classe energetica obbligatoria negli annunci immobiliari

Commenti

Transcript

classe energetica obbligatoria negli annunci immobiliari
CLASSE ENERGETICA OBBLIGATORIA NEGLI ANNUNCI IMMOBILIARI
La legge regionale n. 3/2011, entrata in vigore l'11 marzo scorso, e con la delibera della regione Lombardia
n. IX/2555 del 24 novembre 2011, si stabilisce all'articolo 17 l’OBBLIGO di dichiarazione della classe
energetica e dell'indice di prestazione energetica dell'edificio o della singola unità abitativa in tutti gli annunci
commerciali finalizzati alla relativa vendita o anche locazione”.
Dal 01 gennaio 2012 sarà quindi OBBLIGATORIO inserire in ogni annuncio pubblicitario la classe
energetica dell’immobile e il suo indice di prestazione energetica.
Per il titolare dell'annuncio commerciale che non rispetta questo obbligo è prevista una “sanzione
amministrativa da 1.000 euro a 5.000 euro, che compete, con il relativo introito, al comune nel quale è
ubicato l'edificio”.
Quali annunci immobiliari
L’obbligo di indicare la classe energetica e l’indice di prestazione energetica si estende a tutti i tipi di annunci
immobiliari: da quelli su internet, a quelli sulle riviste, ai cartelli, ai volantini, agli annunci in tv e alla radio.
Inizia quindi una corsa ad effettuare la certificazione energetica, dove, a seguito di appositi calcoli, viene
indicata la classe energetica dell’edificio.
Sanzioni e controlli
In caso di assenza della classe energetica e dell’indice di prestazione energetica negli annunci immobiliari,
verranno applicate sanzioni dai 1.000 ai 5000 euro per ogni annuncio.
Da gennaio partiranno anche controlli a campione delle certificazioni energetiche, per valutare la conformità
dei certificati energetici alle normative in vigore.
Cos'è la Certificazione Energetica A.C.E ?
La Certificazione Energetica è lo strumento predisposto per il controllo della “quantità di energia
effettivamente consumata o che si prevede possa essere necessaria per soddisfare i vari bisogni connessi
ad un uso standard dell’edificio, compresi, fra gli altri, il riscaldamento ed il raffreddamento”.
La Certificazione Energetica deve riportare i “dati di riferimento che consentano ai consumatori di valutare e
raffrontare il rendimento energetico dell’edificio” e le “raccomandazioni per il miglioramento del rendimento
energetico in termini di costi-benefici”.
Per redigere la Certificazione Energetica si tiene conto della superficie dell’immobile e del suo orientamento
geografico, dell’isolamento termico delle pareti e di tutte le chiusure verso l’esterno nonchè del tipo di
serramenti e del tipo di impianto di riscaldamento.
La Certificazione Energetica deve essere redatta dal certificatore energetico, sulla base di apposite
metodologie di calcolo; deve essere depositata presso il Comune di competenza e registrata al Catasto
Energetico.
La Certificazione Energetica è valida per dieci anni, o comunque fino a quando non vi siano interventi che
modifichino la prestazione energetica dell’edificio o degli impianti termici, nel qual caso si rende necessaria
la redazione di una nuova certificazione.
A cosa serve la Certificazione Energetica?
La Certificazione Energetica permette, attraverso una scala cromatica associata alle lettere dell'alfabeto, di
controllare il livello dei consumi energetici dell'immobile che stai acquistando o affittando!
Ti sarà così possibile valutare la tua convenienza nell'investimento in corso, anche durante il ciclo di utilizzo.
In altri termini, la Certificazione ti consente anche di poterti indirizzare verso un investimento contenuto, ma
con maggiori costi di gestione e più difficoltà nella eventuale vendita futura, oppure orientarti su un acquisto
più impegnativo ma con minori costi di gestione!