LICEO ARTISTICO E MUSICALE DI CAGLIARI

Commenti

Transcript

LICEO ARTISTICO E MUSICALE DI CAGLIARI
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
LICEO ARTISTICO E MUSICALE DI CAGLIARI
Il Liceo Artistico e Musicale di Cagliari ha la sua sede centrale in Piazza Martiri delle Foibe nei pressi del
quartiere storico di Villanova, il suo indirizzo internet è http://liceoartisticocagliari.gov.it
INDICE
IL NOSTRO LICEO: i punti di forza, la nostra storia e il nostro futuro
…pag. 2
FINALITA’ E OBIETTIVI
…pag. 3
RISORSE UMANE
…pag. 4
OFFERTA FORMATIVA CURRICULARE
…pag. 4
ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA
…pag. 6
SBOCCHI DI STUDIO E PROFESSIONALI.
…pag. 7
INTEGRAZIONE DIVERSAMENTE ABILI
…pag. 7
DSA
…pag. 9
COMUNICAZIONE E RAPPORTI SCUOLA - FAMIGLIA
…pag. 9
PASSAGGI ED ESAMI
…pag. 10
VALUTAZIONE E VERIFICHE
…pag. 11
CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE.
…pag. 12
CRITERI DI VALUTAZIONE.
…pag. 12
GRIGLIA DI VALUTAZIONE
…pag. 18
INSERIMENTO DEGLI STUDENTI STRANIERI
…pag. 19
REINSERIMENTO DOPO UN PERIODO DI STUDIO ALL’ESTERO
…pag. 20
SCUOLA-TERRITORIO
…pag. 21
INFORMAZIONI
…pag. 22
ORGANIGRAMMA
…pag. 23
.
1
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
I PUNTI DI FORZA DELLA SCUOLA SONO:

L’esperienza didattica pluridecennale, aperta al dialogo tra generazioni e volta all’innovazione e
all’inclusione.
- Un contesto educativo in cui ognuno può imparare ad esprimere le sue potenzialità, essere
guidato a sviluppare la propria personalità, apprendere il valore del confronto e del rispetto
reciproco mantenendo la propria individualità.
-
Una realtà capace di rimotivare allo studio e alla crescita, valorizzando peculiarità e differenze
anche a fronte di esperienze pregresse alquanto problematiche.
-
Il radicamento culturale nella città e nel territorio che la ospita, componente basilare della sua
storia e della sua identità
LA NOSTRA STORIA
Il Liceo Artistico nasce a Cagliari come istituzione privata parificata alla metà degli anni Cinquanta e diviene scuola
pubblica nell’anno scolastico 1967 – ’68. Le prime lezioni del Liceo Statale si svolgono provvisoriamente nella sede
storica di via San Giuseppe e, dopo varie vicissitudini, viene individuato come sede centrale il seicentesco Collegio di
Santa Teresa in Piazza Dettori, nel quartiere Marina, già sede dei licei Classici Dettori e Siotto.
Nel 2003, dopo la riacquisizione dello stabile della Marina da parte del Comune, la sede centrale del Liceo è stata
trasferita temporaneamente in via Bixio a Pirri. Nel 2005, il Consiglio d’Istituto, su proposta del Collegio dei Docenti,
ha deliberato di intitolare l’Istituzione al pittore Foiso Fois, che per anni è stato docente di figura disegnata e poi
Preside del Liceo.
A partire dall’ anno scolastico 2011-2012 la sede principale del nostro Liceo è dislocata in Piazza Martiri delle Foibe,
in un edificio risalente al XVII sec. adiacente alla Chiesa di San Lucifero. Il caseggiato, che originariamente ha ospitato
l’ordine religioso dei Domenicani e poi quello dei padri Trinitari, nel ventesimo secolo, dopo essere stato Regia Scuola
Industriale, diviene l’Istituto Tecnico Industriale “Dionigi Scano”, prestigiosa istituzione scolastica che ha visto
diplomarsi diverse generazioni di cagliaritani. La sede centrale, dal 7 gennaio 2014, dopo una complessa
ristrutturazione, accoglie anche le classi della sede storica di via San Giuseppe. Attualmente il Liceo ha una
succursale che si trova in via Bixio a Pirri, un moderno caseggiato dotato di laboratori e spazio esterno per l’attività
ginnica.
Il Liceo Artistico, oltre ad adempiere alle proprie finalità istituzionali, attività didattica ed educativa, è stato anche un
punto di riferimento culturale nella città e nella provincia e un soggetto attivo nella organizzazione e promozione di
proposte artistiche ed espositive. Caratterizzante è il ruolo svolto dal corpo docente, che tra i suoi componenti ha
annoverato diversi artisti, alcuni tra i più rappresentativi del panorama artistico isolano
IL NOSTRO FUTURO
Nel corso del 2014 la Regione Sardegna, con deliberazione della Giunta Regionale del 7 febbraio 2014 ha approvato i
nuovi percorsi formativi di istruzione secondaria di secondo grado delle autonomie scolastiche della Sardegna,
recependo le proposte della Provincia di Cagliari nel piano di dimensionamento scolastico per l’a.s. 2014/15, fra cui il
2
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
Liceo musicale e coreutico, sezione musicale, presso il Liceo Artistico Statale “Foiso Fois”. Questo consentirà di aprire,
nella città di Cagliari uno dei percorsi liceali più innovativi e ambiti proposti dalla riforma della scuola secondaria di
secondo grado. Si tratta, infatti, di un percorso di studi quinquennale destinato ad assicurare una buona conoscenza del
linguaggio musicale, della sua produzione e della sua interpretazione, unite a una preparazione culturale di base di tipo
liceale. La sua apertura è prevista dal prossimo anno scolastico 2015/16.
FINALITA’ E OBIETTIVI
Il Liceo Artistico e Musicale "Foiso Fois" è una scuola con forte connotazione culturale che privilegia gli studi artistici,
teorici e pratici in cui l’apprendimento dei saperi è finalizzato al saper fare.
L’obiettivo primario della sua offerta formativa è quello di coniugare la metodologia progettuale della ricerca artistica
con una solida formazione di base in ambito linguistico-storico-letterario e scientifico-tecnologico.
L’aspetto fondante della didattica è, comunque, lo sviluppo e la valorizzazione della creatività considerata come la più
importante risorsa umana in quanto forza propulsiva alla crescita del singolo e della collettività. La creatività infatti:
- è fondamentale in tutti i processi lavorativi dell’uomo;
- è uno dei meccanismi primari del benessere psichico dell’uomo;
- è un fattore fondamentale per sviluppare una propria autonoma capacità di pensiero critico;
- favorisce lo scambio relazionale e le prime esperienze di convivenza democratica.
In base a questi principi il Liceo Artistico e Musicale di Cagliari si propone come una scuola che:
- educhi alla legalità e alla consapevolezza dei propri diritti e doveri;
- stimoli interessi e curiosità, sensibilizzi ai problemi, insegni a porsi di fronte ad essi cogliendone la
complessità e superando pregiudizi e luoghi comuni, confrontando le diversità dei punti di vista;
- formi la capacità di giudizio attraverso l’acquisizione critica delle informazioni al fine di essere partecipi ai problemi
della società;
- sviluppi la consapevolezza delle proprie radici attraverso la ricerca e lo studio delle tradizioni culturali del
patrimonio artistico - architettonico e delle vicende storiche della Sardegna;
- nel contempo favorisca l’accettazione delle diversità in una società sempre più multiculturale;
- offra occasioni di incontro fra esperienze, mondi e idee diverse, in modo da allargare l’orizzonte affettivo e culturale
degli studenti;
- sia aperta all’intervento ed alla collaborazione con le realtà presenti sul territorio.
Obiettivi Formativi:
-
Sviluppo della coscienza sociale;
Educazione alla tolleranza e all’accettazione della diversità;
Educazione alla solidarietà;
Educazione al rispetto dell’ambiente e del patrimonio artistico – culturale;
Sviluppo della partecipazione motivata ed attiva alle lezioni in classe;
Sviluppo dell’impegno costante nello studio a casa;
Acquisizione di un metodo di studio efficace;
Maturazione della personalità attraverso l’educazione all’autocritica;
Obiettivi Disciplinari:
-
Acquisizione di capacità e competenze di tipo comunicativo ed espressivo, logico e operativo;
Padronanza dell’uso dei linguaggi specifici relativi alle diverse aree disciplinari;
Acquisizione di metodi di studio e di lavoro basati sulla ricerca e la sperimentazione;
Capacità di elaborazione critica, di autonomia di giudizio e di sintesi nelle scelte cognitive e progettuali
Potenziamento delle capacità di stabilire collegamenti e confronti nell’operatività specifica;
3
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
-
Sperimentazione delle tecniche e degli strumenti atti ad acquisire capacità rappresentative anche attraverso la
conoscenza e l’uso dei mezzi multimediali;
Sviluppo di competenze progettuali volte alla traduzione delle idee in chiave grafica, pittorica, plastica ed
architettonica attraverso le metodologie ed i mezzi tecnico-operativi acquisiti nel corso di studi;
Identificazione ed elaborazione delle procedura dei fenomeni artistici anche finalizzati alla creazione ed ideazione di
apparati artistici e tecnici per lo spettacolo teatrale e cinematografico.
RISORSE UMANE
CORSO
DIURNO
Sede
Classi
Ausiliari
Sant’Eusebio
Via Bixio
22
15
8
4
1
Tecnici di laboratorio
Personale Amministrativo
6 + DSGA
OFFERTA FORMATIVA CURRICOLARE
NUOVO ORDINAMENTO (Attivo dal 1 settembre 2010)
Il corso di nuovo ordinamento (Riforma Gelmini) quinquennale indirizzato allo studio dei fenomeni estetici e alla
pratica artistica. Questo corso “favorisce l’acquisizione dei metodi specifici della ricerca e della produzione artistica e la
padronanza dei linguaggi e delle tecniche relative. Fornisce allo studente gli strumenti necessari per conoscere il
patrimonio artistico nel suo contesto storico e culturale e per coglierne appieno la presenza e il valore nella società
odierna. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie
per dare espressione alla propria creatività e capacità progettuale nell’ambito delle arti” (art. 4 comma 1 del
Regolamento).
Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, oltre a raggiungere i risultati di apprendimento comuni, dovranno:
- conoscere la storia della produzione artistica e architettonica e il significato delle opere d’arte nei diversi contesti
storici e culturali anche in relazione agli indirizzi di studio prescelti;
- cogliere i valori estetici, concettuali e funzionali nelle opere artistiche;
- conoscere e applicare le tecniche grafiche, pittoriche, plastico-scultoree, architettoniche e multimediali e saper
collegare tra di loro i diversi linguaggi artistici;
- conoscere e padroneggiare i processi progettuali e operativi e utilizzare in modo appropriato tecniche e materiali in
relazione agli indirizzi prescelti;
- conoscere e applicare i codici dei linguaggi artistici, i principi della percezione visiva e della composizione della
forma in tutte le sue configurazioni e funzioni;
- conoscere le problematiche relative alla tutela, alla conservazione e al restauro del patrimonio artistico e
architettonico.
Il curricolo è strutturato in un corso quinquennale diviso in un primo biennio di saperi comuni, fase di preparazione e
di assolvimento dell'obbligo scolastico, più un secondo biennio ed ultimo anno facenti parte di un triennio articolato in
diversi indirizzi tra i quali lo studente può fare la propria scelta.
Al fine di migliorare il profilo formativo specifico del Liceo, il Collegio dei docenti, in data 26 aprile 2013, nell’ambito
della normativa vigente (D.P.R. 89/2010 e circolare ministeriale n. 10 del 21 marzo 2013), ha deliberato di modificare il
4
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
quadro orario curricolare del primo e del secondo biennio. Nel primo biennio l’insegnamento di Discipline Pittoriche è
stato ampliato di un’ora settimanale e si è diminuito in corrispettivo di un’ora settimanale l’insegnamento di Storia e
Geografia, in considerazione che il numero di ore settimanale appare congruo per tale insegnamento, sia perché si
inserisce in un lungo processo di curricolo verticale, sia perché il tempo-scuola effettivo si è oggettivamente incrementato
per il passaggio dalle unità orarie di 50 minuti a quelle di 55/60. Con le medesime motivazioni, il Collegio ha ritenuto
opportuno nel secondo biennio diminuire di un’ora settimanale l’insegnamento di Lingua e Letteratura Italiana,
attribuendo il corrispettivo orario settimanale all’insegnamento specifico di Laboratorio in ciascuno dei tre indirizzi
attivati. Pertanto il nuovo quadro orario risulta così strutturato:
QUADRO ORARIO LICEO ARTISTICO
MATERIE OBBLIGATORIE
1°anno
Lingua e letteratura italiana
4
Lingua e letteratura inglese
3
Storia e geografia
3 (-1)
Storia
Filosofia
Matematica (con informatica in 1° e 2°)
3
Fisica
Scienze naturali (biol, chimica, sc.
2
terra)
Chimica (dei materiali) *
Storia dell’arte
3
Discipline grafiche e pittoriche
4 (+1)
Discipline geometriche
3
Discipline plastiche e scultoree
3
Laboratorio artistico
3
Scienze motorie e sportive
2
Religione cattolica o Attività alternative
1
TOTALE ORE SETTIMANALI
34
* Chimica dei materiali si insegna in alternativa alle scienze
ambiente, design, scenografia.
INDIRIZZO ARTI FIGURATIVE
Laboratorio della figurazione
Discipline pittoriche e/o discipline plastiche e scultoree
TOTALE ORE SETTIMANALI
INDIRIZZO ARCHITETTURA E AMBIENTE
Laboratorio di architettura
Discipline progettuali/ Architettura e ambiente
TOTALE ORE SETTIMANALI
INDIRIZZO DESIGN
Laboratorio della progettazione
Discipline progettuali design
TOTALE ORE SETTIMANALI
INDIRIZZO GRAFICA
Laboratorio di grafica
Discipline grafiche
TOTALE ORE SETTIMANALI
2°anno
4
3
3 (-1)
3
2
3°anno
3
3
4°anno
3
3
5°anno
4
3
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
2
3
3
3
3
4 (+1)
3
3
3
2
2
2
2
1
1
1
1
34
22
22
21
biologiche nei seguenti indirizzi: arti figurative, architettura e
3° anno
7
6
13
3° anno
7
6
13
3° anno
6
6
12
3° anno
7
6
13
4° anno
7
6
13
4° anno
7
6
13
4° anno
6
6
12
4° anno
7
6
13
5°anno
8
6
14
5°anno
8
6
14
5°anno
8
6
14
5°anno
8
6
14
Lo studente, all’atto d’iscrizione al terzo anno di corso, dovrà scegliere uno degli indirizzi attivi, utilizzando il modulo
fornito dalla scuola. Possono accedervi anche gli studenti esterni in possesso di promozione alla classe terza
conseguito in altro liceo/istituto, previo superamento dell’esame di integrazione /idoneità.
Gli indirizzi del triennio saranno attivati solo al raggiungimento del numero minimo di allievi previsto dalla normativa
vigente (ca. 22 studenti). Per tale ragione gli studenti dovranno indicare due preferenze all’atto del passaggio alla
terza classe.
5
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
QUADRO ORARIO LICEO MUSICALE
Discipline
I anno
II anno
III anno
IV anno
V anno
Religione o attività alter.
1
1
1
1
1
Italiano
4
4
4
4
4
Inglese
3
3
3
3
3
Storia
-
-
2
2
2
Filosofia
-
-
2
2
2
Scienze Naturali *
2
2
-
-
-
Matematica **
3
3
2
2
2
Fisica
-
-
2
2
2
Storia dell’Arte
2
2
2
2
2
Scienze Motorie
2
2
2
2
2
Storia e Geografia
3
3
-
-
-
Esecuz. e Interpretazione
3
3
2
2
2
Teoria, an. Comp.
3
3
3
3
3
Storia della Musica
2
2
2
2
2
Lab. Mus. Insieme
2
2
3
3
3
Tecnologie musicali
2
2
2
2
2
TOTALE ore settimanali
32
32
32
32
32
* con Informatica al primo biennio
** Biologia, Chimica e Scienze della Terra
ARRICCHIMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA
TITOLO
REFERENTI
CLASSI
1
Il giornale della scuola
A.M. Lecca, G.V. Maccioni
4^ A
2
Anna Maria Lecca, Orietta Longo,
Gianfranco Frau, Antonello Collu
Andrea Prost
1^ A, 2^ A
3
Alla scoperta del territorio di Cabras, dei
Giganti di Mont’e Prama...
Progetto Exma
4
Progetto laboratori 2014
Dirigente Scolastico
Tutte
5
Luisa Peralta
1^ A, 2^ B, 2^ C
6
Cyber bullismo: conoscerlo e affrontarlo
insieme.
Scoprire la mia città
Gianfranco Frau
2^ A
7
Acquaticità
Laura Santus
1^ F, 2^ F, 1^ D, 3^ I
8
L’Isola delle favole 2° ed.
Marianna Grosso
1° Biennio, 5^ D
9
Viaggio d’istruzione: mete capitali d’Europa
Patrizia Innocenzi
5^ B
10
Nati per correre: la macchina uomo dalle
origini ad oggi
Maria Ivana Cireddu
5^ B, 5^ C, 5^ F
Tutte
6
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
11
Maria Ivana Cireddu
Classi quinte
12
Ambiente e biodiversità a uno o due passi dalla
città: Molentargius, Sette Fratelli. Speciale città
di Cagliari: alla scoperta del capoluogo della
Sardegna.
Lettura del quotidiano on line in classe
Loredana Murgia, Grazia Gregu
5^ C, 5^ F
13
Progetto teatro
Loredana Murgia
3^ C, 4^ C, 5^ C
14
Tingere con le erbe
Mauro Rizzo
3^ B, 4^ B, 1^ F, 2^ F
15
ScienzaSocietàScienza
Beatrice Artizzu
3^I, 4^ A, 5^ A
16
Il cinema a scuola
L. Peralta, L. Murgia, A. Prost, Lecca A.M.,
Tutte
F. Spanu, L. Figari
17
Visual Identity
Dirigente Scolastico
Quarte e Quinte corso grafica
18
Centro sportivo scolastico
Docenti di scienze motorie
tutte
19
Comunità iOT – Andasa – CRS4
Beatrice Artizzu
Singoli studenti
20
Ripristino facciata via Bixio
Dirigente Scolastico
Rappresentanti istituto
SBOCCHI DI STUDIO E PROFESSIONALI
Gli studenti del Liceo Artistico, oltre a sostenere tutti i concorsi pubblici per i quali è richiesto il diploma di scuola
secondaria superiore sia in Italia che nei paesi della U.E., possono iscriversi in tutte le facoltà universitarie,
all’Accademia di Belle Arti, agli Istituti superiori di Grafica, Pubblicità e Industrial Design.
Gli studenti diplomati, inoltre, possono inserirsi nel mondo del lavoro nei seguenti settori:
-
Complessi artistico-industriali e laboratori artigianali
Settore dell’arredamento, studi di architettura, design, grafica
Case editrici, gallerie d’arte, agenzie di pubblicità
Laboratori fotografici e di rielaborazione dell’immagine
Set cinematografici e studi televisivi
Settore turistico
Settore stile e studio dell’immagine
INTEGRAZIONE DIVERSAMENTE ABILI
FINALITA’FIIGGGG
L’azione formativa rivolta agli alunni DVA ha come finalità la piena integrazione dell'alunno nella classe e la
realizzazione del progetto di vita elaborato collegialmente da ASL, famiglia, scuola.
L’Istituto offre ai ragazzi diversamente abili non solo la disponibilità a semplificare ed adattare il percorso di studi alle
loro capacità ed abilità, ma soprattutto le risorse professionali, laboratoriali e strumentali per le attività creative e
manuali, affinché gli studenti possano esercitare e sperimentare in modo gratificante le conoscenze apprese.
OBIETTIVI
- Favorire l’integrazione scolastica da intendersi non solo quale mera socializzazione e/o inserimento, bensì
apprendimento.
- Educare al rispetto e alla valorizzazione delle capacità individuali nella consapevolezza che le diversità costituiscono
una risorsa per tutti , nonché un’ occasione di crescita e di arricchimento.
7
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
-
Proseguire gli studi con la prospettiva del conseguimento del diploma.
Sviluppare la propria personalità per il raggiungimento dell’autonomia personale e relazionale nella prospettiva di
una reale integrazione nella vita sociale.
PROGRAMMAZIONE
Alla base dell’integrazione scolastica vi è l’attivazione di un Progetto Educativo Individualizzato (P.E.I.) che risulta
dalla definizione della Diagnosi Funzionale e dalla predisposizione del Profilo Dinamico Funzionale da parte del
personale docente coinvolto, della famiglia e dell’équipe socio-psico-pedagogica.
Garante dell’integrazione è l’insegnante di sostegno, docente specializzato, che assume la contitolarità nelle
classi in cui opera ed è affidato alla classe, non al singolo alunno DVA. Egli programma in stretta collaborazione
con gli insegnanti di classe delineando percorsi educativi che coinvolgano sia l’alunno diversamente abile sia i
compagni, per consentire la continuità d’intervento nei confronti dell’alunno anche in sua assenza e per garantire,
mediante adeguate metodologie, una sostanziale equivalenza dei risultati. Il docente di sostegno, in base al risultato
delle osservazioni e alla progettazione della programmazione di classe, viste le programmazioni per materia o per area,
concorda con gli insegnanti curriculari il P.E.I. e lo rielabora in forma definitiva.
La definizione degli obiettivi educativo-didattici avviene, di norma, nell’ambito della programmazione in atto per la
generalità degli alunni del gruppo-classe in cui è inserito l’alunno DVA. Il Consiglio di classe deve stabilire su quanti e
quali aspetti delle programmazioni disciplinari debba differenziarsi l’intervento individualizzato, onde fornire un’utile
traccia di lavoro su cui definire operativamente gli interventi di sostegno. In generale, l’attività educativa potrà
articolarsi in:
1) Adattamento degli obiettivi relativi al bisogno educativo dell’alunno DVA in relazione agli obiettivi
programmati per la classe attraverso la semplificazione:
-
riduzione delle difficoltà attraverso aiuti necessari e sufficienti
riduzione delle richieste degli obiettivi
rallentamento dei tempi
suddivisione in sub-obiettivi utilmente perseguibili
2) Perseguimento di obiettivi non riconducibili agli obiettivi della classe (Programmazione differenziata)
attraverso:
-
attività di recupero, di rinforzo, finalizzate al conseguimento degli obiettivi primari (autonomia personale e
sociale, acquisizione e sviluppo nelle abilità scolastiche di base);
attività e/o percorsi alternativi anche con la realizzazione di orari personalizzati e flessibili,
qualora il
P.E.I. lo preveda.
VERIFICHE E VALUTAZIONI
Le verifiche si baseranno sull’osservazione diretta e indiretta e/o su prove oggettive. Le modalità con le quali verranno
effettuate saranno definite dai singoli piani personalizzati e in relazione alla tipologia degli obiettivi programmati. In
generale sarà necessario evidenziare i progressi anche minimi degli alunni con handicap.
GRUPPO DI LAVORO H
La Commissione H è composta dal Dirigente Scolastico, dagli insegnanti di sostegno dell’Istituto, da alcuni insegnanti
curricolari e dai rappresentanti dei genitori degli alunni (da individuare annualmente). E’ istituzionale, è prevista cioè
dalla legge 104/92. Compito del Gruppo di lavoro è quello di partecipare alla programmazione generale relativa
8
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
all’integrazione scolastica dei DVA e di collaborare alle iniziative educative previste nel P.E.I., nonché di realizzare
un’effettiva collaborazione tra i docenti appartenenti ai diversi ordini di scuola per permettere l’attuazione di una reale
continuità educativa (in particolare nel primo anno).
Interventi e attività:
-
raccogliere dati conoscitivi sugli alunni diversamente abili e su alunni con gravi situazioni di difficoltà;
predisporre iniziative di accoglienza e continuità con la Scuola Media;
tenere collegamenti con le famiglie, con i medici specialistici, con gli operatori degli Enti locali, con le Associazioni
assistenziali, ecc.;
formulare proposte per l’assegnazione dei docenti di sostegno alla classi, secondo le loro specifiche competenze;
stabilire la suddivisione del monte ore di sostegno per gli alunni presenti;
fornire indicazioni relative alla programmazione comune e alla formulazione ed attuazione del Piano Educativo
Individualizzato;
raccogliere strumenti didattici specifici (testi facilitanti, software, cd-rom) da fornire anche ai docenti di classe, per
attuare interventi di recupero delle abilità scolastiche di base e di potenziamento delle capacità cognitive;
richiedere alla Provincia, d’intesa con i genitori, l’assegnazione di educatori e/o assistenti per gli alunni con
problemi di autonomia personale;
favorire la partecipazione degli alunni disabili ai viaggi e alle visite d’istruzione, a manifestazioni e iniziative varie,
attivandosi preventivamente per il superamento di eventuali barriere;
favorire iniziative di formazione in servizio;
DSA
La Legge 8 ottobre 2010, nº 170 riconosce "la dislessia, la disgrafia, la disortografia e la discalculia quali disturbi
specifici di apprendimento, denominati "DSA", che si manifestano in presenza di capacità cognitive adeguate, in assenza
di patologie neurologiche e di deficit sensoriali, ma possono costituire una limitazione importante per alcune attività della
vita quotidiana". I DSA possono sussistere separatamente o insieme.
Il diritto allo studio degli alunni con DSA è garantito mediante molteplici iniziative promosse dal MIUR e attraverso la
realizzazione di percorsi individualizzati nell'ambito scolastico.
In particolare il Liceo, nei confronti degli alunni con DSA, si propone di:
a.
b.
c.
d.
favorire il successo scolastico, predisponendo percorsi didattici personalizzati concordati con gli specialisti e la
famiglia (l'assegnazione dei compiti a casa, la calendarizzazione delle verifiche, il frazionamento dei contenuti
da apprendere, ecc.);
individuare metodologie didattiche adeguate e flessibili che prevedano l’uso sia di strumenti compensativi, che
di misure dispensative finalizzate a rimuovere gli ostacoli nel processo di apprendimento e a promuovere lo
sviluppo delle potenzialità;
ridurre i disagi relazionali ed emozionali;
adottare forme di verifica e di valutazione adeguate alle necessità formative degli studenti.
9
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
COMUNICAZIONE E RAPPORTI SCUOLA - FAMIGLIA
Il rapporto scuola – famiglia, di fondamentale importanza nel processo di sviluppo dell'iter didattico, si svolge mediante
le seguenti modalità operative :
-
Il Dirigente scolastico riveste un ruolo centrale per tutti gli studenti e le famiglie offrendo la possibilità di colloqui
entro orari stabiliti e preventivamente concordati con la segreteria didattica .
-
Il docente coordinatore di classe svolge nei confronti di genitori, studenti e docenti della classe la funzione di
referente per quanto concerne la situazione generale, l'andamento complessivo ed individuale degli studenti.
-
Alle famiglie viene offerta la possibilità di due colloqui generali in orario pomeridiano (uno a quadrimestre) con la
presenza di tutti i docenti. Durante i colloqui il docente coordinatore di classe consegna ai genitori la scheda con le
valutazioni infraquadrimestrali (fine novembre e fine marzo) di ciascuna disciplina. Docenti e genitori durante il
corso dell’anno scolastico (eccetto il mese di giugno) possono, qualora se ne ravvisi la necessità, accordarsi per un
colloquio individuale nelle rispettive sedi di appartenenza degli alunni. I docenti, inoltre, in occasione di singole
verifiche con risultati significativi, compilano i cedolini contenenti i voti conseguiti ed eventuali annotazioni, da
consegnare ai genitori tramite gli alunni.
-
A tutti i genitori e alunni è offerta la possibilità di partecipazione ai Consigli di Classe aperti; hanno diritto di voto i
soli rappresentanti eletti. I genitori partecipano alle attività del Consiglio di Istituto con presenza di quattro eletti,
tra cui uno con funzione di Presidente, ai Consigli di Classe tramite l’elezione di due propri rappresentanti.
-
La scuola, nella figura del docente coordinatore di classe, svolge un regolare controllo delle assenze e dei ritardi,
che periodicamente in caso di anomalie, verranno comunicate telefonicamente alle famiglie, le quali possono
richiedere in qualsiasi momento informazioni sull'andamento scolastico dei propri figli. Il coordinatore inoltre si
preoccuperà di segnalare le situazioni di difficoltà di apprendimento o di scarsa partecipazione alla vita della scuola.
PASSAGGI ED ESAMI
Passaggi nel Biennio (fascia dell’obbligo scolastico – entro il compimento del 16° anno d’età)
Gli alunni frequentanti il 1° o il 2° anno di corso in altro Istituto secondario, che desiderano riorientarsi ed iscriversi al
1° o al 2° anno del Liceo Artistico, possono chiedere, entro il compimento del 16° anno d’età, il passaggio entro il
primo quadrimestre, previa presentazione dell’istanza al DS, che valuterà i casi singolarmente. Gli alunni idonei al 2°
anno di corso di qualsiasi indirizzo della scuola secondaria superiore che desiderano essere ammessi al 2° anno del
Liceo Artistico, ma che hanno già compiuto 16 anni, dopo aver preso gli opportuni contatti almeno entro il mese di
aprile, devono presentare apposita istanza a fine giugno, allegando il Nulla Osta della scuola di provenienza e la
pagella della classe prima. Saranno comunicate le materie su devono sostenere un esame di integrazione a giugno. Di
norma il Liceo, ad inizio anno scolastico, attiva per questi alunni corsi di integrazione di breve durata nelle materie
caratterizzanti il nuovo corso di studi.
Passaggi nel 3° e nel 4° anno: alunni interni
I passaggi tra i diversi indirizzi del corso di nuovo ordinamento sono possibili previo superamento degli esami di
integrazione (sessione unica nel mese di giugno).
Esami d’idoneità/integrazione alunni esterni: sessione unica nel mese di giugno
Gli alunni ed i candidati promossi in sede di scrutinio finale o di esami di idoneità a classi di Istituti di istruzione
secondaria superiore, che intendessero iscriversi nelle classi terza, quarta e quinta del Liceo Artistico, possono
sostenere, valutato il curricolo, verificata la compatibilità e l’equipollenza dei piani di studio, l’esame d’idoneità/
10
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
integrazione che si svolge in un’unica sessione nel mese di giugno, secondo la normativa vigente in materia. Gli studenti
con sospensione di giudizio che intendano effettuare il passaggio da altra scuola devono presentare, entro il 30 aprile,
apposita istanza al dirigente scolastico, che valuterà caso per caso.
Riferimenti normativi
O.M. scrutini ed esami n.90 del 21.05.01 art.24 comma 3- Legge Obbligo scolastico n.9 del 20.1.99 - D.M. obbligo di
istruzione n.139 del 22.8.2007.
VALUTAZIONE E VERIFICHE
La valutazione curricolare, in un moderno sistema formativo, si basa su tre specifici momenti:
Valutazione iniziale, con funzione diagnostica
Si effettua all’inizio di un anno scolastico o di un processo formativo per verificare i livelli di partenza degli allievi;
Valutazione in itinere, con funzione formativa
Si svolge contestualmente al percorso di insegnamento/apprendimento con lo scopo di avere informazioni su come lo
studente apprende, per orientare, adattare e rendere più efficace il processo formativo;
Valutazione finale con funzione sommativa
Serve ad accertare se le competenze che caratterizzano il curricolo di una disciplina, alla fine di un ciclo: modulo
didattico, quadrimestre o anno scolastico, sono state acquisite, e se sono stati raggiunti i livelli di sufficienza previsti.
Trasparenza nella valutazione
Una comunicazione corretta permette di individuare:
- gli aspetti positivi o negativi della prova;
- le possibili cause dell'insuccesso;
- le attività per il recupero;
- il livello di apprendimento raggiunto anche in termini di debiti e crediti.
La prassi della comunicazione è legata ovviamente volta per volta agli esiti disciplinari, ed è un compito:
- del docente: mediante la compilazione di appositi moduli (per esempio quelli del libretto delle giustificazioni o
del diario distribuito agli alunni della classi prime, ecc.) e durante i colloqui con le famiglie;
- del Consiglio di Classe: di norma a cura del coordinatore per quanto concerne i risultati bimestrali
(novembre/marzo) ed ha come destinatari sia gli studenti che i genitori cui viene consegnato il “pagellino”
- dell’Istituzione: avviene tramite la consegna alle famiglia di una apposita scheda di valutazione che riporta gli
esiti dello scrutinio quadrimestrale.
Verifiche: tipologie
Sono individuate tre tipologie per la verifica con i corrispondenti strumenti:
La verifica orale, effettuata tramite interrogazioni classiche, dialogo, discussione guidata, colloqui pluridisciplinari,
brainstorming;
La verifica scritta, affidata a relazioni, testi e componimenti di varia tipologia, questionari, prove strutturate e
semistrutturate, esercizi di applicazione e risoluzioni di casi, elaborati e d’indirizzo;
La verifica pratica, effettuata tramite esperimenti, realizzazione di manufatti, esercitazioni pratiche, prove di
laboratorio, simulazioni.
Verifiche e competenze
La valutazione scaturisce dai risultati delle verifiche calibrate sugli obiettivi della programmazione, in modo da
accertare con chiarezza le competenze raggiunte dall'alunno.
Le competenze, intese come risorse strategiche (conoscenze, abilità e capacità) che il soggetto può
sviluppare, si
distinguono in:
11
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
-
Competenze trasversali di base (competenze chiave per la cittadinanza): imparare ad imparare, progettare,
comunicare, collaborare e partecipare, risolvere problemi, individuare collegamenti e relazioni, acquisire ed
interpretare l’informazione.
Competenze disciplinari (cognitive): consistono nella padronanza della struttura concettuale e sintattica di una
disciplina; si basano su nuclei fondanti;
Competenze metacognitive: permettono il controllo attivo dei processi cognitivi tramite la loro consapevolezza
critica e metodologica.
-
CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE
Il D.M. n°9 del 27.01.2010 stabilisce l’obbligo di certificare le competenze conseguite da ogni singolo studente al
termine della classe II della scuola secondaria di secondo grado, secondo i seguenti assi culturali:
-
ASSE DEI LINGUAGGI (lingua italiana, lingua straniera, altri linguaggi)
ASSE MATEMATICO
ASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO
ASSE STORICO-SOCIALE
ASSE MUSICALE
Pertanto, al termine dello scrutinio finale delle seconde classi, il Consiglio di Classe compila, per ciascuno studente, il
modello di certificazione delle competenze adottato dall’Istituzione scolastica.
Nel caso non sia stato raggiunto il livello base, viene riportata la dicitura LIVELLO BASE NON RAGGIUNTO, con
l’indicazione della relativa motivazione (di cui si fa menzione anche nel verbale della riunione di scrutinio).
CRITERI DI VALUTAZIONE
ASSENZE: criteri di valutazione ai fini della validità dell’anno scolastico (con riferimento al D.P.R .122/2009, art.
14)
1.
2.
3.
A partire dall’anno scolastico 2010/2011, in applicazione del Comma 7, Articolo 14, del DPR 122 del 27 Giugno
2009, per procedere alla valutazione è necessario che gli studenti frequentino le lezioni per un numero di ore pari
ad almeno 3/4 dell’orario annuale personalizzato. Qualora tale limite minimo di frequenza non sia raggiunto, lo
studente interessato sarà escluso dallo scrutinio finale e contestualmente NON AMMESSO alla classe successiva
o all’Esame Finale.
Nell’ambito del citato comma, è previsto che le scuole possano stabilire, “per casi eccezionali, […]motivate e
straordinarie deroghe al suddetto limite”, specificatamente per quelli riguardanti “assenze documentate e
continuative, a condizione, comunque, che […] non pregiudichino, a giudizio del Consiglio di Classe, la
possibilità di procedere alla valutazione degli Alunni interessati”.
Pertanto il numero massimo di ore di assenza raggiungibile - fatte salve le eccezioni legate alle eventuali
deroghe di cui sopra - è così attribuito:
Classi
Monte ore annuale
Tetto massimo consentito di ore di assenza
BIENNIO
1122
280
TRIENNIO
1155
288
4.
-
Verranno conteggiate come presenze la partecipazione degli studenti a:
attività culturali e formative approvate dagli O.O.C.C. del Liceo (ad esempio: campionati studenteschi, progetti
didattici inseriti nel POF e/o approvati dal consiglio di classe, attività autorizzate e documentate di orientamento
universitario …)
12
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
-
attività didattiche extracurricolari (ad esempio: uscite didattiche, viaggi e visite di istruzione, scambi culturali …)
stage formativi
esami di certificazione esterna (lingua straniera, ECDL) o a concorsi
5.
In tutti i casi in elenco sopra, sul registro di classe e su quello personale del docente, verrà annotata la motivazione
della mancata presenza in aula dello studente. Nel caso di studenti portatori di handicap avviati a percorsi individuali
di recupero si farà riferimento a quanto stabilito per ognuno di essi dal rispettivo PEP o dagli eventuali piani
formativi individualmente stabiliti. Per gli studenti che dovessero trovarsi ricoverati in ospedale o luoghi di cura, per
un periodo più o meno lungo dell’anno scolastico, con la conseguente necessità che il consiglio di classe debba
predisporre e concordare con lo studente un apposito programma personalizzato, tali periodi rientrano a pieno titolo
nel tempo scuola (art.11 DPR 122/22.06.2009).
6.
Saranno computate come ore di assenza secondo il numero delle ore giornaliere effettive:
-
Entrate in ritardo alla seconda (ingresso a scuola dopo le 8.30) o successive ore di lezione. Le frazioni di ora sono
conteggiate come ora intera.
Uscite in anticipo. Le frazioni di ora sono conteggiate come ora intera.
7.
8.
Assenze per malattia
Assenze per motivi familiari e/o personali
Astensione dalle lezioni (per scioperi o manifestazioni degli studenti) o dalle assemblee d’istituto
Mancata frequenza delle attività organizzate dalla scuola in caso di non partecipazione a viaggi d’istruzione o visite
guidate
Mancata partecipazione alle attività organizzate in orario curricolare
Tutte le assenze, incluse le entrate e le uscite fuori orario, vengono annotate dai docenti sul registro di classe e sul
registro personale e sono sommate a fine anno scolastico. Il numero di ore totale di assenze effettuate dallo studente
nell’a.s. sarà quindi raffrontato all’orario complessivo annuale delle lezioni. L’esito complessivo del raffronto dovrà
collocarsi entro il limite del 25%. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, tenuto conto delle
deroghe riconosciute ai sensi del successivo punto 4, comporterà la non validità dell’anno scolastico e la conseguente
esclusione dello studente dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva.
Al principio della frequenza obbligatoria di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato di lezione sono
possibili deroghe funzionali ad assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non
pregiudichino, a giudizio dei consigli di classe con specifica delibera motivata, la possibilità di procedere alla
valutazione degli studenti interessati. Tali deroghe devono comportare un percorso di recupero concordato con
l’istituzione scolastica. Sulla base di quanto disposto dall’art. 14, comma 7 del DPR 122/2009, si considerano
assenze continuative che possono consentire di derogare ai limiti sopra riportati i seguenti motivi:
a.
Salute documentati da apposita certificazione medica
-
Assenze per ricovero ospedaliero o in casa di cura, documentato con certificato di ricovero e di dimissione e
successivo periodo di convalescenza prescritto all’atto della dimissione e convalidato da un medico del SSN
Assenze continuative di 5 o più giorni motivate da patologie che impediscano la frequenza scolastica, certificate da
un medico del SSN
Assenze ricorrenti per grave malattia documentata con certificato di un medico del SSN attestante la gravità della
patologia
Visite specialistiche ospedaliere e day hospital (anche riferite ad un giorno)
-
b. Personali e/o di famiglia
-
Allontanamenti temporanei disposti dall’autorità giudiziaria, assenze di più giorni per testimonianza o altri
procedimenti giudiziari
Gravi patologie e lutti certificati dei componenti del nucleo familiare entro il II grado fino ad un massimo di 5 giorni
13
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
-
Donazioni di sangue
Rientro nel paese d’origine per motivi legali o assenza per regolarizzare la propria permanenza in Italia presso gli
uffici di pubblica sicurezza
Adesione a confessioni religiose per le quali esistono specifiche intese che considerano il sabato come giorno di
riposo
c. Sportivi, artistici e di studio
- Ritardi, uscite anticipate ed assenze per attività sportiva debitamente richieste e certificate dalla Federazione sportiva
di appartenenza, regolarmente accreditata
- Lezioni o esami presso Istituzioni Statali o legalmente riconosciute
- Non verrà fatta rientrare nel computo complessivo delle assenze la tardiva iscrizione non causata da inadempienza
dei genitori degli studenti.
- I permessi permanenti di entrata e/o uscita dalla scuola per problemi legati agli orari dei mezzi di trasporto saranno
autorizzati dietro delibera dei rispettivi Consigli di Classe e verranno annotati sia sul libretto personale dell’alunno
sia sul registro di classe dal Dirigente scolastico o dai suoi collaboratori. Tali permessi non saranno fatti rientrare nel
computo complessivo delle assenze.
- Eventuali casi particolari non previsti tra quelli sopra riportati, se opportunamente ed analiticamente documentati
saranno valutati dal dirigente scolastico ed sottoposti al vaglio dei docenti dello specifico consiglio di classe.
VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO DEGLI STUDENTI
Il voto di condotta (D.M. 5 DEL 16.01.09)attribuito ad ogni studentessa/studente in occasione delle valutazioni
quadrimestrali viene definito secondo tre Competenze di cittadinanza:
• Agire in modo autonomo e responsabile
• Collaborare e Partecipare
• Comunicare
La scala di valutazione del comportamento di ogni allievo è la scala decimale. La votazione sul comportamento degli
studenti, attribuita collegialmente dal consiglio di classe, concorre, unitamente alla valutazione degli apprendimenti, alla
valutazione complessiva dello studente. Il voto di condotta, proposto dal docente coordinatore in sede di scrutinio, sentito
il parere degli altri componenti del consiglio di classe, si basa sui criteri sopraccitati. L’assegnazione collegiale definitiva
avviene dopo un’attenta analisi delle situazioni di ogni alunno nella quale si cerca di interpretare la specificità di ogni
singola situazione individuale.
Il C.d.C. assegna, di norma, un voto da sette a nove decimi; in caso di comportamenti particolarmente esemplari
attribuisce il voto di dieci decimi; in caso di valutazione insufficiente rispetto ai parametri sopra indicati attribuisce il
voto di sei decimi. Valutazione per la condotta inferiore a sei decimi, secondo il disposto dell’art. 4 , DM 5 del
16/01/2009: SE INFERIORE A SEI DECIMI, la valutazione della condotta determina la non ammissione al
successivo anno di corso o all’esame conclusivo del ciclo
Se i comportamenti relativi ai descrittori dei vari indicatori sono presenti:
-
con un livello di eccellenza , in ogni circostanza si assegna 10;
-
ad un livello molto elevato e in ogni circostanza, si assegna 9;
-
ad un buon livello e con regolarità, si assegna 8;
-
ad un livello sufficiente e/o in modo irregolare, si assegna 7;
-
ad un livello scarso e/o in modo decisamente irregolare, si assegna 6;
-
per sospensioni superiori ai 15 gg. e inadeguato percorso successivo di miglioramento ( art.4 DM 5 de16/01/2009) si
assegna 5/4, con non ammissione classe successiva o esame di stato
14
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
GRIGLIA PER L’ATTRIBUZIONE DEL VOTO DI CONDOTTA.
COMPETENZE DI CITTADINANZA
OBIETTIVI
AGIRE IN MODO AUTONOMO E
RESPONSABILE
Acquisizione di una
coscienza civile e della
consapevolezza
dei valori di cittadinanza
INDICATORI
Rispettare le
persone e se
stessi
DESCRITTORI
L’alunno è corretto, con tutti e in ogni circostanza. Rispetta gli altri e i
loro diritti, nel pieno riconoscimento delle differenze individuali e con un
atteggiamento solidale nei confronti di chi si trova in difficoltà. Ha un
atteggiamento e un linguaggio consoni all’ambiente scolastico.
Utilizza in modo responsabile i materiali e le strutture, riconosciuti come
Consapevolezza dei
Usare
patrimonio collettivo da rispettare, con particolare riferimento all’igiene,
diritti e dei doveri degli
correttamente le
all’ordine ed al decoro degli spazi, delle strutture, degli ambienti e degli
studenti all’interno della
strutture della
arredi utilizzati. Osserva le disposizioni circa la sicurezza e l’emergenza;
Comunità scolastica
scuola
rispetta i segnali di allarme e i materiali installati nella scuola ai sensi
della normativa vigente sulla sicurezza nei luoghi pubblici.
Rispettare le
Rispetta il dettato dei Regolamenti d’Istituto, in particolare assicura il
norme e i
rispetto del divieto di fumo, dell’utilizzo dei cellulari e di altre
Regolamenti
apparecchiature con analoghe capacità di registrare immagini e suoni.
d’Istituto
Aiuta i compagni a farle rispettare.
Frequenta con assiduità le lezioni e rispetta con puntualità gli orari,
Collaborazione e
COLLABORARE E PARTECIPARE
partecipazione al
progetto formativo
assicura la presenza responsabile alle lezioni in occasione di verifiche
Frequenza e
stabilite dai docenti; non partecipa ad ingiustificate astensioni di massa
Puntualità
dalle lezioni. Rispetta il Regolamento d’Istituto in riferimento alle
assenze, alle entrate posticipate ed uscite anticipate. Giustifica in modo
tempestivo.
Durante le attività didattiche è attento ed educato e collabora in modo
propositivo e consapevole con i docenti e con i compagni. Si comporta in
Riconoscimento del
Partecipare al
modo responsabile anche durante le visite d’istruzione, i viaggi
valore
dialogo
d’istruzione, gli stage esterni e le attività extrascolastiche. Sa accettare
dell’attività didattica
educativo
con fiducia gli esiti scolastici, compreso l’insuccesso. E’ solerte nel
comunicare alla famiglia le disposizioni della scuola e a restituirne
eventuali ricevute.
Si impegna costantemente nel lavoro scolastico, nell’esecuzione dei
Impegnarsi nello
studio e
rispettare le
consegne
compiti a casa in tutte le discipline, nel portare i materiali richiesti, nel
rispetto puntuale delle consegne date dai docenti. Non si assenta in
occasione di impegni presi per verifiche, valutazioni, attività specifiche.
Segue con interesse le proposte didattiche e partecipa attivamente
all’attività curriculare ed a tutte le iniziative scolastiche. Collabora con i
docenti nella preparazione di materiali utili alla didattica.
COMUNICARE
Sviluppo di capacità di
dialogo e di
comunicazione positiva
Intervenire in
Sa intervenire in modo appropriato durante le lezioni, per chiedere aiuto o
modo
approfondimenti, valutando i tempi e i modi dell’intervento.
appropriato
Comunica in modo corretto adeguando il registro della comunicazione
durante
all’interlocutore, alla situazione e al contesto
l’attività
didattica
Sapere
Sa esprimere e sostenere in modo adeguato il proprio ragionamento, le
esprimere le
motivazioni del proprio agire, anche in situazioni conflittuali, esercitando
proprie ragioni e
l’autocontrollo. Sa ascoltare le ragioni degli altri, manifestando sempre e
il
comunque rispetto per l’interlocutore ed evitando atteggiamenti polemici
proprio pensiero
e/o intolleranti
15
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
Attribuzione del giudizio finale
In sede di valutazione intermedia o finale ogni docente propone al Consiglio di classe una valutazione disciplinare che
tiene conto dell'acquisizione dei contenuti e delle capacità specifiche individuate negli obiettivi della programmazione, e
che è il risultato dell’esame del percorso scolastico compiuto dallo studente.
In particolare il voto di profitto proposto dal singolo insegnante, terrà conto:
- dei risultati delle verifiche scritte, orali e pratiche correlate agli obiettivi di apprendimento dell'anno in corso
espressi in termini di conoscenze, abilità espositive e abilità rielaborative;
- dell’esito delle verifiche somministrate al termine di iniziative di sostegno e degli interventi di recupero
precedentemente effettuati;
- dell’impegno e dell’assiduità di frequenza e di partecipazione al dialogo educativo.
I Consigli di Classe, sulla base della griglia di valutazione, esprimono un giudizio complessivo sull’ andamento
scolastico dello studente, considerando:
- Il quadro dei suoi risultati , con particolare attenzione: ai risultati del primo quadrimestre; alla partecipazione a
iniziative scolastiche o non scolastiche per il recupero dei debiti; all’esito delle prove fissate dalla scuola per la
verifica del superamento dei debiti. Il profitto complessivo dovrà essere considerato in termini di competenze,
abilità/capacità e conoscenze;
- La frequenza, l’interesse, impegno, progressi, partecipazione al dialogo educativo e didattico;
- Il comportamento;
- La possibilità per lo studente di poter seguire proficuamente le materie dell’anno successivo (relativamente alla
verifica finale).
A seguito delle valutazioni espresse nel rispetto dei punti precedenti, il Consiglio di Classe stabilirà che:
a) Lo studente è ammesso alla classe successiva quando raggiunge una valutazione complessivamente sufficiente in
ogni disciplina.
b) Lo studente non è ammesso alla classe successiva in presenza di una situazione di profitto complessivamente
negativa, con insufficienze diffuse in diverse discipline o insufficienze gravi anche in un numero limitato di
discipline, tali da impedirgli di raggiungere gli obiettivi formativi e di contenuto propri delle stesse discipline.
c) Il giudizio è sospeso (ai sensi dei punti 3 e 4 dell’ art. 6 OM. 92 del 05.11.2007) ed il Consiglio di classe rinvia la
decisione finale quando, considerati tutti gli indicatori, si valuta che lo studente abbia la possibilità di raggiungere gli
obiettivi formativi e di contenuto entro il termine dell’anno scolastico, mediante lo studio svolto autonomamente e/o
attraverso la frequenza di interventi didattici di recupero, supportati da un adeguato studio individuale o con
preparazione autonoma e personale.
d) Lo studente riceve uno o più solleciti che lo invitano allo studio individuale in quella/e materia/e in cui, pur avendo
conseguito la sufficienza, mostra ancora lievi difficoltà o lacune.
Per la sospensione del giudizio sono stabiliti i seguenti limiti:
Classe
Totale Discipline
Insuff. Gravi ammesse
Insuff. ammesse
Tot. Insuff.
%
1
a
12
1/2
3
5
42
2
a
12
1/2
2
4
33
3
a
13
1/2
3
5
38
4
a
13
1/2
2
4
33
Per gli studenti per i quali si è deliberata la sospensione del giudizio ai sensi dell’art. 6 dell’O.M. 92 del 5.11.2007, subito
dopo le operazioni di scrutinio finale, viene compilata la comunicazione da trasmettere immediatamente alle famiglie,
nella quale vengono riportate le decisioni assunte dal consiglio di classe, in particolare le indicazione delle specifiche
carenze rilevate per ciascuno studente dai docenti delle singole discipline e i voti proposti in quelle discipline nelle quali
lo studente non abbia raggiunto la sufficienza (art. 6. del D.M. 80 03/10/2007).
16
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
Le modalità e il calendario degli interventi didattici finalizzati al recupero dei debiti formativi, le modalità e i tempi delle
relative verifiche che la scuola ha predisposto e i contenuti dei programmi su cui sarà verificato il superamento
dell’insufficienza, saranno a disposizione degli studenti in segreteria dopo gli scrutini.
Verifiche conclusive e integrazione dello scrutinio finale
Le iniziative di recupero, le relative verifiche e le valutazioni integrative finali hanno luogo entro il mese di luglio.
Studenti dell’ultimo anno
Per l’ammissione all’esame di Stato sono in vigore le norme stabilite dal DPR 22 giugno 2009 n. 122.
La non ammissione di uno studente agli esami di stato è deliberata in sede di scrutinio dal Consiglio di Classe qualora lo
studente non abbia riportato la sufficienza in tutte le discipline e/o abbia una valutazione inferiore a sei nel voto di
comportamento. Per la valutazione dell’anno scolastico di uno studente è richiesta la frequenza di almeno tre quarti
dell’orario annuale personalizzato. Eccezionalmente è consentito derogare dal suddetto limite in presenza di assenze
debitamente documentate e continuative a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del
consiglio di classe, la possibilità di valutare gli studenti interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di
frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l’esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla
classe successiva o all’esame finale di ciclo. La sessione degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione
secondaria superiore, per l'anno scolastico 2013/2014, avrà inizio mercoledì 18 giugno 2014 alle ore 8,30 con lo
svolgimento della prova di Italiano, giovedì 19 sempre alle ore 8,30 avrà inizio la seconda prova scritta. La terza
prova scritta si svolgerà con data e orario stabilito dalle commissioni. Tutte le notizie si trovano nel sito della
Pubblica Istruzione nella sezione Il tuo esame di Stato che raccoglie tra l'altro la normativa per l'esame di Stato.
Credito Scolastico
In sede di scrutinio finale si procederà all'assegnazione dei voti (utilizzando l'intera gamma decimale) e sarà calcolato il
credito scolastico secondo la tabella che segue.
L'assegnazione del credito scolastico si avvia nei due anni precedenti l'ultimo.
Tabella A (D.M.99/09 e D.M 42/07 articolo 1, comma 2)
Media
Classe terza
Classe quarta
Classe quinta
6
punti 3-4
punti 3-4
punti 4-5
6,1-7
punti 4-5
punti 4-5
punti 5-6
7,1-8
punti 5-6
punti 5-6
punti 6-7
8,1-9
punti 6-7
punti 6-7
punti 7-8
9,1-10
punti 7-8
punti 7-8
punti 8-9
La media si riferisce ai voti conseguiti in sede di scrutinio finale di ciascun anno scolastico.
Al fini dell'ammissione alla classe successiva e dell'ammissione all’esame conclusivo del secondo ciclo di istruzione,
nessun voto può essere inferiore a sei decimi in ciascuna disciplina valutata con l'attribuzione di un unico voto.
Sempre ai fini dell'ammissione alla classe successiva e dell'ammissione all'esame conclusivo del secondo ciclo di
istruzione, il voto di comportamento, che concorre alla determinazione della media dei voti conseguiti in sede di
scrutinio finale di ciascun anno scolastico, non può essere inferiore a sei decimi.
Il credito scolastico, da attribuire nell'ambito delle bande di oscillazione indicate dalla tabella, è espresso in numero
intero e tiene in considerazione, oltre la media dei voti, anche l'assiduità della frequenza scolastica, l'interesse e
l'impegno nella partecipazione al dialogo educativo e alle attività complementari ed integrative ed eventuali crediti
formativi. Il riconoscimento di eventuali crediti formativi non può in alcun modo comportare il cambiamento
della banda di oscillazione corrispondente alla Media dei voti. Il punteggio relativo al credito scolastico è reso
pubblico al termine dello scrutinio.
17
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
GRIGLIA DI VALUTAZIONE
TABELLA PER LA DETERMINAZIONE DELLE CORRISPONDENZE TRA VOTI, PUNTEGGI E RENDIMENTO UTILIZZATI NELLA MISURAZIONE
E VALUTAZIONE DELLE PROVE DI VERIFICA
VOTO PUNTI CONOSCENZA/
COMPETENZE/CAPACITA’
COMPRENSIONE
…/10
10
…/15
15
COMPETENZA
COMPETENZE ARTISTICHE E DI
LINGUISTICA E
RAPPRESENTAZIONE
COMUNICATIVA
Conoscenza ampia,
Organizzazione coerente e coesa dei
Esposizione logica,
Linguaggio grafico – plastico curato anche nei
approfondita e arricchita con
contenuti, con rielaborazioni critiche
corretta e coerente,
dettagli.
apporti personali.
personali e motivate, integrate da
organica e ampia.
Approfondimento progettuale e creativo corretto
Comprensione immediata e
eventuali collegamenti pluridisciplinari.
con particolare riferimento al rapporto progetto-
supportata da spirito critico.
Comprensione e risoluzione in piena
contesto, arricchito con apporti personali ed espresso
autonomia di problemi complessi.
in piena autonomia, in modo chiaro, attraverso
l'elaborato scritto-grafico.
9
14
Conoscenza ampia e
Organizzazione e rielaborazione chiara,
Esposizione fluida,
Linguaggio grafico - plastico corretto.
approfondita degli
organica e personale dei contenuti.
corretta, con uso di
Approfondimento progettuale e creativo corretto
argomenti. Comprensione
Comprensione e risoluzione precisa di
terminologie
con particolare riferimento al rapporto progetto-
immediata e completa.
problemi anche complessi
specifiche
contesto, espresso in modo chiaro e originale
Conoscenza e comprensione
Organizzazione coerente e coesa del
Esposizione efficace
Linguaggio grafico – plastico adeguato.
completa, sicura e articolata.
discorso con rielaborazioni accurate.
e corretta
Approfondimento progettuale e creativo corretto
attraverso l'elaborato scritto-grafico.
8
13
Comprensione e adeguata risoluzione di
con particolare riferimento al rapporto progetto-
problemi di media difficoltà.
contesto, espresso in modo chiaro attraverso
l'elaborato scritto-grafico.
7
12/11
Conoscenza precisa degli
Sviluppo coerente delle argomentazioni
Esposizione chiara e
Linguaggio grafico - plastico chiaro.
argomenti.
con giudizi motivati. Comprensione e
corretta
Approfondimento progettuale e creativo
Comprensione adeguata.
risoluzione guidata di problemi di
soddisfacente con particolare riferimento al rapporto
media difficoltà.
progetto-contesto, espresso in modo efficace
attraverso l'elaborato scritto-grafico.
6
10
Conoscenza essenziale,
Organizzazione adeguata delle
Esposizione semplice
Linguaggio grafico - plastico semplice ma chiaro.
elementare degli argomenti
conoscenze acquisite. Comprensione e
ma chiara
Approfondimento progettuale e creativo sufficiente
risoluzione guidata di problemi semplici.
con particolare riferimento al rapporto progettocontesto, espresso in modo accettabile attraverso
l'elaborato scritto-grafico
5
9/8
Conoscenza e comprensione
Argomentazione poco accurata e
parziale e/o superficiale degli puntuale. Comprensione e risoluzione
4
7/6
Esposizione stentata e Linguaggio grafico - plastico confuso.
non sempre corretta
Approfondimento progettuale e creativo incerto.
argomenti
parziale di problemi semplici
Conoscenza e comprensione
Argomentazione confusa e non accurata.
Esposizione confusa
Linguaggio grafico - plastico confuso.
insufficiente ed incerta
Comprensione e risoluzione limitata di
e spesso scorretta
Approfondimento progettuale e creativo non corretto
problemi elementari.
3
5/4
Conoscenza gravemente
Esposizione incerta e
Linguaggio grafico - plastico inefficace.
insufficiente e gravi difficoltà decontestualizzata. Comprensione
Argomentazione frammentaria e
prevalentemente
Approfondimento progettuale e creativo incoerente e
nella comprensione.
scorretta
confuso
limitata e risoluzione casuale di
problemi elementari
2
3/2
Conoscenza quasi nulla e/o
Argomentazione insignificante.
Esposizione
Linguaggio grafico – plastico incoerente e
irrilevante. Gravissime
Mancanza di metodo per la risoluzione
inefficace e
sconclusionato.
difficoltà nella comprensione
di problemi elementari.
gravemente scorretta
Rifiuto totale dell’impegno
Rifiuto di esprimersi
di concetti basilari a causa
anche di gravi lacune
pregresse.
1
1
Nessuna conoscenza.
Mancato rispetto delle consegne.
N.C.: Se le assenze sistematiche in occasione di tutte le verifiche e il mancato svolgimento di compiti eseguiti a casa, non consentono di formulare la valutazione.
18
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
INSERIMENTO DEGLI STUDENTI STRANIERI
Il LAC accoglie annualmente studenti stranieri con le seguenti finalità:
- attuare modalità e strategie che facilitino il loro inserimento ed apprendimento;
- facilitare il contatto dei nostri studenti con culture diverse e consentire il confronto con comportamenti e modelli di
vita differenti.
Prima dell’ammissione la Segreteria comunica allo studente l’elenco dei documenti da presentare, successivamente
l’Ufficio di Presidenza prende in esame la documentazione, esprime parere sull’ammissione e propone l’ inserimento in
una classe, tenendo conto dell’età anagrafica, dell’ordinamento di studi del paese di provenienza, se possibile delle
richieste avanzate.
Lo studente richiedente viene quindi invitato a perfezionare la domanda di iscrizione
Lo studente accolto nell’Istituto effettua un colloquio col DS o suo delegato per rilevare i bisogni di apprendimento ai
fini della eventuale predisposizione di curricoli flessibili o percorsi individualizzati
Il Coordinatore del Consiglio di Classe informa la classe per creare un clima positivo di attesa e individua uno studente
o gruppo di studenti adatti a svolgere la funzione di tutor.
Periodicamente si effettua la rilevazione dei bisogni specifici di apprendimento al fine di predisporre eventuali curricoli
flessibili e percorsi individualizzati. Successivamente i docenti coinvolti avviano un monitoraggio sulla congruenza tra
percorsi individualizzati e le capacità o gli interessi dello studente e predispongono eventuali aggiustamenti del percorso
E’ opportuno predisporre schede di valutazione (contenenti indicazione di argomenti svolti, frequenza e partecipazione,
risultati raggiunti) che integrino la documentazione ufficialmente in uso nell’istituto ai fini della valutazione intermedia e
finale.
Al termine del periodo di frequenza in Italia la Segreteria verifica la documentazione da rilasciare allo studente (attestato,
crediti, ecc.)
Documenti richiesti per l’ammissione:
- Domanda di ammissione
- Percorso scolastico nel paese di provenienza nell’anno precedente (pagella, attestato che riporti possibilmente
materie di studio e voti o giudizi)
- Richiesta di un percorso scolastico particolare da seguire in Italia (lingue, informatica,etc.)
- Crediti o valutazioni richieste dalla scuola di provenienza per la riammissione
- Dichiarazione accertante la piena copertura assicurativa al momento dell’arrivo in Italia
- Copia della richiesta di visto per motivi di studio
REINSERIMENTO DEI NOSTRI STUDENTI DOPO UN PERIODO DI STUDIO ALL’ESTERO
Dopo un periodo di studio trascorso all’estero, per facilitare il reinserimento e rendere omogenei i criteri per
l’attribuzione del credito formativo e scolastico è opportuno rispettare alcune procedure di seguito riportate:
Prima della partenza
- comunicare al coordinatore il nome dello studente, destinazione e durata della permanenza all’estero e tipologia
(scambio, trasferimento della famiglia etc.), comunicare allo studente l’elenco dei documenti da presentare al
rientro.
-
Compilare (a cura del Coordinatore) un prospetto per lo studente, contenente le indicazioni dei contenuti del
programma delle discipline della classe in cui chiederà di essere reinserito e delle modalità di accertamento sia di tali
contenuti che delle abilità. Eventuale indicazione della traccia per l’elaborazione di una .tesina. su aspetti culturali
del paese estero.
19
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
Durante la permanenza all’estero
- Coordinatore/docente di riferimento mantengono contatti via e-mail con lo studente per aggiornamenti sull’attività
didattica.
Al rientro a scuola
- verifica della documentazione prodotta, esame della documentazione e predisposizione delle modalità di verifica;
- accertamento di conoscenze e abilità riammissione e attribuzione del credito
Documenti richiesti all’atto della partenza e da presentare al rientro in Italia
- Dichiarazione di valore. autenticata dal Consolato Italiano relativa alla scuola frequentata all’estero
- Pagella o attestato rilasciato dalla scuola con l’indicazione dei corsi seguiti, del contenuto dei programmi, della
frequenza, dei giudizi/voti riportati e del giudizio finale.
- Se conseguite, certificazioni internazionali di lingue, informatica,etc.
- Eventuali elaborati di particolare valore (partecipazione a concorsi,etc.)
Modalità dell’accertamento di conoscenze e abilità per permanenza di un anno o secondo semestre: colloquio
Prima del colloquio il consiglio esaminerà la documentazione fornita dal coordinatore e prenderà atto dei programmi
svolti all’estero e delle valutazioni conseguite
Durante il colloquio il consiglio, dopo una discussione iniziale in cui chiederà allo studente di illustrare la sua esperienza
all’estero, accerterà conoscenze e abilità (nel caso di discipline che prevedano prove scritte, anche con la risoluzione, su
apposite schede singole contraddistinte per disciplina, di brevi problemi) per le discipline o le parti di programma che non
sono state oggetto di studio all’estero
Al termine del colloquio il consiglio attribuirà le valutazioni e l’eventuale credito,tenendo conto: della capacita. di
confronto critico tra la realtà scolastica italiana e l’esperienza vissuta all’estero; delle valutazioni attribuite allo studente
dalla scuola frequentata all’estero; del risultato del colloquio stesso.
Qualora riscontrasse carenze o lacune, il consiglio potrà proporre la frequenza di corsi di recupero o integrativi se
organizzati dalla scuola per le discipline proposte.
Modalità di verifica per permanenza del primo semestre: prove in itinere
Nel corso del semestre successivo al rientro, il consiglio, esaminata la documentazione prodotta dallo studente, procederà
alle prove di verifica in itinere. Il consiglio offrirà dove possibile l’opportunità allo studente di attuare interventi che
riguardino la sua esperienza all’estero.
Qualora riscontrasse carenze o lacune, il consiglio potrà proporre la frequenza di corsi di recupero o integrativi se
organizzati dalla scuola per le discipline proposte.
Modalità di verifica per permanenza di 4/8/10 settimane da giugno a ottobre
Il consiglio prenderà visione della documentazione prodotta dallo studente
Il consiglio offrirà dove possibile l’opportunità allo studente di attuare interventi che riguardino la sua esperienza
all’estero
Qualora riscontrasse carenze o lacune, il consiglio potrà proporre la frequenza di corsi di recupero o integrativi se
organizzati dalla scuola per le discipline proposte.
20
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
SCUOLA E TERRITORIO
Rapporti con enti e associazioni del territorio
Il Dirigente, con il supporto delle FF.SS., cura rapporti con il Comune e la Provincia. Viene inoltre data particolare
attenzione alle relazioni con le Università, sia in rapporto all’orientamento degli allievi, sia per acquisire i dati relativi
all’inserimento degli stessi nel mondo un universitario.
Educazione musicale
Da anni il Liceo promuove presso le nuove generazioni il patrimonio storico, culturale e artistico riguardante il teatro
musicale e operistico, attraverso itinerari di formazione per gli studenti sulla storia della musica e sul teatro musicale, in
accordo con la Fondazione Teatro Lirico di Cagliari, con possibilità di accesso alla Sala Prove Orchestra del Teatro
Lirico di Cagliari, per l’attività didattico-musicale dedicata ai ragazzi, alle prove della stagione concertistica e al prezzo
di maggior favore alle prove degli spettacoli operistici, anche in abbonamento stagionale.
Convenzione col Conservatorio “G.P. da Palestrina” di Cagliari per la diffusione della cultura musicale a seguito
dell’apertura del Liceo Musicale.
Teatro di prosa
Il Liceo cura l’educazione teatrale dei suoi allievi attraverso la partecipazione agli spettacoli di prosa in matinée, anche
con abbonamenti o biglietti in promozione per le scuole presso la Compagnia Stabile del Teatro di Sardegna, (Teatro
Massimo/Alfieri), o altre associazioni teatrali.
Cinema
L’importanza del cinema per la formazione delle nuove generazioni è ormai indiscutibile. Pertanto il Liceo promuove
annualmente moduli didattici incentrati su film di qualità attraverso cui rafforzare le motivazioni all’apprendimento,
creare consapevolezza, stimolare la motivazione al cambiamento e alla crescita, accrescere la conoscenza della realtà
sociale e culturale. La visione dei film scelti dai docenti avviene in matinée ed è in fase di definizione la convenzione
col cinema Odissea di Cagliari.
ScienzaSocietàScienza
Il Liceo collabora all’attività del comitato che cura l’organizzazione di manifestazioni periodiche sulla scienza e sui
rapporti tra scienza e società, per favorire la partecipazione degli alunni ad allestimenti di mostre e gestione di
laboratori.
Convenzione con la Facoltà di Architettura
Il Liceo Artistico e la Facoltà di Architettura hanno firmato una convenzione per la realizzazione di attività didattiche di
orientamento finalizzate agli studi universitari degli studenti diplomati. Il lavoro viene svolto in cooperazione tra docenti
della Facoltà e docenti del Liceo e i moduli formativi di orientamento riguardano argomenti che fanno parte di attività
formative del corso di laurea di Architettura dell’Università di Cagliari. Inoltre, a partire dal 4° anno, gli studenti del
Liceo col supporto dei docenti della Facoltà di Architettura, vengono opportunamente preparati allo svolgimento dei
test di accesso.
21
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
INFORMAZIONI
-
Sito web
-
Sede centrale, Piazza Martiri delle Foibe, 09127 Cagliari
http://liceoartisticocagliari.gov.it/
Email: [email protected]
PEC: [email protected]
Tel . 070 666.508 / 070.554586
Fax 070.524323
In questa sede si trovano gli uffici di Presidenza e di Segreteria.
Uffici: Presidenza, Referenti di sede, DSGA, Didattica, Personale, Protocollo, Logistica.
Gli Uffici della Didattica sono aperti al pubblico lunedì, mercoledì e venerdì dalle 8,45 alle 10.45; martedì dalle 15.00
alle 16.00 (o previo appuntamento)
La sede ospita 22 classi: sei bienni (sez. A, B, C, D, E, F), 3^ – 4^ – 5^ A (Architettura e ambiente), 3^ D – 4^ D – 5^
D (Pittura), 3^ - 4^ - 5^ E (Pittura), 3^ I (design.)
La sede dispone di aule di materie culturali, laboratori di discipline pittoriche, laboratori di discipline plastiche,
laboratorio di discipline architettoniche, laboratorio di informatica, aula ginnica, ecc. Quasi tutte le aule sono dotate di
LIM.
Gli aspetti organizzativi sono seguiti dai proff. Marina Putzolu, Giuseppe Lecca.
-
Succursale Via Bixio 1, 09100 Pirri - Cagliari
Tel. e Fax 070.521.858
Questa sede ospita 15 classi: 1^ - 2^ G, 1^ - 2^ I, 1^ L, 3^ - 4^ - 5^ B (grafica), 3^ - 4^ C (grafica), 5^ C (articolata
di grafica/ architettura e ambiente) , 3^ - 4^ F ( pittura), 3^ - 4^ G (architettura e ambiente).
In questa sede i numerosi ambienti sono adibiti principalmente alla didattica con Aule di materie culturali, Laboratori di
discipline pittoriche, Laboratori di discipline plastiche, Laboratori di discipline architettoniche, Laboratorio di
informatica, Biblioteca, Aula Video, Aula magna e spazio per le attività ginniche. Quasi tutte le aule sono dotate di LIM.
In orario pomeridiano si svolgono le lezioni del corso integrativo.
Gli aspetti organizzativi sono seguiti dai proff. Loredana Murgia, Enrico Trincas,
22
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
ORGANIGRAMMA
DIRIGENTE SCOLASTICO
IGNAZIA CHESSA
COLLABORATORI DEL D.S.
ANTONIO CUCCA E ORIETTA LONGO
DIRETTORE SERVIZI GENERALI AMMINISTRATIVI
GIOVANNA MERCURIO
REFERENTI DI SEDE
SANT’EUSEBIO :
MARINA PUTZOLU, GIUSEPPE LECCA
VIA BIXIO
LOREDANA MURGIA, ENRICO TRINCAS
RESPONSABILI
SICUREZZA:
DIRIGENTE SCOLASTICO / ING. EVELINA IACOLINO
(R.S.P.P.)
PRIVACY:
DIRIGENTE SCOLASTICO
COORDINATORI DI AREA DISCIPLINARE
ITALIANO E STORIA
GRAZIA GREGU
FILOSOFIA
FRANCESCO SPANU
INGLESE
DAVIDE TOGNOLINI
MATEMATICA E FISICA
ENRICO TRINCAS
SCIENZE E CHIMICA
PAOLETTA SCINTU
STORIA DELL’ARTE
ANNA MARIA LECCA
EDUCAZIONE FISICA
IVANA CIREDDU
DISCIPLINE GEOMETRICHE
ANTONIO CUCCA
LABORATORIO ARTISTICO
ANTONIO CUCCA
DISCIPLINE PITTORICHE
RITA ATZORI
DISCIPLINE PLASTICHE
MARINA PUTZOLU
DISPLINE GRAFICHE:
BARBARA ARDAU
INSEGNAMENTO RELIGIONE
MATTIA PISCHEDDA
SOSTEGNO
MONICA CADDEO
23
LICEO ARTISTICO STATALE FOISO FOIS
LABORATORI S. EUSEBIO
SUBCONSEGNATARI
LABMAC
BARBERA GIANPIERO
LAB 3D
ARTIZZU BEATRICE
MODELLATO 1
COLLU ANTONELLO
MODELLATO 2 (INTAGLIO LIGNEO)
PUTZOLU MARINA
MODELLATO 2 (SCULTURA LAPIDEA)
DI CATERINO DOMENICO
PITTURA 1
CARRARA MONICA
PITTURA 2
GROSSO MARIANNA
LABORATORI VIA BIXIO
SUBCONSEGNATARI
LABMAC
ARDAU BARBARA
LAB INFORMATICA WINDOWS
RIZZO MAURO
MODELLATO
BARALE FEDERICO
PITTURA
MADEDDU FRANCESCO
ALTRI INCARICHI
SEGRETARIO DEL COLLEGIO
LECCA G.
FUNZIONI STRUMENTALI PER
L’ORIENTAMENTO IN INGRESSO, IN
USCITA, INTERNO E RIORIENTAMENTO
DI CATERINO, SERRA, LIGOTTI
FUNZIONI STRUMENTALI
COORDINAMENTO RAPPORTI SCUOLA –
TERRITORIO, COMUNICAZIONE E
VISIBILITA’
GRUPPO DI LAVORO PER L’INCLUSIONE
ARTIZZU, LECCA A.M., TOGNOLINI
CADDEO (COORDINATORE INT. E REFERENTE EST.),
ORRU’ O., SINI P., INNOCENZI P. E MEI I.
COMITATO
DOCENTI
VALUTAZIONE
SERVIZIO
DIRIGENTE SCOLASTICO, COMPONENTI EFFETTIVI:
LONGO O., DE GIORGI M, CADDEO M. E VALOZOS S.;
COMPONENTI SUPPLENTI: CUCCA A., LEDDA G.
COMMISSIONE ELETTORALE
ARDAU+ ALUNNO+ ESPOSITO
TUTOR SCAMBI CULTURALI
BELLU LORENZO
24

Documenti analoghi