchetti S.p.A. Rinvio dell`approvazione della Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, dott. Daniele Pasquali, dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contab...

Dettagli

Gruppo Ceramiche Ricchetti Spa

Gruppo Ceramiche Ricchetti Spa per le posizioni debitorie di natura commerciale scadute, la società ha nella maggior parte rinegoziato i termini di scadenza di tali posizioni; per quanto concerne i debiti di natura previdenziale...

Dettagli