sicurezza - Istituto Comprensivo Pescara 5

Commenti

Transcript

sicurezza - Istituto Comprensivo Pescara 5
,.
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PESCARA 5
65100 PESCARA Via Gioberti n. 15 - Tel. E Fax 08Sfl2955
C.F. 91117020684 - e-mail: [email protected]
Pescara,01/10/2015
Al Personale A.T.A.
Al Dirigente Scolastico
Loro Sedi
Al Sito Web
OGGETTO Direttive di servizio e disposizioni organizzative emanate dal D.S.G.A. per l'A.S.
2015/2016.
Premesso che tutta l'attività deve essere svolta nel rispetto delle norme sulla trasparenza (Legge
241/90) e che il lavoro deve essere organizzato in modo funzionale ed efficiente, preciso quanto
segue:
la ripartizione dei compiti non esclude l'opportuna e necessaria collaborazione tra le varie
unità di personale nei periodi di intensa attività lavorativa e per il rispetto delle scadenze;
le incombenze giornaliere non assegnate o assegnate al personale che si assenta, saranno
smistate dal DSGA tenendo conto della persona più libera al momento, in modo da
garantire la funzionalità dell'ufficio anche a prescindere dal settore di competenza.
Si richiama all'osservanza delle seguenti disposizioni in ordine a:
ORARIO DI SERVIZIO
L'orario di servizio è di 36 ore settimanali, da svolgersi dalle ore 8.00 alle ore 14.00 per gli Assistenti
Amministrativi e nell'arco temporale compreso fra le 7.30 e le 16.57 per i Collaboratori Scolastici a
decorrere dal 1° Ottobre.
Compatibilmente con le esigenze di servizio e per motivi di trasporto pubblico, il personale interessato
può fare richiesta di modifica annuale dell'orario settimanale.
I rientri pomeridiani, in orario aggiuntivo rispetto a quello d'obbligo, verranno effettuati da
ciascuna unità fino al raggiungimento del limite massimo di 84 ore, necessario per la copertura
delle giornate di chiusura prefestiva. Lo scivolamento dell'orario d'ingresso garantirà, quindi,
successivamente e se possibile, la copertura del servizio in orario pomeridiano.
Durante i periodi di sospensione dell'attività didattica l'orario da rispettare sarà: 8.00/14.00.
RITARDI E PERMESSI
I ritardi, generalmente connessi ad eventi imprevisti ed imprevedibili, rivestono il carattere
dell'eccezionalità, pertanto, vanno giustificati al DSGA. Essi saranno recuperati dagli Assistenti
Amm.vi con il rientro pomeridiano programmato settimanalmente , dai Collaboratori Scolastici con
il Saldo Mensile riportato sul cartellino presenze, pertanto, il personale non è autorizzato a fermarsi
oltre l'orario timbrando l'uscita con il Codice "3"
1
'
I permessi brevi, per complessive 36 ore annue, non possono superare la metà delle ore di servizio
previste nella giornata per cui si chiede il permesso e, salvo imprevisti, vanno richiesti con congruo
anticipo, al fine di poter meglip garantire il servizio.
#
::
FERIE, PERMESSI RETRIBUITI, ASSENZE PER MALATTIA E CONGEDI PARENTALI
Le ferie costituiscono un diritto irrinunciabile e sono fruite nel corso dell'anno scolastico,
compatibilmente con le esigenze di servizio e tenuto conto delle richieste del personale. Per il
personale ATA vengono garantiti 15 giorni consecutivi nel periodo 1° luglio-31 agosto. Il
rimanente periodo può essere fruito anche frazionatamente nel corso dell'anno scolastico,
compatibilmente con le esigenze di servizio e preferibilmente durante la sospensione delle attività
didattiche (Vacanze di Natale e Pasqua).Le ferie non godute per esigenze di servizio, per
malattia, o per impedimento di carattere personale, possono essere fruite nell'anno scolastico
successivo, di norma non oltre il mese di Aprile, sentito il parere del DSGA.
Le situazioni che non rivestono carattere d'urgenza (visita specialistica, permesso retribuito per
motivi di famiglia, ecc.) vanno segnalate con almeno 3 giorni di anticipo per consentire
l'organizzazione del servizio dei presenti.
Nelle certificazioni relative a visite specialistiche effettuate in strutture private deve essere
dichiarata l'impossibilità di effettuare la prestazione in orario compatibile con gli impegni di lavoro
del personale richiedente.
Se ci si trova in altra dimora o si decide di andare a trascorrere presso altri il periodo di malattia o
convalescenza, è fondamentale segnalare al momento dell'assenza l'eventuale altro domicilio ed
il recapito telefonico, oltre quelli indicati al momento dell'assunzione, e la ASL di competenza.
Ugualmente deve essere segnalato l'eventuale allontanamento nelle fasce di reperibilità. Non
saranno accolte giustificazioni per l'assenza nelle suddette fasce se non per motivi gravissimi e
documentati.
SERVIZIO FOTOCOPIE
Nelle more dell'emanazione di apposito regolamento, si rammenta che nessun docente può
fotocopiare pagine di libri per consegnarle agli alunni come esercizio. Le uniche copie consentite,
sono relative alle schede didattiche autonomamente predisposte dai docenti.
Le richieste, formulate su apposita modulistica, devono essere presentate 5 giorni prima il loro
utilizzo, per consentire al Collaboratore Scolastico incaricato di programmare all'interno dell'orario
giornaliero uno spazio da dedicare a tale attività senza venir meno al compito primario della
vigilanza.
In nessun caso possono essere effettuate a scuola fotocopie ad uso personale.
SICUREZZA A SCUOLA
Il Dirigente Scolastico compatibilmente con le risorse disponibili, attiva procedure che consentano
la rilevazione dei rischi e formula un piano per la progressiva eliminazione delle situazioni di
pericolo. Periodicamente si procede all'effettuazione di prove di esodo rapido, secondo il piano di
evacuazione della scuola.
Ogni operatore che venga a conoscenza di situazioni di potenziale pericolo per altre persone
comunque presenti nella scuola, segnala immediatamente il rischio ed impedisce l'accesso al
punto dove sussiste il pericolo. Al più presto prowede quindi a darne notizia al Dirigente
Scolastico e al D.S.G.A.
A tutti i dipendenti si chiede di adottare comportamenti che non generino rischi per terzi , ispirati
alla necessaria cautela , vista anche la presenza di minori.
ACCESSO Al LOCALI SCOLASTICI
Per l'accesso ai locali scolastici si ricorda che, durante l'apertura della scuola, chiunque ha libero
accesso al locale in cui si trova L'Albo per prendere visione degli atti esposti.
Si può, inoltre, accedere ai locali:
• della Segreteria durante l'orario di apertura esposto. Si raccomanda di attenersi
scrupolosamente agli orari per consentire l'attività del personale dell'ufficio. Sono esclusi
dal rispetto delle fasce orarie di apertura al pubblico il Collaboratori del D.S. e
Coordinatori della S.S.1° Grado "G.Rossetti".
2
•
della Presidenza, previo appuntamento .
•
MENSA SCOLASTICA
Non è consentito al Personale Ausiliario l'accesso ai locali dove vengono preparati i pasti. Per
quanto riguarda il diritto alla fruizione della mensa gratuita si rimanda all'art. 21 , commi 2 ,3,5 del
CCNL..
COMUNICAZIONI E CIRCOLARI - MODALITA' DI LETTURA E DIFFUSIONE
Viste le ultime indicazioni del Ministero riguardanti la dematerializzazione dei documenti cartacei ,
si informano le SS.LL. che nessuna copia di Comunicazione o Circolare dovrà essere riprodotta in
quanto il personale docente è stato invitato ad entrare quotidianamente nel sito web del nostro
Istituto per prenderne visione ed ottemperare agli adempimenti di loro spettanza. Il cartaceo
gradualmente sarà eliminato.
MODAUTA' E SVOLGIMENTO DEI SERVIZI: ASSISTENTI AMMINISTRATIVI
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Nei rapporti con l'utenza, da gestire sempre con garbo e disponibilità, dovranno essere
adottati atteggiamenti e comportamenti che facilitino al massimo qualsiasi tipo di operazione
a chiunque, avendone interesse, per qualsiasi pratica o necessità si rivolga all'Ufficio.
Le informazioni di carattere amministrativo, a chiunque fornite, dovranno essere sempre
precise, circostanziate e, quando necessario, documentate; quando non sia possibile dare
subito l'informazione si assume l'impegno di darla nel più breve tempo possibile con
comunicazione scritta o telefonica all'interessato, senza che questi, se non sia lui a richiederlo,
debba ripresentarsi o richiamare.
L'accesso agli atti è regolamentato dalle specifiche disposizioni normative.
Tutti i dati di cui si viene in possesso devono essere trattati con la ma ssima riservatezza e
professionalità, secondo le disposizioni in materia di trattamento dati di cui al D.L.gs 196/2003
(privacy).
tutta la posta in arrivo (elettronica, tramite fax, a mano, etc.) deve essere posta
tempestivamente al D.S. e al D.S.G.A.;
gli adempiment i d'ufficio, vanno espletati con la massima sollecitudine possibile, comunque
nel rispetto dei termini di scadenza;
gli atti in arrivo e in uscita devono avere l'esatta imputazione a protocollo ed archiviati in
modo che siano faci lmente reperibili e individuabili, da parte degli addetti autorizzati, nei
luoghi e/o locali deputati alla loro conservazione e l'immediata risistemazione degli stessi,
quando consultati, secondo l'originaria collocazione, al fine di evitare rischi di sma rri mento e
prevenire violazioni delle norme sulla privacy;
l'ordinata tenuta dei documenti nelle (e non sul le) scrivan ie, negli armadi, negli schedari, negli
scaffali, etc., comunque in contenitori chiusi, anche a tutela della riservatezza dei dati
personali;
l'accorto trattamento dei fascicoli del personale, il cui accesso è limitato ai soli soggetti
incaricati;
la compilazione e l'aggiornamento costante di tutti i registri e gli stampati necessari al
funzionamento dell'ufficio;
il solerte adeguamento al le norme in vigore della modulistica da distribuire all'utenza interna
ed esterna;
3
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
l'uniformità di tutti gli atti prodotti, che devono avere identica intestazione ed essere sempre
sottoposti a controllo ortografico, verificati nei contenuti e siglati dall'operatore con
l'indicazione del percorso. seguito nel salvataggio del file; dovrà essere privilegiato il sistema di
condivisione in rete;
· ·il sollecito soddisfacimento, al fine di non creare intoppi all'ordinario funzionamento, delle
esigenze di riparazione della rete e delle macchine e/o di reintegro di materiale vario di
segreteria, nonché, su segnalazione dei collaboratori scolastici, di quello per le pulizie da
richiedere al Comune;
la tempestiva richiesta ai competenti uffici tecnici e/o alle ditte affidatarie del servizio di quegli
interventi di manutenzione che sono a carico dell'Ente locale (allarme, ascensori, estintori,
impianti vari, etc.);
la vigile applicazione delle misure di sicurezza sulla protezione dei dati secondo quanto
previsto dalla Legge sulla privacy - D.Lgs.n.196/2003;
Particolare responsabilità assumono gli adempimenti relativi agl i infortuni degli allievi e del
personale, che vanno disbrigati con immediatezza e anche in assenza dell'unità addetta, nel
rispetto scrupoloso della vigente normativa.
La posta elettronica deve essere aperta tutti i giorni (in particolare la PEC, anche più volte al
giorno, il cui utilizzo è obbligatorio dal 1° gennaio 2014.
L'Intranet dovrà essere utilizzata quotidianamente per la lettura delle circolari di competenza
stampando solo quelle effettivamente necessarie.
Tutti devono essere in grado di sostituire i colleghi assenti assumendone i relativi compiti;
Particolare cura dovrà essere assicurata nella trattazione ed archiviazione dei "dati sensibili" ai
sensi della Legge 675/96 e successive modificazioni ed integrazioni.
Dovranno essere osservate le norme sulla prevenzione dal rischio e sicurezza sui luoghi di
lavoro (legge 626), nonché quelle sul divieto di fumo.
Si raccomanda l'uso del telefono esclusivamente per motivi di servizio, salvo emergenze.
Si auspica che i rapporti tra colleghi siano improntati a spirito collaborativo per migliorare
l'efficienza del servizio offerto.
Infine si fa riferimento al D.P.R. 16/04/2013, N, 62, Regolamento recante codice di
comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell'art. 54 del Decreto Legislativo
30/03/2001, n. 165 .
ORGANIZZAZIONE SERVIZI GENERAU: COLLABORATORI SCOLASTICI
La dotazione organica dei collaboratori scolastici è costituita da n. 19 unità. Essi sono
assegnati ai diversi plessi nel rispetto dei criteri stabiliti dalla contrattazione di istituto,
tenendo conto anche delle specifiche competenze e delle esperienze pregresse. La
destinazione del personale ai settori tiene conto, quindi, oltre che dei caratteri di efficacia
ed efficienza dell'azione amministrativa, di un'equa distribuzione dei carichi di lavoro, delle
mansioni previste nello specifico profilo professionale e delle esigenze personali, qualora
coincidenti con quelle della scuola. Per sopraggiunte esigenze di servizio e/ o per motivi
contingenti si potrà dar luogo a modifiche in itinere dei compiti assegnati. Sarà comunque
garantito l'espletamento del servizio degli assenti, anche tramite l'awicendamento delle
altre unità.
4
INDIVIDUAZIONE SERVIZI
COMPITI AFFIDATI
SERVIZI
Rapporti con gli alunni
Custodia e Sorveglianza
generica dei locali
Pulizia di carattere
materiale
Collaborazione con i
docenti
Servizi esterni
Servizio Centralino
Accoglienza e sorveglianza degli alunni nelle aule, laboratori, spazi
comuni nei periodi immediatamente antecedenti e successivi l'orario
delle attività didattiche e durante la ricreazione. Vigilanza sugli alunni,
compresa l'ordinaria vigilanza e assistenza necessaria durante il pasto
nelle mense scolastiche.
Il servizio prevede la presenza al posto di lavoro e la sorveglianza nei
locali contigui e visibili dallo stesso posto di lavoro.
Ausilio materiale ag li alunni portato ri di handicap nell'accesso dalle
aree esterne alle strutture scolastiche, all'interno e nell'uscita da esse,
nonché nell'uso dei servizio igienici e nella cura dell'igiene personale,
in particolar modo nelle scuole d'infanzia.
Apertura e chiusura dei locali scolastici ( porte e cancelli) .
Sorveglianza nell'accesso e movimento alunni e pubblico .
Controllo chiavi, seg nalazione eventuali danni, malfunzionamenti o
anomalie varie.
Pulizia loca li scolastici, spazi scolastici e arredi.
Per pulizia, precisamente deve intendersi: lavaggio pavimenti, banchi,
lavagne, vetri, sedie, utilizzando i normali criteri per quanto riguarda
ricambio d 'acq ua di lavaggio e uso dei prodotti di pulizia e
sanificazione.
Duplicazione di document i e schede di lavoro.
Approntament o sussidi didattici.
Collaborazione con i docenti e su progetti (POF).
Rilevazio ne e comunicazione pasti alla mensa.
Ufficio Postale, Comune e Banca, limitatamente al personale
incaricato.
I collaboratori scolastici sono tenuti a rispondere al telefono e
passa re le telefonate in Direzione e/ o in Segreteria direttamente al
personale del Settore di pertinenza (Alunni, Personale, Contabilità,
Affari Generali, DSGA)
Le informazioni di carattere amministrativo, a chiunque fornite,
dovranno essere sempre precise e circostanziate Si raccomanda
cortesia e chiarezza espositiva.
DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE
• Si confida nello spirito di collaborazione invitando a segnalare per tempo eventua li anomalie del
servizio.
• Nel caso di assenze per le quali non sia possibile il ricorso alla supplenza e nei limiti dettat i dalle
vigenti disposizioni, sarà garantito il regolare funzionamento dell'istituzione scolastica con
l'assunzione di maggiori carichi di lavoro, il reparto viene suddiviso equamente fra i colleghi del
plesso/sede, sia che esso abbia il Settore di pertinenza nella Scuola d'Infanzia, sia che lo abbia nella
Scuola Primaria.
5
• Nella giornata di sabato ed ogni volta che si verifica l'assenza degli ex lavoratori socialmente utili
, non sostituiti dalla Cooperativa con altro personale interinale, i collaboratori che effettuano il
turno, prowederanno alla pul~zia dei locali utilizzati.
• Il lavaggio dei pavimenti déi locali deve comunque essere assicurato nei giorni in cui non viene
effettuato dagli ex L.S.U.
+ Per la pulizia delle aree esterne ai plessi/sedi si fa riferimento all'ordine di servizio diramato.
• La pulizia delle palestre:
della Scuola Media Rossetti sarà effettuata quotidianamente da due unità, dalle ore 8,00 alle
ore 8,25, adottando il criterio della rotazione giornaliera.
Della sede di Via Cavour: C.S. Baciadonna: dalle ore 7.30 alle ore 8.00 ad eccezione delle
settimane in cui effettua il 2° turno. In tal caso la pulizia sarà a carico dei C.S. Gentile e
Maglione.
Della sede di Piano T.: una unità, a rotazione, nell'arco della giornata.
• Ricordo che il Collaboratore che ha un orario giornaliero di 7 ore e 12 minuti, deve
obbligatoriamente osservare lo stacco di mezz'ora. Qualora non dovesse risultare dal cartellino
presenze, sarà detratta dall'operatore.
• Si raccomanda di non allontanarsi dai reparti assegnati, se non autorizzati e/o per eventuali
motivi eccezionali, che dovranno comunque essere segnalati. In caso di urgenza la sorveglianza
sarà assicurata dai colleghi presenti.
• Il personale non potrà in nessun caso abbandonare l'edificio scolastico se non dopo regolare
richiesta e autorizzazione.
+ Ogni collaboratore dovrà sempre essere presente e reperibile nella propria area di competenza,
di cui curerà, oltre che le pulizie, tutti gli altri servizi ausiliari, con particolare riguardo alla
sorveglianza degli alunni e alla collaborazione con i docenti nell'uscita dei bambini al termine delle
lezioni, ferma restando ai docenti la responsabilità su di essi.
• Si raccomanda in modo particolare la sorveglianza degli ingressi, che dovrà essere garantita con
la presenza stabile e continua di un collaboratore per tutto il tempo di svolgimento delle attività
didattiche, per controllare ed escludere l'eventuale intrusione di persone estranee o non
autorizzate.
Si ricorda che la funzione primaria del collaboratore è quella della vigilanza sugli alunni. A ta le
scopo devono essere tempestivamente segnalati tutti i casi di: infortunio, pericolo, danno, ecc. Il
posto di lavoro dovrà essere collocato in posizione tale da rendere visibili tutti i locali affidati alla
sorveglianza di ciascuno. Si eserciterà il controllo anche sulle chiavi, punti di accesso e/ o uscita,
finestre, suppellettili. Particolare attenzione dovrà essere posta nella chiusura delle porte, degli
infissi e dei cancelli dell'edificio scolastico, nonché nell'attivazione e disattivazione dell'impianto di
allarme, da parte del personale in servizio nei diversi ambienti, piani o reparti, sia nella fascia oraria
antimeridiana che in quella pomeridiana, in quanto incurie o negligenze nell'espletamento delle
mansioni potrebbero far sorgere responsabilità patrimoniali, in caso di danni e furti subiti dalla
scuola.
La mancata vigilanza degli ingressi sarà oggetto di sanzioni. Per nessun motivo le uscite della
scuola dell'infanzia e primaria devono risultare prive di sorveglianza.
• Eventuali malfunzionamenti e necessità di manutenzione dovranno essere tempestivamente
segnalati in segreteria.
• La pulizia dei locali deve essere accurata e sistematica e comportare il lavaggio di pavimenti,
banchi, lavagne, vetri, porte, suppellettili, ecc. Con particolare assiduità dovranno essere detersi i
servizi igienici, che vanno costantemente sanificati con prodotti igienizzanti, da custodire ed usare
con la dovuta cautela e secondo le norme di sicurezza.
• Durante gli spostamenti necessari per l'espletamento di mansioni inerenti il servizio, o in assenza
del collaboratore scolastico preposto alla scuola primaria, la collaboratrice addetta alla scuola
dell'infanzia prowederà alla sorveglianza dell'intero piano terra e delle relative uscite.
6
+
Non è consentito l'uso, durante il serv1z10, di cellulari, giornali, riviste e quant'altro possa
costituire fonte d i distrazione dalle mansioni affidate e scadimento della professionalità, così come
dovranno essere evitati capannelli nei locali scolastici, né si potrà attendere a lavori personali.
Inoltre si avrà cura di usare un abbigliamento decoroso ed idoneo all'attività da svolgere ed un
comportamento e linguaggio corretti, nonché di mostrare disponibilità verso tutti gli utenti.
• Si richiama all'osservanza delle norme sulla privacy e sulla prevenzione dal rischio e sicurezza sui
luoghi di lavoro (legge 626/94), nonché al rispetto delle prescrizioni antifumo.
Infine si fa riferimento alle norme disciplinari di cui al Capo IX sez. II del CCNL in premessa.
CHIUSURA DELLA SCUOLA DURANTE I PERIODI DI SOSPENSIONE DELLE ATTIVITA'
DIDATTICHE
Considerati l'adattamento del calendario scolastico, stabilito con delibera degli organi collegiali, ed
il precedente contratto integrativo di istituto, si prende atto della chiusura della scuola nelle
seguenti giornate di sospensione delle attività didattiche:
DICEMBRE
7/12/2015
24/12/2015
31/12/2015
GENNAIO
02/01/2016
05/01/2016
MARZO
26/03/2016
LUGLIO
02/07/2016
10/07/2016
17/07/2016
24/07/2016
31/07/2016
AGOSTO
06/08/2016
13/08/2016
20/08/2016
Le ore non effettuate, pari a 84, verranno recuperate dal personale effettuando ore in eccedenza
all 'orario d'obbligo o, in caso di assenza o impedimento, con giornate di ferie residue, ferie anno
corrente , festività soppresse.
FORMAZIONE DEL PERSONALE
Si propone in via prioritaria la formazione erogata dall'AZIONE PEGASO.
Per i collaboratori scolastici si indicano attività di formazione relative al primo soccorso, la gestione
dell'handicap e degli adempimenti di cui al D.Lgs 81/2008 e successivo modifiche e integrazioni .
Per il personale amministrativo vanno favorite e ricercate soprattutto modalità di formazione
continua , anche a distanza e in autoaggiornamento, soprattutto mediante la lettura di normative,
circolari , riviste specializzate e siti internet.
c...\.~~a,
s--::-
~J<J."~:..''\ · \'u.tdl Direttore
dei Servizi GG. e M .
s·
o
.
<>
,(;).
:_,
~. ;. :
- · . ' IY~
<:>-
-··
".°'."· .~ -,~
.!
cl!
~~\
~ .:- ~~~· /~ ,
vo·' .
,~
1lvana
el 4ezzo_
- ~Q.ll.O.J ~ ~o~
·-~---·---__.,,_,, Y.
'UQ 0.L\\..-.·
,.
~-
7
MODALITÀ DI GESTIONE DELLE PULIZIE
NORME DI SICUREZZA
·-
Scopo delle presente procedura è quello di fornire la metodologia più idonea per eseguire le pulizie negli
edifici scolastici affinché sia garantita l'igiene e salubrità dell'ambiente interno ed esterno.
Per pulizia di un ambiente si intende quell'insieme di operazioni atte ad asportare dalla varie superfici
polvere, microrganismi e materiale organico.
Queste operazioni sono finalizzate a garantire un ambiente di lavoro salubre.
Di seguito riportiamo le indicazioni operative e la frequenza con cui devono essere fatte le pulizie delle varie
superfici.
PAVIMENTI : devono essere puliti quotidianamente con scopa , senza sollevare polvere e successivamente
lavati con acqua. Qualora sui pavimenti si ravvisi la presenza di sporco resistente occorrerà usare un
normale detergente per rimuovere le incrostazioni ed eventualmente disinfettare con soluzioni di acqua e
disinfettante idoneo.
BANCHI: devono essere quotidianamente lavati con un normale detergente, risciacquati e asciugati.
Qualora questi risultino imbrattati con sostanze organiche (ad esempio residui di cibo) oltre al lavaggio sarà
necessario disinfettare la superficie con soluzioni di acqua e disinfettante idoneo.
ARREDI: è necessario rimuovere la polvere e ogni altro tipo di sporco dagli armadi, dalle suppellettili e dagli
altri arredi.
PARETI: strutturalmente le pareti devono essere verniciate o rivestite con materiale liscio, impermeabile e
lavabile per un'altezza compresa tra 160-200 cm dal pavimento. Questo tratto di parete va pulito con una
frequenza mensile con un panno umido con un detergente non abrasivo.
La parte rimanente delle pareti e i soffitti, qualora risultino visibilmente sporchi, vanno puliti con detergenti
specifici e dovranno essere imbiancati di regola ogni due anni a cura di una ditta specializzata.
SERVIZI: si consiglia di pulire il pavimento dei bagni come descritto nella sezione PAVIMENTI sopra
riportata con la differenza che per questo ambiente va garantita la disinfezione quotidiana con soluzione di
acqua e disinfettante, alle concentrazioni prescritte, essendo elevata la probabilità del rischio biologico.
Con detergente adeguato pulire anche porte e maniglie. I sanitari (lavandini, tazze) devono essere lavati con
i detergenti adeguati con frequenza quotidiana o più volte al giorno qualora le circostanze lo richiedano .
Si ricorda che tutti gli strumenti utilizzati per la pulizia dei servizi igien ici vanno adoperati solo ed
esclusivamente per questi locali.
VETRI: vanno lavati con panni umidi e passati con prodotto specifico. Per quanto riguarda la frequenza della
pulizia dei vetri, si lascia all'operatore la possibilità di pulirli quando ne ravvisi la necessità, ma almeno due
volte all'anno.
ATTREZZATURA PALESTRA E SUSSIDI : le varie attrezzature della palestra e sussidi didattici vanno
spolverati con panni umidi e, in caso di imbrattamento, con un normale detergente liquido, mentre per la
disinfezione si può procedere con acqua e disinfettante idoneo alle soluzioni prescritte. Queste pulizie
devono avvenire con frequenza settimanale e al bisogno.
AERAZIONE : è necessaria una corretta aerazione quotidiana di tutti gli ambienti durante gli intervalli
prestando particolare attenzione a non provocare pericolose correnti d'aria. Quando gli ambienti scolastici
sono vuoti dovrà essere garantita un'aerazione degli stessi per almeno 30 minuti.
8
AMBIENTI ESTERNI : si ravvisa la necessità che le principali vie di circolazione esterna non siano
ostacolate da materiale o compromesse da vetri o altri fattori di pericolo che dovranno essere
adeguatamente rimossi qualora presenti. In particolare nei giorni di pioggia intensa sarà opportuno verificare
che nelle vie di circolazione esterne (marciapiedi, passerelle, piazzole) non si depositi acqua che potrebbe
rendere pericolosa l'entrata e l'uscita degli studenti e del personale scolastico. Nei giorni invernal i di gelo
bisogna assicurarsi che gli stessi passaggi ed i gradini esterni siano cosparsi di sale.
INDICAZIONI SU PRODOTTI, STRUMENTI E SULLA DOTAZIONE DI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE
INDIVIDUALE (DPT)
PRODOTTI:
Detergenti : Sono sostanze che hanno il potere di ridurre la tensione superficiale dell'acqua
permettendone la penetrazione nello sporco da eliminare:
·Detersivi
• Prodotti per pavimenti
• Prodotti per superfici in genere (pulitutto)
·Creme abrasive (e sconsigliabile l'uso di polveri perché lasciano molti residui)
Disinfettanti : Sono composti antimicrobici che agiscono su superfici ed oggetti eliminando, o
quanto meno riducendo, i microrganismi patogeni eventualmente presenti
• i prodotti commerciali sono numerosi e per la diluizione in acqua occorre attenersi alle
istruzioni dell'etichetta; in genere vengono usati composti quaternari dell'ammonio (
tensioattivi cationici)
PRECAUZIONI D'USO
Attenersi rigorosamente alle istruzioni indicate sulla confezione e in particolare:
- Non travasare mai il prodotto in bottiglie diverse da quelle originali
- Non togliere mai l'etichetta
- Non riporre detergenti e disinfettanti insieme a generi alimentari
- Conservarli fuori dalla portata degli allievi e sotto chiave
- Diluire il prodotto secondo le indicazioni dell'etichetta
- Non mescolare diversi prodotti tra di loro
- Usare guanti nel corso delle operazioni di pulizia
STRUMENTI:
Abbigliamento: Per eseguire le pulizie negli ambienti scolastici si consiglia agli operatori di utilizzare un
idoneo abbigliamento costituito da grembiule con maniche lunghe e polsini con elastico, scarpe basse con
suola antiscivolo e guanti di gomma. Il grembiule non va utilizzato per altri lavori e, dopo l'uso, va riposto in
appositi armadietti o ripostigli chiusi.
I guanti vanno usati sempre diversificati a seconda degli ambienti e delle operazioni da svolgere.
MATERIALI:
Gli stracci per i pavimenti e i panni per le superfici devono essere in stoffa, lavabili a 90% o disinfettabili
La scopa a frange, in nylon elettrostatica, o rivestita con straccio umido, deve essere spinta sul pavimento
sempre e solo in un solo senso.
9
Per eseguire le pulizie di superfici ad altezze elevate ( superficie interna di vetrate e pareti) occorre utilizzare
scale a norma.
I prodotti e gli strumenti usati devono essere riposti in luogo chiuso e vietato all'accesso degli
allievi.
SCHEMA RIASSUNTIVO DI FREQUENZA INTERVENTI DI PULIZIA PER SUPERFICI E AMBIENTI
Cortile
e aree
Banchi
Pavimenti
esterne
Quotidiana
Settimanale
X
e
Pareti
Vetri
Attrezzature
arredi
igienici
e sussidi
X
X
X
Palestra
Aerazione
X
X
X
Mensile
Al bisogno
Servizi
X
X
X
ELENCO PRESIDI SANITARI PER LA CASSETTA DI PRONTO SOCCORSO
(estratto dalle procedure di organizzazione del pronto soccorso, da verificare assieme al
responsabile di plesso per la sicurezza)
Ogni cassetta di Pronto Soccorso, di tipo regolamentare, (opportunamente segnalata e dotata di chiusura)
deve essere posizionata a muro e in luogo protetto. Deve essere inoltre facilmente asportabile in caso di
intervento; deve contenere almeno:
•
N. 1 confezione di sapone liquido
•
N. 1 confezione di guanti monouso in vinile o in lattice
•
N. 1 confezione di clorossidante elettrolitico al 5% (es . AMUCHINA al 10% pronto ferite)
•
N. 1 confezione di acqua ossigenata F.U. 10 voi. da 100 g
•
N. 2 bende orlate da 5 cm .
•
N. 1 rotolo di cerotto alto 2,5 cm
•
N. 1 confezione di cerotti premedicati di varie misure
•
N. 1 confezione di cotone idrofilo da 100 g.
•
N. 10 compresse di garze sterili 10x10 in buste singole
•
N. 1 confezione di rete elastica di misura media
•
N. 2 confezioni di ghiaccio pronto uso istantaneo
•
N. 2 confezioni di ghiaccio pronto uso da conservare in ghiacciaia (es. COLDHOT-PACKS)
•
N. 2 lacci emostatici
•
N. 1 coperta isotermica monouso
•
N. 1 termometro
•
N. 1 paio di forbici
•
N. 1 paio di pinzette in confezione sterile monouso
•
N. 2 sacchetti monouso per la raccolta dei rifiuti sanitari
10