Programma Dipartimento Dressage 2006 –aggiornato al 13 marzo

Transcript

Programma Dipartimento Dressage 2006 –aggiornato al 13 marzo
Programma Dipartimento Dressage 2007
Pagina 1 di 17 -
INDICE DEGLI ARGOMENTI
- Premessa
1. Obiettivi
1.1 Obiettivi a livello regionale
1.2 Obiettivi a livello nazionale
1.3 Obiettivi a livello internazionale
2. Organizzazione Federale
2.1. Organi Dipartimentali
2.1.1. Commissione di Dipartimento
2.1.2. Tecnici di Riferimento
2.1.3. Capo Equipe
2.1.4. Settore Tecnico – Ufficio Federale per l’attività agonistica nazionale ed internazionale
ATTIVITA’ GIOVANILE
3. Incentivi all'attività internazionale di cavalieri Juniores e Young Riders
4. Incentivi agli Istruttori
5. Coppa delle Regioni di Dressage
ATTIVITA’ NAZIONALE
6. Calendario C.D.N. e C.D.I. 2007
7. Incentivi all'attività nazionale ed internazionale per giovani cavalli
8. Sovrappremi. Quote di iscrizioni, contributi e Giurie C.D.N.
8.1 Definizione di premi, sovrappremi e/o contributi
8.2 Tipologia di premi e sovrappremi - loro suddivisione
8.3 Quote di iscrizione
8.4 Giurie di C.D.N.
8.5 Iscrizioni a C.D.N.
8.6 Contributi a Comitati Organizzatori
9. Circuito allevatoriale U.N.I.R.E. Dressage 2007
10. Campionati Italiani
11. Affidamento cavalli di proprietà federale
12. Centri Federali e Specializzati in Dressage
12.1. Centro Equestre Federale
12.2. Centri Specializzati di Dressage
ATTIVITA’ INTERNAZIONALE
13. Qualifiche per la partecipazione a concorsi internazionali
13.1 Internazionali all’estero
13.2 Internazionali in Italia
13.3 Norme comuni
14. Criteri di selezione per il 2007
14.1. Juniores
14.2. Young Riders
14.3. Seniores
14.4 Programma tecnico 2007
15. Premi di partecipazione e sovrappremi di classifica in concorsi internazionali, C.D.I.O, Campionati
Europei 2007
15.1 Premi di partecipazione
15.2 Sovrappremi di classifica
16. Modalità di erogazione dei premi e dei sovrappremi previsti dal precedente art. 15
17. F.E.I. World Breeding Championship (cavalli 5/6 anni)
18) Tabella di ripartizione per l’assegnazione dei premi annuali
Programma Dipartimento Dressage 2007
Pagina 2 di 17 -
PROGRAMMA DIPARTIMENTO DRESSAGE 2007
PREMESSA
Potranno essere presi in considerazione e partecipare all’attività nazionale ed internazionale di interesse federale i
cavalieri ed i Tecnici, che si impegnano a rispettare i principi di lealtà sportiva, sottoscrivendo una carta definita
“Patente Etica”, predisposta dalla FISE e destinata ad una autocertificazione che attesti la volontà di astenersi
dall’uso di sostanze proibite sia per gli atleti che per i cavalli.
L’impegno dovrà anche certificare la volontà di non impiegare mezzi violenti e non consentiti dalle norme
internazionali, nazionali e dall’etica comune, al fine di salvaguardare il benessere e la salute stessa dei cavalli.
Per quanto attiene al Programma di Dipartimento pur manifestando l’intenzione di proseguire le linee
programmatiche già intraprese nel 2005-2006, ritiene opportuno procedere ad alcuni aggiornamenti e variazioni
Per facilità di consultazione e definizione le linee di intervento saranno riportate nei dettagli in appendici tecniche
che faranno parte integrante del Programma generale, e che, potranno essere annesse allo stesso anche
successivamente.
Si prevede di sviluppare i seguenti interventi e argomenti in altrettante appendici:
ATTIVITA’ NAZIONALE
APPENDICE 1^
APPENDICE 2^
APPENDICE 3^
APPENDICE 4^
- Regolamento Coppa Italia 2007 –
- Calendario manifestazioni Dressage 2007- Tabella ripartizione montepremi e modalita’ erogazione- calendario gare simulate con giudici/tecnici esperti
ATTIVITA’ INTERNAZIONALE
APPENDICE 5^
- Programma partecipazione a CDI di interesse federale.
ATTIVITA’ DI PROMOZIONE E AVVIAMENTO AL DRESSAGE
APPENDICE 6^ - Elenco Tecnici Federali di riferimento per Stage regionali.
APPENDICE 7^
- Linee guida per l’organizzazione di Categorie di avviamento al
dressage (ctg con cavalli in prestito – ctg a squadre – etc….)
Le appendici tecniche di dettaglio sopraindicate saranno elaborate dalla Commissione Dressage a completamento
e sulla base degli indirizzi dettati dal presente programma
1) OBIETTIVI
Gli obiettivi, che si vogliono conseguire nel 2007, sono traguardi intermedi di un percorso, che intende
concretizzare risultati significativi nel medio periodo in una disciplina, che trova ancora difficoltà ad
affermarsi e diffondersi nel nostro Paese.
Fanno parte di un progetto quadriennale, che si è posto come punto di arrivo una partecipazione qualitativa ai
Giochi Olimpici del 2008, quale espressione di uno sviluppo piramidale, fondato su una ampia base di
praticanti ai vari livelli tecnici di età e capacità sportive.
Il dressage è essenzialmente una disciplina “trasversale” nel senso che è propedeutica e indispensabile alla pratica
di tutte le attività equestri.
Tutte infatti debbono seguire un iter addestrativo basato sul “lavoro in piano” che risulta indispensabile per la
preparazione e perfezionamento atletico, se si vuole raggiungere un primato sportivo in qualunque settore.
Considerando che tutti gli esercizi e figure fino a livello medio (“riprese M “), sono da considerarsi parte
integrante di un iter addestrativo generale e che solo i livelli superiori sono da considerarsi specializzazione nel
dressage, si può considerare la possibilità di dividere le finalità tecniche e gli interventi relativi in due grandi
gruppi:
1. interventi finalizzati a obbiettivi nazionali e internazionali quali campionati Italiani, Campionati Europei,
Coppa del Mondo;
2. interventi finalizzati all’avviamento al dressage volti ad avvicinare alle attività e concorsi di dressage il più
grande numero di partecipanti al fine di generare un vivaio di atleti che nel tempo possano sostituire quelli
che accedono a categorie superiori per età od esperienza. L’obbiettivo promozionale e di avviamento
richiede una totale sinergia con i dipartimenti preposti alle varie attività, in modo da concordare gli
Programma Dipartimento Dressage 2007
Pagina 3 di 17 -
interventi e le manifestazioni contenendo od evitando eventuali concomitanze o ripetizioni, dal punto di
vista tecnico, di trofei e campionati. Unificando forze ed finalità tecniche, si potrà tentare di impostare
un iter di progressione, che consenta ai cavalieri/binomi migliori di rivelarsi già nel corso dell’anno. Fanno
parte inoltre di questi interventi anche quelle attività di supporto tecnico ad altre discipline impiegando
tecnici specializzati in dressage
Si intende, pertanto, formalizzare una proposta armonica, essenziale per ottenere risultati ai massimi livelli, ma
costruita sulla consapevolezza, che la conoscenza delle nozioni fondamentali del “lavoro in piano” è
indispensabile alla “Formazione” in una Nazione, che vuole raggiungere un primato sportivo in tutte le
discipline e non solo nel Dressage.
Il progetto proposto individua quindi attività programmatiche a livello regionale, nazionale e
internazionale, finalizzando le risorse, ancorché limitate, secondo criteri che evidenziano in modo chiaro gli
obiettivi che si vogliano raggiungere.
1.1 - OBIETTIVI A LIVELLO REGIONALE
L’esigenza di approfondire le problematiche, conseguenti al miglioramento della conoscenza dei principi
fondamentali del lavoro in piano, deve nascere nei Centri Ippici per introdurre una migliore preparazione
tecnica soprattutto tra i giovani. Questo obiettivo può essere raggiunto solo attraverso una organizzazione
territoriale coordinata dai Comitati Regionali.
Il progetto prevede una programmazione distribuita sul territorio e coordinata dal Dipartimento in collaborazione
con i Comitati Regionali sensibili e interessati,
Si prevede una pianificazione in tutte le Regioni finalizzata alla organizzazione di:
a) stage di supporto agli Istruttori, sempre a livello regionale, per il perfezionamento dei cavalieri Juniores.
b) Appuntamenti periodici per stage distribuiti sul territorio, in accordo e su richiesta dei Comitati Regionali,
affidati a Tecnici di riferimento per il dressage, indicati in apposito elenco, che siano in grado di
determinare una crescita tecnica specifica sia sugli Istruttori che sui loro allievi. La presenza sul territorio
di Tecnici di specialità, scelti dalla FISE, è finalizzata ad un miglioramento della formazione a livello
regionale nella prospettiva di individuare binomi che possano partecipare ad una attività nazionale e
successivamente internazionale di maggior qualità. A fine anno, in occasione del Campionato Allievi Allievi Emergenti si potranno verificare i risultati conseguiti anche attraverso un confronto agonistico.
c) sensibilizzare e collaborare con i C.R. affinché sostengano e incentivino concorsi regionali a livello
promozionale
d) consentire corsi di formazione per giudici di dressage su richiesta dei Comitati regionali.
e) Incentivare, con apposite programmazioni, l’inserimento delle finali dei trofei regionali nei CDN in
calendario
In sostanza, avendo rilevato che si sta sviluppando soprattutto in alcune Regioni un’attività di base, che
ha provocato un incremento di partecipazione nelle categorie elementari, l’obiettivo è quello di far
crescere, prima a livello regionale e poi a livello nazionale, un ambiente agonistico che possa essere tecnicamente
e quantitativamente competitivo con le Nazioni più evolute nella disciplina.
1.2 - OBIETTIVI A LIVELLO NAZIONALE
La programmazione dell’attività del Dipartimento ha, nel recente passato, favorito lo sviluppo di una
disciplina scarsamente condivisa nel nostro Paese. I risultati raggiunti non possono essere minimizzati,
ma non possiamo essere soddisfatti dalla discontinuità e soprattutto dalla permanente difficoltà di reperire
un numero sufficiente di binomi competitivi a livello internazionale.
Per ottenere una situazione accettabile è indispensabile che il livello di attività nazionale si sviluppi sia in termini
numerici che qualitativi.
Per anni l’attività nazionale si è concretizzata in manifestazioni realizzate esclusivamente con le risorse della
Federazione Italiana Sport Equestri, che ha messo a disposizione montepremi, contributi organizzativi, spese per la
presenza di Giudici stranieri e Presidenti di Giuria.
Peraltro Nel 2006 sono stati programmati CDN, per i quali non erano previsti premi in denaro sul campo, ma solo
contributi ai Comitati Organizzatori. Il montepremi è stato distribuito attraverso una computer list, redatta in modo
da tener conto dei piazzamenti conseguiti nell’anno a livello nazionale.
Se da un lato questo metodo, unito alla possibilità inserimento della di inserimento di montepremi erogati dai C.O.
con aumento proporzionale alle quote di partenza, ha in parte incentivato i Comitati organizzatori a rendere
Programma Dipartimento Dressage 2007
Pagina 4 di 17 -
autonoma da un punto di vista economico la programmazione dei CDN inseriri nel Calendario nazionale, dall’altro
non ha gratificato a sufficienza i cavalieri che hanno comunque ridotto la loro partecipazione.
Non è pensabile che la FISE rinunci al suo ruolo di promozione e organizzazione del Calendario nazionale,
ma è indispensabile che le risorse destinate siano finalizzate in modo più efficace.
Si è ritenuto necessario prevedere due livelli di intervento:
1. incrementare il numero di manifestazioni sul territorio con una distribuzione il più possibile equilibrata, per
consentire ai concorrenti di limitare i costi di partecipazione alle gare con la realizzazione di eventi più vicini alla
sede di ognuno.
Pertanto accogliendo le richieste dei Comitati organizzatori, sono stati programmati un numero maggiore di
CDN, la cui divulgazione e incentivazione è lasciata alla libera iniziativa dei C.O.
Le numerose richieste potrebbero indicare l’esigenza di una progressione a livello superiore e pertanto la
necessità di creare un gradino intermedio che consenta ai partecipanti delle gare regionali di iscriversi senza
remore a categorie nazionali. (con inserimento di categorie specifiche)
Si ritiene utile, a tal fine, proporre la programmazione, sia a livello nazionale che regionale, di categorie ludicoaddestrative, che rendano più appetibile ed economica la partecipazione a cavalieri giovani o alle prime armi,
(es. ctg. Con cavalli a prestito, ctg. a squadre. ctg a coppia, ctg a squadre ad eliminazione diretta, Kur a coppie linee guida e regolamenti nella appendice 4^).
Per questi CDN non è prevista l’erogazione di premi in denaro a carico F.I.S.E., mentre viene proposta
l'erogazione di un contributo fisso da erogarsi al termine della manifestazione di € 2.000,00 da riconoscersi ai
Comitati Organizzatori, (per un solo concorso l’anno), per spese di approntamento gestione ordinaria e
reperimento di personale necessario alla buona riuscita della gara. Sono comprese a carico del C.O.le spese di
Giuria, e Presidente di Giuria
2. Reintrodurre per le manifestazioni che rispondono ai necessari requisiti, l’assegnazione di sovrappremi in denaro
al fine di incentivare la partecipazione a manifestazione di notevole valenza tecnica, riconoscendo ai più
meritevoli sul campo un supporto economico alla preparazione internazionale di interesse federale.
Si propone un circuito di 5 concorsi ed una finale denominato “COPPA ITALIA” (già presentato all’approvazione)
il cui scopo è quello di programmare manifestazioni che possano essere ritenute di coronamento degli obbiettivi
prefissati ed in particolare :
-
fasi di verifica e qualificazione per la preparazione internazionale (“COPPA ITALIA”)
-
valorizzazione di giovani cavalieri e nuovi binomi nelle categorie di avviamento e perfezionamento
al dressage “COPPA ITALIA GIOVANI”.
I sovrappremi saranno finalizzati a premiare la qualità delle prestazioni, essendo consentita l’assegnazione solo
al superamento di un punteggio percentuale, ritenuto tecnicamente interessante. Per il miglior impiego delle
risorse disponibili, i premi saranno erogati solo nella giornata finale del concorso e ripartiti sulla base di del
numero di partenti (Tabella di ripartizione già presentata all’approvazione).
La “Coppa Italia”, comprende un circuito di 5 Tappe ed una finale in Concorsi Nazionali tipo “A”, o “B” come
riportato nel calendario nazionale e verrà disputata sulle categorie sotto specificate
Negli stessi concorsi, in sinergia con il Dipartimento Pony e Dipartimenti preposti, sarà programmata la “COPPA
ITALIA GIOVANI” per la incentivazione dei giovani alla pratica della disciplina del Dressage, e si svolgerà sulle
seguenti categorie.
Il circuito si svolgerà su 5 Tappe separate ed una finale. in concorsi di tipo “B” (su soli due giorni) Su richiesta del
C.O. il concorso potrà essere di tipo “A” (tre giorni).
Per la programmazione di categorie riservate pony dovranno essere prestata particolare attenzione alle vigenti
norme di sicurezza. E’ auspicabile la disponibilità di due campi prova e due campi gara. In alternativa dovranno
essere applicate le disposizioni vigenti prevedendo una adeguata programmazione temporale delle categorie.
Un altro problema, che si è evidenziato in questi anni, è stato un progressivo allontanamento dei nostri cavalieri
dall’attività internazionale, giudicata troppo ardua, ma che è indispensabile per la crescita tecnica, nonché alla
qualificazione e credibilità dei nostri binomi nel giudizio delle Giurie internazionali.
Programma Dipartimento Dressage 2007
Pagina 5 di 17 -
Pertanto si è ritenuto indispensabile definire un programma di partecipazione a gare internazionali, per migliorare
la qualità del lavoro di preparazione ai Campionati Europei, con verifiche tecniche all’estero, coordinate dal
Commissario tecnico e dalla Commissione Dressage.
Per quanto riguarda il supporto tecnico, non riteniamo opportuno continuare a riprodurre schemi programmatici
appartenenti al passato, con il coinvolgimento di Tecnici stranieri in una attività di formazione quotidiana,
privilegiando il concetto che ogni cavaliere utilizzi gli Istruttori che più ritiene idonei, siano essi italiani o d’oltralpe.
È stato quindi proposta al C.F. la nomina di un Commissario Tecnico con funzioni di coordinamento dell’attività
agonistica dei cavalieri. Al C.T. potrà essere richiesto di presenziare a raduni, meeting, concorsi nazionali o
internazionali, con funzione di supporto alla Commissione.
1.3 - OBIETTIVI A LIVELLO INTERNAZIONALE
I risultati a livello regionale e nazionale non avrebbero senso per la FISE, se non fossero propedeutici ad
un programma finalizzato a conseguire obiettivi significativi in campo internazionale.
La presenza del Commissario Tecnico incaricato dalla FISE, sia in occasione di raduni che di attività nazionale, è
destinata a supportare il processo di miglioramento dei nostri binomi nella prospettiva di favorire una
partecipazione competitiva a livello internazionale.
Il percorso che il Dipartimento intende disegnare può essere sintetizzato secondo uno schema progettuale
estremamente chiaro e trasparente.
Prima fase: è opportuno ampliare il numero di binomi, che possano aspirare ad una attività
internazionale qualificata attuando una programmazione progressiva ma con obiettivi di livello adeguato.
Tenuto conto che la FISE non dispone dei mezzi economici attualmente necessari ad acquisire cavalli già
competitivi in campo internazionale, sarà privilegiato un intervento su soggetti giovani qualitativi, che
peraltro possano essere utilizzati a medio termine per le squadre ufficiali. Tale intervento potrà essere
prevalentemente realizzato con il supporto per l’acquisizione di finanziamenti dal Credito Sportivo, nonché
con premi al palo e solo in casi eccezionali (per cavalieri di altissimo livello) con intervento economico
parziale della Federazione.
Questo concetto è naturalmente comune a tutti i settori di attività (Senior, Young Rider e Junior).
Seconda fase: per favorire la crescita tecnica dei binomi di interesse federale, formati come sopra, saranno
attuate strategie specifiche quali la previsione di Borse di Studio per la partecipazione a stages prolungati all’estero.
A livello nazionale saranno organizzati appuntamenti specifici, che, attraverso la programmazione di gare simulate
alla presenza di Giudici e/o Tecnici internazionali di chiara fama, potranno essere di supporto per contribuire ad
individuare, esaminare ed eliminare difficoltà e problemi, che spesso pregiudicano i risultati in gara.
Terza fase – settore giovanile: per quanto riguarda Juniores e Young Riders l’obiettivo principale è costituito
da una partecipazione competitiva agli Europei di categoria nel 2007.
E’ stato individuato un percorso di partecipazione a gare nazionali e internazionali, tale da prevedere la forma
migliore dei binomi, non durante la preparazione, ma in occasione dell’obiettivo principale programmato.
La Commissione Dressage, sentito il parere del Commissario Tecnico, segnalerà i binomi in grado di partecipare ai
Campionati Continentali. La selezione definitiva delle squadre sarà di competenza della Commissione del
Dipartimento, sulla base dei risultati conseguiti nelle gare previste dal programma.
Per favorire l’attività di preparazione e la partecipazione di Juniores e Young Riders ai Campionati di
categoria sono previsti incentivi di carattere economico indicati nel seguito.
Terza fase – settore Seniores: per quanto riguarda la squadra Seniores, le iniziative del 2007 non possono
prescindere dal traguardo, rappresentato dalla partecipazione ai campionati Europei 2007 e la successiva qualifica
di una squadra competitiva alle Olimpiadi del 2008.
Il percorso prevede obiettivi intermedi e soprattutto l’esigenza di qualificare il team o i singoli binomi
(computer list FEI) come previsto dalle norme del CIO e della FEI.
Per presentare una squadra accreditata nel 2007, è indispensabile cercare di programmare una partecipazione
qualitativa ai CDI in Italia e all’estero. Pertanto la programmazione di quest’anno deve tenere conto che l’obiettivo
principale è quello di riuscire a formare almeno 3 o 4 binomi in tempi utili ad una presenza qualificata ai Campinati
Europei che si svolgeranno ad agosto a Torino – La Mandria
Il Commissario tecnico proporrà la programmazione migliore per la preparazione all’obiettivo di quest’anno.
Programma Dipartimento Dressage 2007
Pagina 6 di 17 -
Sulla base dei risultati raggiunti la Commissione del Dipartimento, unitamente al C.T., prenderà le decisioni
definitive per individuare se esistano i presupposti di una partecipazione della nostra squadra e quali siano i binomi
adeguati all’impegno particolarmente arduo da affrontare.
Anche per i Seniores saranno previsti incentivi di preparazione e partecipazione descritti nel seguito.
SAN GIORGIO D’ORO
Si assegnerà questa onorificenza ai cavalieri che conseguano o abbiano conseguito per 5 volte il 68% nelle loro
categorie di riferimento in concorsi internazionali e/o campionati italiani, a partire dal 1 gennaio 2007.
2) ORGANIZZAZIONE FEDERALE
La gestione dell'attività federale è affidata al Dipartimento, che, per il tramite di una Commissione nominata dal
Consiglio Federale, opererà a livello propositivo ed attuativo a seguito dell'incarico ricevuto ed in particolare:
a) predisporrà un progetto globale finalizzato agli obiettivi indicati dal C.F. che potrà avere momenti di
verifica da parte del C.F. stesso;
b) all'interno del progetto approvato predisporrà i programmi agonistici e tecnici del Dipartimento e ne controllerà
l'attuazione;
c) verificherà l'efficacia dei regolamenti federali e ne elaborerà eventuali aggiornamenti per la successiva
approvazione del C.F.;
d) identificherà i centri sportivi idonei all'effettuazione di manifestazioni e stage;
e) indirizzerà e coordinerà l'attività dei tecnici e dei gruppi di lavoro;
f) concorderà con i cavalieri di livello internazionale il loro programma agonistico;
g) verificherà i programmi agonistici dei cavalli di proprietà della Federazione, disponendone
l'affidamento.
A tale progetto globale, verrà data attuazione pratica dalle strutture e dagli Uffici Federali.
2.1 - ORGANI DIPARTIMENTALI
Il Responsabile del Dipartimento per l’esecuzione del mandato affidato dal Consiglio Federale, si potrà avvalere
della struttura organizzativa descritta nel seguito:
1) Commissione di Dipartimento: composta da elementi nominati dal C.F., che determineranno la programmazione,
il controllo della stessa e le scelte sia tecniche che amministrative;
2) Il Commissario Tecnico ed eventuali Tecnici di riferimento: in diretto contatto con il Responsabile del
Dipartimento e la Commissione, hanno il compito di relazionarsi strettamente con loro su tutti gli aspetti tecnici del
Dipartimento; non hanno deleghe decisionali, ma ogni proposta deve essere sottoposta alla ratifica della
Commissione e successivamente alla delibera del C.F.;
3) Capo Équipe: il Responsabile del Dipartimento designerà, per le trasferte ufficiali, per le gare a squadre
(C.D.I.O.), e per quelle trasferte all'estero ove, a sua discrezione, lo ritenesse necessario (per es., presenza di
cavalieri Juniores e Young Riders, numero di cavalieri italiani partecipanti superiore a tre), un Capo equipe, che si
occupi, durante la manifestazione, di tutti gli aspetti di ordine non strettamente tecnico. In particolare, il Capo
Équipe sarà il rappresentante ufficiale dell'Italia e della Federazione, e tutti dovranno attenersi alle sue indicazioni.
In casi particolari, il Dipartimento potrà nominare Capo Équipe il cavaliere più anziano o titolato, per il quale non
sono comunque previsti rimborsi spese per questa specifica funzione, o inviare, in veste di osservatore, persona di
adeguato livello tecnico che si rechi in loco per visionare binomi in occasione di gare particolarmente
rappresentative.
4) Ufficio Federale per l’attività agonistica nazionale ed internazionale: il Dipartimento Dressage
opererà attraverso l’Ufficio Federale che organizzerà l'attività nazionale ed internazionale, con i
seguenti compiti:
o seguire ed attuare i programmi approvati dal Consiglio Federale;
o riferire sull'attività del Dipartimento al Presidente, al Segretario Generale, al Direttore Sportivo ed
alla Commissione Dressage;
o tenere i rapporti con i Comitati Organizzatori di manifestazioni internazionali all’estero;
o tenere i rapporti con i Comitati Organizzatori di manifestazioni internazionali in Italia;
o essere di supporto ai Comitati Organizzatori dei concorsi nazionali ed internazionali in Italia, per la
stesura del Calendario nazionale e dei programmi;
o tenere i contatti con i Capo Équipe;
Programma Dipartimento Dressage 2007
Pagina 7 di 17 -
o
o
o
o
essere di supporto al Responsabile del Dipartimento ed alla Commissione Dressage per
l’organizzazione dell’attività tecnico-sportiva del Dipartimento;
essere di supporto al Presidente, al Segretario Generale ed al Direttore Sportivo nel tenere i
rapporti con il CONI in particolare con il Servizio di Preparazione Olimpica e con l'Istituto di Scienza
dello Sport per le attività delle squadre nazionali;
essere di supporto alla predisposizione delle delibere di Dipartimento da presentare al C.F.;
essere di supporto al Presidente ed alla Commissione di Dressage quale tramite tra Dipartimento e
F.E.I.
ATTIVITA’ GIOVANILE
3) INCENTIVI ALL' ATTIVITA' INTERNAZIONALE DI CAVALIERI JUNIORES E YOUNG RIDERS
Per raggiungere gli obiettivi nazionale e internazionale previsti, è stata riconfermata l’iniziativa finalizzata
all'incentivazione a favore di sponsor o genitori per l'acquisto o la messa a disposizione di cavalli qualitativi per la
monta di giovani con il preciso scopo di partecipare all’attività nazionale con la finalizzazione di prendere parte ai
Campionati Europei Juniores e Young Riders.
Il criterio è strutturato come segue:
3.1. fase preliminare: erogazione, dietro formale richiesta scritta, di un sovrappremio pari a € 2.000,00 (al lordo
della ritenuta a norma di legge) a favore del proprietario del cavallo o del genitore, per la monta del cavaliere di
interesse federale, (ad giudizio della Commissione del Dipartimento Dressage e C.T.) qualora il binomio consegua
una percentuale maggiore o uguale al 64% in Team Test categorie in C.D.I.J/YR per due volte nei dodici mesi
precedenti la manifestazione. A parità di punteggio ottenuto nelle ctg Team test saranno prese in considerazione
eventuali partecipazioni a ctg superiori.
Impegno scritto a mettere a disposizione il binomio dei Tecnici FISE per il programma federale finalizzato alla
partecipazione al Campionato Europeo.
3.2. fase intermedia: erogazione, per coloro che abbiano già avuto accesso alla fase preliminare, di un
sovrappremio pari a € 3.000,00 (al lordo della ritenuta a norma di legge) a favore del proprietario del cavallo o del
genitore, per la monta del cavaliere di interesse federale (ad giudizio della Commissione del Dipartimento
Dressage e del C.T.) dietro impegno formale e scritto a partecipare alle selezioni per formare la squadra che
parteciperà ai Campionati Europei secondo quanto previsto dal programma di settore per l'anno 2007 e con
conseguente impegno formale e scritto a rispettare il presente programma federale corredato dall'ottenimento di
una percentuale maggiore o uguale al 65% in Team Test in C.D.I.J/YR in aggiunta alle qualifiche previste per la
fase preliminare e nei dodici mesi precedenti la manifestazione; A parità di punteggio ottenuto nelle ctg Team test
saranno perse in considerazione eventuali partecipazioni a ctg superiori.
3.3. fase conclusiva: sovrappremio al palo di € 4.000,00, ai proprietari dei cavalli che entreranno in squadra,
secondo il programma federale. E che conseguiranno nella categoria Team Test una percentuale almeno 63%.
3.4. inoltre: sovrappremio di classifica per i Campionati Europei secondo quanto previsto dal programma di
settore 2007. Sarà cura degli sponsor, dei genitori e degli Istruttori interessati segnalare la loro disponibilità
formale e scritta ad aderire all'iniziativa. Per accedere al programma sopra illustrato, l'interessato dovrà formulare
la propria richiesta per iscritto, anche in forma libera, al Dipartimento F.I.S.E. Dressage. Il sovrappremio potrà
essere richiesto dal proprietario pro tempore per lo stesso cavallo una sola volta nel presente quadriennio o nel
quadriennio precedente e la sua erogazione esclude il cavallo dalla futura partecipazione ad altre analoghe
contribuzioni. Non è prevista erogazione per cavalli che abbiano già avuto contributi FISE, anche ad altro titolo.
L’iniziativa infatti è finalizzata in particolare all’ampliamento del numero dei binomi disponibili per la selezione ai
Campionati Europei di categoria.
4) INCENTIVI AGLI ISTRUTTORI
Al fine di incentivare gli Istruttori Federali a dedicarsi alla formazione di Juniores, dedicati alla disciplina, si
prevede un premio per l’Istruttore del primo classificato al Campionato nazionale, nelle categorie F juniores ed M
under 21.
Il sovrappremio sarà di € 1.000,00 per ogni Istruttore per un totale di € 2.000,00 all’anno. Il premio non può
essere assegnato per due anni consecutivi per lo stesso allievo o nello stesso anno per due allievi diversi.
Nel caso sarà premiato l’Istruttore del secondo classificato e così via.
5) COPPA DELLE REGIONI DI DRESSAGE
Compatibilmente con le esigenze nazionali individuate ed impostate dal Dipartimento Dressage, il Dipartimento
Equitazione di Base organizzerà la Coppa delle Regioni di Dressage, gara a squadre regionale.
Programma Dipartimento Dressage 2007
Pagina 8 di 17 -
Ulteriori specifiche e studi di fattibilità relative all'iniziativa saranno illustrate nel programma dell'attività
giovanile del Dipartimento Equitazione di Base per il 2007.
ATTIVITA’ NAZIONALE
6) CALENDARIO C.D.N. E C.D.I. IN ITALIA, 2007
Il Calendario nazionale ed internazionale è riportato e aggiornato costantemente tramite il sito www.fise.it
Tale Calendario è stato formulato, come già detto, per consentire maggiori opportunità di preparazione
dei binomi in gara sia a livello nazionale che internazionale. Nel Calendario sono riportate anche le Tappe
di Coppa Italia e del Trofeo UNIRE destinato a favorire l’utilizzazione del cavallo italiano nella disciplina. I C.D.I.
organizzati in Italia sono promossi dalla FISE.
7) INCENTIVI ALL' ATTIVITA' NAZIONALE ED INTERNAZIONALE PER GIOVANI CAVALLI
L'iniziativa è finalizzata ad incentivare l’acquisto di cavalli giovani qualitativi ( di qualsiasi nazionalità) da avviare alla
disciplina nella speranza che raggiungano i più alti livelli.
Il criterio è strutturato come segue:
1. presupposti: il presente progetto si riferisce esclusivamente a cavalli di età certificata non superiore ai 7
(sette) anni che gareggino in riprese di livello "M" o superiori montati da cavalieri senior, young rider e junior;
2. fase preliminare: dichiarazione scritta del cavaliere a voler partecipare al progetto corredata della fotocopia,
autenticata dal C.R. di iscrizione del cavallo stesso, del documento del cavallo;
3. iter: partecipare a riprese di livello "M" o superiori scelte e valutate dal cavaliere e programmate dal
Dipartimento nei concorsi di dressage dal 01/01/2007 al 30/12/2007 elencati nel Calendario Nazionale disponibile
on-line;
4. fase conclusiva: in base alle percentuali ottenute nelle gare sostenute verranno estrapolate le migliori due
prove percentuali. Se la media della somma delle due percentuali sarà uguale o superiore al 68%, il proprietario
del cavallo riceverà, dopo averne fatto richiesta e compilata la necessaria modulistica, un sovrappremio lordo di €.
5.000,00. E’ previsto un contributo all’anno da destinarsi al cavallo che raggiungerà la somma di percentuali più
alta.
Note:
Le gare interessate al presente progetto sono solo quelle tecniche (riprese libere con musica escluse);
• Per accedere al programma sopra illustrato, l'interessato dovrà formulare la propria richiesta per iscritto, anche in
forma libera, al Dipartimento F.I.S.E. Dressage. Il sovrappremio potrà essere richiesto dal proprietario pro tempore
per lo stesso cavallo una sola volta. La sua erogazione esclude il cavallo dalla partecipazione nell’anno ad altre
contribuzioni.
8) SOVRAPPREMI, QUOTE DI ISCRIZIONE, CONTRIBUTI E GIURIE C.D.N.
Verranno evidenziate, nelle classifiche, le qualifiche dei cavalieri (Juniores e Young Riders).
I cavalieri Juniores e Young Riders meglio classificati, nelle categorie a loro dedicate, potranno essere premiati con
coppa o oggetto equivalente. Potranno essere effettuate premiazioni separate per cavalieri juniores nelle categorie
F.E.I. a loro riservate.
8.1 – DEFINIZIONE DI SOVRAPPREMI E/O CONTRIBUTO
La dicitura “premi”, “sovrappremi” e/o “contributi” per tutte le somme che a qualsiasi titolo vengano erogate da
questa Federazione ai concorrenti partecipanti in gare finanziate parzialmente o interamente dalla F.I.S.E. deve
essere intesa come un supporto economico alla preparazione internazionale di interesse federale.
Questa norma è da intendersi valida per qualsiasi livello di ripresa o categoria di cavalieri (es. “E”, “F”
ecc… Junior, Young Rider, Senior ecc…).
L’erogazione di tutti i premi, sovrappremi e contributi, a qualsiasi titolo liquidati dalla Federazione
Italiana Sport Equestri, sarà riservata:
a) ai cavalieri italiani in possesso dei requisiti regolamentari per poter rappresentare l’Italia nelle manifestazioni
internazionali; sono pertanto esclusi i cavalieri stranieri anche se residenti in Italia e/o in possesso di licenza
d’ospite;
b) ai cavalieri con doppia nazionalità che abbiano optato per rappresentare l’Italia a livello internazionale, con
riconoscimento di tale opzione da parte della F.E.I.;
c) agli sponsor e/o proprietari del cavallo, indipendentemente dalla nazionalità degli stessi, solo nel caso in cui il
cavaliere sia in possesso dei requisiti di cui ai punti precedenti.
Programma Dipartimento Dressage 2007
Pagina 9 di 17 -
8.2 - TIPOLOGIA DEI PREMI E SOVRAPPREMI - LORO SUDDIVISIONE
I premi ed i sovrappremi potranno essere messi a disposizione direttamente dalla F.I.S.E.
I premi delle categorie dei C.D.N. saranno erogati direttamente dalla F.I.S.E. secondo quando indicato nel dettaglio
nella appendice 3^, “Tabella ripartizione montepremi e modalita’ erogazione”
I Concorsi nazionali si suddividono in Concorsi di Tipo A, Tipo B e Tipo C.
I Concorsi Tipo A sono quelli organizzati su tre giornate di gara. I Concorsi Tipi B su due e Tipo C su uno.
Un ulteriore classificazione dei CDN verrà definita in base all’eventuale montepremi: saranno pertanto definiti:
- ad una stella quelli con montepremi erogato dai C.O.
- a due stelle quelli con montepremi FISE
- a tre stelle quelli con montepremi FISE e montepremi del C.O.
Il valore minimo degli eventuali montepreni per ciascun livello è riportato nel regolamento del circuito Coppa Italia
(consigliato per i C.O.).
MONTEPREMI
Senza montepremi
Erogato FISE o da C.O.
Erogato da FISE+C.O.
DUE GIORNI
TRE GIORNI
B
B*
B**
A
A*
A**
E’ prevista l’organizzazione di manifestazioni di vari livelli tecnici tenendo conto di alcuni criteri fondamentali ed in
particolare:
a) manifestazioni nazionali e manifestazioni internazionali distribuite sul territorio nazionale,
privilegiando gli impianti più qualitativi;
b) in tutti i C.D.N. di Tipo "A" e “B” si deve prevedere nella programmazione una progressione che arrivi a Grand
Prix;
c) sarà invitato, ove previsto dalla FISE, un Giudice straniero;
d) saranno invitati due Giudici stranieri nei Campionati Italiani Tecnici e nei Campionati Italiani Free Style;
e) le categorie di livello "E", "F" ed "M" programmate saranno considerate propedeutiche rispettivamente per
Juniores e Young Riders;
f) il numero massimo di iscritti alle gare di livello “E”, “F” ed “M” in C.D.N. sarà condizionato, al fine di non
superare un totale giornaliero che crei disagio all’intera manifestazione.
I premi previsti dalla FISE per l'attività nazionale, come detto, saranno erogati e didtribuiti come prescritto nella
apposita tabella di ripartizione.
Nel caso in cui i Comitati Organizzatori privati mettessero a disposizione i montepremi nei singoli concorsi,
tali montepremi dovranno essere così previsti:
In tutte le categorie, avranno diritto ai montepremi in denaro previsti dai Comitati Organizzatori i binomi secondo
classifica e in base alla tabella di ripartizione di cui all’appendice 3^.
Qualora il premio della classifica di un livello tecnico non venisse completamente erogato, i premi rimanenti
resteranno in dotazione al Dipartimento Dressage della F.I.S.E.
Tutti i suddetti premi si intendono al lordo della ritenuta di legge, in ragione del 4%, che verrà versata
direttamente dalla F.I.S.E. stessa agli organi di competenza.
I premi F.I.S.E. saranno assoggettati alle disposizioni della legge n. 66 del 06.02.1992. Per l’erogazione i cavalieri
interessati dovranno compilare l'apposito modulo completo di tutti i dati richiesti e trasmetterlo alla FISE.
La mancanza della prescritta documentazione non consentirà alla FISE l'erogazione delle somme vinte.
8.3 - QUOTE DI ISCRIZIONE - SCUDERIZZAZIONE
Le quote massime di iscrizione alle categorie dei C.D.N. , senza montepremi in denaro, saranno le seguenti:
♦ cat. E
€ 25,00
♦ cat. F
€ 30,00
♦ cat. M e D
€ 50,00
Categorie della “Coppa Italia” – ultima giornata del CDN – (con montepremi FISE):
♦ cat. E
€ 30,00
♦ cat. F
€ 40,00
♦ cat. M e D
€ 65,00
Programma Dipartimento Dressage 2007
-
Pagina 10 di 17
Per le categorie in cui è previsto un montepremi messo a disposizione dal Comitato Organizzatore, oltre alla quota
di iscrizione potrà essere prevista una quota di partecipazione pari al 2% del montepremi della categoria. Ad
esempio, nel caso in cui fosse messo a disposizione il montepremi ad un Gran Prix ridotto, pari a € 1.500,00, oltre
alla tassa di iscrizione il Comitato Organizzatore potrà richiedere una tassa di partenza di € 30,00.
SCUDERIZZAZIONE
La scuderizzazione sarà obbligatoria per le gare internazionali ed i Campionati nazionali. Facoltativa per tutte le
altre manifestazioni. La quota massima è di 77 € (comprensivo di IVA) per i concorsi di tipo “A” e a €60,00
(comprensivo di IVA) per i concorsi di tipo “B” per tutte le giornate di permanenza al concorso. Per ogni giornata in
più quota massima prevista € 30,00.
In ottemperanza alle vigenti normative generali, tale importo potrà essere elevato fino ad un massimo di € 90.00
(comprensivo di IVA) (€ 90,00 per i concorsi di tipo A, € 70,00 nei concorsi di tipo B, € 35,00 per ogni giornata in
più, per i box che presentano le seguenti caratteristiche:
1) pavimentazione solida interna e nelle zone esterne adiacenti, non in terra (es. cemento, asfalto, auto-bloccante
ecc.)
2) dimensioni: mt.3,00 x 3,00 o superiori
3) beverini automatici per l’erogazione dell’acqua
8.4 - GIURIE C.D.N.
Le Giurie, compreso il Presidente di Giuria, dei C.D.N. saranno nominate dal Dipartimento Dressage. Di esse potrà
fare parte un Giudice straniero. Le spese di viaggio, vitto, alloggio e gettone di presenza così come stabilito dal C.F.
nonché ogni altra spesa relativa, per Giuria e Presidente di Giuria, saranno a carico del Comitato Organizzatore,
con la sola esclusione delle spese relative al solo viaggio del Giudice straniero che verranno sostenute direttamente
dalla F.I.S.E.
8.5 - ISCRIZIONI A C.D.N.
Esse sono da effettuarsi direttamente ai Comitati Organizzatori, compilando l'apposito modulo.
Sono di competenza del Comitato Organizzatore unitamente alle quote di scuderizzazione.
Il Comitato Organizzatore dovrà provvedere a tutte le spese necessarie al C.D.N. escluso quanto indicato al punto
precedente (Giudice straniero).
8.6 - CONTRIBUTO A COMITATI ORGANIZZATORI
Viene prevista l'erogazione di un contributo fisso da erogarsi al termine della manifestazione di € 2.000,00 da
riconoscersi ai comitati organizzatori di C.D.N., (per un solo concorso l’anno), per spese di approntamento gestione
ordinaria e reperimento di personale necessario alla buona riuscita della gara. Sono comprese le spese di Giuria,
come indicate al punto 8.4.
Gravi e comprovate inadempienze produrranno il blocco di detta erogazione e saranno pregiudizievoli per
successive assegnazioni di concorsi simili.
9) CIRCUITO CLASSICO ALLEVATORIALE U.N.I.R.E. DRESSAGE 2007
Il Circuito U.N.I.R.E. di Dressage, riservato a cavalli italiani di produzione selezionata, di 4 - 5 - 6 anni, e di 7 anni
ed oltre, verrà programmato secondo le regole stabilite dalla commissione F.I.S.E. - U.N.I.R.E. .
I dettagli relativi sono quindi specificati nel Regolamento U.N.I.R.E. relativo al circuito stesso. Nel Regolamento
sono previste anche le clausole tecniche ed economiche di partecipazione al Campionato del Mondo per Giovani
Cavalli.
10) CAMPIONATI ITALIANI
Saranno programmati due Campionati che si svolgeranno contemporaneamente : CAMPIONATO ITALIANO
TECNICO E CAMPIONATO ITALIANO FREE STYLE.
Tali Campionati sono previsti come verifica della preparazione tecnica dei binomi ai vari livelli.
11) AFFIDAMENTO CAVALLI DI PROPRIETÀ FEDERALE
Il Dipartimento provvederà ad assegnare i cavalli di proprietà della FISE a cavalieri di interesse federale oppure
Programma Dipartimento Dressage 2007
-
Pagina 11 di 17
a Junior emergenti in base ad una convenzione da sottoscrivere tra le parti. Per gli Junior la convenzione prevederà
l’assegnazione all’Istruttore, ma dovrà essere sottoscritta anche dal genitore del cavaliere, per l’assunzione delle
responsabilità di carattere economico.
12) CENTRI FEDERALI E SPECIALIZZATI DI DRESSAGE
12.1. CENTRO EQUESTRE FEDERALE (ROMA)
Presso il Centro Equestre Federale di Roma potranno essere svolti corsi federali di formazione sia tecnica che
professionale. Gli stage saranno destinati ad un programma di attività finalizzate ad una migliore preparazione di
Istruttori e Giudici di disciplina. Potranno essere anche programmati raduni per cavalieri e Juniores che intendono
approfondire la preparazione nel lavoro in piano e le basi tecniche del Dressage.
Nel contesto di un eventuale progetto da concordare con allevatori e UNIRE, il CEF potrebbe svolgere una funzione
per l’addestramento e l’avviamento al Dressage di giovani soggetti italiani.
12.2. CENTRI SPECIALIZZATI di DRESSAGE (C.S.D.D.)
I C.S.D.D. operano con il riconoscimento federale all'attività svolta dai numerosi Istruttori e Tecnici Federali
nell'ambito della disciplina del Dressage.
Le attestazioni vengono rilasciate a tutti quei centri che, essendo in possesso dei requisiti base a suo tempo
identificati, avranno presentato:
• 1 o 2 Allievi in categorie M junior e/o D Young Rider di Concorsi Internazionali.
• In alternativa non meno di 2 allievi Juniores e YR ai Campionati Italiani Tecnici dell'anno precedente o non
meno di 2 allievi Juniores, ai Campionati Italiani Pony dell'anno precedente con un risultato percentuale nella
classifica di Campionato non inferiore al 60%. Nell’anno saranno pubblicati gli elenchi dei Centri Specializzati in
Dressage.
ATTIVITA’ INTERNAZIONALE
13) QUALIFICHE PER LA PARTECIPAZIONE A CONCORSI INTERNAZIONALI
13.1 INTERNAZIONALI ALL’ESTERO
Ai fini dell'acquisizione del diritto alla partecipazione ai C.D.I. all'estero, il binomio interessato dovrà conseguire i
seguenti risultati:
A - Conseguire o avere conseguito per almeno due volte, nei 12 mesi antecedenti la data delle iscrizioni definitive,
almeno il 62% del punteggio massimo conseguibile nella categoria richiesta o in una superiore in un CDN in
Italia o all’estero purchè comprovato ;
oppure:
B - Conseguire o aver conseguito per almeno due volte, nei 12 mesi antecedenti la data delle iscrizioni definitive, in
un C.D.I. in Italia, quantomeno il 62% del punteggio massimo conseguibile nella categoria richiesta o in una
superiore. Dette condizioni, per i binomi residenti anche temporaneamente all'estero, saranno altresì applicate nei
concorsi nazionali del Paese di residenza.
Qualora un cavaliere ottenga ripetutamente in CDI all’estero una percentuale inferiore al 60%,., ai fini della
successiva autorizzazione a partecipare ad altre gare Internazionali, la Commissione si riserva, sentito il parere del
Commissario Tecnico, di richiedere ulteriori prove di qualifica.
Ai fini delle qualifiche di cui sopra le riprese di livello "D 1/2" e "D 1/3" sono da considerarsi equivalenti alle riprese
di livello "D 2/1" o "D 2/2".
In via transitoria e temporanea, fino ad agosto 2007, potrà essere autorizzata la partecipazione a CDI all’estero a
coloro che abbiano conseguito almeno una qualifica (62%) nel corrente anno.
Qualora il cavaliere ottenga nel CDI all’estero una percentuale inferiore la 60%, dovrà procedere ad ulteriori due
prove di qualifica.
Le categorie Free Style (Kur) non saranno considerate valide ai fini di quanto sopra.
Gli aventi diritto (a norma dei punti A e B), dovranno inoltrare alla F.I.S.E. richiesta di partecipazione
scritta, indicante (sotto la loro responsabilità), i dati relativi alle loro qualificazioni e, inoltre, i nomi, numeri
di passaporto e dati segnaletici dei cavalli.
Le richieste dovranno pervenire alla F.I.S.E. 9 settimane prima dei C.D.I. all'estero e 30 giorni prima dei C.D.I. in
Italia, per iscritto tramite fax, compilando l'apposito modulo completato con tutti i dati richiesti.
La partecipazione verrà confermata in ragione delle disponibilità dei posti, con criteri di rotazione e in funzione
delle necessità di classifica per la Coppa del Mondo o per motivi di qualificazione e preparazione per Campionati
Europei, Mondiali o Olimpiadi.
Programma Dipartimento Dressage 2007
-
Pagina 12 di 17
Nei C.D.N. ove non fosse prevista la categoria utile al binomio che intenda qualificarsi per la partecipazione alle
predette gare internazionali, sarà pur sempre possibile, a semplice ma tempestiva richiesta del cavaliere
interessato, l'effettuazione comunque della ripresa in questione, il cui punteggio
sarà considerato ad ogni effetto ai fini di cui sopra.
13.2 INTERNAZIONALI IN ITALIA
Per la partecipazione ai C.D.I. che si terranno in Italia, la F.I.S.E. stabilisce nel 61% (salvo deroga) la
percentuale minima di ammissione, da conseguirsi in C.D.N. (conseguite nei 12 mesi precedenti) in
categorie uguali o superiori a quelle cui si desidera essere iscritti nel C.D.I. . Ai fini della qualifica saranno
equiparate al Gran Prix “B” le percentuali ottenute nella categoria Gran Prix Young Rider ed 2007.
13.3 NORME COMUNI ALLA PARTECIPAZIONE A GARE INTERNAZIONALI
I cavalieri qualificati che intendono svolgere attività internazionale sono tenuti ad inviare il loro programma
agonistico alla Federazione all'inizio dell'anno, onde permettere agli Uffici Federali di provvedere in tempo utile alle
iscrizioni, all'eventuale richiesta di invito e a quant'altro necessario al buon svolgimento delle relative pratiche.
Verranno attuati provvedimenti in caso di mancata partecipazione ad un concorso internazionale, o per ritiro
successivo alla chiusura delle iscrizioni definitive del concorso in oggetto, così come esplicitamente previsto dalle
nuove normative F.E.I.: la Federazione si riserva di non accogliere successive richieste del cavaliere, o quantomeno
di non dare alle stesse alcuna priorità.
Le nuove norme per la partecipazione all’attività internazionale sono state rese meno selettive alla luce del progetto
di incentivazione della presenza dei nostri binomi alle manifestazioni all’estero.
Si sottolinea peraltro che il Dipartimento intende responsabilizzare soprattutto i Tecnici privati dei nostri binomi
nella valutazione delle partecipazioni all’estero.
Nel caso in cui tale fiducia trovasse riscontri negativi il Dipartimento, anche nel corso dell’attuale stagione
agonistica, definirà criteri più restrittivi.
14) CRITERI DI SELEZIONE PER IL 2007
14.1) JUNIORES
Verrà istituito un elenco di binomi di interesse federale.
I nominativi di tale elenco saranno visionati e potranno essere invitati a partecipare a stages in collaborazione con i
loro Istruttori di riferimento.
Per gli atleti interessati verranno stabiliti dal Dipartimento programmi di gare specifiche in accordo con gli Istruttori
di riferimento.
La Federazione potrà incaricare il Commissario Tecnico Federale a presenziare ad alcune gare di interesse
federale. Le spese del C.T. saranno a carico della Federazione.
Tutte le spese di partecipazione a CDI all’estero saranno a totale carico dell’atleta.
Per la partecipazione ai Campionati Europei verranno presi in considerazione, per ciascun binomio, i punti
conseguiti nelle riprese "M" F.E.I. Team Test Junior, su tutte le gare internazionali programmate e consigliate
dal Dipartimento, sia in Italia che all’estero, entro il termine previsto per la chiusura della data di qualifica FEI a tali
Campionati (24.06.2007). Sarà data priorità a coloro che avranno partecipato ad un maggior numero di CDI
all’estero. In caso di prestazioni equivalenti, verranno privilegiati i risultati ottenuti in prossimità dei Campionati
Europei,
Per la preparazione dei binomi, nei C.D.N., saranno programmate categorie FEI riservate a Juniores. La categoria
“M” F.E.I. Team Test Juniores potrà essere programmata in tutte le giornate di gara.
Verifiche sulla condizione fisica dei cavalli (inclusi eventuali prelievi a casa) potranno essere effettuate dal
Veterinario Federale nell'imminenza della definizione della squadra.
La squadra che parteciperà ai Campionati Europei sarà designata entro il termine delle iscrizioni definitive,
fissato dalla F.E.I., e sarà formata dai quattro binomi scelti dal Responsabile e dalla Commissione del Dipartimento,
sentito il Commissario Tecnico, sulla base ai risultati conseguiti di cui sopra.
L'ammissione ai CH EU sarà subordinata all'avvenuto conseguimento della eventuale qualifica stabilita dalla FEI.
Affinché il risultato ottenuto in una categoria di un C.D.N. possa essere tenuto in considerazione dovranno essere
rispettate le seguenti condizioni:
- nel luogo di gara, il cavallo potrà essere montato solo dal cavaliere Junior con cui parteciperà al concorso;
- i cavalieri Juniores devono montare in morso e filetto per il Team Test e senza frusta secondo le normative F.E.I..
I binomi scelti dal Dipartimento potranno essere convocati, a giudizio della F.I.S.E., per stage e raduni con
Tecnici designati dalla F.I.S.E. stessa.
Programma Dipartimento Dressage 2007
-
Pagina 13 di 17
La partecipazione a tutte le iniziative programmate dalla F.I.S.E. nonché l'accettazione dei controlli veterinari
saranno considerate condizioni irrinunciabili ai fini della eventuale convocazione a fare parte della squadra.
La F.I.S.E. si riserva di organizzare, per i binomi di interesse federale, periodiche verifiche della progressione
tecnica, con incontri con giudici, di idoneo livello ed esperienza, al fine di valutare la buona continuità dell'iter
addestrativo, anche al di fuori dell'attività agonistica in senso stretto.
14.2) YOUNG RIDERS
Verrà istituito un elenco di binomi di interesse federale.
I nominativi di tale elenco saranno visionati e potranno essere invitati a partecipare a stages in collaborazione con i
loro Istruttori di riferimento.
Per gli atleti interessati verranno stabiliti dal Dipartimento programmi di gare specifiche in accordo con gli
Istruttori di riferimento.
La Federazione potrà incaricare il Commissario Tecnico Federale a presenziare ad alcune gare di interesse
federale. Le spese del C.T. saranno a carico della Federazione.
Tutte le spese di partecipazione a CDI all’estero saranno a totale carico dell’atleta.
Per la partecipazione ai Campionati Europei verranno presi in considerazione, per ciascun binomio, risultati
conseguiti nelle riprese "D" F.E.I. Team Test Young Rider su tutte le gare internazionali programmate e
consigliate dal Dipartimento, sia in Italia che all’estero, entro il termine previsto per la chiusura della
data di qualifica FEI a tali Campionati (24.06.2007). Sarà data priorità a coloro che avranno partecipato ad un
maggior numero di CDI all’estero. In caso di prestazioni equivalenti, verranno privilegiati i risultati ottenuti in
prossimità dei Campionati Europei.
Per la preparazione dei binomi, nei C.D.N., saranno programmate categorie riservate a Young Riders e soprattutto
la categoria F.E.I. Team Test Young Rider potrà essere programmata in tutte le giornate di gara.
Verifiche sulla condizione fisica dei cavalli ed eventuali prelievi, anche a casa, potranno essere effettuati
dal Veterinario Federale nell'imminenza della definizione della squadra.
La squadra che parteciperà ai Campionati Europei sarà designata entro il termine delle iscrizioni definitive,
fissato dalla F.E.I., e sarà formata dai quattro binomi scelti dal Responsabile e dalla Commissione del
Dipartimento, , sentito il Commissario Tecnico di riferimento ed in base ai risultati internazionali conseguiti.
L'ammissione ai CH EU è condizionata dalle qualifiche stabilite dalla FEI.
La partecipazione a tutte le iniziative programmate dalla F.I.S.E. nonché l'accettazione dei controlli veterinari
saranno considerati condizioni irrinunciabili ai fini della eventuale convocazione a fare parte della squadra.
La F.I.S.E. si riserva di organizzare, per i binomi di interesse federale, periodiche verifiche della progressione
tecnica, con incontri con giudici di idoneo livello ed esperienza, presso i centri di residenza dei binomi stessi, al fine
di valutare la buona continuità dell'iter addestrativo, anche al di fuori dell'attività agonistica in senso stretto.
14.3) SENIORES
Le selezioni delle partecipazioni individuali e di squadra per Campionati Europei 2007 verranno così definite:
Partecipazione della squadra
La F.I.S.E. intende partecipare ai Campionati europei Seniores 2007, anche in preparazione ai Giochi Olimpici del
2008, esclusivamente in condizioni di competitività, che giustifichino, per ogni disciplina gli investimenti economici
necessari.
Pertanto la partecipazione della squadra sarà condizionata, oltre alle qualifiche stabilite dalla F.E.I. (06.08.2007),
alle seguenti prestazioni agonistiche.
Almeno tre binomi dovranno conseguire nel 2007:
- due risultati uguali o superiori al 64% in Grand Prix (test scelto dalla F.E.I. come prova di Campionato) di
C.D.I.*** o superiori. Accertata, nelle manifestazioni indicate nell'iter agonistico, la possibilità di inviare la squadra,
la scelta sarà fatta da apposita Commissione, sentito anche il Commissario Tecnico, in base alle prestazioni
conseguite dai binomi in C.D.I.*** internazionali in Grand Prix (testo scelto dalla F.E.I. come prova di Campionato).
In caso di prestazioni equivalenti, il Responsabile e la Commissione del Dipartimento, sentito il Tecnico di
riferimento, si riservano la definitiva valutazione al fine di ottenere il miglior risultato possibile.
Verifiche sulla condizione fisica dei cavalli ed eventuali prelievi potranno essere effettuati, anche a casa, dal
Veterinario Federale nell'imminenza della definizione della squadra.
La squadra sarà designata entro il termine delle iscrizioni definitive.
I binomi potranno essere convocati, a giudizio della F.I.S.E., per stage e raduni con tecnici designati dalla F.I.S.E.
stessa.
Programma Dipartimento Dressage 2007
-
Pagina 14 di 17
La partecipazione a tutte le iniziative programmate dalla F.I.S.E nonché l'accettazione dei controlli veterinari
saranno considerate condizioni irrinunciabile ai fini della eventuale convocazione a fare parte della squadra.
La F.I.S.E. si riserva di organizzare, per i binomi di interesse federale, periodiche verifiche della progressione
tecnica, con incontri con Giudici, al fine di valutare la buona continuità dell'iter addestrativo, anche al di fuori
dell'attività agonistica in senso stretto.
Partecipazione individuale
Per la partecipazione individuale sarà necessaria la seguente condizione:
- due risultati uguali o superiori al 65% in Grand Prix. "B" nei sei mesi precedenti i Campionati. La partecipazione
sarà comunque condizionata dall’approvazione da parte della Commissione del Dipartimento.
14.4 - PROGRAMMA TECNICO 2007
Sono stati ritenuti di interesse federale i seguenti CDI ed il Campionato Italiano,
ª 05/04 - 09/04/07…………….CDI3* -CDI JYR ………………… Stadl Paura (AUT)
ª
17/05 - 20/05/07……………..CDI3*……………………………… La Mandria, Torino (ITA)
ª
31/05 - 03/06/07……………. CDI[-W] - CDI3*- CDIJ…………Lipica (SLO)
ª
08/06 - 10/06/07……………..CDIY – CDIJ – CH ITA ……….. Barzago (ITA)
ª
10/07 - 15/07/07……………..CH-EU-YR-D - CH-EU-J-D ……. Nussloch (GER)
ª
27/08 - 02/09/07……………..CH-EU-D ………………….......... La Mandria, Torino (ITA)
Salvo eventuali integrazioni che saranno definite in base a contingenti esigenze tecniche e organizzative
15) PREMI DI PARTECIPAZIONE E SOVRAPPREMI DI CLASSIFICA IN CONCORSI
INTERNAZIONALI, C.D.I.O, CAMPIONATI EUROPEI 2007
Note comuni:
I premi, da intendersi al lordo della ritenuta a norma di legge, attualmente, del 4%, sono comprensivi di ogni spesa
relativa alla partecipazione alla gara internazionale (viaggio cavalli, viaggio, vitto, alloggio e trasferta groom,
viaggio, vitto e alloggio cavaliere, pensione cavalli, iscrizione alle gare, spese doganali ecc.) e saranno erogati in
funzione del numero di cavalli con i quali il cavaliere parteciperà al concorso in questione ed in base al successivo
art. 16. La F.I.S.E. non rimborserà né sosterrà direttamente alcuna altra spesa relativa alle trasferte, salvo
eventuali apposite specifiche delibere del Consiglio Federale per casi particolari (per esempio eventuali
raduni tra un concorso e un altro).
Tutti i premi o sovrappremi sono da considerarsi erogabili solo nei confronti di coloro che raggiungeranno
l'obiettivo identificato dal successivo art. 16.
15.1 - PREMI DI PARTECIPAZIONE
Premio di Partecipazione tipo A - €. 1.500,00 per ogni cavaliere, limitatamente ad un solo cavallo, per
partecipazione a categorie F.E.I. Junior (per cavalieri Junior), F.E.I. Young Rider (per cavalieri Young Rider),
Intermediaire 2 - Grand Prix - Grand Prix Special - Kur liv. Grand Prix (per cavalieri Senior).
Premio di Partecipazione tipo B - €. 1.000,00 per ogni cavaliere, limitatamente ad un solo cavallo,
per partecipazione a categorie St. Georges - Intermediaire 1 - Kur liv. Intermediaire 1.
Premio di Partecipazione tipo C - €. 1.000,00 per ogni cavaliere, limitatamente al secondo cavallo, per
partecipazione a categorie F.E.I. Junior (per cavalieri Junior), F.E.I. Young Rider (per cavalieri Young Rider)
Intermediaire 2 - Grand Prix - Grand Prix Special - Kur liv. Grand Prix (per cavalieri Senior) di entrambi i cavalli, o di
un cavallo alle categorie Intermediaire 2 - Grand Prix - Grand Prix Special - Kur liv. Grand Prix e dell' altro alle
categorie St. Georges - Intermediaire 1 - Kur liv. Intermediaire 1 (per cavalieri
Senior).
Premio di Partecipazione tipo D - € 700,00 per ogni cavaliere, limitatamente al secondo cavallo, per
partecipazione a categorie St. Georges - Intermediaire 1 - Kur liv. Intermediaire 1 di entrambi i cavalli.
Ciascun cavaliere avrà diritto ai premi previsti per un numero massimo di 5 trasferte all'anno (sia che i cavalli siano
uno o due per trasferta), purché consegua, nel concorso in questione, una determinata percentuale minima
richiesta (nelle gare tecniche, Kur escluse) come sotto specificato:
1. un premio al conseguimento della percentuale minima del 65%;
2. un premio al conseguimento della percentuale minima del 66%;
3. un premio al conseguimento della percentuale minima del 67%.
Programma Dipartimento Dressage 2007
-
Pagina 15 di 17
L'erogazione dei premio non è da intendersi legata ad una progressione temporale consecutiva dei risultati.
I suddetti premi le cui cifre sono da intendersi al lordo delle ritenute di legge (attualmente 4%) saranno erogati
con le seguenti modalità:
- non é previsto premio per partecipazione a C.D.I. nella nazione di residenza anagrafica.
- per i cavalieri residenti fuori dall'Italia non saranno previsti i sopra scritti premi di partecipazione, ma verranno
erogati i soli sovrappremi di classifica.
Ai Campionati del Mondo Senior, agli Europei Young Riders e Juniores saranno sostenute direttamente dalla
F.I.S.E. le spese di iscrizione, le spese e gli onorari del Tecnico, del Capo Equipe e del Veterinario.
Tutte le altre spese saranno a carico del Comitato Organizzatore o dei cavalieri partecipanti. I cavalieri avranno
diritto ai premi previsti dal programma.
15. 2 SOVRAPPREMI DI CLASSIFICA
I suddetti sovrappremi, le cui cifre sono da intendersi al lordo delle ritenute di legge, attualmente 4%, saranno
erogati con le seguenti modalità:
A) sovrappremi per i risultati ottenuti nei C.D.I. all'estero, nei C.D.I.O, nei Campionati del Mondo Senior, Europei
Young Riders e Juniores secondo la seguente tabella (percentuale minima per l'erogazione 64%).
B) qualora i cavalli siano di proprietà federale ed affidati ad un cavaliere i sovrappremi saranno devoluti
all'affidatario in ragione del 50%, qualora lo stesso mantenga integralmente i cavalli.
C) i sovrappremi non saranno erogati qualora i cavalli siano di proprietà federale ed affidati ad un
cavaliere, che non li mantenga integralmente.
C.D.I.O:
Grand Prix Grand Prix Special - Kur A
1° class. € 3.500,00 € 3.000,00
2° class. € 2.500,00 € 2.000,00
3° class. € 1.500,00 € 1.000,00
Class. Squadra: (da assegnare a ciascun componente della squadra e solo per C.D.I.O)
1° class. € 2.500,00
2° class. € 2.000,00
3° class. € 1.500,00
C.D.I. :
Grand Prix
Grand Prix Special - Kur A
1° class. € 2.000,00
€ 1.400,00
2° class. € 1.000,00
€ 700,00
3° class. € 500,00
€ 350,00
C.D.I. J e YR:
Team Test Junior/ Young Rider
Individual Test Junior / Young Rider Kur M - Kur S.George
1° class. € 1.500,00
€ 1.400,00
2° class. € 1.000,00
€ 700,00
3° class. € 500,00
€ 350,00
CAMPIONATO EUROPEO YOUNG RIDERS E JUNIORES
(da assegnare a ciascun componente della squadra)
Class. Squadra:
Class. Individuale
1° class. € 3.500,00
€ 5.000,00
2° class. € 2.000,00
€ 3.000,00
3° class. € 1.000,00
€ 2.000,00
CAMPIONATO DEL MONDO SENIORES
(da assegnare a ciascun componente della squadra)
Class. Squadra:
1° class. € 3.500,00
2° class. € 3.000,00
3° class. € 2.500,00
Class. Individuale
€ 7.000,00
€ 6.000,00
€ 5.000,00
16) MODALITA' DI EROGAZIONE DEI PREMI E SOVRAPPREMI PREVISTI DAL PRECEDENTE
Programma Dipartimento Dressage 2007
-
Pagina 16 di 17
ART.15
In generale tutti i premi internazionali di partecipazione e sovrappremi di classifica saranno finalizzati alla
preparazione olimpica per i Senior ed a quella continentale per i soli Junior e Young Rider. Pertanto i sovrappremi
sono riservati a tutti i binomi che, essendo stati presi in considerazione dalla FISE per gli obbiettivi primari dell’anno
agonistico, avranno dato per iscritto la loro completa disponibilità, alla partecipazione ai suddetti obiettivi. In tal
caso i sovrappremi verranno erogati anche se, a seguito di selezione di merito, tali binomi non saranno utilizzati
negli impegni ufficiali.
Per il 2007 i Campionati Europei seniores sono stati individuati come obiettivo primario degli atleti Seniores e i
Campionati Europei per Young Riders e Juniores.
La mancata disponibilità a partecipare ai Campionati Europei di categoria sarà motivo valido e sufficiente perché la
F.I.S.E. sia autorizzata ad annullare i sovrappremi vinti non erogandone il relativo ammontare, fatto salvo
l’inequivocabile impedimento veterinario (per il cavallo) certificato da apposita Commissione di almeno tre membri
a scelta della F.I.S.E. o fatto salvo l’inequivocabile impedimento sanitario (per l'atleta) certificato da apposita
commissione medica di almeno tre membri scelti dalla F.I.S.E.
Causa di annullamento della erogazione dei sovrappremi vinti sarà anche l’indisponibilità dei binomi a partecipare
ad una o più delle attività tecniche programmate dal Dipartimento ovvero l’indisponibilità ad accettare controlli
veterinari e medici, non solo in gara, di cavalli ed atleti.
17) F.E.I. WORLD BREEDING CHAMPIONSHIP (CAVALLI DI 5/6 ANNI)
I World Breeding Championship sono campionati riservati ai cavalli giovani di 5 e 6 anni iscritti al libro genealogico
della nazione di nascita.
Nell'ipotesi di un'eventuale partecipazione di cavalli italiani a tale campionato, sempre che questo venga
programmato dalla F.E.I. per l'anno 2007, la F.I.S.E. predisporrà, in accordo con l U.N.I.R.E. le selezioni.
Gli interventi tecnici ed economici dell’UNIRE sono indicati nel programma del circuito allevatoriale dell’UNIRE.
18) TABELLA DI RIPARTIZIONE PER L’ASSEGNAZIONE DEI PREMI ANNUALI
La suddivisione dei premi e sovrappremi sarà calcolata sul numero dei cavalli partiti, intendendosi per tali quelli
che si sono presentati in campo gara e regolarmente inseriti nell’ordine di partenza. I dettagli e le specifiche
norme di ripartizione sono riportai nella nella tabella. Di cui all’appendice 3^.
Il Dipartimento Dressage
Programma Dipartimento Dressage 2007
-
Pagina 17 di 17

Documenti analoghi