Carta dei Servizi Sociali

Transcript

Carta dei Servizi Sociali
Comune di Sezze
Provincia di Latina
CARTA DEI SERVIZI SOCIALI
INDICE
Pag.
4
Presentazione
Che cos’è la Carta dei Servizi
5
I principi fonamentali
6
Servizi socio – assistenziali
8
Servizi alla persona anziana
 Assistenza domiciliare
 Soggiorni estivi per anziani
8
8
10
Servizi alla persona diversamente abile
 Accesso ai seggi privi di barriere architettoniche
 Assistenza alunni diversamente abili
 Assistenza domiciliare integrata
 Inserimenti propedeutici lavorativi per disagiati
psichici (L.R. 1/2000)
 Soggiorni marini non residenziali per ragazzi
diversamente abili
 Soggiorni marini residenziali per ragazzi
diversamente abili
 Trasporto malati
 Trasporto alunni diversamente abili
 Trasporto non deambulanti
11
11
12
13
15
Servizi alla famiglia – minori
 Tutela minori
 Assistenza domiciliare educativa
 Asili nido
 Certificazione a domicilio
 Colonie marine
 Inserimenti lavorativi
 Sportello famiglia
 Trasporto scuolabus
22
22
26
28
30
31
32
33
35
2
16
17
18
19
20
Servizi ai cittadini stranieri
 Progetto Karibu
 Corsi lingua e cultura italiana per stranieri
37
37
38
Contributi erogati
40
40
42
44
46
49
51
52
 Assegno di maternità
 Assegno nuclei familiari
 Assegni di studio
 Bonus sociale energia elettrica
 Bonus sociale gas
 Buoni mensa
 Contributo ragazze nubili per figli nati al di fuori
del matrimonio
 Comodato d’uso dei libri di testo a favore degli
alunni residenti nel Lazio
 Contributi abbattimento barriere architettoniche
 Contributo a favore del rientro dei Setini nel
mondo
 Contributi per il servizio trasporto studenti con
disabilità
 Emergenza abitativa
 Iniziative di abbattimento dei costi dei servizi per
le famiglie con numero di figli pari o superiore a
quattro
 Legge ex Enaoli (orfani di lavoratori)
 Reddito minimo garantito
 Sostegno alla locazione
 Sostegno con interventi economici o voucher
 Tessera trasporto agevolato
 Trasporti gratuiti per gli under 25 residenti nel
Lazio
Indirizzi utili
 Centri di Assistenza Fiscale (CAF)
Strutture socio – assistenziali
 Centro Sociale “U. Calabresi”
 Centro Sociale Sezze Scalo
 Centro Socio – Educativo Diurno “C.Tamantini”
3
54
56
59
61
63
64
66
68
70
73
74
76
78
78
79
79
81
82
Presentazione
Il livello di civiltà di una comunità si evince dalla capacità di
rispondere al meglio alle esigenze delle fasce più deboli della
popolazione.
La pubblicazione di questa prima edizione della Carta dei Servizi
ha lo scopo di far conoscere ai cittadini i servizi cui possono
accedere. Siamo di fronte ad una molteplicità di attività ed
interventi promossi sistematicamente dal Comune di Sezze, in
risposta ai bisogni di persone anziane, diversamente abili,
famiglie, minori e stranieri, attraverso il prezioso contibuto degli
operatori sociali.
La Regione Lazio, l’Ente Comunale, direttamente o tramite il
Distretto dei Monti Lepini, attraverso il Piano di Zona, investono
notevoli risorse in favore dei servizi sociali, al fine di migliorare la
qualità del servizio stesso.
Il documento nasce dalla volontà di accrescere la trasparenza
dell’attività della pubblica amministrazione.
Ci auguriamo sia un altro strumento per riuscire a garantire alla
nostra città un’assistenza pubblica sempre più efficace ed
accogliente.
L’Assessore ai Servizi Sociali
Umberto Marchionne
Il Sindaco
Andrea Campoli
4
Che cos’è la Carta dei Servizi
La Carta dei Servizi definisce in modo chiaro le modalità di
accesso ai servizi, la qualità minima garantita, la possibilità di
presentare reclami.
E’ lo strumento attraverso il quale il Comune dichiara
concretamente gli impegni assunti con i cittadini.
Vi sono sanciti i principi a cui si uniformano i Servizi.
Riporta tutte le informazioni su quanto è necessario sapere per
utilizzare al meglio i Servizi offerti.
Indica quali sono i possibili percorsi d’azione in caso di
inadempienza a fronte di quanto definito nella Carta stessa.
Per il cittadino, la Carta è la garanzia scritta per poter “esigere” le
prestazioni dei servizi con la qualità dichiarata.
La Carta attribuisce al cittadino un potere di controllo diretto sulla
pubblica amministrazione.
Per il cittadino è uno strumento di garanzia, trasparenza ed
imparzialità.
5
Principi fondamentali
Comunicazione e trasparenza
I cittadini, di fronte ad un bisogno o un disagio sociale,
devono sapere dove andare e a chi rivolgersi; il cittadino
deve conoscere quali sono le “porte d’accesso ai servizi”.
Pertanto il Comune deve diffondere l’informazione sulle
procedure, sui servizi e sulla loro modalità di erogazione
in modo trasparente, semplice, capillare, completo ed
aggiornato con cortesia, educazione, rispetto e
disponibilità da parte di tutti gli operatori.
Il Comune deve fare il massimo sforzo per sviluppare la
capacità di ascolto dei bisogni del cittadino, che deve
avere l’opportunità di esprimersi nelle forme che gli sono
più congeniali.
Uguaglianza
A parità di esigenze, i servizi devono essere forniti in
modo uguale a tutti gli utenti, senza distinzioni di razza,
sesso, nazionalità, religione ed opinione politica.
Equità
Gli operatori sono impegnati a svolgere la loro attività in
modo imparziale, obiettivo e neutrale nei confronti di tutti
gli utenti.
Rispetto della persona
L’attenzione deve essere centrata sulla persona nel pieno
rispetto della sua dignità, qualunque siano le sue
condizioni fisiche o mentali, culturali o sociali, con rispetto
e disponibilità da parte di tutti gli operatori.
Continuità
Significa che il servizio deve essere erogato in modo
regolare e continuativo, compatibilmente con le risorse ed
i vincoli.
6
Efficienza ed efficacia
Le risorse disponibili devono essere impiegate nel modo
più razionale ed oculato al fine di produrre i massimi
risultati possibili in termini di benessere degli utenti e di
gratificazione del personale.
Personalizzazione
Il Comune deve modellare l’erogazione dei servizi in
rapporto alle esigenze del singolo, in relazione al suo
stato di minore, disabile o anziano, assicurando il diritto
della persona ad una scelta libera e consapevole.
Partecipazione
Il Comune promuove il coinvolgimento degli utenti
curando l’informazione sui servizi, sulle procedure di
accesso, sulle modalità di erogazione e la partecipazione
alla verifica della qualità erogata.
7
Servizi socio – assistenziali
SERVIZI ALLA PERSONA ANZIANA
Assistenza Domiciliare
Che cos’è?
Il servizio è disciplinato dal “Regolamento del Servizio di
Assistenza Domiciliare”, approvato con delibera del Consiglio
Comunale n. 6 dell’11 febbraio 2004.
Esso prevede i seguenti interventi:
servizio di compagnia;
cura della persona;
cura dell'ambiente;
telesoccorso;
disbrigo pratiche.
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono gli ultra sessantenni residenti nel
territorio comunale.
Come fare?
E' necessario presentare domanda presso il Servizio Sociale del
Comune di Sezze, allegando alla stessa:
carta d’identità;
certificato medico;
attestazione ISEE;
stato di famiglia.
verbale di invalidità (per chi ne è in possesso).
E' prevista la partecipazione economica al servizio laddove
l'attestazione ISEE certifichi un reddito equivalente alle fasce
previste dal regolamento.
I moduli per la domanda possono essere ritirati presso i Servizi
Sociali comunali.
8
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Luisa Bruno
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
9
Soggiorni estivi per anziani
Che cos’è?
Il Comune concorre con i suoi uffici all’organizzazione di
soggiorni estivi per anziani. Contribuisce economicamente
all’iniziativa anche con l’onere del trasporto.
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono gli anziani residenti nel territorio
comunale.
Come fare?
Contattare il Segretariato Sociale
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail [email protected]
Referente: Luisa Bruno
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
10
Servizi socio – assistenziali
SERVIZI ALLA PERSONA DIVERSAMENTE ABILE
Accesso ai seggi privi di barriere architettoniche
Che cos’è?
L’Ente, per garantire il diritto di voto, mette a disposizione dei
cittadini con difficoltà di deambulazione o non vedenti, il servizio
di trasporto ai seggi con automezzo comunale appositamente
attrezzato.
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono i cittadini con difficoltà di
deambulazione o non vedenti.
Come fare?
Rivolgersi ai Servizi Sociali.
Tel. 0773-889806/07
Referenti: Giovanni Di Trapano; Leopoldo Pietrocarlo
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
11
Assistenza alunni diversamente abili
Che cos’è?
Il servizio viene erogato di concerto con l'Istituzione Scolastica
per programmare il percorso formativo dello studente, al fine di
garantire pari opportunità di inserimento scolastico agli alunni
diversamente abili.
(Normative di riferimento: Legge Quadro 104/92 e Decreto
Legislativo 112/98).
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono gli alunni diversamente abili.
Come fare?
La ASL e gli Istituti Accreditati segnalano al Servizio Sociale gli
alunni che necessitano di assistenza educativa comunale
scolastica.
I genitori che ritengono opportuno accettare il servizio devono
presentare domanda presso il Servizio Sociale, allegando alla
stessa la diagnosi funzionale dell'alunno al fine di programmare il
lavoro scolastico da svolgere nel corso dell'anno.
Dove?
Servizi Sociali
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Assistente Sociale Dott.ssa M. A. Lentisco
12
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Assistenza domiciliare integrata
Che cos’è?
Il Comune di Sezze, per evitare l'istituzionalizzazione della
persona diversamente abile, eroga il servizio di assistenza
domiciliare, integrandosi con il Servizio Sanitario (CAD).
Gli interventi previsti sono:
cura della persona;
cura dell'ambiente;
disbrigo pratiche.
(Normativa di riferimento: Legge Quadro 328/2000).
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono tutti i cittadini che necessitano di
assistenza.
Come fare?
Presentare domanda presso il Servizio Sociale del Comune di
Sezze, allegando alla stessa:
certificato medico;
stato di famiglia.
13
Nella richiesta è necessario inserire anche l'integrazione sanitaria
dell'assistenza.
Dove?
Segretariato Sociale
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Luisa Bruno
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
14
Inserimenti propedeutici lavorativi per disagiati psichici
(Legge Regionale 1/2000)
Che cos’è?
E’ uno strumento riabilitativo e di reinserimento sociale rivolto ai
pazienti seguiti dal C.S.M. (Centro Salute Mentale) che hanno
una diagnosi certificata.
(Normativa di riferimento: Legge Regionale 1/2000).
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono i pazienti seguiti dal C.S.M.
Come fare?
Il C.S.M., al fine di attuare una terapia riabilitativa per i propri
pazienti, predispone in accordo con la ASL, il Comune ed il
Privato Sociale, un tirocinio lavorativo della durata di un anno,
rinnovabile per altri dodici mesi.
Dove?
Servizi Sociali
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Assistente Sociale Dott.ssa M. A. Lentisco
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
15
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Soggiorni marini non residenziali per ragazzi diversamente
abili
Che cos’è?
E’ rivolto ai ragazzi di età compresa tra i 14 ed i 29 anni. Viene
stimata un’utenza di 10 unità. Il servizio prevede che gli utenti
vengano accompagnati dalle proprie abitazioni al mare, presso
l’arenile di proprietà comunale allo scopo attrezzato mediante un
contratto con uno stabilimento balneare contiguo, con operatori e
mezzi specializzati messi a disposizione dal Comune.
Chi ne ha diritto?
Possono iscriversi i ragazzi di età compresa tra i 14 ed 1 29 anni.
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali
Tel. 0773-889807
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Leopoldo Pietrocarlo
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
16
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Soggiorni marini residenziali per ragazzi diversamente abili
Che cos’è?
Il servizio è rivolto ai ragazzi di età compresa tra i 14 ed i 29 anni.
Viene stimata un’utenza di 10 unità. I ragazzi soggiornano presso
un residence italiano per un breve periodo. Il soggiorno è
assistito da sponsor. Non è prevista una quota di iscrizione.
Chi ne ha diritto?
Possono iscriversi i ragazzi di età compresa tra i 14 ed i 29 anni.
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali
Tel. 0773-889807
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Leopoldo Pietrocarlo
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
17
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Trasporto malati
Che cos’è?
Il Comune di Sezze, verificate le condizioni di impossibilità,
eroga il servizio di trasporto malati per raggiungere il luogo della
terapia.
Chi ne ha diritto?
I cittadini residenti nel territorio comunale che sono impossibilitati
a raggiungere, autonomamente, il luogo della terapia.
Come fare?
Presentare domanda al Sindaco del Comune di Sezze,
rivolgendosi al Servizio Sociale Professionale.
Tel. 0773-889809
Dove?
Servizio Sociale Professionale
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
18
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Trasporto alunni diversamente abili
Che cos’è?
Il servizio viene erogato per garantire pari opportunità di
inserimento scolastico agli alunni diversamente abili.
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono gli studenti diversamente abili.
Come fare?
Presentare domanda ai Servizi Sociali
Tel. 0773-888571
Referente: Assistente Sociale Dott.ssa M. A. Lentisco
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
19
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Trasporto non deambulanti
Che cos’è?
Il Comune di Sezze, verificate le condizioni di impossibilità, eroga
in via eccezionale il servizio di trasporto alla persona disabile.
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono i cittadini diversamente abili.
Come fare?
Presentare domanda al Sindaco del Comune di Sezze,
rivolgendosi al Segretariato Sociale.
Tel. 0773-888571
Referente: Luisa Bruno
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
20
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
21
Servizi socio – assistenziali
SERVIZI ALLA FAMIGLIA - MINORI
Tutela Minori
Che cos’è?
Il Servizio Sociale Area Minori svolge due funzioni principali
strettamente integrate fra loro:
Funzioni di assistenza, di sostegno e di aiuto nella
genitorialità ai minori ed alle famiglie;
Funzioni relative alla vigilanza, protezione e tutela dei
minori di fronte a difficoltà e carenze nella gestione del
ruolo genitoriale, che devono essere attivate in presenza
di fattori di rischio evolutivo del minore (Convenzione
ONU sui Diritti dell’Infanzia; art.23 - art.9 L 184/83,
modificata nella legge 149/2001; art 13 T.U. ONMI-DPR
616) anche in assenza di una richiesta diretta della
famiglia.
Queste due principali competenze e funzioni del servizio sociale,
che tecnicamente vengono definite "di aiuto e di controllo", non si
svolgono su binari separati, ma vengono esercitate in maniera
integrata in quanto l'indirizzo al quale devono attenersi è quello di
tendere a sostenere la famiglia, così come garantito dalla
Costituzione Italiana. Laddove si verifichi l’incapacità
dell’individuo di vivere nella famiglia di origine, il servizio attua
processi di cambiamento per favorire la responsabilizzazione dei
genitori, rimuovere, per quanto possibile, le cause del disagio in
modo tale da svolgere adeguatamente i propri compiti al fine di
garantire al minore il diritto di crescere serenamente nella propria
famiglia.
22
In base a tali funzioni vengono poi definite diverse aree di
intervento specifiche:
* Interventi di assistenza alle famiglie e ai minori e di
sostegno alla genitorialità.
Lo Sportello Famiglia pone in essere tutti quegli interventi di
carattere assistenziale, educativo, di aiuto e di sostegno, richiesti
direttamente dalle famiglie, che hanno l'obiettivo di favorire il
diritto del minore di vivere e crescere nella propria famiglia
d'origine, quali:
consulenza psico-sociale di sostegno alla genitorialità;
interventi socio - educativi individuali;
consulenza per interventi di inserimento di minori nei
contesti educativi presenti nel territorio;
consulenza e orientamento all'uso delle risorse e
all'accesso ai servizi;
* Interventi di vigilanza e protezione dei minori.
Nella nostra realtà il Servizio Sociale può venire a conoscenza,
attraverso segnalazioni di altri soggetti (scuole, servizi sanitari,
volontariato, corpo di polizia locale, vicinato, ecc...), che un
minore potrebbe trovarsi in una situazione di sofferenza o di
rischio evolutivo. Altre volte è la Magistratura minorile che invia al
servizio sociale la richiesta di verificare le condizioni di vita e
familiari di un minore che presenta segnali di disagio. Di fronte a
tali segnalazioni da qualsiasi parte arrivino, gli operatori psicosociali, attraverso un lavoro di rete, si attivano per una verifica
della situazione segnalata e per formulare un progetto di
intervento a tutela del minore.
*
Inserimento in comunità educative residenziali.
L'inserimento in comunità viene attuato dal Servizio Sociale, in
presenza di un provvedimento del Tribunale dei Minori di
collocamento extra - familiare, quando la situazione familiare
risulta altamente pregiudizievole per la crescita del minore e non
sia possibile altro intervento che allontanare il minore dal proprio
nucleo familiare.
23
Il collocamento in comunità residenziale a volte è temporaneo in
attesa di definire un progetto che possa prevedere o il rientro
nella famiglia d'origine o il collocamento in affido familiare o in
caso di abbandono, l'adozione.
* Affido familiare di minori.
Nell'ambito dell'affido il Servizio Sociale opera, su diversi livelli,
accompagnando sia la famiglia affidataria che il bambino con la
sua famiglia d'origine in tutto il percorso dell'affido, mediante un
lavoro di rete con le politiche sociali della Provincia di Latina.
Tale percorso si articola in diversi azioni:
interventi di promozione e reperimento delle famiglie
affidatarie;
sostegno e affiancamento alla famiglia d'origine;
sostegno e affiancamento alla famiglia affidataria;
sostegno e affiancamento del bambino o dell'adolescente
in affido.
* Interventi connessi all'adozione (GIL Adozione – Gruppo
Intervento Unito).
Il Servizio Sociale svolge gli interventi previsti per legge (L.
184/83, modificata in L.149/2001) per le coppie che intendono
adottare un bambino italiano o straniero e presentare la domanda
di adozione al Tribunale dei Minori.
Il percorso adottivo è articolato in fasi successive e prevede che il
servizio svolga le seguenti attività:
informazione sulla legislazione e sui principali aspetti
dell'esperienza adottiva;
preparazione
delle
coppie
attraverso
corsi
propedeutici all'adozione;
indagine socio-psicologica svolta da assistente sociale
e psicologa durante la quale viene effettuata una
valutazione psico-sociale sulla idoneità genitoriale
della coppia aspirate l'adozione;
vigilanza e sostegno durante il primo anno di ingresso
del bambino nella nuova famiglia.
24
* Interventi connessi alla separazione.
Nei confronti della problematica inerente la separazione
coniugale il servizio opera su richiesta dell’Autorità Giudiziaria nei
casi di separazione conflittuale di genitori che non riescono a
trovare un accordo sull'affidamento dei figli all'uno o all'altro
genitore. Anche il Giudice tutelare, che svolge funzione di
vigilanza sui figli dei genitori separati, può richiedere l'intervento
del servizio di fronte a conflitti tra genitori già separati.
Gli operatori hanno il compito di svolgere una indagine psicosociale sui genitori, sul minore e sulla relazione genitori-figlio. Al
termine dell'indagine gli operatori inviano una relazione contente
una valutazione psico-sociale della situazione familiare al giudice
che l'ha richiesta per gli interventi di competenza.
*
Interventi relativi a procedure ed accertamenti dell'autorità
minorile.
Vengono qui comprese le attività svolte dal servizio su richiesta
del Tribunale per i minorenni: matrimonio di minori, interruzione
volontaria di gravidanza di minori, tutela di minori stranieri "non
accompagnati" (arrivati in Italia senza reti parentali).
Chi ne ha diritto?
Tutti i minori compresi nella fascia d’età tra 0 e 18 anni e le loro
rispettive famiglie.
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]e.sezze.lt.it
Referente: Assistente Sociale Dott.ssa M. A. Lentisco
25
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Assistenza domiciliare educativa
Che cos’è?
L’Assistenza Domiciliare Educativa (A.D.E) è un servizio rivolto
alle famiglie con disagio multiproblematico.
E' finalizzato alla prevenzione del disagio minorile e si pone
l’obiettivo principale di mantenere il minore nel proprio ambiente
familiare e sociale, offrendo alla famiglia un supporto
temporaneo. Attraverso la promozione di processi di
autonomizzazione del nucleo preso in carico, la ricerca delle
risorse interne ad esso e presenti sul territorio e la loro
organizzazione, l’A.D.E. intende favorire il rafforzamento delle
figure genitoriali ed il miglioramento della qualità delle relazioni.
Chi ne ha diritto?
I destinatari del
multiproblematico.
servizio
sono
26
famiglie
con
disagio
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referenti: Dott.ssa M. A. Lentisco - Dott.ssa Laura Marteddu
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
27
Asili nido
Che cos’è?
Il Comune di Sezze eroga contributi a sostegno della retta per la
frequenza di asili nido convenzionati.
L’Ente intende promuovere il sostegno alle famiglie, favorire
l'armonico sviluppo della personalità infantile e rimuovere gli
impedimenti all’accesso della donna nel mondo del lavoro ovvero
alleviare la condizione della donna lavoratrice fornendo un
efficace servizio di assistenza psicopedagogica.
Chi ne ha diritto?
I destinatari dell’agevolazione sono:
i bambini che abbiano ambedue o l’unico genitore
occupati;
i bambini figli di ragazze madri occupate;
i bambini figli di genitori separati o legalmente
divorziati affidati a genitore occupato.
I contributi sono determinati nel seguente modo:
35% delle rette per redditi del nucleo familiare inferiori
ad € 6.000,00;
30% delle rette per redditi del nucleo familiare inferiori
ad € 12.000,00;
20% delle rette per redditi del nucleo familiare inferiori
ad € 18.00,00;
15% delle rette per redditi del nucleo familiare inferiori
ad € 24.000,00.
Il reddito è dimostrato con il modello ISEE.
28
Elenco asili nido accreditati:
I Monelli (Via Roccagorga, 25)
Retta mensile praticata: € 320,00
Il Trenino dei Piccoli (Via Vercelli, 11)
Retta mensile praticata: € 340,00
Come fare?
Per beneficiare del contributo il genitore dovrà presentare:
domanda di contributo;
ricevuta di iscrizione all’asilo nido;
modello ISEE.
Dove?
Servizi Sociali
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Giovanni Di Trapano
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
29
Certificazione a domicilio
Che cos’è?
Il servizio assicura le seguenti certificazioni a domicilio a tutte
quelle persone che, invalidate, non possono recarsi presso la
Sede Comunale:
autentica firma;
dichiarazioni personali;
rilascio della carta d’identità.
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono tutte le persone invalidate.
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail [email protected]
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
30
Colonie marine
Che cos’è?
I soggiorni marini non residenziali sono rivolti a minori di età non
superiore ad anni 15. Viene stimata un’utenza di 100 unità. Il
servizio prevede che i bambini vengano accompagnati, tramite gli
scuolabus comunali, dalle proprie abitazioni al mare presso
l’arenile di proprietà comunale allo scopo attrezzato mediante un
contratto con uno stabilimento balneare contiguo. E’ prevista una
quota di iscrizione.
Chi ne ha diritto?
Possono iscriversi i bambini di età compresa dai 6 ai 15 anni.
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali Comune di Sezze
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Le iscrizione si effettuano presso l'Ufficio Informagiovani
Referente: Carla Orlandi
Dove?
Ufficio Informagiovani
Piazza Margherita
Tel. 0773-803935/889170
31
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Inserimenti lavorativi
Che cos’è?
È uno strumento di reinserimento sociale dei cittadini che, a
causa di pregresse difficoltà di qualsiasi natura, sono stati esclusi
dall’attività sociale.
(Normativa di riferimento: Legge Quadro 328/2000).
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono persone svantaggiate socialmente.
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Assistente Sociale Dott.ssa M. A. Lentisco
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
32
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Sportello famiglia
Che cos’è?
Lo Sportello Famiglia pone in essere tutti quegli interventi richiesti
direttamente dalle famiglie, di carattere assistenziale, educativo,
di aiuto e di sostegno, che hanno l'obiettivo di favorire il diritto del
minore di vivere e crescere nella propria famiglia d'origine, quali:
consulenza psico-sociale di sostegno alla genitorialità;
interventi socio-educativi individuali;
consulenza per interventi di inserimento di minori nei
contesti educativi presenti nel territorio;
consulenza e orientamento all'uso delle risorse e
all'accesso ai servizi.
Chi ne ha diritto?
Il servizio è rivolto a tutti i cittadini del Comune di Sezze che ne
fanno richiesta, sia personalmente o che vengano segnalati dai
Servizi Territoriali.
33
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali del Comune di Sezze
Tel. 0773-801805
Referenti: Dott.ssa Marianna Totani (psicologa) - Dott.ssa Chiara
Cicala (assistente sociale)
Dove?
Presso il Consultorio di Sezze, sito all'interno dell'Ospedale "S.
Carlo" (piano terra), Via S. Bartolomeo - 04018 Sezze.
Quando?
Orari di apertura al pubblico
giovedì 10.00-18.00
Info e prenotazioni
giovedì 10.00-18.00
34
Trasporto scuolabus
Che cos’è?
Il servizio di scuolabus è rivolto ai minori che frequentano le
scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di primo grado.
Le aree servite sono: Sezze Centro, Suso (zone gestite
direttamente dal Comune di Sezze), la campagna setina ed il
quartiere di Crocevecchia (zone gestite dalla Società S.P.L.
S.p.A.).
Chi ne ha diritto?
Il servizio è rivolto ai minori che frequentano le scuole
dell'infanzia, primarie e secondarie di primo grado.
Come fare?
Contattare il Servizio Pubblica Istruzione
Tel. 0773.889805
E-mail. [email protected]
Referente: Vincenzo Morazzano
Presso suddetto ufficio sarà rilasciato l'abbonamento pari al costo
di 170,00 euro annuo, pagabile in un unica soluzione oppure in
tre rate:
prima rata di 80,00 euro entro il 16 ottobre;
seconda rata di 45,00 euro entro il 31 gennaio;
terza rata di 45,00 euro entro il 15 marzo.
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
35
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
36
Servizi socio – assistenziali
SERVIZI AI CITTADINI STRANIERI
Progetto Karibu
Che cos’è?
Il "Progetto Karibu", avviato nel 2001, è finanziato con il Fondo
Sociale
Europeo
e
dal
Ministero
dell'Interno.
E' rivolto a donne sole o con figli richiedenti asilo o bisognose di
protezione umanitaria.
Le azioni fondamentali che lo caratterizzano sono:
accoglienza;
integrazione (formazione, ricerca casa e lavoro);
rimpatrio volontario, qualora se ne verificasse la
necessità.
Il progetto è affidato alla Cooperativa Sociale Karibu in qualità di
ente gestore.
Chi ne ha diritto?
I destinatari del progetto sono gli stranieri provenienti da Paesi
Terzi, segnalati dal Ministero dell'Interno.
Come fare?
Contattare lo Sportello Integrato per l'Immigrazione
Tel. 0773-803935/889170
Responsabile del progetto territoriale: Dott.ssa Anna Castrucci
Referente sportello: Carla Orlandi
Dove?
Piazza Margherita - 04018 Sezze
37
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Corsi di lingua e cultura italiana per stranieri
Che cos’è?
Il corso di lingua e cultura italiana permanente è rivolto alla
popolazione straniera presente sul territorio comunale e fornisce
le conoscenze di base per l'apprendimento funzionale della
lingua italiana.
Chi ne ha diritto?
Il servizio è rivolto a tutta la popolazione straniera presente sul
territorio comunale.
Come fare?
Contattare:
Sportello Integrato per l'Immigrazione
Tel. 0773-803935/889170
Responsabile del progetto territoriale: Dott.ssa Anna Castrucci
Referente sportello: Carla Orlandi
38
Cooperativa Sociale Karibu
Tel. 0773- 889654
Referente: Dott.ssa Marie Therese Mukamitsindo
Dove?
Ufficio Informagiovani
Piazza Margherita - 04018, Sezze
Cooperativa Sociale Karibu
Via Roma - 04018, Sezze
Quando?
Ufficio Informagiovani
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00/martedì e giovedì 15.30-17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Cooperativa Sociale Karibu
dal lunedì al venerdì 09.00 - 18.00
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 09.00 – 18.00
39
CONTRIBUTI EROGATI
Assegno di maternità
Che cos’è?
La Legge prevede l'erogazione di un contributo alle madri che
non hanno un trattamento di maternità, o che beneficiano di
forme di tutela parziali e il cui nucleo familiare risulti in possesso
di risorse economiche non superiori ai valori dell'Indicatore della
Situazione Economica (ISE) pari a:
€ 28.033,71 annui per nuclei con due componenti;
€ 32.222,66 annui per nuclei con tre componenti;
€ 38.989,42 annui per nuclei con quattro componenti;
€ 45.111,72 annui per nuclei con cinque componenti;
€ 50.589,58 annui per nuclei con sei componenti.
(Tali parametri vengono aggiornati ogni anno).
L'attestazione ISE viene rilasciata dal CAF.
Chi ne ha diritto?
Hanno diritto al contributo:
la madre cittadina italiana residente in Italia al momento
del parto;
la madre comunitaria o extra comunitaria in possesso
della carta di soggiorno;
la madre che ha adottato o avuto in affidamento
preadottivo un minore.
Entità degli assegni concessi.
Dal 1° gennaio 2009 l'importo dell'assegno è di € 1545,55 (pari a
€ 309,11 per 5 mensilità). Tale importo viene adeguato ogni anno
in base all’aggiornamento ISTAT.
Alle madri che beneficiano di forme di tutela parziali, inferiori
all'importo del contributo, può essere concesso un assegno pari
40
alla differenza tra l'indennità percepita e l'importo del contributo
stesso.
Come fare?
La domanda deve essere presentata entro 6 mesi dalla data del
parto o dall’ingresso in famiglia del minore.
Per informazioni rivolgersi ai Servizi Sociali.
Tel. 0773-889807
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Leopoldo Pietrocarlo
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
41
Assegno nuclei familiari
Che cos’è?
La Legge 448/1998 art.65 e il decreto del Ministero per la
solidarietà sociale 452/2000 prevedono l'erogazione di assegni
per nuclei familiari numerosi in possesso di risorse economiche
non superiori ai valori dell'Indicatore della Situazione Economica
(ISE).
Chi ne ha diritto?
Hanno diritto al contributo i nuclei familiari composti da cittadini
italiani e comunitari residenti, con tre o più figli di età inferiore ai
18 anni e in possesso dell'Indicatore della Situazione Economica
(ISE) pari a:
€ 21.576,28 annui per nuclei familiari con quattro
componenti;
€ 23.200,30 annui per nuclei familiari con cinque
componenti;
€ 25.984,34 annui per nuclei familiari con sei componenti;
€ 29.000,38 annui per nuclei familiari con sette
componenti;
€ 31.784,41 annui per nuclei familiari con otto
componenti.
(Tali parametri vengono aggiornati ogni anno).
L'attestazione ISE viene rilasciata dal CAF.
Entita' degli assegni concessi: fino ad un importo di € 128,89
mensili per 13 mensilità (tot. € 1.675,57) per l'anno 2009 (tale
importo viene adeguato ogni anno in base all’aggiornamento
ISTAT).
42
Come fare?
Il termine della presentazione della domanda è il 31 gennaio
dell'anno successivo a quello per cui è richiesto il contributo.
La domanda può essere presentata ogni anno, sempre che
sussistano le condizioni richieste (risorse economiche ridotte ed
almeno tre figli minori).
Per informazioni rivolgersi ai Servizi Sociali.
Tel. 0773-889807
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Leopoldo Pietrocarlo
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
43
Assegno di studio
Che cos’è?
Il Comune di Sezze, in attuazione della DGR 465 del 26.06.2009
e L.R. 24.12.2008 n. 31- art. 57, concede assegni di studio a
favore degli alunni residenti nel Lazio, nell’ambito delle politiche
mirate a garantire la fruizione del diritto allo studio e valorizzare il
merito in favore delle famiglie meno abbienti.
Chi ne ha diritto?
Possono accedere al contributo gli studenti, residenti nella
Regione Lazio, il cui nucleo familiare abbia un indicatore della
Situazione Economica Equivalente (ISEE) non superiore ad Euro
15.000,00.
Gli assegni di studio, di durata annuale e di importo di Euro
500,00, saranno conferiti agli studenti che, nell’anno scolastico
2009-2010 si iscrivono:
al primo anno di scuola secondaria di secondo grado
statale o paritaria e che hanno conseguito, nell’anno
scolastico 2009-2010, il diploma di scuola secondaria di
primo grado con una votazione di almeno 7/10;
al terzo anno di scuola secondaria di secondo grado
statale o paritaria, avendo conseguito la promozione con
una media di almeno 7/10;
al quarto anno di scuola secondaria di secondo grado
statale o paritaria, provenienti dai percorsi triennali
dell’istruzione e formazione professionale validi per
l’obbligo scolastico, che nel primo trimestre/quadrimestre
del suddetto quarto anno abbiano conseguito una
votazione media di almeno 7/10.
44
Come fare?
I richiedenti in possesso dei requisiti suddetti, possono
presentare domanda di concessione dell’assegno di studio legato
al
merito
scolastico
al
Comune
di
Sezze.
I modelli di domanda, idonei per ciascun studente avente i
requisiti richiesti, possono essere ritirati presso il Comune di
Sezze (Servizio Pubblica Istruzione) oppure presso le istituzioni
scolastiche:
Le domande devono essere corredate da:
attestazione I.S.E.E. del nucleo familiare (reddito relativo
all’anno 2009);
fotocopia della pagella.
Lo studente può utilizzare l’assegno di studio per spese
riconducibili alla piena fruizione del diritto allo studio:
libri;
materiali didattici, anche in formato elettronico;
abbigliamento previsto per le attività di educazione fisica;
gite scolastiche e viaggi di istruzione.
La spesa non va rendicontata ma è vincolata alla tipologia di
spesa suddetta come da impegno dichiarata nella domanda
presentata.
Dove?
Servizio Pubblica Istruzione
Tel. 0773-889805
E-mail. [email protected]
Referente: Vincenzo Morazzano
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
45
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Bonus sociale energia elettrica
Che cos’è?
Il Bonus Sociale è un’agevolazione introdotta dal Decreto
28/12/2007 per sostenere la spesa elettrica delle famiglie in
condizione di disagio economico e delle famiglie presso le quali
vive un soggetto in gravi condizioni di salute.
Chi ne ha diritto?
Sono beneficiari del servizio tutti i cittadini italiani e stranieri in
possesso dei seguenti requisiti:
1. DISAGIO ECONOMICO - con un reddito annuo uguale o
inferiore a 7.500,00 euro ISEE, oppure a 20.000,00 euro
ISEE per le famiglie con 4 o più figli a carico;
2. e/o DISAGIO FISICO, con uno dei componenti il nucleo
familiare in gravi condizioni di salute tali da richiedere
l’utilizzo delle apparecchiature elettromedicali necessarie
per la loro esistenza in vita.
Come fare?
Recarsi presso i Servizi Sociali del Comune di Sezze e richiedere
i seguenti moduli da compilare e sottoscrivere:
MODULO Abis - “Istanza per l’ammissione al regime di
compensazione per la fornitura di energia elettrica Disagio Economico”;
e/o MODULO B - “Istanza per l’ammissione al regime di
compensazione per la fornitura di energia elettrica Disagio Fisico”.
46
In allegato all’apposita modulistica,
presentare i seguenti documenti:
i
cittadini
dovranno
ATTESTAZIONE ISEE dell’anno precedente, in caso di
disagio economico;
MODULO C - “Dichiarazione Sostitutiva di Atto di
Notorietà”;
CERTIFICAZIONE ASL o MODULO D (“Dichiarazione
sostitutiva della certificazione ASL”), in caso di disagio
fisico;
MODULO E (“Dichiarazione sostitutiva della certificazione
dei figli a carico”) in caso di disagio economico per le
famiglie numerose;
Copia del DOCUMENTO DI IDENTITÀ (e, nel caso di
presentazione tramite delega, del documento di
riconoscimento del delegato).
N.B. Al momento della presentazione della domanda presso il
Comune di residenza, insieme alla modulistica e agli allegati è
necessario che i cittadini siano muniti di una bolletta
elettrica, con l'indicazione del codice POD. Il POD è il numero di
14 caratteri che si trova nella prima pagina della bolletta e che
identifica il punto di prelievo dell'energia elettrica delle famiglie.
Al cittadino che avrà presentato la documentazione prevista, il
Comune rilascerà l’Attestazione di Presentazione della
Domanda di Agevolazione, confermando che i dati saranno
trasmessi al proprio Ente di Distribuzione Energetica e che
l’agevolazione sarà applicata direttamente in bolletta, al massimo
entro 60 giorni dalla data di disponibilità della richiesta per
l’impresa di distribuzione.
Il Cittadino potrà verificare direttamente sul Portale Bonus
Energia lo stato di avanzamento della domanda, cliccando sul
banner del menù di sinistra "Accesso al sistema - Controlla
online la tua pratica". Per accedere alla sezione e verificare
online lo stato di valutazione della richiesta presentata, i Cittadini
devono essere muniti di un codice identificativo rilasciato dal
Comune al momento della presentazione della domanda.
Secondo quanto stabilito dal Decreto, ogni nucleo familiare può
richiedere l’agevolazione per una sola fornitura energetica. Il
47
Bonus a favore delle Famiglie in condizione di disagio economico
ha validità 12 mesi. Il Bonus a favore delle Famiglie in condizione
di disagio fisico non ha termini di validità e sarà applicato senza
interruzioni fino a quando sussisterà la necessità di utilizzare
apparecchiature domestiche elettromedicali. I Bonus per disagio
economico e disagio fisico sono cumulabili qualora ricorrano i
rispettivi requisiti di ammissibilità.
Dove?
Servizi Sociali
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-889806
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Giovanni Di Trapano
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
48
Bonus gas
Che cos’è?
Il Bonus Sociale per la compensazione della spesa per la
fornitura di gas naturale è un’agevolazione introdotta a sostegno
dei consumatori più bisognosi. L’autorità per l’energia elettrica ed
il gas, con deliberazione del 6 luglio 2009 ARG/Gas 88/09, come
modificata dalla deliberazione ARG/ Gas 144709, ha esteso il
diritto alla compensazione della spesa anche per la fornitura di
gas naturale.
Chi ne ha diritto?
Possono accedere al “Bonus Gas”, per la fornitura nell’abitazione
di residenza, i clienti domestici con indicatore ISEE non superiore
a € 7.500,00, nonché le famiglie numerose (quattro o più figli a
carico) con ISEE non superiore a € 20.000,00.
Il valore del bonus sarà differenziato:
per zona climatica;
per tipologia di utilizzo;
per numerosità di persone residenti nella medesima
abitazione.
Come fare?
Rivolgersi ai Servizi Sociali.
Informazioni e modulistica possono essere anche consultati sul
sito internet www.autorità.energia.it.
49
Dove?
Servizi Sociali
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-889806
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Giovanni Di Trapano
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
50
Buoni mensa
Che cos’è?
Il servizio di refezione scolastica è gestito dalla società Servizi
Pubblici Locali (S.P.L. Sezze S.p.A).
Chi ne ha diritto?
I bambini iscritti alle scuole dell’infanzia primaria, che prevedono
il servizio di refezione scolastica.
Il costo del blocchetto mensa è pari a € 40,00.
Sono previste riduzioni su tale importo in base all’Indicatore della
Situazione Economica Equivalente (ISEE).
Tariffe servizio refezione scolastica
ISEE
Costo blocchetto mensa
(n° 20 tagliandi)
da €. 0 a €. 1.807,00
da €. 1807,01 a €. 4.131,66
da €. 4.131,67 a €. 5.164,57
oltre € 5.164.57
€. 20.00
€. 28.00
€. 36.00
€. 40.00
* Le famiglie di bambini che presentano allergie alimentari
dovranno presentare certificato medico. In questo caso al minore
sarà somministrato un pasto adeguato alle proprie esigenze.
Come fare?
E’ possibile iscrivere i bambini al servizio di refezione scolastica e
acquistare i relativi blocchetti mensa presso gli uffici dell'azienda.
I moduli di iscrizione sono reperibili anche dal sito web
(www.splsezzespa.it).
51
Dove?
S.P.L. Sezze S.p.A.
Via Umberto I- 04018 Sezze
Tel/ Fax 0773 - 889643
E-mail. [email protected]
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 09.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.00
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 12.00 - 13.30
Contributo ragazze nubili per figli nati al di fuori del
matrimonio.
Che cos’è?
Si tratta di un intervento economico per minori nati fuori dal
matrimonio, riconosciuti solo dalla madre. Il sussidio decorre dal
primo giorno della nascita se l’istanza è presentata entro il 90°
giorno di vita del minore o dal giorno di immatricolazione se
l’istanza è presentata posteriormente al suddetto periodo. Il
sussidio cessa di essere erogato al compimento del 18° anno di
età del minore. L’istanza deve essere prodotta entro il 9° anno di
vita del minore. Se si contrae matrimonio non si può più usufruire
del contributo.
52
Chi ne ha diritto?
I soggetti che possono usufruire dell’assistenza sono le madri
naturali del minore il cui stato civile risulti essere nubile. Il minore
deve essere iscritto nello stato di famiglia della madre.
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Dott.ssa M. A. Lentisco
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
53
Comodato d’uso dei libri di testo a favore degli alunni
residenti nel Lazio.
Che cos’è?
Il Comune di Sezze, in attuazione della DGR 465 del 26.06.2009
e L.R. 24.12.2008 n. 31- art. 57, procede al comodato d’uso dei
libri di testo a favore degli alunni residenti nel Lazio, nell’ambito
delle politiche in favore delle famiglie meno abbienti.
Chi ne ha diritto?
Possono presentare domanda solo le Istituzioni Scolastiche,
statali e paritarie, secondarie di primo grado e le Istituzioni
Scolastiche, statali e paritarie, secondarie di secondo grado
limitatamente ai primi e secondi anni.
Come fare?
I soggetti richiedenti in possesso dei requisiti richiesti, possono
presentare domanda per il comodato d’uso dei libri di testo al
Comune di Sezze.
Il modello di domanda può essere ritirato presso il Comune di
Sezze (Servizio Pubblica Istruzione).
Il Dirigente Scolastico, sentiti gli organi collegiali, manifesterà in
prima istanza la volontà di attivare il comodato d’uso dei libri di
testo inviando il modello debitamente compilato e firmato,
tenendo conto che ciascuna scuola potrà fare richiesta di
finanziamento seguendo la procedura di calcolo sotto indicata:
per la scuola secondaria di primo grado: Euro 170,00 x
7% del numero complessivo di alunni frequentanti le tre
classi;
per la scuola secondaria di secondo grado: Euro 170,00 x
7% del numero complessivo di alunni frequentanti il primo
ed il secondo anno.
Le Istituzioni Scolastiche che faranno richiesta di finanziamento
dovranno successivamente formulare un progetto di attivazione
54
del comodato d’uso e, nell’ambito della loro autonomia didattica
ed organizzativa, si doteranno di una specifica regolamentazione
relativa alle procedure di utilizzo del comodato d’uso dei testi
scolastici. Oltre ai libri di testo le scuole potranno acquistare
dizionari, manuali, atlanti per gli studenti destinatari del
comodato.
I Consigli di Classe dovranno impegnarsi a non cambiare, per
almeno un triennio nella secondaria di primo grado e un biennio
nella secondaria di secondo grado, i testi acquistati con il
comodato.
I Dirigenti Scolastici delle scuole aderenti all’iniziativa si
adopereranno, nel caso sia possibile, ad anticipare le somme
richieste al Comune o prevederanno modalità di rimborso alle
famiglie che hanno anticipato l’acquisto di testi e manuali.
I libri dovranno essere acquistati direttamente dalle scuole
attraverso accordi con gli editori o le librerie. Le scuole saranno
tenute a documentare gli acquisti effettuati al Comune di Sezze,
affinché questo possa rendicontare alla Regione Lazio le spese
sostenute.
La documentazione di spesa dovrà essere conservata in originale
presso le Scuole per rendere possibili eventuali controlli da parte
dell’Amministrazione Comunale o Regionale.
La rendicontazione che dovranno effettuare le scuole al fine di
dimostrare la spesa sostenuta, dovrà essere trasmessa al
Comune di Sezze (Servizio Pubblica Istruzione).
Dove?
Servizio Pubblica Istruzione
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-889805
E-mail. [email protected]
Referente: Vincenzo Morazzano
55
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Contributi abbattimento barriere architettoniche (Legge
Regionale n. 16 del 12/07/2007)
Che cos’è?
La Legge 13 del 1989, come è noto, ha introdotto la possibilità di
richiedere contributi per l'eliminazione di barriere architettoniche
negli edifici privati.
Chi ne ha diritto?
Hanno diritto a presentare le domande di contributo:
i disabili con menomazioni o limitazioni funzionali
permanenti di carattere motorio e i non vedenti;
coloro i quali abbiano a carico persone con disabilità
permanente;
i condomini ove risiedano le suddette categorie di
beneficiari;
i centri o gli istituti residenziali per i loro immobili destinati
all'assistenza di persone con disabilità.
Si ricorda che i disabili in possesso di una certificazione
attestante una invalidità totale con difficoltà di deambulazione
hanno diritto di precedenza nell'assegnazione dei contributi.
Va precisato che le domande di contributo sono ammesse solo
56
per interventi finalizzati all'eliminazione di barriere architettoniche
e sono concedibili per interventi su immobili privati già esistenti
ove risiedono disabili con menomazioni o limitazioni funzionali
permanenti e su immobili adibiti a centri o istituti residenziali per
l'assistenza ai disabili. I comuni possono accertare che le
domande non si riferiscano ad opere già esistenti o in corso di
esecuzione.
Come fare?
La domanda deve essere presentata :
al Sindaco del comune in cui è sito l'immobile;
in carta da bollo;
entro il 1° marzo di ogni anno;
dal disabile (o da chi ne esercita la tutela o la potestà) per
l'immobile nel quale egli ha la residenza abituale e per
opere volte a rimuove gli ostacoli alla sua mobilità.
Cosa deve essere allegato alla domanda
L'istanza deve contenere la descrizione anche sommaria delle
opere e della spesa prevista. Non è necessario un preventivo
analitico né la provenienza dello stesso da parte di un tecnico o
esperto, anche se per opere di una certa entità è consigliabile
ricorre ad un progettista.
Alla domanda devono essere allegati il certificato medico e una
autocertificazione.
Il certificato medico, in carta semplice, può essere redatto e
sottoscritto da qualsiasi medico, e deve attestare l'handicap del
richiedente, precisando da quali patologie dipende e quali
obiettive difficoltà alla mobilità ne discendano, con specificazione,
ove occorre, che l'handicap consiste in una menomazione o
limitazione funzionale permanente.
57
Dove?
Servizi Sociali
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-889807
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Leopoldo Pietrocarlo
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
58
Contributo a favore del rientro dei Setini nel mondo
Che cos’è?
La Regione Lazio, con la L. R. n. 23 del 31 Luglio 2003,
interviene, nell’ambito delle proprie competenze e nei limiti
stabiliti dalla Costituzione in relazione all’attività in campo
internazionale, a favore dei lavoratori laziali emigrati residenti
all’estero e dei loro familiari per il superamento delle difficoltà
inerenti al lavoro ed alle condizioni di vita, anche con iniziative
finalizzate a sviluppare relazioni economiche e a valorizzare le
professionalità degli stessi lavoratori, nonché per sostenere e
rafforzare la loro identità etnica e rinsaldarne il legame con la
terra d’origine.
La Regione interviene, altresì, a favore dei lavoratori emigrati che
intendano rientrare definitivamente nel Lazio, agevolandone il
reinserimento sociale e produttivo.
Chi ne ha diritto?
Gli emigrati destinatari degli interventi previsti nella presente
legge sono:
a) i cittadini di origine laziale, per nascita o residenza, che si
trovino
stabilmente
all’estero
per
motivi di
lavoro;
b) i cittadini che, rientrati definitivamente in Italia da non più di tre
anni, dopo aver maturato un periodo di permanenza all’estero per
motivi di lavoro, non inferiore a due anni, abbiano fissato la
propria
residenza
in
un
comune
del
Lazio;
c) i figli ed il coniuge, anche superstite, nonché, se cittadini
italiani, i parenti dei soggetti di cui alle lettere a) e b), entro il terzo
grado, se in linea retta, entro il primo grado, se collaterali.
Requisiti
La permanenza all’estero deve risultare da certificazione delle
autorità consolari o da documentazione equipollente di autorità
dello stato straniero oppure di organismi od enti previdenziali
stranieri o italiani.
59
Qualora gli emigrati rientrino in Italia a causa d’infortunio o
malattia professionale gravemente invalidanti, ovvero per il
verificarsi di eventi socio-politici tali da determinare pericolo o
pregiudizio per la loro permanenza nei paesi d’immigrazione, si
prescinde dal requisito della permanenza all’estero per almeno
due anni.
Non rientrano tra i destinatari degli interventi previsti nella
presente legge: i dipendenti di enti pubblici e organismi
internazionali o di ditte e imprese italiane distaccati o inviati in
missione presso uffici, cantieri o fabbriche all’estero.
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali Comune di Sezze
Tel. 0773-889807
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Leopoldo Pietrocarlo
Dove?
Servizi Sociali
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
60
Contributi servizio trasporto studenti con disabilità
Che cos’è?
La Provincia di Latina si propone di garantire il servizio di
trasporto scolastico agli studenti con disabilità che frequentano gli
istituti superiori del territorio provinciale, attraverso l'erogazione di
un contributo economico ai Comuni che svolgono il servizio
suddetto.
Laddove tale intervento non venga realizzato, il contributo sarà
erogato direttamente alle famiglie che ne fanno richiesta.
Chi ne ha diritto?
Il servizio è rivolto agli studenti con disabilità che frequentano gli
istituti
superiori
della
provincia
di
Latina.
La Provincia di Latina, al fine di favorire una piena e puntuale
evoluzione nel raggiungimento dell'autonomia della persona con
disabilità, assicura il rimborso delle spese sostenute per
l'abbonamento mensile ai mezzi pubblici di trasporto che
consentano di raggiungere l'istituto scolastico superiore
frequentato, durante tutto l'anno scolastico di riferimento, a tutti
coloro che risultano essere in grado di fruire autonomamente dei
servizi pubblici e che ne facciano richiesta.
Come fare?
Le famiglie dovranno presentare la richiesta ai Servizi Sociali,
allegando la seguente documentazione:
certificato rilasciato dalla Commissione Medica della ASL,
ai sensi dell'art. 4 della legge 104/92;
attestazione I.S.E.E. del nucleo familiare dell'anno
precedente a quello di richiesta.
Il contributo sarà erogato in due tranche:
61
la prima, pari al 50% della somma, a seguito di
presentazione del certificato di frequenza relativo alla
prima parte dell'anno scolastico;
la seconda, pari al restante 50% del contributo, entro 90
giorni dalla presentazione del certificato di frequenza dello
studente a conclusione dell'anno scolastico.
Dove?
Servizi Sociali
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-889806
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Giovanni Di Trapano
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
62
Emergenza abitativa
Che cos’è?
L'Ente Comunale eroga un sostegno economico a favore di
nuclei familiari residenti a Sezze, che si trovano in una situazione
di emergenza abitativa, per il pagamento del canone di locazione
pari al 50% , il cui canone mensile è pari o inferiore a 400,00 euro
per sei mesi (escluso Enel, gas, acqua e qualunque altra utenza).
Il contributo può essere erogato anticipatamente, quale forma di
garanzia per i locatori, tramite l'economato comunale, al fine di
facilitare il reperimento delle abitazioni per quelle situazioni
familiari, debitamente conosciute ed accertate dai competenti
servizi e i cui redditi annui non siano superiori a 10.716,68 euro.
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono nuclei familiari, residenti nel
Comune di Sezze, che vivono in situazione di disagio-emergenza
abitativa.
Come fare?
Presentare domanda presso i Servizi Sociali
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referenti: Dott.ssa M.A. Lentisco; Luisa Bruno
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
63
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Iniziative di abbattimento dei costi dei servizi per le famiglie
con numero di figli pari o superiore a quattro (D.G.R.
945/2008).
Che cos’è?
La Regione Lazio, con deliberazione della Giunta Regionale n.
945/2008, ha approvato i criteri e le modalità per l’erogazione e
l’utilizzo dei contributi per la sperimentazione delle iniziative di
abbattimento dei costi dei servizi per le famiglie con numero di
figli minori pari o superiori a quattro.
Chi ne ha diritto?
Possono accedere al contributo i soggetti residenti nel territorio
del Lazio in possesso dei seguenti requisiti:
essere membri di un nucleo familiare, ai sensi del DPR
del 30 maggio 1989 n.223 con almeno quattro figli minori
alla data della presentazione della domanda;
possedere un indicatore della situazione economica
equivalente al nucle familiare (ISEE) uguale o inferiore ad
euro 40.000,00, determinato ai sensi del decreto
legislativo 31.03.1998 n. 109 e successive modificazioni.
Per avere l’attestazione ISEE, le famiglie potranno
rivolgersi ai Centri di Assistenza Fiscale.
64
Tutti i membri del nucleo familiare devono essere residenti da
almeno tre anni nel territorio regionale, ottenuti anche sommando
il periodo di residenza in più comuni del Lazio.
Come fare?
I termini per l’espletamento delle procedure per il conseguimento
del contributo vengono fissati dalla Regione Lazio annualmente.
Gli interessati possono presentare domanda presso il Servizio
Sociale Professionale.
Dove?
Servizio Sociale Professionale
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-889809
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Dott.ssa Laura Marteddu
Quando?
Orari di apertura al pubblico
lunedì, martedì e venerdì 10.00 - 12.00
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
65
Legge ex Enaoli (orfani di lavoratori)
Che cos’è?
Il servizio è rivolto al sostegno economico dei minori orfani di
lavoratori a condizione che il genitore defunto abbia versato
almeno un contributo per l'assicurazione previdenziale
obbligatoria (es. Inps – Inail – Artigianato - Commercio-Coltivatori
diretti ecc.). Gli Enti suddetti prevedono il versamento di
un'aliquota all'Enaoli e il lavoratore/lavoratrice diventano titolari di
una posizione assicurativa.
Questa posizione assicurativa dà diritto all'assistenza, anche se è
stata aperta prima del matrimonio, per apprendistato o altro.
L'ammontare del contributo è commisurato all'ammontare del
reddito della famiglia, in ogni caso non può superare Є 10.900,55
se nella famiglia c'è un solo minore. I parametri sono regolati
dalla Legge 641/78.
Durata dell'assistenza
Il minore viene assistito fino all'età di 18 anni. L’assistenza è
prorogabile fino a 26 anni se l'orfano prosegue gli studi secondari
o l'Università purché sia in regola con gli esami previsti dal piano
di studi .
Il contributo viene erogato ogni tre mesi, in base
all’organizzazione degli uffici referenti.
Chi ne ha diritto?
I destinatari del servizio sono minori orfani di lavoratori.
Come fare?
La domanda va inoltrata presso i Servizi Sociali.
L’interessato (in questo caso il genitore vivente o un parente a cui
è affidato il minore), riempirà una domanda in cui può
autocertificare di possedere i documenti che seguono:
1. certificato di morte del genitore;
2. stato di famiglia;
66
3. reddito mensile dell'anno nel quale s'inoltra la domanda (busta
paga);
4. certificati di disoccupazione (nel caso nessuno dei membri
della famiglia lavori);
5. certificato di frequenza scolastica per i minori non in età
lavorativa;
6. codice fiscale;
7. documento d'identità non scaduto.
La domanda, deve essere rinnovata ogni anno.
Dove?
Segretario Sociale
Via Umberto, 48- 04018 Sezz
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Luisa Bruno
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
67
Reddito minimo garantito
Che cos’è?
Il reddito minimo garantito è stato istituito con la L.R. n. 4/09 e
prevede l'erogazione di un sostegno diretto al reddito per
inoccupati, disoccupati o precariamente occupati (ovvero
disoccupati con reddito inferiore agli 8.000,00 euro annui).
Chi ne ha diritto?
Sono beneficiari del reddito minimo:
1. i disoccupati;
2. gli inoccupati;
3. i lavoratori precariamente occupati;
4. i lavoratori privi di retribuzione.
Requisiti:
1. residenza da almeno ventiquattro mesi nella Regione
Lazio;
2. iscrizione al centro per l'Impiego come inoccupati o
disoccupati/precariamente occupati. Si deve quindi
possedere lo stato di disoccupazione, che si mantiene
anche se si è occupati (con lavoro dipendente o
autonomo) quando il reddito annuo percepito è inferiore
all'importo di € 8.000;
3. età compresa tra i 30 anni ed i 44 anni;
4. reddito personale imponibile non superiore a 8 mila euro
nell’anno precedente la presentazione della domanda;
5. non aver maturato i requisiti per il trattamento
pensionistico.
68
Come fare?
Contattare i Servizi Sociali
Tel. 0773-889806
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Giovanni Di Trapano
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
69
Sostegno alla locazione
Che cos’è?
È istituito il Fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle
abitazioni in locazione presso il Ministero delle Infrastrutture che,
per ogni annualità di finanziamento, ripartisce le risorse alle
regioni e province autonome.
La Regione Lazio ogni anno partecipa con un cofinanziamento
regionale che va ad aggiungersi al Fondo assegnato dal
Ministero.
La Giunta Regionale con propria deliberazione n. 321 del 8
maggio 2009, ha approvato criteri e modalità di ripartizione del
Fondo.
Spetta ai comuni ricevere le domande delle famiglie interessate
attraverso la gestione del bando, formare la graduatoria definitiva
e provvedere alla concessione del contributo.
Chi ne ha diritto?
Il fondo regionale per il sostegno alla locazione, si rivolge ai
conduttori meno abbienti al fine di favorire il pagamento dei
canoni di locazione.
Requisiti
Per ottenere i contributi i soggetti richiedenti devono essere in
possesso dei seguenti requisiti:
cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all'Unione
Europea;
cittadinanza di uno Stato non aderente all'Unione Europea
se munito di permesso di soggiorno o carta di soggiorno
ai sensi della Legge 6 marzo 1998, n. 40 e del Decreto
Lagislativo 25 luglio 1998 n. 286 e successive modifiche
ed integrazioni;
residenza anagrafica dell'immobile e nel comune cui si
riferisce l'annualità del bando di concorso;
titolarità del regolare contratto di locazione ad uso
abitativo, debitamente registrato. Sono esclusi i conduttori
70
di alloggi appartenenti alle categorie catastali A/1, A/7, A/8
e A/9;
non avere ottenuto, per la stessa annualità indicata nel
bando, l'attribuzione di altro contributo per il sostegno alla
locazione da parte di enti locali, associazioni, fondazioni o
altri organismi;
non essere assegnatari di alloggi di edilizia residenziale
pubblica destinati all'assenza abitativa.
il pagamento del canone;
dichiarare il proprio reddito familiare.
I requisiti minimi del reddito della famiglia sono quelli indicati dal
decreto dell'allora Ministero Lavori Pubblici 7 giugno 1999 che
prevede una fascia di reddito non superiore a due pensioni
minime INPS (pari a 11.521, 00 €) e la seconda fascia non
superiore al limite di reddito determinato dalla Regione Lazio pari
ad € 18.000,00 (art.50 comma 2 bis l.r. 27/2006).
(Tali parametri vengono
all’aggiornamento ISTAT).
adeguati
ogni
anno
in
base
Come fare?
Con la pubblicazione del bando comunale (una volta l'anno), il
cittadino può produrre la domanda di richiesta del contributo
fornendo la documentazione necessaria. Solo a seguito della
trasmissione alla Regione della graduatoria comunale delle
domande ammesse al contributo, sarà erogato il finanziamento
assegnato al comune e pertanto il cittadino riceverà il contributo
spettante.
I termini per l'espletamento delle procedure per il conseguimento
del contributo sono i seguenti:
il bando comunale è pubblicato entro il 1 giugno di ogni
anno. In ogni caso la pubblicazione del bando non sarà
superiore a 30 giorni (60 giorni per il Comune di Roma);
71
la graduatoria definitiva è trasmessa alla Regione Lazio,
con la relativa documentazione, entro il 30 novembre di
ogni anno (30 dicembre di ogni anno per il Comune di
Roma).
Le domande devono essere presentate dal 01 al 30 giugno di
ogni anno. I dati trasmessi dopo questa data non saranno presi in
considerazione ai fini del riparto ed il comune verrà escluso
dall'assegnazione del contributo.
Dove?
Servizi Sociali
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-889807
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Leopoldo Pietrocarlo
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
72
Sostegno con interventi economici e voucher
Che cos’è?
Il cittadino che si trova in una situazione di disagio economico
può presentare domanda di sostegno che può essere erogato
attraverso un contributo economico o un buono acquisto.
Il dirigente determina l'intervento tenendo conto della situazione
oggettiva
del
richiedente,
degli
indirizzi
formulati
dall'Amministrazione Comunale, delle risorse economiche
disponibili.
Chi ne ha diritto?
I cittadini che si trovano in una situazione di disagio economico.
Come fare?
Presentare domanda entro il 30 maggio presso i Servizi Sociali
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Luisa Bruno
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
73
Tessera trasporto agevolato
Che cos’è?
La Legge 30/98 prevede agevolazioni tariffarie per l'utilizzo dei
mezzi di trasporto pubblico.
Chi ne ha diritto?
Possono fare richiesta:
1. i pensionati con trattamento economico non
superiore al minimo INPS;
2. gli invalidi e portatori di handicap formalmente
riconosciuti dalle commissioni mediche con grado
di invalidità non inferiore al 67%.
Ai minori che hanno diritto e ai non vedenti è riconosciuta
l'agevolazione anche per l'accompagnatore.
Come fare?
Richiedere ai Servizi Sociali la tessera che dà diritto all'acquisto,
a condizioni agevolate, di abbonamenti settimanali, quindicinali,
mensili e annuali per il trasporto pubblico extraurbano.
I documenti richiesti per il rilascio della tessera sono:
1. nuovi utenti pensionati:
codice fiscale;
documento di riconoscimento; reddito personale
(per i pensionati INPS mod. ObisM); reddito del
coniuge; eventuale dichiarazione dei redditi;
2. nuovi utenti invalidi: codice fiscale; documento di
riconoscimento; certificato di invalidità.
La tessera è strettamente personale ed ha validità triennale
(trimestrale per i disoccupati).
74
Dove?
Segretariato Sociale
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Tel. 0773-888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Luisa Bruno
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
75
Trasporti gratuiti per gli under 25 residenti nel Lazio
Che cos’è?
La Regione Lazio, con delibera di Giunta n. 401 del 29 maggio
2009, ha stabilito i requisiti e le modalità per fruire dell’esenzione
dai costi del trasporto pubblico locale e regionale.
A copertura dell'agevolazione, la finanziaria regionale ha previsto
12 milioni di euro per ciascuna annualità compresa nel triennio
2009-2011.
In vista dell'ampia richiesta e come suggerito anche dal Consiglio
Regionale del Lazio, per la concessione dell'esenzione si
procederà alla formazione di un'apposita graduatoria basata
esclusivamente sul reddito ISEE che non dovrà superare i 20
mila euro all’anno.
A parità di reddito varrà la data di presentazione della domanda.
La Giunta Regionale del Lazio, su proposta dell'Assessorato alla
Mobilità, ha stabilito, inoltre, che al 30 di ogni mese sarà formata
la graduatoria degli aventi diritto sulla base delle richieste
pervenute nello stesso mese, fino ad esaurimento del fondo per
l’anno in corso.
Pertanto, non avendo al momento esaurito tale fondo, la
GRADUATORIA RESTA APERTA.
Chi ne ha diritto?
Il provvedimento è rivolto ai giovani al di sotto dei 25 anni di età
con un reddito ISEE fino a 20.000,00 euro.
Come fare?
Rivolgersi ai Servizi Sociali
Tel. 0773-889806
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Giovanni Di Trapano
76
Le informazioni sono reperibili anche sul sito web della Regione
Lazio (www.regione.lazio.it)
Dove?
Via Umberto, 48- 04018 Sezze
Quando?
Orari di apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì 10.00 - 12.00
martedì e giovedì 15.30 - 17.30
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
77
INDIRIZZI UTILI
Centri di Assistenza Fiscale (CAF)
CAF COLDIRETTI
Via Scalelle del Duomo, 3 – 04018 Sezze
Tel. 0773-887568
C.I.A. CONF. IT. AGRICOLTORI
Via Orfanotrofio, 3 – 04018 Sezze
Tel: 0773-88005
E-Mail [email protected]
C.G.I.L. (CONFEDERAZIONE GENERALE ITALIANA DEL
LAVORO)
Via Piagge Marine – 04018 Sezze
Tel: 0773 - 803361
CISL SEZZE
Via Porta Gioberti, 3 – 04018 Sezze
Tel/Fax. 0773.802077
CAF UIL Sezze
Via Dei Cappuccini
Tel: 0773 809057/888823
78
STRUTTURE SOCIO - ASSISTENZIALI
Centro Sociale “U. Calabresi”
Che cos’è?
E’ una struttura polivalente che, oltre ad offrire momenti ricreativi
e di aggregazione dedicati agli anziani, si presta ad ospitare
diverse attività e servizi quali:
promozione mostre d'arte;
presentazione libri;
concerti;
conferenze;
convegni;
organizzazione di gite sociali;
organizzazione "Festa dell'Anziano" (07 dicembre);
serate danzanti (tutti i sabati alle ore 21.00);
scuola di ballo (da settembre a giugno, tutti i lunedì dalle
21.00 alle 22.00 e i martedì dalle 21.00 alle 22.00 e dalle
22.00 alle 23.00);
spettacoli teatrali;
manifestazioni sportive.
La struttura è utilizzata anche come sede della Consulta delle
Associazioni.
Nel centro, inoltre, gli anziani possono effettuare:
corsi di ginnastica dolce (da settembre a giugno tutti i
martedì dalle 10.00 alle 11.00 e i giovedì dalle 15.30 alle
16.30);
controllo pressione (tutti i mercoledì dalle ore 10.00 alle
ore 11.00).
Utenti del Centro
Gli utenti sono gli ultra sessantenni residenti nel territorio
comunale.
79
Dove?
Via Guglielmo Marconi (all'interno del Parco della Rimembranza)
Orario: dal lunedì alla domenica 14.30 - 19.00
Tel. 0773-88107
E-mail [email protected]
Per saperne di più?
Contattare i Servizi Sociali Comune di Sezze
Via Umberto, 48 - 04018 Sezze
Tel. 0773- 888571/889807
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referenti: Luisa Bruno/Leopoldo Pietrocarlo
Quando?
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
80
Centro Sociale Sezze Scalo
Che cos’è?
Il centro, oltre ad offrire momenti ricreativi e di aggregazione
dedicati agli anziani, si presta ad ospitare diverse attività e servizi
quali:
conferenze;
convegni;
organizzazione di gite sociali;
organizzazione "Festa dell'Anziano" (07 dicembre);
scuola di ballo;
serate danzanti (tutti i sabati sera).
Nel centro, inoltre, gli anziani possono effettuare:
corsi di ginnastica dolce (da ottobre a giugno tutti i
martedì e venerdì dalle 09.30 alle 10.30):
controllo pressione (tutti i lunedì dalle ore 10.00 alle ore
11.00)
Utenti del Centro
Gli utenti sono gli ultra sessantenni residenti nel territorio
comunale.
Dove?
Sezze Scalo, Via Puglie
Orario: tutti i giorni dalle 14.00 alle 19.00
Tel. 0773-876370
Per saperne di più?
Contattare i Servizi Sociali Comune di Sezze
Via Umberto, 48 - 04018 Sezze
Tel. 0773- 888571/889807
Fax. 0773-803107
81
E-mail. [email protected]
Referenti: Luisa Bruno/Leopoldo Pietrocarlo
Quando?
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
Centro Socio – Educativo Diurno “C. Tamantini”
Che cos’è?
La struttura semiresidenziale è stata realizzata con l’obiettivo di
favorire momenti di crescita, di autonomia e servizi integrati di
tipo educativo riabilitativo e di assistenza tutelare a favore di
soggetti diversamente abili e minori con disagio psicosociale.
L’ospitalità è di tipo diurno ed assicura le seguenti prestazioni
minime:
la somministrazione di un pasto;
l’assistenza agli ospiti nell’espletamento delle normali
attività e funzioni quotidiane;
le attività ricreative educative, culturali ed aggregative;
pulmino adibito al trasporto di persone diversamente abili.
Le attività socio-educative si articolano in:
attività educative per l'autonomia personale;
intervento educativo sui pre-requisiti;
attività educative e formative sulle abilità interpersonali;
intervento educativo per le abilità linguistiche e
comunicative;
attività educative per le abilità scolastiche e di autonomia
sociale;
intervento educativo per le abilità pre-lavorative;
attività educative per le attività motorie.
82
Utenti del Centro
Gli utenti sono soggetti in situazione di grave e/o medio - grave
handicap intellettivo, in età compresa tra i 18 e i 25 anni, e minori
con disagio psicosociale in età di obbligo scolastico compresa tra
i 6 e i 14 anni. Sono utenti del centro anche soggetti in situazione
di lieve e medio - lieve handicap, svolgendo attività di
programmazione all'interno della struttura ed attività socio educative in ambiente di vita quotidiana.
Le famiglie devono presentare formale
inserimento dei propri figli al Servizio Sociale.
richiesta
Dove?
Via Campo Cervino (Via Colli I Tratto)
Orario dal lunedì al venerdì 09.30 - 13.30/13.30 - 17.30
Tel: 349 – 3574483
E-mail [email protected]
[email protected]
Per saperne di più?
Contattare i Servizi Sociali Comune di Sezze
Via Umberto, 48 - 04018 Sezze
Tel. 0773- 888571
Fax. 0773-803107
E-mail. [email protected]
Referente: Dott.ssa Anna Castrucci
Tel. 0773-803935
Quando?
Info e prenotazioni
dal lunedì al venerdì 08.30 - 10.00/12.00 - 13.30
83
di
Comune di Sezze
Assessorato ai Servizi Sociali
Via Umberto I - Tel. 0773.889806 - 07
email: [email protected]
www.comune.sezze.lt.it
84

Documenti analoghi