puLVERIT: A cOMpAnY ThAT SETS nO LIMITS Pulverit: un`azienda

Commenti

Transcript

puLVERIT: A cOMpAnY ThAT SETS nO LIMITS Pulverit: un`azienda
PULVERIT: A COMPANY THAT SETS NO LIMITS
Pulverit: un’azienda che non si pone limiti
Alessia Venturi
1 - Andrea Perelli the sales
manager of Pulverit
1 - Andrea Perelli direttore
commerciale Pulverit
1
P
ulverit has been making powder
coatings since 1973. In recent years it
has systematically reinforced its market position by
investing in two elements that have contributed to
the company’s success right from the outset: quality
and service. 2009 was an especially important year
for the Milanese company, which was one of few to
close its books with a positive balance-sheet.
Currently it finds itself in a propitious period, one
of huge expansion: from the start of the year the
commercial results are in line with those of 2008 and
the company is aware that it can, and should, grow
more. “I think there is no end to the improvement
process – said Andrea Perelli (fig. 1), who has been
firmly at the helm of the commercial structure of the
company since January – we intend to fully exploit our
partnership with the holding company Alcea, which
produces liquid coatings, in order to penetrate those
markets precluded to us until now, for example the
earth moving machinery and agricultural machinery
sector”.
At the same time as a reorganisation of the sales forces
in Italy, Pulverit continues to carry through a wellconstructed programme for expansion onto foreign
markets, not only with the opening of sales offices,
but also with actual production units: the Polish
premises, located in Tychy and with a production
capacity that has recently doubled of about 4,500 tons,
12 N.4 - 2010 JULY/luglio - international PAINT&COATING magazine
P
ulverit produce vernici in polvere dal 1973.
Negli ultimi anni ha sistematicamente
rinforzato la propria posizione sul mercato
puntando su due elementi che ne hanno
determinato il successo fin dalle origini: qualità e
servizio. Il 2009 è stato un anno particolarmente
importante per l’azienda milanese, fra le poche
a chiudere i bilanci in positivo. Attualmente
si trova in un momento propizio, di grande
espansione: dall’inizio dell’anno i risultati
commerciali sono in linea con quelli del 2008 e
l’azienda è consapevole di poter, e dover, ancora
crescere. “Penso non ci sia mai fine al processo di
miglioramento – afferma Andrea Perelli (fig. 1),
da gennaio saldamente alle redini della struttura
commerciale dell’azienda – la nostra intenzione
è quella di sfruttare al massimo la sinergia con
la capogruppo Alcea, che produce vernici liquide,
per penetrare in quei mercati a noi preclusi fino
a oggi, ad esempio il settore delle macchine
movimento terra e delle macchine agricole”.
Parallelamente a una riorganizzazione della forza
vendita in Italia, Pulverit continua ad attuare
un programma articolato di espansione sui
mercati esteri, non solo con l’apertura di sedi
commerciali, ma con vere e proprie unità produttive:
la sede polacca, situata a Tychy e con una capacità
produttiva, recentemente raddoppiata, di ca. 4.500 t,
HIGHLIGHT OF THE MONTH
and the new Brazilian factory, arising from the
51% acquisition of the local FinanTintas, now
Pulverit do Brasil, which has a production capacity
of 3,000 tons and growing, make the Milanese
company a true Italian multinational.
If the Brazilian production site will produce
powders only for the Brazilian market, Europe
remains the commercial focus of Pulverit, in
particular the German, Polish, Spanish and Greek
markets as well as the Nordic countries.
The German commercial office, which opened
last year, is expanding a lot, and to highlight
a strong presence on the German market it
successfully participated at the third edition
of Paint Expo (fig. 2), which was held last
April at the Karlsruhe trade fair centre.
e la nuova realtà brasiliana, nata dall’acquisizione
del 51% della locale FinanTintas, ora Pulverit do
Brasil, che ha una capacità produttiva di 3.000 t
in crescita, rendono l’azienda milanese una vera e
propria multinazionale di matrice italiana.
Se la sede brasiliana produrrà polveri destinate
al solo mercato brasiliano, l’Europa resta il focus
commerciale di Pulverit, in particolare il mercato
tedesco, polacco, spagnolo, greco e quelli dei
Paesi nordici.
La sede commerciale tedesca, nata lo scorso
anno, è in forte espansione e per sottolineare
una presenza decisa sul mercato tedesco ha
partecipato con successo alla terza edizione di
Paint Expo (fig. 2), che si è tenuta lo scorso aprile
presso il centro fieristico di Karlsruhe.
2
2 - The Pulverit stand at
Paint Expo 2010
2 - Lo stand Pulverit a
PaintExpo 2010
international PAINT&COATING magazine - JULY/luglio 2010 - N. 4
13
PULVERIT: A COMPANY THAT SETS NO LIMITS
Pulverit: un’azienda che non si pone limiti
“We intend to maintain a strong identity and a
strong presence in Italy, but we also intend to
become strong on European markets – stressed
Perelli – we are investing heavily in Germany,
Poland, a country where we are a leading
presence after the multinationals, Rumania and
France, where we are present through the local
Alcea office.
We are on the Spanish market with niche
products, but we also have plans for this market
that is surely feeling the effects of the global
crisis, but we think that it still has much more
commercial potential for those, like us, who are
willing to invest.
The Milanese company is not just focusing
on commercial and production expansion
(currently the Italian and Polish sites together
have a potential capacity of about 12 thousand
tons a year): research, the development
3 - A marble effect powder
finish
3 - Una finitura a polvere
effetto marmo
4 - The metallised matt
products are among the
company’s top ones
4 - Fra i prodotti di punta
dell’azienda ci sono i
metallizzati opachi
3
4
14 N.4 - 2010 JULY/luglio - international PAINT&COATING magazine
“La nostra volontà è di mantenere una forte
identità e una forte presenza in Italia ma di
diventare anche forti sui mercati europei –
sottolinea Perelli – puntiamo decisamente
su Germania, Polonia, nazione dove siamo
i leader dopo le multinazionali, Romania e
Francia dove siamo presenti attraverso la sede
locale di Alcea. Sul mercato spagnolo siamo
presenti con prodotti di nicchia, ma abbiamo
progetti in cantiere anche per questo mercato
che sicuramente sta ancora soffrendo la crisi
globale ma che crediamo possa esprimere
ancora molte potenzialità commerciali per
chi, come noi, è aperto ad investire”. L’azienda
milanese non si concentra solo sull’espansione
commerciale e produttiva (attualmente
le sedi italiana e polacca raggiungono
congiuntamente una capacità potenziale di
circa 12 mila t/anno): la ricerca, lo sviluppo di
of new products, and improved quality are constant
factors. There are numerous partnerships with
universities and research bodies, including the
Polytechnic of Milan, with which Pulverit has
developed the Nanover project (see the section Zoom
on events).
Among the top products of this company, whose
reference sector is aluminium profiles for the building
industry, are the special effect finishes conceived
and developed to meet the design requirements of
architects and at the same time to provide excellent
and long-lasting technical performances (figs. 34, previous page - 5, next page). Recently it has
developed high temperature products, and powder
coatings that reduce bacteria.
“The crisis that caused the black-out of the markets
from September 2008 - explained Perelli - brought
with it a natural selection in the Italian manufacturing
sector: today they are the most qualified companies
in applying powders and I think it is difficult to go back
to the sales levels of 2007”.
nuovi prodotti, la crescita qualitativa sono delle
costanti operative.
Numerose le collaborazioni con università ed enti di
ricerca, primo fra tutti il Politecnico di Milano, con cui
Pulverit ha portato avanti il progetto Nanover
(vedi sez. Zoom on events).
Fra i prodotti di punta di questa azienda, il cui settore
di riferimento è quello del profilato d’alluminio per
architettura, vi sono le finiture ad effetto speciale
nate e sviluppate per soddisfare le esigenze di
progettazione degli architetti ma nel contempo offrire
eccellenti performance tecniche e di durata (figg. 3 - 4,
pagina precedente - 5, pagina successiva).
Recente è lo sviluppo di prodotti ad alta temperatura,
e di vernici in polvere a riduzione batterica. “La crisi
che ha causato il black-out dei mercati a partire dal
settembre 2008 – spiega Perelli – ha portato con sé
una selezione naturale nel settore manifatturiero
italiano: oggi sono le aziende più qualificate ad
applicare le polveri e ritengo che difficilmente si
tornerà ai livelli di vendita raggiunti nel 2007”.
PULVERIT: A COMPANY THAT SETS NO LIMITS
Pulverit: un’azienda che non si pone limiti
5 - Iridescent powders
are widely used in
architecture
5 - Le polveri iridescenti
sono ampiamente
utilizzate in architettura
5
At the same time we have witnessed, and are
still witnessing, large-scale movements in the
powder production sector, with mergers and
acquisitions that are reducing the number of
companies.
We are witnessing what I define as a “return to
the origins”. From a technical viewpoint, we are
seeing growth dictated by the performance of
the powders, which are becoming increasingly
competitive with liquid coatings, nibbling away
market shares.
However, I think that the main liquid-powder
conversion has already happened, and that
was some years ago; indeed, the financial crisis
has forced some companies to remain tied
to liquids. The sectors that could convert to
powders, like the wood sector, are waiting for
further advances in powder technologies”.
“I feel that behind the giants of the global
market – concluded Perelli – there is ample
room for a company that is dynamic in terms of
the quality and the service it provides.
Our philosophy is based on the utmost
cooperation, with clients and with companies
in the group, we fully believe in partnerships
and in the importance of working with satisfied
people. I can confidently say that in coming
years we will continue to improve and to
dedicate even more energy to research in the
powder coatings sector, without setting any
geographical or qualitative limits”.
16 N.4 - 2010 JULY/luglio - international PAINT&COATING magazine
Nello stesso tempo abbiamo assistito, e ancora
stiamo assistendo, a movimenti tellurici di
grande portata nel settore della produzione
di polveri, con fusioni e acquisizioni che ne
riducono il numero.
Assistiamo a quello che io definisco un
“ritorno alle origini”. Dal punto di vista
tecnico, assistiamo a una crescita decisa delle
performance delle polveri, che entrano sempre
di più in concorrenza con le vernici liquide,
rosicchiando quote di mercato.
Credo, però, che, il grosso della conversione
liquido-polveri è già stato fatto negli anni
passati; anzi la crisi finanziaria ha spinto alcune
aziende a rimanere legate alle liquide.
I settori che potrebbero convertirsi alle polveri,
come quello del legno, attendono un ulteriore
sviluppo della tecnologia a polveri”.
“Ritengo che dietro ai colossi del mercato
mondiale – conclude Perelli – ci sia ampio spazio
per un’azienda che sa essere dinamica in termini
di qualità e che offre un servizio.
La nostra filosofia si basa sulla massima
cooperazione, con i clienti e con le aziende
del gruppo, crediamo molto nella sinergia
e nell’importanza di lavorare con persone
soddisfatte. Mi sento di affermare che negli anni
a venire continueremo a migliorare e a dedicare
sempre più energia alla ricerca nel settore delle
vernici in polvere, senza porci limiti né geografici
né qualitativi”.