gli artisti del Primo Maggio a Genova

Commenti

Transcript

gli artisti del Primo Maggio a Genova
GENOVA, PRIMO MAGGIO 2010
Le schede degli artisti
Rino Calandra
Suona la chitarra, autodidatta, lezioni da Bambi Fossati. Ha studiato i grandi chitarristi: Jimi
Hendrix, Eric Clapton, Joe Satriani. Studia inoltre con Massimo Montarese, e prima esperienza
con i Dream Toys (Rock italiano). Serate nei locali della città, con brani Rock e Blues. Dopo
aver abbandonato la chitarra elettrica, per passare all'acustica, ha iniziato a cantare i
cantautori italiani. Repertorio di brani in italiano suonati da solo o in coppia con una cantante,
Cecilia Malfatto, con cui ha fatto, anche alcune cover. In questo ultimo periodo, grazie a
Tommy Emanuell, si è avvicinato al Fingerpicking. Il fingerstyle o fingerpicking (letteralmente
"stile del dito" e "pizzicare con le dita") è una tecnica usata per suonare la chitarra, il basso o
altri strumenti a corda, eseguita usando le punte delle dita o le unghie al posto del plettro. È
molto usata nei pezzi per chitarra folk, ma ha raggiunto anche il mondo del rock and roll, dove
viene usata anche da personaggi di primo piano come Mark Knopfler. Pur non essendo l'unico
modo di suonare la chitarra senza plettro, è il preferito dalla maggioranza dei musicisti
professionisti.
Old Habits Band
Dopo l'esperienza comune con la BIG FAT MAMA, una delle più importanti band di Rock/Blues
in Italia, MAURIZIO RENDA (chitarra), GIAMPIERO ESPOSITO (batteria), CARLO RATTO (voce
solista) e PAOLO MARASSO (basso) hanno dato vita a questa nuova formazione che ben
esprime la loro intesa musicale. Per oltre venticinque hanno condiviso esperienze nei maggiori
festival italiani e nei principali clubs della penisola e inciso tre Lp di cui uno doppio dal vivo con
Zora Young e prodotti dalla Cobra Records dei fratelli Mangora; hanno inoltre inciso tre CD
intitolati rispettivamente: "Goinn Back Home" del 2002 e "Twenty Five Years Old" del 2004,
inciso per festeggiare i 25 anni di attività come Big Fat Mama e prodotto e distribuito dalla LM
Record di Luigi Mazzeri e di recente uscita il nuovo Cd “HARD TO BREAKE”.
Hanno collaborato con: Louisiana Reed, Eddie C. Campbell, Johnny Mars, Zora Young, Fabio
Treves, Paolo Bonfanti; hanno inoltre aperto i concerti per: Johnny Winter al Milano Blues
Festival, Screamin' Jay Hawkins, Clifton Chenier Jr., Jimmy Rogers, John Jakson, Albert Collins
al Courmayeur Blues Festival, Herbie Goins e Omar & the Magic Rooster al Delta Blues Festival
di Rovigo, Shemekia Copeland al Delta Blues Festival di Rovigo, B.B.KING e BLUES BROTHERS
BAND.
ARCI Ufficio Infanzia e Adolescenza
L’Ufficio Infanzia e Adolescenza nasce con l’obiettivo di promuovere la partecipazione dei
bambini e dei ragazzi alla vita del territorio e dei circoli Arci attraverso laboratori e attività di
animazione culturale e ricreativa. Educazione alla pace, intercultura, riscoperta della memoria
e valorizzazione dei rapporti fra generazioni, espressione e rispetto per l’ambiente sono i temi
su cui sono centrate le attività dell’ufficio.
L’Ufficio Infanzia e Adolescenza, inoltre, partecipa abitualmente con interventi animativi di
piazza destinati ai bambini in occasioni quali la Settimana dei diritti del fanciullo, la Domenica
ecologica, il Carnevale, la Festa degli aquiloni, inaugurazioni di spazi di gioco. Vengono
proposti giochi sui temi della pace, della conoscenza e del rispetto dell’ambiente, del riciclo,
della conoscenza reciproca.
HAVANA FOOTBALL CLUB
Il gruppo musicale "HAVANA FOOTBALL CLUB" affronta tematiche d'impegno politico e sociale
quali, per esempio, la Resistenza, la figura di Ernesto "Che" Guevara, gli Indiani d'America. Tra
le ultime composizioni spiccano una canzone dedicata ad Angelo D'Arrigo, il deltaplanista
amico delle aquile scomparso e quella per ricordare Tommie Smith, l'atleta di colore che alzò il
pugno guantato di nero alle olimpiadi del '68. Recentemente il gruppo ripropone anche alcuni
brani di Gaber e De Andrè. Gli spettacoli sono spesso accompagnati da video proiezioni. Il
gruppo annovera tra i suoi elementi musicisti che hanno suonato per anni con Giorgio Gaber ed
altri che hanno composto musiche e canzoni per i maggiori teatri genovesi. Se dal punto di
vista musicale il risultato artistico non è facilmente etichettabile, lo si può collocare, per quel
che riguarda il lavoro sui testi, nell'ambito della canzone d'autore. Isabella Cinquegrana: flauto
traverso - Claudio De Mattei: basso - Roberto Galluzzi: canto – Roberto Leoncino: chitarra 6 e
12 corde - Enrico Spigno: batteria/chitarra
Arancia Balcanika
9 Novembre 1989, cade il Muro di Berlino. Nonostante le innumerevoli nefandezze nate e
cresciute dopo l’evento, per molti musicisti ha significato aprirsi al fascino dalle culture musicali
dell’Est Europa. Tante volte ci siamo piacevolmente trovati a suonare e a festeggiare insieme
alle improvvisate bande Rom, scambiandoci stili e colori.
15/18 Agosto 1969, Festival di Woodstock, tre giorni di musica e pace concentrati in un evento
che ha segnato un’epoca indimenticabile.
E’ da quelle immagini, da quel ‘suond’ che nasce musicalmente la maggior parte di noi, con la
voglia di sperimentare sempre nuove forme di espressione, fino ad arrivare a “mischiare” la
chitarra elettrica con trascinanti riff ai fiati ritmici ed incalzanti propri della musica yiddish,
kletzmer e alle melodie eteree, a volte ipnotiche, a volte circensi, tipiche della cultura
mediorientale.
Arancia Balcanika prende vita nel 2003 dall’insieme di quattro musicisti professionisti; in poco
tempo prendono parte ad importanti Busker Festival italiani (Circumnavigando, Buskernight,
Ratatlaplan, Pennabilli…), riscuotendo critiche positive da parte di pubblico e stampa.
Il viaggio musicale che propone Arancia Balcanika solca i Mari del tiepido Mediterraneo
orientale, approda sui sabbiosi lidi arabi per dirigersi verso Nord, attraversa la Turchia e risale
per tutti i Balcani. Raccoglie le atmosfere festose, fatte di cibo, danze e canti, tipiche dei popoli
nomadi est europei, senza dimenticare mai lo spirito di Hendrix, Blackmoore e gli imponenti
motivi, talvolta moderni suonati con amplificatori Marshall da 100 watt a valvole.
Cosimo “Franz” Francavilla Saxofono Soprano, Saxofono Tenore, Voice and noice, Percussioni Riccardo Pelle – Chitarra elettrica, Theremin, Kaoss pad - Andrea Anzaldi Basso elettrico, Loop
bass, Percussioni Federico “Bandiani” Lagomarsino Batteria, Percussioni

Documenti analoghi