Vallemaggia Magic Blues Un piccolo grande festival (Inserto

Commenti

Transcript

Vallemaggia Magic Blues Un piccolo grande festival (Inserto
Vallemaggia Magic Blues
«un piccolo grande festival»
Dal 6 luglio al 3 agosto l’XI edizione della rassegna valmaggese
da tempo divenuta il principale punto di riferimento in Ticino
per gli appassionati di quell’ampio spettro musicale che va dal
blues più tradizionale al rock di impronta Sixties-Seventies.
Gli organizzatori continuano - anche un po’ scaramanticamente – a definirlo uno «Small Blues Festival». In realtà Vallemaggia
Magic Blues, che si appresta a dare il via alla sua XI edizione,
di small (nella sua accezione più comune, ovvero minuscolo)
ha ben poco. La sua collaudata struttura organizzativa, la risonanza che ormai da parecchie stagioni ha sul piano nazionale
e internazionale e il suo cartellone, ogni anno ricco di nomi
altisonanti e di interessanti newcomers di quel variegato spettro musicale che va dal blues più tradizionale al rock di impronta Sixties-Seventies, non hanno nulla da invidiare alle grandi
rassegne internazionali dalle quali Vallemaggia Magic Blues
si distingue per un unico elemento: la suddivisione delle sue
proposte in un arco temporale vasto – un mese – e in località
periferiche, a prima vista inadatte ad ospitare eventi di una simile portata.
Invece, proprio queste caratteristiche hanno fatto la fortuna
della rassegna, entrata nel cuore della gente proprio per quella
dimensione familiare che ha saputo conservare e per l’alone di
magia che circonda ciascuna delle sue serate. Che quest’anno
si dipaneranno nello spazio che intercorre tra venerdì 6 luglio
e venerdì 3 agosto: un mese esatto durante il quale l’intera
regione valmaggese, da Avegno a Brontallo, verrà percorsa da
questa carovana sulla quale siederanno autentici pezzi da novanta della scena musicale dell’ultimo mezzo secolo, a partire
Sponsor:
da Manfred Mann, tastierista inglese di origine sudafricana
che con la sua presenza ha marcato in modo indelebile tutte
le Presented
tappe by:evolutive del brit-sound
dai primi anni Sessanta ad
Sponsor:
oggi passando attraverso R&B, beat, psichedelica, art-rock e
quant’altro sempre con ruoli da protagonista. Ma anche Joan
Armatrading, cantautrice anglo-giamaicana autentica icona
degli anni Settanta-Ottanta con un repertorio che, partendo da
venature folk, si è nel tempo arricchito di sonorità reggae, jazz
e rhythm & blues e Wilko Johnson, fondatore dei Dr. Feelgood nonché personaggio che ha legato il proprio nome ad
alcune delle più esplosive esperienze della scena inglese dell’ultimo quarantennio soprattutto nell’ambito del cosiddetto pub
rock caratterizzato da un alto contenuto energetico del quale
è uno dei grandi maestri.
Tra le note interessanti del cartellone di Vallemaggia Magic Blues
2012 anche una serie di progetti che, in alcuni casi, verranno
presentati in anteprima nazionale. Come la Royal Southern
Brotherhood, supergruppo di recente formazione che poggia
sulle straordinarie potenzialità di Cyril Neville dei leggendari
Neville Brothers, di Devon Allman, rampollo di un’altra grande
dinastia della musica americana, quella degli Allman Brothers
(è il figlio di Gregg Allman) e di Mike Zito, definito da molto
cime l’erede artistico di Steve Ray Vaughan. O la R&B Allstars
che la critica definisce «la crème della crème del rhythm’n’blues
britannico» grazie alle presenze del leggendario batterista Pete
York, del chitarrista Miller Anderson e della cantante Maggie
Bell; o ancora la Blues Explosion 2012 che poggia sul talento
di grandi headliner quali Vivian Kelly, Andy Just e Texas Slim.
Senza dimenticare la Sweet Soul Music Revue, che ritorna a
soli dodici mesi dalla sua precedente ed entusiasmante apparizione in valle per rileggere in modo divertente e ironico la storia
della musica «black».
Accanto a queste stelle non mancheranno al Vallemaggia Magic Blues 2012 personaggi da scoprire come il duo Woman in
Presented
Presentedby:
by:
anrigmusicproductions
Sponsor:
Sponsor:
anrigmusicproductions
rd
rd
Blues e la Latvian Blues Band che rappresentano due paesi
che non si è soliti associare con il blues ma che in realtà hanno
alle spalle una tradizione ricca di talenti, quali la Norvegia e
la Lettonia; né eclettici solisti come l’irlandese Eamonn McCormack, la talentuosa «Lady Blues» tedesca Jessy Martens e
Neal Black e ai suoi Healers, chitarrista fenomenale, ritenuto
negli anni ‘90 l’erede naturale di un certo Stevie Ray Vaughan e
neppure autorevoli personalità di casa nostra come Max Dega
e i sempre più applauditi Mojo Workers di Marco Marchi.
Un cast ricco e imponente, dunque, che, dopo l’apertura di
venerdì 6 luglio a Brontallo, si esibirà in cinque doppie serate in programma sulle piazze di Moghegno (11-12 luglio),
Giumaglio (18-19 luglio), Cevio (25-26 luglio) e Avegno (2-3
agosto): il tutto grazie allo straordinario lavoro compiuto da
un team guidato dall’Associazione Magic Blues, sostenuta da
Vallemaggia Turismo, dai Comuni della Regione, dal Cantone
(Swisslos) e da un pool di fedeli sostenitori tra cui i «Main Sponsor» Birra Eichhof e Credit Suisse, affiancati da Koch AG, Delea
Vini&Distillati, Henniez, Interroll, Gruppo Magazzino Avegno
(Barra, Peduzzi SA, Brioschi & CI e Ediltaglio), Azienda Forestale di Cevio, Caffé Carlito, HolAp, Clear Channel, Azienda
Forestale di Avegno, Helvetia Assicurazioni Agenzia Generale
Bellinzona, L-Sound, Holcim, Società Elettrica Sopracenerina,
Salvioni Arti Grafiche, Policentro, Ticino Turismo e dai media
partner laRegione Ticino, Radio Fiume Ticino e Ticinonline.
Presented by:
Sponsor:
magicblues.ch
Sponsor:
Sponsor:
Pensando ai diavoli blu
Il saluto di Manuele Bertoli
Non ricordo più dove ho letto che l’origine del termine blues per indicare quella particolare musica e quei canti originatisi nell’Ottocento
lungo il corso del Mississippi e delle piantagioni di cotone popolate da
schiavi provenienti dall’Africa, sarebbe un modo di dire statunitense.
Ovvero «to have the blue devils» per significare una condizione di tristezza, di nostalgia, sentimento associato dunque a questo colore. Mi
chiedo: chissà come saranno questi diavoletti blu che ci assalgono con
la malinconia? Saranno certamente diavoletti ispiratori visto che dalla
loro presenza nasce questo genere con tutte le diramazioni musicali
cui ha dato vita nel corso del tempo. Il Vallemaggia Magic Blues in
poco più di dieci anni è riuscito a ritagliarsi uno spazio di prim’ordine
nel panorama musicale ticinese ed extracantonale. Lo ha saputo fare
grazie ad un’offerta ben dosata e ad una presenza di musicisti di valore, grazie ad un forte volontariato presente in valle, grazie alla competenza di Hannes Anrig ed all’affiatamento di tanti amici. «The smallest
Big Blues Festival in Switzerland», bella definizione per questo piccolo
grande festival. Ma è anche un segnale sociale, economico e politico
importante: un segnale che parla della valorizzazione delle periferie,
della necessità di mantenerle vitali, dell’impegno a non vederle mortificate o penalizzate come non di rado vien voglia di fare ai centri
(quelli di potere economico prima ancora di quelli urbani). E allora che
in questo splendido polmone verde ticinese qualche diavoletto blu
porti buona musica è una gran cosa. Auguro di tutto cuore al vostro
festival, anche a nome del Consiglio di Stato, una felice undicesima
edizione ed un coloratissimo futuro.
6 July-3 August 2012
th
Brontallo
rd
Woman in Blues
Venerdì, 06 luglio Zakiya Hooker
Moghegno
Max Dega feat. Sweet Bev Perron
Mercoledì, 11 luglio
Wilko Johnson
Giovedì, 12 luglio
Donnie Romano Trio
Manuele Bertoli, Consigliere di Stato
Direttore del Dipartimento dell‘educazione,
della cultura e dello sport Repubblica e Cantone Ticino
Latvian Blues Band
Viviamo... le emozioni
Il saluto di Renzo Piezzi
Neal Black & The Healers
Mercoledì, 18 luglio
Royal Southern Brotherhood
Giovedì, 19 luglio
Marco Marchi & The Mojo Workers
Joan Armatrading
Cevio
Eamonn Mc Cormack
Mercoledì, 25 luglio
Manfred Mann’s Earth Band
Giovedì, 26 luglio
Fabrizio Poggi & Chicken Mambo
grazie al contributo di Hans e Viviane Borter
Sweet Soul Music Revue
Avegno Jessy Martens
Giovedì, 02 agosto
Blues Explosion 2012
Venerdì, 03 agosto
Wolfgang Kalb
The R&B Allstars
Grafica: Freidesign, Cevio
magicblues.ch
The smallest Big Blues Festival in Switzerland
anrigmusicproductions
anrigmusicproductions
Avanti così!
La magia della musica...
Una bella e fresca birra «Eichhof», con la grande musica blues, il
tutto nelle suggestive piazze del «Vallemaggia Magic Blues», anche
quest’anno questa magica sensazione alla quale partecipiamo da ben
11 anni, si ripresenterà nelle calde serate estive. Il «Vallemaggia Magic
Blues» con un continuo lavoro di miglioramento e grazie ad un team
affiatato e determinato, negli anni è cresciuto continuamente, diventando da piccolo festival di periferia, uno dei più importanti festival
cantonali. Ringrazio Fabio e Hannes con tutto il suo team per l’ottimo lavoro svolto e il traguardo raggiunto: «avanti così!» La scorsa
edizione del decimo anniversario ci aveva stupito per i grandi nomi
in cartellone basta citare Robben Ford, Popa Chubby, Canned Heat,
senza dimenticare i mitici Uriah Heep. Un dubbio ci frullava «cosa
faranno quest’anno questi pazzi valmaggesi? Hanno raggiunto l’apice?». Pensiamo proprio di no, visto da come si presenta il cartellone
2012… siamo convinti che un’altra grande estate musicale ci attende
in Vallemaggia: The R&B All Stars, Sweet Soul Music Revue, Royal Southern Brotherhood, Manfred Mann’s Earth Band, saranno sicuramente
all’altezza e non ci deluderanno. Grandi artisti, scenografiche piazzette, un pubblico caloroso, semplicità, allegria... il tutto accompagnato
da una buona fresca birra Eichhof… ecco gli ingredienti del successo.
Vi attendiamo tutti in piazza per un buon brindisi!!!
Il Festival si appresta ad inaugurare il suo secondo decennio di vita,
una manifestazione che si è affermata nel tempo quale punto di riferimento per gli appassionati di Blues dentro e fuori i nostri confini.
Il Credit Suisse, che sin dalla seconda edizione ha voluto sostenere
questa rassegna musicale, da parte sua è lieto di poter confermare il
proprio ruolo di Co-sponsor principale per altri tre anni continuando
a fornire un significativo contributo alla vita culturale del nostro Cantone. L‘impegno in ambito culturale infatti riveste una notevole e costante importanza nella strategia di comunicazione del Credit Suisse
ed è parte integrante della sua filosofia aziendale. Siamo certi che
grazie alla formula dei concerti infrasettimanali e alla bellezza scenografica delle piazze si potranno rivivere momenti di grande musica in
una cornice d’eccezione. Esprimiamo dunque i nostri ringraziamenti
al comitato organizzatore per la grande competenza e passione con
le quali ha voluto proporre anche quest‘anno un programma ricco
di occasioni da non perdere. Al numeroso pubblico auguriamo sin
d‘ora di trascorrere eccezionali serate sulle interpretazioni dei molti,
bravissimi artisti presenti.
Il saluto di Heineken Switzerland (Sponsor principale)
Saluto di Pascal Thiébaud
Direttore vendita Heineken Switzerland
La splendida realtà del nostro Vallemaggia Magic Blues si incammina
verso il suo secondo decennio di vita. Una formula di successo ormai
confermata che rende fieri e orgogliosi i promotori dell’omonima Associazione che con rinnovato e convinto entusiasmo ci presentano un
programma molto interessante che sicuramente non farà rimpiangere quello memorabile dello scorso anno. Nei molteplici compiti di un
Ente Turistico rientra in particolare quello dell’animazione dell’offerta
turistica nel proprio comprensorio. Vallemaggia Turismo con la collaborazione di tutti i Comuni Valmaggesi e di diversi sponsor abbraccia e sostiene con grande convinzione questo prezioso gioiello che
da rassegna regionale è riuscito a trasformarsi in evento nazionale
coinvolgendo un pubblico sempre più ampio proveniente anche dal
di fuori dei nostri confini. Vallemaggia Magic Blues valorizza attraverso la musica alcune delle più suggestive località della Valle offrendo
praticamente uno spettacolo nello spettacolo paesaggistico con un
atmosfera unica e magica di una piazza gremita. Questo evento non
solo adempie in modo ideale al compito di animazione, oltre che trasmettere intense emozioni, ma traghetta e fa rimbalzare il «brand»
Vallemaggia ai quattro angoli del continente. Dunque, quale miglior
proposta serale estiva dopo un rilassante pomeriggio al fiume con un
bel rinfresco nelle nostre limpide acque della Maggia, oppure dopo
una piacevole escursione in montagna o una passeggiata in bicicletta
tra i nuclei dei nostri villaggi percorrendo le tratte della nuova pista
ciclabile ammirando il meraviglioso panorama di natura autentica e
pura. Oltre alle proposte gastronomiche nei vari ristoranti e nei caratteristici grotti esiste pure l’opportunità di ascoltare i bravi artisti anche
nella splendida cornice degli accoglienti «Backstage». Area riservata
dove viene servito l’aperitivo accompagnato da una squisita cena con
specialità alla griglia. Ambiente ideale per trascorrere una serata diversa dal solito con l’opportunità di avvicinare e conoscere gli artisti di
persona gustando un ottima cena in compagnia. Invito pertanto tutti
a partecipare e godere di questo spettacolo che sull’arco di cinque
settimane, dalla suggestiva piazza di Brontallo fino a quella di Avegno, saprà offrire una ventina di concerti e tutti di altissima qualità.
Lasciamoci coinvolgere… e viviamo le emozioni delle serate magiche
in piazza.
Renzo Piezzi,
Presidente Vallemaggia Turismo
Il saluto di Credit Suisse (Co-sponsor principale)
Credit Suisse SA - Angelo Tabacchi,
Responsabile Clientela Privata - Area di mercato Locarno
rd
rd
Grafica: Freidesign, Cevio
Giumaglio 06
11
12
luglio
Moghegno
luglio
Moghegno
luglio
Brontallo
Wilko Johnson
Latvian Blues Band
L’eredità musicale vivente di John Lee Hooker. Nella sua vita Zakiya Hooker
ha sempre avuto un posto in prima fila per vivere il meglio di ciò che il blues
potesse offrire, e tutto quanto nel salotto di casa! La decisione di ripercorrere
la via del padre, il leggendario gigante del Blues John Lee Hooker, è stata molto
sofferta. Si trattava di sgomberare il campo da dubbi, scetticismo e aspre critiche. Così la via verso il riconoscimento è stata ardua. I testi delle sue canzoni
parlano spesso di questi problemi. Il suo esordio risale al 1991 con il padre,
ma da subito seppe ritagliarsi il suo spazio, partecipando ad eventi importanti
quali il «San Francisco Blues Festival», il «Dusty Road Blues Festival» e altri. Con
grande successo. Ha collaborato con artisti del calibro di Taj Mahal, Etta James
e Charles Brown. Zakiya è dotata di una voce molto forte, personale e «jazzy».
Riesce a catturare subito l’attenzione del pubblico con brani quali «Baby you
busted», «Hey lady» o «Protect from the Blues».
Il fondatore dei mitici Dr. Feelgood di nuovo on the road verso una straordinaria carriera solista. Nato nella regione delle Isole Canvey nel 1947 John Wilkinson, ha iniziato la sua carriera di musicista già negli anni ‘60. Nel 1971 fondò
un gruppo divenuto più tardi i Dr. Feelgood. Della band si ricorda soprattutto
il grande successo dell’album «Down by the Jetty», che li portò alla notorietà
internazionale. Divisero lo scettro di miglior Pub-rock band con i Nine Below
Zero. Al terzo album Wilko lasciò il gruppo, lavorando in diversi contesti musicali, sia come Sideman che come session-man in vari studi di registrazione.
Dopo la pubblicazione di vari albums si ritirò dalla scena abbastanza sorprendentemente, dichiarando di non sopportare più lo showbiz. Ad inizio 2000 il
sorprendente rientro. Con tre nuovi CD e tournée in tutta Europa si è nuovamente inserito nel mondo della musica e soprattutto riesce ancora ad entusiasmare i suoi fans. Sarà sicuramente così anche al Vallemaggia Magic Blues.
Calde sensazioni Blues dalla fredda Lettonia. Nella scena Blues internazionale
non si può più non fare i conti con la «Latvian Blues Band», gruppo fondato
nel 1997 e composto da quattro musicisti della capitale lettone e da un armonicista canadese, Johnny V. Il loro trascinante Blues nordico, intriso di venature
funky, lo si gusta oggi in Festival in Canada, Stati Uniti e mezza Europa. Sono
testimonials per accompagnare Riga a divenire capitale culturale dell’Europa
nel 2014. Nel 2009 vinsero la «Baltic Blues Challenge» a Eutin, guadagnandosi in tal modo un biglietto per Memphis, dove rappresentarono l’Europa alla
leggendaria «Blues Challenge». Nel 2011 poterono infine mostrare tutta la
loro bravura in numerosi festival europei, per poi imbarcarsi nuovamente per
gli Stati Uniti per una lunga tournée. Malgrado il notevole successo il gruppo
è rimasto con i piedi per terra ed è uno dei motivi per i quali piace al pubblico.
Concerto d’apertura: Woman in Blues
Concerto d’apertura: Max Dega feat. Sweet Bev Perron
Concerto d’apertura: Donnie Romano Trio
Cevio
18
19
25
Ancora prima di sentire la loro musica il nome RSB ha avuto l’effetto sensazionale! Basta scorrere i nomi: Devon Allman, figlio del leggendario Gregg
Allman, Cyril Neville (chi non conosce e apprezza i Neville Brothers o non conosce i Meters), Mike Zito, grande chitarrista e superba voce, astro nascente
del Rock sudista, Willie Green, Charlie Wooten e «last but not least» Yonrico
Scott, batterista della Derek Trucks Band. Una vera All Stars Band. La musica
della Band è la summa della tradizione sudista; da Professor Longhair, Muddy
Waters e Mississippi McDowell fino ad arrivare ai grandi di oggi: la sempre viva
e stupefacente Allman Brothers Band, i Gov’t Mule con il loro Southern Rock
da un lato e i Neville Brothers con il loro Southern Soul dall’altro. Tutto ebbe
inizio quando Devon Allman e Mike Zito dopo alcuni show con le rispettive
band decisero di unire le forze e creare quella che certamente diventerà una
delle grosse sensazioni dei prossimi anni.
Concerto d’apertura: Neal Black & The Healers
Joan Armatrading
Manfred Mann’s Earth Band
Joan Armatrading: una musicista libera da ogni trend commerciale. Ogni qualvolta si parlava di una donna che prendesse la sua chitarra e cantasse brani
composti da lei subito si pensava a Joan Armatrading. La riservata cantante di
Birmingham è comunque rimasta nell’ombra della più famosa Tracy Chapman.
Non di­pende certo dalla caratura della sua musica e neanche dalle qualità interpretative, ma la musica di Joan Armatrading non si è mai piegata al mercato
discografico. E’ piuttosto il modo semplice, quasi dismesso, di presentarsi sul
palco che per alcuni stride con la voce e i successi presenti su disco. Per Joan
Armatrading insomma è importante la musica, non lo show. Da lungo tempo
ormai è accompagnata sul palco da un trio affiatato, che vede alle tastiere
Spencer Cozens, al basso John Haley e alla batteria Gary Foote. A 40 anni dal
suo debutto con «Whatever’s for us» continua ad impreziosire la sua musica
che slitta dal Rock al Blues, dal Rhythm’n’Blues al Soul.
A distanza di quarant’anni ancora una delle migliori live band in Europa. Agli
inizi degli anni ‘70 Mann forma con Mike Hugg il «Manfred Mann Chapter
Three», orientandosi verso il nascente Jazz-Rock, ma nel 1972 vi è un’altra
sterzata a 360° con la nascita della «Manfred Mann’s Earth Band», chiaramente orientata verso il Rock. Della formazione originale non rimane che l’ottimo
chitarrista Mick Rogers, ma il resto del gruppo è affiatatissimo. Da consigliare
tutti gli album dal ‘73 al 78’. Il periodo successivo e i frequenti cambi di organico segnarono un avvicinamento a temi più commerciali, ma sempre di qualità. Il gruppo riemerse agli inizi del nuovo secolo con un interessante album
intitolato «2006». Da allora hanno offerto concerti su concerti con il meglio
del meglio della loro sconfinata produzione. Chi li ha amati ai loro tempi d’oro
non può mancare l’appuntamento di Cevio, uno degli eventi top di questa
edizione.
Concerto d’apertura: Marco Marchi & The Mojo Workers
Concerto d’apertura: Eamonn Mc Cormack
Avegno
26
02
03
agosto
Avegno
luglio
Cevio
agosto
The Royal
Southern Brotherhood
luglio
Giumaglio
luglio
Giumaglio
luglio
Zakiya Hooker
Sweet Soul Music Revue
Blues Explosion 2012
The R&B Allstars
Uno show esplosivo che ci riporta dritto dritto ai bei tempi del Soul. Un omaggio ai grandi della musica Soul. Giganti indimenticabili quali Otis Redding, James Brown, Marvin Gaye, Wilson Pickett, i Temptations, le Supremes, Sam
Cooke, Aretha Franklin e Ike & Tina Turner nonché il geniale inventore del
Soul Ray Charles, rivivono nello splendido, accattivante e unico show di questa
band, già ammirata lo scorso anno nella serata di chiusura. La «Sweet Soul
Music Revue» è un’ora e mezzo di esplosiva miscela di ritmo, passione e gioia
di vivere: appunto Soul (anima). Un vero e proprio viaggio «down Funky Street
USA», un tributo alla Motown degli anni ‘50 e ‘60. Il gruppo si compone
di dieci musicisti, con un quintetto di fiati e una solidissima sezione ritmica.
Sul palco poi si alternano 9 cantanti afroamericani che cantano i vari tributi,
supportati da altri 3 coristi e 4 ballerine. Un divertimento assicurato e di sicuro
anche quest’anno «sold out».
Tre grandi Headliners in un solo concerto! Vivian Vance Kelly ha la musica nel
sangue. Figlia del grande musicista di Chicago, Vance «Guitar» Kelly e nipote
del famoso Andrew Kelly del gruppo R&B e Gospel «The Kelly Brothers», e di
Lorine Kelly del gruppo gospel «The McCauley Singers», è più che naturale che
Vivian abbia seguito le orme musicali della propria famiglia. Andy Just è sempre stato capace di emozionare il pubblico con le sue performance esplosive,
negli States come in Europa. Il suo suono è estremamente potente e innovativo, rafforzato da tanti anni di musica dal vivo e di tour nel mondo. Texas Slim
potrebbe benissimo essere la reincarnazione di un cantante soul del passato
che suona la chitarra. Nato e cresciuto a Dallas nel Texas, da giovanissimo Slim
ha incontrato e suonato con il grande Alex Moore e più tardi con Little Joe
Blue. Nel marzo del 2002 Slim ha realizzato il suo secondo lavoro da solista «I
have arrived».
La «crème de la crème» del British Rhythm’n’Blues. Ogni anno questi musicisti inglesi molto legati tra loro si ritrovano per dar vita ad una breve serie
di concerti. Quest’anno faranno tappa anche al Vallemaggia Magic Blues e
l’attesa, inutile negarlo, è viva. Tra i componenti spicca il geniale bassista Colin
Hodgkinson, (già con i Back Door, i Whitesnake, gli Emerson Lake & Palmer e
Alexis Korner), il cui inconfondibile stile molto melodico ha influenzato generazioni di bassisti. Il chitarrista Miller Anderson ha lavorato nel gruppo di Keef
Hartley (che ci ha appena lasciati), nei Savoy Brown e con i Mountain di Leslie
West. Pete York (1942) è stato il batterista della Spencer Davis Band e all’epoca idolo e grande influenza per molti giovani batteristi. Completa la band la
magnetica voce di Maggie Bell, già leader degli Stones the Crow. Ci aspetta
una performance di alta classe con la crème de la crème appunto. Nessuno
avrebbe mai pensato di vedere questa «Allstar band» al Vallemaggia Magic
Blues, invece!
Concerto d’apertura: Fabrizio Poggi & Chicken Mambo
Concerto d’apertura: Jessy Martens
Concerto d’apertura: Wolfgang Kalb
Speciale Backstage
«Serata speciale Backstage» con ingresso al concerto,
aperitivo e cena con specialità dalla griglia (bibite escluse).
Nell’ambito della XI edizione della rassegna «Vallemaggia Magic
Blues» 2012, che si svolgerà dal 6 luglio al 3 agosto, dietro al palco
sarà nuovamente istallato un accogliente e particolare «Backstage». Il
«Backstage» è un’area riservata, con accesso su invito o su prenotazione, dove ai musicisti, organizzatori, sponsor, autorità ed ospiti sarà
servito l’aperitivo accompagnato da una squisita cena con specialità
dalla griglia. Sarà l’occasione per trascorrere una serata diversa dal solito, con l’opportunità di avvicinare e conoscere gli artisti di persona, di
gustare un’ottima cena in compagnia e di vedere il concerto da dietro
le quinte. Il prezzo della serata che comprende l’ingresso al concerto,
l’aperitivo e la cena è stato fissato in CHF 70.– (CHF 80.– per i concerti
del 19 e 25 luglio) per persona (bibite escluse). Posti limitati, prenotate
al più presto!!!
Posti limitati.
Prevendita obbligatoria presso: Ticinonline (www.biglietteria.ch)
Ed. 2012, Armando Losa
Ed. 2004, Urs Huber Uri
Ed. 2005, France Lion Morace
Ed. 2006, Mauro Escher
GRANDE CONCORSO
Quali sono i tre media partner
del Vallemaggia Magic Blues 2012?
Ed. 2007, Raffaele Dadò
Ed. 2010, Gianni Realini
Ed. 2008, Pierre Casè
Ed. 2009, Picchio
1° premio:
BUONO per una Cena del valore di CHF 200.–
al Ristorante Turisti di Bignasco
+ 4 pass generali per
il «Vallemaggia Magic Blues» edizione 2013
1° premio:
BUONO per una Cena del valore di CHF 200.–
all‘Antico Grotto Mai Morire di Avegno
+ 8 biglietti per
il «Vallemaggia Magic Blues» edizione 2013
1° premio:
BUONO per una Cena del valore di CHF 200.–
all‘Eco-Hotel Cristallina di Coglio
+ 4 biglietti per
il «Vallemaggia Magic Blues» edizione 2013
Ed. 2011, Gianfredo Camesi
Nome
Via
Telefono
Cognome
Località
E-mail
Presented by:
Entro il 4 agosto, spedite il tagliando
debitamente compilato a:
La Regione Ticino - Sezione Marketing
Via Ghiringhelli 9, 6500 Bellinzona
Sponsor:
Presented by:
Sponsor:
Presented by:
Presented by:
anrigmusicproductions
Sponsor:
anrigmusicproductions
Sponsor:
Sponsor:
Sponsor:
Presented
Presentedby:
by:
Sponsor:
Sponsor:
Oppure inviate un SMS al numero 363
(CHF 0.50/SMS) con la parola chiave
BLUES seguita dalla risposta corretta,
nome e cognome.
Sponsor:
I vincitori saranno informati per iscritto.
Le vie legali sono escluse. Non si tiene
alcuna corrispondenza sul concorso.
I premi non possono essere cambiati,
né corrisposti in contanti.

Documenti analoghi