Vogue - Alvufashionstyle

Commenti

Transcript

Vogue - Alvufashionstyle
Magazine News Shows Suzy Menkes Trends Beauty L'Uomo Vogue PhotoVogue VEncyclo VTalents VBlack VCurvy VSeries VArchivio
MAGAZINE | Blog del Direttore | Vogue Encyclo needs you!
Vogue Encyclo needs you!
2015
Filtra
marzo
Filtra
25.03.2015
24
3
26.03.2015
27.03.2015
04.03.2015
13.03.2015
16.03.2015
17.03.2015
641
Da oggi al 12 aprile vorrei che nuovamente foste voi a
scrivere sul mio blog.
È un po' di tempo che non ci occupiamo della VogueEncyclo
e dal momento che molti di voi hanno competenze elevate
sia da un punto di vista di scrittura che di cultura della
moda e dello spettacolo, abbiamo attinto dalle vostre
ultime proposte.
BLOG DEL DIRETTORE
Personal shopper
L'editoriale del direttore
Alcuni di voi si conoscono bene e possono lavorare anche a
converted by Web2PDFConvert.com
quattro mani, altri no, e vi chiedo di accordarvi nello
spazio dei commenti su chi scriverà cosa.
Come da vostra richiesta ecco le assegnazioni. Vi prego,
se il pezzo vi è stato assegnato con qualcun altro di
mettervi d'accordo e postarlo a firma doppia una volta
sola.
BLOG DEL DIRETTORE
Ecco la lista dei nomi:
Indossare o
vestirsi?
L'editoriale del direttore
Kendall Jenner - Federica Simone e Mariateresa
Owen Wilson - r136a1christina
Russel Crowe - Giovanna Errore
Anita Ekberg - Maddalena Bogazzi
Harrison Ford - Francesca Galassini e Anna D.
Choupette Lagerfeld - Maria Sheila Miani e Rita Talks
Manuela Pavesi - Francesca Iorio e Stefania Mauti
Ben Stiller - Marika Bonedetti
Paul Newman - Chassandra e Manlio B.
Path Mc Grath - Nadia Kreidie e Isabella Brusati
Cate Blanchett - Serena Perversi e Chiara B.
Emma Stone - Valentina Veneziano e Lorenzo Genovesi
Lorenzo Cherubini - Jovanotti - Viola Arisci e Myriam
Karlie Kloss - Erica di Santo e Alberto Moro
Charlize Theron - Lilly La Fauci
Ariana Grande - Mirko Rambone
Selena Gomez - Federica
Jessica Alba - Vanessa Re e Maria Pia Fulciniti
Robert Pattinson - r136a1christina
Christian Bale - Laura Barba ed Eugenia
Ecco invece gli Architetti o studi di Architettura
proposti da voi:
Patricia Urquiola - Mirko Rambone e Stefania Assenza
Norman Forster - Sara Bimbi
Philippe Starck - Barbara Capone
Herzog & De Meuron - Alessandro Masetti
Zaha Hadid - Anna Zullian
Piero Fornasetti - Elena Parri
Fabio Novembre - Cristina S.
Paola Navone - Alvuela Franco e Loredana Tagliente
Se i personaggi che vi proponiamo non vi interessano o
converted by Web2PDFConvert.com
siete appassionati di Architettura e Design, pensando
all'avvicinarsi del Salone de Mobile e alla profonda
unione fra Moda e Architettura, vi propongo di scrivere
articoli sui grandi architetti e studi di architettura che
collaborano e lavorano fianco a fianco con i brand di
moda, sia nel campo della progettazione e realizzazione
dei negozi sia nella creazione di singoli oggetti o
installazioni. Da Rem Koolhaas a Patricia Urquiola da
Peter Marino a Herzog & De Meuron, mi sembra che ci sia un
universo da esplorare e arricchire!
Mi raccomando, cercate di mettervi d'accordo per scrivere
anche a quattro o sei mani, non fate del lavoro inutile
perché pubblicheremo solo un pezzo per personaggio, a
firma multipla se necessario, ma uno solo.
Avete tempo, come vi ho scritto, fino al 12 aprile e i
pezzi dovranno essere massimo di 4000 battute e postati
nello spazio dei commenti di questo post. Cercate di
documentarvi bene e...buon lavoro a tutti!
di Franca Sozzani
Pubblicato: 27 marzo 2015 - 06:30
Google +
210 Commenta
Nome
Email
Scrivi un commento
I n v i a
Ilenia Golino 19 giorni fa
@redazione Chiunque può scrivere un pezzo su architetti,
architettura, design e moda, o è necessario fare una proposta a
riguardo? Grazie
Laura Barba 26 giorni fa
Specifico alla redazione che ho scritto il pezzo da sola perché
non sono riuscita a contattare in nessun modo la commentatrice
Eugenia. Grazie ancora per la possibilità.
converted by Web2PDFConvert.com
Laura Barba 26 giorni fa
“Una personalità in cui buio e luce si fondono in egual misura”
è la definizione che il regista Christopher Nolan dà di
CHRISTIAN BALE durante le riprese di Batman Begins, primo film
della trilogia de “Il Cavaliere Oscuro”. Sexy ed enigmatico,
interpreta con maestria ruoli complessi calandosi nella
profondità della psiche del suo personaggio così da regalarne al
pubblico la versione più realistica possibile. È inoltre noto
per la sua versatilità in quanto si sottopone a rigidi
allenamenti e diete per trasformare il proprio corpo a seconda
delle esigenze di copione. Consacrato nell’olimpo di Hollywood
da numerosi riconoscimenti, la vita professionale di Bale è una
storia di talento e sacrificio. Nasce in Galles nel 1974, ultimo
di quattro figli. L’amore per il palcoscenico gli scorre nelle
vene, è infatti un lontano parente dell’attrice inglese Lillie
Langtry. Non è quindi una sorpresa che, dopo un’infanzia
trascorsa tra Gran Bretagna, Portogallo e California, il piccolo
Christian decida di lanciarsi nel mondo dello spettacolo a soli
otto anni. Debutta in spot commerciali, piccole pièces teatrali
e nel 1987 prende parte alla miniserie tv Anastasia-L’ultima dei
Romanov. La grande occasione arriva nello stesso anno quando
Steven Spielberg gli affida il ruolo del protagonista ne
“L’Impero del Sole”, grazie a cui vince il premio Young Artist
Awards come miglior interpretazione di un giovane attore.
L’improvvisa celebrità gli provoca un periodo di forte stress
emotivo che lo induce ad abbandonare la recitazione per qualche
anno. Tra l’89 e il ’96 torna al lavoro con “Enrico V” di
Kenneth Branagh, “Gli strilloni”, “Swing kids- Giovani ribelli”,
“Piccole donne”, “Prince of Jutland” e “L’agente segreto” di
Christopher Hampton. Nel 1998 recita con Ewan Mc Gregor in
“Velvet Goldmine” di Todd Haynes e in “All Little Animals”
accanto a John Hurt. Un anno dopo inizia le riprese del cult
“American Psycho”, diretto da Mary Harrow e ispirato al romanzo
di Bret Easton Ellis. La magistrale interpretazione del serial
killer Patrick Bateman, di giorno yuppie di successo della New
York fine anni ottanta e di notte assassino, lo colloca di
diritto nella storia del cinema. Sono necessari mesi di training
e abbronzatura artificiale affinché il corpo di Bale corrisponda
a quello del protagonista del libro. Arriva persino ad isolarsi
dal cast durante le riprese, nel tentativo di sperimentare la
condizione di soggetto ambiguo e socialmente disturbato del suo
personaggio. Il film è un successo da 34 milioni di dollari di
profitto. Tra il 2000 e il 2004 affronta un periodo di magra
professionale: recita in “Shaft” accanto a Samuel L. Jackson, in
“Il mandolino del capitano Corelli” con Penélope Cruz, nel film
indipendente “Laurel Canyon” e in “Il regno del fuoco” ma
nessuno di questi sbanca i botteghini. Nel 2004 è l’emaciato
Trevor Reznik del film “L’uomo senza sonno” di Brad Anderson,
parte che lo costringe a perdere 1/3 del suo peso. Nel 2005
inizia la collaborazione con Christopher Nolan per la trilogia
de “Il Cavaliere Oscuro”. In “Batman Begins” (2005), “Il
cavaliere oscuro” (2008) e “Il cavaliere oscuro-Il ritorno”
(2012) la critica lo applaude per aver reso con grande efficacia
il doppio personaggio Bruce Wayne-Batman. Per “Batman Begins”
ottiene il riconoscimento Saturn Award come miglior attore 2005
e il premio Best Hero ai MTV Movie Awards 2006. Nolan lo dirige
anche in “The Prestige” (2006). Nel 2009 recita in “Nemico
Pubblico” di Michael Mann e “Terminator Salvation”, nel 2010
in“The Fighter” di David O. Russell per cui vince Golden Globe e
Premio Oscar, entrambi come miglior attore non protagonista. Nel
2011 lavora al film “I fiori della Guerra” della cinese Zhang
Yimòu, nel 2013 a “Il fuoco della vendetta-Out of the Furnace”e
a “American Hustle-L’apparena Inganna” con Amy Adams e Bradley
Cooper. Nel 2014 è Mosè in “Exodus-Dei e re”. E’ vegetariano,
ateo e sposato dal 2000 con la produttrice cinematografica
Sandra Blazic.
Alessandro Masetti - The Fashion Commentator 26 giorni fa
Herzog & de Meuron è il nome dello studio associato fondato a
Basilea nel 1978 dagli architetti Jacques Herzog (19 aprile,
1950) e Pierre de Meuron (8 maggio, 1950) a cui in seguito si è
aggiunto un team che ad oggi conta 41 associati e 420
collaboratori totali, dislocati tra la sede principale di
Basilea e gli uffici di Amburgo, Londra, Madrid e New York.
converted by Web2PDFConvert.com
Entrambi di Basilea, Herzog e de Meuron si laureano nel 1975 con
una tesi in urbanistica all'ETH di Zurigo dove, dopo i primi
anni ad indirizzo sociologico con i corsi di Lucius Burckhardt,
passano ad un’autonomia disciplinare attenta alle immagini della
memoria architettonica sotto la guida di Dolf Schnebli e Aldo
Rossi. Alla laurea segue un periodo di specializzazione e nel
1977 diventano assistenti dello stesso Schnebli. Negli anni
ottanta e novanta sono ripetutamente visiting professor in
rinomate università americane e dal 2000 tornano in veste di
professori a Zurigo, dove tuttora insegnano. La loro prima
esperienza è costituita dalla partecipazione al Carnevale di
Basilea del 1978, in cui decidono di unire tradizione e
modernità attraverso una performance artistica con i costumi
realizzati dall’artista Joseph Beuys. Un episodio che segna il
loro profondo legame con l’arte, quale riferimento costante di
un modo di progettare privo di una cifra stilistica, ma che
incoraggia la sperimentazione sull'espressività dei materiali
tradizionali con trattamenti ed effetti che alle minimali
composizioni spaziali, permettono di contrapporre superfici
innovative. Il dichiarato intento del duo di architetti è
infatti quello di affiancare alla normalità della forma
dell’edificio, l’innovazione del suo involucro: «ci piacerebbe
fare un’architettura che sembri familiare, che non ti obblighi a
guardarla, che risulti abbastanza normale; però allo stesso
tempo che abbia anche un’altra dimensione, la dimensione del
nuovo, di qualcosa d’inaspettato, che susciti dei quesiti e
contenga anche qualcosa di inquietante». Il grande successo
arriva con la vincita del concorso per la realizzazione della
Tate Modern a Londra (1994-2000), proponendo la conversione
della Bankside Power Station sulla riva Sud del Tamigi. La
decisione desta non poco scalpore, ma la grande rampa che
immette nella vecchia sala delle turbine trasformata in una
nuova piazza coperta per la cultura, conquista subito la critica
ed il pubblico. La consacrazione a livello mondiale giunge però
nel 2001 con il Pritzker Architecture Prize (il Premio Nobel per
l’architettura). Herzog & de Meuron sono i primi architetti
svizzeri ed i primi partner in attività a ricevere tale
onorificenza che, come si legge nella motivazione, è dovuta alla
loro “complementarietà che non permette distinzione. Ognuno dei
loro capolavori esprime un prezioso affiatamento che viene colto
ed esaltato dalla scelta di premiarli insieme.” Successivamente
iniziano ad arrivare le grandi commesse tra cui spiccano: il
nuovo Epicentro Prada di Tokyo (2003), un edificio di cristallo
alto sei piani, caratterizzato da una maglia d'acciaio a rombi
che incornicia il panorama; la luminosa Allianz Arena di Monaco
di Baviera realizzata per i Mondiali del 2006; il CaixaForum di
Madrid (2008) in cui creano un’ampia piazza coperta sollevando
da terra l’edificio preesistente; il famoso stadio a forma di
nido d’uccello realizzato per le Olimpiadi di Pechino (2008); e
l’iconico Serpentine Gallery Pavilion (2012) in cui decidono di
svelare le fondazioni degli undici padiglioni che dal 2000 lo
hanno preceduto. Tra le opere in cantiere al momento c’è la
Fondazione Giangiacomo Feltrinelli che sorgerà nella zona di
Porta Volta a Milano, la cui lunga forma lineare si ispira alle
imponenti architetture storiche cittadine e alle cascine della
campagna lombarda. Tra i premi ottenuti, ha un particolare
rilievo la Royal Gold Medal ricevuta a Londra il 21 febbraio
2007, quale riconoscimento per il contributo dato dai due
progettisti alle città ed all’architettura di tutto il mondo.
Anna Zullian 26 giorni fa
Zaha Hadid. “I don’t think that architecture is only about
shelter..it should be able to excite you, to calm you, to make
you think”. Madame Zaha Hadid rappresenta una vera e propria
icona a livello mondiale, nel campo dell’architettura e design.
Le sue opere, caratterizzate da quella linea armonica, come
l’archistar stessa le definisce, assumono l’aspetto di vere e
proprie opere d’arte. Zaha Hadid, nasce a Baghdad nel 1950,
prima della laurea in architettura, si diploma in matematica
all’Università di Beirut. Ma a decretarne il suo successo
assoluto, sarà il trasferimento a Londra nel ’72, con la laurea
in architettura presso l’Architectural Association. Dopo
un’esperienza di collaborazione presso l’Office for Metropolitan
Architecture, divenendo socia a fine anni ’70, nel ‘80, fonda il
suo primo studio con sede legale a Londra, il Zaha Hadid
converted by Web2PDFConvert.com
Architects e, sempre dagli anni ’80, inizia la sua carriera come
insegnante. Qui ricopre ruoli nelle prestigiose università di
tutto il mondo; per citarne alcune: Harvard, Columbia University
e l’Università di Arti Applicate di Vienna. Vincitrice di
innumerevoli competizioni internazionali, va ricordato, in
assoluto, il premio del 2004. Infatti, nel 2004 Zaha Hadid
riceve il prestigioso Pritzker di Architettura e nel 2010 e
2011, per due anni di seguito, il Premio Stirling. Nel 2010 per
il MAXXI, nuovo centro per l’arte contemporanea a Roma e, nel
2011 per la Evelyn Grace Academy a Brixton, Londra. Le sue opere
non si limitano al solo ambito architettonico. Diversi sono i
progetti realizzati per il design d’interni e di prodotti.
Quest’ultimo, la vede impegnata tutt’ora con importantissimi
brand. Nel 2008 realizza una collezione di scarpe per Lacoste,
successivamente, collabora con il brand di calzature brasiliano
Melissa. Va ricordata inoltre, la collaborazione con la
Swarovski nella creazione di gioielli dalle forme semplicemente
straordinarie tese, a rappresentare la forma e lo stile di tutta
la sua architettura. Architetto e designer la sua incredibile
figura rappresenta un vero e proprio punto di riferimento per
tutta l’architettura a livello mondiale.
Chiara Bozzolino 26 giorni fa
Cate Blanchett 2 PARTE - Cate Blanchett riprende a recitare dopo
un anno di pausa nel 2010 con Russel Crowe in Robin Hood,
celebre opera di Ridley Scott; nella pellicola l'attrice ha il
ruolo di Lady Marian, che si aggiunge alla prestigiosa galleria
di personaggi recitati fin dall’inizio della sua carriera.
Marian è interpretata come una donna forte e autonoma, capace
anche di usare arco e freccia all’occorrenza, il volto di Cate è
contrapposto a quello di Russell Crowe che le aveva chiesto di
collaborare proprio durante una cerimonia a cui avevano
partecipato vari attori originari del loro stesso continente.
Dopo ben nove anni, nel 2012 prosegue nel ruolo di Galadriel o
Dama della Luce ne Lo Hobbit - un viaggio inaspettato, primo
capitlo della storica trilogia de Lo Hobbit, che anticipa la
narrazione de Il Signore degli Anelli diretta da Peter Jackson.
Pare che in un’intervista abbia ammesso di aver accettato il
ruolo della Regina degli Elfi, nel Signore degli Anelli, perché
ha sempre voluto recitare in un ruolo con le orecchie a punta.
L’anno dopo la sua carriera ha un’evoluzione significativa anche
nel mondo della moda perchè viene scelta come testimonial del
profumo "Sì" di Giorgio Armani, che le vale un contratto da 10
milioni di dollari. Lo stesso stilista ha dichiarato che
l'attrice rappresenta la donna per la quale fa delle creazioni,
definendola così come sua musa. Inoltre partecipa al film Blue
Jasmine, diretto da Woody Allen, dove interpreta una donna che
di fronte al fallimento di tutta la sua vita, compreso il
matrimonio con un ricco uomo d'affari di New York, decide di
trasferirsi nel modesto appartamento della sorella a San
Francisco per ricominciare. Con questo ruolo di protagonista
vince il suo terzo Golden Globe e il suo secondo Oscar. Prosegue
nel 2014 con Monuments Men, opera di George Clooney, di
carattere storico e culturale, dove un gruppo di studiosi
dell’arte durante la Seconda Guerra Mondiale cerca di
rintracciare i capolavori rubati dai nazisti. Proficua anche la
carriera di doppiatrice a partire dal 2014 quando ha impersonato
Valka, importante personaggio all'interno del film Dragon
Trainer 2, seguito di Dragon Trainer della Dreamworks. Il ruolo
più recente e ancora tra i capolavori di quest’anno è stato
Cenerentola, diretto da Kenneth Branagh, dove ha vestito i panni
della matrigna. A febbraio 2015 è stata creata la sua prima
statua di cera al Madame Tussauds di Hollywood e nella vita
privata è impegnata molto attivamente nel sociale e in
associazioni non profit come SolarAid.
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 32 33 34 35
L'oroscopo del giorno
OROSCOPO
converted by Web2PDFConvert.com
L'oroscopo del
giorno
9 maggio
NEWS
56° Biennale di
Venezia
PEOPLE & STARS
NEWS
Becoming Marni
Becoming Marni: in mostra
all’Abbazia di San Gregorio le
sculture zoo-antropomorfe del
brasiliano Véio
Peter Doig
Appuntamenti imperdibili in
giro per la città durante la
Biennale
In mostra alla Fondazione
Bevilacqua La Masa una serie
di opere inedite dello
scozzese Peter Doig
SUZY MENKES
Louis
Vuitton’s Nicolas
Ghesquière: in his
own words
An exclusive interview by
Suzy Menkes
SUZY MENKES
PEOPLE & STARS
Simon Denny
Simon Denny. New Zealand
Pavilion
NEWS
Qual è il rapporto
degli uomini con
la borsa?
Gherardini lancia la collezione
accessori uomo introducendo
un confronto sul rapporto degli
uomini con la borsa
La Cina
attraverso uno
specchio
appannato
L'abbigliamento per il Met Ball
gala richiede un po' più di
immaginazione
VOGUE ARTS
Biennale: il
reportage
La Biennale di Venezia
raccontata con i commenti a
caldo suoi protagonisti. Ecco
la "bussola" per orientarsi
nell'evento d'arte italiano per
eccellenza
PARTIES EVENTS
Becoming Marni:
l’evento
Animali fantastici, figure
antropomorfe e costruzioni
immaginifiche. Marni celebra
con un cocktail esclusivo
l’opening di Becoming Marni
converted by Web2PDFConvert.com
LATEST ISSUE — Issue 775, The Independents, Dior
By Steven Meisel
Magazine
Shows
Beauty
Trends
VTalents
V50
Tutte le sfilate
Beauty in Vogue
Il trend del giorno
Storie di successo
Notizie del giorno
Modelle
Wellness e Fitness
+ Glam - Cash
Concorsi e altro
Cover Story
Temi dalle sfilate
Viso e corpo
Accessori
Nuovi Talenti
Fashion Stories
Eventi moda
Notizie Bellezza
Voguistas
A short film with
Supplementi Vogue
Focus on models
Vogue Kitchen
How To
News
Tarocchi
Curiosità
Beauty in Vogue Supplemento
Il Blog delle
Tendenze
Talenti sul Set
FIRMA LA PETIZIONE
Sfilate di Moda Calendario
The Now Idea
Vogue Mania
Talents and Wool
Your blog against
Ana & Mia
News
L'ossessione del
giorno
Supplemento
Shop with a click
The Dubai Mall
Talent Scouting
Neodiplomati
VBlack
VCurvy
Vota lo stile
Look del giorno
Glam and Curvy
Shop in the Shops
Spotlight On
Visto su Vogue
Visto su Vogue
Beauty
Le tendenze moda
della
Primavera/Estate
2015
The Black Blog
Moda e Accessori
Moda
The Black Issue
Curvy News
Shop the trend
Parties Events
Vogue Gioiello
È davvero troppo
L'Uomo Vogue
Vogue Arts
Beauty
Star News
Focus On
Agenda del Weekend
VEncyclo
VSeries
Cover story
People & Stars
Moda
Designer
Le collezioni
Orologi
Sfilate
Stilisti
Beauty
PhotoVogue
Fotografia
News
Cinema
Fashion guide
Come funziona
Personaggi
Oroscopo
Iscriviti
Manie
Archivio
Blogger
Tessuti
Architettura
A-Z
ABBONATI A VOGUE ITALIA
converted by Web2PDFConvert.com
VOGUE INTERNATIONAL EDITIONS: AUSTRALIA | BRAZIL | CHINA | FRANCE | GERMANY | GREECE | INDIA | JAPAN | KOREA | MEXICO & LATIN AMERICA | NETHERLANDS | PORTUGAL |
RUSSIA | SPAIN | TAIWAN | THAILAND | TURKEY | UK | UKRAINE | US
©EDIZIONI CONDÉ NAST S.P.A. - P.ZZA CASTELLO 27 - 20121 MILANO CAP.SOC. 2.700.000 EURO I.V. C.F E P.IVA REG.IMPRESE TRIB. MILANO N. 00834980153 SOCIETÀ CON SOCIO UNICO
© VOGUE ITALIA | PUBBLICITÀ | REDAZIONE | HELPDESK | ABBONAMENTI | CONDIZIONI DI UTILIZZO | PRIVACY POLICY | HELP | VOGUE WIDGETS
SCONTO 67%
Abbonati e Regala Vogue Italia! edizione digitale inclusa
67
SCON %
TO
E S P A N D I
ABBONAMENTO ANNUALE
SOLO €19,90
Moda, beauty, cultura. E poi viaggi, design, architettura, cinema. E ancora
personaggi, eventi, news e curiosità. Il mondo di VOGUE Italia e dei suoi
supplementi, internazionale ed esclusivo.
Direttamente a casa tua.
I vantaggi dell'abbonamento sono tantissimi, inclusa l'edizione digitale su tablet
iPad e Android!
ABBONATI O
REGALA VOGUE
● ● ● ●
converted by Web2PDFConvert.com

Documenti analoghi

Vogue.it - Dermophisiologique

Vogue.it - Dermophisiologique approfonditi e sono diventati quasi determinanti. Per proseguire questo cammino servono fondi e per questo anche per il 2013 il mese di ottobre è dedicato alla lotta contro il cancro al seno. In qu...

Dettagli