Leggi l`articolo completo

Commenti

Transcript

Leggi l`articolo completo
LIBRI
Vacanza croata con delitto
Turismo responsabile nei Balcani
Giusto per capire, Fulvio Ervas è l’autore di Se ti abbraccio non avere
paura, il romanzo del viaggio di un padre con un figlio autistico, vincitore di premi, libro dell’anno 2012, a lungo dominatore delle classifiche
dei libri più venduti. Prima di questo successo Ervas aveva già scritto
cinque romanzi con protagonista l’ispettore Stucky. Ispettore che ritorna in Si fa presto a dire Adriatico, dove si prende una meritata vacanza
e parte per un campeggio naturista in Croazia. Ma la sorte scombina
i piani e nel campo ci scappa il morto. Restare
indifferenti è impossibile per Stucky che s’infila
nelle indagini, nonostante a investigare ci sia già
un collega croato. Tra ironie, colpi di scena, calamari fritti e polpettine alla menta con yogurt, riferimenti dannunziani e ricordi di guerra balcanica,
Stucky ci fa scorrazzare sul “lato B dell’Adriatico“,
la Croazia che Ervas conosce benissimo.
Il volume è il risultato di un lavoro collettivo che ha coinvolto accanto
all’associazione di promozione sociale Viaggiare i Balcani anche, fra
gli altri, i Tavoli di cooperazione comunitaria trentina, il Cai, la Sat, Slow
Food e Terra Madre. Il risultato è un libro che attraverso descrizioni,
racconti, brani da altri libri, schede e approfondimenti invita al turismo
responsabile nell’Europa sudorientale. Tra testi, foto a colori e proposte di viaggio, sono descritte le curiosità, le cose note e meno note
e alcune ricette di tutti i Paesi dell’“Europa di
mezzo”, tra l’Adriatico e il Mar Nero. In particolare, il capitolo sulla Croazia parla di Zagabria,
del parco del Velebit, dell’Istria e della sua
strada del tartufo, del Gastro Film Festival di
settembre a Peliešac e dei Presidi Slow Food.
Quello sul Montenegro delle Bocche di Cattaro e del prosciutto affumicato di Njeguši.
Si fa presto a dire Adriatico, di Fulvio Ervas, Marcos y Marcos 2013,
325 pagine, 17 euro.
Scoprire i Balcani. Storie, luoghi e itinerari dell’Europa di mezzo,
Cierre edizioni 2013, 260 pagine, 16 euro.
CULINARIA
CULINARIA
ENOLOGIA
NAUTICA
Il mare in tavola
La storia nel piatto
Una terra di vini
Adriatico orientale
Foto a piena pagina e un
centinaio di ricette del
proprietario, nonché pittore
e chef del ristorante Toni di
Zambrattia, a 5 km da Umago
in Istria. I pesci e i frutti di
mare trionfano dagli antipasti
ai piatti principali. Attenzione:
le dosi degli
ingredienti
non sono
in grammi,
ma in dag,
decagrammi.
La cucina non è solo una
questione di fornelli ma è
anche storia, cultura, geografia,
economia e religione. E questo
libro ne è una dimostrazione.
Prima delle tantissime ricette,
100 pagine sono dedicate alle
tradizioni alimentari in Istria,
alle influenze
veneziane, ai riti
gastronomici
dell’entroterra.
Borgo per borgo
tra storie e sapori.
La viticoltura croata regala
gioielli, ricordano nella prefazione
gli autori. Grazie ai loro numerosi
viaggi e a innumerevoli
degustazioni hanno composto
questa guida-racconto dei vini
di Croazia: bianchi, rossi, da
dessert, secondo tradizione e
voglia di futuro. Tra
perlage, retrogusti
e cantine, un libro
prezioso e denso
d’informazioni per
esperti ed enoturisti.
Un portolano della costa
orientale dell’Adriatico, dalla
Slovenia all’Albania: foto, carte
e piani nautici, baie, porti
e ancoraggi. E poi note sui
venti, prezzi per gli ormeggi,
suggerimenti per le visite a
terra, telefoni e siti Internet.
Si tratta di uno
strumento
indispensabile
per chi voglia
visitare questi
Paesi dal mare.
Vini di Croazia, di F. Verni e F.
Vitocco, Edizioni Estemporanee
2014, 142 pagine, 13 euro.
777 porti e ancoraggi. Adriatico
orientale, Edizioni Magnamare
2014, 293 pagine, 42 euro.
La mia cucina di pesce istriana,
di Paolo Paoletić, Taita Press
2013, 243 pagine, 19,90 euro.
La cucina istriana. Storia e
ricette, di Mady Fast, Orme
2013, 302 pagine, 19,50 euro.
GUIDE
GUIDE
GUIDE
GUIDE
La Croazia intera
La costa e le isole
Istria e Quarnaro
E ora Montenegro
Sbrigate le info generali in una
cinquantina di pagine, il grosso
della guida è dedicato ai luoghi:
la capitale Zagabria, l’Istria, la
Dalmazia, Spalato, Dubrovnik e
l’entroterra. Il tutto
si conclude con gli
approfondimenti di
storia e musica, le
letture consigliate
e la lingua.
La carta stradale estraibile copre
l’intera Croazia ma la guida
in sé è tutta imperniata sulla
costa e le isole. Istria, la zona di
Abbazia, Fiume, Zara, Spalato
e Dubrovnik.
Non mancano le
zoomate sul tartufo
e l’olio d’oliva, il
rafting e il trekking
su antichi sentieri.
Sono 15 le proposte per
visitare Istria e Quarnaro con
destinazioni a tema. La Pola
romana; i laghi di Plitvice;
le degustazioni a Motovun
tra tartufi e vino;
shopping, gallerie
d’arte e negozi
d’artigianato a
Rovigno; i grifoni
dell’isola di Cres.
Il Paese è tutto da scoprire e
la nuova guida è lo strumento
giusto. Carta estraibile, 8 pagine
di atlante stradale e poi preziosi
consigli: la baia di Petrovac, il
giardino botanico
di Kolašin, il
borgo di Rose,
le rovine della
fortezza di
Žabljak e altro.
Istria e il Golfo del Quarnero, di
Daniela Schetar, Dumont 2013,
120 pagine, 10 euro.
Montenegro, di Danja Antonović,
Marco Polo 2014, 132 pagine,
10,90 euro.
Croazia, di Jonathan Bousfield,
Feltrinelli Rough Guides 2014,
475 pagine, 24 euro.
72
Suggerimenti per il piacere della scoperta e le guide
per organizzare la vacanza
A cura di Elena Magni
BELL’EUROPA
Croazia. La costa e le isole, di
Dietrich Höllhuber, Dumont
2014, 288 pagine, 17,90 euro.