Eco del Chisone – 23 luglio 2014

Commenti

Transcript

Eco del Chisone – 23 luglio 2014
Mercoledì 23 luglio 2014
ultura
Convegno al Laux sabato 2 agosto
Si terrà sabato 2 agosto al Laux nel Comune di Usseaux, l’XI Convegno storico “Cattolici
e valdesi: dai conflitti alla convivenza”. Il tema di quest’anno è: “Riformati, cattolici e
organizzazioni ecclesiastiche nelle valli nella seconda metà del Cinquecento”. Il convegno
indagherà i mutamenti delle presenze delle Chiese nelle valli nel Cinquecento. Mostrerà la
formazione delle parrocchie evangeliche, la costruzione dei primi templi e il ruolo svolto
dai primi pastori; in parallelo, le difficoltà delle parrocchie cattoliche. Info: 0121 83.909.
3
POLIAMBULATORIO
SPECIALISTICO
“Centro Diagnosi e Terapia” di Donata Santoro
Via Provinciale, 41 - 10040 Cumiana (TO)
Tel./Fax 011 9058882 - e-mail: [email protected]
Su appuntamento dal lunedì al venerdì 9,30-13-00; 15,00-20,00
Visite specialistiche - Esami diagnostici
Consulenze riabilitative
© RIPRODUZIONE RISERVATA DI ARTICOLI E FOTO
Temi caldi: il Medioriente, lo scandalo della Terra dei fuochi e i venti anni dall’omicidio di Ilaria Alpi Gli appuntamenti in Alta Val Germanasca
Deaglio, don Patriciello e la “voce” del Gabibbo a Torre Margherita Oggero
Annullato l’incontro con Lidia Ravera, i Lou Dalfin ospiti venerdì 1º agosto
TORRE PELLICE - Prosegue la rassegna
Una Torre di Libri che quest’anno registra
un’ancora maggiore partecipazione di pubblico, presente anche agli incontri mattutini e preserali. Un bel segnale che viene
puntualmente colto dagli scrittori ospiti.
GIOVEDÌ 24
Alle 21 in piazza del municipio, al posto
dell’incontro con Lidia Ravera, annullato
per motivi istituzionali, si parlerà di nuovi scenari e narrazioni fra Egitto e Medio Oriente, un viaggio nella letteratura
e nell’attualità attraverso il racconto di
Muhammad Aladdin, giovane scrittore
egiziano. Classe 1979, Aladdin ha all’attivo
cinque romanzi e tre raccolte di racconti.
A dialogare con lui ci sarà Elisa Ferrero,
traduttrice, blogger.
VENERDÌ 25
Alle 21 in piazza dl Municipio si incontrano due grandi giornalisti e scrittori. Enrico
Deaglio, già direttore dei quotidiani “Lotta
continua” e “Reporter” e del settimanale “Diario della settimana”, si confronta con Luca Rastello, direttore di “Narcomafie”, “L’indice” e
“Osservatoriobalcani.org”. Al centro i loro due
ultimi libri, “Indagine sul ventennio” (Feltrinelli, 2014) e “I buoni” (Chiarelettere, 2014), che
hanno in comune l’analisi del nostro paese.
Alle 22, ancora in piazza del Municipio,
Paolo Roversi e Bea Buozzi dialogano con
Alessia Gazzola. Nata a Messina nel 1982,
è medico chirurgo specialista in Medicina
legale. Ha esordito nella narrativa con il romanzo “L’allieva”, che ha fatto conoscere al
pubblico italiano un nuovo personaggio: Alice
Allevi. Il suo ultimo romanzo è “Le ossa della
principessa” (2014). Paolo Roversi è un giornalista e scrittore noir. Bea Buozzi, giornalista e
scrittrice (“Beati e Bannati” e “Chi dice donna
dice tacco”).
SABATO 26
Alle 17 in piazza del Municipio, incontro
con Eugenio Borgna, primario emerito di
Psichiatria dell’ospedale Maggiore di Novara
e docente in Clinica delle malattie nervose
e mentali all’Università di Milano. Le sue
ultime pubblicazioni sono “La fragilità che è
in noi” (Einaudi) e “La dignità ferita” (Feltrinelli), volumi in cui l’esperienza del medico
psichiatra si intreccia con letture e riletture
di capolavori letterari, poetici, testi filosofici.
A dialogare con lui Alberto Corsani e Sabina
Baral, autori di “Di’ al tuo prossimo che non
è solo” (Claudiana), che contiene una lunga
intervista a Eugenio Borgna.
Alle 18 in piazza del Municipio, Valeria
Tron presenta “Leve les yeux”: chiacchierata
musicale fra amici e amiche (tra cui la scrittrice Bruna Peyrot), scandita dalle melodie
del suo ultimo cd.
Alle 21 ancora in piazza del municipio,
Lorenzo Beccati e Luca Crovi (scrittore e
Alessia
Gazzola
a Torre
venerdì 25.
giornalista, già conduttore di “Tutti i colori
del giallo” Radio 2 e autore di “Noir. Istruzioni
per l’uso”) presentano “Pietra è il mio nome”.
Beccati è la voce (e l’inventore) del Gabibbo.
Fulcro della serata il suo ultimo libro, il giallo
storico “Pietra è il mio nome” (Nord 2014).
DOMENICA 27
Alle 11,30 nel prato del tempio valdese,
via Beckwith 5, presentazione del volume
“Celebriamo il risorto” (Claudiana 2014) che
raccoglie e ordina, il materiale musicale cantato nelle Chiese evangeliche italiane.
Con il curatore Carlo Lella, musicista che
dirige il ministero musicale dell’Unione delle
Chiese evangeliche battiste in Italia (Ucebi),
Edouard Kibongui e il coro “Passalacqua gospel choir”.
Alle 17,30, in piazza del Municipio, pomeriggio dedicato a due temi apparentemente
lontani: l’uccisione della giornalista italiana
e del suo operatore in Somalia e la situazione
nelle province di Napoli e Caserta. Interverranno lo scrittore napoletano Maurizio De
Giovanni, Francesco Cavalli fondatore del
Premio Ilaria Alpi, e don Maurizio Patriciello,
prete simbolo della lotta alle lobby dei rifiuti
in Campania.
Maurizio de Giovanni ha scritto nel 2012
per Mondadori “Il metodo del coccodrillo”,
dove fa la sua comparsa l’ispettore Lojacono; nel 2013 esce, per Einaudi “Stile libero”,
“Buio”, e nel 2014 “Giochi criminali”.
Don Maurizio Patriciello, parroco a Caivano, è uno dei volti noti del movimento civile
che chiede con urgenza la bonifica della Terra
dei fuochi. Nel 2014 Rizzoli ha pubblicato
“Non aspettiamo l’apocalisse”. Francesco
Cavalli, scrittore e giornalista, ha da poco
pubblicato il romanzo “La strada di Ilaria”, basato sulla storia di Ilaria Alpi e Milan Hrovatin.
Alla 21,30 al Blancio pubpizzagrill, via Fonte
Blancio 50 a Luserna S. G., proiezione del film
“Biutiful cauntri”, che racconta delle 1.200 discariche abusive di rifiuti tossici in Campania.
Intanto gli organizzatori fanno sapere che
si terrà venerdì 1º agosto il concerto dei “Lou
Dalfin”, mentre prosegue la prevendita dei
biglietti per il concerto dei 99 Posse del 2
agosto (10 euro). Info: www.unatorredilibri.it.
pa. mo.
e gli altri a Pralibro
PRALI - Libri, librai e scrittori in alta montagna. La 12ª
edizione di Pralibro prosegue
venerdì 25 con il terzo appuntamento nella sala del tempio
valdese di Ghigo: dalle 16 alle
17,30, il “Teatro delle ombre”
racconterà la storia delle valli valdesi ai bambini dai 5 ai
14 anni. Alle 21, spettacolo
per tutta la famiglia a cura
dei servizi educativi della
Fondazione Centro culturale
valdese di Torre Pellice.
Sabato 26, alle 18,30, Eleonora Carta presenterà il libro
“La consistenza dell’acqua”
(Newton Editore); con l’autrice sarà presente anche la
scrittrice Margherita Oggero
che, a sua volta, alle 21, introdurrà il suo ultimo lavoro
“Amen. Memoria di Isacco”
(Effatà). Nell’occasione sarà
presentata la collana “Scrittori di scrittura”.
Domenica 27, alle 11,30
(dopo il Culto), incontro con
le autrici Maria Fiorenza e
Maria Varano sul libro “Gustarsi la vita” (Neos Edizioni). Alle 18, “La montagna:
viaggio attraverso le Alpi”
con proiezioni di immagini
a cura di Gianni Ballor. Alle
21, “Dì al tuo prossimo che
non è solo” (Claudiana), incontro con gli autori Sabina
Baral e Alberto Corsani. Con
loro dialogherà Graziella Romano.
Martedì 29, alle 18: “Atti
del Laux” a cura dell’associazione La Valaddo.
Giovedì 31, ancora alle 18,
“Al di là di un sogno” (Alzani), incontro con l’autrice
Ethel Onnis.
A fianco degli incontri
con gli autori, per tutta la
durata della rassegna resta
aperta la libreria a fianco
della sala valdese (aperta
tutti i giorni).
m.mié
PEGORARO A PLOT MACHINE
C’è tempo fino a venerdì 25 per votare il racconto di Luca
Pegoraro, giovane scrittore perosino. Pegoraro ha partecipato al concorso di Rai Radio 1 “Plot Machine” inviando un
suo breve racconto dedicato al tema della radio. Già autore
di un romanzo in formato e-book edito da “Libromania” dal
titolo “Adesso no”, ha frequentato la scuola Holden di Torino
diretta e fondata da Alessandro Baricco.
Il suo racconto breve è stato selezionato dagli autori del
programma radiofonico e letto nel corso della trasmissione
nella mattinata di domenica 20 (a questo link il podcast per
ascoltare la puntata: www.radio1.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-4ff9e15a-c0eb-4488-aef3-13c196890342.html).
Tra i vari racconti selezionati e letti nel corso delle puntate vincerà chi otterrà il maggior numero di like al racconto
pubblicato sulla pagina Facebook del programma.
Per leggere l’opera di Luca Pegoraro e dei suoi colleghi e
dare il proprio voto questo il link della pagina www.facebook.
com/radio1plotmachine.
s.pe.
Lì ha già esposto in tre personali e varie collettive
Sabato e domenica, al rifugio Granero (alta Val Pellice), sarà ricordato Paul Garnier
Brilla anche da Tucci Russo a Torre Pellice
il Praemium Imperiale assegnato a Penone
Cadde guidando gli americani nella neve
C’è un luogo nel Pinerolese, lo Studio per l’arte
contemporanea di Tucci Russo a Torre Pellice,
dove il Praemium Imperiale
è quasi di casa. In questi
giorni lì si brinda con discrezione all’assegnazione
di questo ambitissimo riconoscimento internazionale,
paragonato ad un Nobel
delle arti visive, a Giuseppe
Penone che con la sua arte
frequenta quegli ambienti
da sempre. Come in precedenza si era salutato con
gioia l’analogo attestato a
Mario Merz, Tony Cragg,
Richard Long e Daniel Buren che hanno esposto più
volte le loro opere nella
galleria di via Stamperia.
L’artista cuneese, nato a
Garessio nel 1947, riceverà
il premio il prossimo 15 ottobre dalle mani del principe Hitachi, guida onoraria
della Japan art association
che da 26 anni designa il
vincitore nella scultura ed
in altri ambiti come pittura,
architettura, musica, cinema e teatro.
Penone, uno dei massimi
Giuseppe Penone da Tucci Russo a Torre Pellice,
all’inaugurazione di una sua personale.
interpreti dell’Arte povera,
vive e lavora a Torino, ma
la sua fama è ormai planetaria. Basta citare, nelle
vicinanze, il suo albero
sradicato “In Limine” che
accoglie i visitatori della
Gam nel capoluogo subalpino o le installazioni nei
giardini della Reggia di Venaria per evocarne la poetica, che attinge a piene mani
dalla natura, dal suo ciclo
vitale e dal rapporto non
convenzionale tra uomo e
mondo vegetale.
«È un premio ben arrivato e ben meritato, quello assegnato a Giuseppe Penone
- commenta Antonio Tucci
Russo, dell’omonima galleria di Torre Pellice dove lo
scultore è già stato presente con tre importanti personali e svariate collettive
-. È il giusto riconoscimento
Mostre
FINO A DOMENICA 27
Pragelato: alla Tinber Gallery di Souchères Hautes
in via Albergian, mostra di Antonio Nunziante. La
mostra, a cura di Gianni Bertola e Giulia Bertola.
Orari: mer.-lun. 10-12,30, 16-19
PROSEGUONO
Fenestrelle: al Forte, mostra fotografica di Enrico
Penazzi e Corrado Gamba dedicata alle orchidee (fino
al 3 agosto), e di Beppe Lachello sulle rievocazioni
storiche della provincia di Torino.
Torre Pellice: al Magazzino delle arti, corso Gramsci 46, mostra di Giancarlo Gilli e Massimo Tosco.
Visite su appuntamento al 339 693.0129. Fino al 30
settembre.
Nichelino: alla Palazzina di caccia di Stupinigi, “Piccoli principi”, piazza Principe Amedeo 7. Info: 011
358.1220, www.ordinemauriziano.it. Fino al 30 dicembre. Orario: mar.-ven. 10-17,30 (ultimo ingresso
ore 17); sab. e fest. 10-18,30 (ultimo ingresso ore
18). Lun. chiuso. Ingressi: intero 12 euro, ridotto 8,
gratuito per minori di 6 anni, Abbonamento musei e
accompagnatori disabili.
Pinerolo: nella chiesa di S. Agostino, via Principi
d’Acaja, mostra “Gli spiriti della Natura. La persistenza del sacro dalla preistoria al Medioevo”, a cura
del Cesmap. Orari: sab. e dom. 15,30-18,30. Fino al 31
maggio 2015. Allestimento in biblioteca: lun.-ven. 9-19.
Visite guidate per scuole e gruppi su prenotazione,
tel. 0121 794.382.
Torre Pellice: mostra “Jan Hus nel 1415 e seicento
anni dopo”, curata dal Museo hussita di Tàbor e dalla
Società storica del Museo Jan Hus di Praga, al Centro
culturale valdese fino al 31 agosto (ingresso libero).
Orari: dom. 22, ore 11,30-19,30. Orari: 16-19 tutti i
giorni. Info: 0121 932.179, www.fondazionevaldese.org.
Torre Pellice: Tony Cragg, Paoloni e Robin Rhode
alla galleria Tucci Russo, via Stamperia 9. Orario:
mer.-dom. 10,30-13 e 15-19. Fino al 28 settembre. Info:
0121 953.357, www.tuccirusso.com.
Incontri
GIOVEDI 24
Torre Pellice: alle 21 incontro con lo scrittore egiziano Muhammad Aladdin; a dialogare con lui ci
sarà Elisa Ferrero.
VENERDI 25
Torre Pellice: alle 21 in piazza del Municipio Enrico
Deaglio e Luca Rastello parleranno dei loro due ultimi
libri, “Indagine sul ventennio” (Feltrinelli, 2014) e “I
buoni” (Chiarelettere, 2014). Alle 22, ancora in piazza
del Municipio, Paolo Roversi e Bea Buozzi dialogano
con Alessia Gazzola.
Prali: nella sala del tempio di Ghigo dalle 16 alle 17,30,
il “Teatro delle ombre” la storia delle valli valdesi
presentata ai bambini dai 5 ai 14 anni.
SABATO 26
Prali: alle 18,30 a Pralibro Eleonora Carta presenterà
“La consistenza dell’acqua” (Newton Editore); con
l’autrice sarà presente anche la scrittrice Margherita
Oggero che, a sua volta, alle 21, introdurrà il suo
ultimo lavoro “Amen. Memoria di Isacco” (Effatà).
Torre Pellice: alle 17 in piazza del Municipio, incontro con lo psichiatra e scrittore Eugenio Borgna; a
dialogare con l’autore saranno Alberto Corsani e
Sabina Baral, autori di “Di’ al tuo prossimo che non
è solo” (Claudiana). Alle 18 in piazza del Municipio,
Valeria Tron presenta “Leve les yeux”: chiacchierata
musicale fra amici. Alle 21 Lorenzo Beccati e Luca
Crovi presentano “Pietra è il mio nome”.
DOMENICA 27
Prali: alle 11,30 per Pralibro incontro con le autrici
Maria Fiorenza e Maria Varano sul libro “Gustarsi la
vita” (Neos Edizioni). Alle 18, “La montagna: viaggio
attraverso le Alpi” con proiezioni di immagini a
cura di Gianni Ballor. Alle 21, “Dì al tuo prossimo
che non è solo” (Claudiana), incontro con Sabina
Baral e Alberto Corsani. Con loro dialogherà Graziella Romano.
DOMENICA 27
Torre Pellice: alle 11,30 nel prato del tempio, via
Beckwith 5, presentazione del volume “Celebriamo il
risorto” (Claudiana 2014) con Carlo Lella. Alle 17,30,
in piazza del Municipio, interverranno lo scrittore
napoletano Maurizio De Giovanni, Francesco Cavalli fondatore del Premio Ilaria Alpi, e don Maurizio
Patriciello, prete simbolo della lotta alle lobby dei
rifiuti in Campania.
ad un artista che ha sempre guardato al lavoro con
un’attenzione rara ed una
dedizione assoluta, oltre che
con grande coerenza. Ben
venga quell’attestato anche
per l’immagine dell’Italia e
della sua cultura».
Con la galleria di Torre
Pellice ha sempre mantenuto un rapporto privilegiato.
«Ci conosciamo dal 1969 ed
abbiamo collaborato fin dal
nostro arrivo nella valle,
quando abbiamo aperto lo
studio. Lui è una persona
molto riservata, ed allo stesso tempo molto comunicativa, che nella vita ha portato
le sue origini. Ha una compagna, Dina Carrara, che l’ha
sempre sostenuto; meriterebbe un premio anche lei».
Un rapporto, quello che
lo scultore ha con Tucci
Russo, che va al di là della
stessa attività espositiva:
«Siamo sempre rimasti in
contatto, non solo per l’allestimento delle mostre, ma
anche per parlare di arte in
senso lato e di ciò che gira
attorno a quel mondo».
Tonino Rivolo
Domenica 27
Partigiano di Bobbio, morì 70 anni fa scortando gli alleati dalla Valle del Guil
Aveva appena vent’anni,
Paul Garnier, quando cadde il 10 novembre 1944,
settant’anni fa. Da 13 mesi
combatteva per la libertà
sulle sue montagne, quelle della Val Pellice, con il
nome di battaglia di Pouluc. A Bobbio era nato, l’8
marzo 1924. E a Bobbio diede la vita, quel giorno d’autunno, mettendo a disposizione la propria profonda
conoscenza del territorio
per favorire una missione
alleata incaricata di entrare
in Italia dalla vicina Valle
del Guil.
Garnier, che faceva
parte della 5ª divisione
“S. Toya” di Giustizia e libertà, era membro di un
distaccamento di sciatori:
la sua zona d’azione era
in quota, tra il Granero e
il Boucie, e i contatti con il
comando alleato in Francia
erano frequenti. Non era
certo la prima volta che gli
alleati tentavano di penetrare in territorio italiano:
a novembre, a pianificare
l’azione fu un gruppo di
americani, accompagnati
da un giornalista. Chiesero
la collaborazione dei partigiani e si formò una piccola
pattuglia: oltre a Garnier
c’erano “Paul Pipa” (Paolo Charbonnier), “Gayot”
(Giovanni Gay) e “Gianoutin” (Giovanni Melli). Il
giorno prefissato, tuttavia,
i passi di confine erano coperti di neve fresca: Gar-
WILLY JERVIS
In occasione del 70º
anniversario della morte del partigiano Willy
Jervis sarà edita dalla
Claudiana la seconda edizione del libro “Quando
suonò la campana. Willy
Jervis (1901-1944)”, di Lorenzo Tibaldo, edito per
la prima volta nel 2005 ed
esaurita da tempo. In occasione del 70º saranno
organizzate a Torre Pellice (1º agosto), rifugio
Jervis (3 agosto) e Villar
Pellice (5 agosto) delle
manifestazioni. Sul prossimo numero del giornale
tutto il programma.
Paul Garnier in divisa militare: era stato richiamato prima dell’8 settembre,
ma dopo l’armistizio salì
in montagna per unirsi ai
partigiani.
to in fronte ed era rimasto
sulla neve: aveva indosso
vestiti americani e, anche
per via dei suoi lineamenti
nordici, fu scambiato per
un soldato alleato. Il corpo
fu trasportato a valle e fu
celebrato il funerale: famigliari e amici, ovviamente,
lo riconobbero, ma nessuno disse nulla per evitare
rappresaglie.
Per ricordare il suo sacrificio, l’Anpi di Torre Pellice, il Cai Uget Val Pellice e
il Comune di Bobbio Pellice
organizzano una cerimonia
sabato 26 e domenica 27
luglio, proprio al rifugio
Granero.
Sabato, alle 14, servizio navetta da Villanova
di Bobbio fino a Partia
d’Amount, in fondo alla
Conca del Prà, da dove si
partirà alle 16 (si dovrà
ancora camminare un’ora
e mezza-due ore). Dopo al
cena al rifugio, proiezione
di testimonianze di militari
e partigiani. Domenica, alle
9,30 omaggio alla lapide di
Garnier; alle 11 commemorazione al rifugio. Infine,
aperitivo offerto.
Nell’occasione, il trattamento di mezza pensione al
Granero costa 35 euro. Info:
335 633.1835, 333 814.7757.
Daniele Arghittu
Brevi Cultura
di Miradolo e Piobesi aperti
Estemporanea Castelli
Domenica 27 i “castelli e dimore storiche” aderenti all’iniziativa di Turismo Torino e Provincia aprono le loro porte ai
di pittura
visitatori. Il castello di Piobesi aprirà dalle 14 alle 18,30. Info
www.comune.piobesi.to.it, tel. 011 965.7083. Al Castello di Miradolo alle 15,30 tour guidato delle sale storiche della manica
a Torre
nobile del Castello per osservare gli affreschi settecenteschi.
TORRE PELLICE - Porte
aperte agli artisti, domenica
27 a Torre Pellice, dove si terrà “Estemporanea di pittura”,
una giornata dedicata alla
realizzazione ed esposizione
delle opere. L’appuntamento
è alle 9 al Filatoio (in via Filatoio 10) per la registrazione e
la consegna dei supporti (che
saranno timbrati). Saranno
consentite tutte le tecniche e
i formati e gli artisti potranno
eseguire le loro opere dove
preferiscono nel Comune di
Torre Pellice. Alle 13, pausa pranzo al ristorante “Il
Palazzetto” (circolo Unpli)
all’interno del Filatoio, mentre la consegna delle opere
è prevista per le 16,30. Non
saranno valutate da una giuria vera e propria, ma votate
dagli stessi artisti. Seguirà
una premiazione. La quota
di partecipazione è di 15 euro
(pranzo compreso) e in caso
di maltempo si potrà operare
sotto la struttura coperta del
Filatoio. Le prenotazioni saranno possibili fino a giovedì
24 presso l’Ufficio turistico o
al 340 101.0458 (Revelli) oppure [email protected]
nier e gli altri cercarono di
convincere gli alleati a rimandare, ma invano. I fatti
diedero ragione ai ragazzi
della valle: l’ascesa al Colle Selliere (2.850 m) fu durissima per gli alleati, non
abituati a quelle condizioni
avverse. La zona del rifugio
Granero, per di più, era occupata dai tedeschi. Partigiani e americani tentarono
di passare, approfittando
dell’oscurità della notte e
della tormenta.
«Purtroppo un’improvvisa schiarita fece scorgere le
tracce del gruppo che si vide
costretto ad uno scontro a
fuoco in cui persero la vita
Paolo Garnier e un militare
tedesco - racconta Marco
Fraschia, studioso e presidente del Cai Val Pellice -. I
soldati alleati, forti del loro
stato di militari, si arresero,
mentre i tre partigiani superstiti, uno dei quali, “Gayot”,
ferito ad una gamba, riuscirono a ritirarsi mettendosi
in salvo, malgrado un principio di congelamento, al
rifugio Barbara».
Garnier era stato colpi-
AUGURANDOVI BUONE VACANZE
RICORDIAMO CHE SAREMO CHIUSI
DAL 3 AL 17 AGOSTO
Ingresso parco e castello: 6 euro, ridotto dai 6 ai 14 anni: 3
euro, gratuito da 0 a 6 anni; solo parco: 2 euro.
Franco Riccardi e il concorso letterario
Sullo scorso numero de “L’Eco del Chisone”, nell’articolo
“Tanti aspiranti scrittori e cronisti al Concorso letterario
del Lions Club”, è stato erroneamente riportato il nome
dell’autore del racconto “Il catechismo”. Si tratta di
Franco Riccardi e non Ricciardi.
“Il Barocco nel XXI secolo” a Virle
Dopo il successo ottenuto a maggio a Carignano, la mostra
dalla mostra fotografica “Il Barocco nel XXI secolo: Luci ed
ombre” si replica a Virle Piemonte, nelle sale dell’oratorio
“S. Luigi”, per la Festa patronale di S. Anna, dal 26 al 29
luglio. Le opere sono il frutto del concorso organizzato
dall’associazione “Progetto cultura e turismo” di Carignano. Info tel 338 378.2053, 011 969.3148.
Fenestrelle: Gambarotta al Forte
Sabato 26 il Forte di Fenestrelle ospita Bruno Gambarotta
per il tradizionale incontro con l’autore e attore di teatro,
cabaret e cinema. Il suo ultimo successo editoriale è “Le
ricette di Nefertiti”.
Trana: la poesia di una cena
“La poesia di una cena”: giovedì 24, alle 20,30, all’“Avenue
Restaurant”, in via Roma 56 a Trana, Ermanno Eandi presenta la raccolta di poesie “Quelli che hanno capovolto il
cielo”, Echos Edizioni. La poesia si “fonderà” con la cucina
creativa dello chef Diego Dogliani. Prezzo: 40 euro, che
comprende una copia del libro. Prenotazioni: 380 536.6060.
Ottici - Optometristi
Portici di C.so Torino, 2 - Pinerolo - Tel. 0121 322548

Documenti analoghi