Il motociclista ha tamponato un furgone nel Mantovano

Commenti

Transcript

Il motociclista ha tamponato un furgone nel Mantovano
La Provincia
www.laprovinciacr.it
CREMONESE - BRESCIANO
MARTEDÌ
13 OTTOBRE 2015
33
Vescovato. Il centauro è stato portato in elicottero a Brescia ed è ricoverato in prognosi riservata
Schianto, 44enne gravissimo
Il motociclista ha tamponato un furgone nel Mantovano
di Serena Ferpozzi
VESCOVATO — Terribile incidente lungo l’asolana tra un furgoncino e una motocicletta di
grossa ciclindrata. Il centauro
Claudio T, 44 anni, di Vescovato
è stato ricoverato in gravissime
condizioni agli Spedali civili di
Brescia. E’in prognosi riservata
e lotta per la vita.
Lo scontro è avvenuto verso
le 16.30 sulla provinciale 343. Il
furgoncino di un’impresa edile
mantovana, condotto da un operaio di 46 anni che stava rientrando dal lavoro, si trovava in
prossimità dell’incrocio che
conduce alla strada Rosetta
Mangera e si stava quindi apprestando a svoltare a sinistra.
Il motociclista di Vescovato stava procedendo nella stessa direzione, verso Asola. Per cause
ancora al vaglio degli inquirenti, la due ruote ha tamponato
violentemente il furgoncino.
Una svista, la velocità elevata,
una manovra improvvisa, sono
tutte ipotesi al vaglio degli
agenti. Un impatto terribile,
che ha sbalzato il centauro e la
Il luogo
dell’incidente,
con la moto
a terra
una fase
del soccorso
dell’eliambulanza
e il decollo
del velivolo
diretto verso
Brescia
sua moto nera alcuni metri più
in là. Il 44enne ha sbattuto violentemente la testa sull’asfalto.
Immediatamente sono stati allertati i soccorsi. Le condizioni
del centauro sono apparse sin
da subito gravissime. I sanitari
della Padana Soccorso di San
Giovanni in Croce, arrivati a sirene spiegate, hanno stabilizzato le sue condizioni ma è stato
necessario anche allertare l’eliambulanza di Brescia. Claudio T. è stato trasportato in eli-
cottero agli Spedali civili dove è
stato ricoverato in prognosi riservata, dunque in condizioni
gravissime. Illeso invece il conducente del furgoncino, in evidente stato di choc. Sul posto
dell’incidente sono intervenuti
Robecco d’Oglio.Concessa dall’amministrazione comunale
Paderno. Volontari e nonni al centro parrocchiale
Caccia, volontari in azione
Nuova sede per i ‘segugisti’
Torte in compagnia
ROBECCO D’OGLIO — I naugurata nei giorni scorsi la nuova
sede della Società italiana pro
segugio «Luigi Zacchetti» nel
palazzo ex municipio di Robecco d’Oglio, gentilmente concesso dall’amministrazione comunale. La grande stanza della
Sips è stata restaurata e rimessa a nuovo da un manipolo di appassionati del cane da seguita
che dal mese di giugno ha lavorato con passione e determinazione durante i fine settimana.
Un intervento ben riuscito, particolarmente apprezzato dai soci della Pro Segugio provinciale
che sono intervenuti alla cerimonia di inaugurazione. La sede è stata intitolata al compianto Domenico Molinari, già giudice Enci e guardiacaccia della
Provincia di Cremona. La targa
è stata svelata dal presidente
della Sips di Cremona Sandro
Taraschi, associazione cinofila
che conta circa 400 associati sul
nostro territorio.
tente ad entrambi i conducenti.
Solo quando verrà chiarita esattamente la dinamica, il magistrato di turno concederà il nullaosta per il dissequestro e per
la riconsegna della patente.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Successo per i ‘martedì d’argento’ in oratorio
di Luca Ugaglia
I ‘segugisti’ all’inaugurazione della nuova sede a Robecco
anche i carabinieri e la polizia
locale di Asola. Spetterà a loro
ricostruire con l’esatta dinamica dell’accaduto. Nel frattempo, a titolo precauzionale, i due
mezzi sono stati posti sotto sequestro ed è stata ritirata la pa-
PADERNO — Sarà perché le
novità riscuotono sempre curiosità, sarà perché le lusinghe
dello svago e della gola erano
imperdibili, sta di fatto che il
primo ‘Mar tedì
d’Argento’ ha registrato un’ot tima affluenza di
nonni. Alla nuova proposta settimanale di aggregazione riservata agli ultra
65enni, voluta
dal parroco don
Claudio Rasoli e
decollata nei
giorni scorsi all’oratorio San
Luigi hanno aderito una ventina
di anziani seguiti
da uno staff di volontari che hanno preparato e offerto a tutti ottime torte e bevande. Ma soprattutto hanno regalato ad
ognuno l’omaggio più bello:
tanto calore umano, accompagnando in andata e ritorno gli
anziani che lo hanno chiesto al
centro parrocchiale. Non hanno fatto nulla di sensazionale il
sacerdote e i suoi collaboratori:
hanno parlato con i nonni e proposto i classici giochi a carte e i
canti di una volta. «Sono contento di questo primo appuntamento — commenta don Rasoli
— perché ho visto le persone
Alcuni momenti dei ‘martedì d’argento’
davvero entusiaste di questa
occasione di incontro. C’è bisogno di momenti di aggregazione, c’è tanta gente che soffre la
solitudine, soprattutto nei mesi freddi quando le giornate sono uggiose e arriva presto il
buio. Nei prossimi martedì continueremo a proporre partite a
briscola, ma anche la tombola,
sempre con qualche canto che
scalda il cuore. Il bar poi sarà a
disposizione per la merenda.
Non mancheranno anche occasioni di riflessione e di preghiera che sono sempre ben gradite. Purtroppo è mancato qualcuno perchè ammalato o costi-
pato, ma contiamo di aggregare sempre più persone. Le porte sono sempre aperte a tutti».
E domenica 18 arriva la grande
festa anziani organizzata insieme al Comune e al gruppo ‘Volontari Ponchielli’. La quota di
15 euro va versata in municipio
entro mercoledì 14.
Sesto.Il sostegno è pari al 15% della retta mensile ed è indipendente dal reddito. Domande entro il 31
Bambini al nido, contributo alle famiglie
SESTO — In questi tempi di
crisi, in cui la parola risparmio
è all’ordine del giorno, arrivano buone notizie per i genitori
sestesi. Almeno quelli che, lavorando e non potendo contare sul prezioso aiuto dei nonni
o delle baby- sitter, sono costretti a portare i bambini all’asilo nido. La giunta guidata
dal sindaco Carlo Vezzini ha
deciso di assegnare un contributo alle famiglie pari al 15%
della retta mensile di frequenza. Per beneficiare della sovvenzione, che da qui al 2016 sarà concessa in tre diverse tranche, bisogna presentare domanda in Comune entro il 31
ottobre. Quattro i requisiti per
ottenerla: i piccoli dovranno
frequentare il nido e abitare a
Sesto o nei suoi Uniti. I genitori dovranno documentare il loro impiego alle dipendenze o
come lavoratori autonomi.
Inoltre l’importo mensile della retta non dovrà superare i
600 euro. L’aiuto economico
arriverà in tre ‘rate’, appunto:
entro gennaio 2016 per il periodo di frequenza settem-
tel. 0372 4045 11 fax 0372 404527
www.laprovinciadicremona.it - e-mail:[email protected]
Ai sensi dell’articolo 1 della legge 9
dicembre 1977, n. 903,
le inserzioni di Ricerca di Personale
devono sempre intendersi
riferite sia agli uomini che alle donne.
COMUNICAZIONI
PERSONALI
PER LA PUBBLICITÀ SU
Quotidiano di Cremona e Crema
3888839325 Cremona, nuove arrivate: due giapponesi, ragazze
bellissime, carine.
CREMONA stupenda donna matura, affascinante, passionale, 5a
misura, paziente. 3318833395.
Bambini all’asilo a Sesto
bre-dicembre 2015, entro maggio per il periodo gennaio-aprile ed entro agosto per il periodo maggio-luglio 2016. ‘Per il
secondo anno consecutivo —
spiega la vice sindaco e assessore all’Istruzione Francesca
Maria Viccardi—tenuto conto
che sul territorio comunale
non esiste un servizio di questo
tipo per le famiglie e non è possibile prevedere convenzioni
con strutture esistenti nel circondario, abbiamo optato per
questa forma di sostegno economico, che riteniamo equa.
La eroghiamo a prescindere
dalla situazione reddituale del
nucleo familiare e fino ad
esaurimento delle risorse disponibili, anche nell’intento
di garantire ai genitori una
certa libertà di scelta». (l.u.)
© RIPRODUZIONE RISERVATA
ATTENZIONE: non si
accettano raccomandate in
risposta a Rif. PubliA
CAMERIERA/E E BARISTA, bar/ristorante zona centro Cremona,
cerca. 3662865154, Fabrizio.
Largo Paolo Sarpi, 19 - CREMONA
Tel. 0372 404511 - Fax 0372 404527
Lunedì/Venerdì: 8,30 - 12,00 / 14,30 - 18 - Sabato: CHIUSO
Via Cavour, 53 - CREMA - Tel. 0373 82709 - Fax 0373 80848
Via Pozzi, 13 - CASALMAGGIORE - Tel . 0375 202560