Trombinos - COTE Magazine

Commenti

Transcript

Trombinos - COTE Magazine
PUB
PUB
tendance [ XXXX ]
4 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
Par XXXXXXXXXX
tendance [ XXXX ]
Par XXXXXXXXXX
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 5
atelier-zuppinger.ch
tocade [ Edito ]
Di Olivier Cerdan
-/ Aren’t you fed up…?
Ma non siete ancora stufi...
M
a non siete ancora stufi di sapere che non
accade niente di interessante, anche in tempo reale?
Il mondo non deve più ignorare il fatto che non
abbiamo nulla da dirci, e questo spiega il successo
di Twitter.
Milioni di persone si sono messe a raccontare le loro
giornate per condividerle con altri ipotetici milioni
di persone. C’è quello che condivide il proprio
hamburger con il resto del pianeta: “Wow, il ketchup
è troppo buono…”; l’altro che scendendo dall’aereo,
dopo aver viaggiato per 24 ore di fila dietro ad un
attore famoso: “Non indovinerai mai chi mi è capitato
di vedere!!”; e che ne dite del politico “Comitato
agricolo appassionante, ora procedo al brindisi in
onore della casa di riposo…”.
Attenzione, il numero dei vostri follower può essere
ancora più triste del numero di elettori di una
domenica estiva.
Un buon tweet dipende dalla vostra rapidità di
reazione e quindi dalla velocità del vostro pensiero: il
tempo reale non è lo stesso per tutti. Prima dicevamo
“i tempi cambiano”, adesso è il tempo che cambia,
accelera sempre. Il telegiornale delle 20 non serve
più a nulla, ormai sono 20 ore che ne sappiamo più di
Enrico Mentana!
Ad ogni novità tecnologica abbiamo l’impressione
che il tempo acceleri ancora, come in una corsa
folle che non sappiamo più gestire. Presto le nostre
giornate saranno cronometrate come alle Olimpiadi,
il centesimo di secondo farà la differenza. I record di
rapidità nell’invio delle informazioni cadranno uno
dopo l’altro! Fino a dove arriveremo? Chissà se la
moda “slow time” ci darà il tempo di riflettere...
A
ren’t you fed up to know that nothing
interesting is happening? The world should no longer
ignore that we have nothing to say to each other, it
explains Twitter success.
Millions of people began to tell their daily lives to
share it with other hypothetical millions of people.
There is one who shares his burger with the rest of the
world: “hey, man, the ketchup is top…” another one
just after landing and having traveled 24 rows behind
a famous actor: “you’ll never guess who didn’t look at
me during the flight!!!” not to mention the politician:
“exciting agricultural committee, let’s go to the
reception at the retirement home…”
Attention, the number of followers can be even
crueler than the numbers voters on a heat wave
Sunday.
A good tweet depends on your reaction speed and
therefore your thinking speed, so real time is not the
same for everyone.
Before people used to say “times change” but now
is time that change, it keeps speeding up. The TV
evening news is useless because it’s been hours that
we know more than Darius Rochebin!
Each technological innovation gives the impression
of accelerating time, as in an uncontrolled mad race.
Soon our days will be timed as the Olympic Games,
hundredths of a second make the difference (first to
say, too late!).
Speed of sending information record will fall one
after the other! How far? Can’t wait for the slow time
mode to have time to think…
PUB
Plate
Tableware or
part of a watch
movement?
Discover the world
of Fine Watchmaking
at www.hautehorlogerie.org
Plate | The plate which bears the various movement parts and in particular the bridges.
The dial is usually affixed to the bottom side of the plate. The plate is pierced with
holes for the screws and recesses for the jewels in which the pivots of the movement
wheels will run.
The FoundaTion’s ParTners | A. LAnge & Söhne | audemars PigueT | BAume & mercier | BoveT 1822 | cArtier | Chanel | chopArD | ChrisToPhe ClareT
corum | de BeThune | girArD-perregAux | greuBel Forsey | hArry WinSton | hermès | iWc | Jaeger-leCoulTre | LouiS Vuitton | monTBlanC | pAnerAi
Parmigiani Fleurier | piAget | ralPh lauren WaTCh & JeWelry | richArD miLLe | roger duBuis | tAg heuer | vaCheron ConsTanTin | VAn cLeeF & ArpeLS
6 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
p.Paola Navone - ph. Andrea Ferrari
LE EMOZIONI NON VANNO RACCONTATE, VANNO VISSUTE.
Switzerland_Deutschland: Laura Messa_0039 [email protected] | www.baxter.it
sommario [ contents ]
› Paul Newman col suo Rolex
Daytona «Paul Newman.»
18
EDITO
POST-SCRIPTUM
TENDenze
Trends
Tendenze deco
Deco trends
Tendenze bellezza
Beauty Trends
28
20
› Appuntamento con Stones
› La fondazione Cartier fa il suo show
////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
Cover
24
› Cartier Queen’s cup
› Dole vita
6
>
Ma non siete ancora stufi...
-/ Arent’t you fed up...?
15
>
I saperi inutili - Appuntamento con Stones
-/ Useless knowledges - Meeting the Stones
21
>
La gran classe - Diamogli corda - Sguardi solari - Il
denim ai vostri piedi- Dolce vita
-/ Real class - In ropes - Sun in your eyes - Denim on
your feet - Dolce vita
33
>
Le icone poltrone - Le icone illuminanti
-/ Iconic sofas - Iconic lights
39
>
Giardino estivo - Azione e protezione
-/ Summer garden - Action and protection
34
› Le icone
44
› DB29 MaxiChrono Tourbillon
#15
10 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
PUB
sommario [ contents ]
› François-Henry Bennhamias
50
orologeria
Timewear 2014
shooting
novità eco
EVASIONe
ESCAPE
Trombinoscote
82
52
› Jean-Claude Biver
› Mademoiselle privé décor
Cormandel madreperla scolpita
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
48
43
53
› Guillaume Alix
› Sailling time
il segno della bellezza - Di bianco vestito
> Sotto
Apologia dell’acciaio - La poesia del tiempo
-/ Under the banner of beauty - All in white
Apologia of style - The poetry of time
>
Shooting : Sailing time
89
>
Shangai o Aspen - News jet - Golf, like and share
Talenti svizzeri
-/ Shangai or Aspen - News jet - Golf, like and share
Swiss talents
95
>
Paris La Réserve
-/ Paris La Réserve
99
>
Immagini delle serate imperdibili dei nostri “paparazzi”...
-/ Photos review of not-to-be-missed events
53
91
› Global jet
104
› Antonio Banderas e Fawaz Gruosi
#15
12 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
PUB
Post-Scriptum
Occhiali decisamente consigliati dalla redazione
Bellezza. Richard Burton e Elisabeth Taylor
/////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////////
sommario [ Contributors ]
EDITORE
Olivier Cerdan / [email protected]
Assistante Virginie Vivès / Tél. +41 22 736 68 80 / [email protected]
Direttrice aggiunta della pubblicazione
Linda Cohen / [email protected]
REDAZIONE
Direttore della redazione
Olivier Cerdan / [email protected]
Direttrice della redazione
Lauriane Zonco / [email protected]
Redattrice in capo Mode & Bellezza
Caroline Schwartz / [email protected]
Assistante Laura Cornaz/ [email protected]
REDATTORI
Lauriane Zonco / Jacob Decasa / Caroline Schwartz
Gabrielle Carrard / Julie de los Rios / Remi Dechambre / A. Klopmann / Alexandre Benoist
M. Sartore / Olivier Cerdan / Octave / J. Rovero / Françoise Lefébure
appuntamento con Stones - cartier queen’s cup - il sapere inutili
Fotografi
Didier Michalet, Johann Sauty, Georges Altman, Deborah Taieb, Pedro Neto
pubblicazione sul web
Skander Douki, Virginie Vivès, Lauriane Zonco
STUDIO
Direttore creativo
Olivier Benatar / [email protected]
Grafica
Elsa Attioui, Amina Valentini, Camille Dujonc & Donovan Bouchenot / [email protected]
Retouches images / Karen firdmann
Traduttrice : Sandrine Rodrigue / Atenao
rilettura / correzioni : Céline Testud
Direttore di fabbricazione - controllo qualità : Lionel Yvroux
PUBBLICITÀ
Direttrice della pubblicità
Karine Loiseau / [email protected]
Capo della pubblicità
Anne-Marie Pistone / [email protected]
Linda Cohen / [email protected]
Laura Cornaz / [email protected]
Italie / [email protected]
Zurich / [email protected]
Events
« Les Vendanges de Genève® » - « Le Noël des Dégustations® » - « Zürcher Spring Tastings® »
Catherine Leopold-Metzger / [email protected]
partenariato alberghi
Amina Valentini / [email protected]
Diffusione
[email protected] Diffusione : Virginie Vivès / [email protected] / Tel: +41 22 736 56 56
Lista di distribuzione regione Insubrica
dietro semplice richiesta
Abbonamenti e distribuzione in edicola : Melisa
Servizio abbonamenti Via Industrie 4
CH - 6930 - BEDANO
Tel. +41 91 936 61 61
Les éditions cote
Sede sociale: Rue Eugène Marziano, 37. CH 1227 Ginevra / Tel. +41 22 736 56 56 / Fax. +41 22 736 37 38 / www.cotemagazine.com
LES ÉDITIONS COTE
Cap Var, Bât. D2, Av. G. Guynemer,
06700 Saint-Laurent-du-Var
Presidente
Claude Henri Menu
assistito da Nathalie Duchesne
[email protected]
COTE PARIS
Editore delegato: Eric O’Neill
COTE MARSEILLE PROVENCE
Direttrice: Dominique Juan
EDIZIONI INTERNAZIONALI
BEREG > Rivista Russa
AMOUAGE > Rivista del mondo Arabo
WAN JIA > Rivista Cinese
MONTE-CARLO SOCIETY
La rivista del gruppo Monte-Carlo SBM
Direttrice della pubblicità: Lina Cappellini
PLACES & SPIRIT
La rivista del gruppo Floirat
Direttrice commerciale:
Catherine Sarachmann
NEGRESCO MAGAZINE
Direttrice della pubblicità: Lina Cappellini
COTE LUGANO
ITALIANO/INGLESE:
Quattro numeri l’anno
COTE ZURIGO
TEDESCO/INGLESE
Quattro numer l’anno
CANNES IS YOURS
Direttrice commerciale:
Catherine Sarachmann
Partenariato di distribuzione con CANONICA e le sale lounge VIP dell’Aeroporto di Lugano.
È vietata la riproduzione anche parziale degli articoli e delle illustrazioni pubblicate da COTE Magazine.
14 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 15
I saperi inutili
Della redazione
Tutto quanto non serve per “brillare” in società, e in
qualsiasi circostanza... o forse no...
-/ Useless knowledge that will help you sound intelligent
anywhere, with anyone, or not….
Perché si utilizza il verbo “limoger” per
dire “silurare qualcuno”?
Originariamente, il Generale Joffre
preparava la Francia alla Prima guerra
mondiale e per questo inviò molti
ufficiali a Limoges perché fossero
rimossi dal fronte delle battaglie; così
apparve il verbo “limoger”.
-/ Why do we use the verb “limoger” which
means to dismiss in French?
Originally General Joffre prepared France to
the First World War and he sent many seniors
officers to Limoges for them to avoid the
front battles and the verb “limoger” appeared
in reference to the town.
Perché nei giorni della settimana c’è la sillaba “di”?
Nei giorni della settimana c’è sempre la sillaba “di” a cui si aggiunge la radice
del giorno. I giorni fanno riferimento ad un pianeta del nostro Sistema
Solare, ovvero: Luna per lunedì, Marte, per martedì, Mercurio per mercoledì,
Giove per giovedì, Venere per venerdì, mentre domenica, che è il giorno del
Signore, corrisponde a “Dies Dominicus”.
“Dies” significa “giorno” in latino, e per questo abbiamo “giorno della Luna
per lunedì”, “giorno di Marte” per martedì e così via.
-/ Why is there the syllable “day” in the days of the week?
We can notice that each day of the week has the syllable “day” added to the root of the
word. The days refer to a planet in our solar system: Monday for the moon, Tuesday
for Mars, Wednesday for Mercury, Thursday for Jupiter, Friday for Venus, Saturday for
Saturn and Sunday is the day of the Lord or the day of Sun. all these words have Latin
roots.
Perché i francesi dicono “allô” quando rispondono al telefono?
Perché nei giorni della settimana c’è la
sillaba “di”?
Bisogna risalire al periodo dei
“grognards” (soldati delle Guardie
imperiali di Napoleone Bonaparte) che,
in assenza di fazzoletti, utilizzavano le
maniche per pulirsi il naso. Le maniche
diventavano a chiazze, e a Napoleone
questa cosa non piaceva, per questo si
pensò alla soluzione: i bottoni avrebbero
risolto il problema! In effetti, non è
mica facile asciugarsi il naso sui bottoni!
-/ Why do the suit sleeves have buttons?
This goes back to the time of the “grognards”
(soldiers) who, for lack of handkerchiefs,
used their sleeves to blow their nose. These
stained sleeves were not appreciated by
Napoleon so he found this solution of the
buttons to solve the problem! In fact it’s
difficult to blow a nose on buttons!
16 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
Ogni lingua possiede una parola che dà l’inizio alla conversazione telefonica.
Il più divertente è indubbiamente il “Moshi Moshi” giapponese. In Francia,
il fatto di rispondere “allô” deriva dalla francesizzazione della parola inglese
“hello”.
Fu Thomas Edison, l’inventore del telegrafo e del fonografo (ma non del
telefono!), il primo ad utilizzare questa parola al telefono.
-/ Why do we say “allo” when we answer the phone?
Each language has an introduction word when answering the phone. The funniest is
probably the “Moshi, Moshi” Japanese.
In French the fact of answering “allo” comes from the American “hello”. Thomas
Edison, inventor of the telegraph and the phonograph (but not the phone) was the
first to use this “hello” on the phone.
Perché Pechino si chiama anche Beijīng?
Beijīng significa “capitale del nord” in cinese, e Pechino è la versione italiana.
Altri paesi lo pronunciano in base alla loro lingua (Pékin in francese, Pequim
in portoghese...)
-/ Why Beijing is also called Pekin in French?
Beijing means “capital of the north” in Chinese. Pekin is the French word. Other
countries name Beijing with their own pronunciation (Pechino in Italian, Pequim in
Portuguese…).
PUB
post-scriptum APPUNTAMENTO
Di Céline Zamora
Il mio incontro con gli Stones...
Com’è possibile essere obiettivi quando il concerto a cui sto per assistere è quello dei Rolling
Stones? Il mix tra un sogno di bambina e la presenza di un’icona del rock confondono ogni
senso critico. Poco importa, stasera ho un appuntamento con gli Stones.
Lungo la strada che conduce al Letzigrund
Stadium, è obbligatoria una sosta al Cindy’s Diner
americano, dove i camionisti, fedelissimi al locale,
divorano hamburger e frappè. Gli amici di mio
padre iniziano già a vantarsi di quante volte hanno
assistito alle esibizioni scatenate del quartetto
inglese.
Ma non sono invidiosa, oggi tocca a me. Arrivo
dagli svizzeri tedeschi: 48.000 fan che indossano
la famosa t-shirt con la lingua, tutti pronti per
il concerto. Un pubblico di tutte le età prende
forma, tra nostalgici nonni hippies e una giovane
generazione convinta che il rock di una volta fosse
migliore. Tutti sono venuti qui ad applaudire per
l’ultima volta queste rock star (ogni volta si pensa
che sia l’ultima).
Ore 20,15: le fiamme invadono lo stadio. Ci siamo,
il gruppo si dimena sul palco e tutti ci mettiamo a
18 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
cantare “Start me up” e “You Got Me Rocking”. Mick
Jagger, più arzillo che brillo, è passato dalle piume
alla pelle, per finire con un’enormità di paillettes.
Piccolo assolo di armonica e 2-3 parole balbettate
bella lingua di Heidi, tesoro!
Keith Richards è sempre lo stesso Jack Sparrow
con i suoi incredibili assoli di chitarra.
Charlie Watts, che dà l’impressione di essersi
incollato la dentiera di traverso, alterna gesti
meccanici.
Con la punta delle bacchette riesce a scatenare
il rock come un robot senz’anima. Rony, che ha
festeggiato i suoi 73 anni sul palco, si è sparato
l’intero pacchetto di sigarette durante il concerto.
Troppo rock questo tizio!
Ok, magari hanno l’aria un po’ stanca, ma guidati
da Micky che corre come una locomotiva in folle,
il gruppo non molla mai.
Il pubblico è meno tonico dei nonnini Stones:
come una vecchia Mustang, gli ci è voluto un po’
per riscaldarsi e partire in quarta.
Il suono, che forse si è adeguato agli apparecchi
acustici (dai, scherzo...) avrebbe meritato qualche
decibel in più per farci davvero sentire immersi
negli anni ’70. I fantastici 4 ci hanno comunque
fatto sognare, accompagnati da musicisti, coristi e
anche dal loro ex chitarrista Mick Taylor. Eravamo
tutti pronti ad essere indulgenti sui tempi del
concerto, ma non ce n’è stato bisogno perché
dopo 2 ore e un quarto di ancheggiamenti
impressionanti (a colpi di omeopatia, di sicuro,
perché a quell’età bisogna andarci piano col
cuore), hanno finito per farci divertire un mondo.
La parte finale si conclude con un gioco
pirotecnico, e “Satisfaction” cantata a squarciagola
per gli aficionados, finalmente scatenati.
Tutto semplicemente magico, mitico; insomma,
ho avuto un incontro ravvicinato con gli Stones.
PUB
post-scriptum Cartier Queen’s Cup
Di Caroline Schwartz
Cartier Queen's Cup
la gran classe - diamogli corda - sguardi solari - il denim
ai vostri piedi - crazy sneakers - dolce vita - karl & lapo
Nel Windsor Great Park...
Sua Maestà la Regina Noor di
Giordania e Arnaud Bamberger
I nomi più importanti del mondo del polo si
sono affrontati lo scorso 15 giugno in occasione
della finale della Cartier Queen’s Cup, tenutasi
nelle terre reali al Guards Polo Club del Windsor
Great Park.
Alla fine è la squadra Zacara che ha vinto su
Talandracas. Anche nelle gradinate l’atmosfera
era elettrica, fino alla tribuna Cartier dove
si trovavano attori, sportivi e membri della
famiglia reale….
-/ The biggest names in the sport of polo were in
action on the 15th June on the Queen’s Ground at
Guards Polo Club, Windsor Great Park in a bid to
win the Cartier Queen’s Cup 2014.
With 15 teams entering this most prestigious of
tournaments, all expectations were exceeded.
In the end, Team Zacara beat Team Talandracas in
a thrilling match.
To mirror the impressive talent on the field, Cartier
invited guests from the worlds of stage, screen,
sport, society, and literature into the Cartier
enclosure.
20 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
Caroline Schwartz - Cote Magazine
e Kristin Davis
Sua Maestà la Regina Elizabeth II
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 21
tendance
[ XXXX
]
tendance
[ XXXX
]
Par XXXXXXXXXX
La redazione raccomanda caldamente la bicicletta Martone
Tendenza moda [ fashion ]
Di Caroline Schwartz
Crazy
Sneakers
2
Sneakers, scarpe da corsa o da skate, i creativi si sfidano in
originalità, e fanno delle scarpe il loro terreno di gioco.
-/ Sneakers, running or skate shoes, fashion designers compete and
sneakers are their playground.
3
1
5
4
Oggetto di design elevato allo status di
accessorio di moda imperdibile, la bicicletta
di Lorenzo Martone quest’anno si riveste di
un manto dorato.
Create dall’artista Lorenzo Martone - ex compagno di
Marc Jacobs – e lanciate nel 2012, hanno provocato
un vero e proprio terremoto nel pianeta della moda:
top model, redattrici e stilisti non resistono al fascino
di queste due ruote che uniscono raffinatezza,
vivacità e tecnica.
Questo nuovo modello, realizzato in soli 2 esemplari
22 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
– uno da uomo e l’altro da donna – è stato realizzato
in collaborazione con un team di designer europei.
Fatte di acciaio e alluminio, queste bici pensate
per un utilizzo urbano, ospitano anche la firma del
marchio, una catena rosso brillante che dà un tocco
di stile all’aspetto monocromatico della due ruote.
Questi due pezzi unici sono anche dotati di una
tecnologia all’avanguardia perché dotate di un
innovativo sistema di cambio automatico. Le due
biciclette saranno disponibili solo a La Vallée Village
tra il 12 maggio e il 29 agosto, per un’estate all’insegna
della libertà.
6
1- Moncler
2- Hermès
3- Valentino
4- Givenchy
5- Fendi
6- Golden Goose
7- Hogan Rebel
7
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 23
tendenze moda [ fashion ]
Di Caroline Schwartz
tendenze moda [ fashion ]
Di Caroline Schwartz
Dolce Vita
1
Un atteggiamento leggero e casual, in vacanza, vicino al
mare, per un inno alla Dolce Vita... i sandali maschili sono
chic, raffinati, e comodi.
-/ For a relaxed and light walk, on holidays, by the water
and for a Dolce Vita spirit, men’s sandals are cool, chic and
comfortable.
Ralph Lauren
2
Hermès
3
Diamogli
corda!
4
Christian Louboutin
Piatte o in compensato, le zeppe in
corda fanno contente tutte le donne.
Ecco alcuni “must” dell’estate…
-/ Flat or wedge heels, the soles made of
rope are approved unanimously.
Here are a few summer must-haves…
5
1- Ermenegildo Zegna
2- Fendi
3- Christain Louboutin
4- Gucci
5- Louis Vuitton
6- K-Jacques
24 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
In ropes!
6
Valentino
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 25
tendenze MODa [ FASHION ]
Di Caroline Schwartz
tendenze moda [ fashion ]
Di Caroline Schwartz
Il denim ai
vostri piedi!
Cappello Hermès
Occhiali Louis Vuitton
Denim on your feet…
Cappello Maison Michel
Occhiali Prada
Il mitico tessuto si sbizzarrisce: sandali o
espadrillas, le scarpe si vestono di jeans.
Sguardi
solari!
-/ Essential material of our closets, this summer
denim will also be on your feet. Sandals or
espadrilles, the shoes are with denim.
.
Isabel Marant
Sun in our eyes!
Bellissimi occhiali da sole da abbinare a cappelli colorati... Coppie
straordinarie che illumineranno il vostro look estivo.
-/ Sunglasses blowing us away to match with colorful hats…an
efficient duo to be amazing and to brighten up your summer looks.
Charlotte Olympia
Miu Miu
Cappello Emilio Pucci
Occhiali Armani
Fendi
Gucci
Cappello Etro
Occhiali Fendi
Cappello Gucci
Occhiali Gucci
Pierre Hardy
Louis Vuitton
26 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 27
tendenze [ CARTIER ]
Di Lauriane Zonco
-/ Fondation Cartier in the limelight
Occhiali decisamente consigliati dalla redazione
© Ambroise Tézenas
La Fondazione
Cartier fa il suo show
Vous
n’y échapperez
pas
Se Cartier è sinonimo di gioielli incredibili, da 30 anni questo nome è anche associato all’arte contemporanea attraverso la
Fondazione Cartier, annidata nel cuore di Parigi nel suo scrigno di vetro firmato Jean Nouvel.
-/ Cartier rhymes with amazing jeweler but for 30 years the name is
linked with contemporary art through the Fondation Cartier, nestled
in the heart of Paris in a glass setting signed Jean Nouvel.
Contemporanea attraverso la Fondazione Cartier, annidata nel cuore di Parigi
nel suo scrigno di vetro firmato Jean Nouvel. Dal 1984, la Fondazione si è
impegnata a costruire e dar vita ad un dialogo con artisti contemporanei di
ogni tipo; così, sono state fino ad ora ben 100 le mostre e circa 800 opere –
create per l’occasione – ad aver preso possesso delle pareti della Fondazione,
rendendo questo luogo un importantissimo strumento per mostrare le
tendenze dell’arte contemporanea. Tutto è iniziato quando l’artista César
fa scoprire ad Alain-Dominique Perrin, a quel tempo presidente di Cartier
International, la tenuta di Montcel. La Fondazione Cartier è così nata attorno
a tre regole d’oro; l’importanza fondamentale assegnata all’artista e alla sua
opera; la trasversalità – la Fondazione ama far incrociare il design, l’arte
contemporanea, l’arte primitiva, la musica nello stesso slancio creativo; e
infine il confine impermeabile tra la Maison Cartier e la Fondazione Cartier.
Nel 1994, questa si installa nel centro di Parigi in un edificio originale
ideato da Jean Nouvel, permettendo così di reinventare all’infinito gli spazi
espositivi. L’elenco degli artisti, pittori, fotografi, scultori, designer, che hanno
preso possesso di questo spazio è un vero e proprio “who’s who” dell’arte
contemporanea.
Since 1984, the aim of the foundation is to build a dialogue between
contemporary artists; therefore more than 100 exhibitions and some 800
works – created for the occasion – took place at the foundation, affirming
the place thereof as a prominent vector of contemporary art trends. All begins
when the artist Cesar showed Alain-Dominique Perrin, president of Cartier
International, the Montcel property. Fondation Cartier was born around three
golden rules: the place given to the artist and to his work, the interdisciplinarity the foundation likes to cross, design, contemporary art, primitive art, and music
– and finally the impervious border between Maison Cartier and Fondation
Cartier. In 1994, the foundation settled in Paris in a building designed by Jean
Nouvel. The list of artists, painters, photographers, sculptors and designers who
exhibited in this place is a true who’s who of contemporary art. Customers
want more so the foundation quickly became a must-see for a public curious
to discover new artistic territories.
I visitatori sono interessati, al punto tale che la Fondazione è rapidamente
divenuta un luogo imperdibile. Per tutta la durata di questo anno celebrativo
e fino a marzo 2015, la Fondazione farà tornare sulle sue pareti gli artisti che
ne hanno fatto la storia. Dall’aereo di Marc Newson alla monumentale sfera
dorata di James Lee Byars, dal sottomarino di Panamarenko ai Brise-lames
di Raymond Hains, dai dipinti di Chéri Samba ai quaderni di Moebius, dalla
scultura In Bed de Ron Mueck alla città di Bodys Isek Kingelez, saranno tutti
presenti per Mémoires Vives, prima parte dell’anno celebrativo. l Per l’evento
saranno presenti anche gli artisti. A partire da ottobre, la Fondazione Cartier
si trasformerà sotto la direzione degli architetti Elizabeth Diller e Ricardo
Scofidio, che faranno di questo evento uno spazio di incontro vivace e in
continuo movimento. La scusa perfetta per fare un salto a Parigi e immergersi
nell’arte!
Throughout this anniversary year and until March 2015, the foundation will
call back artists who built up its history. This years is placed under emblematic
works that put into light Fondation Cartier; from the planes by Marc Newson
to the monumental golden sphere by James Lee Byars, the submarine by
Panamarenko to the breakwaters by Raymond Hains, paintings by Cheri Samba
to the notebooks by Moebius, the sculpture In Bed by Ron Mueck to the town
by Bodys Isek Kingelez, they all be there for the Mémoires Vives, first part of the
anniversary year. The artists themselves will be there for the event: they will all
come to share a particular moment with the public.
From October, Fondation Cartier will metamorphose under the direction of the
architects Elizabeth Diller and Ricardo Scofidio and thanks to them this event
will become a living meeting space in perpetual move. So why don’t you go
to Paris for a great artistic dive!
www.fondation.cartier.com
28 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
RULE Nr. 7
«I never go out without my dark glasses,
I like to watch, not to be watched».
Karl Lagerfeld
Italia Independent by Lapo Elkann and Karl Lagerfeld Collection
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 29
tendenze [ CHANEL ]
Di Jacob Decasa
tendance [ XXXX ]
Par XXXXXXXXXX
Per il quinto anno CHANEL ha installato
la propria sede estiva a Saint-Tropez,
nel palazzo signorile La Mistralée.
Ambientazione con una scenografia ogni
volta diversa, questa dimora accoglie
quest’anno un arredamento che si ispira
alla collezione dei Métiers d’Art Parigi –
Dallas 2013/14.
-/ For the fifth year running, CHANEL
is taking its summer residence in SaintTropez at La Mistralée. With a different
mise en scène every time, this year the
mansion is welcoming a décor inspired
by the 2013/14 Métiers d’Art Paris-Dallas
collection. of collectables.
Paris – Dallas – Saint-Tropez
Fin dall’ingresso, lo sguardo va subito ad alcuni capi di Prêt-à-Porter indossati
da manichini, poi ad un “millefoglie” di carta translucida che pende dal soffitto, e
immaginato come una linea di circolazione che attraversa lo spazio. Così come
le bandiere americane che fluttuavano sulla sfilata presentata a Dallas lo scorso
dicembre, questo fogliame impalpabile si muove con il vento, all’infinito.
Tutto ruota attorno ai colori della collezione Parigi-Dallas: dal beige al mattone,
passando dalle tonalità scure, dal rosa antico al granata, dal giallo girasole al
nero, o sul semplice gioco tra bianco e nero.
Questi quattro chiaroscuri di colore giocano anche sulle loro sfumature lungo
le pareti della boutique. Seguendo la successione dei capi, assistiamo allo
sfilare di una spirale grafica nel salone-vetrata trasformato in arena dalle linee
minimaliste in legno dipinto chiazzato in bianco e nero. Al centro, un ampio
tappeto e due panchine di forma semi-circolare in pelle di puledro nero
completano l’arredamento di questo rodeo contemporaneo.
Troviamo anche uno spazio dedicato all’orologeria, con la presentazione delle
collezioni “J12”, “Première” e “Mademoiselle Privé”, assieme ad una selezione di pezzi
di alta gioielleria. Oasi di luce e di pace,
La Mistralée ospita un magnifico giardino dove è possibile venire a riposarsi su
poltrone riparate da ombrelloni di legno. Sistemate attorno alla piscina, sono un
delizioso luogo di sosta verso la pool house. Distesa di blu marino, è lo sfondo
ideale per il beachwear, le spugne e gli accessori estivi. Nel corso delle settimane,
questo spazio proporrà anche le collezioni e le novità dei trattamenti, del trucco e
dei profumi CHANEL.
-/ On arrival, the gaze is instantly drawn to pieces from the Ready-to-Wear
collection presented on mannequins, then up to a millefeuille of translucent
paper upon the ceiling, designed to direct movement through the space.
Reminiscent of the American flags that fluttered above the runway show
presented in Dallas last December, this airborne foliage moves with the breeze
like an infinite hanging mobile.
In the colours of the Paris-Dallas collection, it undulates from beige to brick via
browns, from dusty rose to garnet, from sunflower to black and, quite simply,
white to black.
These four colour palettes also appear gradated over the walls and the floor of
the boutique. Connecting one room to another, they culminate in a graphic
spiral in the glass-ceilinged lounge transformed into a purified arena composed
of wood speckled with black and white paint. In the centre, a vast rug and
two curved banquettes in black ponyskin complete the interior décor of this
contemporary rodeo.
A dedicated space for watches features the «J12», «Première» and
«Mademoiselle Privé» and a selection of High Jewellery pieces.
A haven of luxury and tranquillity, La Mistralée also has magnificent gardens.
Chairs around the pool, shaded by wooden parasols, provide a deliciously
relaxing stopping point en route to the pool house. Swathed in navy blue, this
is the ideal showcase for the beachwear, towels and high summer accessories.
Over the weeks this space will also be home to the CHANEL skincare, make-up
and fragrance collections and latest creations.
To be discovered from April 26th, the CHANEL ephemeral boutique will be
open until October 2014.
BOUTIQUE EFFIMERA CHANEL
CHANEL EPHEMERAL BOUTIQUE
1, avenue du Général Leclerc
83990 Saint-Tropez - Francia
Dal 26 aprile ad ottobre 2014.
30 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 31
TENDENZE AUTO [ CARS ]
Di Alexandre Benoist
Bentley Continental GT Speed
La gran
classe !
Le capacità della referenza del Gran Turismo di Bentley beneficiano per il
2014 di perfezionamenti che ridefiniscono il lusso e le prestazioni che tutti
si attendono da una “supercar”: motore W12 da 635 CV, presenza visiva più
marcata (splitter anteriore, minigonne laterali e diffusore posteriore abbinati
alla carrozzeria), due tonalità esclusive per gli interni.
For 2014 the benchmark Grand Tourer’s already mind-blowing capacities
have been further improved, redefining the luxury and performance expected
of a supercar: 635hp W12 engine, greater visual impact, two exclusive shades
for the interior, etc.
le icone poltrone - le icone illuminanti
Per vivere il lusso nel campo
automobilistico senza esitazione,
optate per il non plus ultra.
To experience the ultimate
in motoring luxury you simply
have to go for the very best.
Mercedes-Benz S 600
La S 600, animata da un motore V12
biturbo, è il modello di alto livello della Classe
S. È disponibile solo a passo lungo e offre
un equipaggiamento di lusso, una potenza
di 530 CV e un livello di perfezione finora
ineguagliato: sensore di superamento linea,
sensore di angolo cieco, display a testa alta.
The S Class’s top-range model,
the S600 is powered by a twin-turbo V12
engine and comes only in a long-wheelbase
version. It is luxuriously fitted out, delivers
530hp and is packed with so-far unequalled
technological wizardry: lane assist, blind-spot
assist, head-up display, touchpad...
Rolls-Royce Ghost Series II
La Ghost rappresenta una versione
contemporanea della prestigiosa Rolls-Royce,
che unisce perfettamente il dinamismo naturale
al lusso moderno in un’auto davvero straordinaria.
E’ al tempo stesso uno strumento di lavoro
perfettamente equipaggiato per la settimana, e
un’auto dalla guida fluida e piacevole, per rilassarsi
nel week-end.
The Ghost presents a contemporary version
of Rolls-Royce prestige: natural dynamism and
modern luxury combined in a faultless car. Both a
superbly equipped work tool for week days and a
smooth, easy drive for relaxing at weekends.
32 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 33
icone [ sofas ]
Di Alexandre Benoist
le icone
poltrone
icone [ sofas ]
Di Alexandre Benoist
Sedia uovo
creata nel
1958 da Arne Jacobsen
Fritz Hansen
Poltrona di Florence Knoll
realizzata da
Prima di tutto delle icone. “Il mercato rimane
animato dalle grandi firme. Questo rassicura
l’acquirente rispetto alla somma che dovrà
sborsare perché l’oggetto o il suo editore –
Knoll, Cassina, Vitra, Herman Miller – è
conosciuto e quindi riconosciuto”.
-/ Mainly in search of the iconic.
“The market is still driven by the big
names. They reassure buyers as regards
the prices they have to pay because the
object or its producer (Knoll, Cassina,
Vitra, Herman Miller) is well-known
and therefore recognised.”
Divanetto Barcelone di Mies Van Der Rohe
La Sedia Palla di
Eero Aarnio
Sedia bolla o “bubble chair”
creata nel
1968 da Eero Aarnio riproposta da Adelta dal 1996
Poltrona Elda
Poltrona Bibendum di Eileen Gray
34 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
Poltrona LC2 di Le Corbusier
creata nel
1963 da Joe Colombo
Comfort
realizzata da
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 35
icone [ light ]
Di Jacob Decasa
icone [ light ]
Di Jacob Decasa
Lampada Eglisse
progettata nel 1967 da
Vico Magistretti realizzata
da Artemide
Lampada arco progettata nel
1962 da Achille e Pier-Giacomo
Castiglioni realizzata da flos
░
le icone
illuminanti
Lampada Jielde d9406
Lampada Pipistrello
progettata nel
Aulenti
Lampada
horn
nel
Lampada gras progettata nel 1922
da
Bernard-Albin Gras realizzata da Gras
Lampada
Panthella
progettata en
1971
Panton
Poulsen
36 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
Gae
Astéri
da
1953 da Jean-Louis
akari
1951 da Isamu
Noguchi realizzata da Sentou
progettata
1965
realizzata da
progettata nel
Domecq
realizzata
da
da
Verner
Louis
Lampada Grasshopper
(cavalletta) progettata nel
1947 da Greta Grossman realizzata da
Gubi.
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 37
Giardino estivo - Azione e protezione
PUB
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 39
tendenze bellezza [ beauty ]
estivo
Summer garden
Bleu Paradis Terry de Gunzburg
Giardino
Azione e
Protezione
tendenze bellezza [ beauty ]
Di Caroline Schwartz
Anti-età, BB cream, anti-macchie o fondotinta… in questa
stagione i prodotti solari sono “multi-attivi”. La nostra
selezione di protezioni di nuova generazione…
-/ Anti-age, BB cream, stain-proof or foundation, sun products
are “multi-action” this summer. Our selection of new generation
protections…
Shiseido
Sun Make-up
Compact Foundation
Eau tropicale Sisley
Eternity Summer Calvin Klein
Bottega Veneta
Come una brezza estiva, queste fragranze leggere,
floreali e frizzanti sono ideali per la stagione.
-/ Like a summer breeze, these light, floral and sparkling
waters are ideal for summer.
Aqua Allegoria Guerlain
Par Caroline Schwartz
Lancôme
Bronzer
BB Cream
Vichy
Sun Capital
BB Cream
Candy Florale Prada
Eau d'été Lancaster
Clarins
Face Sunscreen
Wrinkles prevention
Silk Blossom Jo Malone
Lancaster
Sun Control
Sisley
Sunleya
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 41
TIMEWEAR
OROLOGERIA 2014
PUB
Orologeria
2014
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 43
OROLOGERIA EDITORIALE
Timewear : editorial
Di Julie de los Rios
Sotto il segno
della bellezza
Under the banner of beauty
Senator Chronograph Panorama Date, in oro rosso. ©
Glashütte Original
Il made in Germany prosegue la sua avanzata nell’orologeria e
riconquista il suo prestigio di un tempo. Tra questi, una coppia
di orologi pionieristici fa concorrenza alle migliori manifatture
svizzere, e Glashütte Original è indubbiamente uno di essi.
De Bethune - DB29 Maxichrono Tourbillon
Frutto di sette anni di ricerca e sviluppo, il DB29 Maxichrono Tourbillon è unico. Un vero concentrato di innovazioni e brevetti, questo cronografo d’eccezione incarna alla perfezione la quintessenza
dell’orologeria secondo lo stile De Bethune. Produzione annuale limitata a 20 pezzi nel 2014.
Rolex - Cellini Dual time
Ritorno in bellezza su un
modello emblematico
del marchio.
D
opo un decennio di exploit
tecnici e fantasia sfrenata,
le
manifatture
hanno
deciso di smorzare i loro calibri
e altre complicazioni, il cui sviluppo
necessita di molti anni. Oggigiorno,
tutta l’attenzione si concentra sul
design, per ospitare al meglio le
prodezze meccaniche. Nei laboratori
si abbelliscono le casse dei modelli
iconici per renderli sempre più raffinati
e attraenti. In questo esercizio di
stile, cosa c’è di più difficile ma al
tempo stesso seducente che creare
un orologio dal look puro e senza
tempo, che attraverserà i decenni e le
generazioni?
Una sfida importante che le manifatture
raccolgono in modo unanime.
Altra tendenza dei saloni SIHH e
Baselworld: vetrine piene di splendore.
il desiderio. Innovando con l’acciaio,
esaltando la corona o adornando i
quadranti con eleganti riflessi bruniti,
gli orologieri realizzano i sogni e fanno
brillare gli occhi degli appassionati.
Gli orologi 2014 sono di una bellezza
talvolta ipnotizzante, al punto tale che
non si è mai stanchi di guardarli.
Nei loro esemplari più belli, ci invitano
anche a dimenticare il quotidiano, tra
fascino e poesia.
Blancpain
Villeret Collection
Carrousel Fasi
lunari.
After a decade of technical
showmanship and unbridled imagination, the watch manufacturers
are now exploiting calibres and
complications whose development
took them several years. Today all
their attention is focused on design
so as to present these technical
feats as advantageously as possible.
In the manufacturers' workshops
the cases of iconic models are given face-lifts rendering them yet
more profiled and attractive. In this
style exercise, what is more difficult
– and seductive – than creating a
watch pure and timeless in looks,
which will endure through decades
and generations? This supreme
challenge, the watchmakers have
unanimously set themselves.
Another trend at the SIHH and
Baselworld shows was opulent
display cases of watches glittering so brightly as to be truly precious jewels, or exploiting couture
knowhow to dress up to the nines.
For men, the watchmakers have
looked deep into their imagination
to incite desire, innovating in steel,
beautifying crowns or giving dials
a pretty blue sheen, realising their
own long-held dreams in order to
make connoisseurs covetous. This
year's new watches flaunt a sometimes hypnotic beauty on which
we never tire of gazing. And in their
best finery they invite us to forget
humdrum life through enchantment and poetry.
Da Omega, il quadrante del DeVille
Trésor si adorna con un motivo
“Clous de Paris”, semplicemente
magnifico!
Quando gli orologi non brillano di
mille luci diventando dei veri e propri
gioielli preziosi, fanno riferimento al
savoir-faire della moda per rivestirne
gli abiti a festa. Per gli uomini, le
maison di orologeria raddoppiano la
loro immaginazione così da provocare
44 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 45
Oggetto del desiderio decisamente raccomandato dalla redazione
PUB
Il nuovo Patek Philippe, Nautilus Travel Time Chronograph referenza 5990/1A, si unisce alla collezione Nautilus a
complicazioni, aggiungendo al cronografo il meccanismo Travel Time che permette di leggere l’ora, in un colpo solo, in
due fusi orari. Unisce così due complicazioni tra le più ricercate, completandole con altre funzioni utili nella vita di tutti i
giorni. Un must!
-/ With the new Nautilus Travel Time Chronograph Reference 5990/1A, Patek Philippe is expanding its collection of
complicated Nautilus watches endowing the chronograph with the Travel Time function which indicates the time in two
different time zones at a single glance. It combines two highly popular complications and features additional functions for
everyday use. A must!
46 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
OROLOGERIA INCONTRI
Timewear : meet
Di Julie de los Rios
In 20 years with Audemars Piguet, Bennahmias has taken the
brand to the four corners of the world and never lets up on
his pursuit of excellence. Since 2012 this golf lover has been
tackling a new challenge as CEO.
François-Henry Bennahmias
How is the company doing? We
had decided that 2013 and 2014
would be transitional years, then 2013
was much better than we anticipated.
Our idea is to achieve controlled
growth and favour quality over quantity.
Challenger di Audemars Piguet
Audemars Piguet's man of action
Sono ormai venti anni che si occupa di Audemars
Piguet. Dopo aver sviluppato il marchio ai quattro
angoli del pianeta, questo appassionato di golf –
classificatosi al 25° posto al campionato di Francia
– prosegue nella sua ricerca dell’eccellenza. Dal
2012 accoglie una nuova sfida in qualità di CEO.
L’ultimo nato della famiglia dei Concept sta già avendo un grande successo.
Ci parli di Le Brassus… Qui è nata l’orologeria. In questa zona,
una delle più fredde d’Europa, i contadini non potevano uscire
in inverno, allora hanno iniziato a produrre orologi. Questa
dicotomia tra la vita estiva nei campi e il quotidiano limitato nel
perimetro di una cassa, la si vive sul posto; tutto questo è rimasto
inalterato da 140 anni, e il viaggio nel passato è affascinante.
C
ome si posiziona oggi la manifattura?
Pensavamo che il 2013 e il 2014 sarebbero stati degli
anni di transizione, tuttavia il 2013 si è rivelato molto migliore
del previsto. L’idea è quella di ottenere una crescita controllata e
privilegiare la qualità sulla quantità.
Qual è il profilo dei vostri clienti? Seduciamo ogni fascia di età.
Il laureato desidera un Royal Oak per festeggiare la sua laurea;
di recente, un settantenne tedesco dell’ambiente
clericale si è regalato uno dei nostri orologi a
complicazione. L’importante è trasformarsi sempre
per seguire le esigenze della nostra clientela.
Cosa propone l’annata 2014? Lavoriamo su tre assi. Gli orologi
a complicazione, come il nostro Royal Oak Concept in ceramica
bianca, che riceve un grande successo. La nostra forza consiste
nel consegnare molto rapidamente. Abbiamo anche lavorato
sulle linee da donna. Infine, ci sono le collezioni base come la
Royal Oak. Una nuova campagna, collezioni raffinate…
E qual è il segreto per rimanere così moderni? Non
c’è una formula magica. È importante avvertire i segni
premonitori in tutti i campi. È incredibile vedere che
l’orologeria provoca così tante vocazioni: è uno dei
pochi mestieri che attrae ancora i giovani.
Le donne sono la vostra priorità? Le donne rappresentano
il 25% delle nostre vendite. È un marchio che esplode! Da
Audemars Piguet, abbiamo sempre creato orologi da donna. In
realtà rinforziamo solo la nostra comunicazione. Quattro golfisti
si sono aggiunti a Nick Faldo tra i testimonial…
Altra strategia di comunicazione: l’arte. Perché questo
partenariato con Art Basel? Perché il nostro mestiere ha a che
fare con l’arte! Gli artisti, siano essi a Miami, Basilea o Hong Kong,
sono sorpresi dalla nostra attenzione ai dettagli. Il nostro nuovo
stand rende omaggio alle origini, le Brassus nella valle del Joux,
la culla di Audemars Piguet.
48 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
Come prevede il futuro? Siamo ancora lontani dal raggiungere
la vetta. Ogni giorno ci sono neofiti che scoprono l’orologeria
e se ne innamorano. Corriamo dei rischi e vogliamo sempre
migliorare e soddisfare i clienti ancora per molti secoli.
François-Henry Bennahmias, il CEO di tutte le sfide.
Given a new campaign and expanded collections, are women your
priority? They account for 25% of our
sales – it's a booming market! We've
always created watches for women,
now we're just reinforcing our communication.
Four golfers have joined Nick Faldo as brand ambassadors,
why this sport? It's the only
one you can play worldwide
without "upsetting" the professionals! Nick Faldo is our
leading brand ambassador
and I believe strongly in the
Frenchman Victor Dubuisson's
talent,
he does things
differently and
our clients like that.
“È IMPORTANTE
AVVERTIRE I SEGNI
PREMONITORI IN
TUTTI I CAMPI”
È essenziale avere un’icona come il Royal Oak? È riconosciuto
come il design assoluto e rappresenta il 60% delle nostre
vendite. Vedendo il numero di marchi che cercano di realizzare
dei modelli che gli somigliano, comprendiamo che siamo nella
strada giusta. Per fortuna che la gente vuole la versione originale!
Perché proprio questo sport? È l’unico che si può praticare a
livello mondiale senza dover chiedere agli sportivi di spostarsi. E il
nostro testimonial storico è Nick Faldo! Inoltre credo moltissimo
al talento del francese Victor Dubuisson, perché esce dai sentieri
battuti e questi piace ai nostri clienti.
What do this year's new watches
offer? We work along three lines.
There are our complication watches,
such as the Royal Oak Concept in
white ceramic, which is meeting with
great success, then our women's
lines, which we've honed, and the basic collections such as the Royal Oak,
our daily bread.
Quale orologio sta indossando oggi? Un modello creato per
i 120 anni della maison e che non mi sono potuto regalare nel
1995. Più tardi l’ho acquistato all’asta. Sfido chiunque a dirmi che
questo orologio ha 20 anni: è troppo moderno!
Tell us about Le Brassus. It's where
watchmaking started. This is one of
the coldest regions in Europe and in
winter the farmers couldn't go out,
so they began making watches. That
dichotomy between summer life in
the fields and a daily routine limited to
what's inside a watch case still continues today, it hasn't changed in 140
years. Travelling back into the past is
fascinating.
What kind of people are your
clients? All ages love us. A graduate
wants a Royal Oak to celebrate his
degree, recently a German clergyman in his seventies treated himself
to a complication watch... The important thing is to evolve all the time so
as to give our clientele what it wants.
The secret to staying so modern?
There's no magic formula, you have
to sense the precursory signs in all
fields. It's amazing how many people
find a vocation in watchmaking, it's one
of the rare crafts still attracting youngsters.
Is an iconic model such as the
Royal Oak essential? It's recognised
as the epitome of design and accounts for 60% of our sales. Given the
number of brands that try to make
watches similar to it, we feel we must
have got something right!
How do you see the
future? We're still far
from our peak. Every
day new people discover watchmaking and
fall in love with it. We
take risks and we want
to do consistently more
to please our clients.
Another of your
communication strategies is art. Why the
partnership with Artbasel? Because our craft is
an art! Whether in MiaTra i testimonial, Nick Faldo. © 2008
mi, Basel or Hong Kong, Getty Images
Which watch are you
artists are thrilled by our
wearing today? A model
meticulous detailing.
created for the company's 120th
Our new stand pays tribute to our
anniversary, which I wasn't able to
origins, Le Brassus in the Joux valley,
buy for myself in 1995; I bought it
where Audemars Piguet was born.
at auction later. It's so modern I defy
anyone to guess it's 20 years old!
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 49
OROLOGERIA INCONTRI
Di Lauriane Zonco
Timewear : meet
Jean-Claude Biver
Man of genius of watchmaking industry, Jean-Claude
Biver took a few months ago the helm of luxury
watchmaking division in LVMH Group. Interview with
COTE a few days after Baselworld.CEO.
Genio del settore dell’orologeria, alcuni mesi fa Jean-Claude Biver
ha preso la direzione del polo orologiero del gigante del lusso LVMH.
Facciamo il punto della situazione a pochi giorni dalla conclusione di
Baselworld.
L
ei ha da poco assunto la direzione della divisione orologeria del gruppo LVMH.
Come si passa dalla guida di un marchio a quello di un ventaglio intero di
marchi? In 40 anni di esperienza nell’orologeria, ho già potuto far sviluppare e
prosperare tre marchi completamente diversi tra loro come Blancpain, Omega e Hublot.
Questo mi permette oggi di sentirmi completamente a mio agio con i marchi orologieri
del Gruppo che dirigo.
LVMH sembra intenzionato ad aumentare la propria influenza nel campo dell’orologeria.
Quali sono le sue armi e i punti di forza davanti ai mastodonti del settore, ovvero
Swatch Group e Richemont? La nostra Divisione Orologeria possiede già tre marchi che
sono leader nel loro campo e nel loro mercato. TAGHeuer è il marchio sportivo, giovane,
dinamico, innovativo che domina il segmento dei prezzi medi. Hublot è il brand più
innovativo e all’avanguardia del lusso, e domina il segmento dell’orologio “fusion”. Quanto
a Zenith, è il marchio del leggendario movimento El Primero. Quindi possediamo già tre
marchi che dominano il proprio segmento. Naturalmente, non possiamo pretendere di
avere il fatturato degli altri due gruppi, ciascuno dei quali possiede 20 marchi, visto che
abbiamo solo tre marchi tipicamente orologieri. Per questo motivo intendiamo essere
leader non tanto attraverso le cifre, quanto tramite il posizionamento di ciascun marchio
nel proprio segmento.
In che modo si posiziona ciascun brand orologiero del Gruppo LVMH? Ciascun
marchio ha il proprio messaggio, posizionamento, immagine e prodotto. Se riusciremo a
inviare un messaggio forte, pertinente, attuale, e se il prodotto trasmette questi valori con
un’estetica seducente, sapremo differenziarci dalla concorrenza.
Quali sono le sfide immediate da raccogliere per il polo orologiero di LVMH? Una sfida
permanente consiste nel rispondere ai desideri dei nostri clienti. Non dobbiamo mai
dimenticare che siamo al loro servizi e che tutte le nostre azioni devono essere dirette
alla loro conquista e soddisfazione.
In che modo riesce a gestire al tempo stesso il marchio Hublot e l’insieme dei marchi
orologieri di LVMH? Hublot è gestito da un team diretto da un CEO. Il mio ruolo non è
quello di CEO di un marchio o dell’altro: il mio compito è definire con le squadre i vari assi
strategici, dare impulso, motivazione, sostegno e coordinamento.
Come ha vissuto Baselworld quest’anno? È stata ancora una volta un’ottima settimana
con ordini record!
I prossimi impegni importanti per il settore orologiero di LVMH? Proseguire nella nostra
crescita organica e rimanere attenti alle opportunità di acquisizione che potrebbero
presentarsi sul mercato.
Recently you have taken
the helm of the watchmaking
division of LVMH Group.
How do you move from the
management of one brand to
the management of several?
With 40 years of experience
in watchmaking I have already
manage to turn around and
develop three totally different
brands: Blancpain, Omega and
Hublot. Therefore I feel quite
comfortable with the brands of
the group.
LVMH seems to want to
develop the watchmaking
field. What are their strengths
and weapons to face the
leaders such as Swatch Group
or Richemont?
Our watch division already
has three leading brands in their
field and segment of the market.
TAGHeuer is the sporty, young,
dynamic and innovative brand
dominating the medium price
segment. Hublot is the most
innovative and groundbreaking
luxury brand and dominates the
"fusion" watch segment. Zenith
is the brand of the legendary
El Primero movement. So
we already have three brands
leaders of their segment. Having
said that, we do not pretend to
have the same turnover as the
two other groups that own 20
brands each while we only have
three typically watch brands.
This is the reason why we
care to be leader not in absolute
terms but rather through each
brand in its segment.
What is the positioning of
50 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
each watch brand of LVMH
Group?
Each brand has its own
message, its positioning, its
image and its product. As
long as the message is strong,
relevant and modern, and the
product conveys these values
with attractive aesthetics, we
will be able to stand out from
our competitors.
What are the immediate
challenges
for
LVMH
watchmaking division?
The constant challenge is to
satisfy the desires of our clients.
We must not forget that we
are at their disposal and all our
actions should be to conquer
and satisfy them.
How do you succeed in
managing both Hublot brand
and all the other brands of
LVMH?
Hublot is managed by a team
led by a CEO. My job is not to
be CEO of any particular brand
but to define with the teams the
strategic lines, to give impulses,
to motivate, to support and to
coordinate.
What did you feel about
Baselworld this year?
Once again it was a very
good week with record orders!
What are the next important
dates for LVMH watchmaking
division?
Continue our growth and
remain attentive to acquisition
opportunities of the market.
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 51
shooting
OROLOGERIA INCONTRI
guillaume
alix
Realizzazione: Caroline Schwartz - Foto: Didier Michalet & Karen Firdmann
Acconciature: Moa el Hammouti - Trucco: Adeline Raffin - Modelli: Alban Rassier / Suzana
Horvat @ Premium Models - Sicurezza: Sentinel Protection, Gustave Jourdan
Il Taifun fu costruito in Norvegia nel 1911 per
le Olimpiadi di Stoccolma del 1912, durante le
quali arrivò primo nella sua categoria. Dopo 2
anni di restauro intenso da parte del cantiere
navale di Corsier Port, sotto la supervisione
dell’architetto Guy Ribadeau-Dumas, la nave è
stata rimessa in acqua nel 2011 per festeggiarne
i 100 anni. Siamo fieri di aver potuto realizzare
il nostro shooting su questo velista di razza. Un
enorme ringraziamento al Cantiere navale di
Corsier Port.
C
osa rappresenta Cartier?
Un incontro, che inizia nel 1997 a Hong Kong. Da
allora, non ha più lasciato questa maison che lo
fa “sempre palpitare”. Dall’Asia a New York passando dallo
studio di Bernard Fornas di cui sarà direttore per più di 4
anni, Guillaume Alix vanta ben 17 anni di permanenza nella
maison della pantera: una fedeltà che riassume bene il fatto
che si senta come in famiglia.
Che cosa è il mercato svizzero?
“È il mercato di una clientela esigente di intenditori. Con le
sue tre culture diverse e l’importanza della clientela turistica,
la Svizzera è un piccolo laboratorio di marketing”. Clienti
che si aspettano competenze straordinarie e creazioni
all’altezza del prestigio della maison. “La nuova boutique
Cartier di Ginevra è infatti un ottimo strumento per trattare
il cliente proprio come desidera”.
Quali sono gli impegni chiave di Cartier per quest’anno?
Dopo Cartier et l’Histoire al Grand Palais all’inizio dell’anno,
la maison vi tornerà a partire da settembre per la Biennale
degli Antiquari. Per quanto riguarda i lanci, ce ne saranno
molti: la grande complicazione Astrocalendaire, e la
sorpresa Calibre Diver, il primo orologio subacqueo Cartier.
Notiamo “una ferma volontà di sviluppare gli orologi
da uomo”, e infatti la maison ha messo a punto ben 29
movimenti in 5 anni. Quanto agli orologi da donna, Cartier
si impegna a mettere in luce i mestieri artistici, sia con gli
intarsi floreali, che con i 24 orologi di alta gioielleria.
I preferiti?
Nella top 10 di Guillaume Alix, troviamo l’Astrocalendaire,
il Calibre Diver, il Ballon Blanc, il Ballon Bleue con intarsi
floreali. Comprendiamo che obbligarlo a fare una scelta è
davvero difficile: “Quel che amo di Cartier è l’incredibile
ricchezza e diversità della maison”.
52 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
-/ In the half-light of
stand Cartier in SIHH
where the new creations
of the brand sparkle –
and they are many – we
talk about experience,
clientele and fine
mechanical watches with
Guillaume Alix managing
director at Cartier
Switzerland since 2013.
Cartier is…? A meeting in
1997 in Hong Kong. Since
then he has never left this
company “that still thrills
him”. From Asia to New
York and also 4 years as
the director at Bernard
Fornas office, Guillaume Alix
has spent 17 years in the
company with the panther
and there he feels like home.
The Swiss market is…? “It
is a demanding clientele
and with the three different
cultures and the importance
of tourists Switzerland is a
real marketing laboratory”.
The clientele expects an
exceptional know-how and
prestigious creations. “The
new Cartier store in Geneva
is precisely a tool to take care
of costumers as they wish”.
The important dates for
Cartier this year?
After
“Cartier et l’Histoire” at the
Grand Palais at the beginning
of the year, Cartier will go
back there in September for
the Biennale des Antiquaires.
There are many launches this
year: the grand complication
Astro Calendar or the Calibre
Cartier Diver their first waterresistant watch; and “a
strong will to develop men’s
fine watchmaking” - The
Maison has developed 29
movements in 5 years-. As for
women’s fine watchmaking,
Art and Crafts are highlighted
with the floral marquetry
or the 24 creative jeweled
watches.
Some favorites?
In Guillaume Alix top 10 we
have the Astro Calendar,
the Calibre Diver, the Ballon
Blanc, the Ballon bleu. It is
so difficult for him to make a
choice: “what I like at Cartier
is the incredible wealth and
diversity of The Maison”.
Taifun: il più antico campione olimpico della navigazione.
Il Taifun fu costruito in Norvegia nel 1911 per le Olimpiadi di Stoccolma del 1912, durante le quali arrivò primo nella sua categoria. Dopo 2 anni di restauro intenso da
parte del cantiere navale di Corsier Port, sotto la supervisione dell’architetto Guy Ribadeau-Dumas, la nave è stata rimessa in acqua nel 2011 per festeggiarne i 100 anni.
Siamo fieri di aver potuto realizzare il nostro shooting su questo velista di razza. Un enorme ringraziamento al Cantiere navale di Corsier Port.
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 53
Orologio Clipper Sport, Hermès
Giacca a vento Bally e pantaloni Fendi
Per lei : Orologio Nantucket in argento incastonato, bracciale in alligatore grigio
elefante, Hermès
Camicia Tod´s e costume da bagno Hermès
Per lui : Foulard Hermès e short Dsquared2
Orologio RM 60-01 Cronografo Flyback Régate, calibro RMAC2: movimento a carica automatica con ore, minuti, secondi a ore 3, grande data, mese, cronografo flyback con contatore dei secondi al centro. Riserva di carica:
circa 50 ore. Cassa in titanio, Richard Mille
Maglia a collo alto Bally
Orologio Big Bang Steel
Tutti Frutti Dark Blue Diamonds- 41 mm di diametro.
Oro Rosa. Incastonato
con diamanti. Movimento
HUB4300 Cronografo,
Hublot
Giacca e costume da bagno,
Ralph Lauren
Orologio Polo FortyFive in
titanio, Piaget
Maglia alla marinara Scotch
and Soda di EastSide,
occhiali da sole Oliver People
Per lui: 5990/1 – Nautilus Travel Time Chronograph. Movimento meccanico a carica
automatica. Calibro CH 28-520 C FUS. Indicazione giorno/notte locale e di casa con
finestrelle, Patek Philippe
Camicia e short, Dsquared2
Per lei: 5072 – Aquanaut Luce – Haute Joaillerie. Movimento meccanico a carica
automatica. Calibro 324 S C. Data a finestrella. Secondi al centro.
Lunetta incastonata con diamanti baguette - Chiusura déployante Aquanaut
incastonata, PatekPlippe
Costume da bagno Eres e jeans Gucci
Orologio Royal Oak Offshore Quartz in oro rosa, 37 m,
calibro 2714 Quartz, lunetta incastonata, impermeabile
a 50 m. Cinturino bianco in gomma,
Audemars Piguet
Poncho Bally. Costume da bagno, Eres
Per lei: Bathyscaphe, referenza 5100
1127 W52A, Blancpain
Giacca Eric Bompard
Costume da bagno Chanel
Per Lui : Bathyscaphe, referenza 5200
1110 NABA, Blancpain
Pull Eric Bompard
Calibro di Cartier Diver. Cassa in oro rosa,
42mm, quadrante nero e oro, bracciale nero
di gomma. Movimento automatico 1904 PS
MC, Cartier
Orologio Master Compressor Chronograph 46
Cermet, Jaeger-LeCoultre
Polo e occhiali da sole, Tod´s
Orologio DB28, calibro DB2115 movimento meccanico a
carica manuale. Indicatore di riserva di carica di 6 giorni e
delle fasi lunari sferiche a ore 6. Quadrante nero in titanio
lucidato a specchio, De Bethune
Polo e culotte da bagno, Moncler
Anelli Ultra.
Orologio Première
triple tour ceramica
bianca, Chanel
Abito Chanel
Culotte da bagno Eres
Orologio Seamaster Planet Ocean
600M Co-Axial GMT 43,5mm,
calibro Co-Axial 8605, Omega
Giacca di maglia Ralph Lauren
Pantaloni Fendi
OROLOGERIA STILE
Di Caroline Schwartz
Timewear : style
Parmigiani Fleurier & pomellato
Tonda Pomellato rosa gold set.
Di bianco
vestito
Patek Philippe Aquanaut Luce “Pure White”.
Movimento meccanico a carica automatica.
Calibro 324 S C.
Cassa incastonata con 46 diamanti in oro rosa.
© Patek Philippe
Collezione Piaget Rose Passion.
Orologio Limelight Dancing Light, 39
mm. Cassa in oro rosa 18k incastonato con 150
diamanti taglio brillante. © Piaget
All in white
Quando sono tutti bianchi, gli orologi hanno un aspetto elegante. Minimalisti, si abbinano agli abiti femminili in tutte le stagioni.
All in white, the timepieces are extremely chic.
Pure and refined, they match women’s outfits all year long.
Audemars Piguet
Il nuovo Royal Oak
Offshore 37 mm da donna.
© Audemars Piguet
Dichiarando
il 2014 “l’Anno delle donne”, Richard Mille intende celebrare il sesso femminile. Tra le novità disponibili, ricordiamo in particolare RM 037 Ladies, versione
Richard Mille
femminile
del modello
RM 037. © Richard Mille
© Richard unisex
Mille
RM037 Ladies
Chopard
Imperiale 40 mm “black & white”
La forma monocromatica
© Chopard
74 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
Chanel J12 Blue Light (33mm)
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 75
Timewear : style
OROLOGERIA STILE
Apologia
dell’acciaio
Apologia of steel
Hard, tough and much less expensive than
gold, steel is out to win new clients via
more affordable watches. And surprise,
surprise, collectors too are falling for its
bluey-grey charms!
Unire l’acciaio alle complicazioni… Sfida
accettata da Patek Philippe.
Cartier Ballon Bleu Tourbillon Volant in smaltoVincent Wulveryck ©
Cartier 2013
Quadranti
BLU
Zenith El Primero Stratos
Flyback 10th 45 mm © Zenith
Molto meno costoso dell’oro, duro e resistente, l’acciaio parte
alla conquista di nuovi clienti offrendo orologi meno cari.
E sorpresa! Anche i collezionisti sono affascinati dalle sue
tonalità grigio-azzurre.
F.P.Journe L’orologio commemorativo
da uomo Octa Automatique Lune.
Francia–Cina 50° anniversario
Blue Faces
Per cambiare dal classico bianco o nero, i quadranti si adornano di riflessi azzurrati.
Eleganti e urbani, questi orologi invitano al sogno, con lo sguardo rivolto alle stelle
o all’orizzonte.
As a change from classic black
or white, dials adopt blue hues. These elegant urban timepieces
are an incitement to daydream, gazing at the stars or horizon.
Omega
Seamaster Aqua Terra
150M Master Co-Axi
© Omega
Girard-Perregaux
1966
© Girard-Perregaux
76 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
C
omplicazioni orologiere e
acciaio… L’equazione può
sembrare strana. Molto meno
nobile e costoso rispetto all’oro
o al platino, questa lega di ferro e
carbonio suscita un interesse sempre
maggiore da parte dei produttori.
E a ben vedere!
L’acciaio permette
di ottenere orologi
accessibili ad una
nuova
clientela,
spesso più giovane.
Al punto tale che,
lungo gli stand di
Baselworld,
non
c’è una collezione
che non offra un
modello in acciaio.
Il gioielliere Fred
ha
l’audacia
di
unirlo ai diamanti.
L’orologio Force 10 osa il semipavage ma si presenta anche in una
versione preziosa, completamente
incastonata di brillanti. Quando
la maison Boucheron reinventa la
sua icona Reflet, non dimentica
di proporne una versione pura in
acciaio con quadrante argentato
e decorazioni a “godron”. Panerai
riveste il suo Luminor Base 8 Days
Acciaio con una cassa in acciaio
lucidato e Parmigiani vanta questa
lega per la sua collezione Métro e i
suoi futuri best-seller, Métrographe
o Métropolitaine. Stesso impegno
per Blancpain che, per la prima volta,
propone il suo modello Bathyscaphe
di 43 mm di diametro in acciaio
spazzolato su un
cinturino in metallo
davvero
pratico.
Infine,
quando
Patek
Philippe
si avventura nel
campo dell’acciaio,
la
manifattura
fa
nascere
un
Collector. Le sue
vetrine
ospitano
così pochi modelli
realizzati in questa
lega – oltre alle
linee
sportive
come Nautilus o Aquanaut – che
i collezionisti se le accaparrano.
Dopo aver brillato in oro rosa o
platino, il cronografo a calendario
annuale referenza 5960/1 innova
con sobrietà.
Non c’è dubbio che gli “aficionados”
sono già sul chi vive per regalarsi uno
dei primi orologi a complicazione del
marchio realizzati in acciaio.
QUESTA LEGA
DI FERRO E
CARBONIO SUSCITA
UN INTERESSE
SEMPRE
CRESCENTE
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 77
Timewear : Materials
OROLOGERIA MATERIALI
Nella collezione Fifty Fathoms,
Bathyscaphe osa il total look in
acciaio.
Watch complications and steel – a combination that may seem incongruous. But although far less noble and valuable than gold or platinum, the iron and carbon alloy is nonetheless inciting more and more interest from watchmakers. For good reason! Steel allows
them to produce watches in versions that a new, frequently younger, clientele can afford, so
in Baselworld's alleys not a collection lacked its steel variant. Jeweller Fred boldly teams steel
with diamonds to offer its Force 10 watch in both a semi-pavé version and a precious version entirely set with brilliants. When Boucheron reinvents its iconic Reflet it doesn't forget to
add a sleek steel version with a gadroon-decorated silvered dial. The watchmakers have their
finger on the pulse. Panerai gives its Luminor Base 8 Days Acciaio a polished steel case while
Parmigiani has chosen steel for its Métro collection and best-sellers-to-be the Métrographe
and Métropolitaine. Blancpain chips in with a first 43mm Bathyscaphe in brushed steel on
an immensely comfortable metal bracelet. And when Patek Philippe ventures into steel it
inevitably comes up with a collector's watch. Its display cases hold so few models in steel –
apart from the sports lines such as Nautilus and Aquanaut – that collectors fight over them.
After stealing the scene in pink gold and platinum, the Reference 5960/1 annual calendar
chronograph now sobers up. Without any doubt, aficionados are on the starting blocks to
treat themselves to one of the brand's first complication watches in steel.
Design potente da Panerai
Speake-Marin
Velsheda de Speake-Marin
JEAN RICHARD
Terrascope
in
acciaio
con quadrante grigio ed
emblema dei Gunners a
ore 6.
Ispirato alle Carrera di prima generazione,
il Carrera Calibro CH 80 Chronograph
reinterpreta i codici estetici stabiliti dai suoi
illustri predecessori apportandogli un tocco
di modernità e sportività.
78 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
Omega Speedmaster
Mark II La rivisitazione del
cronografo.
Montblanc Star
Twin Moonphase
Rolex Oyster
Perpetual Milgauss
Il Velsheda era originariamente un
super yacht, costruito nel 1930 e
proprietà dell’uomo d’affari William
Lawrence Stephenson. Oggi è l’ultimo
nato degli orologi Speake-Marin,
dall’estetica nautica grazie alla sua
cassa in acciaio Piccadilly che si ispira
ai primi cronometri marini e con la
sua lancetta unica in acciaio lucidato
brunito. Da indossare al ritorno da una
corsa sul lago….
-/ The Velsheda was originally a great
yacht built in 1930 and owned by
the businessman William Lawrence
Stephenson. Today, it is the brand new
timepiece of Speake-Marin, which
aesthetics echoes that of a yacht, with
its Piccadilly steel case inspired by the
first chronometers of the marine and
its unique hand in blue polished steel.
To wear after a run on the lake…
© Rolex
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 79
OROLOGERIA Savoir-faire
Timewear : Knowhow
Di Julie de los Rios
Momento di dolce follia per il Dizzy Hands di Richard Mille.
The poetry of time
Gli orologi non sono solo oggetti che indicano l’ora! Sono anche delle piccole
fortezze incantate che fanno brillare gli occhi. Benvenuti in un mondo
immaginario.
ella folle corsa del tempo, ci sono
delle manifatture che ci immergono
nello stupore della nostra infanzia.
Gli orologieri lasciano parlare i loro sogni più
folli, e Van Cleef & Arpels è uno di loro. Ogni
anno, la maison ci regala la sua versione del
Temps Poétique, e il capitolo 2014 ci porta
alle stelle. La complicazione Poétique Midnight Planétarium è semplicemente affascinante. Ispirato ai planetari
del XVIII secolo - oggetti
che permettevano di rappresentare in 3D il sistema
solare e il movimento
dei pianeti –, questo
orologio è dotato di
un modulo sviluppato
dall’orologiere
Christiaan van der Klaauw. Il
quadrante, composto da
dischi in avventurina, ci permette di seguire
il percorso di 6 pianeti attorno al Sole, ciascuno in una pietra diversa, tagliata a mano.
Nessuna lancetta: qui, l’ora si legge grazie ad
una stella cadente. Poetico e ludico, questo
orologio permette anche di scegliere nel calendario un giorno “portafortuna” – il compleanno di una persona cara, il giorno del
matrimonio o la data di nascita del proprio
figlio. Una volta all’anno, questo momento
prezioso sarà caratterizzato dall’incontro di
una stella con la Terra. Stessa poesia per Hermès, che prosegue la storia del suo tempo
immaginario lanciando l’orologio Dressage
L’Heure Masquée. La lancetta delle ore si
nasconde sotto a quella dei minuti per riapparire solo su richiesta di chi indossa l’orologio, tramite la pressione di un tasto integrato
alla corona. Poi si nasconde di nuovo, proprio come il secondo fuso orario, che gioca
a nascondino. Ma come opera questa magia
edonista?
N
Il calibro H1925 a carica automatica è dotato di un meccanismo esclusivo brevettato,
completamente della Manifattura.
L’ORA NASCOSTA, PIROETTANTE O INESATTA
Gli epicurei, che non si curano del tempo che
passa, saranno felici. MeisterSinger ci ricorda
un tempo in cui l’Uomo non correva dietro al
tempo, grazie ai suoi modelli mono-lancetta.
Quest’anno, la gamma si
completa con un modello
ad ora saltante, il Salthora.
I più artistici e sognatori di
noi apprezzeranno il fatto
di non avere un’idea precisa dell’ora. C’è solo una
lancetta che segna il tempo… Spiegazione: sul quadrante, 144 segmenti che
rappresentano ciascuno 5
minuti, ovvero 12 segmenti per ora, ci permettono di sapere l’ora precisa. Un modello
che si adatta perfettamente alla filosofia slow
life che convince ogni giorno di più. Quanto
a Richard Mille, l’orologiere indipendente ci
sorprende creando l’RM 63-01 Dizzy Hands,
ovvero con le ore “piroettanti”. Ispirato ai
primi versi della poesia di Nerval, Le Temps,
questo gioiello di romanticismo ci invita ad
un momento di fantasia e di oblio. Sfiorando il tasto-pulsante, nella cassa si gioca un
vero e proprio balletto. Il quadrantesi muove
in senso antiorario mentre la lancetta delle
ore adotta una cadenza diversa. D’improvviso, ecco che l’orologio ci trasporta in una
lettura completamente inedita del tempo, a
mille miglia dal nostro tran tran quotidiano.
Una volta terminato questo tempo sospeso
– vacanza, appuntamento romantico, o momento di evasione – basta azionare di nuovo
il pulsante per ritrovare l’ora normale, quella
dei comuni mortali.
CI SONO DELLE
MANIFATTURE CHE CI
IMMERGONO NELLO
STUPORE DELLA NOSTRA
INFANZIA
Nell’orologio Dressage L’heure masquée, la lancetta delle ore e il
secondo fuso orario giocano a nascondino. © Maud Remy-Lonvis
© Maud Remy-Lonvis
80 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
In the relentless advance of time, some watchmakers
incite sheer wonderment. Van Cleef & Arpels is one, every
year delivering its version of poetry in time, for 2014 one
that has us communing with the planets. The Midnight
Planetarium Poetic Complication is simply fascinating,
being inspired by the 18th-century planetariums that
represented the solar system and the movement of the
planets in three dimensions. Equipped with a module
developed by watchmaker Christiaan van der Klaauw,
it has a dial composed of aventurine discs that let us
follow the course around the sun of six planets, each in a
different hand-cut stone. And look, no hands – the hour is
shown by a shooting star!
This poetic, ludic watch also allows you to select
your "lucky day" – partner's or child's birthday, wedding
anniversary... – on its calendar and that precious day will
be marked each year by a star meeting the earth.
Hermès too has poetry in its soul, continuing its litany
of imagined time with the Dressage L'Heure Masquée
(masked hour) watch in which the hour hand hides
beneath the minute hand, appearing only when you press
the button incorporated into the crown. Then once again
it disappears, along with the second time zone. How does
this game of hide-and-seek work? The self-winding H1925
calibre has been equipped with an exclusive patented allmanufacture mechanism.
Time masked, whirling or imprecise
Epicureans who care not a jot for passing time are
pandered to by MeisterSinger, whose single-hand models
remind us of a time when humans weren't always trying
to beat the clock. This year the range adds a jumping
hours model, the Salthora. The dreamier among us will
surely appreciate having only an imprecise idea of the
time thanks to a single hand: on the dial, 144 segments
represent five minutes each, so 12 segments per hour,
allowing us to know the time to within a few minutes. A
model supremely adapted to the "slow life" philosophy
that is gaining devotees by the day.
As for Richard Mille, this independent watchmaker
simply astounds us with his new RM 63-01 Dizzy Hands.
Inspired by the first lines of Nerval's poem Le Temps, this
poetic gem invites us to fantasise and forget a moment.
Touching a pushpiece sets a ballet in motion inside the
case: the dial rotates anticlockwise while the hour hand
turns at a different speed, transporting you out of time by a
display bearing no relationship to everyday life. Once your
period of suspended time – holiday, lovers' tryst, moment
of escapism – is over you just activate the pushpiece again
to return to normal time.
© Youenn Boscher
La poesia
del tiempo
Watches aren't only devices that tell us the
time, they are also fairy tales in miniature!
Welcome to the world of imagination.
Viaggio celeste con Van Cleef & Arpels.
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 81
Timewear : VIP lounge
orologeria Carré VIP
Pezzi
d'eccezione
Outstanding creations
Riservati a pochi fortunati, questi orologi straordinari faranno la felicità dei collezionisti. Meccanismi prodigiosi, design
sorprendente e materiali rari: l’annata 2014 ha mantenuto le sue promesse. These exceptional timepieces will thrill collectors, the
2014 vintage fulfilling its promises with prodigious mechanisms, stunning designs and rare materials.
MADEMOISELLE PRIVÉ DÉCOR
COROMANDEL Smalto «Grand Feu».
Chanel
Mademoiselle Privé
La nuova collezione di orologi da gioielleria Mademoiselle Privé si ispira agli oggetti di cui
si circondava Coco Chanel. Come ad esempio il set di due orologi Décor Coromandel
quche riprendono i motivi dei suoi preziosi paraventi cinesi, uno in una miniatura dipinta su
uno sfondo di smalto Grand Feu, e l’altro su un quadrante di madreperla scolpita. Si tratta
di un due indivisibile, prodotto in Svizzera in un solo esemplare.
-/ The new collection of jewelry watches Mademoiselle Privé is inspired by Coco Chanel
favorite objects. It does includes a set of two watches Coromandel decoration which reflects
the precious Chinese screens, one painted on a blue Grand Feu enamel background and
the other on a carved mother-of-pearl dial. This set is manufactured in Switzerland in a
unique copy.
MADEMOISELLE PRIVÉ DÉCOR
COROMANDEL Madreperla scolpita
CHANEL OROLOGERIA - SET MADEMOISELLE PRIVE DECOR COROMANDEL
Gioco di due orologi Mademoiselle Privé venduti insieme.
MADEMOISELLE PRIVÉ DÉCOR COROMANDEL smalto «Grand Feu». Pezzo unico prodotto in Svizzera.
MADEMOISELLE PRIVÉ DÉCOR COROMANDEL Madreperla scolpita. Pezzo unico prodotto in Svizzera.
82 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
CHANEL Mademoiselle Privé
Set of two watches "Mademoiselle Privé"
Coromandel decoration, carved mother-ofpearl and Grand Feu enamel, sold as a set.
©CHANEL Horlogerie
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 83
Timewear : VIP lounge
1
CORUM
Admiral’s Cup AC-One 45 Double Tourbillon
Sotto le linee dodecagonali tipiche dell’Admiral’s Cup batte un tesoro di precisione cronometrica: il calibro CO 1008 dotato
di due tourbillon montati in parallelo. Una vera sfida dell’orologeria, questa meccanica esclusiva presenta anche una data
retrograda, oltre ad un dispositivo di correzione dell’ora particolarmente innovativo. Inside the iconic twelve-sided case of
the Admiral's Cup watch beats a gem of precision timekeeping: the CO 1008 calibre with two parallel-mounted tourbillons. A
horological tour de force, this exclusive mechanism also makes room for a retrograde date and a particularly innovative timeadjustment system.
2
LOUIS VUITTON
Escale Worldtime Watch
1
2
3
4
Nel momento in cui le frontiere perdono la loro importanza, Louis Vuitton propone un’interpretazione inedita della funzione
«Worldtime»: un quadrante con i colori del mondo, che indica le ore universali senza lancetta, un’interpretazione orologiera
inedita messa a punto dai professionisti dell’orologeria della Fabrique du Temps Louis Vuitton. Un grande disco esterno a due
livelli e pieno di colori porta le iniziali della città. Un semplice colpo d’occhio e saprete che ora fa ai 4 angoli del mondo. Il
modo migliore di viaggiare! At the time when borders tend to disappear, Louis Vuitton offers an original interpretation of the
Worldtime function: a colorful dial that indicates the hours with no hand, a first in watchmaking design developed by the master
watchmakers of La Fabrique du Temps Louis Vuitton. A large exterior double-layered colored disc comprises the initials of the
cities. At a glance you know what the time is all over the world. The ultimate way to travel!
Escale Worldtime Watch, case made from polished, white gold with a satin finish features corner pieces which are reminiscent of
Vuitton trunks, hand-painted dial, mechanical self-winding movement, hand-stitched alligator strap.
3
Harry Winston
Project Z8
Ecco l’ultimo nato dei Project Z, una linea sulla quale Harry Winston innova utilizzando per la prima volta lo Zalium, più leggero,
resistente e duro del titanio. Questa versione animata da un movimento meccanico a carica automatica Dual Time permette
di visualizzare il tempo in due zone diverse. Limitato a 300 esemplari, è dotato di un cinturino in gomma con decorazione
Clou de Paris. This is the very latest in the Project Z line for which Harry Winston has innovatively used Zalium, which is lighter,
harder and tougher than titanium, for the first time. This version driven by a self-winding mechanical movement displays the
time in two different zones. Limited edition of 300.
4
Hublot
Classic Fusion Tourbillon Firmament
Tutta l’originalità risiede nel suo quadrante, realizzato in cristalli di osmio, il metallo più raro e più pesante del pianeta. Le
sue altre particolarità? Si tratta di un materiale molto duro e denso. Il risultato? Mostra una brillantezza straordinaria e una
luminosità azzurrata che dona alla cassa in ceramica nera un’eleganza inedita. The originality of this watch lies in its dial made
of osmium crystal. Osmium is one of our planet's rarest and heaviest metal as well as being very hard and extremely dense.
This gives it an intense natural brilliance with a bluish sparkle, conferring a unique elegance on the black ceramic case.
84 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 85
orologeria Carré VIP
RENCONTREVIP lounge
Timewear:
Timewear : VIP lounge
1
Breguet
Classique Tourbillon Quantième Perpetuel
In questa cassa in oro rosa di 41 mm batte un movimento meccanico a carica
manuale con riserva di carica di 50 ore, dotato di un tourbillon e di un calendario
perpetuo. Il quadrante in oro argentato è arabescato a mani seguendo quattro motivi
diversi. L’orologio esiste anche in platino. Inside this 41mm pink-gold case beats a
hand-wound mechanical movement with a 50hr power reserve, a tourbillon and a
perpetual calendar. Its silvered gold dial is guillochéd by hand in four different patterns.
2
Piaget
Emperador Coussin XL
La manifattura sorprende ancora una volta con un record di raffinatezza, presentando
il movimento a ripetizione minuti a carica automatica più sottile del mondo: il calibro
Manufacture Piaget 1290P di 4,8 mm di spessore. Per gli appassionati della tecnica, il
quadrante in vetro zaffiro rivela lo spettacolo magico del movimento.
The watchmaker again sets a new record for finesse by presenting the world's flattest
self-winding minute-repeater movement: the Manufacture Piaget 1290P calibre just
4.8mm deep. The sapphire-glass dial reveals the magical spectacle of the movement.
1
2
3
4
`
3
Patek Philippe
Reference 5304
Tra le grandi complicazioni della manifattura, questo orologio a ripetizione minuti è
un invito al cuore della meccanica. Il suo quadrante trasparente e l’ingegnoso sistema
di visualizzazione per il calendario permettono un’immersione negli ingranaggi del
movimento. La cassa di 43 mm è quest’anno presente in una versione in oro rosa.
Among the watchmaker's great complication models, this minute repeater reveals the
heart of its mechanics to us. A transparent dial and an ingenious means of displaying
the calendar allow us to admire its train of wheels. The 43mm case comes in pink
gold this year.
4
montblanc
Collection Villeret 1858 ExoTourbillon Rattrapante
Questo modello rivela un grande numero di sfide: un grande bilanciere posizionato
all’esterno della gabbia del tourbillon, un cronografo à rattrapante e un quadrante
regolatore tridimensionale in oro e in smalto grand feu. Disponibile solo in un’edizione
strettamente limitata a 18 esemplari in oro bianco. This model combines a splitsecond chronograph and Montblanc’s patented ExoTourbillon, which has a large
balance that oscillates outside the tourbillon’s rotating cage. The three-dimensional
regulator dial is made of gold, decorated with grand feu. Available only in a strictly
limited edition of eighteen watches, each with a white gold case.
86 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 87
Timewear : VIP lounge
orologeria Carré VIP
4
Cartier
Montre Rotonde de Cartier Astrocalendaire
L’orologio Rotonde di Cartier Astrocalendaire trasforma l’essenza stessa del funzionamento
e dell’aspetto del calendario perpetuo. Per la Maison, l’idea consiste nell’inventare una
visualizzazione centrale creativa che deriva da un’idea rivoluzionaria. L’orologio Rotonde
di Cartier Astrocalendaire, certificato con il Punzone di Ginevra, accoglie nel suo centro un
tourbillon volante, complicazione emblematica della collezione di Alta Orologeria. In effetti
il calibro a carica automatica 9459 MC è assemblato e regolato nei nuovi laboratori di Alta
Orologeria Cartier che si trovano nel pieno centro di Ginevra, allo stesso piano della boutique
Cartier di rue du Rhône. Le sue finiture sono state realizzate secondo gli standard più prestigiosi
delle certificazioni orologiere.
La dynastia GTS - L’esperienza di Global Jet - TALENTI SVIZZERI - o hissa
ETIHAD CON IL VENTO IN POPPA - shangai o aspen - golf, like and share - news jet
-/ The Rotonde de Cartier Astrocalendaire watch transforms the very essence of the perpetual
calendar's functioning and appearance. The Maison's idea involves inventing a creative central
display that stems from a revolutionary concept. The Rotonde de Cartier Astrocalendaire
watch houses at its heart a flying tourbillon: a complication that is emblematic of the Fine
Watchmaking collection. The Rotonde de Cartier Astrocalendaire watch is certified "Poinçon
de Genève", in accordance with the new regulations' requirements. The self-winding calibre
9459 MC is assembled and adjusted in the new Cartier Fine Watchmaking workshops located
in the heart of Geneva, upstairs from the Cartier boutique on the rue de Rhône. Its finishes
were carried out according to the standards of the most prestigious watchmaking certification.
5
Hermès
Arceau Pocket Millefiori
Dall’arte del cristallo allo sbocciare di un tappeto di fiori e di stelle
Con i suoi modelli Arceau Millefiori, Hermès propone un incontro
inedito tra l’orologeria e il cristallo. Questi orologi-bracciali e orologi
da taschino eccezionali, che battono al ritmo dei calibri meccanici
prodotti nei laboratori di Montre Hermès in Svizzera, sono illuminati
da quadranti e coperchi ispirati ai fermacarte del XIX secolo, realizzati
dalle Cristallerie reali di Saint-Louis. Meccanica a carica automatica,
prodotto in Svizzera. Movimento manifattura Hermès H1837.
-/ Flowers bloom from crystal art glass.
Within its Arceau Millefiori models, Hermès encapsulates an unusual
encounter between watchmaking and glassmaking. Its exceptional
wristwatches and pocket watches, beating to the tune of mechanical
calibres produced in the Swiss workshops of La Montre Hermès, are
lit up by dials and covers inspired by 19th century paperweights,
crafted by the Cristalleries royales de Saint-Louis.
88 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 89
Novità eco [ news ]
Della redazione
TALENTI SVIZZERI
Golf, like and share!
-/ Golf, like and share!
-/ Swiss talents
Avete sviluppato o individuato in esclusiva un prodotto rivoluzionario, ma
non riuscite a farlo conoscere? Ecco una nuova piattaforma che potrebbe
cambiare tutto: Pepsee! Questo sito, associazione della rivista Bilan e di
QoQa, numero uno dell’e-commerce in Svizzera, ha scommesso su una
Svizzera colma di talenti che non chiedono altro che essere scoperti. La
scommessa? Aiutare gli imprenditori più creativi a farsi conoscere e a
sviluppare i propri canali di distribuzione, permettendo loro di vendere i
propri prodotti per un certo periodo di tempo. Pepsee funziona al tempo
stesso come una giuria che decide sui prodotti venduti, e come un sito di
vendita. Pensate di avere l’idea del secolo? Inviate un video di presentazione
a Pepsee, e vedete cosa succede: L’interesse: il massimo della visibilità,
perché Pepsee può appoggiarsi su Bilan e QoQa per fornita ai prodotti
scelti, ed è un modo efficace per testare il mercato.
-/ You have developed or found an exclusive revolutionary product but you
have a hard time being known? Here is a new platform that can change
everything: Pepsee! This site, a smart association between the magazine
Bilan and QoQa, number one of e-commerce in Switzerland, bets on a
Switzerland full of talented people ready to emerge. The idea? Help the most
creative entrepreneurs to develop their distribution channels, allowing them
to sell their products during a specified period. Pepsee works both as a jury
that decides the products to be sold and as a sales site. You think you have
the idea of the century? Send a presentation video to Pepsee and let the
charm work. The advantage? A maximum of visibility as Pepsee can rely on
Bilan and QoQa to improve the echo given to the selected products and it is
also a good way to test the market…
ETIHAD CON IL VENTO IN POPPA
-/ Etihad is bursting!
90 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
In un periodo in cui l’utilizzo dei social network domina tutte le
generazioni, molte aziende navigano sull’onda del web 2.0 con un
successo fiorente! È il caso di due giovani imprenditori, Arthur de Rivoire
e Patrick Rahme, co-fondatori della piattaforma web All Square Golf,
la prima rete completamente dedicata ai golfisti e alle golfiste di tutto
il mondo. Un social network semplice, ludico e soprattutto relativo al
golf, con un design elegante, partner di qualità e la promessa di scoprire
il mondo del golf con un occhio del tutto nuovo! Professionisti o
principianti, golfiste o golfisti, grandi o piccoli, All Square Golf è stato
creato per riunire tutti gli appassionati “sui” ma anche “al di fuori” dei
green!
-/ In this era where the use of social networks dominates all generations
alike, many companies try to take advantage of the web 2.0! This is what
Arthur de Rivoire and Patrick Rahme, two young entrepreneurs did. They
founded the web application All Square Golf, the first social network
dedicated to all golf players around the world. A social network that is
easy to use, fun, and elegant, with great partnerships that offer people to
discover the Golf world with a new vision!
Professionals or golf lovers, young or old, All Square Golf has been created
to gather every passionate person “on” but also “out” of putting greens!
Novità eco [ jet ]
Di Gabrielle Carrard
L’esperienza di Global Jet
-/ Global jet experience
Lo scorso maggio si è tenuto a Ginevra il
salone EBACE 2014, dedicato al mondo
circoscritto
dell’aviazione
d’affari.
Occasione ideale per incontrare Global
Jet, attore importante del proprio settore,
che dedica i servizi ad un élite alla ricerca
di esigenza e di qualità.
-/ Last May in Geneva took place the
EBACE 2014 fair dedicated to the very
private world of business aviation; the
opportunity to meet Global Jet, leading
carrier in the sector which dedicates its
services to an elite in search of quality
and high-standards.
Nata nel 2000, la compagnia conta oggi
una flotta di 70 apparecchi e 500 esperti
di aviazione che prevedono, seguono
e rispondono alla minima richiesta.
Se il desiderio principale consiste nel
soddisfare tutti i clienti, Global Jet non
transige sugli aspetti essenziali come
comfort e sicurezza!
Volare con Global Jet è sinonimo di
una serie di compiti, uno più preciso
dell’altro: selezione degli apparecchi,
specifiche tecniche e di sicurezza,
ideazione e installazione della cabina.
Una selezione minuziosa di uomini
e apparecchi, corsi di formazione e
controlli continui sono di rigore, per
garantire la sicurezza dei passeggeri e la
soddisfazione dei clienti.
Born in 2000, the company now has
a fleet of 70 aircraft and 500 aviation
specialists, who anticipate, follow and
provide any request. If the main goal
is to satisfy each customer, Global Jet
does not compromise on the essential,
comfort and security!
Flying with Global Jet is synonymous with
many specialized tasks: aircraft selection,
technical and safety specifications, design
of the cabin…with a careful selection – of
men and aircraft -, rigorous trainings and
follow-ups, the safety of the passengers
and the satisfaction of the customers are
constantly ensured!
www.globaljetconcept.com
www.allsquaregolf.com
Le compagnie di aviazione hanno il
vento in poppa nel 2014! Ne è una prova
l’incredibile buona salute di questo settore
che porta le compagnie a spingere al
massimo i livelli di comfort e di servizio!
Questo mese la redazione si è concentrata
sulla nuova referenza in prima affari e nella
sezione business. Etihad ha soppiantato il
suo collega Emirates, che eppure è quattro
volte più importante! Presentata ai mass
media di tutto il mondo, “Résidence” è una
cabina gigante di 11,6 m2 super lussuosa,
realizzata solamente negli A380. Composta
da 3 piccole stanze - salotto, bagno con
doccia, camera da letto – questa piccola
suite riceve l’assistenza esclusiva di un
maggiordomo, e costerà la modica somma
di 25.000 dollari! Dopo gli A380, anche
i Boeing 787 subiranno un immancabile
lifting!
-/ Airline companies have the wind
in their sails in 2014! As shown by the
incredible good health of this sector
that pushes the companies to improve
their comfort and their services.
This month, the editorial board has
dwelled on this new reference in “first
class” and “business class”. Etihad has
just defeated its partner Emirates yet
four times more important!
Presented to the world’s media,
“Residence» is a luxurious living space
of 11.6 m2, only in the A380. The threeroom suite - living-room, bathroom
with shower and a bedroom – with a
personal butler will cost $25,000!
After the A380, the Boeing 787 will also
experience an inevitable little facelift!
www.etihad.com
91 | JUILLET / AOÛT 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 91
Novità eco [ jet/yacht ]
Di Gabrielle Carrard
Leader incontrastato dell’aviazione d’affari, Global Jet amplia la sua flotta con
un nuovissimo apparecchio, un Falcon 7X della società Dassault Aviation.
Questo tri-reattore è certificato per percorrere una distanza di 11.000 km e
volare ad una velocità di 850 km/h. Il Falcon 7X si aggiunge ai modelli Airbus,
Gulfstream, Global Express, Falcon, Challenger, Embraer, Learjet – tutti
apparecchi di dimensioni e capacità varie – completa l’offerta proposta alla
clientela di Global Jet. Affidategli la vostra sicurezza e il vostro comfort, loro
penseranno al resto.
Shanghai o Aspen ?
-/ Shanghai or Aspen
Novità eco [ auto ]
La dinastia GTS
-/ GTS Dynasty
Il costruttore tedesco avvia la stagione estiva
all’insegna della sportività. L’elemento GTS o
“Gran Turismo Sport” diviene il denominatore
comune di tutti i modelli sportivi Porsche.
Dopo i modelli 911, Cayenne e Panamera,
tocca alla Boxster e alla Cayman di regalarsi
l’elemento - GTS -, tanto caro al marchio dal
1963 e alla leggendaria Carrera 904.
Prossimamente volete andare a Shanghai? Oppure sciare ad Aspen il prossimo
inverno? Scegliete il Falcon 7X e le sue 12 ore di autonomia di volo, vi porterà
verso queste due destinazioni, e non solo!
Con la modernità degli aerei della flotta, la precisione del loro controllo
tecnico, la diversità delle attrezzature e il loro design interno sapientemente
creato, Global Jet assicura il massimo comfort a bordo. “Quello che alcuni
chiamerebbero un lusso, qui è solo la risposta attenta alle esigenze di una
clientela abituata a godere dei prodotti migliori”.
-/ Leader in business aviation, Global Jet enlarges its fleet – with a brand new
plane the Falcon 7X from Dassault Aviation. This three-engine jet is certified to
travel a distance of 11,000 km and fly at a speed of 850 km/h.
www.globaljetconcept.com
Oh issa!
In addition to Airbus, Gulfstream, Global Express, Falcon, Challenger, Embraer,
Learjet – as many planes of different sizes and abilities – the Falcon 7X completes
the offer for the Global Jet clients.
Entrust their safety and comfort; they will take care of the rest…you want to go
to Shanghai soon? Or skiing in Aspen next winter? Choose the Falcon 7Xand its
12-hour flights; it will take you to these destinations among many others!
With the modernity of the aircrafts of their fleet, their precise technical follow-up,
the variety of their equipment and their well-chosen interior design, Global Jet
take care of your comfort on board.
Some would call it luxury but it’s an adapted answer to the needs of a demanding
clientele.
Eravamo abituati ai battelli a ruote della CGN, al magnifico Neptune o alle
piccole imbarcazioni private del Lago di Ginevra… Questa volta la tendenza
Saint-Tropez si è impadronita delle nostre acque, e anche delle nostre menti!
Float inn - 17 metri di lunghezza, 8,8 metri di larghezza, 21 tonnellate e 12
passeggeri – si trova al porto di Eaux-Vives a 100 metri dal Jet d’eau! Tra le
6 formule proposte, la “Bed & Breakfast” vi farà navigare al largo dalle 19 alle
23: passate una notte tranquilla nel lago, l’equipaggio vi darà il buongiorno
con una colazione mattiniera, poi vi ricondurrà al posto. Salite a bordo per
-/ Heave ho
la formula “Crociera”, navigate sulle onde del lago di Ginevra il tempo di un
week-end o per 5 giorni completi! Per chi ha molti impegni, approfittate del
“Day Charter”: una piccola crociera dalle 9 alle 18, ideale per evadere un po’!
www.floatinn.ch
92 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
-/ We were used to the CGN paddle steamers, the wonderful Neptune or the
small private boats on Lake Geneva…but this time, the spirit of Saint-Tropez
has traveled towards us! Float Inn – 17 meters long, 8.8 meters wide, 21 tons
and 12 passengers – is docked on the port of Eaux-Vives 100 meters after the
Jet d’Eau. Among the 6 formulas, the “Bed & Breakfast” with an embarkation
between 7 pm and 11pm followed by an anchorage off-shore for a peaceful
night on the lake, the crew will wake you up with a breakfast at dawn, and
then return to the port. You can also board for the “Cruise” formula, either for a
weekend or for even for 5 days! For the busiest agendas, you can choose the
“Charter Day” formula, a short cruise from 9 am to 6 pm, perfect to get away
without going in the tropics!
Di Gabrielle Carrard
-/ For the German manufacturer the summer season is related to sportsmanship. The letters GTS or “Gran Turismo Sport”
becomes the keyword of all Porsche sports models. After the 911, Cayenne and Panamera, now the Boxster and Cayman also
have the GTS letters, the brand’s favorite since 1963 and the legendary Carrera 904.
Sveliamo i nuovi modelli Boxster e Cayman GTS di Porsche.
Prestazioni ottimizzate e regolazioni precise, i motori Boxer sei cilindri dei
due modelli accumulano ciascuno 15 CV supplementari, arrivando a 330
CV per la Boxster e a 340 CV per la Cayman. Ma Porsche non si ferma
qui e propone nuove referenze. Sempre dal punto di vista della potenza,
questi due felini sono stati dotati del pacchetto Sport Chrono: attivate
il tasto (opzionale) Sport-Plus e la Boxster GTS effettuerà lo sprint a 100
km/h in 4,7 secondi, mentre alla Cayman GTS basterà di raggiungerlo in
4,6 secondi. Con una pressione, passate da una guida sportiva e innovativa
ad un comfort ideale e necessario per i lunghi percorsi. Dopo la potenza,
passiamo alla velocità! Dotata del nuovo cambio PDK a 7 rapporti, la Boxster
può arrivare fino a 280 km/h. Ancora più rapida, la coupé sport (Cayman)
arriva fino a 285 km/h! Anche l’equipaggiamento è stato rivisto. Con i suoi
cerchi da 20 pollici, i sedili sportivi e le finiture in pelle, il nuovo châssis
PASM… Insieme o singolarmente, la coppia Porsche unisce dinamicità,
comfort di strada e un equipaggiamento innovativo, rimanendo fedele al
design Porsche.
www.porsche-geneve.ch
-/Let’s have a look to the new
models Boxster and Cayman GTS by
Porsche.
With optimized performances and
fine-tuning the engines Boxer sixcylinder of both models add for each
15 additional HP with 330 HP for the
Boxster and 340 for the Cayman.
But Porsche doesn’t stop there and
offers new references. On the power
side, in those two cars the Sport
Chrono pack is included: activate
the key (optional) Sport-Plus and
the Boxster GTS will reach 100km/h
in 4.7 seconds, as for the Cayman
GTS in only 4.6 seconds. With one
pressure on a button change from a
sporty driving to a comfort needed
for long journeys.
After the power the speed! With its
new PDK 7 –speed transmission,
the Boxster can reach 280 km/h
and even faster the sport coupe
(Cayman) 285 km/h!
The equipment also are new; new
20 inches rim, sport seats and
leather finishes or even the new
PASM frame…
The
Porsche
duo
combines
dynamism, comfort and hightech equipment while keeping the
Porsche design.
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 93
HOME SWEET HOME - Voluttà ginevrina a Parigi
PUB
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 95
evasione
Di Céline Zamora
Svegliarsi e scorgere, tra le tende
di lino, la Tour Eiffel, non è più
un sogno irrealizzabile. Un’oasi
privilegiata annidata nel cuore
di Parigi, questo palazzo è un
indirizzo raro e intimo.
-/ Wake up and see discreetly hidden
between the linen curtains, the
iron lady, is no longer a chimera.
Privileged oasis nestled in the heart
of Paris this Mansion is a rare and
intimate address.
Servizio alberghiero su misura
Lo sappiamo: oggi il lusso significa sentirsi come a casa propria ovunque si
vada. Per questo motivo la Réserve mette a disposizione: autisti e portieri
per seguire i desideri degli ospiti, accesso protetto alla biblioteca per un
momento di relax. La colazione pronta e i corsi organizzati… Tutto è previsto
per soddisfare qualsiasi tipo di esigenza, sia essa golosa, civettuola o turistica.
Un artista chiamato Tessier
Autodidatta di talento che non ha paura di accogliere le sfide, Rémi Tessier ha
conquistato tutti con la sua idea di unire il bello e l’utile, l’estetica alla realtà del
quotidiano. Questo architetto di interni, designer e gallerista, non perde mai
di vista il primo amore: l’ebanisteria. Il suo gusto per i materiali nobili è la sua
firma artistica.
Giardino bucolico
Ecco cosa succede dal punto di vista degli interni, ma cosa succede per quanto
riguarda il giardino? Tocca a Daniel Besneux e Jean-Christophe Stoërkel.
Questi artisti dal pollice verde hanno dato l’illusione di non essere mai usciti
dai giardino del Trocadéro. Nel desiderio di ricreare i parchi alla francese del
XIX secolo, questi artisti bucolici hanno saputo infondere forza al giardino e
rispondere alla potenza architettonica dell’edificio. Un tocco contemporaneo
che ricorda gli interni di Rémi Tessier e la delicatezza dei gelsomini evocano
con leggerezza questo piccolo angolo di paradiso.
Parigi ci fa sognare, e La Réserve ci propone giustamente di sistemarvici. Nei
suoi straordinari appartamenti, il lusso si traduce nella piacevole sensazione
di trovarsi a casa. Per un soggiorno di pochi giorni, il tempo di rilassarsi o di
sognare di rimanervi, l’indirizzo del Trocadéro non potrà far altro che riempirci
di stupore quando ci sveglieremo guardando la Tour Eiffel.
Contatto Résidence
Appartamenti - La Réserve Parigi
[email protected] - www.lareserve.ch
Home sweet home
-/ Home sweet home
Trittico d’eccellenza
Secondo Michel Reybier, ci sono tre paroline che vanno vezzeggiate. Secondo lui, le parole che
rappresentano il lusso sono piacere, qualità e salute. E siccome il proprietario dello stabilimento non fa mai
nulla di scontato, propone dieci appartamenti in affitto, con un servizio da hotel, che mette completamente
a disposizione dei suoi clienti d’eccezione. Ambiente privilegiato, ma soprattutto la sensazione di essere a
casa propria: un lusso inestimabile in un periodo in cui tutto è globalizzato e uniforme. Servizio alberghiero
su misura. Perché il lusso oggi significa sentirsi come a casa propria ovunque si vada. Per questo motivo
la Réserve mette a disposizione: autisti e portieri per seguire i desideri degli ospiti, accesso protetto alla
biblioteca per un momento di relax; la colazione pronta e i corsi organizzati… Tutto è previsto per soddisfare
qualsiasi tipo di esigenza, sia essa golosa, civettuola o turistica.
96 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 97
Immagini delle serate imperdibili dei nostri “paparazzi”...
-/ A triptych of excellence
According to Michel Reybier, these three small words must be essential:
pleasure, quality and health, representing luxury in his mind. And because
the hotel property owner never does anything like the others he offers
10 apartments for rent, with hotel services available to the customers; a
special environment, but above all the feeling of being at home; a priceless
luxury while everything is globalized and standardized.
Hotel services “à la carte”
It has been said, luxury today is to feel like home, everywhere where we go.
That is why the Reserve offers: valets and concierges to fulfill the guests’
wishes, and secure access to the library in order to escape. Breakfast is
made and shopping is done, everything is planned to satisfy all the desires.
An artist named Tessier
Talented autodidact who is not afraid of challenges, Rémi Tessier managed
to combine the beautiful and the useful, aesthetics and daily life reality.
This interior designer, designer and gallery owner never forgets his first
love: cabinetmaking. His taste for fine materials has become his artistic
signature.
Bucolic garden
There we are with the first side. But what happens in the garden? It is
Daniel Besneux and Jean-Christophe Stoërkel place. These green thumb
artists gave the illusion of never escaping the Trocadero gardens. Wanting
to re-create the 19th century’s French parks, these artists knew how
to give a force to the garden and meet the architectural power of the
building. A contemporary touch remembering the interior made by Rémi
Tessier and the sweetness of the jasmine come to punctuate this little
piece of heaven.
Paris makes us dream, the Reserve offers to settle in it. In its exception
apartments, luxury is reflected by feeling like home. For a stay of a few
days, just enough to escape or to consider staying, you will be amazed by
the address of the Trocadero when the Eiffel Tower wakes up to our side.
98 | estate 2014 - www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate 2014 | 99
Trombinos
Lancio di COTE Magazine Hong Kong
8 maggio 2014
Ticolat Tamura, Central Hong Kong
Trombinos
COTE Magazine Hong Kong Launch Party
2014 May 8th
Ticolat Tamura, Central Hong Kong
Cartier, Van Cleef & Arpels, Piaget, Rolex, Hermès, Chloé, Bally
e Hugo Boss, tutte le Maison e i marchi di moda del lusso
glamour sono stati felici di festeggiare il nostro nuovo Hong
Kong Lifestyle Magazine! Alla Ticolat Tamura Gallery, i nostri
bellissimi ospiti hanno appressato lo champagne Ruinart con
una collezione deliziosa di bignè alla crema appositamente
creata per questa occasione speciale da 126 grammes!
Carr
ie L
am
PR & , PR Ma
na
Mark
etin ger, Bi
(Rim g Execu biana H
owa)
o,
tive
the
golemy, Wife
Ghi
saBar
Elisa GHI
EliGO
ralin
Gene
ulfe
of
Cons
chy
(Wi
Fren
thethe
lem
of
Bar
orinchief
ro,Edit
Consul
Rove
nch
Julie
Fre
HK,the
,
HK)ne
in azi
eraEl Mag
GenCOT
Julie Rovero
Stéph
Kong, anie Arb
ola,
Car
Direc oline Tei IP Lawye
r
chtei
tor T
l, Re Hong
ra
Pacif
g
ic (G vel Reta
il As ional
uerla
ia
in LVMH)
rketing
Regional Ma
Wandy Mou,
gional
Re
m,
Ta
llie
e Chan,
Manager, Bi
ni
ee
Qu
Executive,
t
an
Marketing
st
si
As
Marketing
(Chloé)
Lo
Frederick
d),
ting Co Lt
(Teams Prin
ignies,
rs
Ga
de
ger
Romain
rketingMana
arlesWong,Ma Ltd)
Ch
,
ro
ve
Ro
e
Juli
ting Co
(Teams Prin
t
nior Projec
Media - Se
ng
di
an
Kat Kwok,
Br
g,
rketin
Officer, Ma
Fook)
(Chow Tai
Department
Stephen Hung,
Executive
Director (Louis
XIII
Holdings Limite
d),
Deborah Valdez
-Hung,
Chairman (Dream
odels)
Stephen Hung,
Executive
Director-LouisXII
IHoldings
Limited,DeborahVal
dez-Hung,
Chairman Dreamo
dels
Edwina Kluender,
Director of Communications
(Mandarin Oriental, HK)
Agnes Wong, PR Manager (Piaget),
Patricia Ku, Assistant Advertising
Manager (Piaget)
Shelly Chan,
Assistant
Marketing Manager,
Communications
(Hongkong Land Ltd)
But, Julie
eng, Emily
Stanley Ch
rsignies
Ga
main de
Rovero, Ro
Hann
ah N
g, A
s
and sistant
PR M
Mar
(Bal anager keting
ly)
tive,
Execu
ount
utive
c
c
c
e
A
x
E
i,
count
nie L
c
a
A
h
p
r
e
St
enio
ng, S Petrie PR)
T Che
(
ager
g Man
ketin , Sales
r
a
M
Kwan, lex Cheng
t)
Iris
Hublo
A
ive (
ot),
(Hubl ing Execut
ket
& Mar
Cristo
bal Hu
neus (
Yossi
La C
Cohen
(126 g abane),
rammes
)
Nicolas Le
feuvre wi
of our ra
nner
ffle Bali
travel!,
of Retail
Head
Design an
d Visual
Merchandis
ing - Grea
ter China
(Chanel),
Julie Rove
ro
100 | estate
ESTATE2014
2014--www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com
Cherrie Yeung, Advertising
Manager, Virginie Martignac,
Marketing & Communications
Director, Arnaud Carrez, Managing
Director HK&M acau, Florence Lau,
Deputy Communication Manager, Eva
Lam (Cartier)
Stanley Ch
eng, Adve
rtising Ma
Emily But,
nager,
Executive
assistant,
Julie Rove
ro, Editor
Romain de
in chief,
Garsignies
, Business
Developmen
t Manager
(COTE Maga
zine)
Can
(Herm dy Pang,
Press
es),
Vic
Ex
Execu toria To ecutive
rr
tive
(Herm es, Pres
s
es)
nies, Business
Romain de Garsig
(COTE Magazine),
r
age
Development Man
ly But,
Stanley Cheng, Emi
IP Lawyer
Melissa Cassanet,
Hong Kong),
(PARTENAIRES PI
ero
Rov
ie
Jul
Manager
Marketing
Tracy Lam,
)
ss
Bo
(Hugo
www.cotemagazine.com - estate
ESTATE 2014 | 101
Trombinos
Serata Belvedere al Festival di Cannes
il 16 maggio 2014
Le Club by Albane
Per il settimo anno consecutivo, Belvedere Vodka era presente al
Festival Internazionale del Film di Cannes. L’imperdibile Maison ha
voluto festeggiare l’evento circondandosi della famosissima Rita Ora,
nuova testimonial del marchio, nota sia per il suo talento in qualità
di autore-compositore che per il suo stile originale e alternativo.
L’evento Belvedere si è tenuto al Club by Albane lo scorso 16 maggio,
in occasione del week-end di apertura del Festival. Ripercorriamo con
le immagini una serata che ha saputo, ancora una volta, elettrizzare
la Croisette.
Trombinos
Blancpain
ace
Weekend
2014
Blancpain
Race RW
eekends
2014
giorni
12avril
- 132014
aprile 2014
LN
esei12
- 13
M
onza
,
I
talia
Monza, Italie
L’Autodromo Nazionale di Monza ha accolto il primo “Blancpain Race
Weekends” 2014 in occasione del weekend del 12-13 aprile. Per il
sesto anno consecutivo, si sono riuniti gli universi dell’alta orologeria
e della meccanica automobilistica, collegati dagli stessi valori di
precisione, affidabilità e performance. Per due giorni la Manifattura
Blancpain ha riunito i suoi invitati a scoprire l’affascinante mondo
dello sport automobilistico in occasione delle corse della Blancpain
Endurance Series e del Lamborghini Blancpain Super Trofeo nel
tempio della velocità di Monza.
Podium
Pod
Enduran ium del Blancp
ce Seri
es - Ca ain
tegoria
Pro
ain
Blancp
del Lam
borgh
Super T ini Blancpain
rofeo
ries
nce Se
Endura
Blanc
pain
Endur
ance
Serie
s
Blancpa
in VIP
"Grid W
alk"
Lamborghini Blancpain
Trofeo
102 | estate
ESTATE2014
2014--www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com
Blancpain Endurance Series
ni
borghi
el Lam ofeo
d
à
t
i
r
l
Ospita ain Super T
Blancp
Super
Lamborg
hini Bl
ancpain
Super
Trofeo
www.cotemagazine.com - estate
ESTATE 2014 | 103
Trombinos
In occasione della presenza a Cannes dell’incredibile
cast del film “I mercenari 3 - The Expendables”, la
maison de GRISOGONO ha svelato una serie speciale
del suo orologio Instrumento N. Uno con i colori del
film. Ogni attore di questo cast ha indossato la nuova
versione celebrativa dell’orologio. Mai tanti attori sono
stati riuniti per lo stesso film nella Croisette, che ha
vibrato per questa prima mondiale in presenza delle
superstar: Sylvester STALLONE/ Jason STATHAM /
Arnold SCHWARZENEGGER/ Mel GIBSON/ Harrison
FORD/ Wesley SNIPES/ Antonio BANDERAS/ Dolph
LUNDGREN/ Randy COUTURE/ Kellan LUTZ/ Victor
ORTIZ/ Glen POWELL/ Kelsey GRAMMER/ Patrick
HUGHES.
Questa edizione celebrativa firmata “Fawaz” sul vetro
zaffiro nel fondello della cassa, è limitata a 100 esemplari.
de
GRISOGONO si unisce al casting del film “Expendables 3”
il18 maggio 2014
Les Oliviers, Hotel Martinez. Cannes
Trombinos
Spring Ball
il6 giugno 2014
Villa Principe Leopoldo, Lugano
Lo scorso 6 giugno, l’annuale Spring Ball Lugano Monte
Carlo si è svolto nella cornice spettacolare di Villa Principe
Leopoldo, in presenza del Console del Principato di
Monaco a Lugano Gianandrea RIMOLDI, del Sindaco di
Lugano Marco BORRADORI, e di molti invitati. Animato da
Federica Moro, il ballo ha permesso di raccogliere fondi a
favore della Croce Rossa svizzera.
Mel Gibson
Mel Gibson
Giorgio Rocca e
Filippo Lotti de
Sotheby’s
Instrumento N.1
firmata «Fawaz»
Federica Moro
Wesley Snipes e
Fawaz Gruosi
Signore e signora Ziff
Gianadrea Rimold
i, Natasha Stefan
enko, Stefano
Barone et France
sco Antonietti,
Yves Wellauer,
Sandrine Garbagnat
i Knoell, Ronnie
Kessel
XXXXXX
Kellan LUTZ
Glen POWELL
Victor ORTIZ
Irina Goudkova, Federica Moro,
Monica Lo Riso, Marianna Ziff,
Jessica Bunford, Inna Maier
Kelsey GRAMMER
Onorevole Marco
Borradori,
Sandrine Garbagnat
i Knoell, Yves
Wellauer, Federi
ca Moro
az
Dolph Lundgren e Faw
XXXXXX
Stallone
Sylvester
Stefano Barone e Francesco
Antonietti
oni, Silvia
Nataliya Shtey Gilard
cini, Rita
Damiani, Roberta Van
i
Santos, Maria Pacoll
az Gruosi
Antonio Banderas e Faw
104 | estate
ESTATE2014
2014--www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com
www.cotemagazine.com - estate
ESTATE 2014 | 105

Documenti analoghi