Settore mobili Il mercato dei mobili in Canada è fortemente

Commenti

Transcript

Settore mobili Il mercato dei mobili in Canada è fortemente
Settore mobili
Il mercato dei mobili in Canada è fortemente influenzato dal settore della costruzioni, e in
particolare la tendenza alle nuove forme di abitazioni come i lofts e case moderne.
Per quanto riguarda il settore dei mobili (compreso mobili da cucina), i più richiesti sono
quelli in stile moderno.
I consumatori canadesi sono sempre più alla ricerca di mobili raffinati, alla moda,
innovativi (riguardo all’ottimizzazione degli spazi) ma anche funzionali e al passo con la
tecnologia.
Nello stesso tempo, i consumatori canadesi mirano a creare ambienti domestici sempre
più confortevoli e accoglienti, con un arredamento “casual e rilassante”.
Anche per l’arredamento di cucine, la moda si orienta verso un mix tra materiali (legno,
vetro, metallo, pelle e molti altri) e stili, lasciando ancora dello spazio a mobili tradizionali e
classici. Nella cucina, si ricercano anche soluzioni innovative per ridurre il disordine e
migliorare l'
organizzazione.
I mobili (compresi quelli da cucina) “Made in Italy” sono richiesti dai consumatori di nicchia,
esigenti, che ricercano prima di tutto la qualità e il design.
I consumatori che spendono di più nella ristrutturazione della propria casa sono diventati
un effettivo segmento di mercato. La domanda di nuovi mobili subirà un notevole
incremento in conseguenza alle spese record di ristrutturazione.
Per quanto riguarda la produzione locale, l’industria del mobile in Québec ha già
conosciuto due recessioni importanti, ma l’industria ha mostrato spiccati segni di ripresa
che hanno portato ad un aumento del giro d’affari nell’arco dello scorso decennio.
Numerosi produttori di mobili da cucina del Quebec acquistano componenti ed accessori
per i loro prodotti in Italia. Le sinergie realizzabili tra il know how marchigiano e quello
canadese potranno essere molto vantaggiose.
Nel settore dei mobili, l’Italia si trova al quarto posto nella graduatoria delle importazioni
canadesi, preceduta da Stati Uniti, Cina e Messico. Le importazioni dall’Italia negli ultimi 5
anni sono in leggera discesa. Le quote maggiori appartengono a Stati Uniti e Cina.
Le importazioni invece di mobili da cucina italiani sono in aumento e l’Italia si trova al
quarto posto, preceduta da Stati Uniti, Cina e Slovacchia. Questo tipo di mobili sono
destinati principalmente all’Ontario, alla British Columbia e al Quebec. La scelta della
strategia di nicchia permette di evitare la sempre temuta concorrenza cinese.
Al contrario delle produzioni asiatiche (le cui cifre molto positive sono dovute alla
competitività dei prezzi, resa possibile dal basso costo della manodopera) o degli Stati
Uniti (la cui competitività invece è dovuta agli esigui costi di trasporto, derivanti dalla
posizione geografica e dall’accordo di libero scambio - Nafta), l’Italia ha scelto di puntare
su strategie di nicchia, esportando mobili ad un prezzo maggiore ma con caratteristiche di
qualità e originalità di primo livello, puntando sull’immagine del Made in Italy che da
sempre è rinomato in tutto il mondo.
Nonostante la concorrenza asiatica, i mobili italiani sono molto apprezzati in Canada per la
loro qualità, per le loro rifiniture ricercate, per il loro stile e per la bravura artigianale che
caratterizza i mobili italiani, e in particolare della regione Marche. I mobili e gli articoli da
decoro “Made in Italy” occupano il segmento di mercato di alta e media gamma.
L‘elevata artigianalità e la tradizione della lavorazione dei materiali di alta qualità rende i
mobili marchigiani competitivi sul mercato canadese.