potenza sotto controllo

Transcript

potenza sotto controllo
SPECIALPARTS
BAZZAZ PERFORMANCE >> Azienda: OMNIA RACING >> Specializzazione: PREPARAZIONI E COMPONENTI SPECIALI >> Dov’è: PORTICI (NA)
SPECIAL PARTS
A MAGIONE CON UNA CBR 1000RR DOTATA DEL TRACTION CONTROL BAZZAZ
regimi e linearità di erogazione. Sono 12
gli step di intervento, a seconda dei gradi
di apertura della farfalla, diversi step per i
giri motore a salti interpolati di 500 giri
fino al limitatore; esiste la possibilità di
avere valori dell'iniezione uguali per tutte
le marce o diversificati in funzione del
rapporto. La centralina permette di
salvare al suo interno due mappe,
selezionabili dal pilota tramite un apposito
switch posto sul manubrio (optional).
La seconda funzione è quella del cambio
elettronico (Z-Fi Quick Shift). La classica
cella di carico viene posta sull'asta di
rinvio e a seconda della moto e
dell'azionamento (racing o standard)
lavora in compressione o trazione.
La centralina “legge” la cambiata
tagliando l'alimentazione per una frazione
di secondo, che consente di innestare la
marcia successiva senza togliere gas e
azionare la frizione. Attraverso il software
di gestione è possibile impostare i tempi
del taglio per ogni singolo rapporto a
seconda delle proprie esigenze.
INIEZIONE E CAMBIO ELETTRONICO
FUEL MAP
La schermata principale del software in
dotazione riguarda la possibilità per
l’utente di modificare a piacimento i valori
percentuali dell’iniezione (1) in funzione del
TPS e dei giri motore. Il Track Operating
Point (2) abilita o disabilita la
visualizzazione del punto della tabella in
cui stiamo lavorando in funzione di TPS e
RPM; questa è una funzione utile
soprattutto sul banco prova. La colonna
AFR (3) ci indica il rapporto stechiometrico
letto dalla sonda lambda in dotazione con
lo Z-AFM. In basso (4) la zona “Fuel
adjust” mostra in tempo reale i valori
dell’iniezione in funzione di RPM, TPS e
marcia inserita. La casella 5 serve per
inserire un eventuale commento
dell’utente. Il “Fuel trim by gear” (6)
permette di perfezionare la mappatura in
funzione di ogni rapporto. La zona in
basso a sinistra (7) riguarda le classiche
funzioni di salvataggio e caricamento,
mentre l’area 8 identifica la mappa su cui
si sta lavorando.
QUICK SHIFT
La sezione dedicata al cambio elettronico
permette di impostare singolarmente per
ogni rapporto il taglio di corrente che
avviene durante l’azionamento.
Il range disponibile varia da 5 a 125 ms
con incrementi di 5 ms.
La centralina Bazzaz legge il rapporto
inserito e una volta in sesta marcia esclude
il taglio nell’eventualità di un fortuito
azionamento della leva, che causerebbe
un fastiodioso “singhiozzo” alla moto.
BAZZAZ STORY
Dopo aver lavorato per sei anni come
ingegnere del reparto ricerca e sviluppo
Yoshimura, contribuendo ai primi tre titoli
AMA Superbike di Mat Mladin, Ammar
Bazzaz fonda nel 2003 la Bazzaz
Performance. Fama e competitività dei sui
prodotti crescono velocemente, tanto che
dagli umili inizi nel garage di casa oggi
l'azienda opera in uno stabile di 8.500 mq,
in cui sono presenti sia il reparto ricerca e
sviluppo sia la produzione. Le centraline
elettroniche e gli accessori in catalogo
sono dedicati ai più diffusi modelli sportivi
giapponesi, offrendo altissime
performance e facilità di utilizzo a un
prezzo competitivo.
TESTATA IN PISTA LA CENTRALINA AGGIUNTIVA BAZZAZ
1 L’alloggiamento delle centraline nel codone permette un facile intervento
2 La cella di carico è posta nella posizione classica sull’asta di rinvio del cambio
POTENZA
SOTTO CONTROLLO
Sul numero 57 di Special vi abbiamo presentato in anteprima le nuove centraline aggiuntive Bazzaz,
distribuite in Italia dalla Omnia Racing. In questo servizio troverete la prova completa effettuata
a Magione in sella a una CBR 1000RR, occasione in cui abbiamo toccato con mano la versione
“full optional”: Z-Fi Fuel Control, Z-Fi Quick Shift e Z-Fi Traction Control, oltre al modulo Z-AFM Air Fuel
Mapping per l'auto-mappatura
Rodolfo Gaggiolo, titolare del team privato RG Racing,
ha provveduto personalmente a regolare la centralina e
provare con noi le varie modalità di intervento e i diversi
settaggi
1
Testo Pierangelo Benedetti //[email protected] Foto Roberto Brodolini //[email protected] e Igor Gentili //[email protected] Tester Lorenzo Baroni e Chris Seaton
odolfo Gaggiolo, titolare del team
privato RG Racing, è stato tra i
primi in Italia a installare e
provare in pista la nuova centralina
aggiuntiva Bazzaz. Grazie alla sua
disponibilità ci siamo incontrati a
Magione per un test approfondito sui
nuovi prodotti made in USA, importati e
R
032
distribuiti in esclusiva sul territorio italiano
dalla Omnia Racing. La CBR 1000RR
oggetto del nostro test, oltre a
rappresentare una preparazione di
altissimo livello, cui dedicheremo ampio
spazio in uno dei prossimi numeri di
Special, era equipaggiata con la versione
“full optional” dell'elettronica americana:
www.specialmag.it // TEMPO DI LETTURA:
08 MIN.
gestione iniezione, cambio elettronico,
controllo di trazione e modulo Z-AFM per
l'auto-mappatura, cui vanno ad
aggiungersi lo switch mappe e il trim per
la gestione on-board del traction control
collocati sulla piastra di sterzo della
moto. Il tutto viene gestito dall'utente
tramite un software per PC.
I prodotti testati
La prima funzione che andiamo ad
analizzare è quella relativa all'iniezione
(Z-Fi Fuel Control). L'unita di controllo,
dotata di connettori per tutti gli 8 iniettori
realizzati appositamente per ogni moto
(unico prodotto sul mercato a farlo),
garantisce il miglior rendimento a tutti i
2
BAZZAZ PERFORMANCE distribuito da:
OMNIA RACING Via Salute, 19 - Parco Quadrifoglio - 80055 Portici (NA)
Tel.: 081/7754329 Fax: 081/7767314
Web: www.omniaracing.it - www.bazzaz.it
E-mail: [email protected] - [email protected]
SPECIAL PARTS
SPECIALPARTS
A MAGIONE CON UNA CBR 1000RR DOTATA DEL TRACTION CONTROL BAZZAZ
CENTRALINA AGGIUNTIVA BAZZAZ
AUTO-MAPPATURA E CONTROLLO DI TRAZIONE
SELF MAPPING
Una delle parti più interessanti del
software è senza dubbio quella relativa
all’automappatura (ovviamente con lo
Z-AFM installato).
Dopo aver impostato il rapporto
stechiometrico desiderato (2),
si avvia la procedura tramite i pulsanti
appositi (3) e, dopo aver percorso 3-4 giri
di pista, si ricollega il PC per verificare che
tutto sia andato a buon fine.
E proprio il colore verde delle celle (1) sta a
significare che la centralina ha lavorato
correttamente e la mappatura può essere
salvata e utilizzata.
In questo frangente torna molto utile lo
switch mappe; si potrebbero effettuare ad
esempio due mappature in funzione di
rapporti stechiometrici diversi e poi salvare
le due mappe nelle posizioni concesse
dalla centralina. A questo punto sarebbe
possibile verificarne la bontà direttamente
in pista!
TRACTION CONTROL
Nella classica tabella (1) dove vengono
riportati i valori in funzione di TPS e RPM
si può impostare per ogni cella la
sensibilità di intervento del traction control.
I valori impostabili vanno da 0 (spento) a
10. Nella colonna “cut level” (2) viene
impostato invece il livello di taglio della
corrente, anche in questo caso tramite
valori che vanno da 0 a 10.
L’indicatore “trim switch” (3) constente, se
installato, di riportare a zero il trim dopo
un’eventuale settaggio in pista.
Ammettiamo ad esempio che ci troviamo a
nostro agio con il trim a +2; possiamo
mantenere la mappa con l’incremento di
sensibilità riportando il trim in posizione
neutra, avendo quindi di nuovo a
disposizione l’intero range -5/+5.
Come per la mappa iniezione, per ogni
singolo rapporto (4) possono essere
effettuate delle modifiche all’intervento del
traction control.
Z-Fi Fuel Control
390,00 €
Z-Fi Fuel Control
Off-road
320,00 €
Z-Fi Quick Shift
840,00 €
Z-Fi Traction Control
990,00 €
Z-AFM Air Fuel
Mapping
340,00 €
Switch mappe
79,00 €
Switch mappe
+ Trim Traction
Control
140,00 €
034
www.specialmag.it
E veniamo al vero motivo del nostro test:
il controllo di trazione (Z-Fi Traction
Control). Pensato per “agire” senza
utilizzare sensori extra posti sul mezzo, è
facile da mettere a punto tramite il
software in dotazione che permette di
intervenire considerando parametri quali
l'apertura della farfalla del gas, i giri
motore e la marcia inserita.
La CBR 1000RR by RG Racing era
dotata del manettino opzionale,
un trim posto sulla piastra di
sterzo che permette al pilota
di impostare on-board
quanto “importante” debba
essere l'intervento del traction
control. Altro elemento
utilissimo e di estrema facilità di
utilizzo è lo Z-AFM Air Fuel Mapping,
composto da un sensore lambda da
applicare allo scarico e da una piccola
centralina aggiuntiva che si collega allo
Z-Fi principale. Impostando il valore
stechiometrico che si vuole raggiungere,
la centralina si automappa tramite una
semplice procedura che può essere
eseguita sia sul banco prova sia (ed è il
nostro caso) in pista! I ragazzi della
RG Racing avevano infatti in memoria
una mappa messa a punto sul circuito
del Mugello; a Magione, oltre a differenti
condizioni di pressione, umidità e
temperatura, era obbligatorio l'uso del
dB-killer e quindi è stato necessario
“sviluppare” una nuova, apposita,
mappa. Utilizzando il
valore che può variare da 0 a
10 e sta a indicare il livello
di intervento del traction
control. Bazzaz consiglia
di partire dal valore 5 per
tutta l'area di intervento del
traction control e poi
modificarlo in funzione delle
esigenze; i valori possono essere
impostati singolarmente per ogni
rapporto! Inoltre attraverso il trim si
possono “traslare” i valori impostati con
un range che va da -5 a +5, spostando
semplicemente il manettino. Noi abbiamo
fin da subito voluto provare una mappa
standard (tutti i valori a 5) e poi abbiamo
spostato il manettino a +3: abbiamo
quindi amplificato notevolmente
l'intervento del controllo di trazione
che interveniva costantemente in
uscita di curva! Tornando a una
situazione “normale” (ancora tutti i
valori a 5), con il trim posizionato su
mento
Appuntaero 61
al num prova
per la ta della
compleR by
CB
g
RG Racin
Davvero professionale il
posizionamento dello switch mappe e
del trim del traction control e le relative
targhettine... L’RG Racing si starà
preparando all’esordio nel Mondiale?
software di gestione si “comunica” alla
centralina che vogliamo creare una nuova
mappa. Si percorre qualche giro di pista
ad andatura elevata e una volta tornati ai
box si ricollega il PC per verificare che la
procedura abbia avuto successo. In caso
positivo (ed è ovviamente il software
stesso a comunicarlo) è possibile salvare
la mappatura sul computer e inserirla in
una delle due locazioni disponibili sulla
centralina. Tramite lo switch mappe al
manubrio il pilota può sceglierle e
confrontarle direttamente in sella.
Gas aperto con il
Traction Control
Come detto il controllo di trazione Bazzaz
Performance si basa essenzialmente su
tre parametri: giri motore, apertura farfalla
gas (TPS) e rapporto inserito, senza
sensori esterni che forniscano
informazioni quali l'inclinazione della
moto e la velocità delle ruote. La messa a
punto da parte dell'utente avviene tramite
un grafico a due dimensioni in cui
nell'asse delle ascisse (orizzontale) viene
riportato il regime del motore a intervalli di
500 giri, in quello delle ordinate (verticale)
il TPS (Trottle Position System) in
percentuale, con una sensibilità del 10%.
A ogni coppia XY viene assegnato un
Un sentito ringraziamento a Rodolfo Gaggiolo per averci messo a
disposizione la CBR 1000RR oggetto del test.
RG RACING Via Marconi, 60/62 - 16010 Savignone (GE)
Tel.: 346/8252440 E-mail: [email protected]
-1 l'intervento del controllo di trazione era
molto più limitato, apprezzabile
soprattutto in uscita dall'ultima curva del
circuito umbro, caratterizzata da un
avvallamento e da un po' di sporco.
Il taglio è ben avvertibile, ma mai
fastidioso: lo Z-Fi Bazzaz interviene
singolarmente sulle quattro bobine,
tagliando corrente ai cilindri a seconda
delle esigenze e senza creare
controproducenti strappi che possono
invece mettere in difficoltà il pilota.
È molto importante “perdere tempo” con
la messa a punto per avere buoni risultati
(l'estrema semplicità del software aiuta...),
perché se da un lato abbiamo riscontrato
un notevole aumento di stabilità della
moto e quindi una relativa facilitazione di
guida per il pilota, dall'altro il traction
control può “rallentare” un po' in uscita di
curva, situazione in cui un leggero
sovrasterzo di potenza può far comodo
per chiudere la traiettoria ideale...
Durante il test abbiamo avuto il piacere
di ospitare Alfredo Di Costanzo, reporter
dell’emittente TV Fashion Motor, che ha
realizzato un servizio sulla centralina Bazzaz!
Tutte le info su www.fashionmotor.it
WRRRRRRRRRRRR
www.specialmag.it
035

Documenti analoghi