BANDO FRIM

Commenti

Transcript

BANDO FRIM
REGIONE LOMBARDIA: FRIM – BANDO START UP DI IMPRESA PER
GIOVANI, DONNE E SOGGETTI SVANTAGGIATI – dal 30/05 fino ad
esaurimento fondi
È stato pubblicato dalla Direzione Generale Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione di
Regione Lombardia il bando “Start up d’impresa di giovani (18-35), donne (senza limiti di età) e
soggetti svantaggiati (senza limiti di età) – Fondo di Rotazione per l’ Imprenditorialità (FRIM)”.
Con una dotazione finanziaria di 30.000.000,00 € Regione Lombardia intende favorire la nascita di
nuove imprese attraverso il sostegno, la valorizzazione e l’individualizzazione delle capacità e le
potenzialità imprenditoriali dei soggetti con maggiore rischio occupazionale e di esclusione dal
marcato del lavoro, favorendone il consolidamento e il radicamento sul territorio lombardo;
sostenere e valorizzare il capitale umano e le pari opportunità mediante la creazione di nuove leve
imprenditoriali all’interno di diversi settori presenti sul territorio; ridurre il tasso di mortalità delle
nuove imprese correlato alla carenza dei fattori di conoscenza del tessuto produttivo, di stabilità e di
continuità delle nuove iniziative imprenditoriali.
Beneficiari
Micro e piccole medie imprese che alla data di presentazione della domanda sono in possesso di
uno dei seguenti requisiti in alternativa:
•
•
•
•
essere impresa individuale con titolare giovane, o donna o uomo soggetto svantaggiato
essere impresa familiare (art. 230 bis del c.c.) con titolare giovane o donna o soggetto
svantaggiato
essere società di persone con almeno i due terzi del totale dei componenti costituito da
giovani e/o donne e/o soggetti svantaggiati
essere società di capitali con almeno i due terzi del totale dei componenti costituito da
giovani e/o donne e/o soggetti svantaggiati. Tali soggetti devono detenere, inoltre, almeno i
due terzi delle quote di capitale
Le suddette tipologie di impresa devono inoltre:
•
•
essere iscritte al registro delle imprese da non più di 12 mesi o, esclusivamente per le società
di persone e di capitali, completare l’iscrizione entro e non oltre i 90 gg dalla presentazione
on line della domanda
avere sede operativa in Lombardia (i titolari delle imprese e i 2/3 soci delle imprese
dovranno essere residenti in Lombardia da non meno 5 anni antecedenti dalla data di
presentazione on line della domanda.
Fase preparatoria iniziale
•
•
Predisposizione di un Business Plann con la descrizione dell’idea articolata in tutte le sue
fasi completata da un piano economico e finanziario previsionale di almeno 3 anni
Il contatto con un Istituto di Credito convenzionato con Finlombarda (ente gestore del
provvedimento in oggetto) per concordare la fattibilità del progetto presentando il Business
Plann e la parte di competenza dell’Istituto Bancario pari a l 30% dell’investimento
complessivo
•
•
•
Garanzie mediante fidejussione, personali o di terzi, Confidi
Costituzione di un’impresa, iscrizione in CCIAA, Partita Iva etc, atti notarili
Procedura di profilazione del portale di Regione Lombardia – finanziamenti on line
Il contributo, erogato nella misura massima del 100% dell’investimento ammissibile di cui il 70% a
valere sul Fondo Regionale ad un tasso nominale annuo d’interesse pari allo 0,50% e il restante
30% quale quota Intermediari bancari e finanziari convenzionati, sarà concesso nei limiti previsti
dal regolamento (CE) n.1998/2006 (regime “de minimis”).
Spese ammissibili (al netto di IVA)
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
costi per adeguamenti tecnici ed impiantistici dell’immobile sede dell’attività nel limite
massimo del 30% del programma di investimento ammissibile
acquisto di beni strumentali nuovi di fabbrica finalizzati all’avvio dell’attività quali
attrezzature, macchinari, impianti specifici (es. impianti per telelavoro), arredi
costi di avvio attività in Franchising (fee di ingresso). Tali costi non potranno superare il
60% dei costi totali dell’investimento ammissibile
spese progettazione e realizzazione di un sito aziendale
affitto dei locali sede dell’iniziativa per il primo anno di attività e sino ad un importo
massimo del 20% dell’investimento ammissibile
acquisto di automezzi nuovi di fabbrica e strettamente necessari allo svolgimento del ciclo
produttivo (sono esclusi mezzi per l’esercizio di attività di autotrasporto merci c/to terzi)
acquisto di attività preesistente nel limite dell’80% del programma d’investimento
acquisto di attività preesistente condotta da impresa familiare fino al 100% del programma
di investimento (l’impresa familiare acquisita deve risultare in attività da almeno 5 anni alla
data di presentazione on line della domanda)
licenze di sfruttamento economico, brevetti industriali, licenze di software
costi sostenuti per garanzie nel limite massimo del 3% del programma di investimento
ammissibile
spese generali in misura forfettaria nel limite massimo del 5% del programma di
investimento ammissibile
Oggetto e forma dell’agevolazione
A copertura delle spese ammissibili sarà concesso un co-finanziamento agevolato a pertire da un
minimo di 15.000,00 euro fino ad un massimo di:
•
•
40.000,00 euro per le spese individuali con titolare giovane, donna o soggetto svantaggiato e
per le imprese familiari con titolare giovane, donna o soggetto svantaggiato
200.000,00 euro per le società di persone e di capitale con almeno i due terzi del totale dei
componenti costituito da giovani e/o donne e/o soggetti svantaggiati
Le domande di finanziamento dovranno essere presentate obbligatoriamente ed
esclusivamente in forma telematica, a partire dalle ore 9.30 di lunedì 30 maggio 2011.