Una serie di risorse e di strumenti presenti nell`universo

Commenti

Transcript

Una serie di risorse e di strumenti presenti nell`universo
Una serie di risorse e di strumenti presenti nell’universo del Web 2.0 ed offerti
gratuitamente ad insegnati e studenti come opportunità didattiche di
comunicazione, condivisione, apprendimento.
I servizi segnalati sono raggruppati per fasi del processo collaborativo.
DropBox: software gratuito che crea una cartella sul tuo computer in cui copiare qualunque tipo di
file, che sarà automaticamente archiviato e sincronizzato online. È possibile condividere file o
cartelle con altri utenti.
Box.net: è uno spazio virtuale per i file del computer. È possibile muovere file tra molti computer,
fare il backup di dati importanti o condividere foto e documenti con amici e colleghi.
MindMeister: strumento per la costruzione di mappe mentali. Le sue funzioni
permettono di includere collegamenti ad idee interne (nelle mappa) o esterne (a siti
internet o indirizzi mail). Interessanti le funzioni per iniziare una mappa da una nuova
idea, oppure le funzioni sociali che permettono di navigare, cercare, vedere e votare le
mappe pubbliche di MindMeister.
Mindomo: è uno strumento che permette di creare e di condividere mappe mentali
usando qualsiasi computer o browser. Consente di collaborare con tutti gli iscritti al
sistema, per vedere e modificare le loro mappe.
Mind42: è un nuovissimo sito web 2.0 per fare brainstorming, cioè schematizzare mappe
mentali, mettere online i passaggi delle nostre idee per aiutarci a svilupparle ragionandoci
sopra.
Wikipedia: Enciclopedia aperta gestita da editori volontari. Ha come aspirazioni fondamentali
contenuto libero ed articoli oggettivi.
Del.icio.us: è uno dei più popolari siti di social bookmarking, per la ricerca e la condivisione di
bookmark.
Magnolia: si focalizza sui gruppi online e l’aspetto comunitario del social bookmarking. Dotato di
un sistema di classifica, Magnolia permette di immagazzinare bookmark privati e pubblici e di
salvare pagine web accessibili anche se il sito scompare.
Adobe Brio: è una soluzione gratuita per condividere lo schermo con un massimo di tre persone
che integra al suo interno una chat testuale, una lavagna condivisa, vari strumenti per fare
annotazioni, possibilità di effettuare videoconferenze e condividere file e video.
DimDim: Piattaforma di VideoConferenza che integra tra le proprie funzionalità video, VoIP, text
chat, screen / application sharing.
YouTube: noto servizio di condivisione video tra gli utenti della social community. È possibile
inserire un video, commentare i video, creare delle raccolte personalizzate di video o utenti.
Google Video: servizio di file condivisione video proposto da Google
Flikr: condivisione sociale di immagini
Picasa: servizio di Photo Sharing proposto da Google
Microsoft Windows Live Messenger: è un client di messaggistica istantanea, un sistema di
comunicazione che consente di scambiare in tempo reale, fra utenti di due o più computer connessi
in rete.
Google Talk: sistema di messaggistica integrato nella piattaforma GOOGLE
Skype: è un software proprietario freeware di messaggistica istantanea e VoIP. Esso unisce
caratteristiche presenti nei client più comuni (chat, salvataggio delle conversazioni, trasferimento di
file) ad un sistema di telefonate basato su un network Peer-to-peer.
PBWiki: il wiki editor per gruppi e community con molte funzionalità. Tra le funzionalità c’è uno
strumento per la collaborare in tempo reale, una voice chat, ed un calendario condiviso. PBWiki ti
permette anche di caricare file video in maniera gratuita.
Wikispaces: fornisce wiki semplici per gruppi di persone. Alcune funzionalità rendono
Wikispaces diverso da altri tipi di offerte: Editig reale WYSIWYG con piena conversione verso e
da wikitext; ogni pagina ha un’area di discussione; integrazione con i blog: link da pagine di blog a
pagine di wiki, e capacità di importare i post; feed RSS per qualsiasi cosa: messaggi, pagine, spazi
interi.
Google Docs: creare e modificare in maniera collaborativa documenti di testo, fogli di calcolo,
presentazioni Power Point.
Wikidot: chiunque può creare gratuitamente e in pochi semplici passi il proprio Wiki, completo in
tutto e per tutto. Ogni wiki sarà hostato su un sottodominio di wikidot.com, al quale noi stessi
daremo il nome.
Wikidot è probabilmente uno dei servizi più completi nel suo genere in quanto consente di avere il
controllo completo della pagina e non impone limitazioni al codice Html utilizzabile. Tra le
funzioni più interessanti c’è quella di poter creare un forum integrato, una sezione il cui accesso è
riservato solo ad utenti registrati e selezionati.Con Wikidot è possibile anche gestire una
community, con tanto di scambio di messaggi privati tra utenti e uno spazio di archiviazione di 300
Mb.
Twitlogo: Generatore di loghi in stile Twitter
SuperLame: Carica le tue foto e realizza con semplicità un fumetto
As Button Generator: Crea i tuoi pulsanti in stile web 2.0
Web 2.0 Logo Creator Online: Progettare e realizzare Free Logos. Crea il tuo logo in pochi
passi
Cmap Tools: esistono numerosi programmi per creare mappe concettuali che costano parecchio.
Altri sono open source, però troppo complessi. Ma CmapTools è un programma veramente
completo per creare mappe concettuali, con un semplice wizard di installazione, facilmente
utilizzabile da studenti e insegnanti. Oltre ad essere semplice da usare, è anche flessibile e potente.
Cacoo: è un servizio on-line di facile utilizzo. Fornisce strumenti di disegno che permettono di
creare una grande varietà di schemi, mappe, cornici,diagrammi. È possibile creare diagrammi in
collaborazione con altri utenti in tempo reale. Più utenti, infatti, possono modificare un unico
schema, allo stesso tempo. I diagrammi creati con Cacoo possono essere incollati in applicazioni
web come wiki e blog. Quando il diagramma originale è modificato, il grafico incollato viene
aggiornato automaticamente. Cacoo può essere utilizzato gratuitamente tramite una semplice
iscrizione.
Slideshare: è un tool online per creare, editare, pubblicare e mostrare le presentazioni. È possibile
importare presentazioni Microsoft PowerPoint o OpenOffice.
Slidecast: servizio aggiuntivo di Slideshare, per la registrazione di audio e la sincronizzazione con
le diapositive.
SlideRocket: permette di creare e condividere presentazioni multimediali online dell'aspetto
professionale in modo semplice e veloce.
Wordpress: piattaforma pubblica tra le più utilizzate per la creazione e la gestione di un Weblog
(Blog)
Blogspot: altro server pubblico, di proprietà Google, per la creazione ed il mantenimento di Blog.
Twitter: cosiddetto Microblogging, Twitter mette a disposizione altre opzioni. Mentre i post del
blog tendono ad essere in forma lunga, i Twitter post sono ideali per evidenziare singoli punti o
condividere piccole informazioni istantaneamente, come ad esempio un link. Le differenze che
possiamo trovare tra un’email e un messaggio SMS.
Edmodo: sistema di microblogging creato appositamente per l'insegnamento. Il servizio offre la
possibilità, a studenti ed insegnanti, di condividere note, link e file. I docenti possono anche inviare
alert, assegnare compiti e condividere eventi con gli alunni. Chiaramente è possibile creare gruppi,
anche privati, per raccogliere una classe, invitando gli studenti attraverso un codice.
Scribd: è un sito web utilizzabile per caricare documenti online e per condividerli con qualcuno.
Dopo aver fatto l’upload di un file (.doc, .pdf, .txt, .ppt, .xls, .ps, .lit) è possibile convertirlo in vari
formati oppure prendere l’URL per condividere il file con altre persone oppure “inglobarlo” sul
proprio blog o sul sito web.
Podcast: il termine Podcast non è più specificatamente associato con l’iPod ma è usato per riferirsi
a qualsiasi combinazione di software e hardware che permetta il download automatico e
l’immagazzinamento di file audio registrati distribuiti attraverso i feed RSS.
EmbedIt.in: offre un interessantissimo servizio che consente di integrare (embeddare) facilmente
qualsiasi documento (documenti Word, presentazioni Powerpoint, PDF, file di Excel, file grafici,
ecc.) all'interno delle vostre pagine web. Utilizzare EmbedIt.in è semplicissimo, è sufficiente fare
l'upload del file da embeddare, effettuare alcune personalizzazioni e poi copiare ed incollare il
codice embed sulle pagine HTML del nostro sito web.
MyeBook: un servizio che consente, in maniera molto semplice, di creare e condividere ebook
piacevoli da sfogliare.
È facile creare il nostro ebook a partire da un pdf che Myebook provvederà a trasformare in un
oggetto sfogliabile, ma possiamo anche costruirci il nostro ebook passo dopo passo. L'editor è
semplice da usare e consente di inserire testo, immagini e video, nonché di allegare file. Ci sono
inoltre opzioni per personalizzare il layout, inserire temi preimpostati, animazioni, ecc.
A questo punto basta salvare e pubblicare l'oggetto, che, grazie al codice di embed, può essere
condiviso e incorporato nei nostri blog. Si può anche scegliere di rendere privato l'ebook o
condividerlo solo con utenti autorizzati.
Myebook rappresenta, sicuramente, uno strumento straordinario per l'e-learning. La creazione di
semplici ebook è, infatti, alla portata di tutti, anche di docenti poco esperti in informatica. Gli ebook
diventano inoltre facilmente incorporabili in blog didattici e in piattaforme e-learning.
MySpace: è una comunità virtuale, più precisamente una rete sociale. Offre ai suoi utenti blog,
profili personali, gruppi, foto, musica e video.
Facebook: Social Network il cui scopo principale iniziale era quello di far mantenere i contatti tra
studenti di università e licei di tutto il mondo, adesso è diventata una rete sociale che abbraccia
trasversalmente tutti gli utenti di internet.
ClassMarker: è una’applicazione che consente ai professori di preparare un esame basato su uno
o più test da redigere online. Si possono allestire classi virtuali dove accreditare studenti (attraverso
un codice che essi riceveranno con cui registrarsi) e creare test con domande a scelta multipla, a
testo libero e a elenco puntato.
Wordle: è un sito che permette di creare delle tag clouds da qualunque testo gli sia fornito. Per
dirla con le parole dello sviluppatore, Jonathan Feinberg, Wordle è un “giocattolo” in grado di
generare le famose nuvole di parole.Una tag cloud non è altro che una rappresentazione visiva delle
parole usate all’interno di un sito internet; si tratta di un concetto che ha avuto un enorme sviluppo
con l’avvento del Web 2.0 e che è nato in origine per meglio raggruppare ed evidenziare le etichette
(tags, appunto) presenti in un sito. La sua caratteristica più importante è quella di utilizzare un font
più grande per le parole più importanti e utilizzate.
Sul bookmark di classedigitale tante altre risorse da condividere

Documenti analoghi