insieme!

Commenti

Transcript

insieme!
n° 17
News
Un anno
L U G L I O - A G O S T O • 2 0 1 5
di musica
insieme!
IRD International Record Distribution • www.ird.it • facebook: www.ird.it/mipiace.htm
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
John Coltrane
JAZZ
Offering (Live at Temple University)
Un leggendario concerto di John Coltrane tenutosi alla Temple University nella sua città natale,
Philadelphia, Pennsylvania, 11 Novembre 1966, sei settimane dopo il suo quarantesimo compleanno
e nove mesi prima della sua morte. Concerto inedito, scoperto di recente, dove John è accompagnato
da Pharoah Sanders, Alice Coltrane, Rashied Alì e Sonny Johnson. Una scoperta di grande valore
storico. 2 cd.
Abdullah Ibrahim
JAZZ
The Song is my Story
Diamo il bentornato a casa Intuition con una super novità, il nuovo album, CD + DVD, del pianista sudafricano Abdullah
Ibrahim, meglio noto come Dollar Brand. Questo nuovo lavoro celebra allo stesso tempo vari anniversari, l’ottantesimo
compleanno di Abdullah, 40 anni dalla composizione del brano “Mannenberg” che divenne l’inno dei bassifondi sudafricani,
e per ultimo la fine dell’apartheid 20 anni fa. Il suo stile è difficile da descrivere, anche quando ci scontriamo più volte
contro i clichè delle melodie africane, ma senza dimenticare l'influenza di grandi musicisti come Thelonious Monk. La cosa
che affascina maggiormente milioni di persone è come Abdullah Ibrahim tratti il tempo, lo spazio ed il silenzio. Tre
dimensioni della musica che lui celebra come una preghiera in musica. Abdullah Ibrahim ha visitato l'Italia, nell'estate del
2014, ha suonata il leggendario grand piano Fazioli e ha visitato il laboratorio dove vengono realizzati questi straordinari
pianoforti. Lì accanto si trova una sala da concerto con strumenti fantastici, che suonano quasi come se fossero stati creati
appositamente per Ibrahim. Infatti è qui che ha registrato questo album, per la maggior parte seguendo la libera
improvvisazione. Non solo: fortunatamente su quegli stessi giorni è stato realizzato un film, in modo che si possa non solo
ascoltare la registrazione, ma vedere anche un DVD con i brani del concerto e gli impressionanti commenti e conversazioni
con lo stesso Abdullah Ibrahim.
BRAZIL
Joyce Moreno Raiz
Nuovo album che celebra e allo stesso tempo conferma i profondo coinvolgimento di Joyce Moreno per la musica
brasiliana, dando il giusto riconoscimento ad alcuni capolavori di questo genere con la propria impareggiabile
grazia e indiscusso talento. Joyce è entrata nella prima volta in uno studio di registrazione all’età di 15 anni, dopo
che una sua demo è arrivata tra le mani di Roberto Menescal, amico del fratello maggiore di Joyce: è così che è
nato il suo primissimo album, “Sambacana”. Cinquant’anni dopo arriva “Raiz”, che significa radici, che celebra una
straordinaria carriera musicale. Un disco fresco che raccoglie i classici più belli della tradizione bossanova e del
jazz brasiliano che compongono la colonna sonora dell’adolescenza della giovane Joyce a Rio de Janeiro. La
potentissima voce di Joyce porta ancora con se le tracce di ciò che era in adolescenza, durante i suoi primi dischi.
Lo stesso Roberto Menescal, che tra i primi ha puntato sul talento della giovane Joyce, è guest star in questo
nuovo album, nella cui line up troviamo anche Helio Alves al piano, Rodolfo Stroter al basso e Tutty Moreno alla
batteria: insieme a loro possiamo riascoltare i brani di grandi artisti come Tom Jobim, Baden Powell, Ildasio
Tavares, Vinicius de Moraes e Ronaldo Boscoli, tutti resi straordinariamente dall’approccio particolare di Joyce. Un
tributo ai grandi della musica brasiliana, insomma, ad opera di una delle interpreti più straordinarie a livello
internazionale, una talento vocale ed espressivo unico che da cinquant’anni ci appassiona e ci meraviglia.
Felice Clemente Trio
JAZZ
6:35 AM
1
Tramutare in musica un avvenimento: Felice Clemente, con “6:35 AM”, ci è riuscito. Non stiamo parlando, infatti,
solo del titolo di un album, ma anche uno dei momenti più importanti della vita di Felice Clemente, ovvero
l’orario della nascita della figlia. Con la magnifica ritmica di Paolino Dalla Porta al contrabbasso, Massimo Manzi
alla batteria e la partecipazione speciale di Daniele Di Gregorio (marimba e vibrafono) “6:35 AM” si inserisce
nella tradizione dei grandi trio jazz piano less e gli ascoltatori saranno colpito dalla sintonia che si instaura tra
questi artisti sin dalla prima nota. Nonostante una carriera di ben dieci album alle spalle, “6:35 AM” è un album
che rappresenta la volontà di andare oltre, di fare qualcosa di diverso che tocchi le corde più sensibili
dell'ascoltatore, attraverso la cantabilità e la liricità della melodia, supportate dalla varietà timbrica e ritmica.
Sonorità diverse, più libere e flessibili, rese possibili grazie alla scelta di musicisti di estrema sensibilità che
suonano in armonia e trasmettono all’ascoltatore una musica molto autentica, onesta ed energica, che passa
da momenti molto concitati d’improvvisazione collettiva totale ad altri di estrema delicatezza.
SONGWRITER
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Basco Believes
Idiot’s Hill
Il cantautore svedese Johan Örjansso vola negli States a registrare il suo nuovo album “Idiot’s Hill”,
decidendo di collaborare con artisti della scena locale. Un album la cui realizzazione ha
rappresentato un picco nel vuoto per questo artista, abituato a lavorare con altri musicisti e in
ambienti completamente diversi da Denton, Texas. Il risultato è a dir poco superbo: un album che non
ha alcuna intenzione di essere introverso o il cui ascolto sia difficile per l’ascoltatore. È un lavoro
lontano anche dall’essere provocatorio. Si tratta invece di un disco dalla bellezza naturale e con
l’intenzione di essere esattamente questo. Canzoni romantiche e oniriche che ci forniscono un ritratto
olistico e armonico di questo artista e della band che lo accompagna, del tutto coscienti di aver
messo costruito qualcosa di speciale con bravura e una certa dose di coraggio. L’album “Idiot’s Hill”
è come un sogno che pian piano diventa realtà: l’indiscusso talento di Johan come cantante di
Americana/soul/pop/rock svedese.
Richard Manetti
JAZZ
Groove Story
Dopo lo splendido esordio nel 2012 con il CD + DVD “Why Note”, e le sue passate esperienze con il
“Django Memory Quartet, riecco questo chitarrista francese, figlio d’arte (il padre è il famosissimo
Romane) al secondo album per la Label Bleu. Nella musica di “Groove Story” sottolineiamo il tocco
personale e moderno di Manetti. Il suo universo musicale, che collochiamo tra il jazz ed il funk con un
inconfondibile profumo di jazz manouche, unisce modernità a tradizione come pochi altri sono riusciti
a fare affrontando l’immenso patrimonio musicale lasciatoci da Django. Feat. Jean-Marc Jafet (basso),
Fred D’Oelsnitz (piano, Fender Rhodes), Yoann Serra (batteria), Stephane Guillaume (saxs). Con la
partecipazione in alcuni brani di: Didier Lockwood e Cedric Le Donne.
Chet Baker
JAZZ
Crystal Bells
Un incontro al vertice tra Chet Baker, di cui conosciamo bene i suoni leggendari e il lirismo vellutato,
Philip Catherine, che suona con tutto il calore e l'originalità del suo stile morbido e deciso, e
Jean-Louis Rassinfosse, al contrabbasso, la cui risonanza ancora delicata completa la magia di
questa registrazione. A maggior ragione ora che Chet ci ha lasciato, questa registrazione ci aiuterà
a vivere anche senza la sua sublime presenza fisica. Questo CD ci permette di ritrovare un Chet in
buona forma, di buon umore, accompagnato da ottimi artisti. Ai primi versi di “Crystal Bells” si
rimane colpiti dalle dolci note di Baker che galleggiano sopra la chitarra suonata da Philip Catherine.
Chet offre una delle sue migliori interpretazioni in “Lament” un calssico di JJ Johnson. Del 1983.
Lennie Tristano
JAZZ
Chicago, April 1951
Da casa Uptown Records, torna il padre del cool jazz diventando alla fine degli anni quaranta uno dei
maggiori esponenti del genere. Questo pianista italo-americano oggi è una leggenda, soprattutto per
le sue apparizioni occasionali dovute al suo stato di salute. Questo doppio cd, composto
esclusivamente da materiale inedito, cattura questo gigante del piano al Blue Note di Chicago
nell’aprile del 1951, in due serate. La formazione è a dir poco impressionante: Willie Dennis
(trombone), Lee Konitz (sax), Warne Marsh, (trumpet), Burgher Jones (bass) e Dominic Simonetta
(drum). Tutto inedito! 2 cd.
2
Red
House
Records
3
Distribuzione
www.ird.it
SONGWRITER
BLUES SONGWRITER
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Jorma Kaukonen
Ain’t No Hurry
Il co-fondatore dei Jefferson Airplane e membro degli Hot Tuna, Jorma Kaukonen, sceglie la Red House per il suo
terzo album da solista, il primo dopo cinque anni. Jorma è uno dei più rispettati interpreti della musica Root, del
Blues e dell’Americana con una carriera personale che ha influenzato in modo indelebile la storia internazionale del
rock and roll. Registrato presso il Fur Peace Ranch, di proprietà dello stesso Kaukonen, con l’aiuto del produttore
Larry Campbell, che ha all’attivo tre Grammy Awards, “Ain’t In No Hurry” è un disco che spazia trasversalmente
comprendendo classici di diversi generi, come Americana, blues e rock, ma anche brani originali dello stesso
Kaukonen con i testi di Woody Guthrie. Importanti sono anche le collaborazioni a questo disco, che comprendono il
bassista degli Hot Tuna, Jack Casady, il mago del mandolino Barry Mitterhoff, lo stesso Larry Campbell che si
cimenta negli strumenti a corde, Teresa Williams ai cori e Myron Hart e Justin Guip rendono eccezionale la sezione
ritmica. Il risultato è senza dubbio un album imperdibile, partorito dalla mente di una leggenda vivente del rock, un
vero artista poliedrico che spazia con grande talento dal blues all’Americana.
James McMurtry
Complicated Game
McMurtry è capace di comporre le sue canzoni con la penna del poeta e la precisione dei pittore.
Brani nati spontaneamente e che ancora una volta parlano dell’amore, senza però tralasciare i temi
più sociali che lo hanno sempre accompagnato. Gli emozionanti testi di McMurtry sono da sempre
attualissimi e applicabili anche ai giorni nostri, alla realtà e ai problemi che affrontiamo ogni giorno.
Prodotto da Mike Napolitano, “Complicated Games” prevede la partecipazione della band di
McMurtry: Daren Hess, Tim Holt e i CordBread, che alla chitarre di James aggiungono le sonorità
allegre del banjio e quelle energiche della batteria per un album dal gusto acustico, nel quale non
mancano suoni che ricordano le graffianti chitarre del suo capolavoro “Just Us Kids” (2008).
Buena Vista Social Club
WORLD
Lost & Found
Dopo due decadi dall’uscita del loro primo album, un successo mondiale e un vero e proprio
fenomeno musicale, i Buena Vista Social Club tornano con un disco che mette insieme, ancora una
volta, alcuni dei più grandi nomi della “golden age” della musica cubana degli anni Cinquanta, dal
nome particolarmente evocativo, “Lost and Found”, nel quale troviamo brani che vedono la luce per
la prima volta, alcuni dei quali provengono direttamente da quella leggendaria sessione di
registrazione a L’Avana a cui hanno preso parte anche Ry Cooder e molti altri. Quando alla World
Circuit hanno aperto le loro casseforti è stato riscoperto un vero e proprio patrimonio che ha fatto
rimanere tutti allibiti: nessuno si aspettava un materiale tanto vasto quanto bello! Brani dal vivo e
registrati in studio (all’Egrem studio de L’Avana) per un viaggio tra nella più florida creatività cubana,
in uno dei periodi e dei generi più affascinanti della storia della musica internazionale.
René Aubry
WORLD
Days
Per i suoi 6 anni, René ha comprato una piccola chitarra per suo figlio. Un Guitalélé per la precisione,
un buon prodotto con corde di nylon, di un buon legno e belle finiture. È facile immaginare il resto: René,
che si appresta a correggere il suono dello strumento e viene subito sedotto e affascinato dal suo suono
e la sua forma. E così, sul divano, nel relax, mentre la mente vaga in pensieri disparati e fugaci, René
Aubry ha cercato idee e melodie, improvvisando, fermo a fissare il soffitto, i piedi sul tavolino. E ' in
questo contesto che è nato “Days” , un piccolo album di 7 pezzi che René ha deciso di nominare con i
nomi dei sette giorni della settimana, l’idea non è quella di descrivere a sua volta i diversi giorni, ma
piuttosto quella di raccontare una settimana come una fantasticheria colorata non solo di solitudine e
malinconia, ma anche serenità e riflessioni, un’esperienza un po' fuori dal tempo, un disco creato con un
mood particolarissimo e destinato a farci trascorrere piacevolmente il nostro tempo.
4
R I E P I L O G O
N U O V E
CUBAN JAZZ
Omar Sosa
U S C I T E
Ilé
Emigrato da Cuba nel 1993, Omar Sosa ha interpreso una personalissima strada musicale, fondendo una
varietà di generi musicali come l’hip hop ed elementi elettronici con le sue radici afro-cubane. Il nuovo
album di Omar, “Ilè”, segna il ritorno di questo compositore e pianista alle influenze del jazz latino dei suoi
anni formativi della fine degli anni ’80 e l’inizio dei ‘90 a l’Havana. “Ilè” significa “casa” e “terra” nella
tradizione Lucumì di Cuba, una lingua dell’Africa dell’ovest basata sullo yoruba, ed è proprio alle radici
della musica jazz latina della sua nativa Cuba che Omar ritorna con le ispirazioni per questo nuovo album
in studio. Ad accompagnarlo in questa registrazione ci sono i tre musicisti che, insieme allo stesso Omar,
formano il Quartetto AfroCubano, con cui Sosa condivide un intimo legame: il Camagueyanos, Ernesto
Simpson alla batteria, Leandro Saint-Hill al sax alto, flauto e clarinetto e il bassista mozambicano Childo
Tomas. Tra gli ospiti principali del progetto troviamo professionisti del calibro di Pedro Martinez, il
chitarrista americano Marvin Sewell, il sassofonista cubano Yosvany Terrry, e al chekere il maestro Eladio
“Don Pancho” Terry, patriarca della famosa famiglia Terry, il tutto accompagnato dalla voce Kokayi, artista
dall’indiscusso valore e talento.
SONGWRITER
Malcolm Holcombe
The RCA Sessions
Deluxe edition CD + DVD. Da casa Proper presentiamo il nuovo album della leggenda folk
metropolitano Malcolm Holcombe. “The RCA Session oltre ad essere una retrospettiva che raccoglie
16 canzoni ripercorrendo tutti i 10 album realizzati dal 1994 al 2014, è un album nuovo con canzoni
ri-registrate nel 2014 nei leggendari studi della RCA a Nashville. Impreziosito oltre che da un brano
inedito e da un DVD, nell’album partecipa uno dei grandi nomi della scena USA: Maura O’Connell, ed
è supportato dalla sua band di sempre : Jared Tyler,David Roe Rorick, Tammy Rogers, Ken Coomer,
Jellyroll Johnson, e Siobhan Maher Kennedy. Questo disco riesce a catturare tutte le sfumature della
musica di Malcolm Holcombe, catturando perfino la magia delle sue esibizioni live giocate sui
contrasti di estremi momenti di esplosività e di intimità che evidenziano il suo straordinario
songwriting senza tempo.
SONGWRITER
Bocephus King
The Illusion of Permanence
Il nuovo album del visionario ed originalissimo cantautore canadese Bocephus King che esce per l’etichetta
Appaloosa. Il booklet contiene le consuete traduzioni in italiano di tutti i brani, che vengono molto apprezzate
dal pubblico italiano. Proprio i testi di questo lavoro rappresentano uno dei suoi punti di forza. Bocephus
King ha maturato una scrittura carica di dettagli e citazioni che prende per mano l’ascoltatore e lo
accompagna in un labirinto di specchi e illusioni con una colonna sonora musicale evocativa ma anche, a
tratti, drammatica. Violini, setar persiano, calde percussioni dai sapori mediorientali ma anche una pedal
steel, le chitarre elettriche e la sua voce che trasuda Dylan e tutti i suoi riferimenti musicali. Impossibile
racchiudere questo Bocephus King in una etichetta o in un genere musicale. Abbandonate ogni pregiudizio
e lasciatevi trasportare a occhi chiusi in questo nuovo viaggio dell’anima. Il Re canadese è tornato e “The
Illusion of Permanence” è un disco che saprà emozionare ascolto dopo ascolto.
Jimmy Lafave
The Night Tribe
BLUES
C'è moltissima attesa per il nuovo disco di Jimmy LaFave dopo la sua straordinaria interpretazione sul
Looking Into You, il doppio album tributo a Jackson Browne, che evidenziava arrangiamenti e
produzione musicale di altissima qualità. Jimmy Lafave si è a lungo domandato a che tipo di tribù
potesse appartenere e si è finalmente ritrovato, oggi, nella tribù della notte, appunto la “Night Tribe”
di questo suo nuovo disco. In perfetta sintonia con il titolo, questo album contiene canzoni nate
rigorosamente dopo il tramonto, guidando nell’oscurità e indagando le mille sfumature dell’animo
umano. Accanto a Lafave nel disco troviamo Andrew Pressman al basso; Bobby Kallus alla batteria;
Anthony da Costa, Larry Wilson e Garrett Lebeau alle chitarre elettriche; Noelle Hampton, Jaimee
Harris e Emily Shirley ai cori; Will Taylor, Javier Chaparro, James Anderson, Tony Rogers, Brian
Standefer and Delaine Leonard agli archi.
5
BUENA VISTA SOCIAL CLUB
Lost and Found
DISTRIBUZIONE ESCLUSIVA
Disponibile la discografia solista dei Buena Vista Social Club
G U I TA R J A Z Z
BLUES ROCK
•www.ird.it
•fb: www.ird.it/mipiace.htm
Eric Sardinas
Boomerang
Diamo il benvenuto ad una nuova label in distribuzione, la Jazzhouse con
il nuovo album del chitarrista Eric Sardinas. Blues’n’roll, blues e rock and
roll, una miscela ad alto potenziale, come è nel dna di Eric Sardinas and
the Big Motor. Registrato nelle pause dell'ultimo tour, questo vibrante
album mischia rock e blues, con molta forza e spontaneità. Erede di
Johnny Winter, Sardinas non è uno che va per il sottile: la sua musica,
condita con la rude forza dei Big Motor, rimane una sorta di marchio di
fabbrica. Blues con il rock and roll nelle vene.
T
TRACKLIS
Run Devil Run
Boomerang
Tell Me You're Mine
Morning Glory
Bad Boy Blues
If You Don't Love Me
Trouble
Long Gone
How Many More Years
Heavy Loaded
Saul Zebulon Rubin
The Zebtet
Molto conosciuto e apprezzato nel jazz che conta della Big Apple, Saul “Zebulon“ Rubin è un chitarrista
raffinato perfettamente a suo agio sia con i tempi veloci che con le ballad. Ispirato, versatile, profondo, Saul
ha suonato – e suona – praticamente con tutti i grossi nomi di New York anche se il fiore all’occhiello della
sua, ormai più che trentennale carriera, resta la collaborazione con Sonny Rollins. E’ molto difficile, in un solo
disco, dare un’idea della poliedricità e della ricca complessità di un musicista come lui anche se è questo
l’obiettivo della produzione – affidata a Fabio Morgera – di questo lavoro. Godiamoci il groove che aleggia
profondo in tutto il disco e soprattutto l’amalgama e la coesione di tutti i componenti di questo “Zebtet” che
convince con Stacy Dillard al sax tenore, Fabio Morgera alla tromba, Ben Meigners al basso, Brandon Lewis
alla batteria e in un brano lo special guest Harold O’Neal (voci), alcuni di questi sconosciuti al grande
pubblico ma richiesti nelle cave di tutta la Grande Mela. Il nostro Sergio Veschi ha fatto centro di nuovo!
6
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Nuova etichetta in distribuzione!
Nata all'interno dell'omonimo collettivo musicale, la El Gallo Rojo Records è, con i suoi oltre 50
titoli in catalogo, una delle etichette di punta della scena odierna della musica improvvisata, non
solo italiana. Accanto a importanti lavori di un maestro come Franco D'Andrea, figurano album
registrati da talentuosi esponenti di altre generazioni del jazz made in Italy, quali Daniele D'Agaro,
Zeno De Rossi, Paolo Bittolo Bon, Francesco Bigoni, Achille Succi e Nelide Bandello. Nelle
produzioni della El Gallo Rojo compaiono anche affermati musicisti d'oltre Oceano come il
chitarrista Gary Lucas, il trombettista Cuong Vu, il clarinettista e sassofonista Chris Speed e il
bassista Greg Cohen.
Nei prossimi numeri presenteremo il catalogo
MESHUGE KLEZMER BAND
Treyf 1929
FULL METAL KLEZMER
Shachor
ROPE
Have You Met Miss Bates?
ENRICO TERRAGNOLI ORCHESTRA VERTICAL
L'anniversaire
GALLO & THE ROOSTERS
Todo Chueco
ZENO DE ROSSI SULTRY
Plunge
ROOTLESS
Brian Had A Little Plate
HENRY TAYLOR
Crooning The Anger
ACHILLE SUCCI-SALVATORE MAIORE
Pequenas Flores Do Inferno
MICKEY FINN
Dudek!
WERGELD
Achtung!
ZENO DE ROSSI SHTIK
Me'or 'Einayim
DANIELE D'AGARO ADRIATICS ORCHESTRA
Comeglians
GIULIO CORINI LIBERO MOTU
Libero Motu
STANDHARD 3IO & SILVIA DONATI
Cocktail Saturno
STEFANO SENNI SAUL BASS
Psychocandy
ORANGE ROOM
Orange Room
ROLLERBALL
La Clinica del Rasoio
MESHUGE KLEZMER BAND
Musiker!
EINFALT
CM 12 X 12
SCHMITTMENGE MEIER
R.E.A.L.
HOUDINI'S CAGE
Memories Of A Barber
TIRODARCO
Tirodarco
MICKEY FINN + CUONG VU
Gagarini
GALLO & THE ROOSTERS + GARY LUCAS
The Exploding Note Theory
DIMITRI SILLATO PLAYGROUND
Periferiche Sospese
PIERO BITTOLO BON JUMP THE SHARK
Sugoi Sentai! Gattai!!
GIULIO CORINI LIBERO MOTU
Off-Site Meetings
HEADLESS CAT
Blind Tail
FRANCO D'ANDREA QUARTET
Half The Fun
ROPE
Saints And Sinners
POSPAGHEMME
L.O.V.E.
EINFALT
When The Teacher
ANTONIO BORGHINI & MALEBRANCHE
Six Dances Under
FRESH FROZEN
Fresh Frozen
BLONDE ZEROS
God Fried Finger
GIORGIO PACORIG & DANILO GALLO ZWEI MAL DREI
We Hope We Understand!
ORANGE ROOM
Elegy For The Punk Movement
ALFONSO SANTIMONE LASER PIGS
Ecce Combo
ZENO DE ROSSI SHTIK
The Manne I Love! (Vol. 1 & Vol. 2)
SIMONE MASSARON
The Big Empty
BANDELLO CORINI BATTAGLIA
Da Lontano Era Un'Isola
FRANCO D'ANDREA QUARTET
Sorapis
PEPE MEDRI & TIMBUCTU' ORKESTRA
Fernando
THE HUMANS
It's Nine O'Clock
FALSOPIANO
8888
JA VIGIU PLAMJA
To Infinity And Beyond
MATT RENZI-STEFANO SENNI-JIMMY
WEINSTEIN
4 Stories
EMANUELE MANISCALCO
From Time To Time
EL GALLO ROJO
El Dia De Los Muertos (2cd)
PIERO BITTOLO BON JUMP THE SHARK
Ohmlaut
GALLO & THE ROOSTERS
Everything Is Whatever
QUILIBRI
Il Drago E' Astratto
EAST RODEO
Morning Cluster
FRANCO D'ANDREA
Traditions And Clusters
A.I.R.E.
Apathic Avant-Jazz Anthems
FRANCO D'ANDREA
Today
THE LEAPING FISH TRIO
Sankofa
ZENO DE ROSSI TRIO
Kepos
FRESH FROZEN
Thawing Mammoth
PIERO BITTOLO BON JUMP THE SHARK
Iuvenes Doom Sumus
NELIDE BANDELLO BAR TRITOLO
Bar Tritolo
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Willy Deville
SONGWRITER
ROCK
Collected 1976 - 2009
Splendido box 3 cd, con registrazioni divise tra Mink e Willy Deville curate dai fans dell’artista. Il primo
cd raccoglie il meglio di Mink, il secodno di Willy ed il terzo, la perla del cofanetto, contiene materiale
inedito, outtakes, live e rarità. Sono incluse anche le 2 Meter Sessions, registrate nel 1987 e nel
1992, brani dal vivo a Stoccolma e Berlino, brani rimixati, registrazioni originali, le canzoni della
colonna sonora di Cruising ed altre rarità.
David Corley
Available Light
David Corley ha una graffiante voce baritonale e all’età di 53 anni mette
alla prova se stesso con un album di debutto, “Available Light”, dove
troviamo atmosfere blues rock con punte di reggae, una vera e propria
sfida, sotto la guida del produttore canadese e polistrumentista Hugh
Christopher Brown. Un disco che parla della vita rurale dell’Indiana, dove
si può stare per ore a fissare il cielo nell’atmosfera creata dalla voce
baritonale di David, che avvolge la musica blues roots come un guanto.
T
TRACKLIS
Available Light
Beyond the Fences
The Joke
Easy Mistake
Dog Tales
Unspoken Thing
Lean
Neptune / Line You're
Leaving From
The End of My Run
The Calm Revolution
distribuito da I.R.D.
www.ird.it - fb: www.ird.it/mipiace.htm
La graffiante voce di David Corley e l’anima
dell’Indiana nel bellissimo “Available Light”
8
FOLKLORE ITALIANO
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Scollo con Cello
Tempo al Tempo
Nuova uscita per questo talento tutto italiano, la cantante folk siciliana
Etta Scollo, che è diventata una star oltralpe. “Tempo Al Tempo” è un
disco che attraversa musiche da tutto il mondo e dimostra la versatilità
di quest’artista. Questa volta un nuovo strumento accompagna la Scollo
in questo suo nuovo capitolo, il violoncello, che, nelle sapienti mani di
Susanne Paul, diventa addirittura una seconda voce, un co-protagonista
in questo album, che celebra il tempo, come ritmo del nostro divenire.
T
TRACKLIS
Il metronomo
Ciatu
Vinutu sugnu
Derrida
Dammi il mio giorno
L'ala del tempo
So ist das mit dem Glück
Nel giusto tempo umano
Monate
Acqua sarà
'Nnimini
Aria
Sendersuchlauf
Monsieur Uno
Monday Orchestra
JAZZ
meets Bob Mintzer
Bob Mintzer scrive: “La mia gratitudine e ammirazione vanno a Luca Missiti e alla Monday Orchestra
per aver reso possibile la realizzazione di questo CD con i miei arrangiamenti. E’ sempre un grande
piacere registrare la propria musica con una band, soprattutto quando è composta da ottimi musicisti
dell’area milanese. Non suonavo ormai da tempo alcuni di questi brani ed è stato bello rivisitarli con
una così grande band. Tanto di cappello a chiunque porti avanti una big band, impresa non certo
facile da perseguire al giorno d’oggi. La monday Orchestra suona con grande passione ed
entusiasmo il che fa ben sperare per il futuro delle big band così composte. Questa è la situazione
perfetta per tanti grandi musicisti per trovarsi e fare musica”.
Phil Woods & Vic Juris
JAZZ
Songs One
Da casa Philology presentiamo il nuovo album di colui che ha ispirato lo stesso nome e il logo di uno
dei marchi storici della discografia jazz italiana. Soprannominato “The New Bird” in omaggio al suo
più grande modello stilistico, Phil Woods ha poi via via personalizzato il proprio linguaggio
imprimendo le vicende jazzistiche dagli anni Cinquanta in avanti con la freschezza del suo eloquio
improvvisativo. In “Songs One” troviamo l'oggi ottantatreenne sassofonista di Springfield in una
recente incisione realizzata insieme al chitarrista Vic Juris, molto attivo con l’etichetta danese
Steeplechase, già collaboratore di Eric Kloss e successivamente di Barry Miles, Don Patterson, Jimmy
Smith, Mel Torme, Bireli Lagrene, Larry Coryell, Dave Liebman e molti altri ancora. Songs One vede i
due grandi artisti protagonisti di dialoghi strumentali di pura bellezza, sullo sfondo di brani dei “Great
American Songbook”.
Üstmamò
ROCK
Duty Free Rockets
9
Attivi dal 1991 al 2003, gli Üstmamò sono stati uno dei più originali esponenti del nuovo rock italiano, con
la loro bizzarra mescolanza di lingue (italiano, inglese e francese) e dialetti (il reggiano; sono infatti
originari dell’Appennino emiliano), ma anche di musiche, riuscendo a far convivere punk, trip–hop, rock,
house ed elettronica. Dopo cinque album in studio e tre “live”, nel 2003, in concomitanza con l’uscita della
raccolta “ÜstBestMamò”, il gruppo aveva annunciato il suo definitivo scioglimento. A distanza di poco più
di un decennio, senza la “frontwoman” Mara Redeghieri, Luca Alfonso Rossi e Simone Filippi, le anime
musicali della band, hanno deciso di riprendere il percorso interrotto forse prematuramente, e l’hanno fatto
con un album sorprendente, che ha testi esclusivamente in inglese, “Duty Free Rockets”, registrato nel
corso del 2014 e pubblicato nel marzo 2015 dall’etichetta, Gutenberg Music. Due le cover presenti nel
disco: “Don’t Go To Strangers” di J.J. Cale e un classico del R’n’R, “Hambone”. Vale davvero la pena l’ascolto
di questo nuovo progetto!
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Harold Mabern
JAZZ
Afro Blue
Nel suo secondo album per casa Smoke Session, Harold Mabern ha scelto cinque tra le vocalist che
apprezza di più della cena contemporanea e il risultato è a dir poco fantastico. Le straordinarie
Gregory Porter, Norah Jones, Jane Monheit, Kurt Elling e Alexis Cole sono le special guest in “Afro
Blue”, insieme alla regolare lineup di Mabern: Eric Alexander al sax tenore, John Webber al basso e
Joe Farnsworth alla batteria. Se non fosse abbastanza, in questa ensemble trovano posto anche
Steve Turre al trombone, Jeremy Pelt alla tromba e Peter Bernstein alla chitarra rispettivamente in
quattro, sei e una traccia. Tra omaggi e grandi classici, “AfroBlue” è un disco che non fa altro che
confermare la bravura di Mabern e la sua capacità di interpretare il blues in maniera intimistica e
personale. Superba come sempre la registrazione!!
Randy Bachman
ROCK
Heavy Blues
Da casa Linus (True North), presentiamo il nuovo album di Randy Bachman. La genesi di questo
progetto è partita dall’idea di fare qualcosa di veramente innovativo, che non fosse solo la “solita”
storia, ma il frutto di un vero cambiamento, serio e feroce. Randy Bachman si occupa della chitarra
elettrica e della voce, la potente batteria è di Dale Anne Brendon mentre il basso è affidato ad Anna
Ruddick. Con grande fiducia nel produttore Kevin Shirley, in soli cinque giorni Randy Bachman e le sue
due musiciste hanno tirato fuori queste undici canzoni, affinate poi da collaborazioni importanti, come
quelle di Joe Bonamassa, Luke Doucet, Peter Frampton, Scott Holiday, Robert Randolph, Jeff Healy e
Neil Young. In questa prima stampa è inserito nel libretto un plettro ed un gadget.
Wes Montgomery
JAZZ
In The Beginning
La Resonance ha scoperto di recente queste registrazioni inedite del leggendario chitarrista jazz.
Queste incisioni sono le prime conosciute del Wes Montgomery come leader prima del debutto su
Riverside del 1959. In questo doppio CD o triplo Vinile, troviamo registrazioni nei vari locali notturni
della sua città natale, Indianapolis, cosi come registrazioni rare in studio del periodo 1949 al 1958.
Liner notes di Quincy Jones, Ashley Kahn e Pete Townshend, e la copertina è stata disegnata dal figlio
di Montogomery, Robert, onoratissimo di tale compito! LP è limited edition!
Wes Montgomery
JAZZ
Echoes of Indiana Avenue
Ancora altro material indeito di due registrazioni dal vivo e una demo in
studio che comprende material dal 1957 al 1958 con vari gruppi di
musicisti tra cui i fratelli Monk e Buddy Montgomery, Earl Van Riper,
Melvin Rhyne, Mingo Jones, Sonny Johnson e Paul Parker, nove brani
considerati tutti degli standards. La splendida veste grafica in digipack
edition, completa questo gioiello, con un libretto di 24 pagine e rare foto
degli anni ’50.
T
TRACKLIS
Diablo's Dance
Round Midnight
Straight No Chaser
Nica's Dream
Darn That Dream
Take the "A" Train
Misty
Body and Soul
After Hours Blues
10
COLLECTED
1976 - 2009
Splendido box
con registrazioni divise
tra Mink e Willy Deville
curate dai fans dell’artista
www.ird.it
fb: www.ird.it/mipiace.htm
25
11
17
W I L LY
DEVILLE
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Gnola Blues Band
ROCK & ROLL SOUTHERN
SONGWRITER
BLUES
Down The Line
“Down The Line” nasce prima di tutto dalla recente trasformazione della Gnola Blues Band: attorno a
Maurizio “Gnola” Glielmo, chitarrista, cantante, fondatore e allo storico tastierista Roger Mugnaini si è
consolidata la presenza di due eclettici e raffinati musicisti, Paolo Legramandi al basso e alle voci nonché il
versatile Cesare “Big C” Nolli. Le radici blues e rock'n'roll rimangono intatte, ma allo stesso tempo c’è la
voglia di uscire dai canoni tradizionali, lasciando ampio spazio alle raffinate chitarre di Maurizio Glielmo, ma
nello stesso tempo maturando una particolare attenzione alle canzoni. Undici brani originali, alcuni scritti da
Cesare Nolli e una buona metà scritti in collaborazione con Edward Abbiati, leader dei Lowlands e
protagonista di mille progetti discografici, che spaziano senza esitazioni nel tracciare paesaggi emotivi e reali
molto intensi, fino ai ricordi di una Londra bruciante e brulicante di musica, quella della fine degli anni
Settanta, evocata in “The Ghosts Of King Street”. L’unica eccezione è la versione di Ventilator Blues dei
Rolling Stones, peraltro suonata in compagnia di Chuck Leavell, pianista extraordinaire che da sempre suona
dal vivo proprio con gli Stones. Le prime 100 copie in omaggio troverete il plettro della band!
Dayna Kurtz
Rise and Fall
Amata dalla critica per una interpretazione personale e intima e per le sue canzoni scritte con passione
e sentimento, Dayna Kurtz esce con un nuovo album, “Rise and Fall”, in una versione doppio CD in
esclusiva per la milanese Appaloosa. Un titolo che davvero ci anticipa quello che troveremo nel disco,
ovvero brani altamente personali e sinceri. Accade così che “ You’re Not What I Need” sia un esorcismo
di nostalgico soul, una riflessione su quei desideri che non sempre sono dettati da ciò che è nel nostro
interesse. Questo disco arriva dopo un periodo particolarmente intenso nella vita dell’artista: nelle
ballate di Dayna ritroviamo tutto il doloroso percorso che porta al riconoscimento dei propri errori e,
quindi, al conseguimento di una nuova libertà, invitandoci a imparare dal nostro passato. Il pubblico
italiano potrà seguire il disco anche attraverso le consuete traduzioni dei testi. Dal punto di vista
strumentale la calda voce di Dayna è perfettamente sottolineata da arrangiamenti straordinari.
Nell’esclusiva versione italiana in uscita per Appaloosa si potrà avere anche un intero bonus CD di live
inediti, per assaporare anche in versione live la bravura di questa artista dalla voce unica. 2 cd.
The Kentucky Headhunters
with Johnnie Johnson
Meet Me in Bluesland
Questo disco è l’unione di due giganti della musica: i Kentucky Headhunters, vincitori del grammy award e,
direttamente dalla Rock and Roll Hall of Fame, Johnnie Johnson, uno dei miglior pianisti rock ‘n’ roll di tutti i
tempi. “Meet Me In Bluesland”, registrato nel 2005, ma accantonato dopo la morte di Johnson è un è un
disco che vi farà muovere i fianchi al ritmo di una buona dose di blues, roadhouse R&B e buon vecchio
rock’n’roll. La magia di Johnnie Johnson Al piano si sposa perfettamente con la potenza dei Kentucky
Headhunters e il risultato è davvero straordinario. Dicono di questo album: “The greatest sideman in
rock’n’roll (Rolling Stones), Joins forces with The Great American rock’n’nroll band!! (Billboard).
John Prine
COUNTRY
Angels From Montgomery
4 ESSENTIAL ALBUMS 1971 – 1975 una bella antologia di quattro album registrati per l’Atlantic
Records: “John Prine” (1971), “Diamonds in the Rough” (1972), “Sweet Revenge” (1973) e
“Common Sense” (1975), raccolti in due CD per un cantautore, come John Prime, che ha influenzato
molti musicisti della sua generazione. Con una superba qualità audio e note dettagliate sulla
produzione di Prime, “Angels From Montgomery: 4 Essential Albums 1971-1975” risulta imperdibile
non solo per ogni fan di questo autore, ma anche per ogni amante del folk rock cantautorale.
12
B Bi li l li ei e H Ho
A century of Lady Day
13
li di da ay y
B i l l i e Hol i d a y - B a n n e d F r o m N e w Y o r k
Ci t y L I V E 1 9 4 8 - 1 9 5 7 • U pt o wn R e c o r d s
B illie H ol iday Project - B runod ,
S p ine llo , Comin ol i • Abea t Record s
B i l l i e Hol id a y - 1 9 1 5 - 2 0 1 5
a nd L ove • D o d ic il u n e
-
H u n g e r
14
fb: www.ird.it/mipiace.htm
Inclusi anche un DVD e un CD Rom con filmati,
spartiti, mp3 e molto altro!
www.ird.it
L’atteso Song book di Eric Bibb con dieci
tra i suoi più grandi successi riarrangiati
in versione chitarra solo, e chitarra e voce.
JAZZ VOCAL
R I E P I L O G O
N U O V E
Betty Buckley
Ghost Light
U S C I T E
Prodotto da
T Bone Burnett
Nuovo album su Palmetto per questa splendida cantante e attrice
americana in compagnia del suo vecchio amico T-Bone Burnett, a 19
anni già suonavano insieme! Betty, soprannominata “The Voice Of
Broadway”, è una delle più rispettate e leggendarie prime donne del
teatro ed in compagnia di Burnett, amici e geni creativi, ci offrono
atmosfere che ci portano in un altro tempo e luogo. Feat. Betty Buckley
(vocals), T-Bone Burnett (electric guitar), Tom Canning (piano), Bill
Frisell (electri e acoustic guitar, banjo), David Piltch (bass), Matt Betton
(drums), Charlie Bishart (violin), Cameron Stone (cello), Chas Smith
(pedal steel).
T
TRACKLIS
Come to Me Bend to Me
If You Go Away
Blue Skies
Throw It Away
Lazy Afternoon
Bewitched
This Nearly Was Mine
Body and Soul
Comin Back to Me
Dreamsville
Take It with Me When I Go
Where Time Stands Still
Hamilton De Holanda
SONGWRITER
S OUTHERN BLUES
JAZZ
World of Pixinguinha
Uno sguardo sincero al mondo di Alfredo Da Rocha Viana Jr, in arte Pixinguinha, compositore, autore,
flautista e sassofonista particolarmente famoso in Brasile così come a livello internazionale per il
ruolo importantissimo che ha ricoperto nel passaggio dalla musica choro al jazz. Il personale
omaggio di Hamilton de Holanda a questo personaggio ha lo scopo di ricordarlo con brani che, lungi
da un qualsiasi intento enciclopedico riguardo l’autore, sono stati registrati in diversi ambienti, in
diversi studi e, addirittura, in diversi Paesi. Feat. Chucho Valdes, Richard Galliano, Stefano Bollani,
Omar Sosa, Wynton Marsalis e molti altri…
Royal Southern Brotherhood
Don’t Look Back
Tornano i Royal Southern Brotherhood, con una line up rinnovata, dopo l’usicta di Devon Allman e
Mike Zito per perseguire progetti solisti. La new entry Cyril Neville non è però da meno, con una voce
piena di groove che si è da subito inserita perfettamente nel sound della RSB. Ed ecco l’album “Don’t
Look Back”, che fonde vorticosi accordi jazz con un banjo venato di country, mentre un brano come
“The Big Greasy” ci racconta di favole notturne con la sua linea di basso fangosa, “They Don’t Make
‘Em Like You No More”, invece, catapulterà l’ascoltatore in una dimensione funk unica. Un album
imperdibile che esplora una ventaglio di suoni, tutti imperdibili e straordinari.
Darrell Scott
Songs Of Ben Bullington
Darrell Scott è uno dei migliori autori ma anche musicisti nella attuale scena country. E' quindi con una
certa sorpresa che vediamo apparire questo disco, dedicato a Ben Bullington. Un autore, amico di
Darrell, molto amico, suo partner di scrittura, ma anche autore per altri. E Bullington era in perfetta
sintonia con Darrell, al punto che Scott gli dedica questo disco dove interpreta alcuni suoi brani.
Rispetto ad altri dischi di Darrell non è cambiato nulla: le sonorità sono quelle e le canzoni di
Bullington sono belle. Otto sono state registrare in Louisiana, nello studio di Dirk Powell.
16
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Banditos
T
TRACKLIS
ROCK
Same
Con la potenza violenta di una sgargiante locomotiva Super Chief,
l’omonimo album di debutto dei Banditos si appropria audacemente del
blues anni Sessanta fuso con l’acid rock, garage punk, il groove. I
Banditos arrivano diretti da tre anni di concerti live, on the road, e se
possono ricordare molti altri artisti, suonano come solo loro sanno fare.
Una precisa capacità cantautorale e una tecnica febbricitante si fondono
insieme in questo loro album di debutto, dove ogni canzone si diffonde
potente come una raffica di vento, che soffia nuova e si riporta alle radici
del rock.
Doug Webb
T
TRACKLIS
Triple Play
JAZZ
The Breeze
Waitin'
Golden Grease
No Good
Ain't It Hard
Still Sober (After All These
Beers)
Long Gone, Anyway
Old Ways
Can't Get Away
Blue Mosey #2
Cry Baby Cry
Preachin' To the Choir
Tre è senza dubbio il numero magico per il sassofonista Doug Webb, che
ha messo insieme un ensamble colossale per il suo ultimo disco “Triple
Play”, dove gli si accostano i sax tenori di Walt Weiskopf e Joel Frahm.
Accompagnano questa straordinaria formazione il batterista Rudy
Royston e Brian Charette all’organo. Un ensamble armonioso che in
“Triple Play” ci propone una bella collezione swing di brani straordinari
che di certo divertirà gli appassionati di jazz con una nuova e rinnovata
energia.
Jones
Three's a Crowd
Giant Steps
The Way Things Are
Avalon
Jazz Car
Your Place or Mine
I Concentrate on You
Pail Blues
Alligator Boogaloo
Triple Play
James
Mc Murtry
Willie Nile
Distribuzione:
17
www.ird.it • facebook: www.ird.it/mipiace.htm
10
SOUTHERN ROCK
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
The Statesboro Revue
Jukehouse Revival
Se hai registrato un piccolo capolavoro di texas music, è difficile proporre un sequel all’altezza.
Invece i The Statesboro Revue, purtroppo ancora un po’ lontani dalla fama internazionale che
meritano, hanno fatto centro un’altra volta, con “Jukehouse Revival”. Un album dove Stewart e
Garrett Mann esplorano le sonorità del grande Sud degli Stati Uniti, dal twangy a suoni più rurali,
passando per il più autentico honky tonk e cantando di giorni migliori e speranze di pace per il futuro.
Un pò Lynyrd Skynyrd, un pò Black Crowes. Notevole!!
Trio Med
JAZZ
Trio M/E/D Marcotulli, Erskine, Danielsson
Tre giganti della scena mondiale, attivamente insieme da anni, danno origine ad un lavoro di
eccezionale caratura artistica fondendo in maniera superba tutto il loro mondo, il loro stile e le
differenti ispirazioni. L’italianissima Rita Marcotulli, vale a uno dei portacolori del jazz pianistico italiano
per non dire mondiale al femminile, con tutta la sua componente mediterranea ed il suo stile unico, il
contrabbassista Palle Danielsson, considerato uno dei migliori contrabbassisti mai apparsi sulla scena
mondiale nelle ultime decadi, Peter Erskine, batterista entrato nella leggenda per la sua militanza negli
Weather Report e da molti considerato mito vivente delle arti percussive. Metteteci dentro una storia
di collaborazione che nel tempo si è consolidata e finalmente è approdata a questo disco, live in
Genova, che testimonia una qualità artistica e compositiva elevatissima, come non si sentiva da tempo.
Un disco capolavoro e assolutamente imperdibile targato in gran parte made in Italy.
Scott Henderson
AMERICANA
FUSION
Vibe Station
In distribuzione esclusiva per l’Italia, presentiamo il progetto più ambizioso della carriera di
Henderson , “Vibe Station” è un album interamente strumentale in cui la sua prodigiosa chitarra si
avvale di una sezione ritmica impeccabile, ampiamente rodata dal vivo e composta da Travis Carlton
(basso) e Alan Hertz (batteria). Sprigionando incontenibile energia, il power trio parte dalle
fondamenta del blues per inglobare nel suo avventuroso tragitto elementi di rock, di jazz e di funk. La
sfida, come detto, consiste nel rinunciare totalmente alla voce: Henderson ovvia alla mancanza
sviluppando i contenuti armonici delle composizioni sovra incidendo diverse parti di chitarra e
utilizzando in modo versatile pedali, effetti, amplificatori e altoparlanti.
Larry Campbell
& Teresa Williams
Same Feat. Levon Helm
Larry Campbell e Teresa Williams sono da tempo una coppia nella vita e
hanno collaborato lungamente con Levon Helm, ma oggi debuttano
insieme con un album che porta il loro nome. Otto brani originali e tre
cover registrati al leggendario Midnight Rambles studio, dello stesso
Helm, che si occupa della batteria in una canzone, mentre il resto della
line up è occupato dalla figlia Amy Helm (voce), Bill Payne al piano, Justin
Guip alla batteria e Byron Isaacs al basso.
T
TRACKLIS
Surrender to Love
Bad Luck Charm
Another One More Time
Down on My Knees
You're Running Wild
Everybody Loves You
Did You Love Me At All
Ain't Nobody for Me
Midnight Highway
Keep Your Lamp Trimmed
and Burning
Attics of My Life
18
Presentiamo il catalogo di casa Posi-Tone, label Losangelena ispirata al sound della Blue Note di Rudy Van Gelder ma attenta alle produzioni
di maggior qualità dei musicisti della scena contemporanea. Materiale classico dunque ma sostenuto da idee fresche ed innovative che
possano trasmettere nuova energia al jazz sound contemporaneo. Il tutto realizzato secondo i più alti standards qualitativi.
PR 8080 BOWEN/ROTONDI/DAVIS JARED GOLD All
Wrapped Up
PR 8081 TRAVIS SULLIVAN New Directions
PR 8082 DAVID GIBSON End Of The Tunnel
PR 8083 ORRIN EVANS Freedom
PR 8084 BRENT CANTER Urgency Of Now
PR 8085 NICK HEMPTON The Business
PR 8086 SEAN NOWELL Stockholm Swingin'
PR 8087 KENNY SHANKER Steppin' Up
PR 8088 KEN FOSTER & BEHN GILLECE Duotone
PR 8089 PATRICK CORNELIUS Maybe Steps
PR 8090 DOUG WEBB Swing Shift
PR 8091 STEVE HOROWITZ New Monsters
PR 8092 EHUD ASHERIE & HARRY ALLEN
Upper West Side
PR 8093 JARED GOLD Golden Child
PR 8094 SPIKE WILNER La Tendresse
PR 8095 BRANDON WRIGHT Journeyman
PR 8096 TOM TALLITSCH Heads Or Tales
PR 8097 RALPH BOWEN Total Eclipse
PR 8098 JACAM MANRICKS Cloud Nine
PR 8099 STEVE DAVIS Gettin' It Done
PR 8100 ORRIN EVANS Flip The Script
PR 8101 JORDAN YOUNG Cymbal Melodies
PR 8102 ED CHERRY It's All Good
PR 8103 EHUD ASHERIE Low East Side
PR 8104 DAVID WEISS Venture Inward
PR 8105 JARED GOLD Intuition
PR 8106 SEAN NOWELL The Kung-fu Masters
PR 8107 KEN FOWSER & BEHN GILLECE Top Shelf
PR 8108 DAVID AKE Bridges
PR 8109 NOAH HAIDU Momentum
PR 8110 JON DAVIS One Up Front
PR 8111 IDAN SANTHAUS There You Are
PR 8112 NICK HEMPTON Odd Man Out
PR 8113 SHAULI EINAW Generations
PR 8114 WILL BERNARD Just Like Downtown
PR 8115 DOUG WEBB Another Scene
PR 8116 STEVE DAVIS For Real
19
PR 8117
PR 8118
PR 8119
PR 8120
PR 8121
PR 8122
PR 8123
PR 8124
PR 8125
PR 8126
PR 8127
PR 8128
PR 8129
PR 8130
PR 8131
PR 8131
PR 8132
PR 8133
PR 8134
PR 8135
PR 8136
PR 8137
PR 8138
SARAH MANNING Harmonius Creature
TOM TALLITSCH Ride
STEVE FIDYK Heads Up!
BRIAN CHARETTE Square One
PETER BRENDLER Outside The Line
JARED GOLD Jg3+3
ORRIN EVANS' CAPTAIN BLACK BIG BAND
Mother's Touch
RALPH BOWEN Standard Deviation
JOE MAGNARELLI Lookin' Up
WALT WEISKOPF Overdrive
MICHAEL DEASE Relentless
BRIAN CHARETTE Good Tipper
ERIC WYATT Borough Of Icings
KENNY SHANKER Action City
ART HIRAHARA Libations & Meditations
ART HIRAHARA Libations & Meditations
DAVID GIBSON Boom!
JON DAVIS Moving Right Along
BEN WOLFE The Whisperer
DOUGH WEBB Triple Play
DAVID AKE Lake Effect
TOM TALLITSCH All Together Now
JARED GOLD Metropolitan Rhythm
IRD International Record Distribution srl - Via Don Colli, 72
20844 TREGASIO di TRIUGGIO (Monza Brianza) - ITALIA
phone + 39 0362 918397 - [email protected]
Facebook: www.ird.it/mipiace.htm
J D
A L L E N
C Y R U S
C H E S T N U T
G e o r ge
C a bl e s
Je r e my
Pe l t
Je r r y
B e r go n z i
S a m my
F i g u e r o a
J i m S n i d e r o
IRD • www.ird.it
fb: www.ird.it/mipiace.htm
20
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Canned Heat
BLUES
Songs from the Road
Esistono pochi punti Fermi in un mondo che cambia ogni giorno, uno di questo è l’energia dei Canned
Heat, che a cinquant’anni dalla loro fondazione fanno ancora scatenare il pubblico con le loro canzoni
piene di blues e boogie. Questo straordinario tour è immortalato dalla nuova uscita di “Songs From
The Road” dedicata proprio ai Canned Heat, nel consueto formato CD + DVD, che raccolgono sedici
brani tra i più grandi successi della band di Topanga Canyon, California. Gli storici Adolfo ‘Fito’ De La
Parra, Larry ‘The Mole’ Taylor, Dale Spalding e il bravissimo John ‘JP’ Paulus infiammano ancora gli
animi con le loro straordinarie canzoni, e con il loro entusiasmo West Coast aggiungono un
importante tassello alla collana “Songs From The Road”, che ci ha abituati sempre a grandi cose.
JAZZ
Gabriele Mirabassi
& Roberto Taufic Um Brasil Diferente
Nuovo progetto discografico per il clarinettista Gabriele Mirabassi ed il chitarrista Roberto Taufic, prodotto
dall’etichetta salentina Dodicilune. Due viaggi in direzione opposta, un’andatae ed un ritorno che si
incrociano a mezza strada: cosi si potrebbe definire l’incontro tra i due musicisti. Mirabassi scopre il Brasile
una decina di anni fa e da allora lo frequenta con tanta assiduità da farlo diventare un punto di riferimento
centrale della sua esperienza umana e musicale. Taufic è partito da Natal (nord-est del Brasile) da ragazzo
alla volta dell’Italia, dove in qualche modo ha compiuto il percorso inverso, lasciando che l’atteggiamento
europeo nei confronti del jazz fecondasse la sua atavica lingua musicale. Da qui nasce “Um Brasil Diferente”,
la rilettura di un repertorio di canzoni e pezzi strumentali di varie epoche che hanno in comune l’aver
rappresentato il suono di generazioni intere di brasiliani. Un Brasile profondo, identitario oggetto di rispetto
e affetto, visto da un angolo peculiare, che i due protagonisti hanno scoperto di avere in comune a questo
punto dell’andata dell’uno e del ritorno dell’altro.
Distribuzione:
www.ird.it
facebook:
www.ird.it/mipiace.htm
0362.918397
NEW CD
21
16
SONGWRITER
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Buffy Sainte-Marie
Power in the Blood
Da casa True North presentiamo la cantautrice di origine pellerossa Buffy Sainte-Marie che è stata
una delle performer più personali ed originali. Ha scritto grandi canzoni, ha difeso i deboli, ha
magnificato la natura, ha preso parte a cortei e movimenti contro l'etablishment, è stata attiva su
molti fronti. Ora riappare, a sei anni dal suo ultimo disco, con un'opera complessa che mischia antico
e moderno. Con tre produttori alle spalle, una collaborazione con gli Alalabama 3, vari musicisti
coinvolti ad aiutarla, Buffy ha messo assieme un disco di spessore che mischia, ancora una volta, arte
ed impegno sociale.
Billie Holiday
Banned From New York City
JAZZ
(Live 1948 – 1957)
Dopo lo strepitoso successo delle registrazioni inedite di Lennie Tristano, la Uptown Records fa un
altro centro con queste registrazioni inedite dell’immensa Billie Holiday. In questo doppio CD troviamo
42 rare registrazioni dal vivo uscite per le radio in USA. Veramente ottima la qualità audio,
considerando che sono passati 60 anni, rimarrete stupiti anche voi. Oltre al materiale inedito, l’altra
chicca è il libretto di 40 pagine, con rarissime foto di questo mostro sacro! 2 cd.
Piedmont Brothers Band
COUNTRY BLUEGRASS
COUNTRY
Compasses and Maps
Quinto album in studio per il gruppo Italo-Americano "The Piedmont Brothers Band" guidato ormai da 7 anni da
Ronald Martin e Marco Zanzi. Musica Americana che si rifà direttamente al country-rock degli anni '70 e che
unita ad una forte componente originale, si è costruito nel corso degli anni una forte reputazione tra gli addetti
ai lavori soprattutto negli USA ed in Nord Europa e dove la sua musica viene regolarmente trasmessa da
molteplici stazioni radio e recensioni su riviste specializzate come "No Depression" e dove la band ha ottenuto
il rispetto e la collaborazione di alcuni tra i principali "creatori" del genere, musicisti appartenenti a gruppi storici
quali I Byrds, I Flying Burrito Bros., I POCO, Rick Nelson e la Stone Canyon Band, i New Riders Of The Purple
Sage, I Buffalo Springfield… Questo quinto lavoro non si discosta molto dai precedenti come sonorità e scelte
di fondo presentando un mix di country-rock e folk con spruzzate di bluegrass, Irish music e blues. Ad alcuni
classici del genere si affiancano brani originali scritti da Ron Martin e Marco Zanzi. Ospiti di eccezione questa
volta sono Gene Parsons (Byrds, FBB), Patrick Shanahan (Rick Nelson) e Scott Sellen (Richie Furay Band). Le
note di copertina sono invece opera di Rick Roberts (Flying Burrito Brothers, Firefall) e ancora Gene Parsons.
Beppe Gambetta
& Tony McManus
Round Trip
Due tra i chitarristi acustici più riconosciuti a livello mondiale, il genovese
Beppe Gambetta e lo scozzese, di Paisley, Tony McManus si uniscono per
dare origine ad un album che, se da una parte attinge dalle origini di
questi due grandi artisti, dall’altra viene plasmato dalla loro bravura per
ottenere undici brani straordinari tra folk e bluegrass! Bentornati!
T
TRACKLIS
Bonnie Mulligan’s
Sleeping Tune
Valzer Per Un Amore
Spórt
Ligurian Bells Melody
Doherty’s
Slightly Go Blind
La Bergamasca
Moustambeiko
Deus Ti Salvet Maria
The Manitoulin Set
22
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Ibrahim Electric
JAZZ
Rumours From Outer Space
Sono davvero suoni dallo spazio quelli che troviamo in questo nuovo
disco degli Ibrahim Electric, straordinario jazz trio che in dieci anni di
carriera e otto album all’attivo, ci ha abituato a numerosi sperimentazioni
musicali, a base di Telecaster (Niclas Knudsen), organo Hammond B3
(Jeppe Tuxen) e batteria (Stefan Pasborg). Il buon vecchio jazz viene
bizzarramente contaminato con afrobeat, musica psichedelica, hard
rock, ma anche surf music, suoni balcanici e molto altro ancora, mai
risultato non stona affatto, anzi si rivela unico e originalissimo, in vero
stile Ibrahim Electric.
T
TRACKLIS
Attack from Above
Big Boss
Rumours from Outerspace
Moondogs on the Run
Sneaky Galaxy Golddiggers
Tales from Xhinus
The Afribians Are Coming
Space Invaders
Jag vill leva
Tiziana Ghiglioni,
Tiziano Tononi
JAZZ
River Tales (Our Dreams Are Still Alive!) Feat Jay Clayton
Prima produzione del 2055 da casa Splasc(H) che si rinnova con una nuova veste grafica in digipack.
I nomi sono di tutto rispetto in più si è voluta aggiungere a questo duo la sorprendente vocalist
74enne dell’Ohio, Jay Clayton che con più di con più di 40 registrazioni al suo attivo, Clayton è
apparsa al fianco di artisti formidabili come Bud Shank, Charlie Haden, Kirk Nurock, Stanley Cowell,
Lee Konitz, Julian Priester, George Cables, Gary Bartz, Gary Peacock e Fred Hersch, nonché colleghi
cantanti Jeanne Lee, Lauren Newton, Urszula Dudziak, e Bobby McFerrin. Un progetto arduo che
sicuramente colpirà l’ascoltatore!
Charles Lloyd
Manhattan Stories
T
TRACKLIS
Sweet Georgia Bright
How Can I Tell You
JAZZ
Lady Gabor
Nuovo doppio album per la Resonance per questo straordinario
sassofonista-compositore americano. L’album riscopre un paio di
performances tratte dal leggendario passato a New York, intitolato
appunto “Manhattan Stories”. Queste due registrazioni catturano il
leggendario sassofonista nel 1965 che lo vede alla guida di un notevole
ed inedito quartetto con tre giganti del jazz: Gabor Szabo (chitarra), Ron
Carter (basso) e Pete La Roca (batteria). Doppio cd digipack!
Slugs' Blues
Lady Gabor
Dream Weaver
Christine Jensen
JAZZ
Habitat
23
Compositrice, sassofonista e già affermata bandleader di Montreal, al suo secondo lavoro con
un’orchestra composta da 19 elementi, che la porta nell’elite dei grandi ensemble. Già vincitrice del
Juno-Award (2010) “Habitat” espande tutto il punto di vista compositivo e d’improvvisazione. Le
ispirazioni sono molteplici e arrivano da ogni parte del mondo, non mancano i riferimenti alla
tradizione afro - peruviana, oppure un omaggio ad Haiti, senza dimenticare Brooklyn. “Habitat” è un
disco dal respiro globale, che abbraccia generi e stili diversi, che indaga nuove emozioni e sfumature
dell’anima e che unisce alcuni tra i migliori musicisti del quarantanovesimo parallelo: la trombettista
Ingrid Jensen, il i sassofonisti Chet Doxas, Joel Miller (tenore) e Erik Hove (alto).
LENNIE
TRISTANO
il padre del cool jazz
IRD International Record Distribution
• www.ird.it
• facebook: www.ird.it/mipiace.htm
24
COUNTRY BLUES
ROCK BLUES
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Samantha Fish
Wild Heart
Per questo terzo album in studio Samantha Fish e la sua chitarra sono
state affiancate da una nutrita rappresentanza della musica Roots
Americana: il produttore Luther Dickinson si occupa degli strumenti a
corda, alla batteria troviamo Brady Blade (vincitore di un Grammy
Award), mentre completano il quadro alcuni special guest, come il
chitarrista Lightnin Malcom, il batterista Sharde Thomas e le vocalist
Shontelle Norman Beatty e Risse Norman. Cinque delle 12 canzoni
dell’album sono state scritte insieme a Jim McCormack, tracce da cui
traspare un amore profondo per il blues.
Wink Burcham
Cowboy Heroes
and Old Folk Songs
Wink Burcham ha un’antica anima soul che ci proietta in storie
meravigliose sin dalla prima nota delle sue canzoni, che spaziano dal
country più puro al folk e allo stile Piedmont. In questa uscita tutta
europea per CRS, troviamo una selezione di brani a gli ultimi due album
di Burcham, “Comfortable Shoes” e “Irene Vennie”, il suo primo album in
studio datato 2012. Con “Cowboy Heroes And Old Folk Songs” Wink
Burcham poterà l’Oklahoma direttamente nei nostri cuori.
T
TRACKLIS
Road Runner
Place to Fall
Blame it on the Moon
Highway’s Holding Me Now
Go Home
Jim Lee Blues pt. 1
Turn It Up
Show Me
Lost Myself
Wild Heart
Bitch On The Run
I’m In Love With You
T
TRACKLIS
Son of a Travellin' Man
Liquor Store
Outta This Town
Pay Your Dues
Back Row Woman
Chemical Train
No Matter Where You Are
Gon' Lay You Down
One By One
Cowboy Heroes and Old
Folk Songs
Shadows
Cruisin' Down The Road
Liquor Store
Giovanni e Matteo
Cutello Quintet
I TA L I A N F O L K
JAZZ
Kick Off
25
Feat. Gegè Telesforo
“Kick Off“ rappresenta l’esordio discografico di Giovanni e Matteo Cutello, giovani e talentuosi
musicisti Siciliani prodotti e rappresentati dalla Jazzy Records. Il significato letterale del titolo è quello
di “inizio”, più precisamente “calcio di inizio”, con evidente riferimento al quella che è la semplice
passione di tantissimi ragazzi della loro età: il gioco del calcio, inteso come entusiasmo, divertimento,
condivisione di emozioni. Sax e tromba quintet. Feat. Giovanni Mazzarino (piano), Riccardo Fioravanti
(contrabbasso), Stefano Bagnoli (batteria) e Gegè Telesforo (voce).
Michele Gazich
Una Storia di Mare e di Sangue
Dalla sua etichetta autoprodotta, presentiamo il nuovo lavoro del
cantante, violinista, storyteller bresciano è, probabilmente, il suo
capolavoro. Un disco che racconta la storia del nucleo famigliare di
Gazich, dei suoi avi. Una storia tribolata della sua famiglia d'origine, in un
arco di tempo che va dal 1870 al 2005. Folk acustico universale, perchè
incrocia oriente ed occidente, mostrando tratti veneti, slavi, americani,
propri dei luoghi dove i suoi protagonisti hanno vissuto alla ricerca di una
vita meno dura. Un concept album tutto da scoprire, ricco di pathos, di
umanità.
T
TRACKLIS
Una storia di mare e di
sangue
Il mare oltre il giardino
Oci bei, oci de bissa
Preghiera de la zente
zaratina
Un sogno americano
Finisterre
Il valzer dei trent’anni
Venezia 1948
Perché non siamo rimasti a
bere il latte sotto gli ulivi?
La casa nella neve
Russell Malone
“one of the most
gifted guitar
players to emerge
in recent years”
IRD International Record Distribution
www.ird.it • facebook: www.ird.it/mipiace.htm
26
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
The Unthanks
AUDIOPHILE BLUES
FOLK
Mount The Air
La nuova uscita degli delle Unthanks arriva dopo quattro anni dalla loro ultima uscita, il primo album
interamente registrato nel loro studio di Northumberland, ricavato da un vecchio granaio. Un’altra
grande novità dell’album è l’impegno di tutti i compimenti delle Unthanks come autrici delle canzoni,
incluse anche Rachel e Becky Unthanks, così come, allo stesso modo, continua la collaborazione del
pianista Adrian McNally, che si nota nella traccia di ben 10 minuti che da il titolo al disco. Musicalmente
più ambizioso degli altri album, “Mount The Air” ci propone la solita combinazione tra tradizione e
orchestralità, ma aggiunge una gamma di atmosfere e sound diversi con influenze Spagnole, Indiane,
Blue Note e Trip Hop.
Hans Theessink & Terry Evans
True & Blue (live)
Potranno arrivare anche dai lati opposti dell’oceano Atlantico, ma quando Hans Theessink e Terry
Evans si mettono a lavorare insieme non c’è dubbio che debba uscire qualcosa di straordinario.
Questi due mostri sacri dalla vastissima carriera sembrano essere fatti per lavorare e suonare
insieme e si compensano perfettamente: la voce baritonale di Hans Theessink sembra fatta su misura
per il timbro particolarissimo di Terry Evans, che porta con sé una fortissima carica soul e gospel.
“True&Blue” è un album live, registrato a Vienna al massimo della loro forma e ispirazione, davanti a
un pubblico particolarmente ispirato, pronto per assistere ad una serata di Blues leggendario. E
quella stessa musica è ora in questo album, per regalare questa fantastica nottata a chiunque voglia
farne parte.
da True North Records…
la potenza del Rock di
Bachman, lo spirito libero
di Buffy Sainte-Marie, il
country puro di Old Man
Luedecke e lo straordinario
incontro delle chitarre di
Beppe Gambetta e Tony
McManus.
I R D I n t e r n a t i o n a l R e c o r d D i s t r i b u t i o n • w w w. i r d . i t • f b : w w w. i r d . i t / m i p i a c e . h t m
una qualità ar tistica
e compositiva elevatissima
come non si sentiva da tempo
IRD International Record Distribution
• www.ird.it
• facebook: www.ird.it/mipiace.htm
il contrabbasso come cassa
armonica dell’anima
IRD Distribuzione
www.ird.it
fb: www.ird.it/mipiace.htm
Nell’ambito del mercato discografico classico e Jazz, Fonè di Giulio Cesare Ricci propone da trent’anni delle incisioni realizzate all’insegna della ricercatezza
tecnologica e miranti al recupero delle atmosfere musicali originali. Ogni nuova realizzazione è il risultato di un incontro appassionato tra arte dell’esecuzione ed
arte dell’incisione e mira a ricreare e riprodurre lo stesso spirito con cui le opere del passato sono state eseguite. Un aspetto basilare, che fa la differenza tra
Fonè e gli altri, è la registrazione delle opere musicali in luoghi naturali e originali, costante produttiva che porta a scegliere di volta in volta lo spazio storicamente
più adatto: chiesa, teatro, villa, salotto...
JAZZ
Enzo Pietropaoli - Solo
Nel 2014, a sei anni di distanza da “Nota Di Basso” il primo lavoro discografico in solitudine di Enzo
Pietropaoli, esce “SOLO”, una nuova sfida, quella di confrontarsi unicamente con il suono del proprio
strumento e dunque con la propria anima. Questa volta siamo in assenza di elettronica e di loop machine, il
suono è puro, ed ancora più enfatizzato dal luogo prescelto, la chiesa di un convento di Frati Cappuccini in
Toscana. In questa registrazione l’ambiente è protagonista, perché anche gli spazi hanno anima, energia e
personalità, e il tutto è stato catturato e restituito con la massima naturalezza, testimoniando nient’altro che
la verità di quei momenti. Il lavoro viene pubblicato in vinile e in superaudio cd in poche copie numerate. Il
repertorio, secondo una abitudine di Pietropaoli consolidata da decenni, spazia dalle composizioni originali
alle rivisitazioni dei generi più disparati, da Bob Marley a Django Reinhardt, da Cole Porter a Simon and
Garfunkel, dai Nirvana alla Musica Sacra.
Eleonora Bianchini
& Enzo Pietropaoli - Dos
Il nome “DOS”, che in spagnolo significa due, vuole rappresentare la concisione, la sintesi e la semplicità che
sono allo stesso tempo punto di partenza e traguardo di questa nuova proposta musicale. Il duo
“voce/contrabbasso” non vanta molti precedenti nella storia della musica e proprio per questa ragione non
si può certo considerare una formula facile da affrontare, ma le sfide sono da anni una costante nell’attività
di Enzo Pietropaoli. L’incontro con Eleonora Bianchini è stato piuttosto fortuito poiché la cantante ha svolto
all’estero la maggior parte della sua carriera, Boston, New York e poi anni di insegnamento in Ecuador dove
si concentra sulla grande tradizione vocale di origine ispanica perfezionando la tecnica e l’espressività. Il
luogo scelto è la chiesa di un Convento di Frati Cappuccini, in Toscana, con una acustica da canto Gregoriano,
il repertorio comprende brani dei Led Zeppelin, Ornella Vanoni, Radiohead, Peppino Di Capri, Ivan Lins, Gianni
Morandi, Chabuca Granda, Gabriella Ferri, reso ancora più prezioso dalla modalità con cui è stato registrato.
29
NEW RELEASES
IRD International Record Distribution
• www.ird.it
• facebook: www.ird.it/mipiace.htm
30
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Paolo Bonfanti
BLUES
Back Home Alive
Nuovo album dal vivo per Paolo Bonfanti edito ancora una volta dalla
mitica Club De Musique e registrato al Teatro Municipale a Casale
Moferrato accompagnato dal suo gruppo e dall’intramontabile Fabio
Treves. Contiene 8 brani originali e 4 covers di Pete Townshend, Van
Morrison, Jerry Garcia, Hunter e Mark Wenner. Oltre all’ottima incisione, il
disco suona davvero nero come la pece con accenni di rock’n’roll!
JAZZ
Attilio Zanchi
w w w. r o o t s y. n u
DISTRIBUZIONE:
IRD International Record Distribution
www.ird.it • fb: www.ird.it/mipiace.htm
31
T
TRACKLIS
The Seeker
A Nikel and a Nail
Terror Time
Hands of a Gambler
Second World
Takin’ a Break
Route One
I’m Just Tryin’
Times Ain’t Changed at all
Guard my Heart
Slow Blues for Bruno
Franklin’s Tower
Ravel’s Waltz
Attilio Zanchi, una leggenda del panorama jazz nazionale. Un supermusician che in compagnia di altri celebri
colleghi ha scritto alcune delle pagine più importanti della musica jazz delle ultime decadi. Ha voluto
coinvolgere e condividere questa nuova pubblicazione discografica con alcuni di essi optando per un
repertorio che attinge in parte a materiale di propria composizione ed in parte ad autori che rappresentano
per lui un punto di riferimento assoluto. Si va quindi dal brano di matrice classica “Ravel’s Waltz” dedicato a
Maurice Ravel ad una reinterpretazione di “Ave Maria”, scritta da Giuseppe Verdi nel 1889. Un omaggio al
Brasile con il brano “Chorinando”, ispirato al “choro”, piuttosto che “Hermeto” dedicato al celebre
multistrumentista brasiliano Hermeto Pascoal. Un disco che permette di ascoltare composizioni notevoli,
ambiti musicali diversi magistralmente impreziositi dal solismo e dal sostegno di musicisti al top. Feat. Paolo
Fresu, Tino Tracanna, Roberto Cipelli, Ettore Fioravanti, Mauro Grossi, Marco Castiglioni, Tommaso
Bradascio, Massimo Colombo, Max De Aloe, Michele Di Toro, Tommaso Starace, Barbara Balzan, Gregor
Muller, Tony Renold, Carlo Guaitoli, Maria Patti, Giuseppe Emanuele, Felice Reggio, Simone Ronzoni, Beppe
Caruso, Giuseppe Cattano, Corrado Sambito, Gilberto Tarocco.
JAZZ VOCAL
ELECTRO JAZZ
RHYTHM & BLUES
R I E P I L O G O
N U O V E
U S C I T E
Maysa Leak
Back 2 Love
Amatissima dal pubblico di tutto il mondo, si è guadagnata una fama
assoluta grazie alla sua bravura e ad una voce seducente e ora ci regala
un nuovo disco, che esce per Shanachie. “Back To Love” è a detta di
molti il più sentito e intimo disco della carriera di Maysa, prodotto da JR
Hutson, Lorenzo Johnson e, ovviamente, dall’amico di lunga data Chris
“Big Dog” Davis. Da “Keep It Moving”, uno straordinario duetto funky
con Stokley Williams dei Mint Condition, alla bellissima “Last Chance For
Love”, insieme alla leggenda dell’R&B Phil Perry, il disco ci propone
anche alcune composizioni originali della stessa Maysa.
T
TRACKLIS
Back 2 Love
Keep It Movin'
Heavenly Voices
Miracle
Smilin'
Go Away Little Boy
Tear It Up Tear It Down
Unforgettable
Last Chance For Love
The Radio Played Our Song
Beautiful Symphony
Back 2 Love
Obliquido
Se Mi Dai Del Lei Morirò Prima
Intrigante progetto realizzato in co-produzione con l’Accademia Del Suono. L’album è intrigante non solo per
il nome ma anche per i contenuti musicali che propone costantemente a cavallo tra soluzioni armoniche e
ritmiche, sonorità e atmosfere che provengono da derive musicali apparentemente lontane tra loro. Il loro
Studio A ha fatto da incubatrice a questo progetto che dopo tanto duro lavoro vede finalmente la luce. “Se
Mi Dai Del Lei Morirò Prima” propone un raffinato paesaggio acustico jazz, ricerca della semplicità tematica
del pop unita al surrealismo grammaticale dei testi, sonorità di chiaro sapore elettronico e ritmiche di
apparente facile lettura. L’intenzione è indurre l’ascoltatore ad abbandonarsi nell’atmosfera densa e
rarefatta, insieme di una miscela insolita e sorprendentemente fruibile. Musiche e arrangiamenti e pianoforte
Domenico Toscanini, i testi di Alessio Luise, le voci di Laura Boccacciari, Donat Munzila e Alessio Luise, alla
batteria Cristiano Calcagnile, Riccardo Fioravanti al contrabbasso, Mauro Cassinari al sax (soprano e tenore)
e Marco Fior alla tromba.
Barbara Casini
Uma Mulher
Dopo cinque anni torna a farsi ascoltare, su etichetta Philology, una delle più belle e intense voci
femminili italiane: Barbara Casini. La cantante toscana ha coinvolto per “Una Mulher” due diversi trii:
il primo con Andrea Lanzoni al pianoforte, Gabriele Evangelista al contrabbasso e Bernardo Guerra
alla batteria; l’altro con Seby Burgio al pianoforte, Marco Siniscalco al basso elettrico ed Enrico
Morello alla batteria. Due gruppi dalle sonorità differenti che hanno permesso a Barbara Casini di
esprimersi a tutto campo: molte delle canzoni del CD recano la sua firma, ma non mancano omaggi a
grandi firme della musica brasiliana, di cui la cantante è autorevolissima interprete. Con testo
eccezionalmente in inglese è “Life Reasurrance”, scritta a quattro mani con Paolo Silvestri, già
collaboratore di Ivano Fossati e Sergio Cammariere. Un disco raffinato, fra jazz, profumi brasiliani e
canzone squisitamente d’autore.
Ian Siegal
BLUES
One Night in Amsterdam
Ian Siegal: premi e riconoscimenti a non finire, “uno dei più talentuosi e innovativi musicisti del
pianeta” (Mojo), esce per Cadiz con il suo primo disco live in cui viene accompagnato dall’intera band.
In “One Night In Amsterdam” Ian da una parte è alla guida della sua giovane, ma talentuosa band in
un programma di meravigliose composizioni, ma dall’altro li sfida anche a suonare ex novo brani per
la prima volta insieme: l’adrenalina è palpabile e l’atmosfera è carica di emozioni, tensione e grande
musica.
32
IRD International Record Distribution
• www.ird.it
• fb: www.ird.it/mipiace.htm
a
Un anno di music
insieme!
News
acebook
.ird.it • f
ternation a
:w
l Record Distribution • www
IRD In
ww
.ird.it/mipiace.htm

Documenti analoghi