Esame di Stato - Istituto Decio Celeri

Commenti

Transcript

Esame di Stato - Istituto Decio Celeri
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
E s a m e d i St a t o
a.s. 2012/2013
Documento della classe
4^A LICEO ARTISTICO
Documento 15 Maggio
pag. 1/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
COMPOSIZIONE DEL CONSIGLIO DI CLASSE
Disciplina
Discipline Pittoriche /
Ornato disegnato
Discipline Pittoriche /
Figura disegnata
Anatomia Artistica
Discipline Plastiche /
Figura e Ornato Modellato
Discipline Geometriche/
Architettura e Prospettiva
Docente
Firma
Piemontese Marcello
Strangio Giuseppe
Negroni Giuseppina
Rodriquez Silvana
Storia dell’arte
Gervasoni Silvia
Italiano e Storia
Santarcangelo Antonietta
Matematica e Fisica
Montone Simona
Educazione Fisica
Cainer Andrea
Religione
Muto Carmela
Lovere, 15 maggio 2013
Coordinatore di classe
prof.ssa Simona Montone
_________________________________
Documento 15 Maggio
pag. 2/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
INDICE
Peculiarità dell’indirizzo
Presentazione della classe
o Continuità didattica
o Flussi degli studenti
o Profilo della classe
Attività curricolari e integrative
Elenco percorsi dei candidati (titoli tesine)
Simulazioni prove d’esame
o Testi delle prove
o Criteri di valutazione
Itinerario di apprendimento nell’ambito delle singole discipline:
Discipline Pittoriche
o Ornato Disegnato
o Figura Disegnata
o Anatomia Artistica
Discipline Plastiche
o Figura Modellata
o Ornato Modellato
Discipline Geometriche
o Architettura
o Prospettiva
Storia dell’Arte
Italiano e Storia
Matematica e Fisica
Educazione Fisica
Religione
Allegati: testi delle simulazioni – griglie di valutazione
Documento 15 Maggio
pag. 3/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
PECULIARITA’ DELL’INDIRIZZO
In una società come quella attuale, sempre più caratterizzata dalla prevalenza dell’immagine, il Liceo Artistico
può offrire importanti strumenti di comprensione e di partecipazione attiva e consapevole.
Il Liceo Artistico di Lovere, nato nel 1969, è una scuola che si avvale di un corpo docente consolidato che ha
mantenuto viva la ricerca teorica ed operativa tra il mondo culturale nel territorio e lo sviluppo delle discipline
proprie dell’indirizzo che non svolgono un ruolo esclusivamente tecnico-pratico, ma acquistano un più profondo
significato formativo ed educativo.
In questo senso dunque, anche le materie che maggiormente caratterizzano questo corso di studi, si possono
avvalere di 2 laboratori per le discipline pittoriche, 1 laboratorio per le discipline geometriche ed
architettoniche, 1 laboratorio per le discipline plastiche ed 1 laboratorio informatico .
Lovere è situato in un territorio artisticamente e culturalmente molto interessante:
l’Accademia Tadini con annesso Museo e Atelier con esposizioni di arte contemporanea,
chiese e monumenti ricchi di opere pittoriche importanti,
il cineteatro Crystal con rappresentazioni del circuito nazionale,
la Comunità dei laghi con sala annessa per incontri, la biblioteca, ecc…
Dalle indicazioni del Ministero si evince che “Il Liceo Artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici ed
alla pratica artistica , favorisce l’acquisizione dei metodi specifici della ricerca, la padronanza dei linguaggi e
delle tecniche relative” quindi ha una specificità molto forte in quanto è luogo di interazione di molteplici
linguaggi e persegue l’obiettivo di sviluppare nei ragazzi una conoscenza critica e la capacità di utilizzare i codici
dei linguaggi verbali e visuali, nelle loro regole specifiche e nelle loro potenzialità, come condizione preliminare
per la rielaborazione creativa.
Inoltre “fornisce allo studente gli strumenti necessari per conoscere il patrimonio storico e culturale per
coglierne l’importanza ed il valore nella società odierna, oltre a far maturare le competenze necessarie per dare
espressione alla propria creatività e le capacità progettuali nell’ambito delle arti.”
Da dieci anni gli studenti possono effettuare stages estivi presso aziende del territorio e da cinque possono
svolgere periodi in alternanza Scuola-Lavoro per realizzare decorazioni su richiesta di enti locali: Comunità dei
laghi, Accademia di Breno, Comune di Bossico, Casa della Serenità di Lovere, fondazione “S.Maria della
neve”di Pisogne, associazioni di Rogno, ecc…
Le sezioni accreditate al Liceo di Lovere sono:
Arti Figurative
Architettura
Scenografia
Il monte ore di progettazione e di attività di laboratorio che contraddistingue questo corso di studi, è indirizzato
alla comprensione delle problematiche estetiche, storiche e permette agli studenti di conoscere e sviluppare le
personali capacità per una maggiore conoscenza di sé e della propria individualità.
Documento 15 Maggio
pag. 4/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Il Liceo Artistico è una scuola che propone materie ed insegnamenti consolidati che mantengono viva una ricerca
teorica e operativa di legami tra il mondo culturale e lo sviluppo delle discipline proprie dell’indirizzo
(architettoniche, grafico-pittoriche e plastiche).
L’indirizzo architettonico, legato alle richieste ed alla realtà del territorio, permette inoltre la presa di coscienza
dell’importanza della tutela e del rispetto dell’ambiente e del patrimonio artistico: momenti didatticamente
significativi sono rappresentati dalle visite a musei, mostre temporanee, città d’arte e, in particolare
all’Accademia Tadini.
Il Liceo artistico ordinamentale con un percorso quadriennale, si colloca in una realtà culturale relativamente
vivace ma pur sempre periferica; raccoglie studenti provenienti da diversi comuni delle province di Bergamo e
Brescia, per cui l’80% risulta essere pendolare, con distanze che a volte superano i 40 Km.
Se si considera che le lezioni si articolano settimanalmente in 41 ore di 60 minuti, che l’orario giornaliero inizia
alle ore 8 sino alle ore 14 per tre giorni alla settimana, mentre si protrae sino alle 17 per i rimanenti, ne consegue
che l’impegno richiesto agli alunni è piuttosto consistente e di conseguenza il lavoro da svolgere a casa è assai
limitato.
OBIETTIVI CULTURALI ED EDUCATIVI
Individuare le problematiche estetiche, storiche e sociali;
Conoscere e utilizzare i codici della comunicazione visiva nella ricerca e nella produzione artistica;
Conoscere e padroneggiare le principali tecniche grafiche, plastiche, architettoniche e pittoriche,
individuando collegamenti con altri tipi di linguaggio;
Utilizzare le tecniche del disegno dal vero applicato allo studio della figura umana;
Utilizzare il disegno tecnico riferito ai solidi geometrici ed alle architetture;
Conoscere le tecniche plastiche con l’utilizzo di materiali quali l’argilla, il gesso, il legno;
Impiegare tecnologie tradizionali e innovative nella ricerca, nella progettazione e nello sviluppo delle
proprie potenzialità creative artistiche;
Avere una visione unitaria e approfondita dei contenuti disciplinari del percorso liceale, riuscendo a
cogliere nelle singole materie, il significato e l’apporto strategico nel quadro culturale della vicenda
umana;
Comprendere le connessioni che hanno permesso l’evolversi della civiltà dell’uomo, da quello antico
all’attuale, con l’apporto di una visione storico-artistica, fulcro delle esperienze teoriche ed operative
dell’Istituto.
Documento 15 Maggio
pag. 5/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
CONTINUITA’ DIDATTICA
Classi di
insegnamento
Italiano e
storia
Figura
disegnata
Ornato
disegnato
Figura
modellata
Ornato
modellato
Elementi di
architettura
Elementi di
prospettiva
Anatomia
artistica
Storia
dell’arte
Matematica e
fisica
Scienze
Educazione
fisica
Religione
Classe Prima
a.s. 2009/2010
Riva Gabriella
Classe Seconda
a.s. 2010/2011
Riva Gabriella
Classe Terza
a.s. 2011/2012
Riva Gabriella
Zoppetti Bruno
Malgeri Noemi
Strangio Giuseppe
Classe Quarta
2012/2013
Santarcangelo
Antonietta
Strangio Giuseppe
Facchini Massimo
Piemontese Marcello
Negroni Giuseppina
Negroni Giuseppina
Negroni Giuseppina
Negroni Giuseppina
Negroni Giuseppina
Negroni Giuseppina
Facchini Massimo Facchini Massimo
Rodriquez Silvana Bellini Aldo
Rodriquez Silvana
(dis. geom.)
(dis. geom. – el. arch.)
Rodriquez Silvana
Rodriquez Silvana
Rodriquez Silvana
Brivio Ester
Strangio Giuseppe
Bonavita Enzalba
Franci Andrea
De Simone Raffaella
Gervasoni Silvia
Montone Simona
Montone Simona
Montone Simona
Montone Simona
Scipioni Angela
Filisetti Carlo
Candela Giuseppe
Cainer Andrea
Candela Giuseppe
Cainer Andrea
Cainer Andrea
Muto Carmela
Muto Carmela
Muto Carmela
Muto Carmela
Documento 15 Maggio
pag. 6/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
FLUSSI DEGLI STUDENTI
PROMOSSI
CON
DEBITO
NON
PROMOSSI
9 + 11 a sett.
11
6
5 dopo lo scrutinio
0
15 + 4 a sett.
4
1
1 dopo lo scrutinio
19+1*
1
18 + 1 a sett.
1
0
1 prima dello scrut.
1 dopo lo scrutinio
18
0
Classe
Anno
scol.
ISCRITTI
I
2009/2010
26
5
II
2010/2011
20
III
2011/2012
IV
2012/2013
RIPETENTI PROMOSSI
RITIRATI
TRASFERITI
* frequentante dal mese di novembre (proveniente da altro Istituto)
PROFILO FINALE DELLA CLASSE
La classe generalmente ha assunto un comportamento disciplinato durante le attività didattiche, pur manifestando
talvolta un atteggiamento immaturo e poco favorevole alla concentrazione. Non sempre si è dimostrata autonoma
nella gestione del lavoro e si sono evidenziate numerose difficoltà nell’organizzazione dei tempi di esecuzione
(per quanto riguarda le discipline di laboratorio) e dei contenuti (per ciò che concerne le materie di studio).
La frequenza alle lezioni non è stata sempre regolare, soprattutto negli ultimi mesi dell’anno scolastico: per
alcuni alunni si sono registrate spesso assenze, anche in giornate di verifica.
La partecipazione all’attività didattica è stata generalmente buona e talvolta è emerso un discreto interesse verso
le proposte degli insegnanti, fatta eccezione per le discipline dell’area matematico-scientifica, nelle quali le forti
lacune accumulate negli anni da molti allievi hanno rallentato l’apprendimento provocando ulteriore
demotivazione.
L’impegno nel lavoro a casa, richiesto quasi esclusivamente dalle discipline di studio, non è sempre stato
adeguato, deludendo talvolta le aspettative dei docenti: l’entusiasmo emerso durante le lezioni non si è sempre
concretizzato in un effettivo lavoro di riflessione e rielaborazione autonoma.
Il profitto è in generale discreto nelle discipline di indirizzo, con qualche eccellenza e con pochi allievi che
raggiungono livelli appena sufficienti. Per quanto riguarda le discipline di studio, invece, le difficoltà oggettive
piuttosto diffuse, le lacune accumulate durante il percorso scolastico e l’impegno saltuario e decisamente
inadeguato nel lavoro a casa, hanno causato un profitto appena sufficiente e per alcuni anche scarso, soprattutto
in matematica e fisica.
Sono emerse, per alcuni allievi, evidenti difficoltà nell’esposizione, sia scritta che orale, e nell’organizzazione
logica del pensiero, talvolta dovuta a un’insufficiente riflessione e a una scarsa rielaborazione autonoma delle
conoscenze.
Per quanto riguarda gli obiettivi culturali ed educativi previsti dal profilo del percorso di studi, solo un piccolo
gruppo di allievi li ha raggiunti a un livello discreto.
Documento 15 Maggio
pag. 7/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
La seguente tabella riassume, per ciascuna disciplina, il profitto del terzo anno.
MATERIA
Italiano e
storia
Figura
disegnata
Ornato
disegnato
Figura
Modellata
Ornato
modellato
Elementi di
architettura
Elementi di
prospettiva
Anatomia
artistica
Storia
dell’arte
Matematica
e fisica
Scienze
Educazione
fisica
N° studenti
promossi col 6
N° studenti
promossi col 7
N° studenti
promossi col 8
N° studenti
promossi col 9/10
N° studenti
promossi
col debito formativo
10
6
2
0
0
3
7
3
5
0
3
9
5
1
0
4
9
3
2
0
1
14
2
1
0
7
8
1
2
1
7
9
0
2
1
5
6
7
0
0
7
7
3
1
0
15
3
0
0
1
6
6
6
0
0
0
3
10
5
0
Documento 15 Maggio
pag. 8/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
VERIFICHE DEI DEBITI FORMATIVI
Alunni che hanno saldato il debito
N° ALUNNI
MATERIA
Scienze
Matematica e Fisica
Anatomia
Figura disegnata
Architettura
Prospettiva
Storia dell’arte
1
1
1
1
Alunni che NON hanno saldato il debito
N° ALUNNI
MATERIA
Scienze
Matematica e Fisica
Anatomia
Figura disegnata
Architettura
Prospettiva
Storia dell’arte
Nel corso dell’anno scolastico si sono individuati due momenti per consentire il recupero dei debiti:
uno a settembre e l’altro entro il 15 del mese di marzo.
Si sono svolte diverse modalità per il recupero, per alcune discipline si è attivato il recupero in itinere, mentre per
altre si è rivelato più efficace lo sportello help e la pausa didattica.
PERCORSO FORMATIVO
Il Consiglio di classe, considerata la situazione di profitto e la fisionomia della classe, ha concordato che ogni
docente, nell’ambito del proprio insegnamento, operasse in funzione del raggiungimento dei seguenti obiettivi
educativi trasversali, con particolare riguardo all’ultimo anno:
1. Sapersi rapportare in modo equilibrato con la realtà circostante e con se stessi;
2. Utilizzare tutti gli strumenti culturali della conoscenza storica, scientifica e dell’espressione artistica, per
arrivare a comprendere ed interpretare in modo critico la realtà in cui si vive;
3. Attivare capacità di autocritica ed autonomia di pensiero.
Gli obiettivi culturali raggiunti riguardano:
1. Preparazione di base culturale per la prosecuzione degli studi a livello superiore ed universitario;
2. Capacità di motivare le scelte operative e l’iter progettuale nelle diverse e specifiche discipline;
3. Competenze tecniche riferite all’ambito espressivo, grafico e creativo.
Le strategie di intervento didattico-educativo adottate dal Consiglio di classe hanno cercato di favorire il dialogo
ed una partecipazione attiva, richiedendo uno studio ragionato, stimolando la capacità di riflessione e di
rielaborazione personale dei contenuti.
Si sono proposte lezioni di diversa natura: frontali, esercitazioni, ricerche ed approfondimenti, lavori di gruppo,
analisi testuali e cartografiche; nelle varie discipline si è cercato di rendere familiari i linguaggi specifici,
spiegando il lessico e correggendo sistematicamente i vocaboli usati impropriamente. Considerando la situazione
della classe non completamente omogenea, si è cercato di proporre attività di gruppo, stimolando l’interesse
Documento 15 Maggio
pag. 9/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
attraverso la proposta di attività interdisciplinari per favorire un sapere più globale; inoltre a livello di Istituto si
sono svolti dibattiti su argomenti di interesse più vasto, cercando insieme letture critiche e soluzioni.
Alcuni alunni sono stati aiutati, con percorsi specifici, a riconoscere e superare i conflitti all’interno del gruppo
classe. Altro intervento didattico importante è stato quello attuato dall’insegnante di Italiano che ha dedicato agli
alunni alcune ore di lezione pomeridiane, al fine di prepararli al meglio alla prima prova scritta d’esame.
Le attività delle discipline di indirizzo sono state più faticose, in quanto la classe ha lavorato sia in aula sia in
laboratori poco attrezzati e comunque inadeguati al numero degli allievi; l’orario di apertura della biblioteca è
stato insufficiente rispetto alle esigenze di consultazione delle immagini, anche il laboratorio informatico non si è
potuto utilizzare perché in fase di ricambio dei Personal Computer e la stampante a colori non è stata ancora
collegata ed attivata.
Il Consiglio di classe, per quanto riguarda i criteri di valutazione, con riferimento a quanto concordato in
Collegio Docenti, ha deciso che la valutazione globale dell’alunno si realizza in due momenti fondamentali:
La misurazione intesa come rilevazione dei livelli acquisiti;
La valutazione come atto di sintesi che tiene conto non solo dei risultati conseguiti nelle singole verifiche
e non soltanto media dei valori ottenuti.
Alla valutazione dunque concorrono il profitto, la partecipazione e l’impegno. Con la valutazione del profitto, si
analizzano gli obiettivi cognitivi raggiunti dallo studente, in relazione agli obiettivi minimi ed ai criteri di
valutazione indicati dai singoli docenti nei piani di lavoro.
La partecipazione è intesa come capacità dello studente di relazionarsi con la vita della classe e di contribuire al
dialogo educativo, mediante l’attenzione continua, le richieste di chiarimento e le proposte costruttive, la
disponibilità alla collaborazione con docenti e compagni.
Con il fattore impegno si intende valutare l’atteggiamento dello studente nel lavoro personale e si considerano
come indicatori: la costanza nel mantenere gli impegni e la puntualità.
La valutazione si configura pertanto come proposta di voto, formulata e motivata dal singolo insegnante e
assunta collegialmente dal Consiglio di classe.
Riguardo agli strumenti di verifica (tipologia e numero delle prove scritte e orali, questionari, test, relazioni,
approfondimenti) il Consiglio di classe ha deciso quanto segue:
Materie orali: minimo due prove (è possibile sostituirne una con una prova scritta)
Materie con scritto: minimo due prove orali e tre scritte
Materie grafico-cromatiche-plastiche: minimo tre prove per quadrimestre.
Documento 15 Maggio
pag. 10/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
NUMERO DI VERIFICHE SOMMATIVE EFFETTUATE NEL CORSO DELL’ANNO SCOLASTICO
o ANALISI DEL
TESTO
o SAGGIO BREVE
Interrogazione o ARTICOLO
orale
GIORNALISTICO
o RELAZIONE
o TEMA
M AT E R I A
Prova
strutturata
Prova
semistrutturata
Problemi
Esercizi
FIGURA
DISEGNATA
ORNATO
DISEGNATO
FIGURA
MODELLATA
ORNATO
MODELLATO
ARCHITETTURA
N°15
N°8
PROSPETTIVA
ANATOMIA
N°1+1=2
STORIA
DELL’ARTE
LETTERE E
STORIA
MATEMATICA
E FISICA
EDUCAZIONE
FISICA
N°2+2=4
N°2+2 (sim.)=4
N°3+3=6
N°2 sim.+3saggi=5
RELIGIONE
ELABORATO
PROGETTO GRAFICO
E PLASTICO
N°2
N°6
N° 2
N°6
N° 5
N° 2 (simul.)
N° 3
N° 2 (simul.)
N°12
N°2+2=4
N°1+3=4
N°4+3=7
6/7 pratiche
Interventi nel dialogo educativo, approfondimenti personali, partecipazione agli argomenti proposti.
Attenzione, confronto e rispetto del pensiero altrui. Domande orali e proposte per stimolare la riflessione
Documento 15 Maggio
pag. 11/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
ATTIVITA’ CURRICOLARI INTEGRATIVE
Partecipazione alle iniziative organizzate dall’Istituto:
15 settembre stand volontariato – piazza XIII Martiri – Lovere + 2 ore di formazione in classe con
l’intervento di associazioni di volontari
6 ott. 2012 incontro attori dell’Orlando Furioso presso il teatro Crystal
22 dicembre 2012 Commemorazione XIII Martiri presso la villa Milesi
Giornate a tema organizzate dal Comitato Studentesco:
20 dicembre2012 giornata a tema “ la donna” presso il teatro Crystal di Lovere
17 gennaio 2013 giornata a tema “Finanza killer “
“
“
“
25 febbraio 2013 giornata a tema “la felicità”
“
“
“
19 maggio 2013 Attività didattica musicale e sportiva d’Istituto
Visite all’Accademia Tadini organizzate dalla docente di Storia dell’arte:
22 sett. 2012 Visita alla mostra “Madì” con l’incontro di artisti e gallerista
15 sett. 2012 conferenza del dr. Albertario“il pittore e il patriota- F.Hayez e Banzolini “
6 febbraio 2013 visita all’Accademia Tadini delle opere di Antonio Canova
Partecipazione rappresentazioni teatrali:
28 febbraio 2013 “Il canto della rosa bianca” - teatro Crystal Lovere
20 marzo 2013 “Il Decamerone” spettacolo settimana della cultura classica
21 marzo 2013 “L’inizio e la fine delle stelle” di e con Lucilla Giagnoni teatro Crystal
12 nov. 2012 premiazione al Concorso”logo sentiero dei laghi” Legambiente- aula magna
27aprile 2013 premiazione concorso Accademia Guardia di Finanza a Bergamo
12 gennaio 2013 visita al museo Meli di Luzzana
11 marzo 2013 primo incontro “Educarte” con dott. Meli Paolo in classe
22 marzo 2013 secondo incontro “Educarte” con dott. Meli Paolo in aula magna
5 aprile 2013 terzo incontro “Educarte” con esperto del centro di ricerche farmacologiche Mario Negri di
Bergamo
ATTIVITA’ PLURI-INTERDISCIPLINARI
ALLESTIMENTO MOSTRA OPEN DAY
(discipline coinvolte: Figura disegnata, Ornato disegnato e Modellato)
Gli elaborati realizzati dagli allievi nelle varie discipline, sono stati esposti in occasione della mostra realizzata al
piano terreno dell’Istituto e aperta al pubblico in occasione dell’Open day a dicembre e a gennaio.
PROGETTO ”LOVERE ARTS- bambini e burattini”
(discipline coinvolte: Figura disegnata, Ornato disegnato, Figura e Ornato modellato)
Due studenti della classe dopo aver progettato e realizzato “il burattino” su tavola, hanno raccolto gli elaborati
per l’allestimento dello spazio espositivo e della mostra (13-14-15 dicembre 2012)
Documento 15 Maggio
pag. 12/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
PARTECIPAZIONE AL CONCORSO proposto dal Consorzio OROGIOIELLO di Bergamo
(discipline coinvolte: Ornato disegnato ed Ornato Modellato) selezionati i progetti di sette alunni della classe ed
inviati al Consorzio promotore.
PARTECIPAZIONE AL CONCORSO logo per l’unione dei Comuni di Valle Camonica
(discipline coinvolte: Ornato disegnato ed Ornato modellato)
PARTECIPAZIONE AL CONCORSO proposto dalla Guardia di Finanza di Bergamo
( discipline coinvolte: Ornato e Figura disegnato e modellato)
Tema di quest’anno è “L’unione europea- premio ONU per la Pace 2012” , un gruppo di allieve della classe ha
realizzato composizioni decorative con colori acrilici su tela.
Partecipazione di tre studentesse alla premiazione il 27 aprile a Bergamo.
VISITE DI STUDIO
Le visite di studio sono state preparate in classe con la raccolta di informazioni, dopo la visita si sono
approfonditi alcuni aspetti e verificati i contenuti con domande aperte o ricerche monografiche.
La gita scolastica della classe è avvenuta dal 27 febbraio al 2 marzo a Londra.
Nel corso dell’anno si è svolta una visita di studio alla mostra temporanea :
Bergamo 10 aprile 2013 G.A.M.E.C ”Pop, realismi e politica-Argentina, Brasile, anni ‘60
ORIENTAMENTO SCOLASTICO
Proseguendo l’impegno degli anni precedenti, si sono attivate diverse modalità di orientamento quali:
 8 febbraio 2013 orientamento Accademia S. Giulia di Brescia in aula magna
 8 marzo 2013 INCONTRO delle classi con docenti e allievi della Accademia Carrara di Bergamo
 INCONTRO con ex studenti del Liceo Artistico per raccogliere esperienze ed informazioni utili circa la
scuola superiore o Facoltà Universitaria frequentata.
BREVI STAGES
La classe ha partecipato all’esperienza “ brevi stages di osservazione e di ricerca sul mondo del lavoro” che ha
impegnato una mattina nel mese di febbraio, per avvicinarsi alla cultura ed agli ambienti di lavoro disponibili sul
territorio Loverese. (vedi calendario delle attività)
La commissione Scuola-Lavoro si è attivata per preparare adeguatamente l’esperienza, coinvolgendo alcuni
docenti della classe per valorizzare il carattere orientativo del progetto, per accompagnare le attività di ricerca e
per facilitare la rielaborazione dei contenuti.
Gli studenti hanno ricevuto una copia dei materiali di lavoro per consentire un primo approccio alle tematiche,
poi si sono divisi in gruppi di interesse ed hanno elaborato una griglia per le interviste ai professionisti o ai
responsabili di settore delle aziende.
Dopo l’esperienza diretta, è stato somministrato un questionario per verificare la conoscenza del sistema
lavorativo e l’approfondimento di alcune figure professionali.
Documento 15 Maggio
pag. 13/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
CALENDARIO DELLE ATTIVITA’ DEI BREVI STAGES lunedì 18 FEBBRAIO 2013
Dalle ore 8 alle ore 10 presso la Sala Ruffini di Lovere:
Presentazione del progetto alla classe, consegna dei materiali per la rielaborazione, compilazione del
questionario introduttivo e formazione dei gruppi di indagine.
Intervento di Informagiovani ed esperte di selezione del personale per descrivere modalità ottimali di
approccio al mondo del lavoro.
Dalle ore 10 alle 13 : GRUPPI DI ALLIEVI VISITANO I LUOGHI DI LAVORO sul territorio Loverese per
INTERVISTARE LE FIGURE PROFESSIONALI:
1° gruppo – Grafica e illustrazione - Grassi Clara
2° gruppo – Accademia Tadini: conservatore e restauratrice
3° gruppo – Studio di Architettura - Bianchi Trento
4° gruppo - ASL. Psicologa e assistente sociale
5° gruppo - Ospedale : medico pronto soccorso e fisioterapista
In classe lo scambio delle esperienze dei vari gruppi, quindi per:
SISTEMARE LE INFORMAZIONI RACCOLTE
DISCUTERE E RIELABORARE I CONTENUTI
COMPILARE IL QUESTIONARIO FINALE
STAGES ESTIVI
Da alcuni anni si effettuano esperienze di stages estivi della durata di almeno tre settimane, in aziende ed Enti
del territorio, stipulando Convenzioni e concordando un progetto formativo e di orientamento specifico per ogni
studente che ne ha fatto richiesta.
Tredici studenti della classe 4^A del Liceo Artistico hanno effettuato con profitto lo stage estivo:
BONOMI CHIARA dal 11/6 al 30/6 presso Foto FERRARI di Darfo
BOTTICCHIO ILARIA dal 10/7 al 18/8 presso Designer BESOLA di Lovere
BRIDA LISA dall’11/6 al 30/6 presso TRE ART fotoincisione di Lovere
CERVINI PAOLO dal 18/6 al 7/7 presso GRAFICA Creacommunication di C.Volpino
DEL VECCHIO ANDREA dal 2/7 al 20/7 presso Grafica “La cittadina” di Gianico
GANDELLI CLAUDIA dal 5/7 al 24/7 presso Redazione ARABERARA di Clusone
GHILARDI PAMELA dal 12/6 al 3/7 presso Foto LUBRINI di Ardesio
KHITDEEIJNG THEERASAK dal 25/6 al 9/7 presso azienda Vascolari di Endine
MININI MICHELA dall’11/6 al 30/6 presso STUDIO Arch. Ghirardelli di Darfo
NENNA SARA dal 2/7 al 20/7 presso STUDIO Arch. Botticchio di Pisogne
OPRANDI NICOLA dal 9/7 al 28/7 presso azienda Scorpion bay di Albino
POMA LUCA dal 18/6 al 7/7 presso azienda Linkgrafica di Cazzago s. Martino
SALVINI TIZIANA dall’11/6 al 30/6 presso Foto ALESSANDRO di Darfo
ottenendo il raggiungimento dei seguenti obiettivi:
1. Acquisire elementi conoscitivi e di riflessione utili ad elaborare un proprio progetto di scelta per la
prosecuzione degli studi e lo sviluppo professionale;
Documento 15 Maggio
pag. 14/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
2. Sperimentare le proprie capacità di relazionarsi con modalità collaborative in un contesto nuovo;
3. Riflettere sulle componenti del ruolo ricoperto nel periodo di stage in termini di conoscenza, capacità,
comportamenti richiesti e livelli di autonomia assunti;
4. Applicare, quanto possibile, le conoscenze acquisite a scuola all’attività di stage.
L’esperienza ha dato risultati positivi sia per le aziende (che hanno espresso valori apprezzabili attraverso il
questionario di valutazione) sia per gli allievi che hanno compilato il diario del tirocinio formativo, dopo essersi
misurati per tre settimane con ambienti lavorativi stimolanti, costruendo relazioni e collaborazioni positivi.
Gli allievi sono stati seguiti nelle diverse fasi dal tutor scolastico che propone al Consiglio di classe di tenerne
conto per il credito formativo. Seguono gli attestati sottoscritti dal Dirigente Scolastico, dall’Ufficio Scolastico
Provinciale e dall’Unione Industriali di Bergamo che ha premiato con borsa di studio l’alunna Nenna Sara.
PROGETTO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
Il progetto Alternanza è una modalità didattica finalizzata a conseguire ed arricchire gli obiettivi del percorso di
istruzione superiore, alternando esperienze in contesti lavorativi coerenti con l’indirizzo di studi. La classe ha
proseguito il progetto in Alternanza Scuola-Lavoro già iniziato l’anno precedente, che prevede una prima fase di
formazione e di progettazione in classe ed in seguito una fase pratica in azienda della durata di 65 ore per gli
studenti che ne hanno fatto esplicita richiesta.
Gli alunni che hanno chiesto di effettuare l’esperienza in Alternanza Scuola-Lavoro sono :
BOTTICCHIO ILARIA presso Rota ceramiche di Lovere
BRIDA LISA presso studio Arch. Marini di Castro
CERVINI PAOLO presso Lovere arts
CONTESSI NICOLA presso Blue brothers di Piancamuno
DELVECCHIO ANDREA presso Atelier di Breno
GHILARDI PAMELA presso Tre Art di Lovere
NENNA SARA presso Grafica Besola di Lovere
POMA LUCA presso Lovere arts
SALVINI TIZIANA presso Cataldi Luca artista a Bienno
Ogni studente in alternanza ha redatto una relazione sull’esperienza ed una scheda di autovalutazione circa le
competenze acquisite; per ogni studente è stata compilata una scheda di valutazione con gli stessi parametri da
parte del tutor scolastico , ed una scheda di valutazione da parte del tutor aziendale .
I valori segnalati dalle varie schede di valutazione, sono confluite in una scheda sommativa che ha fornito i dati
per la compilazione della certificazione delle competenze raggiunte da ogni studente in Alternanza. (vedi
attestati allegati)
Documento 15 Maggio
pag. 15/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
ELENCO PERCORSI DEI CANDIDATI
CANDIDATO
TITOLO TESINA
1
BERTOCCI Marco
2
BONOMI Chiara
Valorizzazione economica di un sito storico patrimoniale:
il MAT di Clusone e la mostra del Brighenti
Hippies tra musica ed oriente
3
BOTTICCHIO Ilaria
La Spagna: Gaudì
4
BRIDA Lisa
Architettura moderna di Dubai. Burj al-Arab
5
CARRARA Mara
Luci e ombre
6
CERVINI Paolo
Hayao Miyazaky: influenze e passato
7
CONSOLI E. Geraldine
L’arte della pubblicità
8
CONTESSI Nicola
Tattoo
9
DEL VECCHIO Andrea
Il ritratto
10 GANDELLI Claudia
Il piccolo principe
11 GHILARDI Pamela
La fotografia
12 KHITDEEJING Theerasak
Il fumetto
13 MININI Michela
Il Romanticismo di Turner
14 MORANDINI Giampaolo
Il calcio
15 NENNA Sara
Il colore rosso nel Novecento
16 OPRANDI Nicola
La Luna
17 POMA Luca
L’arte nel mondo video-ludico
18 SALVINI Tiziana
Compenetrazione artista-natura
Documento 15 Maggio
pag. 16/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
SIMULAZIONI PROVE D’ESAME
Il Consiglio di Classe ha deliberato di effettuare nel corso dell’anno scolastico:
una simulazione per quadrimestre di prima prova scritta,
due simulazioni nel 2° quadrimestre di seconda prova scritta della durata di tre giorni,
due simulazioni nel 2° quadrimestre di terza prova d’esame , tipologia F: sviluppo di progetto,
una simulazione di prova orale a fine maggio.
Dopo la prima simulazione di terza prova si è proceduto alla discussione dei risultati, spiegando alla classe i
criteri ed i termini della valutazione in quindicesimi; si è constatato che non tutti hanno concluso la prova, per
cui nella seconda simulazione si è dato un tempo più lungo, considerando la complessità delle operazioni
progettuali richieste dalle discipline.
Delle simulazioni effettuate di prima, seconda e terza prova si allegano i relativi testi.
TABELLA RIASSUNTIVA DELLE SIMULAZIONI
DATA DI
ESECUZIONE
TIPOLOGIA
DISCIPLINE COINVOLTE
TEMPO
ASSEGNATO
8 Gennaio 2013
Prima
prova
Italiano
4 ore
16 Aprile 2013
Prima
prova
Italiano
4 ore
21-22-23 Febbraio 2013
Seconda
prova
Architettura e Prospettiva
18 ore
18-19-20 Aprile 2013
Seconda
prova
Architettura e Prospettiva
18 ore
8 Aprile 2013
Terza
prova
Storia dell’arte, Ornato disegnato,
Ornato modellato, Anatomia artistica
8 ore
9-10 Maggio 2013
Terza
prova
Storia dell’arte, Ornato disegnato,
Ornato modellato, Anatomia artistica
12 ore
Testi delle prove: vedi allegati
Criteri di valutazione – Griglie: vedi allegati
Documento 15 Maggio
pag. 17/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
ITINERARIO DI APPRENDIMENTO NELL’AMBITO DELLE SINGOLE DISCIPLINE
Materia: discipline pittoriche
ORNATO DISEGNATO
Docente: MARCELLO PIEMONTESE
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
Il gruppo classe risulta abbastanza eterogeneo in quanto sono presenti elementi con forte demotivazione, con
conseguente rallentamento dell’attività didattica. Fin dall’inizio ho riscontrato un atteggiamento di generale
superficialità nell’approccio ai temi trattati; soltanto alcuni studenti hanno mostrato spiccate doti di personalità.
L’autonomia operativa, l’organizzazione del lavoro non sono stati sempre all’altezza delle richieste.
Permangono ancora situazioni di alunni incostanti nell’apprendimento dovuto principalmente a demotivazione.
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI
La materia di Ornato Disegnato ha concorso con le altre materie curricolari ed i progetti educativi, che si
attivano durante il percorso di studi, alla maturazione culturale e all’acquisizione di competenze legate al
mondo della comunicazione visuale.
L’obiettivo generale perseguito della disciplina è stata la presa di coscienza di un linguaggio personale sul piano
grafico progettuale e la maturazione delle capacità percettivo-visive; ciò si è realizzato attraverso esperienze di
osservazione attiva e consapevole attraverso il fare, ovvero la conoscenza delle varietà d’uso del linguaggio
visuale, ma anche attraverso la rielaborazione in chiave creativa, quindi proposizione personale di progetti
decorativi.
OBIETTIVI TECNICI
Conoscenza e corretto utilizzo degli strumenti e dei materiali del disegno;
Capire il significato dei valori grafico-espressivi intrinseci;
Sapere analizzare consapevolmente i rapporti proporzionali;
Saper modulare per mezzo della tecnica grafica i valori cromatici;
Usare le regole compositive;
Uso consapevole del colore;
Conoscenza delle funzioni del linguaggio visivo.
OBIETTIVI METODOLOGICI
Rispetto dei termini di consegna;
Adozione di una terminologia appropriata;
Capacità di autovalutazione del proprio lavoro;
Sviluppare consapevolmente un'autonomia operativa, in modo da estrapolare ed utilizzare,
rapportandole tra loro, le conoscenze acquisite in situazioni diverse.
Documento 15 Maggio
pag. 18/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
METODOLOGIA
Per il raggiungimento di tali obiettivo, sono stati posti traguardi didattici intermedi che in una prospettiva
evolutiva, hanno consentito di arricchire le capacità di percezione visiva e uso del linguaggio visivo del singolo
allievo in maniera di permettergli di lavorare senza condizionamenti. Nell'elaborazione della programmazione
didattica della materia, il rapporto esistente fra i vari aspetti del curricolo è molto stretto, è però da sottolineare
che obiettivi, contenuti, metodi e valutazione, sono parte di un ciclo continuo di attività che costituisce il
processo di elaborazione curricolare.
Tali momenti non si sviluppano secondo passaggi sequenziali a cascata da un'attività all'altra fino alla
valutazione, vi è invece una continua traslazione tra i vari aspetti: ad esempio nell'esaminare i contenuti, si fa
riferimento allo stadio precedente degli obiettivi e a quello seguente dei metodi.
Lo sviluppo dei vari contenuti didattici della materia si è incentrato sull'acquisizione di abilità tecniche nell'uso
degli strumenti e materiali finalizzati alla comunicazione visiva attraverso un lavoro grafico-pratico.
Il percorso di apprendimento dei contenuti della materia è stato strutturato all’interno di progetti decorativi,
attraversandone tutte le fasi: dall’idea alla formazione ed evoluzione dell’immagine decorativa, introduzione
all’operatività progettuale nel campo del graphic design; il mezzo fotografico ed il computer come sussidio
all'elaborazione grafica.
MEZZI E STRUMENTI
a. Consultazione di libri d’arte, riviste, immagini fotografiche, pagine web, CD multimediali, computer,
software applicativo per grafica digitale.
b. Strumenti e materiali del disegno e della pittura quali cartoni, pennelli, pastelli, colori acrilici, acquerello.
STRUMENTI DI VERIFICA
La verifica dei livelli di apprendimento raggiunti dagli allievi, viene effettuata attraverso la proposizione
problemi di ordine grafico-compositivo e la osservazione degli elaborati grafici
CRITERI DI VALUTAZIONE
Nella delicata operazione di valutazione delle fasi di apprendimento dei contenuti della materia, per il
raggiungimento degli obiettivi programmati, sono stati confrontati i livelli di partenza di ogni singolo allievo
con il livello successivo; dal confronto si è analizzata la qualità e la quantità della progressione del processo
educativo.
La qualità dell'impegno;
La capacità di comprensione degli argomenti trattati;
La quantità d'interesse alle tematiche che sono state proposte;
Le capacità organizzative e metodologiche;
L’autonomia operativa eventualmente acquisita.
Documento 15 Maggio
pag. 19/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Materia: discipline pittoriche
FIGURA DISEGNATA
Docente: GIUSEPPE STRANGIO
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
La classe è composta da 18 alunni così suddivisi 8 maschi e 10 femmine provenienti da diversi comuni
bresciani e bergamaschi. Quest’anno all’interno della classe con esame di idoneità alla classe 4^ è stata inserita
una nuova studentessa che aveva già negli anni precedente frequentato il Liceo Artistico. Dall’osservazione e
dall’analisi delle prove di verifica effettuate nel corso dell’anno scolastico, è emerso che una minima porzione
di studenti componenti la classe. ha mostrato un atteggiamento allo studio ed al lavoro
non del tutto
soddisfacente alle richieste, da parte dell’insegnante rivelandosi anche ritardatari nelle consegne dei lavori
assegnati. La difficoltà maggiore per alcuni è stata la mancanza di concentrazione durante la fase di esecuzione
del proprio lavoro, infatti la loro distrazione a fatto si che il lavoro finale ne risentisse molto sul profitto . In
generale il livello della classe è risultato positivo, con una media che va dalla sufficienza, al discreto e per
qualche studente anche ottimo.
Dal punto di vista comportamentale sono vivaci, ma abbastanza rispettosi nei confronti sia dei propri compagni
che degli insegnanti.
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI
Comportamento con discreta capacità d’ascolto da parte di alcuni alunni.
Conoscenza delle abilità base del linguaggio visivo.
Conoscenza degli strumenti e dei materiali per la rappresentazione visiva.
Conoscenza delle tecniche grafiche e pittoriche tradizionali.
Capacità di affrontare graficamente i soggetti complessi, quali la copia dal vero del modello vivente.
Obiettivi minimi:
Conoscenza e applicazione delle regole di base della disciplina (impaginazione,e costruzione della figura,
chiaro-scuro e resa del volume.
METODOLOGIA
Lezioni teorico-pratiche inerenti alle proporzioni della figura, all’impaginazione, alla cura del segno grafico, e
ai toni cromatici del chiaroscuro e del colore.
Con sperimentazione pratiche di tecniche espressive tradizionali quali: matite, pastelli, gessetti colorati, colori
acrilici e colori a olio.
Esercitazioni grafico-pratiche con l’utilizzo del modello vivente.
Esercitazioni grafico-pratiche con l’utilizzo di calchi in gesso tratte dalla statuaria classica.
Lezioni teorico-pratiche atte allo sviluppo e consolidamento delle abilità grafiche, del linguaggio visivo, e degli
strumenti e materiali per rappresentazione pittorica.
Documento 15 Maggio
pag. 20/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
MEZZI E STRUMENTI
Calchi in gesso di busti della statuaria classica.
Figure anatomiche.
Copia dal vero del modello vivente
Strumenti grafici: matite di varia gradazione, gessetti colorati, pastelli colorati, acquerelli, colori acrilici, pastelli
seppia, sanguigna, fusaggine carboncino.
Supporti: carta da spolvero, carta da pacco, cartoncini colorati di varia grammatura e dimensione cartoncini neri
e bianchi.
Esercitazione grafica di copia dal vero del modello vivente, per sviluppare le capacità di percezione e di lettura
dagli elementi strutturali e volumetrici della figura umana.
Nel corso dell’anno scolastico la classe ha potuto utilizzare il laboratorio di figura per quattro ore settimanali,
due ore con il modello vivente e due ore di esercitazione con l’utilizzo dei gessi della statuaria classica.
CRITERI DI VALUTAZIONE
Le prove somministrate durante l’anno scolastico sono state di tipo teorico e grafico -pratico. Tutti gli elaborati
portati a termine dagli studenti sono stati esaminati e valutati, tenendo conto principalmente quelli che
presentavano in modo completo tutte le caratteristiche grafiche richieste. In ambito disciplinare. Si è tenuto
conto in particolare, dell’elaborato con le caratteristiche fondamentali riguardanti l’impaginazione, la
costruzione, le proporzioni, l’originalità del segno grafico, il chiaro-scuro, la resa volumetrica e inoltre anche la
rielaborazione creativa personale.
Documento 15 Maggio
pag. 21/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Materia: discipline pittoriche
ANATOMIA ARTISTICA
Docente: GIUSEPPE STRANGIO
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
La classe è composta da 18 alunni così suddivisi 8 maschi e 10 femmine provenienti da diversi comuni
bresciani e bergamaschi. Quest’anno all’interno della classe con esame di idoneità alla classe 4^ è stata inserita
una nuova studentessa che aveva già negli anni precedente frequentato il Liceo Artistico. Dalle prove di
verifica orale e grafiche effettuate durante l’anno scolastico, sono emersi tre livelli di profitto ,sufficienza
discreto e buono. Le difficoltà maggiori riscontrate in alcuni studenti sono state la discontinuità di studio teorico
e il ritardo di consegna degli elaborati. Nel corso dell’anno scolastico assieme ad’altre discipline, sono state
disposte due simulazioni di terza prova d’esami, con l’inserimento della materia di Anatomia. La prima prova
è stata formulata secondo la tipologia (B) e visto che il risultato si è rivelato disastroso, la seconda prova è stata
formulata secondo la tipologia( F), Quest’ultima è risultata decisamente meglio con risultato positivo. Dal punto
di vista disciplinare, anche se a volte il loro comportamento è stato un po’ caotico ed esuberante, nell’insieme si
sono dimostrati rispettosi sia verso i propri compagni sia verso l’insegnante.
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI
Conoscenza delle masse muscolari che rivestono la struttura ossea del corpo umano.
Rappresentazione grafica delle varie parti muscolari che rivestono lo scheletro del corpo umano, tenendo conto
delle proporzioni del volume, della luce e delle ombre.
Saper applicare in modo corretto ed autonomo le tecniche espressive del linguaggio visuale. Produrre elaborati
anatomici utilizzando correttamente gli strumenti le tecniche e i materiali
Gli obiettivi didattici realizzati sono stati per la capacità di esposizione mediamente sufficienti per buona parte
degli allievi, discreta anche la fase progettuale grafica. Una punta di spicco è stata raggiunta da una sola allieva,
che ha dimostrato una buona autonomia tecnico-pratica di eccellente risoluzione grafica ed espositiva.
Obiettivi minimi:
Rappresentazione grafica delle masse muscolari che rivestono lo scheletro del corpo umano complete di chiaroscuro.
METODOLOGIA
Lezioni teoriche riguardo la conoscenza delle caratteristiche funzionali delle masse muscolari del corpo umano,
con esercitazioni grafiche e copia di parti anatomiche , per approfondire le capacità di lettura volumetrica
dell’anatomia del corpo umano. Lezioni di approfondimento sull’azione dei muscoli e sulle tecniche da
adottare per le risoluzioni grafiche.
Documento 15 Maggio
pag. 22/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
MEZZI E STRUMENTI
Libri di testo e fotocopie sia per la traduzione delle immagini che per la parte teorica. Materiale di facile
consumo: matite, pastelli colorati, gessetti colorati, pennelli, colori a tempera e acquerelli.
CRITERI DI VALUTAZIONE
La valutazione globale degli alunni è stata realizzata innanzitutto mediante l’osservazione dei comportamenti
relativi all’impegno e alla partecipazione. In secondo luogo, nell’ambito della disciplina, sono stati valutati i
contenuti teorici e la qualità espressiva del segno grafico di tutti gli elaborati svolti dagli alunni durante l’anno
scolastico.
Documento 15 Maggio
pag. 23/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Materia: discipline plastiche
FIGURA MODELLATA
Docente: GIUSEPPINA NEGRONI
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
Ore di lezione effettuate nell’anno scolastico: n° ore 128 su n° ore 136 previste dal piano di studi
La classe è composta da 18 alunni tutti provenienti dalla terza , ha potuto lavorare a gruppi alterni nel
laboratorio a causa delle ridotte attrezzature (15 trespoli) e quindi svolgere un solo elaborato plastico a
tuttotondo.
Gli alunni proseguendo lo studio della Figura umana, sono passati dall’esercizio della copia della statuaria
all’esercizio col modello vivente, svolgendo l’esercizio grafico con regolarità e con impegno hanno migliorato
le loro capacità, sia dal punto di vista compositivo sia della resa volumetrica.
L’interesse per la materia si può considerare positivo, ma la capacità di attenzione e la difficoltà di
concentrazione di un gruppo di allievi, ha un poco rallentato il raggiungimento di migliori risultati.
In generale la classe si attesta su valori discreti, con alcune punte di buone capacità .
ESITI CONSEGUITI
Gli alunni hanno seguito con interesse le attività proposte, sono sufficientemente motivati e vivaci negli
interventi, alcuni hanno maturato un percorso individuale più apprezzabile nel raggiungere gli obiettivi.
La realizzazione degli elaborati tridimensionali, rileva che una parte della classe applica in modo scolastico le
conoscenze, altri hanno approfondito le tematiche sviluppando le capacità, per cui gli esiti risentono delle
motivazioni e delle capacità personali di ogni alunno.
La maggioranza si attesta su valori discreti essendo in grado di visualizzare correttamente le tematiche
progettuali ed applicano in maniera più consapevole i contenuti .
Permane nella maggioranza una certa lentezza nella realizzazione degli elaborati seppur con diversi livelli di
profitto.
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI
Gli obiettivi specifici della disciplina raggiunti dalla classe riguardano:
Consolidamento delle conoscenze proprie della disciplina impiegando in modo appropriato i metodi
della rappresentazione plastica;
Sviluppo delle capacità di esprimersi con una certa proprietà tecnica nel segno grafico articolando un
progetto spaziale figurativo, dalla struttura al volume;
Miglioramento dell’autonomia operativa, raggiungendo le competenze necessarie per tradurre le idee in
opere creative tridimensionali, nonché l’uso corretto degli strumenti e delle tecniche.
METODOLOGIA E STRUMENTI
Si sono effettuate alcune esercitazioni grafiche inerenti lo studio della figura umana dai disegni dei maestri,
sperimentando varie tecniche grafico-pittoriche.
La classe ha potuto utilizzare il laboratorio di modellato per sei ore settimanali a piccoli gruppi e per lo studio
della figura umana con l’ausilio del modello vivente, per due ore settimanali da ottobre.
Si è proseguito l’esercizio della copia dal vero per sviluppare la capacità di analisi e di lettura degli elementi
strutturali, morfologici e volumetrici secondo due modalità:
Documento 15 Maggio
pag. 24/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
 una parte grafica di rilievo oggettivo e campitura chiaroscurale dei volumi;
 una parte plastica con la riproduzione in creta o altro materiale, di soggetti in scala 1:1 2:1 1:2.
Ci si è avvalsi di alcuni modelli in gesso reperiti nella gipsoteca scolastica e del forno per le cotture degli
elaborati plastici.
STRUMENTI DI VERIFICA
La tipologia delle prove somministrate nel corso dell’anno riguarda sia prove scritte, sia grafiche che pratiche;
per gli elaborati tridimensionali si è effettuata la verifica alla fine di ogni unità didattica.
Si sono effettuate diverse prove a tempo, somministrando alla classe temi d’esame proposti negli anni passati,
cercando di stimolare la creatività e l’impiego di materiali e tecniche, oltre al controllo della gestione del tempo.
Considerando le diverse situazioni di partenza degli allievi per quanto riguarda le attitudini, la motivazione ed il
metodo di lavoro, si sono presi in esame sia l’interesse che il grado di partecipazione al dialogo educativo, il
grado di comprensione delle tematiche, l’aspetto esecutivo degli elaborati tridimensionali con riferimento alle
proporzioni, al volume ed all’utilizzo corretto dei materiali e degli strumenti, oltre alla soluzione personale
creativa.
Documento 15 Maggio
pag. 25/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Materia: discipline plastiche
ORNATO MODELLATO
Docente: GIUSEPPINA NEGRONI
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
Ore di lezione effettuate nell’anno scolastico: n° ore 128 su n° ore 136 previste dal piano di studi
La classe è composta da 18 allievi (10 femmine e 8 maschi ) provenienti dalla classe terza .
L’insegnante dopo aver verificato i prerequisiti, ha proposto sia le attività teoriche che pratiche inerenti la
materia di Ornato Modellato, cercando di stimolare la creatività mediante soluzioni personali e di far
sperimentare diversi materiali per acquisire nuove tecniche .
Nell’insieme la classe si presenta in modo eterogeneo per interessi, capacità e partecipazione ma in generale
abbastanza propositiva sul piano ideativo e grafico; nelle capacità operative la classe ha compiuto una crescita,
migliorando l’autonomia nel lavoro ed alcune competenze tecniche, ma risulta piuttosto lenta nell’elaborazione
tridimensionale.
ESITI CONSEGUITI
Gli alunni hanno seguito le unità didattiche proposte con un certo interesse iniziale, alcuni accogliendo le
sollecitazioni dell’insegnante hanno approfondito e costruito una serie di esperienze significative, altri per un
impegno poco costante hanno disperso le energie ottenendo tempi di esecuzione molto lunghi.
Si possono distinguere alcune fasce di livello:
1. valori sufficienti per la conoscenza dei contenuti essenziali della disciplina, elaborazioni semplici ma
sufficientemente chiare , modeste capacità tecniche applicate .
2. valori discreti per la capacità di sviluppare processi creativi esteticamente funzionali, utilizzando le
tecniche con metodo efficace.
3. valori buoni per l’esercizio delle competenze progettuali e delle abilità tecniche specifiche della
disciplina.
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI
CONOSCENZE
a) Conoscenza dei percorsi storico- artistici;
b) conoscenza dei linguaggi grafici di rappresentazione;
c) conoscenza degli strumenti e delle tecniche plastiche.
CAPACITA’
a) capacità di ordinare in sequenze logiche le attività;
b) capacità espressiva delle forme tridimensionali;
c) capacità creativa e di rielaborazione dei contenuti plastici.
COMPETENZE
a) metodo di lettura ed analisi delle forme;
b) applicazione delle conoscenze in esercizi tridimensionali;
c) applicazione dei dati tecnici acquisiti.
METODOLOGIA E STRUMENTI
Le tematiche sono state affrontate favorendo un approccio ideativo-progettuale e tecnico-realizzativo
diversificato, per favorire una ricerca espressiva più personale.
Documento 15 Maggio
pag. 26/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Le metodologie adottate hanno presentato le difficoltà in modo graduale ed hanno riguardato:
lezioni teorico-pratiche orientate all’approfondimento dei principali movimenti artistici del novecento
mediante la lettura delle opere plastiche;
ricerca iconografica e bibliografica per approfondire la poetica e le tecniche di lavorazione espresse
dagli artisti;
progettazione di forme tridimensionali per vari concorsi;
esercitazioni di laboratorio utilizzando vari materiali: l’argilla, il gesso, il legno compensato…
Al fine di favorire le competenze trasversali alle discipline, la trattazione di alcune tematiche è stata promossa
attraverso alcune attività interdisciplinari, (partecipazione a concorsi ) offrendo univocità di riferimenti nel
rispetto delle specificità disciplinari.
Entrambe le simulazioni di terza prova d’esame hanno coinvolto la disciplina con richieste specifiche inerenti la
resa plastica e la collocazione nello spazio delle proposte, sollecitando la ricerca di soluzioni originali; inoltre
gli alunni sono stati stimolati a presentare il proprio lavoro esplicitando con brevi note, l’iter progettuale e le
scelte materiche operate.
VERIFICHE E CRITERI DI VALUTAZIONE
La valutazione, intesa come atto formativo è avvenuta quale accertamento sistematico delle procedure
didattiche e del percorso formativo dell’alunno.
Nella valutazione si sono analizzati i livelli di progressione dei seguenti parametri:
grado di interesse e partecipazione alle lezioni
livello di comprensione e di rielaborazione dei contenuti
capacità di utilizzare i materiali e le tecniche relative
capacità di rintracciare soluzioni formali ed estetiche personali
grado di autonomia operativa
La tipologia delle prove somministrate nel corso dell’anno riguarda sia prove scritte, sia grafiche che pratiche; si
è tenuto conto anche degli esiti delle simulazioni di terza prova d’esame scegliendo la tipologia F – sviluppo di
progetto.
Parametri di valutazione
Fasce di profitto
Alta
15
14
Co n o sc en za
Approfondita
Completa
Ca p a c ità
Ottima resa grafica e plastica
Co m p eten za
Consapevolezza nella
rielaborazione
Medio alta
13
12
Soddisfacente
Buona rappresentazione
Chiare soluzioni e proposte
Media
11
10
Sufficiente delle tecniche
Restituzione volumetrica
Adeguata composizione
Medio bassa 9
8
Superficiale e
frammentaria
Parzialmente adeguata e poco
attinente
Alcuni errori nella scelta delle
tecniche
Bassa
Lacunosa o priva dei
contenuti richiesti
Inadeguate soluzioni
Approssimazione nel collegare
7
6
Documento 15 Maggio
pag. 27/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Materia: discipline geometriche
ARCHITETTURA e PROSPETTIVA
Docente: SILVANA RODRIQUEZ
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
La classe è migliorata rispetto al livello di partenza; gli obiettivi sono stati mediamente raggiunti: la disciplina
di prospettiva nella seconda parte dell’anno è stata volutamente inglobata nella disciplina di architettura,
lavorando anche intuitivamente a mano libera.
L’interesse nei confronti dell’attività didattica è stato mediamente buono ed in generale la partecipazione è stata
in parecchie situazioni particolarmente attiva; pur avendo acquisito un buon rispetto delle regole, l’impegno nei
doveri scolastici in qualche attività non è stato sempre adeguato, specialmente per qualche allievo. Si può
considerar buono il livello raggiunto nelle capacità espressive e comunicative e soddisfacente l’acquisizione
dei linguaggi specifici.
Complessivamente il profitto è risultato discreto.
Ha continuato ad emergere per impegno e per risultati un buon numero di allievi, seguiti da un gruppo che
anche se con tempi più lunghi e qualche difficoltà ha cercato di portare a termine le consegne ricevute.
Inoltre, in tutte le attività proposte, quasi tutta la classe ha sempre aderito anche con slancio ed entusiasmo
dimostrando una certa voglia di nuove esperienze e sapendosi organizzare anche autonomamente per alcune
visite a mostre o eventi che la scuola non aveva organizzato.
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI
 Conseguire consapevolezza nell’applicazione dei linguaggi specifici, nelle scelte e nell’uso
dell’espressività personale, attraverso processi di analisi e progettazione
 Apprendimento di un metodo progettuale
 Comprensione e uso del linguaggio grafico e delle metodologie:
riconoscere i codici grafici e utilizzarli adeguatamente
utilizzare le tecniche grafiche appropriate al tipo di problema progettuale
effettuare comunicazioni verbali e scritte utilizzando una terminologia appropriata
saper schematizzare un percorso di lavoro
 Acquisizione di conoscenze attraverso l'analisi e la pratica di progettazione:
distinguere le strutture principali e collaterali che caratterizzano i tipi in architettura
saper individuare analogie e differenze fra elementi architettonici
individuare e progettare l'organizzazione di uno spazio date le attività inerenti
 Capacità creativo - operativa in processi progettuali:
saper verificare il raggiungimento degli obiettivi nel lavoro e confrontarlo con gli altri
saper individuare nuove soluzioni ai temi affrontati
saper costruire un percorso progettuale nella realizzazione di semplici composizioni
 Capacità di realizzazione:
utilizzare precisione e chiarezza grafica
utilizzare in modo economico e razionale lo spazio
saper prefigurare l'impaginazione nelle rappresentazioni grafiche
Documento 15 Maggio
pag. 28/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
OBIETTIVI MINIMI
Comprensione ed uso del linguaggio grafico e delle metodologie:
riconoscere i codici grafici ed utilizzarli adeguatamente
utilizzare tecniche grafiche appropriate al tipo di problema progettuale
saper individuare nuove soluzioni ai temi affrontati
utilizzare precisione e chiarezza grafica
saper prefigurare l’impaginazione nelle rappresentazioni grafiche
METODOLOGIA
Trasmissioni delle nozioni attraverso it metodo frontale.
Esercitazioni grafiche intuitive con applicazione a mano libera e successiva elaborazione tecnico- grafica dei
lavori assegnati.
Indagine storico territoriale.
Uscite e visite didattiche a mostre
Confronto tra gli alunni
Sviluppo delle capacità cognitive attraverso Io stimolo di: capacità di invenzione, comprensione, analisi, sintesi
a primo approccio alla rielaborazione delle informazioni ricevute.
Autocorrezione come ulteriore verifica alla comprensione e delle nozioni acquisite.
MEZZI E STRUMENTI TESTI UTILIZZATI / CONSIGLIATI
Libri di testo in adozione: ARCHITETTURA DEL MODERNO dalla rivoluzione industriale ad oggiEmilio Morasso- Electa scuola
MANUALE DI ARCHITETTURA E PROSPETTIVA Testi di consultazione, riviste, fotocopie
Strumenti da disegno, pastelli, pennarelli, penne a inchiostro di china.
Consultazioni varie nella rete Internet
CRITERI DI VALUTAZIONE
I processi di apprendimento sono stati controllati mediante verifiche formative riguardanti:
l'analisi e la valutazione periodiche dei lavori, eseguiti sia in classe che a casa (per questi lavori viene offerta la
possibilità di usufruire di tempi "personali" e di autocorreggersi al fine di ottenere risultati individuali ottimali);
Sono state prese in considerazione:
la capacità di comprensione e di risoluzione personale del compito assegnato;
la qualità grafica ed espositiva espressa;
la capacità di utilizzare appropriatamente lo spazio a disposizione per la comunicazione del lavoro;
il grado di completezza dello stesso;
il rispetto dei tempi stabiliti per le consegne;
Sono state effettuate due simulazioni di seconde prove che hanno dato risultati che fanno ben sperare per un
esito positivo degli imminenti esami.
Documento 15 Maggio
pag. 29/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Materia: storia dell’arte
Docente: SILVIA GERVASONI
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
La classe, che ha cambiato insegnante ogni anno, a settembre si presentava fortemente in ritardo sullo
svolgimento del programma.
I ragazzi, abbastanza disciplinati durante le lezioni, hanno impiegato un po’ di tempo per adattarsi alle richieste
della nuova insegnante, non tanto dal punto di vista disciplinare e comportamentale (sebbene la presenza dei
cellulari in classe sia un elemento di costante disturbo) quanto didattico (svolgimento puntuale dei compiti,
giustifiche per le impreparazioni, assenza durante le interrogazioni programmate, appunti approssimativi).
Il miglioramento durante il corso dell’anno scolastico è stato evidente e apprezzabile, tuttavia i ragazzi restano,
almeno per quanto riguarda metà classe, superficiali. Lo studio viene effettuato senza la dovuta puntualità, le
capacità espressive sono deboli e anche le abilità nei processi di sintesi e di analisi.
Pochi ragazzi sono in grado di esprimere un’opinione personale e capaci di una rielaborazione personale dei
concetti.
Ci sono stati, comunque e fortunatamente, alcuni alunni che sono riusciti a raggiungere risultati apprezzabili.
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI
Obiettivi minimi: Conoscenza sufficiente degli argomenti e dei contenuti del programma – Esposizione chiara,
pertinente e organizzata dei contenuti – Conoscenza ed uso della terminologia specifica – Capacità di descrivere
i tratti distintivi delle opere d’arte e rivelarne le caratteristiche linguistiche fondamentali – Capacità di
confrontare, sottolineando continuità e divergenze, artisti e movimenti – Capacità di esprimere un giudizio
personale e motivato
METODOLOGIA Lezione frontale e quanto più dialogata.
MEZZI E STRUMENTI Libro di testo, appunti, fotocopie, proiezioni
CRITERI DI VALUTAZIONE La valutazione ha tenuto presente:
la conoscenza dei contenuti – la capacità di confrontare le opere e creare collegamenti tra autori e periodi – le
capacità espressive ed espositive – le capacità critiche
Livelli di valutazione:
3 senza elementi di giudizio
4 gravemente insufficiente
5 insufficiente
6 sufficiente
7 discreto
8 buono
9 ottimo
10 eccellente
TESTI UTILIZZATI / CONSIGLIATI
Cricco-Di Teodoro, Itinerario nell’arte vol.2 e vol 3, Zanichelli
Per le avanguardie, fotocopie tratte da L’arte del secolo, Movimenti scuola, teorie e tendenze 1900-2000,
Loredana Parmesani, ed. Skira
Documento 15 Maggio
pag. 30/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Materia: Italiano e storia
Docente: ANTONIETTA SANTARCANGELO
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
La classe è composta da 18 alunni, 10 femmine e 8 maschi. Dal punto di vista relazionale-comportamentale il profilo
emerso dall’inizio dell’anno è generalmente positivo; non si sono verificati infatti particolari problemi disciplinari
durante lo svolgimento delle lezioni, seguite quasi sempre con attenzione da parte degli studenti; tuttavia alcune volte è
stato necessario richiamare l’attenzione e l’ordine durante gli interventi. La classe quindi ha tenuto un comportamento in
complesso corretto. Solo un piccolo gruppo ha migliorato la propria preparazione in tutte le abilità di base grazie
soprattutto ad un impegno generalmente costante. Un gruppo più numeroso ha dimostrato scarsa capacità di
pianificazione, stesura, coerenza nella produzione scritta e dell’esposizione orale; molti inoltre presentano varie
incertezze o addirittura difficoltà comunicative, riscontrabili principalmente nello scritto, dovute ad un modesto bagaglio
lessicale. Nella produzione scritta permane generalmente una scarsa originalità di pensiero e per alcuni l’esposizione non
è sempre chiara e lineare. L’esposizione è globalmente comprensibile, anche se in alcuni casi piuttosto semplice e non
sempre appropriata. I ragazzi hanno raggiunto gli obiettivi disciplinari previsti con risultati oltre il livello base solo in
alcuni casi.
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI
Conoscenze
Elementi di base delle funzioni della
lingua
Lessico per la gestione di
comunicazioni orali in contesti formali e
informali
Codici fondamentali della
comunicazione orale e verbale
Principi di organizzazione del discorso
espositivo e argomentativo
Strutture dei testi narrativi, espositivi,
argomentativi
Connettivi logici
Varietà lessicali in rapporto ad ambiti e
contesti diversi
Tecnica di lettura analitica e sintetica
Tecniche di lettura espressiva
Generi letterari, con particolare
riferimento alla tradizione italiana
Contesto storico di riferimento di
autori e opere
Lineamenti di storia letteraria: Leopardi,
Documento 15 Maggio
Abilità
Comprendere il messaggio contenuto in un
testo orale
Cogliere le relazioni logiche tra le varie
componenti di un testo orale
Esporre in modo chiaro, logico e coerente
Riconoscere differenti registri comunicativi
di un testo orale
Affrontare molteplici situazioni
comunicative scambiando informazioni e
idee per esprimere anche il proprio punto di
vista
Individuare il punto di vista dell’altro in
contesti formali ed informali
Padroneggiare le strutture della lingua
presenti nei testi
Applicare diverse strategie di lettura
Individuare natura, funzioni e principali
scopi comunicativi ed espressivi di un testo
Cogliere i caratteri specifici di un testo
letterario
Competenze
Padroneggiare gli strumenti
espressivi e argomentativi
indispensabili per gestire
l’interazione comunicativa
verbale in vari contesti
(C.C.”Comunicare”)
Leggere, comprendere e
interpretare testi scritti di vario
tipo (C.C.”Comunicare”,
”Individuare collegamenti e
relazioni” e “Acquisire e
interpretare l’informazione”)
pag. 31/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Manzoni; Verga; Pascoli; D’Annunzio;
Svevo; Pirandello; Montale; Ungaretti,
Saba, Montale, antologia del Novecento
Elementi strutturali di un testo scritto
coerente e coeso
Uso dei dizionari
Modalità e tecniche delle diverse
forme di produzione scritta secondo le
tipologie dell’esame di stato
Fasi della produzione scritta:
pianificazione, stesura e revisione
Ricercare, acquisire e selezionare
informazioni generali e specifiche in
funzione della produzione di testi scritti di
vario tipo
Prendere appunti e redigere sintesi e
relazioni
Rielaborare in forma chiara le informazioni
Produrre testi corretti e coerenti adeguati alle
diverse situazioni comunicative
Produrre testi di vario tipo in
relazione ai differenti scopi
comunicativi (C.C.”Comunicare”)
OBIETTIVI CONSEGUITI
Conoscere le caratteristiche essenziali degli autori e dei movimenti letterari più significativi, inserendoli nel
loro contesto storico.
Comprendere l’evoluzione culturale e poetica dei vari autori studiati, attraverso la lettura di testi esemplari
tratti dalle loro opere più significative
Saper cogliere la fisionomia specifica di tali testi e saperli analizzare a livello tematico e formale.
Saper esporre correttamente ed efficacemente i contenuti richiesti, sia a livello orale che scritto, adottando il
linguaggio specifico della materia.
Saper produrre testi scritti di diversa tipologia, con sufficiente padronanza delle tecniche compositive e con
proprietà di linguaggio
Obiettivi minimi:
Conoscenza dei tratti fondamentali delle correnti letterarie e dei movimenti culturali, con periodizzazione
generale
Conoscenza nelle linee essenziali delle caratteristiche ideologiche e poetico-letterarie di un autore e degli
elementi tipici che lo legano al contesto storico-culturale in cui ha operato
Riconoscimento delle tematiche fondamentali di un testo e delle strutture di base delle varie tipologie
testuali.
OBIETTIVI OPERATIVI MINIMI
Capacità di analizzare un testo secondo le tecniche adatte alla sua particolare tipologia, comprendendone i
contenuti essenziali e distinguendo elementi centrali e secondari.
Capacità di individuare le tecniche compositive più rilevanti e le strutture linguistiche, sintattiche (saper
almeno differenziare paratassi e ipotassi) e metriche più evidenti
Capacità di comprendere e analizzare un testo letterario, stabilendo alcuni riferimenti intertestuali e
procedendo, se possibile, ad un essenziale commento personale.
Capacità di esporre i principali contenuti oggetto di studio in forma orale sufficientemente chiara e corretta,
utilizzando anche alcuni termini specifici della disciplina.
Capacità di strutturare un testo scritto rispondendo adeguatamente alla traccia, impostandolo secondo una
struttura logica sufficientemente chiara e coesa, un uso abbastanza corretto della lingua, con una accettabile
Documento 15 Maggio
pag. 32/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
consistenza di contenuti.
CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA VERIFICA ORALE (livello minimo di sufficienza).
Conoscenza manualistica dei contenuti nelle loro linee essenziali
Comprensione delle tematiche di base ed individuazione di alcune di esse all’interno dei testi di riferimento
Uso di un lessico sufficientemente corretto ed efficace sul piano comunicativo, con il ricorso ad alcuni
termini specifici della disciplina
Esposizione, anche guidata dal docente, basata su uno schema sufficientemente ordinato
Riconoscimento, all’interno dei testi poetici affrontati, del tema principale, di alcune parole chiave, del tipo
di metrica, di qualche figura retorica (specialmente quelle tipiche dell’autore preso in esame)
Individuazione, all’interno dei testi narrativi, del tema principale e del messaggio di fondo, di alcune parole
o espressioni tipiche o semanticamente pregnanti, del tipo di narratore, delle caratteristiche principali dei
personaggi, del tipo di sintassi prevalente (paratassi o ipotassi) e di alcune eventuali figure retoriche.
METODOLOGIA
Accanto alla lezione frontale, che è ritenuto lo strumento principe per dare contenuti normativi, sono state
previste: lezioni dialogate, cooperative learning, metodo induttivo, discussione in classe, letture ed
approfondimenti individuali, esercitazioni individuali e di gruppo, correzione ragionata di elaborati e di
verifiche, recupero in itinere
MEZZI E STRUMENTI DI LAVORO
Accanto al libro di testo è stato previsto l’utilizzo di: approfondimenti forniti dall’insegnante, sia in fotocopia
sia attraverso gli appunti, schemi e mappe concettuali che facilitino la memorizzazione e la comprensione dei
nessi causali dei vari fenomeni, supporti audiovisivi (ove necessario e possibile),carte tematiche e geografiche,
dispense appositamente predisposte dall’insegnante per l’attività di recupero
CRITERI DI VALUTAZIONE
L’alunno ha dimostrato di aver raggiunto le competenze prefissate. Sono state, inoltre, valutate:
la capacità di intervento, la partecipazione attiva con contributi personali, la continuità nell’applicazione
nell’impegno, la puntualità nello svolgere i compiti assegnati.
Per lo scritto di italiano: Aderenza alla traccia e ricchezza di contenuto – Rispetto delle tipologie indicate
Organizzazione/coerenza interna tra le parti del testo – Correttezza morfosintattica – Correttezza ortografica
Proprietà lessicale
Per le valutazioni orali (italiano, storia): Espressione – Comprensione ed acquisizione dei contenuti
Applicazione e rielaborazione dei contenuti
e
–
–
–
LIBRI DI TESTO
Italiano: “Le basi della letteratura” – Tra ottocento e novecento V 3 a- L’età contemporanea V 3 b, Paolo
Sacco, editore Mandodori
Storia: “Passato e Presente” Fossati-Luppi-Zanette- Editori Mondadori
Documento 15 Maggio
pag. 33/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Materia: matematica e fisica
Docente: SIMONA MONTONE
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
La classe ha sempre mostrato un discreto interesse durante l’attività didattica, ma non avendo mai tradotto
questo atteggiamento in un reale impegno nel lavoro, ha gradualmente accentuato la distanza dalla disciplina,
fino ad arrivare negli ultimi mesi dell’anno a una partecipazione piuttosto scarsa e saltuaria. Le difficoltà
oggettive nella comprensione, dovute spesso a carenze logiche o più semplicemente a lacune pregresse, e la
scarsa predisposizione allo studio, hanno ostacolato per molti il raggiungimento degli obiettivi minimi e hanno
reso necessario un ulteriore abbassamento del livello delle attività proposte.
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI
L’attività didattica ha sempre avuto, sia nella scelta dei contenuti che nella metodologia, l’obiettivo di favorire
l’acquisizione di un rigore logico nell’esposizione del pensiero e nell’organizzazione dei concetti, ferma
restando l’esigenza di evitare l’eccesso di formalismo e i tecnicismi di calcolo.
Sull’analisi infinitesimale gli obiettivi raggiunti si limitano alla conoscenza intuitiva dei primi elementi di
topologia della retta, alla capacità di leggere e interpretare il grafico di funzioni reali e di studiare semplici
funzioni razionali fratte, logaritmiche ed esponenziali, determinandone il dominio, il segno, il comportamento
agli estremi del dominio e gli asintoti.
Nello studio dei fenomeni fisici l’approccio concreto ha favorito la comprensione, almeno da un punto di vista
qualitativo, delle leggi che li descrivono. Dinamica, gravitazione, termologia e termodinamica, ottica
geometrica e ondulatoria, sono gli ambiti dai quali sono stati tratti i contenuti per raggiungere i seguenti
obiettivi: cogliere analogie strutturali e individuare strutture fondamentali che contribuiscano a spiegare i
fenomeni osservati; comprendere il significato dei modelli usati nell’interpretazione della realtà e saperli
riconoscere nei fenomeni osservati.
Obiettivi minimi:
Acquisire una certa autonomia nel lavoro e una maggiore capacità di gestire i materiali di studio e di
organizzare le conoscenze in maniera consapevole e rigorosa.
METODOLOGIA
Lezione frontale, lezione partecipata, lavori di gruppo, lezioni multimediali (per fisica).
Per favorire la concentrazione, la rielaborazione del materiale utilizzato e la riflessione sui contenuti trattati in
classe, durante la lezione frontale si è privilegiata la produzione di appunti, schemi e mappe concettuali, da
utilizzare poi a casa per lo studio della teoria e da integrare individualmente con ulteriori esempi, riflessioni e
osservazioni utili.
Si sono evitati, per quanto possibile, gli eccessi di rigore formale e le dimostrazioni.
Viste le difficoltà di astrazione, ove possibile, si è cercato di introdurre i nuovi concetti legandoli all’esperienza
concreta ed evidenziando i legami tra la fisica e gli strumenti matematici.
Nelle attività di esercitazione si è cercato di stimolare la partecipazione attiva degli allievi, coinvolgendoli
direttamente nella gestione del lavoro, sia individuale che di gruppo.
Documento 15 Maggio
pag. 34/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Per quanto riguarda la fisica (visto l’esiguo numero di ore settimanali), si è posta maggiore attenzione agli
aspetti qualitativi delle leggi e dei principi presentati e al legame tra i concetti e la realtà concreta, evitando gli
esercizi applicativi e le esperienze quantitative.
Nella presentazione degli argomenti si è posta particolare attenzione ai legami tra la matematica, la fisica e le
altre discipline dell’indirizzo, per stimolare le riflessioni degli studenti in preparazione al percorso di
approfondimento personale da presentare all’esame di maturità.
MEZZI E STRUMENTI
Libro di testo (solo per fisica), schemi, mappe e appunti, schede di esercitazione (solo per matematica), CD e
presentazioni in Power Point con lezioni multimediali di fisica (preparate dall’insegnante o scaricate dalla rete)
CRITERI DI VALUTAZIONE
Criteri per l’attribuzione della sufficienza:
Conoscenze: complessiva conoscenza dei contenuti ed applicazione elementare delle informazioni.
Abilità: sufficienti capacità di analisi, confronto e sintesi anche se non autonome; utilizza ed applica le
tecniche operative in modo adeguato, se pur poco personalizzato.
Competenze: Esposizione abbastanza corretta ed uso accettabile della terminologia specifica; se guidato
l’alunno riesce ad esprimere i concetti e ad evidenziare i più importanti; capacità adeguate di
comprensione e di lettura degli elementi di studio.
TESTI UTILIZZATI / CONSIGLIATI
Per matematica:
dispense e appunti forniti dall’insegnante (sia per la teoria che per gli esercizi)
Per fisica:
Libro di testo GIUSEPPE RUFFO, Lezioni di fisica, voll.1-2, Zanichelli, Bologna
ANDREA FROVA, Luce, colore, visione, BUR
dispense e appunti forniti dall’insegnante
Documento 15 Maggio
pag. 35/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Materia:
educazione fisica
Docente: ANDREA CAINER
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
La classe, fin dall’inizio, ha partecipato con costante impegno alle attività proposte; anche alle più faticose.
L’evoluzione del gesto ha trovato nella motivazione a migliorarsi e nell’attitudine, molto spiccata, a mettersi in
gioco, i fattori determinanti il successo neuro-motorio. Sono da registrarsi notevoli progressi soprattutto
dell’ambito sensibile e psicologico in generale. La comprensione dei propri limiti e il tentativo a risolvere di
volta in volta i diversi problemi, ha portato il gruppo ad un ottimo livello di competenza motoria
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI E METODOLOGIA
Ho utilizzato i giochi collettivi al fine di ottenere, sia collettivamente che individualmente: disciplina e
interesse; nonché metodo della ricerca motoria e non solo, per “prova ed errori”; secondo una metodologia
didattica “aperta”. Cioè: sono stati proposti (non imposti) percorsi complessivi e globali da cui ognuno, per
quello che può, estrae gli aspetti salienti e cardine dell’attività stessa. Evidentemente non sono interessato
all’apprendimento di tecniche standard, ma, al contrario, ad una comprensione, analisi e visione d’insieme,
della problematica neuro-motoria. Le esercitazioni base non sono partite dai fondamentali individuali ma
dall’azione ludica globale; per transitare attraverso il fondamentale (che diventa una necessità dello Studente) e
ottenere anche altri gesti e interpretazioni. Non si tratta di catalogare il giusto/sbagliato ma le proposte che
ogni Studente è in grado di fruire, anche al collettivo. Sono stati poi il lavoro, l’impegno, l’analisi dei gesti e
degli schemi motori di base, la rielaborazione e l’incremento delle abilità (skill individuali e collettive) a
determinare l’efficacia e il grado di soddisfazione finale. Soprattutto in questo contesto, ho proposto una
motricità sostanzialmente naturale. Il tutto come proposta collettiva per i giochi: pallacanestro, pallavolo,
rugby. Non sono stati effettuati test d’ingresso né valutazioni prestative di alcun tipo poiché non inerenti la
disciplina (la ginnastica non esiste più dal 1946).
Nel primo periodo (ottobre) è stato attivato un circuit-training medio, 10 stazioni, atto a richiamare le varie
funzioni e a ricomporre un quadro prestativo globale e generico che ha garantito e supportato le varie necessità
fisiologiche e attitudinali.
Ogni Studente è stato in grado di correggersi, aiutare i compagni in difficoltà, comunicare, e cominciare a
pensare ad un progetto più ambizioso e analitico che avviene solo attraverso una continuità nella ricerca
motoria e coordinativa, oltre che condizionale.
Il docente rimane un catalizzatore, un suggeritore, un facilitatore ed un esperto a cui riferirsi ma non deve
diventare un mero somministratore di cose, piuttosto che un produttore di percorsi piuttosto che conoscenze.
Anche la facilitazione va dosata; l’età dei ragazzi idealizza dei modelli ma sono loro che devono sperimentare
Per la correzione: tendenzialmente non intervengo immediatamente: preferisco si continui a sbagliare; nella
continuità dell’errore intervengo per dire che non va bene ma non esprimo subito la correzione. Sono gli
Studenti che la devono trovare. Se non la trovano, intervengo con un paio di risoluzioni, in modo che,
comunque, siano sempre loro artefici della loro attività.
Documento 15 Maggio
pag. 36/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Obiettivi minimi: mai dichiarati. La motricità non passa attraverso obiettivi massimi o minimi ma attraverso
la ricerca dell’efficacia neuro muscolare piuttosto che propriocettiva
MEZZI E STRUMENTI
Palestra e spazi verdi.
Palloni, conetti ostacoli e materiale classico di palestra
CRITERI DI VALUTAZIONE
La valutazione, che è avvenuta circa mensilmente, si è riferita:
al livello di competenza motoria specifica complessiva raggiunta, soprattutto se rapportata ai livelli
iniziali;
alla capacità di riprodurre in forma autonoma le varie prassie, anche variandole e adattandole alle
esigenze contingenti;
alla disponibilità al lavoro;
al mantenimento della concentrazione e disponibilità all’assunzione di responsabilità;
alla qualità della rielaborazione e attitudine alla cooperazione/interazione;
al rispetto di sé stessi e gli altri;
Organizzazione autonoma e gestione efficace del materiale personale .
CONTENUTI DISCIPLINARI
- Pallavolo (settembre/gennaio/aprile)
- Pallacanestro (ottobre/febbraio)
- Rugby (novembre/marzo)
- Muscolazione (maggio)
Nella sostanza i 3 giochi sono stati riproposti in due distinti periodi dell’anno, lasciando gli spazi temporali
necessari ai momenti di recupero (per la gestione degli insuccessi e/o l’implementazione delle competenze) e a
momenti educativi che la Scuola è andata a proporre (giornate a tema, uscite didattiche, attività accessorie e
alternative, momenti di discussione sui livelli raggiunti, ecc). L’avviamento alla muscolazione è avvenuta in
sala pesi nel mese di maggio e fino al termine delle lezioni.
TEORIA
Nel primo periodo dell’anno scolastico sono stati trattati in modo analitico e sistematico i temi scientifici
attinenti all’ambito fisiologico e meccanico: le trasformazioni energetiche e la trasformazione in lavoro
muscolare, cenni di miologia, meccanica della corsa e della deambulazione, alimentazione dello sportivo
(cenni).
Documento 15 Maggio
pag. 37/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]
Istituto Istruzione Superiore “Decio Celeri” Lovere (BG)
Liceo Artistico – d’ Arte - Classico – Scientifico
Materia: religione
Docente: CARMELA MUTO
SITUAZIONE DI PARTENZA DELLA CLASSE E PROFILO FINALE
Classe formata da 18 alunni di cui 3 non frequentanti l’ora di religione cattolica.
Il docente ha avuto continuità didattica con gli alunni per tutto il corso di studio osservando il processo di
crescita degli stessi. Nel secondo biennio gli alunni hanno dimostrato buone capacità di interazione nel dialogo
educativo pur partecipando alle lezioni con interesse a volte discontinuo.
Nel complesso però se opportunamente stimolati hanno contribuito a costruire un dialogo aperto e costruttivo,
confrontandosi con semplicità e competenza.
OBIETTIVI DIDATTICI REALIZZATI
.Gli studenti hanno acquisito la capacità di analizzare le problematiche affrontate, riconoscendo gli elementi
principali, distinguendo tra cause ed effetti e cogliendo analogie e differenze. Lo studente sa valutare le
concezioni di vita più diffuse e ne sa cogliere alcuni elementi significativi per un’analisi critica. Sa identificare i
modelli e i valori della cultura contemporanea e li confronta con il messaggio cristiano in vista di scelte più
responsabili.
METODOLOGIA
Oltre la lezione frontale si è privilegiato il dialogo partendo da provocazioni del docente riflettendo sulle
tematiche proposte invitando gli alunni ad esporre il proprio punto di vista e le personali esperienze e
considerazioni.
MEZZI E STRUMENTI
Sono stati utilizzati per il dialogo educativo il libro di testo, filmati, documenti della chiesa.
CRITERI DI VALUTAZIONE
Approfondimenti personali e di gruppo. Partecipazione al dialogo educativo tenendo conto anche degli
interventi spontanei di chiarimento. Riflessioni e approfondimenti personali. Analisi di documenti: individuali e
di gruppo.
TESTI UTILIZZATI / CONSIGLIATI
TUTTI I COLORI DELLA VITA – Ed. SEI – Volume unico
Documento 15 Maggio
pag. 38/38
Via Nazario Sauro, 2 – 24065 Lovere (BG) – Tel 035 983177 – fax .035 964022 – C.F. 81004920161 Cod. Mecc.: BGIS00100R
www.istitutocelerilovere.it
e-mail: [email protected] ––[email protected]