Vai al Pdf

Commenti

Transcript

Vai al Pdf
RICOSTRUZIONE DEL MODELLO GEOLOGICO E SISMICO LOCALE DEL SITO DI
BORGHETTO FLAMINIO A ROMA
Geores esegue indagini geotecniche e sismiche con l'obiettivo di verificare che le
condizioni geomorfologiche, idrogeologiche, geotecniche e sismiche dei terreni siano
compatibili con gli interventi di recupero e riqualificazione da realizzare nell'area
Riepilogo
Committente: Università La Sapienza, Roma – Facoltà di Architettura “Ludovico Quaroni”
Cantiere: Borghetto Flaminio, Roma
Settore del committente: Istruzione e ricerca
Il problema: la realizzazione d’interventi di recupero e valorizzazione richiede la verifica delle
condizioni geomorfologiche, idrogeologiche, geotecniche e sismiche dei terreni interessati dal
progetto.
Il ruolo di Geores: ricostruzione del modello geologico e sismico locale del sito, attraverso
l’esecuzione d’indagini geotecniche e sismiche.
ll caso
L’Università degli studi di Roma La Sapienza,
impegnata nella realizzazione d’interventi di
recupero e valorizzazione dell’area di Borghetto
Flaminio a Roma, incarica Geores di verificare che
le condizioni geomorfologiche, idrogeologiche,
geotecniche e sismiche dei terreni presenti nella
zona in esame, siano compatibili con gli interventi
previsti in progetto.
Il ruolo di Geores
Geores ha realizzato la ricostruzione del modello
geologico e sismico locale del sito indagato.
Un approfondito studio bibliografico ha consentito
di individuare le caratteristiche morfologiche e
Carta Geologica Funiciello & Giordano, 2008
Legenda
SFT bb: Depositi alluvionali in evoluzione
SFT ba: Depositi alluvionali recenti
SKF: Tufi di Sacrofano
VGU: Formazione di Valle Giulia
CIL: Formazione di S.Cecilia
Ubicazione dell’area indagata
1
geologiche dell’area indagata e classificare la zona
da un punto di vista del rischio idrogeologico.
Geores
ha
effettuato
inoltre
un’indagine
idrogeologica, con l’obiettivo di verificare le
principali caratteristiche di permeabilità dei litotipi
e le dinamiche della circolazione idrica sotterranea.
Lo studio è stato realizzato utilizzando la carta
idrogeologica della città di Roma di Capelli, Mazza,
Taviani (2008) ed eseguendo un monitoraggio del
livello piezometrico.
Al fine di ricostruire il modello geologico locale
del sito indagato, e definire le principali
caratteristiche fisico-meccaniche delle formazioni
presenti in affioramento e in successione
stratigrafica,
Geores
ha
eseguito
indagini
geognostiche, eseguite secondo un programma
d’indagine che ha previsto l’esecuzione dei
seguenti interventi:
•
•
Realizzazione di sondaggi geotecnici,
spinti a profondità di 25 metri, di cui alcuni
attrezzati a piezometro;
Esecuzione di sondaggi stratigrafici spinti
a circa 16 metri.
Sezione litotecnica
Legenda
A completamento dell’indagine geognostica, per
caratterizzare con continuità le litologie, sono state
eseguite prove S.P.T (Standard Penetretion Test) a
diverse profondità.
Per la caratterizzazione geotecnica dei terreni,
durante l’esecuzione dei sondaggi, sono stati
prelevati campioni indisturbati, in seguito
sottoposti ad analisi di laboratorio per una
caratterizzazione fisica e meccanica. Le prove sono
state eseguite presso il laboratorio geotecnico
GeoresLAB, autorizzato dal Ministero delle
Infrastrutture e dei Trasporti con Decreto
Ministeriale n. 160 del 19/04/2011.
2
Al fine di monitorare la falda idrica superficiale,
Geores ha inoltre eseguito
un sondaggio
geotecnico attrezzato con piezometro di tipo
Norton.
Le indagini eseguite hanno permesso la
caratterizzazione fisico meccanica dei terreni, e
hanno consentito di delineare la stratigrafia
litotecnica dell’area indagata.
Sezione sismica con sistema MASW
Successivamente Geores ha provveduto alla
modellazione sismica del sito, esaminando
l’attività macrosismica dell’area ed eseguendo una
sezione sismica con metodologia MASW
(Multichannel Analysis of Surface Waves) che ha
consentito di indagare una porzione di terreno fino
alla profondità di circa 30 metri.
Geores ha inoltre proceduto a verificare la
pericolosità geologica del sito, ovvero la probabilità
che si verificasse un fenomeno potenzialmente
pericoloso in un determinato intervallo di tempo e
in una determinata area.
Sono stati quindi esaminati tutti gli aspetti
geologici locali ed è stato possibile escludere
eventuali condizioni di pericolosità che potessero
presentare interferenze con gli interventi in
progetto.
I risultati
Attraverso i risultati delle indagini eseguite, Geores
ha
potuto
individuare
le
caratteristiche
geotecniche e sismiche dei terreni esaminati e
accertarne la compatibilità con gli interventi in
progetto, Le indagini eseguite hanno inoltre
consentito di classificare l’area come una zona a
basso rischio idraulico e idrogeologico.
3

Documenti analoghi

Relazione geologica - Comune di Sesto Calende

Relazione geologica - Comune di Sesto Calende Delibera 4/02/1977 Criteri, metodologie e norme tecniche generali della legge 10/05/1976 n. 319 recante norme per la tutela delle acque dall’inquinamento, successivi e similari; 1.3 Obiettivi Perta...

Dettagli