Relazione - Agraria UniPD

Commenti

Transcript

Relazione - Agraria UniPD
Relazione Visita Tecnica ANDALUCÍA 9 – 16 giugno 2007
Corso di Laurea Specialistica in Scienze e Tecnologie Agrarie
Docente accompagnatore:
Prof. FERDINANDO PIMPINI
Dottorando CARLO NICOLETTO
Elenco studenti partecipanti:
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
BASSAN
BENINCA'
DAL MOLIN
DECARLI
DORIA
GAZZOLA
LORENZON
MARIN
MISTURINI
PANCALDI
RIMI
SANTINI
SCHIAVON
TASSINATO
TONDINI
VENTRICE
VENTURINI
ANTONIO
ALBERTO
CARLO
ELISA
EMANUELE
DIANA
MAURO
NICOLO'
DAVIDE
NICOLA
FILIPPO
LUCA
MARCO
SIMONE
ANDREA
PAOLO
MATTEO
542100-TG
547406-TG
545076-TG
544190-TG
551397-TG
564122-TG
550149-TG
569226-TG
545456-TG
549301-TG
545365-TG
551383-TG
546610-TG
570756-TG
551381-TG
514060-TG
567281-TG
- sabato 9 giugno: alle ore 7,00 siamo partiti con pullman della ditta FORMENTIN
dal piazzale antistante la stazione FS di Padova. Alle 9,30 abbiamo raggiunto
l’aeroporto di Bergamo Orio al Serio, da cui l’aereo per Granada è partito alle
11,40. Ore 14,15 arrivo all’aeroporto di Granada. Alle ore 15,30 siamo partiti da
Granada verso Almeria con autobus di linea ALSINA GRAELLS, arrivo alle ore
17,30. Successiva sistemazione presso la Installaciòn Juvenil de Almeria, Isla de
Fuerteventura, s/n.
Figura 1: Partenza da Padova, arrivo ad Almeria.
- domenica 10 giugno: alle ore 9,00 siamo partiti con autobus di linea ALSINA
GRAELLS da Almeria per Cabo de Gata, per la visita al Parco Naturale Cabo de
Gata-Nijar, ove è stato possibile raggiungere percorsi naturalistici, con elementi
tipici della flora e della fauna di climi caldo-aridi. Infine abbiamo visitato le saline
presso la località di Las Salinas e visto i relativi impianti di lavorazione del sale. Alle
ore 19,00 siamo rientrati in Almeria da Las Salinas con autobus di linea ALSINA
GRAELLS.
Figura 2: Parco Naturale de Cabo de Gata-Nijar, Las Salinas.
- lunedì 11 giugno: alle ore 8,00 siamo partiti con pullman della ditta VIAJES EL
CORTE INGLES dalla Installaciòn Juvenil de Almeria. La nostra prima tappa è
stata la Cooperativa Agricola San Isidro (C.A.S.I.), che si occupa essenzialmente
dello stoccaggio e della vendita di diverse varietà di pomodoro da mensa. Ci sono
state illustrate le modalità di vendita del prodotto, eseguita soprattutto tramite
sistemi di asta in un’apposita sala informatizzata, e le modalità di stoccaggio del
prodotto, conferito all’interno dei 15.000 m2 coperti di cui dispone l’impianto. In
seguito abbiamo visitato l’Associazione DUNIAGRO, anch’essa incentrata sullo
stoccaggio e la vendita del pomodoro, ma in essa, a differenza della prima, il
confezionamento del prodotto viene eseguito entro le proprie strutture, dai propri
dipendenti anziché dal produttore in campo. A seguire abbiamo visitato un’Azienda
di produzione protetta di pomodoro da mensa, coltivato fuori suolo su fibra di
cocco, come in gran parte dei casi nel panorama orticolo della zona di Almeria. Di
seguito abbiamo visitato la EJIDOMAR Sociedad Cooperativa Andaluza, essa si
occupa del conferimento, lavorazione, confezionamento, e vendita di numerosi
ortaggi, in questo periodo è stato possibile osservare la lavorazione di diverse
varietà di melone, anguria, e zucchino. Ci sono stati mostrati i locali in cui
avvengono le contrattazioni dei prodotti con gli acquirenti. La destinazione di tali
prodotti principalmente trova luogo nei mercati europei. Il periodo di maggiore
attività si ha durante i mesi più freschi dell’anno, periodo in cui si ha un vantaggio
competitivo notevole nei confronti del concorrente principale sul mercato delle
colture orticole protette, ossia l’Olanda. Successivamente abbiamo visitato
un’Azienda di produzione protetta di melone, si trattava di una varietà con
buccia liscia color giallo di piccola pezzatura (poco più di un kg) e polpa verdastra,
destinata per lo più ai mercati del nord Europa. I meloni erano prossimi alla
raccolta, per testare il grado di maturazione sono stati effettuati dei rilievi del grado
zuccherino (Brix Grade) con apposita strumentazione. Dopo pranzo abbiamo
raggiunto il Centro Sperimentale Syngenta S & G, in una prima fase ci sono stati
mostrati i funzionamenti e le tipologie di sperimentazione condotte nel laboratorio
Fruit Quality; successivamente siamo stati portati all’interno di prove dimostrative di
pomodoro all’interno di serre di recentissima concezione costruttiva. Alle ore 19,00
siamo rientrati alla Installaciòn Juvenil de Almeria.
Figura 3: C.A.S.I., Duniagro, Azienda di produzione protetta pomodoro, Ejidomar,
Azienda di produzione protetta melone, Centro sperimentale Syngenta.
- martedì 12 giugno: alle ore 6,30 siamo partiti con pullman della ditta VIAJES EL
CORTE INGLES dalla Installaciòn Juvenil de Almeria verso la zona di Murcia.
Dopo colazione abbiamo raggiunto la Cooperativa SOL Y TIERRA, che si occupa
dello stoccaggio e della vendita di varie tipologie di peperone, già confezionato dal
produttore in campo e coltivato secondo disciplinari di lotta integrata imposti dalla
cooperativa stessa. Successivamente abbiamo visitato un’Azienda di produzione
protetta di peperone, le piante erano coltivate fuori suolo su fibra di cocco con
metodi di lotta integrata. L’azienda era provvista di apprestamenti protettivi, impianti
di stoccaggio delle acque irrigue, e miscelatori per la fertirrigazione, tutti di recente
concezione tecnologica. Le acque irrigue sono provenienti da zone più
settentrionali della Spagna, dalle quali vengono regolarmente derivate e stoccate
con frequenza giornaliera. In seguito abbiamo raggiunto la Cooperativa
SURINVER, un centro di dimensioni considerevoli in cui vengono raccolti,
selezionati, confezionati e venduti ortaggi e agrumi provenienti da una superficie di
circa 1600 ha, di cui circa 600 ha sono occupati da agrumeti, ed i rimanenti da
colture orticole (peperone, lattuga, broccolo, mais dolce, sedano, anguria, cetriolo,
zucca, rapa, zucchino). Noi abbiamo potuto assistere alla lavorazione e
confezionamento del limone, peperone, anguria, e sedano; infine ci sono state
spiegate le modalità di funzionamento della sala di test di vita commerciale dei
prodotti. Gli agrumi vengono venduti in tutto il bacino mediterraneo, le colture
orticole trovano mercato in tutta Europa, in special modo nei paesi settentrionali.
Dopo pranzo abbiamo visitato un’Azienda di produzione protetta di pomodoro
da mensa, in cui le piante venivano coltivate su suolo, a differenza della maggior
parte dei casi presenti nel panorama serricolo della zona di Murcia; la copertura
delle serre era molto blanda, visto lo scopo praticamente esclusivo di proteggere la
coltura dai vettori di virosi. In seguito abbiamo raggiunto la PERICHAN. S.A.I., essa
si occupa di raccogliere, confezionare e vendere diversi ortaggi, abbiamo assistito
al confezionamento di pomodoro, zucchino, cetriolo, fagiolino e altri legumi minori.
Questi ultimi vengono coltivati in terra iberica solo in minima parte e limitatamente
ad alcuni periodi dell’anno, infatti si tratta soprattutto d’importazioni dal Marocco,
ove il clima si presta meglio alla coltivazione del fagiolino. Alle ore 19,00 siamo
rientrati alla Installaciòn Juvenil de Almeria.
Figura 4: Sol y Tierra, Azienda di produzione protetta peperone, Surinver, Azienda
di produzione protetta pomodoro, Perichan.
- mercoledì 13 giugno: dopo colazione abbiamo lasciato le camere della
Installaciòn Juvenil de Almeria. Nella mattina abbiamo visitato l’Alcàzaba e la
Cattedrale di Almeria. Alle ore 16,30 siamo partiti da Almeria verso Granada con
autobus di linea ALSINA GRAELLS, arrivo alle ore 18,30. Successiva sistemazione
presso la Installaciòn Juvenil de Granada, Avda. Ramòn y Cajal, 2.
Figura 5: Città di Almerìa, arrivo a Granada.
- giovedì 14 giugno: alle ore 9,00 siamo partiti con autobus di trasporto pubblico
della Andalucìa per muoverci dalla città di Granada verso il Parco Nazionale della
Sierra Nevada, Riserva della Biosfera dell’UNESCO. All’interno del parco
abbiamo intrapreso un sentiero dal monumento alla Vergine della Neve (circa 3000
metri s.l.m.) fino al picco Veleta (circa 3300 metri s.l.m.), attraversando diverse
piste da sci. Lungo il percorso abbiamo preso visione della flora locale,
caratterizzata dalla presenza di numerose conifere striscianti, e della fauna
selvatica, con l’avvistamento di un cospicuo numero d’individui di capra montana.
Abbiamo rilevato la presenza di più esercizi di pastorizia montana ovina e caprina.
Alle ore 19,00 siamo rientrati alla Installaciòn Juvenil de Granada.
Figura 6: Parco Nazionale della Sierra Nevada.
- venerdì 15 giugno: nella mattina abbiamo visitato la città di Granada. Nel
pomeriggio abbiamo visitato le varie parti dell’Alhàmbra: Il settore a cui abbiamo
dedicato maggiore attenzione è stato il Generalife, antica tenuta araba destinata
allo sfruttamento agricolo e al riposo, ricchissima di specie di peculiare interesse
botanico e ornamentale con siepi, roseti, agrumeti, orti e giardini estremamente
curati. All’interno del Generalife sono presenti numerosi sistemi idraulici originari
dell’epoca d’impianto, straordinariamente efficienti nel trasportare l’acqua a scopi
irrigui ancora in funzione. Inoltre l’acqua viene utilizzata frequentemente come
elemento integrante nella costruzione dei giardini ornamentali. Nel secondo settore
vi sono i Palazzi Nasridi, in cui si trovano il Mexuar, il Palazzo di Comares, il
Palazzo dei Leoni, l’Area di Lindaraja, il Partal e il Paseo de las Torres. Il settore
dell’Alcàzaba è una zona militare fortificata indipendente dal resto dell’Alhàmbra, il
suo interno ha l’aspetto di una piccola città in cui risiedeva il corpo di guardia d’èlite
del sultano. Dalla Torre della Vela si può vedere il territorio circostante: dalla città
bassa di Granada fino al massiccio della Sierra Nevada e la pianura della Vega.
Alle ore 18,00 siamo rientrati alla Installaciòn Juvenil de Granada.
Figura 7: Generalife.
- sabato 16 giugno: dopo colazione abbiamo lasciato le camere della Installaciòn
Juvenil de Granada e alle ore 12,30 circa siamo giunti all’aeroporto di Granada, da
cui siamo partiti per Bergamo alle ore 14,40. Siamo arrivati all’aeroporto di
Bergamo Orio al Serio alle ore 17,15 e successivamente rientrati nelle rispettive
sedi con pullman della ditta FORMENTIN.
Figura 8: Partenza da Granada, arrivo a Bergamo.
Al di là dell’aspetto puramente didattico che una visita di tal genere può assumere,
l’importanza principale di queste occasioni è quella di poter rivolgere uno sguardo
su realtà sconosciute, modi diversi d’intendere l’agricoltura e interagire col territorio,
di poter fare due passi in un posto nuovo. (Filippo Rimi, Marco Schiavon).

Documenti analoghi

ANDALUSIA

ANDALUSIA Prima colazione. Dalle ore 8.30 alle ore 11.30 visita guidata della meravigliosa Alhambra, uno dei monumenti più affascinanti e famosi del mondo, la mitica “fortezza rossa“ e il Generalife, residen...

Dettagli

granada - CadillacTrip.it

granada - CadillacTrip.it l'atmosfera universitaria è molto sentita in tutta la città. Particolare attenzione è data ai progetti di Erasmus che coinvolgono tantissimi studenti da ogni parte del Mondo. Palazzi Nazarí Meglio ...

Dettagli

inmsol.es

inmsol.es É tipico di Granada “uscire di tapas”. Una tapa è una piccola porzione di cibo che si riceve quando si ordina da bere. Dare tapas ai clienti è una tradizione universale in Spagna, ma in alcune citt...

Dettagli