Schema di Contratto Lotto 1 - Telefonia Mobile

Commenti

Transcript

Schema di Contratto Lotto 1 - Telefonia Mobile
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
SCHEMA DI CONTRATTO
PER L‘AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DEL SERVIZIO DI TELEFONIA
MOBILE PER FONIA E DATI – LOTTO 1 – CIG 3382963D5E
Tra
la Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia, in seguito, per brevità, indicata come
“Fondazione”, codice fiscale n. 97329350587, con sede legale a Genova in Via Morego, 30,
C.A.P. 16163, nella persona di
………….,
nato a …….., il ……………, C.F.
……………………………, nella qualità di …………………….., debitamente autorizzato alla
stipula del presente contratto giusta procura del ……………………. con delibera
_______________, che dichiara di agire esclusivamente nell’interesse della Fondazione;
e
…………….., in seguito, per brevità, indicato come “Fornitore”, codice fiscale …………,
partita IVA …………….., con sede legale a ……………. in Via ……………., .. C.A.P.
………………, nella persona di …………………………., nato a ……….. il ……………..,
codice fiscale …………, nella sua qualità di ……………………., giusta procura del …….
(indicare: organo societario, estremi e data);
nel seguito congiuntamente “Parti”
Premesso
-
che con Determina del Direttore Generale della Fondazione del 20 giugno 2011, è stato
autorizzato l’esperimento di una gara a procedura aperta per l’affidamento della fornitura, in
due lotti, di servizi di telefonia fissa e mobile;
-
che, in esito alla procedura di affidamento, con Determina del Direttore Generale della
Fondazione del ………., è stata disposta l’aggiudicazione definitiva del Lotto 1 alla
impresa
…………., per un importo presunto pari ad euro …..,00 (…../00) al netto
dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA);
-
che il Capitolato Tecnico allegato al Disciplinare di Gara e l’Offerta Economica presentata
in gara dal Fornitore costituiscono parte integrante e sostanziale del presente contratto;
-
che l’impresa ha costituito la cauzione definitiva di cui al successivo art. 10;
-
che con lettera ................... del ........... è stata data comunicazione ai contro interessati del
provvedimento di aggiudicazione;
-
che pertanto si rende ora necessario procedere alla stipula del contratto di appalto;
si conviene e si stipula quanto segue:
Articolo 1 – Richiamo delle premesse
Le premesse al presente contratto costituiscono parte integrante e sostanziale del contratto.
Pagina
1
dPagina 1 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
Articolo 2 - Oggetto del contratto
Il contratto ha per oggetto:
•
Servizio di telefonia e trasmissione dati in abbonamento.
•
Servizio di sola trasmissione dati per utilizzo di tipo ‘machine to machine’.
•
Servizio accessorio di fornitura o noleggio e manutenzione di terminali.
•
Servizi supplementari e opzionali ivi inclusa una seconda SIM associata (‘slave’)
associabile al profilo di telefonia e trasmissione in abbonamento.
•
Gestione, assistenza e manutenzione.
Le condizioni e le modalità di esecuzione del servizio sono quelle indicate nel Capitolato
Tecnico, nell’Offerta e nel presente contratto.
Rientrano, inoltre, nell’oggetto del contratto di fornitura la prestazione di tutti i servizi indicati
per il Lotto 1 nel capitolato tecnico, allegato al presente contratto, nonché ogni altro servizio
complementare e accessorio ritenuto indispensabile ai fini della corretta e completa esecuzione
dell’oggetto del presente contratto di fornitura.
Sono pertanto compresi nell’appalto, a titolo indicativo e non esaustivo, i seguenti servizi:
•
Servizi di Rete Privata Virtuale (RPV).
•
Servizi di abilitazione/disabilitazione differenziata delle chiamate.
•
Servizi di traffico personale.
•
Servizi di Mobile Number Portability.
•
Attività di reportistica del traffico sviluppato in modalità offline e online.
•
Servizio di traffico dati in roaming internazionale in moduli prepagati.
Articolo 3 – Durata del contratto
Il presente contratto ha una durata di ventiquattro (24) mesi decorrenti dalla data di
sottoscrizione del Verbale di Avvio dell’esecuzione del contratto.
Articolo 4 – Direttore dell’Esecuzione e Rappresentanti del Fornitore
Il Direttore dell’esecuzione è nominato dalla Fondazione, ai sensi e per gli effetti di cui all’art.
299 e ss. del D.P.R. 207/2010, con l’incarico di impartire tutte le indicazioni tecniche necessarie
per l'espletamento delle attività oggetto del contratto.
Detto soggetto avrà il compito di controllare che l'appalto sia eseguito tecnicamente secondo i
tempi, le modalità ed alle condizioni indicate nel presente contratto e nei documenti ad esso
allegati, nonché di controllare, in accordo con i competenti uffici della Fondazione, che tutti gli
atti amministrativi e contabili inerenti alle attività siano corretti e comunque conformi a nome e
consuetudini della Fondazione.
Pagina
2
dPagina 2 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
Salvo diverse disposizioni, la Fondazione effettuerà e riceverà tutte le dichiarazioni e, in
generale, le comunicazioni inerenti le attività tecniche del presente contratto attraverso l’ing.
Stefano Bencetti, in qualità di Direttore dell’Esecuzione.
Il Fornitore dovrà fare in modo che all’interno della propria organizzazione vi sia un unico
centro di riferimento al quale la Fondazione, e per suo conto il Direttore dell’esecuzione, possa
rivolgersi per le richieste, le informazioni, le segnalazioni di disservizi o di anomalie ed ogni
altra comunicazione relativa al rapporto contrattuale. In tal senso il Fornitore designa, a sue cure
e spese, il Sig. ………………quale proprio Responsabile del Servizio, costantemente reperibile
ai seguenti recapiti ……………, n. telefono ………………………………., n. fax
…………………………………., che provvederà, per conto del Fornitore, a vigilare affinché
ogni fase dell'appalto risponda a quanto stabilito dai documenti contrattuali.
La Fondazione può rifiutare, a proprio insindacabile giudizio, il nominativo indicato dal
Fornitore quale Responsabile del Servizio e, in generale, tutti i soggetti incaricati dal Fornitore
di gestire per proprio conto i servizi relativi al presente contratto di fornitura senza che spetti al
Fornitore medesimo alcun compenso a titolo di indennizzo.
Articolo 5 – Importo del contratto
L’importo presunto del presente contratto, per il periodo di validità di 24 mesi, è di Euro
………………………………… (…………………./..) al netto dell’Imposta sul Valore
Aggiunto (IVA).
Ove al termine di scadenza del contratto, l’ammontare dei corrispettivi contabilizzati risulti
inferiore al suddetto importo, il Fornitore non potrà sollevare eccezioni di sorta e/o pretendere
alcuna indennità, risarcimento o compenso a qualunque titolo, oltre al pagamento dei
corrispettivi correttamente contabilizzati per i servizi effettivamente resi.
Articolo 6 – Corrispettivi
Il servizio di telefonia mobile è compensato al termine di ciascun bimestre, con un corrispettivo
determinato sulla base delle prestazioni effettivamente erogate nel bimestre di riferimento e
contabilizzate secondo le tariffe indicate nell’Offerta Prezzi Unitari, allegata al presente
contratto, fatto salvo per le eventuali tasse di concessione governativa o il traffico prepagato, i
cui corrispettivi verranno contabilizzati anticipatamente rispetto al bimestre di riferimento.
Viene stabilito che le tariffe contrattuali indicate nell’allegata Offerta Prezzi Unitari sono fisse
ed invariabili per l’intera durata contrattuale del servizio di telefonia mobile.
Articolo 7 – Pagamenti
Pagina
3
dPagina 3 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
Il pagamento dei corrispettivi è effettuato a 60 (sessanta) giorni fine mese data fattura, con
bonifico bancario a favore del Fornitore, subordinatamente all’emissione del Certificato Parziale
di Regolare Esecuzione del servizio da parte del Direttore dell’Esecuzione del contratto ed alla
trasmissione di un Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) in corso di validità.
Le fatture, redatte secondo le norme fiscali in vigore, saranno intestate a Fondazione Istituto
Italiano di Tecnologia (C.F. 97329350587) – via Morego n. 30 – 16163 Genova, e
riporteranno il numero di contratto, il bimestre di riferimento, il codice IBAN ed il CIG.
Ai sensi dell’art. 3 della Legge 136/2010 e successive modifiche, il Fornitore ha comunicato
alla Fondazione con nota n. …… del …….. gli estremi identificativi del conto corrente
dedicato, nonché le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operare su di esso,
estremi e generalità che vengono qui di seguito riportati: …………………………………
I pagamenti saranno pertanto effettuati a mezzo bonifico bancario sul predetto conto corrente
dedicato, restando espressamente inteso che l’adempimento di tale modalità costituisce valore di
quietanza, con salvezza della Fondazione da ogni responsabilità conseguente. È obbligo del
Fornitore comunicare ogni modifica relativa ai dati trasmessi con la predetta nota e sopra
riportati.
Il Fornitore assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3 della
Legge 136/2010 e successive modifiche.
Il Fornitore si impegna a dare immediata comunicazione alla Fondazione ed alla Prefettura –
Ufficio Territoriale del Governo della provincia di Genova della notizia dell’inadempimento
della propria controparte (subappaltatore/subcontraente) agli obblighi di tracciabilità finanziaria.
Ferma la clausola risolutiva espressa di cui al successivo art. 15 del Contratto, costituisce causa
di risoluzione del Contratto, ai sensi dell’art. 3, della Legge 136/2010 e successive modifiche, il
mancato utilizzo del bonifico bancario o postale ovvero degli altri strumenti idonei a consentire
la piena tracciabilità delle operazioni.
Ai sensi dell’art. 3, comma 9, della Legge 136/2010, la Fondazione verifica che nei contratti
sottoscritti con i subappaltatori e i subcontraenti della filiera delle imprese a qualsiasi titolo
interessate al presente contratto sia inserita, a pena di nullità assoluta, un’apposita clausola del
seguente tenore:
“L’impresa ……….., in qualità di subappaltatore/subcontraente dell’impresa ………..
nell’ambito del contratto sottoscritto con …….., identificato con il CIG n. ……., assume tutti gli
obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all’art. 3, della Legge 136/2010 e successive
modifiche. L’impresa ……….., in qualità di subappaltatore/subcontraente dell’impresa ………..,
si impegna a dare immediata comunicazione a …………. della notizia dell’inadempimento della
propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria. L’impresa ……….., in qualità di
Pagina
4
dPagina 4 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
subappaltatore/subcontraente dell’impresa ……….., si impegna a inviare copia del presente
contratto a ……………”.
Per quanto riguarda i subcontratti stipulati dal Fornitore diversi dai contratti di subappalto e dai
contratti assimilabili al subappalto di cui al comma 11 dell’art. 118, del D.Lgs. 163/2006 e
s.m.i., il Fornitore, unitamente alla comunicazione del nome del subcontraente, è obbligato a
trasmettere alla Fondazione copia del subcontratto.
Rimane inteso che la Fondazione non procederà al pagamento delle somme dovute qualora non
sussistano tutte le condizioni previste dalla vigente normativa per procedervi. Il Fornitore non
potrà pretendere interessi per l’eventuale ritardo del pagamento dovuto, qualora questo dipenda
dall’espletamento di obblighi normativi necessari a renderlo esecutivo.
Articolo 8 – Verifiche contabili
Le fatture, ai fini della verifica sulla corretta contabilizzazione del servizio di telefonia mobile
da parte del Direttore dell’Esecuzione, saranno accompagnate dalla seguente documentazione:
1) report di traffico e dei servizi opzionali attivati, 2) documentazione dettagliata del traffico.
La fattura e la relativa documentazione (report e dettagli di traffico) dovranno essere, altresì,
disponibili in formato elettronico strutturato su CD o scaricabili dal sito web del Fornitore,
elaborabile con software tipo foglio elettronico.
La disponibilità dei dati di controllo della fattura deve essere garantita per almeno 30 gnc dalla
data di emissione della stessa.
La fattura dovrà essere disponibile anche in formato elettronico PDF.
La fattura dovrà riepilogare tutti i servizi erogati. Per i soli servizi con traffico prepagato la
fatturazione e la documentazione del traffico potranno essere trattate separatamente, ferma
restando la possibilità di verifica del traffico sviluppato da ciascuna utenza.
Per ogni ulteriore dettaglio nel merito si rimanda a quanto previsto nel capitolato tecnico
allegato al presente contratto.
Articolo 9 – Cessione dei crediti
E’ fatto divieto al Fornitore di cedere a terzi, in qualsiasi forma, i crediti derivanti dal presente
contratto, nonché di conferire procure all’incasso. In caso di inosservanza, fermo restando il
diritto della Fondazione al risarcimento del danno, il presente contratto si intende risolto di
diritto.
Pagina
5
dPagina 5 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
Articolo 10 – Cauzione definitiva
La garanzia fideiussoria di Euro .......................... (euro .............................................../........…),
che l’Appaltatore è tenuto a presentare, ai sensi dell’articolo 113 del D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i., è
stata dal Fornitore stesso costituita mediante ..................................................................................
La suddetta garanzia fideiussoria non è soggetta alle riduzioni progressive di cui all’art. 113,
comma 3, del D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i..
La sopra richiamata garanzia prevede espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva
escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’articolo 1957, comma 2,
del codice civile nonché l’operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice
richiesta scritta della Fondazione.
La garanzia di cui sopra copre gli oneri per il mancato od inesatto adempimento delle
obbligazioni contrattuali e cessa di avere effetto alla data di approvazione del Certificato Finale
di Regolare Esecuzione.
Articolo 11 - Responsabilità Civile del Fornitore
Il Fornitore risponde di tutti i danni arrecati, direttamente o indirettamente, alla Fondazione,
nell’esecuzione del presente contratto. Il Fornitore tiene, altresì, indenne e manleva la
Fondazione da ogni richiesta avanzata da terzi per cause, direttamente o indirettamente,
imputabili al Fornitore medesimo.
Il Fornitore ha pertanto sottoscritto idonea polizza di assicurazione per Responsabilità Civile,
con un massimale annuo di Euro 1.000.000,00 (unmilione/00) e con efficacia commisurata alla
durata del presente contratto e delle relative obbligazioni.
Articolo 12 – Penali
Il Fornitore, in caso di mancato rispetto dei termini previsti dal presente contratto e dall’allegato
capitolato tecnico per l’adempimento delle sue obbligazioni, incorrerà nelle sanzioni di seguito
indicate:
1. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 1, dell’Allegato A1 al
capitolato tecnico per la prima fornitura delle SIM, attivazione delle utenze, configurazione
delle
abilitazioni
e
delle
opzioni
tariffarie
e
portabilità
delle
numerazioni
……….......…………………………………………………………....euro 5,00 (cinque/00);
2. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 2, dell’Allegato A1 al
capitolato tecnico per la prima fornitura degli apparati………………………..euro 5,00
(cinque/00);
Pagina
6
dPagina 6 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
3. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 3, all’Allegato A1 al
capitolato
tecnico
per
la
fornitura
di
SIM
per
ordinativi
successivi
al
primo………………………………………...…………………..……euro 5,00 (cinque/00);
4. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 4, all’Allegato A1 del
capitolato tecnico per l’attivazione SIM……………...………….…………..…euro 5,00
(cinque/00);
5. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 5, dell’Allegato A1 al
capitolato tecnico per la fornitura apparati per ordinativi successivi al primo
………………………………………………………………………..euro 5,00 (cinque/00);
6. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 6, all’Allegato A1 al
capitolato tecnico per la sostituzione apparati guasti o rubati………………….euro 5,00
(cinque/00);
7. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 7, all’Allegato A1 al
capitolato tecnico per la sostituzione SIM guaste, rubate e per il reintegro delle
scorte......................................................................................................euro 10,00 (dieci/00);
8. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 8, all’Allegato A1 al
capitolato tecnico per il tempo di completamento della variazione dei profili di abilitazione
delle utenze in RPV, abilitazione/disabilitazione alle singole direttrici di traffico, della
variazione del profilo tariffario per i servizi di trasmissione dati e/o delle relative soglie
informative/dispositive…...……..……………………………………euro 5,00 (cinque/00);
9. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 9, all’Allegato A1 al
capitolato tecnico per l’attivazione/modifica del servizio di dual-billing………euro 5,00
(cinque/00);
10. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 10, all’Allegato A1 al
capitolato tecnico per la sospensione dei servizi in roaming internazionale nelle nazioni
coperte dai dichiarati accordi di roaming internazionale………………………..euro 5,00
(cinque/00);
11. per ogni singola fattura nel caso di errata fatturazione su importo canoni, traffico e servizi
……………………………………………………………..………..euro 100,00 (cento/00);
12. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 12, all’Allegato A1 al
capitolato tecnico per la fatturazione e rendicontazione………………………..euro 10,00
(dieci/00);
13. per ogni giorno di ritardo, rispetto all’indicatore percentuale di cui all’art. 10, ID 13,
all’Allegato A1 al capitolato tecnico per la disponibilità del servizio di reportistica online,
Pagina
7
dPagina 7 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
con contenuti aggiornati secondo specifiche di capitolato tecnico………………….euro
10,00 (dieci/00);
14. per ogni giorno di ritardo, rispetto al termine di cui all’art. 10, ID 14, all’Allegato A1 al
capitolato tecnico per la attivazione di micro celle indoor per il servizio di telefonia mobile
voce e dati:
a. per la sede di Genova………………………euro 250,00 (duecentocinquanta/00);
b. per la sede di Lecce ……………………………….………euro 100,00 (cento/00);
c. per la sede di Roma……………………………… ..…..euro 50,00 (cinquanta/00).
Tutte le penali sopra previste per ritardato adempimento delle obbligazioni assunte dal Fornitore
sono distinte e cumulabili fino ad una concorrenza massima pari al 10% dell’importo presunto
dell’appalto di cui all’art. 5 del contratto. Al raggiungimento di una somma complessiva di
penali applicate, pari al 10% dell’importo contrattuale, la Fondazione ha diritto di risolvere il
presente contratto, mediante l’invio di semplice lettera raccomandata al Fornitore.
In ogni caso, l’applicazione della penale non esclude la facoltà della Fondazione di agire per
ottenere in via giudiziale il risarcimento dell’eventuale maggior danno sopportato dalla
Fondazione stessa.
La penale, il maggior danno e gli ulteriori oneri sostenuti dalla Fondazione, che saranno
formalmente comunicate al Fornitore, dovranno essere liquidate dal Fornitore, o, in difetto,
trattenute, in danno al Fornitore sulle somme a questi dovute a qualsiasi titolo, ovvero escutendo
la cauzione definitiva che dovrà essere immediatamente ricostituita nel suo valore originario. Le
penali stabilite non pregiudicano l’eventuale azione per la risoluzione del contratto.
Articolo 13 - Subappalto e cessione del contratto
Il Fornitore è tenuto ad eseguire in proprio il servizio oggetto del presente contratto.
E’ possibile, se indicato dal Fornitore in sede di gara, il ricorso al subappalto, nel rispetto di
quanto previsto dall’art. 118 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i.
E' espressamente vietata, pena l’immediata risoluzione del contratto per colpa del Fornitore ed il
risarcimento di ogni danno e spese sostenute dalla Fondazione, la cessione totale o parziale del
presente contratto ed il conseguente trasferimento a terzi delle responsabilità contrattuali, salvo
quanto previsto dall’art. 116 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i.
Articolo 14 – Recesso
La Fondazione ha diritto di recedere dal presente contratto nei casi e nei modi previsti dal
Codice Civile e dalla vigente normativa.
Pagina
8
dPagina 8 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
Articolo 15 - Risoluzione del contratto – Esecuzione d'ufficio
La Fondazione ha diritto di risolvere il presente contratto ai sensi e per gli effetti dell'art. 1456
del Codice Civile, mediante semplice lettera raccomandata senza necessità di diffida ad
adempiere e di intervento dei competenti organi giudiziari, oltre che nei casi di cui all'art. 12
(Penali) ed 13 (Subappalto e cessione del contratto) del presente contratto, nei seguenti casi:
-
frode nella esecuzione dei contratti;
-
inosservanza del Fornitore riguardo a tutti i debiti contratti per l'esercizio della propria
impresa e lo svolgimento del presente contratto;
-
utilizzo di personale sprovvisto di regolare contratto di lavoro;
-
inadempienza accertata alle norme di Legge sulla prevenzione degli infortuni, la sicurezza
sul lavoro e le assicurazioni obbligatorie del personale nonché del rispetto dei contratti
collettivi di lavoro;
-
ritardi nelle effettuazioni delle prestazioni o adempimenti previsti dal presente contratto
superiore a 15 giorni rispetto al termine indicato dalla Fondazione e comunque quanto tale
ritardo, relativamente al servizio cui si riferisce, sia di entità tale da far ritenere ormai
compromessa la regolare erogazione della prestazione;
-
reiterate e gravi violazioni delle norme di Legge, regolamento e delle clausole contrattuali,
tali da compromettere la qualità del Servizio;
-
reiterate situazioni di mancato rispetto delle modalità di esecuzione contrattuali o reiterate
irregolarità o inadempimenti nell'esecuzione del servizio;
-
stato di concordato preventivo o fallimento;
-
cessione di crediti derivanti dal presente contratto.
Nell'ipotesi di risoluzione contrattuale, la Fondazione procederà all'incameramento della
cauzione prestata, all'eventuale esecuzione in danno, fatto salvo in ogni caso il diritto al
risarcimento degli eventuali ulteriori danni patiti e patiendi.
Articolo 16 - Assicurazioni sociali
Il Fornitore si obbliga ad osservare, nei confronti dei lavoratori impiegati per l’esecuzione della
fornitura oggetto del presente contratto, le condizioni normative (protezione del lavoro,
assicurazioni sociali, pagamento dei contributi, ecc.) e retributive, previste dalla legge e dai
contratti collettivi di lavoro applicabili alla data dell’offerta, nonché le condizioni risultanti dalle
successive modifiche ed integrazioni ed in genere ad ogni altro contratto collettivo
successivamente stipulato per la categoria.
Il Fornitore si obbliga, altresì, a continuare ad applicare i suindicati contratti collettivi anche
dopo la loro scadenza e fino alla loro sostituzione.
Pagina
9
dPagina 9 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
I suddetti obblighi vincolano il Fornitore anche nel caso che non sia aderente alle associazioni
stipulanti o receda da esse.
In caso di violazione degli obblighi sopraddetti, la Fondazione, previa comunicazione al
Fornitore delle inadempienze denunciate all’Ispettorato del Lavoro, potrà sospendere
l’emissione dei pagamento per l’ammontare che sarà indicato dall’Ispettorato stesso fino a
quando la vertenza non risulti definita. Per detta sospensione il Fornitore non può opporre
eccezioni alla Fondazione, né pretendere da essa risarcimenti di danni.
Articolo 17 - Obblighi nei confronti del personale dipendente
Il Fornitore si impegna ad osservare scrupolosamente, nei confronti del personale dipendente,
pena la risoluzione del contratto, la normativa in tema di rispetto della tutela ambientale e le
disposizioni contenute nei seguenti provvedimenti normativi:
- norme in materia di prevenzione degli infortuni ed igiene del lavoro, nonché la normativa in
materia di sicurezza sul lavoro di cui al D. Lgs. 81/2008;
- legge 9 dicembre 1977, n. 903, e legge 10 aprile 1991, n. 125, sulla parità di trattamento tra
uomini e donne in materia di lavoro;
- legge 12 marzo 1999, n. 68, e successive modificazioni, in materia di diritto al lavoro dei
disabili.
- condizioni normative e retributive, da applicare, nei confronti dei propri dipendenti occupati
nelle attività contrattuali, non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro
applicabili al proprio settore (applicazione del C.C.N.L. parte economica, normativa e
previdenziale sottoscritto dalle parti comparativamente più rappresentative a livello nazionale),
alla data della stipulazione del presente contratto, alla categoria e nelle località di svolgimento
delle attività, nonché le condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni.
Nel caso di Fornitore stabilito all’estero, il Fornitore si impegna ad osservare, nei confronti del
personale dipendente, pena la risoluzione del contratto, le normative in tema di rispetto
ambientale, di sicurezza sui luoghi di lavoro e di parità tra uomo e donna, vigenti nel Paese di
stabilimento.
Il Fornitore è inoltre tenuto a tenere indenne e manlevare la Fondazione da ogni eventuale
pretesa avanzata dai propri lavoratori e dai lavoratori dei propri subappaltatori o subcontraenti
in relazione alla corresponsione, anche da parte di questi, dei trattamenti retributivi e dei
contributi previdenziali ed assicurativi dovuti. Il Fornitore è, altresì, tenuto a tenere indenne e
manlevare il Committente da ogni eventuale conseguenza derivante dalla mancata effettuazione
e versamento, da parte dello stesso e dei propri subappaltatori o subcontraenti, delle ritenute
fiscali sui redditi di lavori dipendente.
Pagina
10
dPagina 10 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
Qualora il Fornitore o il subappaltatore o altro subcontraente risulti inadempiente rispetto
all’obbligo di versamento dei trattamenti retributivi, dei contributi previdenziali ed assicurativi e
delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente, la Fondazione, senza che il Fornitore abbia
diritto ad alcun risarcimento, compenso o indennizzo di sorta, ai sensi dell’art. 4, comma 2, del
DPR 207/2010, provvederà a trattenere dal certificato di pagamento la somma corrispondente
all’inadempienza. Resta fermo ogni diritto della Fondazione alla risoluzione del contratto per
inadempimento del Fornitore ai sensi di quanto previsto dall’art. 6, comma 8, del DPR
207/2010.
Qualora il Fornitore o il subappaltatore o altro subcontraente risulti in ritardo nel pagamento
delle retribuzioni dovute al proprio personale dipendente impiegato nell’esecuzione del presente
contratto, il Responsabile del Procedimento procederà ai sensi dell’art. 5 del DPR 207/2010,
provvedendo, se ricorrono i necessari presupposti, al pagamento diretto ai lavoratori delle
retribuzioni arretrate detraendo il relativo importo dalle somme dovute al Fornitore.
Articolo 18 - Tutela della privacy
I dati raccolti saranno trattati nell’osservanza delle norme in materia di appalti pubblici e
archiviati ai sensi di quanto disposto dal decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196. Il titolare
del trattamento è la Fondazione.
I diritti del Fornitore potranno essere esercitati ai sensi dell’articolo 7 e seguenti del predetto
decreto legislativo.
Il Fornitore è tenuto a raccogliere, archiviare e trattare i dati personali e/o sensibili dei
dipendenti e collaboratori della Fondazione, nel rispetto di quanto previsto dal D. Lgs. 30
giugno 2003, n. 196 e secondo le prescrizioni che gli verranno fornite dalla Fondazione con
separata lettera di nomina a responsabile del trattamento.
Articolo 19 - Spese inerenti al contratto ed oneri fiscali
Le spese di copia, stampa, bollo, registrazione e tutte le altre inerenti al presente contratto sono
a carico del Fornitore, ai sensi e per gli effetti dell’art. 1 della Legge 27 dicembre 1975, n. 790.
Il servizio oggetto del presente contratto è soggetta all’imposta sul valore aggiunto, ai sensi del
D.P.R. 26 ottobre 1972, n° 633 e successive modificazioni ed integrazioni, a carico della
Fondazione.
Articolo 20 - Controversie
Tutte le controversie relative alla validità, efficacia, interpretazione, esecuzione e risoluzione del
Pagina
11
dPagina 11 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
presente contratto sono devolute dalle Parti alla competenza esclusiva del Foro di Genova.
Articolo 21 -Norme applicabili
Per il presente atto vengono osservate le norme in vigore ivi incluse:
a) le clausole del presente contratto che costituiscono la manifestazione integrale di tutti gli
accordi intervenuti tra le Parti, relativamente al servizio di cui al contratto medesimo;
b) il Decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (“Codice dei contratti pubblici relativi a lavori,
servizi e forniture”) e successive modifiche ed integrazioni;
c) il D.P.R. n. 207/2010;
d) il Capitolato Tecnico e relativi allegati;
e) le vigenti disposizioni di legge e di regolamento per l’Amministrazione del Patrimonio e per
la Contabilità Generale dello Stato;
f) il Codice Civile e dalle altre disposizioni normative già emanate in materia di contratti di
diritto privato per quanto non regolato dalle disposizioni di cui ai precedenti punti.
Articolo 22 – Codice Etico
Ai sensi e per gli effetti del Decreto Legislativo 231/01, il Fornitore, nello svolgimento
dell'attività oggetto unicamente del presente contratto, si impegna, anche per i propri
amministratori, sindaci, dipendenti, e/o collaboratori, ai sensi e per gli effetti dell'art. 1381 del
Codice Civile, ad attenersi rigorosamente alle norme contenute nel Codice di Comportamento,
approvato dal Comitato Esecutivo della Fondazione, quale parte integrante del modello adottato
ex D.Lgs. 231/01 e pubblicato sul sito informatico all’indirizzo http://www.iit.it, accettandone
integralmente tutti i termini e le condizioni che dichiara di ben conoscere. In caso di violazione
del suddetto Codice di Comportamento riconducibile alla responsabilità del Fornitore, sarà
facoltà della Fondazione risolvere, di diritto e con effetto immediato ex art. 1456 del Codice
Civile, il presente contratto, a mezzo semplice comunicazione scritta da inviarsi anche via fax,
fatto salvo in ogni caso ogni altro rimedio di legge, ivi incluso il diritto al risarcimento degli
eventuali danni subiti. In tal caso spetterà al Fornitore di pretendere esclusivamente il
corrispettivo maturato per l'attività regolarmente svolta sino alla data di risoluzione. Fermo
restando quanto sopra, resta inteso che il Fornitore dovrà manlevare sostanzialmente e
processualmente e tenere indenne a prima richiesta e senza eccezioni la Fondazione e, per essa, i
suoi aventi causa, sindaci, amministratori, dipendenti e/o legali rappresentanti da qualsiasi
pretesa, danno e/o richiesta, ivi inclusi i costi legali, che possa essere da terzi avanzata in
relazione ad eventuali violazioni del predetto Codice di Condotta.
Pagina
12
dPagina 12 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
Articolo 23 - Domicilio eletto
Per tutti gli effetti amministrativi del contratto le Parti eleggono i seguenti domicili:
Fondazione I.I.T., Ufficio ICT, Via Morego 30, 16163 Genova
Fornitore: …………………………………….
Il Fornitore è tenuto a comunicare alla Fondazione ogni successiva variazione del domicilio
dichiarato. In mancanza della suddetta comunicazione, sono imputabili al Fornitore tutte le
conseguenze che possono derivare dall’intempestivo recapito della corrispondenza, con
particolare riferimento a quelle emergenti dall’eventuale ritardo nell’esecuzione del contratto.
------------------------------------------------------------Il presente contratto, redatto in duplice copia, si compone di …. pagine e … articoli che, con la
firma dello stesso, vengono integralmente accettati e confermati.
Genova, lì _________________
PER IL FORNITORE
PER LA FONDAZIONE IIT
------------------------------------------------------------Ai sensi e per gli effetti dell’art.1341, 2° comma, del Codice Civile, il Fornitore approva
specificamente le clausole contenute negli articoli del presente contratto di seguito indicati: 5
(Importo del contratto), 6 (Corrispettivi), 7 (Pagamenti), 10 (Cauzione definitiva), 11
(Responsabilità Civile del Fornitore), 12 (Penali), 13 (Subappalto e cessione del contratto), 14
(Recesso), 15 (Risoluzione del contratto-Esecuzione d’ufficio), 16 (Assicurazioni sociali), 17
(Obblighi nei confronti del personale dipendente), 19 (Spese inerenti al contratto ed oneri
fiscali), 20 ( Controversie), 22 (Codice Etico).
Genova, lì _________________
PER IL FORNITORE
_____________________
Allegati
- Capitolato Tecnico
- Condizioni Generali di Contratto
- Offerta prezzi unitari
-…
Pagina
13
dPagina 13 di
Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia
Schema di contratto
Lotto 1 - Telefonia Mobile
-…
Pagina
14
dPagina 14 di

Documenti analoghi